Sei sulla pagina 1di 2

Album: Make Me a Picture of the Sun

Artista: Carlot-ta
Anno: 2011
Etichetta: Anna The Granny
Produttore: Gianmaria Ciabattari
Arrangiamenti, orchestrazioni, direzione: Gianluca Cangemi [email: iosonoiltricheco@gmail.com]
Streaming integrale: https://soundcloud.com/carlot-ta/sets/carlot-ta-make-me-a-picture-of

RECENSIONI:
"Un esotico da camera costruito su voci spaziose e strutture poco lineari, ben filtrato dalla
produzione di Gianmaria Ciabattari e dagli arrangiamenti di Gianluca Cangemi "
(Sentireascoltare.com)
Orchestrazioni di sorprendente maturit[...], un respiro cosmopolita che potrebbe sedurre il resto
del continente". (La Stampa)
"Uno scenario sonoro affascinante, psichedelico e bizzarro; a tratti misterioso a tratti giocoso. Un
mix nel quale convivono archi, percussioni, accordion, piano elettrico, chitarra acustica, una
spolverata di elettronica e molto altro []. I brani [...] parlano da soli, per grazia e raffinatezza. "
(Rockerilla)
"La classica quadratura del cerchio, stile e formalismo colto resi accessibili a tutti " (Rumore)
"Musica confezionata con raro buon gusto [...]. Andamenti ritmici dondolanti e trame armoniche
che sfuggono a qualsiasi voglia di incasellamento stilistico " (Suono)
"Una strumentazione assai ricca [...] al servizio di una scatola di piccoli prodigi caricati a molla [...],
tra avanguardie parigine dinizio secolo e suggestioni di puro cabaret weimariano " (Ondarock.it)
"Strabiliante [...]. Armonie volutamente diagonali e sospese, con arrangiamenti estrosi ma anche
di vellutata raffinatezza e mirabile misura, lontana dal rischio delliperproduzione scenografica "
(lisolachenoncera.it)
"Perfezione [...]. Non parlo di tecnica bens dello studio, della cura certosina e della disinvoltura
alla base di questo lavoro. [...] Diverte e appassiona" (Shiverwebzine.com)
"Una prima prova perfettamente riuscita [...] "Make me a picture of the sun" un disco che scorre
veloce, che si ascolta tutto dun fiato e che si lascia riascoltare pi che volentieri. Le tracce sono
state arrangiate, molto bene, da Gianluca Cangemi. " (Mescalina.it)

"Otto gemme sfavillanti a dispetto delle atmosfere brumose nelle quali sono avvolte " (Il Mucchio)
"Arrangiamenti solidi e mutevoli [...]. Prendetevi una pausa, chiudete gli occhi e ascoltate. "
(Paperstreet.it)
"Un lavoro visionario e impossibile da etichettare in un genere [...], che va affrontato con la giusta
dose di attenzione ai particolari, in modo da cogliere ogni sottile sfumatura " (Rockshock.it)
"Un disco molto interessante e bello, nellaccezione del piacere che deriva dallascolto. [...] Non il
virtuosismo a trionfare, la padronanza del piano e delle tastiere o la bravura[...]. E linsieme delle
parti." (Indie-eye.it)
"Un piccolo gioiello da preservare [...]; intimit ed estro che si fondono al confine preciso fra il
fatato ed il lisergico." (Magmusic.it)
"Originale, variegato, delicatissimo" (Raro)