Sei sulla pagina 1di 12

pag.

1 Le sfide del nuovo ciclo politico


pag. 2 La città leader dell’Alto Basento
pag. 3 Al centro dei sistemi territoriali
pag. 4 Risorse e servizi locali per lo sviluppo
pag. 5 Qualità della vita ed economia della sostenibilità
pag. 7 Una cittadinanza inclusiva ed accogliente
pag. 8 Al servizio delle persone e delle famiglie
Le profonde trasformazioni che stanno at- comprensoriale.
traversando la società lucana, segnata da Una prospettiva ambiziosa e sfidante, tanto
una crisi economica ed occupazionale senza più impegnativa in quanto il nostro Comune
precedenti, da fenomeni di spopolamento e deve fare i conti con una situazione di grave
di depauperamento delle principali funzioni restrizione delle risorse disponibili e con la
pubbliche ed amministrative (scuole, uffici necessità di collocare rapidamente le pro-
postali, strutture sanitarie, ecc.), dall’ab- prie opzioni strategiche all’interno degli
bandono di tanti giovani dai luoghi di origine, strumenti di programmazione del nuovo ci-
attratti da una speranza di futuro migliore, clo comunitario 2007-2013 (POIS, PIOT, P.O.
delineano uno scenario difficile su cui tutte FESR e P.O. FSE, PSR) in corso di definizione
le forze politiche e le classi dirigenti devono proprio in queste settimane.
interrogarsi responsabilmente. Una sfida che mette alla prova la maturità
Anche la comunità aviglianese, che per anni politica del centro sinistra aviglianese, la
ha vissuto nella convinzione che tali feno- sua capacità di valorizzare il lavoro prodotto
meni appartenessero soltanto ad altri terri- negli scorsi anni dalle amministrazioni pre-
tori, tenuta al riparo da una struttura sociale cedenti per proiettare su questa più avanzata
meno esposta ai cicli economici e forte di prospettiva un nuovo patto politico tra partiti
una storia politico-istituzionale prestigiosa e comunità, per suscitare nuove energie e
e rassicurante, percepisce la necessità di nuove motivazioni negli operatori economi-
un cambiamento radicale, dell’avvio di una ci, per sollecitare la creatività delle risorse
fase nuova che ridia slancio e prospettive intellettuali imprenditoriali più brillanti, per
alle forze vive della città, ricostruendo una riaccendere le speranze e le aspettative dei
visione di futuro orientata alla creazione di giovani.
nuove opportunità di espansione delle attivi-
tà economiche e ad una maggiore apertura Il programma elettorale dell’alleanza di cen-
ed integrazione con i territori del Vulture- trosinistra , che si candida a guidare questo
Melfese, dell’Alto Bradano, del Potentino e nuovo ciclo politico, muove dalla consapevo-
del Marmo Platano. lezza delle difficoltà oggettive da affrontare
Una visione che, nell’epoca della competi- quale premessa di un grande sforzo colletti-
zione dei territori, assume quale obiettivo vo diretto a favorire la discussione e la con-
strategico per la futura amministrazione il divisione delle scelte, all’insegna dei valori
recupero per Avigliano di un protagonismo della responsabilità, della trasparenza, del
e di un prestigio degno della sua storia e rispetto, della sostenibilità, della sobrietà,
della sua tradizionale funzione di centro di che rappresentano il patrimonio della mi-
riferimento e di erogazione di servizi a livello gliore tradizione democratica aviglianese.
L’istituzione delle Comunità Locali va ben domiciliare per gli anziani, le politiche per
oltre il riassetto territoriale delle ormai su- la non autosufficienza, la cura e l’assisten-
perate Comunità Montane e ridefinisce, in za ai diversamente abili, le politiche di lotta
maniera strutturale, il modello d’interazione alla povertà, la lotta alle devianze giovanili,
tra i territori sia sulla dimensione ammini- ecc.), nella gestione integrata dei servizi per
strativa e soprattutto in termini di program- la mobilità, nella gestione e smaltimento dei
mazione e di sviluppo condiviso per ciascuno rifiuti, nella valorizzazione turistica ed eco-
dei diversi ambiti. nomica e la relativa sostenibilità ambienta-
La scelta di promuovere un’aggregazione le, nella pianificazione legata alla viabilità ed
territoriale su una base dimensionale più alla offerta formativa e scolastica.
vasta è uno sforzo innovativo e coraggioso di In questa nuova dimensione di area vasta
superamento delle divisioni localistiche e del Avigliano è chiamata a costruire, rivendica-
nanismo istituzionale di molti piccoli Comu- re ed esercitare nei prossimi anni una vera
ni, con l’obiettivo di favorire, anche attraver- e propria leadership politico-istituzionale,
so la concertazione ed il protagonismo coo- promuovendo un nuovo spirito cooperativo
perativo, una sintesi condivisa delle singole tra i Comuni non solo dell’Alto Basento per
vocazioni territoriali nell’impostazione delle renderli protagonisti attivi del rilancio, intor-
politiche di sviluppo locale, nell’organizza- no alla realtà metropolitana della città capo-
zione ed erogazione del sistema di offerta luogo, del baricentro propulsore dell’intera
sanitario e socio-assistenziale (assistenza regione.
L’adesione del Comune di Avigliano al Pia- ti dovranno essere completati attraverso:
no strutturale metropolitano di Potenza è • il miglioramento ed il potenziamento della
stata una scelta carica di grandi potenzia- SP 30 con Potenza, della SP 6 e del colle-
lità, in quanto consente di programmare lo gamento centro-frazioni con la Potenza–
sviluppo urbanistico e la trama delle reti di Foggia che tenga conto della realizzazione
collegamento viario e su rotaia per l’intero dell’asse viario provinciale di collegamento
territorio comunale, in una logica d’inte- tra la SS 658 con la ex SS 96 bis;
grazione e di connessione che può aiutare, • di concerto con la Regione Basilicata, il
soprattutto Avigliano centro, ad uscire da potenziamento dell’offerta del servizio fer-
una condizione di isolamento e di emargina- roviario (Trenitalia per le Frazioni e FAL per
zione, ridistribuendo e riallocando funzioni il centro capoluogo, favorendo una sua inte-
collettive e punti di erogazione. grazione nel sistema di mobilità metropoli-
Il territorio di Avigliano ha una collocazione tano del capoluogo di regione) e la realizza-
peculiare e decisiva di snodo e di raccordo zione di un’arteria viaria est -ovest da San
verso i sistemi locali del Vulture-Melfese, Nicola a Baragiano Scalo e di un semianello
della valle del Bradano, del Potentino e del a perimetrazione del centro urbano di Avi-
Marmo Platano (aree vaste, che in prospet- gliano);
tiva formeranno distinte Comunità Locali). • il coinvolgimento dei Comuni del Marmo-
Questa fortunata collocazione riguarda ri- Platano-Melandro nella la realizzazione di
spettivamente la fascia di territorio che si tale trasversale, che colleghi agevolmente
colloca sulla Potenza Melfi, quella delimita- questi territori con la Potenza - Melfi, bypas-
ta dalla la SP 6 (Avigliano - S. Nicola) e dalla sando il capoluogo di regione e rilanciando
Sp 30 (Avigliano - Potenza) e servita dalle il sistema di relazioni economiche, sociali
Ferrovie Appuro Lucane (Contrada Lavango- e culturali con questi territori, tradizional-
ne) e, infine, quella interessata dalla diret- mente molto forti.
trice Appia ed Sp 6 – I tronco, verso Ruoti e Interventi che dovranno svilupparsi in coe-
Baragiano, asse sul quale sono maturi tem- renza con una pianificazione urbanistica lo-
pi e proposte per un suo definitivo rilancio e cale che deve trovare una rapida definizione
potenziamento. nell’approvazione definitiva del Regolamen-
Perciò è assolutamente vitale e prioritario to Urbanistico ed imperniarsi, per il prossi-
per l’intero territorio definire un collega- mo futuro, in una logica di recupero, aggre-
mento tra il centro di Avigliano e le frazio- gazione ed integrazione urbana delle nuove
ni che tenga conto anche degli imminenti realizzazioni.
lavori di messa in sicurezza del tracciato
stradale della SS 658 Potenza – Melfi, valo-
rizzando al massimo le opportunità derivanti
dalla realizzazione, ad opera della Provincia
di Potenza, della strada di collegamento tra
la Potenza/Melfi (svincolo di Sarnelli) e la SS
ex 96 bis verso Forenza, Acerenza, Oppido
Lucano, che permetterà di abbattere note-
volmente i tempi di percorrenza con Bari e
di apre il nostro territorio a dinamiche di in-
terscambio con l’Alto Bradano.
Gli interventi d’infrastrutturazione già avvia-
Le azioni di dinamizzazione dell’economia Associazioni aderenti alla partnership di
locale devono investire tutti i comparti pro- progetto.
duttivi, dal commercio al turismo ed ai ser- La nuova amministrazione sarà chiamata a
vizi pubblici locali. dimostrare la sua capacità di raccogliere le
A seguito dell’entrata in vigore della Legge sfide della competizione, condividendo con il
Regionale n. 23/2008 è indispensabile prov- settore privato, logiche, strategie e visioni di
vedere a dotare il Comune di Avigliano di un sviluppo, aggregando le volontà e le proget-
moderno e aggiornato Piano del Commer- tualità anche per sostenere la realizzazione
cio, puntando anche sui Programmi di qua- di forme di ospitalità diffusa.
lificazione, quali strumenti per realizzare Il Castello di Lagopesole deve diventare,
interventi integrati per l’organizzazione dei insieme al “Parco della Grancia”, al “Volo
servizi attinenti i luoghi del commercio. Da dell’Angelo” di Pietrapertosa – Castelmez-
questo punto di vista si tratta di valorizzare zano, uno dei grandi poli di attrazione di un
a pieno la posizione di cerniera del territorio sistema di offerta turistica che va ulterior-
aviglianese, introducendo forme di sostegno mente integrato con le vocazioni ambien-
alla localizzazione di insediamenti produttivi tali e paesaggistiche del complesso Monte
e sostenendo la libera iniziativa privata. Carmine-Monte Caruso ed il completamento
L’infrastrutturazione definitiva dell’area dell’intervento di ripristino del Lago di Piano
PAIP di Sarnelli e del PIP di Serra Ventaru- del Conte.
li meritano una riflessione sulla tipologica Inoltre, anche alla luce del successo degli
di iniziative imprenditoriali che potranno eventi culturali e di promozione consolida-
essere ospitate all’interno di tali spazi, in tisi nel corso di questi anni (Quadri plastici,
considerazione del fatto che mentre il PAIP Sagre ed eventi gastronomici estivi, rievo-
di Sarnelli, essendo ubicato in posizione ba- cazione nel Castello di Lagopesole, iniziati-
ricentrica lungo la direttrice Potenza–Melfi, ve della Fondazione Gianturco, promozione
potrebbe accogliere tipologie di investi- dell’artigianato artistico, ecc.), sarà neces-
mento non necessariamente di tipo mani- sario portare a completamento il Polivalente
fatturiero, quello sulla Avigliano-Potenza, di Avigliano e la Sala Cinema di Lagopesole,
se opportunamente agganciato a bandi di in modo da assicurare un’offerta culturale e
incentivazione regionali, si presta maggior- di attrazione costante durante tutto l’anno.
mente ad ospitare delocalizzazioni di attività Un complesso di azioni tutte finalizzate a
artigianali ed imprenditoriali attualmente valorizzare le produzioni locali, l’artigianato
ubicate nel centro urbano fermo restando la artistico e di servizio, la ristorazione e l’of-
possibilità di ospitare attività imprenditoriali ferta ricreativa e culturale attraverso cui
anche di altra natura. sostenere il rilancio della piccola e media
Accrescendo l’attrattività del nostro territo- imprese agricola ed artigiana che più di al-
rio, sarà possibile trasformare in vantaggio tri subisce il fardello di una crisi economica
competitivo la variegata ricchezza dell’in- lunga ed angosciante. Ma è la gestione dei
sieme delle risorse culturali, storiche, ar- principali servizi comunali (smaltimento ri-
cheologiche e naturali presenti sul territorio fiuti, trasporto pubblico locale, servizi men-
comunale, in linea con le previsioni del P.O. sa e rivolti all’infanzia, gestione impiantisti-
FESR Basilicata 2007-2013. ca sportiva, manutenzioni sul patrimonio)
Obiettivo che va perseguito dando attuazio- a meritare una rivisitazione lungimirante,
ne alla strategia delineata nel PIOT “Feudi in vista di una loro razionalizzazione ed ef-
Federiciani – Terre di Aristeo”, attraverso la ficientamento complessivo, facendo tesoro
promozione e la creazione di una rete for- delle esperienze sin qui maturate e speri-
temente connotata sotto il profilo tematico- mentando forme d’ aggregazione dei servi-
tipologico, così come è stata definita insie- zi e di concentrazione degli affidamenti sul
me agli altri 12 Comuni, agli altri enti e alle modello del global service.
La nuova amministrazione dovrà caratteriz- In particolare, nell’ambito delle linee di
zarsi, sin dal suo insediamento, per la pre- sviluppo delineate dagli strumenti di piani-
disposizione di un piano articolato anche su ficazione urbanistica, l’Amministrazione in-
più annualità, per la definizione di program- tende dare priorità ad istanze avvertite con
mi d’intervento finalizzati alla riqualificazio- immediatezza dalla nostra comunità:
ne e al decoro urbano sul centro capoluo- • sistemazione della viabilità interna;
go e nelle frazioni, attraverso interventi di • revisione dei piani di recupero e rilancio
manutenzione e d’incentivazione pubblica del ruolo dei centri storici di Avigliano e La-
anche per il recupero del patrimonio edilizio gopesole (attraverso l’implementazione di
del centro storico e la realizzazione di forme politiche di incentivazione fiscale, la previ-
di ospitalità diffusa. sione di strutture integrate pubblico-private
L’obiettivo finale è una riorganizzazione per la realizzazione di parcheggi pubblici e
complessiva ed una attenzione maggiore autorimesse private, ecc);
verso la cura del patrimonio e dell’arredo • estensione della rete di distribuzione del
urbano, che insieme a servizi più efficienti metano e della pubblica illuminazione.
testimoni un impegno maggiore dell’ammi- Il territorio comunale è caratterizzato per la
nistrazione ai bisogni quotidiani ed livello di quasi totalità da aree rurali, ed è indispen-
qualità della vita percepita dai parte dei cit- sabile valorizzare il ruolo degli imprenditori
tadini aviglianesi. agricoli per la cura e la manutenzione della
Innalzamento del livello di qualità della vita, viabilità rurale (taglio dell’erba, pulizia delle
che nelle zone rurali di esprime anche attra- cunette, sgombero neve ecc), attraverso lo
verso una più capillare diffusione delle reti e strumento della pluriattività in agricoltura
dei servizi pubblici locali e nella sistemazio- previsto dalla legge 97/94 e dal D. Lgs.n.
ne della viabilità minore. 228/2001, nonché promuovendo il manteni-
mento un tessuto sociale vitale nelle zone delle frazioni di carta, plastica, vetro e allu-
rurali, utilizzando le opportunità previste dal minio sostenuto da nuove campagne di sen-
Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013. sibilizzazione ed un generale miglioramento
L’insostenibilità degli attuali modelli di del sistema di gestione degli R.S.U.;
produzione e consumo ha generato forme • potenziamento nell’utilizzo di fonti energe-
significative di sperequazione sociale ed tiche rinnovabili (fotovoltaico, solare, termi-
ambientale, che sollecitano il senso di re- co, eolico, compostaggio), con ricadute sulla
sponsabilità dei decisori politici. collettività in termini occupazionali e di qua-
Il problema della crescente scarsità di ri- lità dei servizi (reinvestimento degli introiti
sorse naturali ed energetiche e quello del- della produzione energetica);
lo smaltimento dei rifiuti che si originano • repowering del parco eolico esistente, con
sia dalla produzione che dal consumo sono possibile incremento delle royalties inca-
sempre più sentiti e connessi con l’esigenza merate dal Comune;
della tutela ambientale. Le attività di pre- • incentivi al ricorso all’edilizia di qualità a
lievo e di restituzione dei materiali vanno ridotto impatto energetico ed ambientale.
rigorosamente controllate nell’ambito dello Inoltre, l’intero territorio comunale è inte-
sviluppo sostenibile. La sostenibilità am- ressato da un’istanza di permesso di ricerca
bientale deve rappresentare il fondamento di idrocarburi, su cui è necessario monito-
della politica, nel più piccolo comune come rare l’evoluzione futura, garantendo la mas-
nella più grande nazione: occorre una svol- sima partecipazione dei cittadini nelle defi-
ta sia in termini di gestione dei rifiuti che di nizione delle scelte di politica-ambientale,
energia. in una logica di trasparenza e condivisione
In quest’ottica si inserisce la proposta di dell’azione amministrativa.
sviluppare in tutto il territorio comunale
un percorso di potenziamento dei servizi di
raccolta dei rifiuti e di incremento dei flus-
si di raccolta differenziata sperimentando,
ove possibile, la raccolta “porta a porta”
mediante stazioni ecologiche fisse e mobi-
li. Occorrerà altresì sviluppare una raccol-
ta separata degli scarti organici mediante
impianti di compostaggio per il trattamen-
to della frazione umida riducendo ulterior-
mente la quantità di rifiuti conferiti in disca-
rica e negli inceneritori, con conseguente
diminuzione sia dei costi di smaltimento
che dell’inquinamento ambientale, coeren-
temente con le azioni poste in essere dagli
enti competenti (Provincia, ATO rifiuti).
L’Amministrazione si impegnerà ad adottare
strumenti idonei (linee guida e regolamenti
ad hoc) e forme di incentivazione volte a fa-
vorire il risparmiare energetico e la riduzio-
ne di emissioni inquinanti.
Il percorso prefigurato muove dalla neces-
sità di preservare l’integrità del nostro ter-
ritorio, in un’ottica di nuova occupazione e di
miglioramento della qualità nell’erogazione
di alcuni servizi:
Il mix di strumenti da mettere in campo pos-
sono essere così sintetizzati:
• incremento dei flussi di raccolta differen-
ziata dei rifiuti solidi urbani, attraverso il
potenziamento del sistema di separazione
A seguito della riforma costituzionale del re nell’immobile di proprietà di Patrimonio
2001, i Comuni non sono più delle mere arti- S.p.a.;
colazioni dello Stato centrale, ma sono Enti • potenziamento dell’asilo nido comunale
posti su un piano di pari dignità istituzionale, di Avigliano centro ed istituzione di un asilo
in un nuovo assetto delle relazioni tra Stato comunale di carattere comprensoriale nel-
e autonomie che delinea un sistema poli- le frazioni (con contestuale istituzione di un
centrico strutturato su una pluralità di livelli baby parking);
istituzionali, reciprocamente autonomi e do- • centri di socializzazione per anziani, per
tati di propri poteri normativi, amministrativi persone diversamente abili e per giovani,
e finanziari, secondo i principi di sussidiarie- che integrino quelli in corso di realizzazione
tà, differenziazione, e adeguatezza. nell’ambito del progetto “LUDICA”.;
Il Comune, quindi, è il livello di governo più • realizzazione di postazioni informatiche a
vicino ai cittadini e alle imprese; è il “luogo disposizione dei cittadini presso la sede co-
amministrativo” delle scelte dei bisogni di munale di Avigliano e presso la delegazione
tutti i giorni, è il punto di riferimento per i di Lagopesole per agevolare l’accesso ad
problemi quotidiani. internet;
Di qui la centralità dei servizi alla persona ed • ottimizzazione del sito internet istituzio-
alla famiglia. nale per garantire la massima trasparenza
La nuova Amministrazione dovrà prosegui- dell’azione amministrativa con pubblicazio-
re nel lavoro compiuto in questi anni per la ne degli atti e provvedimenti adottati secon-
realizzazione, sull’area del Monastero, di un do quanto previsto dal Codice dell’Ammini-
polo di servizi culturali e sociali che, a parti- strazione Digitale;
re dalla delocalizzazione della Casa di Ripo- • connettività ad internet su tutto il territorio
so, aggreghi intorno ad essa altre iniziative (ADSL e WI-FI).
e servizi nell’ambito del terzo settore, del
volontariato e del privato sociale (con spazi Nel contempo, si punterà al consolidamento
destinati alla residenzialità per anziani non della presenza di strutture sanitarie e socio-
autosufficienti, centro diurno per anziani, sanitarie della Azienda Sanitaria di Potenza,
centro di lotta alle devianze giovanili); nel a partire da quelle in corso di attivazione
solco del percorso già avviato dalle prece- (come il Distretto della Salute), grazie anche
denti Amministrazioni, che hanno assunto alle risorse rese disponibili dal Programma
quale obiettivo prioritario l’erogazione di integrato di offerta dei servizi, da mettere a
servizi in favore dei giovani e delle fasce de- servizio dell’intero hinterland.
boli della popolazione. In un tale contesto dovranno essere ripresi e
rilanciati alcuni importanti progetti (Centro
In quest’ottica è già prefigurato un program- per le Neuroscienze, Centro di documenta-
ma articolato di interventi che prevede, tra zione sull’immigrazione, Corsi per profes-
l’altro, la realizzazione di: sioni sanitarie della ASP), al fine di poten-
• interventi di riqualificazione urbanisti- ziare in maniera stabile ed organica queste
ca per la creazione di strutture destinate funzioni, sviluppando ulteriormente la capa-
all’edilizia sociale; cità di attrazione di utenza esterna intorno a
• un polo di erogazione di servizi di caratte- cui attivare sinergie importanti con il tessuto
re socio-assistenziale e sanitario, da ubica- economico locale.
L’intero sistema delle politiche per la fa- Un obiettivo che chiama alla partecipazione
miglia, per l’infanzia, per l’adolescenza e diretta docenti, dirigenze scolastiche, fami-
giovanili, dovrà assumere un ruolo fonda- glie ed attori del sistema educativo, insieme
mentale nell’azione di governo della nuova ai quali sviluppare programmi di sensibiliz-
amministrazione. zazione per la lotta alle devianze giovanili
Oltre al rafforzamento dell’offerta di asili (che hanno ormai superato il livello di guar-
nido (uno al centro e uno nelle frazioni) ne- dia) e la condivisione più ampia possibile
cessaria per venire incontro alle esigenze di sulle scelte strategiche in materia di politi-
molte giovani coppie si avverte la necessità che scolastiche e giovanili.
di sostenere azioni specifiche a difesa delle Come pure si ritiene strategico valorizzare
fasce più deboli della popolazione (famiglie l’enorme patrimonio di associazioni cultura-
numerose, anziani, disoccupati), integran- li, sportive e di volontariato sociale presenti
dole con gli interventi regionali (Programma su tutto il territorio aviglianese, investendo
di contrasto alla povertà, assegno di cura) e sulla loro capacità di coinvolgimento e di
rafforzando il sistema di protezione sociale proposta che deve trovare un riconoscimento
soprattutto in una fase di grave crisi econo- ancora maggiore nella redazione del nuovo
mica ed occupazionale. Statuto Comunale, la cui approvazione dovrà
Di concerto con le strutture ed i servizi avvenire entro un anno dall’insediamento e
socio-sanitari della ASP in corso di imple- costruendo insieme ad esse una rete diffusa
mentazione, la realizzazione di un Centro di di partecipazione e di confronto aperto sulle
ascolto rivolto ai soggetti più deboli e in dif- questioni più rilevanti.
ficoltà concorrerà a rafforzare la vicinanza Il mondo dell’associazionismo dovrà essere
della amministrazione e delle figure profes- il protagonista principale nella attuazione
sionali presenti verso le situazioni più gravi, delle politiche giovanili e di settore, nella
evitando che queste possano degenerare in gestione di impianti e di luoghi di aggrega-
fenomeni di degrado e di emarginazione so- zione giovanile e nella produzione di eventi
ciale. culturali di qualità attraverso cui restituire
Gli investimenti nella istruzione e nella ri- prestigio e visibilità ad Avigliano.
qualificazione e messa in sicurezza degli Infine la presenza significativa di residenti
spazi educativi, sarà finalizzato alla apertu- di altre nazionalità anche nella nostra co-
ra delle strutture scolastiche ai ragazzi ed munità richiede una attenzione specifica
alla cittadinanza, con programmi finalizzati finalizzata a incoraggiare e a rafforzare i
al miglioramento dell’offerta extra-didattica processi di integrazione culturale e sociale,
ed educativa, capaci di esaltare la missione prevedendo la istituzionalizzazione della fi-
di luogo fisico di formazione dei giovani, di gura del mediatore culturale e favorendo la
aggregazione giovanile e di centro propulso- costituzione di una Consulta degli immigra-
re per la crescita sociale, culturale e di spe- ti che ne rappresenti le istanze e ne faciliti
rimentazione verso le nuove generazioni. l’interlocuzione con le istituzioni locali.