Sei sulla pagina 1di 3

Appunti:

I Promessi sposi di A.Manzoni

Fase produttiva de I Promessi sposi:


Manzoni scrive la prima edizione nel 1823, in cui impiega due anni per arrivare alla Fermo e
Lucia, non soddisfatto del romanzo lo rivede dal punto linguistico e dal contenuto, viene
riscritto e nel 1827 esce la seconda edizione I promessi sposi,storia milanese del XVII secolo,
scoperto e rifatto da Alessandro Manzoni. Nel 1842 esce la terza edizione, I Promessi sposi
ledizione definitiva ma a puntate, con una riforma linguistica.
Manzoni,prima di dedicarsi alla stesura del romanzo,si documenta su tutte le opere riguardo al
Nord Italia del Settecento,fra le quali; Historia patriaedi Tadino, De pestilentia di Del
Cardinale Federico Borromeo e Raccolte di Gridari= testi grida,le leggi proclamate in un
linguaggio giuridico ad alta voce al popolo.
Alessandro prende spunto da alcuni scrittori di romanzo storico,per esempio Walter Scott che
scrive Waverly nel 1814 e Ivahnoe nel 1819.
Romanzo storico
Prodotto dallet romantica, un tipo di romanzo collocato in un preciso momento storico,del
quale vengono ricostruiti fatti storici, usi,costumi e pi elementi frutto della fantasia dellautore.Il
romanzo un opera corposa, consistente di cui la sua lunghezza dovuta al fatto dello scrittore
che intende in maniera diretta o indiretta per definire la sua idea sul mondo, la sua visione, la
sua ideologia. Mentre il romanzo moderno nasce nel 1700 in Inghilterra, con protagonisti che
agiscono nel contesto. LInghilterra societ dinamica, aperta, pronta al cambiamento, alle novit
grazie al ceto borghese in primo piano che favorisce lo sviluppo del romanzo.I borghesi
lettori, vogliono un prodotto letterario pi semplice con trame pi avvincenti,con un linguaggio
semplice,con personaggi comuni caratterizzati, individuali e non principi, e re come: I viaggi di
Gulliver di Swift e Robinson Crosoe di Defoe. I personaggi del romanzo di Swift e di Defoe
rappresentano e hanno lo stile di vita della gente comune.Lo scrittore nel Settecento un
lavoro, un romanziere pubblicista.
Allinizio dellOttocento, al romanzo borghese si sostituisce il romanzo storico.
Il romanzo storico privilegia: laspetto sentimentale, leffusione sentimentale, e riprende elementi
del Romanticismo, la narrativa lirica, lamore per la patria, la lotta per la patria, il senso di
nazionalit, il grande amore per la storia ,per il contesto storico non solo lo sfondo il Medioevo
(et del regresso).
Perch i Romantici adorano il Medioevo? Perch in quel periodo nasce in Europa il concetto di
nazione, mentre visto negativamente solo dagli Illuministi.
Walter Scott,padre del romanzo storico, primo scrittore a scrivere il primo romanzo storico, in
Waverly pone come sfondo storico la guerra, la lotta tra la Scozia e lInghilterra nei secoli XVIXVII per motivi di natura religiosa,cattolici e protestanti. NellIvahnoe invece lo sfondo e i suoi
personaggi sono coloro che hanno segnato la storia dellInghilterra come Riccardo Cuor di
Leone e il suo usurpatore, inserendo degli elementi che corrispondano al gusto del pubblico.
Questi elementi convenzionali, sono spesso il suspense, gli intrighi sentimentali e loscurit.
In sintesi Scott propone nei suoi romanzi storici degli episodi particolarmente significativi,
politici e sociali della storia inglese, per celebrare i fatti storici dellInghilterra.
Manzoni si rifa a Walter Scott ma nel frattempo si differenzia nel rapporto tra Manzoni e la
storia,cio il suo problema del rapporto tra la verit e linvenzione.
Nel 1806 scrive la poesia,il carme In morte di Carlo Imbonati secondo marito di sua madre,in
cui contenuta unaffermazione importante: Il sacro vero mai tradire vale a dire che nella

poesia la verit un aspetto fondamentale e non deve essere mai trascurato.Per Alessandro la
verit storica deve essere ricostruita e riflettendo sulla verit umana, perch in un opera
letteraria devono essere affrontate le tematiche problematiche della vita politica e sociale e
devono essere mostrate per quelle che sono. Il cono dombra invece la vita, le azioni degli
umili, della gente comune che ha dato il proprio contributo nella storia con la loro vita,la loro
morte e i loro sentimenti.
Il compito dello scrittore secondo Manzoni illuminare gli aspetti che nella storia non sono
nominati ,il cono dombra, la verit morale con un indagine profonda. La storia e lo scenario
sono i protagonisti del romanzo.
Lidea del romanzo,opera letteraria per Manzoni.
Nel 1823, scrive una lettera pubblica sul Romanticismo a Cesare DAzzeglio in ritorna ad
affrontare le caratteristiche del romanzo: Larte deve essere lutile per scopo, il vero per
oggetto, e linteressante per mezzo. Questo significa che lutile deve essere utile per educare
dando un valore di natura etica e morale, il contenuto del romanzo deve essere basato sulla
verit storica e deve avere un contesto storico vero anche sul cono dombra indagando sulla
verit morale e interiore dellanima e dei sentimenti. Larte deve utilizzare qualche argomento
interessante, moderno per catturare linteresse del pubblico rispecchiando il patrimonio
culturale di tutto il popolo. Non esiste arte che diverta solo per s non solo per il piacere ma per
insegnare.
La storia italiana immobile in quei secoli,anche nellOttocento,come lo studioso critico
letterario,marxista ungherese Luccas afferma che I Promessi sposi sono molto diversi per molti
aspetti ma c un elemento importante che distingue i romanzi di Walter Scott con il romanzo di
Manzoni e che lo rende superiore: il destino dei due protagonisti che simboleggia la tragedia
(difficolt) di tutto il popolo italiano in generale.Un altro particolare da notare che Scott scrive
tanti romanzi, e Manzoni solo uno perch la storia non va avanti,cambia solo chi ci opprime.

La scelta del romanzo per Manzoni


Per Manzoni una scelta coraggiosa, si che si sta diffondendo ma considerato di dignit
inferiore rispetto ad altre forme letterarie. Lo sceglie per due motivi; il primo perch lui
considera il romanzo la forma pi adeguata,la migliore per descrivere un intera societ, e il
secondo motivo riguarda il fatto della rivista letteraria Il conciliatore, molto conosciuta con lo
scopo di diffondere il Romanticismo,idee progressiste che sottolineavano il romanzo, nuovo
genere letterario.
La prima edizione di Fermo e Luciadel 1823: E ledizione pi vicina alle opere di Walter Scott
per lambientazione (ambienti oscuri,cupi) e per le avventure romanzesche, dialettica tra buoni e
cattivi (lInnominato o conte del Sagrato), e la lingua. La lingua un impasto tra elementi di
lingua letteraria e di lingua duso o popolare con la presenza di termini francesi, latini e toscani;
una lingua artificiale, una lingua costruita da lui stesso. * Monaca di Monza, Gertrude con la
sua relazione sentimentale col giardiniere e lInnominato, conte del sagrato.
Quale deve essere la lingua della letteratura? Questo il problema dellItalia dal 1200 fino ai
tempi di Manzoni,perch in Italia non esisteva una lingua ufficiale.
La ricerca di Manzoni dimostra ancora linsoddisfazione come per altri perch Manzoni vuole
che I Promessi sposi siano a carattere nazionale.

La seconda edizione di I promessi sposi,storia milanese del XVII secolo, scoperto e rifatto da
Alessandro Manzoni del 1827: Il titolo diverso, c un cambiamento di argomenti,
leliminazione delle digressione storica (Untori,la Peste), parte che viene trasferita nel romanzo
Storia della colonna infame.Limita la parte saggistica ( saggio=interpretazione su un
argomento,lettura connotativa), revisione della lingua, indirizzata sul Toscano, meno
ambientazione oscura con risultato di un romanzo artificiale.
Manzoni utilizza la metafora sciacquare i panni in Arno per andare a immergersi nella lingua
toscana.
La terza edizione e ultima I Promessi sposi del 1842: Utilizza il Fiorentino colto ma parlato dal
ceto medio fiorentino, la soluzione definitiva da proporre nel romanzo, che caratterizza da un
punto linguistico i personaggi, per cui ognuno ha un proprio modo di esprimersi. La lingua
diventa uno strumento per opprimere il debole. Per esempio, quando venivano citate in
pubblico le Grida, le leggi nel linguaggio giuridico in modo tale che il popolo non capisse e
accettasse ogni cosa per poi essere punito solo per aver accettato delle leggi che non capiva;
oppure Don Abbondio quando parla in latino a Renzo perch non potendo spiegare il vero
motivo del negato matrimonio, parla a Renzo in latino e Renzo essendo un uomo non istruito
non capisce, ma si accontenta lo stesso.
Funzione dellAnonimo
Perch lespediente? Perch Manzoni vuole creare distacco fra s e la materia del romanzo, per
poter intervenire nel romanzo.
Nellintroduzione al romanzo, Manzoni ci propone lo stile Seicentesco, una lingua arzigogolata,
artificiale, enfatica: per farne una parodia, per ridicolizzare la cultura Seicentesca.
1600: in Arte il Barocco, la Letteratura era vuota di contenuti e la cultura dogmatica (di verit
indiscutibili) e religione pagana.

Potrebbero piacerti anche