Sei sulla pagina 1di 20

LA DIRETTA WEB Seguite la lunga giornata e il concerto sul nostro sito

1,20 ANNO 155 - N

258

POSTE ITALIANE SPED. IN A.P.-D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004


ART. 1, C. 1, DCB MANTOVA

QUOTIDIANO DINFORMAZIONE FONDATO NEL 1860

www.gazzettadireggio.it

WWW.GAZZETTADIREGGIO.IT

SABATO 19 SETTEMBRE 2015


y(7HB5J0*TSPTKT( +,!z!;!#!}

DIREZIONE E REDAZIONE: VIA PANSA, 55/i - 42124 REGGIO EMILIA


TEL. 0522 501511 - FAX 0522 511370

CAMPOVOLO 2015 STASERA IL CONCERTO DI LIGABUE

IL GIORNO
DEI GIORNI
ALLINTERNO UN INSERTO DI 24 PAGINE
REGGIO EMILIA

Lingresso a Campovolo: il grosso... deve ancora venire

Il popolo festante di Luciano


Ligabue sta invadendo da ieri mattina il Campovolo, in attesa del concerto-evento che
lartista di Correggio terr stasera, a partire dalle 20,30, per
festeggiare i suoi 25 anni di carriera. Sono attese a Reggio 150
mila persone. Ieri sono arrivati
i primi 15 mila fan, che hanno
preso posto nellarea campeggio e nel Liga Village, rimasto
eccezionalmente aperto tutta
la notte per offrire ospitalit ai
tanti spettatori. Mai nessuno
prima dora ha messo insieme

tanta gente in una sola occasione per un concerto. Piccole


tende spuntano come funghi
allesterno dellaeroporto di
Reggio e tantissime altre sono
invece gi piazzate dagli aficionados allinterno delle aree
preposte. Tutti pronti per essere in prima fila questa mattina
alle 8, quando verranno aperti
i varchi di accesso. Sempre oggi atteso il grande afflusso di
spettatori, con effetti sulla circolazione stradale e autostradale. Oltre 5mila persone arriveranno con i treni speciali Italo, altre migliaia con 250 pullman organizzati.

Lenorme palco attende solo il grande evento di questa sera

la protesta

Noi, residenti sotto sequestro


Impossibilitati a uscire di casa. No, solo nei momenti clou
REGGIO EMILIA

Questo un sequestro di
persona, non si pu definire in un altro modo. Barricati in casa per due giorni? Parliamone. Ok, sentiremo il concerto gratis, ma
il coprifuoco mi sembra eccessivo. E questo lo stato
danimo di molti dei residenti in zona Campovolo.
CABASSA APAGINA 5

GLI SFEGATATI

Ecco Daniel,
il primo
della fila
sotto il palco
A PAGINA IX DELLINSERTO

Daniel Tamiano

IL CONCERTO PI LUNGO DI SEMPRE

Bentornato

Allinterno
Luciano:
il Campovolo
casa vostra,
qui tutto possibile
A pagina III

La Liga Street
pullula di vita
e risuona di note
A pagina IX
Sar il primo
eco-concerto
grazie a Iren
A pagina XI
Il nostro alfabeto
inseguendo
sogni di rocknroll
A pagina XII

Marco Ligabue,
il primo fan
del fratellone
A pagina XVIII
Ci vediamo
da Mario,
prima o poi
A pagina XIX
Jarno Iotti

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

III

IL GIORNO DEI GIORNI LATTESA FINITA


di Evaristo Sparvieri
REGGIO EMILIA

casa. A me piace moltissimo il nome, perch sa di qualcosa di antico. Mi piace che ci


sia dentro la terra e la possibilit di spiccare il volo. Mi piace
che sia diventato un posto dove ci si riconosce pi facilmente. Ora e qui. Come nel 2005,
come nel 2011. Centocinquantamila cuori in un unico grande battito, per celebrare quello che il Liga ha definito il suo
concerto pi lungo di sempre.
Il meglio deve ancora venire? No, almeno per questa volta il meglio davvero gi qui,
dove tutto pronto per lattesissimo giorno dei giorni,
quando le luci del palco torneranno ad accendersi e
Campovolo 2015 - La festa
prender finalmente vita: un
compleanno indimenticabile
per il rocker di Correggio, che
festegger i suoi primi 25 anni
di carriera, i 25 anni dellalbum di debutto Ligabue, i
20 anni di Buon Compleanno Elvis e il Giro del mondo. Venticinque anni avventurosi, inaspettati e appaganti, confessa il Liga, questa sera sul palco sar accompagnato con le sue band storiche: i
ClanDestino, La Banda e Il
Gruppo. Cancelli aperti dalle
8 e concerto al via alle 20.30.
Mi sento bene e sono in
forma. Spero di tirare avanti
ancora qualche anno, ironizza il Liga, promettendo una serata unica e indimenticabile,
nella quale non mancheranno
di trovare spazio anche quelli
che considera pezzi nascosti nella sua carriera da record, pronti questa sera ad entrare direttamente nella scaletta della storia. E, tra palco e realt, difficilmente mancher
Sogni di rock n roll, il pezzo
che nel cuore del Liga ha un
posto speciale.
la canzone da cui partito tutto. Tutte le altre sono figliocce di questa, spiega. Il
brano della svolta. Il Liga racconta di aver amato la musica
progressive e cantautoriale. E
di avere provato a lungo a scrivere canzoni con testi difficili
e musiche complesse. Poi con
Sogni di rock 'n' roll ha trovato la strada giusta, che percorre tuttora: Lho scritta in
cinque minuti. Quasi tutte le
scrivo cos. un momento artistico a cui segue poi un lungo lavoro artigianale.
Voltandosi indietro, prova
tenerezza per i suoi esordi.
Ma, a distanza di 25 anni dal
debutto, ammette di aver dimostrato un pedigree da attaccante, pur consapevole di es-

Benvenuti al Campovolo
dove lanima pu sognare
Tutto pronto per la grande festa dei 25 anni di carriera del rocker di Correggio
Labbraccio del Liga ai 150 mila fans: casa vostra, qui tutto diventa possibile

LA PLAYLIST

LIGABUE (1990)
1. Balliamo sul mondo
2. Bambolina e barracuda
3. Piccola stella senza cielo
4. Marlon Brando
sempre lui
5. Non tempo per noi
6. Bar Mario
7. Sogni di rock n roll
8. Radio Radianti
9. Freddo cane
in questa palude
10. Angelo della nebbia
11. Figlio dun cane

Buon Compleanno Elvis


(1995)
1. Vivo morto o X
2. Seduto in riva al fosso
3. Buon compleanno, Elvis!
4. La forza della banda
5. Hai un momento, Dio?
6. Rane a Rubiera blues
7. Certe notti
8. Viva!
9. I ragazzi sono in giro
10. Quella che non sei
11. Non dovete badare
al cantante
12. Un figlio di nome Elvis
13. Il cielo vuoto
o il cielo pieno
14. Leggero

Ligabue fotografato da Jarno Iotti sul gigantesco palco di Campovolo 2015 durante una delle molte sessioni di prove pre-concerto

sere arrivato fin qui grazie a


quei sacrifici che solo una vita
da mediano pu raccontare:
C una cosa che ancora oggi
del mediano reputo intoccabile: il mediano non accetta la
sconfitta. Ma nella mia carriera qualche gol lho segnato.
Venti album, pluripremiati.
E poi due film diventati cult e
quattro libri da antologia. Una

produzione sterminata su e
gi dal palco, per un artista a
360 gradi capace di emozionare e affascinare il suo pubblico
con ogni tipo di linguaggio:
Con le canzoni cerco la gente, la comunicazione. Con il
resto quel problema non me
lo pongo. Per me la canzone,
per come nasce, riduzione del
melodramma, fatta per la

gente. Le canzoni sono mainstream.


Gi, le canzoni. C sempre
una canzone. Come quelle
che questa sera, finalmente, il
coro dei 150 mila torner a
cantare a squarciagola, urlando contro il cielo tutta la voglia di esserci.
Qui e ora, come nel 2005, come nel 2011. Lultima cosa

che faccio prima di salire sul


palco cercare di fare i conti
con me stesso. Ho una fortuna
di base: mi piace salire su un
palco. Basta salire su un palco
e partecipi ad una festa che
qualcuno ha organizzato per
te, a cui partecipano in tantissimi. Una festa che, ora, pu
davvero cominciare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giro del Mondo (2015)


Nella terza parte del concerto
Ligabue suoner il meglio del
Giro del Mondo

IV

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

ASPETTANDO CAMPOVOLO IL PROLOGO

Messaggi per il Liga e citazioni dalle canzoni


pi famose negli striscioni pronti per il concerto

C ogni sorta di gadget dedicato al rocker di


Correggio, compresi gli accendini

Un ultimo colpo di coda dellestate spinge i


fans a tenute da spiaggia in attesa dellora x

I negozi della zona si organizzano: il forno in


zona via Adua ha deciso che sempre aperto

Linvasione dei fans cominciata


Ieri i primi 15 mila arrivi, oggi attese 150 mila persone. Cancelli aperti alle 8, il live alle 20.30
di Evaristo Sparvieri
REGGIO EMILIA

Cinquemila fans nei primi cinquanta minuti di apertura dei


cancelli, saliti in un lampo fino
a quindicimila, per uninvasione che continuer anche oggi,
quando il popolo del Liga toccher quota 150 mila spettatori.
La festa davvero cominciata.
E, in occasione del mega concerto di questa sera, il Campovolo tornato a trasformarsi
nel tempio del rock italiano,
pronto ad ospitare un nuovo
evento destinato ad entrare nella storia della musica.
La corsa ai tornelli cominciata ieri pomeriggio poco dopo le 15, con leggero ritardo rispetto alla tabella di marcia,
quando i cancelli del Campovolo sono stati finalmente aperti e
centinaia di fans hanno cominciato ad invadere il LigaVillage,
animato di attrazioni e memorabilia che ripercorrono la strepitosa carriera del rocker di Correggio. Una corsa ricompensata con una sorpresa graditissima, proprio allultimo minuto:
la possibilit di pernottare
allinterno dellaeroporto, anche per tutti coloro arrivati a
Reggio senza prenotare un posto tenda. Unipotesi allinizio
soltanto vagheggiata dallo staff
del Liga, poi diventata realt di
pari passo con laumento dei
fans in arrivo.
E dopo i primi quindicimila
arrivi di ieri, questa mattina si
ricomincia. Lapertura dei can-

Note jazz per linaugurazione


Tutti accampati davanti ai Pit
REGGIO EMILIA

Aprono i cancelli e
parte la musica dei
buskers. Un grande
momento di festa,
ieri pomeriggio poco dopo le 15, quando finalmente il
Campovolo ha spalancato le sue porte
al popolo dei fans.
Un momento accompagnato dalla musica dei buskers della
Dirty Dixie Jazz Band, che hanno proposto
per tutta la giornata i grandi successi del Ligabue in versione jazzata, girando e intrattenendo gli spettatori lungo la LigaStreet.
Quando gli organizzatori hanno dato il via libera ai fans, tuttavia, subito scattata la corsa al point del Pit Bar Mario, per ritirare i
braccialetti. Poi, dopo un momento di memorabilia, la nuova corsa, questa volta verso
i tornelli, dove cominciato laccampamento vero e proprio in attesa della nuova apertura di questa mattina alle 8. Poi finalmente
il megaconcerto, alle 20.30.
(e.spa.)
celli prevista alle 8. Alla stessa
ora anche le aperture dei Pit,
che potrebbero essere leggermente scaglionati. E se ieri la
viabilit ha retto limpatto, oggi
prevista una nuova ondata di
traffico. Per questo gli organizzatori consigliano di arrivare al

Campovolo almeno entro le 16.


Ad accoglierli, larea concerto
pi grande dItalia: circa 240 mila metri quadri, con diciannove
torri audio e oltre 560 casse, a
supportare un palco delle meraviglie dotato di una passerella
di 70 metri e di maxi-schermo

da 780 metri quadrati, il pi


grande mai realizzato. Una potenza da due milioni di watt,
per garantire al pubblico una
qualit del suono fino allultimissima fila.
Sul palco, lattesissima festa
dei 25 anni di carriera del Liga,

in una serata che passer alla


storia anche come il suo concerto pi lungo, durante il quale si
alterneranno le formazioni che
lo hanno accompagnato in tutti
questi anni: i ClanDestino, La
Banda e Il Gruppo. La scaletta
top secret. Ma, sul palco, secon-

do le indiscrezioni dovrebbe essere rispettato un criterio


cronologico: si parte con lalbum desordio Ligabue
(1990), si prosegue con lalbum
dei record Buon Compleanno
Elvis (1995), si termina con il
meglio del Giro del Mondo

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

ASPETTANDO CAMPOVOLO LA MOBILIT

Si gioca a bigliardino nel Liga Village: questo


addirittura quattro contro quattro
Qui sotto, i fan
stipati contro la
recinzione in
attesa
dellapertura dei
cancelli del
Campovolo alle 15
FOTOSERVIZI
di Enrico Rossi e
Gianni Santandrea

(2015). Per loccasione, M. Casale Bauer e Fender Italia hanno


creato per il Liga una splendida
Telecaster Custom Shop, che
riassume in s lo spirito e la
grinta del rocker di Correggio,
ora davvero pronto ad abbattere il muro del suono.

Il passatempo preferito resta quello dei selfie


da postare sui social network

di Elisa Pederzoli
REGGIO EMILIA

I 150mila del Campovolo


stanno arrivando tutti. E la
citt da ieri che prova ad
allargarsi, atrasformarsi.
Ad adattarsi, per fare spazio il
pi possibile e riuscire cos a
far entrare quasi il doppio della propria popolazione, in pochi chilometri quadrati.
Via dellAeronautica si
animata presto ieri mattina,
ben oltre il consueto traffico
di chi entra ed esce da Reggio
quotidianamente. E questa
la vera Liga Street della citt, la prima vetrina per lo
show del Campovolo. Che ieri sera ha definitivamente
chiuso al traffico, per diventare la via di accesso pedonale
allarea del concerto.
Qui a met giornata si registrata la prima ufficiale
coda da concerto: era quella dei fan che con le loro auto
si sono messi in fila davanti al
cancello del parcheggio interno - lunico dentro allarea
del concerto - che in poche
ore arrivata sino alla via
Emilia, a Ospizio.
Una impazienza che ha visto gli organizzatori daccordo con la macchina della sicurezza e la polizia municipale
ad anticipare intorno alle 15
lapertura. Consentendo cos
al fiume di auto di parcheggiare e di liberare la sede stradale. E di sciogliere il primo
prevedibile nodo.
A met pomeriggio, si registravano oltre 300 vetture posteggiate nel parcheggio di
via Vertoiba - il primo ad aprire ufficialmente gi dal mattino - e nel corso della giornata
si via via popolato sempre
di pi. Cos come stato preso dassalto lo spazio riservato ai camper, in via del Chionso.

Il tendono che ospita il Liga-Story con i pannelli che raccontano la sua carriera

In mostra queste super car che sparano la musica del Liga a tutto volume grazie alle potenti casse

Code e rallentamenti,
Reggio pronta allassalto
Apertura anticipata ieri nel parking interno per alleggerire via dellAeronautica
I fans in fila con lauto avevano occupato la strada fino a Ospizio. Tanti i camper
Le bottiglie di birra
Heineken: sembra
vetro, ma plastica

In coda sul cavalcavia di via dellAeronautica per accaparrarsi un parcheggio in prima fila

Il resto della citt ieri rimasto fuori, non ha ancora


sentito leffetto Campovolo.
Il traffico ha iniziato a intensificarsi sul serio soltanto verso
sera, ma la circolazione ha
retto a un assalto che, fino a
ieri, stato tutto sommato

graduale, scaglionato. Intelligente, verrebbe da dire.


Oggi, per, la musica cambia.
Il countdown allo show sar scandito dal massiccio arrivo gi dal mattino presto, degli spettatori. Sono attesi

qualcosa come 250 pullman che potranno atterrare nel


parcheggio di via Filangieri
5mila fan in arrivo in treno e
gli altri, in auto. Il giorno dei
giorni, per Campovolo 2015
e Reggio Emilia, arrivato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il trucco c, ma non si vede. La


scena questa: la security
controlla borse e zaini
allingresso: vietatissimo il
vetro nellarea del campovolo.
Ma poco pi in l, ci sono molti
spettatori che girano
allegramente con le bottiglie
di birra Heineken. Caccia a chi
gliele ha vendute o a chi non
ha perquisito
adeguatamente? Macch:
sono bottiglie di plastica, in
finto vetro. Il sapore, un po di
sente, ma non sono pericolose.

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

VII

ASPETTANDO CAMPOVOLO I LIGALIZZATI

Che fatica, ma ne vale davvero la pena


Fra i giovani accampati in attesa del concerto. Per tanti la prima volta, altri sono ormai dei veri e propri veterani
di Lucia Cuccurese
REGGIO EMILIA

la sensibilizzazione

Una marea di striscioni, tende,


sorrisi e tanta voglia di cantare
e condividere insieme Campovolo 2015. A 24 ore dal maxi
concerto di Luciano Ligabue, ieri mattina, erano gi centinaia i
fan accalcati in via dell'Aeronautica, molti dei quali accampati da giorni lungo la strada.
Come Claudia Topia e Giorgia
Don, che, per assicurarsi un
posto il pi vicino possibile al
rocker di Correggio, sono partite dalla loro citt, Torino, gioved.
Abbiamo passato la notte
qui, in mezzo all'erba, con solo
due sacchi a pelo e prevediamo
di fare altrettanto fino a domenica. Finora andato tutto benissimo raccontavano ieri le
due amiche, entrambe a Reggio
Emilia per la prima volta . Qui
si conosce tanta gente e si condivide la passione per il nostro
Liga. Ieri sera (gioved per chi
legge, ndr) ci siamo godute le
prove generali dall'esterno dell'
arena, che ci hanno emozionate tantissimo. Leggero la
canzone che abbiamo preferito.
Tra i vicini di sacco a pelo di
Giorgia e Claudia, la romana
Giulia Bisonni: Per me la prima volta qui a Campovolo, sono arrivata gioved e sono molto emozionata. Il Liga gi lo avevo seguito dal vivo, ma qui, nella sua terra e con cos tanta gente, la trepidazione ancor pi
grande.
A vivere la loro prima esperienza a Campovolo sono anche le amiche Camilla Ujkaj e
Nicole Frigerio, che mostrano
la loro fede verso Ligabue,
portando in testa una fascia col
nome del loro idolo: Veniamo
da Cuneo e siamo due fan appassionate affermano le ragazze . Scegliere una canzone preferita impossibile: di belle ce
ne sono troppe.
In tenda, su via dell'Aeronautica, c' pure Leonardo Procoli, che, insieme agli amici, ha
messo in conto di dormire sotto
il cielo reggiano per tre notti:
Siamo arrivati da Roma e siamo qui da gioved. Per fortuna,
siamo riusciti a prendere posizione nei pressi dell'ingresso
principale: temevamo di non
trovare posto per la tenda, a
causa della calca, ma andata

Con il Villaggio dellenergia


Enel sposa la mobilit eco

Claudia Topia

Giulia Bisonni

Camilla Ujkaj

Lo stand predisposto da Enel al Campovolo

REGGIO EMILIA.

Enrico Borgo

Leonardo Procoli

Tommaso Bottoni

Giada Acconci

Maria Di Costanzo

Giorgia Don

bene.
Al secondo concerto di Luciano Ligabue a Reggio Emilia ,
invece, Enrico Borgo, che, memore di Campovolo 2.0, non
ha voluto lasciarsi sfuggire
Campovolo 2015: Nel 2011 fu
strepitoso. Spesso seguo il Liga
in giro per l'Italia, ma qui le sue
canzoni hanno un sapore ancor
pi particolare. Dal concerto
mi aspetto un'emozione ancor
pi forte rispetto a quella di
quattro anni fa.
Tra gli attendati, c' poi chi il
biglietto lo ha acquistato all'
apertura delle vendite, come

Tommaso Bottoni e Giada Acconci che credono che seguire


Liga al Campovolo sia un'esperienza assolutamente da fare.
Veniamo da Pisa e abbiamo
piantato la tenda per cercare di
avvicinarci il pi possibile al
palco afferma Tommaso .
Siamo attrezzati con tutto quello che ci servir per questi giorni di accampamento. Viva!
la mia canzone preferita per il
significato che ha e mi emoziona ogni volta che la sento. Per il
Liga si fa questo ed altro.
Dello stesso parere anche i ragazzi napoletani del fan club

Bar Mario Maria Di Costanzo, Serena, Pietro e Adriano,


che, ieri, mostravano orgogliosi
il numero di posizione guadagnato e scritto a pennarello sul
dorso della mano. Ad ogni live
di Ligabue, gli iscritti al Bar
Mario si conteggiano fra di loro in base all'ordine di arrivo, di
modo tale da non perdere il posto. Infine, per capire come e
quando muoversi e per avere informazioni su Campovolo, Maria confessa: Oltre al sito ufficiale, in questi ultimi giorni ho
consultato moltissimo la Gazzetta di Reggio online.

Muoversi con le bici elettriche,


ricaricare i propri dispositivi
mobili, rifornire le auto elettriche nelle apposite colonnine,
scoprire i vantaggi dei prodotti
ad alta efficienza imparando a
consumare meglio nel rispetto
dell'ambiente. Enel Energia,
partner ufficiale dellevento,
presenta Energia x Campovolo: un ricco programma di intrattenimento per il pubblico
per promuovere la mobilit
elettrica e i servizi ad alta efficienza, attraverso la musica e
l'arte. Nell'area del concerto
Enel Energia ha realizzato il villaggio dell'energia, costruito
con legno riciclato e materiali
naturali, aperto anche oggi per
poter scoprire i prodotti ad al-

ta efficienza e conoscere le
vantaggiose offerte promosse
dalla societ del Gruppo Enel
che opera nel mercato libero
dell'elettricit e del gas. Attori
e writers animeranno il villaggio coinvolgendo il pubblico
in attivit di live painting, giochi e installazioni. Ci sar l'opportunit di fare bike test e di
ottenere buoni sconto fino a
250 euro per l'acquisto di bici
elettriche. Non mancheranno
spazi dedicati all'intrattenimento musicale con il coinvolgimento di attori. Per l'occasione, Enel ha anche predisposto
delle navette gratuite che, dalla stazione ferroviaria di Reggio Emilia, accompagneranno
i fan che hanno viaggiato con i
due treni speciali Italo fino all'
ingresso di Campovolo.

www.gazzettadireggio.it

Oggi la diretta sul nostro sito


REGGIO EMILIA.

Due giorni di diretta dal Campovolo con foto, video, commenti


e uno speciale dedicato a tutti gli
appassionati del Liga, senza
scordare gli aggiornamenti in
tempo reale su traffico e notizie
su Reggio Emilia. il racconto
multimediale che la Gazzetta ha

preparato per i suoi lettori, consultabile sul nostro sito www.


gazzettadireggio.it tramite computer, smartphone o tablet. Un
live seguito ieri da migliaia di
utenti e che oggi entrer nel vivo
con la giornata clou, quella del
concerto, che seguiremo passo
passo insieme a voi, che potrete
interagire con la nostra diretta.

VIII

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

aspettando campovolo

Tutti al Liga Village


dove il mito si sfiora
I fan ingannano lattesa lungo la strada del rock che porta al palcoscenico
tra una visita al museo delle meraviglie e una scorpacciata di popcorn
di Chiara Cabassa
REGGIOEMILIA

Fuori un tendone da circo a


strisce bianche e azzurre.
Dentro un mausoleo nel quale viene spontaneo camminare in punta di piedi. Su un pavimento dove erba e terriccio
ci riportano alla maga di
quella stalla, nella campagna
di Lemizzone, dove nacquero quei sogni di rocknroll oggi celebrati da 150 mila fan. Il
Liga Story questo, e molto
altro. E il cuore di quella Liga
Street che a sua volta pulsa al
centro di un Liga Village gi
festoso. In una vigilia che
ha gi il profumo e ladrenalina dellennesimo giorno dei
giorni.
Sono da poco passate le 15
di ieri quando apre ufficialmente la Liga Street che, ora
dopo ora, si riempie di fan. In
cerca di segnali. A caccia di
testimonianze. Inseguendo
sogni e sognando Ligabue.
Che aspetteranno per ore. Felici e instancabili. Nel frattempo, c tanto da fare. Per
esempio? Entrare al Liga
Story. Dove passato e presente ora sincrociano ora sembrano lontanissimi. Un
omaggio trionfale ai 25 anni
di carriera del rocker correggese. Ma anche una scoperta
per i tanti fan, spesso giovanissimi, che del primo disco
del Liga conoscono forse a
malapena un paio di canzoni. E li vedi aggirarsi tra gigantografie del loro idolo, ritratto nelle diverse fasi della sua
carriera. Fermarsi di fronte ai
grandi pannelli che raccontano i suoi successi. Pronti a
immortalare un disco di platino gelosamente custodito in
una teca. E poi decine e decine di locandine. Quelle dei
suoi concerti che lo hanno visto trionfare in giro per il

Lass, sulla ruota


panoramica
il sogno vicino

Metti un giro sulla ruota


panoramica. S, quella che fino
a domenica scorsa svettava a
FestaReggio. Ora svetta a
FestaLiga, ha cambiato
collocazione ma regala nuove
emozioni. Perch quando sei
lass, al netto delle vertigini,
abbracci con lo sguardo la
grandezza di un Campovolo
che ti immagini quando far
buio. E proprio l, sotto di te, ci
sar il Liga a urlare dal palco
tutta la sua gioia.
Al Liga Story allestito sulla Liga Street, i fan ammirano sotto la teca dischi di platino e testimonianze preziose

Tanti gli stand


gastronomici
ma non solo. Tra i pi
originali quello delle
Riunite dove
il Lambrusco made
in Reggio si accompagna
ai popcorn made in Usa

Il vero protagonista
il manager storico
Claudio Maioli assediato
dai fan con i quali gioca
tra foto di gruppo
e spiritosi selfie. In attesa
che arrivi il rocker
si ammira il suo alter ego
mondo. Per poi tornare qui, a
casa sua. Al Campovolo.
Ma il Liga Story solo un
tappa, forse la pi suggestiva.
Prima e dopo si possono im-

provvisare partite a bigliardino, stupirsi di fronte alla musica sparata che esce dalle
casse di tuning car improbabili. Ma anche togliersi la se-

te, e la fame, in uno dei 24


punti ristoro made in Liga. O
fermarsi allo stand delle Riunite per bere un bicchiere di
Lambrusco accompagnato

dai popcorn in pieno Liga style... mancano le rose. Ma pare nessuno abbia protestato.
E perch non fermarsi ad acquistare gadget di ogni tipo

sui tanti stand che costeggiano la strada del rock: bandane, magliette, occhiali, braccialetti, portachiavi e anche
teli di mare... per il prossimo
anno. O per stendersi nel
campo.
Ma il vero protagonista, ieri pomeriggio, sulla Liga Street e non solo, stato lui, Claudio Maioli. Il manager amico
di una vita di Luciano che si
trasformato durante il pomeriggio nel suo alter ego: tutti
in fila per fare un selfie con
lui. Ragazze, ragazzi, famiglie
al completo. E lui, sorriso sornione e sguardo buono, a prestarsi al gioco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

IX

Io, primo della fila


vedr il concerto
a due passi dal palco
Daniel Tamiano di Roma dorme in tenda da dodici giorni
Ho ottenuto il posto migliore per godermi lo spettacolo
di Serena Arbizzi
REGGIOEMILIA

I progetti di Maioli & Salzano

Aspettando unarena e altri grandi eventi


Claudio Maioli, storico manager
del Liga, e Ferdinando Salzano
(foto), presidente e
amministratore delegato di F&P
Group, sprizzano gioia. Seduti
sulla Liga Street, si godono lo
spettacolo dei fan che prendono
dassalto il Campovolo. Il giorno
prima dellevento. Anche se la
festa gi iniziata. E continuer a
lungo. Perch se questo il
quarto Campovolo, c da giurarci
che ce ne saranno altri. Ma non

solo. Quello di Ligabue - dice


Maioli - un pubblico fantastico
con tanta voglia di divertirsi. E
Reggio ha dimostrato in pi
occasioni di essere una citt
accogliente. In pi, abbiamo la
fortuna di avere questo spazio
meraviglioso che si trova in un
punto sicuramente strategico. E
non parlo solamente di concerti
di Ligabue. Sono sempre pi
convinto che si possa fare di
pi.... Unarena?

Una passione che sgorga nelle


vene, tanto da spingerlo a guadagnarsi la prima postazione in assoluto di un mega-evento come
quello del Campovolo. Daniel
Tamiano da Roma, 19 anni, il
numero uno. Lo perch il primo, almeno per quanto riguarda la conta del fanclub Bar Mario, ad essere arrivato sul posto e
ad accamparsi in prossimit del
concerto. Di conseguenza, Daniel godr della migliore postazione in assoluto, al fianco del
palco, dalla quale potr scrutare
ogni minima mossa del suo idolo: Ligabue.
Ha trascorso la notte sul prato, orgoglioso della transenna
conquistata. Ieri, la certezza di
poter beneficiare di un posto privilegiato si aggiunta ad uno
scatto fulmineo allapertura dei
cancelli. Un momento condito
da polemiche perch, inizialmente, avrebbero potuto entrare, secondo accordi presi allinterno del bar Mario, i primi 500
fan giunti al Campovolo, contrassegnati dal numero di arrivo
scritto sulla mano. Per, si sono
infilati dentro anche alcuni non
numerati o appartenenti ad una
lista ufficiosa.
Daniel, quando sei arrivato
qui?
Sono qui da 12 giorni, precisamente da domenica 6 settembre. Mi sono appena diplomato
allalberghiero, indirizzo cucina, e, quindi, posso assentarmi
da casa per un periodo cos lungo senza dover rendere conto a
qualcuno. Anche se, qui, accanto a me, stanno condividendo
questi momenti indimenticabili
tanti preziosi amici che lavorano e hanno domandato appositamente un permesso.
Perch sei arrivato con cos
largo anticipo?
Il posto che ho conquistato
il migliore per godersi lo spettacolo. Poi intorno a me ci sono
tante persone stupende che condividono la mia stessa passione
e arrivano qui da tutta Italia. Il
bello anche nellattesa, non solo nello spettacolo in s che, sia-

Daniel Tamiano da Roma, 19 anni, il primo ad accamparsi al Campovolo

mo sicuri, sar indimenticabile,


come sempre, del resto.
Dove hai trascorso queste
notti di attesa, prima dellapertura dei cancelli?
Non che abbia dormito
molto (dice Daniel, strofinandosi gli occhi, ndr), sono stato
un po con amici in camper che
condividono questa esperienza
e, poi, per il resto delle notti ho
tentato di prendere sonno in
tenda.
Quanti concerti hai visto, finora, del Liga?
Allincirca una trentina, ma il
numero certamente destinato
a crescere Mi piace moltissimo latmosfera che lui sa creare,
questo interagire con noi, sia sul

palco sia tramite le sue canzoni.


unimpresa ardua scegliere tra
i tanti pezzi del Liga che hanno
segnato la mia storia, profondamente. Per, tra tutte, Nel tempo
, quella in cui mi immedesimo
di pi.
Ci sono state parecchie polemiche perch alcuni che non facevano parte della lista ufficiale del bar Mario si sono intrufolati nei pit
S, succedono sempre polemiche di questo tipo. E avremmo dovuto entrare in 500, mentre siamo in 565: in tanti avrebbero voluto entrare ma la sicurezza ha detto stop. Non tutti
erano numerati allingresso dei
cancelli, in effetti.

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

XI

UNA CITT NELLA CITT AMBIENTE

Iren testa il primo vero ecoconcerto


Sacchetti per la differenziata a tutti gli spettatori e una task-force per ripulire il Campovolo a tempo di record
IL DECALOGO DELLECOFAN

REGGIO EMILIA.

"Giustissimo e sarebbe stupendo se tutti noi lasciassimo


il campo pulito". E' uno dei
tantissimi commenti postati
su Facebook dai fan di Ligabue che hanno accolto positivamente l iniziativa del primo
ecoconcerto dItalia su queste dimensioni. Una bella sfida raccolta da Iren, che vuole
trasformare questo grande avvenimento in un Eco-evento,
sensibilizzando i partecipanti
alla raccolta differenziata dei
rifiuti e al loro corretto conferimento all'interno dei contenitori e delle aree dedicate che
sono state approntate per l'occasione. Per questo prevista
la presenza di tricicli ecologici,
sacchetti per la raccolta differenziata, aree dedicate e di un
gran numero di sensibilizzatori ambientali Iren, volontari
che guideranno i partecipanti
all'evento verso un corretto
utilizzo dei sacchetti per la raccolta differenziata che verranno distribuiti all'ingresso. I
sensibilizzatori saranno facilmente individuabili perch vestiti con una maglietta verde
acceso recante la scritta Campovolo pulito.
L'organizzazione della differenziata non cosa da poco:
Irenha trovato una soluzione
semplice che si basa sulla collaborazione di coloro che parteciperanno all'evento. Al distacco dei biglietti, verranno
consegnati i sacchetti per la
raccolta differenziata dei materiali e per la raccolta del rifiuto residuo. I sacchetti dovranno essere conservati ed utilizzati durante l'evento, e potranno essere conferiti in apposite
aree per la raccolta che sono
state allestite per l'occasione.
I sensibilizzatori ambientali
svolgeranno la loro attivit gi
oggi , fino alla fine del concerto. In particolare, guideranno i
partecipanti per evitare che i
rifiuti siano abbandonati dando indicazioni sulle numerose
aree di raccolta che, recintate
e segnalate, saranno dislocate
nella zona del concerto, nella
zona di ingresso e di uscita,
nell'area dei parcheggi, in
quella del camping e anche
nella zona del backstage.
Ognuna accoglie bidoni o isole che consentiranno la differenziata dei materiali (essen-

rifiuti li produci tu. Scegli con attenzione cosa e come portarlo al


1. Iconcerto.
Sono proprio necessarie tutte quelle confezioni usa e getta?
devi gettare? Se sei ad un ecoconcerto Iren troverai sicuramente un
2. Lo
contenitore per i tuoi rifiuti. Pu succedere di trovarlo pieno perch in

3.
4.
5.
6.
7.
8.

molti ecoconcerti non possibile svuotarli per ragioni di sicurezza.


O ne cerchi un altro oppure lasci il tuo rifiuto vicino al contenitore.
Non abbandonarlo.
Se sei sotto il palco e non riesci a muoverti, usa i sacchetti che ti
abbiamo distribuito allingresso. Poi alluscita lasciali negli appositi
contenitori.
Vuoi differenziare? Bravo. Ricordati, per, che la qualit che conta,
quindi non sbagliare il contenitore. (Passa allazione successiva.
Non perdere il ritmo)
Vediamo. Lattine o bottiglie di vetro non dovresti averne, quindi devi
gettare solo degli imballaggi in plastica o altro materiale irrecuperabile.
Due contenitori da scegliere: non difficile.
Nella plastica puoi gettare: bottiglie, confezioni di merendine,
confezioni dei panini, vasetti di yoghurt e vaschette della frutta.
Tutti gli imballaggi devono essere vuoti. Non dimenticarti dei tappi o dei
piccoli pezzi di plastica (tipo cerchietti intorno al collo della bottiglia).
Si piantano nel terreno e non sono un bel ricordo
Nel materiale irrecuperabile tutto il resto (carta sporca dei panini,
mozziconi ecc). I mozziconi chiaramente spenti.
Hai visto? Basta pochissimo. Non devi fare nemmeno troppa fatica
perch i contenitori li trovi sicuramente anche lungo la strada
che farai per uscire.
Il sacchetto che hai usato per portare le tue cose ottimo
per gettarle.
E tua quella cartaccia? Che tipo stonato che sei.
Raccoglila a fai canestro con il prossimo contenitore.

I Sensibilizzatori ambientali di Iren con i sacchetti per la raccolta differenziata

9.
10.

zialmente plastica, non essendo ammesse le bottiglie del vetro e le lattine nell'area dell'
evento) da quella dei rifiuti residui/non recuperabili. Per la
zona concerto sono state allestite 26 isole da collocare sul
retro di ciascun punto ristoro.
Le isole sono state suddivise in
aree per raccolta differenziata
ed indifferenziata. Per la zona

di Campovolo anche due fontane per la distribuzione dell'


acqua potabile, una posizionata all'esterno nella zona degli
ingressi, e l'altra nella zona del
camping. Sar anche attivo un
Info-point di Iren, a circa met
della Liga street, dove i partecipanti all'evento possono chiedere informazioni. E stato realizzato anche il sito www.eco-

ingresso/uscita l'area stata


allestita con 4 isole per raccolta automatizzata con camion
compattatore (2 per la raccolta
differenziata e 2 per il residuo), oltre a 4 isole disposte a
raggiera con doppia raccolta
(differenziata + indifferenziata) ed oltre a 20 contenitori
suddivisi tra i due ingressi.
Per la zona parcheggio dedi-

cata ai 6000 fan autorizzati sono state predisposte batterie


per la raccolta dei rifiuti differenziati/indifferenziati da collocare vicino ai bagni, cos come per la zona camping e per
la zona backstage. In queste
aree sono stati attrezzati anche punti per la raccolta del rifiuto organico.
Iren ha collocato nella zona

I taxi ci sono, ma con lincognita


Operativi H24 dalla stazione centrale e vicino al Tribunale: 0522.452545
REGGIO EMILIA.

Saremo operativi 24 ore su


24, ma non per nulla scontato che si riesca a garantire il
servizio a tutti coloro che ce lo
chiederanno. Fabrizio Bigi,
gi presidente del Consorzio
Taxisti Reggiani, motiva anticipatamente le ragioni di qualche possibile disagio nella
coincidenza del concerto di Ligabue al Campovolo.
Il mio timore precisa si
basa sulle esperienze vissute
in occasione di precedenti

analoghi eventi capaci di richiamare nella nostra citt decine di migliaia di persone. La
convinzione trae origine dalla
ordinanza comunale che ammette il nostro transito lungo
le strade che saranno chiuse al
passaggio degli altri automobilisti, ma dice anche che ci sar possibile a meno che la Polizia municipale o i colleghi
della Polizia Stradale decidano di interrompere la circolazione. Ci pu quindi accadere in qualsiasi momento. Garantiremo pertanto il servizio

di trasporto alle persone ma


solo fino a quando sar possibile. A tal proposito Bigi racconta un paio di precedenti.
In occasione dellultima visita di Ligabue ero al Centro Fiere - dove anche questanno
convergeranno molti autobus
- e cercai di spostarmi allarea
del concerto. Trovai una barriera umana e dovetti rinunciare a percorrere via Gramsci;
rientrai quindi immediatamente al punto di partenza.
Un mio collega prov invece a
resistere ma rimase letteral-

mente imprigionato e fu costretto ad aspettare alcune ore


prima di divincolarsi dalla folla. Ma chi necessita del servizio di taxi cosa deve fare?
Innanzi tutto deve contattare
il nostro centralino telefonico
(0522-452545) che, come detto, sar operativo giorno e notte e aggiornarsi sulla situazione. In secondo luogo dovr
convergere verso i due punti di
raccolta che sono fissati alla
stazione centrale di piazzale
Marconi e nellarea posta a
fianco del Tribunale.
(l.v.)

concerto.it d ove attingere informazioni utili, tra le quali il


decalogo dell' eco-fan, il rifiutologo e la mappa dell'area.
Per la gestione dei rifiuti
stata posta in essere una imponente organizzazione: gi dalla mattina di oggi venerd, tecnici Iren presidieranno l'area e
dalle ore 15, quando verranno
aperti i cancelli della Liga street, inizier lo svuotamento dei
cestini che continuer sino al
termine del concerto. Dalle
ore 19 verranno posizionati i
mezzi: due motocarri, due autospazzatrici, due gru a polipo, un autocarro con pianale
mobile, un compattatore e
due botti aspiratrici, oltre ad
altri mezzi dedicati. Il sabato
continuer il presidio sino alla
fine del concerto, al termine
del quale entreranno in azione
le squadre addette alla pulizia,
circa trenta operatori oltre ai
tecnici IREN che coordineranno i lavori per tutta la notte.
Verso le 5 del mattino di domenica inizier la pulizia delle
aree esterne al Campovolo. Alle prime luci dell'alba e a mezzogiorno, due cambio turno.
Si conta di ripulire tutto entro
domenica sera, con eventuali
rifiniture al luned mattina.
RIPRODUZIONERISERVATA

XII

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

lalfabeto del liga SU E GI DAL PALCO


REGGIOEMILIA

A
B
C
D

come Angelo Carrara, il


primissimo
manager,
scomparso nel 2012, il primo a scommettere sul suo talento, grazie allaiuto del compianto
PierangeloBertoli.
come Balliamo sul mondo, il pezzo della consacrazione: nel 1990 la vittoria
del Disco Verde al Festivalbar, migliorartistaemergente.
come Correggio, il borgo
raccontato nelle sue canzoni, nei suoi libri, nelle
pellicole. qui che il Liga nato il
13marzo1960.
come dischi: venti album
che hanno segnato la storia della musica. Uno su
tutti: Buon Compleanno, Elvis
(1995), dieci dischi di platino,
uno dei cento dischi italiani pi
belli di sempre secondo Rolling
StoneItalia.
come Emilia, la sua terra,
alla quale legato da un
amoreindissolubile.Come
dimostratodaItalia LovesEmilia,
al Campovolo: tredici artisti e
150.831 biglietti a favore delle popolazioni colpite dal sisma del 20
e29maggio 2012.
come fans, riuniti attorno
al Bar Mario, fondato nel
91 dal fratello Marco Ligabue: sempre in prima fila nei concertieneiraduni.
come Giro del mondo, a
coronare il Mondovisione Tour: un trionfo nei
palasport delle Piccole Citt, negli stadi, fino alla conquista di
Usa, Canada, Sud America, Australia,Giappone eCina.

F
G

O
1987
P
2011
Q
2015 R
S
T
Dalla A alla Z, una vita da mediano U
inseguendo i sogni di rock n roll V
H
Z
M
N
L
I
LA LUNGA CARRIERA

una carriera da record

come Hard Rock Cafe.


La sua chitarra tra i cimeli dellHard Rock NY.
ComeJimi Hendrix.
come Inter, squadra del cuore: Chi era pi grande di me
tifava per lInter quando vin-

ceva tutto. Io ero piccolo e mi sonopreso tuttiglianniin cuilInter


nonhavinto.
come laurea, conferitagli
nel 2004 honoris causa in
Editoria, Comunicazione
multimediale e Giornalismo

dallUniversitdiTeramo.
come Claudio Maioli.
Lamico di una vita, il
manager storico, lideatore dei mega-eventi al Campovolo, da sempre al fianco del rocker
di Correggio, con cui ha condivi-

solinteracarriera.
come il Neverending
Tour, il primo tour, durato ininterrottamente quasipertreanni: 250concertiingiro
per l'Italia, realizzati tra il 1990 e il
1993.

come Orazero, la primissima band, con cui vinse


nel 1988 il Terremoto
Rock, concorso del Comune di
ReggioedellArci.
come poesie e prosa. Allattivo del Liga quattro libri:
daFuoriedentroilborgo
(1998) a Il rumore dei baci a vuoto(2012).
come 45 giri: il primo disco, vincitore del Terremoto Rock. Mille copie e
due tracce: Anime in plexiglass e
BarMario.
come Radio. Gli esordi negli ani 80, in Emilia: da Radio Attiva a Mondoradio
RockStation.
come Sogni di rock n roll.
La madrina di tutte le canzoni. Nel 1988, quando il
Liga era sconosciuto, stata inserita nel disco Tra me e me di
PierangeloBertoli.
come tour e concerti. Al
primo
Campovolo,
180.000personee165.264
paganti: record europeo per un
singolo artista. Dal 2005 oltre 2
milionidibiglietti venduti.
come Urlando contro il
cielo. Il Liga ha raccontato che lurlo un suo modo di cantare. Ma chi non ha mai
urlatocontrocielo?
come 25 anni di una carriera strepitosa: buon
compleanno,Liga!
come Da Zero a dieci, il ritornoalcinemanel2002. Il
debutto nel 1998 con Radiofreccia: tre Nastri d'argento,
due David di Donatello, quattro
Globo doro, Ciak d'oro, Premio
Flaiano.
(e.spa.)

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

XIII

i PERSONAGGI LAMICO DI SEMPRE

Certe notti qui, sempre al Campovolo


Il racconto del manager storico Claudio Maioli, al fianco del LIga dagli esordi in radio fino al successo del Giro del Mondo
di Evaristo Sparvieri
REGGIO EMILIA

Per me campovolo da sempre un posto dellanima, quei


posti che ho cominciato a vedere le prime volte da bambino, con mio padre, passando
davanti a Reggio. un luogo
che rimane nel cuore. Il signore del Campovolo ha un nome
e un cognome: Claudio Maioli,
amico di una vita e manager
storico del Liga, al fianco del
rocker di Correggio sin dai primissimi esordi. Patron di Riservarossa, dietro ogni mega-evento targato Ligabue c
sempre stata la sua firma, artefice insieme a F&P Group dei
concertoni del 2005 e del 2011.
Unamicizia che affonda le
sue radici nel tempo, consolidatasi anno dopo anno, concerto dopo concerto. I primi
incontri a cavallo tra gli anni
70 e gli anni 80. Poi, dal 1987,
entrambi al lavoro per una radio privata di Correggio. qui,
nel borgo che li vede crescere,
che il Liga affida a Maioli una
musicassetta in cui aveva registrato le sue prime canzoni. Sogni di rock n roll che il Maio,
come lo chiamano tutti, porter in giro ovunque, con la speranza di strappare un contratto discografico: una musicassetta C 60, che capit fra gli
altri anche nelle mani di Pierangelo Bertoli e Mimmo Locasciulli.
stato Pierangelo Bertoli,
mettendo il Liga e il suo manager in contatto con il produttore Angelo Carrara, ad imprimere una svolta ad una carriera
destinata a diventare strabiliante, consentendo nel 1990
la pubblicazione dellalbum
desordio, Ligabue.
Lavoravamo in una radio a
Correggio. Luciano mi ha detto che scriveva canzoni e che
avrebbe voluto farmele sentire. Forse ha riscontrato in me
la sfacciataggine e la sensibilit necessarie. Le ho sentite ed
erano davvero interessanti. Da
l siamo partiti, con la voglia di
arrivare nelle classifiche nazionali. Abbiamo cominciato a girare con queste canzoni, senza
avere nessuna esperienza. Perch la nostra anche una storia di crescita. Quella realizzata in 25 anni trascorsi insieme.
Venticinque anni di succes-

La preview di Campovolo 2015 per giornalisti e ospiti, questa estate

salzano, il produttore F&P

Un atto damore per il rock


con i fans migliori del mondo
REGGIO EMILIA

Claudio Maioli, manager storico e amico di una vita di Luciano Ligabue, con il quale ha condiviso tutta la carriera

si, scanditi da tappe memorabili.


Una lunga storia che vede
ambientati al Campovolo alcuni dei suoi capitoli pi significativi: Negli ultimi 25 anni,
ogni volta che sono passato davanti al Campovolo mi sempre venuta voglia di organizzarci qualcosa. Mi sono sempre detto: Prima o poi un concerto l ce lo voglio fare. Nel
2005 accettarono la mia proposta. E organizzammo il nostro
primo concerto che, a distanza di 10 anni, rappresenta ancora il record di spettatori (180
mila presenze, ndr). un po-

sto al quale ci approcciamo


con il dovuto rispetto, ma anche con la consapevolezza che
diventato un pezzo della nostra vita.
Una vita su e gi dal palco,
contrassegnata per Maioli da
due episodi fondamentali: il
primo concerto fuori zona, ad
Alessandria, dove tutti cominciarono a cantare le canzoni
dellalbum. E poi luscita di
Buon compleanno, Elvis, a
consacrare definitivamente il
successo. qui che il Liga e il
Maio si sono accorti di avercela davvero fatta, di aver scollinato dopo anni di gavetta. Ed

per questo che, ammette Maioli, la sua canzone preferita


Certe Notti, la canzone manifesto del Liga. La nostra
una bella storia di amicizia
racconta Maioli un po anomala, ma per questo anche
particolarmente potente nel
panorama musicale italiano.
una storia che continua a stupirmi e affascinarmi nello stesso tempo. Ho passato praticamente tutta la mia vita con Luciano, in macchina a chiacchierare o a fare qualche progetto. nato un sodalizio che
spero continui altri 25 anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un atto d'amore dei suoi


fans. questo Campovolo
2015-La Festa per Ferdinando
Salzano, amministratore delegato di F&P Group, organizzatore dei tour e di tutti i mega
eventi targati Luciano Ligabue,
con il quale ha gi condiviso gli
storici concerti nellormai mitico aeroporto di Reggio a Emilia. Un giro del mondo in cui il
Liga ha fatto il pieno di successi, portando la sua musica prima nelle piccole citt e poi negli stadi, fino alla grande avventura in USA, Canada, Brasile,
Australia, Argentina, Cina,
Giappone.
Date su date, fino al giorno
dei giorni: lattesissimo ritorno
al Campovolo, per festeggiare i
25 anni di carriera del rocker di
Correggio.
Arriviamo qui da un anno e
mezzo di tour importanti, ritrovarsi al Campovolo, in mezzo a
un cos grande affetto dei fans,
fantastico aggiunge Salzano
In un periodo del genere, pieno di difficolt per tutti, questa
voglia di ritrovarsi, facendo anche sacrifici per esserci, credo
che rappresenti un grandissimo messaggio di fiducia per il
domani.
Perch per Salzano i mega
concerti al Campovolo sono soprattutto un grande atto damo-

re reciproco. Di Liga verso il


suo pubblico. E viceversa. Una
passione che ancora una volta batte nei cuori di 150 mila
fans, per celebrare un grande
compleanno che questa volta
ha raddoppiato i suoi giorni di
festa.
Lidea di organizzare una
due giorni nata nel 2011 racconta Salzano il giorno prima
del concerto, al Campovolo erano arrivate 5-6 mila persone.
Abbiamo pensato di farle entrare, con lintento di farle uscire
in serata. Alla fine erano diecimila. Erano cos belli che ho
chiamato Maio e abbiamo
preso la decisione: lasciamole
dentro. Erano bellissimi. Ora
laccoglienza pi strutturata:
un altro momento di grande attesa sullatto di amore nei confronti di Luciano.
Un atto damore che tuttavia
ha alle spalle una gigantesca
macchina organizzativa, attenta ad ogni dettaglio per festeggiare i 25 anni di carriera del
rocker di Correggio. Ligabue
un artista straordinario. Non
solo dal punto di vista del pubblico, ma anche per chi ha la
fortuna di lavorarci insieme: ha
una squadra di lavoro che non
ho mai visto, che ha allestito linee telefoniche ed elettriche
dedicate a questo evento, votata al sacrificio e allimpegno come nessunaltra.
(e.spa.)

XIV

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

Migliaia
di fans
entrano
nel Campovolo
gi il giorno
prima
del concerto
dormendo
sul prato
da questo
episodio
che nata
lidea
di organizzare
anche
Aspettando
Campovolo

CAMPOVOLO 2011

Il concerto perfetto per il grande ritorno


Un trionfo da un milione 200 mila watt di musica davanti a 120 mila fans in delirio. E sul palco spunta anche Mario, del bar
REGGIO EMILIA

Questa la mia vita. Il ritorno


al Campovolo, riparte da qui, il
16 luglio 2011, dove lurlo dei
120 mila fans risuona ancora
una volta nellaeroporto di Reggio Emilia. Un palco da 90 metri
per una superficie di 1.100 metri
quadrati calpestabili, 620 metri
quadri di schermi, 19 torri altoparlanti per un totale di 200 mila
watt, che dopo il successo del
2005 tornano ad accendersi per
il popolo del Liga in un nuovo indimenticabile live. Un evento
che consacra definitivamente la
magia del Campovolo, considerato da tutti gli addetti ai lavori il
concerto perfetto. I fans entrano
sin dal giorno prima, dando lo
spunto per la realizzazione di
quello che ora diventato
Aspettando
Campovolo.
Allinizio del concerto, tuttavia,
non la musica a parlare per prima. Sullo schermo appaiono le
immagini e il nome delle storiche band del Liga, ancora sul
palco del Campovolo al fianco
del rocker di Correggio: i ClanDestino, La Banda, il Gruppo.
Poi parte il conto alla rovescia: tre, due, uno... e via con
Questa la mia vita, a dare il
benvenuto a tutti, in pieno stile
Ligabue, in quella che ormai
diventata la sua casa. Al centro
del palco, con chitarra e voce, il
Liga avvolto in un fascio di luci,
mentre si alternano i brani che
lo hanno fatto entrare nella storia della musica italiana: Un colpo allanima, linedito Mi abituer, Non tempo per noi, Balliamo sul mondo, Il giorno di dolore che uno ha, Certe Notti, Tra
palco e realt. E, sul palco, a sorpresa arriva anche Mario del Bar
Mario: lennesima conferma
che Liga si sente davvero a casa.

Il 16 luglio 2011
il grande
ritorno
di Ligabue
al Campovolo
davanti
a 120 mila
fans
Una festa anche
per gli 8 dischi
di platino e il
disco di
diamante vinti
con Arrivederci,
Mostro!

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

CAMPOVOLO La festa 2015

XV

CAMPOVOLO 2005

Il live dei record davanti a 180 mila fans


Quattro palchi per festeggiare i primi quindici anni di carriera. primato europeo di biglietti venduti per un singolo artista
REGGIO EMILIA

Quattro palchi in unarea di 150


mila metri quadrati, otto maxi
schermi, cinquanta artisti, 2.500
volontari e un pubblico sterminato: 180 mila persone, con
165.264 spettatori paganti, ancora oggi record europeo per un
concerto a pagamento di un singolo artista.
10 settembre 2005, ore 9 del
mattino. I cancelli si aprono al
pubblico, spalancando le porte
della storia. Il Giorno dei
giorni, il primo indimenticabile concerto di Ligabue al Campovolo, nel quale il rocker di Correggio festeggia i suoi quindici
anni di carriera, regalando ai
suoi fans tre ore di magia. Un
evento pioneristico per la musica italiana, nel quale il Liga ripercorre i passi salienti di una carriera gi condita di fantastici successi: oltre trenta i brani in scaletta, al fianco delle band che lo
hanno accompagnato nella sua
ascesa verso le vette della musica italiana. Su ognuno dei quattro palchi, una delle mille sfaccettature del rocker di Correggio. Sul palco Main, il Liga era
accompagnato dai musicisti
con i quali ha realizzato Buon
compleanno Elvis, sul palco Solo si potevano respirare atmosfere intime, con interpretazioni
minimal. Nel palco Vintage, le
note del primo Ligabue, accompagnato dai Clandestino, protagonisti
dellindimenticabile
Neverending tour, con i quali
ha attraversato le canzoni rimaste indelebili nel cuore dei fans
di pi vecchia data, come
Libera nos a malo e Ho messo via. E infine il palco Teatro,
dove il cantautore ha conquistato il suo pubblico con Il giorno
di dolore che uno ha, con una
dedica speciale agli amici con
cui avrebbe voluto condividere
un giorno tanto speciale, ma che
non ci sono pi. Uno show indimenticabile, con un unico neo: i
problemi audio che hanno afflitto parte del pubblico presente vicino al palco Vintage, che hanno
spinto alcune migliaia di fans a
lasciare il concerto prima della
conclusione. Un inconveniente
per il quale il Liga che proprio
la notte del concerto sub un furto nella sua abitazione chieder scusa al suo popolo:
unamarezza sapere che molti di
voi non sentivano. il vero furto
che mi stato fatto.

Alcuni
momenti
del concerto
del 2005
A sinistra
Luciano Ghezzi
bassista dei
ClanDestino
A fianco
Ligabue
con Max
Cottafavi
A destra
Gigi Cavalli
Cocchi
batterista
dei
ClanDestino

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

XVII

AMARCORD LINIZIO DI TUTTO

La sala prove, ricavata in una stalla


Bobby degli Orazero racconta lincontro con Luciano, nella seconda met degli anni Ottanta: Che brividi...
di Serena Arbizzi
SANMARTINO IN RIO

Quando l'8 febbraio 1987 tennero il loro primo concerto alla sala Lucio Lombardo Radice
di Correggio non immaginavano quello che sarebbe successo di l a pochi anni. Eppure,
gi da allora in quei giovani uomini sgorgava sangue rock
and roll che, seppur su binari
diversi, continua a scorrere ancora oggi. E successi come Anime in Plexiglass, Figlio d'un cane, Marlon Brando sempre
lui, che si conservano inossidabili e vengono consegnati ai
fans con lo stesso vigore di allora, risalgono a quell'epoca in
cui tutto doveva succedere. Loro sono gli Orazero, la prima
band di Luciano Ligabue, tuttora in attivit. Per capire
quando scattata la scintilla
che ha unito per un periodo i
componenti del gruppo bisogna fare uno scatto indietro. E
ritornare a met degli anni Ottanta, tra il 1985 e il 1986. A San
Martino in Rio, Imo, Bobby e
Sisi partecipano alla composizione di un musical: da questa
esperienza nasce l'idea del
gruppo ispirato al rock dei Rush e dei Dire Straits con la volont sempre pi forte di dare
vita a pezzi propri e non solo a
cover. Ligabue, intanto era
speaker a Studio 6, stazione radio correggese, con Bruno
"Trico" Pederzoli e quello che
sarebbe diventato il suo manager, Claudio Maioli, e teneva
in saccoccia alcune sue canzoni: aveva cercato di fondare un
gruppo con "Trico", ma senza
riuscirvi. Ed qui che scatta
l'incontro che avrebbe portato
agli Orazero. Come racconta
Roberto Bartolucci, Bobby,
componente degli Orazero.
"Alberto "Imo" Imovilli viene
a sapere, grazie ad un'amica
correggese, di un ragazzo che
stava cercando un gruppo con
cui suonare i suoi pezzi. Noi,
che suonavamo, cercavamo
qualcuno che ci proponesse
dei brani. Quel ragazzo si chiama Luciano Ligabue.
Cos scattato il feeling
Esatto. Io, Imo e Sisy incontrammo Luciano, che cantava
e scriveva canzoni. Arriv a
bordo di un maggiolone blu
con la sua fidanzata. Ci raggiunsero nella nostra sala prove di allora.

A fianco, la stalla di Lemizzone dove gli Orazero


avevano ricavato la sala prove in cui hanno iniziato
a suonare con Ligabue; sopra, un cimelio:
la locandina fai-da-te di uno dei primi concerti

Dove suonavate?
Eravamo in una stalla, a Lemizzone, profonda Bassa reggiana. Qui avevamo ricavato la
nostra sala prove. Non era una
casa colonica, ma una costruzione degli anni Settanta. Allora eravamo ingenui e un po' timorosi. Poi Luciano ci fece
sentire alcune sue canzoni, come "Sogni di rock'n'roll" e "La

ballerina del carillon". A nostra volta, gli abbiamo fatto


ascoltare il nostro modo di
suonare attraverso "Limelight", pezzo dei Rush. Il gruppo
nacque ufficialmente. Poi si
aggiunse Bruno Pederzoli, alla
chitarra, Bruno Imovilli nel
ruolo di tecnico e Claudio Maioli, in quello di manager.
Che ricordo hai del vostro

Bobby Bartolucci ricorda gli anni degli Orazero

primo concerto?
Ho ancora impressi i brividi
di quel momento. Probabilmente in quella sala c'erano
soltanto dei nostri amici, ma
dopo tanto tempo il ricordo di
quel pomeriggio mi scuote ancora. Tante imperfezioni, ma
anche tanta voglia di ripetere
quella emozione l, il nostro faro che ci dava il grande impul-

La copertina di Anime in plexiglass

so di continuare.
Tra i pezzi risalenti ai primi
periodi con Luciano ce n' anche uno intitolato esattamente come la vostra band
S, ed una sorta di eredit,
di lascito che Luciano ha consegnato nelle nostre mani e
che non ha mai rifatto. Quel
pezzo si chiama proprio Orazero, come noi. la storia di

un ragazzo che in una notte


d'estate assiste allo stupro di
una giovane dalla finestra. E
arriva la sua ora zero: l'ora in
cui decidere se essere un eroe
e assumersi le sue responsabilit. Il ragazzo scende per strada e difende la vittima, buscandosi un sacco di botte dai due
violentatori, ma anche da lei
che voleva tenere nascosto il
suo dramma.
Vi sentite ancora?
Il rapporto ottimo. Ci sono
stati screzi, ma ci siamo sempre ritrovati. Nel 2011 ci siamo
esibiti al Campovolo. Quest'
anno andremo a vederlo. In
occasione di un raduno del fan
club abbiamo suonato con Luciano "Il gringo". Poi, una volta mi capitato un episodio
curioso. Stavo facendo un giro
al lago del Ventasso quando
improvvisamente mi sento salutare: "Hey Bobby, ciao". Era
il Liga e i miei amici si sono
meravigliati perch lui ha riconosciuto me ma io non ho riconosciuto lui Dopo il Campovolo credo che Luciano prender un periodo di pausa per
riposarsi. E allora potr succedere di vedersi pi spesso, magari in giro per San Martino in
Rio. O da Mario, dove andavamo fino a tardi dopo le prove.

XVIII

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

ritratto di famiglia LINTERVISTA

Marco racconta Liga


Che emozione,
il Festivalbar vinto

Ligachannel
e BarMario
li gestisce lui

La passione comune per la musica, dieci anni di differenza


e la chitarra acustica come regalo per i ventanni
di Serena Arbizzi
CORREGGIO

Due fratelli uniti dalla stessa,


indissolubile passione per la
musica. Marco e Luciano Ligabue sono due fratelli doro.
Marco, 45 anni, dapprima ha
fatto parte dei Rio, poi, da
qualche anno, ha spiccato il
volo per la carriera solista che
lo vede esibirsi in tantissime
date su e gi per la penisola.
Come Luciano, non ha dimenticato lamore per Correggio e i
dintorni che lhanno visto crescere, come uomo e come musicista. E per Marco e Luciano
il legame che li accomunava alla musica sempre stato evidente. Un legame che si consolider ulteriormente al Campovolo il 19 settembre.
Marco, ci sarai al grande
concerto di Luciano?

Certo, ci sar sicuramente.


Si tratta di una tappa fondamentale nella carriera di Luciano, un altro traguardo tagliato
e unoccasione per stare insieme. Questo per me un periodo molto impegnativo. Avr
un concerto sia il giorno prima
sia il giorno dopo, ma non posso perdermelo. Sar l sia per
stare vicino a Luciano, sia per
salutare tanti amici con i quali
ci ritroveremo.
La passione per il rock e la
buona musica ha sempre accomunato te e il tuo fratello
maggiore
S, io ho sempre seguito Luciano in questa avventura bellissima iniziata ormai diversi
anni fa. Inizialmente mi occupavo del merchandising e ho
creato il fan club ufficiale, Bar
Mario nel 1991.
Che ricordo hai dei primi

anni in cui Luciano ha decollato nella sua carriera?


Dal 1987 in poi ha iniziato
ad esibirsi in concerto contemporaneamente ad altre professioni che svolgeva. In seguito,
da Balliamo sul mondo, ha lasciato gli altri lavori e si dedicato esclusivamente alla carriera artistica. Per la nostra famiglia stata unemozione
straordinaria. Si trattava della
nostra prima esperienza nel
mondo della musica di cui Luciano per noi stato precursore. Poi, le varie tappe conquistate: stato bello, bellissimo.
Ricordo quando ha vinto il Festivalbar con Certe notti, nel
1996, o quando andava a diversi chilometri da casa e tante
persone acquistavano volentieri un biglietto per assistere
al suo spettacolo. Sono stati
anni straordinari.

Marco Ligabue, stasera al Campovolo per applaudire il fratellone

Mai suonato insieme?


Poco perch abbiamo 10 anni di differenza e, nonostante
siamo molto legati, i gusti e le
abitudini possono variare molto. Ricordo per quando avevo 15 anni e sono andato con
lui al Roxy Hall di Villa Celle. Io
avevo appena iniziato a suonare la chitarra e mi accostavo alla musica con curiosit e gi

con passione. Luciano mi ha


regalato una chitarra acustica:
era il 1985.
Che augurio fai a Luciano
per questa sera?
Di goderselo. Di far s che,
anche se uno spettacolo imponente e i ritmi saranno sicuramente incalzanti, sia una
grande festa pure per lui.
RIPRODUZIONERISERVATA

Marco Ligabue nato a


Correggio il 16 maggio 1970.
Ha iniziato la carriera solista
nel 2013 e, da allora, ha gi
fatto 200 concerti cantando
nei posti pi belli dItalia .
Marco, che conta pi di
250.000 fan su Facebook,
reduce da due anni pieni di
soddisfazioni: il suo album
desordio, Mare dentro,
arrivato subito al 16 posto in
classifica FIMI e i videoclip dei
suoi singoli hanno superato i 2
milioni di visualizzazioni su
YouTube. Prima di iniziare la
carriera solista ha suonato 10
anni con Little Taver & His
Crazy Alligators fino a quando,
nel 2001, ha fondato i Rio. Il
primo giugno ha annunciato
laddio al gruppo. Dal 1991
responsabile di Ligachannel e
BarMario.

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

XIX

SAN MARTINO IN RIO IL MITO E LA REALT

Ci vediamo da Mario, prima o poi...


Zanni e il Liga degli Orazero, che beveva solo Coca Cola. Chi non lo ha seguito, che sbaglio madornale
di Serena Arbizzi
SAN MARTINO IN RIO

Ci sono leggende viventi che


parlano dritte al cuore di un
territorio. Una di queste mandava tutti a nanna poi il bar
chiude e rappresentava e rappresenta anche oggi un punto
fermo, un simbolo del paese
pur nel mutare dei giorni e degli anni, perch tanto Mario
riapre, prima o poi.
Mario Zanni, classe 1939 il
barista pi famoso dItalia,
consacrato ad una vasta notoriet dai versi di pi di una canzone di Luciano Ligabue. Ma
Mario rimasto lo stesso di
sempre. Lo stesso che dava
un colpo di straccio prima di
mandare tutti a casa, interpretato da Francesco Guccini nel
film Radiofreccia. Nonostante
non sia pi dietro il bancone
del bar di via Forche al quale
Mario ha prestato il nome ormai dal lontano 2001, non se
ne sta con le mani in mano a
godersi la pensione, ma continua a darsi da fare insieme alla
moglie Cordiana al Piccolo Bar
di via della Resistenza, gestito
dalla figlia Elisa.
Mario anche nonno felice
di Eleonora, nata dallunione
dellaltro figlio Nazareno, 30
anni, e della moglie Elena. E il
Piccolo Bar divenuto meta di
un pellegrinaggio laico, che attrae fans di Ligabue provenienti da tutta Italia.
Mario, iniziamo con la pi
classica delle domande: come
ha conosciuto il Liga?
Luciano Ligabue di Correggio, ma, sar stata la met degli
anni Ottanta, anzi mi ricordo
lanno, era il 1985, aveva trovato un complesso (gli Orazero,
ndr) a San Martino in Rio. Allora era ancora alle prime armi.
Non era famoso. Lui si aggregato a questo complesso e andavano a suonare tutti insieme
in una stalla a Lemizzone. Dove cera una volta il torello hanno costruito un box che usavano come sala prove. Poi Luciano e i suoi musicisti venivano
da me una volta finito. A mezzanotte facevano razzia di cibo e acqua. Tiravo gli gnocchi
fritti e tenevo in fresco le bevande. Liga beveva Coca Cola,
non ha mai bevuto alcol. Veniva con la fidanzata di allora e ricordo che cera anche Claudio
Maioli, manager storico di Lu-

E domani tutti
a Correggio
per il sequel

Mario Zanni, storico gestore dellomonimo bar non a Correggio ma a San Martino in Rio. Ecco nel Piccolo Bar con le foto autografate dal Liga

TUTTI DA ME
DOPO LE PROVE

A mezzanotte
facevano razzia di cibo
e acqua. Tiravo lo
gnocco fritto e tenevo in
fresco le bevande. Liga
non ha mai bevuto alcol
ciano, accompagnato anche
lui dalla sua ragazza.
Ligabue le parlava dei suoi
sogni di rockn roll?
Parlavamo di musica con i
suoi amici. Tanta, tanta musica. In quel periodo credo di ricordare che Luciano facesse il
ragioniere in una ditta di pelletteria, e da subito abbiamo legato perch aveva un carattere

molto alla mano, mite, buono.


Ma allo stesso tempo molto determinato nellinseguire il
sogno di rockn roll, appunto. Un sogno che ha trasformato in due soli anni, riuscendo
in breve a diventare uno dei
migliori. Quelli che non lhanno seguito adesso sono ancora
l che si morsicano le dita. Ricordo che, agli inizi, aveva alcuni musicisti che suonavano
con lui ma che poi hanno scelto carriere diverse, forse considerate pi sicure. Liga aveva
anche la voglia di un impegno
sociale, di stare vicino alla gente, che sfogava con le sue canzoni e anche con lincarico di
consigliere comunale: quando
faceva lamministratore si
sempre occupato dei giovani.
Qual la canzone del Liga
alla quale pi affezionato?

A ME PIACE
Certe notti

Luciano
orgoglioso di quella
canzone. In unaltra dice
Mario manda tutti a
nanna e poi chiude il bar.
tutto vero, era cos
Senza dubbio Certe notti.
Luciano orgoglioso di quella
canzone, che gli ha fatto vincere il premio speciale al Festivalbar. Ma anche Bar Mario dove Ligabue canta Mario manda tutti a nanna e poi chiude il
bar. tutto vero, quello che
c scritto nella canzone. Si tirava fino alle due, poi mandavo
tutti a casa.

Nonostante lei si sia spostato dalloriginale bar Mario,


molti fans del Liga continuano a venirla a trovare
S, vengono in tanti, vogliono la foto, la mia firma. Recentemente venuta una suora da
Macerata che studia a Parma:
questa religiosa, appassionatissima di musica, mi ha chiesto
di farle lautografo sulla chitarra, poi lei avrebbe aggiunto credo la frase di Certe notti, Ci
vediamo da Mario prima o
poi. Lha accompagnata la
mamma. Una volta mi ricordo
che sono arrivati in una quindicina della squadra del Chievo.
E quando esplosa la fama del
locale, il Liga mi ha fatto un autografo con scritto: il vero bar
Mario perch ne erano spuntati di bar Mario, in giro...
RIPRODUZIONE RISERVATA

"Una domenica da Liga" il


titolo del "post Campovolo"
che amministrazione
comunale di Correggio, in
collaborazione con barMario,
promuove domenica 20
settembre a Correggio.
Ricco il programma che
accompagner il "day after"
dei fans di Ligabue reduci dal
concerto al Campovolo e che
vede in particolare due
appuntamenti: alle ore 11, in
corso Mazzini - fronte fans
club - presentazione di
"Generazione Liga", il libro
che raccoglie la fotografia e il
ritratto emotivo del rapporto
che corre tra Ligabue e il "suo"
pubblico": con l'autrice,
Emanuela Papini, ne discute
Marco Truzzi, giornalista.
Sempre in corso Mazzini, ma
sotto l'orologio, dalle ore 15,
"La forza della banda",
concerto dei gruppi e dei
progetti solisti dei membri
della band di Ligabue.
Presentati da Pietro Casarini,
voce di LigaChannel, salgono
sul palco Lassociazione di Gigi
Cavalli Cocchi, Niccol Bossini,
Gheri, con Max Cottafavi e
Davide Pezzin, e Fede
Poggipollini.
Molto articolata anche la
proposta gastronomica, con
bar e ristoranti aperti e pronti
a offrire vari menu a tema e
degustazioni di "eccellenze"
tipiche e locali.
Predisposta, inoltre, una
speciale "area accoglienza" a
Porta Reggio, nei pressi del
murales che celebra i 25 anni
di carriera di Ligabue, con
banchetti di prodotti
enogastronomici, punto
ristoro e vendita di libri, DVD e
gadget. Per l'occasione
saranno distribuite
gratuitamente copie del cd "I
campi in aprile", brano che
Ligabue ha donato alla propria
citt in occasione del 70esimo
della Resistenza, dedicato alla
figura del partigiano
correggese Luciano
"Bandiera" Tondelli.

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

XXI

DAGLI ESORDI AL SUCCESSO IL RACCONTO

Un mito che inizi su un mangianastri


Gigi Cavalli Cocchi, batterista dei ClanDestino e ideatore delle copertine dei primi dischi: La leggenda nacque a casa mia
di Evaristo Sparvieri

LE BAND
DI CAMPOVOLO
2015

REGGIO EMILIA

Luciano mi ha contattato perch ero il batterista pi conosciuto e casa mia era un po un


catalizzatore di musicisti. Cos
nell89 mi ha chiesto di creare
quelli che poi sono diventati i
ClanDestino, con i quali abbiamo cominciato a lavorare a quello che diventato il primo album. Gigi Cavalli Cocchi cera.
Anzi, c sempre stato. Non solo
nei due concerti del 2005 e del
2011. Ma anche 25 anni fa, a
scandire sin dagli esordi il ritmo
di una carriera segnata da un
successo inarrestabile. qui,
nella sala prove allestita nella
sua casa, a due passi dal centro,
che nato Ligabue (1990), lalbum desordio del rocker di Correggio, questa sera riproposto in
versione integrale. Ed qui che
sono nate le copertine dei primi
dischi del Liga, di cui lo stesso
Cavalli Cocchi batterista e grafico stato lideatore.
Il primo incontro? ricorda
avvenuto nel mio locale, un bistrot chiamato Casablanca. Mi
ha raggiunto con Maioli. Stavo
lavorando, gli ho detto che ci saremmo dovuti vedere quando
ero meno occupato. Poi ci siamo
messi attorno a un tavolo e mi
ha fatto ascoltare le canzoni che
aveva nel cassetto, con lintenzione di creare una nuova
band.
Niente cd e niente mp3, a
quei tempi. Era lepoca delle musicassette, quando i sogni di
rock n roll giravano su nastro.
Misi la cassettina nel mangianastri del locale aggiunge tutti ascoltammo in anteprima questi brani che Luciano aveva scritto, che poi finirono nel primo album e in parte anche nel secondo. Molti erano pezzi embrionali, solo voce e chitarra. Ma si capiva gi il grande potenziale
esploso nel primo album.
Piccola stella senza cielo, Radio radianti, Bar Mario, Non
tempo per noi. Le canzoni cerano. Ci che mancava era una
band: La cosa interessante
che quando ho ascoltato i brani
nella mia testa mi ero gi raffigurato quali erano i musicisti pi
adatti. Persone con cui ci si capiva al volo: Max Cottafavi e Luciano Ghezzi, che diventarono chitarrista e bassista dei ClanDestino. Allinizio eravamo solo questi. Le tastiere di Giovanni Mara-

CLANDESTINO
Gigi Cavalli Cocchi,
batteria
Max Cottafavi,
chitarre
Luciano Ghezzi,
basso
Giovanni Marani,
tastiere
LA BANDA
Robby Sanchez Pellati,
batteria
Fede Poggipollini,
chitarre
Mel Previte,
chitarre
Antonio Rigo Righetti,
basso

Gigi Cavalli Cocchi, batterista dei ClanDestino, tra i principali artefici del successo di Ligabue con il quale collabora sin dagli esordi

LA NASCITA
DELLA BAND

Quando
ho ascoltato le canzoni
mi ero gi raffigurato
i musicisti pi adatti:
Max Cottafavi
e Luciano Ghezzi
ni arriveranno dopo la realizzazione del disco. Mentre parla,
Gigi Cavalli Cocchi mostra dei
bozzetti. Frasi e immagini che si
rincorrono su un foglio: prove
su carta che, dopo un lungo lavoro di selezione, sono diventati la
copertina di Ligabue.
La fortuna di essere nel progetto come musicista mi ha sempre messo nella condizione di

poter entrare nei brani in maniera pi approfondita rispetto a


un semplice grafico. Per lalbum
desordio, Luciano aveva voglia
di far ascoltare il materiale accompagnato dai propri testi. Mi
propose di creare una brochure
con immagini e frasi di accompagnamento. Ho creato un abbinamento che piaciuto cos tanto da diventare la copertina, senza limmagine del cantante. Per
un artista italiano a quellepoca
era insolito. Ma anche negli album successivi limmagine di
Luciano non compare. Forse
per scaramanzia.
Lidea funzion. E il grande
salto port ad un successo inatteso. Quando ci siamo accorti
di avercela fatta? Ci sono stati alcuni episodi che ci hanno dato
limpressione che qualcosa stava succedendo. Come una festa

la copertina
di Ligabue

Luciano
aveva voglia di far
ascoltare il materiale
accompagnato dai testi
Creai una brochure
e nacque lalbum
della birra in provincia di Alessandria, dove a un certo punto
alle prime note il pubblico cantava tutti brani. Unaltra percezione lavevamo in auto: cambiavamo le stazioni radio e, nel
giro di dieci minuti, passavano
Balliamo sul mondo. La leggenda era cominciata.
Anche sul nome Ligabue c
il mio zampino conclude Ca-

valli Cocchi ovviamente Ligabue era gi Ligabue, esisteva anche una storia con il suo gruppo
di amici, che si chiamava Ligabue e gli Orazero. Quando siamo partiti insieme, Luciano mi
chiese se valeva la pena continuare con una sigla simile. Io ritenevo che il solo nome
Ligabue aveva un impatto pi
forte. Allinizio ci scambiavano
per un gruppo e ci chiamavano i
Ligabue. Per questo dal secondo
album, per mettere un po in
chiaro le cose, la casa discografica propose a noi musicisti di scegliere un nome. Decidemmo di
chiamarci ClanDestino. Avevamo anche noi unidentit. Ed
indubbio che il nostro suono abbia fatto un po la differenza,
rendendoci orgogliosi di essere
stati artefici dellesplosione del
Liga e della sua crescita.

IL GRUPPO
Michael Urbano,
batteria
Fede Poggipollini,
chitarre
Niccol Bossini,
chitarre
Davide Pezzin,
basso
Luciano Luisi,
tastiere

XXII

CAMPOVOLO La festa 2015

GAZZETTA SABATO 19 SETTEMBRE 2015

il popolo di liga

Una manna per tatuatori


Spalle, schiene, braccia
con le frasi delle canzoni
Migliaia di fan si coprono il corpo con il meglio di titoli e ritornelli
da Tu sei lei a Lamore conta, una selezione di segni di fedelt
REGGIO EMILIA.

Non sappiamo quale sia la proporzione di Ligalizzati tra


maschi e femmine: cos a
spanne, ci verrebbe da dire
che le donne rappresentano
un buon settanta per cento.
Cos come non sappiamo
quanti dei Ligalizzati abbiano un tatuaggio legato al loro
idolo. Ma a giudicare dalle foto
che in questi mesi circolano
sui social, ci verrebbe da dire
che nessun fan vero possa
definirsi tale se non si fatto
tatuare sul proprio corpo una
frase, un simbolo, un disegno
legato alle canzoni del rocker
di Correggio.
Cos, gi alcuni mesi fa, sul
nostro sito abbiamo iniziato a
raccogliere le foto con i tatuaggi, e a pubblicarle. C veramente di tutto, comprese le
parti del corpo: dalla nuca alla
caviglia, dallavambraccio al
polpaccio, ma si pu dire che
quasi nessuna parte visibile
si sia per cos dire salvata, compresa la schiena, le dita delle
mani, i piedi, il collo etc.
I titoli delle canzoni di Liga,
in verit, sono cos... corti e
musicali che sembrano quasi
slogan, e si prestano benissimo ad essere tatuati. I titoli,
ma anche i ritornelli. Pensate a
Tu sei lei, ad esempio. Ma
anche lamore conta, Ti
sento, Viva cos come sei,
Attimi e secoli, lacrime e brividi, Il meglio deve ancora venire e cos via.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tatuaggi
ovunque, o
quasi: mani,
piedi, spalle,
braccia,
polpacci,
schiena...
Nella foto
grande qui al
centro, il
tatuaggio di
Cinzia Bosi
Sopra, Martina
Marinelli
Qui a fianco,
Fernando
Polidoro: s, ci
sono anche i
maschietti...

CAMPOVOLO La festa 2015

SABATO 19 SETTEMBRE 2015 GAZZETTA

Sopra, Karin Brunetti; sotto, foto di Camilla De Francesco

In alto, Maira
Calzavara
(le due braccia)
Qui sopra, da
sinistra luca
Mazzaro
Giusy Bove
e Michela
Ganau
A destra Fanny
Bortolozzo
A fianco,
Chiara
Tamburiello:
tutte foto
mandateci dai
fan di Liga o
postate sulle
pagine
facebook
dedicate al
rocker di
Correggio

XXIII