Sei sulla pagina 1di 5

Liceo Scientifico "Bertrand Russell"

Via Gatti, 16 - 20162 Milano - Tel 026430051/2 - Fax 026437132

ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PIANO DI LAVORO
Materia di insegnamento:

DIRITTO ED ECONOMIA

Docente:

FABIO TRAPASSO

CLASSE

SECONDA C

1.

OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA

Il corso di Diritto nel biennio promuove e sviluppa:


1) la comprensione della realt sociale attraverso la conoscenza dei principali aspetti giuridici ed
economici dei rapporti sociali e delle regole che li organizzano.
2) lacquisizione di competenze nelluso del linguaggio giuridico e di quello economico.
3) la consapevolezza della dimensione storica della norma giuridica e delle teorie economiche per
capire le costanti e gli elementi di relativit e di dipendenza rispetto al contesto socio-culturale in cui si
inseriti.
4) leducazione civile e socio-politica attraverso lesperienza, fatta anche nella scuola, di vivere in
relazione con gli altri in una prospettiva di rispetto, di tolleranza, di responsabilit e solidariet.

Alla fine del corso lallievo dovr dimostrare di essere in grado di :


1) riconoscere, spiegare e utilizzare il linguaggio giuridico necessario ad ogni cittadino.
2) interpretare il testo costituzionale identificando:
a) le radici storiche, le matrici culturali ed i valori ad essa sottesi, nonch la strutturazione formale ed il
funzionamento reale della Costituzione.
b) le istituzioni in cui si articola lordinamento giuridico dello Stato.
verranno prefissati come obbiettivi disciplinari per la seconda classe i seguenti argomenti

Conoscere i caratteri dello Statuto Albertino e della Costituzione italiana.


Conoscere le origini ideologiche della Costituzione italiana.
Conoscere i pi importanti diritti civili, intesi come fondamentali libert riconosciute ai cittadini.
Conoscere l'importanza dei diritti etico-sociali nella formazione della personalit del cittadino e nella
formazione del suo benessere fisico e intellettuale, con particolare riferimento ai diritti della
famiglia, alla salute e allistruzione.
Conoscere l'importanza dei diritti economici nella realizzazione dei principi costituzionali della
socialit e della solidariet.
Conoscere i diritti politici come fondamentale strumento di partecipazione dei cittadini
all'organizzazione dello Stato ed al funzionamento dei suoi organi.
!1

Liceo Scientifico "Bertrand Russell"


Via Gatti, 16 - 20162 Milano - Tel 026430051/2 - Fax 026437132

Conoscere il ruolo ed il funzionamento degli organi dello Stato.


Acquisire la definizione di moneta ed individuarne le funzioni.
Saper che esistono diversi strumenti che adempiono ad una funzione monetaria.
Conoscere gli elementi del problema dell'inflazione nell'economia moderna.
Conoscere le problematiche del mondo globalizzato

2. LIVELLI DI PARTENZA DELLA CLASSE (verifica dei prerequisiti)


Sono stati gi effettuati i test per verificare i livelli di partenza.

3.
DESCRIZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI
Primo Quadrimestre
DIRITTO
I principi fondamentali della Costituzione italiana: il principio democratico
il principio personalista
il principio di uguaglianza
i rapporti tra Stato e Chiesa il principio internazionalista.
Diritti e Doveri dei cittadini
I rapporti civili: la libert personale
la libert di riunione e di associazione
la libert di religione
la libert di pensiero in ogni sua manifestazione
I rapporti etico-sociali: la famiglia (analisi art 29) il diritto alla salute
il diritto all'istruzione I rapporti economici: il diritto al lavoro
il diritto di libert sindacale
il diritto di sciopero
il diritto di iniziativa economica privata il diritto di propriet
I rapporti politici : l'elettorato attivo l'elettorato passivo
il diritto di associarsi in partiti.
ECONOMIA
La moneta, il credito e linflazione
Secondo Quadrimestre
DIRITTO
Lo Stato
- Gli elementi costitutivi dello Stato
- Stato e Nazione
- Le funzioni dello Stato
- le forme di Stato nella storia: caratteri dello Stato assoluto
caratteri dello Stato Liberale Caratteri dello Stato Democratico
La formazione dello Stato italiano
- dallo Statuto Albertino alla Costituzione repubblicana - Struttura e caratteri della Costituzione
italiana.
L'Ordinamento della repubblica Il Parlamento : composizione
organizzazione interna
!2

Liceo Scientifico "Bertrand Russell"


Via Gatti, 16 - 20162 Milano - Tel 026430051/2 - Fax 026437132

funzioni
Il Presidente della Repubblica : elezione, attribuzioni, responsabilit
Il Governo : composizione, formazione, funzioni
La Magistratura : giurisdizione civile, penale e amministrativa
la posizione costituzionale dei magistrati il Consiglio Superiore della Magistratura la responsabilit dei
Giudici
La Corte Costituzionale : composizione , funzioni
Diritto Internazionale UE Onu e le altre organizzazioni internazionali
ECONOMIA
Lo sviluppo e lambiente nel mondo globalizzato

!3

Liceo Scientifico "Bertrand Russell"


Via Gatti, 16 - 20162 Milano - Tel 026430051/2 - Fax 026437132

4.

METODI E TECNICHE DI INSEGNAMENTO

Una corretta impostazione didattica di questo insegnamento si configura come un percorso che :
a) Motiva allo studio delle discipline partendo dallinteresse delladolescente per i problemi del
contemporaneo e della vita associata.
b) Prende lo spunto da situazioni che rientrano nellesperienza individuale, familiare e sociale dello
studente.
c) Passa da una fase descrittiva del fenomeno a progressive concettualizzazioni e generalizzazioni.
d) Utilizza documenti e testi originali da affiancare al manuale.
Ci posto lattivit di insegnamento sar concretizzata nello svolgimento delle singole e specifiche
Unit didattiche. LUnit didattica si pone, quindi, come un importante momento della
programmazione. Essa individua
1) Lobiettivo specifico
2)

Il tempo

3) Le strategie.
Le strategie di insegnamento nella programmazione dellunit didattica includeranno:
1) Lindividuazione dei contenuti e dei mezzi necessari per lo svolgimento dellunit
2)

La valutazione

3) Il recupero tempestivo che assegna allunit didattica altro tempo.

!4

Liceo Scientifico "Bertrand Russell"


Via Gatti, 16 - 20162 Milano - Tel 026430051/2 - Fax 026437132

5.

CRITERI DI VALUTAZIONE E STRUMENTI DI VERIFICA

La valutazione mirer ad accertare la conoscenza acquisita dagli allievi sulle diverse unit trattate.
Naturalmente la valutazione intermedia, inserita allinterno del processo didattico, consente di
constatare che ogni singolo elemento che concorre a determinare il raggiungimento del traguardo
formativo, sia posseduto da ciascun allievo.
E chiaro che se il risultato non soddisfacente interviene la procedura compensativa che fornisce lo
specifico sostegno (recupero).
In questo modo la valutazione finale al termine di una o pi unit assume un aspetto pi significativo :
consente di assemblare singole abilit in un complesso organico di prestazioni che corrispondono al
traguardo formativo prefissato.
Non solo ma fornisce elementi per stabilire lidoneit delle soluzioni adottate nel corso del processo
didattico. Infatti, quando i risultati non sono quelli sperati di norma, significa che le scelte didattiche
non erano del tutto adeguate alla specifica situazione educativa
Nella valutazione saranno tenuti presenti i seguenti criteri :
1) apprendimento dei contenuti inteso sia come conoscenza sia come comprensione.
2) organizzazione dei contenuti appresi anche attraverso una integrazione interdisciplinare.
3) capacit di analizzare e sintetizzare quanto appreso, nonch di applicare il conosciuto a situazioni
diverse.
4) padronanza del linguaggio tecnico.
Alla valutazione finale contribuiranno le valutazioni delle singole prove insieme ad altri importanti
elementi quali limpegno, la partecipazione al dialogo; il tutto con la consapevolezza della difficolt a
quantificare fenomeni di questo tipo
Fondamentale mezzo di verifica linterrogazione orale che consente di accertare lacquisizione dei
contenuti ed in particolare la loro organizzazione. Inoltre evidenzia le capacit di comunicazione orale
e di rielaborazione personale dell'allievo, trasportate nellutilizzo del linguaggio giuridico.
Altro strumento di valutazione di cui ci si potr servire, sar il questionario scritto, a domanda chiusa
o aperta, che consente di valutare in poco tempo tutta la classe. Esso serve ad accertare il
raggiungimento degli obiettivi contenutistici e se debitamente articolato di verificare lo sviluppo delle
capacit sia di analisi sia di sintesi raggiunto dagli allievi.
Saranno effettuate non meno di due verifiche quadrimestrali, di cui una necessariamente orale.
6.

TESTI ADOTTATI:

Diritto ed Economia.com Maria Rita Cattani, Paravia Pearson Milano Torino

7.

ULTERIORI MATERIALI E STRUMENTI:

Dispense integrative, il C.C., il testo della Costituzione, articoli di giornali e ove possibile,audiovisivi.

Milano, 31 ottobre 2014


Il Docente
FABIO TRAPASSO
_________________________________
!5