Sei sulla pagina 1di 4

Colt Castle Book Fellowship

Associazione Culturale
Statuto

Art. 1 Denominazione
costituita una associazione culturale denominata COLT CASTLE BOOK FELLOWSHIP, per
brevit solo C.C.B.F., con sede in Sanremo.
Art. 2 Insegne
La C.C.B.F. porta un blasone cos composto: Partito dazzurro e dargento, allaquila di nero
attraversante, imbeccata e legata a trifoglio doro, linguata di rosso e caricata in petto di una
C doro. I colori sociali sono gli stessi della citt di Sanremo. I membri effettivi potranno
portare la propria arme gentilizia o altra di nuova adozione purch concepita secondo le regole
araldiche.
Art. 3 Scopi e oggetto dellassociazione
Lassociazione COLT CASTLE BOOK FELLOWSHIP non ha scopo di lucro e persegue
esclusivamente finalit di ricerca e divulgazione culturale. La sua attivit principale consiste
nello studio e nella raccolta di documentazione libraria e documentaria inerente la Storia e la
Bibliofilia, sia in senso locale che generale. La C.C.B.F. si prefigge la costituzione di una
biblioteca specializzata in storia locale, araldica e altre discipline ausiliarie della storia,
letteratura antica e medievale, scienze religiose, saggistica e manualistica sulla cultura
tradizionale, le arti, la musica. La raccolta libraria potr essere alloggiata in locali del Centro
Storico andando a costituirsi come Piccola Biblioteca della Pigna. La biblioteca verr
costituita con lapporto dei Soci mediante donazioni e cessioni. Allo scopo di conseguire le
finalit di ricerca e studio la C.C.B.F. pu promuovere iniziative ed eventi, cos come attivit
editoriale e divulgativa, cercando la collaborazione di enti culturali istituzionali o altre
associazioni operanti sul territorio.
Art. 4 Patrimonio
Il patrimonio dellassociazione costituito dalle quote versate dai soci, da ogni eventuale
donazione o contributo da parte di enti pubblici e privati nonch da eventuali eccedenze di
bilancio.
Art. 5 Associati
Possono chiedere di essere ammessi come soci tutte le persone fisiche che siano interessate agli
scopi dellassociazione. Le domande di ammissione saranno esaminate dal Consiglio Direttivo.
I Soci sono distinti in tre categorie:
a) Membri Effettivi, che sono i Fondatori ed altri soci ordinari;
b) Membri Onorari, nominati dal Consiglio Direttivo in persone che, per meriti scientifici e
virt comportamentali, possano illustrare il Novero della associazione;
c) Membri Benemeriti, nominati dal Consiglio Direttivo in persone che abbiano acquisito
particolari meriti;
d) Membri Aderenti, che sono soci simpatizzanti e sostenitori delle attivit promosse, e
fruitori dei servizi culturali offerti.
Gli associati di cui alle categorie a) e c) sono tenuti al versamento di quote annuali di
adesione, il cui rinnovo di anno in anno libero e senza alcun vincolo. La quota stabilita, in
misura e modalit, dallAssemblea dei Soci. La quota associativa intrasmissibile e non
rivalutabile.

Art. 6 Organi dellAssociazione


Sono organi dellAssociazione:
a) lAssemblea Generale dei Soci;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) il Conservatore.
Art. 7 Assemblea Generale
I compiti dellAssemblea ordinaria sono:
a) deliberare sullindirizzo generale dellattivit e della gestione dellassociazione;
b) approvare annualmente il bilancio preventivo ed il rendiconto dellesercizio precedente;
c) stabilire la composizione numerica del Consiglio Direttivo ed eleggerne il Presidente ed i
componenti.
AllAssemblea Generale, organo sovrano dellassociazione, possono intervenire tutti i Membri
Effettivi in regola con il pagamento della quota sociale; le altre classi di associati possono
parteciparvi in qualit di consultori. Tutti i membri che abbiano compiuto il diciottesimo
anno det e abbiano almeno sei mesi di anzianit hanno diritto ad un voto, senza alcuna
limitazione riguardo alla temporaneit della loro partecipazione. La limitazione del diritto di
voto in base allanzianit non vale per le decisioni concernenti lapprovazione o la modifica
dello Statuto e dei regolamenti, nonch per la nomina degli organi direttivi. In Assemblea i
membri possono farsi rappresentare da altri soci mediante delega scritta, ma ogni socio non
potr rappresentare pi di altri due soci.
LAssemblea delibera a maggioranza semplice degli intervenuti presenti o rappresentati. Le
delibere dellAssemblea devono rimanere depositate presso la sede affinch gli associati
possano prenderne visione.
La convocazione dellAssemblea va fatta mediante affissione dellavviso alla porta della sede
sociale almeno dieci giorni prima di quello fissato per ladunanza. Nellavviso di Assemblea
dovranno essere elencati gli argomenti allordine del giorno.
La convocazione dellAssemblea straordinaria pu essere fatta dal Presidente o da almeno un
quinto dei Soci effettivi per deliberare sulle modifiche al presente Statuto o sullo scioglimento
dellassociazione.
Art. 8 Consiglio Direttivo
Sono compiti del Consiglio Direttivo:
a) curare il raggiungimento dei fini per cui stata costituita lassociazione;
b) attuare le delibere dellAssemblea;
c) deliberare sulle domande di ammissione di nuovi associati;
d) predisporre annualmente il bilancio preventivo ed il rendiconto dellesercizio precedente;
e) deliberare sulla decadenza e sullesclusione degli associati;
f) deliberare in ordine al funzionamento di ogni altro organo dellassociazione.
Il Consiglio Direttivo, convocato dal Presidente, si compone di un numero dispari di membri
compreso tra i tre e i nove, secondo quanto, di volta in volta, stabilito dallAssemblea, che
determiner anche la durata del loro incarico. Se vengono a mancare uno o pi membri del
Consiglio, i rimanenti provvedono alla sostituzione cooptandone dei nuovi, a meno che non
venga meno la maggioranza dei membri eletti dallAssemblea. In tal caso dovr procedersi
alla nomina integrale di un nuovo Consiglio da parte dellAssemblea.
Il Consiglio Direttivo decade qualora il Presidente, per qualsiasi ragione, cessi il proprio
incarico. In tal caso lAssemblea nelleleggere il nuovo Presidente provvede anche allelezione
del nuovo Consiglio.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono validamente costituite con la presenza della met pi
uno dei componenti, e delibera a maggioranza semplice dei presenti. In caso di parit di voti,
prevale quello del Presidente.
Art. 9 Presidente
Il Presidente ha la legale rappresentanza dellassociazione di fronte a terzi e in giudizio. Egli
presiede e convoca lAssemblea Generale e il Consiglio Direttivo, firmandone i relativi verbali.
Ha la responsabilit di far eseguire le deliberazioni adottate dagli organi dellassociazione,
assicurando lo svolgimento organico ed unitario dellattivit della stessa.
Il Presidente pu delegare ad altri parte delle proprie funzioni. In caso di suo impedimento
definitivo, per qualsiasi ragione, viene sostituito dal Vice Presidente con poteri limitati alla
gestione ordinaria, fino alla successiva Assemblea Generale che provveder allelezione del
nuovo Presidente e del Consiglio Direttivo.
Nessuna carica retribuita. Il Consiglio Direttivo pu stabilire il rimborso delle spese
sostenute dagli associati incaricati di svolgere qualsiasi attivit in nome e per conto
dellassociazione.
Art. 10 Conservatore
il funzionario interno cui spetta la custodia e la gestione ordinaria dei beni documentari e
librari dellAssociazione; sulla base delle linee-guida indicate dal Consiglio Direttivo il
Conservatore intraprender ogni iniziativa per la manutenzione e laccrescimento del
patrimonio culturale della C.C.B.F., presiedendo alle operazioni di catalogazione e alla
fruizione dei fondi, nellottica della pubblica consultazione degli stessi, specialmente da parte
di studiosi e ricercatori. Le norme di gestione della biblioteca e dellarchivio e della loro
fruibilit verranno stabilite in apposito Regolamento elaborato dal Consiglio ed approvato in
Assemblea.
Art. 11 Divieto di distribuzione di utili
Lassociazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione,
nonch fondi, riserve o capitali, salvo che la loro distribuzione o destinazione non siano
imposte dalla legge.
Leventuale avanzo di gestione annuale dovr essere impiegato per la realizzazione delle
finalit istituzionali o di attivit a queste ultime direttamente connesse.
Art. 12 Decadenza, esclusione, dimissioni
Gli associati cessano di appartenere allassociazione:
- per recesso;
- per decadenza;
- per esclusione.
Il recesso si verifica quando lassociato presenti al Consiglio Direttivo formale comunicazione
scritta di rinuncia alla propria posizione di socio.
Lassociato dichiarato decaduto quando non esplica pi lattivit per la quale era stato
ammesso. Lassociato invece escluso quando inadempiente al pagamento della quota
associativa.
La decadenza e lesclusione sono deliberate dal Consiglio Direttivo.
Art. 13 Esercizi finanziari
Gli esercizi finanziari si chiudono al 31 dicembre di ogni anno. I bilanci preventivi ed i
rendiconti devono essere depositati presso la sede dellassociazione almeno otto giorni prima di

quello fissato per lassemblea di approvazione. Il rendiconto deve essere approvato da parte
dellAssemblea Generale entro quattro mesi dalla chiusura dellesercizio. Il rendiconto
approvato deve rimanere esposto presso la sede dellassociazione per otto giorni, affinch gli
interessati possano prenderne visione.
Art. 14 Scioglimento
Qualora lAssemblea Generale deliberi lo scioglimento dellassociazione, essa provveder alla
nomina di uno o pi liquidatori, determinandone i poteri e fissandone leventuale compenso.
In caso di scioglimento dellassociazione il patrimonio residuo della stessa dovr essere
devoluto in beneficenza ovvero a fini di pubblica utilit, indicando lente beneficiario allatto
di approvazione da parte dellAssemblea del bilancio finale di liquidazione.
Art. 15 Rinvio
Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si fa rinvio alle norme di legge in materia di
associazioni.

Visto ne varietur.
Sanremo, add 1 Giugno 2007
FIRMATO: Faris La Cola, magister
FIRMATO: Valerio Venturi, doctor
FIRMATO: Davide Dalmasso, doctor
FIRMATO: Mirko Conte, peritus