Sei sulla pagina 1di 8

Direzione Didattica 1° Circolo

80069 Vico Equense (NA)


Cod.fisc. 82011000633 – Cod. mecc. NAEE198002
Sede: via Sconduci, 12 – Tel/Fax: 0818015730
E-mail: NAEE198002@istruzione.it
info@pec.primocircolovico.it
sito web: www.primocircolovico.it

Prot. n.1096/B17 Vico Equense, 08/03/2010

A V V I S O D I S E L E Z I O N E R E F E R E N T E
P E R L A V A L U T A Z I O N E E F A C I L I T A T O R E / A N I M A T O R E

Asse FSE “Competenze per lo Sviluppo” C. M. prot. AOOGDAI-2096 del 03.04.2009


CODICE PROGETTO B-1-FSE- 2009-1460
CODICE P ROGETTO D-1 - FSE -2009 -1739
CODICE PROGETTO F -1 - FSE - 2009 – 2365

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTO il testo del Programma Operativo Nazionale 2007 IT 05 1 PO 007 “Competenze per
lo Sviluppo” relativo al Fondo Sociale Europeo;
VISTE le Disposizioni ed Istruzioni per l’attuazione delle iniziative cofinanziate dai Fondi
Strutturali Europei 2007/2013 – Edizione 2009 ;
VISTO l’avviso per la presentazione dei Piani Integrati prot. AOODGAI 2096 del
03/04/2009;
VISTA la delibera del Collegio dei Docenti del 19/05/2009 n°15, con cui è stato approvato il
Piano Integrato di Istituto 2009/2010;
VISTA la nota della Direzione Generale Affari Internazionali del MIUR prot..N.
AOODGAI/449 del 18/01/2010 con la quale si autorizza il Piano Integrato d’Istituto
annualità 2009/20010
VISTA la delibera n. 2 del collegio dei docenti del 02/03/2010 circa l’approvazione delle
linee progettuali e criteri per il reclutamento del personale interno nelle attività dei
Piani Integrati
VISTA la delibera del Consiglio di Circolo del 02/03/2010 circa i criteri per l’acquisizione
delle risorse umane interne nella realizzazione dei P.O.N,
VISTO il Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001 “Regolamento concernente le
istruzioni generali sulla gestione amministrativo/contabile delle istituzioni
scolastiche”;
VISTO il Regolamento (CE) n. 1159 del 30.05.2000 della Commissione Europea relativo
alle azioni informative e pubblicitarie a cura degli Stati membri sugli interventi dei
Fondi strutturali;
CONSIDERATO che per l’attuazione del progetto si rende necessario procedere
all’individuazione di un referente per la valutazione interna ed esterna ed un
facilitatore-animatore;
L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
Indice il presente:

BANDO DI SELEZIONE

per il reclutamento di docenti da assegnare alle funzioni di : referente per la valutazione interna
ed esterna e facilitatore/animatore

Art 1: Figure richieste e requisiti di partecipazione


Per la realizzazione del suddetto Piano Integrato d’Istituto – annualità 2009/2010 - saranno
impegnate le seguenti figure professionali interne all’Amministrazione Scolastica, cui conferire
contratto di prestazione d’opera occasionale, come di seguito specificato:
n° 1 referente per la valutazione interna ed esterna
n° 1 facilitatore/animatore

Art. 2: Domanda di partecipazione


Gli interessati a proporre la propria candidatura per l’affidamento sopra indicato dovranno,
utilizzando il modulo allegato al presente bando, presentare:
 istanza in carta semplice, riportante le generalità, la residenza, l’indirizzo completo
del numero di telefono ed indirizzo e-mail, il codice fiscale, attuale status
professionale, disponibilità a svolgere i compiti previsti dalle Disposizioni e Istruzioni
per l’attuazione delle iniziative cofinanziate dai Fondi Strutturali Europei Ed. 2009;
 dettagliato curriculum vitae et studiorum in formato europeo da cui risultino
competenze ed esperienze pregresse;
 dichiarazione circa la disponibilità a partecipare agli incontri propedeutici alla
preparazione delle attività di progettazione nonché alla verbalizzazione delle stesse;
 autorizzazione al trattamento dei dati personali in conformità al D. Lgs. n. 196/03 e
successive modificazioni ed integrazioni.
Gli aspiranti all’incarichi dovranno far pervenire istanza, completa degli allegati, entro e non oltre le
ore 12,00 del 13 marzo 2010.
Verranno prese in considerazione esclusivamente le istanze presentate in formato cartaceo,
pervenute mediante consegna a mano e non saranno accettate le istanze pervenute fuori termine.
Si precisa che la compilazione del Curriculum vitae deve specificare i requisiti posseduti in
riferimento alla figura richiesta dal presente bando.
Le istanze dovranno essere indirizzate al dirigente scolastico del 1° Circolo Didattico di Vico
Equense via Sconduci,12 Vico Equense in un plico sigillato e con la dicitura “selezione referente
per la valutazione o facilitatore – Piano Integrato degli interventi PON 2007-2013 – annualità
2009/2010” .

Art. 3: Selezione- criteri valutazione


L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
La selezione tra i partecipanti avverrà sulla base dei curricula presentati, tenendo conto dei titoli
culturali e professionali posseduti e delle esperienze di settore, valutando la loro corrispondenza alle
caratteristiche dell’attività richiesta.
La relativa graduatoria sarà elaborata sulla base dei requisiti essenziali richiesti, dei criteri stabiliti
dagli Organi Collegiali e dei punteggi di cui alla seguente tabella:
TABELLA VALUTAZIONE TITOLI PER SELEZIONE REFERENTE VALUTAZIONE E
FACILITATORE
Competenze informatiche certificate relative alla funzione da
svolgere, per interagire per via telematica, con l’Autorità di
Punti 5 fino ad un max di punti 10
gestione e per inserire nella piattaforma quanto prodotto in
riferimento all’attività di gestione, monitoraggio, valutazione
Esperienze pregresse in attività di
coordinamento/valutazione/attuazione di progetti PON o Punti 6 fino ad un max di punti 24
POR
Partecipazione ad attività di formazione/aggiornamento
Punti 3 fino ad un max di punti 9
inerenti l’incarico

Formatore Piani Ministeriali Punti 2 fino ad un max di punti 4

Esperienze pregresse in attività di docenza con riferimento a


Punti 5 fino ad un max di punti 25
progetti PON o POR

Esperienze progettuali e valutative Punti 4 fino ad un max di punti 12

Laurea Punti 10
Titoli culturali(seconda laurea, abilitazioni, dottorato di
ricerca, master, specializzazioni, corsi di perfezionamento Punti 2 fino ad un max di punti 6
annuali e biennali)

REQUISITI ESSENZIALI RICHIESTI:


• docente interno in attività di servizio

A conclusione di questa fase verrà elaborata una graduatoria che sarà resa pubblica affinché gli
interessati ne possano prendere visione. Gli esiti della selezione saranno comunicati in tempo utile
direttamente ai professionisti individuati ed esposti all’albo della scuola.
In mancanza, parziale o totale, di autocandidature, il Dirigente scolastico procederà di ufficio alla
individuazione dei docenti, considerando la pertinenza e la congruità tra esperienze maturate, ruoli e
funzioni espletate nell’organizzazione della scuola.

Art. 4: Compiti del referente della valutazione


L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
I compiti attribuiti al referente per la valutazione all'interno del Piano Integrato di Istituto sono:
Coordinare e sostenere le azioni di valutazione interna a ciascuna proposta/modulo proposte dagli
esperti e dai tutor e garantisce l’interfaccia con le azioni esterne, nazionali e internazionali, di
valutazione.
Coordinare le attività valutative riguardanti l’intero piano della scuola, con il compito di verificare,
sia in itinere che ex-post, l’andamento e gli esiti degli interventi, interfacciandosi costantemente con
l’Autorità di Gestione e gli altri soggetti coinvolti nella valutazione del Programma.
Prevedere costantemente momenti di valutazione formativa e sommativa, finalizzati a verificare le
competenze in ingresso dei discenti, ad accompagnare e sostenere i processi di apprendimento, a
promuovere la consapevolezza dell’acquisizione di quanto trattato nel corso, a riconoscere, in modo
obiettivo, i progressi compiuti e a restituire ai corsisti, infine, un giudizio complessivo sulla loro
partecipazione e i livelli raggiunti.
Garantire, di concerto con tutor ed esperti di ciascun percorso formativo, la presenza di momenti di
valutazione secondo le diverse esigenze didattiche e facilitarne l’attuazione;
Coordinare le iniziative di valutazione fra interventi di una stessa azione, fra le diverse azioni di uno
stesso obiettivo e fra i diversi obiettivi, garantendo lo scambio di esperienze, la circolazione dei
risultati, la costruzione di prove comparabili, lo sviluppo della competenza valutativa dei docenti;
Fare da interfaccia con tutte le iniziative di valutazione esterna facilitandone la realizzazione e
garantendo l’informazione all’interno sugli esiti conseguiti.
Per quanto riguarda le sue funzioni si rinvia anche a quanto specificamente previsto nel cap. 1
Paragrafo 15.4. delle Disposizioni e Istruzioni per l’attuazione delle Iniziative cofinanziate dai
Fondi Strutturali Europei 2007/13 consultabile e/o reperibile sul sito
www.pubblica.istruzione.it/fondistrutturali.

Il Referente per la valutazione, selezionato a seguito della procedura prevista dal Collegio dei
Docenti, può essere nominato in qualità di tutor nei moduli di formazione. Non può assumere,
invece, l'incarico da esperto. Parimenti qualora incaricato in qualità di tutor nei moduli, in
tale veste non può essere chiamato nel GOP come tutor d'obiettivo (Cfr.punto 10
Incompatibilità)

E’ necessario, infine, che questa esperienza venga tesaurizzata dalla scuola condividendola fra tutti
gli operatori scolastici, il referente per la valutazione, pertanto, curerà unitamente al Dirigente
Scolastico ed al facilitatore la restituzione agli organi collegiali di un quadro generale delle attività e
del loro stato di avanzamento, nonché dell’analisi dell’impatto degli interventi sulle competenze dei
corsisti.
Art.5 Compiti del facilitatore/animatore
Il facilitatore/animatore, coopera con il Dirigente scolastico, Direttore e coordinatore del Piano, ed
il gruppo operativo del Piano di istituto curando che tutte le attività rispettino la temporizzazione
prefissata garantendone la fattibilità. Cura, inoltre, che i dati inseriti dall'esperto, dal tutor ecc. nel
sistema di Gestione dei Piani e di Monitoraggio dati siano coerenti e completi.
Una volta che il Piano Integrato degli interventi F.S.E. è stato autorizzato, l’istituto deve
progettare nel dettaglio gli interventi. E’ importante che ciascun intervento venga attuato come
tessera di un mosaico complessivo secondo una strategia di sistema dell’istituto. Ciò comporta un
raccordo in tutte le fasi di progettazione, di avvio, di attuazione, monitoraggio e conclusione.
Sarà necessario, ad esempio, avere un chiaro cronogramma delle attività, organizzare gli spazi e il
L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
personale che ne garantisca l’agibilità in orario extrascolastico, gestire le richieste di partecipazione
organizzando, ove necessario, una selezione dei partecipanti piuttosto che una maggiore
sensibilizzazione per far crescere il numero dei possibili corsisti.
Occorrerà tesaurizzare esperienze specifiche e collegare organicamente, ad esempio, gli interventi
delle azioni B1 di formazione dei docenti sulla didattica per competenze e quelli delle azioni C1
rivolte agli allievi per garantire un effettivo rinnovamento della didattica.
Tutto il processo, inoltre, va documentato, in forma previsionale e in itinere, nella sezione specifica
del sistema informativo "Programmazione 2007/2013", in "Gestione degli interventi"/"Gestione
dei Piani"/ "Monitoraggio dei Piani".
Il Sistema informativo, infatti, registrerà l’avvio di ciascun intervento, le riunioni del Gruppo
Operativo del Piano, le fasi di definizione dei criteri di selezione dei tutor e degli esperti, l’indizione
dei bandi, la loro scelta, e poi le diverse fasi di iscrizione dei partecipanti, la definizione del
programma e del calendario degli incontri ed ancora la puntuale registrazione di tutte le attività
didattiche e di valutazione come anche gli eventuali prodotti che potranno risultare dagli interventi.
Il sistema informativo dovrà altresì contenere copia digitale di tutti i certificati di spesa.
L’integrità delle informazioni contenute nel sistema informativo è essenziale poiché essa ha più
scopi:
• I dati del sistema informativo relativi alle caratteristiche dei corsisti, le ore di formazione, le
tematiche trattate verranno usati per la costruzione, in automatico dei modelli di
monitoraggio fisico (equivalenti al MON 1 e al MON2 della Programmazione 2000/2006)
necessari per l’avvio ai pagamenti.
• Le copie digitali dei certificati di spesa saranno controllati dall’Autorità di pagamento e da
questa usati per l’avvio delle procedure di saldo.
• La documentazione didattica consentirà la lettura e l'analisi dell’intervento e la sua
restituzione per i consigli di classe e il collegio dei docenti nonché per le attività di
monitoraggio e valutazione interne ed esterne.
Queste informazioni sono di competenza di attori necessariamente diversi che devono essere
coinvolti in prima persona nelle attività anche di documentazione on line, ma occorre che qualcuno
dentro l’istituto monitori la completezza dei dati e delle documentazioni inserite; che aiuti quanti
non hanno dimestichezza con l’inserimento di dati on line o anche con la documentazione o con
entrambe.
Il Facilitatore ha proprio queste funzioni specifiche di raccordo, integrazione, facilitazione
nell’attuazione dei vari tasselli del Piano.
Il facilitatore, come sopra accennato, curerà anche che i dati inseriti dalle risorse umane coinvolte
nel percorso formativo, nel sistema di Gestione dei Piani e Monitoraggio dei Piani siano coerenti e
completi.
La percentuale prevista per la remunerazione dell'apporto dato dal facilitatore non prevede un
pagamento di tipo forfetario ma va correlata al monte ore indicato nell'incarico. L'effettuazione di
tali ore dovrà essere documentata (ad es. i verbali di partecipazione al GOP).
Il facilitatore, selezionato a seguito della procedura prevista dal Collegio dei Docenti, può essere
nominato in qualità di tutor nei moduli di formazione. Non può assumere, invece, l'incarico
da esperto. Parimenti qualora incaricato in qualità di tutor nei moduli, in tale veste non può
essere chiamato nel GOP come tutor d'obiettivo fatto salvo il caso in cui il progetto sia costituito
da un solo modulo (Cfr.punto 10 Incompatibilità).

E’ necessario, infine, che questa esperienza venga tesaurizzata dalla scuola condividendola fra tutti
L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
gli operatori scolastici, il facilitatore, pertanto, curerà unitamente al Dirigente Scolastico ed al
referente per la valutazione la restituzione agli organi collegiali di un quadro generale delle attività
e del loro stato di avanzamento, nonché dell’analisi dell’impatto degli interventi sulle competenze
dei corsisti.
Art. 6 Incarico
Gli incarichi verranno attribuiti sotto forma di contratto di prestazione d’opera, in forma di scrittura
privata o di incarico professionale,; il pagamento dei corrispettivi sarà rapportato alle ore
effettivamente prestate e gli stessi saranno soggetti al regime fiscale e previdenziale previsto dalla
normativa vigente.
Il contratto non dà luogo a trattamento previdenziale né a trattamento di fine rapporto.
Il pagamento sarà corrisposto a rendicontazione approvata e ad effettivo accredito sul conto
dell’Istituzione Scolastica dei finanziamenti previsti.
Art . 7: Rinuncia e surroga
In caso di rinuncia alla nomina, da presentarsi entro due giorni, si procederà alla surroga
utilizzando la graduatoria di merito di cui all’art. 3.
Art. 8: Revoca dell’incarico
In caso di assenza ripetuta, di incompetenza o di non assolvimento degli obblighi connessi
all’incarico, il Dirigente Scolastico può revocare l’incarico in qualsiasi momento.

Art. 9: Pubblicizzazione
Il presente avviso viene reso pubblico mediante:
affissione all’albo della scuola
pubblicazione sul sito e blog della scuola

Art. 10: Informativa ai sensi del D. L.vo 196/2003


L’Istituzione scolastica informa che i dati forniti dagli aspiranti esperti per le finalità connesse al
reclutamento, saranno trattati in conformità alle disposizioni del D. L.vo 30 giugno 2003, n. 196.

Per quanto non espressamente indicato valgono le disposizioni Ministeriali indicate nelle Linee
Guida di attuazione dei Piani Integrati di Intervento.

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Debora Adrianopoli

L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
Direzione Didattica 1° Circolo
80069 Vico Equense (NA)
Cod.fisc. 82011000633 – Cod. mecc. NAEE198002
Sede: via Sconduci, 12 – Tel/Fax: 0818015730
E-mail: NAEE198002@istruzione.it
info@pec.primocircolovico.it
sito web: www.primocircolovico.it

DOMANDA
(CANDIDATURA FACILITATORE E REFERENTE PER LA VALUTAZIONE)

Al DIRIGENTE SCOLASTICO
del 1° Circolo Didattico di Vico Equense

Il / La sottoscritto/a _______________________________________________________________

nato/a a __________________________________________ il ____________________________

Codice fiscale __________________________________ residente a ________________________

in via _______________________________________________________________n __________

Tel ________________________________ cellulare ___________________________________

Indirizzo e-mail _________________________________________________________________

CHIEDE
di partecipare alla selezione per l’attribuzione dell’incarico di:
FACILITATORE
REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

A tal fine, consapevole delle responsabilità penali e della decadenza da eventuali benefici acquisiti
in caso di dichiarazioni mendaci, dichiara sotto la propria responsabilità:

di aver acquisito le seguenti competenze informatiche certificate______________________


________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
di aver avuto precedenti esperienze come valutatore di sistema/Facilitatore nei corsi P.O.N.
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
di aver ricoperto i seguenti ruoli rilevanti nella docenza/ progettazione/conduzione P.O.N.o
P.O.R___________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV
di possedere il seguente titolo di studio_________________________________________

di possedere i seguenti titoli culturali ___________________________________________


_______________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________

di aver partecipato alle seguenti attività di formazione e aggiornamento inerenti l’incarico:


________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________

di avere precedenti esperienze come formatore Piani Ministeriali______________________


________________________________________________________________________________

di impegnarsi a documentare puntualmente tutte le attività svolte.

Allega alla presente domanda il curriculum vitae in formato europeo

Dichiara inoltre di:


 Accettare il calendario degli interventi pianificato secondo le esigenze didattiche ed
Istituzionali
 Accettare il compenso fissato dal PON che sarà erogato per le ore effettivamente
prestate.

Il / La sottoscritto/a esprime il proprio consenso affinché i dati personali forniti con la presente
richiesta siano trattati,nel rispetto della Legge n.196/03, esclusivamente nell’ambito e per i fini
istituzionali della Pubblica Amministrazione.

Data……………………… Firma…………………………………

L’attività oggetto del presente documento rientra nel Piano Integrato di Istituto, annualità 2008-2009, ed è cofinanziata dal Fondo
Sociale Europeo e dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale nell'ambito del Programma Operativo Nazionale 2007-2013
a titolarità del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e Ricerca - Direzione Generale Affari Internazionali - Ufficio IV