Sei sulla pagina 1di 14

Scritture di movimenti

Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni

IL CORPO
E LA SUA DANZA

Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA


Incontri di studio per la formazione di Atelieristi del movimento
Nellarco degli ultimi dieci anni, la progettazione di percorsi educativi nelle scuole dellinfanzia e Nidi
comunali e cooperativi ha sperimentato con i bambini di varie et, con gli adulti e con i bambini e adulti
insieme, un ambito dindagine nuovo che intreccia il movimento del corpo con la danza. Fra questi percorsi,
senza dubbio importante quello realizzato nel 2004 da tre danzatori della Compagnia Aterballetto insieme
ai bambini della Scuola Choreia, in collaborazione con Reggio Children, che ha reso possibile la straordinaria
esperienza de Il Corpo che Narra, aprendo anche per la Fondazione Nazionale della Danza una nuova
prospettiva del movimento in contesti altri da quello quotidianamente esplorato. I risultati e le suggestioni
emersi da tutte queste esperienze sono parsi molto interessanti ed cresciuto il desiderio di approfondire il
tema del corpo e della sua danza integrandolo pi complessivamente nella
filosofia educativa del Reggio Approch che prevede la possibilit e la competenza soggettiva e di gruppo di
utilizzare una molteplicit di linguaggi (discipline), definiti e conosciuti metaforicamente come i Cento
Linguaggi che appartengono al Bambino e alluomo e con i quali ci si pu esprimere e intrecciare la
comunicazione.
Reggio Children e Fondazione Nazionale della Danza - Aterballetto, dopo alcuni incontri di riflessione,
propongono di avviare un progetto di ricerca teso a sviluppare una nuova conoscenza e competenze sul tema
della corporeit. La necessit di riaggiornare gli sguardi pedagogici in questa area espressiva deriva dalla
convinzione di quanto la consapevolezza del proprio corpo, la sua comunicazione, le esperienze corporee
siano importanti nello sviluppo della soggettivit e della relazione con gli altri, lo spazio, le cose. La scelta
di coinvolgere nella ricerca un ambito specialistico come la danza, deriva dal fatto che riconoscendo al
linguaggio del corpo un valore fortemente simbolico e comunicativo, la danza risponde a questa sintesi
creativa. Il percorso proposto ha dunque tra i suoi principali obiettivi lo sviluppo di una nuova e originale
consapevolezza teorica e concreta sul corpo e la sua danza.
Queste prime giornate di studio saranno al tempo stesso unoccasione di formazione e parte integrante
di una ricerca complessa il cui sviluppo porter, fra le altre cose, anche allattivazione di un master
internazionale per la formazione di Atelieristi del movimento.

proprio oggi, quando il tempo dellinfanzia si sbrigativamente accorciato, mentre troppo di ci che lo
riguarda invade lindustria del consumo, che la danza si mostra sorprendentemente capace di raccogliere la
memoria lunga di questa nostra prima libert Mauro Bigonzetti
Pensiamo che il cervello non sia ingabbiato dai geni, che il pensiero sia modificabile perch interazionista
con lambiente, che lintelligenza sia frutto di cooperazioni sinergiche delle varie parti cerebrali. Per questo
sosteniamo che tutti i linguaggi di vita dei bambini nascono con loro. Sono atti interagenti e dotati di
attrezzature esplorative e percettive in grado di organizzare informazioni e sensazioni e di ricercare scambi e
reciprocit. (...) Loris Malaguzzi
parlare senza voce si parla con i gesti... sono importanti i gesti per capire Andrea s., 4 anni
se trovi un modo puoi dire tutto.; la tristezza viene dalla testa, la rabbia sento che viene su dalla pancia, e
la felicit viene dalle gambe Augusto, 5 anni
i pensieri sono qua nel cervello... devi dirli dalle orecchie dalla faccia dalle gambe dalla pancia Morgan 5 anni
La scrittura coreografica ci testimonia come si pu provare ad andare al di l delle cose, riporta lessenzialit
del bello, porta alla creazione, al di l della necessit, esprime la forza al di l della forza Jerome Bruner

A chi si rivolge
Insegnanti, atelieristi, pedagogisti, danzatori, educatori, e in generale a tutti i professionisti che sono alla
ricerca di un nuovo modo di porsi allinterno dellesperienza educativa e dei processi di conoscenza del
bambino e delladulto attraverso il movimento del corpo come forma di comunicazione e relazione.

Una formazione integrata


Il percorso di formazione sinserisce nel contesto dellatelier cos come questo stato definito e realizzato
nellesperienza educativa di Reggio Children: luogo della ricerca, dellinvenzione, dellempatia e
dellesperienza agita, che si esprime attraverso 100 linguaggi nelle scuole e nella citt, si espande oltre
linfanzia comprendendo let adulta.
In questo approccio la struttura del percorso proposto non si sviluppa attraverso moduli che separano i
diversi linguaggi ma in un contesto esperienziale come quello dellatelier nel quale i contenuti sintrecciano
in un costante dialogo e rimando.
Con presentazioni, documentazioni commentate e laboratori teorici e pratici-corporei strettamente
connessi tra di loro.
Saranno quindi temi di dibattito interdisciplinare con referenti in campo pedagogico, coreografico,
dellatelier, della scenotecnica e dellilluminotecnica.

Calendario degli incontri


Venerd 22 marzo 2013 ore 14.30-20.00
Fonderia - Fondazione Nazionale della Danza
APERTURA DELLE GIORNATE DI FORMAZIONE: SALUTI
a cura di Reggio Children e Fondazione Nazionale della Danza-Aterballetto
CORPO MENTE
Lidentit e i contenuti di questa tesi si connotano nella relazione tra pedagogia e i diversi saperi in campo
culturale, artistico, scientifico con i contributi delle neuroscienze e del mondo della danza. una tesi che si
propone di offrire spunti per un dialogo ed un dibattito intorno allidea di corpo non visto solo da un punto
di vista anatomico funzionale, ma corpo portatore di saperi e capace di costruire apprendimenti. Una tesi
che si propone di valorizzare quanto gi il contesto culturale e scientifico ci offre e di assumere, come zona
di approfondimento al nido ed alla scuola dellinfanzia, l ascolto delle potenzialit espressive del corpo e
suggerire nuove sensibilit e nuovi interrogativi attorno allidea di composizione del gesto e del movimento.

15.00-17.00
ATELIER PROPOSTO A DUE GRUPPI SUI TEMI DEL LINGUAGGIO DEL CORPO E LE SUE SINTASSI
1O gruppo GLI ALFABETI DEL CORPO WORKSHOP
Il workshop esplora attraverso facili esercizi guidati, giochi e improvvisazioni strutturate, i codici invisibili
del linguaggio corporeo fatto di tensioni, equilibri tra i pesi, ritmi, contatti, distanze.
Si potr sperimentare il profondo e primo ascolto del proprio e altrui movimento, anche nelle dinamiche
interattive che precedono il linguaggio verbale.
Collegando queste esperienze alla comprensione delle leve esplorative proprie dei bambini nei primi anni
di vita, ma altres portatrici di numerosi scambi di informazioni nella comunicazione dellessere umano in
generale.
A cura di Peter Byworth (Coreografo e Atelierista del movimento) e Federica Parretti (Coreografa e
Atelierista del movimento)
2O gruppo IL CORPO SCENICO WORKSHOP
linguaggi creativi ed emozionali
Il workshop esplora il linguaggio danza partendo dai punti cardini della coreografia contemporanea:
Movimento nello spazio, energia, dinamica ed emozionalit istintiva. Lintensa esperienza dei due docenti
prima come danzatori per Aterballetto e poi come insegnanti e regista in progetti creativi per giovani la
base di partenza per uno studio-elaborazione che dalla danza in scena ritorna ad essere un codice a favore
di un nuovo sguardo verso i bambini e con un ascolto pi sensoriale. Attraverso gesti, forme da utilizzare in
piccoli e grandi spazi, improvvisazioni individuali e di gruppo per una migliore consapevolezza nel sentire le
proprie emozioni nel loro corpo.
A cura di Arturo Cannistr (Regista e Coreografo) e Lisa Martini (Docente di Danza e Atelierista
del movimento)
17.00-17.30
Break

17.30-18.30
I SAPERI DEL CORPO NELLA LORO MELODIA CINESTETICA
PROSPETTIVE INTERDISCIPLINARI
Contributi di
Paola Cavazzoni (Pedagogista Reggio Children), Vea Vecchi (Responsabile Atelier Reggio Children),
Peter Byworth (Coreografo e Atelierista del movimento), Arturo Cannistr (Regista e Coreografo),
Federica Parretti (Coreografa e Atelierista del movimento), Francesca Bianchi (Pedagogista),
Giorgia Fantini (Pedagogista e Insegnante)
18.30-19.30
INCURSIONE NEI CONTESTI
Ministorie di ricerche in essere nate nella Scuola dellinfanzia Choreia
A cura di Francesca Bianchi (Pedagogista), Giorgia Fantini (Insegnante) e Lisa Martini (Docente di Danza e
Atelierista del movimento)
CORPI DANZANTI
Le genesi di relazioni interattive attraverso il linguaggio del corpo nellesperienza del Nido
Intervista a Matteo Lei (Pedagogista) e Peter Byworth (Coreografo e Atelierista del movimento)
19.30-20.00
Conclusioni, raccolta commenti della prima giornata

Sabato 23 marzo 2013 ore 9.30-17.00


Centro Internazionale Loris Malaguzzi
IL GESTO COME ARCHITETTURA DELLO SPAZIO: EMOZIONE E RAZIONALIT
Il gesto come elemento di costruzione di uno spazio in un confronto Corpo - Ambiente in cui la potenzialit
del luogo non solo lo scenario di unazione ma ne diventa soggetto primario nella relazione e nella sua
reciprocit. Il ritmo, la percezione, la dimensione spaziale diventano gli elementi della costruzione di
unarchitettura che si determina nellincontro con il movimento dei suoi abitanti. Un corpo che reagisce
alle tensioni di uno spazio, alle sue altezze, masse, volumi e se ne appropria sensibilmente.
9.30-10.30
PRESENTAZIONE E VISITA AL CENTRO INTERNAZIONALE LORIS MALAGUZZI
10.30-11.30
LA CULTURA DELLATELIER
A cura di Vea Vecchi (Responsabile Atelier Reggio Children)
LA LUCE IN SCENA ED ELEMENTI SCENICI NELLO SPAZIO
A cura di Carlo Cerri (Lighting design)
Break
12.00-13.30
INCURSIONE NEI CONTESTI
Presentazione del progetto: Una Danza per le Colonne, appunti per una coreografia
Una coreografia che unisce al rigore compositivo la tensione interpretativa in una danza
che richiede continui accordi tra il corpo e lo spazio e tra i bambini reciprocamente.
A cura di Loretta Bertani (Atelierista scuola dellinfanzia Robinson) e Federica Parretti (Coreografa e
Atelierista del movimento)
Pranzo a Pause - Atelier dei Sapori

14.30-17.00
ATELIER PROPOSTO A DUE GRUPPI SUI TEMI DEL LINGUAGGIO DEL CORPO E LE SUE SINTASSI
1O gruppo IL CORPO SCENICO WORKSHOP
linguaggi creativi ed emozionali
Il workshop esplora il linguaggio danza partendo dai punti cardini della coreografia contemporanea:
Movimento nello spazio, energia, dinamica ed emozionalit istintiva. Lintensa esperienza dei due docenti
prima come danzatori per Aterballetto e poi come insegnanti e regista in progetti creativi per giovani la
base di partenza per uno studio-elaborazione che dalla danza in scena ritorna ad essere un codice a favore
di un nuovo sguardo verso i bambini e con un ascolto pi sensoriale. Attraverso gesti, forme da utilizzare in
piccoli e grandi spazi, improvvisazioni individuali e di gruppo per una migliore consapevolezza nel sentire le
proprie emozioni nel loro corpo.
A cura di Arturo Cannistr (Regista e Coreografo), Lisa Martini (Docente di Danza e Atelierista
del movimento)
2O gruppo GLI ALFABETI DEL CORPO WORKSHOP
Il workshop esplora attraverso facili esercizi guidati, giochi e improvvisazioni strutturate, i codici invisibili
del linguaggio corporeo fatto di tensioni, equilibri tra i pesi, ritmi, contatti, distanze.
Si potr sperimentare il profondo e primo ascolto del proprio e altrui movimento, anche nelle dinamiche
interattive che precedono il linguaggio verbale.
Collegando queste esperienze alla comprensione delle leve esplorative proprie dei bambini nei primi anni
di vita, ma altres portatrici di numerosi scambi di informazioni nella comunicazione dellessere umano in
generale.
A cura di Peter Byworth (Coreografo e Atelierista del movimento) e Federica Parretti (Coreografa e
Atelierista del movimento)
Conclusioni, raccolta commenti della seconda giornata

Domenica 24 marzo 2013 ore 10.00-17.00


Fonderia - Fondazione Nazionale della Danza
IL LINGUAGGIO DEL CORPO: COREOGRAFIA COME SCRITTURA POETICA DEL MOVIMENTO
Il corpo utilizza un linguaggio con una sua grammatica e propri codici simbolici e comunicativi che,
attraverso i movimenti, attraverso la voce del corpo e i suoi alfabeti ci racconta emozioni, esperienze,
storie di personaggi, di noi stessi. La coreografia, come scrittura poetica di questo linguaggio, pu diventare
il mezzo dellagire in cui si attua e si riconosce la sua comunicazione.
In un rapporto cercato con la danza contemporanea per la sua attualit e significativit culturale, questo
linguaggio diventa pi vicino, alle ricerche, alle espressivit, alle improvvisazioni create dai bambini.
10.00-13.00
ATELIER
TRASFORMAZIONI LABORATORIO COREOGRAFICO
Atelier proposto allintero gruppo sul tema della composizione coreografica e degli elementi
narrattivo simbolici.
A cura di Peter Byworth (Coreografo e Atelierista del movimento), Arturo Cannistr (Regista e Coreografo),
Lisa Martini (Docente di Danza e Atelierista del movimento) e Federica Parretti (Coreografa e Atelierista del
movimento)
Pranzo (pic-nic nellarea Fonderia preparato da Pause - Atelier dei Sapori)

10

14.30-16.00
INCURSIONE NEI CONTESTI
Studio per una Coreografia: il corpo che narra/trasformazioni
Le ricerche dei bambini, le loro narrazioni col corpo, le loro prime interpretazioni ed elaborazioni grafiche,
le loro parole documentate dalle insegnanti sono divenute base di lavoro generativa dei danzatori nella
costruzione di una coreografia.
A cura di Paola Cavazzoni (Pedagogista Reggio Children), Francesca Bianchi (Pedagogista) e Valerio Longo
(Danzatore Aterballetto)
16.00-17.00
Conclusioni
A cura di Reggio Children e Aterballetto

11

Temi di riflessione trasversale


- Materialit del corpo. Onest, soggettivit e complessit del gesto nellinterpretazione del movimento
danzato e naturale;
- Quali ricerche estetiche e sfide sui limiti acrobatici del corpo sono gi presenti nel bambino e/o assorbiti da
modelli sociali; quali i confini etici?;
- Vocalit e ritmo: le sonorit del movimento;
- L Atelier nella quotidianit della scuola;
- Il ruolo delladulto: lessere sensibili allascolto del corpo;
- Come la sinergia tra il linguaggio del corpo e altri linguaggi espressivi diventa prassi educativa.

I Luoghi
Centro Internazionale Loris Malaguzzi - Via Bligny 1/a, Reggio Emilia
Fondazione Nazionale della Danza - Aterballetto - Via della Costituzione 39, Reggio Emilia
Iscrizioni e informazioni:
Il costo delle tre giornate di studio di 300 (con possibilit di pagamento in due soluzioni)
Reggio Children tel: +39 0522 513752
email: info@reggiochildren.it
www.reggiochildren.it
www.aterballetto.it
*il corso sar attivato al raggiungimento di 25 partecipanti

12

Team di progetto
Reggio Children
Paola Cavazzoni - Pedagogista
Vea Vecchi - Responsabile Atelier
Aterballetto
Arturo Cannistr - Regista e Coreografo - Responsabile Progetti Speciali Fondazione Nazionale della Danza
Irene Sartorelli - Assistente di Direzione Fondazione Nazionale della Danza
Atelieristi del movimento
Peter Byworth - Coreografo
Lisa Martini - Docente di Danza
Federica Parretti - Coreografa
Scuola dellinfanzia Choreia (coop Pantarei)
Francesca Bianchi - Pedagogista

A tutti i partecipanti verr rilasciato un attestato di partecipazione

CANTIERE TRANSNAZIONALE PER LA FORMAZIONE E LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLAMBITO DELLO SPETTACOLO DAL VIVO
ATTRAVERSO LA CREAZIONE DI PERCORSI INTEGRATI
Progetto aggiudicato con procedura di gara (Regione Emilia Romagna Agenzia Intercent-ER atto n. 203/2010)

13

14