Sei sulla pagina 1di 45

Prof.

Ennio Macchi
Quale futuro per lenergia?

Come ho impostato questa prolusione (1/3)

Un messaggio di ottimismo:
Il mondo non ha mai avuto nel passato tante risorse energetiche
provate e recuperabili
vero anche per la risorsa pi richiesta e (quasi) insostituibile
(il petrolio)

Come ho impostato questa prolusione (1/3)

Un messaggio di ottimismo:
Il mondo non ha mai avuto nel passato tante risorse energetiche
provate e recuperabili
vero anche per la risorsa pi richiesta e (quasi) insostituibile
(il petrolio)
Le fonti di energia rinnovabili non sono solo inesauribili, ma sono
disponibili in quantit illimitata:
Esempi:
il sole nei deserti africani
Il calore della terra (geotermia profonda)
Il vento..

Dobbiamo imparare a convertirle in forme utili (elettricit,


calore, freddo, combustibili) con tecnologie affidabili ed
economiche: il ruolo della ricerca fondamentale
3

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?
I quattro ingredienti fondamentali (elencati in ordine non casuale, ma con
riferimento al ruolo che prevedo possano svolgere nei due prossimi
decenni) sono ben noti:
1. Efficienza e risparmio energetico (in primis, nelle nazioni ricche)

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?
I quattro ingredienti fondamentali (elencati in ordine non casuale, ma con
riferimento al ruolo che prevedo possano svolgere nei due prossimi
decenni) sono ben noti:
1. Efficienza e risparmio energetico (in primis, nelle nazioni
ricche)
2. Fonti rinnovabili (ovunque, soprattutto ove sole e vento sono
abbondanti)

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?
I quattro ingredienti fondamentali (elencati in ordine non casuale, ma con
riferimento al ruolo che prevedo possano svolgere nei due prossimi
decenni) sono ben noti:
1. Efficienza e risparmio energetico (in primis, nelle nazioni
ricche)
2. Fonti rinnovabili (ovunque, soprattutto ove sole e vento sono
abbondanti)
3. Sequestro e confinamento geologico dellanidride carbonica
(fondamentale, a medio/lungo termine)

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?
I quattro ingredienti fondamentali (elencati in ordine non casuale, ma con
riferimento al ruolo che prevedo possano svolgere nei due prossimi
decenni) sono ben noti:
1. Efficienza e risparmio energetico (in primis, nelle nazioni
ricche)
2. Fonti rinnovabili (ovunque, soprattutto ove sole e vento sono
abbondanti)
3. Sequestro e confinamento geologico dellanidride carbonica
(fondamentale, a medio/lungo termine)
4. Centrali nucleari (??? io spero ancora nel rinascimento nucleare)

Come ho impostato questa prolusione (2/3)


Quale la migliore ricetta per arrestare limpressionante aumento di
concentrazione di gas clima-alteranti nellatmosfera?
I quattro ingredienti fondamentali (elencati in ordine non casuale, ma con
riferimento al ruolo che prevedo possano svolgere nei due prossimi
decenni) sono ben noti:
1. Efficienza e risparmio energetico (in primis, nelle nazioni
ricche)
2. Fonti rinnovabili (ovunque, soprattutto ove sole e vento sono
abbondanti)
3. Sequestro e confinamento geologico dellanidride carbonica
(fondamentale, a medio/lungo termine)
4. Centrali nucleari (??? io spero ancora nel rinascimento nucleare)
Servono tutti questi ingredienti, da subito: il problema di difficilissima
soluzione e non possiamo permetterci di trascurarne alcuno.

Come ho impostato questa prolusione (3/3)


Alcune riflessioni (controcorrente?) sul ruolo delle fonti rinnovabili
Quali suggerimenti si possono trarre dallevoluzione storica della
produzione elettrica italiana?
Quali suggerimenti dai ruoli attuali delle diverse fonti
energetiche nel panorama mondiale?
Conclusioni

10

Inizio con un messaggio di ottimismo

World Energy Resources


2013 Survey: Summary

il mondo ha pi risorse energetiche oggi


di quante ne abbia mai avute nel passato

11

Inizio con un messaggio di ottimismo

World Energy Resources


2013 Survey: Summary

il mondo ha pi risorse energetiche oggi


di quante ne abbia mai avuto nel passato
Dobbiamo essere grati ai combustibili fossili: sono stati, sono e
continueranno per molti decenni a essere il principale motore
propulsivo dello sviluppo. I progressi tecnologici nel loro utilizzo
sono stati formidabili, sia in termini energetici, sia, ancora di
pi, in termini ambientali.

12

Se vero che il mondo richiede sempre pi risorse


(ed bene sia cos!)

Fonte: World Energy Council 2013

13

Se vero che il mondo richiede sempre pi risorse


(ed bene sia cos!)

Fonte: World Energy Council 2013

14

Se vero che il mondo richiede sempre pi risorse


(ed bene sia cos!)

Fonte: World Energy Council 2013

15

altrettanto vero che ancor pi rilevanti sono stati


(e continueranno ad esserlo) i progressi della tecnologia

16

Ci si muove verso la base del triangolo degli


idrocarburi, le risorse aumentano!
Risorse
convenzionali

Bassi costi di
produzione

17

Ci si muove verso la base del triangolo degli


idrocarburi, le risorse aumentano!

Innovazione
tecnologica

Bassi costi di
produzione

Innovazione
tecnologica

Risorse
convenzionali

Risorse non
convenzionali

Alti costi di
produzione

18

Le risorse di petrolio nel mondo sono enormi


non si parla pi di picco del petrolio

19

La DOMANDA DI ENERGIA MONDIALE continuer a


crescere (letica lo richiede)
ABITANTI

CONSUMI ELETTRICI

MILIONI

kWh/ab

MONDO

6.925,0

100

2.645

100,0

EUROPA

895,2

12,9

4.773

180,5

UE 27

503,3

7,3

5.525

208,9

ITALIA

60,7

0,9

5.168

195,4

AMERICA

937,2

13,5

5.757

217,7

Argentina

40,8

0,6

2.907

109,9

196,7

2,8

2.321

87,8

Canada

34,5

0,5

13.714

518,5

Stati Uniti

311,6

4,5

12.110

457,8

1.040,7

15

553

20,9

50,6

0,7

4.246

160,5

ASIA

4.016,0

58

1.953

73,8

Cina

1.344,1

19,4

2.870

108,5

India

1.206,9

17,4

636

24,0

OCEANIA

35,8

0,5

6.753

255,3

Australia

22,3

0,3

8.905

336,7

Brasile

AFRICA
Sud Africa

In Africa e in India i
consumi elettrici
procapite sono circa
1/10 di quelli UE, circa
1/20 di quelli USA
Fonte: Enerdata 2011

20

Le fonti rinnovabili hanno potenzialit infinite

Alcuni dati

21

Energia solare

22

Energia solare

Dedicando a
impianti solari
questa
superficie, si
produrrebbe
tutta lenergia
che serve
allumanit

23

Due diverse filosofie: serviranno entrambe!

Grandi impianti
centralizzati

24

Due diverse filosofie: serviranno entrambe!


Mini-impianti locali

Grandi impianti
centralizzati

25

Non ci sono limiti allenergia ricavabile dal vento

Potenzialit > della


domanda mondiale di
energia
26

Non ci sono limiti allenergia ricavabile dal vento

Potenzialit > 10 volte


la domanda mondiale
di energia
Potenzialit > della
domanda mondiale di
energia
27

Non ci sono limiti allenergia ricavabile dal vento

Potenzialit > 10 volte


la domanda mondiale
di energia
Potenzialit > della
domanda mondiale di
energia

Potenzialit >
100 volte la
domanda
mondiale di
energia

28

Anche il potenziale energetico geotermico di fatto


infinito, con EGS (Enhanced Geothermal Systems)
By almost any criteria, the
accessible U.S. EGS resource base
is enormous greater than 13
millionquads or 130,000 times
the current annual consumption
of primary energy in the United
States.
Fonte: MIT

29

Il tema della riduzione delle emissioni di CO2

Fonte IEA 2013

30

Il tema della riduzione delle emissioni di CO2

1750-2011

Fonte IEA 2013

31

Il tema della riduzione delle emissioni di CO2

2012-2035
1750-2011

Fonte IEA 2013

32

Il tema della riduzione delle emissioni di CO2

2012-2035
1750-2011

Fonte IEA 2013

33

La storia della produzione elettrica italiana (TWh/anno)

34

La storia della produzione elettrica italiana (TWh/anno)

35

La storia della produzione elettrica italiana (TWh/anno)

36

La storia della produzione elettrica italiana (TWh/anno)

37

La storia della produzione elettrica italiana (TWh/anno)

38

50 anni fa il 68,5% della produzione era da fonte rinnovabile

La percentuale di
elettricit (quasi)
zero emission
progressivamente
scesa al 15,3% (2007,
anno poco piovoso)
per risalire nel 2012
al 27,3% (apporto
sostanziale di solare
ed eolico, grazie a
incentivi economici)

39

Il ruolo delle fonti energetiche


nella produzione elettrica mondiale (2011)

40

Conclusioni (1/2)
La transizione verso uneconomia basata principalmente su fonti
rinnovabili e su vettori energetici puliti sar lunga e difficile, ma
deve essere perseguita.

41

Conclusioni (1/2)
La transizione verso uneconomia basata principalmente su fonti
rinnovabili e su vettori energetici puliti sar lunga e difficile, ma
deve essere perseguita.
Perch la penetrazione delle fonti rinnovabili porti a numeri diversi da
quelli (deludenti!: eolico, 2,0 %, solare 0,26%, geotermico 0,31%)
mostrati nella precedente diapositiva (2011), servono grandi
miglioramenti tecnologici, che rendano queste fonti economicamente
competitive.

42

Conclusioni (1/2)
La transizione verso uneconomia basata principalmente su fonti
rinnovabili e su vettori energetici puliti sar lunga e difficile, ma
deve essere perseguita.
Perch la penetrazione delle fonti rinnovabili porti a numeri diversi da
quelli (deludenti!: eolico, 2,0 %, solare 0,26%, geotermico 0,31%)
mostrati nella precedente diapositiva (2011), servono grandi
miglioramenti tecnologici, che rendano queste fonti economicamente
competitive.
Non affatto sicuro che il costo dei combustibili fossili sia destinato a
crescere nei prossimi decenni.

43

Conclusioni (2/2)

Non sarei un bravo professore universitario, se:


non avessi una fede incrollabile nella tecnologia, che consentir
allumanit di proseguire sulla via dello sviluppo.

44

Conclusioni (2/2)

Non sarei un bravo professore universitario, se:


non avessi una fede incrollabile nella tecnologia , che consentir
allumanit di proseguire sulla via dello sviluppo
non concludessi il mio intervento con lauspicio che si dedichino
maggiori risorse economiche e umane alla ricerca.

45