Sei sulla pagina 1di 53

ESERCIZI DI

FISICA TECNICA AMBIENTALE


G.V. Fracastoro, M. Serraino

POLITECNICO DI TORINO
DIPARTIMENTO DI ENERGETICA

FORMULARIO

APPENDICE
FORMULARI TABELLE GRAFICI

1. TERMODINAMICA

Definizioni fondamentali e propriet delle sostanze


Lavoro [J] :
L F ds

1. 2

Lavoro termodinamico nel caso di trasformazione reversibile [J] :


L

p dV

1. 2

Lavoro termodinamico nel caso di trasformazioni irreversibili [J] :


L

p dV L

1. 2

dove:
LW = lavoro perso per irreversibilit
Capacit termica [J/K] :
C

Q
dT

Capacit termica massica o calore specifico [J/kgK] :

II

1. 2

APPENDICE

2Q
dm dT

1. 2

Regola delle fasi o di Gibbs:


f nr2

1. 2

dove:
f = numero di gradi di libert del sistema termodinamico
n = numero delle componenti del sistema
r = numero di fasi presenti
Titolo del vapore [-] :
x

massa di vapore
massa di vapore massa di liquido

1. 2

Equazione di stato dei gas perfetti:


p v R* T

1. 2

dove:
R* = R /= elasticit del gas
R = costante di Boltzman = 8314 J/kmolK
= massa molecolare del gas
T = temperatura espressa in Kelvin

Principi della termodinamica

III

FORMULARIO

Primo principio della termodinamica in forma differenziale e generale:


dE Q L

1. 2

Primo principio applicato a processi ciclici:

1. 2

Primo principio in forma integrale riferito allunit di massa (per variazioni trascurabili di
energia cinetica e potenziale):
u q l

1. 2

Primo principio in forma di potenza:


dU
Q L
dt

1. 2

Primo principio della termodinamica applicato ai sistemi aperti, in forma di potenza per
sistemi aventi un solo ingresso ed una sola uscita:
(h2 h1 )
Q L i m

1. 2

Entalpia:
h u pv

1. 2

Calcolo dellentalpia e dellenergia interna nel caso dellacqua:


h c T

IV

1. 2

APPENDICE

u c T

1. 2

Calcolo dellentalpia e dellenergia interna nel caso di un gas ideale:


h c p T

1. 2

u c v T

1. 2

Secondo principio della termodinamica applicato alle trasformazioni reversibili:


dS

Q
T

1. 2

Secondo principio applicato ai sistemi irreversibili:


dS

Q
T

1. 2

Variazione di entropia nel caso di trasformazioni cicliche:


S 0

1. 2

Potere calorifico:

Qcomb

1. 2

Macchine termiche
Rendimento di un motore termico

FORMULARIO

L Q1 Q2

Q1
Q1

1. 2

Rendimento massimo di un motore termico:


max

T1 T2
T
1 2
T1
T1

1. 2

Rendimento di un motore termico irreversibile espresso in funzione dellentropia e delle


temperature dei termostati:
1

T0
S u T0
T1

1. 2

dove:
Su = variazione di entropia delluniverso ad ogni ciclo
T0 = temperatura dellambiente
Fig. 1.1 Schema di un motore termico:
T1 = temperatura del termostato 1
Q1 = calore assorbito dal motore
L = lavoro netto prodotto
Q2 = calore ceduto
T2 = temperatura del termostato 2

T1

Q1

T1 > T2

L
energia spesa
energia utile
energia rigettata

Effetto frigorifero nel caso di una macchina


frigorifera irreversibile:

VI

Q2

T2

APPENDICE

Q2
Q2

L Q1 Q2

1. 2

Effetto frigorifero nel caso di una macchina frigorifera reversibile:


max

T2
T0 T2

1. 2

Fig. 1.2 - Schema di una macchina frigorifera a compressione:


T0
T2 = termostato a bassa temperatura
Q2 = quantit di calore sottratta
L = lavoro speso durante il ciclo
Q1 = quantit di calore ceduta
T0 = termostato a temperatura pi alta di T2
(ambiente)

Q1
L

Q2
T2

Effetto frigorifero:

Q2
Q1

1. 2

T1
Fig. 1.3 - Schema di una macchina frigorifera ad assorbimento: Q1
Q0
T0

Q2

VII
T2

FORMULARIO

T1 = termostato ad alta temperatura


Q1 = calore assorbito dalla macchina
T2= termostato da cui si vuole sottrarre una certa quantit
di calore Q2
Q0 = calore ceduto
T0 = ambiente

Coefficiente di prestazione (coefficient of performance) di una pompa di calore reversibile:


COPmax

T0
T0 T1

1. 2

Rendimento di una pompa di calore irreversibile:


COP

Q1
Q1

L Q1 Q2

1. 2

Fig. 1.4 - Schema di una pompa di calore:


T1
T0 = temperatura dellambiente
Q2 = quantit di calore assorbita dalla macchina
Q1 = quantit di calore utile ceduta al termostato
T1
L = lavoro assorbito durante il ciclo
T1 = temperatura del termostato 1 (fluido
termovettore)
T1 > T0

Q1
L

Q2
T0

Fig. 1.5 Schema di un generatore di calore:

VIII

APPENDICE

T1

Q1 = quantit di calore generato dalla combustione


Q0 = quantit di calore dispersa nellambiente
Q2 = quantit di calore utile
Rendimento:

Q2
Q1

Q1
Q2
T2
Q0
T0

Psicrometria
Legge di Dalton:
Pressione atmosferica = pressione dellaria secca + pressione del vapore
1 m3 di aria umida = 1 m3 di aria secca = 1 m3 di vapore dacqua
p atm p a p v

1. 2
1. 2

Equazione di stato dei gas ideali in riferimento allaria secca:


p a v a Ra * T

1. 2

Costante di elasticit dellaria secca:


R *a

R
8314

287,2 J/kgK
a
29

1. 2

Equazione di stato dei gas ideali in riferimento al vapore:

IX

FORMULARIO

p v v v Rv * T

1. 2

Costante di elasticit del vapore:


R *v

R
8314

462 J/kgK
v
18

1. 2

Titolo dellaria umida [g/kg] :


(rapporto tra la massa di vapore che occupa il volume considerato e la massa di aria secca che
occupa il medesimo volume)
x

v
p vs
0,622
a
p atm p vs

1. 2

Umidit relativa [-] :


(rapporto tra la massa di vapore che occupa il volume considerato e la massa di vapore che
saturerebbe lo stesso volume alla stessa temperatura)

v
p
v
vs p vs

1. 2

Entalpia di 1 kg di aria secca e di x kg di vapore ad essa associati [kJ/kg] :


h1 x 2500 x (1 1,9 x ) T

1. 2

dove la temperatura T deve essere espressa in gradi centigradi


Portata in massa di aria secca [kg/s] :
a a Va
m

Densit dellaria secca [kg/m3] :

1. 2

APPENDICE

pa
Ra * T

1. 2

Portata in massa di vapore [kg/s] :


V V Vv
m

1. 2

Densit del vapor dacqua [kg/m3] :


V

pV
RV * T

1. 2

Pressione del vapore [Pa] :


pV pvs

1. 2

Portata in massa di vapore [kg/s] :


V xm
a
m

1. 2

Portata in massa di aria umida [kg/s] :


m
V m
a (1 x) m
a
m

1. 2

Trasformazioni dellaria umida


Si riportano qui di seguito gli schemi e le formule riguardanti le principali trasformazioni
subite dallaria umida negli apparecchi di trattamento dellaria.

XI

FORMULARIO

, sta ad indicare che tutti i calcoli si


Il pedice a, posto vicino alla portata in massa m
effettuano considerando la portata in massa di aria secca. Questo perch essa non cambia
durante i trattamenti, mentre laria umida nel suo complesso a subire la trasformazione.
I pedici i ed u indicano se la portata daria in ingresso oppure in uscita.

Miscelazione
Fig. 1.6 - Schema esemplificativo della miscelazione dellaria umida:

au
m

m ai
xi

hi

xu

m ai
m ai xi m au xu

m ai hi m au hu

xi

hu

hi

Bilancio di massa
Bilancio di energia

1. 2

Note:
Poich la portata in massa di aria secca non muta durante i processi di trasformazione, si pu
scrivere che:

m
i

ai

au
m

Riscaldamento

XII

1. 2

APPENDICE

Fig. 1.7 - Schema esemplificativo del riscaldamento dellaria umida:

Q
m ai
xi

au
m
hi

xu

m ai xi m au xu

m h Q m h

ai

au

hu

Bilancio di massa
Bilancio di energia

1. 2

Note:
m ai m au xi xu

1. 2

Il riscaldamento isotitolo poich la portata di aria secca durante qualunque processo di


trasformazione dellaria umida non cambia, lequazione di bilancio di massa risulta cos
semplificata:

Raffreddamento
Fig. 1.8 - Schema esemplificativo del raffreddamento dellaria umida:

Q
m ai
xi

au
m

hi

xu

hu

W
m

XIII

FORMULARIO

m ai xi m au xu m W

m ai hi Q m au hu m W hW

Bilancio di massa
0

Bilancio di energia

1. 2

Note:
Nel bilancio di energia si pu trascurare il termine m W hW poich, sebbene lentalpia
dellacqua condensata sia dello stesso ordine di grandezza dellentalpia dellaria in ingresso e
W che piccola rispetto alla portata daria secca.
uscita, cos non per la portata in massa m
Se avvenuta la deumidificazione, laria in uscita satura quindi il suo titolo si calcola con la
1.36 in cui si pone = 1 perch lumidit relativa del 100%.
Nel caso non si raggiunga la curva limite corrispondente al 100% di umidit relativa, si pu
w = 0. In questo modo il raffreddamento risulta essere
utilizzare lequazione 1.51 ponendo m
una trasformazione isotitolo.
Umidificazione per nebulizzazione (immissione dacqua liquida in minute goccioline)
Fig. 1.9 - Schema esemplificativo dellumidificazione per nebulizzazione:

m ai
xi

au
m

hi

xu

hu

W
m

m ai xi m W m au xu

m ai hi m W hW m au hu 0

Bilancio di energia

1. 2

Note:
Poich m w hw risulta, come prima, trascurabile e m ai m au , dal bilancio di energia si ricava
che lumidificazione per nebulizzazione isoentalpica: hi = hu.

XIV

APPENDICE

Tab. 1.1 Propriet termodinamiche delle sostanze


Calore specifico dellacqua allo stato liquido
Calore di fusione del ghiaccio
Calore di vaporizzazione dellacqua a 0 C

c = 4186 J / kg K
i = 330 kJ / kg
r0 = 2500 kJ /kg

Tab. 1.2 Espressione della pressione di saturazione in funzione della temperatura


Le temperature sono espresse in gradi centigradi e le pressioni di saturazione in Pascal
T
-20
-19
-18
-17
-16
-15
-14
-13
-12
-11
-10
-9

pvs
103
114
125
137
151
165
181
198
217
238
260
284

T
-8
-7
-6
-5
-4
-3
-2
-1
0
1
2
3

pvs
310
338
369
402
437
476
518
563
611
657
706
758

T
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

pvs
813
872
935
1002
1073
1148
1228
1313
1403
1498
1599
1705

T
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27

pvs
1818
1938
2064
2198
2339
2488
2645
2810
2985
3169
3363
3567

T
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39

pvs
3782
4008
4246
4496
4759
5034
5324
5628
5947
6281
6631
6999

Nel caso in cui si voglia conoscere la pressione di saturazione del vapore dacqua in
corrispondenza di una temperatura non riportata in tabella si adotti un procedimento di
interpolazione lineare, commettendo cos un errore trascurabile, oppure si ricavi il valore di
pvs utilizzando le formule qui di seguito riportate:
Per -30 < T < 0 C
pvs 611 e (82,910

T 288 ,1106 T 2 4 , 403106 T 3 )

1. 2

Per 0 < T < 40 C


p vs 611 e ( 72,510

T 288,110 6 T 2 0 , 7910 6 T 3 )

1. 2

Nota:
in entrambi i casi si esprima la temperatura T in gradi centigradi

XV

FORMULARIO

Fig. 1.10 Diagramma di Mollier:

10

t
[C]

20

30

50

40

60

70

80
90
= 100 %

40
140
130

35

120
110
100

30

h1+x
[kJ/kg]

90
80

25
70
60

20
50
15

40

10

30
20

5
0
-5

10

-10
-10
0.000

XVI

0.005

0.010

0.015

0.020

0.025

0.030

0.035

0.040 x [kgv/kga]

APPENDICE

2. TRASMISSIONE DEL CALORE


Conduzione
Legge di Fourier:
dT
Q A
dx

2. 3

dove:
= conducibilit termica
A = area attraverso cui avviene lo scambio termico
Equazione generale della conduzione in coordinate rettangolari e per materiale omogeneo e
isotropo:
2T 2T 2T q i c T
2 2

t
y
z
x

2. 3

Diffusivit termica [m2/s] :

2. 3

dove:
r = densit del mezzo
c = calore specifico

XVII

FORMULARIO

Parete piana
Equazione generale della conduzione semplificata in base alle ipotesi di:
a) flusso monodimensionale
b) generazione interna di calore nulla
c) regime stazionario
T T2
Q A 1
x 2 x1

2. 3

Fig. 2.1 Schema esemplificativo dellequazione generale della conduzione:


T1

T2

x1

x2

Resistenza termica [m2K/W]:


R

2. 3

Conduttanza [W/m2K]:
C

1
1

s/ R

2. 3

Trasmittanza [W/m2K]:
n s
1
1
j
U

i j 1 j he

Flusso termico trasmesso attraverso una parete piana [W]:

XVIII

2. 3

APPENDICE

Q A U (Ti Te )

2. 3

Trasmittanza equivalente, valida per pareti composite, ossia aventi stratigrafie per aree
diverse [W/m2K]:
n

U eq

U
i 1

Ai
2. 3

A
i 1

Fig. 2.2 Schema esemplificativo di parete composita

A4
A1

A2

A3

Parete cilindrica
Flusso termico trasmesso per unit di lunghezza attraverso una parete cilindrica monostrato
[W/m]:
T T
Q
1 2 2
L
r 1
ln e
ri

2. 3

dove:
ri ed re sono rispettivamente il raggio interno ed esterno del condotto
Resistenza termica [m2K/W]:

XIX

FORMULARIO

1 re
ln
ri

2. 3

Trasmittanza riferita allunit di lunghezza [W/mK]:


n
r j 1
1
1
1
U L 2

ln

h r
rj
he re
i i j 1 j

2. 3

Flusso termico trasmesso per unit di lunghezza attraverso una parete cilindrica formata da n
strati concentrici [W/m] :
Q
U L (Ti Te )
L

2. 3

dove:
Ti e Te sono rispettivamente le temperature interna ed esterna
Trasmittanza riferita allunit di superficie esterna [W/m2K] :

n
r j 1
re
1
1
Ue
re
ln

ri hi
rj
he
j 1 j

2. 3

Trasmittanza riferita allunit di superficie interna [W/m2K] :


n
1
r j 1
ri
1
Ui
ri
ln

h
rj
re he
j 1 j
i

2. 3

Flusso termico trasmesso attraverso una parete cilindrica formata da n strati concentrici
[W/m2K] :

XX

APPENDICE

Q U e Ae (Ti Te ) U i Ai (Ti Te )

2. 3

Tab. 2.1 Propriet termofisiche di materiali impiegati nelle costruzioni (valori tipici).
(: densit; cp: calore specifico; : conducibilit termica; : permeabilit al vapore)
Materiale

[kg/m3]

Materiali da costruzione e vari


Gomma
Linoleum
Asfalto
Gesso
Bitume
Calcestruzzo di sabbia e
ghiaia
Calcestruzzo con argilla
espansa
Calcestruzzo cellulare
Latero-cemento
Blocchetti di calcestruzzo
cavi
Intonaco di sabbia e gesso
Intonaco di calce e sabbia
Intonaco di gesso e perlite
Cemento
Mattoni pieni ad alta densit
Mattoni pieni a bassa densit
Lastre in carton-gesso
Vetro in lastre
Pyrex
Marmo
Pietra
Tufo
Terra
Ghiaccio
Legno (pino)
Legno (acero)
Legno (quercia)
Legno (abete)

cp [kJ/kgK]

[W/mK]

[kg/smPa]

1200
1800
2115
2290
110
2200

2,000
1,25
0,920
0,900
2,500
0,880

0,15
0,40
0,74
0,83
0,88
1,49

2910-12

1400

0,880

0,50

5910-12

800
250
180

0,880
0,880
0,880

0,25
0,80
1,10

5910-12
-

1400
1800
720
2000
1800
800
900
2700
2230
2600
1500
1500
2000
913
550
720
850
450

0,900
0,910
1,090
0,670
0,840
0,840
1,090
0,800
0,840
0,808
0,800
0,700
1,840
1,930
1,660
1,220
1,260
1,380

0,70
0,90
0,23
1,40
0,72
0,30
0,21
0,76
1,00
2,80
2,00
0,63
0,52
2,22
0,15
0,18
0,22
0,12

2910-12
1810-12
0910-12
2910-12
2010-12
2010-12
0
0
110-12
0,510-12
110-12
110-12

XXI

FORMULARIO

Materiali isolanti
Moquette su supporto di
gomma
Lana di vetro in pannelli
Lana di roccia in pannelli
rigidi
Perlite espansa in granuli
Sughero espanso
Polistirolo espanso
Resine ureiche espanse
Poliuretano espanso
Schiuma formaldeide

Metalli
Alluminio
Bronzo-alluminio
Ferro
Acciaio Inox AISI 316
Ottone
Piombo
Nickel
Rame
Zinco

80

1,380

0,045

25
80

0,670
0,670

0,040
0,039

100
80
15
12
35
10

1,340
1,880
1,220
1,610
1,600
1,400

0,066
0,036
0,054
0,054
0,035
0,040

17810-12
810-12
-

2700
8280
7870
8238
8310
11340
8890
8933
7140

0,902
0,400
0,440
0,468
0,400
0,129
0,440
0,385
0,388

236
100
80
13
120
35
59
399
117

0
-

Convezione
Generalit
Legge di Newton:
h A (T T )
Q
c
s
f

dove:
A = area di scambio, m2
hc = coefficiente di scambio termico convettivo, W/m2K
Ts = temperatura della superficie lambita dal fluido, C
Tf = temperatura del fluido, C

XXII

2. 3

APPENDICE

Numero di Nusselt:
Nu

hc L

2. 3

dove:
L = lunghezza caratteristica

Numero di Reynolds (nel caso di convezione forzata):


Re

u D u D

2. 3

dove:
= densit del fluido, kg/m3
u = velocit del fluido, m/s
D = diametro del condotto entro cui scorre il fluido, m
= viscosit dinamica, kg/ms
= viscosit cinematica, m2/s
Numero di Grashof:
Gr

g T L3
2

2. 3

dove:
g = accelerazione di gravit
b = coefficiente di dilatazione termica pari a 1/T per i gas ideali

Numero di Prandtl:
Pr

cp

2. 3

dove:
cp = diffusivit termica, m2/s

XXIII

FORMULARIO

Convezione forzata
Relazione tra i numeri di Reynolds, Nusselt e Prandtl per ricavare hc:
2. 3

Nu A Re m Pr n

Coefficiente di scambio termico liminare:


hc

Nu
L

2. 3

Valori di A, m, n nel caso di un fluido in moto turbolento completamente sviluppato


allinterno di un condotto (equazione di Dittus e Boelter):
A = 0,023 m = 0,8 n = 0,3

per fluido che si raffredda

2. 3

A = 0,023 m = 0,8 n = 0,4

per fluido che si scalda

2. 3

Valori di A, m, n nel caso di convezione su una lastra piana indefinita:


A = 0,0664 m = 0,5 n = 0,33 per strato limite laminare

2. 3

A = 0,036 m = 0,8 n = 0,33 per strato limite turbolento

2. 3

Convezione naturale
Relazione tra i numeri di Nusselt, Prandtl, Grashof e Rayleigh per ricavare hc:
Nu C (Pr Gr ) m C Ra m

dove:
Ra = Gr Pr

XXIV

2. 3

APPENDICE

Tab. 2.2 Costanti C ed m da usare nella 2.28


geometria
Piano o cilindro verticale

Piano orizzontale (flusso ascendente)

Piano orizzontale (flusso discendente)

Ra

104109

0.59

1/4

1091013

0.10

1/3

21048106

0.54

1/4

81061011

0.15

1/3

105 -1011

0.58

1/5

Tab. 2.3 Espressioni semplificate di hc per laria:


Regime
Configurazione

laminare (104 < Ra < 109) turbolento (Ra >109)

Piano o cilindro verticale

h c 1.42 T/L

1/ 4

h c 0.95 T

1/ 3

Piano orizzontale (flusso ascendente)

h c 1.32 T/L

1/ 4

h c 1.43 T

1/ 3

Piano orizzontale (flusso discendente)

h c 0.61 T/L2

1/ 5

Intercapedini
Flusso termico trasmesso per convezione naturale:
e
Q
hc (T1 T2 )
(T1 T2 )
A

2. 3

dove:
e = conducibilit termica equivalente dellintercapedine
= spessore dellintercapedine

XXV

FORMULARIO

Legame tra conducibilit equivalente e numero di Nusselt:


e Nu

2. 3

Numero di Nusselt calcolato per L = :


Nu C (Gr Pr) n ( L / ) m

2. 3

dove:
Gr = numero di Grashof calcolato per L =
L = altezza o lunghezza dellintercapedine
C, m, n = coefficienti riportati nella tabella 2.4
Per numeri di Grashof inferiori a 2000 si assume e e Nu = 1
Tab. 2.4 Valori delle costanti dellequazione 2.31 per alcune geometrie semplici:
geometria
Verticale

Orizzontale
(flusso ascendente)

XXVI

GrPr

L/

61032105 1142

0.197

-1/9

1/4

21051.11 1142
07
17007000 .........
.
70003.21 .........
05
.
.........
> 3.2105
.

0.073

-1/9

1/3

0.059

0.4

0.212

1/4

0.061

1/3

APPENDICE

Irraggiamento
Leggi del corpo nero
Potere emissivo monocromatico [W/(m2m)] :
E n

2 Q n
A

2. 3

Potere emissivo monocromatico calcolato attraverso la legge di Plank [W/(m2m)]:

E n

C1 5
e

C2
T

2. 3

dove:
C1=3,74108 Wm4/m2 ;
C2=1,44104 mK
Legge di Wien per determinare la lunghezza donda alla quale si posiziona il massimo del
potere emissivo monocromatico:
max T C 3

2. 3

dove:
C3= 2898 mK

XXVII

FORMULARIO

Fig. 2.1 Potere emissivo monocromatico del corpo nero

1,0E+08

Potere emissivo monocromatico, W/m mm

1,2E+08

T = 6000 K
T = 5000 K
T = 4000 K
T = 3000 K

8,0E+07

6,0E+07

4,0E+07

2,0E+07

0,0E+00
0,00

0,50

1,00

1,50

2,00

2,50

3,00

3,50

Lunghezza d'onda, mm

Legge di Stefan-Boltzmann per il calcolo del potere emissivo integrale:

E n E n d T 4

2. 3

dove:
= 5,6710-8 W/(m2K4)
Fattore di radiazione (frazione dellenergia emessa da un corpo nero nellintervallo 0 ,
rispetto al totale):

E d
n

T 4

XXVIII

2. 3

APPENDICE

Fig. 2.2 Fattore di radiazione:


1,00
0,90
0,80
0,70
0,60

f 0,50
0,40
0,30
0,20
0,10
0,00
1000

10000

100000

ProdottoT (m K)

Irraggiamento fra due superfici nere


Flusso termico netto scambiato [W] :
Q A1 F12 ( E1n E 2n ) A1 F12 (T14 T24 )

2. 3

Fattore di vista [-] :


F12

cos 1 cos 2 dA1 dA2


1

A1 A1 A2
r2

2. 3

XXIX

FORMULARIO

Fig. 2.3 Fattore di vista tra due rettangoli uguali (X x Y), allineati e paralleli a distanza L
1

1000
10

2
1

F12

0,1

Rapporto Y/L

0.5

0.1

0,01
0,1

10

Rapporto X/L

Irraggiamento fra due superfici grigie


Flusso termico netto scambiato [W] :
Q F A1 (T14 T24 )

2. 3

Flusso termico scambiato calcolato come funzione lineare della differenza di temperatura
[W]:
Q hr A1 (T1 T2 )

2. 3

Coefficiente di scambio termico liminare per irraggiamento [W/m2K] :


hr 4 F Tm3

Fattore geometrico e ottico-radiativo F [-] :

XXX

2. 3

APPENDICE

1 1
A 1 2
1
F

1
F12 A2 2
1

2. 3

Fattore ottico-radiativo F per superfici piane parallele e infinite (es. intercapedini):


1

1
F

1
2

2. 3

Fattore ottico-radiativo F per una superficie di area A1 contenuta in una cavit di


area A2>>A1:
F 1

2. 3

Coefficienti di trasmissione, assorbimento e riflessione:


1

2. 3

Fig. 2.4 Interazione della radiazione con un mezzo materiale


1

Pareti opache esposte allirraggiamento solare

XXXI

FORMULARIO

Temperatura sole-aria [C] :


Ts ,a Te

I
he

2. 3

Flusso termico effettivo che attraversa la parete [W/m2] :

Q
U (Ti Ts ,a )
A

2. 3

Flusso termico attraversante la parete visto come somma tra la potenza trasmessa per
differenza di temperatura e quella indotta dalla radiazione solare [W/m2] :
Q Q T Q solare
I

U (Ti Te )
U
A
A
A
he

2. 3

Pareti trasparenti esposte allirraggiamento solare


Flusso termico attraversante la parete visto come somma algebrica della potenza trasmessa
per differenza di temperatura e di quella indotta dalla radiazione solare [W/m2] :
Q Q T solare

A
A
A

2. 3

Potenza entrante per radiazione solare [W/m2] :


solare=

2. 3

Flusso energetico solare trasmesso [W/m2] :


= I

2. 3

Flusso energetico solare assorbito e successivamente ceduto allambiente interno per


convezione e irraggiamento [W/m2] :

XXXII

APPENDICE

a n I

2. 3

Fattore solare, g [-] :


g

solare
n
I

2. 3

3. ILLUMINOTECNICA

XXXIII

FORMULARIO

Fotometria
Flusso luminoso monocromatico [lm/m] :
( )
K ( ) Q

3. 4

dove:
K() = fattore di visibilit, lm/W
( ) = potenza associata ad una radiazione monocromatica, W/m
Q
Flusso luminoso integrale [lm] :

K ( ) Q ( ) d

3. 4

Fattore di visibilit relativo [-] :


V ( )

K ( )
K max

3. 4

dove:
Kmax= 683 lm/W nel caso di visione fotopica
Kmax= 1700 lm/W nel caso di visione scotopica

Tab. 3.1 Valori del coefficiente di visibilit in visione fotopica e scotopica


Visione fotopica
[m]
v []
0,38
0,00004

XXXIV

Visione scotopica
[m]
v []
0,37
0,0007

APPENDICE

0,39
0,40
0,41
0,42
0,43
0,44
0,45
0,46
0,47
0,48
0,49
0,50
0,51
0,52
0,53
0,54
0,55
0,555
0,56
0,57
0,58
0,59
0,60
0,61
0,62
0,63
0,64
0,65
0,66
0,67
0,68
0,69
0,70
0,71
0,72
0,73
0,74
0,75
0,76
0,77

0,00012
0,0004
0,0012
0,004
0,0116
0,023
0,038
0,060
0,091
0,139
0,208
0,323
0,503
0,710
0,862
0,954
0,995
1,000
0,995
0,952
0,870
0,757
0,631
0,503
0,381
0,265
0,175
0,107
0,061
0,032
0,017
0,0082
0,0041
0,0021
0,00105
0,00053
0,00025
0,00013
0,00007
0,00003

0,38
0,39
0,40
0,41
0,42
0,43
0,44
0,45
0,46
0,47
0,48
0,49
0,50
0,51
0,52
0,53
0,54
0,55
0,56
0,57
0,58
0,59
0,60
0,61
0,62
0,63
0,64
0,65
0,66
0,67
0,68
0,69
0,70
0,71
0,72
0,73
0,74
0,75
0,76
0,77
0,78
0,79

0,0026
0,0074
0,0177
0,0373
0,0713
0,1253
0,2047
0,3121
0,4450
0,5948
0,7451
0,8757
0,9663
1,0000
0,9668
0,8677
0,7183
0,5487
0,3881
0,2552
0,1576
0,0934
0,05473
0,03121
0,01763
0,009802
0,005362
0,002887
0,001533
0,0008023
0,0004144
0,0002115
0,0001017
0,0000535
0,0000267
0,0000133
0,0000066
0,0000033
0,0000016
0,0000008
0,0000004
0,0000002

Fig. 3.1 Curva di visibilit fotopica

XXXV

FORMULARIO

visibilit relativa V()

1,00

0,80

0,60

0,40

0,20

0,00
0,38

0,48

0,58

0,68

0,78

lunghezza d'onda (m)

Intensit luminosa [cd] :


d
d

3. 4

Flusso luminoso [lm] :

I d

3. 4

Emettenza [lm/m2] :
M

d
dS em

3. 4

Luminanza [cd/m2] oppure [nit] :


L

d 2
dI
dM

d dS em cos dS em cos d cos

Legame tra emettenza e luminanza nel caso di superfici Lambertiane:

XXXVI

3. 4

APPENDICE

M=L

3. 4

Illuminamento [lx] :
E

d
dS ric

3. 4

Illuminotecnica
Efficienza luminosa [lm/W] :

Wel

3. 4

dove:
Wel = potenza elettrica
Illuminamento prodotto da una sorgente puntiforme [lx] :
E I

cos j
2

3. 4

dove:
j = angolo dincidenza (fra la direzione del raggio e la normale alla superficie
illuminata)
= angolo di emissione (fra la direzione del raggio e la direzione di riferimento della
lampada)
= lunghezza del raggio luminoso
Illuminamento medio [lx] :
E

1
1 n
E

dS

Ei
S S
n i 1

3. 4

Fattore di uniformit [-] :

XXXVII

FORMULARIO

Fu

Lmin E min

L
E

3. 4

Fu

Lmin
E
min
Lmax E max

3. 4

oppure:

Coefficiente di utilizzazione del flusso [-] :


Cu

u
e

3. 4

Flusso effettivo [lm] :

e
u
E S

D M D M Cu D M Cu

3. 4

Contrasto luminoso [-] :


C

L2 L1
L1

Indice del locale [-] :

XXXVIII

3. 4

APPENDICE

ab
h ( a b)

per illuminazione diretta

3. 4

dove:
h = distanza tra le lampade e il piano utile
i

a b
h ( a b)

per illuminazione indiretta

3. 4

dove:
h= distanza tra il soffitto e il piano utile

Tab. 3.2 - Coefficienti di riflessione per alcune tinte di impiego comune


Tinta
bianco
avorio
crema

Coefficiente di
riflessione
0.90-0.75
0.85-0.80
0.80-0.70

giallo chiaro

0.70-0.60

rosa
verde chiaro

0.60-0.45
0.50-0.40

Tinta
azzurro chiaro
grigio chiaro
grigio scuro,
marrone
blu, verde e rosso
scuro
nero

Coefficiente di
riflessione
0.45-0.40
0.40-0.15
0.15-0.05
0.10-0.05
0.04-0.01

XXXIX

FORMULARIO

Tab. 3.3 Determinazione del coefficiente di utilizzazione


Curva
fotometrica

Indice
locale

Illuminazione
semidiretta
d= 1,1 h

J
I
H
G
F
E
D
C
B
A
J
I
H
G
F
E
D
C
B
A
J
I
H
G
F
E
D
C
B
A
J
I
H
G
F
E
D
C
B
A

Illuminazione
mista
d= 1,1 h

Illuminazione
diretta
d= h

Illuminazione
diretta
d= 0,9 h

Fattore di riflessione pareti


Fattore di riflessione soffitto

XL

Fattore di
manutenzione

Coefficiente di utilizzazione
0,28
0,35
0,39
0,45
0,49
0,56
0,60
0,64
0,68

0,22
0,29
0,33
0,38
0,42
0,50
0,55
0,59
0,62

0,18
0,25
0,30
0,33
0,37
0,44
0,50
0,54
0,59

0,26
0,33
0,37
0,40
0,43
0,49
0,53
0,56
0,61

0,21
0,27
0,32
0,36
0,39
0,44
0,48
0,51
0,56

0,18
0,24
0,28
0,32
0,34
0,40
0,44
0,47
0,53

0,20
0,26
0,30
0,33
0,37
0,42
0,47
0,50
0,54

0,17
0,24
0,27
0,30
0,33
0,38
0,44
0,47
0,52

Plafoniera
nuda o con
coppa
diffondente

0,70

0,65

0,62

0,65

0,62

0,60

0,58

0,57

0,8

0,26
0,32
0,37
0,40
0,42
0,46
0,50
0,52
0,55
0,57
0,38
0,46
0,50
0,54
0,58
0,62
0,67
0,69
0,72
0,74
0,35
0,43
0,48
0,53
0,57
0,61
0,64
0,66
0,68
0,69
50%

0,23
0,29
0,33
0,36
0,39
0,43
0,46
0,48
0,52
0,54
0,32
0,42
0,46
0,50
0,54
0,59
0,64
0,66
0,70
0,71
0,32
0,39
0,45
0,50
0,53
0,57
0,61
0,63
0,66
0,67
30%

0,21
0,27
0,31
0,34
0,36
0,40
0,43
0,45
0,49
0,51
0,28
0,38
0,43
0,48
0,51
0,56
0,61
0,63
0,67
0,69
0,30
0,37
0,42
0,47
0,50
0,55
0,59
0,61
0,63
0,66
10%

0,23
0,28
0,31
0,34
0,36
0,41
0,44
0,46
0,48
0,49
0,37
0,46
0,50
0,53
0,56
0,60
0,65
0,67
0,70
0,72
0,35
0,42
0,47
0,52
0,55
0,59
0,62
0,63
0,66
0,67
50%

0,21
0,26
0,29
0,31
0,33
0,38
0,40
0,44
0,46
0,47
0,32
0,41
0,46
0,50
0,53
0,58
0,63
0,65
0,68
0,70
0,32
0,39
0,44
0,49
0,52
0,57
0,60
0,61
0,64
0,66
30%

0,19
0,24
0,27
0,30
0,32
0,35
0,39
0,41
0,45
0,46
0,28
0,38
0,43
0,47
0,50
0,56
0,61
0,63
0,66
0,68
0,30
0,37
0,42
0,47
0,50
0,54
0,58
0,60
0,63
0,64
10%

0,19
0,23
0,26
0,28
0,30
0,32
0,34
0,37
0,39
0,42
0,31
0,41
0,46
0,49
0,52
0,58
0,62
0,64
0,67
0,69
0,32
0,39
0,43
0,48
0,52
0,56
0,59
0,61
0,63
0,65
30%

0,17
0,21
0,24
0,26
0,28
0,30
0,33
0,36
0,38
0,41
0,28
0,38
0,43
0,47
0,50
0,56
0,61
0,62
0,66
0,67
0,30
0,37
0,41
0,46
0,50
0,54
0,57
0,59
0,62
0,63
10%

Diffusore

75%

50%

30%

0,75

0,7

0,7

0,6

0,65

Riflettore a
fascio largo

0,75

0,65

0,55

Riflettore a
fascio medio

0,75

0,65

0,55

APPENDICE

Tab. 3.4 Determinazione dellindice del locale:


A
B
C
D
E

i = 4,50 6,00
i = 3,50 4,50
i = 2,75 3,50
i = 2,25 2,75
i = 1,75 2,25

F
G
H
I
J

i = 1,38 1,75
i = 1,12 1,38
i = 0,90 1,12
i = 0,70 0,90
i = 0,50 0,70

Fattore medio di luce diurna [-] :


FLDm

Ei
Ee

(definizione)

3. 4

dove:
Ei= illuminamento medio su superficie orizzontale nellambiente interno
Ee= illuminamento allesterno su superficie orizzontale non sottoposta ad
irraggiamento diretto.
FLDm

Av F
(1 m ) S

(calcolo approssimato)

3. 4

dove:
= coefficiente di trasmissione del vetro
Av = area della parete vetrata
m = coefficiente medio di riflessione delle pareti interne
S = area delle pareti interne
F = fattore finestra
Fattore finestra [-] :
F

1 cos
2

(calcolo approssimato)

3. 4

dove:
= inclinazione della parete vetrata sullorizzontale

XLI

FORMULARIO

Colorimetria
Coordinate tricromatiche ridotte:
x

X
Y
Z
y
z
3. 4
X Y Z
X Y Z
X Y Z

x+y+z=1

3. 4

Purezza colorimetrica o saturazione:


pc

WC
CD

3. 4

dove:
WC = distanza fra il bianco e il colore
CD = distanza fra colore e dominante
Coordinate tricromatiche di un colore C somma di due colori A e B:
xC

x A T A x B TB
T A TB

yC

y A T A y B TB
T A TB

YA
yA

TB

YB
yB

3. 4

dove:
TA

Fig. 3.2 Triangolo dei colori

XLII

3. 4

APPENDICE

Fig 3.3 Frazione di tempo in cui si supera un determinato valore di illuminamento


(Diagramma di Dresler)
16000
85%

illuminamento esterno (lx)

14000

80%

70%

60%

12000
90%

10000
8000
95%

6000
4000
2000
0
30

35

40

45

50

55

60

latitudine

XLIII

FORMULARIO

4. ACUSTICA
Aspetti generali e acustica fisiologica
Velocit delle onde sonore nellaria [m/s] :
c

k R * T

4. 5

dove:
R*= 287,2 J / kgK
T = temperatura assoluta
k = 1,4 = coefficiente dellisentropica
Pulsazione [Hz] :
2 f

4. 5

Frequenza [Hz] :

f1

4. 5

dove:
T=periodo
Lunghezza donda [m] :
cT c/ f

4. 5

Ampiezza delloscillazione di pressione per un suono puro:


p p max cos( t )

dove:
= sfasamento

XLIV

4. 5

APPENDICE

Pressione efficace [Pa] :


1 T
[ p( t )]2 dt
T 0

4. 5

Intensit sonora [W/m2] :


I

dW
dA

4. 5

Densit di energia [J/m3] :


U

dE
dV

4. 5

Frequenze di taglio di una banda di n-esimi di ottava:


1

f n 1 2 n f n

4. 5

Frequenza centrale di una banda di n-esimi di ottava:


f c f n f n 1

4. 5

Frequenze di taglio di una banda dottava:


f n 1 2 f n

4. 5

Frequenza centrale:
fc fn 2

4. 5

Variazione di sensazione (legge di Weber-Fechner):

XLV

FORMULARIO

S S0 k ln

I
I0

4. 5

dove:
I = intensit dello stimolo
S = intensit della sensazione

Livelli
Livello di potenza [dB] :
LW 10 log

W
W0

4. 5

dove:
W0= 10-12 W
Livello di intensit [dB] :
LI 10 log

I
I0

4. 5

dove:
I0= 10-12 W/m2
Livello di pressione [dB] :
L p 20 log

p
p0

dove:
p0= 2010-6 Pa

Interazione suono-ambiente e campi sonori

XLVI

4. 5

APPENDICE

Fattore di riflessione [-] :


r

I r Wr

I
W

4. 5

Fattore di assorbimento [-] :


I a Wa

I
W

a'

4. 5

Fattore di trasmissione [-] :


t

I t Wt

I
W

4. 5

Relazione tra lintensit assorbita, trasmessa e riflessa:


I Ia I t Ir

a 't r 1

4. 5
4. 5

Fattore di assorbimento apparente della parete:


1 '

4. 5

Fattore di assorbimento medio apparente [-] :


a m

1
a j S j
S j

4. 5

Potere fonoassorbente [m2] :

XLVII

FORMULARIO

A a m S

4. 5

Potere fonoassorbente in presenza di oggetti e persone:


A a j S j ni Ai
j

4. 5

Campo libero o diretto


Intensit:
I

W
S

4. 5

dove:
W= potenza della sorgente
S= superficie del fronte donda
Intensit espressa col fattore di direzionalit nella direzione :

W Q
4 d 2

dove:
Q= 1 per onde sferiche
Q= 2 per onde emisferiche
Q= 4 per onde con fronte donda pari a di sfera

Intensit [W/m2] :

XLVIII

4. 5

APPENDICE

p2
c

4. 5

dove:
p= pressione efficace [Pa]
c= velocit di propagazione dellonda [m/s]
= densit del mezzo [kg/m3]
Livelli di intensit e pressione [dB] :
L p L I L W 10 log Q 11 20 log(d)

4. 5

Densit di energia [J/m3] :


U

I
c

4. 5

Campo riverberato
Densit di energia [J/m3] :
U

4I
c

4. 5

Livelli di pressione e di intensit [dB] :


L p LI 6

4. 5

Equazione di conservazione dellenergia sonora:


Equazione generale di conservazione dellenergia sonora:

XLIX

FORMULARIO

A Uc
dU
V
4
dt

4. 5

dove:
W= potenza emessa
AUc
potenza assorbita
4
dU
V
variazione di energia acustica
dt

Equazione di conservazione dellenergia in condizioni di regime:


Intensit [W/m2] :
I

W
A

4. 5

dove:
A= potere fonoassorbente dellambiente
Densit di energia [J/m3] :
U0

4 W 4 I

c A
c

4. 5

Equazione di conservazione dellenergia in condizioni di coda sonora:


Densit di energia [J/m3] :
U U0 e

Ac
t
4V

4. 5

Tempo [s] :
t

U
4V
ln 0
c A
U

4. 5

APPENDICE

Intensit [W/m2] :
I I0 e

Ac
t
4V

4. 5

Tempo convenzionale di riverberazione


Formula di Sabine
60 0,16

V
A

4. 5

Fig. 4.1 Audiogramma normale

Tab. 4.1 Valori approssimati del coefficiente di assorbimento per finiture di uso corrente

TIPO DI MATERIALE

Spessore,
in mm,
compresa
intercapedine

Coefficiente di assorbimento secondo la frequenza


(Hz)
63

125

250

500

1000

2000

4000

8000

LI

FORMULARIO

Superfici interne normali


Muratura in mattoni
Calcestruzzo
Lastra di vetro di spessore fino a
4 mm
Lastra di vetro spessore 6 mm
Marmo o piastrelle vetrificate
Intonaco su muro pieno
Rivestimenti di pareti e soffitti
Intonaco acustico
Materassini di lana di vetro o di
roccia
Schiuma di poliuretano espanso (a
celle aperte)
Lastra di gesso di 9mm di
spessore, fissata su listelli di
legno; intercapedine daria di
50mm riempita con lana di vetro
Legno compensato di 5mm di
spessore, fissato su listelli di
legno; intercapedine daria di
50mm riempita con lana di vetro
Legno compensato di 12mm di
spessore, fissato su listelli ;
intercapedine daria di 59mm
riempita con lana di vetro
Pannelli di gesso per rivestimenti
murali e contro soffittature con
grandi intercapedini daria
Cartone di fibra su supporto rigido
Pavimentazioni
Battuto di cemento
Moquette a pelo raso, su substrato
di feltro
Moquette a pelo medio, su
substrato di gommapiuma
Piastrelle di gomma
Pannelli per rivestimenti
acustici
Fissati direttamente a parete o
soffitto, con piccola intercapedine
daria
Montati come soffitti sospesi

-------

0,05
0,01

0,05
0,01

0,04
0,01

0,02
0,02

0,04
0,02

0,05
0,02

0,05
0,03

0,05
0,03

0,25

0,35

0,25

0,20

0,10

0,05

0,05

0,05

6
---12

0,08
0,05
0,04

0,15
0,05
0,04

0,06
0,05
0,05

0,04
0,05
0,0

0,03
0,05
0,08

0,02
0,05
0,04

0,02
0,05
0,06

0,02
0,05
0,05

12
25
50
100
150
25
50
100

0,05
0,05
0,10
0,25
0,35
0,10
0,15
0,30

0,10
0,10
0,20
0,45
0,55
0,15
0,25
0,50

0,15
0,35
0,45
0,75
0,90
0,30
0,50
0,70

0,20
0,60
0,65
0,80
0,90
0,60
0,85
0,95

0,25
0,70
0,75
0,85
0,85
0,75
0,95
1,00

0,30
0,75
0,80
0,85
0,90
0,85
0,90
1,00

0,35
0,80
0,80
0,90
0,95
0,90
0,90
1,00

0,35
0,75
0,80
0,85
0,95
0,90
0,90
1,00

27

0,25

0,30

0,20

0,15

0,05

0,05

0,05

0,05

55

0,30

0,40

0,35

0,20

0,15

0,05

0,05

0,05

71

0,25

0,30

0,20

0,15

0,10

0,15

0,10

0,05

----

0,20

0,20

0,15

0,10

0,05

0,05

0,05

0,05

12

0,05

0,05

0,10

0,15

0,25

0,30

0,30

0,25

----

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,05

0,10

0,20

0,45

0,65

0,65

10

0,05

0,05

0,10

0,30

0,50

0,65

0,70

0,65

0,05

0,05

0,05

0,10

0,10

0,05

0,05

0,05

12 75

0,05

0,10

0,25

0,50

0,60

0,60

0,45

0,45

----

0,15

0,30

0,40

0,50

0,65

0,75

0,70

0,65

Tab. 4.2 Valori di assorbimento acustico di persone ed oggetti. A [m2]

Persona seduta

LII

Frequenze centrali delle bande di ottava [Hz]


125
250
500
1000
2000
4000
0,23
0,33
0,39
0,43
0,46
0,46

APPENDICE

Ragazzo
Bambino
Persona
in
piedi
con
abbigliamento pesante
Persona
in
piedi
con
abbigliamento leggero
Persona seduta su poltrona
imbottita
Musicista
seduto
con
strumento musicale
Sedia in legno
Poltrona da teatro tappezzata
in similpelle
Poltrona da teatro imbottita,
tappezzata in velluto

0,20
0,17

0,30
0,24

0,35
0,26

0,38
0,29

0,42
0,33

0,42
0,33

0,17

0,41

0,91

1,30

1,43

1,47

0,12

0,24

0,59

0,98

1,13

1,12

0,25

0,35

0,40

0,40

0,40

0,40

0,60

0,95

1,06

1,08

1,08

1,08

0,02

0,02

0,02

0,04

0,04

0,03

0,04

0,13

0,22

0,17

0,16

0,11

0,14

0,25

0,30

0,30

0,30

0,30

LIII