Sei sulla pagina 1di 1

UNIVERSIT DI CATANIA - FACOLT DI INGEGNERIA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBENT. (M -Z),


INGEGNERIA ELETTRONICA (P - Z) , INGEGNERIA INFORMATICA (P - Z)
PROVA SCRITTA D ESAME DI FISICA I DEL 9 SETTEMBRE 2014
Risolvere tutti i seguenti quesiti, motivandone lo svolgimento. La prova si intende
superata con una votazione complessiva 24/40 e 4/10 in ciascun quesito.
Durante la prova scritta non permessa la consultazione di libri o appunti, n l' uso
di telefoni cellulari. E' consentito l'uso della calcolatrice.
Quesito 1. L' Ing. Valentina decide di imparare a sparare al poligono di tiro vicino l'aeroporto. La
sua istruttrice Virgi le d un'arma che espelle proiettili con velocit di 300 m/s, con cui deve mirare
orizzontalmente a dei bersagli dall'altezza di 1,50 m alla spalla. Vale si trova a una distanza di 200
m dalla rete di recinzione dell'aeroporto e si chiede se, mancando il bersaglio, non ci sia il rischio
che un proiettile oltrepassi la rete. Secondo voi possibile? Qual la distanza massima che pu
coprire il suo proiettile?
Quesito 2. A volte necessario determinare sperimentalmente il momento d'inerzia di corpi rigidi
di forma irregolare. La figura mostra il carico di un satellite posto su una piattaforma rotante. Una
massa m sostenuta da una corda di massa trascurabile avvolta attorno all'asse di raggio r della
piattaforma. La massa, lasciata cadere dalla posizione di quiete, discende di una distanza h,
acquistando una velocit v. Dimostrare come, misurando h e v, con questo apparato sperimentale si
pu determinare il momento d'inerzia Itot del sistema in rotazione, compresa la piattaforma (Ipiatt pu
poi essere sottratto per ottenere Icarico).
Quesito 3. Quale frazione del volume totale
di un iceberg emerge dall'acqua?
N.B.- La densit del ghiaccio 917 kg/m3 e
quella dell'acqua di mare 1027 kg/m3.

Quesito 4. Nelle pompe di calore una quantit di calore Q c(old) viene prelevata dal serbatoio
freddo costituito dall'aria esterna e quindi una quantit di calore Q h(ot) viene fornita al serbatoio
caldo costituito dall'aria della stanza da riscaldare. Questo si ottiene fornendo lavoro W alla
macchina dalla rete elettrica. In una pompa di calore reversibile ideale che opera fra due
temperature Tc e Th vale la relazione di Carnot: Q c /Qh = Tc /Th, come per una macchina termica.
Quindi, per la conservazione dell'energia: W = Qh - Qc = Qh (1 - Qc /Qh) = Qh (1 - Tc /Th).
Se una tale pompa ideale viene usata per scaldare una stanza che a 293 K di temperatura e il
motore fornisce 275 J di lavoro, quanto calore viene fornito alla stanza quando la temperatura
esterna (a) 273 K e (b) 263 K? Confrontare e commentare i due risultati.
(c) Un radiatore elettrico (stufa) ha in pratica un'efficienza (rendimento) del 100 % in quanto tutta
l'energia elettrica viene convertita in calore attraverso la resistenza. Dovendo pagare alla rete
elettrica i 275 J di lavoro fornito, pi conveniente usare un radiatore elettrico o una pompa di
calore? E di quanto uno pi conveniente dell'altro per il caso ideale.