Sei sulla pagina 1di 2

SAPONARIA

Nome scientifico: Saponaria ocymoides L.


Famiglia: Caryophyllaceae

Generalit
Pianta perenne originaria dell'Europa.
Molto utilizzata per i giardini rocciosi, la
Saponaria si pu trovare facilmente
anche in natura, nei pascoli di media
quota. Trova impiego anche per coprire
muri a secco, vista la facilit di
sviluppo, anche in condizioni non ideali.
Il nome deriva dall'alto contenuto di
saponine vegetali presenti nelle radici
di questa pianta.

Caratteristiche botaniche
Pianta perenne, con portamento prostrato-rampante, che si espande nel terreno formando
cespugli fitti, tappezzanti e densamente fioriti di un bel colore rosa-fucsia.
I fusti molto ramificati sono alti 10-40 cm, e sono ricoperti da una fitta peluria glandulosa.
Le foglie sono di colore verde scuro, lanceolate ed acute quelle cauline, ottuse obovate
quelle basali.
I fiori portati da brevi peduncoli, sono raccolti in infiorescenze multiflore, lasse allascella
delle foglie superiori. Il calice lungo 1 cm, pubescente-glanduloso, ha forma cilindrica,
colore rosso-violaceo ed dentato allapice. La corolla formata da 5 petali spatolati di
colore rosa-violetto, molto intenso.
Il frutto una capsula di 1-1,5 cm, frangiata alla sommit.

Coltivazione
Terreno
Si sviluppano senza problemi in qualsiasi terreno, anche in quelli molto aridi e asciutti.
Prediligono terreni sciolti e molto ben drenati. Un terreno molto umido, che trattenga
troppa acqua, pu causare la morte della pianta.
Esposizione
Porre a dimora in pieno sole o a mezz'ombra, soprattutto nei luoghi con estati molto calde.

Queste piante non temono il freddo, anche se spesso il gelo intenso pu provocare il
completo disseccamento della parte aerea.
Annaffiature e concimazione
Le piante poste a dimora da poco necessitano di essere annaffiate regolarmente, quelle
gi a dimora da tempo si accontentano delle piogge.
In caso di periodi di siccit molto prolungati consigliabile annaffiare sporadicamente la
pianta.
All'inizio della primavera spargere sul terreno attorno alla pianta del concime granulare per
piante da fiore.
Moltiplicazione
Si semina direttamente a dimora in
primavera oppure, nelle zone con
inverni miti, sul finire dellestate:
sparpagliare i semi sul substrato e
ricoprirli appena con un sottile strato di
terriccio. Quando le piantine iniziano a
spuntare, si esegue, se necessario,
unoperazione di diradamento. Successivamente si ripicchettano lasciando
una distanza di 25 cm tra le piantine.
In primavera possibile dividere i cespi
dell'anno precedente .
In estate possibile praticare talee
utilizzando
porzioni
dei
fusti
semilegnosi.

Potatura
Per mantenere uno sviluppo pi compatto e per favorire ulteriori fioriture, si consiglia di
potare i fusti con i fiori appassiti.
Parassiti e malattie
In generale non ve ngono attaccate da parassiti o da malattie.

i-bei giardini
Negozio ebay gestito da Brasi74
http://stores.ebay.it/i-bei-giardini