Sei sulla pagina 1di 37

Turbine assiali

Triangoli di velocit
1Ax1cx1= 2Ax2cx2 = 3Ax3cx3

Parametri di progetto
Coefficiente di flusso:

cm
U

cx
in macchine puramente assiali )
U

Fissata geometria e velocit di rotazione, il flusso in massa attraverso la


turbina cresce con

Coefficiente di carico:

h0 Uc c
2 2
U
U
U

h0: variaz dellentalpia totale attraverso lo stadio. In macchina adiabatica pari


al lavoro specifico
per turbina puramente assiale e con raggio costante, lequazione di Eulero
fornisce il lavoro specifico come U*c
Un elevato carico di stadio (elevato ) comporta unelevata rotazione del fluido e
quindi triangoli di velocit molto schiacciati. Maggiore , minore il numero di
stadi
a parit
carico totale (esistono comunque effetti sullefficienza del carico
Grado
didireazione:
per stadio che limitano )

h2 h3
h1 h3

Supponendo il flusso in turbina isoentropico Tds=dh-dp/ R=(p2-p3)/(p1-p3)

Lavoro in uno stadio assiale


Il lavoro per unit di massa fatto sul rotore
di uno stadio assiale :
m
h01 h03 U c 2 c 3
W W
Eq. Eulero con r cost.
Nello statore lentalpia totale resta
costante perch non ci sono scambi di
lavoro e calore
h01 h02

Lavoro in uno stadio assiale


Dato che la componente della velocit radiale
piccola

1 2
1 2
2
h02 h03 U c 2 c 3 h2 h3 c 2 c 3 c x 2 c x23
2
2
1
1 2
h2 h3 c 2 c 3 c 2 c 3 2U c x 2 c x23 0
2
2
1
1 2
h2 h3 c 2 c 3 c 2 U c 3 U c x 2 c x23 0
2
2

E dai triangoli di velocit:


e
Sicottiene:
c 3 U w 3
2 U w 2
h2 h3

c 2 c 3 w 2 w 3

1 2
1 2
2
2
w

2
3
x2
x3 0
2
2

Lavoro in uno stadio assiale


Se la velocit assiale
costante:
1
1
h2 w22 h3 w32
2
2
h02rel h03rel

Entalpia tot rel costante attraverso il rotore di


una turbina puramente assiale

Turbina multistadio
Nelle turbomacchine multistadio si assume che la
velocit assiale sia costante e per un progetto
preliminare si considerano i triangoli di velocit al raggio
medio.
Si considera inoltre che il raggio medio sia costante e
1= 3

Turbina multistadio
Dalla definizione di grado di reazione:
R

h2 h3
h h
1 1 2
h1 h3
h01 h03

h1-h3=h01-h03 dato che le velocit alle sezioni 1 e 3 sono


uguali (ingresso e uscita stadio condizioni per stadi
ripetuti)

Possiamo scrivere:
h1 h2 h01 h02

1 2 2 1 2
c2 c1 c x tan 2 2 tan 2 1
2
2

h01 h03 U 2
c

2
2
R 1
tan 2 tan 1 1
tan 2 2 tan 2 1
2U
2
2
x
2

cx

Turbina multistadio
Il coefficiente di carico pu essere scritto:

c c x tan 2 tan 1

tan 2 tan 1
U
U

Che pu essere inserito nella espressione del


grado di2 reazione:
2
R 1

tan 2 2 tan 2 1 1
tan 2 2 tan 2 1
2
2 tan 2 tan 1

R 1 tan 2 tan 1
2

Ricavando tan2 e sostituendo si ottiene:


2
tan 2 tan 1 1 R

tan 2 tan 1 2 tan 1 21 R 21 R tan 1

Turbina multistadio

21 R tan 1

Fissando , e R si definiscono i triangoli


di velocit:
R 1
tan

21 R
tan 2
tan 1

Dalla condizione di stadi ripetuti (1=3) e


dai triangoli di velocit:
1
w 2 c 2 U c x tan 2 c x tan 2 U tan 2 tan 2

1
w 3 c 3 U c x tan 3 c x tan 3 U tan 3 tan 3

Rendimento e perdite di stadio


Consideriamo il rendimento
totale/totale:

tt h01 h03 h01 h03ss

Possiamo supporre che le


condizioni di velocit allingresso
siano identiche a quelle in uscita e
che c3ss=c3:
tt h1 h3 h1 h3 ss
h1 h3 h1 h3 h3 h3s h3s h3ss

Possiamo scrivere:
h3 s h3 ss T3 s3 s s3 ss
h2 h2 s T2 s2 s2 s

Rendimento e perdite di stadio


Dato che:

s3s s3ss s2 s2s h3s h3ss T3 T2 h2 h2s

Definendo i coefficienti di perdita in


funzione delle velocit in uscita:
1 2
h3 h3s w3 R
2
1 2
h2 h2s c2 N
2

Effetto irreversibilit attraverso il rotore, espresso


nei termini dellen. cinetica in uscita dalla schiera
Effetto irreversibilit attraverso lo statore, espresso
nei termini dellen. cinetica in uscita dalla schiera

Possiamo scrivere:

Rw c T3 T2
tt 1

2 h1 h3

2
3

2
N 2

Rendimento e perdite di stadio


Il rendimento totale/statico (hp c1=c3=c3ss) :
ts h01 h03

R w c T3 T2 c
h01 h3ss 1

2
h

h
1
3

2
3

2
N 2

2
1

Negli stadi con una piccola variazione di


temperatura (T3/T2 1):

Rw c
tt 1

2 h1 h3

2
3

2
N 2

Rw c c
ts 1

2 h1 h3

2
3

2
N 2

2
1

Progetto preliminare
Con i tre parametri , e R si possono fissare i
triangoli di velocit.
Prima ancora pu essere usato per definire il
numero di stadi:

W
nstage
U 2
m

Si pu osservare che il numero di stadi dipende non


solo da , ma anche da U.
Una alta velocit periferica sempre desiderabile in
quanto implica un pi ridotto nstage

Progetto preliminare
U limitata dai seguenti fattori:
Tensioni sulla pala
Carichi centrifughi e vibrazioni
aumentano rapidamente al
Vibrazioni
crescere della velocit del rotore
Rumore
Condizioni di flusso (subsonico/transonico)
Drag troppo elevato

Progetto preliminare
E poi necessario fissare il raggio medio e laltezza
della pala.
Considerando la velocit assiale costante dalleq.
Di continuit di ha:
1 Ax1 2 Ax 2 3 Ax 3
c x U
m
Ax
2rm H
U

Assumendo che il raggio medio sia la media dei


raggi al mozzo e alla corona:
1
rm rt rh
2

Progetto preliminare
Sarebbe pi corretto scrivere che il raggio
medio quello che divide il flusso (o
meglio lannulus) in due parti uguali:
rm2

1 2 2
rt rh

Le due definizioni di raggio medio si


equivalgono se il rapporto tra i raggi alla
corona e al mozzo alto.
Larea dellannulus comunque data da:

rh2
Ax rt 1 2
rt

Progetto preliminare
Il raggio medio pu essere vincolato dalla
scelta della U e della velocit di rotazione

rm U

Laltezza della pala quindi calcolabile da:


m
A

2r H
ricordando
U
x

m
rt rh H
U2 rm

Progetto preliminare
Nel caso di flusso comprimibile la sezione pu essere
trovata dalla seguente espressione (funzione del flusso
in massa):
cpT01
m
Q(M1 )
Ax cos 1

Per gli stadi successivi si possono utilizzare le


seguenti espressioni:
2
T

U
h0 U 2 c p (T01 T03 ) 03 1
T01
c pT01

p03 T03


p01 T01

p 1

E utilizzato p in quanto pi idonea a studiare


la variazione di propriet attraverso il singolo
stadio

Stadio con R=0


I vantaggi di uno stadio con R=0 sono molteplici:
Alto coefficiente di carico
Bassi carichi assiali sul rotore
Minori perdite per trafilamento (per la ridotta perdita
di pressione attraverso il rotore)
Pochi stadi
Gli svantaggi sono:
Minore efficienza (per laumento del carico di stadio)
Possibile separazione dello strato limite (elevato
camber)

Stadio con R=0


Dalla definizione di R=0 risulta che h2=h3 e quindi il salto
entalpico tutto nello statore. Dalla conservaz
dellentalpia tot rel nel rotore si ha quindi che w2=w3

Poi combinando:
R 1

tan 2 tan 1
2

Si ottiene:
R

tan 3 tan 2
2

Per R=0
3 2

tan 2 tan 2

tan 3 tan 3

Stadio con R=0.5


Dalla definizione di R=0.5 risulta che il salto entalpico
diviso in parti uguali
Quindi: R 1 tan 2 tan 1 1 tan 2 tan 1
2

1
c 2 cx tan 1 1 w 2 U cx tan 1
U
U

1
1
c x tan 2 U c x tan 1 tan 2 tan 1
U

tan 2 tan 1 0 2 1 3

Effetto del grado di reazione


Dalla seguente espressione:
2 1 R tan 1
Si possono calcolare vari triangoli di
velocit e quindi i rendimenti totale/totale e
totale/statico

Diffusione nelle turbine


Si parla di diffusione quando la velocit
assoluta diminuisce nello statore e quella
relativa diminuisce nel rotore
In particolare si pu avere diffusione nel
rotore se R<0 e nello statore se R>1
Per R=1 abbiamo la situazione in figura

La correlazione di Smith (1965)


Da dati relativi a
oltre 70 turbine
Rolls-Royce,
stato creato
questo diagramma

La correlazione di Smith (1965)


Dal punto di vista analitico, Smith suppose
che le perdite fossero proporzionali alla
energia cinetica media. Per R=0.5 fu
definito un fattore:
h0
h0
fs 2 2 2 2 2 2
c1 c2 c1 U c2 U

Per R=0.5 si trovano:


2

1
1
c2 w3
c1 w2
2
2

2
2
U U
U U

La correlazione di Smith (1965)


Che sostituite diventano:
fs

2
2

1
2
2

2
2

2
2
2
4

Per ogni si pu trovare lo ottimale


differenziando rispetto a :
2 4 2 2 1

fs

0
2
2

4 1
opt 4 2 1

Rendimento per R=0.5


Il rendimento totale/totale
rappresentativo del rendimento di uno
stadio in una macchina multistadio.
Abbiamo gi visto che:

Rw c
tt 1
2 h1 h3

2
3

2
N 2

Per R=0.5 si ha: w3=c2 e R=N= quindi:


w32 cx2 sec 2 3 cx2 1 tan 2 3

3 1 2 ; 2 1 2

Rendimento per R=0.5


Si ottiene quindi:

1
2
1
1 tan 3 1
1

tt

2
2

Da cui si nota che i


valori ottimali di e
sono entrambi bassi
In generale: 0.5<<1.5
e 0.8<<2.8

Rendimento per R=0


Se R=0 2=3 e quindi:
1
1
tan 2 tan 2 ; tan 3 tan 3

W
2 tan 2 tan 3 tan 2 tan 3 2 tan 2
U

tan 2
2
2 1
2 1
tan 2
; tan 3

Rendimento per R=0


Osservando i triangoli di velocit:

c2 cx sec 2 c22 cx2 1 tan 2 2 cx2

2
2 1
1

w3 cx sec 3 w32 cx2 1 tan 2 3 cx2 1

2
2

1
Rw32 N c22
1

2
2

R
N
2
2

tt
2U
2
2

Rendimento per R=0

Rendimento con c3 assiale


Si considera il rendimento totale/statico
che rappresentativo dellultimo stadio.
1
Rw32 N c22 c12
2
2
2
1

sec

sec
2 1

R
3
N
2
ts
2U
2
c1 c3 cx tan 3 U cx ; tan 2 tan 2 tan 3
2


1
2
2
2
2
sec 3 1 tan 3 1 ; sec 2 1 tan 2 1

1
1
1
R 1 2 N 2 2 2
tt
2

Rendimento con c3 assiale

Forze centrifughe
La forza centrifuga che agisce su
un elemento infinitesimo di pala :
dFc 2 rdm 2 rmAdr

Le tensioni sono:
d c dFc

2 rdr
m mA

Per pale a sezione costante


2

c
U
rh
2
r dr
1
r
h
m
2
rt
rt

2
t

Forze centrifughe
Dato che le pale sono rastremate
si pu definire:
tensione al mozzo pala rastremata
K=
tensione al mozzo pala diritta
Da cui:
c KU rh

1
m
2
rt
2
t

Curva caratteristica
Le curve caratteristiche hanno questa
forma:
2 12

p0e
T01
m
k 1

p01

p01