Sei sulla pagina 1di 4

Separazione cromatografica su colonna di due coloranti

I coloranti da separare sono la fluoresceina ed il blu di metilene.

Fluoresceina sodica

La fluoresceina sodica (o sale sodico della fluoresceina o uranina) un indicatore.


Usi della fluoresceina
Trattandosi di un colorante attivo anche ad elevatissime diluizioni, viene utilizzato in speleologia
per individuare rami di corsi d'acqua sotterranei che, scomparendo nel sottosuolo per
ricomparire altrove, diventerebbero problematici da seguire.
Per questo tipo di applicazione, una certa quantit di fluoresceina viene disciolta nel corso d'acqua
che si addentra nel sottosuolo e, successivamente, si cercano corsi d'acqua che a loro volta sono
stati colorati. Il tempo che intercorre fra la dissoluzione e la ricomparsa a distanza pu dare
indicazioni sulla velocit del flusso.
L'elevata fluorescenza della fluoresceina, anche in piccole tracce, viene sfruttata per rivelare
minime quantit di sostanze (altrimenti incolori) su piastre per cromatografia su strato
sottile.
Per questo utilizzo, si impiegano una piastra ricoperta da materiale assorbente (usualmente
allumina) impregnato di fluoresceina. Quando la piastra viene utilizzata per una separazione, le
tracce delle sostanze separate cromatograficamente ne bloccano la fluorescenza e, in questo modo,
la loro presenza viene rivelata da aloni non fluorescenti.
La fluoresceina viene impiegata come indicatore visuale nelle determinazioni di alogenuri e
tiocianati con il metodo di Fajans.
Rilevazione di macchie latenti di sangue.
A temperatura ambiente si presenta come un solido rosso-bruno inodore, che emette una intensa
fluorescenza nella gamma 520-530 nm (di colore giallo-verde, molto caratteristica) quando viene
eccitata da raggi ultravioletti a 254 nm e nella gamma del blu (465-490 nm).
Blu di metilene, cloruro di 3,7-bis(dimetilammino)fenazationio

Il blu di metilene (BdM) un composto organico della classe degli eterociclici aromatici. Trova
impiego in una vasta gamma di campi differenti.
A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino inodore di colore verde scuro, stabile
all'aria e alla luce. Dissolto in soluzione acquosa assume intensa colorazione blu scuro. un
composto nocivo quasi inodore.
In acquacoltura, specialmente negli acquari domestici, usato per curare i pesci dall'infezione del
protozoo parassita Ichthyophthirius multifiliis, noto anche come ictio o ichtyo.
Nell'industria alimentare e tessile usato come colorante.

Indicatore redox
In chimica analitica l'uso pi comune del blu di metilene come indicatore nelle reazioni di
ossidoriduzione, dato i suo intenso colore blu in ambiente ossidante che si converte in incolore in
ambiente riducente.
Cromatografia su colonna per separare una miscela di fluoresceina e blu di metilene

Preparare una colonna cromatografica inserendo un piccolo batuffolo di cotone idrofilo e spingerlo
con unaltra pasteur dentro una pipetta di vetro. Il cotone deve essere premuto cautamente verso il
fondo della pipetta.
Pesare in un beker piccolo circa 1 gr di silice.
Diluire nelleluente 1 la silice.
La colonna andr fissata mediante un morsetto ad un sostegno.
Riempire la colonna pipetta prelevando la sospensione di silice servendosi di unaltra pipetta
pasteur.

Aggiungere una certa quantit di gel di silice fino ad arrivare alla tacca
superiore. Cercare di impaccare bene la fase stazionaria battendo leggermente la pipetta con una
matita.

Condizionare la colonna con leluente n 1 (acqua/1-propanolo/acetone, 1:1:1).


La miscela da separare contiene fluoresceina e blu di metilene in etanolo (1 mg di ogni
colorante per mL di etanolo).

Aggiungere due gocce della miscela alla testa della colonna, facendo attenzione a depositarle
immediatamente sopra lo strato del gel.

Riempire la colonna fino alla sommit con leluente n 1 e cominciare a raccogliere frazioni di circa
1 mL.

Il livello del solvente deve essere sempre mantenuto sopra quello della fase staz ionaria, quindi
bisogna continuamente rabboccarlo. I componenti della miscela si separeranno molto rapidamente.
La prima sostanza ad essere eluita sar la fluoresceina. Una volta eluita completamente sar
necessario cambiare eluente. Per cambiare eluente la frazione deve arrivare sino al bordo.
Preparare leluente n 2 (2-propanolo/acetone/acido acetico, 1:1:1) e caricare con esso la
testa della colonna. Anche il blu di metilene comincer a percolare attraverso la fase stazionaria. Al
termine della separazione con colonna, sviluppare le varie frazioni su TLC per vedere se la
separazione della miscela stata efficace. Utilizzare delle lastrine di gel di silice ed un eluente
costituito da 2-propanolo/acido acetico (15:2 v/v). Seminare anche i composti puri da utilizzare
come riferimento per il calcolo dellRf.

Gli eluenti vi saranno forniti gi pronti.


Le frazioni raccolte saranno poi analizzati per TLC, per vedere come le sostanze separate
presentano mobilit diverse su lastrina.
Anche gli eluenti per la TLC vi saranno forniti gi pronti.