Sei sulla pagina 1di 33

Esempio-Planimetria

Esempio 2-Veicolo
caratteristiche veicoli
massa veicolo 1

945

Passo 1

2,44

lunghezza1

3,74

momento di inerzia 1

1274,58168

Esempio 2-Dati

Dati Esempio
Velocit pre urto veicolo 1
Velocit post urto veicolo 1
Coeff attrito Pavimentazione

72km/h
62 km/h
0,65

Caratteristiche
Urto
cAR

Caratteristiche
Urto
cAR
Tracce di gommatura sulla barriera 5 m

Tracce di frenatura 17 m

Distanza complessiva circa38 m

Analisi fase
cARpost Urto
Fase Post urto
distanza in frenata

17 m

coefficiente attrito

0,65

distanza in frenata invisibile

6,5 m

coefficiente attrito

0,32

distanza senza frenata dopo


distanza senza frenata
prima

4,8 m

coefficiente attrito

0,25

10 m

Distanza totale

38,3 m

coefficiente attrito
coefficiente attrito medio
pesato

Velocit post urto 60 Km/h

0,37

Analisi fase Urto


Dalla definizione di coefficiente di attrito si ha, in ogni istante durante il
contato tra veicolo e muro:

Integrando nel tempo, su tutta la durata dellurto, ricordando la


definizione di impulso, si ha:
e quindi:
Esplicitando i termini della velocit si ottiene:
da cui possibile ricavare la velocit pre urto nota la velocit post urto e
gli angoli di arrivo ed uscita dallurto:
Velocit urto 72 Km/h

Energia Deformazione

Energia Deformazione
Energia

Energia

1
=
M * EES
2

= 3000 J

1
1
2
=
M *Vi
M *V
2
2

2
f

= 48854

Energia Deformazione
Forza

Energia

= Kx

1
=
Fx
2

1
=
M * EES
2

Energia

1
M * EES
2

1
M * EES
2

1 F 2
=
2 K

1
=
Fx
2

Energia Deformazione
(inch)
(m)
(inch)
(m)
80,9
2,05
a:
94,8
2,41
A (lb/in) (kg/cm)
B (lb/in) (kg/cm)
Frontale
180,25
32,190
72,11
5,070
Area d'impatto: Posteriore
172,50
30,806
64,40
4,528
Laterale
88,25
15,760
59,75
4,201
Esempi: Ford Escort, Hyundai Excel, Honda CRX, Chevrolet
Chevette, Chevrolet Spectrum, Toyota Tercel, Dodge Colt,
Pontiac Fierro, Mazda 323, Ford Festiva.
Classe 1:

1
M * EES
2

1 F 2
=
2 K

(inch)
(m)
(inch)
(m)
94,8
2,41
a:
101,6
2,58
A (lb/in) (kg/cm)
B (lb/in) (kg/cm)
Frontale
184,69
32,982
66,38
4,667
Area d'impatto: Posteriore
162,33
28,989
49,44
3,476
Laterale
100,00
17,858
66,20
4,654
Esempi: Chevrolet Cavalier, Ford Tempo, Chevrolet Camaro, Ford
Mustang, Plymouth Reliant, Honda Civic, Dodge Omni,
Nissan Sentra, Toyota Corolla, Dodge Shadow.
Classe 2:

F
EES

EES

MK

= 9 km / h
F
=
EES

EnergiaAtt

MBL
EES

MK

passo da:

Normale

passo da:

= 9 km / h * cos( 90 22 ) = 3

MBL

= 7276 N

rito = F * f * L = 7276 * 5 * 0 , 4 * 3 = 43656

ModelloPro Impact

Esempio-Planimetria

Veicolo A Mercedes Benz

Veicolo B VW Polo

Valutazione dellEd
Metodo del confronto fotografico basato sullEES

1
Ed = M EES 2
2

Valutazione dellEnergia di deformazione


Metodo del confronto fotografico basato sullEES

Si devono scegliere veicolo uguali e con danneggiamenti


analoghi
VANTAGGI:

estrema semplicit dovuta al confronto visivo


calcolo immediato dellenergia di deformazione

EES
Limiti:

Difficolt di reperire crash test o deformazioni


documentate simili a quelle in oggetto per:
entit

posizione
forma

Poca precisione del metodo (valutazione legata


allesperienza personale)

Se il PDOF del riferimento diverso dal PDOF del caso


sotto studio?

Energia di deformazione metodo CRASH 3


F = A + BC
Ea allora sar data dalla
forza per la
deformazione, estesa a
tutto il frontale del
veicolo
C

Ea = G + F (C )dC dl
0
0

BC 2
dl
Ea = G + AC +
2
0
L

C1

C2

C3

C4

C5

C6

Valutazione dellenergia di
deformazione

Ipotesi : - deformazioni uniformi su un piano verticale


- approssimazione del profilo deformato con una
spezzata

BC 2
dl
Ea = G + AC +
2
0
L

BC 2
dx
Ea = G + AC +
2
1 0
n 1 l

l=

L
n 1

C1

C2

C3

C4

C5

C6

Vantaggi metodo Crash 3


Adattabilit a diversi profili di danno

non necessita di un veicolo di riferimento con danni


analoghi per entit e geometria a qeuello in oggetto

i coefficienti A e B sono tabulati per classi di veicolo


determinate in base al loro passo

Svantaggi

I coefficienti A e B da tabella non sempre sono


precisi (nella stessa classe di passo ci possono essere
veicoli con rigidezza molto diverse)
occorrono le profondit del danno che richiedono la
misura diretta o tramite fotografie dallalto

Metodo del triangolo


Il metodo trae origine dallosservazione che la maggior parte delle deformazioni sui
veicoli pu essere approssimata mediante deformazioni di tipo rettangolari e/o
triangolari (linearizzazione del profilo di danno)

Metodo del triangolo


Tutto ci pu essere svolto con una sola formula:

1
EES =
O

EES R R 2

k O CO
2 +

k RCR

In cui si tiene conto del PDOF attraverso:

R ,O =

L100
cos( PDOF )
Ld

Valutazione di k:
Triangolo

k = 0,564

Trapezio

C1
C = C2 C1 +
k

k = 0,564

Rettangolo

k =1

Offset 40%

k = 0,653
=1

Il veicolo di riferimento pu essere preso da:

Crash test contro barriera rigida con offset 100% (es. NHTSA, DSD, ecc.)

Crash test contro barriera rigida e deformabile con offset 40% (es. Euroncap- DSD,
AZT, ecc.)

in cui noto lEES e la profondit del danno nota o pu essere stimata

Oppure il veicolo di riferimento pu essere preso anche da data base dellEES, quali
quello ungherese del dr. Melegh in cui noto lEES e si pu stimare la profondit del
danno C

ESTENSIONE AUTO-AUTO
NON NOTA LA RIGIDEZZA DI UN
VEICOLO
La forza risultante in direzione dellimpulso che i due veicoli si scambiano uguale in
modulo
Esprimendo per ciascun veicolo lenergia dissipata attraverso la relazione
precedentemente trovata ed eguagliando la forza si ha:

kBC B + )
(
EdB = EdA
( k AC A + )
Permette di determinare lenergia del veicolo B, nota lenergia dissipata
del veicolo A, attraverso il rapporto delle deformazioni equivalenti subite
dai veicoli.

Veicolo

Veicolo

riferimento
C
EES
b0
Ld/L100
PDOF
Sigma
k
b1

0,5
16,1
2
1
0
1,0000
0,653
43,1853

oggetto
c
k
b0
Ld/L100
PDOF
Sigma
EES (m/s)
EES (km/h)

A
0,17
1
2
1
0
1,0000
9,3
33,6

kBC B + )
(
EdB = EdA
( k AC A + )

veicolo A
massa

1280,0000

veicolo B
1180

EES

9,3415 /

Energia

55849

0,1700

0,44

delta

0,0712

0,0364

1,0000

0,564

energia

65889

EES

38,044