Sei sulla pagina 1di 97

Sede legale: via Campana n.

268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 1 di 97
BS OHSAS 18001:2007

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE


INTEGRATO PER LA QUALITA, LAMBIENTE
E LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO
in conformit alle norme

UNI EN ISO 9001:2008


UNI EN ISO 14001:2004
OHSAS 18001:2007

Documento

Codice

Manuale del Sistema di Gestione Integrato

MSGI

Qualit, Ambiente e Salute e Sicurezza nei luoghi di Lavoro


Il contenuto di questo documento di propriet di EBM SRL e non pu essere riprodotta o divulgata a terzi senza autorizzazione.
Copiare anche solo parti di questo Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la Qualit, lAmbiente e la Sicurezza (e dei documenti correlati) contro la legge.
La riproduzione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo (manuale, meccanico, elettronico etc.) vietata senza l'autorizzazione scritta della EBM SRL (Legge 22 aprile 1941 n
633 e successivi aggiornamenti).
Data consegna:

Destinatario:

Distribuito in copia

controllata

non controllata:

Rev.

Data

Descrizione modifiche

Redatto

Verificato

Approvato

01

01.09.2013

Prima emissione ufficiale

(RSGI)

(RSGI)

(DGE)

02

06.03.14

Par. 1.2 4.1

(RSGI)

(RSGI)

(DGE)

SGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 2 di 97
BS OHSAS 18001:2007

PREMESSA
Limpresa EBM SRL, dopo anni di esperienza maturata nella gestione separata dei diversi sistemi di gestione aziendale conformi alla rispettive norme:
- UNI EN ISO 9001:2008,
- UNI EN ISO 14001:2004,
- OHSAS 18001:2007,
ha assunto la decisione strategica di Mantenere le rispettive Certificazioni di Conformit con ladozione di
un Sistema di Gestione Integrato per la Qualit, lAmbiente e la Sicurezza al fine di:
- riconoscere che la gestione di requisiti legati alla qualit, allambiente ed alla sicurezza nello svolgimento delle attivit fra le priorit dellorganizzazione;
- operare nel rispetto delle normative vigenti in materia di impresa, ambiente e sicurezza;
- stabilire e mantenere comunicazioni con le parti interessate, interne ed esterne;
- individuare le prescrizioni di legge e gli aspetti di qualit, ambiente e sicurezza, collegati allattivit, ai
prodotti ed ai servizi dellorganizzazione;
- sviluppare limpegno della direzione e del personale verso la protezione dellambiente, con chiare assegnazione di responsabilit e competenze;
- stabilire un processo per raggiungere i livelli di prestazione prefissati;
- assegnare risorse appropriate e sufficienti, compreso laddestramento, per raggiungere i livelli di prestazione prefissati e mantenerli nel tempo;
- valutare le prestazioni legate ai requisiti di qualit, ambiente e sicurezza in rapporto alla politica aziendale, agli obiettivi, ai programmi ed ai traguardi dellorganizzazione ed operare per il miglioramento quando il caso;
- stabilire un processo gestionale per eseguire gli audit ed i riesami del SGI ed individuare le opportunit di miglioramento del sistema e delle risultanti prestazioni;
I potenziali benefici attesi dalla direzione che si possono ottenere da un SGI efficace comprendono:
- assicurare la clientela sullimpegno per una dimostrabile gestione dei requisiti di qualit, ambiente e
sicurezza;
- accrescere la soddisfazione dei nostri Committenti, mediante losservanza dei requisiti dei Committenti stessi,
- intrattenere buone relazioni col pubblico e con le istituzioni locali;
- migliorare limmagine e la quota di mercato;
- ridurre gli incidenti che implicano la responsabilit.
- operare in sicurezza.

SGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 3 di 97
BS OHSAS 18001:2007

INDICE
0.1 PRESENTAZIONE DELLAZIENDA .......................................................................................................................... 5
0.2 GENERALIT DELLAZIENDA................................................................................................................................ 5
0.3 ORGANIGRAMMA FUNZIONALE AZIENDALE ......................................................................................................... 6
1.1 GENERALIT ........................................................................................................................................................ 7
1.1 STRUTTURA E SCOPO DEL PRESENTE MANUALE .................................................................................................... 8
1.2 CAMPO DI APPLICAZIONE ..................................................................................................................................... 9
4.1 GENERALITA ..................................................................................................................................................... 12
4.1.1 INTERAZIONE TRA I PROCESSI DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO ............................................................ 14
4. 2 REQUISITI GENERALI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE................................................................................... 18
4.2.1 Generalit................................................................................................................................................... 18
4.2.2 Manuale del Sistema di Gestione Integrato .............................................................................................. 19
4.2.3 Tenuta sotto Controllo dei Documenti ....................................................................................................... 21
4.2.4 Tenuta sotto Controllo delle Registrazioni ................................................................................................ 23
4.2.4 Prescrizioni legali ...................................................................................................................................... 26
4.2.5 Indicatori .................................................................................................................................................... 27
5.1 IMPEGNO DELLA DIREZIONE ............................................................................................................................... 27
5.2 ATTENZIONE FOCALIZZATA AI PORTATORI DI INTERESSE .................................................................................... 28
5.2.1 Aspetti di impatto ambientale diretti .......................................................................................................... 28
5.2.2 Igiene, Sicurezza e Salute dei Lavoratori .................................................................................................. 29
5.2.3 Sicurezza delle Informazioni ..................................................................................................................... 31
5.2.4 Conoscenza, applicazione ed aggiornamento della politica ..................................................................... 31
5.3 POLITICA AZIENDALE PER LA QUALIT, AMBIENTE E SICUREZZA ...................................................................... 32
5.3.1 Analisi di avvio .......................................................................................................................................... 32
5.3.2 Emanazione della politica ......................................................................................................................... 33
5.3.3 Contenuti ................................................................................................................................................... 33
5.3.4 Verifica, Revisione e Riesame della politica ............................................................................................. 34
5.3.5 Documentazione, diffusione e disponibilit .............................................................................................. 34
5.4 PIANIFICAZIONE ................................................................................................................................................. 35
5.4 OBIETTIVI E MIGLIORAMENTO ............................................................................................................................ 35
5.4.1 Obiettivi ..................................................................................................................................................... 35
5.4.2 Miglioramento continuo ............................................................................................................................ 39
5.5 RESPONSABILIT, AUTORIT E COMUNICAZIONE............................................................................................... 39
5.5.1 Responsabilit ed Autorit ......................................................................................................................... 39
5.5.2 Rappresentante della Direzione ................................................................................................................. 40
5.5.3 Comunicazioni ............................................................................................................................................ 40
5.5.3.1 Comunicazione Interna ........................................................................................................................... 40
5.5.3.2 Comunicazioni esterne ............................................................................................................................ 42
5.5.3.3 Comunicazioni con l'organismo di Certificazione .................................................................................. 43
5.6 RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE ............................................................................................................... 43
6.1 MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE ............................................................................................................. 46
6.2 RISORSE UMANE ................................................................................................................................................ 46
6.2.1 Generalit................................................................................................................................................... 46
6.2.2 Competenza, Formazione-Addestramento, Consapevolezza, ruoli, responsabilit ed autorit ................. 47
IDENTIFICAZIONE .................................................................................................................................................... 48
PIANIFICAZIONE DELLE ESIGENZE............................................................................................................................. 49
VERIFICA E APPROVAZIONE DEI PIANI....................................................................................................................... 49
ATTUAZIONE ........................................................................................................................................................... 49
REGISTRAZIONE DEI RISULTATI ................................................................................................................................ 49
VALUTAZIONE DEI RISULTATI................................................................................................................................... 50
6.3 INFRASTRUTTURE ............................................................................................................................................... 50
6.3.1 Infrastrutture .............................................................................................................................................. 50
6.3.2 Mezzi, macchinari, attrezzature ed apprestamenti ..................................................................................... 50
6.4 AMBIENTE DI LAVORO ....................................................................................................................................... 51
SGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 4 di 97
BS OHSAS 18001:2007

7.1 PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DELLOPERA ............................................................................................... 52


7.2 PROCESSI RELATIVI AL COMMITTENTE............................................................................................................... 53
7.2.1 Determinazione dei Requisiti Relativi alla Realizzazione dellOpera ....................................................... 53
7.2.2 Riesame dei Requisiti Relativi alla Realizzazione dellOpera ................................................................... 54
7.2.3 Comunicazione con il Committente ............................................................................................................ 56
7.3 PROGETTAZIONE E SVILUPPO ............................................................................................................................. 56
7.3.1 Pianificazione della progettazione ............................................................................................................ 56
7.3.2 Elementi in ingresso alla progettazione .................................................................................................... 56
7.3.3 Elementi in uscita dalla progettazione ...................................................................................................... 57
7.3.4 Riesame della progettazione ..................................................................................................................... 57
7.3.5 Verifica della progettazione ...................................................................................................................... 57
7.3.6 Validazione della progettazione ................................................................................................................ 57
7.3.7 Modifiche della progettazione .................................................................................................................. 58
7.4 APPROVVIGIONAMENTO ..................................................................................................................................... 58
7.4.1 Processo di Approvvigionamento ............................................................................................................... 58
7.4.2 Informazioni per lApprovvigionamento .................................................................................................... 61
7.4.3 Consegne in cantiere e Verifica dei Prodotti Approvvigionati .................................................................. 61
7.5 PRODUZIONE E CONTROLLO ............................................................................................................................... 62
7.5.1 Tenuta sotto Controllo delle Attivit di Esecuzione dellOpera ................................................................. 62
7.5.2 Validazione dei Processi di lavorazione (Processi speciali) ...................................................................... 70
7.5.3 Identificazione e Rintracciabilit ............................................................................................................... 70
7.5.4 Propriet del Cliente .................................................................................................................................. 71
7.5.5 Conservazione dei prodotti/Materiali ........................................................................................................ 72
7.6 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DISPOSITIVI DI MONITORAGGIO E MISURAZIONE ............................................ 74
7.7 PREPARAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE.................................................................................................... 76
8.1 GENERALIT ...................................................................................................................................................... 77
8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI .......................................................................................................................... 77
8.2.1 Soddisfazione del Committente................................................................................................................... 77
AUDIT ESTERNI ........................................................................................................................................................ 79
AUDIT DA OARTE DI ENTI ESTERNI ........................................................................................................................... 79
8.2.3 Monitoraggio e Misurazione delle Prestazioni .......................................................................................... 79
8.2.3 Monitoraggio e Misurazione dei Processi ................................................................................................. 80
8.2.4 Monitoraggio e Misurazione dei Prodotti/Servizi ...................................................................................... 81
8.3 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI PRODOTTI NON CONFORMI ............................................................................. 82
8.4 ANALISI DEI DATI ............................................................................................................................................... 84
8.5 MIGLIORAMENTO ............................................................................................................................................... 84
8.5.1 Miglioramento Continuo ............................................................................................................................ 84
8.5.2 Azioni Correttive ........................................................................................................................................ 85
8.5.3 Azioni Preventive ........................................................................................................................................ 86
9.1 CORRELAZIONE CON LA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 .................................................................................. 87
9.2 CORRELAZIONE CON LA NORMA UNI EN ISO 14001:2004 ................................................................................ 89
9.3 CORRELAZIONE CON LA NORMA OHSAS 18001:2007 ....................................................................................... 91

SGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 5 di 97
BS OHSAS 18001:2007

INTRODUZIONE

0.1

PRESENTAZIONE DELLAZIENDA

La EBM SRL specializzata nel settore degli impianti elettrici civili ed industriali nonch in opere di edilizia
per edifici civili ed industriali, nasce dal sogno di riuscire a costruire un'azienda strutturata e competitiva;
pertanto, al fine di offrire un servizio migliore sul mercato, propone soluzioni allavanguardia tecnologica,
con servizi specializzati di manutenzione ed adeguamento normativo. Il tipo di opere per le quali lazienda
partecipa a livello Nazionale e Regionale sono quelle da ricondursi a gare di:
- Pubblico Incanto: definita come asta pubblica, caratterizzata da partecipazione diretta.
- Licitazione privata: definita mediante richiesta di partecipazione ed eventuale invito a partecipare.
LAzienda fonda il proprio successo nellinvestimento ritenuto pi importante cio nella esperienza e nella
preparazione delle maestranze e dei tecnici di cantiere, nella prontezza e preparazione dei funzionari di
ufficio che consentono di affrontare le nevralgicit del settore di riferimento attraverso una continua ricerca e formazione sulle nuove tecnologie, che consentono di affrontare la guerra di prezzo, caratteristica
del settore, attraverso lottimizzazione dei costi e senza rinunciare alla qualit del prodotto servizio offerto
rimanendo i prezzi altamente competitivi. Tutti sono tesi al miglioramento alla piena soddisfazione delle
esigenze del Cliente nella visione ultima del servizio reso al cittadino utente. Il rispetto delle normative
applicabili, della trasparenza, della correttezza e dellefficienza del lavoro sono pratica comune in azienda
sin dai primi momenti operativa.
La EBM SRL dispone di personale specializzato, di attrezzature, strutture ed ambienti tali da garantire la
massima qualit delle opere che realizza.
Il costante adeguamento tecnico, sempre al passo con il mutare delle esigenze di mercato, ha consentito
alla EBM SRL di raggiungere livelli qualitativi avanzati ed in grado di soddisfare le pi svariate richieste
qualitative nel settore.
Richieste che, nella EBM SRL, trovano adeguate risposte tecniche, sempre caratterizzate da elevati
standards di affidabilit, di qualit, di sicurezza nel rispetto del territorio e dellambiente.

0.2

GENERALIT DELLAZIENDA

Ragione sociale

EBM SRL

Sede Legale

Via Campana n. 268 800078 Pozzuoli Napoli

Sede Operativa

Via Masseria Vecchia


(NA)

C.F.- Partita I.V.A.

05799001218

Tel./Fax

+39 081 8047072 - 8047176

e-mail

info@ebmsrl.com

n. 196/37 80014 Giugliano in Campania

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

0.3

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 6 di 97
BS OHSAS 18001:2007

ORGANIGRAMMA FUNZIONALE AZIENDALE


Direttore Generale

DGE
Rappresentante Direzione
DIRi

Medico Competente

Resp. Serv. Prev. Prot.

MC

RSPP

Rappr. Lavoratori Sicurezza

RLS

Resp. Sist. Gest. Integrato

Add. 1 Socorso
APS

RSGI

Add. Serv. Prev. Prot.

Add. Emergenza Ant.dio

ASPP

AEM

Preposto alla Sicurezza

PrS
Resp. Commerciale

Resp. Amministrativo

Direttore Tecnico

Resp. Acquisti

COM

AMM

DT

ACQ

Resp. Gare

Resp. Cantieri

Resp. Manutenzione

GAR

RCA

MAN

Operatori

OPT

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

1.1

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 7 di 97
BS OHSAS 18001:2007

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

GENERALIT

La certificazione del Sistema di Gestione Integrato per la Qualit, lAmbiente e la Sicurezza, secondo le
rispettive norme:
UNI EN ISO 9001:2008,
UNI EN ISO 14001:2004,
OHSAS 18001:2007,
uno strumento che consente la gestione delle problematiche relative ai requisiti di qualit, ambiente e
sicurezza in azienda, attraverso una valutazione a priori dei rischi e la loro riduzione mediante azioni preventive derivanti da un piano di miglioramento continuo, e tramite il coinvolgimento di tutti i soggetti interni
allazienda stessa, a partire dal datore di lavoro, integrando obiettivi e politiche per la qualit, lambiente e
la salute e sicurezza, nella pianificazione e gestione di sistemi di lavoro e di produzione.
La sua applicazione un atto assolutamente volontario, non indispensabile per la applicazione allinterno
dellazienda dei requisiti richiesti dalle norme cogenti applicabili nel nostro Paese per la tutela e sicurezza
sul luogo di lavoro.
Ladozione e la successiva certificazione del Sistema di Gestione Integrato permette allazienda di beneficiare di alcuni importanti vantaggi, quali:
Riduzione dei costi derivanti da sprechi, etc.
riduzione degli impatti ambientali,
ridurre progressivamente i costi complessivi della SSL compresi quelli derivanti da incidenti, infortuni e malattie correlate al lavoro minimizzando i rischi cui possono essere esposti i dipendenti o i
terzi (clienti, fornitori, visitatori, ecc.), cercando di eliminare eventi indesiderati;
aumentare la propria efficienza e le proprie prestazioni;
la corretta gestione delle risorse umane e motivazione del personale;
il miglioramento del livello di comunicazione tra le parti interessate;
il miglioramento dellimmagine presso i clienti, gli organi di controllo, il pubblico e il sistema creditizio.
Gli strumenti da utilizzare nellimplementazione del sistema, sono quelli tipici della pianificazione,
dellorganizzazione, del controllo continuo e del miglioramento continuo:

PlanDoCheckAct
Il SGI opera sulla base della sequenza ciclica delle fasi di pianificazione, attuazione, monitoraggio e riesame del sistema, per mezzo di un processo dinamico.
Il SGI definisce le modalit per individuare, allinterno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilit, le procedure, i processi le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel
rispetto delle norme di salute e sicurezza vigenti.
La capacit del sistema di raggiungere gli obiettivi pianificati deriva dallimpegno e dal coinvolgimento di
tutte le funzioni aziendali e soprattutto del livello pi elevato.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

1.1

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 8 di 97
BS OHSAS 18001:2007

STRUTTURA E SCOPO DEL PRESENTE MANUALE

Il presente Manuale descrive il Sistema di Gestione Integrato dellimpresa EBM SRL organizzato ed attivato in conformit ai requisiti delle normative UNI EN ISO 9001:2008 (qualit), UNI EN ISO 14001:2004 (ambiente) e OHSAS 18001:2007 (sicurezza), adeguato a soddisfare le richieste del D.Lgs. 193/2006 Codice
in materia di protezione dei dati personali ed in generale rispondente agli obiettivi aziendali fissati dalla
Direzione Generale. In generale, sintetizza gli aspetti organizzativi, procedurali, gestionali della nostra Societ e pertanto costituisce il documento fondamentale del Sistema di Gestione Integrato aziendale.
Il Manuale ha lo scopo di descrivere la politica stabilita dalla Direzione Generale, di definire e documentare i criteri gestionali adottati con cui stato strutturato il SGI e di fornire il riferimento per lattuazione e la
comprensione del Sistema, nonch costituire un costante riferimento nellapplicazione e
nellaggiornamento del Sistema stesso.
Il Manuale rappresenta il documento di riferimento che rende esplicita la volont della Direzione Generale di perseguire i seguenti obiettivi in termini prioritari:
eliminare o ridurre i rischi per la sicurezza e salute dei lavoratori e delle parti interessate associati
alle attivit svolte direttamente o indirettamente;
eliminare o minimizzare gli effetti sullambiente degli impatti ambientali derivanti dalle lavorazioni
svolte e definire gli strumenti che consentono di tenere sotto controllo il livello delle prestazioni
stabilite con la Politica ambientale;
dimostrare la capacit di realizzare prodotti ed erogare servizi conformi ai requisiti cogenti ed
alle esigenze, espresse ed implicite, del cliente;
misurare la percezione del cliente di tale capacit in modo da accrescerne la soddisfazione;
migliorare lorganizzazione aziendale e le prestazioni della societ con riferimento alla politica aziendale ed alle norme ISO 9001:2008, OHSAS 18001:2007 e ISO 14001:2004, per le quali mantenere le certificazioni di ente terza parte riconosciuto per lalta specializzazione e competenza settoriale e la vasta e qualificata rappresentanza dei principali Committenti nazionali e degli enti istituzionali
di garanzia per le costruzioni;
dimostrare alle parti interessate che esiste un sistema in grado di garantire il miglioramento continuo delle prestazioni e fornire risultati in linea con le attese dei differenti portatori di interesse.
Il Manuale di Gestione, dove necessario, integrato e richiama una serie di Procedure e Istruzioni che
definiscono con maggior dettaglio le modalit operative di chi partecipa alle attivit allinterno del Sistema di Gestione.
In allegato al presente Manuale di Gestione sono riportate le tabelle di correlazione fra i capitoli e i
paragrafi del presente documento e i vari punti delle norme di riferimento per gli schemi certificativi, in
modo da garantire un immediato riferimento.
Inoltre, allinterno dellAzienda, il Manuale rappresenta lessenza delle volont espresse dalla Direzione
nelle politiche e negli assetti organizzativi della Societ.
Allesterno, il Manuale del Sistema di Gestione Integrato costituisce un riferimento per individuare
lorganizzazione, le metodologie, le politiche adottate dallAzienda.
Il Manuale strutturato in ununica sezione articolata in capitoli secondo i punti delle Norme in riferimento
al processo aziendale trattato.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 9 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La numerazione delle pagine relativa allintero Manuale ed indica la pagina sul totale delle pagine.
La copertina del Manuale prevede una sigla MSGI (Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la
Qualit, lAmbiente e la Sicurezza) seguita dal numero di edizione e delle relative revisioni.
Come principio generale:
cambia lindice di revisione del Manuale, quando per una o pi sezioni si apportano variazioni che
non si riferiscono a sostanziali cambiamenti della struttura e del modo di operare dellazienda;
cambia lindice di edizione del Manuale, quando per una o pi sezioni le revisioni (parti barrate e/o
evidenziate) possono creare confusione.
Ogni volta che una o pi parti e/o sezioni vengono aggiornate cambia lindice di revisione dellintero manuale.

1.2

CAMPO DI APPLICAZIONE

Le prescrizioni del presente Manuale di Gestione, delle Procedure e delle Istruzioni in esso richiamate
sono applicabili a tutte le attivit svolte dallazienda nella propria sede e negli insediamenti di sito, a tutte le funzioni aziendali della EBM SRL e sono finalizzate alla conduzione ed al supporto delle attivit
relative ai vari processi aziendali che comprendono:

lo studio e lacquisizione della commessa;

la pianificazione della commessa;

le eventuali attivit di progettazione;

lapprovvigionamento;

la produzione/realizzazione dellopera;

la gestione logistica;

la gestione amministrativa e il controllo di gestione.


Il presente Manuale, le Procedure, le Istruzioni e gli altri documenti da esso richiamati si applicano,
oltre che alle attivit, strutture, impianti esistenti, anche nel caso di realizzazione di nuove attivit,
strutture, impianti, tenendo conto che vanno applicati in maniera proattiva. Si applicheranno, inoltre, in
occasione di eventi (non conformit, incidenti, eventi accidentali, azioni correttive e preventive) che
comportino variazioni delle condizioni in materia di Sicurezza.
Il Sistema di Gestione Integrato aziendale, documentato dal presente Manuale, trova applicazione in
tutti i processi aziendali quando:

le caratteristiche dei lavori e/o delle opere da realizzare sono espressi sotto forma di requisiti definiti tra il Committente e la nostra Societ;

la nostra Societ deve dare dimostrazione della propria capacit di assicurare la conformit dei
lavori e/o delle opere da realizzare e la costanza della qualit nel tempo;

necessario assicurare la conformit dei lavori e/o delle opere da realizzare attraverso la capacit
di definire, gestire e verificare numerose attivit, non solo operative, collegate fra di loro (processo).
Quando previsto contrattualmente una o pi parti del Manuale del SGI possono essere parte integrante
della documentazione contrattuale.
Questo standard si intende applicato a tutte le commesse eccetto i casi in cui un diverso requisito sia
esplicitamente richiesto dal Committente e richiamato dal contratto, o dettato da particolari esigenze interne. In tali eventualit il Direttore Tecnico espliciter nel Piano di Qualit utilizzato per la gestione della
commessa specifico i nuovi requisiti del Sistema di Gestione.
Tutto il personale obbligato ad osservare le prescrizioni del presente Manuale, delle Procedure associate e delle varie Istruzioni; di tali documenti conosce i contenuti e ne condivide gli obiettivi con la Direzione Generale.
Il settore amministrativo, sebbene figuri nellorganizzazione, non soggetto allapplicazione del Sistema
di Gestione Integrato descritto in questo Manuale (se non per aspetti marginali), in quanto esso svolge
unattivit secondaria rispetto sia al contesto normativo di riferimento sia agli obiettivi prefissati dalla
Direzione Generale.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 10 di 97
BS OHSAS 18001:2007

RIFERIMENTI NORMATIVI

Tutte le principali normative di settore rispettate dalla EBM SRL, comprese le leggi cogenti e le normative
sulla privacy e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sono gestite dal RSGI, in accordo a quanto descritto
nel paragrafo 4.2.3 del presente Manuale, mediante il Mod. 1.02 Elenco Documenti di Origine Esterna.
I modelli considerati per la definizione del Sistema di Gestione Integrato Qualit, Ambiente, Sicurezza
della EBM SRL sono i seguenti:
UNI EN ISO 9000:2005 - Sistemi di Gestione per la Qualit. Fondamenti e vocabolario.
UNI EN ISO 9001:2008 - Sistemi di Gestione per la Qualit. Requisiti.
UNI EN ISO 9004:2009 - Sistemi di Gestione per la Qualit. Linee Guida per il miglioramento delle prestazioni.
UNI EN ISO 19011:2012 - Linea Guida per la Conduzione degli Audit
UNI EN ISO 14001:2004 - Sistemi di Gestione Ambientali Requisiti e guida per luso;
UNI EN ISO 14004:2004 - Sistemi di Gestione Ambientali Linee guida generali su principi, sistemi e
tecniche di supporto
OHSAS 18001 - Occupational health and safety management systems Specification
OHSAS 18002 - Guidelines for the implementation of OHSAS 18001
BS 8800 - Occupational health and safety management
D. M. n.37 del 22/01/2008 - Norme per la sicurezza degli impianti
DPR 462/2001 - Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e
di impianti elettrici pericolosi
L. 10/1991 - Norme per lattuazione del Piano energetico nazionale, di uso razionale dellenergia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili
DPR 222/2003 - Regolamento sui contenuti minimi dei piani si sicurezza nei cantieri temporanei o mobili,
in attuazione dellarticolo 31, comma 1, della legge 11 febbraio 1994 n. 109
D. Lgs. 81/2008 - Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro
Costituiscono inoltre documenti di riferimento per il Sistema di Gestione Integrato della EBM SRL le normative di riferimento ossia le leggi e i regolamenti a cui limpresa deve rispondere a livello comunitario,
nazionale e regionale. Tali norme sono riportate nel Mod. 2.01 Elenco della documentazione di origine
esterna.
Copia di tali norme conservata presso la funzione RSGI.
Tutte le norme sono custodite, insieme alla copia originale di questo documento, presso lufficio Area
Qualit, Ambiente e Sicurezza.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 11 di 97
BS OHSAS 18001:2007

TERMINI, DEFINIZIONI, ABBREVIAZIONI ED ACRONIMI

Sono adottati i termini e le definizioni definiti e trattati nelle Norme citate al precedente paragrafo 2.
Inoltre, allo scopo di evitare interpretazioni ambigue, i vocaboli, le abbreviazioni e gli acronimi utilizzati
allinterno della EBM SRL ed altre espressioni di uso corrente nella trattazione dei concetti della Qualit,
Ambiente e Sicurezza sono riportate nel Mod.0.01 Termini, definizioni, abbreviazioni ed acronimi allegato al presente Manuale.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

4.1

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 12 di 97
BS OHSAS 18001:2007

REQUISITI DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

GENERALITA

La EBM SRL stabilisce, documenta, attua e tiene aggiornato il sistema di gestione integrato in modo tale
da migliorarne, con continuit, l'efficacia, in accordo con i requisiti delle norme della qualit, ambientali e
della sicurezza prese come riferimento per gli schemi di certificazione:
UNI EN ISO 9001:edizione 2008.
UNI EN ISO 14001:edizione 2004
OHSAS 18001:edizione 2007
Lambito di applicazione delle certificazioni rispetto alle norme di riferimento :
PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DI EDIFICI CIVILI. INSTALLAZIONE DI
IMPIANTI TECNOLOGICI, IMPIANTI DI SEGNALAMENTO, IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE.
INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ENERGIA..
Il Sistema di Gestione Integrato stato progettato e realizzato a partire dal Sistema Qualit della EBM
SRL esistente, che ha la funzione di coordinamento delle attivit previste, e integrando le modalit operative relative al rispetto dei requisiti per la tutela Ambientale e la Salute e Sicurezza dei Lavoratori nei
luoghi di lavoro ed alle disposizioni per la Protezione dei dati Personali al fine di uniformare il sistema
(manuale, procedure, istruzioni, moduli, etc) esistente senza creare conflitti e complessit nella gestione.
Sono coinvolti tutti i livelli della EBM SRL, tutti i processi nonch il personale (attivit, prodotti e servizi)
per garantire la conformit ai requisiti precedentemente specificati, comprese le imprese esterne
fornitrici e subappaltatrici che operano per contro della EBM SRL, tali da poter influire sulla qualit
del prodotto finale e tali da poter causare uno o pi impatti ambientali significativi identificati dallAzienda.
La Direzione Generale si pone come obiettivo quello di mettere a punto unorganizzazione orientata alla
crescita del valore dellazienda nellottica prioritaria della tutela degli interessi dei soggetti coinvolti (parti
interessate) con particolare riferimento alla gestione dimpresa, alla salute e sicurezza dei lavoratori, alla
salvaguardia dellambiente.
Il Sistema di Gestione Integrato dunque rivolto ad assicurare la soddisfazione dei portatori dinteresse
dellazienda, in particolare:
dei Clienti, mediante la realizzazione di opere adeguate alle richieste contrattuali, la proposizione
di alternative migliorative sia sul piano realizzativo che dei costi di esecuzione;
dei Committenti che desiderano la realizzazione delle opere nel rispetto delle tecniche costruttive
mediante la formazione del personale che si occupa dello studio della gara (per una attenta previsione dei costi specifici), degli acquisitori (per valutare il contributo che i vari prodotti possono
apportare per l'acquisizione dei vari crediti e per verificare la validit della documentazione fornita),
dei tecnici di cantiere (per la corretta organizzazione del cantiere);
dei soci, cercando di fare in modo che il capitale investito nellImpresa dia adeguate risposte economiche e che limmagine della stessa rifletta la loro volont di ben figurare nei confronti di tutti;
dei Fornitori, stabilendo, nel naturale rispetto del reciproco interesse economico, contatti di lavoro
duraturi nel tempo, privilegiando laffidabilit e la correttezza commerciale e favorendo scambi di conoscenze;
di tutti coloro che operano nellimpresa, garantendo condizioni di lavoro adeguate nel pieno rispetto delle disposizioni normative in materia di sicurezza, ed individuando le esigenze e le aspettative in
termini di riconoscimenti, soddisfazione professionale e sviluppo individuale per assicurare un forte
coinvolgimento e motivazione del personale;
di tutti coloro che operano nell'impresa e con l'impresa garantendo la corretta gestione dei rispettivi
dati personali o riservati;
dellambiente esterno garantendo la massima attenzione al rispetto ed alla salvaguardia
dellambiente e alla gestione delle risorse naturali.
Per mettere in atto il proprio Sistema di Gestione Integrato lImpresa EBM SRL ha:

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 13 di 97
BS OHSAS 18001:2007

definito e documentato come assicura la conformit dei lavori eseguiti e/o delle opere realizzate ai
requisiti specificati e la soddisfazione delle aspettative del Cliente (anche in riferimento a esigenze
particolari).
identificato i processi necessari per il Sistema di Gestione Integrato;
stabilito la sequenza e le interazioni tra questi processi attraverso lelaborazione del diagramma
di flusso riportato di seguito al paragrafo 4.1.1.;
stabilito criteri e metodi necessari per assicurarne e garantirne l'efficacia e il miglioramento mediante
un effettivo monitoraggio delle prestazioni, le risorse e le informazioni, ed un adeguato controllo dei
processi riportati nel presente Manuale;
individuato ed assicurato la disponibilit delle risorse coinvolte nellattuazione, il monitoraggio dei
processi, provvedendo ad una adeguata formazione delle risorse umane, e la gestione dei mezzi ed
attrezzature;
privilegiato lattivit di prevenzione delle non conformit, degli impatti ambientali e dei rischi per la sicurezza.
Attuato le azioni necessarie per conseguire i risultati pianificati ed il miglioramento continuo di questi
processi.
costituito un Ufficio Qualit per facilitare la trasmissione delle informazioni necessarie e per il continuo monitoraggio ed analisi dei processi e per la verifica dellattuazione delle azioni necessarie per
conseguire i risultati previsti ed il miglioramento continuo del Sistema di Gestione Integrato sia
nellarea qualit ma anche per la gestione ambientale e della sicurezza;
costituito un Sistema Informativo, strettamente integrato con lUfficio Qualit, che ha lo scopo di
mantenere aggiornata la strumentazione informatica in relazione alle dimensioni dellimpresa ed agli
ulteriori obiettivi di crescita, di migliorare la produttivit aziendale, di integrare gli uffici distaccati presso i Cantieri con il sistema informativo aziendale e di sfruttare le sempre nuove opportunit offerte dalla tecnologia, soprattutto in termini di comunicazione e sicurezza.

Le attivit vengono svolte dalla EBM SRL sia nella sede operativa sita in Giugliano in Campania (NA)
alla via Masseria Vecchia n. 196/37, che nei cantieri in cui opera.
Si fa presente che la sede legale sita in Pozzuoli - Napoli alla via Campana n. 268 indicata come sede
del Commercialista e pertanto non viene svolta nessuna attivit, tutte le attivit sono svolte nella sede
operativa.
A tal fine, lazienda differenzia le proprie attivit in:
Attivit dufficio: sempre nella sede operativa vengono svolte le attivit amministrative, commerciali e
di approvvigionamento (di seguito indicate come attivit dufficio), necessarie allo svolgimento delle attivit di:
PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DI EDIFICI CIVILI. INSTALLAZIONE DI
PIANTI TECNOLOGICI, IMPIANTI DI SEGNALAMENTO, IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE.
STALLAZIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ENERGIA.
La struttura in esame composta da un appartamento a piano terra dove sono individuati gli uffici:
- Segreteria/Amministrazione/Gare
- Tecnico/Qualit, Ambiente e Sicurezza
- Direzione

Attivit di cantiere: Il settore di attivit in cui oggi opera la EBM SRL riguarda il settore pubblico e
privato ed in particolare gli impianti tecnologici, anche se le sue attivit possono essere assai pi diversificate, riguardando la PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DI EDIFICI CIVILI. INSTALLAZIONE DI IMPIANTI TECNOLOGICI, IMPIANTI DI SEGNALAMENTO, IMPIANTI DI
TELECOMUNICAZIONE. INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ENERGIA.

La EBM SRL non affida all'esterno processi che hanno effetti sulla conformit dei lavori eseguiti e/o delle
opere realizzate ai requisiti fissati dalla Norma internazionale e dalle norme cogenti; talvolta, a fronte di
picchi di lavoro al fine di garantire gli standard produttivi richiesti dal committente pu affidare a fornitori
esterni, preventivamente qualificati, alcune fasi lavorative ricadenti nelle categorie merceologiche di cui al
DPR 207/2010 OG1, OG11.
Ci nonostante, qualora venissero affidati tali processi all'esterno, l'Organizzazione assicura il controllo
degli stessi, nel rispetto del Manuale (MSGI) e delle Procedure del Sistema di Gestione Integrato (PSGI)
del presente sistema, attraverso lelaborazione di Piani di Qualit di commessa alluopo predisposti, ove

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 14 di 97
BS OHSAS 18001:2007

vengono indicate le modalit operative, i requisiti tecnici del personale, le caratteristiche tecniche dei
mezzi, delle apparecchiature e dei materiali utilizzati e le caratteristiche tecniche dei prodotti/servizi frutto
di tali processi.
Nel Diagramma di Flusso riportato al paragrafo successivo sono riportati in via esemplificativa i processi
di core business, nella parte sinistra, e quelli di supporto, nel riquadro a destra gestiti dalla EBM SRL

4.1.1 INTERAZIONE TRA I PROCESSI DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO


Il diagramma di flusso riportato di seguito illustra le principali interazioni tra i processi che descrivono le
attivit svolte dallimpresa. Per ogni fase sono stati individuati gli elementi in ingresso e quelli in uscita,
stabilendo le relazioni che legano tra loro le varie fasi.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Prodotto/Fornitura fisica

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Prodotto documentale

Pagina 15 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Prodotto informativo

Attivit dufficio e trasmissione documentazione


Possibili scelte per ridurre impatti ambientali dellOpera una volta realizzata e/o per ridurre i
rischi per la sicurezza, gli impatti ambientali e le non conformit in fase di esecuzione
Possibili rischi per la sicurezza, impatti ambientali e non conformit nella realizzazione
dellOpera

Documento:

Normale documentazione aziendale di cui garantire la conservazione e la reperibilit

Documento: Documenti ritenuti riservati da proteggere anche rispetto ad accessi non autorizzati

Processi primari

Processi secondari
Processi secondari
Direzione

Clienti e Fornitori

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 16 di 97
BS OHSAS 18001:2007

I "prodotti" in uscita dai vari processi possono suddividersi in:

Attivit d'Ufficio con rischi per la sicurezza dei lavoratori analizzati nel Documento di Valutazione dei Rischi e con impatti ambientali limitati soprattutto al risparmio energetico ed al risparmio nell'uso della carta sfruttando al massimo le tecnologie elettroniche per la produzione, la trasmissione e l'archiviazione delle informazioni.

Attivit d'ufficio (con rischi per la sicurezza ed impatti diretti analoghi a quelli descritti sopra) ma con la possibilit di scelte progettuali che possono ridurre sia gli impatti ambientali dell'Opera una
volta realizzata ed i Rischi per la sicurezza dei Lavoratori per attivit di manutenzione sia Rischi ed Impatti
nelle attivit necessarie per la sua realizzazione.

Attivit che possono provocare Rischi per la sicurezza dei Lavoratori, Impatti ambientali diretti collegati alla realizzazione dell'Opera e Non Conformit di prodotto.
Tutte le informazioni risultanti dai vari processi devono essere facilmente reperibili e garantite nella loro conservazione. Alcune informazioni sono inoltre ritenute Riservate ed un loro accesso da parte di personale non
autorizzato potrebbe causare danni all'azienda. Nessun processo aziendale produce in uscita dati "sensibili"
che sono unicamente oggetto delle attivit dell'ufficio paghe.
I processi possono essere svolti da risorse interne o esterne (quali subappaltatori); in questi casi sono disciplinati da contratti che prevedono precisi oneri delle stesse sia dal punto di vista amministrativo che in materia
di sicurezza sul lavoro, di qualit e di salvaguardia dellambiente, con particolare riferimento agli aspetti cogenti.
Le procedure dei processi produttivi regolano le attivit di controllo e le relative responsabilit in modo da
garantire il rispetto delle norme di riferimento anche per imprese terze e altri soggetti operanti per conto di
EBM SRL
Nel diagramma successivo viene riportato lo schema di gestione applicato ad ogni processo aziendale. Per
ogni prodotto realizzato dal processo (ad esempio: richieste d'acquisto formulate dal processo di pianificazione delle commesse) sono individuate le parti interessate, che ovviamente possono essere sia esterne che
interne (nell'esempio: gli acquisitori), che hanno collaborato alla definizione dei requisiti e contribuiscono al
loro continuo riesame (nell'esempio: precisione, completezza, tempestivit, ecc.) ed i controlli ai quali deve
essere sottoposto il processo (sempre per l'esempio la definizione della tabella dei tempi minimi per le richieste in funzione della tipologia del materiale o prestazione).
Ovviamente ogni processo sottoposto ad Audit interno che, insieme ad una corretta gestione dei Reclami e
delle Non Conformit ed indagini sulla soddisfazione del Cliente (interno o esterno), permettono di tenerlo
sotto controllo e di fornire elementi di valutazione per la Direzione Generale anche in relazione all'eventualit
di interventi sull'assegnazione di risorse sia materiali che in termine di personale.

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 17 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Indicazioni per il
miglioramento

Riesame della
Direzione
Gestione delle
risorse materiali
ed umane

R
I
s
o
r
s
e
m
a
t
e
r
i
a
L
i
e
d
R
E
Q
U
I
S
I
T
I

u
m
a
n
e

Soddisfazione
del Cliente

Report direzionali

Gestione dei
suggerimenti

Gestione delle
Non Conformit

Analis

Verbali NC
E suggerimenti

Rapporti di
Audit

..- Audit

Controlli

Realizzazione
del prodotto
Prodotto

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 18 di 97
BS OHSAS 18001:2007

4. 2 REQUISITI GENERALI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE


4.2.1 Generalit
Questo paragrafo descrive il processo di gestione della documentazione del Sistema di Gestione Integrato redatta dalla nostra Societ, al fine dichiarare documentalmente la Politica Aziendale e di conseguire
gli obiettivi in essa definiti.
Tale paragrafo applicabile alle Funzioni Aziendali e, nello specifico, alle attivit che hanno influenza
sulla qualit dei lavori eseguiti e/o delle opere realizzate.
Tutti i Responsabili delle Funzioni Aziendali collaborano con il RSGI, per quanto di competenza,
allemissione della documentazione, all'applicazione del Sistema di Gestione Integrato, alla diffusione
delle informazioni al Personale ed alla corretta conservazione e mantenimento del Sistema stesso.
La responsabilit della corretta gestione formale dei documenti del Sistema di Gestione Integrato spetta
al RSGI.
Il Sistema di Gestione Integrato prevede:

La preparazione di una serie di documenti prescrittivi e di registrazione gerarchicamente strutturati


in conformit alle norme di riferimento;

Lattuazione efficace di quanto prescritto attraverso i documenti di cui al punto precedente per assicurare la pianificazione, il funzionamento e il controllo dei suoi processi.
La EBM SRL garantisce ladeguatezza, laggiornamento e la disponibilit di tutti i documenti ed i dati necessari al Sistema di Gestione Integrato, compresi quelli di provenienza esterna (leggi e regolamenti,
ecc.).
La DGE della EBM SRL, al fine di garantire lutilizzo delle sole versioni aggiornate dei documenti e la loro
distribuzione nei luoghi opportuni, definisce, per ogni documento attinente il Sistema di Gestione Integrato:
Gli attributi redazionali del documento (titolo, codice identificativo, stato di aggiornamento, ecc.);
Le modalit e responsabilit di redazione, verifica, approvazione, distribuzione ed archiviazione della
documentazione;
Il metodo e le responsabilit per la modifica, laggiornamento, la rimozione dai centri di utilizzo,
lidentificazione e la conservazione delle edizioni superate.
In sintesi la documentazione strutturata sui livelli gerarchici seguenti:
Manuale del Sistema di Gestione Integrato, concernente le prescrizioni generali del Sistema che
rappresentano il livello attuativo della Politica Aziendale e delle prescrizioni delle norme UNI EN ISO
9001:2008 (qualit), UNI EN ISO 14001:2004 (ambiente), OHSAS 18001:2007 (sicurezza) ed adeguato a soddisfare le richieste del DLgs. 196/2003;
Procedure del Sistema di Gestione Integrato, concernenti le prescrizioni generali che individuano e
definiscono le modalit di gestione e di attuazione dei processi aziendali per assicurare lefficace
funzionamento e controllo dei processi del SGI, inclusi i processi che abbiano effetti sulla conformit
del prodotto ai requisiti affidati allesterno;
Istruzioni Operative: sono documenti che descrivono in dettaglio le operazioni da eseguire per attuare
gli elementi del SGI, allo scopo di fornire le opportune indicazioni ai Lavoratori interessati al fine di
salvaguardare la sicurezza e la salute loro e delle altre persone che possono essere coinvolte;
Istruzioni Tecniche di Lavoro, relative alle modalit esecutive delle attivit elementari;
Moduli: sono documenti redatti per garantire la conformit al processo e ai requisiti stabiliti
dallorganizzazione; necessari al trasferimento di informazioni tra le diverse funzioni aziendali, nonch
tra lazienda e le altri parti interessate;
Registrazioni: sono documenti nei quali vengono riportati i risultati ottenuti e a dare evidenza della
Conformit ai requisiti e dellefficace funzionamento del SGI.
Piani di Controllo Qualit: sono documenti gestionali di commessa per gli aspetti della qualit
Piano Operativo Ambientale sono documenti gestionali di commessa per gli aspetti ambientali
Piano Operativo di Sicurezza sono documenti gestionali di commessa per gli aspetti della sicurezza
Piano Operativo di Emergenza e Soccorso sono documenti gestionali di commessa per gli aspetti delMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 19 di 97
BS OHSAS 18001:2007

le emergenze
I documenti del Sistema di Gestione Integrato dellImpresa EBM SRL sono:
il presente Manuale di Gestione descrive e documenta il Sistema di Gestione Integrato della EBM
SRL definendo, oltre alla Politica Aziendale, la struttura organizzativa dellImpresa, i compiti e le responsabilit attribuite alle diverse posizioni organizzative direttamente coinvolte nel Sistema stesso. Il
Manuale di Gestione contiene inoltre:
- la definizione dello scopo e del campo di applicazione del Sistema di Gestione Integrato;
- le procedure documentate predisposte per il Sistema di Gestione Integrato o i riferimenti a
specifici documenti appositamente predisposti;
- una descrizione delle interazioni tra i processi del Sistema di Gestione Integrato.
il Documento Programmatico per la Sicurezza;
gli obiettivi definiti dalla Direzione;
le Procedure che descrivono sia le attivit generali e le prassi aziendali dellImpresa EBM SRL,
sia le attivit specifiche per le varie aree qualit, ambiente, sicurezza, in applicazione di quanto previsto dalla normativa di riferimento;
le Istruzioni che descrivono dettagli delle modalit esecutive di alcune attivit specifiche, per le quali
non sono state predisposte delle procedure o a completamento delle procedure esistenti;
la modulistica utilizzata per effettuare le registrazioni ovvero quei documenti che, una volta compilati, forniscono levidenza oggettiva della realizzazione delle attivit in conformit a quanto stabilito
dal Sistema di Gestione Integrato. Essi comprendono ad esempio: verbali, rapporti, maschere di inserimento dati su supporto informatico, ecc.;
i Piani di Gestione della commessa (PDQ, POA, POS, POE) recepiscono i requisiti del contratto e
definiscono le modalit applicative del Sistema di Gestione Integrato alla specifica commessa, in
termini di qualit, sicurezza, ambiente e gestione dei dati. Tali documenti potranno fare riferimento ai
singoli documenti di pianificazione di seguito riportati, che specificano a loro volta alcune modalit di
gestione di competenza delle varie aree.
le Analisi Ambientali che descrivono le condizioni delle sedi o dei siti oggetto degli interventi e
che contengono: la descrizione degli aspetti generali dellImpresa, linquadramento generale del sito
e del cantiere, lidentificazione dei processi e delle fasi con lanalisi e valutazione degli impatti ambientali e dei rischi di sicurezza e salute dei lavoratori, le modalit di controllo, sorveglianza, misurazione.

4.2.2 Manuale del Sistema di Gestione Integrato


Il Manuale del Sistema di Gestione Integrato il documento aziendale che contiene la descrizione del
Sistema di Gestione Integrato con la quale la EBM SRL illustra la Politica e gli obiettivi aziendali e precisa, per ogni singolo paragrafo della norma UNI EN ISO 9001:2008, le attivit svolte per assicurare il soddisfacimento dei requisiti della norma stessa.
Il Manuale costituisce un costante punto di riferimento per lapplicazione e laggiornamento del Sistema di
Gestione Integrato, sia per la EBM SRL sia per le Organizzazioni esterne che hanno rapporti con la nostra Societ.
Inoltre il Manuale include:
Il campo di applicazione del sistema di gestione integrato, nonch dettagli sulle eventuali esclusioni e
le relative giustificazioni.
Le Procedure di Gestione predisposte per il sistema di gestione integrato o i riferimenti alle stesse.
La descrizione delle interazioni tra i processi del Sistema di Gestione Integrato.
Il MSGI della EBM SRL descrive e comunica il modo in cui lazienda si strutturata sotto il profilo organizzativo, funzionale e tecnico, allo scopo di assicurare che i lavori eseguiti e/o le opere realizzate siano
conformi ai requisiti specificati dal Committente.
Il MSGI ha lobiettivo di indirizzare e regolamentare in forma chiara e univoca lo svolgimento delle attivit
aziendali, attraverso un documento di riferimento in base al quale ottimizzare lorganizzazione interna
delle risorse e stabilire degli obiettivi qualitativi mirati a ridurre il pi possibile il verificarsi di non conformit.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 20 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il MSGI perci concepito affinch possa costituire la base di riferimento che permetta:
a coloro che operano all'interno o per conto della EBM SRL di sapere in qualsiasi momento "chi
fa cosa, come, quando e perch", avendo a disposizione un documento che comunichi gli obiettivi che lazienda si prefissata e gli strumenti e metodi adatti per conseguirli (procedure)
agli esterni che vorranno instaurare rapporti concreti di collaborazione, di riconoscere allazienda
la capacit di soddisfare pienamente le loro esigenze e/o aspettative
La EBM SRL ritiene che la divulgazione del Manuale possa inoltre contribuire ad elevare la cultura della
qualit nelle persone che operano in azienda e per l'azienda, coinvolgendole nella conoscenza e nell'applicazione delle sue procedure, cosicch tutti possano diventare partecipi ai piani di miglioramento continuo e alla riduzione di sprechi e difetti correlati alla non qualit che determinano aggravio di costi
alleconomia aziendale.
Nel corpo del Manuale sono richiamate le Procedure, le Istruzioni e la Modulistica di impiego comune per
quanto necessario e/o ritenuto utile.
Le Procedure di Gestione sono i documenti organizzativi del Sistema di Gestione Integrato: esse precisano responsabilit e regole operative relative ai processi ed alle attivit aziendali, che hanno influenza
diretta od indiretta sulla qualit dei lavori eseguiti e/o sulle opere realizzate.
Quando necessario, la Procedura fa riferimento a specifici Moduli necessari per le registrazioni.
La modulistica costituita dai documenti che comprovano la Qualit raggiunta (compresa quella dei fornitori) e le verifiche effettuate sull'operativit del sistema applicato. Essi, sono parte integrante delle Procedure di Gestione che ne regolamentano l'emissione, l'identificazione, la compilazione, l'archiviazione e
la conservazione, e comprendono principalmente la documentazione necessaria allorganizzazione per
pianificare ed attuare efficacemente il controllo dei suoi processi e le registrazioni della qualit.
Le Istruzioni Tecniche Operative servono a fornire i necessari approfondimenti della singola attivit in
merito alle regole attuative di tipo tecnico od a descrivere lutilizzo di mezzi o documenti (in particolare
attinenti le registrazioni della Qualit).

4.2.2.1 Documenti specifici per la gestione della Qualit


I Piani della Qualit di commessa (PdQ) che recepiscono i requisiti del Contratto e definiscono le modalit applicative del SGI alla specifica commessa, con particolare riguardo alla qualit da assicurare per le
lavorazioni, i prodotti e/o materiali oggetto della realizzazione.
I Piani della Qualit generalmente includono i riferimenti alle specifiche dei materiali di partenza ed alle
relative modalit di controllo qualit, alla definizione del prodotto, al controllo del processo lavorativo, alle
specifiche degli intermedi e dellopera finita con le relative modalit di controllo qualit, le modalit di
consegna, la pianificazione temporale della commessa in toto.
I Piani della Progettazione (PdP) che permettono la definizione dei dati e requisiti di base e l'elencazione delle normative cogenti, le attivit da svolgere, le tempistiche, le responsabilit e le interfacce tra
eventuali gruppi diversi coinvolti nel processo di progettazione;
I Piani di Controllo (PCQ) che definiscono le specifiche modalit di controllo sulle varie attivit.

4.2.2.2 Documenti specifici per la gestione ambientale


I Piani Operativi Ambientali di Commessa (POA) che:
recepiscono i requisiti del contratto e definiscono le modalit applicative del SGI per gli aspetti ambientali alla specifica commessa e le specifiche attivit;
definiscono le specifiche modalit di controllo sulle varie attivit che hanno rilevanza sugli aspetti
ambientali;
documentano le modalit di risposta ad eventuali situazioni di emergenza o di impatti ambientali
non stimati ed in particolare la definizione:
- delle operazioni da svolgere in caso di incidenti;
- del personale responsabile delle procedure di intervento;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 21 di 97
BS OHSAS 18001:2007

- del personale addestrato per intervenire;


- dei mezzi e delle attrezzature a disposizione per gli interventi e la loro ubicazione;
- degli enti che devono essere contattati in funzione del tipo di evento con i relativi recapiti;
- le procedure da seguire per la notifica alle autorit competenti.

4.2.2.3 Documenti specifici per la sicurezza

Il Documento di Valutazione dei Rischi con le misure per la tutela della salute e per la sicurezza
dei lavoratori durante il lavoro, in tutti i settori di attivit previsti dal D.Lgs. 81/08.
Piani Operativi di Sicurezza (POS), di cui al D.Lgs. 81/08 avente contenuti minimi previsti
dallAllegato XV dello stesso decreto, documenti emessi dal Datore di Lavoro, con il supporto del
RSPP, per documentare la valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori per ogni
cantiere temporaneo o mobile.
Piani Operativi di Emergenza (POE) ed evacuazione per la gestione del rischio incendio e degli
altri incidenti che si possono manifestare nei luoghi di lavoro compresi i pericoli di calamit naturale,
eventualmente integrandoli con quelli redatti per la gestione delle emergenze ambientali.

4.2.2.4 Documenti specifici per la sicurezza delle informazioni

Il Documento Programmatico per la Sicurezza delle Informazioni aziendale che contiene una descrizione della metodologia della valutazione del rischio, la valutazione dei rischi ed il piano per il loro
trattamento.
Il Documento Programmatico di Commessa per documentare l'organizzazione informatica, la valutazione dei rischi per i dati personali o riservati di ogni singola commessa.

4.2.3 Tenuta sotto Controllo dei Documenti


La documentazione del Sistema di Gestione Integrato prodotta dallImpresa EBM SRL gestita, in accordo con la PSGI 1 Gestione della documentazione, assicurando che:
i documenti siano identificati e sia garantito laggiornamento dello stato di revisione corrente;

sia garantita lidentificazione e la leggibilit dei documenti;


i documenti siano emessi secondo un iter prestabilito e siano approvati prima della loro emissione
per garantire ladeguatezza degli stessi;
i documenti siano riesaminati e quando necessario aggiornati e riapprovati;
sia garantita una gestione controllata delle modifiche, che devono essere identificate;
siano disponibili edizioni appropriate dei documenti necessari in tutti i luoghi ove si svolgono
attivit essenziali per la corretta applicazione del Sistema di Gestione Integrato;
siano disponibili in originale o in copia conforme in tutti i luoghi di lavoro secondo quanto prescritto dalla normativa nazionale vigente;
siano eventualmente distribuiti in forma controllata;
vengano prontamente rimossi da tutti i centri di emissione o di utilizzazione documenti (anche quelli
di origine esterna) non validi e/o superati, o venga comunque evitato un loro uso indesiderato;
siano adeguatamente identificati i documenti superati conservati per motivi legali e/o di conservazione delle conoscenze;
sia disponibile lelenco aggiornato di tutti i documenti in vigore del Sistema di Gestione Integrato;
La conoscenza di tali documenti da parte di tutti necessaria per garantire lapplicazione del Sistema di
Gestione Integrato. compito di ognuno verificare lo stato di validit dei documenti disponibili nel sistema informativo provvedendo ad eliminare o correttamente identificare eventuali documenti superati.
I documenti del Sistema di Gestione Integrato sono soggetti a vincoli di riservatezza e pertanto
ne proibita la diffusione non autorizzata a persone non facenti parte dellorganizzazione.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 22 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La distribuzione esterna dei documenti decisa dal RSGI e riguarda generalmente il presente Manuale
che potr essere consegnato a clienti attuali o potenziali, allente di certificazione o ad altri enti che
ne facessero richiesta; la distribuzione esterna considera comunque tutta la documentazione del Sistema di Gestione Integrato la cui consegna risulta contrattualmente richiesta.
Tutti i documenti di Sistema sono gestiti in forma cartacea, in quanto la EBM SRL utilizza lo strumento
informatico al solo fine di semplificarne lemissione.
Nel caso dei documenti tecnici per la gestione dei cantieri e dei documenti per la partecipazione alle gare, la EBM SRL utilizza delle cartelle informatiche opportunamente dedicate par la gestione di tali dati.
La gestione e compilazione del Mod. 0.07, in taluni casi, limitata solo ad alcuni suoi campi, legati alla
tipologia di commessa (lavorazioni particolari, tipologia di cantiere, etc.) per cui le specifiche sullutilizzo e
sulla compilazione dello stesso modulo verranno riportate nel Piano di Qualit di commessa alla sezione
Lavorazioni in Cantiere.
I documenti sottoposti ai criteri definiti in questo paragrafo sono:
elaborati,
verificati,
approvati,
distribuiti e
archiviati.
Lelaborazione di un documento consiste nella sua concezione e preparazione sulla base delle informazioni disponibili (dati, requisiti, normative e regolamenti) e delle procedure gestionali ed operative applicabili. Normalmente nella fase di emissione si procede anche alla sua identificazione.
La verifica di un documento consiste:
nell'accertarne la correttezza e la congruenza con le richieste specifiche;
nel riscontrare ed attestare l'avvenuto rispetto delle procedure e dei requisiti di riferimento.
Lapprovazione di un documento consiste nel riesaminare le soluzioni introdotte alla luce delle motivazioni che hanno portato alla sua emissione o modifica.
I documenti emessi entrano in vigore, salvo diversa indicazione scritta, alla loro data di approvazione.
La distribuzione di un documento consiste nel trasmetterlo alle Funzioni Aziendali interessate e pu avvenire in maniera controllata oppure non controllata.
Larchiviazione di un documento consiste nella sua conservazione per un tempo stabilito dalle norme aziendali o di legge.
Le fasi di emissione, verifica ed approvazione del Manuale, delle Procedure e delle Istruzioni Operative
sono documentate dall'apposizione delle firme del RSGI e di DGE.
Per quanto riguarda il Manuale del Sistema di Gestione Integrato, le copie non controllate sono destinate
ad Enti, Committenti e persone fisiche per le quali la nostra Societ individua l'interesse e la convenienza
per la diffusione del documento.
Le copie controllate:
sono identificate con un numero progressivo, posto sulla prima pagina del documento,
sono distribuite mediante lettera o comunicazione di trasmissione, di cui rimane copia presso il
RSGI,
sono destinate all'Ente di Certificazione, ai responsabili delle Funzioni Aziendali interessati ed ai
Committenti, per i quali il Manuale del SGI costituisce parte integrante della documentazione contrattuale.
La data di invio o consegna, la Societ e la specifica persona, cui il Manuale destinato, sono riportati in
copertina sulla quale figura anche il numero progressivo di identificazione.
Il RSGI registra i dati fondamentali per mantenere traccia dei destinatari interni ed esterni delle copie
controllate.
Le copie controllate devono essere restituite alla nostra Societ su semplice richiesta scritta di DGE.
Le Procedure di Gestione e le Istruzioni Tecniche Operative sono destinate esclusivamente ai Responsabili ed al Personale dellAzienda, che le utilizzano per le loro attivit.
Il RSGI consegna a ciascuna Figura Aziendale le sole Procedure di Gestione e Istruzioni di pertinenza.
Le Procedure di Gestione e le Istruzioni Tecniche Operative devono essere consegnate esclusivamente
ai Responsabili ed al Personale dellAzienda, che le utilizzano per le loro attivit.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 23 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il RSGI deve consegnare a ciascuna Figura Aziendale le sole Procedure di Gestione e/o Istruzioni di pertinenza.
La lista di distribuzione, con la data e la firma di coloro che hanno ricevuto la Procedura di Gestione o
lIstruzione Tecnica Operativa, deve essere riportata sulloriginale detenuto dal RSGI e specificamente
sulla seconda pagina della procedura stessa o sul retro dellistruzione.
Per la loro natura le Procedure di Gestione e le Istruzioni Tecniche Operative devono essere distribuite e
gestite solo in copie controllate.
I documenti provenienti dallesterno (norme, leggi, documentazione tecnica, documenti relativi a fornitori,
ecc.) di carattere generale sono conservati nellarchivio centralizzato dal RSGI, mentre quelli di commessa (elaborati tecnici, certificati di conformit di materiali, autorizzazioni, ecc.) sono conservati dal DT nella
cartella di commessa.
Tutta la normativa di settore rispettata dalla EBM SRL viene gestita dal RSGI mediante il Mod. 1.02 ed
disponibile per la consultazione. In caso di necessit, la persona interessata pu farne un duplicato fotostatico da utilizzare come copia di lavoro.
Il controllo degli aggiornamenti curato del RSGI, che lunica funzione aziendale autorizzata
allinserimento o depennamento della documentazione dal suddetto modulo.
RSGI, mensilmente, verifica laggiornamento della normativa di settore presente in azienda mediante la
consultazione di periodici di settore specializzati con i quali la EBM SRL ha labbonamento. Nel caso in
cui RSGI riscontri una nuova normativa, egli provveder allacquisizione della norma, allinserimento della
stessa nel Mod. 1.02 ed alleliminazione delleventuale normativa superata.
I documenti revisionati sono gestiti con le stesse regole previste per quelli di prima emissione.
La revisione, la verifica e l'approvazione sono condotte dalle stesse Funzioni Aziendali coinvolte nella
prima emissione.
Normalmente la revisione di un documento non ne comporta la riedizione: il documento modificato solo
per la parte da variare. Se necessario si provvede ad indicare nel documento stesso, e/o negli eventuali
relativi allegati, la natura delle variazioni apportate.
Le parti modificate od introdotte come nuove sono evidenziate in grassetto al fine di renderle maggiormente identificabili, mentre le parti eliminate o modificate allinterno del documento sono poste in evidenza barrando il testo soppresso,.
In via esplicativa, se un paragrafo cita La responsabilit della gestione di tale attivit ricade sul RSGI,
mentre in seguito tale responsabilit affidata al DT, la variazione deve essere resa evidente in questo
modo:
"La responsabilit della gestione di tale attivit ricade sul DT.
Nel caso di un documento che abbia subito un numero rilevante di modifiche (revisioni), ovvero quando
la sua leggibilit o la sua comprensione diviene carente, e in ogni caso a richiesta di DGE, il RSGI provvede alla riedizione del documento, in accordo con il Responsabile dell'approvazione (DGE).
Esso viene emesso ex-novo, con lincorporazione organica di tutte le modifiche precedenti,
lazzeramento dellindice di revisione e lincremento dellindice di edizione.
Quando la distribuzione dei documenti avviene in modo controllato, il RSGI trasmette eventuali revisioni
ai destinatari delle versioni precedenti.
Le Funzioni Aziendali destinatarie, al ricevimento dei documenti nuovi, distruggono quelli superati in modo da rimanere in possesso esclusivamente delle ultime revisioni.
Per il Manuale e le Procedure del Sistema di Gestione Integrato si applicano inoltre i criteri specifici descritti di seguito.
I destinatari delle copie controllate del Manuale, in caso di modifiche o revisioni, ricevono la nuova versione e provvedono alla restituzione di quanto superato.
Le copie controllate eventualmente trasmesse ai Committenti sono aggiornate solo fino al termine della
prestazione.
Le copie non controllate non sono aggiornate: esse sono trasmesse solo per informazione e non sono
utilizzabili ai fini operativi.
Questi documenti sono aggiornati nei seguenti casi:
Non Conformit del Sistema di Gestione Integrato;
necessit di completamento ed integrazione derivanti da lacune o da esigenze di specificazione e
chiarimento;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 24 di 97
BS OHSAS 18001:2007

variazioni della struttura ed organizzazione aziendale;


mutamento degli obiettivi.
L'unit minima di revisione :
lintero Manuale del Sistema di Gestione Integrato;
ciascuna procedura singolarmente;
ciascun modulo;
ciascuna istruzione operativa;
ciascun piano della qualit.

4.2.4 Tenuta sotto Controllo delle Registrazioni


Si considera documentazione di registrazione qualunque informazione scritta (anche in formato digitale)
che certifichi e dimostri la conformit di prodotti, materiali o attivit, alle prescrizioni contrattuali, alle leggi
e alle normative applicabili o che attesti che i responsabili, nel corso delle proprie attivit, hanno effettuato le verifiche di loro competenza.
I documenti di registrazioni sono elaborati in tutte le attivit per le quali risulta necessario dare evidenza
della conformit e dellefficace applicazione del Sistema di Gestione Integrato.
Le registrazioni offrono la prova che il SGI operante e servono, in molti casi, anche a dimostrare la conformit legislativa dell'azienda. In generale, le registrazioni contengono informazioni che dimostrano
il rispetto di determinate condizioni/prescrizioni.
Per ciascuna tipologia di documenti necessario venga stabilita la durata di conservazione.
Tale durata pu essere correlata a prescrizioni derivanti da leggi, norme, regolamenti, oppure va definita
da parte dell'azienda stessa tenendo conto, ad esempio, delle esigenze del mercato, dei clienti o dei
cittadini, della possibilit di documentare a distanza di tempo le attivit svolte (anche ai fini di responsabilit civili e penali), della opportunit di disporre di dati storici.
Le registrazioni sono tutti i documenti che servono a fornire evidenza della conformit ai requisiti e
dellefficace funzionamento del SGI.
I documenti di registrazione sono identificati tramite il loro titolo, apposto in modo chiaro e visibile sul documento stesso; inoltre ogni modulo utilizzato contraddistinto da un codice di identificazione univoca. Si garantisce cos l'uso di documenti di registrazione aggiornati: infatti, in caso di modifica del
modulo, deve essere aggiornato lindice di revisione dello stesso e la data di emissione del documento stesso.
Nei casi in cui non possibile a priori definire un modello di registrazione univoco (nella forma, codice di
identificazione o altro), in tale caso lidentificazione del documento, come documento di registrazione
assicurata dal fatto che:
il documento comunque riconoscibile (titolo, copertina, eventuale lettera di accompagnamento);
e possibile risalire in modo univoco a chi lo ha compilato e/o emesso;
e riportata la data di emissione;
e riportato il livello di revisione;
Il titolo del documento di registrazione indicato sulla Procedura del Sistema di Gestione Integrato che lo
richiama.
Tutti i documenti di registrazione dovranno essere connessi al materiale, prodotto, o processo a cui si
riferiscono e dovranno riportare in modo univoco almeno le seguenti informazioni:

loggetto (identificazione dellopera o dellattivit);

la funzione che li ha redatti, ed eventualmente verificati e approvati;

la data di emissione;

le informazioni previste dalla specifica procedura o istruzione.


MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 25 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Prima della compilazione, la funzione responsabile del documento dovr assicurarsi di lavorare utilizzando modulistica nellultima versione aggiornata.
I documenti di registrazione devono essere compilati in maniera chiara e leggibile in tutte le loro parti.
Quando una voce non applicabile e non deve contenere alcuna informazione, tale spazio deve essere
sbarrato. Particolare attenzione dovr essere posta nella compilazione degli spazi destinati alle correlazioni con gli altri documenti di registrazione.
Nelle procedure e/o nei modelli viene indicata la funzione che deve firmare la registrazione; sono ritenute valide anche firme di funzioni superiori a quella prevista. Se in un documento sono previste firme di
Funzioni aziendali differenti ma ricoperte, nel caso specifico, dalla stessa persona sar sufficiente
firmare nel posto relativo alla funzione superiore.
I documenti non dovranno subire alcuna manomissione o deterioramento in modo da garantire, per tutto
il periodo di conservazione, la leggibilit ed il loro stato originale. Dovranno essere prese tutte le precauzioni, da parte dei responsabili dellarchiviazione, per evitare smarrimenti delle registrazioni.
Tutti i documenti di registrazione dovranno essere consultabili, su richiesta, da parte delle funzioni aziendali autorizzate. I documenti dovranno essere consultabili su richiesta da parte degli Enti di Certificazione e, quando previsto dal contratto, anche da parte del Cliente o di un suo rappresentante.
I documenti di registrazione sono gestiti secondo la relativa Procedura del SGI 2 Tenuta sotto controllo
delle Registrazioni che definisce le modalit per:

identificarli e correlarli al prodotto/processo cui si riferiscono;

raccoglierli e archiviarli;

garantire che siano adeguatamente protetti;

assicurare che siano facilmente rintracciabili e consultabili (reperibili);

conservarli per un tempo predefinito;

eliminarli.
La Procedura PSGI 2 Tenuta sotto controllo delle Registrazioni fornisce, inoltre, specifiche indicazioni
per la gestione delle registrazioni in formato elettronico con particolare riferimento alle modalit da adottare per:

l'archiviazione;

la protezione;

la gestione delle Firme.


La loro raccolta pu essere utile anche per valorizzare il know - how aziendale, per facilitare la analisi dei
processi di lavoro, per ricavare dati di tendenza o per migliorare l'attuazione del SGI.
Alcuni esempi di registrazioni sono:
riesami del Sistema di Gestione Integrato effettuati dalla DGE con il relativo conseguimento degli obiettivi e traguardi, livello di soddisfazione dei Clienti circa la qualit dei lavori eseguiti e/o delle opere
realizzate, programmi di miglioramento delle prestazioni e verifica/monitoraggio indicatori
piani della qualit, piani operativi ambientali, piani operativi di sicurezza, piani operativi di emergenza
e soccorso,
qualit dei Fornitori,
notifiche ai Committenti inerenti prodotti di loro fornitura risultati danneggiati, inadatti allutilizzo od andati persi,
identificazione di servizi e/o prodotti di cui richiesta la rintracciabilit,
documentazioni relative ai processi realizzati internamente ed in outsourcing,
prove, controlli e collaudi effettuati,
documentazione relative ai controlli ed alle tarature effettuate, sia internamente che esternamente,
sulle apparecchiature, inclusi i software di prova ed i riferimenti comparativi,
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 26 di 97
BS OHSAS 18001:2007

inosservanze, reclami, Non Conformit ed interventi per il loro trattamento, incidenti, infortuni, etc.
ricerca delle cause delle Non Conformit,
risultati degli audit interni ed esterni,
attuazione delle azioni correttive e loro risultato,
attuazione delle azioni preventive e loro risultato,
addestramento e competenza del Personale.
registrazioni degli aspetti ambientali significativi individuati ed impatti correlati
analisi ambientale iniziale
registrazioni della sorveglianza e delle misurazioni effettuate
risultato dei controlli delle analisi ed delle misurazioni
dimostrazione della conformit con la legge e altri requisiti
informazioni riguardanti prescrizioni di legge (in particolare il registro delle leggi applicabili);
autorizzazioni e permessi;
valutazione dei rischi;
registrazioni della comunicazione interne, esterne, da e verso le parti interessate
informazioni relative ai fornitori ed agli appaltatori (albo fornitori)
manutenzione delle apparecchiature di sorveglianza
piani di manutenzione, schede di manutenzione
nonch tutti i documenti che fanno riferimento e/o sono richiamati dalla documentazione del SGI.
La gestione del sistema di registrazione delegata al Responsabile del SGI (RSGI).
La Direzione delega il responsabile anche per la corretta archiviazione delle documentazioni e per le
condizioni generali di tenuta dellArchivio.
In ogni modulo utilizzato per le registrazioni previsto lo spazio destinato a contenere la data di compilazione e la firma del compilatore; questi deve anche inserire tutti i dati e le informazioni che consentono di
correlare il documento al prodotto o all'attivit cui si riferisce.
Le funzioni responsabili della compilazione dei documenti di registrazione sono indicati nelle procedure
che citano e descrivono i documenti stessi, e sono richiamati nell'elenco documenti di registrazione.
Ciascuna Figura Aziendale responsabile della compilazione dei documenti che riportano le registrazioni
di pertinenza.
I documenti di registrazione, una volta compilati, vengono archiviati in conformit alle relative Procedure
del Sistema di Gestione Integrato.
L'archiviazione deve essere effettuata in modo tale che i documenti siano rapidamente rintracciabili; inoltre i luoghi di archiviazione devono presentare condizioni ambientali idonee ad evitare deterioramenti o
smarrimenti.
Tutte le registrazioni sono conservate per un periodo minimo di tre anni dalla data della loro emissione,
salvo diversa prescrizione di legge od accordi specifici con il Committente; allo scadere del periodo indicato il Responsabile dellarchiviazione procede alla rimozione delle registrazioni dai raccoglitori ed alla
successiva eliminazione dei documenti.
Quando previsto dal contratto, i documenti di registrazione sono messi a disposizione del Committente o
di un suo rappresentante, per un periodo determinato e concordato.
Le registrazioni del SGI sono indicate allinterno del Mod. 2.01 Elenco delle registrazioni del SGI,
allinterno del modulo vengono anche indicati i soggetti che redigono i documenti e il tempo di archiviazione.
Ogni funzione Aziendale archivia la documentazione di sua pertinenza al fine di conservare l'evidenza del
conseguimento della l'efficacia del SGI adottato.
Tale prescrizione viene applicata anche agli equivalenti documenti dei Fornitori.
L'Archiviazione viene effettuata secondo modalit che permettono di preservare i documenti dai rischi di
perdite, smarrimenti , deterioramenti o danneggiamenti.
I Sistemi di Archiviazione sono strutturati in modo tale da consentire la correlazione tra i singoli documenti e tra questi ed i prodotti o le attivit a cui si riferiscono.
La PSGI 2 definisce le attivit svolte per tenere sotto controllo le registrazioni.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 27 di 97
BS OHSAS 18001:2007

4.2.4 Prescrizioni legali


I canali attraverso i quali accedere alle normative, alle leggi e alle norme tecniche sono diversificati in
funzione della tipologia della fonte di provenienza e sono riportati nel Mod. 9.01 Elenco delle prescrizioni
legali ed aggiuntive.
Il reperimento della normativa avviene principalmente mediante strumenti informatici la cui attendibilit
preventivamente valutata mediante criteri di rinomanza, validazione e contenuti dei termini contrattuali.
Per gli aspetti ambientali, al fine di facilitare la ricostruzione del quadro giuridico attualmente vigente
stato predisposto un elenco delle principali normative Mod. 9.01 Elenco delle prescrizioni legali ed aggiuntive e degli adempimenti che la EBM SRL deve rispettare durante i lavori derivanti da legislazione
comunitaria e nazionale in materia ambientale. Le modalit di aggiornamento sono riportate nella PSGI
09 "Gestione dei requisiti legali".
Per semplicit ed ordine nella gestione delle procedure di aggiornamento ed integrazione della documentazione del Sistema Integrato, la normativa regionale e locale relativa alle singole commesse, non
inclusa nel Mod. 9.01 Elenco delle prescrizioni legali ed aggiuntive, sar riportata allinterno dellAnalisi
Ambientale redatta per le opere aggiudicate, ovvero allinterno del Piano Operativo Ambientale di Commessa (POA) in funzione di quanto richiesto dalla Committenza. Tale elenco verr poi aggiornato sulla
base di nuove norme emanate nel corso dei lavori e le prescrizioni dettate dagli organi amministrativi e
di controllo specifici per i lavori del sito. Qualora le opere della commessa siano soggette a prescrizioni
locali fra loro differenti queste dovranno essere chiaramente correlate alle varie opere.
Analogamente per gli aspetti legati alla sicurezza e salute dei lavoratori, al fine di facilitare la ricostruzione del quadro giuridico attualmente vigente, stato predisposto un elenco delle principali normative e
degli adempimenti Mod. 1.02 Elenco della documentazione di origine esterna che la EBM SRL deve
rispettare durante i lavori derivanti da legislazione comunitaria e nazionale in materia di sicurezza e salute dei lavoratori. Le modalit di aggiornamento sono riportate nella PSGI 02 "Gestione della documentazione del SGI".
Cos come per la legislazione ambientale anche la normativa regionale e locale avente per oggetto
ligiene, sicurezza e salute dei lavoratori sar inclusa allinterno dei Piani Operativi di Sicurezza e/o nelle
Analisi Ambientali redatte in conformit dellistruzione di sistema.
A tal fine l'Ufficio Qualit mantiene inoltre aggiornato l'archivio delle Prescrizioni Legali, che viene utilizzato come base per la definizione delle Prescrizioni (sia in campo Ambientale che per la Sicurezza) alla
base della Sorveglianza per la Sede e per i Cantieri.

4.2.5 Indicatori
Gli indicatori da monitorare per tutti i processi aziendali rappresentati nel Manuale del Sistema di Gestione Integrato e per i quali vengono periodicamente definiti gli obiettivi sono indicati nel Mod. 0.02 Indicatori dei Processi allegato al presente manuale.

5.1

RESPONSABILIT DELLA DIREZIONE

IMPEGNO DELLA DIREZIONE

La Direzione Generale dell'impresa EBM SRL desidera mantenere e migliorare la propria collocazione
nel mercato delle imprese di costruzione e ritiene per questo fondamentale la messa in atto del Sistema
Integrato per gli aspetti Qualit, Ambiente, Sicurezza e Privacy ed il miglioramento continuo della sua
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 28 di 97
BS OHSAS 18001:2007

efficacia. Tale desiderio viene manifestato dallImpresa mediante lo svolgimento delle seguenti attivit:
assicurando che siano ottemperati i requisiti del cliente e delle norme cogenti applicabili perseguendo il miglioramento continuo dei risultati aziendali attraverso il miglioramento dellefficienza e
dellefficacia del Sistema di Gestione Integrato;
coinvolgendo tutto il Personale all'applicazione ed il miglioramento continuo del Sistema di Gestione
Integrato, il tutto finalizzato a sostenere ed accrescere la soddisfazione del Committente relativamente ai lavori eseguiti e/o alle opere realizzate.
stabilendo e rendendo pubblica (attraverso la pubblicazione nel sito internet) la propria Politica e
definendo gli obiettivi che intende raggiungere;
definendo ruoli e responsabilit per il Sistema di Gestione Integrato ed assicurando la disponibilit
delle risorse necessarie;
effettuando periodicamente dei Riesami della Direzione allo scopo di individuare i possibili miglioramenti e definire nuovi obiettivi da raggiungere e/o modificare i parametri di misurazione di quelli gi
esistenti;
comunicando e diffondendo a tutti coloro che operano nell'impresa l'importanza di ottemperare
ai requisiti di qualit, di salute e sicurezza, ambientali e di sicurezza delle informazioni.
Il raggiungimento degli obiettivi espressi nella politica aziendale un importante compito di tutte le
funzioni aziendali.
Per garantire la diffusione a tutti i livelli della politica aziendale la Direzione Generale, attraverso il RSGI,
si attiva affinch siano create occasioni di crescita professionale ed attivit informative e formative al fine
di rendere consapevole ogni lavoratore dellimportanza del suo comportamento in relazione ai rischi di
propria pertinenza per se stesso e per le persone con cui in contatto nonch per la salvaguardia di impianti, attrezzature e beni dellazienda.
Gli obiettivi misurabili saranno comunicati, fatti comprendere e diffusi a cascata allinterno
dellorganizzazione attraverso momenti di incontro e di formazione, nonch effettuando le riunioni per il
Riesame del SGI e pianificando gli interventi migliorativi e le eventuali revisioni dello stesso.
Per la EBM SRL sono fondamentali i suggerimenti del Personale a tutti i livelli, per migliorare continuamente il sistema operativo e la qualit dei lavori e/o delle opere: sono quindi apprezzate e valutate tutte le
azioni proposte a tale fine.
Le Funzioni di primo livello dell'organigramma sono sempre interpellate prima di assumere decisioni strategiche, al fine di prendere in considerazione eventuali consigli e suggerimenti.

5.2

ATTENZIONE FOCALIZZATA AI PORTATORI DI INTERESSE

La Direzione Generale della EBM SRL consapevole che il successo dellorganizzazione dipende dal
saper comprendere e soddisfare le esigenze e le aspettative, presenti e future, dei clienti attuali e
potenziali, dei portatori di interesse in generale e degli utenti finali e dal saper prendere in considerazione quelle delle altre parti interessate.
A tal fine le esigenze e le aspettative dei potenziali clienti vengono individuate e convertite in requisiti gi
al momento dello studio per lacquisizione delle commesse e quindi ottemperate in fase di realizzazione
allo scopo di soddisfare i propri portatori di interesse. Nellindividuazione delle esigenze e aspettative
dei portatori di interesse vengono sempre presi in esame anche gli obblighi, inclusi quelli relativi ai requisiti legali, gli aspetti relativi alla Sicurezza, allAmbiente ed alla Sicurezza delle informazioni.

5.2.1

Aspetti di impatto ambientale diretti

Lidentificazione, analisi e valutazione degli aspetti ambientali, con le susseguenti misure di prevenzione
e mitigazione degli impatti da essi derivanti, sono trattate allinterno della procedura PSGI 08 Aspetti
Ambientali.
La necessit di una pianificazione degli interventi mirati alla salvaguardia dellambiente e la volont di
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 29 di 97
BS OHSAS 18001:2007

gestione delle opere in ottemperanza alle norme e normative vigenti ha portato la EBM SRL ad approfondire il criterio di identificazione e analisi degli aspetti ambientali, suddividendolo in due fasi che prevedono innanzitutto lidentificazione di tutti i processi che lAzienda eseguir e, in seguito, attraverso
lindividuazione e analisi degli aspetti ambientali correlati a tali processi.
La EBM SRL ritiene che gli aspetti ambientali generali identificati per le varie opere/lavorazioni da valutare, in ottemperanza anche alla procedura di cui sopra, siano i seguenti:

Gestione dei materiali di risulta e/o dei rifiuti

Gestione delle sostanze pericolose

Emissioni in atmosfera (polveri e sostanze chimiche)

Emissioni acustiche

Vibrazioni

Gestione degli scarichi idrici e acque

Gestione del suolo / sottosuolo

Campi elettromagnetici

Gestione degli impatti visivi, dei beni naturali e culturali interessati dai cantieri

Gestione delle Risorse


Il procedimento di analisi degli aspetti ambientali collegati con i processi produttivi e le altre attivit della
EBM SRL condotto in fase preliminare a livello di tipologie di opere sotto la responsabilit del RCA e
riportati allinterno dei documenti da redigere in conformit ai dettami del SGI (Analisi Ambientale o in
ottemperanza alle richieste specifiche della Committenza o Piano Operativo Ambientale di Commessa).
Tutti i processi e gli elementi ad essi collegati (progettazione, metodologie realizzative, risorse e materiali) saranno analizzati avendo come riferimento le condizioni operative normali, quelle anomale nonch le
situazioni potenziali di emergenza.
Lo studio dellaspetto ambientale porter alla definizione, in base al contesto di realizzazione dellopera,
al corrispondente impatto ambientale sulla base di:
Analisi del contesto ambientale nel quale si opera
Individuazione delle operazioni e/o lavorazioni impattanti
Valutazione delle possibili sovrapposizioni di pi elementi impattanti
Specifiche analisi sugli aspetti impattanti (acque, atmosfera, rumore, ecc.), con riferimento anche ai dispositivi legislativi vigenti
Definizione dei possibili interventi di mitigazione
La valutazione dellimpatto porter ad evidenziare un valore numerico sul quale si baseranno le considerazioni di sostenibilit o meno dellintervento che porteranno a considerare lopportunit di nuovi o
alternativi interventi di mitigazione.

5.2.1.1 Aspetti di impatto ambientale indiretti


Oltre agli impatti diretti vengono analizzati anche gli impatti ambientali indiretti quali quelli prodotti da
imprese subappaltatrici o fornitrici in opera che operano per conto della EBM SRL
Allinterno dellAnalisi Ambientale, redatta per ciascuna opera assegnata alla EBM SRL, sono riportate le
valutazioni su tutte i processi necessari alla realizzazione dellopera e, quando preliminarmente possibile, le eventuali imprese affidatarie per conto della EBM SRL delle singole lavorazioni.
Compito principale della EBM SRL sar quello di studio preliminare della commessa, in modo da evidenziare particolari criticit ambientali o comunque collegabile allambiente esterno, e di sensibilizzazione delle imprese realizzatrici per conto della EBM SRL
Lintervento della EBM SRL sulle imprese subappaltatrici sar quello di formazione ed informazione attraverso la presentazione delle scelte di natura organizzativa e gestionale riportate nellAnalisi Ambientale, per mezzo di istruzioni e procedure dedicate allinterfaccia con le stesse e utilizzando i propri
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 30 di 97
BS OHSAS 18001:2007

tecnici di cantiere e di sede nelle scelte tecnicoorganizzative volte alla limitazione degli impatti ambientali.
Tale intervento sar tanto pi presente ed incisivo in presenza di imprese non dotate di un proprio sistema ambientale certificato ISO 14001 o EMAS.
A tali principi si affiancano la messa a disposizione, allinterno del Mod. 0.04 Elenco Fornitori Qualificati, delle informazioni relative alladozione o meno, da parte del singolo fornitore qualificato, di un sistema di gestione ambientale ISO 14001 o EMAS certificato.

5.2.2 Igiene, Sicurezza e Salute dei Lavoratori


Lidentificazione, analisi e valutazione degli aspetti relativi alligiene, sicurezza e salute dei lavoratori,
con le susseguenti misure di prevenzione e protezione, sono trattate allinterno del Documento di
Valutazione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.
La volont della EBM SRL nel miglioramento delle condizioni di sicurezza dei propri lavoratori e, indirettamente, di quelli delle imprese subappaltatrici e fornitrici in opera, ha portato alladozione di procedure
che prevedevano, fin dalle prime fasi comprese quelle di progettazione ove previste, la necessit di una
programmazione e pianificazione sia degli interventi sia delle risorse utilizzate al fine di mantenere costantemente attive le misure di prevenzione e ladozione di dispositivi di protezione ai pi alti standard
possibili.
Il procedimento di individuazione ed analisi degli aspetti di igiene, sicurezza e salute collegati con i processi produttivi e le altre attivit della EBM SRL condotto in fase preliminare a livello di tipologie di opere sotto la responsabilit del Direttore Tecnico con il supporto del RSPP e riportati allinterno
dellAnalisi Ambientale Iniziale, integrata per sicurezza ed ambiente.
La valutazione del rischio, inteso come concausa di probabilit di accadimento dellevento, magnitudo
del danno ed esposizione dei lavoratori il tutto in funzione dei tre stadi di condizioni di svolgimento dei
lavori (normali, anormali e di emergenza) porta, applicando quanto previsto dalla documentazione alla
stima della sostenibilit del rischio ma, soprattutto, alla necessit di prevedere misure particolari di tutela
compresa unadeguata e mirata informazione, formazione ed addestramento sulle fasi cosiddette critiche scegliendo, in funzione di ci, le risorse pi appropriate allo svolgimento del processo esaminato.

5.2.2.1 Individuazione dei pericoli per la SSL, valutazione del rischio e controllo del rischio
Tutte le attivit svolte dallazienda al suo interno, negli insediamenti produttivi, nonch per le attivit svolte direttamente al di fuori dellinsediamento (ad esempio trasporti, assistenza presso clienti), e/o svolte
da terzi nellinsediamento aziendale che possono interferire con le proprie attivit (appaltatori), sono analizzate per individuare i pericoli, per lanalisi dei rischi e per limplementazione delle necessarie misure di
controllo.
A tale scopo lOrganizzazione ha predisposto una procedura gestionale PSGI 17 Individuazione pericoli
e valutazione dei rischi.
Lanalisi e la valutazione coordinata dal RSPP, in collaborazione con tutta la struttura aziendale (dirigenti, preposti, lavoratori), con il medico competente e con le imprese esterne operanti
nellinsediamento o presso le quali si reca il personale dellazienda; ed preceduta dalla consultazione,
da parte del datore di lavoro o di soggetto da questi delegato, del rappresentante dei lavoratori per la
sicurezza (RLS), come previsto dallart. 50 del D.Lgs. 81/08. La consultazione opportunamente verbalizzata.
Lidentificazione dei pericoli e la loro analisi avviene attraverso:
la scomposizione dei processi lavorativi in fasi elementari;
vengono individuate le fonti e le situazioni pericolose e valutati i rischi;
vengono considerate anche le attivit saltuarie svolte negli insediamenti produttivi e quelle esterne, su
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 31 di 97
BS OHSAS 18001:2007

cui lazienda pu avere influenza;


coerente con lesperienza lavorative e con le capacit delle misure di controllo dei rischi impiegate;
fornisce elementi in ingresso per la valutazione di caratteristiche tecnologiche delle attrezzature, la necessit di formazione e/o lo sviluppo di controlli operativi.

5.2.2.2 Stima del rischio


La procedura PSGI 17 Individuazione pericoli e valutazione dei rischi definisce le modalit per stimare i
rischi tenendo conto:
della gravit del danno potenziale;
della frequenza di manifestazione del pericolo, ovvero la durata della esposizione;
della presenza ed efficacia delle misure di prevenzione (collettive e individuali, di tipo tecnico, organizzativo, procedurale);
delladdestramento lavorativo impartito (considerando anche i lavoratori interinali, le attivit temporanee
o in appalto, ecc.);
la formazione alla sicurezza impartita;
dellesperienza aziendale sulla manifestazione del singolo rischio;
della novit della attivit in esame (ogni volta che si introduce o si modifica un rischio, valutare l'interazione con lambiente di lavoro);
dellindividuazione, se pertinente, delle quantit/concentrazioni degli inquinanti;
della coerenza delle procedure lavorative con gli obiettivi di prevenzione.

5.2.2.3 Aggiornamenti/modifiche
Il riesame e leventuale aggiornamento della valutazione dei rischi viene effettuato periodicamente e a
seguito di possibili eventi o situazioni che lo rendano necessario. In particolare la valutazione aggiornata in conseguenza a:
modifica legislativa o regolamentare o di accordi volontari;
modifica degli elementi dellattivit svolta e/o dei prodotti/servizi;
risultati degli audit ed, eventualmente, modifica della politica;
progetti di nuovi prodotti o progetti di macchine o impianti nuovi/modificati o modifiche al
lay-out di produzione o modifiche di sostanze/preparati utilizzati.
Tali progetti comportano la consultazione preventiva del RSGI, del RSPP e del RLS.
Laggiornamento della valutazione dei rischi comporta la consultazione preventiva del RLS.
Per laggiornamento o modifica della valutazione del rischio si applicano la procedura PSGI 17 e la presente sezione del manuale.
I rischi rilevati sono raccolti sul Mod. 17.01 Analisi dei rischi che si originano dallapplicazione della procedura PSGI 17, suddivise per attivit/aspetto di SSL e compongono, insieme alla descrizione dei criteri
adottati ed al programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, il documento di valutazione dei rischi previsto allart. 4, comma 2, del D.Lgs. 81/08
(DVR).
La valutazione del rischio costituisce uno degli elementi fondamentali da prendere in considerazione per
determinare gli obiettivi di SSL.

5.2.3 Sicurezza delle Informazioni


Allinterno del Documento programmatico sicurezza vengono definiti:

la metodologia di valutazione del rischio ed i livelli di rischio ritenuti accettabili;

l'identificazione dei rischi;

l'analisi dei rischi;

le opzioni per il trattamento dei rischi;


MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

5.2.4

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 32 di 97
BS OHSAS 18001:2007

gli obiettivi e le modalit di controllo dei rischi.

Conoscenza, applicazione ed aggiornamento della politica

La Direzione Generale si impegna affinch la Politica sia compresa, attuata e sostenuta a tutti i livelli
dell'organizzazione mediante i seguenti strumenti:

pubblica il presente Manuale, che contiene la Politica della EBM SRL, sull'area pubblica del sito
aziendale (www.ebmsrl.com) in modo che qualunque portatore di interesse possa prenderne visione;

richiede al Direttore Tecnico ed al Resp. di Cantiere di assicurare la diffusione dell'estratto del


presente manuale contenente la politica nei luoghi di lavoro per assicurarne la conoscenza da
parte di tutti coloro che operano per conto della EBM SRL;

pubblica gli estratti dei Riesami della Direzione relativi agli obiettivi nel sito aziendale in modo
che tutti coloro che operano nellImpresa possano conoscere le indicazioni contenute in tale documento;

assegna al Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Integrato lautorit e


lautonomia per lo sviluppo e il coordinamento del Sistema di Gestione Integrato, avvalendosi del
supporto operativo dellUfficio Qualit e Sistemi Informativi;

assegna allUfficio Qualit la responsabilit di fornire tutti i chiarimenti eventualmente richiesti


da ogni funzione dellimpresa e comunque di valutare il grado di conoscenza e comprensione della Politica durante gli audit;

assegna le responsabilit secondo le competenze specifiche di ognuno, fissando le procedure da seguire durante tutte le fasi di sviluppo dei lavori, dall'acquisizione e definizione dei contratti,
fino alla consegna delle opere e alleventuale manutenzione;

utilizza le risorse umane disponibili in modo tale che la stretta collaborazione fra i Responsabili di funzione e gli altri operatori conduca al raggiungimento dei livelli qualitativi e quantitativi
prefissati;

si occupa della formazione del personale, sia per le attivit specifiche che per le problematiche connesse al Sistema di Gestione Integrato.
La politica approvata dalla Direzione Generale e riesaminata almeno annualmente per assicurare che
sia appropriata alle attivit della EBM SRL
La politica diffusa a tutti i livelli aziendali attraverso la pubblicazione sul sito aziendale in maniera da
assicurare, oltre alla conoscenza da parte di tutto il personale anche la disponibilit per tutte le parti interessate.
Nell'ambito dei Riesami della Direzione vengono definiti gli obiettivi di dettaglio, misurabili e coerenti con
la Politica sopra indicata, individuando i responsabili, che provvedono anche all'informazione dei pertinenti livelli dell'impresa e di chi opera per conto di essa.
I risultati ottenuti e la loro efficacia saranno valutati in sede di Riesame della Direzione mediante l'analisi
degli indicatori prescelti.

5.3

POLITICA AZIENDALE PER LA QUALIT, AMBIENTE E SICUREZZA

La politica aziendale il documento fondamentale che testimonia limpegno del vertice


dellorganizzazione (Alta Direzione) a considerare gli aspetti di qualit, di tutela ambientale e di salute e
sicurezza sul lavoro un elemento costitutivo della propria mission aziendale, esprimendo le motivazioni
che stanno alla base, la ferma volont del vertice aziendale a perseguire gli obiettivi posti, la consapevolezza dei risultati auspicati cui tendere, le responsabilit da assumere.e costituisce un riferimento fondamentale ed essenziale per tutti i partecipanti alla vita aziendale e per tutti coloro che, esterni allazienda,
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 33 di 97
BS OHSAS 18001:2007

hanno con essa rapporti.


Management

Audit

Politica

Feedback

Pianificazio-

La Direzione della EBM SRL si impegna ad assumere un ruolo attivo nella promozione e guida di tutte le
attivit aventi influenza sulla qualit delle opere, sullimpatto che lazienda tutta pu generare
sullambiente che ci circonda, sugli aspetti di salute e sicurezza dei lavoratori, oltre che limportanza di
ottemperare ai requisiti del Cliente, di tutela dellambiente nonch quelli normativi cogenti e volontari.
La Direzione della EBM SRL ha assunto limpegno di diffondere a tutti i livelli la cultura del miglioramento
continuo del SGI, attraverso diffusione a tutti i livelli dei concetti qui esposti e la verifica dei risultati ottenuti con laffissione nei vari ambienti dei documenti:
Politica Aziendale
Verbale di Riesame della Direzione
Piano di Miglioramento delle prestazioni
Monitoraggio Processi-Obiettivi
La politica viene:
- stabilita per iscritto ed approvata dalla Direzione;
- adottata;
- periodicamente riesaminata, in particolare alla luce degli audit ambientali;
- corretta, se necessario;
- comunicata al personale;
- resa disponibile al pubblico.

5.3.1 Analisi di avvio


La definizione della Politica Aziendale considerata dalla EBM SRL il primo passo della spirale del miglioramento continuo posta alla base del Sistema di Gestione Integrato Qualit, Ambiente e Sicurezza
conforme alle norme UNI EN ISO 9001:2008, UNI EN ISO 14001:2004 ed OHSAS 18001:2007.
Da essa lImpresa trae sprono per conservare e migliorare le sue prestazioni in tema di qualit, ambiente
e salute e sicurezza sul lavoro.
Per consentire una prima definizione della politica, la Direzione (o il DIR) o una figura da questi incaricata, dopo aver valutato:
lanalisi del sito lavorativo;
lorganizzazione aziendale;
le prescrizioni legislative e regolamentari applicabili;
le prestazioni del SGI in relazione a tali prescrizioni;
la natura ed il livello dei rischi legati alla sicurezza e salute dellambiente lavorativo avendo cura
di non sopravvalutarli, n semplificarli;
lanalisi storica delle performance in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro;
il parere dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, cos come definiti dalla legislazione
italiana in materia di salute e sicurezza (art. 50 del D.Lgs. 81/08);
le necessit e i possibile contributo di tutte le parti interessate;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 34 di 97
BS OHSAS 18001:2007

la disponibilit attuale e lesigenza di risorse.


In particolare lanalisi suddetta viene svolta attraverso colloqui/interviste con le funzioni aziendali interessate, mediante ispezioni, misurazioni, etc.
Lanalisi preliminare costituisce il punto di partenza dellimpostazione del SGI e fornisce alla Direzione
(DGE) gli elementi necessari per definire gli impegni e di stabilire il livello di prestazioni in tema di qualit,
ambiente e sicurezza dellorganizzazione, i risultati a quali tendere ed i livelli di responsabilit.
Lanalisi di avvio tiene conto dei risultati riportati nei documenti di analisi ambientale iniziale (AAI), tale
documento riporta la situazione in atto della EBM SRL nelle prime fasi di applicazione del SGI, e di valutazione dei rischi (DVR).

5.3.2 Emanazione della politica


La Direzione sulla base dellanalisi svolta al punto precedente elabora e, successivamente ne cura la
distribuzione, formalizzandola la politica aziendale per la qualit, lambiente e la sicurezza nellallegato n
1 al presente manuale del SGI.

5.3.3 Contenuti
La Direzione allatto della definizione della Politica seleziona tra tali principi quelli pi appropriati alla natura dellorganizzazione ed al livello di implementazione del SGI, stabilendo impegni in tal senso.
Gli argomenti che vengono affrontati nella Politica, in aggiunta allimpegno sempre presente di adempiere
alle prescrizioni legislative, possono riguardare:
- limpegno a istituire, formalizzare un Sistema di Gestione Integrato Qualit, Ambiente e Sicurezza e
mantenere attiva la sua certificazione in conformit alle rispettive norme UNI EN ISO 9001:2008, UNI
EN ISO 14001:2004 ed OHSAS 18001:2007 e di affermazione che la responsabilit nella gestione
della SSL riguarda lintera organizzazione aziendale, dal datore di lavoro sino ad ogni lavoratore, ciascuno secondo le proprie attribuzioni e competenze (per evitare che la prevenzione sia considerata
competenza esclusiva di alcuni soggetti con conseguente deresponsabilizzazione degli altri e mancanza di partecipazione attiva);
- limpegno a definire, documentare e diffondere allinterno/esterno dellazienda la propria politica per la
qualit, ambiente, salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, in modo che siano partecipi tutte le parti interessate agli obiettivi aziendali in tema di qualit, ambiente e salute e sicurezza dei lavoratori ed ai relativi programmi di attuazione.
-

limpegno a mantenere costantemente monitorato il grado di conformit del sistema alle norme e leggi
di riferimento al fine di assicurare il rispetto dei requisiti in conformit alle prescrizioni delle pertinenti
leggi e regolamenti in materia di qualit, ambiente e salute e sicurezza dei lavoratori e degli accordi
applicabili alla SSL (in quanto presupposto fondamentale alla applicabilit di un sistema di gestione),
e ad essere idonea, attraverso unattenta valutazione, alla natura e allentit dei rischi in termini di salute e sicurezza sul luogo di lavoro dellorganizzazione.
limpegno a pianificare unattivit di riesame periodico della politica stessa, del sistema di gestione
attuato e degli obiettivi, programmi e traguardi;
limpegno a comunicare con gli organi preposti alla salute e sicurezza dei cittadini, ogni e qualsiasi
accadimento che potrebbe generare pericolo per le persone e lambiente nonch con gli organi competenti per territorio le possibili situazioni di emergenza e/o i possibili incidenti, con le parti interessate
ed alla consultazione dei lavoratori, anche attraverso i loro rappresentanti per la sicurezza e coinvolgerle,
limpegno a destinare parte delle risorse umane, strumentali e finanziarie della propria organizzazione
al fine di promuovere, implementare e sviluppare programmi di addestramento/formazione del personale a tutti i livelli allo scopo di ottimizzare il processo di crescita delle risorse umane, considerate come risorse critiche per lo sviluppo aziendale degli anni a venire, e far s che i lavoratori siano adeguaMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 35 di 97
BS OHSAS 18001:2007

tamente sensibilizzati e formati per esser in grado di svolgere i propri compiti in sicurezza e assumere
le loro responsabilit in materia di qualit, ambiente e Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
limpegno, come presupposto indispensabile di ogni decisione aziendale e come principio guida della
propria gestione, in ogni settore di attivit aziendale, di perseguire il miglioramento continuo delle prestazioni, alla prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro e dellinquinamento, alla tutela dellambiente,
alla riduzione dei rifiuti e del consumo di risorse, di minimizzare ogni significativo impatto ambientale
negativo (eventualmente focalizzando lattenzione su un particolare aspetto) al fine di diminuire continuamente gli eventuali effetti ambientali che potrebbe causare, attraverso l'utilizzo dei migliori standards tecnici economicamente possibili per il perseguimento dello sviluppo sostenibile ed a considerare la SSL ed i relativi risultati come parte integrante della gestione aziendale (considerando quindi un
risultato di SSL gratificante ed importante quanto un risultato di produzione o di qualit);
limpegno a misurare i propri risultati in termini di ambiente; effettuare regolarmente controlli (audit)
ambientali e valutazioni circa il rispetto degli obiettivi aziendali, della normativa e di questi principi. Infatti periodicamente provvede ad ispezionare il sito (utilizzo attuale, verifica di correlazione attivit/autorizzazioni, attivit condotte nelle vicinanze, fonti di potenziale inquinamento, presenza di terrapieni, serbatoi e bacini di accumulo sotterranei, accumulo rifiuti, immagazzinamento materiali pericolosi, presenza di amianto, evidenze di eventuali cause di inquinamento, probabilit di contaminazione
del suolo e delle acque).
- limpegno a ridurre emissioni in atmosfera, scarichi fluidi, rifiuti solidi, contaminazione del terreno, utilizzazione di terreno/acqua/energie e combustibili, uso di risorse naturali di altro genere (odori, rumori,
polveri, vibrazioni, impatto visivo, compatibilit elettromagnetica). Quindi provvede a ridurre il consumo di materie prime il cui utilizzo potrebbe potenzialmente determinare un impatto ambientale negativo, a non utilizzare direttamente per la sua produzione solventi o sostanze chimiche che potrebbero
determinare un inquinamento dellaria e delle acque, a non utilizzare fonti energetiche ad elevato impatto ambientale (gasolio), a limitare luso di mezzi di trasporto ad elevato impatto ambientale, a limitare lutilizzo di imballi, a ridurre lo spreco di risorse energetiche e naturali (energia elettrica, acqua,
gasolio, carta).
I punti sopraindicati costituiscono anche il quadro di riferimento per stabilire e riesaminare obiettivi e traguardi di SGI.

5.3.4 Verifica, Revisione e Riesame della politica


La formalizzazione della politica e la sua verifica, revisione e riesame viene attuata almeno annualmente
(in generale in sede di Riesame) dal responsabile del SGI e dalla Direzione che verificano quanto esposto nella politica con i risultati del monitoraggio del sistema prefissati e ottenuti nellanno.
La politica riesaminata annualmente in base ai risultati del monitoraggio del sistema.
Il riesame pu inoltre avvenire a seguito di possibili eventi o situazioni che lo rendano necessario, senza
necessariamente richiederne una modifica.
In sede di riesame sono analizzati: indicatori, risultati, obiettivi preposti e in base ad essi, laddove non si
sono avuti esiti positivi sono lanciate le azioni correttive di sistema e operative necessarie, verificando ed
eventualmente aggiornando la politica dellorganizzazione nei riguardi dellambiente.

5.3.5 Documentazione, diffusione e disponibilit


La politica emessa dalla Direzione (DGE) viene illustrata e diffusa a tutto il personale ed esposta nei
principali locali dellinsediamento.
Questo documento disponibile per il pubblico e viene immediatamente fornito a chiunque ne faccia
richiesta.
In particolare, in occasione di incontri pubblici, mostre, fiere, convention, assemblee, etc., viene distribuito a tutti coloro che lo richiedono.
Ogni qualvolta avviene una modifica della politica di SSL, si provvede allemissione di un nuovo documento con le stesse modalit sopraindicate e al ritiro del precedente.
La copia originale con firma autografa della Direzione un documento di registrazione e pertanto conMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 36 di 97
BS OHSAS 18001:2007

servato a cura del RSGI.


Il RSGI si preoccupa ogni qualvolta si aggiorni la politica ad inviare un copia a tutti i nominativi presenti
allinterno dellelenco di distribuzione.

5.4

PIANIFICAZIONE

DGE si assicura che il Sistema di Gestione Integrato sia sempre adeguato a quanto dichiarato nella Politica Aziendale attraverso la misurazione degli obiettivi raggiunti.
DGE identifica i processi necessari per raggiungere gli obiettivi aziendali definiti nella Politica Aziendale
per la Qualit, Ambiente e Sicurezza rende congruenti gli obiettivi con le risorse (umane, tecnologiche e
metodologiche) necessarie a conseguirli.
Eventuali modifiche od aggiornamenti al Sistema di Gestione Integrato comportano la rivisitazione della
Politica e degli obiettivi della qualit di ogni singola Funzione Aziendale stabiliti.
La Direzione Generale, durante il Riesame della Direzione, riesamina la Politica in modo da accertarne
e garantirne la continua adeguatezza ed idoneit ed indica gli obiettivi misurabili.
La EBM SRL individua e pianifica le risorse necessarie per raggiungere gli obiettivi stabiliti. Tale pianificazione include:
la definizione dei processi coperti dal Sistema di Gestione Integrato e delle eventuali esclusioni;
la definizione delle risorse necessarie per la gestione dei processi, della sicurezza e
dellambiente;
la definizione delle modalit adottate per garantire il miglioramento continuativo del Sistema di
Gestione Integrato.
In generale il perseguimento degli obiettivi si attua attraverso:
Limpegno finanziario per reperire le risorse necessarie (in termini di personale e di mezzi, attrezzature di controllo) e lintroduzione di nuove tecnologie di gestione.
La predisposizione della documentazione relativa alle attivit delle funzioni coinvolte nei processi aziendali, in modo da avere il massimo controllo durante la realizzazione delle opere commissionate.
La valorizzazione delle risorse umane mediante la formazione pianificata in relazione alle esigenze e mansioni dei singoli e dellinsieme.
Lindividuazione e la gestione dei propri aspetti ambientali e di sicurezza sul lavoro significativi,
compresi quelli delle altre parti interessate sui quali lorganizzazione stessa pu esercitare
uninfluenza.
Gli obiettivi sono espressi in modo da individuare i risultati da raggiungere, le risorse da mettere a
disposizione, indicando eventualmente anche le modalit di verifica ed i termini temporali entro i quali
tali obiettivi devono essere raggiunti.
Le informazioni emerse da tali analisi sono trasmesse ai responsabili di funzione tramite la distribuzione
di stralci del verbale di riesame, affinch essi si operino per il conseguimento degli obiettivi individuati.
La EBM SRL ritiene infine che il continuo miglioramento dei comportamenti della struttura, sia sul piano
strettamente tecnico-operativo che gestionale, sia lambizioso ed indispensabile obiettivo di fondo al
quale tendere costantemente.

5.4

OBIETTIVI E MIGLIORAMENTO

5.4.1 Obiettivi
La EBM SRL stabilisce quale obiettivo un costante miglioramento del Sistema di Gestione Integrato, un
miglioramento nella definizione delle esigenze e della soddisfazione dei portatori di interesse, un continuo controllo per lindividuazione dei pericoli e la sempre maggiore eliminazione / riduzione dei rischi,
unattenta analisi degli impatti ambientali e la loro riduzione.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 37 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Da questo obiettivo di carattere generale e strategico discendono obiettivi specifici per le funzioni ed i
livelli aventi responsabilit nellambito del Sistema di Gestione Integrato e/o nei vari settori aziendali in
funzione di:

politica

conformit legislativa o rispetto di eventuali prescrizioni o regolamenti sottoscritti

risultati del Riesame della Direzione

opportunit tecnologiche, disponibilit di risorse finanziarie ed operative

punti di vista delle parti interessate

valutazioni circa nuove opportunit di business

valutazione dei rischi

reclami o altre segnalazioni dei Clienti

grado di influenza della EBM SRL sui vari aspetti

modifiche al Sistema di Gestione Integrato a seguito di anomalie, di non conformit, di infortuni sul
lavoro o i mancati infortuni significativi o ripetitivi, di incidenti ambientali, di problemi legati a violazione di dati personali o riservati, di carenze segnalate dal personale o dai subappaltatori o evidenziatesi nel corso delle attivit e dei processi

introduzione di miglioramenti al Sistema di Gestione Integrato.


Con ladozione dei Sistemi di Gestione per la Qualit, lAmbiente e la Sicurezza certificati, la EBM SRL si
prefigge i seguenti obiettivi:
Obiettivi per la Qualit:
1. Ottenere e Mantenere la Certificazione dei Sistemi di Gestione Qualit, Ambiente e Sicurezza in
conformit alle rispettive Norme UNI EN ISO 9001:2008, UNI EN ISO 14001:2004 e OHSAS
18001:2007;
2. Fissare e raggiungere obiettivi misurabili per valutare l'efficacia del Sistemi di Gestione Integrato;
3. Monitorare i bisogni e le aspettative dei clienti al fine di perseguire il miglioramento continuo dei
processi e delle opere realizzate in linea con le esigenze di Mercato;
4. Ridurre e, per quanto possibile, eliminare le Non Conformit ed i reclami dei committenti: essi infatti sono causa di sprechi e difetti che producono costi aggiuntivi e possibile danno alla Committenza;
5. Elevare la cultura della qualit nelle persone che operano in Azienda, rendendole coscienti
dell'importanza della propria attivit e coinvolgendole nella Politica Aziendale attraverso attivit di
formazione ed incontri periodici;
6. Rispetto dellambiente, dei requisiti relativi alla sicurezza dei materiali, degli ambienti di lavoro e
del personale, delle norme cogenti.
Obiettivi per lAmbiente:
1. Sensibilizzare tutto personale, clienti e fornitori alle problematiche ambientali,
2. Promuovere le attivit aventi impatto sullambiente, attraverso larticolazione di un programma
volto al miglioramento delle prestazioni ambientali dellAzienda; diffusione a tutti i livelli dei concetti qui esposti e la verifica dei risultati ottenuti.
3. Diminuire continuamente gli eventuali effetti ambientali che potrebbe causare, attraverso l'utilizzo
dei migliori standards tecnici economicamente possibili.
4. Garantire una migliore tutela dell'ambiente in ogni attivit della sua azienda.
5. Tendere al miglioramento continuo della compatibilit ambientale di ogni settore della sua azienda.
6. Destinare parte delle risorse umane e finanziarie allo studio ed al miglioramento dellimpatto ambientale della sua organizzazione,
7. Promuovere e implementare programmi di addestramento e formazione del personale a tutti i livelli al fine di ottimizzare il processo di crescita delle risorse umane.
8. Misurare i suoi risultati in termini di ambiente;
9. Effettuare regolarmente controlli (audit) ambientali e valutazioni circa il rispetto degli obiettivi aziendali, della normativa e di questi principi. Infatti periodicamente provvede ad ispezionare il sito
(utilizzo attuale, verifica di correlazione attivit/autorizzazioni, attivit condotte nelle vicinanze,
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 38 di 97
BS OHSAS 18001:2007

fonti di potenziale inquinamento, presenza di terrapieni, serbatoi e bacini di accumulo sotterranei,


accumulo rifiuti, immagazzinamento materiali pericolosi, presenza di amianto, evidenze di eventuali cause di inquinamento, probabilit di contaminazione del suolo e delle acque).
10. Provvedere a ridurre le emissioni in atmosfera, scarichi fluidi, rifiuti solidi, contaminazione del terreno, utilizzazione di terreno/acqua/energie e combustibili, uso di risorse naturali di altro genere
(odori, rumori, polveri, vibrazioni, impatto visivo, compatibilit elettromagnetica).
11. Provvede a ridurre il consumo di materie prime il cui utilizzo potrebbe potenzialmente determinare un impatto ambientale negativo, a non utilizzare direttamente per la sua produzione solventi o
sostanze chimiche che potrebbero determinare un inquinamento dellaria e delle acque, a non utilizzare fonti energetiche ad elevato impatto ambientale (gasolio), a limitare luso di mezzi di trasporto ad elevato impatto ambientale, a limitare lutilizzo di imballi, a ridurre lo spreco di risorse
energetiche e naturali (energia elettrica, acqua, gasolio, carta).
12. Comunicare agli Enti pubblici preposti alla salute e sicurezza dei cittadini, ogni e qualsiasi accadimento che potrebbe generare pericolo per le persone e lambiente nonch allispettorato del lavoro le possibili situazioni di emergenza e/o i possibili incidenti.
Obiettivi per la Sicurezza:
1. Possedere unorganizzazione ben definita con sistemi di comunicazione chiari: rispetto delle procedure a tutti i livelli organizzativi e implementazione di un sistema di comunicazione efficace per
assicurare limpegno di tutti coloro che sono coinvolti nelle attivit aziendali;
2. La salvaguardia della salute dei lavoratori e della popolazione: raggiunta attraverso lattuazione
in modo programmato, monitorato ed implementato di tutte le azioni necessarie in coerenza con
la legislazione nazionale ed europea ed agli standard definiti dalla specifica internazionale OHSAS 18001:2007
3. La realizzazione di sistemi di lavoro e mezzi dopera sicuri: tutti i dipendenti della Societ sono
investiti della responsabilit di lavorare in modo sicuro e quindi di proteggere se stessi, i propri
colleghi e lambiente; simili responsabilit dovranno essere fatte proprie anche dai sub contrattisti che saranno selezionati e controllati anche in relazione alle loro prestazioni nel campo della
sicurezza;
4. Tendere al miglioramento continuo attraverso un processo di accrescimento dello stesso Sistema di Gestione Integrato: lorganizzazione, attraverso un sistema di pianificazione, controllo e
monitoraggio ha effettuato il passaggio dalla definizione di standard alla attuazione di verifiche
ispettive, alla formazione ed al riesame della direzione, che dovr tendere a migliorare le proprie
prestazioni, nel tempo, in materia di sicurezza, con obiettivi continui e concreti di miglioramento;
5. Aumentare il livello di consapevolezza per perseguire unefficace azione di prevenzione: la diffusione di una cultura per la salute e la sicurezza avviene per il tramite di:
- incontri mirati alla sensibilizzazione dei lavoratori per unefficacia attuazione delle disposizioni
di sicurezza impartite.
- affissione della politica nella bacheca aziendale e nei principali luoghi di lavoro,
- distribuzione della politica con la busta paga di ciascun lavoratore ogni volta che il documento
verr emesso o revisionato,
- partecipazione a seminari e a incontri di lavoro con distribuzione del presente documento,
- divulgazione tramite internet
6. Personale competente e ben addestrato: a tutto il personale fornito unefficace e puntuale addestramento operativo sia per le condizioni normali di lavoro che per le emergenze;
7. Personale motivato e responsabilizzato: il top management dellorganizzazione riconosce che
lapplicazione corretta delle disposizioni di legge e delle norme relative alla salute, alla sicurezza,
nonch il mantenimento di condizioni di lavoro sicuro, costituiscono un elemento di primaria importanza per il giudizio sulle prestazioni e laffidabilit di tutto il personale;
8. Informazione capillare: rapporti di analisi e comunicazioni sulle risultanze relative ad incidenti ed
infortuni rappresentano una parte essenziale di questo processo cos che gli insegnamenti che
ne derivano vengono debitamente recepiti. La Societ promuove azioni tese ad instaurare una
consultazione ed informazione continua sulle questioni riguardanti la salute, la sicurezza e
lambiente.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 39 di 97
BS OHSAS 18001:2007

9. Piani di emergenza: accettato il principio che non tutto pu essere previsto sono elaborati piani
di emergenza specifici che limitano i rischi per le persone, lambiente e la propriet aziendale;
10. Procedure operative: accertato che lesecuzione di operazioni e/o assunzioni di responsabilit
che implicano un potenziale rischio presente o futuro, non possono essere lasciate alliniziativa
del singolo, sono state redatte procedure operative specifiche tese a migliorare gli standard e a
limitare i rischi.
11. Verificare costantemente lefficienza dei dispositivi di protezione individuale (DPI) anche attraverso il monitoraggio dei rischi lavorativi. Tale attivit viene svolta anche con il coinvolgimento del
RLS-MC e dei lavoratori, al fine di assicurarne lidoneit. Periodiche ricerche di mercato sono attuate al fine di dotarsi di DPI con maggiori prestazioni e comfort.
12. Eseguire regolarmente tutte le operazioni di controllo, verifica e manutenzione dei dispositivi e
dei presidi antincendio ed aggiornare gli appositi registri di prevenzione incendi, previsti in particolare per le attivit soggette al controllo dei Vigili del Fuoco.
Preliminarmente alla definizione degli obiettivi specifici di SSL occorre identificare i requisiti in materia di
SSL derivanti da leggi e regolamenti comunitari, nazionali, regionali e locali, linee guida di associazioni di
categoria, accordi interconfederali, contratti collettivi di lavoro e da ogni altro eventuale accordo, prescrizione, o simile sottoscritto dallazienda applicabili alle attivit e ai prodotti/servizi svolti.
Lorganizzazione a tale scopo ha predisposto una procedura gestionale PSGI 09 Gestione dei requisiti
legali e aggiuntivi da utilizzare per le attivit di identificazione, aggiornamento, distribuzione ed archiviazione dei requisiti legali ed aggiuntivi.
Garantire nel rispetto del Decreto Ministeriale 388/04, in materia di pronto soccorso, la predisposizione di
idonei presidi sanitari, quali cassette di pronto soccorso per i luoghi di lavoro e pacchetti di medicazione
in uso sugli automezzi operativi, mentre specifici dispostivi di protezione sono in dotazione agli Addetti al
pronto soccorso.
La Direzione stabilisce gli obiettivi, qualitativi e quantitativi, riportati nel Mod. Piano di Miglioramento delle Prestazioni che essa si pone per il soddisfacimento in efficienza ed efficacia dei suddetti requisiti; inoltre pianifica riesami periodici del SGI allo scopo di monitorare il raggiungimento degli obiettivi e lidoneit
delle risorse e dei criteri di scelta delle stesse; ed inoltre lorganizzazione, per il tramite della Direzione,
costantemente impegnata nel miglioramento delle proprie performance in materia ambientale e di sicurezza e salute sul lavoro.
Essa deve far comprendere, declinando anche gli obiettivi strategici, i principi cui si ispira ogni azione
aziendale, nellottica della salute e sicurezza e benessere di tutti i partecipanti alla vita aziendale e a cui
tutti devono attenersi in rapporto al proprio ruolo ed alle responsabilit assunte in azienda.
Per dare concreta attuazione alla politica aziendale ogni attivit aziendale viene analizzata, in relazione
agli aspetti relativi alla qualit, ambiente, salute e sicurezza, privacy e vengono definiti degli obiettivi coerenti con la politica aziendale, allinterno di uno specifico piano nellambito del SGI. Per ogni obiettivo sono definite le azioni necessarie per il suo raggiungimento, le responsabilit, le risorse ed i metodi per valutare lefficacia e lefficienza delle azioni stesse.
La pianificazione costituisce, quindi, uno dei cardini fondamentali del sistema, e consente di avere esatta
conoscenza dei compiti che sono affidati a ciascuno e delle relative responsabilit.
Primi elementi considerati nella pianificazione delle attivit per la SSL sono lindividuazione dei requisiti
tecnici, legali e cogenti cui lazienda deve attenersi e lindividuazione dei pericoli per la SSL, la valutazione del rischio ed il controllo del rischio.
Il RSGI coadiuvato dal RSPP valuta gli obiettivi analizzando molteplici elementi, quali:
aspetti significativi dal punto di vista del rischio per la SSL ottenuti dalla valutazione dei rischi;
conformit nei confronti delle norme di legge e di eventuali accordi volontari;
aspetti che, pur non producendo rischi non tollerabili, possono comportare responsabilit di tipo penale o amministrativo (vedere procedure 09 Identificazione e controllo dei requisiti legali e aggiuntivi e
PSGI 17 Individuazione pericoli e valutazione dei rischi).
dati relativi ad attivit di riesame precedenti, ad indagini su infortuni, non conformit incidenti;
segnalazioni provenienti dai lavoratori;
la politica e limpegno al miglioramento continuo.
Sulla base di queste analisi, il RSPP propone obiettivi di SSL coerenti con la politica aziendale e finalizzati
a prevenire, ridurre o eliminare i rischi significativi.
Per ciascun obiettivo proposto presentato un piano per il raggiungimento dello stesso, elaborato anche
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 40 di 97
BS OHSAS 18001:2007

consultando preventivamente i responsabili di funzione, contenente:


eventuali mete intermedie;
individuazione delle figure/strutture coinvolte nella realizzazione del piano stesso;
attribuzione dei compiti e delle responsabilit relative;
definizione delle risorse necessarie, comprese quelle economiche;
modalit di verifica delleffettivo ed efficace raggiungimento degli obiettivi,
affinch ciascuno, in base alle proprie competenze, li analizzi dal punto di vista economico/finanziario,
commerciale, produttivo/tecnologico.
La DGE, dopo aver consultato il RLS, stabilisce infine gli obiettivi e i traguardi da raggiungere.
Per ogni obiettivo o traguardo stabilito, sono individuati uno o pi indicatori di prestazione di SSL, ad esempio:
numero di infortuni;
numero di incidenti;
livelli di rischio residuo;
livelli di esposizione degli addetti;
percentuale di riscontri positivi ai controlli;
etc.
Gli obiettivi vengono decisi annualmente in sede di riesame della Direzione, il loro valore si calcola sulla
base della valutazione dei risultati raggiunti nel precedente riesame.
Trimestralmente i vari Responsabili di funzione effettuano la raccolta dei dati che, trasmessi al RSGI,
vengono analizzati per definire il trend di ogni singolo indicatore.
Eventuali scostamenti degli indicatori dagli obiettivi prefissati possono comportare un adeguamento degli
obiettivi stessi da attuarsi attraverso una seduta straordinaria di riesame della Direzione.
Nel Mod.0.02 Indicatori dei Processi sono messi in evidenza gli indicatori da monitorare per tutti i processi aziendali per i quali vengono periodicamente definiti gli obiettivi.
I traguardi sono definiti per specificare gli obiettivi prefissati allinterno di un ambito temporale definito.
Per ogni traguardo ambientale definito, il RSGI identifica, dove possibile, degli indicatori di condizione e
prestazione misurabili. Questi indicatori rappresentano lo strumento attraverso cui la EBM SRL valuta il
grado di raggiungimento degli obiettivi nel tempo.
Gli obiettivi ed i traguardi sono soggetti a revisione, condotta dal RSGI di comune accordo con i vari responsabili operativi. Lesigenza di procedere alla revisione degli obiettivi o dei traguardi dettata dal
verificarsi di una delle seguenti circostanze:

Riesame della Direzione della EBM SRL;

Esigenze di miglioramento continuo allinterno della EBM SRL;

Modifiche nei processi e prodotti della EBM SRL


La EBM SRL si attiva per il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi attraverso la definizione di un
dettagliato programma che specifichi le azioni da intraprendere ed assegni le responsabilit ai diversi
livelli della struttura organizzativa, definendo nel contempo, i tempi previsti e le risorse coinvolte.
Il programma rappresenta una parte di pianificazione generale delle attivit della EBM SRL in tal senso il
RSGI ha la responsabilit di elaborare e proporre il programma tenendo conto delle risorse economiche
ed umane disponibili.

5.4.2 Miglioramento continuo


LImpresa EBM SRL pianifica e gestisce i processi necessari per il miglioramento continuativo del Sistema di Gestione Integrato.
Al fine di facilitare il miglioramento continuativo lImpresa EBM SRL si basa sugli adeguamenti e sugli
sviluppi progressivi della propria Politica e dei relativi obiettivi.
Il Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Integrato, periodicamente e comunque in
preparazione dei Riesami della Direzione, provvede ad effettuare una analisi statistica di tutte le Non
Conformit (comprese quelle originate dai reclami dei Clienti), di tutti gli infortuni sul lavoro o i mancati
infortuni o gli incidenti al di sotto dei 3 gg. (cio quelli non riportati nel registro infortuni), degli incidenti
ambientali, di tutti i problemi legati a violazione di dati personali o riservati, per individuare eventuali ripetitivit, l'analisi dettagliata delle Non Conformit episodiche ma rilevanti, l'analisi dei verbali degli Audit
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 41 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Interni ed Esterni, lanalisi dei risultati delle Azioni Correttive e Preventive, l'analisi delle misurazioni sui
processi, sulla soddisfazione dei Clienti, l'esame dei parametri significativi di alcune lavorazioni (ad esempio indici di produttivit per alcune fasi lavorative, incidenza degli infortuni rispetto alle ore lavorate
piuttosto che alla tipologia di commessa o, ancora, il livello di coinvolgimento dellambiente circostante in
caso di incidente).

5.5
5.5.1

RESPONSABILIT, AUTORIT E COMUNICAZIONE


Responsabilit ed Autorit

DGE ha chiaramente definito e reso noto alle Funzioni Aziendali le responsabilit di ognuna di esse all'interno dell'Organizzazione.
LOrganigramma (vedere allegato n 2) ed il Mansionario (vedi PSGI 07), evidenziano con chiarezza i
rapporti gerarchici e di collaborazione tra il personale. Lorganigramma nominativo (allegato n 2 al presente Manuale) stato comunicato al personale mediante laffissione sulle pareti degli uffici presso la
sede della EBM SRL DGE esercita la sua azione direttiva su tutte le Funzioni Aziendali di staff e primarie.
Si precisa che le attribuzioni dincarico riguardano solamente lapplicazione del Sistema di Gestione Integrato e che, pertanto, non sono considerate vincolanti a livello contrattuale, n presentano implicazioni
inerenti gli obblighi di legge in materia di rapporti contrattuali.
Le Funzioni RSGI e RSPP agiscono in staff a DGE e non hanno potere gerarchico su nessunaltra Funzione.
Alle Funzioni di Primo Livello, eventualmente con la collaborazione di RSGI, viene demandata la responsabilit per la risoluzione e registrazione delle Non Conformit rilevate, della attuazione delle soluzioni
decise, della verifica delle soluzioni adottate.
La DGE della EBM SRL, in sede di Riesame del SGI, provvede a verificare le esigenze di:
Personale addestrato e numericamente adeguato per lesecuzione delle attivit;
Macchine ed attrezzature;
Attivit di verifica, che comprendono:
Sorveglianza sul Sistema di Gestione Integrato;
Audit Interni del Sistema di Gestione Integrato.
Per assicurare la continua adeguatezza del SGI e del lavoro eseguito, la DGE, in fase di Riesame del
SGI, identifica e assegna, per gli audit interni, personale e mezzi adeguati.
La definizione dei compiti e delle mansioni del personale indicato nellorganigramma riportata nella
PSGI07.

5.5.2

Rappresentante della Direzione

DGE ha nominato un componente della propria struttura Aziendale (RSGI), che indipendentemente
dall'attivit svolta ha la responsabilit e l'autorit per:
verificare che venga applicato e tenuto aggiornato il Sistema di Gestione Integrato;
riferire sull'andamento del Sistema di Gestione Integrato e proporre miglioramenti;
promuovere incontri con il Personale al fine di renderlo partecipe e consapevole dei requisiti dei
Committenti;
tenere gli opportuni contatti con l'Ente di Certificazione.
Il RSGI stato nominato con comunicazione ufficiale da parte di DGE ed ha accettato l'incarico.
Egli inoltre stato presentato a tutti i Dipendenti, che sono stati portati a conoscenza dell'attivit che dovr svolgere e dei doveri che gli competono nei confronti di DGE.
Il RSGI, oltre allutilizzo di strumenti come gli audit interni, le risultanze relative alle Non Conformit ed ai
reclami, monitora l'efficacia del Sistema di Gestione Integrato con il supporto degli indicatori, adottati per
misurare landamento dei diversi processi aziendali, richiamati nel paragrafo 8.2.3 di questo Manuale e
propone a DGE, in sede di Riesame del SGI, adeguamenti e miglioramenti inerenti il Sistema stesso.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 42 di 97
BS OHSAS 18001:2007

In caso di gravi Non Conformit il RSGI ne d comunicazione immediata a DGE, per porre rimedi immediati e riesaminare nel pi breve tempo possibile le aree e/o le attivit coinvolte nella Non Conformit.

5.5.3 COMUNICAZIONI
Lefficace circolazione del costante e sistematico flusso delle informazioni di tipo gerarchico e interfunzionale allinterno ed allesterno dellorganizzazione rappresenta un elemento chiave per promuovere la
motivazione del personale nei confronti del Sistema di Gestione Integrato, favorire il processo di miglioramento continuo, creare consenso nei confronti delle attivit della EBM SRL da parte della comunit
esterna.
Le modalit operative utilizzate dallimpresa EBM SRL e descritte nel presente Manuale e nelle Procedure, consentono di assicurare comunicazioni efficaci (indipendentemente dal fatto che esse siano in
forma scritta o verbale) tra i diversi livelli e funzioni allinterno dellorganizzazione.

5.5.3.1 COMUNICAZIONE INTERNA


La EBM SRL ritiene fondamentale coinvolgere tutto il personale nel perseguimento degli obiettivi. A tal
fine il RSGI assicura la diffusione, attraverso la pubblicazione del presente manuale e degli estratti
dei Riesami della Direzione contenenti gli obiettivi e le indicazioni relative alle modalit di raggiungimento degli obiettivi individuati, dei risultati raggiunti e di eventuali altre informazioni riguardanti lefficacia
del Sistema di Gestione Integrato stesso. E' sempre cura del RSGI attivarsi per raccogliere segnalazioni da parte di tutto il personale sul Sistema Integrato.
Per Comunicazione Interna si intende linformazione scambiata tra il personale ed il vertice aziendale.
Essa pu realizzarsi dal basso e dallalto e pu coinvolgere una o pi funzioni aziendali.
Il personale, infatti, da un lato, viene informato sulla gestione del SGI, sulle eventuali modifiche dello stesso, sul ruolo del singolo nellattuazione degli obiettivi e dei traguardi prefissati, sulla gestione delle situazioni di emergenza e delle eventuali non conformit, e, dallaltro, pu trasmettere ai vertici aziendali rilievi,
osservazioni e proposte.
Le Comunicazioni Interne si realizzano attraverso 3 principali canali:
- Affissioni in bacheca e comunicati interni diffusi a tutti gli interessati.
- Incontri con singoli dipendenti, riunioni con gruppi omogenei o allargate a tutto il personale.
- Distribuzione di materiale informativo relativo a politica, obiettivi, traguardi, programma ambientale,
prestazioni ambientali.
Sia le riunioni che le affissioni sono gestite interamente da RSGI che ha anche il compito di stabilire quale di questi due strumenti utilizzare per effettuare una corretta comunicazione, sulla base della seguente
regola generale:
- Le riunioni vengono utilizzate per trattare argomenti specifici e/o che riguardano aree specifiche dove
risulta necessaria linterrelazione con le funzioni coinvolte; vengono convocate da RSGI il quale ha il
compito di individuare i soggetti interessati allargomento da trattare.
- Le comunicazioni in bacheca, invece, permettono una comunicazione pi rapida cui ricorrere quando
non necessaria linterrelazione con il personale;
RSGI tenuto ad archiviare nel raccoglitore Comunicazioni Interne copia delle comunicazioni realizzate
attraverso affissioni in bacheca, ovvero, in caso di distribuzione di materiale copia di quanto distribuito.
I rilievi, le osservazioni e le proposte provenienti dal personale vengono inoltrate, esclusivamente in forma scritta al RSGI e, da questultimo, archiviati nel raccoglitore Osservazioni ambientali; successivamente allinvio della risposta questa allegata alla comunicazione da cui scaturita.
DGE garantisce adeguati processi di comunicazione interna al fine di trasmettere informazioni:
di carattere tecnico richieste per le attivit da svolgere,
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 43 di 97
BS OHSAS 18001:2007

inerenti l'efficacia del Sistema di Gestione Integrato.


Le informazioni di carattere tecnico sono illustrate verbalmente durante riunioni/incontri o attraverso le
Istruzioni Tecniche Operative al Personale interessato dal Responsabile di Funzione.
Relativamente all'efficacia del Sistema di Gestione Integrato, in occasione del Riesame del SGI vengono
redatti ed illustrati ai Responsabili grafici che riportano landamento degli indicatori evidenziati nel periodo.
Al fine di assicurare la corretta comprensione della comunicazione interna della EBM SRL si riporta il
flusso delle informazioni interne:

Direzione

Comunica
gli obiettivi
Resp.

Riportano Risultati

Funzioni

Riportano Risultati

Operatori

Aziendali
Monitoraggio

Cliente
Gli strumenti e le metodologie utilizzate per garantire il flusso di informazioni cos rappresentato il seguente:

GESTIONE DELLE COMUNICAZIONI INTERNE


RESPONSABILI
DGE
RSGI
DT
FA
RCA ed Operatori
DGE
MSGI

STRUMENTI
Politica ed obiettivi

METODI
Riesame del SGI e affissione

Manuale, Procedure, modulistica


Distribuzione e formazione
ed Istruzioni Tecniche Operative
Piani della Qualit, Istruzioni
Tecniche Operative ed documen- Distribuzione ed riunione
ti tecnici operativi
Modulistica dei processi

Distribuzione e formazione

Informazioni di ritorno dal cantie- Registrazioni della qualit e Riure/committente


nioni
Moduli per aggiornamento dei
parametri di processo e per la Riunioni
valutazione dellefficacia del SGI
EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

DESTINATARI
FA
DGE e FA
RCA ed Operatori
Operatori
DGE, DT ed
FA
FA

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 44 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Periodicamente in sede di Riesame del SGI vengono forniti al personale interessato le comunicazioni
circa lefficacia del SGI, il raggiungimento degli obiettivi prefissati nel periodo precedente ed i nuovi obiettivi da raggiungere.

5.5.3.2

COMUNICAZIONI ESTERNE

Le comunicazioni provenienti dallesterno, da chiunque raccolte, vengono trasmesse, esclusivamente in


forma scritta (raccomandata a/r, fax, posta certificata, etc.), a RSGI il quale dovr archiviarle nel raccoglitore Osservazioni ambientali.
Nel caso in cui si manifesti la necessit di provvedere ad una risposta allosservazione, questa sottoposta allapprovazione di DGE. Successivamente allinvio della risposta questa allegata alla comunicazione da cui scaturita.
Per Comunicazione Esterna si intende quella tra lAzienda e gli enti esterni ed suddivisa in comunicazione passiva e comunicazione attiva.
La Comunicazione Passiva comprende qualsiasi rilievo, osservazione, richiesta ecc. relativa a temi ambientali, proveniente dallesterno.
La Comunicazione Attiva comprende le forme di divulgazione attraverso le quali lazienda comunica a
terzi riguardo i propri aspetti qualit, ambiente e sicurezza.
Lazienda ha deciso di non comunicare/dichiarare allesterno le performance dei propri aspetti/impatti
ambientali. In sede di riesame, stabilito di volta in volta, se attuare o meno forme di comunicazione
attiva, il metodo ed i relativi strumenti. Nel caso in cui lorganizzazione scelga di comunicare riguardo i
propri aspetti ambientali, RSGI procede alla distribuzione, sia a dipendenti che a soggetti esterni, di materiale informativo allo scopo di fornire loro informazioni riguardanti la politica, gli obiettivi, i traguardi e il
programma ambientale adottati, le iniziative intraprese e le prestazioni ambientali raggiunte, ed ogni altra informazione ritenuta utile e comunque stabilita nel piano di comunicazione.
La EBM SRL ritiene fondamentale comunicare con i Clienti / Committenti al fine di individuare i possibili
problemi e le possibili soluzioni relative agli aspetti qualit, ambiente e sicurezza.
E' necessario stabilire una collaborazione attiva con i fornitori nella gestione delle fasi produttive in modo
tale da raggiungere gli obiettivi prefissati. A tale scopo possibile prevedere anche interventi formativi
per il personale dei fornitori. Inoltre la comunicazione tra il fornitore e la EBM SRL, nel caso di segnalazioni di non conformit, di infortuni sul lavoro o i mancati infortuni, di incidenti ambientali, di problemi
legati a violazione di dati personali o riservati, deve avvenire in tempi rapidi e modalit chiare affinch si
possa agire tramite un azione correttiva per la risoluzione del problema.
La comunicazione con i fornitori ha lo scopo di:
evidenziare limpegno della EBM SRL nella risoluzione di problematiche;
informare degli aspetti critici connessi ai processi e prodotti;
aumentare la conoscenza e consapevolezza nei fornitori;
informare degli obiettivi e dei programmi da attuare;
supportare il personale esterno nelle attivit di addestramento;
ridurre i tempi per la risoluzione delle non conformit.
Nel caso i fornitori inviano segnalazioni e/o richieste alla EBM SRL, necessario:
prendere in considerazione le segnalazioni e le richieste dai fornitori;
valutare limportanza e/o lurgenza delle stesse;
comunicare alle funzioni responsabili per il loro trattamento e per la formulazione della risposta.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

5.5.3.3

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 45 di 97
BS OHSAS 18001:2007

COMUNICAZIONI CON L'ORGANISMO DI CERTIFICAZIONE

La EBM SRL si impegna ad informare l'Organismo di Certificazione, sulla presenza e lo sviluppo di


eventuali procedimenti legali in corso in merito ad aspetti ambientali e dei provvedimenti adottati dalle
Autorit Competenti a riguardo della gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro. Sar cura del
RSGI attivare i canali di comunicazioni in tal senso con lOrganismo di Certificazione.

5.6

RIESAME DA PARTE DELLA DIREZIONE

5.5.1 Generalit
Il Sistema di Gestione Integrato adottato dallImpresa sottoposto, con cadenza annuale, al riesame
complessivo, eseguito nel corso della riunione di Riesame della Direzione alla quale partecipano la Direzione Generale, il Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Integrato ed altri Responsabili di Funzione, di volta in volta individuati in relazione ad eventuali specificit.
Il Riesame della Direzione si pone lobiettivo di analizzare lo stato di avanzamento del programma di
implementazione del sistema stesso e di valutare lidoneit (anche in funzione di mutate esigenze di
conduzione aziendale inerenti a processi, prodotti e tecnologia), ladeguatezza nel tempo e lefficacia del
Sistema di Gestione Integrato nel conseguimento degli obiettivi espressi e nel rispetto delle norme adottate e nellottica del miglioramento continuo.
Tale riesame prevede:
lanalisi dei risultati e delle prestazioni (elementi in ingresso);
la valutazione delle opportunit per il miglioramento;
la valutazione delle esigenze di modifiche del Sistema di Gestione Integrato, compresa la Politica e gli
Obiettivi;
la valutazione della necessit di programmare attivit formative allinterno dellazienda e lesigenza di
acquisto di risorse per il miglioramento;
la verbalizzazione dei risultati e la diffusione ai partecipanti e agli interessati.
Nel caso in cui, durante il riesame del Sistema di Gestione Integrato, siano individuate Non Conformit,
DGE prepara un documento di Non Conformit secondo quanto riportato nell'apposita Procedura di Gestione: con la collaborazione del RSGI e degli altri Responsabili presenti, individua le azioni correttive
necessarie per la loro rimozione.
Se utile, predispone le opportune Azioni Preventive.
Al termine del riesame, il RSGI redige e DGE verifica ed approva la relazione conclusiva.
compito di DGE verificare che quanto disposto nel corso del riesame sia comunicato a tutte le funzioni
aziendali interessate e correttamente applicato. Per questattivit egli pu, con apposito incarico, delegare un Ente o persona esterna purch totalmente indipendente dall'Azienda e dalle attivit dell'Azienda
stessa.
In entrambi i casi, compito di DGE prendere completa visione del riesame svolto e chiudere i documenti
di Non Conformit eventualmente aperti.
In entrambi i casi, compito di DGE prendere completa visione del riesame svolto e chiudere i documenti di Non Conformit eventualmente aperti.

5.5.2 Elementi in ingresso per il riesame


Il Riesame della Direzione effettuato sulla base di informazioni di partenza che comprendono:
Analisi dei dati sullandamento economico aziendale degli ultimi anni;
Analisi dello stato di avanzamento del programma di implementazione del Sistema di Gestione
Integrato e valutazione di efficacia, idoneit ed adeguatezza del sistema stesso;
Analisi dei risultati delle azioni correttive e preventive intraprese a seguito dei precedenti riesami ed
il livello di conseguimento degli obiettivi fissati dalla EBM SRL nel periodo precedente attraverso la
valutazione dei rispettivi parametri;
Analisi degli audit interni e/o di parte terza;
La conformit alle prescrizioni legali e non sottoscritte;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 46 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Analisi dei reclami e delle informazioni di ritorno dal cliente;


Esame delle Non Conformit rilevate e landamento delle stesse nel tempo, nonch delle Azioni
Correttive/Preventive definite di volta in volta e la loro efficacia per la risoluzione delle problematiche
eventualmente riscontrate;
Analisi dei dati di ritorno dai cantieri sulle problematiche connesse alla sicurezza e salute dei
lavoratori, sugli aspetti ambientali e sulla riservatezza dei dati;
Esame della violazione dei dati personali o riservati con particolare riferimento a vulnerabilit o minacce non adeguatamente considerate nelle precedenti valutazioni del rischio e delle eventuali nuove opportunit offerte dallinnovazione tecnologica;
Andamento dei programmi di addestramento e formazione, lanalisi critica della disponibilit di risorse e la rivalutazione delle risorse umane aziendali in ottica del Sistema di Gestione Integrato;
Analisi critica della disponibilit di macchinari, attrezzature e andamento dei programmi di manutenzione;
Verifica della corretta individuazione degli indicatori per i vari processi;
Verifica delle prestazioni dei processi e la conformit delle attivit;
Analisi del grado di raggiungimento degli obiettivi e traguardi prefissati dallazienda;
Esame della qualifica dei Fornitori in base alla valutazione dei risultati relativi alle prestazioni
dei Fornitori;
Valutazione sugli oneri imprevisti;
Analisi delle richieste di aggiornamento o modifica del Sistema di Gestione Integrato pianificate in
relazione a variazioni organizzative e/o esigenze interne / esterne che potrebbero avere effetti sul sistema stesso;
Necessit di aggiornamento della Politica;
Valutazione delle opportunit e delle raccomandazioni per il miglioramento;
Eventuali contributi forniti dal personale
Analisi delle informazioni che la DGE ha chiesto di esaminare e valutare;
segnalazioni di incidenti;
statistiche infortuni;
rapporti sulle emergenze (reali o simulate);
verbali delle riunioni periodiche, in particolare, sul documento di valutazione dei rischi (DVR);
risultanze delle azioni di coinvolgimento del personale;
risultanze delle consultazioni del RLS;
analisi della documentazione esistente (manuale procedure).
Pu venire utilizzato ogni altro documento utile del SGI, oppure documenti specificamente richiesti al
RSGI, che ha la responsabilit di preparare preventivamente tutta la documentazione sopraelencata.
Vengono inoltre presi in considerazione altri aspetti quali:
variazioni della legislazione;
rilevanti modifiche a prodotti/processi/tecnologie/sostanze;
cambiamenti organizzativi;
progetti di ampliamenti o rilocalizzazione;
miglioramenti significativi di tecnologie di SSL o collegate;
notizie di cronaca relative a incidenti/emergenze in situazioni analoghe.
La DGE effettua il riesame almeno annualmente, o ad intervalli pi brevi ed anche limitati a specifici aspetti, se lo ritiene opportuno a seguito di eventi o situazioni particolarmente significativi.
A seguito del riesame la DGE determina leventuale necessit di apportare variazioni alla politica, agli
obiettivi o ai diversi elementi del SGI, indicando tempi e responsabilit.
Il riesame si conclude con lemissione di un verbale compilando il Mod. 19.01 Verbale di Riesame della
Direzione e i risultati vengono comunicati a tutte le funzioni aziendali e a tutto il personale.
Il Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Integrato avvalendosi della collaborazione
dellUfficio Qualit, responsabile della preparazione preventiva della documentazione necessaria per
supportare le attivit di riesame.

5.5.3 Elementi in uscita dal riesame


La Direzione Generale analizza gli elementi in ingresso presentati dal Rappresentante della Direzione
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 47 di 97
BS OHSAS 18001:2007

per il Sistema di Gestione Integrato ed utilizza lattivit di riesame come strumento per evidenziare opportunit di miglioramento indicando e pianificando futuri obiettivi, valutando anche ladeguatezza e
lidoneit della Politica, la corretta individuazione e valutazione degli indicatori, lidoneit della struttura e
delle risorse dellImpresa.
I risultati e le conclusioni emerse sono documentati dal Rappresentante della Direzione per il Sistema di
Gestione Integrato in un Verbale di Riesame nel quale si evidenziano raccomandazioni e/o richieste di
azioni derivanti dal riesame della Direzione Generale e relative ai seguenti aspetti:
miglioramento dellefficacia del Sistema di Gestione Integrato e dei suoi processi;
miglioramento dei prodotti connessi ai requisiti del cliente;
esigenza di risorse e formazione delle risorse umane;
aggiornamento dei piani di valutazione e trattamento dei rischi legati alla sicurezza delle informazioni;
modifiche a procedure e controlli del Sistema Integrato necessarie per rispondere ad eventi interni
o esterni
Per ogni obiettivo dovranno essere indicati:
Responsabile per il raggiungimento dell'obiettivo;
Risorse necessarie;
Tempi previsti (con eventuale pianificazione di step intermedi).
Di tale documento possono essere distribuiti degli estratti alle funzioni che hanno partecipato alla riunione e a quelle interessate alle decisioni prese.
Come accennato, al termine del Riesame da parte della Direzione redatto un verbale, che riporta:
la data, lora ed il luogo della riunione,
lelenco dei presenti,
il piano di miglioramento ove vengono riportate le azioni decise per il miglioramento delle prestazioni,
dei suoi processi e dei suoi servizi in relazione ai requisiti del Cliente, le responsabilit operative, le risorse necessarie, i tempi e gli obiettivi;
eventuale aggiornamento della politica ambientale (al variare di leggi e regolamenti, bisogni e/o richieste esplicite delle parti interessate, bisogni del mercato, evoluzioni organizzative e/o dei prodotti/servizi, evoluzioni della ricerca applicata e della tecnologia, esperienze aziendali su eventi ambientali occorsi, definizione di programmi per il conseguimento degli obiettivi).
Individuati gli obiettivi ambientali, l'azienda predispone uno o pi programmi ambientali che rappresentano nel loro insieme il piano attraverso cui si vogliono conseguire gli obiettivi con i mezzi messi a
disposizione; a tal fine RSGI compila il modello 8.03 Programma, Obiettivi e Traguardi Ambientali da
sottoporre a DGE per lapprovazione.
Definizione degli aspetti ambientali da monitorare Mod. 8.02 "Aspetti ambientali Significativi"
Definizione degli aspetti ambientali ritenuti significativi Mod. 8.02 "Aspetti ambientali Significativi"
le Azioni Correttive e Preventive decise,
i fabbisogni di risorse (Uomini, materiale ed attrezzature)
definizione del Piano di Formazione Annuale Mod. 7.01 Programma di formazione/addestramento del
Personale.
definizione del Piano Annuale degli Audit Interni Mod. 3.01 Programma degli Audit Interni;
valutazione relativa ai bisogni di risorse umane e materiali;
Una volta portato a compimento quanto deciso, il verbale del riesame gi redatto completato con
unappendice che illustra il completamento delle azioni definite.
La documentazione del riesame, essendo una registrazione di Sistema, va sottoposto ai criteri di controllo, conservazione ed archiviazione, come le altre registrazioni aziendali. Pertanto, conservato dal RSGI
in accordo ai criteri fissati nel paragrafo 4.2.4.
Copia della documentazione con le risultanze del riesame distribuita e illustrata ai Responsabili di Funzione per le aree di loro interesse.
Lelenco dei requisiti applicabili e i testi delle norme sono gestiti dal RSGI e da questi conservato a tempo
indeterminato.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 48 di 97
BS OHSAS 18001:2007

GESTIONE DELLE RISORSE

6.1

MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE

La nostra Societ ha identificato le esigenze di risorse per gestire, eseguire e verificare i compiti derivanti
dallattuazione, aggiornamento e miglioramento continuo dellefficacia del Sistema di Gestione Integrato
e per laccrescimento della soddisfazione dei clienti nel rispetto dei requisiti contrattuali.
DGE controlla che le risorse disponibili siano costantemente adeguate a tali obiettivi ed alle commesse
acquisite.
In particola la EBM SRL ha individuato e messo a disposizione le risorse necessarie per:
attuare e tenere aggiornato il Sistema di Gestione Integrato e migliorare in modo continuativo la
sua efficacia; per tali attivit ha incaricato il Responsabile Sistema di Gestione Integrato che opera
sotto il controllo ed in base alle indicazioni del Rappresentante della Direzione per il Sistema di Gestione Integrato;
mantenere aggiornate, rispetto allevoluzione delle metodologie e delle tecniche, le strumentazioni informatiche;
adempiere agli obblighi normativi in materia di sicurezza, salute ed ambiente, assegnando le risorse
competenti nei processi chiave e destinando le sufficienti risorse materiali per il raggiungimento degli
standard legislativi;
ottenere ed incrementare la soddisfazione dei clienti, rispettando i requisiti definiti in fase contrattuale; per tali attivit lImpresa ha individuato le funzioni responsabili dei processi relativi alla valutazione dei requisiti definiti dal cliente in fase contrattuale, alla valutazione delle informazioni di ritorno
dai clienti che permettono di determinarne il livello di soddisfazione e alla valutazione delle azioni correttive necessarie ad incrementarne la soddisfazione.
Le risorse che influenzano le scelte produttive e la qualit del prodotto finale sono:

Risorse umane

Infrastrutture e mezzi
Le risorse necessarie per lo svolgimento delle attivit di cantiere vengono individuate valutando la tipologia e le caratteristiche del lavoro da svolgere e sono riportate nei Piani di Gestione della Commessa.
La EBM SRL provveder ad assicurare, attraverso unadeguata sensibilizzazione ed informazione, che
le attivit eventualmente affidate a personale o societ esterne vengano condotte secondo criteri compatibili con il Sistema di Gestione Integrato dellazienda.

6.2
6.2.1

RISORSE UMANE
Generalit

La nostra Societ attribuisce particolare importanza alle risorse umane quale patrimonio principale indispensabile per sviluppare un'attivit improntata sulla qualit.
Pertanto sono curate:

la selezione,

la motivazione,

lincentivazione,

laddestramento
del Personale quali strumenti per:

mantenerne la professionalit a livello adeguato alle esigenze organizzative, produttive e di qualit


della EBM SRL;

aggiornarne ed accrescerne le conoscenze tecniche;

sensibilizzarlo sulle finalit del Sistema di Gestione Integrato;


e raggiungere quindi gli obiettivi della Politica Aziendale.
In particolare, le esigenze di addestramento riguardano sia le capacit tecniche occorrenti per l'esecuMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 49 di 97
BS OHSAS 18001:2007

zione delle attivit di competenza, sia la conoscenza dei criteri e delle regole applicative del Sistema di
Gestione Integrato e dei relativi aspetti organizzativo-gestionali.
Obiettivo delle attivit formative quello di sviluppare un adeguato livello di conoscenza e di capacit in
tutto il personale.
Lattivit formativa, infatti:
favorisce la giusta valorizzazione delle risorse;
garantisce il corretto utilizzo delle persone in relazione agli obiettivi aziendali;
migliora la capacit di risposta dellorganizzazione allevoluzione tecnologica e di mercato.
Tutte le persone che collaborano per lorganizzazione o per conto di essa, per quanto riguarda la sensibilizzazione (consapevolezza del ruolo).
Il personale il cui lavoro possa produrre impatti significativi o responsabilit in materia ambientale, per
quanto riguarda la formazione e laddestramento.
I passi attraverso i quali si articola il processo di formazione del personale sono:
Identificazione delle necessit di formazione e/o addestramento del personale
Pianificazione delle attivit di sensibilizzazione, formazione e addestramento.
Verifica e approvazione dei piani
Attuazione
Registrazione della formazione
Valutazione dei risultati
Le risorse umane di cui dispone la EBM SRL comprendono Dirigenti, Impiegati, Collaboratori con rapporti continuativi, Operai ed in particolare:
Dirigenti di sede e di cantiere;
Tecnici di sede addetti allacquisizione e gestione delle commesse;
Tecnici di cantiere addetti alla produzione, approvvigionamento e gestione delle opere.
Personale tecnico specializzato in problematiche ambientali, di sicurezza, salute e gestione di dati
sensibili abilitato anche alle conduzioni degli audit;
Consulenti del lavoro, legali ed amministrativi;
Personale impiegatizio di sede e di cantiere di vari livelli;
Capocantiere, capisquadra ed Operai di tutti i livelli previsti dai contratti nazionali di lavoro.

6.2.2

Competenza, Formazione-Addestramento, Consapevolezza, ruoli, responsabilit ed autorit

Al fine di garantire che le attivit che hanno rilevanza sul SGI avvengano in modo ordinato secondo
quanto pianificato e documentato, allinterno dellorganizzazione vengono definiti ruoli, compiti e responsabilit, in tema di Qualit, Ambiente e Sicurezza, e diffusi tra tutti i dipendenti oltre che tra coloro che
assumono precisi incarichi previsti dalle normativa vigenti in materia di sicurezza (DGE, DIR, RSPP, MC,
RLS, ASPP).
LAlta Direzione (DGE) definisce, con apposito documento, lorganigramma aziendale (Allegato 1 del
presente Manuale), che stabilisce:
i nomi dei rispettivi responsabili e i rapporti gerarchici e funzionali.
La DGE definisce le attribuzioni di responsabilit per le attivit inerenti il SGI, con lindicazione dei compiti dellautonomia relativa e delle risorse di cui dispone; inoltre nomina un suo rappresentante (DIR), in
posizione di staff alla DGE a cui affida ruolo responsabilit e autorit per:
assicurare che il SGI sia definito, applicato e mantenuto secondo quanto pianificato;
riferire alla DGE sulle prestazioni del sistema.
La DGE procede allindividuazione dei dipendenti da nominare quali ASPP; se necessario; del RSPP
degli addetti alla gestione delle emergenze (prevenzione incendi, lotta antincendio, evacuazione dei lavoratori, primo soccorso), cos come richiesto dallart. 18 del D.Lgs. 81/08, avendo prima richiesto il parere preventivo dellRLS, in relazione alle scelte fatte.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 50 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Successivamente il datore di lavoro procede alla designazione formale; i lavoratori individuati quali addetti alla gestione delle emergenze non possono, se non per giustificato motivo, rifiutare la designazione.
La designazione formalizzata.
Il datore di lavoro provvede alla designazione del medico competente, che deve possedere le caratteristiche definite allart. 2, comma 1, del D.Lgs. 81/08, cui affida i compiti previsti dagli artt. 38-42 del D.Lgs.
81/08.
Il soggetto che si intende designare come medico competente
Le informazioni relative alle responsabilit ed autorit sono comunicate al personale interessato sia mediante la distribuzione del Manuale di Gestione Integrato e delle Procedure di interesse sia durante gli
incontri periodici di informazione e formazione sui processi aziendali.
La EBM SRL considerando indispensabile unadeguata competenza di tutte le risorse umane
dellimpresa, come descritto nel presente documento, individua e definisce le competenze necessarie ed
adeguate alle attivit svolte dal personale.
La competenza e i requisiti minimi di capacit necessari per svolgere le varie attivit, valutati in base a
istruzione, addestramento, abilit ed esperienza, sono indicati nella Procedura del SGI 07 Ruoli, Responsabilit, Autorit, Competenza, Formazione-Addestramento e Consapevolezza.
La Direzione Generale ha definito e mantiene aggiornato tale mansionario aziendale nel quale sono indicati, per ogni funzione aziendale, le principali mansioni previste. Il documento definisce inoltre le
principali competenze del personale riportando lesperienza, labilit, il grado di istruzione e
laddestramento necessari per ricoprire le varie posizioni allinterno dellimpresa.
Le indicazioni contenute nella PSGI 07 Ruoli, Responsabilit, Autorit, Competenza, FormazioneAddestramento e Consapevolezza rappresentano un riferimento sia in caso di nuove assunzioni che in
caso di assegnazione di nuove mansioni o incarichi.

IDENTIFICAZIONE
Gli interventi formativi previsti dalla EBM SRL sono di due tipi:
a) Interventi di sensibilizzazione indirizzati allintero personale per accrescerne la sensibilit verso le
problematiche ambientali;
b) Interventi strettamente formativi destinati al personale chiave ossia quello il cui lavoro pu produrre
impatti significativi o responsabilit in materia ambientale. Si tratta di attivit formative o addestrative
(on the job) finalizzate allampliamento delle capacit e delle competenze, anche nellottica di assicurare ladozione, da parte del personale, di comportamenti conformi alle prescrizioni normative e ai regolamenti interni in materia ambientale.
Il percorso formativo del personale chiave viene pianificato, registrato e monitorato attraverso la compilazione e laggiornamento, da parte del RSGI, del modello 7.02 Scheda personale
Tale scheda suddivisa in sezioni riporta:
- i dati anagrafici;
- la mansione o ruolo;
- le competenze utilizzate al presente (competenze accertate), anche se non documentate;
- le competenze da sviluppare in base ai requisiti minimi richiesti per lo svolgimento dei compiti attribuiti
al soggetto (competenze necessarie);
- la registrazione delle attivit formative e le relative competenze acquisite.
Le necessit di formazione emergono dallanalisi delle differenze riscontrate tra le competenze accertate
e le competenze necessarie allo svolgimento delle attivit cui il soggetto addetto (le competenze necessarie sono riportate nellallegato 1 alla presente sezione del manuale, suddivise per mansione). Tali
esigenze vanno annotate nella Scheda anagrafica e costituiranno la base per la formulazione del modello
7.01 Programma di Formazione/Addestramento del Personale.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 51 di 97
BS OHSAS 18001:2007

PIANIFICAZIONE DELLE ESIGENZE


Dopo aver individuato le necessit di formazione, il RSGI proceder alla composizione di gruppi di dipendenti aventi similari esigenze formative e alla compilazione del modello 7.01 Programma di Formazione/Addestramento del Personale nel quale si indicheranno:
1. Le tematiche oggetto delle attivit formative;
2. Il personale coinvolto;
3. I potenziali erogatori del servizio di formazione;
4. Il tipo e la durata dellintervento formativo;
Le attivit di sensibilizzazione si svolgono, invece, continuativamente, a cadenza annuale; esse non vanno indicate nel Mod. 7.01 Programma di Formazione/Addestramento del personale.

VERIFICA E APPROVAZIONE DEI PIANI


Il piano sottoposto allapprovazione di DGE che, dopo aver verificato la corrispondenza di quanto predisposto alle prescrizioni normative in vigore, autorizzer, con la sua firma, lattivazione delle risorse economiche eventualmente necessarie allo svolgimento delle sessioni formative e/o addestrative.
responsabilit di RSGI informare il personale coinvolto dello svolgimento di attivit di sensibilizzazione
e formazione.

ATTUAZIONE
Le attivit di sensibilizzazione, che si ribadisce vanno estese a tutte le persone che collaborano con
lorganizzazione o per conto di esse, compresi i fornitori, si realizzano attraverso Riunioni in cui RSGI
esprime direttamente a tutti i lavoratori limpegno ambientale dellazienda, la politica, gli obiettivi, i traguardi e i programmi ambientali, nonch la necessit e limportanza che essi attuino il SGI. Durante tale
riunione, si sensibilizza il personale su ruoli, responsabilit, effetti ambientali delle attivit svolte, sui comportamenti da tenere in ogni circostanza, sulle potenziali conseguenze derivanti dalla mancata attuazione
del SGI. A valle di tale riunione generalmente distribuito materiale divulgativo contenente linee guida
per la Gestione Ambientale;
La formazione si attua, invece, mediante la partecipazione a corsi organizzati da RSGI e prevedono
lintervento in qualit di docenti di personale interno o esterno allazienda, questultimi provenienti in genere da organismi convenzionati, enti o da societ di consulenza, contattate dal RSGI.
Laddestramento si attua attraverso laffiancamento del personale da formare ad altro personale di cui sia
comprovata lesperienza e la competenza relativa alloggetto di formazione.
In seguito allintroduzione di prodotti, tecnologie, legislazioni nuove/modificate o in seguito ad avvenimenti imprevisti pu essere programmata una specifica campagna di sensibilizzazione o formazione.

REGISTRAZIONE DEI RISULTATI


Le competenze del personale chiave sono registrate attraverso la compilazione e laggiornamento, da
parte del responsabile del SGI, del modello 7.02 Scheda Personale.
Durante la realizzazione delle attivit di formazione, inoltre, il RSGI provveder a compilare un apposito
Verbale di formazione (Mod. 7.03), nel quale sintetizzer gli argomenti trattati, i responsabili del corso, il
docente, i partecipanti e i risultati ottenuti.
Il modello pu essere sostituito da idoneo attestato di certificazione rilasciato dalla societ che abbia effettuato il corso, convegno, seminario, o qualsiasi altra attivit di formazione.
Dopo la realizzazione delle attivit di formazione, il Responsabile Ambiente, provveder, infine,
allaggiornamento delle Schede del Personale aggiungendo le nuove competenze acquisite.
Le registrazioni sono conservate nellarchivio del RSGI.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 52 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Per il personale che non esegue o influenza lo svolgimento di attivit/compito che possono avere impatti
significativi sullambiente o comportare responsabilit, non richiesta la compilazione della suddetta
Scheda anagrafica, essendo tali soggetti non sottoposti ad attivit formative, ma solo di sensibilizzazione.

VALUTAZIONE DEI RISULTATI


Eventuali segnalazioni di non soddisfacimento delle attese dallattivit di formazione vanno comunicate al
RSGI, il quale provveder ad informare:

gli enti che hanno provveduto alla formazione;

lAmministratore Unico;
e ad adottare i necessari interventi correttivi.
Al fine di assicurare quanto sopra espresso, la EBM SRL si attiene alle regole descritte nella PSGI 07
Ruoli, Responsabilit, Autorit, Competenza, Formazione-Addestramento e Consapevolezza che definisce le attivit relative alla Gestione del Personale della EBM SRL

6.3

INFRASTRUTTURE

La EBM SRL individua costantemente, fornisce e mantiene le infrastrutture necessarie per assicurare la
conformit delle opere che realizza. Rientrano fra le infrastrutture:
Edifici e spazi di lavoro;
Dispositivi di misurazione e monitoraggio;
Attrezzature e macchine di cantiere;
Apprestamenti di cantiere;
Supporti hardware e software;
Servizi di supporto come trasporti e comunicazioni.

6.3.1 Infrastrutture
La EBM SRL organizza le proprie attivit in modo da progettare, fornire e mantenere le infrastrutture
idonee per assicurare la conformit ai requisiti del Sistema di Gestione Integrato e alle normative cogenti e volontarie. In particolare verificano e tengono sotto controllo:
le attrezzature, apparecchiature, software;
gli spazi di lavoro attrezzati ed adeguati ai fini della efficienza delle attivit da svolgere e della salvaguardia e miglioramento della salute e sicurezza del personale;
servizi interni ed esterni di supporto alle singole fasi lavorative.
Sono considerati fattori quali organizzazione del lavoro, processi, obiettivi di miglioramento, previsione
dei bisogni e delle aspettative delle parti interessate, disponibilit, rapporto costo-benefici, tutela della
salute e sicurezza sul lavoro, inquinamento ambientale quale rumore, vibrazione.
La sede legale dellImpresa situata in uno stabilimento sito alla via Campana n. 268 nel Comune di
Pozzuoli Napoli.
In particolare lattivit operativa svolta in luoghi di propriet della committenza (cantieri).
La sede Operativa con gli uffici sono ubicati in un edificio non di propriet dellazienda, sita in via Masseria Vecchia n. 196/37 Giugliano in Campania (NA).
Le infrastrutture sono state identificate come parte delle risorse della Direzione Generale e sono soggette ad una valutazione periodica finalizzata al rilevamento della loro adeguatezza in base al livello di
lavoro previsto per il futuro.
Lidentificazione delle infrastrutture necessarie viene inoltre effettuata in ogni singola commessa mediante la compilazione dei documenti di commessa (es. Piano di Gestione della Commessa, ecc.).

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 53 di 97
BS OHSAS 18001:2007

6.3.2 Mezzi, macchinari, attrezzature ed apprestamenti


Per mezzi, macchinari ed attrezzature sintendono automezzi, macchine operatrici, gru, autogr, impianti
di betonaggio, impianti elettrici ed idrici, per apprestamenti di cantiere si intendono ponteggi, impalcati,
armature per gli scavi e tutte le baracche di cantiere o dei campi base quali servizi igienici, dormitori, spogliatoi, refettori, ecc.
La gestione di attrezzature, macchinari, apprestamenti, noli esterni, materiali di magazzino e prestazioni
(disponibilit di un mezzo, smontaggio di ponteggi, gru, ecc.) viene effettuata dal DT, in collaborazione
con il RCA, i quali forniscono tutte le informazioni necessarie per la definizione del fabbisogno (descrizione dettagliata, quantit, data fabbisogno, periodo di impiego previsto) al fine di ottenere la corretta
assegnazione di quanto necessario al cantiere.
Il controllo e la manutenzione di mezzo / macchinario / attrezzatura di lavoro curato, attraverso la registrazione delle attivit sul software GESTIONE AUTO per la parte relativa agli automezzi sulla base
delle indicazioni di periodicit delle manutenzioni ordinarie indicate nel Mod. 0.04 e delle indicazioni del
libretto duso e manutenzione rilasciato dal fornitore del mezzo, per le attrezzature sul MOD 0.05, da
MAN che provvede:

con Personale interno,


al controllo dello stato dei mezzi, direttamente ed attraverso il controllo del personale che ne fa uso,
alla manutenzione ordinaria;

con Personale interno,


alla manutenzione periodica sulla base delle prescrizioni del Fornitore del mezzo
alla manutenzione straordinaria ed alle riparazioni urgenti.
Per ogni, vengono archiviati i dati identificativi e la manutenzione effettuata o leventuale revisione periodica a cui sono soggetti.
Le attrezzature e gli apprestamenti dovranno essere mantenuti in buono stato e protetti da ogni possibile causa di deterioramento a cura dellutilizzatore.
La manutenzione straordinaria dovr essere eseguita in conformit alla documentazione del Costruttore nonch alle periodicit imposte per legge.
In occasione del Riesame del SGI, DGE si accerta che le infrastrutture a disposizione siano idonee a sostenere la politica di sviluppo aziendale.
Nel caso in cui insorga la necessit di effettuare investimenti per adeguare e/o incrementare e/o migliorare
le aree di lavoro e/od il livello tecnologico e/o le capacit produttive dellAzienda, DT deve sottoporre a
DGE le specifiche funzionali, i costi e le valutazioni sulla redditivit di nuove attrezzature da acquistare, per
le decisioni del caso.
Lindicatore utilizzato per il monitoraggio del processo relativo alla gestione delle risorse tecnologiche
indicato nel Mod.0.02.

6.4

AMBIENTE DI LAVORO

La EBM SRL tiene sotto controllo lambiente di lavoro, inteso come le condizioni di lavoro in cui opera
il personale e le condizioni ambientali nelle quali avvengono i processi produttivi. Specifiche attivit e/o
Programmi di miglioramento sono avviati per garantire che l'ambiente di lavoro abbia una positiva influenza sulle motivazioni, soddisfazione e sul rendimento finale del personale.
Tali condizioni comprendono fattori fisici, sociali, psicologici ed ambientali.
La EBM SRL ritiene opportuno un ambiente di lavoro confortevole per i propri dipendenti; ci assicurato allinterno degli uffici dagli impianti (elettrici, idrici, igienici, di riscaldamento, di condizionamento, etc.)
e comunque si cerca di garantire lergonomia di tutte le strutture utilizzate dai dipendenti, quando possibile, messi a disposizione anche presso i cantieri mobili temporanei (containers, bagni chimici, ponteggi,
etc.).
Per creare un ambiente di lavoro accettabile la EBM SRL prende in considerazione:
metodi di lavoro che salvaguardino il benessere del personale;
norme di comportamento che proteggono la salute dei lavoratori;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 54 di 97
BS OHSAS 18001:2007

l'ergonomia;
lilluminotecnica ed il microclima.
Per quanto riguarda lambiente di lavoro in relazione alle caratteristiche del prodotto realizzato, in
fase di pianificazione della commessa sono valutate le eventuali condizioni ambientali che i cantieri devono avere per garantire che esse soddisfino i requisiti tecnici e operativi per la realizzazione del prodotto.
Di fondamentale importanza sar lattenzione rivolta alligiene di tutti i luoghi di lavoro della EBM SRL e
la salubrit degli ambienti e spazi di intervento, mettendo in opera preventivamente attrezzature ed equipaggiamenti in grado di garantire tali requisiti e verificando costantemente ladeguatezza degli stessi
provvedendo, se del caso, allintegrazione o sostituzione degli stessi.
La EBM SRL impegnata nel rispetto degli standard di igiene e salute sui luoghi di lavoro adempiendo
agli obblighi legislativi nazionali e locali ed alle norme europee armonizzate.
Per Commesse verranno garantite tutte le precauzioni per la gestione dei rifiuti e la qualit dell'aria. Le
stesse precauzioni verranno applicate anche negli altri cantieri come "buone pratiche" di riferimento.
Il DT nel piano di qualit di commessa definisce per ogni cantiere le modalit di gestione e controllo
dellambiente di lavoro tali da garantire la corretta esecuzione delle lavorazioni previste. Il responsabile di
cantiere esegue i controlli affinch tali condizioni siano mantenute per tutta la durata delle attivit.
Il Resp. Manutenzione (MAN) verifica lefficienza e lo stato di conservazione di queste attrezzature, provvedendo ai necessari adattamenti in conformit alle Leggi vigenti.

7
7.1

ATTUAZIONE E CONTROLLO
PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DELLOPERA

Al fine di ottenere il soddisfacimento dei requisiti contrattuali ed il rispetto del Sistema di Gestione Integrato, sufficiente provvedere sistematicamente a:
determinare e riesaminare i requisiti relativi allopera in conformit ai criteri definiti nel paragrafo 7.2 di
questo Manuale;
pianificare le proprie attivit operative, controllare le fasi salienti del processo di esecuzione e monitorarne i risultati per mezzo di appropriate verifiche in conformit ai criteri definiti nei paragrafi 7.5 e
8.2.3 di questo Manuale;
identificare la necessit di risorse umane e tecnologiche per lesecuzione dei lavori di commessa;
controllare Fornitori, materiali e prodotti (in fase sia di approvvigionamento, sia di esecuzione) per
mezzo di appropriate verifiche in conformit ai criteri definiti nei paragrafi 7.4 e 8.2.4 di questo Manuale;
identificare eventuali Non Conformit in base ai criteri definiti nel paragrafo 8.3 di questo Manuale.
La nostra Societ per meglio gestire tutte le attivit sopra elencate prevede lelaborazione dei Piani della
Qualit quale documento gestionale di commessa.
Tali piani costituiscono lo strumento dinterfaccia con il Committente per limpostazione, la gestione ed il
controllo delle attivit rilevanti ai fini della qualit (approvvigionamento, controllo della conformit delle
attivit e delle fasi lavorative, identificazione, rintracciabilit e certificazione) dei lavori eseguiti.
Nel documento, secondo il format aziendale previsto, sono riportate tutte o parte delle seguenti informazioni:
estremi d'identificazione della commessa;
obiettivi e limiti di applicazione della documento per la specifica commessa;
dati e requisiti di base (riferimenti ai documenti contrattuali, tecnici, normativi, di legge, etc.);
responsabilit ed interfacce predisposte per la commessa;
documenti del SGI applicabili (Manuale del Sistema di Gestione Integrato, Procedure, appendici e
varianti atte ad integrare e/o modificare la documentazione aziendale, etc.);
informazioni rilevanti per lespletamento della commessa (approvvigionamento, lavorazioni, controlli,
attrezzature, mezzi, apparecchiature di misura, documentazione da produrre, consegna) espresse in
una sequenza correlabile con la loro programmazione temporale.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 55 di 97
BS OHSAS 18001:2007

DT ha la responsabilit di preparare il Piano della Qualit, con il supporto delle Funzioni Aziendali coinvolte, per quanto di loro competenza, e di sottoporlo all'approvazione di DGE e del Committente ove richiesto.
Eventuali revisioni del Piano della Qualit seguono lo stesso iter procedurale dei documenti in prima emissione.
La gestione dei Piani della Qualit avviene secondo quanto previsto nella PSGI01.
Le attivit produttive sono condotte attraverso una serie di commesse gestite in modo indipendente, basate su attivit di pianificazione, programmazione e controllo degli stati di avanzamento.
La EBM SRL, dopo unaccurata analisi dellopera da realizzare, sia per quanto concerne le caratteristiche tecniche che i requisiti qualitativi imposti dal contratto e dalle normative applicabili, gli aspetti ambientali e della sicurezza, pianifica sotto la responsabilit del DT con il supporto del RCA, i processi di
produzione.
Per ogni commessa sono predisposti:
Un Piano Qualit della Commessa, che recepisce i requisiti del Contratto e definisce le modalit
applicative del Sistema di Gestione Integrato alla specifica commessa.
Un Piano Operativo Ambientale di commessa con annessa Analisi Ambientale che sia di supporto
per la programmazione e pianificazione della realizzazione dellopera.
Un Piano Operativo della Sicurezza, redatto in conformit con le disposizioni vigenti, nel quale
sono analizzati i rischi e le problematiche connesse allesecuzione delle opere.
La fase della programmazione della produzione essenziale per garantire il raggiungimento degli obiettivi e dei requisiti previsti nei documenti contrattuali.

7.2
7.2.1

PROCESSI RELATIVI AL COMMITTENTE


Determinazione dei Requisiti Relativi alla Realizzazione dellOpera

La EBM SRL opera in modo tale che per ogni attivit tutti i requisiti applicabili siano correttamente determinati (quelli precisati dal cliente, quelli non precisati dal cliente ma comunque necessari, quelli cogenti, quelli stabiliti dallimpresa).
Queste operazioni sono svolte preliminarmente durante il processo di studio ed acquisizione delle commesse e quindi in fase di ristudio in caso di acquisizione della Commessa stessa.
Le attivit svolte dalla EBM SRL per determinare i requisiti relativi alla realizzazione dellopera sono elencate di seguito:
Ricerca delle opportunit offerte dal Mercato, pubblico e privato (attraverso mezzi di informazione,
albi pretori, etc.);
Analisi delle esigenze della committenza pubblica attraverso:
lesame dei bandi e delle aspettative della Committenza. In particolare, quando la EBM SRL valuta
un bando di gara si preoccupa di individuare tutti i requisiti dellopera. Essi infatti possono essere
espressi (si tratta per esempio dei requisiti contenuti nei capitolati dappalto o nelle dichiarazioni
verbali dei Committenti, eventualmente raccolte durante incontri o sopralluoghi) od impliciti (si tratta di esigenze non esplicitate dai Committenti perch non gli erano mai state documentate o non
ne conosceva lesistenza - esigenze latenti o di requisiti cogenti) raccolti attraverso sopralluoghi,
incontri, contatti telefonici o dallinvio di Questionari di soddisfazione del committente;
Analisi del soddisfacimento dei requisiti cogenti allatto di acquisizione del bando/redazione
dellofferta e nella successiva fase di Riesame dellOfferta/Ordine;
la verifica che i requisiti tecnici inerenti lopera risultino chiaramente definiti e documentati;
lanalisi della capacit aziendale di soddisfare le richieste con particolare riferimento alle capacit
operative di tutto il Personale necessario allesecuzione dellopera, a partire dallindividuazione delle figure interne, alla selezione dei Fornitori e dei materiali fino alla gestione della commessa;
la verifica dei costi previsti nel capitolato per lindividuazione del ribasso da indicare nellofferta al
fine di coprire i costi sostenuti dallAzienda per lesecuzione dellopera richiesta ed a riservare un
margine di guadagno;
Offerta;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 56 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Gestione della commessa con particolare attenzione allindividuazione e risoluzione degli eventuali
scostamenti tra il contratto stipulato e i lavori eseguiti;

Gestione delle modifiche al contratto (varianti in corso dopera).

Gestione e valutazione delle richieste dei privati:


esame delle esigenze ed aspettative (esplicite, implicite o latenti) del Committente;
Analisi del soddisfacimento dei requisiti cogenti allatto di acquisizione del bando/redazione
dellofferta e nella successiva fase di Riesame dellOfferta/Ordine;
verifica che i requisiti tecnici inerenti l'oggetto della richiesta risultino chiaramente definiti e documentati;
analisi della capacit aziendale di soddisfare i requisiti richiesti attraverso analisi dei costi, valutazione della capacit operativa, etc.
Offerta;
Gestione della commessa con particolare attenzione allindividuazione e risoluzione degli eventuali
scostamenti tra Offerta e i lavori eseguiti;
Gestione delle modifiche al contratto (varianti in corso dopera).

7.2.2

Riesame dei Requisiti Relativi alla Realizzazione dellOpera

Il riesame dei requisiti relativi alla realizzazione dellopera si svolge secondo i criteri di seguito definiti.
Committenti pubblici
Il GAR recepisce a seconda dei casi l'invito di partecipazione alla gara o acquisisce il bando di gara (attraverso mezzi di informazione, albi pretori, ecc.) e verifica, con il COM, la rispondenza della EBM SRL ai
requisiti prescritti per la partecipazione alla gara.
Il COM visionate le richieste del bando e/o invito, decide se partecipare o meno alla gara.
Nel caso si decida di partecipare alla gara, le attivit di preparazione della documentazione legale ed
amministrativa necessaria sono svolte dal GAR.
Il GAR aggiorna il registro delle offerte (Mod. 0.09) ed appronta un raccoglitore dove sar archiviata tutta
la documentazione relativa a quella gara. La documentazione sar contrassegnata dal numero progressivo risultante dalliscrizione dellofferta prescelta nel registro delle offerte.
Dopo aver preso visione della documentazione allegata all'invito o al bando, il GAR contatta, se necessario, il committente o il suo responsabile tecnico per chiarimenti ed approfondimenti di natura tecnica relativi a modalit e tempi di esecuzione dei lavori.
Il GAR esegue il sopralluogo presso la stazione appaltante con le modalit ed i tempi indicati nel bando.
Il sopralluogo ha lo scopo di fornire elementi informativi utili per la valutazione della commessa e la formulazione dell'offerta economica, eventualmente da presentare.
Il GAR analizza la documentazione tecnica resa disponibile dal committente e quella rilevata in fase di
sopralluogo; questa attivit, registrata sul modulo Verbale di Sopralluogo (Mod. 010) viene svolta con lo
scopo principale di determinare le capacit e la disponibilit di risorse della EBM SRL per partecipare alla
gara.
Il GAR procede, inoltre, alla verifica dei costi che annoter, insieme alle altre notizie acquisite, sul Modulo
di valutazione economica commessa (Mod. 0.11 Riesame Offerta/Ordine).
Il GAR dovr verificare la fattibilit delle lavorazioni richieste secondo lo schema riportato nel Mod. 0.11
tenendo conto di:
requisiti richiesti
ubicazione ed accessibilit del cantiere
risorse interne, attrezzature e mezzi da utilizzare
tempi necessari all'esecuzione della commessa
costi da sostenere
Al termine delle attivit, il COM, esamina il Modulo di Valutazione Commessa ed indica la percentuale di
ribasso da inserire nellofferta.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 57 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Prima di inviare l'offerta il COM riesamina l'offerta per valutare se sono state soddisfatte appieno le richieste e le esigenze espresse nel bando di gara o durante l'eventuale contatto dal Committente.
Se il COM non ritiene l'offerta congrua si adopera, eventualmente supportato dal DT e da DGE per apportare tutte le modifiche necessarie per garantire la piena congruit.
La formalizzazione del riesame dell'offerta avviene mediante l'apposizione sul Mod. 0.11 della firma da
parte del COM e degli eventuali altri partecipanti. Dopo questa operazione l'offerta firmata dalla DGE
ed inviata al committente.
In caso di aggiudicazione dell'appalto, la registrazione della commessa avviene mediante
lassegnazione, da parte del GAR, del protocollo commessa sul registro delle offerte in corrispondenza
della gara acquisita.
Eventuali modifiche ed aggiornamenti tecnici vengono recepiti sul Mod. 0.11 dal GAR ed elaborati in accordo con il committente dal COM.
Costi addizionali eventuali sono decisi dal COM con lausilio della DGE.
La modifica dovr essere presentata su documento cartaceo firmato dal committente ed archiviato
nell'apposito raccoglitore a cura del GAR.
Nel caso emergano scostamenti tra i requisiti indicati nellofferta e quelli presenti nel contratto questi
vengono esaminati dal COM, in collaborazione con eventuali altri tecnici, e risolti con il committente.
Committenti privati
Al momento della richiesta di preventivo il GAR, dopo averla registrata sul Mod. 0.09, raccoglie la parte di
informazioni relativa alla definizione della richiesta e segna la richiesta sul registro delle offerte.
Durante questa fase devono essere analizzate e comprese tutte le esigenze del committente ed acquisite
tutte le informazioni necessarie a predisporre un sopralluogo.
Lo scopo di questa attivit raggiungere la massima comprensione delle esigenze del committente e
stabilire con precisione e dettaglio le caratteristiche tecniche dei lavori da eseguire, tra cui:

individuare con precisione le caratteristiche dellopera da realizzare

identificare i parametri indicativi per la pianificazione della fase esecutiva

valutare l'applicabilit di norme, regolamenti e leggi da rispettare.


Tutte le informazioni raccolte in questa fase sono successivamente utilizzate per la valutazione della
commessa.
Se necessario, si incontra direttamente il Committente per individuare esattamente le sue richieste.
L'incaricato del contatto ha il compito di reperire il maggior numero possibile di informazioni utili per la
valutazione della commessa e di annotarle sul Mod. 0.10.
Responsabilit dell'attivit di analisi delle richieste del committente del GAR.
Se loggetto della richiesta non presenta sufficienti motivi d'interesse per la nostra Societ ovvero se la
EBM SRL non ha sufficienti capacit tecniche e/o gestionali per soddisfarla, COM decide di archiviare la
documentazione per futuri riferimenti e comunica al Committente le relative conclusioni.
Nel caso in cui la richiesta sia compatibile con gli obiettivi e le risorse della nostra Societ, l'elaborazione
dell'offerta compito del GAR che procede a redigere il Mod. 0.11.
Il GAR dovr verificare la fattibilit dell'opera richiesta tenendo conto di:
requisiti richiesti
ubicazione ed accessibilit del cantiere
risorse interne, attrezzature e mezzi da utilizzare
tempi necessari all'esecuzione della commessa
costi da sostenere
Al termine delle attivit, il COM, esamina il Modulo di Valutazione Commessa ed indica la percentuale di
ribasso da inserire nellofferta.
Prima di inviare l'offerta il COM riesamina l'offerta per valutare se sono state soddisfatte appieno le richieste e le esigenze espresse nella richiesta o durante l'eventuale contatto dal Committente.
Se il COM non ritiene l'offerta congrua si adopera, eventualmente supportato dal DT e da DGE per apportare tutte le modifiche necessarie per garantire la piena congruit.
Eventuali variazioni possono aver origine dallidentificazione da parte del COM di esigenze inespresse;
esse quindi, devono essere precedentemente discusse con il committente in modo tale da evitare equivoci nell'offerta.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 58 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La formalizzazione del riesame dell'offerta avviene mediante l'apposizione sul Mod. 0.11 della firma da
parte del COM e degli eventuali altri partecipanti. Dopo questa operazione l'offerta firmata dalla DGE
ed inviata al committente.
Prima della stipula del contratto, COM provvede alla verifica della coerenza tra lopera da realizzare e
quanto presentato nell'Offerta e, nel caso di esito positivo, provvede alla stipula del contratto ed a raccogliere la documentazione tecnica prodotta.
Nel caso, invece, di scostamenti tra richiesta ed Offerta, COM coinvolge le Funzioni Aziendali competenti
e contatta il Committente per risolvere la questione.
In caso di accettazione da parte del committente, la registrazione della commessa avviene mediante
lassegnazione, da parte del GAR, del protocollo commessa sul registro delle offerte in corrispondenza
della richiesta indicata.
Eventuali modifiche o aggiornamenti tecnici sono gestiti dalla EBM SRL cos come previsto per i committenti pubblici.
A seguito di eventuali revisioni e/o estensioni del contratto, sia con committenti pubblici che privati, COM
conferma alle Funzioni Aziendali interessate le variazioni intervenute affinch procedano per quanto di
competenza alle necessarie modifiche tecniche ed operative.
Nel caso in cui il Committente richieda di effettuare controlli presso la EBM SRL, COM concorda esplicitamente le modalit di esecuzione, definendo tempi ed estensione delle prove, controlli e collaudi.
Tutta la documentazione del Riesame del Contratto raccolta, catalogata e conservata a termine di legge e comunque secondo i criteri definiti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.
Lindicatore utilizzato per il monitoraggio dei processi relativi al committente indicato nel Mod.0.02.

7.2.3

Comunicazione con il Committente

Il DT ha il compito di gestire tutte le comunicazioni con il committente durante tutta la fase realizzativa
fino alla consegna dellopera. Il DT provvede a fornire tutte le informazioni tecniche richieste dal committente ed a raccogliere tutte le eventuali osservazioni o reclami da questi inoltrati.
Nel caso in cui il Committente lo desideri, pu essere indirizzato:
al DT, per le questioni riguardanti lesecuzione dellopera, i termini di svolgimento e/o eventuali reclami,
al RSGI per gli aspetti attinenti al Sistema di Gestione Integrato.

7.3

PROGETTAZIONE E SVILUPPO

7.3.1 Pianificazione della progettazione


All'interno della EBM SRL stato individuato il Responsabile delle Attivit di Progettazione (PROG), dotato di adeguata professionalit, che ha il compito di coordinare ad alto livello tutte le attivit legate alla
progettazione e di fornire chiarimenti tecnici ai vari progettisti.
Il PROG partecipa al riesame di contratti che prevedano al loro interno attivit di progettazione, delega
l'Ufficio Qualit alleffettuazione degli Audit interni ed esterni presso i fornitori di servizi coinvolti nelle
attivit di progettazione, attuando la sorveglianza sui contenuti tecnici di tutte le attivit di progettazione.
Quando si presentano commesse che richiedono la necessit di una progettazione, la EBM SRL pianifica e tiene sotto controllo la progettazione delle opere da realizzare con le modalit definite nella PdP.
Il processo di progettazione pianificato attraverso lelaborazione di un Piano di Progettazione (PdP) in
modo da stabilire:
la definizione dei dati e dei requisiti di base e l'elencazione delle Normative cogenti;
le attivit da svolgere (fasi della progettazione e attivit di riesame, verifica e validazione);
le tempistiche complessive e per le varie attivit con relative interazioni;
le responsabilit per le varie attivit;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 59 di 97
BS OHSAS 18001:2007

le interfacce tra eventuali gruppi diversi coinvolti nel processo di progettazione con lobiettivo di
stabilire adeguati canali di comunicazione tali che le informazioni risultino chiare, tempestive e continuamente aggiornate per quanto necessario a garantire il corretto svolgimento del progetto.

Il Piano di Progettazione viene aggiornato con il progredire della progettazione.

7.3.2 Elementi in ingresso alla progettazione


La EBM SRL definisce in modo chiaro e completo e riesamina per verificarne ladeguatezza gli elementi
in ingresso alla progettazione relativi ai requisiti delle opere con le modalit specificate nel PdP.
Tra gli elementi in ingresso alla progettazione sono compresi:
i requisiti funzionali e prestazionali;
i requisiti cogenti applicabili;
le tecnologie disponibili in funzione delle richieste della commessa al fine di programmare e pianificare
la realizzazione in conformit degli standard ambientali e nel rispetto della sicurezza e salute dei lavoratori;
le segnalazioni di difficolt e problematiche derivanti da precedenti progettazioni che presentano
caratteristiche analoghe e/o similari;
altri eventuali requisiti necessari per la progettazione.
I requisiti indicati come elementi in ingresso alla progettazione devono essere completi, chiari e non in
conflitto tra di loro.

7.3.3 Elementi in uscita dalla progettazione


Gli elementi in uscita dalla progettazione sono approvati dai responsabili individuati nel PdP prima del
loro rilascio e sono elaborati in modo tale da garantire la loro verifica a fronte degli elementi in ingresso.
Gli elementi in uscita dalla progettazione sono elaborati in modo da:
soddisfare i requisiti in ingresso alla progettazione;
fornire le informazioni necessarie per lapprovvigionamento e la produzione;
fornire le procedure opportune per la realizzazione in sicurezza del progetto;
indicare le metodologie realizzative e le risorse da impiegare per il rispetto dellambiente;
contenere o richiamare i criteri di accettazione;
precisare le caratteristiche che sono essenziali per una sicura ed adeguata utilizzazione.

7.3.4 Riesame della progettazione


In corrispondenza di fasi importanti della progettazione, in accordo con quanto pianificato nel PdP e sono effettuati riesami della progettazione finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
valutare la capacit dei risultati della progettazione di ottemperare ai requisiti;
individuare tutti i problemi e proporre le azioni necessarie;
valutare gli scostamenti dallobiettivo ed analizzare anche soluzioni alternative.
A tali riesami partecipano tutti i rappresentanti delle funzioni coinvolte nelle varie fasi di progettazione,
comprese quelle interdisciplinari e, se ritenuto opportuno, i rappresentanti della Committenza.

7.3.5 Verifica della progettazione


Ad ultimazione di ogni fase della progettazione, sono effettuate delle verifiche per garantire che gli elementi in uscita dalla progettazione siano compatibili con i relativi requisiti in ingresso, registrate
allinterno del PdP.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 60 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La verifica sar effettuata da persona competente con specifica formazione nel settore disciplinare
dellelaborato verificato.
Tale verifica potr comportare l'esecuzione di calcoli alternativi, il confronto con progetti affini o, se del
caso, con lesecuzione di prove sperimentali.

7.3.6 Validazione della progettazione


Lattivit di validazione della progettazione non pu essere "completata prima della consegna o dell'utilizzazione del prodotto" pertanto stato elaborato da EBM SRL un concetto di validazione che prevede
una validazione preventiva ed una validazione successiva.
La validazione preventiva viene effettuata insieme allattivit di verifica finale della progettazione e consiste nell'analisi delle indicazioni inerenti difficolt e problematiche emerse durante la realizzazione di
opere relative a progetti similari gi realizzati per verificare se, oltre a quelle gi selezionate ed inserite
fra gli elementi di ingresso della progettazione, ve ne sono altre da tenere in considerazione a seguito
delle soluzioni progettuali adottate. In questo modo si ha la possibilit di evidenziare eventuali limiti di
soluzioni progettuali adottate, tecnicamente idonee ma di difficile realizzazione o che possono comportare problematiche di sicurezza sia al personale impiego nellopera sia agli utilizzatori finali, compreso
lambiente esterno.
La validazione successiva consiste nella valutazione delle segnalazioni relative allopera in oggetto. Tutte le segnalazioni provenienti dalle varie funzioni aziendali coinvolte nel processo di realizzazione
dellopera, unitamente al giudizio espresso dal committente e/o degli utenti finali riguardo alla funzionalit dellopera nella sua fruizione quotidiana, dopo che trascorso larco di tempo prestabilito, sono esaminate dal RAP che provvede a farne una sintesi. Le informazioni cos raccolte ovviamente non potranno essere utilizzate per la specifica attivit di progettazione ma costituiscono la banca dati aziendali relativa alle segnalazioni alla progettazione che diventeranno requisiti di base di progettazioni future.
Nel caso di progettazione svolta per Committenti pubblici le prescrizioni per le attivit di verifica e validazione previste dalla Legge sono trasferite contrattualmente ai progettisti incaricati in base a quanto indicato nel PdP.

7.3.7 Modifiche della progettazione


La EBM SRL gestisce le modifiche della progettazione in modo da garantire che tutte le modifiche della
progettazione siano riesaminate (con la valutazione degli effetti di tali modifiche) verificate ed approvate
prima della loro attuazione, secondo i canoni e gli standard previsti per la progettazione originaria. Le
verifiche saranno estese anche alle valutazioni che gli effetti prodotti potranno causare sulle parti di opera gi realizzate.

7.4

APPROVVIGIONAMENTO

Con il termine approvvigionamenti si intende la definizione sia degli ordini di acquisto di materiali che i
contratti di subappalto o fornitura di servizi o attivit di realizzazione.
Lattivit dellUfficio Acquisiti consentir di controllare tutte le informazioni necessarie per la corretta definizione della fornitura integrando o dettagliando, quando necessario, le richieste del Resp. di Cantiere
RCA (numero articolo, voce elenco prezzi, specifiche di capitolato, tipologia, unit di misura, quantit,
inizio prestazione, durata lavori, costo previsto, ricavo, indicazione criticit). Quando opportuno, tali informazioni si riferiscono anche ai seguenti requisiti:
Requisiti per lapprovazione del prodotto, delle procedure, dei processi e delle apparecchiature;
Requisiti per la qualifica del personale;
Requisiti per il Sistema di Gestione Integrato.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 61 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Ladeguatezza dei requisiti specificati per lapprovvigionamento viene controllata dallUff. Acq. prima della loro comunicazione al fornitore.
Le informazioni contenute nei documenti utilizzati per lapprovvigionamento devono essere chiare e complete in modo tale che i prodotti da acquistare risultino definiti e descritti negli ordini in modo appropriato.
La EBM SRL gestisce gli approvvigionamenti classificandoli in base alla tipologia:
1. materiali, prodotti e servizi critici ai fini della qualit dei lavori eseguiti;
2. altri materiali e servizi che non hanno influenza sulla qualit ed a cui non necessario applicare le
prescrizioni della norma.
I materiali, i prodotti e i servizi di cui al punto 1 sono tutti quelli che entrano direttamente nella produzione
o possono influenzarla:
Materia prima (laterizi, intonaci, materiale per impermeabilizzazioni, rivestimenti, materiale per impianti elettrici, e materiali edili in genere)
Automezzi, strumenti tecnologici,
La materia prima diventa prodotto critico quando, nelleconomica complessiva dellopera da realizzare, la
fornitura di tali prodotti, per la quantit degli stessi e/o per il valore intrinseco, assume unincidenza economica e qualitativa preponderante sulle altre. La definizione dei prodotti critici essendo, pertanto, legata
alla singola commessa avviene nei rispettivi piani della qualit alluopo predisposti.
Al fine di assicurare che quanto acquistato relativamente al punto 1 sia conforme ai requisiti specificati
sono scelti Fornitori che garantiscono la congruit della loro organizzazione a criteri definiti di accettazione.
In tutti i casi la EBM SRL emette ordini di acquisto che definiscono in maniera chiara e univoca il prodotto/servizio richiesto.

7.4.1

Processo di Approvvigionamento

I Fornitori dei materiali relativi al punto 1 del paragrafo precedente sono scelti in funzione della loro capacit di soddisfare i requisiti richiesti per la fornitura, sia in termini di prodotto (qualit o specifiche richieste) che di servizio (organizzazione, consegna, tempi, etc.).
A tale scopo per ogni Fornitore vengono fissati dei criteri di qualifica, cui deve assolvere per essere inserito tra i Fornitori Qualificati della EBM SRL
I Fornitori della EBM SRL vengono classificati in base al grado di soddisfazione dei requisiti commerciali
e prestazionali. I Fornitori qualificati della EBM SRL., sono inseriti nellElenco dei fornitori qualificati Qualit dove, per ciascuno di essi visibile lo stato di qualifica.
La valutazione degli stessi, viene effettuata attraverso le schede di valutazione dei fornitori, sulle quali
sono indicati i parametri necessari alla qualifica.
Elementi di valutazione sono:
valutazione delle esperienze analoghe gi svolte dal fornitore per l'impresa stessa o per altre imprese;
confronto fra le prestazioni del fornitore con quelle della concorrenza in termini di qualit,
prezzi, tempi di consegna/esecuzione e disponibilit a risolvere eventuali problemi;
audit sui sistemi di gestione dei fornitori per valutare la loro capacit potenziale a fornire i prodotti /
servizi richiesti alle condizioni economiche e temporali stabilite;
controllo delle eventuali referenze;
situazione economico finanziaria del fornitore in grado di assicurare stabilit per tutta la durata
prevista della collaborazione;
capacit di rispettare gli aspetti ambientali previsti per la specifica commessa nonch gli standard
di sicurezza, igiene e salute dei lavoratori;
consapevolezza e conformit del fornitore ai requisiti di tipo cogente;
capacit logistiche del fornitore e relativa localizzazione.
Laggiornamento della qualifica dei Fornitori annuale sulla base delle registrazioni riportate sulla scheda
di valutazione del fornitore, nella quale sono riportate le eventuali non conformit rilevate sulle forniture
ed il numero stesso delle forniture effettuate mensilmente dal fornitore. Il fornitore risulta automaticamenMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 62 di 97
BS OHSAS 18001:2007

te qualificato se il valore del rapporto tra il numero di non conformit rilevate ed il numero di forniture effettuate nel periodo in questione inferiore o uguale 0,25. In caso contrario, o nel caso in cui il fornitore
abbia fatto rilevare una non conformit ritenuta molto grave, ACQ, in collaborazione con RSGI, procede
alla rivalutazione del Fornitore ed alla sua cancellazione dallElenco dei fornitori qualificati.
Qualifica dei Fornitori
I Fornitori della EBM SRL vengono valutati in base a quattro criteri, di cui due sono di carattere commerciale e due di carattere prestazionale:
1. PREZZO
2. PAGAMENTO
3. QUALITA
4. CONSEGNA
Il fattore prezzo si valuta in relazione al prezzo praticato per quel materiale dagli altri fornitori.
Il fattore pagamento si valuta in relazione alla dilazione dei pagamenti che il fornitore consente.
Il fattore qualit riguarda invece alla conformit della merce in arrivo con quella ordinata (in termini qualitativi di tipologia, di documenti/certificati di accompagnamento, di quantit, di imballaggio).
Il criterio della consegna riguarda il rispetto dei tempi di consegna.
La qualifica dei fornitori della EBM SRL avviene in due fasi: la prima di carattere commerciale, propedeutica alla seconda di carattere prestazionale.
Per i due criteri di carattere commerciale la EBM SRL ha stabilito una tabella di punteggi compresi tra 0
e 100 strutturati in modo da preferire i fornitori che totalizzano i punteggi pi elevati.
Infatti il punteggio pi alto si ha in caso di prezzo inferiore alla media, in caso di prezzo allineato alla media si ha un punteggio intermedio mentre punteggi bassi corrispondono a prezzi pi alti della media.
Il punteggio relativo ai pagamenti dipende da quanto il Fornitore disposto a dilazionare il pagamento
rispetto alla data di consegna della merce.
In sintesi i punteggi, per ogni criterio di valutazione, saranno i seguenti:

FATTORE
% SCOSTAMENTO

PREZZO

- 99.9

100

- 10

75

-5

50

50

99.9

Quindi nel caso il prezzo sia inferiore pi del 10% rispetto al prezzo di confronto il fornitore avr un punteggio pari a 100, ricever 75 per un prezzo inferiore dal 5 al 10%, 50 quando il prezzo compreso tra il
5% in pi o in meno rispetto alla media e solamente 1 quando il prezzo maggiore del 5% rispetto al
prezzo medio.
Per il fattore pagamento i punteggi assegnabili dipendono dal numero di giorni richiesti per il pagamento
dal momento del ricevimento della fattura.

MSGI

GIORNI

PAGAMENTO

> 90 gg.

100

90 gg.

50

60 gg.

25

< 30 gg.

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 63 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Quindi nel caso il pagamento sia dilazionato pi di 90 gg. il fornitore avr un punteggio pari a 100, ricever 50 per un pagamento dilazionato da 60 a 90 gg., ricever 25 per un pagamento dilazionato da 30 a 60
gg. e solamente 1 quando il pagamento dilazionato da 0 a 30 gg.
La valutazione commerciale viene effettuata dal RSGI allatto della verifica del preventivo/listino inviato
dal fornitore.
Dalla media dei punteggi assegnati per ciascun fattore di giudizio commerciale risulta il punteggio totale
di valutazione del fornitore, che pu variare da 0 a 100.
In funzione del punteggio totale raggiunto e della classe di fornitura, i fornitori superano la qualifica commerciale secondo la seguente tabella:

PUNTEGGIO TOTALE
50 - 100
0 - 49

QUALIFICA
A Qualificato
B Non Qualificato

A Qualificato
Per qualificato si intende che il fornitore ritenuto in grado di soddisfare completamente le esigenze
qualitative della EBM SRL relativamente ai prodotti per cui stato valutato.
I fornitori che operano con un Sistema di Gestione Certificato da un Organismo di Certificazione Accreditato sono automaticamente considerati qualificati.
I fornitori che intrattenevano rapporti con la EBM SRL prima della data di entrata in vigore del Sistema di
Gestione Integrato sono automaticamente considerati qualificati come fornitori storici.
B Non Qualificato
Per non qualificato si intende che il fornitore non attualmente in grado di soddisfare le esigenze commerciali della EBM SRL
Successivamente al superamento della valutazione commerciale, i fornitori, definiti in Fase di Qualifica
sono valutati sulla base delle loro prestazioni. Se dalla prime tre forniture non emergono problemi qualitativi (qualit dei prodotti, quantit, certificati di conformit dei materiali, imballaggi) e non vengono registrati
ritardi il fornitore risulta qualificato. Nel caso in cui emergono problemi su una o pi forniture (qualit,
consegne), dalla gestione delle non conformit registrate sul Mod. 4.01 e riportate nella scheda di valutazione dei fornitori, ACQ e RSGI decidono sulla opportunit di qualificare tale fornitore ed inserirlo
nellElenco.
Sono esclusi dal processo di qualifica quei fornitori segnalati e qualificati dal committente stesso o che
operano in ambiti particolari (es. fornitura acqua) e sottoposti al controllo di specifiche autorit (ad esempio TELECOM, ENEL, ecc.).

7.4.2 INFORMAZIONI PER LAPPROVVIGIONAMENTO


ACQ suddivide i prodotti/materiali acquistati dalla EBM SRL in due macrofamiglie, di seguito riportate:
Prodotti/materiali critici;
Prodotti/materiali non critici.
I prodotti/materiali critici per le attivit svolte dalla nostra organizzazione sono generalmente i seguenti:
Laterizi,
Intonaci,
Materiale per impermeabilizzazioni,
Rivestimenti,
Materiale per impianti elettrici,
Materiali edili in genere.
I prodotti/materiali definiti critici per particolari commesse e non mensionati precedentemente vengono
identificati nel piano di qualit di commessa e gestiti come di seguito indicato.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 64 di 97
BS OHSAS 18001:2007

I servizi ed i subappalti, gestiti in conformit alla normativa vigente, sono trattati con le stesse modalit
formali dei prodotti critici.
Tutti gli altri prodotti/materiali di consumo e/o quelli che non hanno una influenza sulla qualit dellopera
da realizzare, utilizzati dalla nostra organizzazione, sono definiti non critici.
Per i prodotti/materiali critici, ACQ definisce negli ordini di acquisto, quando opportuno e/o necessario, i
seguenti dati di acquisto:
La descrizione dei prodotti da acquistare e, quando necessario, i requisiti per lapprovazione del
prodotto e del processo (ad es. composizione chimico-fisica del materiale, specifiche tecniche, riferimento a norme, definizione delle caratteristiche di qualit, approvazione di apparecchiatura, etc.);
I requisiti per la qualificazione del personale;
I requisiti per il SGI.
Sulla base di questi dati concorda con il Fornitore la specifica di fornitura dei materiali e/o dei prodotti.
ACQ, quindi, provvede ad emettere, sul modello fax, gli Ordini di Acquisto ai Fornitori Qualificati inseriti
nell'Elenco Fornitori con stato di qualifica positivo.

7.4.3

CONSEGNE IN CANTIERE E VERIFICA DEI PRODOTTI APPROVVIGIONATI

Normalmente la EBM SRL tende ad operare in modo che gli approvvigionamenti siano gestiti completamente dallUfficio Acquisti. In considerazione delle particolarit dei processi produttivi del settore, nascono esigenze di consegna continua che, per garantire una corretta esecuzione delle varie lavorazioni,
tenendo in considerazione sia aspetti qualitativi che legati alla sicurezza, possono essere gestite in modo funzionale solo direttamente dal cantiere. Esempi di tali approvvigionamenti sono: laterizi, intonaci,
materiale per impermeabilizzazioni, rivestimenti, materiale per impianti elettrici e materiali edili in genere,
materiali ed i servizi per la manutenzione delle attrezzature di cantiere e gli oggetti di consumo. In
questi casi nei contratti non si individua una data di consegna definita ma il periodo entro cui la consegna dovr essere effettuata, per lasciare al cantiere la completa autonomia di gestione delle consegne
in funzione delle necessit della produzione.
La EBM SRL per i prodotti critici si rifornisce possibilmente da fornitori in possesso di certificazione del
SGI o di prodotto e che comunque verifichi lesistenza dei certificati di conformit richiesti dalle leggi vigenti.
La verifica dei prodotti e/o servizi critici eseguita in armonia con gli accordi contrattuali e con i criteri
definiti nel paragrafo 8.2.4 di questo Manuale.
La verifica dei prodotti (critici e non) approvvigionati avviene in fase di accettazione, allingresso dei materiali in cantiere, attraverso opportuni controlli (qualitativo, quantitativo, di conformit allordine di acquisto, Ddt, Schede Tecniche di Prodotto, Certificati di Conformit richiesti dalle leggi vigenti, etc.), definiti
singolarmente per ogni materiale nel Mod.PdQ.02 Misurazioni e Controlli.
Per la tipologia della nostra attivit non prevista la verifica di quanto acquistato presso i nostri Fornitori.
Lindicatore utilizzato per il monitoraggio del processo relativo agli approvvigionamenti indicato nel
Mod.0.02.

7.5
7.5.1

PRODUZIONE E CONTROLLO
Tenuta sotto Controllo delle Attivit di Esecuzione dellOpera

La nostra Societ opera su commesse pubbliche/private con personale, materiali e mezzi propri.
Il processo inizia con la fase della pianificazione commessa operata dal DT sul Piano di Qualit, in seguito alla stipula del contratto con il committente.
Il Piano di Qualit per una commessa il documento con il quale la EBM SRL pianifica con dettaglio esecutivo tutte le attivit necessarie allesecuzione della commessa stessa comprese quelle relative ad
eventuali subappalti.
Il Piano di Qualit anche un documento di registrazione della Qualit, oltre che di pianificazione, dato
che in esso, su appositi modelli, sono registrate tutte le verifiche delle attivit del processo produttivo e
del controllo qualit aziendale.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 65 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Nel Piano vengono riportati, infatti, tutte le prove, controlli e collaudi previsti dal capitolato di appalto, insieme alle prove, controlli e collaudi previsti dal SGI della EBM SRL
Il Piano diviso in sezioni, che rappresentano le Macro-attivit necessarie alla realizzazione della commessa.
Generalmente il Piano di Qualit si compone delle seguenti sezioni:
Anagrafica della commessa;
Organizzazione risorse (organigramma, mezzi ed attrezzature);
Piano di Progettazione;
Programma Generale delle Attivit;
Gestione documentazione tecnica;
Approvvigionamenti;
Lavorazioni in Cantiere;
Prove, Controlli e Collaudi in Process;
Prove, Controlli e Collaudi Finali;
Ulteriori sezioni possono essere previste dal DT in funzione del contratto stipulato con il Committente.
Anagrafica della commessa: la sezione deve contenere tutte le notizie circa la descrizione dei lavori,
lidentificazione del committente, dei luoghi ove sar allestito il cantiere oltre alle modalit ed ai tempi per
l'insediamento del cantiere. Devono essere indicate, inoltre, le aree funzionali all'interno del cantiere in
considerazione anche degli aspetti ambientali legati al cantiere ed alle lavorazioni in esso effettuate.
Organizzazione risorse: la sezione deve contenere lindicazione delle figure professionali richieste per lo
svolgimento delle attivit previste nel cantiere, con lindicazione dei responsabili, dei mezzi e delle attrezzature necessarie per le lavorazioni.
Programma Generale delle Attivit: la sezione deve contenere la pianificazione definitiva di tutte le attivit
di commessa con lindicazione temporale delle singole fasi dei lavori e la successiva registrazione delle
attivit svolte.
Gestione documentazione tecnica: la sezione deve contenere tutta la documentazione progettuale redatta dal Committente, con il controllo dello stato di aggiornamento e della distribuzione.
Approvvigionamenti: la sezione composta dal piano di approvvigionamento per la commessa. Tale piano riporta sia i fornitori coinvolti con le specifiche dei materiali da acquisire, i tempi e le modalit per le
consegne presso il cantiere, i controlli da operare sulla merce in ingresso e prima dell'impiego in opera,
sia gli eventuali subappaltatori con le qualifiche richieste, tutte le specifiche tecniche delle lavorazioni,
indicandole sulle schede di controllo, che devono effettuare ed i controlli che la EBM SRL intende operare sulle loro attivit.
Lavorazioni in Cantiere: la sezione deve contenere tutte le indicazioni per operare le lavorazioni in cantiere, con riferimento alle singole attivit (Micro-attivit) che compongono la singola lavorazione. Nella sezione devono essere anche indicate tutte le specifiche tecniche delle lavorazioni in cantiere, indicandole
sulle schede di controllo.
Prove, Controlli e Collaudi in Process: la sezione deve contenere tempi, modalit ed estensione delle
prove, controlli e collaudi in process. Devono essere presenti delle schede di riscontro per le fasi di controllo e collaudo durante le lavorazioni, che fungano da schede di registrazione per il SGI.
Prove, Controlli e Collaudi Finali: la sezione deve contenere tempi, modalit ed estensione delle prove,
controlli e collaudi finali previsti. Devono essere presenti delle schede di riscontro per le fasi di controllo e
collaudo dell'opera, che fungano da schede di registrazione per il SGI.
Il format del Mod. 0.07 Rapporto di Cantiere generale per tutte le tipologie di lavoro che vengono svolte dalla EBM SRL La gestione e compilazione del Mod. 0.07, in taluni casi, limitata solo ad alcuni suoi
campi, legati alla tipologia di commessa (lavorazioni particolari, tipologia di cantiere, etc.) per cui le specifiche sullutilizzo e sulla compilazione dello stesso modulo verranno riportate nel Piano di Qualit di
commessa alla sezione Lavorazioni in Cantiere.
A valle della pianificazione generale della commessa, il DT procede quotidianamente ad individuare le
risorse umane ed i mezzi da destinare al lavoro in questione mediante la compilazione della testata del
Rapporto di Cantiere (Mod 0.07) indicando per la commessa in questione il nominativo del personale da
impiegare per quel giorno ed i mezzi da utilizzare.
Per ciascuna attivit operativa la EBM SRL ha predisposto delle istruzioni operative atte a definire le
principali attivit condotte ed a consentire un livello qualitativo costante nella esecuzione dei lavori.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 66 di 97
BS OHSAS 18001:2007

E' cura del RCA compilare il rapporto di cantiere, pianificato dal DT, registrando prontamente lo svolgimento di tutte le attivit previste e lesito dei controlli effettuati.
Quotidianamente il RCA effettua le registrazioni delle attivit svolte e dei controlli effettuati su rapporti di
cantiere (Mod 0.07) sui quali sono riportati i seguenti dati:
firma degli operatori che hanno eseguito il lavoro;
il tipo di lavoro eseguito con lindicazione dellesito del controllo;
leventuale annotazione delle anomalie riscontrate durante lesecuzione o il controllo dei lavori.
Nel caso in cui il RCA dovesse riscontrare situazioni anomale rispetto alle previsioni, egli deve annotare
la non conformit cos come previsto al paragrafo 8.3 di questo Manuale.
Ogni modifica operata durante la fase di esecuzione del lavoro deve essere tempestivamente comunicata dal RCA al DT, che provveder, eventualmente, a modificare la pianificazione delle attivit. La vecchia
versione della pianificazione dovr essere archiviata dal DT con la scritta "SUPERATO" e conservata con
tutta la documentazione relativa alla commessa.
E' cura del DT raccogliere tutti i rapporti di cantiere del RCA nella documentazione della Commessa in
oggetto.
Per qualsiasi variante richiesta dal committente che comporti oneri diversi da quelli concordati, impiego
addizionale di risorse (personale, mezzi, prodotti/materiali) o, anche, una eventuale interruzione dei lavori, la DGE l'interlocutore incaricato dalla EBM SRL per la regolarizzazione di tali oneri con il committente stesso.
La DGE coadiuvata dal DT deve pertanto:
a) definire con precisione tutti gli oneri in questione chiarendo tutti i dubbi circa le modifiche da operare;
b) concordare con il committente le modalit di normalizzazione delle varianti in questione.
Il verbale, in triplice copia, deve essere firmato dalla DGE e dal Committente.
La copia del verbale deve essere allegata nel raccoglitore riguardante la commessa in esame e far parte integrante della documentazione della commessa stessa.
Il DT eventualmente coadiuvato dal RCA esegue scrupolosamente i controlli previsti.
Il RCA controlla e controfirma i rapporti di cantiere e li invia al DT.
Tutta le registrazioni della qualit, in possesso del DT, verranno archiviate nel raccoglitore relativo alla
commessa, assieme a tutta la documentazione prodotta nelle varie fasi:
- offerta;
- contratto;
- piano della qualit;
- rapporti di cantiere;
- pianificazione delle attivit;
- tutta leventuale altra documentazione prodotta durante tutte le attivit;
- documentazione tecnica;
- certificati di conformit dei materiali;
- etc.
L'archiviazione dei documenti di ogni commessa a cura del DT in conformit a quanto previsto nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.
Al termine delle attivit il DT indice una riunione con il committente per formalizzare la chiusura del contratto.
7.5.1.1 Analisi Ambientale
LAnalisi Ambientale, realizzata a cura del RSGI per ogni cantiere allinterno del Piano Operativo Ambientale, permette di analizzare e valutare tutte le relazioni che intercorrono fra loperato della EBM
SRL (attivit di cantiere e lavorazioni che in esso saranno svolte, comprese quelle ad esso collegabili
come la viabilit, lo sfruttamento delle risorse, lapprovvigionamento energetico) sia con lambiente ed il
territorio allinterno del quale si inserisce, sia con la salvaguardia della sicurezza e salute dei lavoratori
coinvolti.
Il documento riporta:
L'identificazione dei soggetti responsabili della redazione del documento e del suo aggiornamento.
I riferimenti alla legislazione nazionale, locale ed alle specifiche contrattuali.
Gli aspetti generali (Organigramma, Risorse e principali Subappaltatori).
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 67 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Una descrizione del sito oggetto dell'intervento (Inquadramento territoriale, assetto idrogeologico, zonizzazione acustica, interferenze, ecc.).
Attivit di cantiere (Inquadramento delle Aree d'intervento, Campo Base ed identificazione delle Lavorazioni sia dirette che in subappalto).
Identificazione e valutazione degli impatti ambientali.
Identificazione dei pericoli ed analisi dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori e valutazione
dei rischi.
Obiettivi e Sorveglianza (Definizione degli obiettivi specifici per la Commessa e sorveglianza della
conformit Legislativa e delle attivit previste per raggiungere gli obiettivi prefissati).
Elemento centrale dell''Analisi Ambientale l'Analisi degli Impatti Ambientali.
Un supporto dell'Analisi Ambientale il modulo "Piano dei Monitoraggi" nel quale viene riportata la
conformit alle prescrizioni legislative e l'esecuzione dei controlli specifici previsti dal Piano Operativo
Ambientale di Commessa (che rappresenta la specificazione del Programma Ambientale allegato al
Riesame della Direzione della EBM SRL per la specifica Commessa). In base alla periodicit prevista
per le disposizioni di legge o dal Programma Ambientale, il redattore, al momento della compilazione di
un controllo provveder ad aggiungere una nuova riga con la data prevista per il successivo controllo.
"Sorveglianza" svolge quindi anche la funzione di strumento di Pianificazione e di misurazione delle NC
(superamento della data prevista).
L'Analisi Ambientale un documento dinamico che viene continuamente aggiornato. Per avere
una valutazione di sintesi sullo stato del documento stato predisposto il modello M01PSGI 08 "Valutazione dell'Analisi Ambientale Iniziale" all'interno del quale possibile dare un "peso" ai vari capitoli e
quindi un "peso" relativo ai singoli paragrafi in funzione della specificit della commessa e quindi individuare unautovalutazione (0-10) sulla completezza dell'analisi.
Fino a quando il valore dell'analisi non supera una valutazione complessiva maggiore di 6 viene
richiesta unautovalutazione almeno mensile, quindi richiesta unautovalutazione almeno semestrale
per verificare che l'avvio di nuove lavorazioni, la presenza di nuove normative, modifiche nella gestione
della commessa, ecc non richiedano modifiche all'Analisi Ambientale.
L'Analisi Ambientale Iniziale costituisce un punto di partenza per i traguardi specificatamente prefissati
dalla Direzione nonch per la definizione di obiettivi di miglioramento e per la valutazione
dellefficacia ed efficienza del SGI.
La norma UNI EN ISO 14001:2004 non prescrive lAnalisi Ambientale Iniziale obbligatoria ma afferma
che: lorganizzazione deve assicurarsi che gli aspetti relativi a questi impatti significativi siano presi in
considerazione nello stabilire i propri obiettivi ambientali. (4.3.1)
Nelle attivit e nei modi di operare presenti in Azienda, esistono situazioni di potenziale o reale livello di
rischio, sotto i profili della sicurezza delle persone e dellimpatto sullecosistema e sulla popolazione esterna. E pertanto necessario prenderne conoscenza, per avere una sorta di mappa di partenza e poter
poi costruire un programma e una scala di priorit degli interventi, di cui andr periodicamente verificata
lefficacia, attraverso il monitoraggio delle situazioni in atto e dellandamento dei parametri rappresentativi
delle voci di rischio.
Ci comporta che si devono conoscere quali siano:
a) i fattori che si originano dalle attivit produttive e che possono modificare lo stato dell'ambiente;
b) le componenti ambientali da prendere in considerazione, al fine di determinare le loro eventuali modifiche a seguito delle attivit produttive.
Lanalisi ambientale iniziale si pone lobiettivo di:
1. redigere una relazione sulla valutazione dei rischi ambientali.
2. rilevare la situazione ambientale iniziale
Ci significa trattare:
- storia, stato attuale e conformazione del sito
- ispezione del sito (utilizzo attuale, verifica di correlazione attivit/autorizzazioni, attivit condotte nelle vicinanze, fonti di potenziale inquinamento, presenza di terrapieni, serbatoi e bacini di accumulo
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 68 di 97
BS OHSAS 18001:2007

sotterranei, accumulo rifiuti, immagazzinamento materiali pericolosi, presenza di amianto, evidenze


di eventuali cause di inquinamento, probabilit di contaminazione del suolo e delle acque).
E descrivere:
- tutti i requisiti di leggi nazionali, regionali, provinciali e/o locali e di regolamenti, riguardanti le problematiche di interfaccia con lambiente.
- tutti gli effetti ambientali delle attivit aziendali e dei prodotti per stabilire quali possano determinare
impatti significativi;
- le prassi operative, o istruzioni, o procedure esistenti ed in atto.
- le possibili situazioni di emergenza o i possibili incidenti;
considerando come aspetti ambientali:
- emissioni in atmosfera, scarichi fluidi, rifiuti solidi, contaminazione del terreno, utilizzazione di terreno/acqua/energie e combustibili, uso di risorse naturali di altro genere.
- odori, rumori, polveri, vibrazioni, impatto visivo, compatibilit elettromagnetica
- effetti su specifiche componenti o parti dellecosistema
- effetti da prodotto/servizio (per i materiali di cui fatto, gli imballaggi che lo contengono, le problematiche di immagazzinamento, conservazione, distribuzione e smaltimento).

7.5.1.2 Controllo Operativo


Il successo di un SGI sta nella sua piena integrazione, nel senso che ogni processo, ogni procedura,
istruzione operativa deve contemplare gli aspetti di SSL.
Questa impostazione porta ad una continua revisione ed aggiornamento dei processi e relative procedure e/o istruzioni operative, dalla definizione dei compiti e responsabilit ai rilevamenti connessi al controllo operativo, in modo che venga garantito il corretto svolgimento di tutte le attivit dellorganizzazione.
Il RSGI, in collaborazione con RSPP e con i responsabili di funzione, individua le attivit, che presentano
aspetti rilevanti ai fini della SSL e predispone specifiche procedure, istruzioni operative per il loro corretto
svolgimento.
La DGE responsabile della approvazione finale.
La procedura PSGI 15Sorveglianza e Misurazioni e la valutazione dei rischi sul lavoro forniscono indicazioni sulle attivit dellazienda che necessitano di regolazione.
Il RSGI, in collaborazione con RSPP, predispone specifiche procedure, istruzioni operative, corredandole della documentazione necessaria (moduli, registrazioni, etc.) per il corretto svolgimento di tutte le attivit dellorganizzazione, nonch per la progettazione, realizzazione, esercizio e mantenimento degli impianti ed infrastrutture; il tutto viene poi sottoposto alla DGE per lapprovazione e successivamente emanato.
Tra gli elementi da sottoporre a regolazione saranno comunque compresi almeno:
gestione delle emergenze;
selezione e gestione dei dispositivi di protezione individuale;
gestione degli incidenti;
appalti imprese esterne;
progettazione e realizzazione di processi, attrezzature, impianti;
acquisti di servizi, materiali, macchinari e impianti;
acquisto sostanze e preparati;
assunzione e qualificazione, inserimento, spostamento, cambio di mansioni dei lavoratori;
sorveglianza sanitaria;
organizzazione e funzionamento del SPP.
Potranno essere compresi inoltre i seguenti aspetti:
esposizione ad agenti cancerogeni;
esposizione ad agenti biologici;
qualificazione e scelta dei fornitori e degli appaltatori;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 69 di 97
BS OHSAS 18001:2007

prevenzione incendi;
manutenzione normale e straordinaria;
pulizia;
ecc.
I provvedimenti di regolazione adottati (procedure, istruzioni operative, ecc.) stabiliscono le corrette modalit operative da applicare in fase di avviamento dellattivit, funzionamento normale e in caso di situazione anomala ragionevolmente prevedibile (che cosa fare, come fare); contengono i divieti specifici e
ci che non deve assolutamente essere fatto; indicano le responsabilit dellattivit di gestione e le modalit di registrazione delle attivit e di eventi che sono o possono essere determinanti al fine di prevenire o ridurre gli impatti sulla SSL.
Le procedure, le istruzioni operative sono riesaminate e revisionate in base allesperienza acquisita, in
particolare dopo che si verificata unemergenza o un incidente, tenendo conto, inoltre, delle segnalazioni ricevute dai lavoratori o dal RLS.
La documentazione del SGI gestita dal RSGI, che provvede alla distribuzione della documentazione
aggiornata ed al ritiro del materiale obsoleto.

7.5.1.3 Attivit di sorveglianza


La sorveglianza, che ha per oggetto le operazioni e le attivit di processo, associa i risultati ottenuti agli
standard ed agli indici di riferimento di qualit, ambiente e sicurezza prestabiliti, in coerenza con la politica e gli obiettivi della EBM SRL
Il controllo pianificato in base alle attivit assoggettate e prevede anche i principi e le modalit
di esecuzione dello stesso.
La pianificazione e lo svolgimento dei controlli operativi avvengono per singoli processi in base alle
frequenze di legge, contrattuali o di sistema.
Il Modulo "Piano dei Monitoraggi, compilato dai vari Cantieri, viene utilizzato, dall'Ufficio Qualit, per
controllare, in modo centralizzato, il rispetto delle varie prescrizioni nei vari Cantieri.
Il controllo operativo si articola su quattro elementi base:
loggetto del controllo, ovvero i processi, i documenti, le fasi di attivit, le risorse, gli impatti ambientali, i rischi, ecc.;
le modalit di esecuzione che possono essere a vista, con strumentazione di precisione, o
per lettura di documentazione;
il responsabile ovvero chi stato designato al controllo in base a quanto indicato nel riesame, nei
documenti di sistema o nei documenti di cantiere;
le registrazioni cio i risultati di dati di laboratorio, verbali di coordinamento, registri cartacei ed
elettronici di cantiere.
Le modalit di sorveglianza e di controllo, relative ai processi della EBM SRL, sono suddivise per ciascun aspetto di qualit, sicurezza, ambiente e sicurezza delle Informazioni e riguardano in particolare:
7.5.1.3.1 Qualit
La conformit del processo ai requisiti contrattuali, tecnici, e normativi richiesti.
La conformit del prodotto ai requisiti contrattuali, tecnici, e normativi richiesti.
La rispondenza delle forniture di ogni genere agli standard aziendali e contrattuali richiesti.

7.5.1.3.2 Ambiente
La gestione dei rifiuti provenienti dalle operazioni di cantiere e dalle attivit di sede.
Il controllo sui materiali e le sostanze pericolose.
La dispersione di polveri, aerosol, vapori ed altri elementi spandibili nellaria.
Il controllo della qualit dellaria, dellacqua e del suolo.
Lemissione di rumore e vibrazioni nellambiente circostante.
La generazione di campi elettromagnetici.
La modifica di paesaggi e gli interventi in regime di vincolo paesaggistico, culturale, architettonico.
Il consumo delle risorse elettriche e naturali quali acqua, gas, ecc.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 70 di 97
BS OHSAS 18001:2007

7.5.1.3.3 Sicurezza
Modalit di esecuzione delle lavorazioni in conformit ai piani di sicurezza ed agli altri piani e documenti specifici e redatti per i luoghi di lavoro.
Conformit delle apparecchiature e degli apprestamenti alle leggi vigenti nazionali ed europee.
Formazione, informazione ed addestramento dei lavoratori coinvolti nelle fasi operative.
Sorveglianza sanitaria obbligatoria.
Statistiche sugli infortuni e sui mancati infortuni.
7.5.1.3.4 Sicurezza delle Informazioni
Individuazione degli errori nei risultati delle elaborazioni.
Rilevazione degli incidenti e delle violazioni (anche solo tentate) relative alla sicurezza delle informazioni.
Riesami sull'efficacia del Sistema relativamente alla Sicurezza delle Informazioni anche in relazioni a
cambiamenti organizzativi ed alle innovazioni tecnologiche.

7.5.1.4 Monitoraggio e misurazione dei processi


La rispondenza del buon esito del processo costruttivo, nellottica del rispetto ambientale, della
qualit e della sicurezza degli addetti,
Il monitoraggio si articola in due fasi distinte: un monitoraggio preventivo, ovvero costituito da attivit
pianificate in funzione della significativit degli impatti e dei livelli di rischio e, pertanto, in base alle frequenze e tipologie previste dai documenti aziendali di sistema (Analisi Ambientale, rispondenza alle
prescrizioni legali, istruzioni o procedure, ecc.) o di legge (piani di sicurezza e di emergenza), ed un
monitoraggio correttivo o reattivo, ovvero sugli effetti prodotti dai processi che possono essere il numero
di incidenti ambientali, gli infortuni o i mancati infortuni ai lavoratori, le malattie professionali denunciate
e quelle riconosciute.
Gli strumenti primari del monitoraggio del SGI sono fra gli altri: le liste di riscontro di conformit legislativa e normativa allegate alle Analisi Ambientale; le Analisi Ambientali stesse con lindicazione della misura da eseguire, della modalit di esecuzione e del responsabile, associando per ciascuna di esse i parametri di riferimento ritenuti vincolanti; le prescrizioni di tutti i piani di sicurezza redatti per i cantieri in
esame nonch i Documenti di Valutazione dei Rischi redatti per le unit produttive diverse dai cantieri
anchessi contenenti modalit, responsabili e parametri di riferimento; altri eventuali piani redatti per lo
specifico cantiere e richiesti contrattualmente dalla Committenza.
Entrambe le tipologie di monitoraggio si articolano su tre livelli distinti, a seconda del responsabile del
monitoraggio e del dettaglio di monitoraggio eseguito:
monitoraggio di primo livello: pu riguardare la verifica di apprendimento dellinformazione e formazione effettuata ai lavoratori su temi di carattere ambientale, di sicurezza e salute, qualit o privacy;
applicazione delle prescrizioni incluse nelle Analisi Ambientali Iniziali e relativi responsabili; applicazione di procedure ed istruzioni operative da parte dei lavoratori da parte di preposti o capi squadra.
monitoraggio di secondo livello: effettuato da tecnici di cantiere quali DT, RSPP, RSGI, RCA, o
dal Medico Competente che verificano le applicazioni delle prescrizioni contrattuali e legislative che
comportino le registrazioni previste dalle procedure ed istruzioni del SGI della EBM SRL (modulistica
di sistema, registri anche elettronici ecc.) o le registrazioni prescritte dalla normativa (rilevazioni di
emissioni di qualsivoglia tipologia nellambiente eseguita con strumentazione, verbali di coordinamento per la sicurezza, ecc.). Il monitoraggio di secondo livello ha lo scopo di stabilire se il sistema
conforme a quanto pianificato e consente di raggiungere gli obiettivi, ovvero se risulti correttamente
applicato e mantenuto attivo. Gli indicatori prestabiliti (numero di infortuni, quantit di emissioni, NC,
ecc.) segnaleranno il raggiungimento o meno degli obiettivi prefissi in fase di riesame e dei traguardi
intermedi. Il monitoraggio potr eseguirsi anche sulle modalit di corretto utilizzo attrezzature ed
apprestamenti in modo da costituire spunto per nuova formazione, informazione ed addestramento e
miglioramento. Il monitoraggio di secondo livello ha come scopo anche ladeguamento delle attrezzature di lavoro per rispondere agli standard ambientali, di sicurezza, salute e qualit dei processi, in
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 71 di 97
BS OHSAS 18001:2007

modo tale da portare a sostituzioni ed integrazioni di macchine o apprestamenti non pi idonei o superati.
monitoraggio di terzo livello: costituisce il livello pi alto di monitoraggio ed effettuato attraverso
audit interni (EBM SRL) o esterni (Committenti o Istituti di certificazione) volto al miglioramento di
tutti i processi. Il monitoraggio del sistema deve consentire alla Direzione ladozione di decisioni strategiche che le competono direttamente fra le quali, ad esempio, ladeguamento della politica ambientale, di sicurezza, qualit e riservatezza dei dati, una differente allocazione delle risorse ed
unappropriata assegnazione delle responsabilit.

7.5.1.5 Monitoraggio e misurazione dei prodotti


La conformit del prodotto ai requisiti contrattuali, tecnici, e normativi richiesti verificata al ricevimento,
in produzione e a fine lavorazione.
I controlli al ricevimento hanno lo scopo di garantire che i prodotti acquistati siano conformi a requisiti
specificati.
Quando nei Piani di Controllo sono previste prove sui materiali o sui componenti ricevuti, il RCA ha la
responsabilit delleffettuazione dei prelievi di campioni significativi, seguendo la normativa applicabile o
i documenti contrattuali, quando in essi specificato.
Vari tipi di prove, controlli e collaudi vengono eseguiti su componenti, materiali o manufatti per determinare la loro capacit di soddisfare i requisiti specificati; tali verifiche possono essere svolte con diversi
metodi. Quelli pi comuni sono: esame visivo e dimensionale, misurazione di caratteristiche fisiche,
controlli non distruttivi, svolti in cantiere, controlli distruttivi su campioni, eseguiti presso laboratori specializzati.
La pianificazione dei controlli, riportata nel Piano di Gestione della Commessa o in specifici Piani di
Controllo che riepilogano i principali controlli qualit da eseguire nelle diverse fasi di realizzazione. E
compito del RCA pianificare le attivit di controllo che, insieme al rispetto delle Procedure, garantiscano
che:
vengano utilizzati solo prodotti e materiali conformi;
le successive fasi di lavorazione vincolate a quelle sottoposte a controllo vengano avviate solo a
seguito dellesito positivo delle stesse;
siano consegnate al cliente opere rispondenti ai requisiti contrattuali.
Il tipo e lestensione dei controlli sono stabiliti in base a:
obblighi di legge;
specifiche contrattuali;
disposizioni interne aziendali;
criticit della fornitura o della lavorazione;
affidabilit del fornitore prescelto;
problemi verificatisi in precedenza ed eventuali variazioni al processo produttivo.
Allinterno del Piano di Controllo vengono definiti:
i controlli da effettuare (sui materiali e sulle lavorazioni);
i documenti di riferimento (di legge o contrattuali) nei quali sono riportati i criteri e i limiti di accettabilit dei risultati delle prove (scostamenti ammissibili in accordo agli standard aziendali o in riferimento a
specifiche esigenze della Commessa) e le modalit con le quali dovranno essere eseguiti tali controlli;
la frequenza dei controlli e lente preposto alleffettuazione ed alla registrazione del controllo e le
modalit di registrazione.
Se prevista la presenza del Cliente/Committente o di suoi rappresentanti a determinati controlli, la
EBM SRL provvede a comunicare al Cliente la data di esecuzione della prova, del controllo o del collaudo; nel caso la presenza del Cliente sia vincolante il controllo non potr avere luogo in assenza di rappresentanti del Cliente.
Ove sia prevista una prova su campione prelevato in contraddittorio con il Cliente o i suoi rappresentanti, previsto un documento a firma congiunta.
Lesecuzione dei controlli di livello superiore (dimensionali, di forma e prestazionali) delegata al fornitore (che ne fornisce evidenza mediante idoneo certificato) oppure da enti interni od esterni appositamente incaricati; nel Piano di Gestione della Commessa sono evidenziati i compiti di controllo in funMSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 72 di 97
BS OHSAS 18001:2007

zione dei materiali previsti.


Tali controlli devono tenere conto di tutte le prove e i controlli gi eseguiti durante i lavori; quando previsto contrattualmente, tutta la documentazione di prove e controlli prodotta deve essere, unitamente a
copie dei certificati di conformit, consegnata al Cliente.
I controlli in fase di produzione e di collaudo finale sono indicati nel Piano di Gestione della Commessa.
I controlli in corso dopera devono essere fatti, anche se le lavorazioni sono svolte da personale esterno
al quale limpresa abbia commissionato parte dei lavori.
Le eventuali non conformit riscontrate sono gestite secondo le specifiche indicazioni del presente Manuale di Gestione e delle Procedure richiamate.
7.5.1.5.1
Controlli al ricevimento
E compito del DT/RCA oppure di unassistente da questi delegato provvedere a effettuare le attivit di
ispezione al ricevimento, che normalmente prevedono:
il controllo visivo di quantit e caratteristiche del prodotto;
la verifica della corrispondenza tra i documenti di accompagnamento e il contratto/ordine;
il controllo dello stato degli imballaggi per rilevare eventuali danni causati dal trasporto/movimentazione che possono comprometterne limpiego (ad esempio la verifica per i materiali
deperibili allacqua che siano asciutti e che non siano in ogni modo avvenute contaminazioni);
verifica/effettuazione prove di laboratorio se previste.
la verifica della presenza della documentazione allegata (eventuali controlli eseguiti dal fornitore).
Il Resp. di Cantiere inoltre assicura che:
il prodotto sia utilizzato solo dopo lesecuzione dei controlli e delle relative registrazioni che ne attestino la conformit;
il prodotto non conforme dopo la sua identificazione e registrazione sia, ove possibile adeguatamente segregato, oppure identificato come non utilizzabile;
il prodotto utilizzato per motivi di urgenza o prima che siano noti i risultati dei controlli sia rintracciabile per permettere eventuali provvedimenti nel caso risultasse non conforme;
eventuali problemi con il fornitore (rifiuto della merce per difformit rispetto allordine, ritardi nei
tempi di consegna, ecc.) vengano adeguatamente registrati per contribuire alla valutazione del fornitore.
7.5.1.5.2
Controlli in produzione
E compito dei vari responsabili indicati nel Piano dei Controlli assicurare lo svolgimento dei controlli
previsti.
E' compito del RCA di assicurare che i materiali, prodotti e processi siano sottoposti alle verifiche di routine da parte del personale dell'Impresa.
Entrambe le tipologie di controlli (di routine e specificatamente definiti), tipicamente, consistono in:
controllo dei parametri specifici di una lavorazione (ad esempio la verticalit di una parete);
controllo di alcuni parametri di materiali/prodotti (ad esempio attitudine alle efflorescenze per elementi in laterizio);
collaudo di impianti e/o lavorazioni (ad esempio impianto elettrico);
Il RCA inoltre assicura che:
la prosecuzione delle attivit di lavorazione avvenga solo a seguito dellesito positivo dei controlli
eseguiti nella fasi lavorative precedenti;
le singole parti dellopera siano rispondenti alle caratteristiche tecniche e funzionali stabilite dai
documenti di capitolato, norme, ecc;
sia soddisfatto, quando richiesto o quando necessario, il requisito della rintracciabilit.
7.5.1.5.3
Collaudi finali
Al termine dellopera, prima del collaudo finale il RCA provvede a:
Verificare lavvenuta esecuzione dei controlli e la loro rispondenza ai requisiti specificati;
Verificare la rispondenza del prodotto ai requisiti specificati;
Verificare lavvenuta chiusura delle Non Conformit.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 73 di 97
BS OHSAS 18001:2007

E' cura del RCA assistere il Rappresentante Tecnico del Cliente per il collaudo finale dell'opera.
7.5.1.5.4 Registrazione dei controlli
I documenti che attestano leffettuazione delle prove, controlli e collaudi previsti sono:
documenti di trasporto vistati e/o timbrati all'atto dellarrivo dei materiali;
stati di avanzamento per subappaltatori vistati a cura del RCA;
schede di registrazione/ documenti di prova / controllo relative alle prove effettuate sia presso il Cantiere che presso i Laboratori Autorizzati;
Nel caso i risultati non siano congruenti con i requisiti stabiliti, viene immediatamente aperta la Non
Conformit.

7.5.2

Validazione dei Processi di lavorazione (Processi speciali)

I processi produttivi il cui risultato non pu essere immediatamente e completamente verificato da successive attivit di misurazione e monitoraggio o per i quali eventuali carenze possono rivelarsi solo
quando le opere sono gi eseguite sono generalmente noti come processi speciali.
Per la buona riuscita di questi processi sono determinanti il controllo del processo di esecuzione
e la capacit professionale delloperatore.
Sono esempi di processi speciali:
le attivit svolte con lutilizzo di malte, intonaci, etc. (preparate direttamente in cantiere),
le impermeabilizzazioni;
le crimpature cavi;
le attivit di finiture superficiali
Tutti i processi speciali di fabbricazione/costruzione sono identificati a cura del DT, che in fase di elaborazione dei Piani della Qualit valuta la capacit del processo, vale a dire lidoneit dei mezzi, attrezzature, delle risorse umane e dei servizi ad assicurare il perseguimento delle specifiche da realizzare. Pertanto,per tali processi, il DT, nel Piano di Qualit di commessa, provvede a:
definire i criteri per il riesame e lapprovazione dei processi attraverso la redazione di apposite procedure ed istruzioni operative. Tali prescrizioni costituiscono parte integrante dei contratti stipulati
con fornitori /subappaltatori qualificati, sia per quanto riguarda le specifiche di esecuzione sia per le
eventuali prescrizioni di controllo qualit, in modo da garantire la gestione controllata e documentata
dei processi speciali di produzione. Nelle procedure ed istruzioni operative sono descritte:
- le metodologie di lavoro da applicare,
- i parametri di riferimento con cui monitorare il processo;
- i criteri di accettazione del processo;
- le modalit di approvvigionamento di materiali/forniture,
- la gestione delle fasi di controllo e di collaudo, ecc.
approvare le apparecchiature e definire opportune prescrizioni per garantire lidoneo utilizzo degli
strumenti di misura;
qualificare il personale. Qualora le lavorazioni identificate come processi speciali siano eseguite direttamente dallImpresa, sar cura del DT affidare l'esecuzione a personale con documentata e provata esperienza, verificando la qualifica ed informando il personale sulle modalit di esecuzione previste; se queste lavorazioni sono eseguite da fornitori/subappaltatori sar cura del Direttore Tecnico
e/o del Resp. Cantiere verificare la qualifica del personale utilizzato;
definire i requisiti che le registrazioni devono soddisfare affinch i controlli sul processo siano registrati correttamente
Definire le modalit di rivalidazione
Il RCA dovr verificare lavvenuta esecuzione delle attivit previste ed effettuare gli eventuali controlli
qualit secondo quanto stabilito negli appositi Piani di Controllo.
Gli indicatori utilizzati per il monitoraggio dei processi di esecuzione dellopera sono indicati nel Mod.0.02.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

7.5.3

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 74 di 97
BS OHSAS 18001:2007

IDENTIFICAZIONE E RINTRACCIABILIT

La nostra Societ applica criteri per garantire lidentificazione ai prodotti critici utilizzati per la realizzazione delle opere ed ai lavori eseguiti.
E compito del RCA attuare le disposizioni per la corretta identificazione e rintracciabilit del prodotto.
Tutti i prodotti, indicati al paragrafo 7.4, sono controllati al loro arrivo per verificare che siano individuati
chiaramente senza possibilit di errori. In caso contrario DT provvede direttamente, se possibile,
allidentificazione di ciascun prodotto o alla segregazione di quei materiali come non conformi.
In ogni caso, tutti prodotti trovati privi di elementi identificativi e non immediatamente riconoscibili sono
trattati come prodotti non conformi.

7.5.3.1 Identificazione
Lidentificazione dei prodotti avviene, in via generale, mediante mezzi idonei che indicano la Conformit o
la Non Conformit del prodotto a fronte delle prove, controlli e collaudi eseguiti.
Nello specifico i materiali/prodotti sono identificati:
Al ricevimento: mediante il mantenimento, quando possibile, della relativa etichetta o confezione o
codici del materiale/prodotto stesso;
In cantiere ed in magazzino: tramite lo stoccaggio nelle aree di deposito chiaramente delimitate le
une dalle altre, identificate tramite cartellonistica e riportate nella planimetria di cantiere/magazzino.
Quando possibile in cantiere, oltre le aree di stoccaggio, sono identificate opportune aree di segregazione (riportate nella planimetria del cantiere) per i prodotti non conformi, conformi ed in attesa di
controllo;
In fase di produzione: attraverso il mantenimento delle etichette, dei codici e degli involucri degli imballaggi.
Quando sono propriet del cliente: tramite lapposizione di una scritta/etichetta che identifica il
materiale come propriet del cliente.
I prodotti non conformi, ove non esistano disposizioni specifiche, vengono collocati in aree dedicate e/o
identificati da cartellini di Non Conformit.
Lidentificazione dei lavori eseguiti, invece, avviene solo per via documentale attraverso lutilizzo dei rapporti di cantiere (Mod. 0.07) come indicato nel paragrafo 7.5.1 del presente Manuale ed alla successiva
predisposizione degli Stati di Avanzamento Lavori (SAL) relativi al completamento delle fasi di lavoro
previste.
Per parti di opere non conformi si procede in conformit alla Procedura PSGI 04 Trattamento delle Non
Conformit e dei Prodotti Non Conformi

7.5.3.2 Rintracciabilit
I materiali/prodotti/lavorazioni devono soddisfare il requisito della rintracciabilit quando:
Tale requisito specifica di legge o contrattuale;
Sono immessi nel ciclo produttivo prima che siano noti i risultati delle prove e dei controlli ai
quali sono stati sottoposti;
Quando lavorazioni critiche sono realizzate in pi lotti o da pi subappaltatori.
Il requisito della rintracciabilit pu essere soddisfatto mediante:
Lutilizzo di tutti i documenti che consentono di correlare il materiale utilizzato con la lavorazione
eseguita, indicando quando e da chi lattivit stata svolta, i mezzi/attrezzature/strumenti utilizzati, i
controlli eseguiti e le eventuali anomalie riscontrate (giornale di cantiere, rapporti di cantiere, registro
getti, SAL, DdT, verbali di verifica merce/servizio, ecc.);
Lutilizzo di modulistica per linvio dei provini dei materiali soggetti a prove, controlli e collaudi, ai
laboratori di prova ufficiali che contengono le informazioni necessarie a determinare esattamente la
localizzazione del materiale;
La compilazione di eventuali appositi modelli previsti nei documenti di pianificazione.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 75 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Tutta la documentazione della rintracciabilit gestita in conformit a quanto stabilito nel paragrafo 4.2.4
di questo Manuale.

7.5.4

Propriet del Cliente

La nostra Societ tiene sotto controllo la verifica, l'immagazzinamento e la conservazione dei prodotti o
dei siti (prodotti, siti, cantieri, edifici, elaborati tecnici e propriet intellettuali, etc.) di propriet del Cliente,
mediante lo svolgimento delle seguenti attivit:
controllo allatto della consegna da parte del cliente e durante le attivit dello stato del sito ove sono effettuate le lavorazioni;
controllo allatto della consegna degli elaborati e delle propriet intellettuali del cliente mediante
lindicazione sul PdQ di commessa e notifica al cliente in caso di necessit o di modifiche.
conservazione dei documenti di trasporto dei materiali in arrivo ed in partenza in accordo a quanto
stabilito al paragrafo 4.2.4 salvo quanto prescritto per Legge;
esecuzione dei controlli sulle quantit e sullo stato al momento dell'ingresso in Azienda,
delladeguatezza ai fini del loro utilizzo e degli eventuali controlli qualitativi prescritti dagli accordi
contrattuali;
registrazioni (Mod. 0.08 Materiali non conformi del Cliente) relative a prodotti mancanti, danneggiati o, in ogni caso, inadatti all'utilizzo previsto (in questa eventualit il Cliente tempestivamente
informato, mediante fax o raccomandata).
Le attivit di controllo, movimentazione, impiego, conservazione ed immagazzinamento dei prodotti di
propriet del Cliente sono gestite dalle Funzioni Aziendali competenti con gli stessi criteri previsti nei paragrafi applicabili di questo Manuale.
Il Cliente/Committente tenuto ad assumersi le proprie responsabilit nel fornire materiali e prodotti accettabili e nel caso di materiali e prodotti che risultassero non accettabili, limpresa EBM SRL si riserva
di notificare il fatto al Cliente/Committente e ad utilizzarli solo in seguito ad unaccettazione formale (in
deroga o successiva ad un trattamento) del cliente/committente stesso.
I controlli in accettazione da parte della EBM SRL non sollevano i Clienti dal fornire prodotti conformi alle
prescrizioni e alle normative applicabili.
I materiali non conformi sono gestiti secondo i criteri precisati nel paragrafo 8.3 di questo Manuale.
In ogni caso le Non Conformit riscontrate vengono notificate al committente dal DT, richiedendo indicazioni per il loro trattamento, e ci anche in funzione del principio che la nostra verifica non solleva il Cliente dalla responsabilit di fornire prodotti idonei per lesecuzione dei lavori richiesti.
La documentazione redatta conservata in accordo ai criteri stabiliti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.

7.5.5

Conservazione dei prodotti/Materiali

Limpresa EBM SRL opera in modo da garantire la conservazione della conformit dei prodotti utilizzati
e delle lavorazioni effettuate in ogni fase del processo edilizio che si intende concluso al momento della
consegna definitiva delle opere realizzate. La fase dellopera realizzata avviene secondo le modalit
previste contrattualmente e comunque sono definite dal DT nel Piano di Qualit di commessa. Le registrazioni di tale attivit sono rappresentate dalla modulistica alluopo predisposta opportunamente sottoscritta dal committente.
La corretta conservazione dei prodotti/materiali assicurata tenendo sotto controllo le attivit di movimentazione, immagazzinamento, conservazione e manutenzione effettuate dallImpresa che riguardano:
i prodotti e gli altri materiali in arrivo;
tutti i materiali ed i prodotti allinterno del cantiere;
RCA provvede a:
gestire la movimentazione interna;
gestire le aree di immagazzinamento;
identificare, sorvegliare e conservare i prodotti.
RCA deve accertarsi che sui prodotti imballati siano presenti le informazioni necessarie per
lidentificazione.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 76 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Tutti i prodotti ed i materiali soggetti a danni dovuti agli agenti atmosferici devono essere conservati
nellimballo originale, nellarea predisposta del cantiere, dove sono posizionati per terra e/o su scaffalature, identificati mediante cartellini.
Inoltre provvede all'efficienza di tutti i mezzi sia con attivit programmata sia su segnalazione. La manutenzione dei mezzi deve essere pianificata da MAN che deve provvedere a far eseguire i tagliandi di manutenzione predisposti dalla Casa costruttrice.
Tutto il Personale deve segnalare eventuali danni verificatisi durante le operazioni di movimentazione,
immagazzinamento ed imballaggio al DT, che deve decidere le azioni da intraprendere ed eventualmente
attivare la Procedura di Gestione 04.

MOVIMENTAZIONE
Per movimentazione si intende sia lo spostamento dei materiali/prodotti allinterno dei cantieri o del
magazzino sia il trasferimento dal magazzino al cantiere e viceversa (resa). E responsabilit del RCA,
assicurare che tutte le operazioni di movimentazione dei materiali siano eseguite con la massima cautela ed utilizzando tutte le precauzioni necessarie per evitare danneggiamenti al materiale stesso e/o a
persone. Gli accorgimenti e le modalit relative devono essere correlate alla tipologia dei materiali/prodotti da trasportare, agli ingombri, ai pesi ed ai mezzi di movimentazione disponibili.
responsabilit del RCA, per tutte le attivit di movimentazione comprese tra la fase di accettazione dei
materiali / prodotti fino a quella relativa al prodotto finito, istruire gli operatori circa:

le metodologie da seguire per garantire che il materiale/prodotto non subisca danni tali da comprometterne la conformit;

la manipolazione di prodotti fragili e/o pericolosi (materiali infiammabili, tossici, ecc.);

le metodologie da seguire per garantire che il materiale/prodotto movimentato non costituisca


pericolo per persone e cose;

lidentificazione e la destinazione dei materiali/prodotti da movimentare.


La movimentazione effettuata durante lesecuzione dei lavori viene gestita mediante lutilizzo delle Istruzioni Operative predisposte per leffettuazione del lavoro.
La movimentazione dei prodotti deve essere sempre condotta da Personale presente sul cantiere, che
deve operare in autocontrollo, in modo da assicurare la conservazione dell'identificazione originaria dei
prodotti movimentati.
RCA deve:
fornire adeguate informazioni, al Personale incaricato, sulle norme di sicurezza e sulle portate dei
dispositivi di trasporto nelle diverse configurazioni di carico;
istruire il Personale riguardo ai materiali/prodotti che devono essere movimentati con particolare
cura.

IMMAGAZZINAMENTO
I materiali/prodotti possono essere immagazzinati in apposite aree predisposte ed identificate allinterno
del cantiere.
Larea di immagazzinamento destinata allo stoccaggio di:
materiali/prodotti da impiegare;
materiali e/o prodotti non conformi, segregati.
Queste zone sono individuate per mezzo di cartelli e/od altri mezzi adeguati.
Una volta scaricato loggetto della fornitura il RCA ha i seguenti compiti:
predisposizione, secondo quanto riportato nel POS, delle aree del cantiere da adibire a magazzino e
definizione delle modalit di accesso;
controllo dei materiali / prodotti in ingresso.
In seguito allimmagazzinamento del materiale il DT/RCA ognuno in base alle specifiche competenze
provvederanno:
allistruzione del personale coinvolto nelle attivit di immagazzinamento;
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 77 di 97
BS OHSAS 18001:2007

alla suddivisione per tipologie dei materiali / prodotti e disposizione per quanto possibile in aree separate;
allispezione periodica del magazzino/area di stoccaggio per verificare il rispetto delle indicazioni impartite;
allidentificazione e facile reperimento dei materiali / prodotti;
allattuazione di criteri di rotazione per i prodotti che nel tempo possono deteriorarsi (additivi chimici,
colle, mastici, ecc.) e per garantire che siano impiegati per primi i materiali / prodotti con scadenze
prossime;
alleliminazione / segregazione dei materiali / prodotti scaduti o non utilizzabili (Area materiali controllati con esito positivo, Area materiali controllati con esito negativo);
al mantenimento di condizioni ambientali idonee alla conservazione del materiale / prodotto e alla
sua identificazione che prevengano spandimento e sversamenti dannosi per lambiente ed i lavoratori
e che consentano un intervento immediato in caso di incidente;
alla documentazione di eventuali nuovi movimenti di materiali / prodotti / attrezzature;
alleffettuazione del controllo/verifica dei materiali/attrezzature rese dal cantiere in modo da accertare
lo stato di conservazione, leventuale scadenza e comunque ladeguatezza per il loro utilizzo in altri
cantieri.
I materiali/prodotti scartati che devono tornare al Cliente od al Fornitore devono essere identificati in modo chiaro e sicuro e devono essere conservati fino alla spedizione nellarea dei prodotti non conformi.
I materiali scartati di nostra propriet devono essere temporaneamente immagazzinati in aree e contenitori appositi, in conformit alle disposizioni di Legge, in attesa del loro smaltimento.
La movimentazione condotta dagli operatori su indicazione e sotto la responsabilit di MAN.

7.5.5.1 Conservazione delle opere


Le parti di opera realizzate nelle varie fasi di lavorazione sono soggette alle seguenti regole generali che
possono essere comunque specificate nei vari Piani di Gestione della Commessa quando si presentano
condizioni particolari:
la movimentazione dei materiali e luso delle attrezzature deve essere effettuata in modo da
non danneggiare o modificare le caratteristiche principali del lavoro svolto;
gli agenti atmosferici non devono modificare le caratteristiche principali del lavoro svolto;
non devono essere effettuate modifiche significative delle opere realizzate per le quali gi stata
verificata la conformit.
Nella fase di costruzione e in attesa della consegna definitiva al Cliente / Committente, la custodia e la
conservazione dellopera finita di responsabilit del RCA.

7.5.5.2 Manutenzione
Qualora contrattualmente previsto, la EBM SRL attraverso il DT con il supporto del RSGI propone al
Committente, al quale compete lapprovazione, un Piano di Assistenza dove sono specificati:
i tempi e le modalit di svolgimento;
le Funzioni Aziendali coinvolte e le risorse disponibili;
le eventuali organizzazioni esterne;
le responsabilit ed i termini temporali.
Dopo lapprovazione il piano diviene parte integrante dei documenti contrattuali.
In presenza di sistemi tecnologici particolari, il piano di assistenza pu prevedere anche lidentificazione
di figure specifiche per interventi straordinari di manutenzione.
Il DT con la collaborazione del RCA elabora per ogni commessa, all'interno del Piano di Gestione della
Commessa, le eventuali specifiche che dovranno essere applicate in sede di Consegna e Assistenza.
Al termine dei lavori sar cura del DT fornire al Cliente/Committente manuali desercizio e manutenzione
impianti, schemi di impianti, specifiche di manutenzione, ecc.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

7.6

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 78 di 97
BS OHSAS 18001:2007

TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DISPOSITIVI DI MONITORAGGIO E MISURAZIONE

La EBM SRL per la particolare tipologia dei lavori eseguiti, effettua sia misurazioni di rilevazione specialistica (distanze e misurazioni di parametri elettrici: controllo dei livelli di tensione, corrente, potenze, etc.)
rivolgendosi a fornitori qualificati ed in possesso delle apposite strumentazioni (teodoliti, livelli laser,
multimetri, etc.) opportunamente tarate e/o calibrate, sia misurazioni dimensionali, utilizzando metri a
stecca e rolline metriche in dotazione a ciascun OPT.
Per gli strumenti dimensionali, non essendo necessaria la taratura, non viene utilizzata la Scheda Anagrafica Strumento (Mod. 0.08); infatti il DT, con periodicit trimestrale, effettua il controllo dello stato di
conservazione e di efficienza dello strumento. Se da tale controllo emergono delle anomalie o guasti, il
DT provvede immediatamente alla sostituzione dello strumento.
Per le lavorazioni relative allinstallazione di impianti elettrici e di trasmissione dati, invece, la EBM SRL,
utilizza tester, pinze amperometriche, multimetri per la misurazioni di parametri elettrici. Tali strumenti
sono periodicamente controllati dal DT, che svolge una verifica comparativa degli strumenti registrando
gli esiti sulla singola scheda anagrafica. Inoltre il DT con periodicit annuale sottopone tali strumenti a
taratura presso laboratori esterni specializzati.
Qualora fossero previste contrattualmente misurazioni di parametri chimico/fisici di materiali ove occorrano delle strumentazioni di controllo complesse, costose ed esigenti alta professionalit specialistica, la
EBM SRL si rivolge a strutture pubbliche e/o laboratori di prova con la richiesta di avere nei certificati tutti
i dati di rintracciabilit della catena metrologica e delle relative precisioni e tolleranze.
Questo paragrafo stabilisce le eventuali responsabilit e le modalit operative per la manutenzione, taratura e mantenimento in efficienza dei mezzi, strumenti, attrezzature e sistemi di misura (qui di seguito
denominati per semplicit con il termine strumenti) che sarebbero necessari per la corretta valutazione
qualitativa dei lavori.
Quanto descritto si applica eventualmente quindi per tutti gli strumenti eventualmente utilizzati per prove
e controlli dei lavori e/o opere e della loro corrispondenza alle specifiche dettate contrattualmente dal
Committente.
Lindicazione delle misure da effettuare e la definizione delle apparecchiature da utilizzare, sulla base
della compatibilit tra le esigenze di misura e lincertezza degli strumenti considerati, viene effettuata dal
DT nei Piani di Qualit di commessa e precisamente sul Mod. 22.02 Misurazioni e Controlli allegato.
La responsabilit di controllo dellapplicazione di questo paragrafo a carico di DT il quale, per la manutenzione e la regolazione (taratura) degli strumenti, provvede personalmente oppure individua lente o la
struttura esterna pi indicata (ad esempio il costruttore e/o il rivenditore dello strumento).
Per assicurare laffidabilit e lefficienza degli strumenti, sono programmati ed eseguiti interventi di manutenzione/taratura periodica.
Sono esclusi quegli strumenti che, pur utilizzati nellambito della attivit tecnica operativa, forniscono informazioni di massima e quindi non vengono utilizzati per rilevare parametri attraverso i quali viene riscontrata la qualit del prodotto (prove di conformit).
La gestione degli strumenti e il monitoraggio dello stato di efficienza prevede lausilio di un sistema di
identificazione degli strumenti (etichettatura).
Per tutti gli strumenti potenzialmente identificati ed elencati dal Mod. 0.08, DT provvede a:
etichettarli con targhette o cartellini indicanti il numero di registrazione, la data di ultima verifica e la
data di scadenza della validit della verifica effettuata,
dare evidenza dello stato degli strumenti non utilizzabili (ad esempio mediante cartellini tipo "fuori uso", "tarare prima dell'uso", "misure poco attendibili", ecc.).
Letichetta da apporre avrebbe la seguente forma:

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

codice

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

nome strumento

ESITO:

Ok

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 79 di 97
BS OHSAS 18001:2007

scadenza taratura

Non Ok

Gli strumenti vengono conservati e utilizzati in modo che siano mantenute la precisione e lidoneit richieste.
La nostra Societ, qualora diventi necessario, regolamenta le attivit connesse a:
identificazione,
verifica,
taratura,
mantenimento in stato di efficienza,
dei dispositivi di controllo utilizzati in ambito aziendale per dimostrare la conformit dei prodotti ai requisiti
specificati.
Analogamente verifica il software utilizzato sulle macchine di misura.
A fronte di esplicito requisito contrattuale e relativamente ad una fornitura ben individuata, DT, concorda
le regole in base alle quali sono resi disponibili al Committente, o ad un suo rappresentante, i dati tecnici
relativi alle apparecchiature per prova, misurazione e collaudo da impiegare in quella specifica fornitura,
al solo scopo di verificarne ladeguatezza nelle operazioni di controllo e collaudo dei servizi forniti.
Tutta la documentazione riguardante il controllo delle Apparecchiature per Prova, Misurazione e Collaudo
gestita in accordo ai criteri definiti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.

MISURAZIONI
DT definisce, nel piano di qualit di commessa, le misurazioni ed i controlli da eseguire sui prodotti, sia
durante le lavorazioni, sia al collaudo finale. Individua laccuratezza richiesta e conseguentemente
lapparecchiatura in grado di assicurare tale caratteristica.
DT, se possibile, addestra il Personale ad azzerare gli strumenti, le attrezzature di prova, il software etc.,
per i quali il Costruttore prescrive tale prassi prima delluso.
Nel caso ci non fosse possibile a causa della complessit:
dello strumento, e/o
della procedura di azzeramento,
DT provvede direttamente ad effettuare le misurazioni che richiedono limpiego di quella specifica apparecchiatura.

IDENTIFICAZIONE DELLE APPARECCHIATURE PER PROVA, MISURAZIONE E COLLAUDO


Tutte le apparecchiature per prova, misurazione e collaudo sono identificate con un "Numero di Identificazione" riportato su apposita targhetta autoadesiva apposta sull'apparecchiatura stessa e recante la
data di taratura e quella di successiva verifica.
Se non possibile applicare una targhetta a causa delle dimensioni dell'apparecchiatura, l'identificazione
assicurata con la marcatura di un numero, che pu anche essere la matricola del Costruttore, se ci
non d origine ad ambiguit.
DT responsabile di mantenere aggiornato l"Elenco delle Apparecchiature" (Mod 0.08), che descrive le
apparecchiature per prova, misurazione e collaudo dellAzienda e ne precisa il numero d'identificazione, il
campo di misura, lintervallo di verifica e lubicazione.

TARATURA DELLE APPARECCHIATURE PER PROVA, MISURAZIONE E COLLAUDO


MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 80 di 97
BS OHSAS 18001:2007

DT responsabile della verifica periodica ed eventuale taratura di tutti gli strumenti riportati nellElenco
delle Apparecchiature" e si assicura che siano effettivamente verificati entro la scadenza stabilita.
La verifica e la taratura sono eseguite con riferimento ad apposite istruzioni operative basate sulla pratica
comune, sulle informazioni ottenibili da regole correnti e pratiche e/o sulle raccomandazioni del Costruttore.
La frequenza ed il metodo di verifica e di taratura sono definiti da DT, per ciascuna apparecchiatura in
funzione della sua tipologia, delle sue caratteristiche di stabilit, dellaccuratezza richiesta, dell'uso e delle altre condizioni connesse al controllo delle misure.
DT registra i risultati delle verifiche effettuate sulle apparecchiature per prova, misurazione e collaudo su
apposita documentazione (Mod 0.08 Scheda Anagrafica Strumento), per dare evidenza del loro stato
ed assicurarne un corretto impiego, in funzione delle applicazioni previste.
Le verifiche possono essere eseguite presso Enti esterni: in tal caso DT inserisce i certificati da essi emessi nella raccolta tecnica dell'apparecchiatura in questione.
DT responsabile di assumere gli opportuni provvedimenti (declassamento o rottamazione
dellapparecchiatura) nel caso in cui la procedura di taratura non consenta di ripristinare le corrette caratteristiche dello strumento, e per le apparecchiature consumate, rotte o fuori uso.
In particolare le apparecchiature che non possono essere tarate sono declassate appena risultano non
corrispondere pi alle caratteristiche di accuratezza e ripetitivit di costruzione e sono impiegate esclusivamente per misurazioni non significative ai fini della qualit.

GESTIONE DELLE APPARECCHIATURE PER PROVA, MISURAZIONE E COLLAUDO


Tutte le apparecchiature per prova, misurazione e collaudo sono gestite e rilasciate per l'uso da DT.
Gli assegnatari delle apparecchiature per prova, misurazione e collaudo hanno la responsabilit di curare
i dispositivi di controllo in loro dotazione, di preservarli da manipolazioni che ne pregiudichino il funzionamento e l'identificazione di origine e di segnalare disfunzioni od imprecisioni anche solo sospette.
Nel caso di apparecchiature accertate fuori taratura, DT provvede a segregarle, valuta le conseguenze
sul prodotto ed eventualmente lo ricontrolla a far data dal momento dell'ultima verifica dello strumento in
questione.

GESTIONE DEL SOFTWARE PER PROVA, MISURAZIONE E COLLAUDO


La procedura di taratura deve essere applicata dal Fornitore che, effettuata la verifica, rilascia un certificato attestante i risultati.

7.7 PREPARAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE


Per gestione delle emergenze si intende ladozione, lapplicazione e la gestione di procedure idonee da
adottare in caso di situazioni che presentano criticit e preparare e testare piani di emergenza necessari.
La EBM SRL individua i possibili rischi e le possibili situazioni di emergenza ambientale e di sicurezza
connesse con le proprie attivit, allo scopo di prevenire e mitigare gli impatti sullambiente conseguenti
ad incidenti e/o a condizioni operative anomale nonch attuare misure di prevenzione e protezione a
garanzia della sicurezza e salute dei lavoratori.
Lelaborazione e la periodica simulazione di specifiche procedure di emergenza rappresenta lo strumento attraverso cui la EBM SRL intende garantire nel tempo la propria preparazione nei confronti di
situazioni di rischio ed eventuali incidenti.
Il RCA e il RSPP, ciascuno per le parti di propria competenza, identificano per ogni attivit le possibili
situazioni di emergenza e successivamente elaborano un unico piano di emergenza che comprenda
ciascuna di esse integrandoli con le procedure di emergenza previste nella documentazione ambientale
o di sicurezza.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 81 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il RCA e il RSPP, ciascuno per le parti di propria competenza, hanno la responsabilit per la redazione e
distribuzione dei piani di emergenza, delle loro integrazioni o parti specifiche e delle attivit di formazione ed addestramento.
Per poter individuare con tempestivit situazioni di emergenza e gestirle con prontezza lorganizzazione
prepara, implementa e mantiene procedura PSGI 14 "Gestione e preparazione alle emergenze e risposte" che stabilisce le modalit generali da attuare in uno stato di emergenza per aspetti connessi alla
salute e sicurezza dei lavoratori e allambiente. Eventuali indicazioni specifiche per ogni commessa sono
riportate nel Piano Emergenze e Interventi (PEI).
Lorganizzazione individua le possibili situazioni demergenza dalla valutazione dei rischi, e prepara le
idonee modalit di intervento tenendo valutando la situazione demergenza particolare, la disponibilit di
servizi locali di emergenza e/o di pronto soccorso, lesperienza di precedenti eventi e dei relativi riesami.
Lorganizzazione predispone delle squadre di emergenza formate da personale interno adeguatamente
formato ed addestrato, e fornisce a tutti i soggetti interni ed esterni operanti nellarea aziendale o nel sito
produttivo, norme comportamentali e modalit operative attraverso una informazione adeguata corredata
dalla presenza di segnaletica adeguata.

MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO

8.1

GENERALIT

I paragrafi seguenti illustrano nel dettaglio metodi e modalit di applicazione dei processi di monitoraggio,
di misurazione, di analisi e di miglioramento utilizzati dalla EBM SRL per:
a) dimostrare la conformit dei lavori,
b) assicurare la conformit del Sistema di Gestione Integrato,
c) migliorare in modo continuo lefficacia del Sistema di Gestione Integrato.

8.2
8.2.1

MONITORAGGI E MISURAZIONI
Soddisfazione del Committente

La nostra Societ si preoccupa di valutare il livello di qualit percepito dai Committenti, con riferimento
sia ai servizi sia alla gestione delle lavorazioni eseguite dalla nostra organizzazione.
A tale scopo gestisce i reclami secondo quanto meglio specificato al paragrafo 8.3 ed applica tecniche
statistiche in accordo al paragrafo 8.4 di questo Manuale.
In realt, DT si fa carico di ogni eventuale osservazione proveniente da parte del Committente, adoperandosi affinch egli riceva adeguata risposta e ne sia soddisfatto.
Tutte le segnalazioni, soprattutto quando si tratta di reclami propriamente detti, ma comunque in ogni
caso, sono registrate e sono valutate in fase di Riesame da parte della Direzione in accordo a quanto
stabilito al paragrafo 5.6 di questo Manuale.
Inoltre il RSGI valuta la soddisfazione dei committenti sia attraverso la raccolta di dati e registrazioni (pagamento delle fatture, SAL, Relazioni sul Conto Finale, Certificati di Regolare Esecuzione, etc.) sia attraverso linvio del Questionario di soddisfazione cliente (Mod. 0.07) ed applica ai dati scaturiti le statistiche
relative.
Il questionario viene spedito ai committenti, con periodicit mensile, oppure, per i lavori con durata di esecuzione superiore a sei mesi con periodicit trimestrale; ci al fine di indirizzare gli sforzi dellazienda
alla soddisfazione del target pi rappresentativo.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 82 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il grado di soddisfazione (G) del singolo committente dato dalla media aritmetica dei vari giudizi (g) espressi e motivati nel questionario (- colonna voto o grade della tabella), secondo la seguente classificazione:
G = g / N giudizi espressi e motivati.
Nei casi in cui il valore di G presenti numeri decimali, va rapportato ai seguenti valori:
1.0 < G <
1.5
SCADENTE
=1
1.5 < G <
2.5
MEDIOCRE
=2
2.5 < G <
3.5
SUFFICIENTE
=3
3.5 < G <
4.5
BUONO
=4
4.5 < G <
5.0
OTTIMO
=5
Il grado di soddisfazione (S) dei clienti dato in funzione della media aritmetica dei giudizi globali espressi dai singoli, secondo la seguente valutazione e classificazione.
S = 100 x G / N clienti
100 < S <
150
SCADENTE
150 < S <
250
MEDIOCRE
250 < S <
350
SUFFICIENTE
350 < S <
450
BUONO
450 < S <
500
OTTIMO
Gli indici (G) e (S) possono essere confrontati per periodi consecutivi e portati in riunione di Riesame del
Sistema a titolo di informazione aggiuntiva per la determinazione di eventuali Azioni Preventive.

8.2.2 Conduzione degli Audit Interni

Gli Audit Interni costituiscono lo strumento con cui la EBM SRL valuta, in maniera sistematica ed indipendente, se il Sistema di Gestione Integrato adottato attuato ed adeguato e se efficace per il raggiungimento degli obiettivi prefissati da DGE.
Lattivit di audit programmata su base annuale in appositi piani, preparati dal RSGI ed approvati da
DGE, in modo che ciascun processo aziendale, comprese le attivit di cantiere esterno, sia sottoposto ad
ispezione almeno una volta l'anno, garantendo lobiettivit ed imparzialit del processo di audit attraverso
lindipendenza tra valutatore ed area/processo valutati.
Audit non programmati possono essere eseguiti:
a seguito di variazioni rilevanti apportate al Sistema di Gestione Integrato;
al verificarsi di Non Conformit rilevanti e ripetitive;
su richiesta di DGE;
in tutti i casi in cui il RSGI, previo accordo con DGE, lo ritenga necessario per il conseguimento degli
obiettivi prefissati.
Il gruppo di audit viene scelto in conformit a quanto previsto dalla PSGI 03 Conduzione degli Audit Interni, per garantire lindipendenza del/i valutatore/i dal/i processo/i sottoposto/i ad audit.
Il Responsabile dellAudit Interno definisce:

i processi da controllare con riferimento al Manuale del SGI ed alle procedure applicabili,

i documenti e le attivit di cui prendere visione,

le persone da intervistare,
e si accorda in merito con i Responsabili di Funzioni Aziendali che intervengono nei processi sottoposti a
verifica.
Questultimo informa il Personale del proprio reparto sugli scopi dellispezione e dispone affinch il Verificatore sia aiutato in tutti i suoi compiti.
Il Responsabile dellispezione verbalizza eventi e situazioni rilevanti. Nel caso in cui si evidenzino Non
Conformit, informa immediatamente il Responsabile di Funzione affinch attivi le Procedure applicabili.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 83 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Quindi redige il Rapporto di Audit Interno e lo sottopone alla Funzione Aziendale verificata per commenti
ed approvazione.
Infine lo trasmette a DGE, che ha il compito di valutarlo, convalidarlo e, se necessario, richiedere
lattuazione delle necessarie azioni correttive.
Gli elaborati degli Audit Interni costituiscono documenti di registrazione della qualit e, come tali, sono
gestiti dal RSGI in accordo ai criteri definiti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.
Il RSGI, ed in ogni caso il Responsabile dellAudit Interno, addestrato alla conduzione degli Audit, in
accordo ai criteri stabiliti nel paragrafo 6.2.2 di questo Manuale.
Normalmente il compito di RAI assegnato al RSGI, addestrato alla conduzione degli Audit, in accordo
ai criteri stabiliti nel paragrafo 6.2.2 di questo Manuale; ma nel caso specifico di audit relativi ai processi
inerenti alle attivit proprie del RSGI, e per eventuali altre attivit aziendali, nelle quali egli sia parte in
causa, DGE deve nominare un RAI diverso dal RSGI al fine di garantire il requisito dellindipendenza (obiettivit e imparzialit).
Per tale compito il RAI risponde solo e direttamente a DGE.
Lincarico di RAI pu essere affidato anche a personale esterno alla organizzazione della EBM SRL, in
tal caso lincaricato deve dimostrare di aver seguito un corso di almeno sedici ore sulla conduzione degli
audit interni per Sistemi di Gestione conformi alle norme della serie ISO 19011:2012.
In particolare il RSGI stato indottrinato al momento della redazione del Manuale e delle Procedure dai
Consulenti esperti in discipline tecniche che hanno coadiuvato la EBM SRL nella definizione del Sistema
di Gestione Integrato.
A sua volta il RSGI provvede alladdestramento del Personale cui, eventualmente, DGE delega la conduzione degli Audit Interni in conformit alla UNI EN ISO 19011:2012.
La PSGI 3 definisce le attivit relative agli Audit Interni.

AUDIT ESTERNI
Gli Audit Esterni sono eseguiti e documentati secondo le modalit precedentemente descritte. Tuttavia
RSGI prima di trasmettere la relativa notifica, concorda con lEnte coinvolto la data di esecuzione.
Gli Audit Esterni sono eseguiti allo scopo di:
Qualificare un fornitore
Verificare il livello di rispetto dellambiente dei suoi processi ed in particolare del suo processo produttivo
Accertare lapplicazione e lefficacia delle azioni correttive precedentemente concordate.
Gli Audit Esterni sono eseguiti da RSGI o da un valutatore da lui nominato che ha anche le responsabilit
di elaborarne i risultati ai fini della valutazione/sorveglianza dei Fornitori.

AUDIT DA PARTE DI ENTI ESTERNI


Nel caso di Audit effettuati da enti esterni (organismi pubblici di controllo, enti di certificazione, clienti,
etc.), il responsabile del SGI designato quale interlocutore e naturale referente aziendale.
Il responsabile del SGI, dopo aver verificato la legittimit dellaudit, ha lobbligo di prestare la massima e
completa collaborazione attivando tutte le risorse aziendali necessarie per il suo buon esito. In caso di
assenza, delega persona qualificata a cui fornisce tutte le istruzioni necessarie.
Il RSGI riferisce con sollecitudine al rappresentante della direzione sullesito dellaudit.

8.2.3

Monitoraggio e Misurazione delle Prestazioni

Il monitoraggio una fase fondamentale del sistema in quanto consente ad ogni operatore, prima di ogni
altro, di tenere sotto controllo la propria attivit, riscontrando eventuali anomalie rispetto a quanto pianificato in termini di qualit, ambiente e SSL, e permettere di intervenire per assicurare il raggiungimento
degli obiettivi fissati.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 84 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il monitoraggio vuole misurare in modo affidabile e ripetibile il funzionamento del SGI, in tutte le sue parti
componenti, nonch il miglioramento o il mantenimento delle condizioni di SSL.
Il RSGI deve individuare per ciascun elemento il controllo pi efficace e deve elaborare un procedura in
cui siano chiaramente definiti i modi, i tempi, le responsabilit per il controllo (monitoraggio).
Il RSGI sottopone il piano dei monitoraggi alla DGE che, dopo aver consultato il RLS, lo approva.
Il monitoraggio ha lo scopo di tenere sotto controllo in modo regolare, sulla base della procedura PSGI
15 Sorveglianza e Misurazioni, che riporta in modo chiaro quali siano le operazioni e/o le prescrizioni
da monitorare, come effettuare il controllo, chi abbia la responsabilit del controllo, la frequenza di effettuazione del controllo e le modalit di registrazione e conservazione della documentazione:
le misure preventive e protettive predisposte dallazienda in materia di SSL, svolto principalmente da
parte delloperatore e del preposto;
se il sistema conforme a quanto pianificato e consente di raggiungere gli obiettivi, sia in termini di
conformit con la legislazione vigente che con i programmi di gestione SSL, e se correttamente applicato e mantenuto attivo;
i rilevamenti di prestazioni di SSL in termini di incidenti avvenuti, malattie e/o situazioni pericolose;
le registrazioni di dati e prestazioni per facilitare lanalisi delle azioni correttive e preventive adottate;
garantire che le attrezzature necessarie per misurazione siano mantenute, tarate e verificate, lasciando evidenza delle relative registrazioni.
Gli indicatori di prestazione e funzionalit segnalano il raggiungimento o meno degli obiettivi pianificati o
delle eventuali mete intermedie. Il RSGI definisce per ogni obiettivo di SSL quali siano gli indicatori di
prestazione misurabili, e per ciascuno di questi, la modalit, la periodicit e la responsabilit di misura e
documentazione, nonch le modalit di segnalazione delle eventuali situazioni di non conformit.
Il monitoraggio della funzionalit del sistema deve consentire alla DGE ladozione delle decisioni strategiche di propria competenza, quali ad esempio ladeguamento della politica di SSL o la ridistribuzione
dei compiti e responsabilit.

8.2.3

Monitoraggio e Misurazione dei Processi

Gli strumenti adottati dalla EBM SRL per monitorare e misurare i processi del Sistema di Gestione Integrato indicati nella tabella riportata nella PSGI 07 (riportante anche le responsabilit) sono:
gli audit interni, (effettuate per tutti i processi almeno 1 volta allanno);
il riesame e la valutazione dellefficacia delle azioni correttive e preventive intraprese, (effettuato con
periodicit almeno annuale);
lanalisi dei dati inerenti:
le Non Conformit, riscontrate nelle diverse fasi di controllo dei materiali e dei prodotti dal ricevimento fino allerogazione del servizio,
le Non Conformit dei processi, individuate sia nel corso degli audit, sia durante lo svolgimento
delle normali attivit quotidiane,
i reclami dei Committenti,
i risultati scaturiti dai questionari di soddisfazione del committente (paragrafo 8.2.1),
il numero di commesse aggiudicate rispetto alle offerte presentate per committenti pubblici e privati,
landamento delle prestazioni dei fornitori sulla base delle verifiche di qualit, di quantit e dei tempi di consegna delle forniture e/o delle verifiche ispettive presso la loro sede,
il numero di richieste di indottrinamento del personale scaturite da azioni correttive o preventive intraprese,
il numero ed il tipo di mezzi sottoposti a manutenzione straordinaria con lindicazione del tipo e
limporto dellintervento,
il raggiungimento degli obiettivi fissati in sede di Riesame del Sistema,
in accordo a quanto stabilito in questo Manuale e nelle Procedure di Gestione (effettuato in concomitanza
al Riesame della Direzione).

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 85 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Le modalit specifiche (frequenze, modalit di raccolta dei dati, responsabilit, etc.) degli strumenti utilizzati (Riesame della Direzione, Audit) con cui raccogliere i dati per monitorare i singoli processi aziendali
sono definite
al paragrafo 5.6 di questo Manuale (Riesame della Direzione).
In sede di Riesame della Direzione viene elaborato un documento Piano di miglioramento della Qualit,
allegato al Verbale di Riesame della Direzione, ove vengono definiti:
i processi aziendali;
gli indicatori di monitoraggio dei processi aziendali;
lanalisi dei dati attuali;
gli obiettivi per il miglioramento;
i tempi previsti per il raggiungimento degli obiettivi;
le risorse (umane e tecnologiche) da impiegare;
i metodi per il conseguimento degli obiettivi prefissati.

8.2.4

Monitoraggio e Misurazione dei Prodotti/Servizi

La EBM SRL fornendosi esclusivamente presso fornitori preventivamente qualificati secondo i nostri criteri di valutazione (vedi Paragrafo 7.4.1 del presente Manuale) e/o certificati in conformit alla Norma UNI
EN ISO 9001:2008 e/o qualificati, prevede, per i prodotti in ingresso, prove, controlli e collaudi differenti a
seconda della tipologia di materiale/servizio:
Materiali, prodotti e servizi critici ai fini della qualit dei lavori eseguiti e che entrano direttamente nella produzione o possono influenzarla:
Materiali di consumo;
Automezzi, strumenti tecnologici;
Altri materiali e servizi che non hanno influenza sulla qualit ed a cui non necessario applicare le
prescrizioni della norma.

PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI IN PROCESS


Tutte le fasi dei processi di erogazione dei servizi e tutti i prodotti utilizzati sono assoggettati a verifiche
atte ad accertarne la conformit ai requisiti contrattuali in accordo a quanto riportato nel paragrafo 7.5.2
del presente Manuale. Tali verifiche consistono principalmente in controlli visivi, effettuati dal RCA e registrati sul Rapporto di Cantiere, atti a constatare che le attivit vengano condotte cos come pianificato per
i cantieri interessati, per il personale ed i mezzi impiegati, che il riscontro del lavoro non evidenzi problemi
di qualit di esecuzione dovuti alla presenza di materiali non rimossi nelle zone interessate del cantiere, e
che lo stato di conservazione dei materiali sia adeguato.
Le attivit non conformi, dovute ad inefficienze dei mezzi impiegati o ad inadeguatezze delle regole aziendali, sono registrate secondo i criteri definiti al paragrafo 8.3 di questo Manuale, mentre tutte le altre
attivit non conformi non sono registrate ma sono ripetute fino ad ottenerne la conformit ai requisiti contrattuali.
Il RSGI verifica, tramite audit, che gli operatori effettuino i controlli di propria competenza e che il passaggio alla fase successiva non avvenga nel caso in cui le Non Conformit non siano state risolte soddisfacendo i requisiti specificati.
Se, per motivi di urgenza, si rende necessario sottoporre alle operazioni successive un prodotto, senza
aver completato tutti i controlli previsti, il Personale addetto li deve effettuare appena possibile.
Nel caso si evidenzino Non Conformit, quanto trovato non conforme trattato in accordo ai criteri definiti
al paragrafo 8.3 di questo Manuale. Si ricorda che lidentificazione e la rintracciabilit devono essere
sempre garantite in accordo ai criteri del paragrafo 7.5.3.

PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI FINALI


Al termine del processo lavorativo viene effettuato il controllo finale dellopera.
Per quanto previsto contrattualmente, sono effettuati i controlli di:
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 86 di 97
BS OHSAS 18001:2007

avvenuta esecuzione dei lavori,


di corretta funzionalit dellopera,
di rispetto dei requisiti tecnici (elaborati progettuali) dellopera,
mediante verifiche visive e documentali (Rapporti di cantiere). Il superamento di questi controlli attestato dalla compilazione del Rapporto di Cantiere che riporta:
firma degli operatori che hanno eseguito il lavoro;
il tipo di lavoro eseguito con lindicazione dellesito del controllo;
leventuale annotazione delle anomalie riscontrate durante lesecuzione o il controllo dei lavori.
Per tutte le attivit richiesta lispezione visiva delle aree interessate.
Le non conformit sono registrate sul Mod. 22.05 Verbale consegna lavori, dopodich DT accerta che
tutti i controlli sopra descritti siano stati eseguiti e che non si siano riscontrate Non Conformit, ovvero
che esse siano state adeguatamente risolte.
Quanto eventualmente trovato non conforme trattato in accordo ai criteri definiti al paragrafo 8.3 di questo Manuale.
Tutta la documentazione comprovante la qualit del servizio gestita dal DT secondo quanto stabilito nel
paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.

8.3

TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI PRODOTTI NON CONFORMI

La PSGI 4 definisce le attivit svolte per tenere sotto controllo i prodotti non conformi.
Le Non Conformit sono trattate come descritto di seguito.
Le condizioni di non-conformit scaturiscono generalmente da:
Deviazioni dalle prescrizioni contrattuali, norme cogenti, standard applicabili (ad esempio norme UNI,
ISO, etc.), in particolare ogni deviazione dai limiti fissati da leggi o regolamenti nazionali o locali in
campo ambientale (relativi a parametri limite per emissioni, acque reflue, suolo ed acque sotterranee,
gestione rifiuti, ecc.);
Ogni funzionamento scorretto o anomalo di impianto o apparecchiatura in grado di provocare tali deviazioni
Ogni comportamento scorretto tale da creare un potenziale rischio o danno all'ambiente
Lettura, interpretazione e applicazione inadeguata e/o poco esatta della documentazione di gestionale, tecnica e del Sistema Qualit (procedure gestionali, pratiche standard del processo di preparazione e realizzazione delle opere);
Ogni altra condizione che pu pregiudicare gli obiettivi prefissati.
Un'altra tipologia di Non Conformit ascrivibile ad inosservanze nellapplicazione del SGI, tali tipi di non
conformit sono conseguenti ad azioni di Audit e descritte nel paragrafo 8.2.2 Conduzione degli Audit
Interni

NON CONFORMIT DI SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO E/O SUI PRODOTTI/SERVIZI IN AZIENDA


Il corretto trattamento delle non conformit costituisce lindispensabile presupposto al funzionamento nel
tempo del SGI.
Lorganizzazione ha predisposto delle procedure, che riportano le responsabilit e le modalit esecutive
nel rilevare:
incidenti, infortuni, quasi incidenti, non conformit;
intervenire per mitigare ogni conseguenza derivante da incidenti, situazioni pericolose o non conformit;
mettere in atto e verificarne lefficacia delle azioni correttive e preventive individuate.
Il RSGI analizza le Non Conformit segnalate e/o riscontrate e stabilisce se siano riconducibili a problemi tecnici, comportamentali o organizzativi; e sulla base di questa analisi elabora e propone le necessarie modifiche da apportare al processo produttivo, al SGI, valuta la necessit di intervenire sul programma di informazione, formazione e addestramento.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 87 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Al verificarsi di un incidente il responsabile di funzione avvia immediatamente le azioni correttive necessarie e segnala laccaduto e lintervento attuato al RSGI ed al RSPP.
Ogni Funzione responsabile di identificare e segnalare al RSGI le condizioni avverse alla gestione aziendale in tema di qualit, ambiente e salute e sicurezza dei lavoratori, che abbiano causato e/o che
potrebbero causare non conformit e/o indurre inefficienze nel SGI.
Tali condizioni possono essere rilevate tramite rapporti relativi a:
- sorveglianza sulle attivit svolte
- non conformit, relative al prodotto, ai processi ed al SGI
- analisi dei trend delle non conformit
Il RSGI, qualora le condizioni avverse alla qualit ambientale siano significative e/o ripetitive, definisce le
azioni correttive da intraprendere ricorrendo, eventualmente, all'ausilio di tutti gli Enti aziendali interessati
alla definizione delle attivit da realizzare per l'eliminazione definitiva di tutte le cause attuali e potenziali
di non conformit.
Ogni non conformit descritta tramite l'emissione di apposito Mod. 4.01 Rapporto Non Conformit. Il
documento compilato dall' addetto che ha rilevato la non conformit ovvero dal RSGI.
La responsabilit dell'esame e della decisione in merito alla non conformit rilevata di competenza del
Responsabile della funzione interessata, previa consultazione con il RSGI.
Sono inoltre definite le modalit da seguire nella risoluzione adottata, e lannotazione delleventuale Azione Correttiva se essa ritenuta necessaria (lapertura o meno di una azione correttiva legata alla
significativit della Non Conformit riscontrata).
Le attivit di risoluzione delle non conformit sono effettuate dalle Funzioni competenti, in base alla decisione stabilit.
La risoluzione sar effettuata, a seconda della complessit e, in ogni caso a seconda di come stabilito,
con l'ausilio o meno di documentazione tecnica di supporto.
I dati caratteristici di ogni non conformit, tramite il modulo di rilevazione, sono registrati e, successivamente, consuntivati ed analizzati per valutare la necessit di promuovere eventuali azioni correttive.
Quando si accertino non conformit ai requisiti di sicurezza o di impatto ambientale nei processi, chi rileva la presenza di situazioni di tali non conformit deve:
- fare una valutazione immediata dello stato di rischio e, ove ricorrano situazioni di pericolo imminente e
grave, intervenire direttamente e tempestivamente, secondo competenza e istruzioni ricevute;
- trasmettere immediata segnalazione ai responsabili competenti.
Il responsabile della funzione che ha riscontrato la Non Conformit, previa analisi tesa a verificare se si
tratta di non conformit riguardante la sicurezza (anche del prodotto/servizio), o il rispetto di parametri
ambientali, a seguito dellazione di resa del Cliente, deve inoltrare la comunicazione di non conformit al
RSGI secondo le modalit previste dalla procedura.
Il RSGI ha quindi lincarico di avviare le successive fasi di intervento e aggiornamento della documentazione tecnica e correlazione con le attivit descritte.
Il RSGI, per ogni non conformit reale o potenziale apre unazione a seconda dei casi correttiva o preventiva e la sviluppa seguendo il flusso di Deming PDCA (Plan, Do, Check, Act).
Per le Non Conformit del SGI, si procede alla compilazione del modello di Non Conformit, insieme eventualmente ad altri documenti di supporto, deve essere portato immediatamente all'attenzione del
RSGI.
Se necessario il RSGI pianifica un incontro di analisi teso alla risoluzione del problema coinvolgendo l'emittente ed il destinatario e le altre persone eventualmente interessate, in caso di non conformit emesse
da parte di enti esterni (clienti, ente di certificazione, fornitori, ecc.).
Il Responsabile che ha emesso il rapporto, in accordo con RSGI, ha la facolt di decidere, in funzione
della gravit del problema in questione, se per la sua soluzione, necessario intraprendere un'azione
correttiva o se (in caso di problemi la cui rilevanza legata ad eventi casuali e non sistematici) fornire le
modalit di soluzione della stessa direttamente sul rapporto stesso.
Nel caso in cui per la soluzione formulata del problema sia necessario intraprendere un'azione correttiva,
il RSGI pianifica un incontro con la DGE e le altre persone coinvolte per definire le modalit di attuazione
della stessa (vedi per ulteriore informazione la Procedura PSGI05).
Appena individuata una Non Conformit in Azienda sui prodotti, questi sono identificati mediante un cartello ovvero segregati nellapposita area chiaramente delimitata e segnalata ed avviato il processo di
esame e trattamento della Non Conformit.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 88 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La Funzione Aziendale interessata, eventualmente in collaborazione con il RSGI, esamina il prodotto non
conforme e definisce ed approva la metodologia per:
risolvere il problema immediato (trattamento del prodotto non conforme);
affrontare le cause della Non Conformit (Azioni Correttiva e Preventive), secondo i criteri stabiliti nei
paragrafi 8.5.2. e 8.5.3 di questo Manuale.
Per quelle Non Conformit per le quali non si ritiene opportuno avviare azioni correttive la risoluzione deve avvenire in maniera informale entro cinque giorni lavorativi.
Le alternative per affrontare le Non Conformit a carico dei prodotti sono le seguenti:

esecuzione di ulteriori operazioni per soddisfare i requisiti specificati,

accettazione, con o senza interventi correttivi,

scarto.
Nei casi in cui la Non Conformit viene segnalata dal Committente dopo che lopera realizzata sia stata
consegnata al committente e/o dopo linizio della sua utilizzazione, si procede in conformit a quanto
previsto nella PSGI 04 Tenuta sotto controllo delle Non Conformit e dei prodotti Non Conformi, annotando la segnalazione nel Mod. 4.03 Osservazioni del Cliente e nel Registro Osservazioni (Mod. 4.02),
e gestendola come reclamo.
Nei casi in cui la Non Conformit viene riscontrata dalla EBM SRL dopo che lopera realizzata sia stata
consegnata al committente e/o dopo linizio della sua utilizzazione, lazienda si attiva, comunicandola al
committente, al fine di analizzare e risolvere il problema e di conseguenza procedere alleliminazione
delleventuale causa generatrice della Non Conformit.
Se necessario viene inoltre richiesta limmediata adozione di unadeguata Azione Correttiva (in accordo
con quanto previsto dalla PSGI 05 Azioni Correttive), atta ad impedire il ripetersi della Non Conformit.
Se la Non Conformit segnalata dal Committente, si provvede a:
a) determinare la natura della Non Conformit;
b) definire immediatamente il trattamento della Non Conformit, concordandolo con il Committente;
c) verbalizzare i dati della Non Conformit ed i risultati del trattamento.
Le fasi del processo di trattamento della Non Conformit, sia di sistema che di processo, sono sempre
registrate al fine tenerle sotto controllo e di segnalare lo stato del prodotto/servizio.
La documentazione redatta gestita secondo i criteri indicati nel paragrafo 4.2.4. di questo Manuale.

RECLAMI.
Ogni eventuale segnalazione da parte dei Clienti di presunte Non Conformit inerente lopera realizzata
per la EBM SRL, inizialmente, una Osservazione. In ogni caso DT se ne deve fare carico, adoperandosi
affinch il Committente riceva comunque adeguata risposta e ne sia soddisfatto.
Deve essere invece classificato come Reclamo levidenza oggettiva resaci dal Cliente che non sono
stati soddisfatti requisiti relativi:

al contratto di fornitura con lui definito;

allopera realizzata;

alle norme cogenti.


DT deve valutare losservazione e decidere se si tratta di una semplice lamentela o di un Reclamo propriamente detto.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

8.4

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 89 di 97
BS OHSAS 18001:2007

ANALISI DEI DATI

La nostra Societ definisce ed applica tecniche statistiche riguardo a:


analisi del Mercato con specifico riferimento al livello di qualit atteso dai Committenti (questionario
di soddisfazione del committente) ed al numero di commesse aggiudicate rispetto alle offerte emesse
sia per committenti pubblici che privati;
qualit dei lavori (sulla base dei controlli effettuati e del questionario di soddisfazione del committente);
prestazioni dei fornitori (sulla base delle verifiche di qualit, di quantit e dei tempi di consegna delle
forniture e/o delle verifiche ispettive presso la loro sede);
analisi dei difetti e delle Non Conformit;
analisi dei reclami;
livello di qualit percepito dai Committenti (questionario di soddisfazione del committente);
produttivit e redditivit del processo di esecuzione dei lavori (fatturato annuo, riportato nel piano di
miglioramento della Qualit).
Nel caso in cui la nostra Societ rilevi la necessit di applicare tecniche statistiche, la Funzione Aziendale
interessata redige appropriate istruzioni scritte, da gestire in accordo al Sistema di Gestione Integrato
stabilito da questo Manuale.
Nel caso in cui lesame statistico possa essere condotto pi efficacemente attraverso il Sistema Informatico, il Responsabile della Funzione Aziendale interessata interpella il Fornitore di Software qualificato.

8.5
8.5.1

MIGLIORAMENTO
Miglioramento Continuo

La EBM SRL considera limpiego di risorse e mezzi necessari a perseguire il miglioramento continuo come una forma di investimento.
Pertanto i Responsabili della nostra societ, assistiti dal RSGI, stabiliscono limpegno aziendale in modo
che le azioni intraprese siano efficaci e consentano un vantaggioso ritorno economico nel tempo sia per i
Committenti sia per la nostra stessa Societ.
In ogni caso la modifica di una o pi parti del Sistema di Gestione Integrato deve essere verificata dal
RSGI allo scopo di accertare il rispetto dei requisiti espressi dalla norma di riferimento.
Una volta approvata, la modifica riportata definitivamente nei documenti del Sistema di Gestione Integrato, in accordo ai criteri definiti nel paragrafo 4.2.3 di questo Manuale.
La nostra Societ, al fine conseguire il costante miglioramento dei risultati aziendali, mette in atto:
Azioni Correttive, come descritto al paragrafo 8.5.2,
Azioni Preventive, come descritto al paragrafo 8.5.3,
Piani di Miglioramento, secondo quanto descritto di seguito in questo paragrafo.
Il Piano di Miglioramento individua e quantizza obiettivi specifici da raggiungere in tempi determinati, in
funzione soprattutto dei risultati degli Audit Interni e del Riesame del Sistema di Gestione Integrato da
parte della DGE.
A tal scopo il RSGI prepara un documento, con il supporto delle Funzioni Aziendali coinvolte, per quanto
di loro competenza, e lo sottopone all'approvazione di DGE.
Esso individua:
gli obiettivi del Piano;
i parametri di riferimento ed i relativi valori attuali e da raggiungere;
le metodologie per il conseguimento degli obiettivi;
le attivit da erogare;
la loro programmazione temporale e le date delle verifiche da effettuare;
le responsabilit relative;
i documenti del SGI applicabili ed eventualmente da modificare;
tutte le informazioni rilevanti per il raggiungimento dei risultati attesi.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 90 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Il raggiungimento degli obiettivi documentato dai Responsabili, verificato dal RSGI ed approvato da
DGE.
Tutta la documentazione prodotta conservata dal RSGI in accordo ai criteri definiti nel paragrafo 4.2.4
di questo Manuale.

8.5.2

Azioni Correttive

Le Azioni Correttive hanno lo scopo di eliminare le cause delle Non Conformit, qualunque ne sia
lorigine (materiali e/o processi non rispondenti ai requisiti), quando le Non Conformit:
si verificano frequentemente e ripetutamente (errori sistematici), e/o
hanno conseguenze gravi, o comunque negative di rilievo, per la EBM SRL, in termini economici e/o
di immagine, e/o
sono state originate da una causa di fondo complessa, la quale pu aver radice nella struttura e/o
nellorganizzazione aziendale e/o nel Sistema di Gestione Integrato.
Pertanto la EBM SRL:

ricerca ed individua tali cause, relativamente alle Non Conformit inerenti non solo i prodotti,
ma anche le attivit rilevanti ai fini della Qualit e la stessa organizzazione aziendale, redigendo un apposito rapporto dove viene indicata:
Origine del problema;
Analisi del problema;
Azione correttiva o preventiva proposta;
Tempi e responsabilit;
Esito azione e verifica della sua efficacia.
stabilisce le azioni da intraprendere e le attua,
verifica che tali azioni:
siano state applicate correttamente,
abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati.
In caso contrario procede ad un nuovo esame ed attua nuove azioni fino al raggiungimento dello scopo.
Se la Non Conformit stata individuata da parte del Committente (reclamo), prima COM e quindi, su
sua informazione, il RSGI si attivano immediatamente per esaminare la Non Conformit ed intraprendere
le opportune Azioni Correttive.
Il RSGI riesamina singolarmente e complessivamente i reclami dei Committenti.
Tutte le informazioni attinenti le Azioni Correttive sono sottoposte al Riesame della Direzione, secondo i
criteri stabiliti nel paragrafo 5.6 di questo Manuale.
Vengono quindi individuate le persone responsabili dellattivit; il RSGI ha il compito di supervisionare la
corretta attuazione di essa.
La responsabilit del coordinamento, della registrazione e della verifica delle azioni correttive assegnata al RSGI, ad eccezione dei casi in cui apposite procedure interne non dispongano diversamente.
Il RSGI analizza periodicamente (o in seguito ad apposita segnalazione) le informazioni ottenute in base
all'analisi del trend delle non conformit ed all'analisi dei rapporti di audit interni ed esterni.
Sulla base di tale analisi si procede alla identificazione delle non conformit e delle irregolarit verificatesi
nell'attuazione dei processi e delle prescrizioni del SGI, caratterizzate da gravit o frequenza o costo economico rilevante.
Per tutte le non conformit pi gravi e per gli errori ripetitivi sono identificate le relative responsabilit e
l'area interessata, e conseguentemente sono proposte e richieste le necessarie azioni correttive, informandone la Direzione per la relativa approvazione e le Funzioni interessate per l' attuazione.
Tutte le decisioni prese sono opportunamente documentate in appositi modelli Richiesta di azione correttiva e Richiesta di azione preventiva, in cui sono specificate le attivit da svolgere, le relative responsabilit, la tempistica di attuazione e la funzione aziendale responsabile dell'implementazione dell'azione
correttiva.
E' inoltre pianificata una visita (follow up) per la verifica sia della chiusura che della bont della soluzione
scelta.
Il RSGI riscontra periodicamente (mensilmente) lo stato di avanzamento delle azioni correttive introdotte.
MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 91 di 97
BS OHSAS 18001:2007

La documentazione redatta trattata secondo i criteri definiti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.
La PSGI 5 definisce le attivit svolte per lapplicazione di Azioni Correttive.

8.5.3

Azioni Preventive

Le Azioni Preventive sono definite ed attuate per evitare Non Conformit potenziali, con particolare cura
per quelle che possono insorgere a causa di processi di dubbia efficacia.
Lesigenza di intraprendere Azioni Preventive pu essere determinata da:
deficienze e/od inadeguatezze riscontrate nelle diverse fasi del ciclo operativo o nel corso delle normali attivit quotidiane (evidenziate in particolare da un eccessivo numero di concessioni e/o deroghe);
risultati emersi dalle analisi periodiche portate a termine dal RSGI sulle Non Conformit, riscontrate
durante i controlli al ricevimento dei materiali e durante le diverse fasi del ciclo operativo;
risultati degli Audit condotti per controllare lattuazione e lefficacia del Sistema di Gestione Integrato
applicato;
osservazioni, richieste e/o reclami dei Committenti.
Le Funzioni Aziendali che svolgono attivit che hanno attinenza con il Sistema di Gestione Integrato applicato sono responsabili di:
individuare e segnalare al RSGI le situazioni avverse alla Qualit, lAmbiente e la Sicurezza che potrebbero causare eventi non conformi in Azienda e/o presso i Committenti;
proporre azioni idonee a rimuovere le cause che potrebbero favorire linsorgere delle Non Conformit
in modo da prevenirle.
Il RSGI, in conformit a quanto proposto, coordina il lavoro di revisione con i Responsabili Aziendali, per
stabilire la tipologia e lestensione dei provvedimenti mirati all'eliminazione delle cause potenziali delle
Non Conformit ed i controlli da effettuare per verificarne lefficacia.
Tutte le informazioni attinenti le Azioni Preventive sono sottoposte al Riesame della Direzione, secondo i
criteri stabiliti nel paragrafo 5.6 di questo Manuale.
In sede di Riesame della Direzione si comunica alle Funzioni Aziendali le decisioni prese in merito al fine
di garantire una gestione dinamica del SGI volte alla prevenzione dei problemi riscontrati.
Tutti i responsabili della gestione di processi che abbiano influenza sulla sicurezza e impatto ambientale,
sono incaricati di procedere periodicamente alleffettuazione di riesami ed analisi di tutti i dati relativi ai
parametri di sicurezza e ambiente, per puntare attraverso una attenta valutazione, a prevenire il manifestarsi di non conformit.
Alcune delle tipologie di azioni preventive che pi comunemente vengono intraprese in azienda sono:
- modifiche di processi (parametri tecnici, sicurezze)
- modifica delle istruzioni di lavoro, di validazione, di prova, ecc.
- modifica dei piani di sicurezza e gestione ambientale
- modifica delle dotazioni di sicurezza individuali o collettive
- modifica di procedure
- addestramento del personale
- introduzione di nuovi prodotti e/o materiali di rilevanza ambientale
La documentazione redatta trattata secondo i criteri definiti nel paragrafo 4.2.4 di questo Manuale.
La PSGI 6 definisce le attivit svolte per lapplicazione di Azioni Preventive.

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 92 di 97
BS OHSAS 18001:2007

9. CORRELAZIONE FRA LE NORME INTERNAZIONI ED I PARAGRAFI DEL MANUALE

9.1 CORRELAZIONE CON LA NORMA UNI EN ISO 9001:2008


Titolo 9001
SISTEMA DI GESTIONE PER LA
4
QUALIT
4.1
Requisiti generali
Requisiti relativi alla documentazione
4.2
(solo titolo)
4.2.1
Generalit
4.2.2
Manuale della qualit
4.2.3
Tenuta sotto controllo dei documenti
4.2.4 Tenuta sotto controllo delle registrazioni
Responsabilit della direzione (solo
5
titolo)
5.1
Impegno della direzione

4.3.1
4.3.1
4.3.2

Titolo capitolo
REQUISITI DEL SISTEMA DI GESTIONE
INTEGRATO
Generalit
Requisiti generali relativi alla
documentazione
Generalit
Generalit
Gestione dei documenti

4.3.3

Gestione delle registrazioni

5.

Responsabilit della Direzione

4.
4.1
4.3

5.1

Impegno della Direzione


Attenzione focalizzata ai portatori di
interesse

5.2

Attenzione focalizzata al cliente

5.1.1

5.3

Politica per la qualit

5.2

Politica del Sistema di Gestione Integrato

5.4

Obiettivi e miglioramento

5.3

Pianificazione

6.

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.1
6.2.1

Responsabilit ed autorit
Organigrammi di gestione

6.2

Rappresentante della Direzione per il


Sistema di Gestione Integrato

Comunicazione interna
Riesame da parte della direzione (solo
5.6
titolo)
5.6.1
Generalit

6.5.3

Comunicazione

5.5

Riesame della Direzione

5.5.1

Generalit

5.6.2

Elementi in ingresso peri il riesame

5.5.2

Elementi in ingresso per il riesame

5.6.3

Elementi in uscita dal riesame

5.5.3

Elementi in uscita dal riesame

Gestione delle risorse (solo titolo)

6.4

Gestione delle risorse

6.1

Messa a disposizione delle risorse

6.4.1

Messa a disposizione delle risorse

6.2
6.2.1

Risorse umane
Generalit

6.4.2

Risorse umane

5.4
5.4.1

Pianificazione
Obiettivi per la qualit
Pianificazione del sistema di gestione
5.4.2
per la qualit
Responsabilit, autorit e comunica5.5
zione (solo titolo)
5.5.1
Responsabilit ed autorit
5.5.1
Responsabilit ed autorit
5.5.2

Rappresentante della direzione

5.5.3

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

6.2.2
6.3
6.4

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Competenza, consapevolezza e
addestramento
Infrastrutture
Ambiente di lavoro

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

6.5
6.4.3
6.4.3.3

Pagina 93 di 97
BS OHSAS 18001:2007

Competenza, addestramento e
comunicazione
Infrastrutture e mezzi
Ambiente di lavoro

Sistema di Gestione Integrato BTP SPA


Titolo 9001

Titolo capitolo

Realizzazione del prodotto (solo titolo)

7.

Attuazione e controllo

7.1

Pianificazione della realizzazione del


prodotto

7.1

Pianificazione della realizzazione del


prodotto

7.2

Processi relativi al cliente (solo titolo)

7.2

Acquisizione delle commesse

7.2.1

Determinazione dei requisiti relativi al


prodotto

7.2.1

7.2.2

Riesame dei requisiti relativi al prodotto 7.2.2

7.2.3

Comunicazione con il cliente

7.2.2

7.3

Progettazione e sviluppo (solo titolo)

7.3

Progettazione

7.3.1

Pianificazione della progettazione

7.3.2

Elementi in ingresso alla progettazione

7.3.3

Elementi in uscita dalla progettazione

7.3.4

Riesame della progettazione

7.3.5

Verifica della progettazione

7.3.6

Validazione della progettazione


Modifiche della progettazione

7.3.1
7.3.2
7.3.3
7.3.4
7.3.5
7.3.6

Pianificazione della progettazione e


dello sviluppo
Elementi in ingresso alla progettazione
e allo sviluppo
Elementi in uscita dalla progettazione e
dallo sviluppo
Riesame della progettazione e dello
sviluppo
Verifica della progettazione e dello
sviluppo
Validazione della progettazione e dello
sviluppo

Determinazione dei requisiti relativi alle


commesse
Riesame dei requisiti relativi alle
commesse
Riesame dei requisiti relativi alle
commesse

7.3.7

Tenuta sotto controllo delle modifiche


della progettazione e dello sviluppo

7.3.7

7.4

Approvvigionamento (solo titolo)

7.4

7.4.1

Processo di approvvigionamento

7.4.2

Approvvigionamento e qualifica dei


fornitori
Qualifica dei fornitori

7.4.2

Informazioni per l'approvvigionamento

7.4.1

Modalit di approvvigionamento

7.4.3

Verifica dei prodotti approvvigionati

7.4.5

Verifica dei prodotti approvvigionati

7.5

Produzione ed erogazione di servizi


(solo titolo)

7.5

Produzione e controllo

7.5.1

Tenuta sotto controllo delle attivit di


produzione e di erogazione di servizi

7.5.1

Tenuta sotto controllo delle attivit di


produzione

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 94 di 97
BS OHSAS 18001:2007

7.5.2

Validazione dei processi di produzione


e di erogazione di servizi

7.5.2

Attivit di sorveglianza

7.5.3
7.5.4

Identificazione e rintracciabilit
Propriet del cliente

7.5.6
7.5.7

Identificazione e rintracciabilit
Propriet del cliente

7.5.5

Conservazione dei prodotti

7.5.8

Movimentazione ed Immagazzinamento

7.5.5

Conservazione dei prodotti

7.5.9

Conservazione dei prodotti e delle opere

Titolo 9001
Tenuta sotto controllo dei dispositivi di
monitoraggio e di misurazione

7.6
8
8.1
8.2
8.2.1
8.2.2
8.2.3

Misurazioni, analisi e miglioramento


(solo titolo)
Generalit
Monitoraggio e misurazioni
Soddisfazione del cliente
Verifiche ispettive interne
Monitoraggio e misurazione dei
processi

Titolo capitolo
8.2

Gestione dei dispositivi di monitoraggio e


misurazione

8.

Verifiche, sorveglianze e misurazioni

8.1

Sorveglianza delle prestazioni

8.6
8.7

Soddisfazione del cliente


Audit interni

7.5.3

Monitoraggio e misurazione dei processi

8.2.4

Monitoraggio e misurazione dei prodotti 7.5.4

Monitoraggio e misurazione dei prodotti

8.3

Tenuta sotto controllo dei prodotti non


conformi

8.3

Gestione delle non conformit

8.4

Analisi dei dati

5.5.2

Elementi in ingresso per il riesame

8.5
8.5.1
8.5.2
8.5.3

Miglioramento
Miglioramento continuo
Azioni correttive
Azioni preventive

5.4.2
8.4
8.5

Miglioramento continuo
Azioni correttive
Azioni preventive

9.2 CORRELAZIONE CON LA NORMA UNI EN ISO 14001:2004

4.1

Titolo 14001
REQUISITI DEL SISTEMA DI
GESTIONE AMBIENTALE
Requisiti generali

4.1

Titolo capitolo
REQUISITI DEL SISTEMA DI
GESTIONE INTEGRATO
Generalit

4.2

Politica ambientale

5.2

Politica del Sistema di Gestione Integrato

4.3
4.3.1
4.3.1

Pianificazione
Aspetti ambientali
Aspetti ambientali

5.2.1
7.5.1.1

4.3.1

Aspetti ambientali

7.2.1

Aspetti Ambientali
Analisi Ambientale
Determinazione dei requisiti relativi alle
commesse

MSGI

4.

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 95 di 97
BS OHSAS 18001:2007

4.3.1

Aspetti ambientali

7.2.2

Riesame dei requisiti relativi alle


commesse

4.3.2

Prescrizioni legali e altre prescrizioni

4.4

Prescrizioni legali

4.3.3

Obiettivi, traguardi e programma/i

5.4

Obiettivi e miglioramento

4.3.3

Obiettivi, traguardi e programma/i

5.3

Pianificazione

4.4

Attuazione e funzionamento

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

5.1

Impegno della Direzione

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.1

Responsabilit ed autorit

Titolo 14001

Titolo capitolo

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.2

Rappresentante della Direzione per il


Sistema di Gestione Integrato

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.4.1

Messa a disposizione delle risorse

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.4.3

Infrastrutture e mezzi

4.4.3
4.4.4
4.4.5

Competenza, formazione e
consapevolezza
Comunicazione
Documentazione
Controllo dei documenti

6.5.3
4.3.1
4.3.2

4.4.6

Controllo operativo

7.5.1

4.4.6

Controllo operativo

7.5.8

Movimentazione ed Immagazzinamento

4.4.6

Controllo operativo

7.1

Pianificazione della realizzazione del


prodotto

4.4.6

Controllo operativo

7.3.2

Elementi in ingresso alla progettazione

4.4.6
4.4.6

Controllo operativo
Controllo operativo

7.4.2
7.5.7

Qualifica dei fornitori


Propriet del cliente

4.4.7

Preparazione e risposta alle emergenze

7.6

Preparazione e risposta alle emergenze

4.5
4.5.1

Verifica
Sorveglianza e misurazione

8.1

Sorveglianza delle prestazioni

4.5.1

Sorveglianza e misurazione

7.5.3

Monitoraggio e misurazione dei processi

4.5.1

Sorveglianza e misurazione

7.5.4

Monitoraggio e misurazione dei prodotti

4.5.1

Sorveglianza e misurazione

5.5.2

Elementi in ingresso per il riesame

4.5.2

Valutazione del rispetto delle


prescrizioni

7.5.1.1

Analisi Ambientale

4.4.2

MSGI

6.5

Competenza, addestramento e
comunicazione
Comunicazione
Generalit
Gestione dei documenti
Tenuta sotto controllo delle attivit di
produzione

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

4.5.3
4.5.3
4.5.3
4.5.4
4.5.5
4.6
4.6

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Non conformit, azioni correttive e


azioni preventive
Non conformit, azioni correttive e
azioni preventive
Non conformit, azioni correttive e
azioni preventive
Controllo delle registrazioni
Audit interno
Riesame della direzione
Riesame della direzione

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 96 di 97
BS OHSAS 18001:2007

8.3

Gestione delle non conformit

8.4

Azioni correttive

8.5

Azioni preventive

4.3.3
8.7
5.5
5.4.2

Gestione delle registrazioni


Audit interni
Riesame della Direzione
Miglioramento continuo

9.3 CORRELAZIONE CON LA NORMA OHSAS 18001:2007


Titolo 18001
REQUISITI DEL SISTEMA DI
GESTIONE PER LA SALUTE E LA
SICUREZZA
Requisiti generali
Politica per la salute e sicurezza dei
lavoratori
Pianificazione

4.

REQUISITI DEL SISTEMA DI


GESTIONE INTEGRATO

4.1

Generalit

5.2

Politica del Sistema di Gestione Integrato

4.3.1

Identificazione dei pericoli, la valutazione e il controllo dei rischi

5.2.2

Igiene, Sicurezza e Salute dei Lavoratori

4.3.1

Identificazione dei pericoli, la valutazione e il controllo dei rischi

7.5.1.1

Analisi Ambientale

4.3.1

Identificazione dei pericoli, la valutazione e il controllo dei rischi

7.2.1

Determinazione dei requisiti relativi alle


commesse

4.3.1

Identificazione dei pericoli, la valutazione e il controllo dei rischi

7.2.2

Riesame dei requisiti relativi alle


commesse

4.3.2
4.3.3
4.3.3
4.4

Prescrizioni legali e altre


Obiettivi e programmi
Obiettivi e programmi
Attuazione e funzionamento

4.4
5.4
5.3

Prescrizioni legali
Obiettivi e miglioramento
Pianificazione

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

5.1

Impegno della Direzione

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.1

Responsabilit ed autorit

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.2

Rappresentante della Direzione per il


Sistema di Gestione Integrato

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.4.1

Messa a disposizione delle risorse

4
4.1
4.2
4.3

MSGI

Titolo capitolo

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata

Sede legale: via Campana n. 268 80078 Pozzuoli Napoli


Sede operativa: Via Masseria Vecchia n. 196
80014 Giugliano In Campania (Na)
Tel. e Fax.081 8047072 - 8047176
www.ebmsrl.com

MANUALE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA


Identificazione: MSGI
Rif. Norme

Revisione: 02
UNI EN ISO 9001:2008

Data: 06/03/2014
UNI EN ISO 14001:2004

Pagina 97 di 97
BS OHSAS 18001:2007

4.4.1

Risorse, ruoli, responsabilit e autorit

6.4.3

Infrastrutture e mezzi

4.4.2

Competenza, formazione e
consapevolezza

6.5

Competenza, addestramento e
comunicazione

4.4.3

Comunicazione, partecipazione e
consultazione

6.5.3

Comunicazione

4.4.4

Documentazione

4.3.1

Generalit

4.4.5

Controllo dei documenti e dei dati

4.3.2

Gestione dei documenti

4.4.6

Controllo operativo

7.5.1

Tenuta sotto controllo delle attivit di


produzione

4.4.6

Controllo operativo

7.5.8

Movimentazione ed Immagazzinamento

4.4.6

Controllo operativo

7.1

Pianificazione della realizzazione del


prodotto

4.4.6

Controllo operativo

7.3.2

Elementi in ingresso alla progettazione

4.4.6
4.4.6

Titolo 18001
Controllo operativo
Controllo operativo

7.4.2
7.5.7

Titolo capitolo
Qualifica dei fornitori
Propriet del cliente

4.4.7

Preparazione alle emergenze e risposta 7.6

4.5

Verifica

4.5.1

Sorveglianza e misurazione

4.5.1
4.5.1
4.5.1
4.5.2
4.5.3

Sorveglianza e misurazione delle


prestazioni
Sorveglianza e misurazione delle
prestazioni
Sorveglianza e misurazione delle
prestazioni
Valutazione del rispetto delle
prescrizioni
Incidenti, non conformit, azioni
correttive e preventive

Preparazione e risposta alle emergenze

5.5.2

Elementi in ingresso per il riesame

8.1

Sorveglianza delle prestazioni

7.5.3

Monitoraggio e misurazione dei processi

7.5.4

Monitoraggio e misurazione dei prodotti

7.5.1.1

Analisi Ambientale

8.3

Gestione delle non conformit

4.5.3

Indagine sul caso, non conformit e


azioni correttive e preventive

8.4

Azioni correttive

4.5.3

Indagine sul caso, non conformit e


azioni correttive e preventive

8.5

Azioni preventive

4.5.4
4.5.5
4.6
4.6

Controllo delle registrazioni


Audit
Riesame della direzione
Riesame della direzione

4.3.3
8.7
5.5
5.4.2

Gestione delle registrazioni


Audit interni
Riesame della Direzione
Miglioramento continuo

MSGI

EBM SRL - Area Qualit, Ambiente e Sicurezza - Riproduzione Vietata