Sei sulla pagina 1di 4

Formulario di matematica

G. Sammito, A. Bernardo,
F. Cimolin, L. Barletta, L. Lussardi

Logica

3. Logica
3.1 Logica delle proposizioni
Una proposizione una espressione matematica o verbale che pu assumere i valori di verit vero ( V )
o falso ( F ).
Esempio: 3 un numero primo una proposizione vera.
Esempio: 3-2=5 una proposizione falsa.
Esempio: 7 un bel numero non una proposizione in senso matematico, in quanto non si pu
stabilire se vera o falsa.
L'OR inclusivo o vel, insimboli ,di due proposizioni p e q la proposizione p q , che risulta essere
falsa quando p e q sono contemporaneamente false e vera negli altri casi.
p q pq
V V V
V F V
F V V
F F F

L'OR esclusivo o aut, in simbolo , di due proposizioni p e q la proposizione p q che vera se


le due proposizioni hanno valori logici diversi, falsa se le due proposizioni hanno valori logici uguali.

p q
pq
V V F
V F V
F V V
F F F
La congiunzione logica, o and logico, in simboli di due proposizioni p e q la proposizione p q
che risulta essere vera se le due proposizioni sono vere, risulta falsa se almeno una delle due falsa.
p q pq
V V V
V F F
F
V F
F
F F
La negazione logica, o not, di una proposizione p il predicato p (si usano anche i simboli p
oppure p o anche ! p ) che vera quanto p falso, falsa quando p vero.
p p
V F
F V
Limplicazione tra due proposizioni p e q , che si indica con il simbolo p q , una proposizione
sempre vera ad eccezione del caso in cui p vera e q falsa, quindi ad eccezione del caso in cui una
proposizione vera ne implica una falsa.
p q pq
V V V
V F F
F V V
F F V
www.matematicamente.it

G. Sammito, A. Bernardo,
F. Cimolin, L. Barletta, L. Lussardi

Formulario di matematica

Logica

Si dice anche che p condizione sufficiente per q , cio sufficiente che si realizzi p affinch si
realizzi anche q .
Si dice che q condizione necessaria per p, cio se q non si realizza non si realizza nemmeno p .
La coimplicazione o doppia implicazione tra due proposizioni p e q , che si indica con il simbolo
p q una proposizione vera se p e q hanno valori logici uguali, falsa altrimenti. La
coimplicazione equivale a ( p q ) ( q p )
p q pq
V V V
V F F
F V F
F F V
Si dice che p condizione necessaria e sufficiente per q.

3.2 Logica dei predicati


Predicati. Un predicato una propriet che si riferisce a una classe di individui.
La logica dei predicati del primo ordine quella in cui si introducono nomi per individui e per
predicati e le variabili sono solo individuali.
Il quantificatore universale si indica con il simbolo e si legge per ogni. La scrittua x A si
legge per ogni x appartenente all'insieme A . Se p ( x) una proposizione logica, l'enunciato
x A p (x) vero se e soltanto se p(x) assume valore vero per ogni x appartenente all'insieme A .
Il quantificatore esistenziale si indica con il simbolo e si legge esiste. La scrittua x A si legge
esiste x appartenente all'insieme A . Se p(x) una proposizione logica, l'enunciato x A p (x)
vero se e soltanto se p(x) assume valore vero per qualche (almeno uno) x appartenente all'insieme A .

Scambio tra quantificatori


xA ( x ) xA ( x ) Per ogni x vale la propriet A equivale a dire Non esiste un x per il quale
non vale la propriet A.
xA ( x ) xA ( x ) Esiste almeno un x che verifica la propriet A equivale a dire che Non
vero che per ogni x non vale la propriet A).
xA ( x ) xA ( x ) Esiste almeno un x per il quale non vale la propriet A equivale a dire che
Non vero che per ogni x vale la propriet A.
xA ( x ) xA ( x ) Non esiste un x che verifica la propriet A equivale a Per ogni x non vale la
propriet A.

3.3 Sillogismi
Un sillogismo uninferenza costituita da due premesse e una conclusione, le due premesse devono
avere una propriet in comune e nella conclusione ci sono le altre due propriet presenti nelle
premesse.
Esempio: Mario un Italiano. Ogni italiano un europeo. Quindi Mario un europeo.

www.matematicamente.it

G. Sammito, A. Bernardo,
F. Cimolin, L. Barletta, L. Lussardi

Formulario di matematica

Logica

I sillogismi sono di questi quattro tipi:


- Universale affermativa: Tutti i P sono Q (Ogni P Q)
- Universale negativa: Tutti i P non sono Q (Nessun P Q)
- Particolare affermativa: Qualche P Q (Esiste un P che Q)
- Particolare negativa: Qualche P non Q (Esiste un P che non Q)
Possono essere rappresentati con dei diagrammi di Eulero-Venn
Universale negativa

Universale affermativa
Q

P
P

Tutti i P non sono Q

Ogni P Q

Particolare negativa

Particolare affermativa
Q

Qualche P Q

Qualche P non Q

Figura1.IquattrotipidisillogismorappresentaticondiagrammidiEuleroVenn

Modus tollens una proposizione composta del tipo

( p q ) q p , cio se la proposizione p

implica la proposizione q e se q falsa, allora falsa anche p.


Modus ponens una proposizione composta del tipo ( p q ) p q , cio se la proposizione p
implica la proposizione q e se p vera allora necessariamente anche q vera.
Una tautologia una proposizione logica che assume sempre il valore di verit, indipendentemente
dall'assegnazione di verit delle variabili logiche.
Esempio: p p una tautologia, in quanto vera sia se p vera sia se p falsa.
www.matematicamente.it

G. Sammito, A. Bernardo,
F. Cimolin, L. Barletta, L. Lussardi

Formulario di matematica

Logica

3.4 Algebra di Boole


Lalgebra di Boole una strutture algebrica che descrive lessenza del calcolo proposizionale. Su un
insieme B, formato da almeno due elementi, si danno le operazioni AND , OR , NOT e due
elementi particolari 0, 1; il primo corrisponde a falsol, il secondo a vero.
Degli operatori AND e OR si hanno i corrispondenti termini negativi NAND (not and) e NOR (not or),
e il termine esclusivo XOR (or esclusivo).

Regole di calcolo
x 1 = 1
x 1 = x
x0 = 0
x0= x
x (x) = 0
x ( x ) = 1
x x = x
xx = x
(x) = x
x y = y x
x y = yx
x ( y z) = ( x y) z
x ( y z) = ( x y) z
x ( y z) = ( x y) ( x z)
x ( y z) = ( x y) ( x z)
x ( x y) = x
x ( x y) = x
( x y ) ((x) z ) ( y z ) = ( x y ) ((x) z )
( x y ) ((x) z ) ( y z ) = ( x y ) ((x) z )

V l'elmento assorbente di
V l'elemento neutro di
F l'elemento assorbente di
F l'elemento neutro di
teorema della complementazione
teorema della complementazione
teorema di idempotenza
teorema di idempotenza
teorema di involuzione
propriet commutativa
propriet commutativa
propriet associativa
propriet associativa
propriet distributiva di rispetto a
propriet distributiva di rispetto a
propriet di assorbimento
propriet di assorbimento
propriet del consenso
propriet del consenso

Leggi di De Morgan. Nell'algebra di Boole valgono due importati leggi, duali l'una dell'altra, il cui
enunciato il seguente:
( x1 x2 xn ) = (x1 ) (x2 ) (xn )
( x1 x2 xn ) = (x1 ) (x2 ) (xn )
Queste due leggi affermano che il complemento dell'OR (inclusivo) di n variabili logiche equivale
all'AND logico dei complementi delle singole variabili e che il complemento dell'AND logico di n
variabili logiche equivale all'OR (inclusivo) dei complementi delle singole variabili. Pertanto l'OR
inclusivo pu essere espresso facendo uso degli operatori NOT e AND logico e viceversa per l'AND
logico. Quindi gli operatori AND, OR inclusivo, NOT formano un insieme ridondante.

www.matematicamente.it