Sei sulla pagina 1di 7

Premere X durante l’avvio: Forza il vostro MAC ad avviarsi

Premere fn+cmd+shift+delete durante l’avvio: Evita di avviarsi con il disco primario e sceglie
un disco secondario (CD o hard disk esterno)
Premere C durante l’avvio: Avviare da un CD che contiene una cartella con un file di avvio
Premere N durante l’avvio: Tenta di avviarsi da un server di rete compatibile (NetBoot)
Premere T durante l’avvio: Si avvia il sistema operativo tramite porta FireWire in modalità disco
Premere shift durante l’avvio: Si fa partire il Mac in modalità provvisoria disabilitando il login e
senza i file del Kernel necessari per alcune operazioni
Premere cmd+V durante l’avvio: Il Mac parte in modalità Verbose mode
Premere cmd+S durante l’avvio: Il Mac parte “solo” come singolo utente

Mac OS X è un sistema molto intuitivo, ma sono in pochi gli utenti che conoscono le numerose
scorciatoie da tastiera e le utili funzioni nascoste.

•Ctrl + scorrimento rotella (o trascinamento due dita sui portatili) per zoomare: la porzione di
schermo ingrandita seguirà il cursore.
•Ctrl + click sulla riga di separazione del dock (tra le applicazioni e gli stacks) per richiamare le
impostazioni veloci.
•Cmd (Opzione) + click sui moduli della barra in alto a destra del Finder per spostarli a
piacimento.
•Shift + F8, F9, F10, F11 o F12 per eseguire le rispettive azioni al rallentatore.
•Cmd + Shift + Q per chiudere tutte le applicazioni ed effettuare il Logout.
•Cmd + Alt + Shift + Q per chiudere tutte le applicazioni ed effettuare il Logout senza conferma.
•Cmd + Tab per passare alla prossima applicazione. Premere H per ascondere l’Applicazione
selezionata e Q per chiuderla.
•Alt + Click su una finestra non in primo piano per passare a quest’ultima e nascondere la prima.
•Cmd + Period [.] per fermare l’ultimo processo.
•Cmd + Alt + Esc per aprire la finestra dove forzare la chiusura delle varie applicazioni.
•Cmd + Ctrl + Pulsante di Accensione per forzar il riavvio.
•Ctrl + F1 per attivare l’accesso totale da tastiera.
•Ctrl + F2 per selezionare e muoversi nel menù. Valido solo dopo aver attivato l’accesso totale da
tastiera.
•Ctrl + F3 per selezionare e muoversi nel dock. Valido solo dopo aver attivato l’accesso totale da
tastiera.
•Ctrl + F4 per passare alla prossima finestra. Valido solo dopo aver attivato l’accesso totale da
tastiera.
•Cmd + doppio click su una cartella per aprirla in una nuova finestra.
•Cmd + 1 per passare alla vista a icone.
•Cmd + 2 per passare alla vista come elenco.
•Cmd + 3 per passare alla vista come colonne.
•Cmd + Shift + H per andare nella Home dell’Utente.
•Cmd + Shift + A per andare nelle Applicazioni del disco di Avvio.
•Cmd + M per contrarre la finestra in primo piano.
•Cmd + Alt + M per contrarre tutte le finestre.
•Cmd + Alt + Barra Spaziatrice per aprire la finestra di SpotLight.
•Enter sull’elemento selezionato nella ricerca di SpotLight per aprirlo.
•Cmd + Shift + 3 per catturare una istantanea dello schermo.

•Cmd + Shift + 4 per catturare una determinata porzione dello schermo. Premere la barra
spaziatrice per catturare una sola finestra.
•Cmd + Click su un elemento nel dock per visualizzarlo nel Finder.
•Cmd + Alt + trascinare una file su una applicazione per forzare quest’ultima ad aprire il file
trascinato.
•Cmd + Alt + Click su una applicazione nel dock per passare a quest’ultima nascondendo tutte le
altre.
•Cmd + Option + Control + 8 per invertire i colori dello schermo.
•Shift all’avvio per prevenire il login Automatico.
•Alt all’avvio per scegliere il disco di avvio.
•Cmd + Alt + P + R all’avvio per resettare la pram.
•Cmd + Alt + F in Safari per muoversi nel campo di ricerca di Google.
•Cmd + Shift + click su un link in Safari per aprirlo in un nuovo pannello e metterlo in primo
piano.
•Cmd + Alt + Click su un link in Safari per aprirlo in una nuova finestra e metterla in primo piano.
•Cmd + Alt + E per eliminare la cache in Safari.
•Cmd + F per cercare un termine in una pagina web.
•Cmd + Shift + N in Mail per scaricare la nuova posta.
•Cmd + 0 in Mail per aprire il menù Attività.

________________________________________________________________________________

Mac OS X contiene una serie impressionante di funzionalità non documentate, che si accrescono di
versione in versione con le varie release.
Funzionalità audio, video, trucchi per velocizzare la produttività: sono centinaia le funzioni
“nascoste” di Leopard.
Cominciamo a vedere 15 di questi tips assolutamente da conoscere, suddivisi per aree tematiche.

Audio.
1. La modifica del volume è accompagnata dal caratteristico “Pop“. Ma se volete cambiare il
volume senza disturbare?
Premete Shift (Maiuscolo) mentre usate i tasti per aumentare o diminuire: silenzierà il “Pop“.
2. Volete modificare il volume con maggior precisione? Option + Shift + tasti volume: ogni tacca
verrà suddivisa in quarti ulteriori.
Applicazioni.
3. Dovete salvare il file creato ma non ricordate dove sta quella cartella particolare? Andate sul
campo di ricerca presente in ogni finestra di apertura e chiusura e cercate la cartella.
Troverete immediatamente la posizione adatta per il vostro file.
4. Combinare selezioni: mentre selezionate, in quasi tutte le applicazioni Cocoa premendo
Command ottenete la selezione discontinua di elementi. Funziona anche con il testo!
5. Nelle applicazioni Cocoa, selezionando una parola e premendo Command + Control + D appare
un menu con la definizione di Dizionario.
Dizionario è solo in inglese, quindi non troverà parole nella nostra lingua, ma è molto comodo
quando navigate in internet.
Mantenendo premuto Command + Control e spostando il cursore, per avere altre definizioni.
Finder.
6. Aprire le applicazioni minimizzate: Command+tab fino a raggiungere l’applicazione, premere
Option e rilasciare Command.
7. Barra del percorso al massimo livello: oltre che mostrare la posizione, si può usare per trascinare
file nelle cartelle del percorso.
Doppio click su un elemento del percorso e questo viene aperto.
8. Animazioni lente. Premete Shift quando riducete una finestra nella Dock, attivate Exposè,
Spaces, cliccate su uno Stack o aprite la Dashboard.
L’animazione verrà visualizzata rallentata.
9. Contraete iTunes nella Dock quando è in modalità CoverFlow: visualizzerà il passaggio tra un
album e l’altro.
10. In modalità Spaces, se premete C le finestre delle applicazioni verranno raccolte in un solo
spazio. Ri-premendolo, vengono rimesse negli spazi di provenienza.
11. Volete raggiungere la cartella Applicazioni senza muovere il mouse? Command + Shift + A ed
arrivate a destinazione.
12. Come raggiungere le preferenze di sistema usando solo la tastiera? Premete Option e i controlli
di luminosità e volume, per accedere ai pannelli delle preferenze di Monitor e Suono,
rispettivamente.
13. Aggiungere elementi alla sidebar del Finder? Ok, potete trascinarceli, ma selezionandoli e
premendo Command + T li manderete nella barra laterale senza muovere il mouse.
14. Command + Option + Control + T allarga o restringe la dimensione della barra laterale.
15. Trascinare una foto sull’icona di iPhoto comporta l’aggiunta della foto alla libreria.
Trascinarla sull’icona premendo Option, consente di scegliere la libreria in cui importarla,
creandone eventualmente una nuova.

Proseguiamo nel viaggio delle funzionalità nascoste di Leopard. Anche gli utenti dei sistemi
precedenti possono provare, in quanto alcuni dei trucchi descritti sono ereditati da Tiger.

Mail.
1. Dovete spedire un file per email? Trascinatelo sull’icona di Mail.app nella Dock, per creare un
nuovo messaggio con il file allegato.
2. Copia carbone nascosta: il modo più veloce per attivare il campo CCN? ⌘+⌥+B
3. Dovete aumentare o diminuire il livello di citazione in Mail? ⌘+’ aumenta, ⌘+⌥+’ diminuisce.
4. A proposito di citazioni, se dovete citare un pezzo di una email, selezionatelo nell’originale e
cliccate su rispondi: la parte interessata verrà citata automaticamente.
5. Sempre sul rispondi: doppio click su un messaggio nella lista premendo ⌥ e risponderete a quel
messaggio (invece che aprirlo).
6. Non volete più che l’auto-completamento di Mail vi suggerisca certi destinatari? Andate sul
menu Finestra > Destinatari precedenti e cancellate i destinatari che non volete vengano più
suggeriti.
7. Firme casuali. Usate la firma in Mail.app? Vorreste usarne più di una e lasciare che sia il
programma a scegliere quale mettere? Basta che andiate su Preferenze di Mail, nel pannello Firme
e, in uno degli account impostati, selezionate In ordine casuale nel menu a tendina “Scegli firma”.

Screenshot.

8. Le combo tastiera per gli screenshot dello schermo sono: ⌘+⇧+3 per l’intero schermo.
⌘+⇧+4 perché il puntatore diventi una croce con cui selezionare un’area.
⌘+⇧+4+Spazio perché il puntatore diventi una fotocamera con cui selezionare la singola finestra
sullo schermo.
9. Volete anche il puntatore incluso nello screenshot? Aprite Istantanea (Applicazioni > Utility >
Istantanea.app) e nelle preferenze scegliete il tipo di puntatore che volete includere nell’immagine.
10. Scatto dello schermo con timer? Sempre da Istantanea: ⌘+⇧+Z.
Spotlight
11. Spotlight in Leopard dovrebbe cercare anche nelle testi delle canzoni (se li avete inclusi).
Dovrebbe: a voi funziona?
12. ⌘+Spazio attiva Spotlight, ↩ apre l’elemento trovato, ⌘+↩ apre la cartella che contiene
l’elemento trovato
13. ⌘+↓ o ⌘+↑ sposta la selezione della ricerca tra le varie categorie (attenzione: se Spaces è
attivo sulle stesse shortcut, prende il sopravvento lui)
14. Potete cercare anche tutti i file modificati prima di una certa data, basta scrivere nella ricerca:
modified:<=MM/DD/YY con MM mese DD giorno YY anno.
Rubrica indirizzi
15. Volete sapere a quali gruppi appartengono i contatti? Premete ⌥ selezionando un contatto ed il
gruppo corrispondente viene evidenziato in giallo.

Finder.
Non muovere un dito (sul mouse).
Il Mac è perfettamente utilizzabile anche senza usare il mouse, basta ricordare qualche semplice
shortcut da tastiera:
1. Attivare l’accesso totale da tastiera: fn + ⌃ + F7. L’accesso totale consente di spostarsi tra
tutti i controlli, riquadri testo, tasti nei pannelli di conferma utilizzando il tasto tabulatore
(⇥).
2. Muovendosi con il tabulatore, vengono selezionati con un contorno azzurrino esterno i
tasti. Per confermare la selezione esterna premere la barra spaziatrice, per confermare la
selezione azzurra interna, premere invio.
3. Selezionare il menu Mela: fn + ⌃ + F2. Una volta selezionato, ci si può muovere con le
frecce per aprire o spostare di menu.
4. Attivare la Dock: fn + ⌃ + F3. Viene selezionato un elemento della Dock, quindi con le
frecce ci si può muovere avanti o indietro (la Dock è “circolare”, arrivati in fondo riparte dal
Finder).
5. Muovendosi con le frecce sulla Dock, selezionato l’elemento che interessa, con le frecce
su e giù si apre il menu dell’elemento.
6. Spegnere lo schermo. Volete spegnere al volo lo schermo del vostro portatile? ⌃ + ⇧ + ⏏
e lo schermo diventerà buio. Toccando un tasto o muovendo il mouse, si riaccenderà.
7. Volete fare uno scherzo al vostro collega o a un familiare? Premete i tasti ⌃ + ⌥ + ⌘ + 8
e vedete cosa succede! Se lo unite alla combinazione al punto precedente, siete sicuri che
l’effetto sorpresa sarà massimo!
Ripremete la stessa combinazione per tornare alla normalità.
8. Nel Finder potete muovervi in ordine alfabetico tra un elemento e l’altro premendo ⇥. ⇧
+ ⇥ sposta la selezione in senso opposto (da destra a sinistra).
Calcolatrice.
9. Passare tra una modalità e l’altra? ⌘ + 1 per la base, ⌘ + 2 per la scientifica e ⌘ + 3 per la
modalità programmatore.
Una piccola chicca: se andate sul menu Finestra > Zoom, Calcolatrice.app passerà tra una modalità
e la successiva, in ordine. (Chissà perché!)
Photo Boot.
L’applicazione per fare foto e brevi filmati con effetti in tempo reale propone un timer ed un “flash”
illuminando lo schermo.
Ma se volessimo eliminare i due effetti e semplicemente scattare?
10. ⌥ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il timer.
11. ⇧ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il flash.
12. ⌥ + ⇧ + click sul tasto per scattare elimina entrambe le opzioni e scatta immediatamente.
(grazie a Francesco Turco per la segnalazione su Photo Boot).
Terminale.
13. Obbligare Safari ad aprire i link sempre in un nuovo tab:
defaults write com.apple.Safari TargetedClicksCreateTabs -bool true
mettere false alla fine riporta le cose al comportamento predefinito di Safari.
14. Attivare l’inspector in Safari:
defaults write com.apple.Safari WebKitDeveloperExtras -bool true
15. Aprire più istanze della stessa applicazione (non funziona con tutte):
open -n /Applications/Safari.app

Ecco un’altra infornata di trucchi e suggerimenti vari per l’uso del nostro fido Mac, da provare e
salvarsi nei cassetti della memoria per i momenti in cui possono essere utili.
Cestino.
1. Stufi di confermare l’eliminazione dei file? ⌘+⌥+⇧+⌫ e il cestino verrà svuotato senza
chiedere nulla.
2. Volete eliminare i file dal cestino senza la possibilità che siano recuperati? Andate su Finder >
Vuota il Cestino in modalità sicura.
3. Sapere cosa avete buttato. Non potete aprire un file dal cestino, ma potete vederne l’anteprima
con QuickLook, così potete controllare che il pdf cestinato non sia la relazione su cui avete
lavorato tutta la notte, ma la sua bozza non aggiornata.
File.
4. Volete forzare un file ad essere aperto con una applicazione? Ok, tasto secondario sul file, Apri
con. Ma per fare ancora più velocemente? Se l’applicazione è aperta, trascinate semplicemente il
file sull’icona nella Dock.
5. Documenti Word.. senza Word! Non avete bisogno di programmi Microsoft per gestire i
formati proprietari che vi passano colleghi ed amici. Senza arrivare a Pages e NeoOffice, basta il
“semplice” TextEdit. Risalva anche nel formato di M$, ma fatevi un favore: rispondete con un Rtf,
se proprio il testo semplice non può bastare!
6. Pdf: a proposito di formati di file testuali, per selezionare parti di testo su colonne, premete ⌥
mentre trascinate il cursore.
Effetti speciali.
7. Avete installato i Developer Tools? Nella cartella Developer > Applications > Core Image Fun
House trovate tantissimi effetti da applicare sulle vostre immagini.
8. Nella cartella delle Applications dei Developer Tools, trovate decine di applicazioni interessanti,
come l’editor di icone per crearvi le vostre personalizzate, l’iSync Plug-in Maker per creare i
plug-in di connessione per cellulari non supportati ed il FileMerge con cui andare a confrontare due
file di testo, oltre a tanti altri tool di supporto.
Psicologa.
9. Ogni Mac ha Eliza, la psicologa integrata in Terminale. Avete un problema esistenziale?
Chiacchieratene con lei, in inglese: aprite Terminale, scrivete emacs, premete ⇧+⎋, digitate
xdoctor e voilà, la vostra psicologa personale.
Scrivania.
10. Cambiare lo sfondo del desktop: potete farlo in automatico, ogni tot di tempo, anche in ordine
casuale. Andate su Preferenze di Sistema > Scrivania e Salvaschermo e impostate i parametri in
basso, tra distanza temporale e casualità.
11. Liberare lo sfondo: volete far sparire le icone dallo schermo? Andate su Finder > Esci da
Finder, per vedere libero lo sfondo dalle icone sulla scrivania.
12. Stufi di vedere la barra in trasparenza (come se ne può essere stufi?): Preferenze di Sistema >
Scrivania e Salvaschermo, deselezionate Barra dei menu traslucida.
Spegnere il Mac.
13. Spegnere senza passare dal via? ⌘+⌥+⌃+⏏ e lo spegnimento è immediato (no, non vi
chiederà conferma trenta volte, non è Windows.)
Voce.
14. Il vostro Mac parla. Se non ve ne siete ancora accorti, selezionate del testo in un’applicazione e
cliccate sul nome dell’applicazione, quindi andate di Servizi > Voce > Inizia riproduzione. Le
voci purtroppo sono solo in inglese, quindi per noi è molto utile più che altro per sentire la
pronuncia di una parola che non conosciamo.
15. Il vostro Mac, canta. Aprite il Terminale e copiate questo codice:
say -v Cellos "This is something very cool very cool very cool this is something very cool that
every Mac can do" e date invio, naturalmente dopo aver messo il volume al massimo!

Dedichiamo questa puntata di trucchi per Mac OS X alla tastiera ed ai suoi simboli, con un tabella
ed un’immagine per tradurre i simboli delle shortcut da tastiera di Mac OS X con le icone
rappresentate sui tasti.
Infatti ogni tasto è rappresentato da un simbolo o da una combinazione di lettere, che però non sono
sempre direttamente corrispondenti a quanto si trova nei menu di Mac OS X.
Sulle tastiere americane, poi, i simboli come ⇧, ⇪, ⌥, ⇥ da anni sono stati sostituiti dal
corrispettivo letterale: shift, caps lock, option, tab, ecc., creando ancora più distacco tra la versione
dei comandi che si trova nell’help di sistema e quanto è stampato sulla tastiera.
Ecco un’immagine che esemplifica la corrispondenza tasto/simbolo sulla Wireless Keyboard

Sulle tastiere “estese” di iMac e Mac Pro, quelle con il filo, per intenderci, c’è anche il famigerato
tasto Canc: è simboleggiato da ⌦, ben illustrando la sua funzione di “cancella verso destra”.
Sui portatili e sulla Wireless Keyboard, dove il tasto manca, si può usare la combinazione fn+⌫
per ottenere lo stesso risultato.
Chi possiede un portatile o una tastiera precedente all’introduzione del nuovo layout noterà alcune
differenze: il simbolo  è sparito dal tasto Command, sostituito dall’abbreviazione Cmd.
Il tasto ⌅ alla destra della barra spaziatrice non c’è più, a favore di un secondo tasto Option. Una
buona decisione, che consente di utilizzare ⌥ per i caratteri [ ] @ # ¶ … • – senza dover usare due
mani, grazie alla vicinanza con la parte destra della tastiera.
Se non ci si vuole stampare la guida di riferimento simboli/tastiera o ad esempio si vuole
visualizzare quale carattere corrisponde ai tasti premendo i comandi ⌘, ⌥, o ⌃, si può attivare il
Visore Tastiera.
Basta andare in Preferenze > Internazionale > Menu Tastiera ed attivare Visore Tastiera e Mostra il
menu della tastiera nella barra dei menu.
Ora dalla barra dei menu selezionate la bandierina della lingua e cliccate su Mostra Visore Tastiera.
Ecco cosa appare:

Se premete i tasti modificatori, vi appariranno i simboli sulla tastiera che vengono attivati alla
pressione dei tasti ⌘, ⌥, o ⌃.