Sei sulla pagina 1di 41

Premessa

Bergonzoni un grande!! Se fosse due grande sarebbe


troppo. Capace di usare la parola come nessuno, infatti
nessuno in grado come lui, al di fuori di un termometro, di
usare la stessa parola, occupa una nicchia nel mondo della
creativit verbale che, fino ad oggi, possiamo affermare che
era solo. Come Bobby appunto. Cos tra Verbale e appun
tato viene specificato come la sua solitudine sia terminata:
ora sono io, lautore di questo libello a fargli compagnia.
Bench lui la compagnia gi lavesse, quella teatrale; in fondo
in fondo, nzoni, ama la platealit, mai visto nella galleriarit.
Tutti i gusti son gusti. Anche i doppi. Buona lettura, quindi,
a voi lettori ( se foste stati lettrici, avrei detto: Buona
Lettrura ) e divertitevi con queste bullshits come direbbero
gli anglosassoni, parenti lontani delle anglo pietre.

LAutore

a.dal.muto@alice.it

PIS
Scrivetemi, oppure scriversi. Fa lo stesso.

Dello stesso autore, e non di un altro, su SCRIBD.COM


potete trovare anche:


Antonio Dal Muto

Petersdom - Ersten Buch


Antonio Dal Muto

St Peter's Basilica - First Book


Antonio Dal Muto

La Basilica Di San Pietro - Primo Volume


Antonio Dal Muto

Storia Di Cervia a Fumetti


Antonio Dal Muto

Antologia di Poesie di Marina Liberati


Antonio Dal Muto

History of Cervia Town


Antonio Dal Muto


Antonio Dal Muto

Das Geschicht Von Cervia Bei Comics


Antonio Dal Muto

Opere
Antonio Dal Muto

Vignette, Volume 2, Prima Parte


Antonio Dal Muto

Poesie Marina Liberati Volume 5 Marina Liberati's Poetries Fifth Book

Antonio Dal Muto

Aria de Castelli 5
Antonio Dal Muto

Poesie Poetries
Antonio Dal Muto

Riflessioni Sul Programma Del M5S


Antonio Dal Muto

Marina Liberati Poesie PoetriesVolume 3 Book 3d


Antonio Dal Muto

Il Fallimento Della Rivoluzione Di Grillo


Antonio Dal Muto

Marina Liberati Poesie-poetries


Antonio Dal Muto

Calogero Catania's Poesie- Poetries


Antonio Dal Muto

Marina Liberati's Poetry


Antonio Dal Muto

Vignette Telecountrynews
Antonio Dal Muto

Onorevole Faccie Ride 2012


Antonio Dal Muto

Rome as it was
Antonio Dal Muto

Aria de Li Castelli 4
Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto Volume III


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Fine Del Mondo


Antonio Dal Muto

Aria de Li Castelli 3
Antonio Dal Muto

Compendio Di Pittura - Secondo Volume


Antonio Dal Muto

Aria de Li Castelli 2
Antonio Dal Muto

Compendio Di Pittura Italiana - Primo Volume


Antonio Dal Muto

Aria de' Li Castelli


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - LI'L YOGI, Third Book


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - Yogino, Terzo Volume.


Antonio Dal Muto

lettera agli Ebrei


Antonio Dal Muto

ARICCIA ANNO DOMINI 1967


Antonio Dal Muto

Formazione Dei Colli Albani


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulle Lettere a Timoteo e a Tito


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Lettera ai Colossesi, agli Efesini e a Filemone


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Lettera Ai Romani

Antonio Dal Muto

La Stragge de Li Brettoni
Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Lettera Ai Galati e Ai Filippesi


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Seconda Lettera Ai Corinzi


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulla Prima Lettera Ai Corinzi


Antonio Dal Muto

Riflessioni Sulle Lettere Di San Paolo


Antonio Dal Muto

Critica 2011
Antonio Dal Muto

Castrocaro Storia a Fumetti


Antonio Dal Muto

Li'l Yogi - Second Book


Antonio Dal Muto

Yogino, Secondo Volume.


Antonio Dal Muto

Opere - Works
Antonio Dal Muto

Ariccia
Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - Yogino, Primo Volume.


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - LIL' YOGI, First Book


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - CRITICA D'ARTE - Volume Terzo


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - CRITICA D'ARTE - Volume Secondo


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto - CRITICA D'ARTE - Volume Primo


Antonio Dal Muto

Mario Cianfanelli. Un Omaggio


Antonio Dal Muto

Poesie Dialettali
Antonio Dal Muto

Onorevole Faccie Ride 2010


Antonio Dal Muto

Cesena. the Lost Urban Face


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto


Antonio Dal Muto

Unit d'Italia. Un omaggio


Antonio Dal Muto

Ariccia. Ieri e Oggi


Antonio Dal Muto

Omaggio Ad Ariccia
Antonio Dal Muto

Tribute to Ariccia
Antonio Dal Muto

Sguardi nell'Anima. Poesie inedite anno 2003 di Antonio Dal Muto. Secondo Volume

Antonio Dal Muto

Sguardi nell'anima. Poesie inedite di Antonio Dal Muto. Volume primo-anno 2002
Antonio Dal Muto

You
Antonio Dal Muto

Onorevole 2009
Antonio Dal Muto

Onorevole Faccie Ride 2008


Antonio Dal Muto

Onorevole Faccie Ride 2008


Antonio Dal Muto

Cesena nell'800. Il Volto Sparito


Antonio Dal Muto

Shoah and other works Antonio Dal Muto


Antonio Dal Muto

Onorevole faccie ride 2007


Antonio Dal Muto

Onorevole Faccie Ride... 2006


Antonio Dal Muto

Sarsina. the History


Antonio Dal Muto

Antonio Dal Muto. Le Eresie Di Ieri e Quelle Di Oggi


Antonio Dal Muto

Sarsina. Storia a Fumetti


Antonio Dal Muto

Castrocaro History by Comics


Antonio Dal Muto

Storia Di Ariccia Antica a Fumetti


Antonio Dal Muto

ANTONIO DAL MUTO


a.dal.muto@alice.it
349-35.80.890

Accenni biografici
Romano di nascita ha poi vissuto ad Ariccia.
Ora, vive e lavora a Cesena.
E maestro dArte Pittura e Disegno
diplomatosi presso l Istituto Statale dArte di
Marino;
possiede la qualifica di Architetto Interior Designer; possiede labilitazione
allInsegnamento della Storia dellArte e del Disegno; ha frequentato la Facolt di
Architettura a Firenze; Critico dArte; fumettista

E autore di Storie di Citt a Fumetti:

Ha realizzato una poderosa 5 volumi Storia a fumetti di Cesena, Rimini,


Ravenna e Forl. Dalle Origini allUnit dItalia pubblicata dalla locale Casa
Editrice Ponte vecchio. Il premio Nobel Dario Fo lo ha citato nella sua opera Storia
di Ravenna. Ha recentemente pubblicato la Storia di Ariccia Antica assieme ai
curatori dei testi dott. Alberto Silvestri e d.ssa Maria C. Vincenti, fumetto
sponsorizzato dalla Provincia di Roma, Comune di Ariccia (RM) e dallArcheoclub
locale per diffondere la conoscenza del territorio nella popolazione scolastica e non.
Storia di Sarsina Antica. Dalle Origini all XI secolo; Storia di
Castrocaro. Dalle Origini alla costruzione della cittadella di Terra del Sole
( tradotte ambedue in lingua inglese dallo stesso autore); Storia di Comacchio e
Storia di Anzio a Fumetti. Dalle Origini a Nerone e Storia di Cervia a
Fumetti. Dalle Origini allEt contemporanea.

E vignettista e caricaturista:
Ha collaborato con il settimanale Corriere Cesenate e con TeleRomagna,
attualmente collabora con Videoregione e con TELECOUNTRYNEWS la TV sul
WEB. Collabora con lOSSERVATORE LAZIALE quotidiano sul WEB.

E Scenografo:

Sue sono le scenografie realizzate negli anni 90 per il festival della


Canzone romagnola E Campanon ( Il Campanone).

Nella sua pittura predilige la figura e il paesaggio, ma anche


realizzazione tematiche come la Mostra sulla Shoah fatta a Cesena
nel 2004 e poi a Forl e a Cervia tra il 2006 e il 2008. Lintera
collezione ora di propriet dllAss. ANPI di Comacchio

E ritrattista:
Sue sono la Galleria di uomini illustri legati allamministrazione comunale
cesenate. Dal Risorgimento allultimo sindaco in carica (1835 -2008) di
propriet dellamministrazione comunale;
la Galleria degli abati del monastero di Santa Maria del Monte di Cesena.
Dal 1888 allultimo abate in carica (1888-1999) di propriet del Monastero
omonimo;
la Galleria dei parroci della Parrocchia di SantEgidio di Cesena. allultimo
parroco in carica (1954 2009) di propriet della Parrocchia omonima.
Ritratto di Gianni Agnelli, di propriet dellomonima famiglia;
Ritratto del Premio Nobel Rita Levi Montalcini, di propriet della stessa;
Ritratto di Marco Pantani, di propriet della famiglia Pantani ed esposto presso lo
Spazio Pantani a Cesenatico;
Ritratto di famiglia di Marina Berlusconi di propriet della stessa;
Ritratti di Ferrari, Agnelli, Montezemolo, Schumacher e Barrichello di
propriet della Ferrari sede di Maranello;
Ritratto di papa Giovanni Paolo II di propriet della Fabbrica di San Pietro
Ritratto di papa Benedetto XVI di propriet della Fabbrica di San Pietro;
Ritratto di papa Francesco di propriet della Fabbrica di San Pietro

1-Tutti al mare

Con il caldo norMale desiderare di andare al mare, ma se un Male


perch desideRare? La Bibbia dice: Il desiderio la radice di ogni

male. Guai a chiamarsi Re Desiderio ! Infatti quando i Longobardi lo


seppero, furono molto veloci a toglierlo di mezzo; lo misero di lato e
li rimase finch camp. Per cui, ecco la ragione del perch sono rare
o irraggiungibili le spiagge dorate marine. Beh, questo un vezzo
tipicamente umano: volere, volere e volere. Eppure da Bari non si
hanno notizie storiche di inventori che provarono, col gergo locale a
volere; ci pensarono i fratelli Wright, ma da lonteno. Non
dobbiamo meravigliarci. Arci? E questione di politica? E s perch
nessuno si accontenta di poco e se nessun uno non sar nemmeno due
o tre. Almeno si spera. Non per essere il cattivo che vuole la violenza
delle armi per risolvere le questioni, ma se a Milano si spara, a Bari
si spera. E non ci possiamo far nulla. Eppure, c sempre qualcuno che
pone la domanda: E una semplice questi one di lingua? Che forse
linglese one pu fare miracoli e far accontentare tutti? Chi pu
dirlo? Chi pu dir lo senza pensare anche a la a l e c sempre
un esagerato che pensa a laggi. Normali vicissitudini della vita,
piccole vicessitudini, ini, ini. E un raro esempio di modestia non
pensare alle vicessitudone! Ci risiamo done una contaminaZione
inglese done = fatto, ma fatto cosa? Cosa vuole lo Zione che non si
fa mai sentiRe, SentiDo, sentiMi. uno zione veneziano: Mi senti?
Senti il profumo del maRe, ma Do., maMi.. quaranta nott, quaranta
d Lo Zione ama la musica e ama cantare. Un po nostalgico per la
veRit. Santa Rit, pensaci tu. O sei occupata tu? Tu tu tu...
Fortuna che il mare offre altre distraZioni. La parentela non finisce

mai, la trovi ovunque: al mare, in montagna e in colLina. Ecco una


Lina che ama stare sui rilievi, purch vista mare. Che ci volete
faRe..faDo, faMi il solito spaccone milanese!! Lestate una
stagione musicale e rallegra il cuore dei villeggianti che sognAno e s
perch ci vuole culo con questa crisi ad andare in vacanza. Beato chi
ci va. Ma v!

2- la Domenica sportiva

Giocare la schedina del calcio una consuetudine comune a molti


italiani: Ma non tutti giocano nello stesso comune, anche fuori dal
comune. Infatti voler vincere senza giocare una cosa fuori dal
comune. Eppure c chi lo preTende. E pensare cosa ci sia prima delle
tende sempre una scommessa, come per le pre Bende, che non
richiede per il gioco della schedina. Basta fare una passeggiata lungo
il corso per verificare. Non bisogna sottovalutare il rischio:
camminare lungo un corso sempre pericoloso: pensate a Napoleone
e cosa fece. Io feci la storia lo dice che a un certi punto fu
accomunato ad una merda e isolato su un sola. E se si chiama isola
una ragiona c: sola in mezzo al mare, ossia tra ma e re c un
isola sola. Sono le intuizione della domenica che lasciano libero il
cervello dalle preoccupaZioni del lavoro. Gli zioni non mancano mai!!
Sono parenti premurosi e se non osi non li incontri mai, anche se la
domenica appare essere il giorno adatto. Essere o non essere
Shakespeare non giocava la schedina la domenica ma aveva anche lui,
evidentemente, uno zione. Cosa c di meglio di una domenica sportiva
che ti invita a mollare. Ti sdrai sul letto e questo si smolla a causa
della molla, solo perch domenica. E tu stai solo con la molla.

Ascolti la radio e diventi radioattivo fino a che non si consuma la


batteria. Hai voglia a vedere finire le pentole e i pentolini i lini:
quelli s che durano millenni; basta vedere quelli che avvolgono le
mummie! Ora sai cosa c prima delle bende: legiziano mummificato!!
Le batterie di pentole oggi con sono pi quelle di una volta, anche
perch le volte fatte con le pentole sono tutte crollate sotto il peso
degli anni. Al punto tale che oggi quando vuoi sapere quanto pesi
basta dire let. peso 50 anni! Bella cifra. Chiss quanto hai dovuto
aspettare per arrivare a pesare cos. Questione di pazienza. Ecco
che ritorna la contaminaZione linguistica, con i parenti che non ti
staccano mai; hai voglia a stare appeso sul muro la domenica ad
ascoltare la radio: se non ti staccano i parenti chi ti stacca? Ti
considerano una tacca di uomo. E poi dicono che non servono.
Servono, servono se sono camerieri. E questo lo si pu constatare
solo se vai al ristorante. Ante litteram ti verrebbe da diRe. Il
ristorante si trova davanti ad un umanista ? Verificare!

3- Shopping

Vai a fare la sPesa!! La moglie non intende discutere: ti manda a fare


la sPesa anche se tu ti lamenti che pesa: E lo dici anche al garzone di
bottega: Pesa bene quella roba. Tocca pure sopportare la risposta
sgarbata: Ma se non pesa! Di cosa si laMenta? Io non ho chiesto
la menta E poi se non pesa io non pago!! Laria fino ad ora, mi pare,
ancora non si paga!! . Inutile replicare, nemmeno con un plico
indirizzato al garzone avresti ragione. Ecco, tutto questo che pesa:
metterlo in una sportina non so se reggerebbe. La sportina assai

modesta: non veste i panni di un atleta di grido, perch non urla e fa


uno sport minore, la sportina ed la controparte maschile dello
sporTino. Si chiama Tino. In quella famiglia avevano poca fantasia nel
mettere i nomi: e con la fanta, forse con qualche bollicina, il cervello
gira pi svelto! E sempre una fatica fare la spesa. Devi andare su;
devi andare gi mai che ti tocchi andare di lato. Certo che toccarsi
di lato potrebbe essere sconveniente. Ma occorre fare attenzione
quando si fa la spesa: prendere cose convenienti piuttosto che le
sconvenienti. Probabilmente questo inconveniente dovuto alla scarsa
confidenza che si ha con la geometria. Eppure se veniente prima o
poi la incontreRai; purch tu paghi il canone. Il canone un grosso e
famelico doberman che vuole assolutamente il pagaMento. Il mento
che vuole essere pagato deve essere una anomalia anatomica. Colpa
della radioattivit dellatomica sullanatoma? Se spegni la radio non
paghi il canone: E semplice. Ma per la gente la cosa appare
incomprensibile... pare che dipenda dalla bile che non si comprende,
non riesce a discutere con se stessa? La conVenienza prima o poi la
incontrerai, dicevo, bisogna attendere che venga. Daltronde chi
che non ha mai chiesto di scontare quando va a fare shopping? Io,
per esempio, ricordo di aver chiesto ad un commesso: Mi sconta? e
lui mi ha dato soddisfazione: Suno, sdue, stre, squattro
Insomma, ha cominciato a scontare ma lho dovuto fermare. Gli ho
detto: Non arrivare a sotto, altrimenti potresti avere problemi con
la direzione. Vendere sottocosto di creerebbe problemi! E lui mi ha
ringraziato dicendomi: Io sono commesso, e qualche volta ho
commesso lerrore. E che gli vuoi dire se il commesso ha commesso?

4- la politica

Si sente sempre pi spesso dire che la politica ha stancato. E vero?


Non vero? E falso non falso? Se non vero e non falso, allora
vero ed falso. Le parole bisticciano tra loro: bisticci ano. Si
prendono per il culo!!! Cos i politici che bisticciano tra loro ma
prendono per il culo noi: Un ossimoro? Non so se era uno dellAfrica,
ma un osso moro fa sempre impressione, ti pesa, ti fa pressione e
questo ti allontana dalla politica: la Realpolitik, la realpolitak..
insomma qualcuno si riempie la bocca e si rinfresca lalito. Rin
frescarsi, significa frescarsi ancora di nuovo, cos come rin
coglionire significa coglionare di nuovo. E questo un obiettivo della
politica deffetto, quella che pare venga dritta e poi fa lo scarto
allultimo momento. Una deformazione ultima che interessa ancora il
mento. Pare un monumento! Si sente dire spesso ( E pare sia molto
difficile sentire fino) Probabilmente la deformazione una
informazione distorta che pare vera, ma falsa. Una bugia in
formazione. Vai poi a scoprire se il politico dice la verit. Ma ci
avete mai fatto caso? La Veri TA! T, t!! Una parola che sembra
dirti: Chi, beccate questa TA!! Non si pu replicare a causa del
costo. La verit costa sempre dirla. C gente che a dire vere bugie
si arricchita. Come i politici di razza. Una razza di figli di mi.
Che fa rima con pagnotta. Daltronde ognuno di loro cerca di
sopravvivere. Vivere sopra. Sopra a chi? Sopra a cosa? Se poi
consideri quelli di stazza superiore, oltre a stare sopra pesano pure.
Ma questo il prezzo che dobbiamo pagare se vogliamo che la politica
ci gestisca. E paghiamo con la tassa!! Infatti si lamentano i tassi: gli
portiamo via tutte le loro donne e cos i tassi aumentano e sebbene le
tasse non diminuiscano questi non sincontr ano. Ecco che la politica
ci piglia per il culo nuovamente!! Seee, pare una cosa frutto di mente
nuova, in realt un modo di fare della politica vecchio. E il frutto

cha pure losso! Si dovrebbe dire vecchiamente infatti


unabitudine mentale vecchia, ma con la riforma Fornero questa
abitudine non andr mai in pensione! Fornero, Calzorero, Farmacero,
Lattero, Tabacchero la contaminazione della crisi spagnola. La
politica ha compromesso diversi Stati. Che in passato erano stati, ma
ora sono. La Spagna come lItalia Stato. E uno si chiede: Ora
cosa ? Chiss. Dobbiamo aspettare che la politica faccia il suo
lavoro. Sperando che non lo faccia fare agli altri!!

5- La meteorologia

Cosa la metereologia? E la scienza del tempo che cambia in


funzione del tempo. Pensate i misteri della scienza: il Tempo che si
misura da solo e se non ci riesce si rabbuia si arrabbia. Le nuvole
ad orologeria, la pioggia ad orologeria. Tic Tac Tic Tac, fa il
barometro a carica a molla. Misura la pressione se lo carichi. Se
scarico la lancetta rimane gi, depressa. Essendo scarica non
impressa; manca la pressione. Certo che un barometro che depresso
ti impressiona. Sono quelle situazioni tipiche dove c uno strumento
che si vanta di fare pi cose e questo vorrebbe fare anche le foto;
vorrebbe impressionare. Bah! Comunque, per non uscire fuori tema,
senza tema di sbagliare, come gli studenti allesame di maturit: non
vorrebbero avere il tema per non sbagliare e fare buona impressione,
invece, in quel caso avremo bassa pressione e non occorre prendere la
pasticca. Vedete come tutto ritorna? La Pasticc, la Pastacc, PasticPastac... Tic-Tac. C sempre di mezzo un mezzo ad orologeria.
Domani nebbia in val Padana! Infatti occorre guardare lorologio per
sapere quando verr la nebbia domani. Metereologia, geologia,

biologia, mineralogia, batteriologia tutti cose in cui il Tic Tac ha una


ragione fondamentale. Qualsiasi batterio, per esempio, va tenuto
sotto controllo perch con il tempo potrebbe diventare pericoloso.
Fondamentale lorologio in queste scienze! Tutti speriamo nel bel
tempo. Soprattutto a Bari dove ho un amico che spera tutti i giorni ;
fa il vongolaro che non ha nulla a che fare con il gondolaro. Per tra
il nulla da dire e il nulla da fare c di mezzo il mare. E un nonnulla,
ma ci vuole poco. Sono ambedue accomunati dal mare: lo hanno in
comune. Anche i Milanesi vorrebbero avere il mare in comune, ma il
sindaco non ci ha ancora pensato e i Milanesi debbono accontentarsi
delle piscine. Ma in piscina ci vai se il tempo bello. Ecco quindi che
con coerenza ritorna in campo la meteorologia. Una meteorologia da
campo, molto ruspante ma di ottima carne, nel senso che ti rimane
del buono in bocca. Per non tirarla troppo lunga, altrimenti si rischia
di deformare la scienza in metereoooooologia e avremmo poi i
tempoooooorali, i fulmiiiiiini, la tramooooooontana e non conviene a
nessuno, perch se facesse freeeeeeddo sarebbe difficile trovare un
cappoooooootto e un ombreeeeeeello per difendersi
adeguaaaaaaaatamente. Quindi, accontentiamoci di quello che passa il
convento, sempre che il convento passi, altrimenti, aspettiamo un
monastero.

6- il gossip

C una certa fetta di societ che campa sul gossip. E la soc che viv
sul gos. Gossip significa pettegolezzo e per sua natura, lo dice lo
stesso pettego lezzo, emana un forte odore nauseabondo, un lezzo di
odore. Il gossip puzza? Pettegolare puzza? Dipende dal dopobarba e

dal tipo di sapone intimo che uno usa. I numeri sono cose pulite e non
si sentono in solitudine, come il gossip ci vorrebbe far intendere.
Pensate a cento: cento uno in una stanza che si divertono. Mi dite
come fanno a soffrire di solitudine? Linguacce invidiose di certi due o
tre che vorrebbero mettere zizzania nei cento uno. Io sono stato a
Cento e, stranamente, sulla strada Bologna-Cento chiesi ad una
pattuglia di polizia se andavo bene a Cento; mi dissero di s, ma poi
quando superai gli ottanta mi fermarono per farmi la multa. Questa
quella che si dice e se lo dice da sola, una discrepanza. Il brigadiere
della polizia infatti aveva una discreta panza. Dovevo sospettare che
sotto cera del marcio ( chiss da quanto tempo non si faceva il bid)
e dovevo diffidare. Ma ero sprovvisto di diffi e non li potei dare, per
cui dovetti subire . Sub ire, ossia andare sotto. Infatti, dopo la
multa andai sotto con i soldi; avevo solo il sufficiente per fare andata
e ritorno. Non feci il ritorno. E quella giornata potei affermare
andata!. Ma credetemi, non volevo fare del gossip: io non appartengo
a quella fetta!. Ma dobbiamo sopportare in quanto c sempre quel
numero deficiente, uno, che gli piace spettegolare, gossip pare,
slinguacciare, scassare. Are, ere, ire la terza declinazione sempre
quella che va ed destinata a sub ire, Mentre la prima una gran
lavoratrice, ama sud are, infatti paradossalmente napoletana e
ama sudare, non per la fatica, ma per il caldo. Poi le cose sono come
le ciliegie: una tira laltra. Una volta chiesi un chilo di ciliegie me ne
tirarono cinque chili. Meglio rimanere sui grammi. Nobili personaggi
che appartengono alla storia, la storia del chilogrammo. Erano obesi e
riuscirono, mediante sacrifici enormi, a dimagrire. E la storia di chi
ha buona volont e riesce in tutto quello che decide. Io decisi ma non
riuscii; ci provai ma si mise a piovere e decisi che forse era meglio
non ri uscire. Infatti nessuno potr mai dirmi che sono pigro, al
massimo sono. E non questione di gossip.

7- lettura al mare

Cosa c di meglio che leggere sotto lombrellone, sdraiati e


spaparanzati? Prova a sdraiarti sopra lombrellone: non ci si riesce.
Non c nulla da fare!! E leggi male. Occorre sacrificarsi e restare
sotto. Ma sotto c lombra e uno se va al mare non certo per
prendere lombra, ma il sole. Limportante stare al mare da sole
che se stai in compagnia eccoti lombra. E come fai a leggere se stai
in compagnia? C chi ti chiede, c chi ti dice; c chi non c. E chi
non c in questi casi sembra essere la migliore compagnia. Tanti
vorrebbero andare al mare con chi non c. Ma non lo trovano cos
facilmente. Prova a chiedere ad un amico o ad unamica per telefono:
Ci sei?, quella o quello ti risponde: Certo che ci sono!. Fai meglio
a chiudere l, poich sei certo che non ti sarebbe possibile leggere al
mare. La cosa pi fastidiosa che ti verrebbe voglia di non leggere.
Ma ti pare possibile doversi arrendere in questo modo? Io cosa posso
consigliare: Se non conosci altro modo non lo so che dirti Ma
questa la maniera? forse quella ma chiss chi lo sa. Per Bonolis
sarebbe pi facile perch quando uno non va bene lui dice Avanti un
altro!. C sempre qualcuno pronto a tradire per soldi. Ecco che il
mare diventa unavventura; sopra o sotto non importa basta divertirsi
e rilassarsi. Se poi riesci a leggere tanto meglio. Ma attenzione!!! Se
una moglie, mentre sta sotto, legge, allora dovremmo porci qualche
domanda. Anzi per non fare la figura dei porci sarebbe meglio che a
porci la domanda sia il marito. Mia moglie legge quando sta sotto?
chiede. Eh! Non bello! Non bello! Questo vuol dire che la vacanza
al mare proprio vero che nasconde insidie, mille tentazioni e tu,
marito sei diventato meno interessante del libro. Non resta che
rispondere. Sempre se di libro si tratta. Perch alcuni mariti si sono
lamentati che quando le mogli stavano sotto non facevano altro che
spedire SMS. Questo il prezzo della modernit, E ci lamentiamo poi

che noi, italiani, leggiamo poco. Dovremmo amarci di pi. Infatti la


moglie di un mio amico quando stava sotto non faceva altro che
spedire SMS per dire alle amiche di quanto era felice di essere
amata. E il gatto che si morde la coda!! Comunque con un po di
croccantini smetter di mordersi la coda. La fame brutta!! Meglio
una giornata al mare a leggere.

8- Parole che scivolano

La mia una riflessione sulle parole che ogni giorno tiriamo fuori.
Prova a pensare alla parola scivolare e ti rendi conto che se tu
dicessi civolare finiresti per non capire, sei sicuro che rimani dritto
per; ma poi realizzi come sia la esse a rendere scivolosa la parola,
o verbo, civolare. Controprova la parola, o sostantivo ci.
Provate ad andare sulla neve con ai piedi un paio di ci. Rimarrete
piantati come abeti, immobili. Ecco che se non usate la esse gli ci
non servono a niente. Per questo invece di usare la civolinaper
scivolare consigliabile usare la scivolina. Con la esse, con una
semplice esse avrete le vacanza sulla neve assicurate.
Ma tante sono le parole che ci fanno impazzire se non usate
correttamente. La stessa parola ( meglio usarla sempre senza
esse per non scivolare sui concetti ) invita ad usare una mente
corretta, altrimenti avremo solo guai interpretativi. Interpretare
chiaro che una azione che avviene tra preti; inter sta per tra,
quindi una azione clericale; una di quelle azioni che dalla propaganda
di sinistra vengono osteggiate. Provate ad inter pretare lazione di un
politico di sinistra e vi accorgerete quanta reazione provocherete,
Poich ad ogni azione corrisponde una reazione ( terza legge di

Newton, ma visto che sono trascorsi trecento anni, ora Oldton)


ecco che la legge della fisica torna ad essere la protagonista
principale. Ma anche un po snobista, poich usa la parola princi
pale, ossia un anglicismo che sta a significare un principe pallido,
ossia pale. Questo il principio ossia il pio principe che vive in
ascesi perenne, anche se ascesi inizia con a Ma questo ti per
mette di comprende come il sangue blu voglia azioni nobile che non
lascino dubbi a inter pretazioni. Vedete come la santit, collegata
allascesi di un pio principe, anche se pallido, provochi il ritorno della
coerenza dialettica? Questa vuol dire semplicemente, in apparente
antitesi con la corretta mente di prima, che lazione pu essere inter
pretata dal princi pio nella sua princi pale formazione. Limportante
com prendere, pi che com dare.

9- Larte contemporanea

Quanti pittori, quanti artisti, quanti sognatori tra questi quelli che
pi mi intrigano sono i sogna tori. Che ci troveranno di interessante
nel sognare i tori? Cosa c di creativo? Mi chiedo: Hanno a che
fare con i conta tori? Con gli ammaestra tori? Con i preda tori?
Certo che questultimi hanno una ragione naturale: predare i tori per
mangiarseli. E una questione di sopravvivenza. Ma i conta tori?
Suvvia! Dobbiamo ammettere che qui c della paranoia. La Para Noia
ha a che fare con la Meta Noia? No Ia, esattamente la met della
Noia, ma non ci caviamo alcun ragno dal buco, anche perch ogni
tanto anche i ragni preferiscono cambiare casa. Mia zia una volta ne
trov uno dentro una scatola di scarpe. Le Scarpe sono carpe che
scivolano via. La esse anche qui indicativa. Provate a pescare una

scarpa, ebbene, nonostante la esse non scivola come la carpa che


non ha la esse. Queste sono le contraddizioni linguistiche a cui
siamo sotto posti. Unaltra angheria linguistica che manca di rispetto:
ti pone sotto per affermare la sua supremazia. La Zia suprema della
lingua italiana. Dopo il padre della Lingua, Dante Alighieri , ecco
spuntare anche la zia. Ma questa arte contemporanea, arte che dal
nulla fa emergere sostanziali strutture che vengono poi chiamate
installazioni. La Zia e gli Zioni, sono i parenti prossimi dellarte
linguistica e visiva. Tutta pare avvenire in famiglia avvenire ma
larte ha un avvenire? Questa la domanda che tormenta le menti
eccelse della critica. La mente tormentata dalla tormenta della
domanda. E questa rappresenta una evoluzione meteorologica della
espressione artistica. E s perch rappresentare il tempo nellarte ci
vuole tempo. Come lo fai? Con un orologio? Con un calendario dipinto?
Come lo fai? Larte per se stessa un mistero!! Per gli altri no. Se
una cosa bella bella. Se fa schifo fa schifo! E iol chifo che
scivola via? Ma larte anche testimonianza del tempo in cui
creata. Rappresenta la cultura dellessere artista. E noi dobbiamo
accettare questa affermazione. Se sei boscaiolo la accetti meglio; sei
abituato a tagliare i tronchi, ma se non lo sei? Sette? Otto? Chiss,
Forse un domani lo accetteremo anche noi., quando ritorneremo alla
natura e diventeremo tutti boscaioli!!
Per ora non ci resta che esserne dei promotori. Forse, accomunati ai
sogna tori o ai conta tori riusciremo ad incarnare il sogno della
bellezza e la speranza del do mani. Anche se saranno tre, ostrega,
andaria bn lo stesso ci!!

10 - I rapporti sociali

Tra uomo e uomo, tra donna e uomo, tra uomo e donna, tra donna
uomo e uomo; tra uomo donna donna uomo; tra adulto e bambino; tra
bambino e adulto; tra adulti; tra bambini e bambine; tra bambine a
bambini questi sono i rapporti sociali. Quante combinazioni! Ma che
combinazione! lo avremmo detto o esclamato anche noi una volta
incontrando un amico, o un amico incontrando noi noi e un amico
Questo il bello del rapporto sociale. Siamo quindi tutti soci per una
ragione sociale? Certo. Membri? Non tutti, ci sono anche le donne:
Comunque soci si! E la ragione sociale. LUomo non pu vivere da
solo: un animale sociale. Per questo alcuni soci trattano male altri
soci: li trattano come fossero animali. La societ non pu essere a
responsabilit limitata. Se la deve prendere tutta, almeno come una
societ morale. Le azioni sociali determinano la qualit della stessa e
ne rafforzano i rapporti interpersonali. Questo da manuale. Ecco
perch nei rapporti sociali sempre consigliabile non arrabbiarsi. La
bile non riesce a consigliare la temperanza e la mansuetudine.
Preferisce rimanere rintanata. Per questo un personaggio bilioso si
mette al di fuori della societ. E dinverno non raccomandabile. Lo
raccomanda la bile che ti invita ad uscrire mentre lei se ne sta
rintanata. Per non risentirne. Ne sente tante che non gli va pi di ri
sentirne. E il rischio sociale. Ogni realt antropica ha i suoi rischi:
azioni sballate portano guai conseguentemente. La mente consegue
lazione. Dovrebbe prevenirla pi che seguirla. A che serve ragionare
dopo aver combinato un guaio? Combinare un guaio non cos semplice
come combinare un appuntamento tra uomo e donna, tra donna donna
e uomo; tra adulta donna e adulto bambino Ci sono dei bambini che
ragionano come adulti: sono i famosi bambini adulti. Hanno baffi e
barba adolescenziali ma la voce roca. E ne dobbiamo tener conto in

una societ: una societ senza conto perde di vista le azioni e la


qualit della stessa si svaluta. Una valuta scivolosa?
Concludendo, concludindo, concludando per terminare musicalmente con
mente musicale, dobbiamo ricordare ere ire che la declinazione sociale
delle azioni passa attraverso una attenta economia comportamentale.
La mente e il comportamento, un aspetto anatomico particolare
assieme allassembla mento ci ricorda come solide debbano essere le
azioni tra persone ( pron. persuan) anche di nazionalit diversa dalla
nostra.

11- La scienza e il futuro

La qualit della vita dipende anche dalla scienza: le scoperte in campo


medico, per esempio, sono costantemente raffreddate, ed per
questa ragione che la ricerca medica non si stanca mai di
approfondire la nemesi del raffreddamento. E il mento che rimane al
centro dellapprofondire, ma dire alla prof che si raffredda potrebbe
causare una specie reazione a catena collegata alla conseguenza delle
collateralit legate al problema stesso . Occorre sempre fare passi
con prudenza, tenendo presso di s una pomata lenitiva del prurito
che, comunque, non gioverebbe allo scopo di ottenere una piccola
reazione a catenella. Lazione del re appare prioritaria nei confronti
della massa e del volume. Una azione rimbombante farebbe male alla
massa: abbassare i toni!!! E gente di nome Toni farebbe bene a non
farsi vedere in giro specialmente se sono alte pi di un metro e
settanta. Tutto andrebbe quindi rapportato ad una campagna medica
dove i frutti che si raccoglierebbero sarebbero idonei ai contadini ma
non al mercato al minuto. Le cose fatte in grande sono pi adatte al
mercato allora e quindi allora che dovremmo capire per abituarci,
ma anche abituarsi, abituarvi, abituarli, abituarmi in prima persona.
In seconda persona o in terza o, addirittura in quarta andrebbe
forte, troppo forte per essere utile. La scienza, si dice, al servizio
delluomo. Belluomo! Il vizio ormai cos dilagante che gli
riconosciamo anche il titolo di baronetto: ser vizio. Baronetto, un
piccolissimo baro dal peso di un etto che si intrufola dappertutto per
contaminare la salute pubblica. Un baro che ama minare contando le
ore che mancano. Ecco perch quando arrivarono le sette di sera mi
accorsi che dalluna mancavano sei ore: colpa de baro. Ma tutto serve
per misurare il polso alla situazione. Una situazione con un braccio e
un polso. Brutta situazione che rimasta con un arto solo. Chiss che
depressione, causa della solitudine, per quellarto. La qualit della

vita quindi legata alla scienza e se la depressione un male comune


dovremmo difenderci dal brutto tempo che sempre causa di una
depressione. Ecco perch molti sono tristi quando piove o c la
nebbia. Ma con la nebbia non si vede nulla; non si vede nemmeno
lora. Che ore saranno? Chiss, c la nebbia. Appoggiamo quindi la
ricerca scientifica, se vogliamo vivere bene, aiutandola anche con
lotto per mille; regaliamo un ottomila alla ricerca e ne gioveremo
tutti quanti. Ma anche ne venereremo, ne martereremo, ne
saturnereremo, ne remeremo perch la salute passa anche con
lesercizio fisico. Una camminata allunga la vita, ma senza esagerare
ere ire. Un mio amico pi camminava pi doveva farsi allungare i
pantaloni. Leccesso danneggia: stare troppo al cesso fa venire
lemorroidi. Per questo la medicina per la qualit della vita
indispensabile, Ma solo della vita? E il torace? E le spalle? Il collo?
Perche la scienza non fa niente per queste altre parti del corpo e
pensa solo alla vita? E la ricerca che diventa cos fattore
indispensabile, un fattore che se non ci fosse, ci chiediamo, chi
gestirebbe la fattoria? La ricerca un continuo saltare nel buio:
prima o poi sbatti il muso nellignoto e lignoto lo conosciamo come un
evento che fa male. Bisogna stare attenti quando si ricerca: la
ricerca per la vita come un girovita che gira perch vuole ricercare
il punto di partenza e di arrivo. E il giravite non ti servirebbe per una
vita sola. Non facile, non assolutamente facile; solo una mente
assoluta ha la presunzione di dire: io ho la soluzione! E allora faccela
vedere questa soluzione. Cosa una soluzione idrolitica? Una soluzione
neutra? Acida? Se fai la ricerca devi anche mettere le carte in
tavola. E una cartomante lesempio vivente dellonest. Una
cartomante morta non sarebbe un buon esempio.
Dobbiamo dircela tutta: la ricerca e la scienza medica migliora la
vita, ma spesso tralascia di dire degli effetti collaterali.

12 - Riflessioni alla luce del sole

E proprio il sole che mi stimola a riflettere che non mi sarei mai


aspettato Infatti, a pensarci bene: io non mi sono mai aspettato!
Anche perch non mi sono mai dato un appuntamento. Fossi matto,
poi punzecchiare il proprio mento da scemi, fossi stato un sarto
che usa spilli e aghi per necessit, beh, forse, ma non lo sono.
Comunque , in fatto di riflettere poi una cosa ricorrente: io che
rifletto; che restituisco indietro qualche raggio, solare o lunare, o
semplicemente quello di una lampadina. E una scoperta recente.
Continuando per sul sentiero della cogitanza ecco che mi ritorna in
mente una di quelle situazioni che non trovano apparentemente
soluzione. Mi riferisco al fatto che il sole pu dare alla testa.
Ebbene, molti si sono interrogati ( se davanti allo specchio non lo
saprei dire) del fatto che il sole dia solo alla testa e non alle spalle,
alla schiena o ad un semplice ginocchio. Eppure una spiegazione
dovrebbe esserci ed qui che la matassa si ingarbuglia, poich
esserci efferci emmerci o epperci offrono una variegata
quantit di supposizioni che praticamente allontana ogni risposta. E
questa condizione multivalente offre il rischio di partire con il piede
sbagliato. Nonostante io stia sempre attento a non prendere un piede
che non sia quello adatto. Eppure capita. Si sente spesso. Colpa della
secolarizzazione della chiesa? Fra intendere sempre che ne combini di
tutti i colori, ma io credo che dopo il Beato Angelico sia difficile a
trovare un frate pittore di qualit. Ma stare alla luce del sole
indispensabile, dicono, per una particolare funzione fisiologica. Per,
sinceramente a me capitato raramente espletare le mie funzioni
fisiologiche alla luce del sole; certo esaltante.. allaria aperta... il
vento che disperde la puzza ma sono condizioni difficilmente
ripetibili. E questo dispiace, perch lenergia del sole disponibile
gratuitamente, non occorre pagare alcunch. Fa parte, dicono, delle

energie rinnovabili. Sinceramente faccio fatica a credere che il sole


si possa rinnovare ; troppo grande per manipolarlo e poi scotta. Ma
lasciamo che ci pensino gli altri, quelli che hanno gli strumenti per non
scottarsi. Tornando alla nostra riflessione, con luce o energia
rinnovabile che sia, non si pu tralasciare il concetto che lenergia
consuma energia. Vale a dire usando energia si ha un consumo di
energia e, si insegna, che lenergia si trasforma in calore. A parte il
fatto che non ho incontrato alcuna insegna che mi avvertisse di
questa condizione fisica; ma se vero che lenergia si trasforma in
calore, allora il sole che scotta perch ha molto calore un rifiuto
antico di energia. Qualcuno, qualche miliardo di anni fa deve aver
usato qualche fonte di energia e il calore che si formato si
concentrato in un sole. Ma il controsenso non si ferma qui: io ho
sentito con queste orecchie ( ho provato a usare quelle altre ma non
ho sentito nulla) di gente che diceva, stando sdraiate al calore del
sole: Come mi senti energico! Il sole fa bene, ti mette energia!.
Vedete? Il sole che sarebbe energia che si consuma e si trasforma in
calore, trasmette energia, allora il calore energia e quindi non c
consumo. Sar una questo di lotta tra le idee? Con sumo o senza
sumo, non saranno i soliti giapponesi a insegnarci che lenergia si
consuma: al massimo scoppia. Lo hanno vissuto sulla propria pelle. Il
tempo far giustizia. Occorre quindi stare attenti allorologio nelle
aule di un tribunale. E attendere.

13- Parolando

Come gi detto, io parto sempre con il piede giusto; infatti prima di


uscire di casa controllo sempre che il piede destro si a destra e
quello sinistro sia a sinistra; per quanto riguarda le mani, queste, tra
loro non si parlano. Ed tutta unaltra cosa. Ma quello che pi a dir
mi preme, e debbo confessare che comincia anche a darmi fastidio il
sentire che preme su un posto che comincia ad arrossarsi, che le
parole sono come le ciliegie: una tira laltra. Fino a che ti dice bene.
Quando invece cominciano a tirare parole come: pietra, bottiglia,
scarpone, mattone, martello, seggiola, piatto allora le parole fanno
male, specialmente quelle composte come: ferro da stiro. Urca se
fanno male! La parola uccide pi della spada ed vero. Una volta
sono stato sul punto di soccombere quando un ex amico mi disse: Se
non mi ridai indietro i 50.000 euro che ti ho prestato ti ammazzo!.
Ecco, queste sono parole che uccidono. Ma anche lassonanza
composita non scherza. Infatti ci sono battute che fanno ridere
mentre altre fanno piangere: Io sono stato picchiato dagli animalisti
perch stavo facendo una battuta di cani e gatti. Dopo avermi
picchiato mi dissero: Le battute sui cani e sui gatti fanno ridere e
non quelle di cani e di gatti! Allora ho capito che la differenza tra il
ridere e il piangere dipende tutta dalle proposizioni articolate! Misteri
del parolaio, anzi del parolando. Fino a che ti chiami Buzzanca o
Fiorini il Lando va bene e ti fa anche ridere, ma quando si tratta di
Lando Paro occorre stare attenti. E se il Paro Lando militare,
allora, occorre stare sullattenti: non ci sono molte vie duscita.
Eppure quelle di entrata si trovano pi facilmente. Lo dice la parola
stessa: mente facile, mente agile ad entrare, ma difficil mente che
si esce. Sono situazioni linguistiche imbarazzanti: ci entri ma non ci
esci. Hai voglia a parlare del pi e del meno se poi il per e il divisore
se ne hanno a male. Voi direte che poi una questione di abitudine:

Pu darsi, ma anche pu non darsi, perch la lingua come una bella


donna: pu darsi e pu anche non darsi. Me lo diceva il nipote della
Lingua italiana, tale Manzoni, che lo seppe da un parente lontano, che
lo seppe dal padre della lingua, tale Alighieri. Ma il parente era cos
lontano che nemmeno ad urlare cap cosa intendesse dire. Le
dimensioni parentali sono importanti: affrontare una situazione per via
parentale a volte impegnativa. Ci vuole limpegnativa del medico che
ha confidenza con le vie parentali. Uno pensava che fosse il notaio.
Una volta!! Ma anche due e tre volte volentieri. Tutto dipende dalla
finalit che il medico si propone. E dal paziente. Eh, non facile,
nemmeno per una mente assoluta; assolutamente!!

14- Le ferie estive

Ci stanno bombardano di notizie che solo tre italiani su cinque vanno


in ferie. Ma che siamo rimasti cos pochi ad essere italiani? Le
statistiche sono sempre ingannatrici e vanno prese con le pinze. E le
tenaglie? Perch non le usiamo mai con le statistiche? Perch lo
dicono le stesse statistiche: 5 italiani su 9 prendono le statistiche
con le pinze, gli altri se ne fregano. Fregarsi che differenza c con
sfregarsi? La differenza sta nel fatto che si pu essere
menefreghisti e non menesfreghisti. Infatti chi se ne menesfrega
finisce al pronto soccorso per eritema cutaneo acuto e in tempo di
vacanze questo fa perdere tempo e basta. Lestate il tempo
dellindifferenza: tutti i problemi passano in secondo piano:
attenzione, non al secondo piano, poich se abiti a pian terreno
difficile spostarli. Eppure c gente che non rinuncia ad arrabbiarsi in
vacanza se ha il problema che il cameriere ha portato la frutta

rancida, o il pollo che puzzava. Ma sei in vacanza!! Rilassati!!! Forse


siamo abituati ad essere troppo impegnati e questo prima o poi lo
paghi. Specialmente se si impegnato con la moglie il pagamento
continuo : Caro, guarda che bel vestitino Caro hai visto che gioia
di gioiellino? e cos via. Ma la cosa sempre a senso unico. Avete
mai sentito in vacanza un marito che dice alla moglie: Cara, guarda
che bel avvitatore elettrico con la serie completa di punte!, Cara,
ma guarda questo set di chiavi inglesi che meraviglia! NO! Non lo
avete mai sentito perch la moglie non paga. Spesso ti ripaga, se le
fai un torto. Belle ferie! Allora godiamoci al mare i tramonti! Ma non
fatemi ridere, come si fa a vedere al mare i tra monti se i monti con
ci sono. Tutto piatto. E la prassi, non vi meravigliate. Occorre
assecondare la consuetudine. Anzi! Ti costringono ad atterzarla
persino. E nemmeno puoi pretendere, per una conseguenza logica, che
quando sei in montagna di vedere un tramare. Non te lo permettono!!
E difficile anche godersi le vacanze. La Vacanza vacante? Non ti
preoccupare, perch in citt c sempre una piscina. Ci vai e cerchi.
Cosa cerchi, ma quale cerchi, la piscina ad angolo retto, ed per
questo che dopo il bagno vai stitico se il retto ti fa un angolo; voglio
vedere ad evacuare angolarmente e liberamente. Mente libera? No,
evacuare libera la pancia e non la mente. Ma tutto nasce dal troppo
sole; vi ho pure detto che una jattura che il sole dia alla testa
solamente ( e solamente perch non la luna che d alla testa ,
altrimenti sarebbe lunamente) comunque, la mente che viene
sconvolta dal sole, sola mente, tant che uno dei frutti di questa
patologia astrofisica, lo abbiamo quando ti chiedono, per le ragioni pi
disparate ( dire: sparate, sparate, sparate te lo ordinano.) la
biografia. Poi tu glie la porti, magari scritta con la merda o con il pus
e loro cosa fanno? Si incazzano! Ma scusa, dico io, non volevi una
grafia scritta con materiale bio? E, ti assicuro biologico, perch
logico che si usa il bio per scrivere. No! ti senti rispondere. Dovevi

usare la biro! Ma allora mi prendete in giro? Ti viene spontaneo da


dire ( Dire: re, re, re, re ogni tanto ci prendiamo noi la rivincita e
ordiniamo qualcosa) Potevi dirlo prima che volevi una Birografia! .
Vedete come facile rovinarsi le ferie? Una volta ho visto uno che se
le rovinava di brutto! Aveva fatto dei graffiti sul proprio camper; si
mise a rompere i vetri del traghetto che lo portava sulla Costa
Smeralda; picchi i camerieri dellalbergo a 5 stelle a Palinuro. Ma
perch rovinarsi le ferie in questa maniera? Potevi scegliere altra
maniera, facendo agire la moglie, no?! Ma questione di maturit
complessiva. Specialmente ora che si parla di aumentare lIVA la vedo
male nel suo complesso la maturit. Ci sono istituiti universitari che si
fanno pagare per superare gli esami e con lIVA al 22% la vedo
brutta.
Godiamoci le nostre vacanze!! Perch, vi assicuro, godersi le vacanze
degli altri diventa sempre pi difficile. Lo dicono le statistiche.

15- Situazioni complesse

Ma in che stato ci siamo ridotti! Esclam uno dei Lillipuzziani.


Siamo stati costretti a farlo se volevamo entrarci tutti! rispose un
altro. Il problema ora la puzza! Non siamo lilli puzziani. Non
capisco perci, perche se il nostro lo stato di Lilliput, noi, suoi
abitanti, anche se siamo abipochi, dobbia lillipuzziare e non
lilliputtare. Me lo spieg mia madre intervenne ( venne tra uno
spazio e latro) un altro lillipuziano: Mi spieg che le per donne di
Lilliput meglio essere lillipuziane che lilli puttane. Meglio puzziare che
puttanare? Certe strade pendono per seconda ipotesi. Pendono anche
se sono in piano. E un mistero, un altro, della fisica. Sono quelle
situazioni complesse che mettono in imbarazzo chi le vive. Chi le

muore non ci fa caso. Eppure noi dovremmo fare una lista delle cose
complesse che ci imbarazzano. Non si tratta di razzismo nei confronti
degli Imba, ma solo per correttezza nei confronti di chi vuol vedere
chiaro in queste cose oscure. Accendete la luce! direte voi (rete,
rete, rete..) ma non cos semplice: una situazione complessa non
semplice. E complessa. Avete mai visto voi un piccione viaggiatore in
prima classe? No. Ebbene questa una situazione complessa. Avete
mai visto un benefattore aiutare un contadino in difficolt? Difficile,
bisognerebbe stare sempre vicino al contadino per vedere uno che
vuole bene al fattore. Si rischierebbe un triangolo. E questa naltra
situazione complessa. Sono queste situazioni che ci mettono in
difficolt. Bisogna difendersi, difenderno. E la scelta ultima. Il Sine

qua non della situazione. Occorre sempre capire dove situare lazione.
Questa una questione di manico!! Manico la struttura ridotta di un
manicomio. Queste situazioni complesse ci fanno impazzire, ma anche
impazzare. Eppure notiamo, specialmente se siamo al mare in estate,
che allinterno delle pertinenze, quindi le impertinenze, si possono
scoprire mille fattori e lo ribadisco: specialmente in estate quando fa
caldo e i fattori si spogliano. Sono fattori alfanumerici? O
Numeroalfici? Difficile dirlo ( dir la, dir l, dir qua) in queste
pertinenze complesse; specie di situazioni multi articolate che vanno
disarticolate, anche con metodi matematico-aritmetici come le multe
calcolate in base alla velocit di risoluzione. La mente geometrica o
anche dicesi mente geokilometrica se si supera i geomille metri, se
mente ci pone dinnanzi ad una difficolt in pi: trovare la verit! I
rebus sono pi facili, anche se regali; i bus per re vanno per
discendenza diretta. Il difficile la risalenza: se non se allenato, non
ce la fai. Bisogna nascerci, nascervi, nascersi, nascerti Pazienza!!

16- Il regno della competenza

La tenenza la casa del tenente; la maggioranza dove vive il


maggiore. Stranamente per, la nullatenenza disabitata, non ci vive
nessuno. Provate a chiedere al nullatenente: Dove abiti? Dove vivi?
e vi sentirete rispondere: Io non abito e non vivo pi con niente.
Questa la cosiddetta, ma anche coldetta, competenza daffinit
progressiva. Consiste nel mettere adeguatamente le cose al posto
giusto. Prendete, ad esempio, quella cosa e mettetela al posto giusto.
Eh? E difficile ? Quale il posto giusto per quella cosa? Ci vuole
competenza per saperlo, saperli, saper laggi e saper quaggi. Lo
spazio della competenza.
Questi discorsi li faccio non per condizionarvi, anche se in estate vi
farebbe piacere, ma per edificarvi, al massimo un monolocale, perch
le mie economie non lo permettono. Sono le sue econosue a poterselo
permettere e non le sue economie, perch se sono le sue come fa ad
avere le mie? Competenza ragionieristica, la pionieristica della ragione
stata messa a dura prova ancora unaltra volta. Deve essere un
passaggio lungo: un ponte con tante volte, ma cos tante volte che non
ce la fa pi. Le competenze stressano se non ben gestite. Gestare,
gestazione, la mamma delle competenze sempre in cinta, anche se
la cinta non ha pi buchi per reggersi. Ma la competenza nelle donne
autoreggente e lo sappiamo da tempo. Il quotidiano romano ci
informa spesso sulla dinamica. Lamica dice sempre allamica un
passa parola; fino a che non ti capita di passare la parole elefante:
Mi vien da ridere solo a pensarci, pensarfi, pensarzi
Tutto sommato e tutto sottratto il risultato va moltiplicato per il
dividendo E il cane che si morde la coda. E sincazza dal dolore. Io
come automobilista in coda mi incazzo perch il mio cane non riesce a
morderla questa coda. E allora gli dico: Ma che cane sei se no mi

mordi la coda!. E la fatica del vivere quotidiano. Per questo


preferisco il settimanale e il mensile, almeno cos il problema si
dirada ( rada,rada,rada). Torniamo al mare dunque, lungo la costa
c la guardia costiera che al largo non la trovi: ci vorrebbe anche la
guardia allarghiera, per coprire tutte le emergenze. Al mare le
emergenze rischiano, cos, di andare a fondo, per non emergere pi.
Sono le affondenze che preoccupano di questi tempi, con la crisi.
Cercare unaffondenza al mare costa molto, e fatica e impiego di
mezzi. La crisi non permette luso di interi, ma solo di mezzi e questo
rende difficile qualsiasi intervento. Meglio chiudere le finestre,
perch il vento tra uno e un altro pu seriamente compromettere le
azioni. E la crisi che morde non ti permette di comprare per mettere.
Ci possono aiutare quindi le competenze con le affondenze e le
emergenze. Le parvenze e le sussistenze non servono granch se non
vengono supportate. E bisogna, infatti e conseguentemente, portare
su le affondenze e restituirle al loro ruolo di emergenze. LItalia vive
bene con le emergenze; ci sono personalit che hanno le giuste
competenze per mantenere le emergenze. Sono i politici che fanno in
modo che si viva con continue emergenze evitando le affondenze e
questo rende lo stato delle cose accettabile. Anche per un legnaiolo.
Concludendo, la necessit di possedere le competenze impellente e
non c rischio di essere accusati di violenza sessuale.

17- Lidentit

Conobbi un uomo sulla trentina che non si lamentavano nonostante la


stazza del trasportato che saggirava per le vie della citt,
chiedendosi ad alta voce: Chi sono, chi sono, dove vado.? Era un
militare che viaggiava in incognito e per questo pass inosservato.
Inosservare vuol dire osservare ma non vedere. Se io inosservo la
televisione non mi accorgo che, per esempio, Grillo sta facendo una
proclame. Spesso conviene inosservare. Noi siamo quello che
mangiamo. Ma mi piacerebbe sapere che cosa mangia uno che si
comporta da stronzo. La propria identita la propria e non
interscambiabile, nel senso che io non posso essere te e tu non puoi
essere me, a meno che non ti presti la mia carta didentit. Avere
unidentit, essenzialmente, significa avere un documento di identit.
Volete fare una prova per verificare quello che dico? Ferma un
passante e digli: i song u frate e George Cloony!. Quello non ci
creder e vi chieder il documento. Noi siamo quello che dice il
documento. Siamo noi solo se siamo documentati. Probabilmente ci
potrebbero chiedere anche la bibliografia con la quale ci siamo
documentati. Infatti quante volte abbiamo sentito dire: Tu per me
sei come un libro aperto ma oltremodo sovente che costoro si
fermano a leggere la prefazione e quindi la loro conoscenza su di noi
superficiale. Occorrerebbe andare pi in profondit per conoscere
una persona: dalla superficialit occorrerebbe andare nella
sottufficialit. Se hai un amico che maresciallo, non potrai mai dire
che lo conosci poco: lui vive nella sottufficialit e non nella
superficialit.
Lidentit tutto per poter vivere appieno in questo mondo. Nellaltro
mondo non so esattamente come si viva e come ti potrebbero
chiamare. Essere per essere.. uguale essesseresse, ma forse sarebbe

meglio passare per lequazione: Essere o non essere, in quanto


siamo sicuri che non ci saranno risposte. E non essendoci, essendovi,
essendondi risposte, le identit verranno assicurate a soluzioni
future: soluzioni acide? Neutre? Basiche? Lidentit come una
operazione matematica o chimica? Sicuramente lidentit biochimica.
Noi, infatti, siamo una identit genetica e quindi biologica, per questo
quando uno fa lo stronzo non fa altro che esprimere se stesso dal
punto di vista biochimico e fisiologico. Andrebbe solo depurato.
Inoltre, a confortare la nostra tesi, che appare bisognosa di coccole
per quanto sconsolata , il peso e altezza, il codice fiscale, il PIN, il
numero della tessera sanitaria pendono a favore che lidentit
anche un soggetto alfanumerico. Io avrei preferito alfa romeo, ma
non si pot. Lamore pu essere un calesse, come qualcuno narr, ma
unautovettura ancora prematuro. Noi nasciamo da un atto damore,
ma anche dabionde o darosse; non ha importanza la matrice, tanto
che anche una provetta una matrice. Ma momentanea, poich una
provetta oggi una provetta domani pu anche darsi che la matrice
rimanga incinta e se ci accadesse ( non si comprende perche si deve
dare solo lacca e non anche una kappa kappa desse) accadesse,
dicevamo, ecco che realizziamo come la nostra identit si verr a
formare. Formare anche un po sfornare, se non accade che possa
essere uno sformare. In questo caso avremo una personalit distorta
e la nostra identit ne verrebbe a risentire? Bisogna chiederglielo poi
se lha sentito e risentito e risentito. A buon intenditore poche
parole.

FINE?
EDUCATO?
DELICATO? PER ORA!!