Sei sulla pagina 1di 3

Corso di Gestione degli Impianti e Logistica Indusriale AA 2007-2008

Docente: Stefano SAETTA


COMPITO 30 Gennaio 2009 - Esercizio
Considerare 2 items con le seguenti caratteristiche
Item

Valore unitario
(/unit)
10.00
1.00

1
2

Domanda D
(unit/anno)
300
300

xL (unit)

L (unit)

100
100

10
35

Supporre che il gestore delle scorte ha fissato le scorte di sicurezza di ciascun di questi item pari a 1
mese di tempo di fornitura.
a. Quali sono le scorte di sicurezza in unit? In dollari?
b. Quale il valore di P1 associato a ciascun item?
c. Riallocare lo stesso valore di safety stock (in euro) in modo tale che i 2 item abbiano lo
stesso valore di P1.
d. Quale riduzione nelle scorte di sicurezza totale possibile se entrambi gli item hanno un
valore di P1=0,95?
_____________________________________________________________________________
Risoluzione
c)
a)
Impongo k1=k2
2
D1
25 unit
SS1
k i i vi 275

12
i 1

D2
275
25 unit
SS 2
k
2,037 P1 0,98
12
135
SS1 () 25 unit 10 250
d)
SS
()

25
unit

25

P1=0,95, k=1,64
2
SS=221,4 ;
SS SS1 SS 2 50 unit
SS=53,6

SS () 275

b)
25
25
2,5; k 2
0,714
10
35

k1

P1 1 1 Pu (k1 ) 0,994 ;
P1 2 1 Pu (k 2 ) 0,761 .

Micros oft Excel.lnk

Corso di Gestione degli Impianti e Logistica Indusriale AA 2007-2008


Docente: Stefano SAETTA
COMPITO 30 Gennaio 2009 Domande

1 Quale lobiettivo della programmazione aggregata? Quali sono le variabili decisionali in sede
di programmazione aggregata? E il tipo di vincoli? Quale tecnica di ricerca operativa viene usata e
perch?
Obiettivo la pianificazione di medio periodo. E in tale sede che si decidono le ferie, gli orari del
personale, leventuale ricorso a terzisti, se ricorrere o meno a scorte. Le scelte qui operate
dipenderanno dalle strategie aziendali. Non solo la massimizzazione degli utili ma anche la
riduzione degli stock out potrebbero essere parametri da considerare.
I vincoli sono quelli legati alla capacit produttiva, alle scorte, ai terzisti. La capacit produttiva a
sua volta dipender dal personale, dagli orari di lavoro e dai macchinari.
Visto che molti dei vincoli in questione si possono esprimere tramite relazioni lineare e data la
tipologia della funzione obiettivo, la programmazione lineare una tecnica della ricerca operativa
utilizzabile per queste scelte.
2 Nel caso del calcolo della potenzialit di un impianto di produzione quali sono le ipotesi che
sono state fatte? Quali sono quindi i limiti di applicabilit di tali formule?
In linea teorica non possibile definire una grandezza che ci permette di quantificare la potenzialit
di un impianto. Lipotesi semplificativa che stata fatta stata quella di azienda monoprodotto
monolinea, in cui in sostanza tutto limpianto visto come una unica macchina che produce un solo
prodotto.
Lapplicabilit resta limitata da questa ipotesi, anche se con opportuni coefficienti di ragguagli si
potrebbe estendere tale misura anche al caso di prodotti caratterizzati da ritmi di produzione diversi.
Il mix di produzione lo si supposto stabile nel tempo.
3 - Quali sono le differenze tra una gestione dei materiali con tecniche MRP e tramite il ricorso a
scorte?
MRP a fabbisogno e quindi gli ordini di materiali si concretizzano soltanto quando ve ne
necessit, mentre con la gestione a scorte lapprovigionamento avviene prima delleffettivo
consumo.
Per che MRP funzioni bisogna avere disponibilit di stime della domanda accurate, conoscere
accuratamnete i lead time e i dati sulle giacenze devono essere aggiornati. Inoltre nella sua
formulazione classica lMRP ipotizza la capacit infinita.
La gestione a scorte non presenta particolari difficolt implementative, ma di norma aumenta gli
immobilizzi
4 Negli ultimi anni, specialmente nella grande distribuzione, si fatto spesso ricorso a vendite in
promozione, con condizioni di vendita particolarmente vantaggiose . Recentemente tali promozioni
sono state messe in discussione. Dal punto di vista di gestione della filiera produttiva, sapreste
evidenziare alcuni svantaggi che si hanno quando si effettuano vendite in promozione ?

Corso di Gestione degli Impianti e Logistica Indusriale AA 2007-2008


Docente: Stefano SAETTA
Le promozioni mettono in crisi il sistema logistico produttivo, per cui nei fatti bisogna sovra
dimensionare la rete logistica soltanto per questo uso estemporaneo.. Tutto ci comporta quindi
iniefficienze nel sistema nel suo complesso.
5 In un sistema di gestione della produzione Just in Time, nata in Toyota e affermatasi nel mondo,
si punta a ridurre al minimo le scorte, aumentando al massimo le efficienze produttive. A seguito
della crisi Mondiale scoppiata nel 2008, Toyota ha dovuto aumentare alcune scorte di alcuni
componenti forniti da terzi. Sapreste darne una spiegazione?
Con la crisi finanziaria vi una maggiore incertezza nelle forniture. Per tutelarsi da questo rischio si
vanno incrementando le scorte.