Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Diocesi

Scuola di teologia

Strumento
per la formazione
dei formatori

Cuba avvolge
Francesco,
il Papa del disgelo

omenica scorsa, a SantAgostino, il vescovo


Douglas ha illustrato le linee guida per lanno dedicato allEucaristia

a scuola diocesana riprende le lezioni, in Seminario a Cesena, marted 6 ottobre. Il 13 ottobre


inizia il master

torica visita del Pontefice; gli incontri con Fidel e Raul Castro. Il viaggio
proseguito negli Stati
Uniti

Editoriale
Il giudizio ai lettori

24 settembre 2015

anno XLVIII (nuova serie)

numero 34 - contiene I.P. e I.R.

34

Chiesa

Assemblea e Lettera
pastorale. Segni
di una comunit viva

Gioved
Gioved
24 settembre 2015

IN OMAGGIO
la Lettera pastorale
Il pane
del viandante
a meditazione del veLcaristia
scovo Douglas sullEunella vita delle

nostre comunit. In fondo, il calendario pastorale 2015-2016

A colloquio con il direttore Ivan Bartoletti Stella

di Francesco Zanotti

contributi dello Stato non sono una regalia


e le testate diocesane, questa compresa,
non sono giornali di serie B, da trattare in
modo spregiativo. Lo ribadiamo ancora una
volta. Non sarei voluto tornare in argomento,
ma mi sento quasi costretto a intervenire
dopo gli ampi servizi usciti sul Qn (il fascicolo
nazionale del Carlino) di venerd scorso.
Segnalo un titolo: Gli aiuti di Stato non
finiscono mai. Benefici milionari anche alla
stampa cattolica e alle cooperative.
Ormai dovrebbe essere noto a tutti: il
sostegno dello Stato alleditoria rappresenta
un modo concreto per favorire il pluralismo
dellinformazione, come avviene in gran
parte dei Paesi europei o a democrazia
evoluta. Ovunque accade, ma questo non
viene quasi mai ricordato. Perch?
Il mercato da solo non sufficiente a regolare
un settore tanto delicato come quello
dellinformazione, che non pu essere
lasciato alla merc di domanda e offerta.
Dispiace evidenziare come nellarticolo del
quotidiano non si faccia cenno ai contributi
indiretti o ad altre forme di finanziamento
pure indiretto, come ad esempio la pubblicit
istituzionale, di sovente indirizzati verso certi
quotidiani, che continuano ad affermare di
non usufruire di aiuti di Stato.
Devo ammettere che non avrei voluto questa
polemica sterile, una sorta di lotta tra poveri,
che sembra abbia il solo intento di
guadagnare qualche copia in pi dalle
possibili chiusure altrui, la nostra compresa.
S, i lettori devono sapere che c chi diffonde
informazioni parziali col solo intento di
raccattare qualche nuovo lettore.
Nelle pagine citate viene esemplificato il caso
di un giornale nostro cugino, il settimanale di
Pinerolo LEco del Chisone, tanto radicato
da essere per anni lorganizzatore del
carnevale locale in grado di calamitare nella
cittadina piemontese oltre centomila
persone. Invece il Qn che fa? Lo apostrofa con
il titolo Settantamila euro al settimanale che
organizza il carnevale, tacendo che il
giornale in questione fortissimo nel suo
territorio. Fondato nel 1906, ha una tiratura di
ventisettemila copie e d lavoro a una ventina
di persone. Chi legge ha materia per
giudicare.
Abbiamo un sogno. Vorremmo vedere al
nostro fianco colleghi giornalisti ed editori su
tutte le battaglie in favore della libert
dinformazione, come quella contro il Piano
Poste che partir il primo ottobre prossimo e
ci vede impegnati da lungo tempo. Le
questioni di retrobottega non ci piacciono.
Abbiamo a cuore il territorio e ci che esso
rappresenta. Finch sar possibile faremo
sentire la nostra voce perch non cali il
sipario sulle periferie di questo Paese.

Profughi

Caritas in prima linea


PROFUGHI E FILO SPINATO
(FOTO SIR)

Nel pieno dellemergenza profughi, anche a Cesena la struttura pi sotto


pressione la Caritas diocesana a cui tutti chiedono, bussano, offrono. Il direttore Ivan Bartoletti Stella mette in evidenza che accogliere significa favorire una rete di relazioni. I profughi non possono essere abbandonati a
loro stessi. Ogni persona mantiene la sua dignit.
Gli immigrati arrivati negli ultimi tempi sono ospitati a Sarsina e a Cesena
in un appartamento della San Vincenzo De Paoli. Altri si trovano presso la
Casa San Giuseppe a Martorano e lOpera Don Dino a Ponte Abbadesse.
Per informazioni e disponibilit si pu consultare il sito internet
www.caritascesena.it
Primo piano a pag. 5

Territorio

12 e 15

Cesena

13

Feste in parrocchia
Si prosegue
a ritmo serrato

Lavori terminati
nella rupe
della Diavolessa

Cesenatico

Verghereto 17

15

La chiesa
di San Giacomo
compie 250 anni

A SantAlberico
leremo continua
ad essere vivo

Opinioni

Gioved 24 settembre 2015

Business planetario? Controlli pi esigenti


Il caso
Volkswagen

FOTO SIR

il bello della globalizzazione: puoi vendere le tue auto e i tuoi vestiti in tutto il mondo, ma
allintero mondo devi rendere conto. Non solo a livello di gusti e di stile, ma pure di rispetto
delle normative locali. E quelle americane sono da sempre molto vigilate da enti di controllo
che sanno essere occhiuti e punitivi. il fresco caso della tedesca Volkswagen, un konzern
automobilistico che raggruppa marchi come appunto la Vw, lAudi, la Skoda, la Seat, la Porsche, ecc
Insomma, il gruppo automobilistico numero uno al mondo, forte in Europa come in Cina o negli Usa.
Proprio qui il gruppo tedesco finito contro un muro: le autorit americane lo accusano di aver
manipolato i dati sulle emissioni inquinanti prodotte da circa mezzo milione di vetture vendute dal 2009
ad oggi. Una manipolazione molto napoletana, a dispetto del presunto rigore teutonico: un software
che permette di abbassare le emissioni quando le auto sono sottoposte a controllo; poi, libere di
inquinare di pi. Siccome in varie parti del mondo le emissioni in questo caso di motori diesel sono
sottoposte a certi limiti, chiaro che il trucchetto stato piccolo, ma le conseguenze enormi.
Impossibile credere che i vertici non ne fossero a conoscenza; la reputazione del gruppo andata a
farsi benedire a livello mondiale; la multa americana sar spaventosa (si parla di miliardi di dollari); il
titolo azionario crollato; adesso altri enti di controllo faranno con pi attenzione il loro dovere, con
Volkswagen e con altri... Insomma, una slavina che chiss quanti altri danni far ancora.

Il grande gruppo tedesco dell'auto finito contro un muro: le autorit americane lo


accusano di aver manipolato i dati sulle emissioni inquinanti prodotte da circa
mezzo milione di vetture vendute dal 2009 ad oggi. Il sistema capitalistico, grazie
anche alle sue opinioni pubbliche sempre pi sensibili, impara a emendarsi

Riflessioni sul gender e altro


La Chiesa incontra tutti
e dialoga con tutti
n episodio accaduto ad agosto durante il Meeting
di Rimini e pi volte ripreso dai giornali,
soprattutto online, e da tutta la grancassa di
commenti e controcommenti che spettegola
ininterrottamente sulla rete, pu essere spunto per una
riflessione che sia meno reattiva e pi approfondita.
Lepisodio questo: durante il Meeting i frati domenicani,
protagonisti di un nutrito programma di incontri, in uno di
questi hanno trattato dellideologia gender e delle coppie
omosessuali, riportando alcuni risultati di una ricerca, di
natura statistica, svolta, citiamo, durante 30 anni di
osservazione su sei milioni e mezzo di persone, che
dimostrerebbe come le coppie eterosessuali sono esposte
a minori rischi cardiovascolari, respiratori, suicidio, tentato
suicidio e Aids, infinitamente minori delle coppie dello
stesso sesso conviventi o sposate nel Regno di Danimarca.
Apriti cielo. Testate giornalistiche laiciste, blogger di mezza
Italia, svariati pasdaran della lotta per i diritti civili tuonano
contro queste affermazioni, manco fossero teorie
neorazziste e non relazioni scientifico-statistiche. I
dirigenti del Meeting, allora, decidono di annullare un
successivo incontro presso lo stand dei domenicani, la
presentazione di un libro sullo stesso tema. Ancora una
volta il cielo si apre, ma stavolta si tratta del cosiddetto
fuoco amico, cio giornalisti e blogger anti-gender che
denunciano la mancanza di libert di opinione perfino al
Meeting e rinfacciano la mancata adesione di cielle al
family-day dello scorso giugno (peccato che la mancata
adesione fu di tutta la Conferenza Episcopale Italiana).
Come vediamo, il rischio che si corre in episodi del genere
lo scatenamento di due ideologie opposte, ugualmente
dannose, come tutte le ideologie. Sui laicisti c poco da
aggiungere: ci sono migliaia di persone in Italia con cui
ormai impossibile dialogare. Avere idee contrarie al
riconoscimento del matrimonio gay, allutero in affitto, alla
teoria gender per costoro non previsto. Come minimo vi
arriver laccusa di avere opinioni medievali, retrograde,
barbare, contrarie ai diritti civili e omofobe. Una vera e
propria sospensione della libert di pensiero, di opinione

La fotografia

Da quasi 700 anni il miracolo si ripete: il sangue di San Gennaro, liquefacendosi, d ancora segno di vitalit. accaduto anche sabato 19 settembre, a Napoli, quando nelle mani del cardinale Sepe, le ampolle contenenti il sangue del Santo, vescovo e martire, hanno lasciato intravedere ai fedeli il prodigio che si ripete. Con un simbolismo forte e profetico, che provoca e, allo stesso tempo, d speranza: il sangue del martirio (testimonianza) portatore di vita. Un messaggio che non vale soltanto per la Chiesa di Napoli, ma per tutta la comunit dei credenti. (foto Sir)
(ancorch ben argomentata con dati scientifici e statistici, come nel caso dei
domenicani) e della democrazia. C chi si assunto a tal proposito il compito
di guardiano della rivoluzione, un po come accadeva nellIran di Khomeini, e
guai a chi la pensa diversamente. Dallaltra parte i cattolici non possono
rischiare di dimenticare chi sono: testimoni di Cristo, cio di Dio incarnato,
morto e risorto per tutti gli uomini, essendo tutti parimenti Suoi figli. La chiesa
cattolica non unagenzia di lotta politica, non un partito, neppure di fronte
alle pi sacrosante delle ragioni politiche. Incontra tutti, dialoga con tutti,
testimonia lamore di Dio per tutti - e la Sua misericordia. Non occorre ricordate
cosha recentemente deciso il Santo Padre a riguardo della confessione
dellaborto e alle cause di nullit del matrimonio. Esiste unideologia del gender
e c il rischio di unideologia della famiglia. vero che per la Chiesa la famiglia
immagine della Trinit e dellamore di Cristo per la Chiesa stessa. Ma questo
un ideale pedagogico. La famiglia forma e vocazione, non scopo fondamentale
della vita di fede. Lo scopo dei cristiani, anche di quelli che danno
gratuitamente ogni anno tempo e fatica per costruire il Meeting, non la
sopravvivenza della famiglia ma rendere testimonianza della gloria di Dio e alla
bellezza di essere suoi figli, chiunque essi siano.
Gianfranco Lauretano

Daltronde, se la tua fortuna planetaria,


la tua disgrazia sar altrettanto grande. E
lagire scorrettamente, oltre a dover
passare il vaglio di troppi occhi, rischia di
creare conseguenze negative
sproporzionate rispetto a quanto fatto.
Volkswagen ha truccato un po le
emissioni dei motori diesel, non ha
costruito auto di polistirolo spacciandole
per acciaio, per la scorrettezza avr
effetti negativi pesantissimi e per lungo
tempo. il capitalismo moderno,
bellezza. Lehman Brothers chiude 158
anni di storia e di profitti giganteschi in
pochi giorni, quando viene a galla la
qualit delle sue attivit finanziarie. In
Giappone e in Corea ogni tanto
emergono scandali finanziari che
coinvolgono gruppi di primaria
importanza mondiale: i vertici si
dimettono in un amen, con tanto di scuse
in diretta tiv.
Nel nostro piccolo, anche lItalia ha
recentemente sperimentato il fuoco dei
controlli incrociati. Due grandi banche
del Nordest (Veneto Banca e la Popolare
di Vicenza) hanno operato in modo
dubbio per diverso tempo, ma larrivo
degli ispettori della Bce ha scoperchiato il
vaso di Pandora: vertici aziendali spazzati
via, crediti ormai vaporizzati finalmente
valutati per quel che sono, megaricapitalizzazioni chieste agli azionisti,
valore delle azioni riportato saggiamente
a livelli credibili. Insomma, un terremoto.
Certi giochetti non si possono pi fare
neppure nelle piccole banchette di
provincia, figuriamoci a livelli pi alti.
Anche se rimane la perplessit sulla
capacit di controllo, in questo caso, della
Banca dItalia: una vigilanza non
strettissima. In linea con una tradizione
ancora da rodare, qui in Italia, sugli enti
di controllo: c spesso pi azione della
magistratura, che delle varie authority
preposte.
Ma il mondo ci guarda e si guarda.
sempre pi difficile far funzionare
fabbriche con condizioni lavorative
disumane, se non in certi Paesi del Terzo
mondo che poi lavorano per committenti
del Primo. E se poi la fabbrica crolla in
testa agli operai malpagati e sfruttati,
sono le nobili aziende occidentali che
devono spiegare ai consumatori che
quella felpa e quei jeans sono intrisi di
sangue e di sfruttamento minorile.
C unopinione pubblica sempre pi
sensibile a certi temi (anche troppo,
pensando ai tantissimi comitati cittadini
no-qualcosa). Linquinamento
ambientale uno di questi: Volkswagen
c inciampata pesantemente. Si spera
ora che a pagare il fio siano i manager
truffaldini e non un colosso industriale
che fa ottimi prodotti e che d
unoccupazione a pi di mezzo milione di
persone in giro per questo mondo sempre
pi interconnesso.
Nicola Salvagnin

Primo piano

Gioved 24 settembre 2015

Profughi A colloquio con Ivan Bartoletti Stella, direttore della Caritas diocesana. "I bisogni
sono superiori alle nostre disponibilit". Alla crisi si aggiunta lemergenza immigrati

Laccoglienza si realizza con le relazioni


Francesco Zanotti

rimane il ruolo dei volontari.


Sono almeno 60/70 quelli a
livello diocesano e duecento
quelli impegnati nelle Caritas
parrocchiali. Un piccolo
esercito di persone sempre
disponibili per le emergenze,
ma anche e soprattutto per
condividere la propria vita
con chi ha meno. A queste
persone si aggiungono
quanti sono impegnati nella
gi citata San Vincenzo De
Paoli, nel Banco di
solidariet, nel Centro di
aiuto alla vita, il Cantiere, le
Misericordie, la Papa
Giovanni XXIII.
"Nel gesto della lavanda dei
piedi - aggiunge Bartoletti
Stella - Ges insegna lo stile
della comunione, il modo per
darle corpo: il servizio.
Comunione e servizio: solo
se uniti si fanno carit, cio
amore ricevuto da Dio e
donato al prossimo. Nella
Chiesa, lo stile del servizio
deve caratterizzare ogni

"A

ccogliere
significa creare
relazioni, non
solo ospitare in
abitazioni vuote". Cos si
esprime il direttore della
Caritas diocesana, lingegner
Ivan Bartoletti Stella
nominato nel giugno dello
scorso anno. Docente di
fisica allAgraria di Cesena,
diacono dal 1994, sposato
con Floriana maestra
elementare a San Vittore, la
frazione di Cesena in cui
abitano i coniugi Bartoletti
Stella che hanno cinque figli.
Nel pieno dellemergenza
profughi, anche a Cesena la
struttura pi sotto pressione
in queste settimane la
Caritas diocesana a cui tutti
chiedono, bussano, offrono.
"I bisogni sono superiori alle
nostre disponibilit prosegue Bartoletti Stella -.
Abbiamo un bilancio di circa
120 mila euro derivanti
dall8xmille a cui si
aggiungono le offerte liberali
e 80 mila euro che il Comune
di Cesena ci dirotta per
cercare di attenuare la
povert sempre pi diffusa". I
fronti aperti restano sempre
quelli delle bollette e degli
affitti.
Lemergenza profughi non
accenna a diminuire. Gi a
Sarsina sono arrivate sei
donne (cfr Corriere Cesenate
della scorsa settimana) e altri
immigrati sono stati ospitati
in questi giorni in un
appartamento
dellassociazione San
Vincenzo De Paoli (cfr
pagina 23). Altri sei si trovano
in una struttura della Caritas
diocesana a Martorano e altri
dieci presso lOpera Don
Dino Cedioli a Ponte
Abbadesse di Cesena, come
riferito dal vescovo Douglas
domenica scorsa durante
lassemblea degli operatori
pastorali.
"La prima accoglienza -

Profughi: la Caritas
si occupa
di unaccoglienza
di secondo livello,
gratuita e basata
sullintegrazione
aggiunge il direttore -
unopera che attiene pi allo
Stato, alle istituzioni
pubbliche, in quanto si tratta
di giustizia secondo il diritto
internazionale. Per questa
forma previsto anche un
rimborso di 34 euro al giorno.
Laccoglienza di secondo
livello, se cos si pu
chiamare, pi tipica per noi
perch si basa sulla carit
gratuita e in vista di una reale
integrazione. E di certo pi
difficile e impegnativa, ma
anche pi degna di essere
chiamata accoglienza. Noi di

certo non ci muoviamo per il


business. Non ci sottraiamo
allemergenza del momento,
ma ci orientiamo di pi
sullintegrazione delle
singole persone".
La Caritas ha una natura
prima di tutto pastorale. "I
servizi sono un bene - precisa
Bartoletti Stella - ma sono
una naturale conseguenza di
una funzione pastorale
pedagogica ed educativa. In
queste settimane stiamo
raccogliendo molte
disponibilit, anche da parte
di singole parrocchie.
Vogliamo camminare
insieme alla Chiesa italiana.
Entro fine settembre il
Consiglio permanente della
Cei detter modi e tempi del
lavoro da mettere in campo.
Laccoglienza va maturata e
diventa un banco di prova
per le singole comunit. La
Caritas pu aiutare a fare
maturare questa presa di

coscienza. Occorre far s che


nelle comunit cresca la
consapevolezza della carit.
S, perch dopo lemotivit
del primo momento, rimane
tutto il resto da portare
avanti comunque. I profughi
sono persone che meritano
tutto il nostro rispetto".
Operano con la Caritas
diocesana una quarantina di
Caritas parrocchiali. Ora si
sta cercando di coordinarle a
livello di zone pastorali, sotto
la guida di un diacono
permanente dedicato al
servizio della carit. La
gestione delle opere non
sempre semplice, anche
perch la normativa molto
stringente. Occorrono
competenze specifiche e
operatori professionali. La
Caritas diocesana ne ha
alcuni sui vari servizi come il
Centro di ascolto e la
struttura operativa Mater
caritatis. Fondamentale

Per informazioni
e disponibilit
di ogni tipo
si pu consultare
il nuovo sito
www.caritascesena.it
ambito, ogni settore, ogni
azione. Ancor di pi il campo
della carit per testimoniare
quella comunione che ha la
sua fonte nellEucaristia. Cos
da credenti diventeremo
anche credibili".
"In ogni caso - conclude il
direttore della Caritas
diocesana - tutti dobbiamo
sentirci impegnati, perch si
pi beati nel dare che ne
ricevere, come ci ricorder il
vescovo Douglas sabato
prossimo durante la giornata
dedicata a tutti i nostri
operatori".

Dal parroco che rinuncia a un pranzo con tutti i familiari ad autisti improvvisati con whatsapp

Aneddoti della carit dallesperienza quotidiana


Mensa Caritas
a Cesena

Pillole di gesti di solidariet. Sono


quelli che, nel silenzio, ogni giorno
vengono somministrate da gente
di buona volont. Ecco, di seguito,
alcuni di questi aneddoti realmente accaduti.
"Ho una cassetta di pomodori
maturi. Li ho raccolti oggi nel mio
orto. Se vanno bene tra poco sono
l. "Vanno benissimo". Grazie signore dei pomodori maturi.
Un sacerdote arriva in segreteria
con una busta. "E quello che abbiamo risparmiato per un pranzo
che avrei fatto con i miei parenti.
Abbiamo deciso di rinunciare per
offrire la somma equivalente alla
mensa Caritas. Nella busta ci so-

no 800 euro. Grazie a te don e ai


tuoi parenti.
Una signora, accompagnata in auto da unaltra, arriva puntuale
ogni venerd mattina con due scatoloni di generi alimentari (mozzarelle, tonno, uova, pasta ) che
ha appena acquistato al supermercato: "E per la mensa. Grazie
signora...
"Sos al gruppo WhatsApp delle famiglie della parrocchia: "Michael
questa settimana chiude il suo
turno di lavoro la sera tardi, quando non ci sono pi mezzi pubblici per arrivare a San Piero in Bagno, dove abita con la famiglia.
Chi pu dargli un passaggio?" "Io

ci sono il venerd." "Io il luned."


"Io potrei il gioved." .. Nel giro
di unora tutte le sere sono coperte. Grazie autisti last minute.
Una domenica alla mensa Caritas
per un pranzo "miracoloso". Con
15 euro in tutto stato servito il
pasto a 40 persone. Gli ingredienti: 15 euro di insalata, prodotti
prossimi alla scadenza, ma di ottima qualit, ritirati a un Famila, e
soprattutto la grande disponibilit, nonch la bravura di Sandro,
volontario in servizio alla mensa,
che a casa sua (purtroppo alla
mensa non c luso di cucina) ha
cucinato pasta e cotolette e il
pranzo servito. Grazie Sandro,
grazie Famila.

Vita della Diocesi

Gioved 24 settembre 2015

NOTIZIARIO DIOCESANO

Caritas diocesana, assemblea dei volontari


Sabato 26 settembre alla colonia Schuster di Cesenatico
Si svolger sabato 26 settembre, con inizio alle 9, presso la
colonia Cardinal Schuster di Cesenatico, lassemblea di tutti
gli operatori e volontari della Caritas diocesana di CesenaSarsina e delle Caritas zonali e parrocchiali.
Allincontro parteciper anche il vescovo Douglas, che
presider la Messa alle 9,30; a seguire, il vescovo proporr la
riflessione Si pi beati nel dare che nel ricevere (At 20,35),
con condivisione in assemblea. Dopo il pranzo (offerto dalla
Caritas), la relazione-testimonianza di alcuni volontari della
Caritas di Piacenza su Lanimazione delle comunit alla
carit. A seguire, attivit a gruppi per percorsi condivisi e alle
16,30 preghiera conclusiva.
Per esigenze organizzative, necessario comunicare la
presenza al pranzo al 340 7164323 (Giovanna).

Pastorale familiare, due appuntamenti


Veglia allOsservanza alla vigilia del Sinodo della famiglia
e partecipazione alla canonizzazione dei coniugi Martin
Invitati da papa Francesco, alla vigilia del Sinodo Ordinario
della famiglia, sabato 3 ottobre alle 21 presso la parrocchia dellOsservanza, a Cesena, la Pastorale familiare organizza una veglia di preghiera presieduta dal vescovo Douglas, per invocare lo
Spirito Santo affinch illumini il cuore e la mente dei Padri sinodali.
I responsabili dellUfficio di pastorale familiare desiderano
condividere con tutta la Chiesa la gioia per la Canonizzazione
dei Beati Luigi e Zelia Martin (genitori di santa Teresa di Ges
Bambino) che papa Francesco ha voluto per domenica 18 ottobre prossimo, allinterno del Sinodo sulla Famiglia, per mostrare
che la strada alla santit percorribile anche nel matrimonio.
Grati per questo si deciso di partecipare alla Messa delle 10 in
piazza San Pietro, a Roma. Partenza in pullman alle 2 dallIppodromo di Cesena e ritorno in serata. Costo: 50 euro.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a: Ufficio diocesano
Pellegrinaggi, via Papa Giovanni XXIII, 13, tel. 0547 610280, ufficio.pellegrinaggi@cesena-sarsina.chiesacattolica.it; Andrea e
Sabrina, cell. 338 1424377, andreasabri@alice.it

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Il miracolo? Fare la felicit degli altri
Domenica 27 settembre
XXVI Domenica Tempo Ordinario - Anno B
Nm 11,25-29; Salmo 18; Gc 5,1-6;
Mc 9,38-43.45.47-48

crive San Cipriano a San Cornelio:


Siamo a conoscenza, fratello
carissimo, della tua fede, della tua
fortezza e della tua aperta testimonianza.
Tutto ci di grande onore per te, e a me
arreca tanta gioia da farmi considerare
partecipe e socio dei tuoi meriti e delle
tue imprese. Siccome una la Chiesa,
uno e inseparabile lamore, unica e
inscindibile larmonia dei cuori, quale
sacerdote, nel celebrare le lodi di un altro
sacerdote, non se ne rallegrerebbe come
di sua propria gloria? E quale fratello non
si sentirebbe felice della gioia dei propri
fratelli?.
il contrario dellatteggiamento di
Giovanni che va da Ges arrabbiato
perch uno, malgrado i rimproveri,
scaccia i demoni, cio sta facendo del
bene. Ma perch i discepoli se la
prendono? un peccatore pubblico? Non
fa secondo gli insegnamenti di Ges? No,
semplicemente perch non ci seguiva,
cio non del nostro gruppo, non fra i
prescelti, fra coloro che seguono Ges.
Se invece entra nel nostro gruppo e fa
quello che gli diciamo... Invece di
additare negli altri ci che penso
scandaloso, occorre che io mi comporti

in modo da non scandalizzare chi mi sta


vicino con i miei atteggiamenti. Quando
dico parole non vere per colpire chi
sembra offuscare la mia persona, quando
faccio cadere un mio fratello per essere io
il primo, quando guardando la fragilit
dellaltro la utilizzo per il mio interesse,
faccio il gioco del diavolo che vuole
spezzare le nostre relazioni e che mi fa
guardare laltro con occhio invidioso,
magari perch pi bravo di me, preferito
pi di me, o perch fa il bene come me.
Cos sono sempre io il centro di tutto!
Ma Ges ci invita a dare anche solo un
bicchiere di acqua nel suo nome e
anche noi saremo in grado di fare
miracoli!
Il miracolo il segno che Dio in mezzo a
noi col suo amore, accorgersi che
attraverso di noi passa il miracolo di Dio
per gli altri: il miracolo fare la felicit
degli altri. Forse, anzi senzaltro, anche
noi abbiamo reso felice qualcuno
donando amore.
Ges ci fa capire molto bene che non ci
sono quelli del nostro gruppo e quelli
fuori dal nostro gruppo, non ci sono
divisioni Tutti possono fare il Bene. E
ogni volta che incontriamo il Bene, non
stiamo a pesare, a fare confronti tra noi e
gli altri, non ci ingelosiamo. Rallegriamoci
piuttosto, come dice San Cipriano, e
cantiamo di gioia quando qualcuno
compie il Bene e vive secondo il Vangelo.
Sabrina e Andrea Delvecchio

La Parola
di ogni giorno
luned 28
settembre
san Lorenzo Ruiz e c.
Zc 8,1-8; Sal 101;
Lc 9,46-50
marted 29
santi arc.Michele,
Gabriele e Raffaele
Dn 7,9-10.13-14,
sal 137; Gv 1,47-51
mercoled 30
san Girolamo
Ne 2,1-8; Sal 136;
Lc 9,57-62
gioved 1 ottobre
santa Teresa
di Ges Bambino
Ne 8,1-4a.5-6.7b12; Sal 18;
Lc 10,1-12
venerd 2
santi angeli custodi
Es 23,20-23a;
Sal 90;
Mt 18,1-5.10
sabato 3
san Gerardo abate
Bar 4,5-12.27-29;
Sal 68; Lc 10,17-24

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Domenico, San Rocco,
SantEgidio, capp. cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
17.00 Capp. ospedale (no sabato),
Ponte Pietra
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza
18.30 San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della
Speranza, Cappuccini,
San Bartolo
19.00 Tipano
20.00 San Giovanni Bono,
Torre del Moro, Gattolino
20.30 Villachiaviche,
San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
15.00 Formignano
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santuario Addolorata,
Convento Cappuccini,
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, Diegaro,
Madonna delle Rose,
Torre del Moro, Borello,
San Mauro in Valle,
San Giorgio, San Vittore
18.30 San Pietro, San Rocco,
Case Finali, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 San Giovanni Bono,
Bulgaria, Ruffio, Pioppa,
Pievesestina, Tipano,
Calisese,
Gattolino, Ponte Pietra
20.30 San Pio X, Martorano

Messe festive
7.00 Cattedrale, Basilica del
Monte
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine,
Cappella osp. Bufalini,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro,
San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Capannaguzzo,
Ronta, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Martorano,
Tipano, San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria, San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.15 San Martino in Fiume
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
SantEgidio,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
10.45 Ronta, Capannaguzzo
11.00 Santuario Addolorata,
Basilica del Monte,
Osservanza,
San Domenico, San Pietro,
Santo Stefano, San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,

11.10
11.15
11.30
17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

SantEgidio, San Giorgio,


San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, Madonna del
Fuoco, San Mauro in Valle,
Martorano, San Demetrio,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone
Torre del Moro
Diegaro, Madonna
delle Rose
Cattedrale, San Pio X,
Santa Maria della
Speranza
Cappella del cimitero
Cappella dellospedale
Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, San Rocco,
Cappuccini
Osservanza, San Bartolo
Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9, 11
(19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina;
17 San Giuseppe;
17,30 Conv. Cappuccini;
18 San Giacomo;

20 Sala
20,30 Villalta, Santa Maria
Goretti
Festivi: 8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta, Villamarina;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Santa Maria
Goretti, Sala;
11,15 Bagnarola,
Gatteo Mare;
16 cimitero urbano;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10/ 11,15 / 17.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30; San Romano: 11;
Taibo: 10

ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).

Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30

Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica); Balze (chiesa
parrocchiale): 8,15 /
11,15 / 18;
eremo SantAlberico:
15,30 (domenica);
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Alfero: ore 17 (sabato);
11,15;
Riofreddo: 10
Corneto: 11; Pereto: 10

Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30
Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18; Casa di Riposo:

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

ore 20 (sabato);
9 / 11,15 / 17
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso; 19 Crocetta
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 45;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 32 del 17 settembre 2015: 7.905 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 17,30 di marted 22 settembre 2015

Vita della Diocesi


Presentata a SantAgostino, domenica 20 settembre, la Lettera pastorale
del vescovo Douglas Il pane del viandante. Pubblicato il calendario 2015-2016

Ges Cristo
il centro
della vita

Eucaristia

alcuni punti che mettono a fuoco il volto


eucaristico delle nostre comunit. Poi, a
braccio, il vescovo si chiesto ad alta
voce: Si tratta di un volto opaco o
splendente?.
Ritengo che il rapporto Eucaristia e
comunit cristiana sia fondamentale - si
legge nella lettera -. Mi pare sia ancora
laspetto pi carente delle nostre
celebrazioni. Permane ancora una
visione privatistica e individualistica della
Messa. La gioia dellEucaristia non pu
essere vissuta come un dovere-precetto,
ma nasce da un bisogno, quel bisogno
che esprime il naturale, innato desiderio
di Dio. La stanchezza, la noia, il senso di
frustrazione che specialmente i giovani e
i ragazzi provano a volte quando
partecipano alla Messa domenicale
dimostrano che non ancora passato il
messaggio bello e invitante della Messa
come incontro gioioso con Cristo e con i
fratelli.
E poi unamara constatazione: tra
celebrazione eucaristica e vita ci sono
spesso un divario e una frattura.
Dobbiamo rendere lincontro eucaristico
pi bello e attraente utilizzando linguaggi
e forme di comunicazione pi adatti
alluomo di oggi e fare comprendere che
la scelta della Messa alla domenica
fonte di libert autentica e che il giorno
del Signore anche il giorno di riposo dal
lavoro.
Il vescovo richiama anche allEucaristia
come Mistero pasquale, lattualizzazione
del sacrificio sulla croce. Il nostro
partecipare significa entrarci dentro o
meglio lasciarci attirare da Lui.
LEucaristia anche un dono permanente
di Dio, portata agli ammalati e
disponibile per ladorazione. Per questo
- aggiunge il vescovo - ho voluto che nel
cuore della citt di Cesena ci fosse una
chiesa (il Suffragio, ndr) dedicata

Brevi
Incontro Matrimoniale
Week end per fidanzati
Incontro Matrimoniale organizza dal 2 al 4 ottobre,
a San Mauro Mare, un week end per danzati. Sar
una buona occasione per approfondire il signicato
del matrimonio.
Per info e iscrizioni: Marco e Giovanna Giannini,
tel. 0547 91204, 347 6031772,
mgiannini@libero.it. A proposito del WE pensato
per i giovani, venerd 2 ottobre alle 20 sar
organizzato un apericena (gratuito) presso la sala
teatro della parrocchia di Torre del Moro, in via
Voltri 220, a Cesena. Durante la serata verr
presentata lesperienza da giovani che lhanno gi
vissuta (per informazioni: Mirna e Romolo
Castellani, tel. 0547 353518)

Ac, veglia di preghiera


sulle orme di papa Paolo VI

CHIESA DI SANTAGOSTINO, CESENA,


DOMENICA 20 SETTEMBRE. IN TANTI
ALLASSEMBLEA PER LAPERTURA DELLANNO PASTORALE
(FOTO MAURO ARMUZZI).
NELLA FOTO A DESTRA, DA SINISTRA: VALERIANO BIGUZZI,
IL VESCOVO DOUGLAS
E I VICARI DON WALTER AMADUCCI E DON PIER GIULIO DIACO

n anno intero dedicato


allEucaristia. quello che si
aperto domenica scorsa con la
consueta e grande assemblea
diocesana di tutti gli operatori pastorali
convocata nella chiesa di santAgostino, a
Cesena. Il vescovo Douglas ha presentato
la sua lettera pastorale (il testo integrale
pubblicato sul sito
www.corrierecesenate.it nella sezione
Parole di Vita - Interventi e omelie del
vescovo di Cesena-Sarsina) che ha per
titolo Il pane del viandante e prende in
esame come vissuta o dovrebbe essere
vissuta lEucaristia nelle comunit
cristiane. Il Corpo di Cristo nellostia
consacrata pu costituire la rivoluzione
con la quale si pu rinnovare il mondo,
come scrive monsignor Regattieri in
conclusione citando un testo del
cardinale Francois-Xavier Nguyen Van
Thuan, incarcerato nelle prigioni
vietnamite dal 1975 al 1988, il quale non
rinunci mai alla celebrazione della
Messa.
Nella sua lettera monsignor Regattieri
ricorda che il cammino della chiesa di
Cesena-Sarsina si inserisce in quello del
decennio 2010-2020 proposto dai vescovi
alle Chiese che sono in Italia che ha come
tema Educare alla vita buona del
Vangelo. E ha presente anche il prossimo
appuntamento del grande convegno
ecclesiale che si terr a Firenze dal 9 al 13
novembre prossimi. Essere uomini
nuovi in Cristo significa rendere possibile
la vita buona del Vangelo, scrive il
vescovo.
Dopo aver richiamato i quattro principi
sociali indicati da papa Francesco
nellesortazione apostolica Evangelii
gaudium (la realt superiore allidea;
lunit superiore al conflitto; il tutto
superiore alla parte; il tempo superiore
allo spazio) il vescovo Douglas indica

Gioved 24 settembre 2015

alladorazione perpetua.
Infine il rito eucaristico, affinch la
partecipazione dei fedeli alla santa Messa
sia pia, piena e consapevole, come
auspica il Concilio. Il vescovo ricorda
anche i ministeri laicali istituiti, come gli
accoliti e i lettori che arricchiscono e
vivacizzano le nostre Messe. Sullomelia,
monsignor Regattieri cita i numerosi
richiami di papa Francesco nellEvangelii
gaudium.
Il vescovo Douglas ha fatto cenno anche
ai vari appuntamenti gi pensati per
lanno dedicato allEucaristia. Su tutti la
Settimana eucaristica diocesana che si
terr dal 22 al 29 maggio del prossimo
anno, con la presenza in Cattedrale, a
Cesena, del cardinale Pietro Parolin,
segretario di Stato vaticano, che
presieder la celebrazione conclusiva
della Settimana.
Parrocchie e zone pastorali sono invitate
a organizzare momenti di adorazione per
far crescere quello stupore eucaristico
di cui ha parlato papa Giovanni Paolo II
nellenciclica Ecclesia de Eucharistia. In
particolare in Avvento e in Quaresima, il
vescovo invita alladorazione eucaristica
e a una celebrazione comunitaria del
sacramento della Penitenza.
Da ultimo, non certo per importanza, il
Giubileo della Misericordia indetto da
papa Francesco che si aprir il prossimo 8
dicembre e nelle diocesi il 13 dicembre.
In quel giorno ci sar la solenne apertura
della porta santa della Cattedrale.
Monsignor Regattieri anticipa che, oltre
alla Cattedrale, la porta santa sar aperta
anche nel santuario di San Vicinio
(Concattedrale di Sarsina), nella Basilica
del Monte e nel Santuario del Santissimo
Crocifisso di Longiano. gi fissato
anche, nei giorni 24 e 25 aprile, un grande
pellegrinaggio a Roma in occasione
dellAnno santo.

A inizio dellanno associativo, lAzione Cattolica


diocesana (settore Adulti) invita alla veglia di
preghiera che si terr venerd 25 settembre alle 21 a
Cesena, al Santuario del Suffragio (via Zefferino
Re). La preghiera e le riessioni, guidate
dallassistente adulti don Pier Giulio Diaco, saranno
ispirate alla gura di papa Paolo VI.

A La Verna
pronti a ri-partire
Amici delle missioni, laici della Sacra Famiglia e
collaboratori del Cantiere 411 di Cesena sono
invitati alla due giorni Pronti a ri-partire che si
terr a La Verna (presso la casa La Roccia delle
suore francescane della Sacra Famiglia), sabato 3 e
domenica 4 ottobre. Nel pomeriggio di sabato 3,
incontro di condivisione con Valentino Maraldi,
vespri e transito al Santuario della Verna. Domenica
4 ottobre, celebrazione della Messa al Santuario,
incontro per ambiti e condivisione del pranzo.
Per info e adesioni: suor Chiara (tel. 0541
621138), suor Claudia (tel. 0547 334709).

Con padre Tognetti


A San Domenico incontro
sullEucaristia
enza la
possiamo
S domenica
non
vivere il
tema dellincontro che si
terr venerd 2 ottobre
alle 21 a Cesena, nella
chiesa parrocchiale di San Domenico.
Lappuntamento occasione di riessione
sullimportanza dellEucaristia, centro della
vita del cristiano. A guidare lincontro sar
padre Serano Tognetti (nella foto), monaco
contemplativo e sacerdote. Padre Serano
attualmente vive nel Santuario della
Madonna del Sasso, a Santa Brigida (Fi) e fa
parte della Comunit dei Figli di Dio, fondata
da don Divo Barsotti nel 1947. spesso
ospite nelle diverse diocesi per catechesi di
spiritualit.

nato a Cesena lOsservatorio per leducazione. Attenzione massima alla deriva gender

Sensibilizzare e promuovere vigilanza


L

Osservatorio per leducazione nasce a Cesena ai primi di luglio,


seguendo di poco una iniziativa analoga sorta a Reggio Emilia.
costituito da un gruppo di cattolici di varie appartenenze ed esperienze,
aggregati attorno a una preoccupazione e a una speranza.
La preoccupazione determinata dalle avvisaglie, ma anche dai primi riscontri di
interventi educativi in diverse scuole italiane che, allinsaputa dei genitori,
portano avanti una nuova immagine di identit personale e sessuale, non pi
legata alla diversit/complementariet maschio-femmina, ma al genere cui
uno decide di appartenere. Cio gli elementi che definiscono la persona
diventano quelli culturali, psicologici sociali, di orientamento, il genere, che
pu prescindere dal dato psico-fisico biologico e che fluido, cio pu variare nel
corso della vita. In nome delluguaglianza e della non discriminazione sinvoca la
piena equiparazione di queste identit e dei comportamenti e rapporti
conseguenti.
La preoccupazione di fronte a queste proposte educative, che anche papa
Francesco ha pi volte segnalato come sbaglio della mente umana,
colonizzazione ideologica, accentuata dal fatto che autorevoli organismi
internazionali, fra cui Oms e Consiglio dEuropa, hanno emanato ripetute linee
guida e raccomandazioni in merito alleducazione sessuale nelle scuole con a
tema proprio il contrasto alle discriminazioni basate sullorientamento sessuale
o lidentit di genere e che gi anche in Italia sono state recepite in vari modi.

Sono necessarie prudenza e obiettivit nel


valutare questi progetti e nel verificarne la
realizzazione, per evitare il rischio di
generare un allarmismo indiscriminato e
controproducente. necessaria una
attenzione e una vigilanza consapevole da
parte di insegnanti e genitori.
E questo anche il primo motivo dessere
dellOsservatorio: sensibilizzare al
problema e promuovere una vigilanza.
Il secondo obiettivo ha a che fare con una
speranza. Pur nella condizione di evidente
difficolt in cui versa, la famiglia che ha
in s la possibilit di far fronte a questi
tentativi di colonizzazione ideologica.
La speranza che anche questa emergenza
educativa possa essere loccasione per la
ripresa da parte della famiglia della propria
responsabilit educativa, che esercita sia
direttamente, testimoniando la bellezza
della diversit e della complementariet

maschile/femminile, sia collaborando con


disponibilit e con prudenza ai progetti
formativi della scuola.
Compito dellOsservatorio allora quello di
offrire alle persone coinvolte in un rapporto
educativo - genitori, insegnanti, ma anche
gruppi familiari, catechisti - un supporto
documentale e formativo per sostenerle in
questa responsabilit. Inoltre uno
sportello dotato di competenze tecniche,
in particolare giuridiche e pedagogiche.
Infine, limpegno a reperire, preparare e
accreditare educatori disponibili a
intervenire su richiesta della scuola e di
altri ambiti formativi in merito alle
problematiche affettive e sessuali.
- Il riferimento telefonico dello sportello
dellOsservatorio 392 7240079;
osservatorioeducazionecesena@gmail.com;
www.osservatorioeducazionecesena.org

Gioved 24 settembre 2015

Vita della Diocesi

Scuola di teologia
Strumento
per la formazione
dei formatori
Riprende marted 6 ottobre, in Seminario a
Cesena, il corso triennale (allanno, 25 giorni
di lezione per 100 ore complessive).
Il master per gi diplomati inizia il 13 ottobre
requento le lezioni della Scuola di
teologia in Seminario per approfondire la mia conoscenza personale della dottrina cristiana.
Ho fatto la Scuola, nonostante la fatica di essere
sempre presente ai corsi e agli esami, e ho trovato
beneficio per la mia fede. un valido aiuto per
la vita quotidiana e il dialogo con le persone.
Ho accettato linvito del mio parroco e mi sono
iscritta perch, facendo la catechista, devo continuare sempre a formarmi per svolgere con propriet e competenza il servizio che mi chiesto.
Mi sono iscritto insieme ad altri della mia parrocchia e sono contento di andare a scuola insieme a loro.
Ho conosciuto persone nuove, con i miei stessi
problemi e con lo stesso desiderio di frequentare
la Chiesa e capire meglio il Vangelo.
Potremmo riassumere in queste frasi le
motivazioni che spingono a rinnovare, ogni
anno, la proposta della Scuola diocesana e lo
studio della teologia ai laici. Quello che si apre
il decimo anno, dopo le felici esperienze dei
corsi di sacra Scrittura, di liturgia e di
formazione pastorale, partiti fin dagli anni
Ottanta e Novanta.

SCUOLA DI TEOLOGIA E ISTITUTO


DI SCIENZE RELIGIOSE, STRUMENTI
PER LA FORMAZIONE DEI FORMATORI
Lesperienza della Scuola diocesana di teologia
si rivolge a tutti coloro che intendono fare un
cammino personale di approfondimento delle
discipline teologiche, per essere adulti nella
fede. Allo stesso tempo strumento
indispensabile di formazione anche per quanti
sono chiamati a offrire il proprio contributo
nellambito della catechesi, negli organismi di
partecipazione, o nellazione pastorale pi
diversificata delle nostre realt ecclesiali.
Capita, non di rado, che, conseguito il diploma
o negli anni in cui si frequenta la Scuola, si
senta la necessit di fare un salto,
qualitativamente importante, approdando

SANTAGOSTINO, DE CIVITATE DEI, CODICE D IX1 MINIATURA,


CESENA, BIBLIOTECA MALATESTIANA

SCUOLA DI TEOLOGIA
DATI E INFORMAZIONI
Corso triennale di 300 ore complessive
Durata annuale: 25 giorni di lezione per 100 ore complessive
Esami: due sessioni annuali
Orario: marted, dalle ore 19,30
alle 22,30
Sede: Seminario Diocesano
(via del Seminario, 85 Cesena)
ISCRIZIONI:
Marted 6 ottobre, ore 20.
Presso la Sede della Scuola
Inizio delle lezioni:
Marted 6 ottobre, ore 21.

MASTER PER DIPLOMATI


IN TEOLOGIA
Corso annuale di approfondimento
Il Corso si rivolge a coloro che
sono in possesso del diploma
della Scuola di Teologia o di
altri diplomi rilasciati da precedenti corsi e scuole diocesane.
Durata: 15 giorni di lezione per
30 ore complessive
Orario: marted, dalle ore 21
alle 22,30
Sede: Seminario Diocesano
(via del Seminario, 85 Cesena)
TEMA dellanno 2015-16: ANTROPOLOGIA
Inaugurazione anno e inizio
delle lezioni:
Marted 13 ottobre, ore 21.

allIstituto Superiore di Scienze religiose


che, per la nostra Diocesi e quelle a noi
vicine, ha sede a Forl.
Quella della formazione dei laici una
sfida per le nostre comunit e per la
Chiesa del nostro tempo che deve trovare
nuove strade e rinnovate metodologie
per la trasmissione della fede e
lannuncio di Ges Cristo al mondo di
oggi.
CATECHESI DEGLI ADULTI
Quello che, a volte, non riesce a trovare
risposta nelle singole comunit
parrocchiali la necessit di un itinerario
di catechesi degli adulti. Coloro che
hanno frequentato la Scuola di teologia
sono testimoni di aver ricevuto un valido
aiuto in questo senso e non possono non
farsi promotori presso i loro conoscenti e
amici di quanto hanno sperimentato a
livello diocesano.
IL MASTER IN TEOLOGIA
Da qualche anno, coloro che sono in
possesso del diploma possono
continuare il loro percorso grazie alle
lezioni del Master in teologia. Ogni anno
si approfondisce un ambito particolare
di studi. Dopo la Sacra Scrittura e la
morale, lecclesiologia, la liturgia e la
testimonianza dei Santi, ora la volta
dellAntropologia cristiana.
Ministerialit liturgica
La frequenza ai corsi fondamentali di
teologia, previsti nel primo anno del
triennio, richiesta anche a coloro che i
parroci indicano per la preparazione ai
ministeri istituiti nella liturgia (lettorato
e accolitato). Insieme a lezioni specifiche
per loro, essi trovano nella Scuola
diocesana di teologia lo strumento pi
adatto alla loro formazione.

Laugurio del vescovo


Nel volantino che illustra, in dettaglio, la
proposta della Scuola di teologia contenuto il messaggio del vescovo alle comunit parrocchiali, alle associazioni e movimenti ecclesiali, ai consacrati e laici,
operatori nei vari settori della pastorale.
Ci che guida il pensiero di monsignor
Regattieri la consapevolezza che senza
una solida formazione teologica anche la
vita pastorale rischia di scadere in attivismo non sempre capace di reggere alle
sfide del tempo e delle problematiche
sempre nuove.
Ricordando il discorso di Benedetto XVI,
dellottobre 2006, al convegno di Verona,
nel quale il Papa invitava ad allargare
gli spazi della nostra razionalit, riaprirla alle grandi questioni del vero e del bene, coniugare tra loro la teologia, la filosofia e le scienze, nel pieno rispetto dei loro metodi propri, il vescovo sottolinea
come la fede sia amica della ragione e
ne cerchi il contributo, perch al centro
pone Dio e il suo mistero, nel cui orizzonte luomo si comprende. Come ha detto il
Concilio: Cristo svela pienamente luomo alluomo e gli fa nota la sua altissima
vocazione. In questa linea va la proposta di approfondire, nel percorso del Master in teologia, i fondamenti dellantropologia cristiana, proprio mentre la
Chiesa italiana a Firenze tratter il tema
dellumanesimo nuovo, che ha in Ges
Cristo il suo riferimento essenziale. bene perci - conclude il vescovo - riascoltare, ancora una volta, linvito di san Pietro rivolto anche ai cristiani di oggi: siate
pronti sempre a rispondere a chiunque
vi domandi ragione della speranza che
in voi (1Pt 3,15).

Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

CANONIZZAZIONE DEI BEATI CONIUGI


LUIGI MARTIN E ZELIA GURIN
genitori di Santa Teresa di Ges Bambino

Il prossimo oobre si celebrer a Roma la canonizzazione della prima coppia di sposi dellera moderna
innalzata agli onori degli altari. I genitori di Santa Teresa di Ges Bambino, durante il prossimo Sinodo
della Famiglia, saranno proclama san da papa Francesco che celebrer la solenne Eucarisa

domenica 18 oobre alle ore 10, in piazza San Pietro, a Roma


LUcio Pellegrinaggi, in collaborazione con lUcio per la pastorale della Famiglia, organizza alcuni
pullman per dare la possibilit di partecipare a questo evento di grazia

Quota di partecipazione 50 euro


Nella quota sono compresi: il viaggio in pullman con due aus - la tassa di ingresso Ztl Roma, i parcheggi e i pedaggi - il biglieo
di ingresso - alcuni ogge/segno per fare festa in piazza San Pietro e per ricordare levento.
Le prenotazioni si possono eeuare no a esaurimento dei pos disponibili presso questo Ucio Pellegrinaggi (tel. 0547 610280)
e presso lUcio per la Pastorale della Famiglia (Andrea e Sabrina, 338 1424377)

Vita della Chiesa

Cuba avvolge
Francesco
il Papa
del disgelo
A commentare in tv sono stati chiamati due
sacerdoti e una religiosa, evento che la Chiesa
cubana giudica senza precedenti. Anche il sito
del quotidiano nazionale Granma segue minuto
per minuto. Gli incontri con Fidel e Raul Castro

alle antiche palazzine art dec che cadono a pezzi, perch


moltissimi habaneros non hanno i soldi per ristrutturare la
vivienda, alle zone pi remote dellisola caraibica pi famosa al
mondo, sta risuonando la voce di Papa Francesco trasmessa dalle tv e
radio di Stato. A commentare la visita in tv sono stati chiamati due
sacerdoti e una religiosa, evento che la Chiesa cubana giudica un
fatto senza precedenti. Anche il sito del quotidiano nazionale
Granma (dal nome della nave utilizzata nel 1952 da Fidel Castro e
dagli 81 ribelli per compiere la rivoluzione) sta seguendo minuto per
minuto la visita in corso fino al 22 settembre sul suolo cubano,
perfino sui social network, segno di piccoli-grandi cambiamenti in
atto. Nel pi lungo viaggio di papa Francesco, che lo porter fino negli
Stati Uniti, in gioco il futuro delle relazioni tra Usa e Cuba, con la fase
del disgelo gi a buon punto grazie al suo intervento e una velata
richiesta per una maggiore libert nelluso di mezzi e spazi necessari
allattivit pastorale della Chiesa cubana. Anche qui i passi in avanti
sono stati notevoli, e papa Francesco ha lodato, appena atterrato, gli
80 anni di buone relazioni diplomatiche tra Cuba e Santa Sede. Come
pure eccezionale la costruzione, dopo 50 anni, allAvana della prima
chiesa autorizzata dal governo cubano, dedicata a San Giovanni Paolo
II e la concessione di un maxi indulto a 3.522 detenuti politici in
occasione della visita. Tanti i momenti importanti dei primi due
giorni: lincontro riservatissimo con l89enne Fidel Castro nella sua
casa-clinica e lo scambio di libri sulla religione, la messa a Plaza de la
Revolucion, la visita di cortesia al presidente Raoul Castro, i vespri in
cattedrale e lincontro con i giovani al centro culturale Felix Varela. In
questi due ultimi appuntamenti il Papa ha messo da parte il testo
scritto e ha parlato completamente a braccio. Tanti i messaggi che il
Papa ha lanciato al popolo cubano e al mondo: lurgenza della pace e
la salvaguardia dellambiente, lappello per la riconciliazione in
Colombia (Cuba ospita i colloqui di pace tra governo e rivoluzionari
delle Farc), il monito a non servire le ideologie ma le persone, linvito
a una Chiesa povera e misericordiosa, lesortazione ai giovani a
coltivare la speranza, il sogno di grandi ideali, lamicizia sociale e la
cultura dellincontro.
Con Fidel Castro. Appena atterrato allAvana, dopo labbraccio con i
bambini e lonore delle armi, papa Francesco si rivolto al presidente
Raoul Castro, in carica da sette anni, chiedendogli di salutare il fratello
Fidel. Lincontro avvenuto dopo la Messa, in presenza della moglie
dellanziano leader, dei figli e nipoti e del nunzio apostolico a Cuba,
monsignor Giorgio Lingua. Hanno parlato per 30-40 minuti della
salvaguardia dellambiente e dei grandi problemi di oggi, in un clima
familiare, informale. Poi si sono scambiati i doni: papa Francesco si
ricordato che nel 2012, al termine dellincontro con Benedetto XVI,

STORICAVISITA

Fidel aveva chiesto al Pontefice qualche libro da leggere.


Cos ha portato due libri dellesperto di catechesi don
Alessandro Pronzato, sullumorismo nella vita spirituale e
sui temi evangelici; un libro e due cd con le omelie di
padre Armando Lorente, il gesuita che Castro aveva avuto
come insegnante nel collegio di Beln, oltre
allesortazione apostolica Evangelii gaudium e
allenciclica Laudato si. Castro ha invece regalato al
Papa il libro di Frei Betto Fidel y la Religin con una
dedica personale: Per papa Francesco in occasione della
sua fraterna visita a Cuba, con ammirazione e rispetto dal
popolo cubano.
La Messa in Plaza de la Revolucion e lAngelus. Il
manifesto alto 20 piani con limmagine del Cristo della
Misericordia accanto alle storiche gigantografie di Fidel e
di Che Guevara saranno le immagini pi ricordate della
Messa. Anche nei negozi dellAvana i manifesti del Papa e
degli autori della Revolucion sono spesso accostati, come
pure le due bandiere vaticana e cubana. Oltre 200mila
cubani - il dato ufficiale dato in serata da padre
Federico Lombardi - hanno partecipato alla celebrazione.
Un popolo che ama la festa, lamicizia, le cose belle, che
cammina, canta e loda nonostante abbia delle ferite,
come ogni popolo: cos si rivolto il Papa alle folle,
presenti Raoul Castro e la presidente argentina Cristina
Kirchner. Nellomelia linvito stato chiaro: Il servizio
non mai ideologico, dal momento che non serve idee,
ma persone. Chi non vive per servire, non serve per
vivere, ha scandito. Dobbiamo guardarci dallo sguardo
che giudica - ha detto - e incoraggiarci a credere nello
sguardo che trasforma, al quale ci invita Ges, che non
servilismo, ma sentire la prossimit del fratello fino in
alcuni casi a soffrirla, e a cercare la sua promozione. Il
cardinale Jaime Ortega Ortiz, arcivescovo dellAvana, lo
ha ringraziato per aver favorito il processo di riapertura
nelle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti, augurandosi che
il suo richiamo alla pace si estenda non solo agli alti livelli
politici, ma che arrivi ai popoli di entrambe le nazioni
per raggiungere anche lagognata riconciliazione tra tutti
i cubani, quelli che vivono a Cuba e quelli lontano da
Cuba. A margine della celebrazione la polizia ha
allontanato alcuni dissidenti che cercavano di distribuire
volantini di protesta per il mancato incontro con il
Pontefice. E sembra che anche alle Damas de blanco,
mogli e madri dei detenuti politici, sia stato impedito di
avvicinarlo. Infine, allAngelus, lappello per la pace in
Colombia: Non possiamo permetterci un altro
fallimento in questo cammino di pace e riconciliazione.

Gioved 24 settembre 2015

CUBA, 20 SETTEMBRE: PAPA FRANCESCO


INCONTRA FIDEL CASTRO
(FOTO LOSSERVATORE ROMANO
(WWW.PHOTO.VA)/SIR)

I vespri in cattedrale. Dopo lincontro con


Raoul nel Palazzo della Revolucion e lo
scambio di doni (un mosaico vaticano e un
Cristo morto del famoso artista cubano che
aveva gi donato al Vaticano una croce con i
legni delle barche dei migranti), il Papa
aveva appuntamento nella bella cattedrale
barocca nellAvana vecchia, costruita dai
gesuiti. Qui si commosso per la
testimonianza di una giovane religiosa che
lavora con disabili gravissimi e ha
improvvisato, finalmente a suo agio e con
grande humour. Come quando ha fatto
lesempio di una congregazione religiosa che
mette i soldi da parte ma Dio gli manda un
economo disastroso che la rende povera:
questa una benedizione di Dio, ha
esclamato. La Chiesa povera, Dio la vuole
povera. Non cedere alle lamentele, non aver
paura delle discussioni, essere sempre
attenti agli ultimi, ma soprattutto non essere
troppo duri nel confessionale, questi gli altri
inviti del Papa: Non stancatevi di perdonare
- ha ribadito -. Pensate che quella persona
potreste essere voi o che potreste cadere
ancora pi in basso.
Con i giovani al centro Varela. con i
giovani, come spesso accade, che il Papa
stato pi spontaneo e allegro. Nella piazza
davanti al centro Varela, dopo aver
ascoltato Leonardo, studente di storia, ha
parlato seduto, chiedendo loro di sognare in
grande, coltivare lamicizia sociale, di essere
uniti nonostante le differenze, credendo
nella cultura dellincontro. Con un
riferimento amaro alla disoccupazione dei
giovani in Europa: Ci sono Paesi con il 40, il
47, il 50 per cento di giovani sotto i 25 anni
senza lavoro. Se un popolo non si preoccupa
di dare lavoro ai giovani non ha futuro, e i
giovani diventano parte della cultura dello
scarto in questo impero del dio denaro.
Consapevole di rivolgersi anche a giovani
atei o praticanti di altri riti - come
lumbanda e la santeria - oltre alla consueta
richiesta di pregare per lui ha aggiunto: Se
qualcuno di voi non credente che almeno
mi auguri cose buone.
Patrizia Caiffa

Pi di 100 iniziative tra incontri, workshop, spettacoli e preghiera, dal 25 al 27 settembre

A Bologna il Festival Francescano

atteso come il primo grande evento pubblico sui temi della nuova enciclica di
papa Francesco sullecologia. Si tratta del Festival Francescano, che si terr a
Bologna, in piazza Maggiore, dal 25 al 27 settembre.
Il programma prevede pi di cento iniziative gratuite tra conferenze, workshop,
incontri con lautore, attivit per bambini, spettacoli, momenti dedicati alla
spiritualit. Il programma completo su www.festivalfrancescano.it.
Di quella terra che soprattutto sorella, perch con essa condividiamo lesistenza e
della quale dobbiamo prenderci cura, parla ledizione 2015 di Festival Francescano,
in stretto collegamento con la nuova enciclica Laudato si e i temi suscitati
dallEsposizione Universale di Milano.
Proprio come ha scelto di fare papa Francesco nel nuovo documento sulla cura
della casa comune, anche Festival Francescano fonda la riflessione su quello
splendido esempio di contenuti teologici e poetici che il Cantico delle Creature di
san Francesco. Venerd 25 settembre, nella mattinata, si terr infatti un convegno
sul Cantico al quale parteciperanno i professori Ivano Dionigi, Magnifico Rettore
dellUniversit di Bologna; Jacques Dalarun, autore delleccezionale scoperta di una
nuova Vita di san Francesco; il preside del Seraphicum di Roma Domenico Paoletti
e il poeta Alberto Bertoni.
Contemporaneamente, il Festival condivide a gran voce il messaggio di custodia del
creato; affidandosi a personalit che hanno testimoniato la possibilit di
cambiamento attraverso ladozione di stili di vita sostenibili: Andrea Segr, ideatore

del progetto Last Minute Market; Donatella


Bianchi, presidentessa Wwf Italia; Alex
Zanotelli, missionario che porta avanti molte
battaglie civili come quella per lacqua bene
pubblico e un ospite speciale: il chimico
Vincenzo Balzani che si occupa, in
particolare, del delicato tema dellenergia.
Interessanti conferenze anche nella giornata
di sabato 26, tra le quali quella dello storico
del Cristianesimo Alberto Melloni, del
filosofo Massimo Cacciari, della teologa Lidia
Maggi e del regista Pupi Avati. Soprattutto si
accende lanimazione di piazza con una
dozzina di workshop (sui diritti umani, sul
cibo nella Bibbia e nelle feste religiose, su
come rispettare la natura e molto altro) e
numerose attivit dintrattenimento per i pi
piccoli.
Alla sera, levento nellevento: uno spettacolo
inedito, di grande impatto artistico, sar una
coinvolgente sinfonia di lode delle creature al

Creatore. Si tratta della Earth Mass, opera


dello statunitense Paul Winter, che mescola
testi biblici e liturgici (partendo dal Cantico
delle Creature di san Francesco) a stili
musicali diversi.
Il programma di domenica 27 assume una
connotazione internazionale, con la lectio
magistralis di Romano Prodi sul continente
africano e si chiude ribadendo il messaggio
di papa Francesco con lapprofondimento
del testo dellenciclica a cura di Michael
Perry, Ministro Generale dellOrdine dei Frati
Minori e Giuseppe Caffulli, direttore della
rivista Terrasanta.
Anche nella giornata di domenica
proseguono gli incontri con lautore (una
decina in totale), nati dalla collaborazione
con le case editrici, in particolare: il Mulino,
Zanichelli, Emi, Edb, Messaggero di Padova,
Edizioni Terra Santa e la Libreria Coop.
Ambasciatori.

Attualit

Gioved 24 settembre 2015

Villaggio globale

Il voto rivela un crescente scollamento tra


cittadini epalazzo. Poco pi della met
degli aventi diritto si recato alle urne,
con un'astensione lievitata in pochi mesi
di 10 punti percentuali. Monsignor Francesco
Papamanolis, presidente dei vescovi cattolici
di Grecia:Indica il grado di sfiducia
del popolo verso i politici e la sua
disperazione circa il futuro del Paese

di Ernesto Diaco

SESSO E VIOLENZA
NON FANNO PI VENDERE
ALEXIS TSIPRAS
TORNA ALLA GUIDA
DEL GOVERNO GRECO
CON LA MEDESIMA
COALIZIONE CHE METTE
INSIEME LA SINISTRA
ESTREMA DI SYRIZA
(145 SEGGI)
E LA DESTRA NAZIONALISTA DI ANEL
(10 SEGGI),
DISPONENDO DI UNA
MAGGIORANZA DI
155 SEGGI SU 300
NELLASSEMBLEA
ATENIESE (FOTO SIR)

e
h
c
i
t
i
l
o
p
i
n
Elezio
in Grecia

Tsipras ha stravinto. Per i greci si vedr

a rivinto le elezioni (a otto


mesi dalle precedenti, a due
mesi dal referendum sul
Piano Ue aiuti in cambio di
riforme), trasformando il voto
parlamentare in un plebiscito su se
stesso. Ha sconfitto le opposizioni
politiche (di centrodestra e di
centrosinistra) anche grazie a una
campagna elettorale che ha negato le
originarie promesse no austerit
con le quali era salito al potere. Ha
sbaragliato gli oppositori interni,
confluiti in un nuovo partito che non
ha superato lo sbarramento del 3 per
cento, restando fuori dal Parlamento.
Alexis Tsipras torna dunque alla
guida del governo greco con la
medesima coalizione che mette
insieme la sinistra estrema di Syriza
(145 seggi) e la destra nazionalista di
Anel (10 seggi), disponendo di una
maggioranza di 155 seggi su 300
nellassemblea ateniese.
Fin qui i dati di fatto. Ma le votazioni
elleniche dicono anche altro. A
cominciare - inutile negarlo - da un
crescente scollamento tra cittadini e
palazzo, forse persino tra elettori e
Syriza. Poco pi della met degli
aventi diritto si recato alle urne,
con unastensione lievitata in pochi
mesi di 10 punti percentuali: anche i
greci, dunque, come gli elettori di
quasi tutti i Paesi europei, non
avvertono come decisiva la propria
partecipazione democratica al
momento elettorale. Lo ha
confermato monsignor Francesco
Papamanolis, presidente dei vescovi
cattolici di Grecia: Il dato
dellastensione impressionante e
indica il grado di sfiducia del
popolo verso i politici e la sua

il Periscopio

11

disperazione circa il futuro del


Paese.
In secondo luogo si pu osservare
che Tsipras ha certamente stravinto
le elezioni, rafforzandosi
politicamente grazie alla conferma
popolare. Ma il quadro economico e
finanziario non cambia, i debiti
restano, i ritardi complessivi del
Paese non svaniscono, i flussi
migratori non sarrestano Ovvero
le elezioni di per s non risolvono
alcuno dei problemi greci. A Tsipras
non resta che realizzare quelle
riforme da tempo promesse (ai suoi
cittadini, allUe, ai creditori
internazionali) e sottoscritte a luglio
in sede europea per ottenere i fondi
necessari ad evitare il default. Glielo
ha ricordato immediatamente
Donald Tusk, presidente del
Consiglio europeo: Molte delle sfide
dellUnione europea nel suo insieme
sono le stesse che ha di fronte la
Grecia, fra cui la crisi dei rifugiati e
la creazione di una crescita
sostenibile. Confido che il nuovo
governo contribuir in modo
costruttivo nella ricerca di soluzioni
a questi problemi. Tusk si augura che
il voto assicuri la stabilit politica
necessaria per le riforme e per la
ripresa economica e sociale ellenica.
Occorre peraltro notare che Alexis
Tsipras ha dimostrato di conoscere
bene i greci: si era dimesso a fine
agosto per ottenere un nuovo, ampio
mandato. In questo senso ha vinto la
propria scommessa. E questo un
punto a suo favore per governare - se
lo volesse - con autorevolezza ed
efficacia.
Restano almeno un paio di quesiti
sollevati dal voto del 20 settembre.

Queste nuove elezioni in Grecia


hanno infatti ottenuto unattenzione
internazionale ben pi modesta
delle precedenti; se ne discusso
poco nelle sedi istituzionali Ue; la
stampa tedesca, francese, polacca,
italiana, britannica o nordica non vi
ha dedicato le prime pagine. Pu
essere un segnale che, tradotto in
termini un po sbrigativi, dice: la
Grecia comincia a essere un
insistente tormentone, dinanzi al
quale il coinvolgimento, la
benevolenza, la pazienza altrui
(governi degli altri Paesi europei,
istituzioni comunitarie, creditori,
opinioni pubbliche nazionali)
potrebbero venire meno.
Infine un quesito-monito che va ben
oltre il Pireo. Lelettorato greco non
ha promosso gli antieuropeisti e i
partiti no euro, eppure si
nuovamente orientato sulle forze
politiche estreme, di destra e sinistra.
E il centro che fine ha fatto? Nea
Dimokratia, Pasok, To Potami messi
insieme hanno registrato risultati
tutto sommato modesti, mentre
Syriza, i neofascisti di Alba Dorata e
altre formazioni nazionaliste e
populiste hanno ottenuto una marea
di voti. Si sa che la politica moderna
- con lappoggio dei media e della
rete - punta a esasperare le posizioni,
a personalizzare le battaglie
elettorali e quindi a polarizzare le
scelte dei cittadini. Lo si visto in
questi anni in tanti altri Paesi
europei. Cosa accadr
prossimamente in Italia, in Spagna,
in Danimarca, in Germania, nella
Repubblica ceca o in qualunque
altro angolo del Vecchio continente?
Gianni Borsa

la sorprendente conclusione di una


ricerca condotta negli Usa
dalla American
Psychological
Association,
secondo la
quale i messaggi commerciali televisivi o i cartelloni stradali
funzionano meglio se i loro contenuti possono contare sul certificato G-rating, ossia
se sono rivolti a un pubblico generale, minori inclusi.
Non che le persone non siano attratte da
scene di sesso e violenza, spiegano gli autori
dello studio. Questi contenuti, per, finiscono per rivelarsi controproducenti: si presta pi attenzione alle immagini violente ed
erotiche e si tende a distrarsi rispetto ai prodotti pubblicizzati. La memoria, gli atteggiamenti e le intenzioni di acquisto, di
conseguenza, invece che aumentare diminuiscono. Un vero shock per il mondo della
pubblicit e una conferma che la qualit
etica della comunicazione fa la differenza da
tutti i punti di vista.
Anche in rete la credibilit paga. il motivo
per cui un dinosauro delle tecnologie come
papa Francesco lui stesso a essersi definito cos miete consensi online e spopola
sui social network. di poche settimane fa la
notizia che il profilo Twitter @Pontifex ha superato i 22 milioni di followers, di cui 9 in lingua spagnola, 6,5 in inglese e 3 milioni in
italiano. Ogni giorno si aggiungono allaccount del papa argentino in media pi di
ventimila nuovi seguaci digitali.
Un altro boom significativo quello registrato da Gianni Morandi. Il cantante nato a
Monghidoro settantanni fa non pu certo
essere definito un nativo digitale. Eppure
conta su Facebook pi di un milione e duecentomila fans, decine di migliaia di like e
migliaia di commenti a ogni post, per lo pi
fotografie di vita quotidiana: in casa, al lavoro in campagna o mentre corre, una delle
sue grandi passioni. Lo scatto con un tagliere
di tortellini pronti per il pranzo domenicale
con gli amici, pubblicato il 27 marzo scorso,
dopo unora aveva gi 1.700 commenti e
13mila mi piace, saliti a 56mila nei venti
giorni successivi.
Il segreto del suo successo sul social network
per antonomasia una sorpresa anche per
lui. Ma le ragioni non sono difficili da comprendere: su Facebook Morandi se stesso,
semplice e spontaneo. Non si autopromuove, non fa polemiche e soprattutto interagisce con chi scrive sulla sua pagina
personale. Ogni sera lui e la moglie Anna dedicano almeno unora a leggere, prendere
nota, rispondere a qualche commento. Facebook mi fa sentire quasi contemporaneo,
io che sono antico, che sono nato con la
guerra, confida a una rivista. Mi piace.
come se fossimo una comunit che si incontra ogni giorno.

di Zeta

La storia di Pietro, 25enne che da non credente oggi si trova


sempre pi spesso in chiesa. Grazie allincontro con un prete

Quegli occhi sanno di felicit

gni volta si scopre qualcosa di nuovo. La Sicilia non finisce di stupire. La


scorsa settimana, per lennesima volta, ho partecipato al Seminario di
studi, con crediti formativi per i giornalisti, organizzato dal giornale
diocesano di Messina La Scintilla e dalla delegazione regionale della Fisc, la
Federazione italiana settimanali cattolici a cui aderisce anche il Corriere Cesenate.
Il primo pensiero va a don Alfio Inserra, il vulcanico sacerdote-giornalista cui
lappuntamento siciliano stato intitolato dopo la sua morte. Generazioni di
professionisti dei periodici diocesani devono tantissimo a questo prete con
lentusiasmo di un ragazzino. Entusiasmo rimasto intatto fino allultimo meeting
da lui organizzato nel 2011 a Patti. Non lo dimenticheremo mai, lui con la sua
talare e il suo straordinario eloquio figlio di un tempo che ora non c pi.
Rimangono inalterati, invece, laffetto e la passione che ha saputo trasmettere in
chi lo ha conosciuto.
Ma torniamo ai nostri giorni. Oltre alle bellezze ammirate a Taormina e Savoca in
particolare, e avere ancora apprezzato la cordialit e lospitalit della gente di
Sicilia, vorrei raccontare un frammento di una piccola storia che ho raccolto, in
maniera del tutto casuale, da un 25enne del luogo.
Pietro, il nome di fantasia, uno che mi dice il pap ce lho ma non ce lho. Non
semplice interloquire quando una persona ti gela con queste frasi davanti alle
quali ci si sente spiazzati. Non ho il coraggio per chiedere chiarimenti di questa

ISOLABELLA,
IN PROVINCIA DI MESSINA
(VICINO A TAORMINA)

presenza-non presenza. Li posso solo immaginare.


Li tengo per me, intanto vado avanti nel colloquio,
visto che Pietro pare abbia desiderio di comunicare
qualcosa di bello che gi noto dai suoi occhi felici e
dal suo sorriso aperto.
Un giorno di cinque anni fa mi dice Pietro con il
candore di un bambino ero in casa di una mia zia,
una che va sempre in chiesa. Con lei vive unaltra
mia parente gravemente ammalata. Quel giorno
pass il prete per la visita agli infermi.
Incontrandomi mi dice che non mi vede mai in

parrocchia. Io gli rispondo che non sono per


nulla credente. Pensavo che quel colloquio
fosse finito cos. Invece il don mi invita ad
andare da lui, come se le mie parole non lo
avessero toccato. Da allora la mia vita
cambiata radicalmente. E come la mia
cambiata quella di tanti giovani del mio paese
che ora sono nelle prime file alle processioni e
riempiono la chiesa, ogni domenica alla Messa.
Pietro mi ha gelato di nuovo, questa volta in
positivo. Un sacerdote contento, gioioso,
contagioso tanta la felicit per la sua scelta di
vita, riesce a infrangere il muro dei ragazzi di
oggi. Ma in che modo? Con la semplicit e la
forza che Ges ha usato con san Matteo: Vieni
e seguimi. Vieni in parrocchia e vedrai che
verrai accolto. L troverai altri che come te
hanno sogni grandi. Ha ragione papa
Francesco: il cristianesimo si diffonde per
attrazione. Ho fatto un incontro decisivo
questa la sostanza del racconto del giovane da
me incontrato in Sicilia - bello, affascinante.
Sono talmente contento che te lo comunico
perch anche tu possa esserlo altrettanto.
Grazie Pietro. (897)

12

Gioved 24 settembre 2015

Cesena

Continuano le feste proposte dalle parrocchie. AllOsservanza celebra la Messa il vescovo


Biguzzi. A Santo Stefano organizzano i giovani. A Pievesestina mostra di antichi mestieri

Ecco dove andare nel fine settimana


Foto darchivio

OSSERVANZA
LOsservanza anticipa di
qualche settimana la festa
parrocchiale, facendola
coincidere con il giorno della
dedicazione della chiesa,
domenica 27 settembre. In
quella data, nel 1472 (543
anni fa), fu consacrata la
chiesa dellOsservanza
dedicata allAnnunciazione di
Maria, come chiesa del
convento dei Frati minori
francescani. Venerd 25
settembre alle 19 prevista la
Messa animata dal coro della
pastorale giovanile e alle 20
seguono la cena e il concerto
in refettorio con la band
acustica Attiko. Sabato la San
Vincenzo parrocchiale
raccoglie generi alimentari al
Conad di Ponte Abbadesse
per le famiglie bisognose e
alle 18.30 in chiesa si tiene il
vespro solenne. Domenica
alle 11 la Messa solenne sar
presieduta dal vescovo
Giorgio Biguzzi che dar
mandato agli operatori
pastorali.
Il momento di festa anche
unoccasione per
sensibilizzare i fedeli sulle
difficolt economiche in cui
versa la parrocchia, a seguito
dei grandi lavori di restauro
compiuti negli ultimi tempi.
(Fs)
PIEVESESTINA
Sar la Messa dedicata agli
anziani e infermi, mercoled
30 settembre alle 15.30, ad
aprire la festa parrocchiale
della comunit di
Pievesestina che proseguir
fino al 4 ottobre. A seguire ci
sar un momento conviviale
e danimazione per tutti.
Gioved primo ottobre a
partire dalle 20 la processione
della Madonna del Rosario
anticiper la Messa
presieduta dal vescovo della
Diocesi di Cesena-Sarsina
Douglas Regattieti. Alle 21.30
si terr lincontro sullAfrica
con la testimonianza di
Tommaso Degli Angeli.

Venerd 2 ottobre in serata


sar attivo lo stand
gastronomico ed in
programma la cena insieme
con paella valenciana. Sabato
3 ottobre alle 15 ci sar la
fiorita dei bambini del
catechismo e a seguire il
grande gioco e la merenda
insieme. Alle 19 lo stand
gastronomico proporr
anche la pizza. In serata la
Messa sar alle 19.30 e alle 21
la compagnia del teatro dei
Talenti presenter: "Leredit
di volpone". Domenica 4
ottobre le Messe saranno alle
9 e alle 11. Alle 12.30 il
programma prevede il pranzo
insieme nei locali della
parrocchia. Durante tutta la
giornata dalle 10 alle 18 sar
allestita nel piazzale della
chiesa la mostra mercato di
mestieri scomparsi, di
prodotti vari, di costumi e
abitudini popolari. Il
pomeriggio della domenica
proseguir con lesposizione
del Santissimo e ladorazione
eucaristica rispettivamente
alle 16.30 e 17. Alle 18 riaprir
lo stand gastronomico con
lapericena con stuzzichini
romagnoli e aperitivi. A
chiusura della festa alle 21

spettacolo "Arrivano i nostri"


con i ragazzi della parrocchia
alla ribalta ed estrazione dei
biglietti della sottoscrizione a
premi. (Bb)
SANTO STEFANO
Anche la comunit di Santo
Stefano si appresta a vivere la
festa parrocchiale dedicata
alla "Madonna della
Misericordia". A curare i vari
momenti il gruppo giovani,
da settimane impegnato per
offrire momenti di riflessioni,
svago e sano divertimento.
La festa si aprir mercoled 30
settembre con lincontro:
"Dalla Riviera alle Favelas:
lesperienza di volontariato in
missione di quattro ragazzi in
Colombia". Lincontro si terr
nel teatro parrocchiale a
partire dalle ore 20.45.
La festa proseguir sabato 3 e
domenica 4 ottobre. Durante
la Messa solenne delle 11 del
4 ottobre ci sar il
conferimento del mandato ai
catechisti e agli animatori dei
gruppi parrocchiali.
SAN MARTINO IN FIUME
Ha preso il via questa
settimana e proseguir fino a
domenica 4 ottobre il lungo

periodo di festa alla


parrocchia di San Martino.
Sabato 26 settembre dalle 15
si terranno i giochi senza
frontiere e, alle 22 dopo il
ballo, ad allietare la serata ci
sar il gruppo "Stelle
Comete" di Ronta e San
Martino con musica ed
animazione.
Domenica 27 settembre alle
19 si terr la cena dei popoli
con gli scout.
La seconda settimana di festa
sar caratterizzata da tanti
eventi e momenti conviviali.
Luned 28 in programma
una serata karaoke con pizza
nel forno a legna; mercoled
sar la volta di Rwanda di
Marco Cortesi e Mara
Moschini e gioved primo
ottobre, dopo la processione
animata dal gruppo giovani,
saranno offerti a tutti albana
e ciambella.
Sar dedicata alla Romagna la
giornata di venerd 2 ottobre
con alle 16 i giochi insieme al
Cesena Rugby, alle 17 la
balera del liscio e il torneo di
Maraffone e a partire dalle
18.30 sar attivo lo stand
gastronomico. La serata
inizier con le barzellette di
nonno Sergio alle 20 per
proseguire con la
presentazione del libro di
poesie di Franco Sbrighi e
con lo spettacolo di
Gherardelli alle 21.15:
Sabato 3 ottobre alle 14.30
in programma "A spasso con
il Mazzapegul", una
passeggiata per la pista
ciclabile tra Ronta e San
Martino insieme a Piedibus.
La serata alle 20 vedr la cena
con delitto dal titolo
"Lultimo Bloody Mary" della
Compagnia Liberamente e
alle 20.45 spettacolo con i
ballerini di Cesena Danze
Domenica 4 ottobre alle 10.30
sar celebrata la Messa.
Nel pomeriggio ci saranno
lanimazione con lAquilone
di Iqbal.
Lultima serata della festa
vedr salire sul palco i

cantanti di "Attenti a quei 2"


e una dimostrazione della
Scuola Cinofila della Croce
Rossa Italiana. Il ricavato
della festa sar devoluta alla
famiglia di Alessandro, un
bambino diversamente abile.
CARPINETA
Fine settimana intenso a
Carpineta in occasione della
festa parrocchiale. Venerd,
dopo la Messa alle 20, si terr
la serata organizzata dai
bambini del centro estivo.
Sabato 26 settembre alle 21
musica con il gruppo Noi6.
Domenica 27 la Messa sar
celebrata alle 11 seguita dalla
processione. Il pomeriggio
sar allietato dalla musica
dellorchestra Galbucci.
Durante le serate lo stand
gastronomico sar attivo
dalle 19.
SAN VITTORE
Eucaristia e matrimonio :
ecco il tema al centro
dell'incontro a cura di una
coppia di coniugi in
programma per il 24
settembre alle 21 a San
Vittore in preparazione della
festa della famiglia.
Domenica 27 alle 11 sar
celebrata la Messa solenne
per tutte le famiglie,
presieduta da don Giancarlo
Biguzzi che ricorder i suoi 50
anni di ordinazione. Gli
appuntamenti proseguiranno
il 30 settembre alle 20.30 con
la processione mariana,
mentre venerd 2 ottobre alle
20 ci saranno la Messa e
l'adorazione eucaristica.
Sabato 3 ottobre alle 21 si
potr assistere al grande
concerto dei Reale. Domenica
4 ottobre le Messe saranno
alle 7, 9 e 11.
Alle 15.30 per le vie del paese
si snoder la processione
solenne. Alle 16.30 in
programma il concerto
bandistico sul sagrato della
chiesa, seguito dallo
spettacolo di burattini,
musica e attrazioni per tutti.

Cesena

Gioved 24 settembre 2015

13

Intervento eseguito dal proprietario del terreno

"Domata" la Diavolessa
Alla rupe lavori ultimati
erminati i lavori di
Lingegnere spiega che la collina ha
consolidamento della
un nucleo di roccia e una superficie
scarpata di via Diavolessa.
La strada chiusa da diversi friabile. E stata posizionata una
mesi dopo le piogge della scorsa
doppia rete di sicurezza che protegge
primavera che avevano causato
piccoli smottamenti. I lavori sono
dallerosione e, allo stesso tempo,
seguiti, per conto di un privato,
evita impatto ambientale
dallingegner Marco Faedi.
"I proprietari - spiega lingegnere
- quando si sono accorti che la scarpata dava segni di cedimento, si sono
subito mobilitati investendo una notevole cifra. La loro casa poggia su un
solido sperone di roccia arenaria, la cui parte superiore tenera, frutto della
disgregazione da parte degli agenti atmosferici, ed questa che scivola a
valle". Il consolidamento consiste in una rete metallica zincata abbastanza
spessa, di 4 millimetri di diametro, con maglie esagonali. La rete stata
fissata alla roccia tramite barre lunghe tre metri che entrano nella collina,
fissate allesterno da piastre. Allo scopo di evitare che la terra scivoli di nuovo
a valle stata fissato un telo naturale in fibra di cocco. Questo telo, oltre a
fermare le particelle pi piccole, dello stesso colore della terra e quindi
limpatto ambientale viene annullato. Senza contare che il cocco un
substrato naturale e la vegetazione, in breve, lo ricoprir integralmente.
"I proprietari - continua lingegnere - stanno facendo eseguire nuovi lavori di
regimazione delle acque a monte, in modo da alleggerire il carico di pioggia.
Linsieme degli interventi garantisce la sicurezza della scarpata".
La strada poteva essere riaperta gi da alcune settimane, ma il Comune ha
preferito tenerla chiusa in quanto sta provvedendo alla riasfaltatura.
Cristiano Riciputi

Protesta | Contro il progetto piazza

Raccolta | 13500 euro contro Ebola

Un corteo di circa 200 persone gioved 17 settembre ha sfilato per le vie del centro
per protestare contro la chiusura del parcheggio di Piazza della Libert, i cui lavori
dovrebbero partire a met ottobre. Il gruppo si incamminato con slogan e striscioni
per poi arrivare sotto al palazzo Comunale. Alcuni hanno proseguito la protesta nella
sala dove si stava svolgendo il Consiglio comunale. Non sono mancate tensioni e
atteggiamenti (schiamazzi o silenzi) provocatori da ambo le parti. (Cr)

Levento "Rage against Ebola", tenutosi il 13 settembre al teatroVerdi di Cesena, ha


permesso la raccolta di 13500 euro che saranno donati allUniversit cattolica di Makeni
per svolgere studi sulla malattia Ebola. Ha presentato i dati lorganizzatore Denis Ugolini,
dellAssociazione Salute e Libert. Presente anche monsignor Giorgio Biguzzi, vescovo
emerito di Makeni. Biguzzi ha ringraziato i cesenati per la loro sensibilit e ha auspicato
che continuino il dialogo e il sostegno a distanza.

ANNIVERSARIO

Sabato e domenica in zona Parco Ippodromo

"Cesena in fitness" per stare meglio


26.09.2008 - 26.09.2015

Nel settimo anniversario


del ritorno alla casa del Padre
di PATRIZIA SALVI
il marito Davide, le figlie Chiara
e Sara, i genitori Giulio e Alba,
le sorelle, il fratello e i parenti
tutti la ricordano
con immutato affetto
A suffragio verr celebrata
una Messa nella parrocchia di
Madonna del Fuoco sabato
26 settembre alle 8.30

Due giorni di attivit continue per spingere la


popolazione verso stili di vita pi sani: sport,
movimento, alimentazione salubre.
E quanto si propone Cesena In Fitness, manifestazione giunta alla terza edizione, in programma sabato 26 e domenica 27 (dalle 9 alle 20) in
zona ippodromo a Cesena.
Levento stato presentato la scorsa settimana al
Technogym village, alla presenza del sindaco
Paolo Lucchi, del padrone di casa Nerio Alessandri e dei vertici di Time to move, associazione promotrice della manifestazione che riunisce palestre e centri fitness cittadini.
"Questa manifestazione - ha spiegato Michele
Occhipinti di Time to move - d la possibilit agli
operatori del settore di offrire ai cittadini nuove
opportunit di muoversi, sensibilizzando la popolazione sullimportanza di fare attivit fisica
tutto lanno".
Tra il Carisport, la pista datletica e le aree verdi
circostanti, troveranno spazio stand, aree con-

ferenze (11 i seminari e i corsi di formazione previsti nei due giorni), giochi per bambini e aree ristoro. Un totale di 40 gazebo destinati a palestre,
centri di fisioterapia, olistici o termali, scuole di
ballo, associazioni sportive, aziende del settore
benessere.
Ci sar spazio per attivit aerobiche, spinning,
attivit di rilassamento, arti marziali e pugilato,
campi da beach volley, beach tennis, pallavolo,
pallacanestro e calcetto. Senza contare larea
bimbi, dove sono in programma attivit motorie, psicomotorie e ricreative, con lavviamento
allo sport per 20 diverse discipline sportive. Ai
piccoli si rivolgono anche Olympic school (sabato dalle 10 alle 12, per gli studenti delle medie), Bimbi in movimento (sabato dalle 15 alle
18), Bimbi in movimento per la maratona Alzheimer (domenica dalle 10 alle 11,30 in piazza
del Popolo). Domenica dalle 10 alle 12,30, al
campo di atletica, si terranno i Giochi senza
quartiere.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e si terranno anche in caso di maltempo, allinterno del
Carisport.
"Il progetto cresce e va nella giusta direzione"
ha commentato soddisfatto il patron di Technogym Nerio Alessandri in occasione della presentazione. Alessandri per, con lungimiranza, ha
subito spostato lo sguardo al dopo manifestazione, mettendo in guardia i centri fitness cesenati dal rischio di una concorrenza sui prezzi:
"Non si possono proporre cose buone e sane a
prezzi bassissimi, Attenzione alle guerre su questo fronte".
MiB

Cesenatico

Gioved 24 settembre 2015

15

San Giacomo Il volume sar presentato sabato 10 ottobre nel centro polivalente

Un libro sui 250 anni della chiesa parrocchiale


In occasione dei 250 (1765- 2015) anni dal
rifacimento della chiesa di San Giacomo
Apostolo, stato realizzato un volume che
illustra la storia della presenza religiosa a
Cesenatico, della comunit parrocchiale e
delledificio ecclesiastico.
Gli autori Mauro Altini, Silvia DAltri, Ferruccio Dominici, Laura Franzo, monsignor
Silvano Ridolfi, appassionati studiosi di
storia e arte locale, presenteranno il libro
(sabato 10 ottobre alle 10 presso il centro
San Giacomo), realizzato grazie al contributo della Banca di Credito Cooperativo
di Sala di Cesenatico.
La parrocchiale di Cesenatico, progettata
dallarchitetto Pietro Carlo Borboni, allievo del Vanvitelli, fu ricostruita nel 1763 a
causa del grave stato di degrado in cui
ledificio precedente versava e, nel 1765,
venne consacrata.

S. Maria Goretti

Il vescovo conferir la Cresima

La comunit invita
a festeggiare

Parrocchia di Sala
Tutto pronto per la festa

rende il via il 27 settembre il


lungo periodo di celebrazioni
e momenti di festa presso la
parrocchia di Sala di
Cesenatico.
Domenica 27 alle 11 sar celebrata la
Messa in occasione dellanniversario
della morte di don Teofrasto Pasini.
Il 28 settembre alle 20 Messa e
confessioni, il 30 settembre per la
solennit della dedicazione della
Chiesa alle 20 sar celebrata la Messa,
seguita dalla benedizione dei
catechisti.
Gioved 1 ottobre avranno inizio gli
appuntamenti ricreativi con il primo
torneo di Scala 40, dalle 20.30.
Il 2 ottobre alle 20 il vescovo Douglas
Regattieri celebrer la Messa in
ricordo della Serva di Dio Angelina
Pirini e alle 21 si terr la cena aperta a
tutta la comunit (prenotazioni entro
il 30 settembre).
Sabato 3 ottobre alle 17 il vescovo
amministrer la Cresima ai ragazzi
della parrocchia e alle 21 si terranno
la serata musicale con la band
"Jackpot" e la sfilata di moda con

Domenica 27
settembre Messa
per lanniversario
della morte
di don Teofrasto Pasini
materiale riciclato.
Domenica 4 ottobre, "Festa
della Madonna del Rosario": le
Messe saranno alle 8.30 e alle 11 e alle
15.30 si potr partecipare alla recita
del Rosario, al canto delle Litanie e
alla celebrazione solenne del Vespro.
Pomeriggio di giochi con le corse dei
go - kart, la pentolaccia, corsa nei
sacchi, ruba bandiera e tiro alla fune a
partire dalle 16.30. Ci saranno anche
truccabimbi e carretto con il gelato e
alle 20 serata danzante con
lorchestra "Moreno e il grande
evento"; alle 23 estrazione della
lotteria. Saranno attivi anche stand
gastronomici e la pesca di
beneficenza.

I diversi capitoli del libro approfondiscono


la vita della chiesa di Cesenatico, dando
particolare spazio alla storia della parrocchia di San Giacomo negli ultimi 250 anni,
alla sua ricostruzione settecentesca e alle
opere artistiche in essa conservate. Un importante approfondimento si trova nella
parte redatta da monsignor Ridolfi, frutto
di studi e consultazione delle visite pastorali e dei materiali conservati nellArchivio
diocesano a Cesena.
Il programma della mattinata di studi prevede il saluto del vescovo di Cesena-Sarsina monsignor Douglas Rigattieri, del sindaco di Cesenatico Roberto Buda, del presidente della Bcc di Sala Patrizio Vincenzi.
A seguire ci saranno gli interventi degli autori e la visita guidata alla chiesa, con la
partecipazione del coro parrocchiale Terra Promessa.

Mercoled 7 ottobre alle 20 si terr la


processione con limmagine della
Madonna del Rosario. Gioved 8
prender il via il catechismo, dalle 15
alle 19 si terr ladorazione
eucaristica e alle 19.15 il vespro e
benedizione. Seguiranno il Rosario e
la Messa. Sabato 10 ottobre alle 15 si
terr lincontro dei ragazzi delle
elementari e delle medie. Domenica
11 ottobre alle 11 sar celebrata la
Messa con lunzione degli infermi e
alle 12 previsto il pranzo insieme
con gli anziani.
Barbara Baronio

A Santa Maria di Goretti la festa della


parrocchia alle porte. Domenica 27
settembre alle 11.15 sar celebrata la
Messa per anziani e ammalati; seguir
il pranzo in parrocchia. Tra i vari
appuntamenti il 28 settembre alle 20
la presentazione del progetto di
costruzione della nuova canonica e del
salone parrocchiale. Parteciperanno il
sindaco di Cesenatico Roberto Buda, il
vescovo della Diocesi di CesenaSarsina Douglas Regattieri e il vice
economo don Marco Muratori.
Il 29 settembre il vescovo Regattieri
terr un incontro per tutta la comunit
sul tema "Eucarestia sacramento della
Misericordia". Il 30 settembre alle
20.30 si rider con la commedia
dialettale: la compagnia "Dla
Madunaina" porter in scena "A st da
sant tot us gunta matt".
Sabato 3 ottobre la Messa per la
comunit sar alle 17.30. Dalle 14.30
ci saranno giochi per i ragazzi e dalle
18 e per tutta la serata la musica del
gruppo "Cheope". Domenica 4 ottobre
alle 8, 11.15 e 15 saranno celebrate le
Messe. Alle 16 inizier il pomeriggio di
giochi per i ragazzi e alle 17 i ballerini
di Casadei Danze si esibiranno nel loro
spettacolo di musica e ballo fino alle
22.30 quando prevista lestrazione
dei biglietti della lotteria.
Durante le giornate di sabato e
domenica sar attivo lo stand
gastronomico.
Bb

VIGNE (Cesena): in condominio al terzo e ultimo piano servito di ascensore appartamento completamente ristrutturato con materiali e finiture di ottima qualit e scelta.
Limmobile in zona tranquilla e residenziale, dotato di impianti a norma e di riscaldamento autonomo ed composto da soggiorno angolo cottura, 2 camere da
letto, bagno con doccia, 2 balconi, garage. 195.000 / Rif. 1512
PONTE ABBADESSE (Cesena): in posizione tranquilla su di un lotto di circa 320 mq
casa indipendente disposta su 2 livelli con proservizi esterni. DA RISTRUTTURARE.
230.000 / Rif. 1524
PIAZZA DELLA LIBERT (Cesena): al terzo piano servito di ascensore ampio bilocale composto da soggiorno con angolo cottura, camera da letto matrimoniale,
bagno, ripostiglio/lavanderia, balcone e cantina. Ottime finiture. NESSUNA
SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO.
225.000 / Rif. 1448-1
CESENA ZONA CENTRALE (adiacenze viale Mazzoni): in elegante palazzina di recente costruzione appartamento al primo piano composto da soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi e garage. Ottime finiture.
NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO. 325.000 / Rif. 1449-2
PONTE PIETRA (Cesena): immersa nel verde e nella tranquillit casa indipendente di 140 mq. commerciali pi servizi e terreno agricolo di propriet di circa
10.000 mq. La soluzione immobiliare necessita di lavori di ristrutturazione e si
pu valutare di ampliare e/o mantenere gli spazi attuali personalizzando gli interni oppure demolendo il tutto per ricostruire un'abitazione con S.U.L. di 270
mq. e unampia attrezzaia esterna. 260.000 / Rif. 1556

PONTE PIETRA (Cesena): in posizione residenziale e tranquilla porzione di villetta bifamiliare di nuova costruzione con possibilit di personalizzare gli interni. Limmobile disposto su pi livelli ed composto da ingresso indipendente, cucina, sala, 3 camere da
letto, doppi servizi, sottotetto, lavanderia, 5 balconi, porticato/loggia, garage doppio,
cantina/taverna e giardino privato. 380.000 / Rif. 1493
SAN VITTORE (Cesena): in zona verde e tranquilla villetta a schiera centrale di recente
costruzione disposta su 3 livelli con ampio giardino. 420.000 / Rif. 1565
DIEGARO (Cesena): in piccola palazzina circondata dal verde appartamento ristrutturato al secondo piano composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, veranda con camino e zona lavanderia,
balcone e garage doppio. Impianti autonomi. 230.000 / Rif. 1567
SANTA MARIA NUOVA: in posizione tranquilla e residenziale villetta angolare di nuova
costruzione con finiture extra capitolato e in ottime condizioni duso. Limmobile
disposto su tre livelli ed composto da ingresso indipendente, ampio soggiorno con
angolo cottura, 2 camere da letto mansardate e finestrate, 3 bagni, 3 balconi, taverna
accessoriata di impianti, garage e posto auto di pertinenza. Completa la propriet un
giardino privato di oltre 65 mq. gi piantumato e recintato. 239.000 / Rif. 1507

16

Gioved 24 settembre 2015

Valle del Rubicone

Unione Rubicone e Mare, attivati 21 tirocini


Nuove opportunit professionali per coloro che
faticano a trovare occupazione e a reinserirsi nel
mondo del lavoro. quanto previsto
dallinnovativo progetto di welfare ideato
dallUnione Rubicone e Mare, in collaborazione con
lAsp del Rubicone che, attraverso gli inserimenti
lavorativi attivati con appositi tirocini, promuove
linclusione sociale tramite le esperienze di lavoro
come occasioni per socializzare e tornare a sentirsi

utili. Destinatari del progetto, per cui sono stati gi


stanziati 162mila euro, quei soggetti pi fragili, gi
in carico ai servizi sociali, che trovano pi difficolt
a reinserirsi nelle dinamiche del mondo del lavoro.
Per questi lavoratori viene elaborato un percorso su
misura, offrendo loro la possibilit di rimettersi in
gioco, partendo dalle loro esperienze, da ci che
gi sanno fare. Al momento sono gi stati attivati
21 tirocini.

Longiano, un grande successo

Quella strana coppia


che vince la 2xBene

i rinnovato lo scorso
fine settimana a
Longiano il successo
della "2xBene", evento
ciclistico organizzato da
Panathlon e Fausto Coppi.
A vincere la gara "Lui e Lei", un
percorso misto di 13 chilometri
con arrivo in salita, stata la
coppia formata da Osvaldo
Fernandes e Dalia Muccioli, con
un tempo di 19 minuti e 37
secondi. Le coppie in gara
erano 116.
Fernandes, originario del Costa
Rica, grazie alla bicicletta ha
superato un problema di
dipendenza dallalcol. Muccioli,
originaria di Cesenatico, nel
2013 si laureata campionessa
italiana in linea.
"Dalla grande paura siamo
passati alla grande gioia commenta lavvocato Roberto
Landi, regista della kermesse -.
Il timore di nubifragi, dati per
certi dalle previsioni meteo,
stato fugato da un sole radioso

ANNIVERSARIO

che ha illuminato una


manifestazione riuscita
straordinariamente bene sotto
tutti i profili. stata una festa
dello sport, del volontariato e
della solidariet. Questo
successo ricompensa tutti i
volontari da mesi di sacrifici".
Nellambito della
manifestazione, sabato sera, in
un teatro Petrella gremito,
stato conferito il premio alla
carriera sportiva "Citt di
Longiano" a Gilberto Simoni
(foto), vincitore di due Giri
dItalia, nel 2001 e nel 2003.
"Il ciclismo - ha detto Simoni mi ha cambiato la vita. Il
successo no".
Il ricavato dellevento sar
devoluto alla comunit
terapeutica "San Luigi" di
Balignano, alla Caritas di
Longiano, alla fondazione "La
nuova famiglia" di Cesenatico e
alla casa-famiglia "Papa
Giovanni XXIII" di Santa Paola
di Roncofreddo. (Mv)

Gambettola
Pranzo solidale
Si terr nel parco Fellini, in via Sopra
Rigossa, domenica 27 settembre dalle
10, il Pranzo della Solidariet.
Il ricavato sar utilizzato per
nanziare il progetto "A Rasuwa si
torna a scuola". Un aiuto concreto alla
popolazione del Nepal, attraverso un
intervento di emergenza, che consenta
la ripresa delle attivit educative e
formative, con lallestimento di 19
scuole, distrutte dal terremoto, capaci
di ospitare 80 studenti ciascuna e che
verranno provviste del necessario
materiale didattico.
Liniziativa organizzata dal Tavolo
della Solidariet di Gambettola
costituito dallAmministrazione
Comunale e dalle associazioni culturali
e di volontariato della cittadina.
Men a base di piadina con salsiccia,
prosciutto, salame, pinzimonio,
macedonia, torte miste, acqua, vino. I
costi: 15 euro gli adulti e 10 euro i
bambini no a 10 anni.
Al termine, spettacolo di burattini e
truccabimbi.
Per ulteriori informazioni e/o
prenotazioni: 348.8257938 (Luca) o
349.7284299 (Ramona).

Trekking a Pennabilli

Foto Armuzzi

Savignano | Lavori antiallagamenti

Tornano, dopo la semi-pausa estiva, le


proposte di Natura Magica - Andar
narrando per borghi e boschi, lidea di
trekking con racconti ideata e
realizzata da Roberto Forlivesi, guida
Gae (Guide alpine escursionistiche) e
da Sergio Diotti (fulsta, narratore).
Il prossimo appuntamento per i
partecipanti a Pennabilli, in
occasione di Gli antichi frutti dItalia
sincontrano a Pennabilli, domenica 27
settembre, con ritrovo allOrto dei
frutti dimenticati, dalle 9 alle 15 con
pranzo al sacco.
Percorrere il sentiero I luoghi
dellanima, dedicato a Tonino Guerra,
invita ad andar meditando sulla
grande lezione di rispetto e cura
dellambiente (la natura, gli uomini, le
cose) che lo scrittore e artista ha
proposto.
Questo appuntamento, fortemente
voluto da Tonino Guerra otto anni fa,
dedicato al recupero delle piante
"dimenticate", per "risentire il
passato in bocca".
Un viaggio a suo modo sentimentale,
in ricordo del poeta, ma adatto a tutti,
grandi e piccoli uomini, perch con
lo sguardo e la sorpresa dei bambini
che forse il mondo si salver.
Per ulteriori informazioni e/o
prenotazioni: 347 4664858 (Roberto
Forlivesi) o consultare il sito:
www.naturamagica.it o prolo
Facebook natura magica.
Piero Spinosi

Gatteo

Posto per educatore

27 settembre 1997
27 settembre 2015

Pio Alfredo Zamagni


Nel 18esimo anniversario
della morte i familiari
lo ricordano con preghiere
e immenso affetto

Si interviene su pi fronti, a Savignano, per ridurre il rischio di allagamenti nellarea di


via Spazzoli, interessata in passato da esondazioni. Proprio in questi giorni il Comune
ha dato il via al primo intervento strutturale: le ruspe hanno eliminato lampio dosso
stradale allincrocio tra via Fratelli Spazzoli e via Moroni, che negli anni ha pi volte
impedito il corretto deflusso delle acque piovane.

LIstituto don Ghinelli - Opera don Guanella


di Gatteo, cerca un educatore professionale
in possesso del diploma di laurea o
attestato di qualica regionale. Il
curriculum dovr essere inviato entro il 30
prossimo allistituto. E-mail
gatteo.segreteria@guanelliani.it, o al fax
0541933424.

Valle del Savio

Gioved 24 settembre 2015

17

A SantAlberico grazie a don Edero

Leremo sempre vivo


e accoglie pellegrini

rano in sei, un paio di settimane fa, i


"fedelissimi" di SantAlberico, e tra loro un "volto
nuovo", che da qualche tempo dimora alleremo.
In pochi si apprezza ancora di pi latmosfera e
linvito alla meditazione ed al raccoglimento di questa
oasi per lo spirito, dove i nostri pensieri dialogano col
sussurro delle foglie mosse dalla brezza.
Ogni venerd mattina alle 10, durante la stagione estiva,
si celebra la Messa e don Edero, il parroco di Alfero cui
ora affidata anche la parrocchia di Capanne con
leremo, continuer a salire per le celebrazioni, con
sandali ai piedi e zainetto, finch la stagione lo
consentir.
Ogni domenica poi la celebrazione in programma alle
15,30.
Tra i sei fedelissimi cera anche "Gianbattista", originario
di Bergamo, che per qualche settimana ha garantito
lapertura e laccoglienza, con la sua "Tau" (la croce
francescana) al collo, intento ad accogliere il gruppetto
ed a preparare laltare della chiesetta per la celebrazione.
Lattesa del nuovo eremita non fa venir meno il fascino e
la suggestione spirituale di SantAlberico, una vera oasi
per la meditazione e la riflessione.
La celebrazione stata presieduta da don Ezio Ostolani,
parroco di Turrito, Romagnano e Montepetra, e negli
anni passati postulatore della causa di beatificazione di
don Quintino Sicuro.
Con lui da Sarsina era arrivato anche Massimo Scarani,

Ogni domenica
la Messa viene
celebrata alle 15,30
Anche il venerd
mattina si sono trovati
dei "fedelissimi"
presidente dellAssociazione Amici di don Quintino di
Sarsina, che ricordava il suo primo incontro con leremo al
termine di una marcia scout a tappe forzate, da ragazzino,
che non gli aveva lasciato un buon ricordo.
Ma dopo averlo scelto come luogo di preparazione
dellesame di maturit e dopo aver conosciuto don
Quintino, a sessantanni da quel primo impatto non
proprio accattivante continua a frequentarlo con assiduit.
Cera anche Lino, di Santarcangelo, che si dedicato
allimbiancatura ed ai lavori di manutenzione, intento a
montare un faretto esterno e arrivato con qualche
vettovaglia per Gianbattista.
"E una sensazione - aveva detto il vescovo Douglas
Regattieri durante le celebrazioni del 29 agosto, per la festa
di SantAlberico - ma nel mio cuore sento che il Signore sta
per mandare un eremita. Credo che la nebbia stia
diradandosi e stia per arrivare un grande raggio di luce".
Alberto Merendi

Due giorni a Milano

Sogliano
Sagra de Savor

Bagno di Romagna
si mette in mostra
anche allExpo
Anche Bagno di Romagna stato presente allExpo a Milano. La due giorni si conclude
gioved 24 settembre durante la settimana
della regione Emilia Romagna, in piazzetta
Italia.
Il mercoled ha fatto mostra di s insieme ad
altri 15 borghi emiliano-romagnoli deccellenza selezionati dallassessorato al Turismo
e Commercio della Regione Emilia Romagna.
Si sono svolte animazioni in costume medioevale, alla presenza di musici, prodotti del
territorio, gnomi e natura, un assaggio di ci
che pi rappresenta per incuriosire i numerosi visitatori presenti allevento.

Il gioved, dallepoca medievale si far un tuffo nel passato romano di Bagno di Romagna:
saranno infatti presenti i tre stabilimenti termali in rappresentanza delle Terme dellEmilia Romagna portando con s un assaggio del
benessere e della salubrit delle sue antichissime acque bicarbonato-alcalino-sulfuree
minerali che sgorgano naturalmente calde, a
circa 45. Durante tutta la giornata estetiste e
massaggiatrici esperte, in costume romano
mostreranno e faranno provare alcune antiche tecniche di massaggio e di rilassamento
dermatologico e muscolare grazie anche allutilizzo di fango termale.

"E sicuramente unottima opportunit per il


nostro Comune essere presenti nella grande
vetrina mondiale che Expo rappresenta", afferma il vicesindaco con delega al turismo
Alessia Rossi.
"Due giorni a Milano per presentare le nostre
eccellenze ed incuriosire i numerosi visitatori di Expo sperando di poter intercettare anche una piccola parte di essi ed invitarli a venirci a conoscere personalmente. Inoltre, allopportunit di farsi conoscere si associa anche lorgoglio di essere stati selezionati come
rappresentanti deccellenza della Regione
Emilia Romagna".

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

A Montegelli, in Valsavio, da gioved


24 a domenica 27 settembre, avr
luogo la 27esima sagra de Savor.
Gioved 24 alle 20 Messa e poi
processione per le
vie del paese.
Venerd 25 dalle 21
spettacolo
"Dilettanti allo
sbando alla corrida
di Montegelli".
Sabato 26 dalle 21
concerto
dellorchestra
"Mirco
Gramellini".
Domenica 27 alle 10 e alle 16 Messa
nella festa della Madonna del Rosario.
Pomeriggio e sera musica con
lorchestra "David Pacini". Stand
gastronomico con degustazioni di
Savor, Mastiaz, Saba e marmellate.
Mercatino di beneficenza e mostre.

18

Gioved 24 settembre 2015

Solidariet

Tra sport e solidariet

Maratona Alzheimer
corsa in 5mila
Si svolta domenica 20 settembre la quarta edizione
della manifestazione promossa da Amici di Casa Insieme lungo
il percorso Mercato Saraceno-Cesenatico. Il cesenate
Giuseppe Del Priore ha vinto la competitiva di 42,142 chilometri
IN MIGLIAIA LUNGO I 16 CHILOMETRI CESENA-CESENATICO. SOTTO, LA PARTENZA
DELLA 10 MIGLIA, DALLO
STADIO DI CESENA

La Maratona Alzheimer 2015 corre pi veloce della pioggia e conquista la


presenza di quasi 5mila persone, che si sono riversate oggi sulle strade del
percorso, da Mercato Saraceno a Cesenatico, a dispetto del temporale.
La massiccia adesione alla passeggiata Cesena-Cesenatico, alla corsa non
competitiva di 16 km, alle camminate Nordic Walking e Insieme nel Parco,
unita alla straordinaria partecipazione alle iniziative di cammino in corso da
venerd, hanno visto il coinvolgimento di circa 3mila persone. A queste si sono
aggiunti oltre 800 iscritti competitivi, quasi 600 volontari, circa 100 bimbi
partecipanti alla Kids Run in Piazza del Popolo, gruppi associativi, musicali e di
ballo, rappresentanti dei partner aziendali ed un folto pubblico. Unallegra e

colorata festa che, pur interrotta dopo pranzo


da un lungo scroscio di pioggia, proseguita
fino al tardo pomeriggio e si conclusa con
lestrazione della Lotteria Maratona
Alzheimer, che ha svelato i 30 biglietti vincenti
tra 9milavenduti.
Tra i vincitori delle lunghe distanze si
distinto per il terzo anno consecutivo
Giuseppe Del Priore di Cesena Sport
Ippodromo. Il re indiscusso della maratona ha
cominciato la sua cavalcata solitaria sin dal 5
km e ha raggiunto il traguardo in 2:42:55,
seguito da Roberto Corbara degli Amici della
Fatica (2:47:42) e da Guiducci Andrea
dellAtletica Cesenatico (2:56:55).
Senza imprevisti nemmeno la gara femminile,
vinta da Samantha Graffiedi (Seven), al
traguardo in 3:16:26. Una Laura Mariani si
aggiudicata il secondo posto, correndo coi
colori di Easy Runner e portando sul podio in
3:23:41 la sua Mercato Saraceno; terza
classificata Barbara Bertarelli di Trail
Romagna (3:45:05).
Matteo Sacchetti di Endas Cesena si
aggiudicato in 1:52:41 la 30 km da Borello, che
tra le donne ha visto il trionfo della new
entry Martina Facciani (Calcestruzzi
Corradini), prima donna e terza assoluta
in 1:57:03. La seconda edizione della 10
miles Cesena-Cesenatico andata infine
a Roberto Muccioli di Edera Atl Forl, che
ha tagliato il traguardo in 00:53:43.
Ledizione di questanno ha visto altre
importanti vittorie, come quella di
Guido Della Chiara, che allet di quasi
80 anni ha conquistato la Coppa Caima,
dedicata al maratoneta pi anziano: un
premio che dice il comune intento delle
associazioni Alzheimer di valorizzare i talenti
meno giovani.
La maratona riafferma, in conclusione, il suo
potere di attrazione verso un pubblico assai
vasto, fatto di runner, camminatori,
associazioni e famiglie, accomunati dalla
motivazione di offrire un sostegno a chi
affronta tutti i giorni i disagi della malattia.

LOTTERIA ALZHEIMER, I BIGLIETTI VINCENTI


PREMIO 1, Fiat 500: 11968. 2) IPhone 6: 4620. 3) IPad Air 2: 6995. 4) Bicicletta Alpina Bike: 3535 )5, Forerunner 15 Garmin GPS
watch con fascia cardio: 8072. 6) Soggiorno Hotel Terme Roseo con ingresso Spa: 4672. 7) Soggiorno a Cervia con ingresso alle
Terme: 1760. 8) Soggiorno Hotel Casali Cesena con ingresso Spa: 6197. 9) Buono spesa Conad da 150 euro: 10860. 10) Buono
spesa Conad da 125 euro: 8704. 11) Wellness Ball Technogym: 7669. 12), Buono spesa Conad da 100 euro: 8319. 13) Pacco prodotti Alce Nero da 100 euro: 11530. 14 e 15) Pacchetto weekend Boscolo Gift: 1089; 2895. 16 e 17)Borsone running Living Sport
da 100 euro: 2054; 11137. 18 e 19), Buono spesa Conad da 50 euro: 2239; 2013. 20) Pacco prodotti Alce Nero da 50 euro: 539. 21
e 22) Pacco Cervia Benessere cosmetici Bio da 50 euro: 7630; 222. 23, 24 e 25) Pettorale Maratona Ravenna, Rimini, Russi: 7676;
11644; 1808. Dal 26 al 30) Buono spesa Conad da 25 euro: 5352; 7566; 9076; 8242; 10930.
Per il ritiro dei premi contattare lindirizzo e-mail amicidicasainsieme@gmail.com, oppure il numero di cel. 335 8005442.

Un assegno sociale
per i disoccupati
La Naspi, cio il Nuovo assegno sociale
per limpiego, la nuova assicurazione
istituita presso la Gestione prestazioni
temporanee dei dipendenti dellInps, il
quale gestisce lindennit mensile di
disoccupazione ai lavoratori che
rimangono involontariamente
disoccupati a partire dal 1 maggio 2015.
Questa ha sostituito da maggio lAspi e la
mini Aspi.
Coloro che possono usufruire della Naspi
sono tutti i lavoratori dipendenti, sia a
tempo determinato sia a tempo
indeterminato, gli apprendisti, i soci di
cooperative di produzione lavoro, i
lavoratori a tempo determinato di
aziende pubbliche o esercenti pubblici
servizi e il personale artistico con
rapporto di lavoro subordinato che
perdono in lavoro involontariamente.
Sono esclusi dalla Naspi i lavoratori a
tempo indeterminato delle pubbliche
amministrazioni, gli operai agricoli a
tempo determinato o indeterminato (per
i quali continua ad applicarsi la
normativa precedente) o i lavoratori che
cessano per dimissioni volontarie o per

NOTIZIARIO PENSIONATI
risoluzione consensuale, a meno che
questa sia intervenuta a seguito di una
procedura di conciliazione presso la
Direzione Territoriale del Lavoro.
Il lavoratore pu aver perduto il lavoro
involontariamente, oppure a seguito di
una risoluzione consensuale del rapporto
di lavoro, nel caso sia intervenuta
nellambito di una procedura di
licenziamento per giusto motivo
oggettivo (ad esempio soppressione del
posto, inidoneit sica, scarso
rendimento, carcerazione, forza
maggiore, termine lavoro in cantiere,).
Altrimenti le dimissione possono essere
sopraggiunte per giusta causa, come nel
caso di mancato pagamento della
retribuzione, aver subto molestie
sessuali, modiche peggiorative delle
mansioni lavorative, mobbing o
comportamento ingiurioso posto in
essere da un superiore. La Naspi si
rivolge anche alle lavoratrici che si
dimettono durante il periodo in cui esiste
il divieto di licenziamento (da 300 giorni
prima del parto no al compimento di un
anno di et del bambino) e ai padri
lavoratori per la durata del congedo di
paternit e no al compimento del primo
anno di et del glio.
Oltre a tali requisiti il lavoratore deve
aver maturato almeno 13 settimane di
contribuzione nei 4 anni precedenti
allinizio del periodo di disoccupazione,
oppure 30 giornate di lavoro effettivo nei
12 mesi che precedono linizio del
periodo di disoccupazione.
Gli uffici Cisl di Cesena a cui rivolgersi per
la Naspi sono aperti tutte le mattine dalle
8,30 alle 12,30 dal luned al venerd.

Brevi
Famiglie accoglienti
Corso di formazione
iniziato sabato 19 settembre il corso di
formazione "La relazione daiuto nelle famiglie
accoglienti", organizzato da Ass.I.Pro.V. Centro
servizi per il volontariato di Forl-Cesena in
collaborazione con associazioni del territorio. Il
corso riguarda lo sviluppo di competenze dei
volontari che sostengono famiglie in difficolt,
in particolare quelle che si sono aperte
alladozione, allaffido e allaccoglienza, ma
anche quelle che attraversano situazioni di
disagio poich formate da un solo genitore e
genitori separati.
Il prossimo incontro (dei quattro totali), si terr
venerd 16 ottobre dalle 17 alle 19 presso il Ceub
di Bertinoro (via Frangipane 6), su "Affettivit e
sessualit nelladolescenza; relazione di Luisa
Leoni Bassani, neuropsichiatra infantile.
Per info: Marcello Tisselli, info@assiprov.it, tel
0547 612612.

A SantEgidio di Cesena
il Mercatissimo dellusato
Si terr da venerd 2 (apertura alle 8,30) a
domenica 4 ottobre, la quinta edizione del
"Mercatissimo dellusato", nel cortile della
parrocchia di SantEgidio di Cesena.
Organizzato da un gruppo di volontari della
parrocchia che da un anno raccoglie, seleziona,
pulisce e aggiusta, al mercatino sar possibile
trovare biancheria direttamente dai bauli delle
nonne, capi dabbigliamento, borse pi o meno
vintage, bigiotteria, argenteria, bici e cyclette,
libri, quadri, piccoli elettrodomestici e pezzi di
arredamento, giocattoli, armadi, specchiere,
biciclette in buonissimo stato, ceramiche.
Tantissimo il materiale che occuper i banchi di
una tre giorni di solidariet, utile a dare nuova
vita a oggetti dimenticati e dormienti nei
cassetti e per dare la possibilit a tutti di
acquistare oggetti in buono stato e a prezzo
modico.
Nei giorni precedenti il Mercatissimo ancora
possibile consegnare materiale utile al
mercatino, piccoli e nuovi (e grandi) oggetti
frutto di sgomberi di locali e altro. Per info sulle
modalit di consegna (per mobili e oggetti
ingombranti possibile anche il ritiro a
domicilio), contattare Gino 338 6046324,
Rosanna 349 1602916.
Lintero ricavato sar devoluto per le necessit
della parrocchia.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Furlan: Indegno lasciare le persone senza pensione e senza salario


Lo scorso 15 settembre i sindacati hanno
organizzato un presidio davanti al Mef
(Ministero delleconomia e finanze) per
esigere il rispetto della Legge 228 del
2012, che ha istituito un fondo a tutela
dei lavoratori esodati, dopo lannuncio
del Mef che le risorse risparmiate dal
Fondo sarebbero perdute e tornate al
ministero dellEconomia, e per
rivendicare una soluzione che risolva in
modo definitivo e strutturale questo problema. Altro presidio gi stato programmato per il 22
settembre.
Al riguardo la segretaria della Cisl, Annamaria Furlan sottolinea come Serve una soluzione
definitiva sugli esodati. Il Governo si convinca: la legge Fornero va cambiata, ha sottolineato la
segretaria generale, testimoniando la sua vicinanza agli esodati che hanno manifestato davanti al
Mef con Cgil Cisl Uil.
I sindacati hanno anche incontrato il sottosegretario del Tesoro Pier Paolo Baretta sul tema esodati;
incontro che stato per valutato da parte di Cgil, Cisl e Uil come del tutto insoddisfacente. La
mobilitazione dunque continua e a breve sono stati programmati altri incontri con il Governo.
Il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli sottolinea come nonostante sia a tutti
ormai chiaro come lirrigidimento dei requisiti di accesso al pensionamento abbia finito per
amplificare le conseguenze negative della crisi economica, causando gravi disagi ai lavoratori,
difficolt nella gestione del turn over alle imprese e ostacoli per i giovani ad entrare nel mercato del
lavoro, siamo ancora costretti a mobilitarci per evitare ulteriori problemi sociali e per difendere
diritti gi riconosciuti da norme vigenti che oggi vengono rimesse in discussione, sulla base di un
calcolo ragionieristico sbagliato. Lapprovazione della settima salvaguardia, la proroga dellopzione
donna e il ripristino della flessibilit nell'accesso al pensionamento sono misure complementari e
non alternative a quelle necessarie per ridurre la pressione fiscale sulla prima casa di abitazione e
sul mondo del lavoro. Ricorda inoltre che Il fondo per gli esodati fu istituito in un momento in cui
il Paese si trovava ad affrontare una grave crisi per dare una risposta a chi perdeva il lavoro e a causa
dellinnalzamento dei requisiti si ritrovava nellimpossibilit di accedere al pensionamento. Per
questo il Governo deve mantenere gli impegni assunti, creando le condizioni per permettere
lapprovazione della settima salvaguardia ed estendere lapplicazione dellopzione donna, senza
considerare queste misure alternative alla reintroduzione della flessibilit nellaccesso al
pensionamento. Tutto ci va realizzato gi dal 2016, perch i relativi costi potranno determinare gi
nel breve periodo effetti positivi sul mercato del lavoro e sulla crescita economica.

Cultura&Spettacoli

Incontro
C
conviviale
al Monte
con
larchivista
del Vaticano

ultura e convivialit allabbazia del Monte


di Cesena. Si terranno nel refettorio
quattrocentesco della foresteria i tre
appuntamenti del ciclo Roma, Cesena e il
Monte promossi dalla Societ Amici del
Monte. Chiesa e memoria. Larchivio di Stato
Vaticano il tema della prima serata che
vedr come ospite relatore larcivescovo JeanLouis Brugus, archivista e bibliotecario di
Santa Romana Chiesa. Lappuntamento per
venerd 25 settembre alle 20; il men della
serata, curato dal maestro delle cucine
Vittorio Persano, prevede fettuccine alla

papalina e saltimbocca alla romana.


Da Roma, a Cesena. Il secondo appuntamento
della rassegna si terr venerd 30 ottobre,
quando i cesenati monsignor Piero Altieri e il
dottor Africo Morellini parleranno de Il
Duomo, il passaggio del fronte e il primo
dopoguerra. Incontro conclusivo il 27
novembre con il direttore dellArchivio di
Stato di Forl e Cesena Gianluca Braschi che
parler di 1797 Napoleone a Cesena; cosa
succede?.
Per info e prenotazioni: Nives e Umberto
Gaggi, tel. 0547 610399.

Il nuovo profilo di Emilia Romagna Teatro si declina nella stagione 2015-2016: 8 produzioni Ert in
scena al comunale di Cesena, 33 appuntamenti pensati per la citt con gli artisti pi interessanti
della scena italiana e ospiti internazionali. La campagna abbonamenti riapre marted 29 settembre

Teatro Bonci, un cartellone ricco


aperto a tanti interessi
I

ntrecciare linguaggi e mondi


poetici, ma anche generazioni e
estrazioni culturali, attraversare le
migliori esperienze della scena
contemporanea, senza mai
disconoscere il necessario
radicamento nella tradizione: la cifra
che da sempre caratterizza il progetto
produttivo e la programmazione
teatrale di Emilia Romagna Teatro
Fondazione si fa ancora pi evidente
nella prima stagione che Ert affronta
da Teatro Nazionale (la nomina del
25 febbraio scorso). La stagione 201516 del Bonci - la 170esima dalla
inaugurazione del Teatro, che
festeggia anche la riapertura a 20 anni
dal restauro - si annuncia come un
ricco carnet di proposte di teatro,
musica e danza che, contaminando
stili e generi, si muove fra tradizione
del classico e esplorazione dei territori
artistici pi vivaci del panorama
attuale.
Da ottobre a aprile 2016 sono in
programma 33 titoli per un totale di
73 serate di spettacolo.
Per la musica sono attesi prestigiosi
iapre marted 29 settembre la campagna abbonamenti
nomi della classica.
per la stagione 2015 2016: 8 produzioni Ert in scena, 33 La sezione Danza prevede due
appuntamenti pensati per la citt con gli artisti pi
eventi di coreografia acrobatica,
interessanti della scena italiana e ospiti internazionali.
allestiti dai Sonics e da Katakl
Tra gli altri: Toni Servillo, Marco Paolini, Fabrizio Gifuni,
Athletic Dance Theatre, oltre al
Luigi Lo Cascio, Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Monica
tradizionale balletto russo e alla
Piseddu, Anna Foglietta, Ottavia Piccolo, Eros Pagni,
coreografia contemporanea di Monica
Adriana Asti, Giorgio Ferrara, Massimo Verdastro, Antonio
Casadei e di Aterballetto.
Latella, Andrea De Rosa, Alessandro Gassmann, Federico
Le produzioni Ert in scena a Cesena
Tiezzi, Claudio Longhi, Ermanna Montanari, Luigi Ceccarelli, sono 8. La prima Fedra,
Chiara Guidi, Giuseppe Ielasi, Mariangela Gualtieri, Stefano adattamento dalla Phaedra di Seneca
Battaglia, Michele Campanella, London Brass, Orchestra del firmato da un regista coraggioso,
Teatro Comunale di Bologna, Al Di Meola, Paolo Fresu,
capace di visioni sorprendenti della
Javier Girotto, Avishai Cohen, Sonics, Katakl Athletic
tradizione, come Andrea De Rosa;
Dance Theatre, Monica Casadei, Aterballetto.
realizzata proprio al Bonci, debutta in
Per info: biglietteria, tel. 0547 355959, info@teatroprima nazionale gioved 19 novembre.
bonci.it, www.teatrobonci.it
Da gioved 28 gennaio inizia la

Campagna abbonamenti Bonci

maratona di spettacoli che conclude


il progetto Carissimi padri...
Almanacchi della Grande Pace
(1900-1915) a cura di Caludio Longhi.
Nella sezione di teatro
contemporaneo Ert presenta tre
produzioni: Lus, La prima, la
migliore e Porpora.
Prodotta da ERT anche lopera
Traviata ovvero La signora delle
camelie (venerd 18 dicembre).
Oltre alle produzioni Ert firmate da De
Rosa, Latella e Gassmann, il cartellone
prosa - 8 titoli - programma: La pazza
della porta accanto, I rusteghi di
Carlo Goldoni, Il sindaco del rione
sanit di Eduardo De Filippo; Danza
macabra; Questa sera si recita a
soggetto.
Sabato 20 febbraio inaugura lessai - 3
titoli - la Ballata di uomini e cani di e
con Marco Paolini, dedicata a Jack
London. Segue Toni Servillo legge
Napoli. Chiude Lo straniero,
unintervista impossibile tratto da
LEtranger di Albert Camus.
La sezione teatro contemporaneo
prevede 5 spettacoli. Il cartellone
concerti - 6 serate - conferma una
collaudata formula di contaminazione
fra la classica e la pi avanzata musica
crossover. La danza intreccia titoli
della tradizione e eccellenze
contemporanee, con due proposte di
coreografie acrobatiche e due
creazioni originali, precedute dai titoli
del grande balletto russo: domenica
27 dicembre e luned 28 arriva a
Cesena il Ballet of Moscow - Russian
New Classical con Il lago dei cigni e
La bella addormentata.
La stagione 2015-2016 promossa da
Ert Teatro Bonci e Comune di Cesena
con il sostegno di Fondazione Cassa di
Risparmio di Cesena e Bper Banca.

Gioved 24 settembre 2015

19

Cinema
di Filippo Cappelli

San Biagio (Cesena),

LATTESA - di Piero Messina


Si parte da una camera buia, silenziosa. Angusta nel severo equilibrio dellinquadratura. Allinterno, una madre sofferente,
come se qualcuno le avesse appena strappato il ventre. Tutto allombra di un Cristo
in croce. Un figlio che ha accettato il sacrificio per redimere i peccati del mondo. E che
ora attende la Pasqua per ritrovare i vivi e
portare consolazione. Molti critici storceranno il naso per questo esordio di Piero
Messina. Le parole si sprecheranno: estetizzante, compiaciuto, arrogante. Vero. Per,
che gusto.
La trama: il lutto iniziale annuncia nel
modo peggiore quello che verr. Non una
sofferenza consueta (ma lo mai?), appare
intollerabile tanto che la donna allaltare si
urina addosso. Il corpo non trattiene il dolore, lo manifesta in maniera scomposta e
incontrollata. Lattesa del titolo quella di
Jeanne, ragazza del defunto Giuseppe, che
dalla Francia arriva nella casa estiva di lui
nel Sud Italia per trascorrere le vacanze con
il proprio fidanzato e alla quale la madre di
Giuseppe (Juliette Binoche) non ha il coraggio di dare la notizia del decesso. Jeanne
passer cos diversi giorni ad attendere larrivo di Giuseppe, che ovviamente non arriver mai; li passer tra discussioni, bagni al
lago, incontri e una strana forma di avvicinamento alla madre del suo, ormai ex, ragazzo...
Probabilmente vero che a Messina ci che
interessa non raccontare una storia. La vicenda si dipana per atmosfere e quadri
dautore. Ci sono materassini sgonfiati lentamente, abbracciati, solo per sentire laria
che ne esce (aria che, si intuisce stata soffiata dentro dal figlio defunto); ci sono i
consueti rituali popolari (la processione
della Madonna), fino allincontro fortuito
con alcuni simili e lapparizione del morto.
Ma ogni immagine appare cos pensata, calcolata e amata, che finisce per insinuarsi
nellanima dello spettatore per abitarvi.
Serve a entrare lievemente allinterno dei
personaggi, farsi compagni di viaggio, condividere con loro il dolore, lassenza, lattesa. Gi, lattesa, appunto. Si attendono i
momenti giusti, le telefonate, i ritorni, le
partenze e gli arrivi. Si attende lincontro di
quelle due solitudini: una madre che ha appena perso un figlio e una ragazzina francese, timida e inesperta, che attende il
ritorno delluomo che ama, e che non torner. Si attende anche da spettatori, perch
si intuisce quella perdita e si attende il momento in cui ogni verit salter al pettine.
Dimenticate le facili vie e i luoghi tranquilli
della serenit. La pace una conquista. un
film di donne e di fantasmi, di spazi e voragini dellanima, di manipolazioni e trucchi
per imbrogliare la vita, il desiderio, e forse la
morte stessa. Entrambe femmine, la vita e la
morte: gli uomini passano, ma sono afoni,
come nelle vecchie processioni di paese, o
sotto la croce, in cui la dimestichezza con la
morte esige lincontro con la donna. Il
mondo delle Madonne. Il mondo del
loro patire. E loro sar la consolazione.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
La strada del sole

e insoddisfatto per s e per la band. I suoi amici vengono


raccontati ciascuno con le loro qualit musicali, i temperamenti e
le loro dipendenze. Lamicizia, in quello stile, un po alla volta si
Editrice: Rizzoli (17 euro)
guasta. Sono tutti lontani dalla vita della Chiesa fin dallinfanzia e
Francesco Lorenzi, classe 1982, si dedica alla musica da quando era
pieni dei soliti pregiudizi contro. Un giorno la madre di
ragazzino. Nel 1997, assieme a tre giovani vicentini, fonda i Sun Eats Francesco, forse un po preoccupata, lo invita a un incontro di
Hours, band punk di successo internazionale di cui autore e
evangelizzazione nella sua parrocchia. Nonostante le perplessit,
cantante. Ma nel 2009 accade un avvenimento che muter la vita
finisce per accettare. Accade limprevisto avvenimento della
sua e della band. Questo libro racconta tutta la vicenda. Dunque nel conversione. Si sente accolto, incontra persone genuine, dagli
1997 i quattro giovanissimi vicentini (di Thiene), sono alle prese con occhi luminosi, un mondo che non immaginava e che lo affascina.
un grande sogno: fare della musica la propria professione. Dopo
Legge tutti i Vangeli e gli Atti degli Apostoli e accetta pure di vivere,
qualche anno, hanno gi allattivo quattro dischi in inglese, pi di
dalluna alle due di notte, unora di adorazione eucaristica una
trecento concerti tra Europa e Giappone, migliaia di fan del loro punk volta alla settimana. Accetta perfino di partecipare a una Messa
melodico e il premio come Miglior punk rock band nel mondo.
domenicale dove rimane molto colpito dallomelia trascinante del
Enormi sono le soddisfazioni sul palco, ma la loro vita si smarrisce
sacerdote. Seppure con fatica, tronca la convivenza con una
dietro a vari eccessi, tra cui droga, alcol e sesso.Il 26 giugno de 2003
ragazza. Nessuno della band si accorto a fondo di quello che gli
hanno uno spaventoso incidente stradale da cui escono illesi,
accaduto. Perci, dopo qualche resistenza, decide di raccontare a
verrebbe da dire quasi per miracolo. Dopo un testa coda lauto and ciascuno lincontro con Ges che gli sta cambiando la vita. Si
a sbattere nellunico tratto di guardrail presente a ridosso di un
convincono a fare come lui. Torna lamicizia che si fa profonda e,
fiume. Un metro pi a destra e saremmo precipitati in acqua. Un
nonostante qualche ricaduta, terminano le dipendenze.
metro pi a sinistra e saremmo rovinosamente caduti in un campo,
Superano grandi difficolt e acquistano una Casa della creativit
quattro metri sotto (p. 30).
dove riflettere, pregare, comporre, suonare, ecc. A questo punto
Tutta la vicenda della band raccontata da Francesco, che ne
Francesco si decide a comporre canzoni in italiano. Ci sono
lanima. Francesco, nonostante le sbandate sentimentali, il sesso usa perplessit anche allinterno della band, ma Francesco lavora
e getta, e perfino una convivenza, certamente quello pi inquieto giorno e notte per mesi. Le canzoni risultano bellissime e

di Francesco Lorenzi (prefazione di Gianfranco Ravasi)

riflettono ovviamente la
vita nuova, il che crea,
per, problemi a trovare una
casa di produzione: sono
troppo controcorrente.
Entrano in gioco a questo punto quelle che
Francesco chiama le Dioincidenze. E il Dvd si
far. Mutano il nome della band che a questo
punto si chiamer semplicemente The Sun, il
Sole (che Ges). Sono consapevoli di non
essere i Beatles o i Rolling Stones, ma restano
fedeli alla loro nuova ispirazione. Suoneranno
alla Plenaria del Pontificio Consiglio per la
Cultura invitati dal cardinal Ravasi. Lincontro
con lui, poi con Benedetto XVI e poi con papa
Francesco aprono la band alla dimensione
ecclesiale della fede. Suoneranno alla Gmg di Rio
de Janeiro, ad Assisi con papa Francesco, a
Torino con la Gmg salesiana, collaborano con le
iniziative dellAvsi e sono molto richiesti
soprattutto grazie alla loro conversione. Il libro
scritto da Francesco Lorenzi bellissimo e
adatto non solo ai giovani, ma anche a chi finora
ha amato solo la musica classica.
Rino Casali

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 24 settembre 2015

Cesena flash
28 Anno accademico
Dopo la presentazione, il 22 settembre,
del programma 2015-2016 del 28 Anno
accademico dellUte, universit della
terza et, da parte di Daniele Vaienti,
venerd 25 settembre il vescovo Douglas
Regattieri terr la prolusione sul tema
"La chiesa di papa Francesco: continuit
e novit" alle 15,30 nella sala Fantini in
via Renato Serra. Poi marted 29
settembre alle 15,30 nella sala Vaienti
della Cisl, Giuseppe Ghini dellUniversit
di Urbino terr una conferenza su "In
cosa crede la Russia di Putin?".

Concerto acustico
La formazione dei "Reale" composta da
Alessandro Gallo e Francesca Cadorin
(voci), Stefano Picello alla batteria,
Luca Giurisato e Francesco Lora alla
chitarra e Diego Rubiliani al basso, terr
un concerto al Victor di San Vittore
sabato 3 ottobre alle 21. Loro canzoni
note "Luce", "Batti le mani" e "Come
nessun altro".

Larchitettura tedesca
Sar inaugurata gioved 24 settembre
alle 17,30 nellex chiesa dello Spirito
Santo in via Milani la mostra "A
cominciare dallimmagine: la costruzione
dei luoghi/ vom Bild herOrte Bauen"
dello studio berlinese di architettura
"Ens-Eckert Negwer Suselbeek". Rester
aperta no al 25 ottobre. Orari di visita:
mercoled, gioved e venerd dalle 16,30
alle 19, 30; sabato e domenica anche
dalle 10 alle 13.

4 passi per Anffas


Nellambito della Settimana del buon
vivere, domenica 27 settembre dalle
9,30, con partenza e arrivo al ristorante
Ca ad Pancot in via Benzi, in
programma una camminata di circa 8
chilometri a favore dellAnffas.
Contributo di partecipazione 5 euro.
Possibile il pranzo presso il ristorante per
10 euro. Il ricavato della giornata sar
destinato alla realizzazione della
Fattoria dellospitalit. Lorganizzazione
a cura dellassociazione "Valori e
Libert".

Longiano

Cesena

Cesena

Mostra al San Biagio

Spettacolo al Verdi

Corsi di musica

Saranno presentati al pubblico dal


28 settembre al San Biagio i
gurini di moda e gli abiti di
tavolozza creati dagli studenti
dellistituto professionale
"Ubaldo Comandini" e ispirati
allarte di Tonino Guerra. Sono i
prodotti del corso quadriennale di
studi sulla Moda.

Arriva a Cesena liniziativa Zurich


dedicata alla protezione di casa e
famiglia. Lappuntamento per sabato 26
settembre alle 21 al teatro Verdi. Sul
palcoscenico si esibiranno i comici di Zelig
Antonio DAusilio e Michelangelo Pulci.
Insieme al presentatore Cristiano Militello
e agli agenti Zurich, proporranno il quiz
"Quanto so di quel che ho?".

Il Corpo Bandistico Citt di Gambettola organizza corsi


musicali a orientamento bandistico di auto, clarinetto,
saxofono, tromba, trombone, batteria e percussioni. Durata
dei corsi da ottobre 2015 a giugno 2016. La presentazione
dei corsi si terr gioved 24 settembre alle 17 presso la
sede. Per ulteriori informazioni sui corsi e/o iscrizioni
contattare: 347 7360330 (Blanca Cordero-ance) o 347
3154863 (Massimiliano Montanari- ottoni) o 333 9553068
(Giovanni Pistocchi- percussioni).

A Cesena dal 25 al 27 settembre

Larte del disinganno


Anche Piero Angela
al convegno Cicap
A caccia di "bufale" da smascherare e falsi misteri da rendere chiari. Presso il teatro Bonci
di Cesena dal 25 al 27 settembre si tiene il XIII
Convegno nazionale del Cicap, dal titolo:
"Larte del disinganno. 25 anni di avventure ai
confini della scienza". Venticinque anni di indagini tra i fenomeni pi incredibili e pi improbabili: dai medium e delle case stregate
fino alle teorie del complotto e delle pseudomedicine.
Sin dalla sua nascita il Cicap porta avanti
unopera di informazione e di indagine critica sui temi ai confini della scienza, teorie in
cerca di conferma o vere e proprie bufale. E il

Letture plautine

Anniversario della strage nazista

In visione al cineteatro di San Vittore


da gioved 24 a domenica 27 settembre
alle 21 il lm "Fury" del regista David
Ayer. Marted 29 settembre alla 21
sullo schermo "E arrivata mia glia"
di Anna Muylaert. Ingresso 3,50 euro.

Si svolger sabato 26 settembre dalle 11 nella


sala del Centro studi plautini un convegno sulla
commedia di Plauto "Trinummus" (le tre
dracme). Dopo i saluti del sindaco Luigino
Mengaccini e del direttore del Cisp Roberto Mario
Danese, terranno relazioni al mattino Gianna
Petrone e Renata Raccanelli. Alle 16 Silvia
Paponi e Giovanna Pinna. Seguiranno
comunicazioni, discussione e conclusioni.

Il Comune ricorder luned 28 settembre le


vittime della rappresaglia nazista del 1944. Alle
10 sar celebrata la Messa nel Tempio votivo di
Sorbano. A seguire la deposizione di una corona
dalloro al cippo eretto sul luogo delleccidio e di
un cuscino di ori al cimitero.

Protagonista dei due prossimi weekend un


antico dolce romagnolo "La Cantarla". Il
centro culturale Giulio Cesare a Gatteo Mare
proporr piatti tradizionali e naturalmente la
"Cantarla". Apertura venerd 25 settembre alle
18 in piazza della Libert con stand e alle 21
con musica. Sabato 26 giochi, spettacoli e
cabaret. Domenica 27 dalle 12 stand
gastronomici, spettacolo col mago Catorcio. Alle
19 sda triathlon fra sindaco e prete. Dalle
20,30 musica e animazione con Danilo
Ceccaroni. Ingresso libero.

Sarsina

Cesena

San Piero in Bagno

Musica live con "I traditori" in piazza


Martiri venerd 25 settembre dalle 22.
Sabato 26 dalle 16 nel centro storico
musica, degustazione e mercatino e
dalle 20 musica live. Domenica 27
era. Per le vie e per le piazze stand,
gastronomia, artisti di strada e tante
bancarelle.

Sagra delle Cantarelle

Film al Victor

Si svolger sabato 26 e domenica 27 settembre lVIII


edizione del Plein air. Al teatro Petrella sabato alle 11,
30 verr portato il saluto ai camperisti cui sar
consegnato materiale informativo sulle bellezze del
territorio. Al pomeriggio visite guidate ai musei e alla
Fondazione Balestra. Domenica 27 al pomeriggio si
potr partecipare a "Piadinando" a Budrio e visitare
la Valle del Rubicone: Monteleone, San Giovanni in
Galilea e Montetiffi di Sogliano.

Il sindaco Gianluca Vincenzi, domenica 27


settembre alle 17,30 in piazza Vesi, premier il
pugile Matteo Signani e il gatteese di adozione
Silvestro Maccariello: atleta classe 1975 e
maresciallo dellaereonautica che con i Chiefs di
Ravenna si aggiudicato il campionato italiano
di football americano a nove, terza divisione. La
cerimonia nellambito della festa organizzata
dal bar Sport con i "Black old people".

tenze in criptozoologia, la scienza che studia


gli animali poco conosciuti.
"Per questa occasione - dice Massimo Polidoro, segretario del Cicap - abbiamo pensato di invitare alcuni dei nomi pi brillanti del
panorama scientifico, ma anche della divulgazione e della cultura in Italia: dal geologo
Mario Tozzi, protagonista di tanti programmi
televisivi di successo, allo scrittore Marco
Malvaldi, autore della serie di gialli bestseller
"I delitti del Bar Lume"; dallanatomo-patologa pi famosa ditalia, Cristina Cattaneo, al
chimico Dario Bressanini, celebre per le sue
indagini sulle bufale legate al cibo".

Sarsina

FestinVal 2015

Premio a due sportivi

convegno che celebra il primo quarto di secolo di attivit sar una full-immersion di tre
giorni in questi argomenti.
Ci sar Piero Angela (foto), che il Cicap lo ha
fondato: lingresso alla serata, venerd, coster 30 euro e il ricavato sar destinato a finanziare le attivit del Cicap. Alla tre giorni parteciperanno oltre 40 relatori, tra cui scienziati illustri come il farmacologo Silvio Garattini,
il genetista Edoardo Boncinelli, il nefrologo
Giuseppe Remuzzi e il neurologo Sergio Della Sala. A livello cesenate il convegno stato
promosso e organizzato da Lorenzo Rossi, famoso a livello nazionale per le sue compe-

Cesena

Festa del Plein air

Gatteo

Gambettola

Mercato Saraceno

Tre giorni di SumLab

Gara di Caratelle

Fino a venerd 25 settembre a Cesena (alla


Malatestiana) andr in scena SumLab 2015.
Liniziativa, voluta dal Sottosegretario di Stato agli
Affari Europei, Sandro Gozi, permetter a 30 giovani
comunicatori provenienti da tutta Europa di
confrontarsi sul tema "Comunicazioni di frontiera".
Si discuter di quali nuove forme di comunicazione
riusciranno a superare le frontiere linguistiche e
culturali, costruendo spazi comuni in tutta Europa.

A Linaro, sabato 26 e domenica 27 settembre,


torna la "Linarace", cronodiscesa di
Caratelle, gara nazionale, essendo nale del
campionato italiano Challenge. Nel
pomeriggio di sabato i concorrenti faranno le
prove libere. Domenica dalle 8,50 alle 15,15
si svolgeranno in varie manches le gare
cronometrate. Le premiazioni avverranno
dalle 18,30 alle 19.

A Cesena architettura in festa


La Festa dellarchitettura, dedicata questanno
al tema della rigenerazione urbana, partita
con unanteprima in un luogo quanto meno
improbabile: lo scalcinato Magazzino Parallelo di via Genova a Cesena, nella zona industriale delle Vigne. Eppure quel luogo, per
quanto ancora un po malconcio, rientra in
pieno nei canoni della rigenerazione: "Quando si usa questo termine - ha spiegato Paolo
Marcelli, presidente dellOrdine degli architetti di Forl-Cesena - non ci si riferisce solo
alledilizia. Una citt non fatta solo di volumi ma di sfumature sociali".
In questo senso il Magazzino Parallelo, luogo
produttivo abbandonato a s stesso e rinato in
vivace circolo, ben rappresenta il tema del riutilizzo degli spazi urbani caduti in disuso.
La parte principale della Festa dellarchitettura, che si svolge alternativamente un anno a
Forl ed uno a Cesena, sar questo fine settimana (25-27 settembre) in pieno centro storico.
Ma al Magazzino, come detto, che si tenuta la prima tappa, con linaugurazione la settimana scorsa di mostre un po atipiche, nel-

lo stile del luogo. Come quella sui concerti tenuti nel locale nellarco di una decina danni:
nessuna foto, solo quadri bianchi riempiti dalle impressioni di chi ha assistito allevento dal
vivo. "Siamo riusciti a trasformare un magazzino abbandonato, usato come semplice parcheggio, in un luogo vivo e vitale - ha spiegato Christian Crescente, consigliere dellassociazione - in grado di ospitare concerti, conferenze, eventi e, da un paio danni, persino
una emittente sul web: Radio Garbino".
Gli altri eventi della Festa dellarchitettura in
programma sono la mostra "Stati di fatto" in
biblioteca Malatestiana (apertura 25 settembre) sullex mercato ortofrutticolo, una passeggiata ciclabile di 15 chilometri attraverso i
luoghi chiave di Cesena (partenza alle 11,30
di domenica 27 da piazza Bufalini), musica e
proiezioni al cortile dellex Roverella. Qui si
terr levento "Sono una forza del passato"
(sabato 26 alle 22,30), che accosta immagini
inedite della Cesena del 69 (filmate in vista
del nuovo Prg) al breve film "La forma della
citt" di Pier Paolo Pasolini.
Michelangelo Bucci

Cesena
Mostra in Pinacoteca
Lassociazione "Valori e Libert" ha
organizzato allinterno delle iniziative
della Settimana del buon vivere la mostra
con aperitivo dellartista cesenate Vittorio
Presepi. Da venerd 25 a domenica 27 la
Pinacoteca sar luogo dincontro con
lartista e la tecnica del Kirigami.
Linaugurazione alle 18 del 25 settembre
con lintroduzione di Angelamaria
Golfarelli, le musiche di Martina Biguzzi e
laperitivo coi prodotti Bio e km zero

Tartarughe dal mondo


La mostra mercato di tartarughe da tutto
il mondo e di carpe Koi avr luogo a
Cesena Fiera di Pievesestina dalle 9 alle 19
di sabato 26 e domenica 27 settembre.
Nove sono le categorie in gara. Premio alle
tre tartarughe pi belle in ciascuna delle
nove categorie. Ingresso per gli adulti 8
euro.

Sport
Una conviviale di fine estate,
quella del Panathlon club di
Cesena, con un ospite
d eccezione: il giornalista sportivo
Bruno Pizzul. Tenutasi presso il
ristorante Pionte Giorgi la scorsa
settimana, al tavolo presidenziale,
guidato dallinossidabile Dionigio
Dionigi, si sono seduti altri ospiti
fra i quali Rino Foschi direttore
dellarea tecnica e Marco Valentini
segretario generale del AC Cesena,
il governatore del V distretto
Giorgio Dainese e Azeglio Vicini ex

Gioved 24 settembre 2015

| Bruno Pizzul al Panathlon Club


ct della nazionale e socio onorario
del club. "Partecipai nel 1986 alla
riunione che vide la nascita del
sodalizio cesenate - ha esordito il
decano dei giornalisti sportivi -.
Sono molto orgoglioso perch,
oltre alla profonda amicizia che
mi lega da decenni a Dionigi, il
Panathlon di Cesena gi da anni
il club pi numeroso al mondo".

Pizzul, amato da generazioni di


sportivi per la scioltezza delle sue
telecronache oltre che essere
riconosciuto come una delle
migliori voci del calcio italiano, ha
fatto alcune considerazioni sul
calcio moderno: "Oggi i tifosi si
allontanano dagli stadi perch il
calcio non d pi la possibilit di
sorridere, o comunque, molto

di Giusy Riciputi
meno che in passato. Andrebbe
ritrovata quella cultura sportiva
perduta, perch lo sport il
piacere di stare insieme, mettersi
alla prova e giocare assieme".
Pizzul poi entrato nel merito
della societ cesenate bianconera:
"Cesena unisola fortunata come
numero di tifosi allo stadio perch
oggi chi segue il calcio preferisce

Torneo Blue Moon con 24 squadre e 120 partecipanti

21

guardarlo comodamente dalla tv e


perch parecchi stadi sono poco
accoglienti. I giocatori hanno
bisogno del calore dei propri
tifosi. I 9000 abbonati di Cesena
dimostrano che la citt ama la
squadra e mi auguro che in primo
luogo vengano appianati i conti. E
che arrivi la promozione".
Durante la serata stato
presentato il nuovo socio Andrea
Battistini titolare della sala Bingo
di Cesenatico, appassionato di
caccia e tennis.

Calcio serie B
Cesena "contro" Bisoli

Il tennis fa festa
Incontro al circolo Ronconi

ennis cesenate in festa. Si


svolta sabato 12 settembre
presso il circolo tennis Cesena
"A. Ronconi" la tradizionale
festa di fine estate del circolo, che da
5 anni coincide con la premiazione
del torneo a squadre Blue Moon.
Torneo molto partecipato sin dalla
sua prima edizione, questanno ha
visto la presenza di 24 squadre ai
ranghi di partenza e oltre 120
tesserati.

"Il nome del torneo - si legge in una


nota del circolo - pu rendere lidea
del classico torneo estivo senza orari
e limiti, con unatmosfera pi che
amichevole in campo e fuori. Ci si
sfidati a colpi di pallonetti e smorzate
(tanti) smash e aces (un po meno)
senza esclusioni di colpi per circa 3
mesi, con 2 singoli e un doppio per
ogni incontro (long set ai 9 games)
tra due squadre in una doppia fase di
gironi allitaliana che ha preceduto le

Sonora
batosta
per il
Romagna
Centro

finali tra le migliori squadre di ogni


categoria (Master 1000 - Master 500 Master 250, che ricalca un po la
classificazione dei tornei tennistici
internazionali)".
La serata stata gradevole, sia per le
piacevoli temperature dei giorni
scorsi, sia per la partecipazione dei
soci e simpatizzanti alla cerimonia di
premiazione e al buffet con
accompagnamento musicale
organizzato dal circolo, che ha
preceduto la visione in tv di un
evento tennistico pi unico che raro
avvenuto qualche giorno fa, la finale
femminile degli US Open a New York
tutta italiana tra Flavia Pennetta e
Roberta Vinci, con la brindisina
vincitrice 7-6, 6-2 sulla tarantina, in
un derby pugliese che fa capire
perch in questo sport tutto
possibile.
"Prima delle premiazioni - conclude
la nota - il nostro amico e socio
Gabriele Giombetti ci ha ancora una
volta omaggiato con una sua opera,
che rappresenta i tennisti italiani a
suo dire pi forti di tutti i tempi, di
certo quelli pi forti con le vecchie
racchette di legno: Adriano Panatta e
Nicola Pietrangeli. Alle premiazioni
stato presente lassessore allo Sport
Christian Castorri, accompagnato dal
socio e consigliere comunale Enrico
Rossi, in una serata animata dal vice
presidente Gianni Brighi e dal
fratello, e presidente del circolo, Viller
Brighi".

Si ferma dopo tre risultati utili consecutivi la


striscia positiva del Romagna Centro (calcio
serie D) che si sveglia di sobbalzo dal dolce
sogno.
Nella sda di domenica, al Manuzzi era atteso
lArzignano, penultimo in classica (seppur
con una partita da recuperare, quella di
mercoled con il Forl). Il pronostico giocava a
favore dei biancazzurri di Martorano, ma
qualcosa andato storto. Il risultato nale
non ammette repliche: 1-5! Dominanti
Trinchieri e Roveretto, autori di una

Ciclismo | Memorial Pantani

doppietta, inutile il gol di Bevoni per gli


uomini di casa. Da non dimenticare il gesto di
fair play di Tonelli (Romagna Centro), che al
90 si guadagna un rigore, ma ammette
allarbitro di non aver subito fallo, facendo
cos cambiare decisione al direttore.
Nel prossimo turno la squadra del presidente
Martini affronter il Villafranca Veronese. I
veneti nellultima sda hanno fermato il
Lentigione che navigava nelle zone alte della
classica a punteggio pieno. Si tratter quindi
di una trasferta ostica. La batosta subita con

Dopo la trasferta vittoriosa di Ascoli e il


turno infrasettimanale di marted col
Modena, ecco unaltra partita ricca di
fascino: Perugia-Cesena. Sabato 26
settembre alle 15, va in scena al Renato
Curi di Perugia un match che per tutto il
popolo bianconero rappresenta ritrovare
Pierpaolo Bisoli. Lex tecnico del
"Cavalluccio Marino" siede ora sulla
panchina del "Grifo" e far di tutto per
dare un dispiacere alla sua amata ex
squadra. Lallenatore di Porretta, dopo
avere gi militato da calciatore in casacca
rossa, tornato nel capoluogo umbro per
guidare il Perugia verso traguardi
ambiziosi. Senza celarlo pi di tanto,
lobiettivo perugino quello di piazzarsi
nelle primissime poltrone del
campionato. Da par suo il Cesena di
Massimo Drago non vorr fare da
comprimario durante questo cammino
cadetto. Dopo la sbandata di Chiavari, i
bianconeri hanno dimostrato di sapersi
prontamente rifare andando a vincere ad
Ascoli, dove in precedenza si erano
vericati 11 pareggi e altrettante
scontte. Vincendo per 3-1 al del Duca,
Ragusa e compagni hanno certicato che
questo Cesena pu giocarsela contro
tutti. Molto forte dalla cintola in su, i
romagnoli hanno fatto valere tutto il loro
potenziale offensivo mandando in rete
bomber Ragusa per due volte dopo il gol
"fantasma" di Ciano su calcio di
punizione che aveva aperto il punteggio
al 14 minuto della ripresa. Punteggio
chiuso sull1-3 dalla rete della bandiera
ascolana di Petagna al 93.
Eric Malatesta

lArzignano si spera sia stata solo un episodio,


ma deve servire da lezione: mai sottovalutare
lavversario. Fondamentale sar ritrovare
lequilibrio difensivo che ha contraddistinto il
Romagna Centro nelle prime uscite.
Nulla precluso. La zona playoff ancora di
propriet dei romagnoli, ma gi iniziata la
fuga del Parma. Il club ducale ha scontto
senza troppa fatica lAltovicentino
conquistando cos in solitaria la prima
casella.
Michele Neri

Lo scorso fine settimana

Altre vittorie e piazzamenti


per i ciclisti romagnoli

Pippofoto

Il toscano Diego Ulissi ha vinto a Cesenatico il 12 Memorial Pantani davanti a


GiovanniVisconti eVincenzo Nibali, tutti e tre con la maglia azzurra della Nazionale.
Il terzetto rimasto in fuga per circa 60 km, fino allo sprint a tre nel finale. Una
bella vittoria quella di Ulissi, la seconda stagionale dopo la tappa di Fiuggi al Giro
dItalia, impreziosita anche dal terzo posto alTricolore e dai due secondi posti nelle
tappe pi esigenti delTour di Polonia.

Esordienti
La Fausto Coppi di Cesenatico
centra la 16esima vittoria.
Domenica 20 settembre
lesordiente di 2 anno
Saramano Sala ha trionfato a
Montone di Perugia in una
gara di 42 chilometri nellAlta
Valle del Tevere con numerose
salite. Per lui la 7^ vittoria,
per la squadra la 16^ in
questa stagione, impreziosita
da 14 secondi posti. Ultimo
appuntamento nel prossimo
ne settimana. Ottimo
secondo posto tra gli
esordienti di 1 anno per
Mattia Casadei che ha colto
nora 2 vittorie e 14
piazzamenti nei primi cinque.

Juniores
Ottimo 2 posto per il
longianese Federico
Orlandi (Sidermec-F.lli
Vitali), domenica 20
settembre, nella gara di
115 chilometri (media dei
40,659) a Guarena di
Casoli (Chieti). Bel 4
posto di Michael Galuzzi
dellElite ServiceCampedelli di Cesenatico
nella corsa di domenica 20
settembre a Navacchio
(Pisa) di 123 chilometri
alla media dei 39,529.
Allievi
La Fiumicinese Fait Adriatica
ha piazzato Emanuele Paolini
al 4 posto e Simone Buda al

5 nel XVII Memorial Luciano


Pezzi domenica 20 settembre
a Toscanella di Dozza: 78
chilometri alla media dei
39,125.

22

Sport Csi

Gioved 24 settembre 2015

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Si svolto a Cesenatico il 19esimo Torneo internazionale di scacchi. Centosettantatr i giocatori che vi hanno partecipato, distribuiti nelle varie categorie.
La soddisfazione del circolo Paul Morphy affiliato al Csi di Cesena

Giovani scacchisti crescono


S

DA SINISTRA, THEO RAVAIOLI, KIRK KACANI E TOMMASO MINOTTI, GIOVANI SCACCHISTI DELLA PAUL MORPHI DI CESENA

i concluso da pochi
giorni il 19 torneo
internazionale di
scacchi di Cesenatico, che
ha visto la partecipazione
di 173 giocatori distribuiti
in varie categorie: open A
riservato ai maestri, open
B per gli altri giocatori e la
competizione di
promozione giovanile
riservata ai ragazzi under
16. Erano iscritti al torneo
anche tre giovani
scacchisti, tutti sotto gli 11
anni, allenati dal circolo
Paul Morphy di Cesena,
affiliato al comitato
cesenate del Csi. I tre

giovani scacchisti sono arrivati nei


primi quattro posti, sbaragliando sulla
scacchiera gli altri avversari arrivati da
tutta Italia e dando in questo modo
molte soddisfazioni al circolo di casa
nostra. Questi ragazzi hanno studiato
duramente e con costanza per lintera
estate le manovre e le combinazioni di
tale meraviglioso gioco, preparandosi
seriamente al torneo. Ecco i loro nomi:
Kirk Kacani (classificatosi primo e
imbattuto al termine della
competizione), Tommaso Minotti
(secondo) e Theo Ravaioli (quarto).
Anche il presidente del circolo Paul
Morphy, Remo Mariani, ha gareggiato
nel torneo B, arrivando meritatamente
a premio.
Adesso, dopo i doverosi festeggiamenti

alle tre giovani promesse scacchistiche


della provincia, riprendono i corsi
personalizzati dedicati non solo ai neofiti
che desiderano avvicinarsi al gioco degli
scacchi, ma anche a chi vuole entrare
seriamente nel mondo agonistico.
Riprende anche il torneo denominato
Assalto alla Rocca, circuito di tornei
scacchistici che si disputa da primavera
ad autunno in varie localit della
Romagna, con le tre ultime tappe finali (la
prima delle quali prevista, domenica 27
settembre, presso il Castello di Sorrivoli).
A novembre inizier latteso Open di
Natale, che richiama tanti validi giocatori
dalle provincie limitrofe.
Patrizio Di Piazza
segretario del circolo P. Morphy
nel Csi

La Pol. Forza Vigne


compie 50 anni
Venerd 25 settembre rimpatriata dei veterani e delle vecchie glorie
che hanno fatto la storia della Polisportiva affiliata al Csi Cesena

a Polisportiva Forza Vigne, societ affiliata al Centro


Sportivo Italiano di Cesena fin dalla sua
costituzione, nelle giornate dal 24 al 27 settembre
festeggia i cinquantanni di attivit (1965-2015). La
manifestazione riservata a tutti i soci e tesserati si
svolger allinterno dellimpianto sportivo comunale
Giovanni Oreste Pieri di via Cervese 800 con attivit
previste e organizzate per le varie categorie di atleti, dai
piccolissimi ai veterani. A suggellare ogni serata vi sar
poi un momento ricreativo.
Venerd 25 settembre sar la giornata riservata ai veterani
e alle vecchie glorie che hanno fatto la storia della
Polisportiva con rimpatriata generale. Il programma
prevede inoltre il ricordo del presidente Giovanni Oreste
Pieri a venticinque anni dalla prematura scomparsa. La

manifestazione sar
loccasione per
rivedere e rincontrare
vecchi amici a tanti
IL PRESIDENTE NAZIONALE MASSIMO ACHINI IN VISITA ALLA POL. FORZA VIGNE NELL'ANNO 2010
(CAMPO SPORTIVO DI VIA CERVESE, CESENA)
anni di distanza.
Domenica 27 settembre
la manifestazione si chiuder con una conviviale riservata tesserate da almeno trentanni, che si siano distinti per la
a soci e dirigenti, alla presenza di alcune autorit
promozione dello sport e in particolare per la promozione
cittadine.
della proposta sportiva ed educativa del Csi, un premio
Un plauso a questa societ che con opera esclusivamente
per una societ sportiva che ha seminato tanto e tanto
di volontariato riuscita ad affermarsi e a raggiungere il
bene fra i giovani del quartiere nel quale opera, che ha
traguardo prestigioso di cinquantanni di vita. In ambito
sempre visto nellattivit sportiva un momento
Csi stata anche premiata nellanno 2005 con Il
privilegiato di aggregazione e crescita morale dei ragazzi
Discobolo doro al Merito, che viene assegnato dalla
integrando perfettamente il lavoro educativo delle
Presidenza nazionale Csi a Societ sportive o persone
famiglie, della parrocchia e della scuola.

Affiliato al Csi | Al Kick off di Villachiaviche un centro estivo... molto sportivo


QUASI 200 I BAMBINI E RAGAZZI coinvolti nel
Centro estivo... molto sportivo che si svolto
nei mesi estivi presso il centro sportivo Kick Off di
Villachiaviche di Cesena, affiliato al Csi e diretto da
Marcello Fesani. Il centro estivo guidato da giovani laureati esperti nel settore dell'attivit motoria.
Non di solo sport si tratta. Lobiettivo principalmente educativo e lo sport in questo senso diventa
un mezzo pi che un fine - sottolinea Fesani -. Si
mira a creare una piccola comunit volta al rispetto
di valori e regole condivisi, in cui il risultato di una
singola partita passa in secondo piano rispetto a
comportamenti improntati alla lealt e allo spirito
collaborativo. Ci rendiamo conto di puntare in alto
e siamo consapevoli dei nostri difetti e limiti, ma la
grande passione che ci anima ci spinge a cercare
di dare ai nostri bimbi un qualcosa che faccia la
differenza, come un tesoretto di buoni sentimenti
da tenere dentro di s anche per linverno. Come
noi ci siamo affezionati ai nostri bambini anche
tanti bambini ci hanno scelto per passare in nostra
compagnia l'intera estate.
Oltre alle varie attivit sportive (calcio, racchettoni,
tennis, volley, ping pong e calcio balilla umano) e
alle attivit di laboratorio che si svolgono al mattino, il centro estivo ha proposteuscite pomeridiane
che riscuotono il consenso entusiastico dei bambini, come la piscina, le uscite al mare, ad Atlantica, al ritiro del Cesena Calcio ad Acquapartita e
lattesissima e coinvolge tendata e il week end in
un casolare nella zona di San Piero in Bagno.

Pagina Aperta

Il direttore risponde

Gioved 24 settembre 2015

23

LOcchio indiscreto

Papa Francesco da Cuba: Chi non vive per servire,


non serve per vivere. Per scuoterci dal torpore

aro direttore, innanzitutto grazie per


leditoriale della scorsa settimana. Questo
san Giacomo uno che vive oggi, in questo
povero mondo? Mi sembra che metta in risalto
situazioni odierne. Quante volte abbiamo detto:
Va, va in pace.
Quanti di noi oggi sono pronti a lavarsi la bocca
dando consigli a destra e a manca, senza per
proporre o fare nulla di concreto? Questo accade
anche fra persone che dicono di essere cattoliche.
Accade anche fra i consacrati. Come si fa a
prendere sonno quando a sera si leggono o si
vedono certe notizie o immagini sui profughi? In
quei bambini che fuggono presente quello stesso
Ges che perseguitato da Erode fuggiva in Egitto
con suo padre Giuseppe e sua madre Maria.
Abbiamo o forse ho dimenticato il cap. 25 di
Matteo. Ero... ero... ero e non mi avete... Sono
parole dette da Uno che LA PAROLA.
Come associazione San Vincenzo de Paoli,
nel nostro piccolo abbiamo messo a disposizione
un appartamento dove da luned 21 settembre
troveranno alloggio 6 ragazze africane,in accordo
con gli uffici comunali e seguite dallAsp.
Unultima osservazione, un dubbio forse non
fondato: durante la Messa, al momento
della preghiera dei fedeli possibile che non ci si
debba ricordare di queste situazioni che tanti
fratelli molto pi sfortunati di noi stanno
vivendo?
Grazie per la testimonianza che ci hai offerto
festeggiando il compleanno dellergastolano
Carmelo Musumeci.
Con stima.
Ettore Lucchi
(Cesena)
Caro direttore, pochi giorni fa papa Francesco ha
citato Mina: Parole parole parole... soltanto
parole, con ovvio riferimento a chi dice e non
agisce. Lei nelleditoriale della scorsa settimana
ritorna sull'argomento: La nostra fede senza le
opere in se stessa morta. Le nostre troppe parole
senza la condivisione alimentano solo il bla bla.
Trovo queste denunce azzeccate e tempestive.
Sembra che ognuno abbia la propria ricetta
ideale per combattere i mali del mondo, poi
quando si tratta di agire non sa fare nemmeno
un uovo al tegamino. Tutta teorie e niente

pratica! I politici sfornano leggi vantando


giustizia ed equit come ingredienti base senza
conoscerne il sapore, dal momento che non si
preoccupano nemmeno di dare il buon esempio.
Lei consiglia di cominciare con laver cura del
prossimo. Purtroppo temo che in molti casi
lattuale stile di vita civile porti pi a
contagiare che a guarire. Difficile sostenere chi
debole e bisognoso quando si denutriti dentro;
quando ci si volta dallaltra parte di fronte alla
fame e alla violenza che altri subiscono e allo
stesso tempo si cerca di celare le pecche del
proprio sistema guarnendolo di un apparente
benessere.
Ci sono domande che introducono a una sorta di
circolo vizioso: Come posso far felice il prossimo,
se io stesso non sono felice? E come posso io essere
felice se chi sta accanto non lo ?. Servono le
risposte per uscirne, ed entrare in un circolo
virtuoso. Con cordialit.
Paolo Zacchi
Carissimi Lucchi e Zacchi, sono io che ringrazio
voi per lattenzione che prestate al giornale e
laffetto con il quale seguite il nostro lavoro, ma
anche e soprattutto per il contenuto delle vostre
lettere. Non ho molto da aggiungere a quanto
da voi gi messo in evidenza molto bene. S,
occorre passare dalle parole ai fatti, e lo dico
per primo a me stesso. Davanti allemergenzaprofughi, mi sento in difficolt. Se domani
toccasse a noi e venissimo respinti? Il solo
pensiero ci spaventa. Eppure accade oggi, in
questa Europa che pensa di essere
allavanguardia. Daltronde, se siamo capaci di
sopprimere una vita nel seno di una madre,
perch non dovremmo essere in grado di alzare
filo spinato davanti a bambini, uomini e
donne? Purtroppo questo il tratto di strada
che ci dato da vivere. Ma anche tutti noi
alziamo dei muri. Invece, siamo chiamati a
rispondere alla domanda di felicit che insita
nel cuore di ogni persona. Chiudo citando papa
Francesco, durissimo da Cuba: Chi non vive
per servire, non serve per vivere. Una sanissima
sberla per scuoterci dal torpore, speriamo.
Cordiali saluti.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Lincontro con Farhad Bitani


dalla notte dellAfghanistan
Una testimonianza toccante per i ragazzi dei tre licei che hanno sede
in Seminario, a Cesena, nel primo giorno dellanno scolastico.
Cosa significa crescere dove la guerra una vicenda normalissima

n bel modo di iniziare la scuola, quello scelto dai tre licei che a Cesena
hanno sede in Seminario, di aprire lanno scolastico con la testimonianza
di Farhad Bitani, profugo afghano. Dopo aver abbandonato la famiglia, gli
amici e il suo passato, dal 2011 si trasferito definitivamente in Italia per
dedicare tutta la sua vita a Dio. Farhad ha raccontato che fin da piccolo ha
sempre visto la violenza. Per lui la guerra stata una vicenda normalissima,
tanto che quando era bambino credeva che non esistesse un mondo allinfuori
del suo, nel quale si trovavano cadaveri per strada. Credeva anche fosse normale
tagliare la testa alle persone.
Quando nel 1996 i talebani prendono il potere, viene imposta la frequentazione
di scuole coraniche nelle quali i maestri leggevano ai ragazzi il Corano e glielo
spiegavano. Farhad dice che tutti i ragazzi prendevano per vero ci che i maestri
dicevano, perch il Corano scritto in una lingua diversa da quella che si parla
in Afghanistan e quindi loro non erano in grado di leggerlo e capirlo. I maestri
dicevano che era giusto uccidere gli infedeli nel nome di Dio e che se si andava
negli stadi dove venivano lapidate le donne adultere si scontavano peccati.
Anche Farhad si reca qualche volta allo stadio in cui venivano lapidate le donne.
Si accorge, per, che c qualcosa nel suo cuore che non va, qualcosa che gli fa
capire che non quello il suo posto. Anche se sono cresciuto in un paese di

Grande novit alla stazione centrale di Bologna, frequentata ogni


giorno da tanti cesenati. Ora ci sono anche le scale mobili per collegare il sottopassaggio principale.

Profughi a Cesenatico, lemergenza non finita


Caro direttore,
siamo un gruppo di volontari Cesenatico No Borders che da quasi un anno
presta il proprio contributo in aiuto e sostegno dellintegrazione dei migranti
richiedenti asilo politico a Cesenatico.
Stiamo lavorando attivamente cercando il pi possibile di promuovere e sviluppare iniziative di supporto e integrazione dei ragazzi, attraverso esperienze di volontariato, corsi di italiano, attivit sportive e culturali, ecc...
Siamo ora di fronte a unemergenza abitativa e sociale in quanto nessun ente
risponde alle necessit sempre pi drammatiche e imminenti dei richiedenti
asilo, che, dopo lesito positivo della commissione, si trovano in lista per il secondo progetto di accoglienza Sprar.
Questi vengono letteralmente lasciati soli, in strada, senza nessuna progettualit o sostegno da parte della cooperativa che ha il progetto in appalto e
tanto meno dal tessuto sociale-amministrativo della nostra citt. Noi stiamo
tentando di contribuire e rispondere a questa emergenza, ma riteniamo non
sia abbastanza.
Concretamente servirebbero aiuti immediati per un numero ristretto di ragazzi che necessitano di un posto letto per un periodo di tempo circoscritto,
in quanto in attesa di accedere al secondo progetto di accoglienza, Sprar.
Vorremmo quindi lanciare un appello, costruttivo, che promuova nuovi contatti, legami e opportunit sia per i ragazzi richiedenti asilo che per noi volontari, con lobiettivo di rispondere non solo allemergenza abitativa, ma di
allacciare una collaborazione dinamica che promuova linserimento dei ragazzi nel tessuto sociale durante e dopo il primo programma di accoglienza.
Ci piacerebbe poter creare un tavolo di discussione al fine di risolvere al pi
presto lemergenza.
Per ulteriori informazioni potete contattarci al seguente indirizzo mail:
cesenaticonoborders@gmail.com.
Cesenatico No Borders

violenza, Dio mi ha messo dentro il cuore


nero un puntino bianco, dice oggi Farhad.
Quando nel 2004 la situazione in
Afghanistan per lui e la sua famiglia non
pi sicura, il presidente afghano invita suo
padre a recarsi in Italia come
ambasciatore. Cos Farhad e suo padre
partono e arrivano a Roma. Eppure Farhad
non tranquillo, perch ora si trova in un
Paese pieno di infedeli e nel suo cuore
prova un grande odio, tanto che vorrebbe
ucciderli tutti. Ma una serie di eventi gli
fanno cambiare idea, a partire da
unanziana signora che un giorno,
vedendolo piangere, gli si avvicina e gli
chiede che cosa ha fatto. Farhad rimane
stupito dalla gentilezza di quella donna.
Perch uninfedele mi tratta in questo
modo?, si chiede. Poi nel 2008, quando
in Accademia militare da due anni, il suo
compagno di stanza lo invita a passare la
settimana di Pasqua a casa sua. Farhad
decide di accettare, nonostante sia
preoccupato. E in quella settimana si
accorge che la famiglia del suo amico non
solo rispetta totalmente la sua religione e
non bevendo alcol e non mangiando carne
di maiale per tutto il tempo in cui lui con
loro, ma lo tratta anche come un figlio.
Una sera, racconta Farhad, aveva la febbre
e la mamma del suo amico si reca in
camera sua e gli tocca la fronte per

verificare se scottava Quel gesto gli fa


ricordare la sua mamma. A quel punto
Farhad, colpito dal modo col quale gli
infedeli lo trattano, decide di leggere la
traduzione del Corano per capire meglio la
sua identit e scopre che tutto quello che
gli era stato insegnato a scuola non
corrispondeva al vero. qui che Farhad
cambia del tutto e quando torna in
Afghanistan nel 2011 inizia a pregare Dio
di allontanarlo da quella vita perch
capisce che non fa per lui. Mentre in
Afghanistan gli viene tesa unimboscata e
rimane ferito gravemente, ma riesce a
salvarsi. Farhad si chiede: Perch Dio mi
salva sempre?. Gli era gi capitato che
allet di 8 anni molti suoi compagni di
classe fossero stati uccisi da un missile
lanciato sulla scuola. Ma lui no, Dio gli
aveva salvato la vita una volta, e ora laveva
fatto di nuovo. Farhad capisce che questo
il Dio a cui lui veramente crede, il Dio che
prima di tutto d la vita, e non quello che
abbiamo creato noi uomini per cui si
arriva persino a uccidere in nome di Dio.
Dopo quellattentato decide di tornare in
Italia dove si stabilisce definitivamente.
Per noi studenti stato bello scoprire come
una persona come Farhad sia in grado di
testimoniarci che anche tra religioni
diverse ci pu essere un punto in comune.
Elisa Del Testa