Sei sulla pagina 1di 2

LA PARABOLA E LA SUA EQUAZIONE:

Assegnati nel piano un punto F e una retta d, si chiama parabola la curva piana luogo geometrico
dei punti equidistanti da F e da d.
Il punto F e la retta d vengono detti rispettivamente fuoco e direttrice della parabola. La retta
passante per il fuoco e perpendicolare la direttrice si chiama asse della parabola. Il punto V in cui si
interseca il suo asse detto vertice della parabola.
L'equazione della parabola con asse coincidente con l'asse y e vertice nell'origine:
F(0 ; f ) la direttrice quindi una retta parallela all'asse x
F(

) coordinate del fuoco


equazione della direttrice

All'aumentare di a diminuisce l'apertura della parabola. Se a invece negativo, l'apertura


diminuisce all'aumentare del valore assoluto di a.
La parabola con asse parallelo all'asse y
L'equazione della parabola con asse parallelo all'asse y:
ascissa del vertice:
ordinata del vertice:
A ogni parabola con asse parallelo all'asse y corrisponde un'equazione del tipo
con
e viceversa.
Le caratteristiche di una parabola di equazione
Asse:
Vertice:
Fuoco:
Direttrice:
Casi particolari:
Se b=0 l'equazione diventa
. La parabola ha vertice V(0 ; c) e il suo asse di
simmetria l'asse y
Se c=0 l'equazione diventa
. La parabola ha vertice V(
; ) e passa
sempre per l'origine di O. Infatti le coordinate (0 ; 0) soddisfano l'equazione.
Se b=0 e c=0 l'equazione diventa
. Ritroviamo la parabola gi studiata con
l'asse coincidente con l'asse y e vertice nell'origine.
La parabola con asse parallelo all'asse x
Eq. parabola con asse parallelo all'asse x:
La concavit della parabola rivolta verso la direzione positiva se a > 0 e verso la negativa dell'asse
x se a < 0.

Asse:
Vertice:
Fuoco:
Direttrice:
LA POSIZIONE DI UNA RETTA RISPETTO A UNA PARABOLA:
Retta secante due punti di intersezione
Retta tangente un punto di intersezione
Retta esterna nessun punto di intersezione
Retta parallela all'asse della parabola un punto di intersezione
per trovare le intersezioni bisogna risolvere il sistema tra eq. retta e eq. parabola
si ottiene l'eq. di secondo grado:
le cui soluzioni sono le ascisse dei punti di intersezione della parabola con la retta.
Si possono avere 3 casi:
se > 0 la retta secante
se = 0 la retta tangente
se < 0 la retta esterna alla parabola
LE RETTE TANGENTI ALLA PARABOLA:
Dato un punto P e una parabola il punto p pu essere: esterno alla parabola (due rette tangenti), sulla
parabola (una retta tangente), interno alla parabola (nessuna tangente)
Per determinare le equazioni delle eventuali rette tangenti, si procede nel seguente modo:
si scrive l'eq. del fascio di rette passanti per P
si scrive il sistema di eq. del fascio di rette e della parabola
si pone la cond. di tangenza = 0
si risolve rispetto a m l'equazione ottenuta e si sostituiscono nell'equazione del fascio gli
eventuali valori determinanti
Formula di sdoppiamento
IL SEGMENTO PARABOLICO:
Se una retta secante una parabola nei punti A e B il segmento AB e l'arco di parabola AB
delimitano una parte di piano chiamata segmento parabolico.
Tracciamo la retta parallela ad AB e tangente alla parabola e consideriamo su di essa le proiezioni di
A' e B' di A e B. Si pu dimostrare che l'area del segmento parabolico uguale a 2/3 dell'area del
rettangolo AA'B'B.
COME DETERMINARE L'EQUAZIONE DI UNA PARABOLA:
Come nella circonferenza anche nella parabola dobbiamo avere tre informazioni per trovare
l'equazione. Queste informazioni sono dette condizioni. Possibili condizioni:
Sono note coord. vertice e fuoco Sono note le coord. del vertice o del fuoco e l'eq. della
direttrice La parabola passa per 3 punti non allineati La parabola passa per due punti e si
conosce l'eq. Dell'asse La parabola passa per un punto e sono note le coord. del vertice o
del fuoco La parabola tangente a una retta data e passa per due punti.