Sei sulla pagina 1di 12

GLI ESSERI VIVENTI

Caratteristiche e classificazione

Mappe concettuali sugli esseri viventi


1

Le caratteristiche dei viventi


1. Tutti gli esseri viventi sono formati da una o pi cellule. Una cellula una piccola
unit di materia vivente, circondata da un involucro, la membrana cellulare, che la
separa dallambiente esterno.
2. Gli organismi viventi percepiscono i cambiamenti dellambiente in cui vivono e
possiedono la capacit di rispondere agli stimoli. I cambiamenti dellambiente che
influenzano lattivit degli organismi sono chiamati stimoli.
3. Gli esseri viventi sono in grado di riprodursi, cio di produrre varie copie di se
stessi.
4. Gli esseri viventi crescono e si sviluppano. Per gli organismi formati da una sola
cellula, crescere significa aumentare le dimensioni di questa cellula. Gli organismi
formati da molte cellule, invece, crescono aumentando il numero delle loro cellule.
Inoltre, durante la crescita gli esseri viventi si sviluppano, cio raggiungono
progressivamente la struttura e le funzioni di un organismo adulto.
5. Per le proprie attivit, gli esseri viventi utilizzano lenergia che prelevano
dallambiente sotto varie forme. Le piante, ad esempio, trasformano lenergia della
luce del sole; gli animali, invece, utilizzano lenergia contenuta negli alimenti in cui si
nutrono.
6. Struttura e funzione La struttura la forma di un organismo, il modo in cui fatto;
la funzione il modo in cui un organismo funziona, ci che sa fare. Nei viventi - come
in una macchina - struttura e funzione sono strettamente legati e interdipendenti. Un
vivente non pu svolgere le proprie funzioni vitali se le proprie strutture non sono
integre e ben costruite. Ogni vivente spende infatti molta energia per costruire e
mantenere in ordine le proprie strutture.

Esseri viventi: classificazione e biodiversit

La biodiversit l'immensa variet di esseri viventi che popolano la Terra, viene


chiamata biodiversit. E' stata favorita dalla presenza di diversi ambienti e dalla
competizione tra gli organismi.
Ogni essere vivente diverso dall'altro perch ha cambiato l'ambiente in cui viveva
trasferendosi in un altro. Essendo i fattori ambientali, il clima per esempio, diversi da
posto a posto, gli esseri viventi hanno il continuo bisogno di evolversi e di adattarsi al
nuovo territorio. Cos gli esseri viventi hanno iniziato a popolare tutte le terre che
avevano a disposizione adattandosi ad esse.

Classificazione degli esseri viventi

La calssificazione l'ordinamento secondo determinati criteri. Nella classificazione si


adottano dei criteri uguali per tutti (oggettivi). La specie un gruppo di esseri viventi
che ha delle affinit morfologiche e vivono in un determinato ambiente in cui si
riproducono generando figli che ne possono riprodursi (fecondi).
Un individuo incapace di riprodursi si dice sterile.

Nella classificazione degli esseri viventi si passa dalla specie a gruppi pi ampi che
vengono formati tenendo conto non solo delle caratteristiche morfologiche e
funzionali, ma anche del progresso evolutivo. In organismi diversi si possono trovare
delle strutture omologhe (diverse fisicamente ma con la stessa funzione).
Secondo le teorie evoluzionistiche, le specie che ci sono sulla Terra derivano da specie
pi semplici che si sono evolute con il processo evolutivo che ancora in atto. In base
alle conoscienze d'oggi si sa che gli organismi vengono classificati in 7 gruppi detti
categorie sistematiche: la specie, il genere, la famiglia, l'ordine, la classe, il tipo.

Classificazione moderna

In base alla classificazione gli esseri viventi possono essere divisi in 5 regni:

regno delle monere --> appartengono gli organismi unicellulari procarioti


regno dei protisti --> appartengono gli organismi unicellulari eucarioti
regno dei funghi --> appartengono gli organismi pluricellulari eucarioti
regno delle piante --> appartengono gli organismi autotrofi pluricellulari
regno degli animali --> appartengono gli organismi eterotrofi pluricellulari.

Dai 5 regni sono esclusi i virus perch non hanno una struttura cellulare.

Esseri viventi e corpi non viventi

Osserva quanto esiste intorno a te e che non sia opera dell'uomo: l'aria, l'acqua, il
terreno, le rocce, le piante, gli animali. Tutto questo costituisce la natura. Le scienze
naturali studiano appunto la natura nelle sue molteplici manifestazioni.
Se confronti una pianta e un animale con una roccia, noterai subito una profonda
differenza: la pianta e l'animale sono esseri viventi; mentre la roccia un corpo che
sempre stato privo di qualsiasi forma di vita. Sorge quindi la necessit di raggruppare
queste realt naturali in due categorie ben distinte: gli esseri viventi e i corpi non
viventi.
Come puoi facilmente riscontrare, le funzioni vitali nelle piante e negli animali sono
compiute da parti chiamati organi. Organi propri di molte piante sono: radice, fusto,
foglia, fiore e frutto.
Organi propri di molti animali sono: cuore, polmoni, stomaco, fegato, ecc. Perci gli
esseri viventi sono denominati anche organismi. I corpi non viventi invece, essendo
privi di organi, si chiamano anche anorganismi.

In natura pertanto si distinguono tre regni: minerale, vegetale e animale:


-il regno minerale comprende i corpi non viventi quali, ad esempio, le rocce e i minerali.
-il regno vegetale e il regno animale comprendono gli esseri viventi: rispettivamente le
piante e gli animali.
Questa suddivisione eseguita per comodit di studio, non deve farti pensare che i tre
regni naturali siano indipendenti tra loro. Nel corso delle tue osservazioni scientifiche
ti convincerai che essi sono strettamente legati, perch i minerali servono di alimento
ai vegetali; questi a loro volta nutrono gli animali; infine gli animali e i vegetali,
morendo, si decompongono e restituiscono al terreno le sostanze minerali