Sei sulla pagina 1di 5

NOTE INTRODUTTIVE

Un calcio agli errori


Calcola correttamente quanto ti spetta utilizzando la tabella Lordo - Netto 2015
Occhio al Fisco.
Il contributo di solidariet.
Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge di conversione n. 148/2011) e confermato dalla Legge di Stabilit 2014, comma
590 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147), il contributo di solidariet un nuovo prelievo in vigore inizialmente nei periodi
di imposta dal 2011 al 2013 e, successivamente, prorogato a tutto il 31 dicembre 2016. Il Ministero delleconomia e
delle finanze, con il decreto 21.11.2011, ha dettato le modalit tecniche di attuazione della disposizione sia per i
calciatori sia per le societ (i sostituti dimposta) e lAmministrazione Finanziaria, con la circolare n. 4/2012, le relative
istruzioni.
In particolare, per i calciatori che sono percettori di reddito di lavoro dipendente,
a)
il contributo di solidariet (3% sulla parte del reddito che eccede 300.000 euro) determinato dal sostituto
dimposta (la Societ) allatto delleffettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno;
b)
il contributo trattenuto in unica soluzione nel periodo di paga in cui si sono svolte le predette operazioni di
conguaglio;
c)
il contributo versato nei termini e secondo le modalit ordinarie dei versamenti delle ritenute (vale a dire entro
il 16 del mese successivo a quello in cui stata effettuata la trattenuta mediante il modello F24). A tal fine la
Risoluzione n. 4/E del 9 gennaio 2012 ha istituito un nuovo codice tributo da utilizzare per il versamento con il
modello F24 e precisamente il numero 1618;
d)
il contributo di solidariet dovr essere riportato nella certificazione CUD;
e)
ai fini della determinazione dellimposta sul reddito delle persone fisiche, il contributo di solidariet
deducibile dal reddito complessivo prodotto nello stesso periodo dimposta cui si riferisce il contributo di
solidariet medesimo.
Nella tabella lordo netto 2015 stata considerato, nel percorso di calcolo, liter tecnico imposto dalla normativa fiscale
specifica.
*Comune che vai, importo che trovi.
Non stato considerato (perch diverso da calciatore a calciatore) il carico familiare e, per quanto riguarda le aliquote
di compartecipazione allIrpef, per le Regioni ed i Comuni, stata inserita nel calcolo dellimposta, laliquota minima
comune a tutti i Comuni e Regioni dItalia.
LAddizionale regionale allIrpef di base (fissata con legge nazionale) stata elevata, con il Dl n. 201/2011 (legge di
conversione n. 214/2011), dallo 0,90% all1,23% (modifica allart. 6, comma 1, Dlgs n. 68/2011). In tabella quindi
conteggiata laliquota complessiva dell1,43%, lo 0,20% per laddizionale comunale e l1,23% per quella regionale.
Richiamiamo lattenzione di tutti i calciatori, allatto della sottoscrizione del contratto, a verificare leventuale maggior
costo fiscale stabilito dal proprio Comune e Regione nel quale hanno posto il loro domicilio fiscale (oltre l1,43%), al
fine di quantificare, aumentandolo di conseguenza, a volte anche sensibilmente, il corretto importo lordo da inserire
nel contratto.
Risulta impossibile elencare integralmente le aliquote applicate nei vari Comuni italiani e si consiglia quindi di
recuperare le informazioni necessarie in internet o presso il Municipio di residenza. Diverse Regioni hanno provveduto
a rettificare, a seguito anche delle modifiche disposte dalla legge nazionale e delle modifiche apportate al decreto sul
federalismo regionale, la propria o le proprie aliquote di addizionale allIrpef per lanno 2015. Di seguito riportata una
tabella riassuntiva contenente le aliquote Irpef applicate nelle varie Regioni dItalia.

Tabella addizionale Regionale 2015

Regione
Abruzzo
Basilicata

Bolzano
Calabria
Campania
Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia


Lazio
Liguria

Lombardia

Marche

Molise

Piemonte

Puglia

Sardegna
Sicilia
Toscana

Trento
Umbria

Valle dAosta
Veneto

Scaglioni di reddito
per qualunque reddito
fino a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
fino a 20.000
da
20.000 in poi
per qualunque reddito
per qualunque reddito
fino a 15.000
da
20.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
Per qualunque reddito
fino a 15.000
da
15.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da 75.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
per qualunque reddito
per qualunque reddito
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
per qualunque reddito
fino a 15.000
da
15.000 a 28.000
da
28.000 a 55.000
da
55.000 a 75.000
da
75.000 in poi
per qualunque reddito
per qualunque reddito

Aliquota
1,73%
1,23%
1,73%
2,33%
esenzione
1,23%
1,73%
1,73%
1,33%
1,93%
2,03%
2,23%
2,33%
1,23%
1,73%
3,33%
1,23%
1,81%
2,31%
2,32%
2,33%
1,23%
1,58%
1,72%
1,73%
1,74%
1,23%
1,53%
1,70%
1,72%
1,73%
1,73%
1,93%
2,13%
2,23%
2,33%
1,62%
2,13%
2,75%
3,32%
3,33%
1,33%
1,43%
1,71%
1,72%
1,73%
1,23%
1,73%
1,42%
1,43%
1,68%
1,72%
1,73%
1,23%
1,23%
1,63%
1,68%
1,73%
1,83%
1,23%
1,23%

Imposta dovuta sui redditi intermedi


1,73% sullintero importo
1,23% sullintero importo
1,73% sullintero importo
2,33% sullintero importo
nessuna imposta dovuta
1,23% sullintero importo
1,73% sullintero importo
1,73% sullintero importo
1,33% sullintero importo
199,50 + 1,93% sulla parte che eccede 15.000
450,40 + 2,03% sulla parte che eccede 28.000
998,50 + 2,23% sulla parte che eccede 55.000
1.444,50 + 2,33% sulla parte che eccede 75.000
1,23% sullintero importo
1,73% sullintero importo
259,50 + 2,33% sulla parte che eccede 15.000
1,23% sullintero importo
184,50 + 1,81% sulla parte che eccede 15.000
419,80 + 2,31% sulla parte che eccede 28.000
1.043,50 + 2,32% sulla parte che eccede 55.000
1.507,50 + 2,33% sulla parte che eccede 75.000
1,23 sullintero importo
184,50 + 1,58% sulla parte che eccede 15.000
389,90 + 1,72% sulla parte che eccede 28.000
854,30 + 1,73 sulla parte che eccede 55.000
1.200,30 + 1,74% sulla parte che eccede 75.000
1,23% sullintero importo
184,50 + 1,53% sulla parte che eccede 15.000
383,40 + 1,70% sulla parte che eccede 28.000
842,40 + 1,72% sulla parte che eccede 55.000
1.186,40 + 1,73% sulla parte che eccede 75.000
1,73% sullintero importo
259,50 + 1,93% sulla parte che eccede 15.000
510,40 + 2,13% sulla parte che eccede 28.000
1.085,50 + 2,23% sulla parte che eccede 55.000
1.531,50 + 2,33% sulla parte che eccede 75.000
1,62% sullintero importo
243,00 + 2,13 % sulla parte che eccede 15.000
519,90 + 2,75% sulla parte che eccede 28.000
1.262,40 + 3,32% sulla parte che eccede 55.000
1.926,40 + 3,33% sulla parte che eccede 75.000
1,33% sullintero importo
199,50 + 1,43% sulla parte che eccede 15.000
385,40 + 1,71% sulla parte che eccede 28.000
847,10 + 1,72% sulla parte che eccede 55.000
1.191,10 + 1,73% sulla parte che eccede 75.000
1,23% sullintero importo
1,73% sullintero importo
1,42% sullintero importo
213,00 + 1,43% sulla parte che eccede 15.000
398,90 + 1,68% sulla parte che eccede 28.000
852,50 + 1,72% sulla parte che eccede 55.000
1.196,50 + 1,73% sulla parte che eccede 75.000
1,23% sullintero importo
1,23% sullintero importo
184,50 + 1,63% sulla parte che eccede 15.000
369,40 + 1,68% sulla parte che eccede 28.000
850,00 + 1,73% sulla parte che eccede 55.000
1.196,00 + 1,83% sulla parte che eccede 75.000
1,23% sullintero importo
1,23% sullintero importo

Previdenza e Accordo Collettivo.


La solidariet tra i calciatori.
Negli Accordi collettivi sottoscritti tra lAIC e le Leghe di serie B e Pro stato introdotto il contributo di solidariet.
Stesso nome dellimposta fiscale ma nulla a che vedere, questa rimane lunica coincidenza, natura e finalit sono
completamente diverse. Il contributo dello 0,50%, totalmente a carico del calciatore, da calcolarsi sullimporto lordo
contrattuale e detratto dal netto, si pone come obiettivo il finanziamento di quello che da sempre stato il Fondo di
garanzia, oggi Fondo di Solidariet. Nella tabella lordo netto 2015 stato inserito questo contributo per la serie B e
Lega Pro e non per la serie A, in quanto non previsto dallAccordo Collettivo di categoria. La tecnicalit del
calcolo sul lordo contrattuale e la relativa trattenuta dal netto dovuta al fatto che questo contributo di natura sociale
stato introdotto per volont delle parti (Accordo Collettivo) e non previsto da una legge dello Stato. Conseguentemente
le casse dellerario non possono subire una minore entrata di imposta a causa della volont di soggetti privati: il
contributo al fondo di solidariet non pu essere dedotto dal reddito ai fini fiscali ma direttamente dal netto di bustapaga.
Per ogni guadagno una percentuale.
Con la circolare numero 11, del 23 gennaio 2015, lINPS (ex Enpals) ha ufficializzato il limite minimo di retribuzione
contributiva e aggiornato gli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute per lassicurazione dei calciatori al
Fondo sportivi professionisti. La retribuzione da assumere come base per il calcolo dei contributi di previdenza ed
assistenza sociale non pu essere inferiore all'importo delle retribuzioni stabilito da leggi, regolamenti, contratti
collettivi, stipulati dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative su base nazionale, ovvero da accordi
collettivi o contratti individuali, qualora ne derivi una retribuzione d'importo superiore a quello previsto dal contratto
collettivo (art. 1, comma 1, del D.L. 9.10.1989, n. 338, convertito in legge 7.12.1989, n. 389). Poich stato accertato
dall'Istat che, nell'anno 2014, la variazione percentuale ai fini della perequazione automatica delle pensioni stata pari
allo 0,20%, il limite minimo di retribuzione del 2015 deve essere ragguagliato, qualora dovesse essere d'importo annuo
inferiore, a 14.876,16.
Negli specchietti riepilogativi riportati di seguito si evidenzia il costo sociale e fiscale a carico del calciatore per lanno
2015.
CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E FONDO FINE CARRIERA ANNO 2015

REDDITO ANNUO

ALIQUOTA CONTRIBUTIVA

F.DO SPORTIVI

F.F.C

fino ad euro 46.123,00

9,19% (33%)*

da euro 46.123,00 ad euro 100.324,00

10,19% (34%)*

da euro 100.324,00 ad euro 731.362,00

0,60% (1,2%)*

fino ad euro 100.324,00

1,25% (7,5%)*

Nota: * tra parentesi laliquota complessiva (costo a carico del calciatore + quello a carico della societ). Si precisa che per lanno
2015, il limite minimo di retribuzione annuo per lassolvimento degli obblighi contributivi di legge (importo minimo sul quale si
calcolano i contributi da versare anche nel caso in cui la retribuzione effettiva sia inferiore), pari ad euro 14.876,16.

IMPOSTA SUI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE ANNO 2015

Reddito

I
R
P
E
F
2
0
1
0

Aliquota

Imposta

Fino a 15.000

23%

23% sullintero importo

Oltre 15.000 fino a 28.000

27%

3.450 + 27% sulla parte eccedente 15.000

Oltre 28.000 fino a 55.000

38%

6.960 + 38% sulla parte eccedente 28.000

Oltre 55.000 fino a 75.000

41%

17.220 + 41% sulla parte eccedente 55.000

Oltre 75.000 fino a 300.000

43%

25.420 + 43% sulla parte eccedente 75.000

Oltre 300.000

3 + 43%*

122.170+46% sulla parte eccedente 300.000


vedi nota *

N.B.: * ai fini della determinazione dellimposta sul reddito delle persone fisiche, il contributo di solidariet
deducibile dal reddito complessivo prodotto nello stesso periodo dimposta cui si riferisce il contributo di
solidariet medesimo. In pratica si calcola prima laliquota del 3% sul reddito che eccede i 300mila euro e,
successivamente, lo si sottrae dal reddito fiscale lordo trovando limponibile fiscale. Su tale importo si calcola
laliquota marginale massimale del 43% e delle relative addizionali allIrpef.

Contratti inferiori allanno: occhio a non sbagliare


Calcolare correttamente quanto spetta con la tabella Lordo - Netto 2015
Considerata labitudine errata da parte del Sistema calcio di negoziare il contratto al netto, nel caso di accordi di
durata inferiore ai dodici mesi necessario fare attenzione ad usare correttamente la tabella lordo-netto perch gli
scaglioni di reddito e le aliquote applicate sono quelle mensili e non annuali..
Il calciatore professionista che:
a) venga tesserato a stagione sportiva gi iniziata
b) rinegozi il proprio contratto durante la stessa annata calcistica
deve utilizzare la tabella con dei correttivi per garantirsi mensilmente la cifra netta pattuita.
Il metodo giusto e quello sbagliato. Limporto lordo e netto inseriti in tabella, i relativi contributi sociali e le ritenute
fiscali sono calcolati sulla presunzione che il redditi sia riferito e percepito in dodici mensilit.
Lo specchietto indica le modalit per rapportare allintera annualit i contratti di durata inferiore allanno.
Lesempio che riportiamo molto pi intuitivo di qualunque spiegazione.
Calciatore di serie A No Fondo Solidariet
COMPORTAMENTO SBAGLIATO
IMPORTO NETTO PATTUITO CON LA SOCIETA
DURATA per es. da gennaio a giungo

61.250,00
6 mesi

LORDO TABELLA

109.000,00

IMPORTO LORDO MENSILE da gennaio a giugno

18.166,66

IMPORTO NETTO PAGATO DALLA SOCIETA

60.729,36

DIFFERENZA SOMMA PATTUITA ED INCASSATA

-520,64

COMPORTAMENTO CORRETTO
IMPORTO NETTO PATTUITO CON LA SOCIETA
DURATA per es. da gennaio a giungo

61.250,00
6 mesi

IMPORTO NETTO MENSILE

10.208,33

IMPORTO NETTO ANNUO

122.500,00

IMPORTO LORDO ANNUO DA TABELLA

circa 219.800,00

IMPORTO DEL CONTRATTO da gennaio a giugno

109.900,00

IMPORTO LORDO MENSILE DA CONTRATTO

18.316,66

IMPORTO NETTO PAGATO DALLA SOCIETA

61.250,00

DIFFERENZA SOMMA PATTUITA ED INCASSATA

0,00