Sei sulla pagina 1di 9

Pachino

Calcio

Nascondeva pistola
nel vano della moto
Arrestato
A pagina sette

Esce dal carcere


linsegnante che abus
di ragazzi migranti
Quotidiano della Provincia di Siracusa

pagina sette

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 17 ottobre 2015 Anno XXVIIi N. 233 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cronaca. La strategia messa a punto dal sindacato dei trasporti

Rilanciare lo scalo
merci di Pantanelli

Si ripartirebbe dal trasporto delle primizie


I

l direttivo della Filt Cgil


di Siracusa, si riunito
per discutere delle prospettive di rilancio della ferrovia e dello scalo
Pantanelli. Il Segretario
provinciale Vera Uccello
ha relazionato sullo stato
di situazione in cui versa
la Stazione Ferroviaria di
Siracusa, che sempre
stata stazione di testa per
i treni a lunga percorrenza
e snodo regionale lungo
lasse sud orientale.

osservatorio

Un nuovo
treno diretto
per Palermo
di Salvatore Maiorca

Dal prossimo 15 dicembre,

con il nuovo orario ferroviario, ci sar un treno diretto


Siracusa-Palermo, con partenza il mattino da Siracusa e
ritorno la sera da Palermo. Le
ore esatte saranno conosciute
con la pubblicazione del
nuovo orario. Per altre corse
durante la giornata si dovr
sempre fare coincidenza a
Catania. Con i disagi del
trasbordo per passeggeri anziani e famiglie con bambini
e bagagli. Inoltre nel 2016
le attivit di manutenzione
saranno trasferite da Catania
nello scalo merci Pantanelli.
A pagina dodici

A pagina sette

i due badanti

Indagini
Esito
negativo
E

augusta

Centauro
perde
la vita
A

sito negativo per le ricerche dei corpi di Alessandro Sabatino e Luigi


Cerreto, i due uomini.

vrebbe minacciato moglie e figli anche con il


ricorso ad armi per accrescere lassoggettamento.

A pagina quattro

A pagina quattro

Ecco il progetto Birba

Pi tutela
per i bimbi
sulle auto

il caso

Pillirina
Sindaco
allattacco

Presenteremo ricorso al

Tar perch, dal nostro punto di vista, il decreto del


direttore generale dell'assessorato regionale al Territorio non modifica.

LAsp di Siracusa e la Polizia Stradale di Siracusa han-

A pagina tre

A pagina due

no avviato nel territorio siracusano una iniziativa di comunicazione e di educazione per la prevenzione degli
incidenti stradali, dedicata alle donne in gravidanza.

Un ufficiale della Marina


ricostruisce lammutinamento
Con la testimonian-

za di un verbalizzante entrato nel vivo il


processo a carico di
due egiziani Hamdy
Mohamed Ibrahim
Abd El Moatti.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Il

nucleo ambientale della


Polizia municipale di Siracusa
ha sequestrato ieri mattina un
rimorchio con circa 30 metri
cubi di deposito rifiuti pericolosi non autorizzato e parcheggiato in via Cannizzaro, zona
Pizzuta.
Il rimorchio stato scoperto

Rimosso
il rimorchio
carico
di rifiuti

17 ottobre 2015, sabato

Sicilia 17 ottobre 2015, sabato

a seguito di segnalazioni un'anomala centrale di stoccaggio


temporaneo in cui un'azienda che si occupa dello smaltimento rifiuti per conto di Enel in
tutta la Sicilia - faceva pervenire il materiale in citt in attesa
del trasferimento alla discarica autorizzata a Taranto.

L'operazione stata coordinata dal nucleo ambientale della


Polizia municipale, diretto dal
commissario Romualdo Trionfante, con il supporto del settore Ambiente dell'ex Provincia regionale. Il mezzo adesso
stato posto sotto sequestro
dall'autorit giudiziaria.

LAsp

di Siracusa
e la Polizia Stradale di Siracusa hanno
avviato nel territorio
siracusano una iniziativa di comunicazione
e di educazione per
la prevenzione degli
incidenti stradali, dedicata alle donne in
gravidanza e ai genitori di nascituri, neonati e bambini, in cui
vengono coinvolti tali
soggetti deboli a causa
del mancato o inadeguato uso dei sistemi
di sicurezza nelle autovetture. Liniziativa,
promossa dal Dipartimento della Pubblica
Sicurezza del Ministero dellInterno denominata B.I.R.B.A.,
stata presentata stamane in conferenza
stampa durante la quale il direttore generale
dellAsp di Siracusa
Salvatore
Brugaletta e il dirigente della Polizia Stradale di
Siracusa Antonio Capodicasa hanno sottoscritto il protocollo
dintesa per lavvio
del progetto.
Allincontro
hanno
partecipato il direttore sanitario Anselmo
Madeddu, i responsabili dellUnit operativa Materno Infantile
Carmelo
Marchese,
dellEducazione alla
Salute Alfonso Nicita

e i direttori dei reparti di Ginecologia ed


Ostetricia e Pediatria
dei presidi ospedalieri
siracusani.
Il direttore generale
dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta
e il dirigente la Sezione Polizia Stradale di
Siracusa Antonio Capodicasa, che hanno
fortemente voluto la
stipula di tale accordo, sono fiduciosi di
ottenere buoni risultati

dalla intesa: Il nostro


auspicio hanno sottolineato che attraverso tale iniziativa, si
possa raggiungere lo
scopo di ridurre drasticamente gli incidenti, anche con esito
mortale, che vedono
coinvolti soggetti per
definizione "deboli"
quali sono i neonati
ed i bambini a causa
del mancato oinadeguato uso dei sistemi
di ritenuta posti sulle

Da

Sopra, la presentazione del progetto.

autovetture. LAsp di
Siracusa, attraverso i
Consultori familiari e i
reparti di Ginecologia
e Ostetricia e Pediatria
organizzer dei corsi
di formazione dedicati
ai genitori di nascituri, neonati e bambini,
ai quali la Sezione
Polizia Stradale di
Siracusa parteciper
come partner attivo,
finalizzati a sensibilizzare i futuri genitori
ed i neogenitori all'uso

di seggiolini ed adattatori per bambini sulle


autovetture. La Polizia
Stradale illustrer l'importanza dell'utilizzo
dei sistemi di ritenuta e
fornir istruzioni relative ad omologazione, modelli, tipologie
di classificazione e
montaggio di seggiolini ed adattatori.
Lattivit di formazione si concretizzer in
una campagna di comunicazione volta alla

sensibilizzazione all'uso di questi sistemi di


ritenuta per bambini.
L'oggetto della campagna di sensibilizzazione si compendia nelle
esigenze di sicurezza
che a livello normativo sono puntualizzate
dall'art. 172 del Codice della Strada.
I corsi si articoleranno
in momenti pre e post
partum: i primi dedicati alle donne in stato di
gravidanza.

Asili nido: Princiotta


inoltra interrogazione
ai dirigenti comunali
consigliera comunale Simona
Princiotta, presenta una dettagliata
interrogazione al segretario generale
e ad altri due dirigenti sulla questione
dellaffidamento degli asili nido, inviandola per conoscenza alla Procura
della Repubblica di Siracusa e in particolare al sostituto procuratore Marco Di Mauro. La premessa dettata
dal fatto che la seconda commissione
consiliare, ha proceduto in due distinte sedute allaudizione sia della
dottoressa Caligiore (dirigente ufficio contratti e appalti) sia del dottore
Rosario Pisana (RUP del bando di
gara sulla gestione degli asili nido).
La Caligiore ha verbalizzato di aver

del direttore generale dell'assessorato regionale al Territorio non modifica


i termini della questione. Lo dice il sindaco, Giancarlo Garozzo, in riferimento al provvedimento che annulla la cosiddetta variante della bellezza votata dal consiglio comunale, nell'agosto del 2011, sull'area della Pillirina. Essendo all'epoca capogruppo del Pd afferma il sindaco Garozzo

ricordo a tutti che, una decina di giorni prima del voto in Consiglio, la
Regione aveva gi deciso e avviato l'iter per la realizzazione della riserva in quell'area. La nostra decisione, dunque, si muoveva lungo quella
linea e la rafforzava. Peraltro su richiesta del Comune, la stessa Regione
aveva in precedenza escluso che fosse necessaria la Vas per quel tipo di
provvedimento e anche su quella scorta l'assise decise di dare il via libera
alla variante della bellezza. Conclude il sindaco Garozzo: Se la Regione ha cambiato indirizzo rispetto al passato, non un nostro problema e
per questo motivo, dopo un confronto con il nostro dirigente dell'Ufficio
legale, ho deciso di impugnare il decreto.

Indagini della Procura confermano


le critiche sui servizi pi importanti

presentata ieri nellaula del comune

La

Presenteremo ricorso al Tar perch, dal nostro punto di vista, il decreto

Cronaca di Siracusa

politica. continua in citt il dibattito sullinchiesta

Progetto di asp e polstrada

Tutelare
la vita
dei minori
in auto

Variante di bellezza: Garozzo


impugna il decreto regionale

Sicilia 3

avuto riscontro negativo dei Durc riferibili a due delle societ che si sono
aggiudicate lappalto di gestione degli
asili nido comunali, e che ancora oggi
beneficiano di un affidamento provvisorio dice la Princiotta Le due societ in questione sono la Eden societ che fra le altre cose gestisce diversi
servizi comunali ed il cui amministratore risponde al nome di Foti, nonch
la Siges che continua a gestire ancora
una volta il servizio pur dopo 12 anni.
Per altro verso, Pisana ha verbalizzato
di aver dato seguito allaffidamento del
servizio senza prima verificare il Durc
e di aver inviato alle societ una lettera
contenente un invito ad una regolariz-

zazione postuma della loro posizione contributiva entro 7 giorni.


Per la Princiotta, questultima affermazione de dirigente non collima
con quanto recita lAnac, ovvero che
la regolarit contributiva costituisce
condizione di ammissione alla gara, e
il suo difetto alla data di scadenza del
termine di presentazione dellofferta,
comporta lesclusione del concorrente
non adempiente, non potendo valere la
regolarizzazione postuma
La consigliera comunale del Pd ha,
quindi, chiesto nella sua interrogazione, di specificare quali sono stati i motivi urgenti per cui il Rup ha proceduto
ad un affidamento provvisorio.

anni sostengo che


bisogna alzare lasticella
della legalit nella politica
e nella gestione degli Enti
Locali. Etica e moralit
nella gestione pubblica e
nella politica ed economia
non sono orpelli o, peggio, fastidiosi ostacoli ma
pilastri fondamentali della
sana e buona politica ed
amministrazione. Lo sostiene il segretario provinciale del Pd, Alessio Lo
Giudice, che prosegue:
Sono accanto a tutti i Sindaci, agli amministratori,
ai consiglieri comunali di
ogni partito nella difficilissima lotta quotidiana da
fare con le sempre meno
risorse a disposizione,
ma nessun cedimento n
accomodamento pu essere giustificato rispetto
all'applicazione delle leggi e delle regole. La trasparenza e la legalit sono
condizioni irrinunciabili a
maggior ragione quando
si chiedono sacrifici enormi ai cittadini.
Questo ho sostenuto anche
a Siracusa, in particolare,
nel rapporto criticamente
costruttivo che ho avuto
con la mia amministrazione comunale. Le indagini
avviate dalla Magistratura
dimostrano comunque che
le riserve, le preoccupazioni e le critiche da piu
parti rilevate su servizi
importanti per la citt non
erano infondate.
Certo rimango convinto assertore dello Stato
di Diritto e quindi vanno
evitati giudizi sommari e
anticipazioni di conclusioni di indagini che alla
Magistratura
spettano.
Esprimo, pertanto, pieno
sostegno e fiducia nellazione della Magistratura
nellaccertamento dei fatti
e di eventuali responsabi-

Sopra, palazzo Vermexio.

lit. Ha fatto bene, quindi, il Sindaco Garozzo a


confidare nella rigorosa
azione degli inquirenti e
nellonest della stragrande maggioranza dei funzionari e dei consiglieri.

Spero per che, da questo


momento, ogni qualvolta che singoli consiglieri
ed il sottoscritto, dovessimo far rilevare preoccupazioni e rilievi critici su
presunte anomalie, irrego-

larit, errori procedurali


invece di lanciare strali e
polemiche si verifichino
concretamente le vicende e qualora confermate
si ponga rapidamente rimedio. Relativamente al

ruolo della consigliera Princiotta mi risultano interventi in aula, in commissione,


interrogazioni, atti di indirizzo, comunicati stampa
e conferenze, alcune delle
quali realizzate congiuntamente, tese proprio a sollevare rilievi e preoccupazioni, ricercando le soluzioni
nelle sedi istituzionalmente
e politicamente preposte:
cio esercitando in modo
pubblico e trasparente il
ruolo precipuo di consigliere comunale. Quando
su vicende simili interviene
la Magistratura lo fa certamente nel rispetto delle
proprie prerogative e autonomia ma spesso il segnale di un vuoto della politica, di ritardi pesanti, vuol
dire che forse fondate erano
le preoccupazioni.
Quindi si vada avanti nel rispetto dello stato di diritto
nella legalit e nella trasparenza.

intervento del segretario provinciale del partito, Lo Giudice

I sindaci Pd rispettino procedure


gare pubbliche e indirizzi politici
A

bbiamo tutti appreso delle indagini condotte dallautorit giudiziaria nei confronti
di tre consiglieri e di un dirigente del Comune di Siracusa. Nel merito, ovviamente
opportuno attendere lesito degli accertamenti in corso. Ci non toglie che le ipotesi
di condotta che riguarderebbero i consiglieri, tutti eletti tra le file del centrodestra e
con ruoli importanti nelle compagini amministrative degli ultimi venti anni, siano
assolutamente gravi. Come grave sarebbe,
qualora venisse accertata, la condotta di chi,
dirigendo un settore cruciale dellamministrazione comunale, fosse venuto meno ai
principi dellimparzialit e del buon andamento dellamministrazione, sanciti dalla
nostra Costituzione. In attesa che le eventuali responsabilit personali siano vagliate
dalle autorit competenti, come Segretario

provinciale del Partito Democratico invito


tutte le Amministrazioni della Provincia, a
partire da quelle guidate dai Sindaci del PD,
a far s che la procedura della gara pubblica
sia sempre pi la regola per la realizzazione
degli indirizzi politici su cui si vuole puntare per il bene dei territori, e che la prassi
dellaffidamento diretto e delle proroghe sia
relegata a casi realmente eccezionali. So che
si lavora gi da tempo in questo senso ma so
anche che si pu fare molto di pi. Le maglie a tutela dellinteresse generale devono
essere tenute strette. A nessuno, a prescindere dalla provenienza politica, deve essere data la possibilit di perseguire interessi
privati servendosi della cosa pubblica. Il PD
ha il dovere di vigilare affinch questo non
accada.
Alessio Lo Giudice

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 17 ottobre 2015, sabato

17 ottobre 2015, sabato

le ruspe sono entrate nella villa del datore di lavoro

Caso dei badanti: esito


negativo delle ricerche
E

sito negativo per le ricerche


dei corpi di Alessandro Sabatino
e Luigi Cerreto, i due uomini di
40 e 23 anni di Caserta, dei quali si sono perse le tracce dal 12
maggio dello scorso anno, dopo
avere lavorato per un breve periodo di tempo come badanti
nellabitazione di un anziano alla
periferia di Siracusa.
Gli investigatori della squadra
mobile della questura aretusea
hanno fatto eseguire uno scavo
nella piscina e nelle altre parti
della villa di Giampiero Riccioli,
il datore di lavoro dei due badanti. Su disposizione del pubblico
ministero Antonio Nicastro, che
sta coordinando le indagini sulla scomparsa dei due, le ruspe
hanno rimosso il terreno circostante senza per trovare i corpi
di Alessandro e Luigi, come ipotizzato dagli inquirenti, convinti che i due badanti non si siano
mai allontanati da quella villa di
contrada Cifalino. Le indagini
intorno alla villa del datore di lavoro avevano gi dato esito negativo quando sono state utilizzate
unit cinofile durante le ricerche
intorno allabitazione dove per
lultima volta sono stati avvistati
i due scomparsi. Ricerche risultate ancora pi difficili a causa
della conformazione morfologica
del terreno circostante.
Il magistrato ha, comunque, fatto
intendere che le ricerche proseguiranno tuttintorno al territorio
in cui si trova labitazione dove
Alessandro e Luigi hanno lavorato come badati di un pensionato,
dopo avere risposto a un annuncio di lavoro. Per loro avrebbe
dovuto essere soltanto una base
per costruire il loro futuro insieme. Ma qualcosa non andato
per il giusto verso e in quel giorno del 12 maggio i due avrebbero
deciso di interrompere la collaborazione, decretandone di fatto la
loro scomparsa.
Lindagato ha dichiarato di avere visto i due allontanarsi dalla
casa di suo padre dopo avere ricevuto la comunicazione delle
loro dimissioni. Luomo dice che
Alessandro e Luigi si sarebbero
allontanati dal luogo utilizzando un mezzo pubblico per farsi
accompagnare alla stazione centrale di Siracusa. Ma nessuno dei
tassisti, sentiti a sommarie informazioni, ha confermato di essersi
mai recato in quella zona a pochi
chilometri dal centro abitato di
Siracusa e di avere mai trasportato le due persone in citt o al-

In foto, Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto.


trove. Un punto che lascia molti
dubbi agli inquirenti, che stanno
valutando la posizione del datore
di lavoro, ritenendo poco convincenti alcune sue ricostruzioni. Nel
fascicolo del pm ci sono gli ulti-

mi sms inviati dal telefonino dei


due casertani, attraverso i quali
lamentavano lo stato di abbandono in cui si trovava lanziano che
dovevano accudire e loro stessi
anche nel giorno di Pasqua. La

svolta alle indagini si avuta alla


fine del mese di luglio, quando la
Procura di Siracusa ha indagato
Riccioli per omicidio e occultamento di cadavere.
Nellultima puntata di Chi lha
visto, la popolare trasmissione
che a pi riprese si occupata
del caso, il procuratore capo di
Siracusa, Francesco Paolo Giordano ha assicurato: Continuiamo ad indagare. Ci auguriamo
che qualcuno inizi a collaborare. I familiari dei due scomparsi
sono convinti che i loro congiunti non siano pi in vita. Lavvocato Scrofani, legale delle due
famiglie, riferendosi agli scavi
eseguiti nella villa del datore di
lavoro ha affermato: Non la ricerca di due persone scomparse,
la ricerca di due corpi. Lapidario il commento di Giovanna
Sabatino: Devono riportare mio
figlio in qualunque modo. Giuseppe Cerreto: Mio figlio mi
chiamava sempre.

faceva parte di una comitiva in gita in sicilia

Centauro maltese muore


allo svincolo per Augusta
Faceva parte di una comiti-

va partita da Malta per fare il


giro della Sicilia, il centauro
che ha perso la vita ieri mattina in un incidente stradale
avvenuto allaltezza dello
svincolo per Augusta. Norbert
Cutajar di 48 anni, si trovava alla guida di una Honda
Cbr 1000 e stava transitando
lungo lasse autostradale con
direzione di marcia verso Catania, in un tratto leggermente
in salita. Lincidente stradale
avvenuto poco prima delle ore
10.30: giunto nei pressi dello
svincolo per Augusta, per cause al vaglio degli agenti della
polizia stradale, intervenuti
sul posto per eseguire i rilievi
del caso, il centauro ha perso
il controllo del mezzo dal quale stato sbalzato per rovinare
sullasfalto dopo avere tamponato un furgone Iveco Daily,
che procedeva nello stesso
senso di marcia della moto.
Luomo stato soccorso dai
suoi stessi compagni di viaggio, i quali hanno compreso
subito le gravi condizioni di

Cronaca di Siracusa

Con la testimonianza di al processo per la scomparsa di bianca


un verbalizzante entrato
nel vivo il processo a carico di due egiziani Hamdy
Mohamed Ibrahim Abd El
Moatti di 48 anni, e Mohamed Rami Elasha di 30,
e del tunisino Abdeljelil
Slimane di 42 anni, accusati dellammutinamento
del motopesca Fatima
II e dalla scomparsa del
comandante dellimbarcazione, il siracusano
Gianluca Bianca, avvenuti il 12 luglio 2012.
Dinanzi alla Corte dAssise di Siracusa, infatti, stato sottoposto ad
esame del pm Tommaso
Pagano, il capitano di
Fregata Leopoldo Manna
del Comando delle Capitanerie di Roma, che
ha coordinato le ricerche
del marittimo siracusano
subito dopo la diffusione della notizia della sua
scomparsa. Lufficiale ha
raccontato che le ricerche
erano partite dopo che per
due giorni i familiari di
Bianca non erano riusciti
a mettersi in contatto con
il comandante del motopesca. Ricerche che, grazie ai tabulati telefonici
dei tre marinai siracusani
presenti a bordo, e al sa-

Capitano di Fregata
ricostruisce
lammutinamento

In foto, il comandante del Fatima II, Bianca.

tellite, si sono indirizzate


nello specchio di mare a
Sud dellisola di Creta,
fra Malta e la Libia.
Il teste ha ricostruito quei

drammatici momenti partendo dal 10 luglio, giorno in cui il motopesca


Fatima II ha lasciato
gli ormeggi dal porto di

Pozzallo per dirigersi in


mare aperto per la programmata battuta di pesca. La notte tra il 12 e
il 13 luglio di tre anni fa,

accadde lirreparabile. Il
teste ha riferito di avere
appreso di quanto accaduto dal racconto reso dai
tre marittimi siracusani
che quella notte stavano
dormendo sotto coperta
e sono stati svegliati di
soprassalto dal trambusto
proveniente da unaltra
parte dellimbarcazione,
seguito dal fragore di uno
sparo. Avrebbero, quindi,
tentato di aprire il boccaporto senza riuscirvi perch laccesso era sbarrato.
Alloscuro di tutto, i tre
marittimi sono stati poi
raggiunti da uno dei tre
ammutinati che li avrebbe
minacciati di non muoversi. Per tutta la notte, i
tre marinai sono rimasti
prigionieri limitandosi ad
ascoltare il numero dei
giri del motore lanciato a
tutto gas come se non vi
fosse un governo. Lindomani, i tre marittimi
sono stati costretti a salire sui canotti gonfiabili
e abbandonati nei pressi
di un isolotto a duecento
chilometri dallisola di
Creta, dove poi sono stati
recuperati dai soccorritori
che hanno intercettato le
loro comunicazioni telefoniche.

cronaca hanno preso di mira la comunit di pachino

Droga: i carabinieri controllano


alcuni istituti scolastici

carabinieri della Stazione di Pachino, con il supporto


del personale del Nucleo Carabinieri Cinofili di Nicolosi e dellAliquota Radiomobile del N.O.R.M. della
Compagnia di Noto hanno posto in essere un mirato
servizio con finalit preventiva per contrastare il fenomeno del consumo di stupefacenti tra gli studenti. Il
servizio, iniziato allesterno di un istituto superiore di
Pachino, si poi sviluppato anche negli spazi comuni interni con risultati decisamente confortanti: i cani
antidroga non hanno fiutato nemmeno la pi piccola
dose di stupefacente. Contestualmente, nei pressi di
altri istituti scolastici, i Carabinieri hanno posto in es-

sere dei posti di controllo al fine di assicurare il regolare svolgimento delle attivit didattiche e prevenire la
commissione di reati, con particolare riguardo ai furti
in danno dei veicoli degli studenti in sosta nonch allo
spaccio di sostanze stupefacenti. Anche in questo caso
la specifica attivit ha dato esito negativo: tutti i giovani controllati erano in regola con i documenti di guida
e circolazione. Plauso alliniziativa dellArma locale
giunta unanime sia dai genitori degli alunni che dai dirigenti scolastici, pienamente impegnati sul fronte della legalit, i quali hanno commentato favorevolmente i
controlli a sorpresa ritenuti particolarmente utili soprat-

in manette finito un venticinquenne

In foto, la moto incidentata.


salute del 48enne maltese. Malgrado lassistenza immediata,
per luomo non c stato nulla
da fare, ha perso la vita praticamente sul colpo a causa delle
gravi lesioni riportate nellimpatto con la strada. Anche il
conducente del mezzo pesante,
autotrasportatore di 55 anni, ha
riportato lievi lesioni nellincidente ed stato solo medicato.
Secondo una prima ricostruzione della dinamica del sinistro,

Sicilia 5

pare che il motociclista abbia perso il controllo della moto che si


poi schiantata contro il retrotreno
del furgone. Le indagini, quindi,
privilegiano la pista dellincidente
autonomo. Quello di ieri il quarto incidente mortale di moto che
si verifica lungo le strade megaresi. Il primo fu nel mese di giugno,
cui hanno fatto seguito quello avvenuto in settembre e lultimo, sei
giorni fa, in cui perse la vita un
diciottenne augustano.

Nascondeva una pistola


nel vano portaoggetti
I

Carabinieri della Stazione di Pachino


hanno tratto in arresto per detenzione abusiva di arma comune da sparo ed alterazione di arma Corrado Cannata di 25 anni.
I militari stavano effettuando un posto di
controllo quando hanno intimato lalt ad
uno scooter al fine di procedere ad un ordinario controllo di polizia. Latteggiamento eccessivamente nervoso del soggetto

ha insospettito i Carabinieri i quali, avendo fondato motivo di ritenere che lo stesso


potesse occultare qualcosa di illecito, hanno proceduto a perquisizione: occultato nel
vano portacasco sotto la sella del motociclo
veniva rinvenuta una pistola a salve calibro
22 privo di tappo rosso ed opportunamente
modificata e rinforzata al fine di poterla rendere offensiva.

cronaca di siracusa 6

eduta consiliare dedicata al question time.


In apertura dei lavori il consigliere Simona Princiotta
stata autorizzata, per
motivi durgenza, a dare
lettura di uninterrogazione presentata in mattina
riguardante la vicenda
della gara dappalto per
la gestione degli asili nido
comunali. Nella sua interrogazione, che si allega, il
consigliere ha denunciato
presunte illegittimit nella
predisposizione degli atti
presupposti e consequenziali.
La prima parte della seduta stata dedicata
alle modalit di gestione
del question time. Da
parte del consigliere Castagnino stato chiesto
il motivo della mancata
calendarizzazione delle
sue interrogazioni, tutte
precedenti a quelle oggetto
della seduta odierna; il
consigliere Firenze, invece, ha denunciato la cattiva
abitudine dellassenza in
aula di assessori e dirigenti
deputati a rispondere alle
interrogazioni; argomenti
ripresi anche dai consiglieri
Vinci e Salvo, mentre per
il consigliere Castelluccio
Laula deve avere il rispetto che merita. Castelluccio
ha anche parlato di Metodo squalificante e di diffuso
malessere nel Consiglio.
Prima di entrare nel merito
dei lavori, toccato al segretario generale, Costa
specificare le modalit
del question time, mutuato dal Parlamento: Un
consigliere interroga, lamministrazione risponde,
eventualmente assistita
dagli uffici, il consigliere
pu dichiararsi soddisfatto
o meno. A questa modalitha concluso- si aggiunge
la richiesta della risposta
scritta alle interrogazioni.
Entrambe soddisfano il
potere ispettivo del Consiglio.
Si poi entrati nel vivo
dellattivit ispettiva.
La prima interrogazione, a
firma del consigliere Cetty
Vinci verteva sul Collegio
dei Revisori dei Conti.
Partendo dalle dimissioni
del presidente, Nicola Lo
Iacono, e dal successivo
bando dellAmministrazione per la sua sostituzione,
linterrogante chiedeva se
era stata verificata leventuale incompatibilit di Lo
Iacono, in quanto professionista incaricato dalla
Procura come consulente
per vicende riguardanti
il Comune; ed il motivo
per il quale, dopo le sue
dimissioni, non si era
proceduto allo scorrimento
della graduatoria, come
avvenuto in altri Enti locali,
ma ad un nuovo bando
di selezione, esponendo
quindi il Comune al rischio
di ricorsi da parte di terzi
interessati e al pagamento
di possibili danni. Vinci ha
infine invitato lAmministrazione a ritirare in autotutela
lavviso pubblico.
A rispondere, per iscritto,
lassessore Scrofani per il
quale Dalla documentazione prodotta al momento
della nomina di Lo Iacono
non risultava incompatibilit n alcuna causa
ostativa. Da parte dellavvocatura comunale- scrive
Scrofani- non si ritengono
sussistere possibilit di
danni erariali a seguito di
eventuali ricorsi da parte
di altri interessati. Sul ritiro
del nuovo - ha concluso
Scrofani- lAvvocatura si
espressa in maniera
contraria perch esso
mira a restituire linterezza
dellorgano nel tempo pi
rapido possibile. Il consigliere Vinci si detto non
soddisfatto della risposta
anche con riferimento alla
mancata garanzia della
minoranza.
La seconda interrogazione
del consigliere Vinci, sulla
gestione delle mense
scolastiche, partiva da un
vademecum del ministero
della Sanit finalizzato

Sicilia 17 ottobre 2015, sabato

Consiglio su question time


ad incrementare lautogestione. Oggi pi che
mai- ha detto Vinci- si
presenta la necessit di
rendere concretamente
effettivo questo passaggio
iniziato gi per le scuole
elementari. Forse non
tutte le scuole potrebbero
essere in grado di affrontare unautogestione, ma
nel nostro Comune ci sono
scuole che potrebbero
avere le strutture, i locali
e la capacit per intraprendere lautogestione del
servizio mensa, sostenute
dalle richieste dei genitori
che potrebbero anche
rinunziare al contributo
del Comune. Alla luce di
questa premesse, il consigliere ha chiesto allAmministrazione di attivare le
procedure necessarie per
il passaggio allautogestione del servizio mensa
nelle scuole primarie e
ad esaminare le richieste
degli istituti comprensivi
che hanno gi i requisiti
necessari in quanto gestiscono il servizio per le
classi superiori.
A rispondere lassessore
alle Politiche scolastiche,
Valeria Troia: Nel 2013
lAmministrazione ha fatto
unindagine esplorativa
chiedendo a tutti gli Istituti di competenza la
propensione a diventare
stazione appaltante del
servizio mensa, ma nessuno ha voluto aderire
alla sperimentazione per
cui si proceduto con il
sistema attuale aggiungendo che Il servizio di
refezione scolastica un
servizio pubblico locale
a domanda individuale:
lEnte locale, quindi, non
ha lobbligo di istituirlo ed
organizzarlo. Se decide
di farlo, per tenuto al
rispetto delle normative
di legge in ossequio al
principio del pareggio del
bilancio. Rispetto allIstituto Raiti che ne ha
fatto richiesta- ha concluso
Troia- lautogestione della mensa escluderebbe
qualsiasi possibilit di
intervento del Comune,
e la scuola dovrebbe
comunque assicurare la
mensa per tutti gli alunni.
Linterrogazione del consigliere Stefania Salvo
richiamava latto di indirizzo votato dal Consiglio lo
scorso gennaio che impegnava lAmministrazione
Ad individuare la sede
dellassessorato alle Pari
opportunit che diventi
al contempo casa delle
associazioni che svolgono
attivit nel campo della
lotta alle discriminazioni;
a redigere un regolamento
istitutivo della Commissione comunale consultiva
per le pari opportunit
con al suo interno rappresentanti della Giunta,
del Consiglio comunale,
del mondo della scuola e
dellassociazionismo; ad
istituire un Albo comunale delle associazione
che si occupano delle
stesse tematiche della
discriminazione e lo sportello comunale di ascolto;
a destinare stabilmente in
bilancio delle somme per
le pari opportunit.
A rispondere lassessore
Valeria Troia: LAmministrazione sta lavorando
ad individuare uno spazio
allinterno del centro storico destinato a diventare
sede dellassessorato
alle Pari opportunit; e a
predisporre un progetto
di massima che preveda
al suo interno listituzione
di uno sportello di ascolto
e lorganizzazione di azioni
e manifestazioni atte a
sensibilizzare il territorio.
In bilancio- ha concluso
Troia- previsto un impegno
di 10.000 euro. Il consigliere Salvo si dichiarato non completamento

soddisfatto, auspicando
unaccelerazione delliter
amministrativo fino ad
oggi fermo.
La quarta interrogazione, a
firma del consigliere Simona Princiotta, riguardava
lutilizzo del campo scuola
Di Natale con riferimento
alle concessioni e agli incassi da queste derivanti.
Per linterrogante, infatti,
alcune societ sportive
come lEllenika corrispondono cifre nettamente
inferiori rispetto a quanto
realmente dovuto in base
alle ore concesse, chiedendo al contempo un controllo
immediato delle somme
incassate e linvio di lettere
di sollecito per eventuali
differenze dovute. Princiotta, infine, chiedeva al
dirigente di provvedere alla
riassegnazione degli spazi,
essendo gi iniziata la
nuova stagione calcistica.
In aula ha risposto lassessore allo Sport, Pietro
Coppa: LEllenika come le
altre associazioni sportive
che utilizzano il campo di
calcio del Di Natale ha corrisposto il canone secondo
leffettivo utilizzo. Nello
specifico alle dichiarazioni
delle stessa il direttore del
Campo Scuola ha apposto
il visto che comproverebbe
un utilizzo inferiore alle ore
richieste e rilasciate. Con
riferimento al tema posto
nellinterrogazione, ovvero
se il pagamento debba
essere commisurato alle
ore richieste e concesse
piuttosto che alleffettivo
utilizzo, rilevo che nella
concessione rilasciate
dallufficio per il 2014 2015
non previsto alcunch
sul punto. Ha poi continuato Coppa: Occorre
distinguere due ipotesi:
quando il campo non
venga utilizzato per scelta
volontaria dellassociazione, credo che il canone
debba essere corrisposto,
salvo che il concessionario
non abbia avvisato lAmministrazione con congruo
preavviso consentendo a
terzi di utilizzare il campo;
invece, qualora il non
utilizzo dipenda da fatti
indipendenti dalla volont
del concessionario, quali
ad esempio potrebbero essere le cause di forza maggiore (eventi atmosferici)
o la realizzazione di lavori
che rendono impossibile
lutilizzo della struttura,
in questo caso credo che
sia giusto e corretto non
fare pagare la tariffa per il
mancato utilizzo.
Il problema sussiste e
proprio per evitare che
si riproponga il Dirigente
dellUfficio Sport nella
concessione rilasciata per
la stagione sportiva 2015
2016 ha espressamente
previsto: Il pagamento
mensile non potr subire
decurtazioni o riduzioni
unilaterali legati al non
utilizzo per motivi strettamente personali della societ, neppure per avverse
condizioni atmosferiche
che non fossero riconosciute con ordinanza e/o
altri provvedimenti adottati
dallAmministrazione Comunale.
Per quanto riguarda la
stagione in corso risulta
agli atti che il Direttore del
Campo Scuola ha vistato le
dichiarazioni dellEllenika
relative alleffettivo utilizzo
della struttura; sino al mese
di Febbraio il Dirigente ha
attestato la correttezza del
pagamento delle somme
versate; per i mesi di marzo, aprile e maggio sulle
dichiarazioni dellEllenika
afferenti lutilizzo ed il pagamento presente solo
il visto del Direttore Mica.
La societ ha corrisposto la
somma di Euro 357,00 per
i mesi da marzo a maggio
ivi compresi 4 ore e mezzo
di Giugno. Il canone men-

sile era di Euro 240,00.


Pertanto vi sarebbe una
differenza di circa 370 Euro
sulla quale allo stato non
mi risulta che vi sia unaccettazione per iscritto del
Dirigente della correttezza
delle somme versate. Per
quanto riguarda il presunto
ritardo nel rilascio delle
concessioni per la stagione
2015 2016 rilevo che esso
non mi risulta. Lavviso
stato pubblicato nei tempi
previsti dal regolamento,
ovvero prima del 30 settembre e le concessioni
sono state rilasciate.
La quinta interrogazione,
la terza del consigliere
Vinci, riguardava la Tasi, e
lemendamento approvato
che obbliga al pagamento
anche i proprietari di beni
strumentali che, potendo
determinare un sicuro
contenzioso per la sua
irregolarit, fa apparire
solo previsionale il gettito di
8.800.000 euro derivante
dalla riscossione della
tassa. Per questo motivo
il consigliere chiedeva la
regolarit della proposta e
dellemendamento approvato che potrebbe causare
un notevole danno nei
confronti dellEnte.
A rispondere il dirigente del
settore Fiscalit, Ortisi che
ha ricordato tra laltro come
gi in precedenza lAmministrazione avesse dato
risposta sullargomento. Il
testo della proposta votata
- ha detto Ortisi- determina
con assoluta precisione la
volont del Consiglio che
individua soggetto passivo
dellimposta, tipologia di
fabbricato e aliquota corrispondente. Il consigliere si
dichiarato non soddisfatto, ribadendo la possibilit
di contenziosi e di mancati
incassi per lEnte.
La sesta interrogazione, la
prima del consigliere Massimo Milazzo, riguardava
il destino dei lavoratori
ex Socosi e Util Service.
Nello specifico Milazzo
chiedeva Notizie in merito
ai livelli occupazionali che
il contratto con il nuovo gestore garantisce in favore
di tutti gli ex dipendenti,
compresi quelli interessati
dalle procedure di mobilit
e attualmente non in servizio; il numero dei soggetti
che non saranno riassorbiti
dal nuovo gestore; il tipo
di contratto collettivo che
sar applicato dal nuovo
gestore, se uguale a quello
gi applicato o diverso, ed
in questo caso se questo
comporter un decremento degli emolumenti dei
dipendenti; se il nuovo
contratto, infine, comporter il mantenimento o la
riduzione del monte orario
osservato prima con le
societ Socosi e Util Service. Interrogazione che
in aula stata integrata
dalla comunicazione del
ricorso al Tar da parte di
una societ partecipante
alla gara, con conseguente
richiesta di sospensiva
dellaffidamento del servizio alla societ aggiudicataria. Che ne sar dei 15
lavoratori- ha detto Milazzo
- che hanno accettato la
mobilit e per i quali laccordo sindacale prevedeva
il riassorbimento da parte
del nuovo aggiudicatario?
Il ricorso blocca liter e tra
un mese scade la proroga
concessa.
Lassessore Coppa, nel
suo intervento, ha lanciato
la proposta di un prossimo
tavolo tra Amministrazione, uffici e dipendenti
delle ditte per trovare una
soluzione condivisa che
eviti allEnte di assumere
provvedimenti illegittimi
guardando per alla salvaguardia occupazionale
dei lavoratori.
Nella risposta scritta dal
direttore generale, Vincenzo Migliore, notificata

a Milazzo prima della comunicazione del ricorso al


Tar, e comunque superata
da questo sviluppo, veniva
confermato lobbligo, da
parte del nuovo gestore,
del mantenimento del
personale impegnato nei
precedenti appalti. In
merito al contratto- ha
detto Migliore- sar applicato il contratto nazionale
Multiservizi in luogo dei
precedenti Commercio
e servizi o altri specifici,
questo prevede tabelle
orarie che potrebbero
comportare livelli retributivi
diversi rispetto al passato.
Lofferta del RTI presentata
prevede un regime orario
diversificato degli addetti
articolato in relazione alle
diverse tipologie di servizio
e la negoziazione tra le
parti potrebbe assicurare il
mantenimento del regime
orario medio degli addetti rispetto ai precedenti
appalti.
La settima interrogazione,
la seconda a firma Massimo Milazzo riguardava gli
edifici di residenza pubblica popolare di propriet
del Comune per i quali il
consigliere ha chiesto di
conoscerne il numero e
lubicazione, le condizioni
di manutenzione, di agibilit e di sicurezza nonch
lesistenza di uneventuale
assicurazione contro i
rischi da responsabilit
civile da rovina di edificio;
il numero e lubicazione
di quelli accatastati, di
quelli non accatastati e
di quelli sfitti. Ed ancora
gli introiti da locazione
riscossi dal Comune negli
esercizi 2013 e 2014, e
lammontare delle spese
di manutenzione straordinaria degli edifici in cui
sono ubicati questi alloggi.
A rispondere per iscritto i
dirigenti Giann, Pisana,
Borgione: per lanno 2013
i fitti degli alloggi di Mazzarrona (Case Cipe ) ammontano a 439.676 euro;
quelli di Case Parcheggio
a 48.899, per un totale di
488.575 euro. Per lanno
2014 i fitti degli alloggi di
Mazzarrona (Case Cipe
) ammontano a 445.030
euro; quelli di Case Parcheggio a 50.146, per un
totale di 495.177 euro.
Per la costruzione e manutenzione straordinaria
degli immobili ERP per
lanno 2013 sono stati
spesi 66.204 euro; per il
2014, di contro, 253.832
euro. Per la manutenzione
straordinaria degli impianti
ERP e Case Cipe, per
il 2014, sono stati spesi
20.075 euro, che portano il
totale per il 2014 a 273.908
euro. Per il 2014 e 2015
non sono state previste
risorse in bilancio per la
manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale
pubblica, e si sopperito
con risorse destinate alla
manutenzione di edifici
di propriet comunale
per una spesa annua di
50.000 euro. Per quanto
concerne gli edifici, gran
parte necessitano di lavori
di manutenzione straordinaria sia allinterno degli
alloggi che nei prospetti
e sono tutti assicurati per
le responsabilit civili.
Nel dettaglio degli edifici
quelli accatastati sono:
120 nelle via Palma, 24 in
via Bufardeci, 196 in via
Barresi, 24 in via Antonello
Da Messina, 171 in largo
Russo, 138 in via Sturzo;
quelli non accatastati sono
184 in via Algeri, 42 in via
Amato, 120 in via Cannizzo, 54 in via Bonincontro,
158 in via Immordini. In
gran parte accatastati i 20
di piazza Fratelli Bandiera
e via Siracusa a Belvedere;
ed i 12 di via dei Giacinti e
via delle Delie a Cassibile.
In fase di accatastamento,
infine, i 50 in via Rizza. Il

Sicilia 7

17 ottobre 2015, sabato


consigliere si dichiarato
soddisfatto.
Nellottava interrogazione,
il consigliere Salvo Sorbello, ha chiesto di conoscere
i motivi per i quali Molte interrogazioni restano
senza alcuna risposta.
A rispondere lassessore
alla Trasparenza Coppa,
cui solo di recente stata
attribuita la rubrica Trasparenza. Lassessore
ha assicurato il massimo
impegno dellAmministrazione per dare rapide
risposte sul punto.
Nella nona interrogazione Sorbello, sulle orme
delliniziativa Famiglie al
museo, riproponeva il tema
della libera fruizione dei
beni culturali in citt. Se
senza dubbio lodevole che
i musei siano aperti gratuitamente indispensabile
che lo siano anche i beni di
propriet comunale, come
il teatro, che resta invece
chiuso o a pagamento. I
musei comunali di Roma
consentono lingresso gratuito ai residenti mentre ai
siracusani viene chiesto il
pagamento del biglietto anche nelle prime domeniche
del mese. Questa Amministrazione- ha concluso- ha
concesso per pochi euro
piazza Duomo ai nababbi
in Ferrari per una cena privata mentre per la stessa
iniziativa Renzi, da sindaco
di Firenze, aveva incassato 130mila euro. I beni
pubblici debbono essere
innanzitutto dei cittadini.
A rispondere in aula lassessore alla Cultura, Francesco Italia: A Siracusa i
musei sono tutti di competenza della Regione, con
le note problematiche che
questo comporta. Come
Amministrazione ci siamo
mossi per rendere fruibili
al massimo i beni di nostra
propriet, prevedendo
peraltro facilitazioni per
quelle fasce sociali che
ovunque nel mondo ne
beneficiano, come studenti e diversamente abili.
Agevolazioni sono previste
in misura un p pi contenuta per i siracusani che
comunque stanno avendo
la possibilit di conoscere
meglio e con visite guidate
alcuni monumenti cittadini.
Nostra intenzione, come
Amministrazione, di ulteriormente incrementare
questa offerta. Il consigliere si detto soddisfatto
della risposta, ricordando
per che esistono strutture non museali quali il
palazzo dei Dogi di Venezia
visitabili gratuitamente dai
residenti, ed ha auspicato
che molto presto tutti i beni
di propriet comunali siano
fruibili gratuitamente dai
siracusani.
Nella decima interrogazione, la sua terza ed ultima,
il consigliere Sorbello, ha
chiesto di conoscere tutte
Le delibere sottoposte al
Consiglio (quindi anche
quelle modificate successivamente o non approvate ) negli ultimi 5 anni in
relazione alladdizionale
comunale Irpef.
A rispondere per iscritto
il dirigente del settore
Fiscalit locale, Giuseppe
Ortisi: Nel 2012 le delibere
112 e 119 del 20 agosto di
riconferma delladdizionale
Irpef, sono state respinte;
approvata invece la 150
del8 ottobre con la quale
laliquota viene fissata nello 0,7 % per reddito lordo
annuo inferiore a 15mila
euro, e dello 0,8 % in caso
di reddito superiore. Nel
2013 la delibera 10 del 29
gennaio che a seguito della
segnalazione del Mef, ha
fissato nello 0,8% laliquota
unica. Per lanno in corso
la proposta 33 trasmessa
al Consiglio comunale
stata ritirata dal direttore
generale.
Non sono state invece
trattate le interrogazioni
del consigliere Rodante
sulla bretella di Targia e
sui lavori nel piazzale del
Tribunale.

Cronaca di Siracusa

Trasporti
Di questo si
discusso
in occasione della riunione della
Filt Cgil di
Siracusa,
Catania
e Ragusa
In foto, lo scalo merci
di Pantanelli.

Rilanciare lo scalo
merci di Pantanelli

l direttivo della Filt


Cgil di Siracusa, si
riunito per discutere delle prospettive di rilancio della
ferrovia e dello scalo
Pantanelli. , insieme
alla FILT di Catania
e la FILT di Ragusa,
in una ottica di area
vasta della Sicilia
Sud Orientale.
Il Segretario Provinciale della FILT
Vera Uccello ha
relazionato sullo stato di situazione in cui
versa la Stazione Ferroviaria di Siracusa,
che sempre stata
stazione di testa per
i treni a lunga percorrenza e snodo regionale lungo lasse
sud orientale, invece abbandonata a se
stessa.
Dal Direttivo della
FILT viene fuori un
grido forte del settore ferroviario delle
province di Siracusa,
Catania e Ragusa che
dichiarano la necessit di investimenti,
per mettere in connessione diversi poli
della Sicilia, bisogna
investire per la Ferrovia e far si che il
trasporto delle merci
in Sicilia sia veramente
sostenibile.
In tal senso, la FILT
ha messo in campo
le seguenti proposte: Il collegamento
con l'aeroporto di
Fontanarossa; Con

il Porto di Augusta
per lo scambio dei
containers; la realizzazione del terminal
dei bus extraurbani,
nelle immediate vicinanze della Stazione
FS, sfruttando l'area
dell'ex scalo merci,
completamente in disuso ed abbandonata;
Il potenziamento dei
treni locali, anche la
domenica e nei festivi, da e per Catania e
Ragusa, in modo da
incentivare non solo
il pendolarismo ma

anche la fruizione turistica del territorio;


L'incentivazione delle corse su Fontane
Bianche, nel periodo
estivo con le inclusioni della domenica
e dei festivi; L'estensione a tutto l'anno
del treno del Barocco.
La Filt propone anche il rilancio dello
scalo Pantanelli quale, scalo per le merci,
spostando sui treni il
trasporto delle primizie prodotte dalle

nostre aziende agricole, che attualmente


viaggiano totalmente su gomma, con
evidenti problemi di
inquinamento
ambientale e sicurezza
nelle strade. Lo Scalo
Pantanelli, realizzato in una posizione
logisticamente strategica, punto di
snodo delle manovre
treni, con la platea
di manutenzione, e
la fossa lavaggio per
i vagoni. Struttura
unica in tutta la Sici-

lia, per la parte Sud


Orientale, utilizzabile dalle tre province
Catania, Ragusa e
Siracusa, in una ottica di interscambio,
per manutenzione e
lavaggio dei treni, sia
regionali che di lunga
percorrenza.
Recentemente, sata
affidata, la attivit di
manovra dei Treni,
alla Impresa Ferroviaria Serfer presso
lo scalo Pantanelli.
Questo un primo
passo che apprezzia-

mo, ma se l'attivit
non verr potenziata
e riprogrammata, per
eseguire ulteriori attivit, si andr incontro
ad una inevitabile crisi, che potr portare,
alla chiusura ed alla
perdita di posti di lavoro. Recentemente,
dichiara il Segretario
della FILT Provinciale Vera Uccello - si
registra un cambio di
rotta da parte di Trenitalia. Infatti ha comunicato che alcuni
impianti, che nel Piano Industriale (20142017), erano previsti
in chiusura, saranno
trasformati in Presidi. Ha annunciato
investimenti per il
raddoppio dei treni
per la Sicilia Orientale, e dichiara di voler
investire sulla alta
velocit (cos detta light) nella tratta
Catania Siracusa, e
che sta istituendo due
nuove corse dirette
Siracusa Palermo,
andata e ritorno, senza dover fare scalo a
Catania.
La FILT crede sia il
tempo del confronto
pressante, tutti insieme, per rilanciare il
settore Ferroviario,
in una ottica e in una
visione pi ampia, di
largo raggio, di area
vasta e di distretto
sud orientale della
Sicilia e del meridione.

ieri mattina ha lasciato il carcere di cavadonna

Ammesso ai domiciliari linsegnante


che abus di due sedicenni migranti
H

a lasciato ieri mattina il carcere di Cavadonna


Giuseppe Abbate, il 50enne insegnante di religione
augustano, arrestato il 5 giugno scorso dai poliziotti
della squadra mobile della questura di Siracusa, perch accusato di atti sessuali ai danni di due sedicenni
immigrati. Il provvedimento stato emesso dal Gip
del tribunale di Catania, Gaetana Bernab Distefano,
che, accogliendo una specifica richiesta avanzata dal
leale difensore, avvocato Puccio Forestiere, su parere
favorevole del pm Iole Boscarino della Dda etnea, ha
ammesso limputato al meno afflittivo regime di arresti
domiciliari presso labitazione della madre.
Abate sar processato con il rito abbreviato alludienza
fissata per il 2 dicembre prossimo. Come si ricorder,
luomo, in sede di convalida dellarresto ha sostanzialmente ammesso le proprie responsabilit anche perch
colto nella flagranza del reato dai poliziotti, che sono
piombati nella sua abitazione di Augusta. Il docente si
detto molto provato e dispiaciuto da quanto accaduto.
Per laccusa, Abbate avrebbe approfittato del suo ruolo

di tutore dei minori per adescare cinque ragazzini ai


quali avrebbe offerto dai venti ai cinquanta euro per
ogni prestazione a cui si sottoponevano. Accuse confermate da uno dei minori che stato interrogato due
mesi fa a Roma e il cui riscontro avvenuto gioved
pomeriggio con il blitz dei poliziotti nellabitazione
dellinsegnante, dove stato colto in flagranza di reato
insieme con due ragazzini stranieri in atteggiamento
inequivocabile.

SOCIET 8
I mezzi pubblici affollati, la citt paralizzata
nellora di punta. Gli
appuntamenti in agenda che si accavallano
costantemente. La coda
allo sportello quando
lufficio postale sta per
chiudere. Noia, routine,
piccole e grandi insoddisfazioni quotidiane
che rendono grigie le
giornate. Per 1 siciliano su 2 diventata una
necessit sciogliere le
tensioni
accumulate
durante le lunghe giornate tra commissioni e
lavoro con uno strappo alla quotidianit. I
benefici di questi stop
al peso della routine
quotidiana, evidenziati da numerosi studi
scientifici come quelli
della Oregon University e dellUniversit di
Oxford su produttivit
al lavoro e sui mutamenti dellumore in
compagnia degli amici,
vengono
sottolineati
anche dallo psichiatra
Michele Cucchi, che
raccomanda
almeno
due strappi al giorno. Tra i momenti pi
attesi per dare un break
alla noia laperitivo, indispensabile per oltre 7
siciliani su 10, fare vacanza (72%) e spegnere il cellulare (54%).

Sicilia 17 OTTOBRE 2015, SABATO

17 ottobre 2015, sabato

Il 55% dei
siciliani
sente il bisogno di
dare uno
strappo
alla quotidianit per
migliorare
il proprio
benessere

Un siciliano su due ha bisogno


di uno strappo alla noia della routine
quanto emerge da
uno studio promosso
da Sanbittr, realizzato

in occasione del lancio


del nuovo spot che evidenzia il desiderio degli

italiani di dare uno


strappo alla noia e alla
quotidianit, attraverso
un monitoraggio online
mediante metodologia
WOA (Web Opinion
Analysis) sui principali
social network Facebook, Twitter, YouTube
coinvolgendo circa
500 siciliani di et compresa tra i 18 e i 60 anni,
per capire come i siciliani decidono di dare
uno strappo alla loro
routine quotidiana, anche grazie allhashtag
#daiunostrappo. Riuscire a staccare nella
vita quotidiana fondamentale ed importante imparare a prendersi
anche solo 5 minuti
spiega Michele Cucchi,
psichiatra e Direttore
Sanitario del Centro
Medico Santagostino di
Milano . Quella di non
poter essere padroni del
proprio tempo solo
una sensazione, che ha
per una valenza psicologica molto forte. Almeno un paio di volte al
giorno bisogna mettere
il pilota automatico:
lontano dalle responsabilit, dalle urgenze
e dalle presunte emergenze si deve lasciare
che la mente vaghi libera su cose piacevoli, libere associazioni.
Attenzione solo a non
farsi prendere dalla rimuginazione, da esorcizzare cambiando ambiente, passeggiando,
stando con gli amici.

Ma uno strappo alla


routine, che sia un aperitivo o una passeggiata, apporta benefici che
vanno oltre la semplice voglia di evasione
dallordinario. Nuovi
studi sulle reazioni del
cervello indicano che
assentarsi dai propri obblighi per fare una passeggiata anche di pochi
minuti in un parco o
dedicarsi alle proprie
passioni porta con s
sensibili effetti positivi
dal punto di vista psicofisico: i ricercatori della
Oregon University hanno scoperto che queste
evasioni dalla routine
aumentano addirittura
del 20% il rendimento
sul lavoro o nello studio, con ricadute anche
sullumore. Per fuggire
dagli appuntamenti fissi
pi detestati i siciliani,
oltre a staccare con il
sempre pi apprezzato
aperitivo (75%), scelgono quando possibile
di prendersi una vacanza (72%), che risulta
essere un validissimo
break dalla quotidianit. Un altro aspetto da
cui le persone vogliono
congedarsi la tecnologia, diventata imperante nelle giornate dei
siciliani: molti infatti
scelgono di spegnere il
cellulare (54%) e non
leggere le email (49%),
uno degli strappi
simbolo dellevasione
dalla tirannia della modernit. Un siciliano su

3 invece decide di ritagliarsi i propri spazi dedicando pi tempo alle


proprie passioni e agli
hobby (37%).
Ma perch migliaia di
siciliani scelgono di
dare uno strappo alla
routine proprio con un
aperitivo? Laspetto pi
apprezzato, sottolineato
anche dagli esperti, la
possibilit di conoscere
nuove persone (79%),
sviluppando la socializzazione, che porta con
s il buonumore e la nascita di nuove relazioni.
Vissuto in compagnia,
laperitivo secondo 7
siciliani su 10 rappresenta il momento pi
intenso della giornata,
atteso ogni giorno con
ansia per stare vicino ai
propri amici.
Fondamentale quindi
il ruolo giocato dagli
amici durante le evasioni dalla quotidianit,
un aspetto approfondito
anche dalla scienza, che
ha evidenziato come
lamicizia sia fonte di
concreti effetti benefici. Uno studio dellUniversit di Oxford ha
rivelato che passare del
tempo con gli amici
molto piacevole perch
produce linnalzamento del tono dellumore,
generato dalla naturale
produzione di endorfine, neurotrasmettitori
che rientrano nella categoria degli oppioidi
e che diffondono una
sensazione di benessere. Proprio per questa
ragione gli amici sono
importanti nei momenti di difficolt, rappresentando uno stimolo
a resistere allo stato di
stress.Non solo lavoro,
traffico e code interminabili agli sportelli.
I pensieri che tantissimi siciliani vorrebbero
accartocciare e buttare via riguardano anche le fastidiose commissioni che occupano
il gi risicato tempo
libero (73%), il tragitto
casa-lavoro (64%), con
relativi ritardi e disservizi, le faticose pulizie
casalinghe (57%) e i
ricorrenti rimproveri
del capo (53%). Ma
quali sono le ragioni
che spingono i siciliani a decidere di dare
uno strappo alla propria
routine? Se quasi 7 siciliani su 10 vogliono
dare una svolta alle
noiose giornate troppo
ripetitive (67%), il 53%
ha affermato di volersi
riprendere il proprio
tempo e dedicarne di
pi ai propri interessi
e amici e il 41% vuole
ridefinire gli schemi e
le regole della vita moderna.

Sicilia 9

societ

Ieri nei lo2.400.000 euro


cali dellUfficio Tecni- a Floridia per una
co si riu- nuova scuola
nita la com- innovativa
missione
ontinua
lattivit
paritetica in cdellamministrazione
Scalorino che, nonopresenza
stante i continui no del
Comunale
dellItalGas Consiglio
sulle proposte per la

In foto, un momento
dellincontro.

Metanizzazione, lavori di allaccio e ripristino


stradale termineranno entro il 2015
I

l
completamento
della rete del metano,
il ripristino del manto stradale e lavvio
di una nuova fase di
allacci che partir a
gennaio del nuovo
anno. Di questo si
discusso ieri mattina
nei locali dellUfficio
Tecnico di via Catania, nellambito della
commissione
paritetica consultiva per
i lavori di metanizzazione a cui hanno
partecipato il sindaco,
Roberto Bruno, lassessore ai Lavori pubblici, Gianni Scala, il
responsabile del set-

tore Lavori pubblici,


Corrado Malandrino,
il vicesegretario comunale, Enzo Blundo, i rappresentanti
dellimpresa appaltatrice ItalGas, Zollino
Claudio, Nunzio Ingiusto, Enrico Aceto,
Bartolo Lombardi e
Santi La Rosa. Un
incontro proficuo ha
dichiarato il sindaco Bruno -, che ci fa
ben sperare riguardo
al completamento dei
lavori e al ripristino di
tutte le strade comunali interessate dagli
scavi. Nello specifico, sono stati sei i

punti trattati in seno


alla commissione, mirati alla fornitura del
servizio e al completamento dei lavori per
cancellare i disservizi
che ci sono stati in
questi ultimi mesi.
Per quanto riguarda
ha dichiarato lassessore Scala - il rispetto del programma
dei lavori per il ripristino definitivo della
rete e le diramazione
delle sedi stradali si
prevede lultimazione
entro la fine del 2015.
Inoltre, sempre entro
il 2015 verr attivata
la rete con leroga-

zione e, successivamente allattivazione


stessa e su specifica
richiesta dei cittadini,
le nuove istanze verranno riconsiderate
a partire dal nuovo
anno con lavvio della
seconda fase. Nelle
nuove attivazioni, i
tratti di rete saranno
gratuiti fino a 8 metri
e i tratti di derivazione
di utenza gratuita fino
a 10 metri, per ogni
utente richiedente. Ed
stata anche risolta
lincognita dei cortili.
La risoluzione della tematica dei cortili
catastalmente privati

Baglieri coord.Commercianti di CNA Siracusa: un risultato importante

Riattivata la raccolta
dei rifiuti per
i ristoratori a Noto

Riattivata la raccolta dei rifiuti per i ristoranti di Noto nel


fine settimana. Lo comunica
il coordinatore del raggruppamento dei Commercianti
di CNA Siracusa Giorgio
Baglieri, ristoratore netino.
La decisione dellamministrazione comunale, dopo lo
stop di qualche settimana fa
nella raccolta durante il week
end, arriva a margine di un
incontro tra il dirigente della
CNA ed il Sindaco Corrado
Bonfanti. Nel corso dello
stesso stato rappresentato lo
stato di estremo disagio per

i ristoratori netini costretti, nel


fine settimana, a dover lasciare
allesterno dei locali i rifiuti con
evidenti difficolt in termini di
salubrit e di decoro.
Dopo una valutazione nel merito, fatte le opportune valutazioni il Sindaco ha cos disposto
la riattivazione del servizio fino
al 31/12/2015 con lobiettivo,
entro lanno, di valutare nuovamente le condizioni utili a
mantenere attivo il servizio di
raccolta. una ottima notizia
- commenta Giorgio Baglieri
perch elimina un evidente
problema per i ristoratori netini

sia in termini di salubrit dei


locali sia in termini di decoro
urbano in un territorio che fa
della bellezza una condizione
di vita ed un principio assoluto
di valore. Ringraziamo il Sindaco per la sensibilit mostrata
e rimaniamo fermamente sul
pezzo per far si che il servizio
non abbia interruzioni anche
lanno prossimo nella piena
consapevolezza che proprio il
week end determina un grande
afflusso di avventori e garantire
la raccolta dei rifiuti rappresenta
una condizione primaria di
civilt.

ha continuato Scala
- passa attraverso lo
strumento della sevit volontaria da parte
degli stessi cittadini,
da sottoscrivere con il
comune per la gestione della rete e per la
richiesta di fornitura
del gas.
Inoltre, nella fase di
gestione della rete
i cittadini residenti
nei cortili pubblici
che hanno rimosso il
cancello in maniera
permanente, potranno
fare richiesta di allacciamento secondo le
modalit previste dal
contratto di servizio.
Dove esiste il cancello
la societ Italgas non
poser nessuna rete di
gas. A disposizione
dei cittadini sar aperto uno sportello per
raccogliere ha concluso il sindaco le
istanze dei disservizi
creati dagli scavi entro la conclusione dei
lavori. Le segnalazioni dovranno avvenire
entro il 30 novembre
nei locali dellUfficio
Tecnico di via Catania.
Allincontro, in via
del tutto eccezionale,
ha partecipato anche
lex deputato regionale Gioacchino La Corte, in rappresentanza
dei cittadini. Lex parlamentare dellArs,
avendo chiesto chiarimenti tecnici sui lavori, stato ammesso,
su disposizione del
sindaco, ad una audizione di 15 minuti.

citt, riesce ad ottenere


finanziamenti comunitari e nazionali per
Floridia ed in particolar
modo per le scuole. Ed
di stamattina la notizia che Floridia rientra
tra i 5 comuni della Regione Sicilia che avranno finanziata una nuova
scuola innovativa e tecnologicamente avanzata per un importo di
2.400.000 euro.
Lamministrazione comunale ha inteso, infatti, partecipare alla
manifestazione di interesse indetta dalla
Regione Sicilia l11
settembre scorso, destinata a quei comuni
proprietari di aree da
destinare ad edilizia
scolastica ed interessati alla realizzazione
di una nuova scuola
innovativa e tecnologicamente avanzata.
Cinque al massimo i
progetti regionali da selezionare ed inviare al
MIUR entro il 15 ottobre, tra questi Floridia
insieme a i comuni
di Siracusa, Lentini,
Monreale e Villabate. Saranno 30 in tutta
Italia i comuni che beneficieranno dei 300
milioni di euro previsti
dalla Legge 107/2015
Buona scuola del
Governo Renzi. Il progetto in sintesi parla
di un modello di istituto comprensivo, che
riunisce, nella stessa
organizzazione, scuola
dellinfanzia, primaria
e secondaria di primo grado. Sar dotata
di impianti alimentati
da energie rinnovabili
(fotovoltaico e solare
termico) e di sistemi
di building automation
per una gestione intelligente dei carichi e per
un monitoraggio costante. Sar dotata di un
impianto di fitodepurazione dellacqua, un
impianto per il riutilizzo dellacqua piovana
per lirrigazione delle
aree verdi, prevedendo
anche il reinserimento
dellacqua allinterno
degli scarichi dei servizi igienici.

societ 10

Sicilia 17 ottobre 2015, sabato

Riqualificazione dellarea industriale


di Augusta_Parco urbano e Living Machines
Inbar-Siracusa
il Premio Ugo
Cantone migliore
Tesi in linea con
Bioarchitettura e la
Mostra Sviluppo
Creativo alla XXV
settimana della Cultura Scientifica Miur

Scandalo Volkswagen:
anche a Siracusa si
avvia una class action

le aziende dellintero comprensorio montano in ginocchio dAlla crisi

Una norma intelligente a sostegno


degli allevatori siciliani

la giornalista Santina
Giannone che tra gli
interventi programmati della giornata ha
invitato lassessore
Valeria Troia e il sindaco Antonello Rizza a indicare il loro
punto di vista. Ne
seguito un dibattito
sullo stato dellarte e
lindicazione di progetti in itinere.
A conclusione dei
lavori si tenuta la
cerimonia di premiazione. A consegnare
le targhe la prof.ssa
Fernanda Cantone e
lavv. Giuseppe Calvo presidente del Cua
che ha auspicato di
incentivare
questo
tipo di collaborazioni
per la crescita culturale del territorio e
nella prospettiva di
realizzare alcuni di
questi progetti sollecitandone il finanziamento anche da parte
delle pubbliche amministrazioni.

Di seguito le motivazioni della Commissione alla Tesi


premiata: per la particolare sensibilit ed
audacia con cui stato affrontato il tema
della riqualificazione
dell'area industriale
siracusana, centrando
gli obiettivi legati a
questa terza edizione
patrocinata da Expo
Milano grazie alla
progettazione di un
parco urbano e di una
living machines che
in se racchiudono il
messaggio universale "Nutrire il Pianeta:
energia per la vita" e
lo fa in maniera del
tutto personale regalandoci
immagini
poetiche e visioni
future quantomai in
linea con la bioarchitettura.
Menzioni speciali per
le due sezioni recupero-tecnologica
earchitettonica-paesaggistica attribu-

ite rispettivamente a
Elenia Dimauro e a
Gabriele Randone.
Sempre nellambito
della
XXV Settimana della Cultura
Scientifica e Tecnologica MIUR e di cui
lInbar Siracusa_Istituto di ricerca ha
come responsabile
scientifico la PH.D.
Francesca Pedalino,
stata inaugurata
la Mostra "Sviluppo Creativo in linea
con Bioarchitettura"
aperta dal 12 al 17
ottobre presso lo spazio espositivo della
SDS di Architettura;
si tratta dei lavori che
hanno
partecipato
alle tre edizioni del
Premio Migliore Tesi
in linea con Bioarchitettura, studi provenienti dalle Universit italiane che hanno
per tema analisi e
progetti sul territorio provinciale siracusano.

l movimento dei Consumatori - sezione Provinciale di Siracusa ha intrapreso


una apposita campagna informativa
vertente al censimento delle autovetture
Volkswagen della provincia, interessate
dal cosiddetto "dieselgate" e alla promozione di una correlata class action.
La condotta dell'azienda automobilistica tedesca e le sue refluenze dirette in
materia di impatto ambientale impongono un serio intervento delle associazioni a tutela dei consumatori e dei
cittadini poich situazioni di questo tipo
non accadano pi, chiedendo quindi
all'azienda di risarcire i danni arrecati
agli acquirenti e alla collettivit. Nella
specie, Volkswagen ha utilizzato un software per truccare i dati delle emissioni
inquinanti di milioni di auto vendute in
America e in Europa.
Quindi anche i consumatori italiani hanno acquistato automobili con caratteristiche inquinanti non conformi a quelle
presentate e promosse al pubblico,
anche attraverso la rete di vendita, nei
contratti, nella documentazione informativa e promozionale, nelle campagne
pubblicitarie. Negli Stati Uniti, come
rilevato dalla Environmental Protection
Agency (EPA), Volkswagen ha utilizzato nelle sue auto un software installato appositamente nella centralina del
motore per di ottenere, nei test di omologazione, dati sulle emissioni in linea
con i parametri richiesti per i veicoli
diesel: il risultato che nella normale
guida su strada invece le emissioni reali
possono superare fino a 40 volte quelli
dichiarati.
Ora Volkswagen ha ammesso che
questo trucco stato usato anche per i
modelli venduti in Europa e in Italia. Il
Movimento provveder quindi a diffidare formalmente i vertici di Volkswagen
onde intraprendere una possibile soluzione transattiva ed in caso di riscontro
non congruo, saranno adite le vie legali
per ottenere un adeguato ristoro dei
danni patiti.
Gli interessati sono pregati di contattare via mail la Sezione di Siracusa
del Movimento ed indicare il modello
dell'autovettura in possesso oltre ai dati
identificativi del proprietario al fine di
essere ricontattati ed informati.

Sicilia 11

societ

cultura

Il figlio
maschio
nuovo
romanzo di
Russo: il primo vero segnale positivo e concreto della Politica Giuseppina
Torregrossa
regionale nei confronti del settore agricolo e zootecnico

Una norma intelligente

Nella foto repertorio: il


preside Ugo Cantone.

iulia Aruta la
vincitrice di questa terza edizione
del premio istituito
dallInbar Siracusa
con la sua Tesi di
Laurea dal titolo
Riqualificazione
dellarea industriale di Augusta_Parco
urbano e Living Machines. La cerimonia di premiazione si
tenuta ieri mattina
alla presenza delle
numerose istituzioni
territoriali.
Ad aprire i lavori
il
presidente
dellInbarSiracusa
il Ph. D. Massimo
Gozzo che ha ringraziato per la collaborazione il presidente della SDS di
Siracusa Prof. Bruno
Messina, la soprintendente dei BBCC
Dott.ssa
Rosalba
Panvini e gli ordini
professionali patrocinanti liniziativa. A
moderare lincontro

17 ottobre 2015, sabato

a sostegno degli allevatori siciliani e a tutela e a


salvaguardia dellintero
patrimonio zootecnico
regionale.
Cos Luca Russo Assessore dellUnione dei
Comuni Valle degli Iblei,
con delega allagricoltura
definisce lart. 43 della
Legge Regionale 7 maggio
2015, n.9 che recepisce
lemendamento del Deputato regionale Vincenzo
Vinciullo, per incentivare
lacquisto di riproduttori,
sia maschi che femmine,
nel settore della zootecnia.
Negli ultimi anni ha
dichiarato Russo le
aziende agricole dellintero comprensorio montano sono state messe in
ginocchio dagli effetti
negativi della crisi che sta
investendo lintero settore
agricolo e zootecnico e,
non da ultimo, dai furti
sempre pi ricorrenti che
hanno fatto registrate un
notevole incremento del
fenomeno dellabigeato.
Questa norma ha aggiunto Russo non risolver
certamente i problemi che

le aziende stanno vivendo,


ma rappresenta un valido
aiuto oltre ad essere, dopo
lunghi anni di promesse
mai mantenute, il primo
vero segnale positivo e
concreto della Politica
regionale nei confronti del
settore agricolo e zootecnico siciliano.
Come si legge nella Circolare Esplicativa dellart.
43 della Legge Regionale
7 maggio 2015, n.9, infatti,
saranno concessi aiuti in
conto capitale, fino a un
massimo del 25 per cento
del costo del capo, a tutti

gli allevatori, singoli o associati, che acquisteranno


bovini, bufalini, ovini, caprini, suini, equini ed asini.
Soddisfazione stata
espressa anche dal Consigliere Comunale Giuseppe
Valvo e dal Presidente provinciale degli allevatori di
Siracusa, Nicola Antonio
Uccello.
Lart. 43 della Legge
Regionale 7 maggio 2015,
n.9 ha commentato
Valvo oltre ad essere un
concreto aiuto economico
per lacquisto di nuovi capi
da allevare che bene si

prestano ad incrementare
e migliorare le produzioni
del latte e della carne,
rappresenta una opportunit per quanti vorranno
investire nel recupero
delle razze autoctone
come per esempio il suino
nero siciliano che bene si
presta anche ai fini della
produzione di prodotti
tipici di qualit.
Adesso ha dichiarato
Uccello occorre che le
associazioni di categoria si
impegnino in una attenta
e positiva attivit di informazione al fine di consentire a quanti pi soggetti
possibili di accedere agli
incentivi. Come Aras di
Siracusa ha concluso
Uccello - per dare il nostro
contributo concreto abbiamo promosso, per venerd
16 ottobre alle ore 21.00,
presso i locali dellex
biblioteca del Comune
di Palazzolo Acreide, un
incontro tra gli allevatori
e il deputato regionale
Vincenzo Vinciullo, per
approfondire i contenuti
della norma e diffondere
le modalit di accesso agli
incentivi.

Il Gusto della Luce - Expo e Territori, evento ufficiale della Code Week europea

Green Coding: rispettare lambiente


giocando con le nuove tecnologie
In occasione della Code Week l'Area Marina Protetta del Plemmirio
aderisce all'iniziativa europea inserendola all'interno del programma
di eventi del Gusto della Luce Expo e Territori per promuovere
le eccellenze del nostro territorio
scommettendo sull'educazione e la
sensibilizzazione dei pi giovani al
rispetto per l'ambiente attraverso le
nuove tecnologie.
Il laboratorio sar tenuto da Marco
Scalet dell'associazione Futuro Solare Onlus e si rivolge ai giovani di una
fascia di et compresa tra gli 8 ed i 15
anni per far si che l'apprendimento di
queste competenze avvenga in modo
divertente e giocoso ed allo stesso

tempo sia capace di sensibilizzarli


al rispetto per l'ambiente e la natura.
Si tratta di un laboratorio botanico
in miniatura utilizzando la famosa

scheda di prototipazione arduino.


Il linguaggio sar molto semplice e
permetter ai bambini di programmare il proprio "plantoratory", un
sistema che consiste nel creare un
sensore di umidit che avvertir
tramite tre led colorati (rosso, giallo
e verde) quando la pianta che si sta
monitorando ha bisogno di essere
innaffiata, inoltre tramite l'uso di una
fotoresistenza "plantoratory" sar
in grado di avvertirci se la luce che
arriva alla pianta sia sufficiente alla
buona salute della stessa.
Il tutto sar ovviamente realizzato
rispettando i canoni di sicurezza per
un bambino, cio utilizzando una
semplice batteria da 9volt.

N el

pomeriggio alle
diciotto presso la libreria
Gab di corso Matteotti
sar ospite la scrittrice
siciliana Giuseppina Torregrossa. Siracusa una
delle tappe scelte dall'autrice per presentare il suo
nuovo romanzo, in uscita
l'8 ottobre per Rizzoli, dal
titolo Il figlio maschio.
La palermitana Torregrossa ci porta nella sua
isola del 1923 dove Don
Turiddu e Concetta hanno tredici figli e hanno un
modo diverso per sperare
in un loro prospero futuro. Le nove femmine non
se la passano poi male a
vivere nel feudo di Testasecca tra bei vestiti,
qualche corteggiatore e,
certo, le rigide regole del
padre da rispettare. Ma
nei maschi che la famiglia vede storicamente
il suo futuro, peccato
che tre degli splendidi
ragazzotti concepiti nelle
notti focose di Turiddu
e Concetta siano volati
verso altri lidi o a cercare fortuna in Germania
o addirittura alla volta
degli States.
Rimane a Filippo il peso
di sobbarcarsi le aspettative dei due genitori
e decidere se seguire le
orme del padre, verso un
lavoro di responsabilit,
di campagna e di fatica
o seguire i desideri della
madre che lo vorrebbe
uomo di cultura, dietro
un cumulo di libri.
Intanto tra Turiddu e
Concetta si scatena la
guerra per cercare di convincere il figlio a rispettare le proprie volont.
E se vero che la Torregrossa descrive una
famiglia patriarcale dove
era luomo a decidere, ci
racconta anche di altri
preziosi escamotages
delle donne come quello
di farsi valere in camera
da letto, sotto le lenzuola.
Il figlio maschio parla
di uomini e di donne, di
libri e di profumi siciliani
indimenticabili.

attualit 12

Sicilia 17 ottobre 2015, sabato

17 ottobre 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Una corsa al giorno per landata e una per il ritorno

Dal prossimo 15 dicembre Siracusa


riavr il treno diretto per Palermo
che il nostro giornale
stato lunico a sostenere questa battaglia del
territorio. Italia Nostra,
lon. Vinciullo e il nostro
giornale siamo stati i soli
combattenti n campo.
E non possiamo non
ricordare che in questa
battaglia Vinciullo
stato lasciato vergognosamente solo dagli altri
suoi colleghi deputati e
politici in generale.
Durante lennesimo
incontro a Palermo - ha
comunicato lo stesso
Vinciullo - finalmente
mi stata notificata la
notizia. E per questo non
posso che ringraziare
Trenitalia. Nello stesso
tempo Trenitalia mi ha
assicurato che il polo
manutentivo verr portato a Siracusa in quanto
quello di Catania, data la
vicinanza alle abitazioni,
non nelle condizioni
di assolvere alle sue

funzioni.
Il tutto - ha concluso
Vinciullo - avverr entro
il 2016. In questo modo
verr recuperata una
vasta area che stata
cementificata per consentire la costruzione
del polo manutentivo e
troveranno finalmente
giustificazione i molti
miliardi di lire che a suo
tempo furono spesi.
E dobbiamo aggiungere
che questa decisione
torna utile anche per
Trenitalia, grazie alla
funzionalit dello scalo
Pantanelli. Che Catania
non ha. E sono pure opportunit di lavoro. Che
non guastano proprio.
Era ora dice Italia
Nostra. - Gutta cavat
lapidem (la goccia scava
la roccia, ndr.). Merito
all'on. Vinciullo, che ha
seguito questa vicenda
ma anche a Italia Nostra che, in seguito al
cedimento del viadotto
Himera, stata l'unica
associazione a battersi
perch anche Siracusa

avesse il treno diretto


per Palermo. Cos come
era stato per tanto tempo.
Il trasbordo, specie per
famiglie con bambini
piccoli e anziani e per
viaggiatori con bagaglio, - aggiunge Italia
Nostra - un disagio in
via di superamento. Le
coincidenze non sempre
hanno funzionato perch,
a volte, il ritardo accumulato sulla tratta PalermoCatania non consentiva

decisione ancora presa.


Vedremo.
Ma cosa vedremo? Perch? Quando?
La risposta al perch viene
da Gaetano Luca: Perch
Bianco tutti i giorni da
Delrio.
Incalza Vinciullo: Dalle notizie trapelate non
sembra che vi siano state
assicurazioni da parte
del ministro sul futuro
dellAutorit portuale di
Augusta e sul rispetto
dei vari atti vigenti. Per
questo motivo continuo
a chiedere ai sindaci e ai
presidenti dei Consigli dei
21 Comuni della provincia
di Siracusa di mobilitarsi
per difendere la sede di
Augusta dal momento che
la legge, il regolamento e
le varie altre norme prevedono gi che la sede venga
assegnata ad Augusta.
Vinciullo insiste anche
sulla necessit di impedire la realizzazione
dellhot spot allinterno
del porto commerciale
megarese. E aggiunge:
Colpisce il fatto che
nessun deputato della
provincia di Siracusa,
nemmeno i grillini Zito
e Marzano, siano stati
invitati mentre risultavano
presenti deputati di altra
provincia siciliana e di altra regione. Cos come non

si pu sottacere lassenza
dei sindaci di Priolo e di
Melilli, soci dellAutorit
portuale, anchessi non
invitati.
Su questa vicenda afferma ancora Vinciullo
- abbiamo detto che non
ci dobbiamo dividere, ma
invece si marcia a ranghi
separati. Invito quindi
tutti i deputati nazionali e
i senatori della provincia
di Siracusa, tutti, nessuno
escluso, a organizzare, al
massimo per la prossima
settimana, un incontro
col ministro Delrio a cui
dovranno partecipare la
deputazione nazionale e
regionale, tutti i sindaci
della provincia di Siracusa
e in modo particolare
quelli di Augusta, Melilli
e Priolo, nei cui territori
ricade il bacino portuale,
e i segretari provinciali
delle organizzazioni dei
lavoratori, in modo che,
in maniera unitaria e
senza divisione alcuna, si
rappresenti al ministro la
posizione unitaria della
provincia di Siracusa, al
di l di tatticismi e furbizie che fin dallinizio
sembrano caratterizzare
questa vicenda.
Il porto di Augusta e
la sua Autorit portuale
- conclude Vinciullo appartengono a tutta la

provincia aretusea. E tutta


la provincia ha lobbligo
politico, ma anche morale,
di difenderli in maniera
chiara, senza consentire
ad alcuno di dire io non
cero. Per questo motivo
necessaria la massima
concertazione, senza fughe in avanti che poi sono
lanticamera del dire io
non sono stato coinvolto.
Invece tutti devono essere
coinvolti, ognuno di noi
deve rinunciare a parte
delle proprie prerogative
per lobiettivo comune:
salvare lAutorit portuale
di Augusta, che non mi
sembra essere salva, anzi
mi sembra in assoluto e
certo pericolo. Torna
alla mente la risposta di
Romano Prodi al nostro
direttore Giuseppe Bianca: rischiamo il soffocamento del porto da
parte del territorio, come
a Gioia Tauro e Taranto.
Torna alla mente quel
che ha detto il cardinale
Agostino Vallini, vicario
del Papa per Roma: Serve
una nuova classe dirigente. Torna alla mente quel
che diceva il generale napoleonico Helmuth Karl
Bernhard Graf von Moltke
e ripeteva nel 1950 Giulio
Pastore, il fondatore della
Cisl: Bisogna marciare
divisi per colpire uniti.

Successo di Italia Nostra, di Vinciullo e del nostro giornale


di Salvatore Maiorca

Dal

prossimo 15 dicembre, con il nuovo


orario ferroviario, ci
sar un treno diretto
Siracusa-Palermo, con
partenza il mattino da
Siracusa e ritorno la sera
da Palermo. Le ore esatte
saranno conosciute con la
pubblicazione del nuovo
orario. Per altre corse durante la giornata si dovr
sempre fare coincidenza
a Catania.
Con i disagi del trasbordo
per passeggeri anziani e
famiglie con bambini e
bagagli. Inoltre nel 2016
le attivit di manutenzione saranno trasferite da
Catania nello scalo merci
Pantanelli.
La notizia stata diffusa
dal deputato regionale
Enzo Vinciullo, presidente della commissione
Bilancio e Programmazione dellAssemblea

regionale. Ed ha riscosso
il plauso di Italia Nostra,
Sezione di Siracusa,
la quale, in un comunicato, ha espresso il

proprio compiacimento per lesito positivo


che hanno avuto le sue
numerose segnalazioni
per il miglioramento e

il potenziamento del
servizio ferroviario sul
nostro territorio.
Non possiamo non ricordare, a questo punto,

Per altre corse durante la giornata


si dovr sempre fare coincidenza
a Catania. Con i disagi che ne derivano

trasporti Il ministro Delrio alla delegazione grillina: Vedremo

urante Autorit portuale di Augusta in bilico.


Ma quella di Augusta
lunica Autorit portuale
dItalia autosufficiente,
che si regge esclusivamente con glincassi delle
attivit del porto. Lo
afferma Gaetano Luca,
rappresentante deglimprenditori nel Comitato
portuale, dopo lincontro senza risultato fra la
delegazione monca e il
ministro delle Infrastrutture Del Rio. Ci nonostante rileva Luca il
destino di questAutorit
rimane appeso a un filo
per lazione demolitrice
di Catania, il cui sindaco
Enzo Bianco va tutti i
giorni da Del Rio.
E preoccupazioni per il
futuro dellAutorit portuale di Augusta ribadisce
anche Vincenzo Vinciullo,
presidente della Commissione Bilancio e programmazione allARS.
Abbiamo il piano regolatore del porto approvato.
Abbiamo progetti per
ventanni di lavoro afferma Luca. A cominciare
dalle bonifiche. Ma bisogna realizzarli. La politica, invece di realizzare i
progetti, litiga e rimane

Autorit portuale di Augusta in bilico


Luca: E lunica dItalia autosufficiente

Progetti per cinquantani di lavoro ma Catania vuole tutto

Gaetano Luca

inerte. Abbiamo un incasso


di 30 milioni lanno dai soli
diritti di ancoraggio. Abbiamo impegnato 9 milioni
di euro per la realizzazione
del bacino di demolizione
navi. Che significherebbe
lavoro per una cinquantina
danni. Ma intanto restia-

mo bloccati. E rischiamo di
perdere la sede dellAutorit portuale.
- Ma le bonifiche non
ostacolerebbero lattivit
portuale?
Assolutamente no, perch
verrebbero eseguite per
comparti. Senza nessun

intralcio per le attivit


portuali. A questo punto ricordiamo i numeri
dei porti di Augusta e di
Catania che avevamo gi
riportato mercoled scorso:
Entrate: Catania 4.437.158,
Augusta 21.030.113.
Risultato di amministrazione: Catania 6.818.548,
Augusta 112.644.894.
Risultato economico: Catania 1.466.190, Augusta
37.692.192.
Patrimonio netto: Catania 7.519.181, Augusta
100.436.736.
Sono dati dello stesso ministero delle Infrastrutture,
dai quali risulta evidente
la supremazia del porto
di Augusta su quello di
Catania. Ma ancora rimane
in sospeso la decisione del
ministro Delrio sulla scelta
dellAutorit portuale per
la Sicilia orientale. Lo conferma la elusiva risposta
del ministro alla delegazione grillina: Nessuna

Nel 2016 nello scalo merci Pantanelli il


polo di manutenzione. E ora una nuova
battaglia: la riapertura della tratta dismessa Noto-Pachino. Successo del Treno del cioccolato e del Treno del barocco.
La tenacia ha dato buoni frutti

al treno in coincidenza
di attendere. Quindi i
viaggiatori, specie quelli
dell'ultima corsa, erano
lasciati alla ventura di
qualche intercity di passaggio.
Appuntamento dunque
il 15 dicembre alla stazione!
Ringraziamo lon.
Vinciullo e Trenitalia
conclude la nota di
Italia Nostra - per avere
finalmente sollevato i

siracusani dal disagio del


trasbordo alla stazione
di Catania (bambini,
anziani, bagagli da un
treno allaltro in pochi
minuti) e dalle disavventure delle mancate
coincidenze dovute ai
ritardi. Le numerose criticit della viabilit isolana
stanno inevitabilmente
rivalutando il treno come
mezzo di trasporto. La
politica ne prenda atto.
Italia Nostra lha gi fatto
in tempi non sospetti nel
rispetto della storia, della
cultura e dellambiente.
Lo strepitoso successo
di iniziative turisticoculturali come Il Treno
del cioccolato e Il
Treno del Val di Noto
(con 500 persone a bordo)
dimostrano che anche le
tratte storiche sottoutilizzate o dismesse hanno un

Sicilia 13

attualit

Sotto il titolo il treno Palermo-Catania. Al centro lo scalo merci Pantanelli. A


destra il comitato per il recupero della tratta dismessa Noto-Pachino

gletto (pochi treni) n che


un solo metro di binario
venga smantellato.
Va quindi recuperata
la storica tratta NotoPachino (dismessa ma
non disarmata, ndr.). Essa
la Ferrovia del vino:
27 chilometri di ferrovia
essenzialmente integra
ancora, in un paesaggio
agrario e costiero, che rischia lo smantellamento
per una visione riduttiva.
Lungo questo tracciato
insistono stazioni di interesse turistico-balneare
(Noto Marina, Noto Bagni, Marzamemi) e naturalistico (San Lorenzo).
Rimettere il treno, che
un mezzo di mobilit
collettiva, su questa linea,
con un adeguato progetto
di risistemazione, signi-

fica togliere migliaia


di auto da una viabilit
insufficiente e pericolosa,
ridare respiro a Vendicari
il cui parcheggio sotto
sequestro e a Marzamemi soffocata dalle auto.
Nulla toglie che in aree
di pertinenza, ove possibile, si pensi di affiancare
anche forme di mobilit
individuale.
Italia Nostra, conclude
la nota - forte del successo delle benemerite
iniziative di cui sopra e
consapevole delle potenzialit turistico-culturali,
auspica l'apertura di un
confronto leale e costruttivo per la salvaguardia
e il recupero di questa
importante componente
del patrimonio del territorio.

cultura Una polemica che va oltre i limiti delloggetto della contesa

servizio ma per gestione di


potere. E oggi pi che mai
vige il richiamo di Indro
Montanelli proprio nei
confronti dei partiti.
Non vogliamo scriveva Montanelli il 12
dicembre 1991 - la morte
dei partiti, senza i quali
nessuna democrazia
praticabile. Vogliamo il
loro rientro nei limiti
assegnatigli dalla stessa
Costituzione: semplici
associazioni private per
la diffusione delle idee e
dei programmi e la raccolta dei consensi; non
pi mastodontici apparati
di professionisti della politica padroni ormai di tutta
la vita pubblica e di gran
parte di quella privata.
E vogliamo, aggiungeva,
Il sistema uninominale al posto di quello
proporzionale, sul quale i
partiti fin qui sono campati
e ingrassati).
Purtroppo, da allora ad
oggi, la situazione dei partiti cambiata soltanto in
peggio. E la politica, attraverso i partiti, diventata
sempre pi inconcludente
e sempre pi invasiva.
s. m.

futuro.
Italia Nostra sottolinea
quindi la necessit di
recuperare la tratta dismessa Noto-Pachino.
Questi fatti ribadisce
- dimostrano le grandi
potenzialit delle tratte
storiche e il rinnovato
interesse della pubblica
opinione verso questo
storico mezzo di trasporto che attraversa il
territorio con discrezione
permettendo una pi
attenta lettura del paesaggio e dei suoi tratti
distintivi e permettendo
a tutti di viaggiare in maniera piacevole e sicura
utilizzando le strutture
esistenti.
Non possiamo quindi
permettere che un simile
patrimonio giaccia ne-

No alle mani dei partiti sullInda


Allarme sui rischi che corre lIstituto

necessario arginare la invasivit dei partiti sulla cosa pubblica


Palazzo
Baio - riaffermare le regoNo alle mani dei partiti
Greco,
sullInda. No alla invasivit dei partiti sulla cosa
pubblica.
Lennesima polemica
dovrebbe far suonare
lallarme sui rischi che
corre questo benemerito
centenario Istituto. La
polemica si scatenata
per una dichiarazione dei
deputati Sophia Amoddio
e Pippo Zappulla, entrambi del Pd, i quali hanno
chiesto al sindaco e presidente dellInda, Giancarlo
Garozzo, anchegli Pd,
di discutere nel partito la
questione Inda. Dichiarazione alla quale opportunamente il sindaco ha
risposto: la questione Inda
va discussa nel consiglio
di amministrazione, non
nel partito.
Ho inviato due relazioni

sede
dell'Istituto nazinale del
dramma
antico

al ministro per i Beni e


le Attivit culturali per
informarlo in maniera dettagliata sulle vicende giudiziarie che coinvolgono
la Fondazione ha aggiunto Garozzo. - A breve
invier unaltra relazione
per informarlo su quanto
avvenuto nelle ultime
settimane. Il ministero ha
quindi tutti gli elementi
necessari per fornire risposte esaustive.

Risposta opportuna per


la difesa dellInda dalla
invadenza dei partiti.
A sostegno del sindaco
intervenuto Salvo Baio
(sempre Pd) affermando
che spetta al sindaco,
nella qualit di presidente
della Fondazione Inda,
richiamare, statuto alla
mano, il consiglio di amministrazione al rispetto
delle regole e dei ruoli.
Occorre ha sottolineato

le e anzitutto il primato
della collegialit. L'augurio che prevalga il buon
senso e la disponibilit
a trovare un equilibrio e
una sintesi operativa, altrimenti dovr intervenire
il ministro della Cultura,
Franceschini.
Quanto al Pd ha concluso Baio - pu essere
opportuno un confronto interno ma bisogna
stare attenti a non dare
l'impressione di volersi
intromettere nella vita
interna di una istituzione
di rilevanza nazionale.
La questione va dunque
al di l del caso Inda: la
questione di fondo arginare linvasivit di questa
politica, dominante ma
inconcludente, e dei partiti
che la esercitano: non per

CULTURA 14

Sicilia 17 OTTOBRE 2015, SABATO

Il Gal Natiblei nel cluster


Biomediterraneo ad Expo 2015

I monti Iblei, altipiani calcarei abitati da millenni,


che caratterizzano
il cuore del Sudest
dellisola. Un territorio di scenari
naturali selvaggi e
dolci colline in cui
si leggono i segni
delluomo. Nelle
pietre della necropoli di Pantalica,
nei muri a secco
che raccontano la
civilt contadina,
nei dettagli delle
architetture barocche di Palazzolo
Acreide,
inserite
nella World Heritage List dellUnesco. Luoghi in cui
si conserva la genuinit di sapori antichi e si sperimentano buone pratiche
che rinnovano la
civilt contadina.
Al cluster Biomediterraneo si parlato
di eccellenze agroalimentari, come
le olive della cultivar tonda iblea dal
sapore particolarmente fruttato, pluripremiate allultimo Sol dOro di
Verona, che ha eletto Buccheri, paese
di 2000 anime, capitale dellolio extravergine di qualit. E le arance ovali
coltivate nella Valle
dellAnapo,
una
tradizione riscoperta e valorizzata con
laiuto della grande
distribuzione.
Lagenda ha previsto laboratori sulla
colazione
mediterranea, in cui
stato protagonista
il pane dei Fratelli
Vescera, che hanno riscoperto due
grani antichissimi,
il tumminia e il
rossello. Una base
preziosa per lolio,
il miele, le marmellate di frutta e
le conserve a base
di cipolla di Giarratana, una variet particolarmente
dolce, che presidio di Slowfood.
A mezzogiorno un

Luoghi in cui si conserva la genuinit di sapori antichi


e si sperimentano buone pratiche che rinnovano la civilt contadina

intermezzo rinfrescante, con granite


di mandorla, limone e gelsi. E non
mancato il racconto e la preparazione
di uno dei prodotti

dei prestigiosi cru


di Pachino. Andrea
Al titolare del ristorante
Sapori
montani, pi volte ospite della trasmissione tv La

luoghi, riti, piante


e percorsi che producono guarigione;
Francesca
Pedalino
dellIstituto
di bioarchitettura
mediterranea, che

illustrato il segreto
del suo torrone di
mandorle.
Tra gli eventi che
si sono svolti: lo
show cooking di
una coppia di gio-

Al cluster Biomediterraneo di
Expo 2015 ha
eseguito alcune
anteprime del
prossimo lavoro
e brani del suo
repertorio, che
conta una dozzina di album
In foto, chef Quattropani
pi tipici dellisola
secondo le tecniche
dei maestri delle neviere, tipiche
dellarea iblea.
Allora dello showcooking si sono
esibiti sul palcoscenico del cluster tre
chef davvero deccezione: Gaetano
Quattropani, stato
premiato titolo di
King of catering
Platinum ovvero
come migliore chef
di catering, durante
lultima edizione di
Le identit golose. Carmelo Chiaramonte, eclettico
cuciniere errante
incuriosito soprattutto dagli aspetti
antropologici e letterari del cibo. Il
suo piatto stato
accompagnato dai
vini Ros e Nero
Ibleo dell'Azienda Gulfi, cantina
pioniera nella valorizzazione
del
Nero dAvola, il
vitigno a bacca
rossa della Sicilia,
e nella riscoperta

prova del cuoco


che questanno si
aggiudicato la
prestigiosa chiocciola di Slow food
ed stato scelto
come migliore trattoria da Best in
Sicily, il premio
alleccellenza enogastronomica del
magazine on line
Cronache di gusto.
Nei vari pomeriggi si evocata la
bellezza dei luoghi
raccontati da Elio
Vittorini, Antonino
Uccello, Vincenzo
Consolo, Giovanni Verga. E gli interventi sul palco
sono stati intervallati da intermezzi
di musica popolare
dei gruppi Nunn
lapa n musca e I
perciazzucca. Tra
i relatori: Paolino
Uccello, guida ambientale e profondo
conoscitore degli
itinerari naturalistici nellarea archeologica di Pantalica
e di Cava grande,
ha raccontato di

mostrer le caratteristiche delle architetture rurali tipiche dellarea iblea,


masserie, frantoi
e palmenti. Negli
spazi dello speakeasy si sono alternati
gli interventi delle
aziende dellarea
iblea. Si raccontato lantica tradizione dello spiritu re
fascitrari" che gli
apicoltori di Sortino, citt del miele, tramandano da
generazioni. Una
ricetta millenaria
e segreta, tramandata dalle donne
delle famiglie di
apicoltori, rivisitata
dall'azienda Xuto,
che ha prodotto un
distillato di miele
purissimo, Hyblon
che ha esordito con
successo allultimo
Vinitaly. Sicilian
Food company ha
presentato Le delizie del Gattopardo,
marmellate
e conserve senza
conservanti. La famiglia Renna ha

vanissimi cuochi,
vincitori del concorso gastronomico Terra Matta ideato dal Consorzio
Chiaramonte, che
ha visto in competizione gli studenti
degli istituti alberghieri siciliani.
Le serate mediterranee al cluster hanno visto
protagonista
il
cantastorie
contemporaneo Carlo
Muratori (chitarra
e voce) con un'insolita formazione
che contamina canzone d'autore, folk
e jazz: Francesco
Cal (fisarmonica),
Rino Cirinn (sax),
Francesco Bazzano (percussioni).
Quattro
concerti
dal titolo proverbiale: Cu havi
cchi sali conza a
minestra, proverbio siciliano che
significa: chi ha
pi sale prepara,
insaporisce, apparecchia, mette insieme la minestra.

Quel sale che inteso come sapienza,


ma anche come pazienza e scienza del
vivere, descrive in
maniera mirabile la
cultura, la civilt, la
sapidit del popolo
siciliano.
Il concerto illustra
questo tema, alternando il piano simbolico a quello del
reale, le metafore
alle istantanee. Di
questo ha cantato
Muratori, del vivere e del sopravvivere, spargendo sale
beneaugurante dietro la spalla sinistra,
sua e del pubblico.
SALE, Puro cloruro di suono sar infatti il titolo del suo
nuovo cd, in uscita
a settembre per letichetta EGEA.
Ascoltare i suoi
cunti come immergersi in quel
mare
millenario,
strada e barriera
di culture, come
transitare per le
trazzere dellisola,
nei suoi concerti recita versi, racconta
storie sulla cultura
della sua terra.
Al cluster Biomediterraneo di Expo
2015 ha eseguito alcune anteprime del
prossimo lavoro e
brani del suo repertorio, che conta una
dozzina di album. Il
cantautore siciliano
si dedica da oltre
40 anni alla musica
tradizionale dellisola,
alternando
limpegno nel recupero di canti della tradizione orale
alla composizione
di nuove canzoni.
Negli anni Settanta
ha lavorato a fianco
delletnologo Antonino Uccello, nella
sua Casa Museo di
Palazzolo Acreide.
Nel 1977 ha formato I Clliri un gruppo folk, dal 1987
ha iniziato la sua
carriera da solista,
collaborando con
Ignazio Buttitta e
Rosa Balistreri.

17 ottobre 2015, sabato

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Deby daltri tempi al De Simone con il Reggio Calabria, altra nobile decaduta

Amaranto ancora in rodaggio


con margini di miglioramento

Francesco Cozza, allenatore dei reggini che stanno


pagando le spese del ritardo nellinizio della preparazione,
fiducioso nel loro rilancio in prospettiva promozione

omenico Pratic a Reggio Calabria un personaggio. Eloquio facile,


battuta
pronta,
dono dellautoironia, requisiti giusti
per impersonare il
ruolo di salvatore della patria nel
momento in cui
il calcio a Reggio
Calabria, dopo gli
illustri
trascorsi
che hanno visto
sventolare il blasone amaranto sui
campi della massima divisione e
della
cadetteria,
stava per scomparire. Era accaduto
infatti che lultimo dei presidenti
storici, Lillo Foti,

succeduto ad Oreste Granillo, si era


stancato del disinteresse della politica locale e della
classe imprenditoriale, fino a disimpegnarsi dalla guida della gloriosa
Reggina. Con la
societ in caduta libera ed estromessa
anche dalla Lega
Pro non restava
che lopportunit
della Lega Nazionale Dilettanti se
proprio non si voleva ricominciare
dalla terza categoria. Ed ecco venire fuori il nome di
Domenico Pratic,
gi braccio destro
di Lillo Foti e una

vita nel calcio da


dirigente, che dopo
essersi
guardato
attorno cap che
non poteva deludere la fiducia dei
tifosi ed accett a
condizione che al
suo fianco, in veste
di direttore generale, ci fosse Gabriele Martino, altra
figura carismatica
del calcio reggino.
Mancava lapporto di un tecnico di
fiducia che fu individuato in Ciccio
Cozza, una vita in
maglia amaranto,
sia da giocatore e
poi da allenatore.
Ma intanto si era
a Luglio inoltrato
con tante cose an-

Noto, la commissione provinciale


rinvia la decisione
sul Palatucci a luned 19
Si resta col fiato sospeso in casa

Noto Calcio, dalla dirigenza alla


squadra, dai tifosi ai semplici sportivi. Il sopralluogo effettuato stamane dalla Commissione Provinciale
di vigilanza sui locali di pubblico
spettacolo, organo istituito nella
Prefettura, stato un ni, ovvero
mezzo si, relativamente ai lavori
ultimati, e mezzo no, per quelli che
invece sono incompleti. Si ricorda
che la Commissione chiamata ad
esprimere un parere sui progetti di
nuovi locali di pubblico spettacolo
e impianti sportivi, o di sostanziali modificazioni a quelli esistenti
(fornendo il parere di fattibilit);
verifica le condizioni di solidit,
di sicurezza e di igiene dei locali
realizzati o ristrutturati (la verifica
dellagibilit). Come noto il Palatucci ha ospitato lultimo evento
pi importante, quello per intenderci con un numero di spettatori significativo e cio la partita del Noto
Calcio, nel maggio 2014, oggi si
parla di rientro nel proprio stadio.
Ben si comprende, per, come que-

sto debba passare oltre che dai lavori di ripristino delle condizioni
minime atte ad ospitare levento in
s, dai pareri degli organi preposti.
Stamane, dunque, primo atto concluso con un rinvio a luned prossimo, 19 ottobre, quando si svolger
il nuovo sopralluogo, alle 11, in cui
la Commissione, per dare il suo parere positivo di agibilit dovr trovare completa la posa della rete di
recinzione. Solo successivamente
potr essere chiesta la visita anche
dei tecnici federali regionali per
il placet definitivo e la riapertura
dello stadio per le gare interne del
Noto Calcio, che, dopo la trasferta
di Marsala, fra due giorni, dovr
prepararsi al derby di domenica
25, ipotetica data del ritorno al Palatucci. La sfida con il Siracusa che
manca dagli anni 70 e che sicuramente porter un numero non indifferente di spettatori, ma, prima
che ci avvenga occorre ultimare i
lavori (oggi pomeriggio gli operai
hanno installato i cancelli) e passare dai pareri sportivi e non.

In foto: Cozza, allenatore del Reggio Calabria al quarto successo

cora da fare, dal


perfezionamento
degli adempimenti
federali per liscrizione alla creazione dellorganico.
Non cera altro da
fare che rinunciare
alle ferie e mettersi
subito al lavoro.
La linea telefonica
di Gabriele Martino divent incandescente, ma nel
giro di quindici
giorni la squadra
era fatta. Nomi
buoni, gente di categoria ed altri dal
buon curriculum.

E Cozza si mise
subito al lavoro
con grande entusiasmo, ma anche
consapevole delle
difficolt di assemblaggio di una
squadra nuova di
zecca. Una squadra che oggi al
cinquanta per cento delle proprie potenzialit ma che
pu esplodere da
un momento allaltro per i margini di
miglioramento di
cui viene accreditata. Vietato dunque per il Siracusa

farsi
illudere
dallattuale classifica deficitaria degli amaranto che,
se mantengono le
odierne
distanze
dalla vetta, da qui
a Natale, contano
ancora - a quanto
garantisce lallenatore - di inserirsi
nel girone di ritorno nella lotta per la
promozione. Eventualit che gli azzurri faranno bene
a tenere nella giusta considerazione.
Fin da domenica!
Armando Galea

Latleta Alba Urso a Roma


per il campionato italiano cadetti
maschile e femminile di karate

Sono in corso di svolgimento al Palafjlkam di Ostia i

Campionati Italiani Cadetti maschile e femminile di Karate.


Latleta aretusea Alba Urso dopo aver centrato la qualificazione il mese scorso a Palermo ai Campionati Italiani
Cadetti atleti nati negli anni 1999-1998 (come ci dice il
direttore Tecnico Roberto DellAquila) parteciper di diritto a Roma giorno 17/18/ Ottobre,
La Karateka allenata dai Tecici Giancarlo Trigilio e Marianna De Simone rappresenter lAssociazione Sportiva
Dilettantistica Centro Sportivo Siracusano Taiji Kase ai
campionati Italiani nella categoria Kg.61.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 17 ottobre 2015, sabato

La manifestazione si Belvedeconcluder re, traquindi dosferta a


menica in
Belpasso
una mattinata veramen- per tornate speciale re al suce appassio- cesso
nante per
Un bel punteggio
di sette punti
il tennis
nelle prime tre
giornate, uno nelsiciliano
le successive due.

Match ball, campionati siciliani veterani


Premio Umberto Cortese alle battute finali
I

l titolo di "campione
siciliano
veterani"di tennis
sar assegnato domenica sui campi
del
T.C. Match ball, al
termine di una bellissima settimana
che ha visto impegnate varie generazioni del tennis
siracusano e siciliano, radunando volti
che in passato han-

Sar assegnato domenica sui campi del


T.C. Match ball, al termine di una bellissima settimana

no rappresentato le
massime categorie.
Infatti nellover 35
si sfideranno il nostro Lele Sammatrice che ha raggiunto
la finale perdendo
appena due game
negli incontri precedenti e che sfider in finale il ragu-

sano Garofalo.
Nellover 40, Venezia e Gasparo
si
contenderanno
al titolo mentre
nellover 45 il favorito
dobbligo
il marsalese De
Vita con classifica
3.1 che si giocher il titolo siciliano

Ippodromo del Mediterraneo


Rayos de Sol attesa protagonista
Rayos de Sol si
ripresenta
sulla
distanza a lei congeniale e sui 1500
metri
dellattesa
condizionata
potrebbe facilmente
vincere.
Lallieva di Marcello Restuccia resta
il punto di riferimento della quarta
corsa, di sabato 17
Ottobre, in programma allIppodromo del Mediterraneo.
Su una curva e sul
tracciato in erba,
rimane altrettanto

competitivo il buon
Samitri. Il punto
interrogativo lo poniamo sul rientro di
Kross Mountain, cavallo di grossi mezzi. Questa la visione
con cui si potrebbe
presentare il Premio
SantElia, corsa riservata a soggetti di
tre anni e oltre.
Gi la seconda corsa, per, distribuisce la perizia sui
buoni soggetti impegnati in un handicap che si corre
sui1100 metri del
dirt. Probabilis-

sima protagonista
Derrochadora, reduce da vittoria e con
un pesino invitante: 57.5 kg in sella.
Alternativa valida
Challengeaccepted,
bene alla prima
uscita siracusana.
Grey Arrow, dallalto della sua qualit,
anche con 65 kg, resta temibile.
Quasi cinquanta i
cavalli che metteranno in scena il galoppo attraverso le
sei corse in palinsesto, con il via fissato
alle ore 15.25.

contro lallenatissimo
Augugliaro
class 3.2. Angileri e
Brocato saranno finalisti dellover 50
con il pronostico a
favore del palermitano Brocato dopo
il forfeit di di La
Fiora prima testa di
serie del tabellone.
La storia tennistica siciliana e direi
nazionale mette di
fronte nella finale
over 55 Leo Panarello, maestro di
tanti allievi siracusani e non diventati
poi campioni e Tonino Longo figura
apprezzata non solo
per il suo gioco ma
anche per il signorile atteggiamento in
campo.
In finale Pippo
Cugno e Gaetano
Greco nellover 60
incroceranno le racchette con una motivazione in pi per
Cugno che dovr
difendere il titolo di
campione siciliano
conquistato lo scorso anno.
La
manifestazio-

ne si concluder
quindi
domenica
18 ottobre in una
mattinata veramente speciale e appassionante per il
tennis siciliano: si
giocher su 6 campi
e simultaneamente
si aggiudicheranno
6 titoli di campione
siciliano veterani
over 35, 40, 45, 50
55, 60 i titoli saranno consegnati dal
Presidente Regionale FIT Gabriele
Palpacelli
il culmine della
manifestazione si
raggiunger con la
attesa consegna del
premio "Umberto
Cortese", indimenticabile
sportivo,
fondatore del circolo siracusano e
grande dirigente del
tennis siciliano.
Sar attribuito un
riconoscimento
speciale all 'atleta
olimpico siracusano Giuseppe Gibilisco , per ricordare i
risultati straordinari
raggiunti nella sua
disciplina salto con
lasta tanto amata
dal Fondatore del
T.C. Match Ball
Siracusa.

Il cammino del
Belvedere nel girone C del torneo
di
Promozione
non ha subto un
rallentamento,
perch
"abbiamo incontrato il
Biancavilla che
deve vincere il
campionato e il
Real Avola che gli
terr testa - commenta Christian
Saraceno -; se poi
consideriamo che
contro gli avolesi
abbiamo giocato
per pi di un'ora in nove contro
undici, penso che
il Belvedere stia
rispettando la sua
tabella di marcia.
Anzi, se vogliamo dirla tutta,
ci mancano due
punti contro il
Trecastagni perch nella partita
casalinga meritavamo di vincere".
Vittoria che il Belvedere cercher
di
conquistare
domani pomeriggio, nell'anticipo
del sesto turno di
andata a Belpasso. "Sar un altro
avversario
che
sulla carta deve
almeno fare i play
off - ha aggiunto
l'esperto giocatore aretuseo - ma
noi
penseremo
solo a fare il risultato. La nostra
mentalit
sar
sempre quella di
dare tutto in campo, avere rispetto
per l'avversario.