Sei sulla pagina 1di 2

Borsa e finanza

Lavoro

Finanza personale

Aziende e imprese

Soldioggi / Lavoro / Contratti

Le prestazioni meramente occasionali (art.


2222 e ss. codice civile)
Le prestazioni meramente occasionali sono disciplinate nellart. 2222 e ss. del codice
civile. In questo tipo di collaborazioni, il committente (il datore di lavoro) incarica il
soggetto a svolgere una determinata prestazione. Questa prestazione ha una specifica
caratteristica: viene svolta senza alcun vincolo di subordinazione, per cui non sono
previsti orari o altri vincoli, il lavoratore opera in completa autonomia.
Nelle prestazioni occasionali quindi assente il coordinamento con lattivit aziendale
del committente, il lavoratore opera in autonomia, anche esternamente allazienda,
spesso infatti non ha neanche uno spazio fisico a lui dedicato in azienda (per esempio
anche lavorando da casa).

Passaggi recenti
Ferie matrimoniali: come funzionano

Differenza tra stage e tirocinio

Fac simile convocazione assemblea di


condominio

Nuovo regime dei minimi e codice ATECO: le


soglie da non superare

Modulo disdetta assicurazione vita

Passaggi importanti
Le migliori azioni su cui investire

ETF cosa sono e come funzionano

Migliori ETF su cui investire

Come regolare le collaborazioni occasionali? Il contratto non obbligatorio, ma


sicuramente opportuno redigere almeno una lettera dincarico (che sarebbe un mini
contratto) volta a definire le controparti, il lavoro da svolgere, il compenso, lassenza del

Cosa significa CIG in deroga

vincolo di subordinazione. Il contratto deve essere firmato da entrambe le parti.


Eredit con amministratore di sostegno:

Ogni mese (o secondo gli accordi tra le parti), il lavoratore rilascia una ricevuta di
prestazione occasionale, nella quale indicato limporto lordo, la ritenuta dacconto (pari
al 20% del lordo) e limporto netto da incassare. Se il compenso lordo della singola
ricevuta supera i 77,46 euro, occorre apporre sulla ricevuta una marca da bollo di 1,81
euro. Il lavoratore incassa il netto, mentre il datore di lavoro si occupa di versare la
ritenuta dacconto (per conto del lavoratore), allo Stato. Ogni anno poi, il committente
rilascer al collaboratore la certificazione dei compensi (unattestazione riguardante i
compensi percepiti e le ritenute dacconto operate), che potr essere utilizzata per la

accettazione e rinuncia

dichiarazione dei redditi.


possibile avere pi prestazioni occasionali, con pi committenti? Certamente, lunico
limite che il totale dei compensi percepiti da tutti i committenti non superi i 5000 euro
annui. Se si supera questo limite la prestazione non pi occasionale e occorre iscrivere
il lavoratore allINPS nella Gestione Separata.

Passaggi successivi
Come funziona la ritenuta dacconto per prestazioni occasionali
Come fatturare prestazioni occasionali
Le prestazioni occasionali sono soggette a ritenuta dacconto
Le prestazioni occasionali vanno dichiarate nel 730
Le prestazioni occasionali sono esenti da IVA

Soldioggi.it tutti i diritti riservati. Contattaci

Privacy e Cookie