Sei sulla pagina 1di 6

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY

IL CONCEPT
PROMUOVERE LO SVILUPPO
URBANO SOSTENIBILE NEL
CUORE DI MILANO
Il nuovo sviluppo immobiliare in costruzione
nel capoluogo Lombardo, sorger dalla
ristrutturazione integrale di un edificio
preesistente, per unarea complessiva di
19.000 m2 nel rinato centro direzionale di Porta
Nuova al fianco della torre Hines - Cesar Pelli in
Viale Don Luigi Sturzo. In quello che sta
diventando il nuovo cuore di Milano, nel rinato
quartiere di Porta Nuova, trover quindi spazio
anche questo edificio, che mira a raggiungere la
certificazione LEED SILVER.
Per il tenant, la certificazione LEED rappresenta
oggi un elemento fondamentale per la
valorizzazione del patrimonio immobiliare.
E un fattore strategico per attribuire ai fabbricati
un reale valore aggiunto in termini di
sostenibilit nel processo di progettazione e di
costruzione che in termini di risparmio
energetico nella fase di vita delledificio. Ma
un fattore strategico anche perch trattandosi di
un protocollo ad adesione volontaria, perseguire
la certificazione LEED di un edificio significa
lesplicita volont di promuovere uno sviluppo
immobiliare sostenibile e responsabile con una
forte sensibilit verso lambiente che passa
attraverso luso di sistemi costruttivi e
impiantistici efficienti finalizzati a una riduzione
dei consumi e in generale dellimpatto sul
territorio dei propri immobili.

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY 02

INSERIMENTO URBANISTICO
UNA NUOVA AREA IN PIENA
TRASFORMAZIONE URBANA
Ledificio collocato in una zona centrale di Milano, in vicinanza della
Stazione Garibaldi, del nuovo polo dellarea della citt della moda, lungo
viale Don Luigi Sturzo ed in relazione con la direttrice viaria interna di via
Melchiorre Gioia. I corpi di fabbrica esistenti nellarea risultano connotati
da un livello medio di qualit urbana, con particolare attenzione e
riferimento agli elementi tipologici predominanti dellarea del polo
direzionale di Garibaldi Gioia. Questarea attualmente interessata da
una profonda trasformazione urbana, generata da unimportante rilettura
del paesaggio urbano, frutto di una sintesi tra il vecchio e il nuovo, che
riqualifica con vigore unarea del cuore della metropoli.

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY 03

IL PROGETTO ARCHITETTONICO
UN EFFICIENTE RIQUALIFICAZIONE DEGLI SPAZI
IN ARMONIA CON IL CONTESTO URBANO
Il progetto architettonico e la direzione artistica
dellintervento sono stati seguiti dallo Studio
Goring & Straja Architects di Milano.
Per riqualificare limmobile e migliorarne limpatto
con il contesto si scelto di rimodulare la linea
dinviluppo con una nuova facciata vetrata, esaltata
da unideale torre circolare angolare in vetro. Il
corpo di fabbrica risulta sviluppato su 9 piani fuori
terra oltre a 4 livelli di piani interrati e si estende,
fuori terra, per circa 13000 m2.
Unefficiente riorganizzazione degli spazi e
laggiunta di un nuovo livello, hanno portato lintero
isolato a un carattere volumetrico pi omogeneo e
riconoscibile. Il design della facciata consente ai
serramenti di svilupparsi da terra fino alla
copertura.

Lintervento ha generato una sfida


progettuale importante finalizzata
soprattutto al raggiungimento di tre
obiettivi: massimizzare il potenziale del
fabbricato esistente concentrando le
risorse sugli aspetti decisivi per la
valorizzazione dellimmobile; rendere
pi omogeneo ledificio con il contesto
circostante; esprimere unattenzione
specifica per le tematiche ambientali e
di risparmio energetico (certificazione
LEED Silver).
Arch. Giacomo Sicuro
Studio Goring & Straja Architects

Questa scelta oltre ad aumentare la permeabilit e


la luminosit dei locali grazie alle grandi vetrate,
migliora il rapporto tra esterno e interno creando
continuit di materiale e rafforzando lidentit
delledificio. Acciaio, alluminio, pietra, vetro, sono
alcuni dei materiali utilizzati. Una scelta compositiva
finalizzata alla ricerca di un equilibrio tra la
massima semplicit geometrica dellarchitettura
costruita, e la massima complessit del luogo in cui
si inserisce.

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY 04

EFFICIENZA ENERGETICA
ED ECO-SOSTENIBILIT
LA CERTIFICAZIONE LEED SILVER
COME SPINTA ALLA RICERCA
DELLA MASSIMA EFFICIENZA
ENERGETICA
Il progetto si distingue per le soluzioni adottate
nellambito del design e della qualit di vita
allinterno delledificio, ma possiede altissimi
standard anche in materia di prestazioni
energetiche. Attualmente in fase di
precertificazione silver nel sistema LEED.
Le attivit di progettazione esecutiva, direzione dei
lavori ed il project and construction management,
oltre al coordinamento della sicurezza in
progettazione ed esecuzione sono state sviluppate
dalla societ General Planning S.r.l. di Milano.

La progettazione degli impianti di questo edificio


ha seguito la filosofia del risparmio energetico su
tutti i fronti. Certamente lobiettivo della
certificazione LEED silver ha dato ulteriore spinta
alla ricerca della massima efficienza energetica
dello stabile.
Ing. Alberto Villa
General Planning S.r.l

NUOVA SEDE AXA ASSICURAZIONI CASE STUDY 05

FOCUS SULLIMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE

insieme allilluminazione e allimpianto di ventilazione


meccanica, rappresenta da sempre una delle voci di spesa
pi consistenti dal punto di vista energetico, sono state
selezionate unit efficienti ed innovative, prodotte e testate
alle condizioni pi estreme da Climaveneta.
Lenergia termica e frigorifera fornita dai due gruppi
polivalenti ERACS2-Q/XL-CA-E/S 2622 di Climaveneta.
Durante la stagione estiva, solo nei periodi di picco,
lenergia frigorifera viene integrata da quella prodotta dalla
pompa di calore RECS/SL/S 1562 di Climaveneta.
Il funzionamento in regime invernale della pompa di calore
limitato a condizioni di riserva di uno dei due gruppi
polivalenti. A valle dei gruppi polivalenti sono installati dei
serbatoi inerziali sia sul circuito freddo, sia sul circuito
caldo. I circuiti secondari di alimentazione delle batterie
delle UTA e dei ventilconvettori a soffitto sono alimentati da
pompe a portata variabile. Il circuito caldo di riscaldamento
durante la stagione invernale alimenta anche dei termo

arredi nei servizi igienici. Sul collettore del circuito di acqua


calda previsto uno stacco a servizio del preriscaldamento
dellacqua calda sanitaria, la cui produzione garantita da
una pompa di calore ad alta temperatura AW-HT/LN-CA-E
di Climaveneta e da due bollitori ad accumulo da 1000 litri
cadauno. Il primo bollitore riscaldato dal circuito
alimentato dalle unit polivalenti a poco meno di 40C.
Lacqua preriscaldata attraversa poi il secondo bollitore
alimentato dalla pompa di calore 65-60C. Un programma
antilegionella temporizzato permette di alimentare anche il
bollitore di preriscaldamento con acqua a 65C.
I circuiti secondari sono progettati alle seguenti
temperature: secondario caldo (per UTA, ambiente,
preriscaldo acqua calda sanittaria) 45C-40C; secondario
freddo fancoil: 10C-15C e secondario freddo UTA:
7C-12C. Il condizionamento ambiente garantito da
ventilconvettori a soffitto a quattro tubi per installazione
orizzontale, con motore a portata variabile.

La produzione di energia termica con i


gruppi polivalenti, oltre a eliminare
lemissione di CO2 sul posto, consente
un risparmio di circa il 40% sullenergia
primaria totale, e quindi sullemissione
di CO2 assoluta, rispetto a un
tradizionale sistema con caldaie a
condensazione.
Ing. Alberto Villa
General Planning S.r.l

Lefficienza delle unit polivalenti resa ancora maggiore


dal controllore sviluppato ad hoc per le unit di questa
applicazione, che sono state testate con successo presso
la sala collaudi di Climaveneta con condizioni di
funzionamento estremo.
La scelta di motori a portata variabile e ad elevatissima
efficienza (IE3) e lutilizzo di recuperatori di calore entalpici
con rendimenti termici intorno al 70% ha contribuito
ulteriormente a ridurre le emissioni di CO2. Anche sul
fronte del risparmio idrico sono state intraprese strade
volte al massimo risparmio. Infatti stata realizzato un
sistema di raccolta di acqua piovana che alimenta una rete
duale a servizio degli scarichi dei servizi igienici e
dellirrigazione. La rete di acqua piovana, oltre alladozione
di rubinetteria ad elevato risparmio dacqua, ha portato a
conseguire un risparmio del 50% di acqua potabile rispetto
a soluzioni tradizionali.

WWW.CLIMAVENETA.COM