Sei sulla pagina 1di 3

TIPI DI MUSCOLI:

-muscoli volontari (muscoli scheletrici), innervati nel sistema nervoso e nel sistema
somatico,
detti anche striati , formati da tessuto musclolare striato
-muscolo cardiaco, involontario, innervato nel sistema neurovegetativo.
-Muscoli lisci propri dei vasi sanguinei e degli organi interni , sono anche essi
involontari.
IL MUSCOLO SCHELETRICO formato da migliaia di cellule a forma allungata cio LE
FIBRE MUSCOLARI che sono organizzate in fasce. Ogni fibra e fascio rivestito da un
tessuto connettivo che svolge il compito di collante fra le varie fibre. All estremit il
tessuto connettivo si fonde con un altro tessuto pi denso e forma il TENDINE il quale
la struttura elastica e robusta attraverso la quale il muscolo si ancora all osso per
esercitare la trazione e determinare lo spostamento di una parte del corpo.
COME E? FATTO UN MUSCOLO
I diversi tipi di muscoli:
-Muscoli fusiformi, hanno fibre disposte pasrallelamente secondo la lunghzza
-Muscoli pennati. Hanno un lungo tendine centralesu cui sono dispote obliquamente
sui lati le fibre.
-I musco semipennsati, hanno le fibre disposte su un solo lato di un lungo tendine.
-muscoli triangolarei sono appiattati e possiedono un piccolo tendine dal quale le fibre
si aprono a ventaglio.
-i muscoli nastriformi, hanno fibre parallele interrotte da pi inserzioni tenidee.
Digastrico : muscolo della regione del collo tratto tendineo intermedio tra i ventri
muscolarei
Propriet del muscolo: estensibilit elasticit contrattilit il muscolo e i tendini e
legamenti possono essere sallungati per poi tornare alla lunghezza di parenza
possono anche accorciarsi .

LE INSERZIONI DEL MUSCOLO .


Il punto in cui un muscolo si collega ad un segmento osseo si chiama inserzione.
Nella contraizione, una delle due inserzioni serve da punto fisso, e l altra da punto
mobile,
MUSCOLI AGONISTI, ANTAGONISTI, SINERGICI
Il movimento reso possibile dai muscoli agonisti che realizzono lo spostamento.
Durante questa azione cecessario che i muscoli antagonisi siano rilasciati in modo
tale che non risultino un freno.anche se in molte azioni motorie necessaria la
combinazione di entrambi i muscoli e quando pi gruppi muscolari concorrono per
realizzare l azione, verranno chiamati muscoli sinergici.
AZIONE PRINCIPALE E AZIONE SECONDARIA DEL MUSCOLO
Il muscolo possiede la capacit di sviluppare un azione principale (rotazione,

estensione, etc).
Inoltre in grado di realizzare quasi sempre anche azioni secondarie,.
LA FIBRA MUSCOLARE
Ogni fibra muscolare rivestita dal sarcolemma, una membrana cellulare che contiene
il sarcoplasma, un liquido ricco di sostanze nutrienti. In questo liquido vi sono
centinaia di filamenti proteici, le miofibrille. Costituite da actina e miosina,
L ACCORCIAMENTO DEL MUSCOLO dovuto alla somma degli accorciamentidei
songoli vasi sacomeri
Tipi DI fibre Muscolari:
-Fibre a contrazione lenta : Forza limitata poco afftcabili.
-Fibre a contrazione rapida resistenti alla fatica,
-Fibre a contazione rapida molto affaticabili
-Fibre a contrazione rapida
Differenti stati Di contrazione e regime di lavoro:
-Nella contrazione isometrica equilibrio stra forza uscolare e quella esterna
-Contrazione concentrica contrazione dinamica in accorciamento .forza muscolare
superiore a quella esterna.
.Contrazione eccentrica quando la forza esterna pi grande di quella muscolare
Contrazione di allungamento si ha in occasione di un salto, osserrvabile nella coscia.
PRIMO SOCCORSO
LA DISTORSIONE la temporanea fuoriuscita di un capo articolare dalla propria sede
naturale. E causata solitamente da una forte sollecitazione all articolazione su piani
diversi rispetto al normale movimento. Lo spostamento dei capi articolari causa la
distensione e spesso la rottura dei tessuti circostanti (legamenti e capsule articolari) e
dei vasi sanguignei.esteticamente si noter un edema, un rigonfiamento e il dolore
sar spontaneo e si aggraver con il movimento. Ghiaccio per lenire il dolore
LA lussazione: Spostamento permanente dei capi articolarei fuori dalla propria sede
fisiologica.quando i contatti articolari non sono completamente persi si parla di
sublussazione. Generalmente dovuta ad un colpo molto violento e comporta una
grave lacerazione dela capsula articolare e dei legamenti. Fortissimo dolore che si
aggreva con il movimento,,,
Frattura ossea: la rittura dell osso, dovua a una forza capace si duperare la
resistenza dell osso stesso. Frattura aperta se vi la fuoriuscia dell osso dalla cute e
possibile infezione, frattura chiusa se non compromette lesioni vascolari cutanee o
nercose. Dolore aumenta col passare del tempo Non muovere infortunao, evitare
carichi sulla parte lesa, in caso di fratture aperte ricopreire ferita con garze
sterili:::.apliccare ghiazzio pe atenuare dolote ed ematomn
PERDITA DEI SENSI: temporanea perdita di coscienza chiamata lipotimia, legata a
diminuizione dell irrorazione sanguinea a livello celebrale.spesso dovuta a brusco

abbassamento di pressione arteriosa e della gfrequenza cardiacaperdita conoscenza


mai totale, si presenta come stao confusionale .intervento mettere il soggetto in
posizione antishock disteso a terra con piedi sollevati per favorire fliussso sangue al
cervello . Mantenere la posizione per circa dieci minuti anche dopo il ritorno allo stato
di coscienza.non somministrare alcool ma acqua