Sei sulla pagina 1di 4

Mosler W Piano per lindipendenza monetaria del Quebec

Piano per lindipendenza monetaria del Quebec


Warren Mosler ha scritto questo documento nel 1997, quattro anni prima che l'Italia adottasse
l'Euro. Nel 2013, sedici anni dopo, questo piano per il ripristino della sovranit monetaria e
raggiungimento della piena occupazione ancora una delle sintesi pi significative ed accessibili
oggi esistenti della Modern Money Theory.
Un programma per lindipendenza monetaria (del Quebec): la visione anticonformista di un
investitore americano
di Warren Mosler

I politici canadesi e i media descrivono la comunit finanziaria internazionale come unanime nel
condannare non solo lindipendenza politica del Quebec, ma soprattutto la possibilit che
emetta una sua propria moneta. Temendo la situazione di incertezza che lemissione di tale
moneta potrebbe comportare, specialmente nella comunit finanziaria internazionale, i politici
sovranisti (favorevoli all'indipendenza del Quebec ndr) hanno sempre visto con favore lidea di
ununione monetaria con il resto del Canada e dunque il mantenimento del dollaro canadese.
Infatti, nonostante i numerosi problemi nati in Europa con ladozione del trattato di Maastricht, i
sovranisti del Quebec hanno indicato la UEM (Unione Economica e Monetaria dellUnione
Europea) come il modello da adottare nelleventualit dellindipendenza politica del Quebec.
Data la mia scarsa conoscenza delle questioni politiche in gioco, non mi considero
necessariamente a favore della separazione del Quebec, ma in quanto membro di questa
comunit di investimento internazionale dove milioni di dollari sono maneggiati dalla nostra
organizzazione ogni giorno, credo che una tale posizione nei confronti di ununione monetaria
sia sbagliata. Come succede in Europa, lunione monetaria implicher essenzialmente ununione
politica, giacch in ultima istanza le autorit fiscali nazionali dovranno attenersi alle decisioni
burocratiche della autorit monetaria sovranazionale. Per questa ragione la posizione sovranista
in qualche modo contraddittoria su questo argomento dato che, abbracciando lunione
monetaria, il Quebec garantir lo status quo preesistente sia in campo monetario che fiscale. Mi
stato riportato che questa questione era alla base dei maggiori dibattiti tra i primi ministri
Bourassa e Parizeau circa venti anni fa. Perch passare attraverso il processo della separazione
dal resto del Canada se, quando si tratta di questioni cruciali pertinenti leconomia, tutto ci
che i politici sovranisti stanno offrendo a quanto pare qualcosa di gi simile allo status quo?
Contrariamente allopinione diffusa, io credo che se agli abitanti del Quebec fosse stato offerto
un programma credibile che riguardasse ladozione di una moneta propria, al referendum
indetto nellottobre del 1995 ci sarebbe effettivamente potuto essere un S vincente, e anche
con un margine di vittoria importante. Nonostante non possa risolvere tutti i problemi che si
trovano a dover affrontare gli abitanti del Quebec, vorrei suggerire tale programma. Questo un
programma attuabile e prevede che la nuova moneta sia supportata senza tasse aggiuntive, IVA,
o qualsiasi altra tassa di transazione che potrebbe ridurre il welfare della comunit. Inoltre, la
nuova moneta verrebbe istituita in modo da permettere alleconomia del Quebec di avvicinarsi
sia a una stabilit dei prezzi, sia alla piena occupazione, sia al rendere agevoli tassi di interessi
molto bassi. E da ultimo, ma non per importanza, il programma per questa nuova valuta che, in
mancanza di un termine migliore, chiamer La Fleur, qualcosa di comprensibile per ogni
cittadino e sostenibile da ogni economista.
Il prerequisito di questo programma che, nelleventualit dellindipendenza del Quebec, tutte
www.retemmt.it

Mosler W Piano per lindipendenza monetaria del Quebec

le nuove tasse siano pagate in Quebec Fleurs. Solamente le passivit gi esistenti verrebbero
ancora pagate in dollari canadesi. Poich lIVA e altre tasse di transazione, inclusa la famigerata
tassa sui beni e sui servizi (Goods and Services Tax), tendono a scoraggiare le persone dallo
scambiare beni e servizi lun laltro, e richiedono altissimi costi per la contabilit e per la stessa
esecuzione di tali scambi, verranno sicuramente eliminate. Al loro posto, io propongo una tassa
nazionale sulla propriet. Ovviamente, dato che si tratta di un immobile, in un modo o nellaltro
tutti pagherebbero una tassa sulla propriet: o direttamente, in quanto proprietari di un
immobile, oppure sotto forma di affitti pi alti.
La tassa nazionale sulla propriet potr essere pagata solo in Fleurs. Non sarebbe necessario
mantenere alcuna contabilit al di fuori del sistema di registrazione della propriet gi
esistente. Nel caso in cui la tassa non venisse pagata, il governo semplicemente venderebbe la
propriet a prescindere da chi sia il proprietario. Ovviamente lautorit fiscale potrebbe
permettere delle esenzioni dalle tasse, come ad esempio nel caso di donazioni a istituzioni di
carit, se gli elettori esprimessero il desiderio che ci avvenisse. importante notare,
comunque, che la tassa pagabile in Fleurs, ma nessuno ancora possiede alcun Fleur, fatta
eccezione per lo Stato del Quebec, che ne pu emettere quanti ne desidera. La popolazione, e
in particolare i proprietari di immobili, comincerebbero subito ad accettare i Fleurs in
pagamento. Il valore del Fleur dipender da quanto il governo decider di essere disposto a
pagare per i suoi acquisti, dato che sa che il settore privato ha bisogno dei suoi Fleurs per
pagare le nuove tasse.
Fermiamoci ora un attimo ad esaminare alcune cose:
1) Lo stato del Quebec non pu riscuotere alcun Fleur prima di averne spesi dato che nessuno ne
in possesso.
2) Contrariamente a quello che viene normalmente spacciato dai politici, lo Stato non riscuote
Fleurs cos da poterli spendere. Lo Stato tassa in modo che il settore privato abbia bisogno di
Fleurs e di conseguenza ci siano persone che vogliano scambiare beni e servizi reali con i Fleurs
di cui hanno bisogno.
3) Il governo dovr prevedere di spendere ALMENO tanti Fleurs quanti ne necessita il settore
privato per pagare le tasse.
4) Il governo potr prevedere di spendere pi di quanto poi imposto con le tasse al fine di
lasciare ai cittadini dei risparmi dopo la riscossione delle stesse.
Per far s che la nuova valuta si stabilizzi efficacemente, io suggerisco inoltre che lo Stato
innanzitutto fissi un salario pagato a chiunque sia disposto a lavorare per lo Stato. Il risultato di
questo impegno da parte del governo sarebbe essenzialmente quello di eliminare la
disoccupazione non volontaria e stabilire un salario minimo senza una ulteriore legislazione o
intrusione nel settore privato. Questo darebbe anche un effettivo valore al Fleur espresso in
termini di tempo lavorativo.
Al mercato pu essere concesso di stabilire tutti gli altri prezzi nell'acquisto o vendita di altri
beni e servizi nell'ambito delle modalit alternative pubblicamente a disposizione per poter
ottenere il servizio di Stato-basic denominato in Fleurs.
A questo punto introdurr un po di aritmetica per illustrare come lo Stato otterr i beni e
servizi reali di cui necessita al fine di governare in modo appropriato la nuova nazione.
Consideriamo un esempio ipotetico dove le nuove tasse consolidate sulla propriet e sul reddito
ammontino a 100 miliardi di Fleurs. Lo Stato deve prevedere di spendere almeno lo stesso
www.retemmt.it

Mosler W Piano per lindipendenza monetaria del Quebec

ammontare di denaro, visto che i proprietari non hanno altri mezzi per ottenere Fleurs. Se lo
Stato offrisse 10.000 Fleurs come salario minimo e non spendesse altro, sarebbe
ragionevolmente certo che almeno 10 milioni di lavoratori farebbero domanda per un lavoro
statale retribuito con salario minimo (100 miliardi diviso 10.000 = 10 milioni). Lo Stato per non
vuole 10 milioni di lavoratori (soprattutto dato che nel nostro esempio ipotetico questo numero
eccederebbe quello dellintera popolazione del Quebec!); vuole piuttosto altre cose che saranno
vendute dal settore privato (come soluzioni alternative al fine di guadagnare Fleurs per pagare
le tasse). Ammettiamo che lo Stato spenda 99 miliardi di Fleurs ai prezzi di mercato, e compri le
altre cose di cui davvero ha bisogno, incluso forza lavoro specializzata e materiali necessari per
il sistema legale, la difesa, leducazione, il sistema sanitario e altri servizi governativi. Il settore
privato ora avrebbe bisogno solo di un ulteriore miliardo di Fleurs per pagare le tasse, cos ci si
aspetta che un minimo di solamente 10.000 lavoratori facciano domanda per il lavoro.
Ovviamente ci sar allinterno del settore privato una domanda di liquidit e altre attivit che
portano a una domanda di risparmio netto.
Questa domanda generalmente corrisponde ad un importo considerevole. Supponiamo che
questo desiderio di guadagnare ammonti a 5 ulteriori miliardi di Fleurs. Questo sar dimostrato
da un ulteriore 500.000 lavoratori a salario minimo che fanno domanda per un lavoro nel settore
pubblico, per un totale di 600.000. In ogni caso, pi lo Stato abbassa il salario minimo,
avvicinandolo a quello di mercato, pi basso sar il numero di coloro che cercano un lavoro con
il salario minimo. Nel caso in cui ci siano troppe persone alla ricerca di un lavoro statale, le
tasse possono essere ridotte o altre spese da parte dello Stato possono essere incrementate fino
a che il numero di lavoratori statali si riduca fino al livello desiderato.
E per quanto riguarda i tassi di interesse?
Con questo sistema, lo Stato non deve pagare interessi, anche nel caso in cui spenda pi di
quello che tassa. importante notare che lo Stato non ha bisogno di prendere in prestito per
poter spendere pi di quello che tassa, poich semplicemente emette moneta, o accredita un
conto corrente di qualcuno quando quella persona desidera vendere qualcosa in cambio di
Fleurs. La chiave di tutto ci che ci sar stabilit nei prezzi a condizione per che lo Stato non
spenda cos tanto ai prezzi del mercato da far s che nessuno cerchi pi lavoro nel settore
pubblico. In altre parole, c stabilit dei prezzi fintanto che lo Stato non spende pi Fleurs di
quelli che i cittadini, coloro cio che pagano le tasse, decidono di volere.
E dal momento che lo Stato richiede sempre che al margine sia necessario l'esercizio di un
servizio di Stato per ottenere i Fleur desiderati, il valore dei Fleur uguale al valore dell'orario
lavorativo della persona che deve lavorare avendo come retribuzione il salario minimo dello
Stato per procurarsi i Fleur.
Nella situazione in cui lo Stato spende pi di quello che tassa, i Fleurs extra saranno
probabilmente destinati a giacere come depositi in eccesso nel sistema bancario. Questa una
condizione che porter, come qualsiasi altro economista potr confermare a tassi di interesse a
breve termine estremamente bassi, forse ancora pi bassi di quelli visti in Giappone negli ultimi
anni. Il tasso di base, per esempio, ci si potrebbe aspettare che sia intorno al 3,5%. I regolatori
del sistema bancario dovranno ovviamente continuare a mantenere le loro rigide linee guida
sulla gestione dei capitali e sui requisiti relativi al credito al fine di evitare che le banche
speculino con il denaro assicurato dei depositari, come fanno oggi. Se lo Stato dovesse
desiderare tassi di interesse pi alti per una qualsiasi ragione, avr sempre lopzione di offrire il
pagamento di un tasso di interesse di base maggiore sulle riserve bancarie custodite nella banca
centrale.
www.retemmt.it

Mosler W Piano per lindipendenza monetaria del Quebec

Con questo programma elementare, il nuovo Stato del Quebec potrebbe istituire e mantenere la
propria valuta. Lo Stato sarebbe in grado di acquistare il necessario per poter governare la
nazione e allo stesso tempo mantenere piena occupazione e la stabilit dei prezzi. Inoltre, si
verificherebbe un aumento automatico del benessere economico per via delleliminazione degli
effetti economicamente ingabbianti dellIVA come: diminuzione delle transazioni, costi di
conformit tecnica e costi di esecuzione. Non ci sarebbero motivi per limitare il libero mercato,
soprattutto sotto il NAFTA (North America Free Trade Agreement - Accordo nordamericano per il
libero scambio, NDT), e lo Stato permetterebbe la libera circolazione dei Fleurs. Non c dubbio
che inizialmente sui mercati di scambio stranieri la nuova moneta si trover ad affrontare una
certa speculazione, ma in ultima istanza il valore del Fleur si stabilizzerebbe intorno al suo reale
valore d'acquisto, cio il lavoro statale a salario minimo. E un miglioramento della produttivit
di quei lavoratori statali attraverso la loro formazione, il sistema sanitario, etc. servirebbe per
migliorare il valore del Fleur nel lungo periodo.
(Vorrei ringraziare per il suo aiuto il Prof. Mario Seccareccia)
[traduzione a cura di Federica Casati]

www.retemmt.it