Sei sulla pagina 1di 6

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito A di Elementi di Ecologia,

Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale ed


embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012
Cognome .NomeCorso di
Laurea
1. Cosa si intende per curva di crescita esponenziale di una popolazione ?
a. Si intende una curva logistica che descrive la crescita nel tempo del numero di individui che costituiscono tale
popolazione.
b. Si intende una curva che descrive la crescita nel tempo ad esempio in progressione quadratica o cubica del numero di
individui che costituiscono tale popolazione.
c. Si intende una curva che descrive una pi o meno rapida crescita nel tempo del numero di individui che costituiscono
tale popolazione, seguita poi da un assestamento intorno ad un determinato e pi o meno stabile valore.
d. Si intende una curva che descrive uninizialmente veloce crescita nel tempo del numero di individui che costituiscono
tale popolazione, seguita poi da un assestamento intorno ad un valore vicino a quello iniziale.
e. Si intende una curva che descrive uninizialmente veloce crescita nel tempo del numero di individui che costituiscono
tale popolazione, seguita poi da un continuo alternarsi di bruschi aumenti e brusche diminuzioni.
2. Cosa si intende in biologia evoluzionistica per orologio molecolare ?
a. Si intende lo studio di quei processi evolutivi che sembrano accumulare linearmente nel tempo delle differenze nelle
sequenze nucleotidiche del DNA, tra organismi che abbiano avuto un pi o meno recente antenato comune.
b. Si intendono quei metodi in grado di desumere dai tempi medi di traduzione delle proteine la velocit dei processi
evolutivi che hanno coinvolto un determino ramo evolutivo.
c. Si intendono quei metodi analitici che consentono di studiare la velocit dei processi evolutivi che hanno
caratterizzato un determinato gruppo tassonomico.
d. Si intendono quei processi evolutivi che producono trasformazioni nel tempo pi o meno marcate lunga uno stesso
ramo evolutivo, senza che avvenga una reale separazione di specie distinte a partire da un medesimo pre-esistente
antenato comune.
e. Si intendono quei processi evolutivi che producono la relativamente rapida comparsa di molti organismi aventi uno
stesso antenato comune recente, spesso adattati a ruoli ecologici ampiamente differenti, in genere non ricoperti da
specie di altri taxa non affini.
3. Cosa si intende in tassonomia per caratteri sinapomorfi ?
a. Si intendono tutti quei caratteri analoghi utili per la classificazione.
b. Si intendono tutti quei caratteri omologhi utili per la classificazione.
c. Si intendono tutti quei caratteri analoghi condivisi con lantenato comune di due o pi taxa.
d. Si intendono tutti quei caratteri omologhi condivisi con lantenato comune di due o pi taxa.
e. Si intendono tutti quei caratteri omologhi che si evidenziano come novit condivise comparse lungo uno stesso ramo
evolutivo.
4. Cosa rappresentano i sistemi acquiferi nel mondo animale ?
a. Sono scheletri idraulici collegati con il movimento, presenti nel corpo degli Echinodermi.
b. Sono organi di escrezione, presenti ad esempio negli Insetti.
c. Sono particolari apparati circolatori, presenti ad esempio negli Anellidi.
d. Sono organi di escrezione, presenti ad esempio nei Crostacei.
e. Sono organi di accumulo di liquidi, presenti ad esempio nel corpo degli Anfibi.
5. Come si possono identificare gli Anellidi ?
a. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione a spirale, a simmetria bilaterale.
b. Sono animali celomati, diblastici, con segmentazione radiale, enteroceli.
c. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione a spirale, non metamerici.
d. Sono animali acelomati, diblastici, con segmentazione radiale, metamerici.
e. Sono animali acelomati, triblastici, con segmentazione a spirale, metamerici.
6. Cosa si intende per veicolo di una parassitosi ?
a. Si intende quellorganismo che, introducendo nellospite particolari fattori di inibizione, rende lazione del parassita
pi efficace nel superare le barriere immunitarie dellospite.
b. Si intende quellorganismo che, introducendo nellospite particolari fattori immunitari, rende lazione del parassita
meno efficace nel superare le barriere immunitarie dellospite.
c. Si intende quellorganismo che, introducendo nellospite un agente eziologico in qualche fase del suo ciclo di
sviluppo, trasmette una parassitosi da un individuo malato ad uno sano.
d. Si intende quellorganismo che, introducendo nellospite un agente eziologico in qualche fase del suo ciclo di
sviluppo, trasmette una parassitosi da un individuo sano ad uno malato.
e. Si intende un qualsiasi agente fisico (ad es. vento, pioggia, acqua corrente, ecc.) che, consentendo lintroduzione
nellospite di un agente eziologico in qualche fase del suo ciclo di sviluppo, trasmette una parassitosi da un individuo
malato ad uno sano.

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito B di Elementi di


Ecologia, Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale
ed embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012

Cognome .NomeCorso
di Laurea
1. Cosa si intende per diversit specifica di un ecosistema ?
a. Si intende il solo numero di specie diverse che costituiscono una comunit biotica.
b. Si intende il numero di specie diverse che costituiscono un bioma.
c. Si intende il numero di specie che costituiscono una comunit biotica, in relazione anche alla loro equiripartizione
(eveness, equitabilit) in termini di abbondanza relativa.
d. Si intende il numero di specie che costituiscono una comunit biotica, in relazione anche alla loro diversa
equiripartizione (eveness, equitabilit) in termini di colonizzazione dei diversi habitat.
e. Si intende il numero di specie diverse di pi elevato valore come potenziale risorsa alimentare, che costituiscono una
comunit biotica.
2. Cosa si intende in biologia evoluzionistica per speciazione?
a. Si intendono quei processi evolutivi che producono tutti i caratteri utili per ladattamento delle diverse specie.
b. Si intendono quei processi evolutivi che generano nuove specie.
c. Si intendono quei processi evolutivi che producono caratteri innovativi derivati per lesigenza di fronteggiare nuove
esigenze adattative.
d. Si intendono quei processi evolutivi che producono trasformazioni nel tempo pi o meno marcate lungo uno stesso
ramo evolutivo, senza che avvenga una separazione di specie distinte a partire da un medesimo pre-esistente antenato
comune.
e. Si intendono quei processi evolutivi che producono la relativamente rapida estinzione di molte specie aventi uno
stesso antenato comune recente, legata ad avverse condizioni ambientali o ad eventi catastrofici.
3. Di cosa si occupa la tassonomia molecolare ?
a. Si occupa della classificazione di aminoacidi e proteine.
b. Si occupa della classificazione degli acidi nucleici e delle loro modalit di compattazione nei cromosomi.
c. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando caratteri molecolari, in particolare confrontando tra loro le
sequenze nucleotidiche del DNA dei diversi taxa in studio.
d. Si occupa della classificazione dei cromosomi.
e. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando caratteri molecolari, in particolare confrontando tra loro
lassetto dei cromosomi dei diversi taxa in studio.
4. Cosa rappresenta la notocorda nel mondo animale ?
a. Un organo collegato con il movimento, presente ad esempio nel corpo degli Anfibi.
b. Un organo collegato con lesoscheletro, presente ad esempio nei Crostacei.
c. Un cordone allungato e flessibile di cellule con funzione di sostegno, presente nei Cordati.
d. Un organo collegato con il movimento, presente ad esempio nellesoscheletro dei Crostacei.
e. Un cordone dorsale legato allapparato muscolare, presente ad esempio nei Molluschi.
5. Come si possono identificare gli Cnidari ?
a. Sono animali acelomati, triblastici, con segmentazione a spirale, non metamerici.
b. Sono animali celomati, diblastici, con segmentazione radiale, enteroceli.
c. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione a spirale, non metamerici.
d. Sono animali diblastici, a simmetria primariamente raggiata.
e. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione radiale, a simmetria primariamente raggiata.
6. Cosa si intende per serbatoio di una parassitosi ?
a. Si intende quellorganismo che, in una zoonosi, introducendo nellospite particolari fattori di inibizione, rende
lazione del parassita pi efficace nel superare le barriere immunitarie dellospite.
b. Si intende quellorganismo che, in una zoonosi, introducendo nellospite particolari fattori immunitari, rende lazione
del parassita meno efficace nel superare le barriere immunitarie dellospite.
c. Si intende quellorganismo che, in una zoonosi, introducendo nellospite un agente eziologico in qualche fase del suo
ciclo di sviluppo, trasmette una parassitosi da un individuo malato ad uno sano.
d. Si intende quellorganismo animale parassitato che, in una zoonosi, consente di mantenere attivo un canale di
trasmissione dellagente eziologico da un individuo malato di una specie animale ad un uomo sano, anche quando la
locale popolazione umana non sia (pi) infetta.
e. Si intende un qualsiasi agente fisico (ad esempio dellacqua stagnante) che, in una zoonosi, consentendo
lintroduzione nellospite di un agente eziologico in qualche fase del suo ciclo di sviluppo, trasmette una parassitosi da
un individuo malato ad uno sano.

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito C di Elementi di Ecologia,


Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale ed
embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012
Cognome .NomeCorso di
Laurea
1. Cosa si intende per capacit portante dellambiente ?
a. Si intende il valore X del numero di individui di una popolazione raggiunto da una curva logaritmica che descrive la
loro crescita nel tempo.
b. Si intende il valore K del numero di individui di una popolazione raggiunto da una curva logaritmica che descrive la
loro crescita nel tempo.
c. Si intende il valore X del numero di individui di una popolazione raggiunto da una curva logistica che descrive la loro
crescita nel tempo.
d. Si intende il valore K del numero di individui di una popolazione intorno al quale tende a stabilizzarsi una curva
esponenziale che descrive la loro crescita nel tempo.
e. Si intende il valore K del numero di individui di una popolazione intorno al quale tende a stabilizzarsi una curva
logistica che descrive la loro crescita nel tempo.
2. Cosa si intende in biologia evoluzionistica per speciazione allopatrica?
a. Si intendono quei processi evolutivi che producono tutti i caratteri utili per ladattamento delle diverse specie nelle
diverse aree geografiche.
b. Si intendono quei processi evolutivi che generano nuove specie allinterno di una medesima area geografica.
c. Si intendono quei processi evolutivi che producono nelle specie caratteri innovativi derivati per lesigenza di
fronteggiare nuove esigenze adattative in aree geografiche differenti.
d. Si intendono quei processi evolutivi che producono trasformazioni nel tempo pi o meno marcate lunga uno stesso
ramo evolutivo, senza che avvenga una separazione di specie distinte a partire da un medesimo pre-esistente antenato
comune.
e. Si intendono quei processi evolutivi che generano nuove specie allinterno di due aree geografiche distinte, anche se
spesso contigue, a partire da una stessa specie pre-esistente in entrambe, o giunta successivamente in una delle due aree.
3. Cosa si intende in tassonomia per regno ?
a. Si tratta di una categoria tassonomica immediatamente superiore al dominio.
b. Si tratta di una categoria tassonomica immediatamente superiore al phylum.
c. Si tratta di una categoria tassonomica inferiore al phylum.
d. Si tratta di una categoria tassonomica immediatamente superiore alla classe.
e. Si tratta di una categoria tassonomica immediatamente superiore allordine.
4. Cosa rappresentano le trachee negli Insetti ?
a. Sono strutture tubulari finalizzate alla circolazione dei liquidi corporei.
b. Sono strutture tubulari finalizzate alla escrezione.
c. Sono strutture tubulari finalizzate alla respirazione, che trasportano emoglobina a cellule e tessuti.
d. Sono strutture tubulari finalizzate alla respirazione, che trasportano lossigeno a cellule e tessuti.
e. Sono strutture tubulari finalizzate alla respirazione, in grado di assorbire lindispensabile umidit presente nellaria.
5. Come si possono identificare i Cordati ?
a. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione a spirale, metamerici.
b. Sono animali celomati, diblastici, con segmentazione radiale, enteroceli.
c. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione a spirale, non metamerici.
d. Sono animali celomati, diblastici, con segmentazione radiale, non metamerici.
e. Sono animali celomati, triblastici, con segmentazione radiale, enteroceli, a simmetria bilaterale.
6. Cosa si intende per serbatoio di una parassitosi ?
a. Si intende un luogo fisico (ad es. uno stagno, una pozza dacqua, un lago) che, in una zoonosi, ospita per lungo tempo
una fase del ciclo biologico di un parassita umano.
b. Si intende un luogo fisico (ad es. uno stagno, una pozza dacqua, un lago) che, in una zoonosi, ospita per lungo tempo
una fase del ciclo biologico di un parassita sia animale che umano.
c. Si intende un luogo fisico (ad es. uno stagno, una pozza dacqua, un lago) che, in una zoonosi, ospita per lungo
tempo una fase del ciclo biologico di un parassita esclusivamente animale ma non umano.
d. Si intende quellindividuo umano parassitato che, in una zoonosi, consente la trasmissione di un agente eziologico
dalluomo ad un vettore.
e. Si intende quellorganismo animale parassitato che, in una zoonosi, consente di mantenere attivo un canale di
trasmissione dellagente eziologico da un individuo malato di una specie animale ad un uomo sano, anche quando la
locale popolazione umana non sia (pi) infetta.

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito D di Elementi di Ecologia,


Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale ed
embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012
Cognome .NomeCorso di
Laurea
1. Cosa si intende per capacit portante dellambiente ?
a. Si intende il valore massimo (Z) del numero medio di individui di una popolazione sostenibile da un determinato
ecosistema.
b. Si intende il valore massimo (Y) del numero medio di individui di una popolazione sostenibile da un determinato
ecosistema.
c. Si intende il valore massimo (K) del numero medio di individui di una popolazione sostenibile da un determinato
ecosistema.
d. Si intende il valore massimo (R) del numero medio di individui di una popolazione sostenibile da un determinato
ecosistema.
e. Si intende il valore massimo (N) del numero medio di individui di una popolazione sostenibile da un determinato
ecosistema.
2. Cosa si intende in biologia evoluzionistica per speciazione simpatrica?
a. Si intendono quei processi evolutivi che producono tutti i caratteri utili per ladattamento delle diverse specie nelle
stesse aree geografiche.
b. Si intendono quei processi evolutivi che generano nuove specie a partire da una o pi specie pre-esistenti, allinterno
di una medesima area geografica.
c. Si intendono quei processi evolutivi che producono nelle specie caratteri innovativi derivati per lesigenza di
fronteggiare nuove esigenze adattative nella medesima area geografia.
d. Si intendono quei processi evolutivi che producono trasformazioni nel tempo pi o meno marcate lunga uno stesso
ramo evolutivo, senza che avvenga una separazione di specie distinte a partire da un medesimo pre-esistente antenato
comune.
e. Si intendono quei processi evolutivi che generano nuove specie allinterno di due aree geografiche distinte, anche se
spesso contigue, a partire da una stessa specie pre-esistente in entrambe, o giunta successivamente in una delle due aree.
3. Cosa si intende in tassonomia per omoplasia ?
a. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta ad evoluzione convergente.
b. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in individui della stessa specie, dovuta a coevoluzione.
c. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta alla condivisione di un antenato comune.
d. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in individui della stessa specie, dovuta alla condivisione dello stesso
antenato comune.
e. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta a coevoluzione.
4. Cosa sono le cellule somatiche ?
a. Sono cellule specializzate, caratteristiche della parte pi profonda, di natura endodermica, del corpo degli animali.
b. Sono cellule animali specializzate, caratteristiche della parte pi superficiale, cuticolare, del corpo di un animale.
c. Sono cellule animali che formano il rivestimento mielinico isolante degli assoni del sistema nervoso periferico.
d. Sono cellule animali poco specializzate, totipotenti, presenti nel corpo dei Vertebrati.
e. Sono cellule animali non coinvolte nella formazione dei gameti.
5. Come si possono identificare i Platelminti ?
a. Sono animali acelomati, diblastici, con segmentazione a spirale, apparato digerente completo.
b. Sono animali senza cellule organizzate in tessuti, e senza apparato digerente completo.
c. Sono animali acelomati, non metamerici, con apparato digerente incompleto.
d. Sono animali acelomati, diblastici, con segmentazione radiale, non metamerici.
e. Sono animali appiattiti in senso dorso-ventrale, diblastici, enteroceli.
6. Cosa si intende per organismo ematofago ?
a. Si intende quellorganismo parassita che approfitta di un altro organismo vettore per penetrare allinterno dellospite
definitivo.
b. Si intende quellorganismo parassita che approfitta di un altro organismo vettore per penetrare allinterno dellospite
intermedio.
c. Si intende quellorganismo parassita che costituisce il solo ospite noto dellagente eziologico di una parassitosi.
d. Si intende quellorganismo parassita che utilizza lapparato circolatorio e il sangue per infettare un nuovo ospite.
e. Si intende un organismo che utilizzi il tessuto sanguigno degli ospiti come risorsa trofica o come risorsa necessaria
per la sua riproduzione.

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito E di Elementi di


Ecologia, Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale
ed embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012

Cognome .NomeCorso
di Laurea
1. Cosa si intende per bioaccumulo di sostanze tossiche in un organismo ?
a. Si intende il numero di differenti tossine individuabili allinterno di un organismo esposto a fonti di inquinamento.
b. Si intende il numero di differenti tossine individuabili allinterno di un bioma sottoposto a fonti di inquinamento.
c. Si intende il fenomeno che porta al progressivo accumularsi di sostanze tossiche persistenti nei tessuti di un
organismo, dovuto a esposizione di lungo termine o ripetuta.
d. Si intende il fenomeno che porta allaccumularsi di sostanze tossiche persistenti per concentrazione e sedimentazione
allinterno di un batterio.
e. Si intende la quantit percentuale di differenti tossine che si accumulano in prodotti alimentari di origine animale o
vegetale sottoposti a fonti di inquinamento.
2. Cosa sostiene, in biologia evoluzionistica, la teoria degli equilibri intermittenti ?
a. Che nel corso dellevoluzione le nuove specie si originano con irregolarit.
b. Che nel corso dellevoluzione le nuove specie si originano con una certa regolarit.
c. Che nel corso dellevoluzione le nuove specie si originano a seguito di eventi casuali ed imprevedibili.
d. Che nel corso dellevoluzione si alternano lunghi periodi di stasi evolutiva, seguiti da improvvise accelerazioni
nella velocit dellevoluzione e del differenziamento di nuovi organismi.
e. Che nel corso dellevoluzione si alternano brevi periodi di stasi evolutiva, seguiti da lunghissimi periodi caratterizzati
da una grande velocit di evoluzione e di differenziamento di nuovi organismi.
3. Cosa si intende in tassonomia per omologia ?
a. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta ad evoluzione convergente.
b. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in individui della stessa specie, dovuta a coevoluzione.
c. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta alla condivisione di un antenato comune, e
allevoluzione di uno stesso carattere ancestrale.
d. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in individui della stessa specie, dovuta alla condivisione dello stesso
antenato comune.
e. Si tratta di una similarit dei caratteri presente in specie diverse, dovuta a coevoluzione.
4. Quale funzione svolge lipotalamo nei Vertebrati ?
a. un meccanocettore, collocato nellorecchio interno, costituito da cellule sensoriali specializzate.
b. una porzione del prosencefalo cui devoluto in particolare il controllo della temperatura corporea e altre funzioni
viscerali.
c. un organo sensoriale del tatto, collocato nellepidermide, costituito da cellule sensoriali specializzate.
d. un organo neurosensoriale, collocato nel derma, costituito da cellule sensoriali specializzate.
e. un organo termo-sensoriale, annesso alle ghiandole surrenali, costituito da cellule termo-sensoriali specializzate.
5. Come si possono identificare i Nematodi ?
a. Sono animali pseudocelomati, diblastici, con segmentazione a spirale, apparato digerente completo, privi di cuticola.
b. Sono animali cilindrici, diblastici, con apparato digerente completo, privi di cuticola.
c. Sono animali cilindrici, pseudocelomati, forniti di cuticola.
d. Sono animali acelomati, diblastici, con segmentazione radiale, non metamerici, forniti di cuticola.
e. Sono animali cilindrici, pseudocelomati, diblastici, enteroceli.
6. Quali tra i seguenti sono gruppi di organismi effettivamente ematofagi ?
a. Pulci, Zecche, Ragni.
b. Zecche, Ragni, Cimici dei letti.
c. Cimici dei letti, maschi di zanzare, Vespe.
d. Femmine di zanzare, Meduse, Sanguisughe.
e. Molti Irudinei, femmine di zanzare, Zecche.

Corso di BIOLOGIA VEGETALE E ANIMALE: Compito F di Elementi di


Ecologia, Biologia evoluzionistica, Classificazione biologica, Morfofisiologia, sistematica animale
ed embriologia, Parassitologia.
Appello del mese di Gennaio 2012

Cognome .NomeCorso
di Laurea
1. Cosa si intende per biomagnificazione di sostanze tossiche in una catena trofica ?
a. Si intende il numero di differenti tossine individuabili allinterno di una comunit biotica sottoposta a fonti di
inquinamento.
b. Si intende il numero di differenti tossine individuabili allinterno di una catena trofica esposta a fonti di
inquinamento.
c. Si intende il fenomeno che porta allaccumularsi di sostanze tossiche per concentrazione e sedimentazione allinterno
di un ecosistema sottoposto a fonti di inquinamento.
d. Si intende il fenomeno che porta allaccumularsi di sostanze tossiche persistenti per successiva concentrazione da un
livello trofico di una comunit biotica al successivo, nei tessuti di animali sottoposti a fonti di inquinamento.
e. Si intende la quantit percentuale di differenti tossine che si accumulano in risorse
alimentari sottoposte a fonti di inquinamento.
2. Cosa sostiene, in biologia evoluzionistica, la teoria neutralistica ?
a. Che nel corso dellevoluzione nuovi alleli si originano con irregolarit.
b. Che nel corso dellevoluzione nuovi alleli si originano con una certa regolarit.
c. Che nel corso dellevoluzione nuovi alleli si originano a seguito di eventi casuali ed imprevedibili, e con un
andamento n particolarmente lento, n particolarmente veloce.
d. Che nel corso dellevoluzione una buona parte degli alleli generati da mutazioni non modificano sostanzialmente la
fitness degli individui che ne sono portatori, ma tendono ad accumularsi nelle popolazioni, nel tempo.
e. Che nel corso dellevoluzione la grandissima maggioranza degli alleli generati da mutazioni modificano in senso
negativo la fitness degli individui che ne sono portatori, e tendono ad essere perci rapidamente neutralizzati dalla
selezione naturale.
3. Di cosa si occupa la sistematica cladista ?
a. Si occupa della classificazione di aminoacidi e proteine.
b. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando esclusivamente caratteri omologhi e di pi recente
acquisizione lungo uno stesso ramo evolutivo.
c. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando caratteri molecolari, in particolare confrontando tra loro le
sequenze nucleotidiche del DNA dei diversi taxa in studio.
d. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando esclusivamente caratteri analoghi e di recente acquisizione
lungo uno stesso ramo evolutivo.
e. Si occupa della classificazione degli organismi utilizzando esclusivamente caratteri omologhi di pi antica
condivisione con tutti gli antenati comuni di uno stesso ramo evolutivo.
4. Come si misura il tasso metabolico di un organismo animale ?
a. Attraverso un calorimetro, o, in via indiretta, attraverso la misurazione delle quantit di ossigeno inspirato o di
anidride carbonica espirata per unit di massa dellindividuo in esame, per unit di tempo.
b. Esclusivamente attraverso un calorimetro, per unit di massa dellindividuo in esame, per unit di tempo.
c. Attraverso un calorimetro, o, in via indiretta, attraverso la misurazione delle quantit di ossigeno espirato o di
anidride carbonica inspirata per unit di massa dellindividuo in esame, per unit di tempo.
d. Attraverso un calorimetro, o, in via indiretta, attraverso la misurazione delle quantit di ossigeno inspirato o di
anidride carbonica espirata, indipendentemente dalla massa dellindividuo in esame, per unit di tempo.
e. Esclusivamente attraverso un calorimetro, indipendentemente dalla massa dellindividuo in esame, per unit di
tempo.
5. Cosa sono i cnidociti ?
a. Sono animali marini diblastici, apparato digerente completo, privi di cuticola.
b. Sono cellule specializzate, contenenti filamenti con sostanze urticanti, presenti negli Cnidari.
c. Sono animali marini che vivono in simbiosi con i Paguri e con altri Crostacei.
d. Sono cellule specializzate, contenenti filamenti con sostanze urticanti, presenti negli Echinodermi.
e. Sono le cellule tipiche delle Spugne (Poriferi).
6. Quali tra i seguenti sono gruppi di organismi effettivamente ematofagi ?
a. Sanguisughe, femmine di Zanzare, Zecche.
b. Zecche, Scorpioni, Cimici dei letti.
c. Cimici dei letti, maschi di zanzare, Vespe.
d. Femmine di zanzare, Meduse, Sanguisughe.
e. Pulci, Zecche, Scorpioni.