Sei sulla pagina 1di 1

1848 si riun a Francoforte il Parlamento federale degli Stati tedeschi e

dell'Austria, eletto a suffragio universale, per dare una costituzione alla


Confederazione germanica (nata nel 1815) e creare uno stato tedesco
unitario. Partita con le migliori intenzioni l'assemblea si divise fra i seguaci
della Grande Germania (comprendente l'Austria) e quelli della Piccola
Germania (che escludesse l'Austria). Prevalse la piccola Germania ma il
sovrano Federico Guglielmo IV di Prussia rinunci alla corona perch troppo
conservatore per accettare un'investitura dal basso.A partire dagli anni '50 gli
stati tedeschi sono interessati dal fenomeno industriale ma la
frammentazione un ostacolo per lo sviluppo economico. Per ovviare a
questo limite, gli stati della confederazione si accordarono per realizzare
un'unione doganale (Zollverein), che permise di ridurre la competizione
interna. Negli anni '60, il re di Prussia chiam Bismarck come suo cancelliere,
il quale inizi a prefiggere e programmare un obiettivo: la Prussia doveva
inglobare gli stati tedeschi, e per fare ci aveva bisogno di rafforzare
l'esercito, fornirlo di armi moderne.L'unificazione tedesca fu realizzata
attraverso una serie di guerre.Nel 1864 si svolse la guerra contro la
Danimarca. Si assiste a un'alleanza austro-prussiana contro la Danimarca.
Con la guerra dei trent'anni la Danimarca aveva conquistato due ducati . La
Prussia usa ci come pretesto e dichiara guerra rivendicandone il possesso.
Austria e Prussia escono vincitori dal conflitto spartendosi i territori
conquistati. Nel 1866 si assiste alla guerra Austro -Prussiana. In occasione di
questa guerra Bismarck chiam l'Italia ad allearsi (in cambio avrebbe
ottenuto il Veneto). L'esercito prussiano sconfisse quello austriaco . A Vienna
fu stipulata una pace: l'Austria dovette cedere il Veneto alla Prussia, che
l'avrebbe ceduto all'Italia; l'Austria venne espulsa dalla Confederazione
germanica; la Prussia cre la Confederazione degli Stati del Nord, guidata
dalla Prussia e governata da Bismarck, invece gli stati meridionali si
trovavano sotto la protezione di Napoleone III di Francia che vedeva nelle
azioni di Bismarck una minaccia per il suo espansionismo. Bismarck si rese
conto che l'obiettivo di unificazione della Germania sarebbe stato raggiunto
una volta abbattuta la Francia. Nel 1870 si svolse la guerra Franco -Prussiana.
si era reso vacante il regno di Spagna, quindi Bismarck aveva proposto un
membro della casa reale prussiana. Questa soluzione sarebbe stata
sfavorevole a Napoleone III, perch avrebbe posto la Francia fisicamente "in
mezzo" a due stati con corona prussiana. La situazione si fece sempre pi
tesa fino a quando non si arriv a un vero e proprio conflitto. Il re francese
sottovalut la forza prussiana, che forte di un esercito di 500 000 uomini
sconfisse l'esercito francese a Sedan il 2 Settembre 1870. A gennaio del
1871, i Prussiani occuparono Versailles, e nel salone degli specchi, i principi
tedeschi acclamarono Guglielmo I imperatore di Germania.