Sei sulla pagina 1di 9

Elettromagnetismo

stazionario
Conclusioni
www.die.ing.unibo.it/pers/mastri/didattica.htm
(versione del 13-2-2007)

Campo elettrico stazionario


Equazioni per il campo elettrico

E = 0

E t dl = 0

D = c

D n dS =
S

dV

Equazioni di legame materiale per un mezzo lineare isotropo

D = E
J = E
Allinterno dei conduttori il campo elettrico pu essere
determinato studiando il campo di corrente
Allesterno dei conduttori ( = 0) le equazioni coincidono con
quelle del campo elettrostatico
2

Densit di carica nei conduttori


Allinterno di un conduttore in condizioni stazionarie i vettori D E e J
soddisfano le equazioni

D = c

D = E

J = 0

E = J

Se il conduttore omogeneo si ottiene

J
c = (E ) = = J = 0

Allinterno di un conduttore omogeneo la densit volumetrica di carica
sempre nulla
A differenza del caso elettrostatico, in presenza di correnti stazionarie
questa propriet vale solo se il mezzo omogeneo
3

Interfaccia tra due mezzi conduttori

Condizioni di continuit:

J1n = J 2 n

1 E1n = 2 E2 n

E1t = E2t

J1t J 2t
=
1 2

2
J1
J2

J1
J1t
J1n

E1
E2

J2

J 2t

E1

E1t
E1n

J 2n

E2

E 2t
E2n

linee di flusso di J
4

Interfaccia tra due mezzi conduttori

La condizione di continuit per la densit di corrente richiede che


sia verificata la relazione

1 E1n = 2 E2 n
In generale la componente ortogonale di D non pu essere
continua
Sulla superficie di separazione tra due mezzi aventi conducibilit
diversa deve essere presente una distribuzione superficiale di
carica con densit c tale che

c = D2 n D1n = 2 E2 n 1 E1n

Interfaccia tra un conduttore e un dielettrico


Nel dielettrico ( = 0) la densit di corrente nulla
Dalle condizioni di continuit deriva che nel conduttore J deve
essere tangente alla superficie
Nel conduttore E parallelo a J, quindi tangente alla superficie
La superficie del conduttore non equipotenziale
Dato che la componente tangente di E deve essere continua,
nel dielettrico E non ortogonale alla superficie di
separazione
ED
EDn
=0
EDt
J=0

EC

Interfaccia tra un conduttore e un dielettrico


Nel conduttore E e D sono tangenti alla superficie
La componente di D normale alla superficie di separazione
discontinua
Sulla superficie del conduttore deve essere presente una
distribuzione di carica con densit

c = DDn = D EDn
=0

ED

EDn

EDt

J=0

EC

Campo elettrico allesterno dei conduttori


Si assume c = 0 allesterno dei conduttori
Come nel caso del campo elettrostatico, il potenziale soddisfa
lequazione di Laplace

2 V = 0
In questo caso le condizioni al
contorno sono diverse dato che
i conduttori non sono equipotenziali
A differenza di quanto avviene
nel caso elettrostatico, sono
presenti anche linee di campo
che collegano due punti dello
stesso conduttore
8

Propriet delle superfici corrispondenti


Si considera un tubo di flusso di D che inizia e termina sulla superficie
di un conduttore omogeneo percorso da corrente
Si assume che allesterno del conduttore sia c = 0
Anche in questo caso vale la propriet delle superfici corrispondenti:
le cariche sulle superfici terminali sono uguali e di segno opposto
La propriet deriva dal fatto che nullo il flusso di D attraverso la
superficie chiusa formata dalla superficie laterale del tubo di flusso e
dalle due superfici 1 e 2 interne al conduttore
(e quindi la carica totale racchiusa
dalla superficie deve essere nulla)

S1

c1

dS1 = c 2 dS 2

1
424
3
Q

S2

1
424
3
Q
9

Propriet delle superfici corrispondenti


Il flusso di D attraverso la superficie laterale nullo perch D
tangente alla superficie
Per dimostrare che il flusso di D attraverso 1 e 2 nullo si osserva
che nullo il flusso di J attraverso la superficie chiusa formate da 1 e
S1 e la superficie chiusa formata da 2 e S2 (dato che J solenoidale)

J tangente alle superfici S1 e S2 deve essere nullo il flusso di J


attraverso 1 e 2
Il conduttore lineare e omogeneo
D proporzionale a J
Quindi anche il flusso di D
attraverso 1 e 2 nullo
10

Effetti capacitivi e induttivi associati a un circuito


Sulla superficie di un conduttore
percorso da corrente presente
una distribuzione superficiale di
carica
Alla superficie del conduttore si
appoggiano dei tubi di flusso di D
sulle cui sezioni terminali si localizzano cariche uguali e opposte

i
B

Questi tubi di flusso costituiscono


dei condensatori elementari

La corrente nel circuito genera


un campo magnetico
Un circuito elettrico sempre
concatenato con tubi di flusso di B
11

Effetti capacitivi e induttivi associati a un circuito


In condizioni stazionarie possibile studiare il campo di corrente
prescindendo dalla presenza di un campo elettrico e di un campo
magnetico allesterno del conduttore
Noti il potenziale e la corrente nel
conduttore si possono determinare
il campo magnetico e la distribuzione della carica sulla superficie

In regime variabile le equazioni


che governano il campo elettrico
e il campo magnetico allesterno
del conduttore sono accoppiate con
le equazioni del campo di corrente

In queste condizioni il comportamento del


circuito influenzato anche dalla presenza
di effetti induttivi e capacitivi
12

Elettromagnetismo stazionario - riepilogo


0
J

+Q
=0

B
Ei

Legge di
Hopkinson

D
Q

H = J
= 0
B = H

E = 0
J = 0

E = 0
D = 0

J = ( E + E i )

D = E

R = iC

Legge
Ri = e
di Ohm

Q
Equazione del
=V
condensatore
C
13

Elettromagnetismo stazionario - riepilogo


Resistenza
RAB =

VAB
=
i

Riluttanza

Edl

AB

JdS

dl0
dl0
0
S dl dS

Hdl

dl0
AB AB
=
=

S BdS 0 dl0 dS
dl
S
Capacit
Edl

dl0
1
V

= AB = AB
=
C AB
Q
S DdS 0 dl0 dS
dl
S

R AB =

14

Induttori e condensatori
Normalmente i circuiti elettrici sono realizzati in modo che gli effetti
induttivi e capacitivi siano significativi solo allinterno di determinate
regioni che corrispondono a componenti detti induttori e condensatori
Propriet che a rigore dovrebbero essere associate allintero circuito
possono essere attribuite a singoli componenti
Allinterno di un induttore i valori di B sono molto maggiori rispetto a
quelli assunti allesterno
Il flusso di B concatenato con il circuito praticamente determinato
dai soli contributi dei flussi negli induttori
Allinterno di un condensatore i valori di D sono molto maggiori rispetto
a quelli assunti allesterno
La densit di carica sulla superficie del conduttore assume valori
significativi solo sulle armature dei condensatori
15

Esempio
c 0
Induttore
Resistori

0
D0
c 0

D0

0
Conduttore
ideale

Condensatore
Generatore

16

Induttori e condensatori in regime stazionario


Se il conduttore pu essere considerato ideale, la tensione
dellinduttore nulla
In regime stazionario un induttore equivale a un cortocircuito
Dato che le armature del condensatore sono separate da un
dielettrico, la corrente nel condensatore nulla
In regime stazionario un condensatore equivale a un circuito
aperto
In regime stazionario possibile determinare le correnti degli
induttori e le tensioni dei condensatori studiando circuiti formati
solo da componenti resistivi
Per gli induttori, dai valori delle correnti si possono ricavare i
flussi di induzione magnetica
Per i condensatori, dai valori delle tensioni si possono
ricavare le cariche
17

Esempio

+Q

iL =

VG
R1 + R2

vC = VG

R2
R1 + R2

= LiL
Q = CvC

18