Sei sulla pagina 1di 10

PRENOTARE REICHSTAG

DOMENICA 23
FLOHMARKT AM MAUERPARK Ogni domenica, dalle 8 alle 18 Qui, si racconta,
finiscono tutte le biciclette rubate in citt e se questo il mezzo di trasporto che
state cercando, vi sconsigliamo di fare qui il vostro acquisto. Nonostante i prezzi alti e
la tendenza a mettere sulle bancarelle pezzi pi che altro per turisti, resta comunque
uno dei flohmarkt pi amati dai berlinesi. Latmosfera che si respira sempre
rilassata e allegra, nonostante la folla che vi impedir di osservare realmente lofferta
delle bancarelle: dallora di pranzo in poi, infatti, sarete trasportati dal flusso dei corpi
altrui. Numerose vi si presenteranno le occasioni per riempire lo stomaco: i
tradizionali wurst, i gzleme, il gelato, i piatti vegeteriani. Come in qualsiasi
mercatino delle pulci, anche qui (soprattutto qui) vi imbatterete in tanta, tanta
fuffa, ma anche in occasioni originali, se avrete voglia di scovarle. Laria festiva di
chi si gode una grigliata con gli amici sullerba del confinante parco o si fa due risate
al celebre karaoke, rende lesperienza da provare almeno una volta.
HANCKERSCHER MARKT Hackescher Hfe, a due passi dalla stazione, sono i famosi
cortili, ristrutturati negli anni Novanta, con il loro vivacissimo mix di negozi, uffici,
locali, cinema, cafs e ristoranti. La zona ricca di piccoli negozi dove si pu andare
in cerca delle ultime creazioni dei giovani stilisti berlinesi, delle marche indipendenti,
o dove poter trovare un paio di scarpe uniche al mondo.
ps strand bar
LUNEDI' 24
- ZAHA HADID WOHNHOF La zona si trovava in una condizione di abbandono, in
quella che era lallora periferia interna di Berlino. si volevano creare abitazioni
sperimentali, alloggi per famiglie con disabili, piccole unit commerciali, uso di
materiali ecologici e di unedilizia a risparmio energetico, garage interrati, giardini
interni e percorsi pedonali di collegamento. stata la prima opera realizzata dalla
Hadid in Germania. un complesso per abitazioni e negozi realizzato sull'angolo
acuto tra Stresemannstrae e Dessauer Strae. Per la sua realizzazione sono stati
seguite le indicazioni che regolano ledilizia sociale berlinese; per questo motivo
l'architetto ha dovuto limitare la sua forte carica innovativa. La Hadid comunque
riuscita a proporre un edificio sperimentale formato da un incastro tra un corpo
orizzontale ed uno verticale. Il lungo corpo edilizio su Stresemannstrae sostenuto
da due sottili pilastri in cemento armato, in cui posizionato l'ingresso al parcheggio
sotterraneo. Contiene unit commerciali al piano terra e due piani occupati da 11
alloggi in duplex; lesterno svuotato orizzontalmente da due lunghe finestre a
nastro. Questo corpo orizzontale "entra" nel blocco verticale. La parete lungo la
Stresemannstrae ricoperta da fasce di metallo anodizzato color bronzo, simili a
lastre di pietra, che inquadrano le aperture delle finestre che vi si affacciano; quella
lungo la Dessauer Strae invece leggera e trasparente in quanto formata da due
sezioni vetrate con diverse inclinazioni; qui si trovano i soggiorni degli appartamenti
che si affacciano sulla citt. Nellangolo interno sulla corte a verde stato inserito il
vano dei collegamenti verticali; questo volume, che si nota subito per il suo colore
rosso, il perno attorno a cui ruotano i due corpi edilizi principali. la Hadid propone

qui il recupero di elementi della tradizione moderna e razionalista (tra cui il tettogiardino, la cellula duplex, la scomposizione neoplastica e, in particolare, le
avanguardia russe dal Suprematismo al Costruttivismo). Il blocco edilizio stato
destrutturato in volumi accostati disordinatamente tra loro, che sembrano fluttuare
nello spazio, con finestre e pareti sbieche, tanto da trasformare la costruzione in una
scultura abitabile. La costruzione della Hadid domina limmagine urbana della zona,
caratterizzandosi per una spiccata direzionalit, tanto da essere paragonata ad una
enorme freccia rivolta verso Potsdamer Platz
- Tempodrom un luogo evento a Berlino edificato nel 2001 nella sua sede attuale
realizzandolo come una enorme tenda bianca in cemento, alta 38 metri. il
Tempodrom pu ospitare circa 4000 persone. Inoltre, ha anche una spiccata funzione
ecologica: dotato di impianti per economizzare e recuperare il calore e per il riciclo
dellacqua piovana.
- (?) CHECKPOINT CHARLIE APARTMENTS OMA strada checkponit charlie. progetto di
rem koolhaas. Gli appartamenti sorgono in un podio di sopra delle nuove strutture di
checkpoint per i lavoratori doganali e le forze alleate.
- ALDO ROSSI QUARTIERE SCHUTZENSTRASSE edificio a blocco per residenze, uffici,
spazi commerciali progettato nel 1992-94. Occupa un intero isolato nei pressi della
Friedrichstrae, in una zona gravemente bombardata durante la II Guerra mondiale. Il
terreno si trovava da anni in uno stato di totale abbandono. Per la sua progettazione
Rossi si rifatto allantica struttura urbanistica della Friedrichstadt, con lobiettivo di
ricostruire un frammento della Berlino del primo Novecento, in gran parte
caratterizzata dal tradizionale modello tipologico dellisolato a corte delimitato da
quattro vie. il blocco edilizio stato scomposto in 12 sezioni, molto diverse tra loro
per stile, dimensioni, forme, colori, materiali e tecnologie edilizie. Lunico elemento
che unisce tutte le unit edilizie lo zoccolo grigio dei piani bassi, che contrasta con i
piani superiori dai colori molto forti (principalmente rosso e verde), tipici della
produzione di Rossi. Le facciate, sia esterne che sulle corti, presentano riferimenti
tipologici che vanno dalledilizia di et guglielmina alle forme del Razionalismo
italiano e alle citazioni rinascimentali. La compresenza di stili storici e moderni, i
dettagli particolarmente curati, gli infissi, le cornici, il bugnato cinquecentesco
evidenziano la visione postmoderna di Rossi, combinata con luso di elementi in ferro,
vetro e altri materiali della moderna tecnologia. Come pendant di questa facciata,
sempre sulla stessa via, l'architetto ha ricoperto laltro frammento superstite
dellantico isolato, con la copia fedele di tre campate della facciata sul cortile di
Palazzo Farnese, commissionato a Roma nel 1514 ad Antonio da Sangallo il Giovane e
concluso da Michelangelo nel 1546. Tutto ci doveva doveva dare l'impressione che
lisolato si fosse sviluppato in epoche e modi diversi. Inoltre le singole unit sono
internamente trasformabili, in modo che possano essere unite o ulteriormente
suddivise a seconda delle esigenze degli utenti. Lintervento non ha per funzionato
come previsto, in quanto gi dalla fine degli anni Novanta gli edifici residenziali sono
stati gradualmente convertiti in alberghi e in pensioni. Oggi solo una unit edilizia
adibita a residenza; il resto occupato da uffici e unit commerciali.
- JEWISH MUSEUM il pi grande museo ebraico in Europa. In due edifici, uno dei
quali un ampliamento appositamente progettato dallarchitetto Daniel Libeskind

Architettura dell'edificio non risponde a nessuna criterio di funzionalit poich la


linea guida seguita per la realizzazione del progetto stata quella di raccontare la
storia degli ebrei, in particolare degli ebrei in Germania. L'edificio stesso pu essere
considerato un'opera d'arte, poich mescola architettura e scultura. IL PROGETTO
CHIAMATO between the lines (tra le linee) e nei punti in cui le due linee si intersecano
si formano zone vuote, o voids, che attraversano lintero museo. Il museo non ha un
ingresso dalla strada, ma vi si accede dall'adiacente Berlin-Museum. Una scala e un
sentiero sotterraneo collegano i due edifici, questo a simboleggiare quanto la storia
ebraica e quella tedesca siano collegate e connesse fra loro. La scala conduce ad un
sotterraneo, composto di tre corridoi, denominati assi che simboleggiano i diversi
destini del popolo ebraico: l'asse dell'Olocausto conduce ad una torre che stata
lasciata vuota, denominata la Torre dell'Olocausto; l'asse dell'Esilio conduce ad un
giardino quadrato esterno, denominato Giardino dell'Esilio, l'asse della continuit,
collegato agli altri due corridoi, che rappresenta il permanere degli ebrei in Germania
nonostante l'Olocausto e l'Esilio. Questo asse conduce ad una scala, che a sua volta
conduce alla costruzione principale. L'entrata al museo stata intenzionalmente resa
difficile e lunga, per infondere nel visitatore le sensazioni di sfida e di difficolt che
sono distintive della storia ebraica.
Il Giardino dell'Esilio una superficie esterna al museo, cui si accede attraverso l'asse
dell'esilio. una superficie quadrata circondata da 49 colonne di cemento alte sei
metri, in modo tale che dall'esterno non si possa vedere nulla. Il numero delle
colonne simbolico, infatti serve a ricordare l'anno di nascita dello stato d'Israele, il
1948, un'altra colonna, quella centrale, rappresenta invece Berlino ed riempita
all'interno di terreno proveniente da Gerusalemme. Sulla sommit delle colonne sono
stati piantati alberi di olivagno. Essi sono il simbolo della pace e della speranza di un
ritorno in patria. Ma significano anche che, come gli alberi riescono a mettere radici
in spazi cos impervi come la cavit di un pilastro, cos anche coloro che sono esiliati
in una lontana terra straniera possono trovare la ragione per continuare a vivere in
un'altra patria. Libeskind ha voluto fare in modo che il visitatore provasse la stessa
sensazione di straniamento e disagio che hanno provato gli ebrei esiliati, e per
questo motivo ha costruito il piano di calpestio inclinato di sei gradi, di modo che
camminando tra i pilastri si provi la sensazione di una mancanza di equilibrio.
La Torre dell'Olocausto posta alla fine dell'asse della morte e vi si accede aprendo
una porta spessa e molto pesante. una struttura completamente vuota, buia, non
climatizzata (dunque fredda d'inverno e calda d'estate), che viene illuminata solo
dalla luce indiretta del giorno che penetra da una stretta feritoia posta in alto.
Impossibile vedere fuori e capire dove si ; attutiti si sentono i rumori provenienti
dall'esterno. Evidente e palpabile il significato simbolico che vuole ricreare la
condizione degli ebrei deportati che non sapevano in quale luogo si trovavano e non
potevano avere notizie.
Installazione Shalechet Foglie cadute 10 000 volti in acciaio punzonato sono
distribuiti sul pavimento dello Spazio Vuoto della Memoria, l'unico spazio vuoto
dell'edificio di Libeskind in cui possibile entrare. Lartista israeliano Menashe
Kadishman ha dedicato la sua opera non soltanto alle vittime della Shoah, ma a tutte
le vittime di guerra e violenze. I visitatori sono invitati a camminare sui volti e ad
ascoltare il fragore prodotto dalle lastre di metallo che sbattono l'una contro l'altra e

contro le persone che passano. Il frastuono e l'angoscia per tutti quei morti fanno
desiderare di uscire al pi presto dalla sala.
ORARI lunedi 10-22 marted - domenica 10-20 8
- BERLINISCHE GALERIE
ORARI merc-lun 10-18 chiuso marted 8 sconto se mostri biglietto judische museum
- GSW Headquarter (Sauerbruch & Hutton, 1999) Lidea generale del progetto la
riqualificazione dei vecchi edifici e linserimento dei nuovi per dare un segno
importante allarea. Due blocchi stretti e lunghi, il pi lungo dei quali di 110m, e alti
10m contengono gli spazi pubblici e collegano i due volumi pi caratteristici, quello di
forma ellittica di 3 piani e la torre degli uffici di 20 piani, con una forma curva verso il
centro.
MERTEDI' 25
CHARLOTTENBURG la popolazione in media meno giovane e la vita meno caotica
- CASTELLO DI CHARLOTTENBURG fermata Sophie Charlotte Platz. residenza estiva
dei re di Prussia. Schlossgarten lo splendido parco progettato da Simon Godeau
- MUSEO BERGGRUEN La collezione di Heinz Berggruen oggi una delle pi note
gallerie darte moderna di Berlino. Allinterno, opere di Picasso, Giacometti, Klee,
Matisse e Braque. Lesposizione intitolata a Picasso articolata su tre piani e
comprende dipinti, sculture e disegni. Oltre cento di queste opere sono di Picasso
stesso e spaziano dagli schizzi giovanili, ai periodi Blu e Rosa - con un suo Arlecchino
seduto - ai drammatici anni del Cubismo.
ORARI: Marted-Domenica 10-18 10
- SAVIGNPLATZ attraversata da Knesebeckstrae, da questa piazza dipartono le pi
tradizionali vie residenziali del quartiere. Palazzi eleganti, ristoranti, piccoli negozi per
ogni necessit ed una popolazione per la maggioranza tedesca. Savignyplatz
unistituzione nella vita notturna, che non perde punti neanche alla luce del sole.
- BUCHERBOGEN una grande libreria sotto gli archi della sopraelevata: qui si
vendono i pi bei libri di architettura, arte, fotografia, design cinema e antiquariato
moderno. La fermata la centralissima Savignyplatz: preparatevi ad attraversare un
piccolo vicolo in pav, dove si alternano due ristoranti (consigliato lo 12 Apostel) e
qualche negozietto. L dietro, per una cena tedesca tradizionale in un tipica
atmosfera di fine XIX secolo, c lo Zillemarkt: bellissimo il suo cortile interno. Per una
passeggiata, e una pausa fatta di Ksekuche e latte macchiato, non bisogna fare altro
che addentrarsi nelle vie residenziali tra Kantstrae e il Kudamm: destate, com
facilmente immaginabile, i tavolini allaperto dei numerosi caf sono sempre affollati.
- EUROPA CENTER (nike) interno orologio ad acqua "die uhr der flienssenden zeit" e
glosse fountain
ps: di fronte supermercato hotdog e panini 1 / mohnschnecke rotelle al cioccolato

- BERLIN - BROKEN CHAIN stata una delle otto sculture progettate durante
"Skulpturenboulevard Kurfrstendamm", Delle otto sculture svelato, tre sono stati
autorizzati a rimanere oltre l'anniversario (Berlino, Pyramide, e Cadillac in Form der
nackten Maja aveva lo scopo di simboleggiare le connessioni mozzate tra Occidente e
Berlino Est a causa della costruzione del Muro di Berlino.
- KEISER WILHEIM GEDACHTKIRCHE chiesa bombardata Gravemente danneggiata dai
bombardamenti della seconda guerra mondiale, non stata pi ricostruita e le sue
rovine offrono una viva testimonianza degli orrori della guerra. Gedenkhalle:
All'interno della parte vecchia della chiesa nella base della torre rimasta come rovina,
trova collocazione il Gedenkhalle (Memoriale), una sorta di museo della chiesa. Qui si
trovano documenti storici della chiesa, alcuni dei mosaici contenuti nell'edificio, fra
cui il Mosaico degli Hohenzollern, e una figura del Cristo di Hermann Schaper, che
originariamente si trovava sull'altare maggiore, scampata ai bombardamenti.
Soprattutto vi si trovano i simboli della riconciliazione dei tre paesi che una volta
erano nemici, ovvero una croce costruita con i chiodi ritrovati nelle ceneri delle rovine
dell'antica cattedrale di Coventry (distrutta dai bombardamenti tedeschi), un'icona
russa a forma di croce, dono del vescovo ortodosso di Volokolamsk e Yuryev, nonch
la Madonna di Stalingrado, il disegno creato durante l'omonima battaglia dal
sacerdote e medico militare tedesco Kurt Reuber. La chiesa rest pesantemente
danneggiata fino a quando, nel 1956, fu scelto il progetto di ristrutturazione di Egon
Eiermann che prevedeva la realizzazione di una chiesa moderna a pianta ottagonale
di fianco a quella antica e di una nuova torre campanaria. La struttura moderna, non
a tutti gradita, consiste in una struttura ottagonale e una torre campanaria
esagonale. Particolare la sua luce blu, ottenuta lasciando unintercapedine di 2m
tra le pareti esterne e interne e inserendo tra le due le lampade blu, la cui luce
visibile sia allinterno sia allesterno.
- KUNFUSTERDAMM unaria che si respira passeggiando per questi Champslyses berlinesi, tra meravigliose facciate Art Nouveau e Neoclassiche e boutique
di lusso. Percorrendolo verso est, allaltezza del complesso dellEuropa Center, con il
grande simbolo Mercedes sempre in movimenti sul tetto, il viale curva a destra e
prende il nome di Tauentzienstrae: qui lo shopping continua, ma diventa accessibile
a tutti con gli stores delle pi famose catene dabbigliamento. Leccezione
rappresentata dal KaDeWe, il grande magazzino dellOvest in Wittenbergplatz:
60mila metri quadrati di prodotti, dagli alimentari alla cosmesi, per i quali vi servir la
carta di credito.
- LUDWIG ERALD HOUSE la sede della Borsa di Berlino. Ideato dallarchitetto inglese
Nicholas Grimshaw nel 1998, il moderno edificio chiamato dai berlinesi larmadillo
a causa dei suoi 15 grandi archi di metallo che ricordano la forma della corazza
dellanimale.
- LO ZOO DI BERLINO lo Zoo di Berlino unistituzione a livello globale, prima e dopo
lepopea caratterizzata dal celeberrimo orsetto Knut.
- OLYMPICHSTADIUM e GLOCKETURM 4.5 La terrazza alla sommit dell'edificio vi
offre una splendida vista panoramica sulla citt di Berlino. Durante la salita, grazie ad
un nuovo e modernissimo ascensore a vetri, verso la piattaforma panoramica, i

visitatori possono accedere ad informazioni visive sulla storia di questo edificio.


- UNITE' D'HABITATION le corbusier: la proposta edilizia con cui Le Corbusier
partecipa allEsposizione Internazionale per lEdilizia, Internationale Bauausstellung
Berlin, del 1957. Aveva precedentemente portato a termine in Francia tre Units
dhabitation (unit abitative) e che per loccasione realizz il progetto della nuova
Unit dhabitation, typ Berlin in stile berlinese. Per le sue enormi dimensioni il
progetto venne realizzato nei pressi dello Stadio Olimpico, lontano dallarea
dellHansaviertel. Il soprannome non tarda ad arrivare, conosciuto anche come
Wohndampfer (Abitazione a vapore) ledificio ricorda in effetti un grande
transatlantico arenato nel terreno. Concepita come unit autonoma e autosufficiente
sollevato dal terreno da enormi coppie di piloni cavi; Al piano terra si collocano una
serie di servizi comuni: un grande magazzino, la lavanderia adoperata anche come
cinema e la sala condominiale, dove oggi vengono allestite diverse esposizioni. Sulla
facciata nord, dove il muro privo di finestre per meglio resistere al freddo, ci sono
dei bassorilievi che rappresentano il modulor, una scala di proporzioni basate sulle
misure delluomo, inventata dallarchitetto . Questa citt verticale percorsa
internamente da 10 lunghe strade-corridoio, che oggi hanno semplice funzione di
distribuzione agli appartamenti ma che avrebbero dovuto integrarsi ad attrezzature
commerciali e di servizio mai realizzate.
ALTRO:
Lago Lietzensee: Con la sua caratteristica forma a mezzaluna, il lago Lietzensee un
vero e proprio gioiello nascosto in mezzo ai palazzi. Affascinante, rilassante e
comodamente accessibile (la fermata della metro a due passi), con il suo parco
una delle mete preferite dagli abitanti di Charlottenburg, tanto destate, quanto
dinverno. Durante la stagione fredda, infatti, il lago diventa punto di ritrovo per chi
ama pattinare sul ghiaccio, mentre nei mesi pi caldi offre una bella passeggiata
attorno al lago, un bar a palafitta, unattrezzata area giochi per i bambini e tanti prati
per prendere il sole.
Le fotografie pi belle al Camera Work: il Camera Work (Kantstr. 149) una bellissima
galleria fotografica che espone i pi grandi fotografi di tutti i tempi, da Man Ray a
Richard Avedon, da Peter Lindbergh a Diane Arbus. Lambiente amabile, allinterno
di un cortile, e la cosa eccezionale lingresso gratuito, sempre e comunque (la
galleria aperta da marted a sabato, dalle 11 alle 18).
MERCOLEDI' 26
- MARIE ELIZABETH LUDER HAUS centro di assistenza scientifica e biblioteca del
Parlamento tedesco ospita anche un memoriale parete aperta al pubblico. Alcune
parti del muro di Berlino sono state ricostruite qui per commemorare la divisione
della citt, lungo l'antico percorso del Muro.
- DZ BANK BUILDING un ufficio, conferenze e edilizia residenziale progettato
dall'architetto Frank Gehry
- UK EMBASSY wilford si trovava qui gi prima della II Guerra mondiale, abbandonata
e danneggiata e ricostruita. Nel 1995 Wilford vinse il concorso per la sua

realizzazione. Per la progettazione, ha seguito le severe prescrizioni. Rivestita in


arenaria, a prima vista la facciata presenta i caratteri edilizi tradizionali con
basamento, elevato in arenaria e coronamento a falde; in realt il prospetto differisce
dalla tradizione per le sue forme dinamiche e per le sue trasparenze. Larchitetto ha
inserito in modo ironico in questa apertura due grandi volumi dai colori sgargianti.
- PORTA DI BRANDEBURGO E Der Rufer, scultura nei pressi della Porta di
Brandeburgo. Una scultura in bronzo di tre metri costruita nel 1989 che rappresenta
un uomo che urla, alla ricerca della pace e del diritto di opinione.
- DENKMAL fr die im Nationalsozialismus
-HAUS DER KULTUREN DER WELT (sarebbe pi bella di sera) scultura a farfalla 2.5
milioni . utilizzato come centro culturale e vi si organizzano eventi e spettacoli di
arte, ponendo in dialogo intra-sociale le culture di tutto il mondo, in particolare Africa,
Asia e America Latina
+ CARILLON il quarto carillon pi grande del mondo situato in una torre di 42 m di
altezza indipendente accanto alla Casa delle Culture del Mondo. E 'un grande,
strumento da concerto suonato manualmente, che comprende 68 campane per un
peso totale di 48 tonnellate. Il carillonneur si trova in una cabina di gioco nel bel
mezzo delle campane.
- SAUERBRUCH HUTTON caserma di polizia brise-soleil di vetro di grandi dimensioni,
- passeggiata TIERGARTEN Strae des 17. Juni
- COLONNA DELLA VITTORIA - GROSSER STERN da qui si dipartono 5 vie a formare
una stella (grande stella) e al centro colonna che fu creata per commemorare la
vittoria della Prussia nella guerra prussiano-danese. h: 67 m. oggi simbolo della
comunit gay di berlino.
- INTERBAU Hansaviertel quartiere completamente distrutto durante la Seconda
Guerra Mondiale, ma fu ricostruito 1957-1961 come un progetto complesso
residenziale da maestri architetti internazionali come Alvar Aalto, Egon Eiermann,
Walter Gropius, Oscar Niemeyer, Sep Ruf ecc, chiamato Interbau. occasione: fiera
internazionale dell'edilizia esempio tangibile di modernizzazione della Germania per
mostrare a tutti il nuovo modo di abitare. Concepito come blocco di case popolari, l
Hansaviertel doveva essere un esempio di modernit abitativa, con edifici di diverso
stile architettonico, immersi nel verde e attrezzati con ogni tipo di servizio pubblico:
scuola, biblioteca, chiesa, aree commerciali e metropolitana.
- AMBASCIATA DEL MESSICO 40 piloni in cls armato a vista in parte disposti inclinati,
lateralmente con superficie bocciardata e segnano ingresso facciata
- BAUHAUS ARCHIV MUSEUM conservata la collezione pi completa di oggetti e
documenti della scuola del Bauhaus, scuola di architettura, arte e design tedesca,
fondata da Walter Gropius, con l'obiettivo di unificare l'insegnamento di tutte le arti,
architettura, scultura e decorazione sotto l'ombrello del design, ma tenendo sempre
d'occhio la possibilit di produrre in serie.

1919 il Bauhaus statale di Weimar e pubblicazione del manifesto, 1925 Dessau e


1932 berlino fino al 1935 quand venne chiesa a causa del partito nazista.
ORARI: chiuso martedi (10-17)
sab-lun 7

merc-ven 6

- KADEWE
- MUSEUM INSEL un insieme di cinque musei costruiti tra il 1824 e il 1930 su una
piccola isola della Sprea. Dichiarato Patrimonio dellUmanit dellUnesco nel 1999.
Questa acropoli dellarte abbraccia levoluzione della concezione museale del 20
secolo e raccoglie opere e reperti che raccontano di seimila anni di arte. Molte
provengono dalle collezioni private della famiglia reale prussiana.
NEUES MUSEUM gravemente danneggiato durante 2GM stato riaperto nel 2009
grazie al restauro di David Chipperfield
MUSEO DI PERGAMO comprende tre diverse realt: la Collezione delle antichit
classiche, il Museo delle antichit del vicino Oriente e il Museo di arte islamica. Della
Collezione delle antichit classiche fa parte laltare di Pergamo, risalente al II secolo
avanti Cristo e considerato uno dei principali capolavori di epoca ellenistica. Il fregio
raffigura la battaglia tra dei e giganti. La Porta di Mileto rappresenta invece un
importante esempio di architettura Romana. Il Museo dellantichit del vicino
dominato dallimponente ricostruzione della Porta di Ishtar, il grandioso portale
interamente ricoperto con tasselli di ceramica blu, che nel VI secolo a.C. dava
accesso alla citt di Babilonia. Le mura sono decorate con leoni, draghi e tori, i
simboli delle principali divinit babilonesi. Sul fondo, attraverso una parete
trasparente, i visitatori possono comprendere come stato possibile ricostruire la
grande struttura a partire da piccoli frammenti. Altri importanti elementi della
collezione sono la facciata della sala del trono di re Nabucodonosor, la ricostruzione
di un palazzo assiro del XII secolo a.C. e manufatti risalenti allepoca della nascita
della scrittura.
ORARI aperto tutti i giorno dalle 10 alle 18 12
- RADISSON BLUE HOTEL - ACQUA DOM/SEA LIFE interno acquario pi grande di
forma cilindrica 25 metri di h.
-New Soundcloud Headquarters / KINZO
- DEUTSCHES HISTORISCHES MUSEUM Ieoh Ming PEI (stesso arch piramide luovre)
ampliare l'edificio con una nuova ala e a riorganizzare allinterno del corpo antico i
saloni daccesso. trasparenza, funzionalit, per la luminosit degli spazi, per i giochi
di luce e ombre e per le tante prospettive ottiche create in un ambiente
relativamente angusto. Il padiglione di Pei, concepito per le esposizioni temporanee
accoglie il visitatore in un ampio androne che si sviluppa verticalmente per lintera
altezza del palazzo occupandone praticamente la met della superficie. qui che Pei
sfoga le sue capacit scenografiche lasciando la sua impronta architettonica pi
incisiva e simbolica. Ponti pedonali, aperture panoramiche, scalinate e balconi
dominano le prospettive ottiche creando un ambiente geometrico deconstruttivista e

suggestivo che invita allintrattenimento citando soluzioni progettuali gi attuate ad


esempio nei saloni dingresso del Louvre. La facciata che costeggia questo spazio
d'entrata al museo e che ne accoglie tutti i servizi, dalla biglietteria alla libreria,
completamente in vetro e crea cos una simbiosi tra il corpo nuovo e quello antico del
museo. museo. Gli spazi espositivi veri e propri, sono racchiusi sul lato posteriore
delledificio e rinunciano nella loro funzionalit radicale ad accenti architettonici
espressivi e accentuati permettendo cos al visitatore di concentrare tutta la sua
attenzione sui contenuti delle esposizioni. Per spostarsi da un piano allaltro
delledificio e da un reparto allaltro delle mostre tuttavia il pubblico torna a
percorrere le scalinate, i ponti pedonali e soprattutto la scalinata a spirale che come
una torre di Babele occupa un angolo del padiglione e ne diviene simbolo
riconoscibile anche dallesterno. ORARI 10 18 8
- TCHOBAN MUSEUM , una ex fabbrica di birra. Il nuovo edificio del museo, progettato
da SPEECH a Mosca, l'architetto Sergei Tchoban e Sergei Kuznetsov. L'edificio
seminterrato di cinque piani si erge sopra una pianta rettangolare. L'ingresso si trova
dietro la facciata arretrata, sul lato nord-occidentale dell'edificio. Il costruito
composto da diverse profondit e angoli creando cos l'impressione di scorrimento
"cassetti", in cui sono tenuti disegni. Cos l'edificio d l'impressione di essere
costruito dai disegni (da Impront l'edificio d l'impressione di essere costruito dai
disegni (da Impronte di disegni sulla facciata) e contemporaneamente rappresenta
una pila di cassetti di disegno. Il guscio di cemento dell'edificio si presenta come un
corpo monolitico, giunzioni e senza finestre.
ORARI lun-ven 14 - 19 5

- Kreutzigerstrae, 10247 Berlin, Germania graffiti EST


- MUTING THE NOISE
- Il Sinkende Mauer nellInvalidenpark. Proprio l dove una volta passava il Muro,
oggi c questa costruzione che ne ricorda la caduta.
- ALEXANDER PLATZ
tour total
- Il Molecule Man di Jonathan Borofsky forse il monumento pi conosciuto tra
quelli inclusi in questa lista. quanti di voi sanno che questa imponente scultura sulla
Spree altro non che un simbolo della riunificazione dei tre quartieri Kreuzberg (exOvest), Treptow e Friedrichshain (ex-Est)

Potrebbero piacerti anche