Sei sulla pagina 1di 2

AL SIGNOR PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

INTERPELLANZA

LAquila, 21.9.2015
Oggetto: U.O.S. dipartimentale di Allergologia - Asl di Pescara
Il sottoscritto consigliere regionale
Premesso che:
L Allergologia quella branca della Medicina che cura patologie che colpiscono, globalmente, il
30% della popolazione generale. A fronte di tale dato epidemiologico, la nostra regione appare gi
sguarnita in tale settore non potendo contare su alcuna Unit Operativa "Complessa" nel settore,
indirizzo ribadito anche dall'ultima Riunione Congiunta del tavolo tecnico per la verifica degli
adempimenti regionali con il comitato permanente per la verifica dei Livelli Essenziali di
Assistenza del 23 Luglio 2015 (presentazione Power-Point prodotta dallAgenzia Sanitaria
Regionale). Per di pi, la provincia di Pescara, quella a pi alta densit di popolazione della regione,
dotata, fino al 2013, di una "Unit Operativa Semplice Dipartimentale di Allergologia Clinica",
secondo l'ultima versione del piano aziendale della ASL, vedrebbe SCOMPARIRE tale citata
struttura.
Nell'ambito della mia attivit di monitoraggio della qualit della sanit abruzzese, ho avuto modo di
realizzare che la "sopprimenda" Unit Operativa Semplice Dipartimentale di Allergologia Clinica
dell'Ospedale di Pescara debba essere considerata un modello di efficienza e di produttivit del
settore pubblico testimoniato dal numero di visite effettuate (circa 3.000 l'anno! per 13.000
prestazioni sanitarie globali annue), dal numero dei pazienti seguiti, dal contenimento della spesa
per la diagnosi e la terapia, dalla riduzione della mobilit passiva nel settore verso altre regioni e dal
gradimento dell'utenza (almeno 50 segnalazioni spontanee di gradimento nel corso degli ultimi 3
anni rese all'URP aziendale, numero senza eguali per tutte le altre strutture della ASL di Pescara!).
La stessa Unit Operativa ha gi progressivamente subito ingenti tagli in termini di personale dal
2011 al 2015. Il numero di unit lavorative afferenti a vario titolo a tale struttura, infatti, passata
da 12 ad 8; il numero cumulativo di ore lavorative su cui pu contare passata da 413 a 233; e il
numero
di
ore
mediche
specialistiche

passato
da
100
a
52.
Si fa notare che, a fronte di tagli cos ingenti, l'UOS di Allergologia Clinica ha visto un incremento
della produttivit, passando da circa 2.000 visite annue, registrate negli anni 2010 e 2011, a circa
3.000
visite
annue,
registrate
nel
corso
degli
ultimi
due
anni.
Orbene, secondo il nuovo piano aziendale della ASL di Pescara, l'unica figura professionale che
sembra debba occuparsi dell'intera branca allergologica e, di conseguenza, di un enorme numero di
pazienti sembra essere un singolo medico con incarico di Alta Professionalit in Allergologia
all'interno di una "neoformata" Unit Operativa Complessa di Fisiopatologia Respiratoria. Sulla
base della delibera di assegnazione di tale incarico, la numero 956/2015 del Direttore Generale della
ASL di Pescara, il medico incaricato dovrebbe occuparsi di "PNEUMO-ALLERGOLOGIA"
continuando, nel frattempo, a garantire "la sua opera professionale pneumologica in tutte le attivit
dell'Unit Operativa Complessa" di Pneumologia. Non si capisce chi debba occuparsi di tutte le
altre patologie allergologiche quali l'allergia da farmaci, l'allergia da veleno di Imenotteri, della
allergie
alimentari,
le
dermatite
allergiche
e
l'angioedema
ereditario.
Senza

voler

citare:

Che l'incidenza delle patologie Allergiche di numero notevolmente superiore rispetto a quelle

mediche polmonari, che renderebbe, quanto meno, discutibile dal punto di vista sanitarioepidemiologico, la creazione di una nuova Unit Operativa Complessa di Pneumologia a discapito
dell'Allergologia. Che le patologie PNEUMO-ALLERGOLOGICHE rappresentano solo una parte
delle patologie affidate all'Allergologia e tale attivit, tra l'altro, gi assolta dall'esistente Unit
Operativa
Semplice
di
Allergologia
Clinica.
Che il personale infermieristico ed amministrativo della sopprimenda Unit Operativa Semplice di
Allergologica sembra stato assegnato per intero alla sola Alta Professionalit di PneumoAllergologia.
Che si paventerebbe anche una riduzione degli spazi destinati alla stessa Unit Operativa in via di
soppressione per far posto all'imminente realizzazione del nuovo Pronto Soccorso dell'Ospedale di
Pescara.
Considerazioni che si potrebbero tradurre, di fatto, in una notevole riduzione delle numero e delle
tipologie
di
prestazioni
erogabili
a
danno
dei
cittadini.

Interpella il Presidente della Giunta e/o lassessore competente


Per sapere
Quali provvedimenti intenda mettere in atto questo governo regionale affinch gli abruzzesi
non debbano assistere inermi allo smantellamento dell'Unit Operativa Semplice di
Allergologia Clinica di Pescara che li obbligher a rivolgersi fuori regione, appesantendo la
gi enorme mobilit passiva verso le ben pi "corazzate" regioni limitrofe, rivolgersi al
privato, se potranno permetterselo e, ipotesi pi temibile, vedere pericolosamente ritardata la
diagnosi e la cura di condizioni potenzialmente fatali (mi riferisco alle allergie da veleno di
Imenotteri, da alimenti e farmaci, e angioedema ereditario).

Il Consigliere Regionale M5S


Domenico Pettinari