Sei sulla pagina 1di 20

Linee Guida per la realizzazione di

interventi di efficienza energetica in


Partenariato Pubblico Privato
Il settore della Pubblica Illuminazione

ALLEGATO: Manuale di istruzioni per la


compilazione del modello di valutazione
economico finanziaria preliminare

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

1
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Avvertenze
Il presente manuale di istruzioni e il relativo applicativo excel PPP per la
pubblica illuminazione_PEF preliminare non intendono costituire uno
strumento tale da indurre ad un parere, un suggerimento dinvestimento o un
giudizio su fatti, persone o societ. Finlombarda S.p.A. non si assume alcuna
responsabilit per un uso improprio del presente manuale e del relativo
applicativo excel. vietata la riproduzione, totale o parziale, in qualsiasi
forma o mezzo e di qualsiasi parte del presente documento senza
lautorizzazione scritta da parte della Regione Lombardia.

Milano, settembre 2015

2
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Premessa

Il presente manuale di istruzioni e il relativo modello applicativo PPP per la pubblica


illuminazione_PEF preliminare realizzato in excel si pongono lobiettivo di dotare le Pubbliche
Amministrazioni di uno strumento di facile utilizzo ai fini dello svolgimento delle valutazioni
economico-finanziarie preliminari allaffidamento ad un aggiudicatario (di seguito, per brevit,
partner privato) di una procedura di PPP ad evidenza pubblica per la riqualificazione energetica
degli impianti di pubblica illuminazione.
Lapplicativo excel allegato non vuole rappresentare uno schema di piano economico finanziario
completo quanto piuttosto uno strumento di orientamento che consenta di:

comprendere quali solo le leve a disposizione del decisore pubblico che incidono
sullattrattivit di un progetto per un potenziale partner privato;

di valutare in via assolutamente preliminare la convenienza economica (intesa come


capacit del progetto di sostenersi economicamente, generando anche un livello
redditivit adeguato al capitale investito) e la sostenibilit finanziaria intensa come
capacit di generare flussi di cassa sufficienti a garantire il rimborso del prestito e quindi
possibilit di reperire i capitali necessari per intraprendere liniziativa (bancabilit).

la
di
la
la

Come anche sottolineato nelle Linee guida per la realizzazione di interventi di efficienza
energetica in Partenariato Pubblico Privato Il settore della Pubblica Illuminazione (dora in poi
per brevit Linee guida), qualora lesito di questa fase preliminare sia positivo, opportuno
avviare una fase di approfondimento in cui, eventualmente col supporto di esperti del settore,
mettere a punto stime pi dettagliate.
Si descrivono, di seguito, in maniera il pi possibile chiara ed esplicativa, la struttura e le modalit
di compilazione dellapplicativo excel. A tal fine, giova sottolineare che la compilazione del
modello:

richiede linserimento di alcuni dati di input facilmente reperibili per una Pubblica
Amministrazione che intende avviare un progetto di riqualificazione energetica della
pubblica illuminazione;

presenta, per ragioni di standardizzazione, delle semplificazioni circa il reale funzionamento


degli interventi in questo settore.

Ai fini di una corretta comprensione, si suggerisce di leggere in primis le Linee guida allinterno
delle quali sono riportate le formule e la descrizione degli indici di valutazione economicofinanziaria utilizzati nel presente documento e nel relativo applicativo excel.

3
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

La struttura del modello

Il modello excel si compone dei seguenti quattro fogli:

Disclaimer: contiene delle brevi indicazioni sulle modalit di utilizzo del modello excel e
anche il link al successivo foglio;

Copertina: contiene delle semplici informazioni da inserire con riferimento al progetto (Ente
promotore, Denominazione del progetto1) e anche il link al successivo foglio Input;

Input: in questa sezione il compilatore dovr inserire tutte le informazioni necessarie volte
a giungere alla valutazione economico - finanziaria del progetto di riqualificazione
energetica degli impianti di pubblica illuminazione (es. determinazione della baseline,
durata della costruzione, costi di investimento, ipotesi di finanziamento del partner privato,
ecc.). necessario compilare solo le caselle colorate in bianco, quelle colorate in grigio
invece sono compilate in automatico sulla base di formule gi preimpostate allinterno del
modello;

Flussi di cassa: sono calcolati in automatico, sulla base dei dati inseriti nel foglio Input e
per tutta la durata dellaffidamento ipotizzata:
i flussi di cassa operativi;
i flussi di cassa finanziari;
il Debt Service Cover Ratio (DSCR) e il Loan Life Cover Ratio (LLCR) quali
indicatori di sostenibilit finanziaria del progetto.
Sintesi risultati: riporta in automatico i principali dati risultanti dalla valutazione
economico-finanziaria preliminare (con riferimento sia agli input inseriti che ai risultati
generati).
o
o
o

Tali informazioni, una volta inserite, vengono riportate come intestazione negli altri fogli dellapplicativo excel.

4
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Input

Allinterno del foglio Input il compilatore fornisce informazioni e dati rivolti alla valutazione
economico-finanziaria preliminare del progetto di riqualificazione energetica degli impianti di
pubblica illuminazione.
Tale sezione prevede i seguenti step di compilazione:

Step 1: determinazione della Baseline2;

Step 2: stima della durata dei tempi di realizzazione delle opere di riqualificazione e
dell'anno d'inizio della gestione;

Step 3: stima dei costi d'investimento;

Step 4: stima dei ricavi e dei costi operativi a seguito della riqualificazione energetica;

Step 5: definizione delle ipotesi fiscali e tributarie;

Step 6: stima del livello di indebitamento del partner privato;

Step 7: stima del rendimento atteso dal partner privato;

Step 8: cruscotto decisionale (leve a disposizione dell'Ente Locale) e risultati economico


finanziari del modello.

Per tutti gli step di compilazione, si ricorda che necessario compilare solo le caselle colorate in
bianco, quelle colorate in grigio invece sono compilate in automatico sulla base di formule gi
preimpostate allinterno del modello.
Step 1: determinazione della Baseline
Aprendo per la prima volta sul foglio Input, comparir la seguente schermata:
Step 1: determinazione della Baseline
Selezionare una delle possibili opzioni di determinazione della baseline:

clicca sul riquadro sopra per iniziare

COMPILARE LA SEGUENTE TABELLA E PROSEGUIRE ALLO STEP 2:

Cliccando poi, come indicato, nel riquadro in bianco, il compilatore selezioner una tra le due
seguenti opzioni:

Dati tecnici ed economici;

Dati economici.

Come gi chiarito allinterno delle Linee guida, la Baseline rappresentata dalla somma dei costi storici per
lapprovvigionamento energetico e per la gestione e manutenzione degli impianti.

5
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Nel dettaglio, con riferimento ai dati storici e a quelli del progetto di riqualificazione energetica degli
impianti di pubblica illuminazione, si procede a selezionare:

Dati tecnici ed economici nel caso i cui si dispongano di dati sia di natura economica (con
riferimento alla spesa per lapprovvigionamento energetico degli impianti e alla relativa
gestione e manutenzione) sia di natura tecnica (vale a dire: tipo di sorgente luminosa, %
perdite su potenza totale (kW), % risparmio da regolatori di flusso, numero punti luce,
potenza del singolo punto luce, ore di funzionamento annue, costo per Kwh);

Dati economici nel caso in cui si dispongano di soli dati di natura economica con riferimento
alla spesa per energia elettrica, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica
illuminazione.

Determinazione della Baseline in caso di disponibilit di dati tecnici ed economici

Una volta selezionata lopzione Dati tecnici ed economici, si procede alla compilazione della
restante parte di informazioni che costituiscono lo Step 1 e che compaiono immediatamente sotto.3
Step 1: determinazione della Baseline
Selezionare una delle possibili opzioni di determinazione della baseline:

COMPILARE LA SEGUENTE TABELLA E PROSEGUIRE ALLO STEP 2:


DATI ECONOMICI
Importo
(iva esclusa)

DATI TECNICI ED ECONOMICI


Spesa annua per energia elettrica
Spesa annua di gestione e manutenzione
Spesa annua complessiva (Baseline)

clicca sul riquadro sopra per iniziare

COMPILARE LA SEGUENTE TABELLA E PROSEGUIRE ALLO STEP 2:


DATI TECNICI ED ECONOMICI

Tipo di sorgente luminosa

n punti luce

Totale

Tipo di sorgente luminosa

Totale

DATI STORICI RELATIVI AI CONSUMI E COSTI ENERGETICI DEGLI IMPIANTI DA RIQUALIFICARE


% perdite su P tot
% risparmio da
P (W)
P tot ( KW )
h funzion/anno
(kW)
regolatori di flusso
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica storica

DATI STIMATI RELATIVI AI CONSUMI E AI COSTI ENERGETICI A SEGUITO DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
P (W)
% perdite su P tot
% risparmio da
n punti luce
P tot ( KW )
h funzion/anno
Post intervento
(kW)
regolatori di flusso
0
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica post riqualificazione

kWh/anno

/kWh medio
-

iva esclusa

Spesa annua per gestione e manutenzione


Spesa annua complessiva (Baseline)

kWh/anno

/kWh medio
-

iva esclusa

Nel dettaglio, si compila una tabella allinterno della quale vanno inseriti i dati storici relativi ai
consumi e ai costi energetici per gli impianti di pubblica illuminazione da riqualificare. A tal
proposito si suggerisce di fare riferimento, se disponibili, ai dati relativi alla media degli ultimi tre
anni; in caso contrario sufficiente riportare i dati relativi ai costi e ai consumi dellultimo anno.
3

Selezionando lopzione dati tecnici ed economici non si deve procedere alla compilazione della tabella che compare
sulla destra (Dati economici) che infatti viene visualizzata in color grigio scuro.

6
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

I dati che il compilatore dovr inserire riguardano:

il tipo di sorgente luminosa in cui bisogner scegliere dal men a tendina la/e tecnologia/e
esistente/i tra:
o
o
o
o
o
o
o
o
o
o
o

Mercurio (HG)
Mercurio premiscelate (HG MIX)
Sodio alta pressione (SAP)
Sodio bassa pressione (SBP)
Ioduri metallici (JM)
Ioduri metallici a Bruciatore Ceramico (JMBC)
LED
Fluorescenza (FL)
Incandescenza (INC)
Induzione (IND)
Alogena (ALO)

la % perdite su P tot (kW) in cui si dovr indicare la percentuale di perdita sulla potenza
totale (kW) in corrispondenza della tipologia di sorgente luminosa selezionata (si tratta
generalmente delle potenze relative alle perdite di rete ed a quelle dellalimentatore
elettronico).

N.B. Si possono considerare come valori indicativi delle perdite le seguenti percentuali:
o
o
o
o
o
o
o
o
o
o
o

Mercurio (HG): 19%


mercurio premiscelate (HG MIX): 19%
Sodio alta pressione (SAP): 18%
Sodio bassa pressione (SBP): 19%
Ioduri metallici (JM): 18%
Ioduri metallici a Bruciatore Ceramico (JMBC): 18%
LED: 5% (nel caso in cui la potenza inserita al campo P(W) sia comprensiva delle
perdite dellalimentatore elettronico)
Fluorescenza (FL): 18%
Incandescenza (INC): 20%
Induzione (IND): 18%
Alogena (ALO): 20%

nel campo % risparmio da regolatori di flusso va indicata la percentuale di risparmio


media sui kWh/anno se sugli impianti o sugli apparecchi esistenti sono installati
meccanismi di regolazione di flusso luminoso. Si pu considerare come risparmio medio
annuo un valore compreso fra il 20% e il 23%;

il numero di punti luce da riqualificare;

la potenza degli stessi (espressa in Watt);

il numero annuo di ore di funzionamento;

il costo medio (espresso in euro) per kWh.

Il compilatore, a seconda del livello di dettaglio dei dati a disposizione e della tipologia degli
impianti di pubblica illuminazione, pu compilare anche una sola riga della tabella. comunque
obbligatorio compilare, come detto almeno per una riga, tutte le celle in bianco. In caso di mancata
compilazione di una delle celle in bianco continuer a comparire, in rosso e in fondo alla tabella, il
messaggio Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica storica. Il
modello excel poi in automatico, sulla base di formule preimpostate, calcola, nelle celle colorate in
azzurro:

la potenza totale (in kW);

le kWh consumate in un anno;


7

2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

il costo totale dei consumi energetici.

DATI TECNICI ED ECONOMICI

Tipo di sorgente luminosa

n punti luce

Totale

DATI STORICI RELATIVI AI CONSUMI E COSTI ENERGETICI DEGLI IMPIANTI DA RIQUALIFICARE


% perdite su P tot
% risparmio da
P (W)
P tot ( KW )
h funzion/anno
(kW)
regolatori di flusso
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica storica

kWh/anno

/kWh medio
-

iva esclusa

Una volta compilata la prima tabella, si inseriscono i dati relativi alla spesa annua storica per la
gestione e manutenzione degli impianti.4
Il modello excel, sulla base di questo dato e della spesa complessiva per energia elettrica
determinata nella prima tabella, giunge a calcolare la spesa annua complessiva attuale per la
Pubblica Amministrazione (cd. Baseline).
Spesa annua per gestione e manutenzione
Spesa annua complessiva (Baseline)

Infine, il compilatore dovr procedere ad inserire le stesse tipologie di informazioni contenute nella
prima tabella ma con riferimento ai dati stimati sui consumi e i costi energetici a seguito del
progetto di riqualificazione energetica. Si segnala che, con riferimento alla compilazione della cella
relativa al costo medio per KWh possono essere utilizzati i dati Consip o quelli disponibili sul sito
dellAutorit per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI).

Tipo di sorgente luminosa

Totale

n punti luce

DATI STIMATI RELATIVI AI CONSUMI E AI COSTI ENERGETICI A SEGUITO DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
P (W)
% perdite su P tot
% risparmio da
P tot ( KW )
h funzion/anno
Post intervento
(kW)
regolatori di flusso
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica post riqualificazione

kWh/anno

/kWh medio
-

iva esclusa

Determinazione della Baseline in caso di disponibilit di soli dati economici

Una volta selezionata lopzione Dati economici, si procede alla compilazione della restante parte
di informazioni che costituiscono lo Step 1 e che compaiono immediatamente a destra. Nel
dettaglio si indicano la spesa annua per energia elettrica e quella per la gestione e manutenzione.
A tal proposito si suggerisce di fare riferimento, se disponibili, ai dati relativi agli ultimi tre anni; in
caso contrario sufficiente riportare i dati relativi alla spesa dellultimo anno. Il modello excel
calcoler poi un automatico, quale somma delle due componenti, la cd. Baseline.
Si segnala che, selezionando lopzione Dati economici, non si deve procedere ad inserire alcun
tipo di dato nelle altre tabelle colorate in grigio che si visualizzano immediatamente sotto.

Anche in questo caso fare riferimento, se possibile, al triennio passato; in caso contrario allultimo anno.

8
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Step 1: determinazione della Baseline


Selezionare una delle possibili opzioni di determinazione della baseline:

COMPILARE LA SEGUENTE TABELLA E PROSEGUIRE ALLO STEP 2:


DATI ECONOMICI
Importo
(iva esclusa)

DATI ECONOMICI
Spesa annua per energia elettrica
Spesa annua di gestione e manutenzione
Spesa annua complessiva (Baseline)

clicca sul riquadro sopra per iniziare

COMPILARE LA SEGUENTE TABELLA E PROSEGUIRE ALLO STEP 2:


DATI TECNICI ED ECONOMICI

Tipo di sorgente luminosa

Totale

n punti luce

DATI STORICI RELATIVI AI CONSUMI E COSTI ENERGETICI DEGLI IMPIANTI DA RIQUALIFICARE


% perdite su P tot
% risparmio da
P (W)
P tot ( KW )
h funzion/anno
(kW)
regolatori di flusso
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica storica

kWh/anno

/kWh medio
-

Spesa annua per gestione e manutenzione


Spesa annua complessiva (Baseline)

NON PROCEDERE ALLA COMPILAZIONE


DI QUESTA SEZIONE
0

Tipo di sorgente luminosa

Totale

DATI STIMATI RELATIVI AI CONSUMI E AI COSTI ENERGETICI A SEGUITO DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
P (W)
% perdite su P tot
% risparmio da
n punti luce
P tot ( KW )
h funzion/anno
Post intervento
(kW)
regolatori di flusso
0
0,00
Completa la compilazione della tabella per determinare la spesa energetica post riqualificazione

iva esclusa

kWh/anno

/kWh medio
-

iva esclusa

Step 2: stima della durata dei tempi di realizzazione delle opere di riqualificazione e
dell'anno d'inizio della gestione
Allinterno dello Step 2, il compilatore inserisce:

lanno di inizio costruzione (si segnala che cliccando sulla cella corrispondente in bianco si
apre un menu a tendina che riporta la sequenza cronologica degli anni a partire dal 2015);

la durata della fase di costruzione espressa in anni: cliccando sulla cella corrispondente si
apre un menu a tendina che consente di selezionare lopzione 1 o 2; lopzione 1
comunque gi preimpostata allinterno del modello. Non pertanto possibile inserire durate
superiori ai 2 anni e diverse dal numero intero (es. un anno e mezzo).

Il modello excel poi calcola in automatico:

lanno di inizio gestione previsto lanno successivo rispetto alla conclusione dei lavori (cfr.
esempio in basso);
lanno di fine gestione che verr valorizzato quando il compilatore avr inserito i dati relativi
alla durata dellaffidamento allinterno dello Step 8.

9
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Step 2: stima della durata dei tempi di realizzazione delle opere di riqualificazione e dell'anno d'inizio della gestione
Anno inizio costruzione
Durata costruzione (anni)
Anno inizio gestione
Anno fine gestione

2015
1
2016

Step 3: stima dei costi dinvestimento


Allinterno di questo step il compilatore inserisce le spese stimate (IVA esclusa) per la
realizzazione dellinvestimento di riqualificazione energetica.5 Le spese dinvestimento, allinterno
del modello, sono suddivise nelle seguenti categorie:

apparecchi per lilluminazione;

interventi sui sostegni;

interventi sulla rete;

interventi sui quadri elettrici;

imprevisti;

oneri sicurezza;

spese tecniche;

altro.

Si segnala che, qualora la Pubblica Amministrazione non disponga di un sufficiente livello di


dettaglio sulla ripartizione per tipologia dei costi di investimento, possibile compilare anche una
sola voce.
Una volta inseriti i valori dinvestimento, si procede alla compilazione delle altre sezioni in bianco
dedicate ai valori percentuali degli investimenti.6 Allinterno del modello excel sono poi inserite due
celle di controllo che scompaiono se per ogni valore di investimento stato indicato il valore
percentuale e questo viene compilato correttamente (es. corretta ripartizione dei valori percentuali
in caso di durata della costruzione pari a due anni).
Nel caso in cui il compilatore decida di rimodulare la durata della costruzione (modificando lo Step
2), si segnala che necessario cancellare i valori percentuali inseriti nelle apposite colonne ai fini
di un corretto funzionamento dellapplicativo excel.
Le due colonne in azzurro (investimenti incrementali e investimenti totali) verranno valorizzate in
automatico quando il compilatore, allinterno dello Step 8 dedicato alle leve a disposizione dellEnte
Locale, avr indicato il rialzo percentuale sugli investimenti inizialmente stimati.

Si segnala che le spese di investimento vengono poi ammortizzate nel Foglio di Flussi di Cassa per un periodo stimato
pari alla durata dellaffidamento.
6
Nel dettaglio, apparir solo una colonna in bianco e una in grigio (questultima da non compilare) nel caso in cui si sia
ipotizzata una durata della costruzione pari ad un anno; viceversa appariranno due colonne in bianco nel caso in cui sia
stata prevista una durata dei lavori di due anni.

10
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Step 3: stima dei costi d'investimento

Celle di
controllo
Investimento stimato
(IVA esclusa)

Apparecchi per l'illuminazione


Interventi sui sostegni
Interventi sulla rete
Interventi sui quadri elettrici
Imprevisti
Oneri sicurezza
Spese tecniche
Altro
Totale

Investimenti incrementali
(IVA esclusa)

Investimenti totali
(IVA esclusa)

2015

2016

Totale

0,00%

Inserire i valori percentuali

0%
0%
0%
0%
0%
0%
0%
0%
0,00%
0%
Ripartire in percentuale l'investimento nei
due anni di costruzione

Step 4: stima dei ricavi e dei costi operativi a seguito della riqualificazione energetica
Allinterno di tale step si inseriscono una serie di dati afferenti alla fase operativa del progetto e
riconducibili alle seguenti tre categorie:

Ricavi annui;

Costi annui;

Tasso di inflazione.

Step 4: stima dei ricavi e dei costi operativi a seguito della riqualificazione energetica
Importi
(IVA esclusa)

Ricavi (annui)
Canone contratto EPC (Baseline)
Titoli Efficenza Energetica (TEE)
Costi (annui)
Costi di gestione e manutenzione
Costi approvvigionamento energia elettrica
Altri oneri

Anni durata TEE

Indicare periodo validit TEE

Celle di
controllo

Riportare la stima dei costi energetici ottenuti dalla compilazione della relativa tabella (cella L44)

Tasso di inflazione programmata (%)

Ricavi annui

Come gi discusso allinterno delle Linee guida, i ricavi di un partner privato per un progetto di
riqualificazione energetica derivano dal canone annuo corrisposto dalla Pubblica Amministrazione
e dal sistema di incentivazione nazionale dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)7.
Allinterno del modello excel, il canone del contratto EPC viene calcolato in automatico quale
sommatoria dei costi per lapprovvigionamento dellenergia elettrica e dei costi per la gestione e
manutenzione degli impianti cos come inseriti nello Step 1 di compilazione. Si segnala sinora che
il canone annuo potr essere rimodulato sulla base dellobiettivo di riduzione dei costi che si
prefigge la Pubblica Amministrazione (cfr. pi avanti lo Step 8 relativo alla leve a disposizione
dellEnte Locale).
Con riferimento invece ai TEE, nel caso in cui il compilatore abbia tutte le informazioni necessarie
per procedere alla loro quantificazione, necessario inserire il loro ammontare annuo e il numero
di anni durante i quali il partner privato ricever tale incentivo. In particolare, una volta inserito, il
loro ammontare, comparir la cella di controllo Indicare periodo validit TEE fino a quando il
compilatore non avr indicato il numero di anni per i quali il partner privato ricever tale incentivo.8
Costi annui

Per approfondimenti su tale sistema di incentivazione possibile collegarsi al seguente link:


http://www.gse.it/it/CertificatiBianchi/Pages/default.aspx
8
Il presente lavoro non entra nel merito delle modalit di calcolo dei TEE di uno specifico progetto. possibile
comunque collegarsi al link http://www.autorita.energia.it/it/ee/schede.htm per consultare le schede relative al calcolo
standardizzato dei risparmi ai fini dellottenimento dei TEE. I ricavi derivanti dai TEE vengono anche riportati allinterno
del foglio Flussi di Cassa tenendo conto di un ritardo medio di incasso, rispetto al periodo di competenza, pari a 1 anno.

11
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Con riferimento alla stima dei costi annui del partner privato durante la fase di gestione degli
impianti di pubblica illuminazione, si procede alla compilazione delle seguenti voci:

Costi di gestione e manutenzione9;

Costi di approvvigionamento energia elettrica (si segnala che nel caso in cui nello step 1
sia stata selezionata lopzione Dati tecnici ed economici necessario riportare, come
indicato nella cella di controllo, il valore totale risultante allinterno della cella L44);

Altri oneri (es. spese per il personale).

Tasso di inflazione

Il compilatore inserisce il valore percentuale da attribuire al tasso di inflazione programmata. Con


lobiettivo di sterilizzare la componente energia10, allinterno del presente modello, ladeguamento
inflattivo viene applicato in automatico:

dal lato dei costi solo per quelli di gestione e manutenzione e gli altri oneri;

dal lato dei ricavi per il canone del contratto EPC al netto dei costi stimati per
lapprovvigionamento dellenergia elettrica.

Step 5: definizione delle ipotesi fiscali e tributarie


Il compilatore inserisce le aliquote applicate con riferimento allIres e allIrap11. Esse, al momento di
chiusura del documento, sono pari:

al 27,5%; per lIres;

al 3,9%. per lIrap.

Dovranno essere poi inserite le aliquote IVA da applicare ai costi di investimento. Il compilatore,
sulla base delle informazioni inserite per la stima dei costi di investimento, vedr colorate in rosso
tutte quelle voci per le quali laliquota IVA va compilata (cfr. esempio di seguito).
Step 5: definizione delle ipotesi fiscali e tributarie
Aliquota IRES
Aliquota IRAP
Aliquote IVA su investimenti
Apparecchi per l'illuminazione
Interventi sui sostegni
Interventi sulla rete
Interventi sui quadri elettrici
Imprevisti
Oneri sicurezza
Spese tecniche
Altro

Con riferimento ai costi di manutenzione, necessario distinguere tra manutenzione ordinaria e straordinaria. A tal
proposito, al fine di extra-costi derivanti da interventi di manutenzione straordinaria, si suggerisce di includere nella
manutenzione ordinaria anche le riparazioni derivanti da guasti dellalimentatore elettronico.
10
I meccanismi di adeguamento dei prezzi dellenergia elettrica, per ragioni di standardizzazione, non possono essere
affrontati allinterno del modello applicativo.
11
Tali aliquote vengono utilizzate, nel foglio Flussi di Cassa per calcolare le imposte figurative.

12
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Step 6: stima del livello di indebitamento del partner privato


Allinterno dello Step 6 il compilatore inserisce una serie di informazioni con riferimento alla
struttura finanziaria del progetto di riqualificazione energetica.
Nel dettaglio, per quanto riguarda il finanziamento degli investimenti, necessario compilare:

la percentuale di debito alla quale si presume faccia ricorso il partner privato per finanziare
gli investimenti;

il relativo tasso di interesse;

la durata di ammortamento del debito (espressa in anni)12;

Il modello excel calcoler poi in automatico la durata del periodo di preammortamento13, lultimo
anno di ammortamento del debito e lanno di fine pre-ammortamento.
Per quanto riguarda invece il finanziamento dellIva sugli investimenti, si inseriscono:

la percentuale di debito alla quale si presume faccia ricorso il partner privato;

il relativo tasso di interesse14.

Step 6: stima del livello di indebitamento del partner privato

Finanziamento investimenti
Percentuale debito (%)
Tasso interesse (Kd) (%)
Durata ammortamento debito (anni)
Durata pre-ammortamento (anni)

Ultimo anno di ammortamento debito


Anno fine pre-ammortamento

Finanziamento IVA investimenti


Percentuale debito (%)
Tasso interesse (%)

Step 7: stima del rendimento atteso dal partner privato


Allinterno di tale Step, si deve ipotizzare il tasso di rendimento atteso dal partner privato inserendo
il relativo valore percentuale ( il cosiddetto costo dellequity del quale si discusso allinterno
delle Linee guida).15
Step 7: stima del rendimento atteso dal partner privato
Costo del capitale di rischio (Ke) (%)

Step 8: cruscotto decisionale (leve a disposizione dell'Ente Locale) e risultati economico


finanziari del modello

12

Essa fa riferimento agli anni di rimborso della quota capitale. Il presente modello poi, attraverso linserimento dei dati
sul preammortamento, ipotizza che nel corso della fase di costruzione il partner privato provveda a pagare solo interessi
con riferimento al debito contratto. Per esigenze di semplificazione, non si ipotizza un differente tasso di interesse per la
durata del pre-ammortamento. Lammontare degli interessi di pre-ammortamento viene calcolato partendo dal valore
medio dellerogazione tra inizio e fine periodo.
13
Si fa riferimento al periodo in cui il partner privato verser alla banca solo interessi. Per esigenze di semplificazione,
viene posta uguale alla durata della fase di costruzione.
14
Nel caso in cui non si disponga di informazioni relative al tasso di interesse da applicare al finanziamento IVA , si
suggerisce di inserire lo tesso tasso ipotizzato per il finanziamento degli investimenti. Anche in questo caso il valore degli
interessi o viene calcolato partendo dal valore medio dellerogazione tra inizio e fine periodo.
15
I valori possono variare molto con un ordine di grandezza che si pu ipotizzare tra l8% e il 12%.

13
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Lo Step 8 prevede che il compilatore inserisca una serie di informazioni che hanno una diretta
incidenza sui profili di redditivit e convenienza del progetto. Tali dati pertanto, potranno essere
rimodulati nel caso in cui i risultati del modello non coincidano con i desiderata della Pubblica
Amministrazione e con i rendimenti attesi dal mercato.
Nel dettaglio, necessario inserire:

la durata dellaffidamento (comprensiva del periodo di costruzione);

lobiettivo di riduzione percentuale della spesa complessiva annua: come ribadito allinterno
delle Linee guida, la caratteristica fondamentale di un contratto EPC risiede nella presenza
di un risparmio energetico garantito contrattualmente; pu essere previsto che una quota di
tale risparmio venga retrocessa alla Pubblica Amministrazione sotto forma di riduzione del
canone annuo rispetto alla Baseline. Allinterno del presente modello, attraverso la
compilazione della cella obiettivo di riduzione percentuale della spesa annua, si pu
indicare la quota percentuale di risparmi monetari che la Pubblica Amministrazione
desidera incamerare dal partner privato quale funzione derivata del risparmio energetico
garantito contrattualmente e del risparmio economico determinato da minori costi di
gestione e manutenzione a seguito del progetto di riqualificazione energetica;

il contributo in conto capitale (se previsto);

la stima sul rialzo percentuale degli investimenti posti a base di gara: agendo su tale leva il
decisore pubblico valuta la fattibilit di un livello ulteriore di investimenti rispetto a quelli
inizialmente previsti (es. investimenti di tipo smart cities).16

Tutte e quattro le leve sopra esemplificate incidono direttamente sui principali risultati economico
finanziari del modello, vale a dire:

Tasso interno di rendimento (TIR) di progetto: esprime in termini percentuali la redditivit di


un progetto di investimento, intesa come capacit dello stesso di generare flussi di cassa
futuri positivi; in altre parole il rendimento medio annuo che il privato ricava dal progetto
per lintera durata dellaffidamento senza considerare le modalit di finanziamento;

Tasso interno di rendimento (TIR) dellazionista esprime in termini percentuali la redditivit


dei flussi di cassa relativi agli azionisti, ovvero la capacit dellinvestimento di pagare il
servizio del debito e di remunerare il partner privato; in altre parole il rendimento medio
annuo che il privato ricava dal progetto per lintera durata dellaffidamento considerando
anche la sua struttura finanziaria (quale combinazione di debito ed equity);

Valore Attuale Netto (VAN) dellazionista: esprime in termini monetari il valore creato o
distrutto dallinvestimento effettuato dal partner privato sulla base di un dato valore di Ke;

Payback attualizzato (anni): esprime lintervallo di tempo necessario affinch il partner


privato recuperi le spese dinvestimento. In altre parole indica il numero di anni necessari (a
partire dalla conclusione della fase di costruzione) affinch i flussi di cassa cumulati
eguaglino linvestimento iniziale;

Anno di rientro: indica lanno in cui si verifica il payback (attualizzato) dellinvestimento;

Debt Service Cover Ratio (DSCR) medio di periodo: esprime la capacit dellinvestimento
di rimborsare il servizio del debito (capitale e interessi) per tutta la durata del
finanziamento;

Loan Life Cover Ratio (LLCR) medio di periodo: esprime la capacit del progetto di
generare flussi di cassa positivi dopo aver ripagato il servizio del debito;

Canone annuo contratto EPC: rappresenta limporto annuo che la Pubblica


Amministrazione dovr versare al partner privato17. Esso viene calcolato detraendo alla

16

Nel caso in cui non si ritenga opportuno agire su tale leva, lasciando pertanto invariati i valori dellinvestimento,
lasciare la cella vuota o selezionare 0%.

14
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Baseline la percentuale di risparmio18 che il privato si impegna a retrocedere alla Pubblica


Amministrazione;

Riduzione della spesa complessiva annua: esprime il risparmio monetario annuo generato
per la Pubblica Amministrazione a seguito del progetto di riqualificazione energetica.

Fermo restando, come ribadito allinterno delle Linee guida, lobiettivo del raggiungimento
dellequilibrio economico-finanziario, nel caso in cui i risultati economico finanziari del modello
mostrino una eccessiva o viceversa una ridotta redditivit del progetto, il compilatore provvede a
rimodulare le leve di cui sopra.
Si tratta di un processo iterativo che pu proseguire fino a quando non vengono raggiunti i risultati
desiderati. A titolo esemplificativo si pu agire su:

allungamento della durata dellaffidamento: pur non comportando la presenza di


unulteriore spesa per la Pubblica Amministrazione, potrebbe non generare il risultato
sperato in termini di miglioramento dellequilibrio economico-finanziario (in quanto i flussi
finanziari positivi che si generano in un arco temporale molto lungo hanno una
ponderazione ridotta per effetto del meccanismo di attualizzazione di tali flussi) e va attuato
tenendo conto delle complessit che possono derivare dalla sottoscrizione di un contratto
eccessivamente lungo con il partner privato;

corresponsione di un contributo in conto capitale: pu essere utilizzata soprattutto se sono


previsti investimenti ulteriori rispetto a quelli strettamente legati al risparmio energetico (es.
smart cities) e solo nel caso in cui lEnte Locale non abbia particolari problemi nel rispetto
del Patto di Stabilit e del Limite di Indebitamento (questultimo nel caso in cui la Pubblica
Amministrazione contragga un debito per poterlo erogare);

messa a base di gara di un livello di investimenti superiore rispetto a quello inizialmente


stimato: pu essere utilizzata per ridurre la redditivit del progetto nel caso in cui i costi
storici per la gestione e lapprovvigionamento degli impianti siano cos elevati da consentire
la realizzazione di ulteriori investimenti e questi ultimi siano preferiti rispetto ad una
riduzione della spesa per la corresponsione del canone al partner privato.

17

Limporto che compare sulla cella si riferisce al primo anno di avvio della gestione e non considera pertanto
ladeguamento inflattivo che si verificher negli anni futuri.
18
Nel dettaglio la quota di risparmio viene calcolata moltiplicando la differenza tra la spesa storica e i costi postriqualificazione energetica relativi alla gestione e manutenzione degli impianti e allapprovvigionamento di energia
elettrica per la percentuale di risparmio che il privato si impegna a retrocedere alla Pubblica Amministrazione.

15
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

16
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Flussi di cassa

Il foglio Flussi di cassa, consente di visualizzare per tutta la durata dellaffidamento:

i flussi di cassa operativi (FCFO Free Cash Flow from Operation) vale a dire i flussi di
cassa generati dal progetto indipendentemente dalle modalit con cui verr finanziato;

i flussi di cassa dellazionista (FCFE- Free Cash Flow to Equity) vale a dire i flussi di cassa
generati dal progetto considerando anche il servizio del debito;

Consente poi, con riferimento a tutto il periodo di ammortamento del debito, di visualizzare il valore
che assumono:

il Debt Service Cover Ratio (DSCR);

il Loan Life Cover Ratio (LLCR).

Si segnala la valorizzazione del foglio Flussi di Cassa subordinata alla compilazione della durata
dellaffidamento allinterno del foglio Input; pertanto non compilando tale cella il foglio Flussi di
Cassa non viene popolato.
Flussi di cassa
Totale

2015

2016

2017

2018

2019

2020

2021

2022

2023

2024

Ricavi
Canone contratto EPC
TEE

Costi
Costi di gestione e manutenzione
Costi approvvigionamento energia elettrica
Altri oneri

Margine operativo lordo

Ammortamenti

Reddito operativo lordo

Imposte figurative

Ammortamenti

Flusso gestione corrente

Investimenti

IVA su investimenti

Rimborso IVA investimenti

Contributo pubblico c/to capitale

FCFO

Finanziamenti

Rimborso capitale

Interessi

Beneficio fiscale

FCFE

DSCR

LLCR

TORNA AL FOGLIO INPUT

17
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Sintesi risultati

Allinterno di tale foglio sono riassunte le principali caratteristiche del progetto di PPP per gli
impianti di pubblica illuminazione rilevanti ai fini economico finanziari. Come gi sottolineato, si
tratta di informazioni derivanti sai dai dati di input sia dai risultati generati dal modello. In
particolare, il foglio offre una sintesi per quanto riguarda:

la struttura finanziaria del progetto intesa come ripartizione tra capitale di debito, capitale di
rischio apportato dal privato ed eventuale contributo in conto capitale erogato dalla
Pubblica Amministrazione;

la durata dellaffidamento con indicazione sia della durata della fase di costruzione sia della
fase di gestione;

la sommatoria dei ricavi e dei costi operativi del progetto con annessa indicazione del
canone e del risparmio monetario annui;

il valore attuale netto (VAN) dellazionista;

il tasso di rendimento interno (TIR) del progetto e dellazionista;

i fattori di sconto utilizzati19;

il DSCR medio di periodo;

il LLCR medio di periodo;

il Payback dellinvestimento (semplice e attualizzato).

Si segnala che anche la valorizzazione del foglio Sintesi Risultati subordinata alla compilazione
della durata dellaffidamento allinterno del foglio Input; pertanto non compilando tale cella il foglio
Sintesi Risultati non viene popolato.

19

Il WACC (costo medio ponderato del capitale), utilizzato per calcolare il Payback period attualizzato, viene calcolato
come media ponderata tra il valore della leva finanziaria media (al netto del beneficio fiscale) e il valore dellequity; nel
dettaglio, la leva finanziaria data dal rapporto tra debito e lo stock di debito ed equity calcolato per ogni anno di durata
del pre-ammortamento e dellammortamento del debito.
Per il calcolo del VAN dellazionista il tasso di attualizzazione il costo dellequity (Ke), ossia il rendimento atteso dal
partner privato.

18
2015 Finlombarda S.p.A.

LINEE GUIDA PPP - IL SETTORE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE


MANUALE DI ISTRUZIONI VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRELIMINARE

Sintesi risultati
Struttura finanziaria
Investimento (IVA esclusa)

Capitale di debito

Capitale di rischio

Contributo pubblico c/to capitale

Affidamento
Durata affidamento

Durata costruzione

Durata gestione

Ricavi e Costi operativi totali del progetto


Ricavi

Costi

Canone annuo (1 anno)

Riduzione spesa complessiva annua

Valore attuale netto


Valore attuale netto dell'azionista (VAN azionista)

Tasso di rendimento interno


Tasso di rendimento interno del progetto (TIR progetto)

0,0%

Tasso di rendimento interno dell'azionista (TIR azionista)

0,0%

Fattore di sconto
Costo medio ponderato del capitale (WACC)

0,0%

Costo del capitale di rischio (Ke)

0,0%

Ratio
DSCR medio periodo

LLCR medio periodo

Payback period
Payback period attualizzato (tempo di rientro in anni a partire dalla fine dei lavori)
Payback period semplice (tempo di rientro in anni a partire dalla fine dei lavori)
Anno di rientro (sulla base del Payback attualizzato)
Anno di rientro (sulla base del payback semplice)

19
2015 Finlombarda S.p.A.