Sei sulla pagina 1di 156

Le GUIDE di

LOGICA-MATEMATICA.it
SILLOGISMI - NEGAZIONI - DEDUZIONI
Il SILLOGISMO un ragionamento concatenato in cui, combinando tra loro (secondo
certe regole) i termini presenti in due o pi premesse, si pu dedurre una logica
conclusione che esplicita una nuova relazione tra i soggetti delle premesse stesse. Di
seguito vengono illustrati alcuni esempi svolti sulle tipologie pi frequenti che si incontrano
in questi test di capacit logica.
ESEMPIO n. 1
Traccia: "Tutti gli architetti sono simpatici. Claudio ama sciare. Tutte le persone che
amano sciare sono simpatiche". In base alle precedenti informazioni, quale delle
seguenti affermazioni necessariamente vera? [risposte: a) tutti gli architetti amano
sciare; b) tutte le persone simpatiche sono architetti; c) Claudio un architetto; d) Claudio
simpatico; e) Claudio avrebbe desiderato fare l'architetto]
Risoluzione: La risposta esatta la d), infatti, per la propriet transitiva, poich Claudio ama
sciare (II proposizione) e tutte le persone che amano sciare sono simpatiche (III
proposizione), Claudio risulta essere una persona simpatica (le due premesse considerate
sono concatenate grazie al termine intermedio "amore per lo sci" che permette di giungere
ad una nuova conclusione non esplicitata nella traccia del quesito). N.B.: la risposta a)
errata perch noto solo che tutti gli architetti sono simpatici; il fatto che tutte le persone
che amano sciare siano simpatiche non consente di dedurre che tutti gli architetti amino lo
sci. La risposta b) errata perch da nessuna premessa si deduce che solo gli architetti
sono simpatici, quindi anche persone che esercitano altre professioni possono esserlo.
La risposta c) sbagliata perch il mestiere di Claudio non deducibile dalle proposizioni
presenti nella traccia; noto solo che egli ama sciare e, conseguentemente, che
simpatico. La risposta e) palesemente errata perch dalle premesse non si pu dedurre
nulla sulle aspirazioni lavorative di Claudio.
ESEMPIO n. 2
Traccia: "Tutti i calciatori sono ricchi. Nessun ricco una persona sensibile.
Dunque ........... calciatore". Individuare il corretto completamento del
sillogismo. [risposte: a) qualche persona sensibile; b) nessun ricco; c) nessuna persona
sensibile; d) qualche calciatore; e) ogni persona sensibile]
Risoluzione: questo sillogismo pu essere risolto aiutandosi con l'insiemistica ed in
particolare con i diagrammi di Eulero-Venn. La proposizione "tutti i calciatori sono

ricchi" (universale affermativa) permette di dedurre che l'insieme "calciatori" un


sottoinsieme dell'insieme "persone ricche", ossia incluso in esso. La seconda
proposizione "Nessun ricco una persona sensibile" (universale negativa) fa
comprendere che l'insieme "persone ricche" e l'insieme "persone sensibili" sono
disgiunti, ossia non hanno alcun elemento in comune (hanno intersezione nulla). Dai due
ragionamenti sopra esposti si pu logicamente dedurre che anche l'insieme "calciatori" e
l'insieme "persone sensibili" sono disgiunti. Quindi la risposta esatta la c), ossia"Nessuna
persona sensibile calciatore". N.B.: le risposte a) ed e) sono errate perch l'insieme
"persone sensibili" e l'nsieme "calciatori" sono disgiunti quindi non possono avere elementi
in comune. La risposta b) sbagliata perch esprime il concetto completamente opposto a
quello espresso dalla prima proposizione. La risposta d) palesemente falsa e non
necessita di alcun commento.
ESEMPIO n. 3
Traccia: "Tutti i maggiorenni sono maturi. Alcuni giovani sono maggiorenni.
Dunque ......... maturo". Individuare il corretto completamento del sillogismo. [risposte:
a) ogni giovane; b) qualche maggiorenne; c) qualche giovane; d) ogni persona matura; e)
ogni maggiorenne]
Risoluzione: quando viene richiesto il completamento di un sillogismo, il termine comune
alle due premesse, nel caso in esame "maggiorenni" scompare; da ci si deduce che risposte
b) ed e) vanno escluse. La risposta d) falsa, infatti affermare che "ogni persona matura
matura" sicuramente corretto, ma non deducibile dalle premesse proposte nella traccia del
quesito (scopo ultimo del sillogismo). Per scoprire tra le due alternative rimaste (a e c) quale
sia quella giusta si ricorre nuovamente agli insiemi e quindi ai diagrammi di Eulero-Venn.
La frase "Tutti i maggiorenni sono maturi" (universale affermativa) indica che l'insieme
"maggiorenni" incluso nell'insieme "persone mature". La frase "Alcuni giovani sono
maggiorenni" (paricolare affermativa) indica che l'insieme "giovani" e l'insieme
"maggiorenni" sono intersecati, ossia hanno alcuni elementi in comune. Dai ragionamenti
appena esposti si deduce che "qualche giovane maturo" ovvero gli insiemi "giovani" e
"persone mature" hanno intersezione non nulla e quindi hanno qualche elemento in
comune.
La NEGAZIONE LOGICA un tipo di test psicoattitudinale in cui viene richiesto
di ricercare, tra le alternative di risposta, la proposizione che costituisce la negazione
logica dell'affermazione fornita nella traccia dell'esercizio. E' necessario quindi supporre
che la frase proposta dal test sia falsa e individuare l'affermazione logicamente e
necessariamente deducibile. Si fa notare che questi tipi di quesiti seguono dei ragionamenti
logici differenti da quanto il senso comune suggerirebbe. Di seguito vengono illustrati
alcuni esempi svolti sulle tipologie pi frequenti che si incontrano in questi test di capacit
logica. Se avete qualche esercizio da chiedermi potete inviarmi una mail nella
sezione "Chiedilo al Prof" e vi risponder nel pi breve tempo possibile.

ESEMPIO n. 4
Traccia: Se l'affermazione "Tutte le partite di basket sono avvincenti" falsa, quale delle
seguenti proposizioni necessariamente vera? [risposte: a) nessuna partita di calcio
avvincente; b) alcune partite di pallavolo sono avvincenti; c) almeno una partita di basket
avvincente; d) alcune partite di basket non sono affatto avvincenti; e) almeno una partita di
basket non avvincente]
Risoluzione: la risposta esatta la e), infatti la negazione logica di frasi del tipo "tutti
fanno qualcosa" "almeno uno non fa qualcosa". Nel caso in esame, se "non vero che
tutte le partite di basket sono avvincenti", vuol dire che "vi sar almeno una partita di basket
non avvincente".
ESEMPIO n. 5
Traccia: "Almeno un giorno alla settimana mi piace andare in piscina". Negare questa
affermazione significa affermare che: [risposte: a) tutti i giorni della settimana mi piace
andare in piscina; b) quasi tutti, ma non tutti, i giorni della settimana mi piace andare in
piscina; c) nessun giorno della settimana mi piace andare in piscina; d) almeno due giorni
alla settimana mi piace andare in piscina; e) il mercoled riesco sempre ad andare in
piscina]
Risoluzione: la negazione logica di "qualcuno fa qualcosa" "nessuno fa qualcosa".
Quindi negare l'affermazione proposta dalla traccia significa dire: "Non vero che almeno
un giorno alla settimana mi piace andare in piscina", ossia "In nessun giorno della settimana
mi piace andare in piscina". La risposta esatta perci la c).
ESEMPIO n. 6
Traccia: "Non incorretto non negare che non lo puoi mangiare". La precedente
affermazione equivalente a: [risposte: a) lo devi mangiare; b) non mangiarlo sarebbe un
delitto; c) non lo puoi non mangiare; d) non lo puoi mangiare; e) devi negare che lo puoi
mangiare]
Risoluzione: in questi esercizi contenenti pi negazioni conviene spesso parafrasare
singole parti della proposizione assegnata per evitare di "incartarsi". "Non incorretto"
equivale a dire " corretto" perch due negazioni si annullano e quindi affermano; "non
negare" significa "affermare". In virt delle considerazioni appena esposte si pu
trasformare la frase iniziale nel seguente modo: " corretto affermare che non lo puoi
mangiare", quindi la risposta esatta la d), cio "non lo puoi mangiare".
Negli esercizi di DEDUZIONE LOGICA viene richiesto ai candidati di analizzare
attentamente un testo e di individuare le conclusioni da esso deducibili. E' necessario in
questi casi saper distinguere tra i concetti di condizione necessaria e condizione sufficiente,
saper seguire accuratamente una serie complessa di affermazioni tra loro interdipendenti

cogliendone le implicazioni e saper distinguere tra ragionamenti coerenti e conclusioni


inverosimili o comunque prive di fondamento. Di seguito vengono illustrati alcuni esempi
svolti sulle tipologie pi frequenti che si incontrano in questi test di capacit logica. Se avete
qualche esercizio da chiedermi potete inviarmi una mail nella sezione "Chiedilo al Prof" e
vi risponder nel pi breve tempo possibile.
ESEMPIO n. 7
Traccia: "Se piove Filippo non utilizza il motoscafo". Se la precedente affermazione
vera, anche vero che... [risposte: a) Filippo utilizza il motoscafo se non piove; b) se
Filippo utilizza il motoscafo significa che non piove; c) se piove Filippo utilizza sempre il
motoscafo; d) Filippo non utilizza il motoscafo solo quando piove; e) a Filippo non piace
guidare il motoscafo]
Risoluzione: in questo esercizio la traccia propone una condizione sufficiente,
ossia l'eventuale condizione atmosferica "pioggia" da sola sufficiente a giustificare la
conseguenza "Filippo non utilizza il motoscafo". Si tenga presente che questa condizione
potrebbe non essere l'unica che giustifica la conseguenza, ovvero Filippo potrebbe non
utilizzare il motoscafo anche perch il motoscafo guasto o semplicemente perch non ne
ha voglia. Quando il quesito presenta una condizione sufficiente (se A allora B), l'unica
deduzione certa che si pu trarre che la negazione della conseguenza implica la
negazione della condizione sufficiente (se non B allora non A). Nel caso in esame si ha
quindi "Filippo utilizza il motoscafo (se non B) se non piove (non A). La risposta esatta la
a).
ESEMPIO n. 8
Traccia: "Solo se c' gas la caldaia funziona". Se la precedente affermazione vera,
anche vero che... [risposte: a) se non c' gas allora la caldaia funziona; b) se la caldaia
funzione allora c' il gas; c) se la caldaia non funziona allora non c' il gas; d) se e solo se
c' il gas la caldaia funziona; e) spesso la caldaia non funziona]
Risoluzione: in questo esercizio la traccia propone una condizione necessaria, ossia la
condizione che necessario sia presente (la presenza di gas) affinch si verifichi una
conseguenza (il funzionamento della caldaia). Si noti che tale condizione potrebbe non
bastare a giustificare da sola il verificarsi della conseguenza considerata. Quando il quesito
presenta una condizione necessaria (solo se A allora B), le uniche deduzioni certe che si
possono trarre sono: "se B allora A" oppure "se non A allora non B". Nel caso in esame le
conclusioni a cui si pu pervenire sono le seguenti: "Se la caldaia funziona (se B), allora c'
il gas (allora A)" oppure "Se non c' il gas (se non A), allora la caldaia non funziona (allora
non B)". La risposta esatta la b).
ESEMPIO n. 9

Traccia: "Gli uccelli migratori che non sono in grado di volare per distanze molto lunghe
senza riposarsi sfruttano i tratti di mare dove le coste sono pi vicine tra di loro. Gli
uccelli che migrano da e verso lAfrica, passano per lo Stretto di Gibilterra. Per questi
uccelli, alcuni dei quali sono molto rari, essenziale che questo passaggio rimanga
aperto. Per questo motivo, importante che il piano per la costruzione di pale eoliche
sulle colline intorno allo stretto di Gibilterra venga bloccato". Su quale supposizione
implicita si basa il brano precedente?[risposte: a) altre specie di uccelli possono volare pi
a lungo e quindi utilizzare altri passaggi per la loro migrazione; b) non ci sono piani per la
costruzione di pale eoliche in altre localit lungo la costa; c) gli uccelli che migrano
passando per lo Stretto di Gibilterra sono a rischio di estinzione; d) le pale eoliche per la
generazione di energia elettrica devono essere costruite sulle colline; e) le pale eoliche che
potrebbero venire costruite renderebbero pericoloso lutilizzo di questo passaggio per gli
uccelli migratori]
Risoluzione: il concetto principale, espresso alla fine del brano, quello secondo cui il
piano per la costruzione delle pale eoliche sulle colline intorno allo stretto di Gibilterra deve
necessariamente essere bloccato. Tra le alternative di risposta bisogna ricercare la
supposizione implicita che alla base della considerazione appena esposta; ovviamente
tale supposizione deve essere argomentata con riflessioni che prendono spunto dalle
informazioni deducibili dal resto del brano. Le risposte b) e d) sono errate perch
forniscono informazioni tecniche sulla costruzione e il miglior posizionamento geografico
delle pale eoliche. La risposta c) va esclusa perch espone uno dei concetti gi affrontati nel
brano, tra l'altro generalizzando in modo sbagliato, perch non tutti gli uccelli che transitano
per lo stretto sono a rischio di estinzione. La risposta a) sbagliata perch essa deducibile
dalla prima proposizione del brano, ma non pu essere considerata la supposizione implicita
su cui si basa l'intero brano (si potrebbe dire che una "deduzione esplicita"). Per
esclusione, la risposta esatta quindi la e), infatti costruire le pale eoliche sulle colline
intorno allo stretto di Gibilterra potrebbe rivelarsi molto pericoloso per gli uccelli migratori,
alcuni dei quali sono anche molto rari e a rischio di estinzione.
ESEMPIO n. 10
Traccia: "Di solito quando sto per prendere linfluenza ho sempre mal di testa prima. Mi
sento la febbre, ma non ho mal di testa, quindi non sto per prendere linfluenza". Quale
delle seguenti affermazioni segue la stessa struttura logica del suddetto
ragionamento? [risposte: a) se avessi chiuso a chiave la porta uscendo di casa, avrei le
chiavi con me. Purtroppo non ho le chiavi con me, quindi non posso aver chiuso a chiave la
porta quando sono uscito; b) se Mario ottiene degli ottimi voti a scuola, vuole iscriversi
alla facolt di medicina. Lo scorso anno non ha ottenuto dei buoni voti, quindi
improbabile che studier medicina; c) se di sera il cielo rosso, lindomani sar una bella
giornata. Stasera il cielo rosso quindi ci si pu aspettare una bella giornata per domani;
d) se vincessi alla lotteria non darei nulla alla mia famiglia perch i miei familiari hanno
detto che se vincessero non mi darebbero niente; e) se Tamara fosse gi andata al cinema,
Claudia sarebbe andata con lei. Tamara non ancora uscita, quindi possiamo essere certi
che nemmeno Claudia ancora partita]

Risoluzione: la prima proposizione della traccia potrebbe essere schematizzata logicamente


cos: "se A (se sto per prendere l'influenza) allora B (allora ho sempre mal di testa
prima)". La seconda proposizione pu invece essere schematizzata: "se non B (se non ho
il mal di testa) allora non A (allora non sto per prendere l'influenza)". Tra le alternative
di risposta bisogna ricercare quella che presenta la stessa struttura logica. La risposta esatta
perci la a), infatti per la prima proposizione si ha "se avessi chiuso a chiave la porta (se
A) allora avrei le chiavi con me (allora B)" e per la seconda "se non ho le chiavi con me (se
non B) allora non posso aver chiuso la porta a chiave (allora non A)". N.B.: la risposta d)
palesemente falsa e non necessita di commento; la risposta c) errata perch nella seconda
proposizione non sono presenti negazioni; la risposta b) falsa soprattutto per la presenza
dell'aggettivo improbabile nella seconda proposizione; tale proposizione, per essere
considerata corretta, avrebbe dovuto essere formulata in questo modo "lo scorso anno non
ha ottenuto dei buoni voti, quindi non si iscrive alla facolt di medicina"; larisposta e)
errata perch la seconda proposizione avrebbe dovuto essere "poich Claudia non ancora
uscita, allora Tamara non ancora andata al cinema" .

ESEMPIO n. 11
Traccia: "Alcuni scienziati tedeschi hanno scoperto che le cellule tumorali sono rivestite
da una proteina che le protegge dal sistema immunitario. Essi ritengono quindi che
occorre ricercare un farmaco che permetta l'eliminazione di tale proteina". Quale delle
seguenti affermazioni indebolisce la precedente argomentazione? [risposte: a) le cellule
tumorali si riproducono molto velocemente nel corso del tempo; b) le persone malate di
tumore hanno un sistema immunitario pi forte di quelle sane; c) le proteine che rivestono
le cellule tumorali sono essenziali per una corretta funzionalit epatica; d) i tumori sono
pi diffusi negli anziani rispetto ai giovani; e) necessario destinare fondi pi ingenti alla
ricerca farmaceutica nei laboratori di tutto il mondo]
Risoluzione: l'affermazione che indebolisce l'argomentazione espressa dal brano
sicuramente quella contenuta nella risposta c), infatti se le proteine che rivestono le cellule
tumorali sono necessarie per una corretta funzionalit epatica, la tesi secondo cui
bisognerebbe ricercare un farmaco, che consenta di eliminare tale proteina, diventa
perlomeno discutibile.

ESEMPIO n. 12
Traccia: "Nel corso dell'ultimo anno si sono verificati circa 32.000 incendi di automobili
e si stima che solo il 9% degli automobilisti viaggia con un estintore nella propria auto.

Se pi automobilisti fossero incoraggiati a viaggiare con un estintore a bordo, allora il


numero di incendi di automobili verrebbe considerevolmente ridotto". Quale delle
seguenti risposte costituisce il passaggio logico errato nel brano precedente? [risposte: a)
si assume che portare con s un estintore consenta di spegnere gli incendi; b) non si
considera il fatto che vi sono diversi estintori per diversi tipi di incendi; c) non viene presa
in considerazione la possibilit che gli incendi non possano essere spenti con un estintore
d) si presuppone che il verificarsi di incendi alle auto sia legato alla mancanza di un
estintore; e) non si considera il fatto che milioni di automobilisti non hanno mai subito un
incendio della loro auto]
Risoluzione: il passaggio logico errato la connessione logicamente sbagliata che collega
il fatto o l'evidenza contenuti nella prima proposizione con la conclusione espressa
nella seconda proposizione. In definitiva la conclusione non necessariamente deducibile
dal fatto esposto nella premessa. La risposta esatta la d), infatti non detto che, se la
percentuale di automobilisti che viaggia con estintore a bordo aumentasse, allora il numero
di incendi si ridurrebbe in modo considerevole. L'estintore un'apparecchiatura mobile
destinata allo spegnimento dei fuochi, ma non costituisce un mezzo di prevenzione, ossia
non permette di eliminare le possibili cause che sono alla base dell'insorgere di un
incendio. Non esiste quindi una relazione diretta causa-effetto tra il dotarsi di un estintore a
bordo della propria automobile e la diminuzione del numero di incendi delle vetture stesse.

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
LOGICA MATEMATICA
In questa sottosezione del sito trovate un'ampia gamma di esempi svolti che vi
indicheranno le tipologie pi diffuse di esercizi di LOGICA MATEMATICA, utili per
prepararsi per tutti i Concorsi Militari e Pubblici.
ESEMPIO n. 1
Traccia: Una moto ha percorso i 7/8 di un certo tragitto. Sapendo che ha percorso 56 km,
quanto lungo l'intero tragitto? [risposte: a) 63 km; b) 70 km; c) 49 km; d) 64 km]
Risoluzione: quando la distanza percorsa corrisponde alla frazione indicata dalla traccia,
bastadividere la distanza per il numeratore della frazione e moltiplicare il risultato
ottenuto per il denominatore. Nel nostro caso (56:7)8 = 64 km. Allo stesso risultato si

perveniva impostando la proporzione: 56:7/8 = x:1, dove "1" indica l'intero tragitto, ovvero
la frazione 8/8. La risposta corretta quindi la d).
ESEMPIO n. 2
Traccia: Quale il numero il cui quadruplo meno cinque uguale a sette? [risposte: a)
12; b) 24; c) 3; d) 6]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: qual il numero (x) il cui quadruplo
(4x) meno cinque (4x - 5) uguale a sette (4x - 5 = 7). Risolvendo l'equazione di I
grado si ottiene: 4x = 7+5 4x = 12 x = 3. la risposta corretta quindi la c).
ESEMPIO n. 3
Traccia: Se un lavoro pu essere eseguito da 32 operai in dodici giorni, in quanto tempo
pu essere eseguito da 48 operai? [risposte: a) 10, b) 6, c) 16, d) 8]
Risoluzione: le due grandezze "coinvolte" nell'esercizio (operai e numero di giorni)
sono inversamente proporzionali perch quando una grandezza cresce l'altra diminuisce e
viceversa. Quando due grandezze sono inversamente proporzionali il loro prodotto
costante. L'esercizio pu quindi essere risolto in questo modo: indicando con "x" il tempo
incognito si ha (3212 = 48x), da cui si ottiene x = 8. La risposta corretta quindi la d).
ESEMPIO n. 4
Traccia: Francesco vince al lotto 12.000 ; il primo giorno ne spende 1/5 e il secondo
giorno 2/3 della quantit rimasta. Quanti soldi gli avanzano il terzo giorno? [risposte: a)
3000 ; b) 2800 ; c) 3200 ; d) 3400 ]
Risoluzione: il primo giorno Francesco spende 1/5 di 12.000 . Il secondo giorno spende 2/3
della quantit rimasta, ossia dei 4/5 di 12.000 (perch il primo giorno ne aveva spesi 1/5).
Tutto quello che abbiamo detto si tramuta matematicamente in questa relazione: 12.000 [(1/5)12.000] - [(2/3)(4/5)12.000] = 12.000 - 2.400 - 6.400 = 3200 . La risposta corretta
perci la c). (N.B. quando si deve cercare la frazione di una certa quantit, ad es. i 5/4 di
30 euro, la preposizione "di" matematicamente si trasforma in "moltiplicazione": 5/430)
ESEMPIO n. 5
Traccia: Ad un corso di fitness sono iscritti 15 ragazzi di et media pari a 18 anni e 20
ragazze di et media pari a 25 anni. Qual l'et media degli iscritti al corso di
fitness? [risposte: a) 21; b) 22; c) 24; d) 20]
Risoluzione: in questo esercizio bisogna calcolare la media aritmetica ponderata che

uguale alla somma dei prodotti di ciascun dato (et) per il rispettivo peso (numero di
ragazzi), somma che deve essere divisa per il totale dei pesi (totale dei ragazzi). In pratica si
ottiene: [(1815) + (2520)] / (15+20) = (270+500)/35 = 22 anni. La risposta corretta
quindi la b).
ESEMPIO n. 6
Traccia: Unurna contiene 5 palline blu, 20 rosse e 25 verdi. Quanto vale la probabilit di
estrarre in sequenza prima una pallina blu e poi una pallina rossa? (N.B.: la seconda
estrazione avviene senza reinserimento nellurna della prima pallina). [risposte: a) circa il
4%; b) circa l8%; c) circa il 10%; d) circa l1%]
Risoluzione: la probabilit di estrarre una pallina blu data dal rapporto tra il numero
delle palline blu (evento favorevole) diviso il numero totale di palline: 5/50 = 1/10. Poich
la pallina blu estratta non va reinserita nellurna, nella seconda estrazione allinterno
delluna sono rimaste 49 palline. La probabilit di estrarre una pallina rossa data
da: 20/49. La probabilit che i due eventi avvengano in sequenza data dal prodotto delle
singole probabilit: (1/10)(20/49) = 2/49, che corrisponde ad una probabilit di circa il 4%.
La risposta corretta quindi la a).
ESEMPIO n. 7
Traccia: Se un mattone pesa un chilogrammo pi tre quarti di mattone, quanto pesa un
mattone?[a) 5,5 kg; b) 1,5 kg; c) 4 kg; d) 2 kg]
Risoluzione: questo tipo di problema logico-matematico si risolve impostando un'equazione
di I grado. Indichiamo con x il peso incognito del mattone e "traduciamo" la traccia in
simboli matematici: un mattone (x) pesa (=) un chilogrammo (1) pi tre quarti di
mattone [(3/4)x]. L'equazione risolutiva perci: x = 1 + (3/4)x, da cui si ha 4x = 4 + 3x,
ossia x = 4. La risposta corretta quindi la c).
ESEMPIO n. 8
Traccia: Un orologio analogico segna le 23:43. Quando la lancetta dei minuti avr
compiuto 7,4 giri segner le [a) 7:05; b) 7:07; c) 6:07; d) 7:10]
Risoluzione: dopo 7 giri della lancetta dei minuti (che equivalgono a 7 ore) lorologio
segna 6:43. Per trovare i minuti corrispondenti ai 0,4 giri rimanenti, basta moltiplicare il
numero 6 per la prima cifra decimale, nel nostro caso 4 e si ottiene quindi: 64=24 min,
da cui si ha 6:43 + 24 min = 7:07. La risposta corretta quindi la b).
ESEMPIO n. 9

Traccia: Da una catena di montaggio escono 210 pezzi in 10 ore. Quanti pezzi vengono
prodotti in 30 ore? [risposte: a) 2100, b) 660, c) 420, d) 630]
Risoluzione: il numero di pezzi e il tempo sono due grandezze direttamente
proporzionali, infatti aumentando il tempo a disposizione aumenta il numero di pezzi
prodotti. Si pu quindi impostare la proporzione: 21010 = x30, da cui 10x = 21030,
quindi x = (30*210)/10 = 630 pezzi. La risposta corretta quindi la d).
ESEMPIO n. 10
Traccia: In un negozio di articoli sportivi vi sono 37 scatole di palline da tennis. Alcune
scatole contengono 3 palline e altre ne contengono 4. In totale vi sono 133 palline.
Quante scatole da 4 palline vi sono? [risposte: a) 20; b) 15; c) 17; d) 22]
Risoluzione: questo esercizio pu essere risolto impostando un'equazione di I grado.
Indicando con "x" le scatole di 4 palline e con "37-x" le scatole di 3 palline. Il numero di
palline totali (133) sar dato dalla somma delle palline contenute nelle scatole da 4 (cio
x4) pi quelle contenute nelle scatole da 3 [cio (37-x)3]. Dobbiamo quindi imporre che
sia: x4 + (37-x)3 = 133 4x + 111 - 3x = 133 x = 22. La risposta corretta quindi la
d).
ESEMPIO n. 11
Traccia: Jack possiede 12 pipe apparentemente identiche, una delle quali per pi
pesante delle altre. Avendo a disposizione una bilancia a due piatti, quante pesate
saranno sufficienti per essere certi di individuarla? [risposte: a) 3; b) 6; c) 4; d) 7]
Risoluzione: Le pesate sufficienti ad individuare la pipa pi pesante sono 3. Prima pesata:
sui 2 piatti della bilancia si mettono 6 pipe ciascuno; il piatto che si abbassa maggiormente
contiene la pipa pi pesante; le 6 pipe sull'altro piatto possono essere eliminate. Seconda
pesata: sui 2 piatti della bilancia si mettono 3 pipe ciascuno; il piatto che si abbassa
maggiormente contiene la pipa pi pesante; le 3 pipe sull'altro piatto possono essere
eliminate. Terza pesata: rimangono 3 pipe; sui due piatti della bilancia mettiamo una pipa
ciascuno (prese a caso), mentre una pipa viene tenuta a parte; riusciamo ad arrivare
comunque alla soluzione perch possono presentarsi due casi: a) se i due piatti della bilancia
rimangono alla stessa altezza, la pipa pi pesante quella lasciata a parte; b) se c' un piatto
della bilancia che si abbassa maggiormente quello che contiene la pipa pi pesante. La
risposta corretta quindi la a).
ESEMPIO n. 12
Traccia: Un capo cantiere sa che per completare il lavoro di cui responsabile,
utilizzando tutti gli operai che attualmente lavorano nel cantiere, sono necessari 6 giorni.
Se potesse avere altri due operai, il lavoro verrebbe completato in 5 giorni. Al contrario,
la sua impresa (a causa di un nuovo appalto) anzich fornire i 2 operai, sottrae risorse al

cantiere e vi lascia un solo operaio. Quanti giorni impiegher tale operaio a completare il
lavoro, nell'ipotesi che tutti abbiano lo stesso ritmo di lavoro? [risposte: a) 30; b) 100; c)
60; d) 50]
Risoluzione: indichiamo con "x" il numero di operai inizialmente presenti nel cantiere che
terminerebbero il lavoro in 6 giorni. Indichiamo con "x+2" il numero di operai che il capo
cantiere dovrebbe avere per terminare il lavoro in 5 giorni. Poich le grandezze "numero di
operai" e "giorni necessari per terminare il lavoro" sono inversamente proporzionali (al
crescere di una grandezza, l'altra diminuisce), il loro prodotto costante: x6 = (x+2)5, da
cui si ha x = 10 (numero di operai inizialmente presenti sul cantiere). Se 10 operai
impiegano 6 giorni a completare il lavoro, un solo operaio impiegher un tempo 10 volte
maggiore, ovvero 60 giorni. La risposta esatta quindi la c).

Esempio n. 13
Traccia: Una lumaca caduta in un pozzo profondo 16 metri. Durante la mattina risale di
5 metri, ma prima di mezzanotte scivola indietro di 4 metri. Riuscir ad uscire dal pozzo
durante la mattina: [risposte: a) del sedicesimo giorno; b) del dodicesimo giorno; c) del
quindicesimo giorno; d) dell'undicesimo giorno]
Risoluzione: ogni giorno la lumaca riesce a risalire, rispetto al fondo del pozzo, di 1
metro (5 metri di risalita - 4 metri di scivolamento indietro). Arrivati alla mattina del
dodicesimo giorno la lumaca riesce gi ad uscire dal pozzo, perch fino all'undicesimo
giorno era riuscita a risalire di 11 metri rispetto al fondo del pozzo. Quindi la mattina
seguente, salendo di 5 metri, uscir direttamente fuori dal pozzo (11+5 = 16). La soluzione
esatta quindi la b).

Esempio n. 14
Traccia: Un'asta di metallo lunga 1 metro sospesa per il suo centro. A 5 cm
dall'estremit destra agganciato un peso di 20 kg, mentre all'estremit opposta
agganciato un peso di 27 kg. Cosa necessario fare per equilibrare l'asta e mantenerla in
posizione orizzontale? [risposte: a) aggiungere, al peso agganciato a destra, un ulteriore
peso di 7 kg; b) nulla, l'asta gi in equilibrio; c) aggiungere, al peso agganciato a
sinistra, un ulteriore peso di 10 kg; d) aggiungere, al peso agganciato a destra, un ulteriore
peso di 10 kg]
Risoluzione: affinch l'asta sia in equilibrio in posizione orizzontale, deve essere verificato
l'equilibrio dei momenti delle forze peso calcolati rispetto al centro dell'asta. In questo caso

il momento della forza peso a destra (peso per distanza dal centro) : 20 45 = 900. Il
momento della forza peso a sinistra dato da: 27 50 = 1350, che evidentemente
maggiore di quello a destra. E' quindi necessario aggiungere a destra un peso "x" tale che x
45 = (1350 - 900) x = 10 kg. La soluzione esatta quindi la d).

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
EQUAZIONI CON SIMBOLI
Le EQUAZIONI CON SIMBOLI sono esercizi di logica in cui bisogna ricercare il valore
relativo ad un simbolo incognito, essendo date delle relazioni (equazioni) che legano
direttamente ed indirettamente lincognita principale con altri simboli il cui valore
fornito dalla traccia o ricavabile mediante opportune sostituzioni. In questa
sottosezione trovate 6 esempi svolti che vi indicheranno le tipologie di equazioni ed
operazioni con simboli maggiormente presenti nei vari test di logica.

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
COMPRENSIONE VERBALE
Nei quesiti sulla COMPRENSIONE VERBALE l'obiettivo quello di ricercare tra le
quattro opzioni di risposta quella che costituisce il sinonimo della parola data nella
traccia dell'esercizio.

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
RAGIONAMENTO VERBALE
Nei quesiti sul RAGIONAMENTO VERBALE vengono mostrate tre parole, due delle
quali sono legate da qualche relazione: possono per esempio essere una lopposto dellaltra
nel significato, una il sinonimo dellaltra, oppure avere un legame di tipo logico,
ecc. Occorre individuare la logica che lega fra loro due delle tre parole iniziali e
trovare tra le quattro alternative di risposta presentate, la parola che abbia lo stesso
tipo di legame con la terza. Non ha alcuna importanza ai fini della risoluzione
dell'esercizio la disposizione delle parole. Di seguito vengono illustrati 10 esempi svolti
sulle tipologie pi frequenti che si incontrano in questi test di capacit logica.

ESEMPIO n. 8
Traccia: terzina - terzino - ? - rima [risposte: a) mari; b) remo; c) squadra; d) ramo]
Risoluzione: le due parole, proposte nella traccia, legate tra loro sono terzina e rima perch
le terzine in un componimento letterario possono essere collegate in rima. La
connessione logica quindi l'AFFINITA' DI SIGNIFICATO tra le due parole. Tra le 4
risposte si deve scegliere la terza opzione per il medesimo criterio logico: il terzino un
componente della squadra che gioca in difesa. La risposta esatta perci la c).

ESEMPIO n. 9
Traccia: ? - scorsa - scorrere - scossa [risposte: a) scuotere; b) sorgere; c) scorta; d)
scorcio]
Risoluzione: in questo esercizio due parole sono collegate tra loro perch costituiscono
l'infinito e il participio passato dello stesso verbo (scorrere e scorsa). L'obiettivo quindi
ricercare tra le risposte l'infinito corrispondente al participio scossa, che ovviamente
scuotere. La risposta esatta la a).

ESEMPIO n. 10
Traccia: coi - di - dei - ? [risposte: a) ce; b) cui; c) col; d) con]
Risoluzione: le due parole, proposte nella traccia, legate tra loro sono di e dei, perch
costituiscono l'una una preposizione semplice e l'altra una preposizione articolata
ottenuta dall'unione della preposizione semplice pi l'articolo determinativo "i". La
connessione logica PREPOSIZIONE SEMPLICE - PREPOSIZIONE ARTICOLATA
CORRISPONDENTE. Tra le 4 risposte si deve scegliere la quarta opzione per il medesimo
criterio logico: coi la preposizione articolata ottenuta dall'unione della preposizione
semplice con pi l'articolo determinativo "i". La risposta esatta perci la d).

Come risolvere i quesiti di logica ai test d'ammissione


I quesiti di ragionamento logico del Test di Logica di Medicina, Odontoiatria e Venerinaria
sono costituiti da un breve testo da analizzare per giungere poi ad una conclusione logica.
Ci sono diverse strade da percorrere per arrivare alla conclusione, per esempio attraverso
supposizioni che non sono scritte esplicitamente nel testo. Spesso il testo accompagnato
da una domanda che mira ad individuare il ragionamento sbagliato e non quello corretto.
La conclusione deve essere una diretta conseguenza della premessa, altrimenti il
ragionamento non valido. Infine, le premesse devono essere accettate per vere
solamente ai fini del ragionamento logico, anche se pensiamo siano sbagliate.
Facciamo un esempio di ragionamento logico:
La professoressa ha detto che avrebbe fatto lezione, altrimenti avrebbe mandato
lassistente. La professoressa non pu fare lezione, quindi verr lassistente.
Il ragionamento ha questa struttura:
Premessa - La professoressa ha detto che avrebbe fatto lezione, altrimenti avrebbe
mandato lassistente. La professoressa non pu fare lezione.
Conclusione - verr lassistente.
In questo ragionamento la conclusione abbastanza evidente, in quanto introdotta da
quindi. Non sempre per essa viene introdotta da una congiunzione, e a volte la
possiamo trovare allinizio oppure allinterno del ragionamento:
La professoressa non pu fare lezione, quindi verr lassistente. La professoressa ha
detto che avrebbe fatto lezione, altrimenti avrebbe mandato lassistente.

Verr lassistente. La professoressa non pu fare lezione, e ha detto che avrebbe fatto
lezione, altrimenti avrebbe mandato lassistente.
Anche in questi casi la conclusione sempre verr lassistente, poich il resto del testo
induce ad arrivare a questa conclusione.
Alcuni ragionamenti logici mancano di passaggi fondamentali al raggiungimento della
conclusione, dunque necessario fare delle supposizioni:
Il pescatore non si salver, lo squalo lha quasi raggiunto.
Il brano non dice esplicitamente che lo squalo pericoloso, ma lo deduciamo dalla
conclusione che il pescatore non si salver, e dal fatto che sappiamo che lo squalo un
animale pericoloso. Nei quesiti di questo tipo spesso la domanda contiene una
supposizione, in modo da avere una chiave per risolvere la questione.
Dunque, la struttura di un ragionamento logico la seguente:
PREMESSA
CONCLUSIONE
SUPPOSIZIONI
Ovviamente, i ragionamenti logici presenti nei quesiti sono pi lunghi e complessi degli
esempi citati, ma la struttura rimane la stessa.
Nel test di logica possiamo trovarci di fronte a 7 tipi di ragionamento logico:
1. Individuare il messaggio principale
2. Trarre una conclusione
3. Individuare una supposizione implicita
4. Rafforzare o indebolire unargomentazione
5. Individuare il passaggio logico sbagliato
6. Trovare ragionamenti simili
7. Individuare e applicare un principio
Queste tipologie di ragionamento logico si possono riconoscere facilmente, in
quanto sono accompagnate sempre da domande standard:
1. Quale delle seguenti affermazioni esprime il messaggio principale del brano
precedente?
2. Quale delle seguenti affermazioni totalmente sostenuta dal brano precedente?
3. Su quale supposizione implicita si basa il brano precedente?
4. a) Quale delle seguenti affermazioni, se considerata vera, indebolisce largomentazione
precedente? b) Quale delle seguenti affermazioni, se considerata vera, rafforza
largomentazione precedente?
5. Quale delle seguenti risposte costituisce il passaggio logico errato nel brano

precedente?
6. Quale delle seguenti affermazioni segue la stessa struttura logica del suddetto
ragionamento?
7. Quale delle seguenti affermazioni mette in luce il principio che sta alla base del brano
precedente?
Vediamo ora insieme, attraverso alcuni esempi, come risolvere queste tipologie di
ragionamento logico.
1. Individuare il messaggio principale
Esempio. Il formaggio un cibo molto calorico e di conseguenza ha dei legami con
lobesit e le malattie cardiovascolari. Ma ci non significa che dovrebbe essere
completamente estromesso da una dieta sana, in quanto fa bene in molti modi. 100 g di
formaggio forniscono una pi alta dose di calcio rispetto ad un bicchiere di latte. Il
formaggio un cibo che contiene molte proteine, contiene 20 g di proteine per 100 g ed
molto gustoso. I batteri che si trovano nel formaggio favoriscono una digestione sana e
rafforzano il sistema immunitario.
Quale delle seguenti affermazioni esprime il messaggio principale del brano precedente?
A) Il formaggio pu essere incluso, con attenzione, in una dieta bilanciata
B) Il formaggio pu causare obesit e malattie cardiovascolari
C) Il formaggio fa bene in molti modi
D) Il formaggio essenziale per una vita sana
E) Il formaggio contiene batteri utili alla salute
La cosa principale da fare in questa tipologia di domande (e questo vale per tutte)
leggere attentamente il brano, per poi individuare la frase che contiene la conclusione,
che si pu trovare in qualsiasi punto del brano. Una volta fatto ci, ci si pu chiedere quale
messaggio vuole trasmetterci lautore, e provare ad individuare la frase che lo contiene.
Poi, utile rileggere di nuovo il brano, per capire se la frase che abbiamo scelto
supportata da tutto il testo. Spesso il brano contiene una conclusione intermedia, quindi
solo uno dei passaggi che portano alla conclusione finale, e di conseguenza difficile
arrivarci.
Nel nostro brano necessario porre questa domanda: per quale motivo l'autore ha scritto
un articolo sui formaggi? evidente che l'articolo stato ideato per contrastare alcuni
luoghi comuni sul formaggio, e l'autore mette in evidenza il fatto che, nonostante sia un
alimento molto calorico, nonostante porti all'obesit e a poblemi cardio-vascolari, ha molte
note positive. Dunque, non esiste alcun motivo per il quale debba essere eliminato dalla
nostra dieta. Molti potrebbero pensare che la risposta esatta sia la C, ma il fatto che faccia
bene lo sappiamo gi, e non costituisce il messaggio principale che l'autore vuole

trasmetterci. Ci che vuole dire l'autore il fatto che giusto inserire nella nostra
alimentazione il formaggio, anche se molti non sono d'accordo. Dunque la risposta esatta
la A.
2. Trarre una conclusione
Esempio. Le carte fedelt dei supermercati sono state ideate per incoraggiare il cliente a
fare sempre la spesa nello stesso supermercato. Tuttavia, oggigiorno tutte le grandi catene
di supermercati offrono tali carte fedelt. La maggioranza dei clienti possiede una carta
fedelt per ciascuno dei supermercati della zona in cui risiede. , quindi, inutile per i
supermercati continuare ad offrire indiscriminatamente simili carte fedelt e sembrerebbe
invece pi opportuno smettere di offrirle. Dalla situazione appena descritta si potrebbe
desumere che le carte fedelt non sono per nulla la ragione principale per cui i clienti
scelgono di fare la spesa in un determinato supermercato. Quale delle seguenti
affermazioni totalmente sostenuta dal brano precedente?
A) Le carte fedelt non sono la ragione principale per cui la gente sceglie di fare la
spesa in un determinato supermercato
B) Le carte fedelt sono troppo costose per i supermercati
C) Le carte fedelt sono state ideate per incoraggiare il cliente a fare la spesa nello
stesso supermercato
D) La gente ha ormai carte fedelt per tutti i supermercati della zona in cui risiede
E) I supermercati dovrebbero smettere di offrire le carte fedelt
In questo caso, oltre a leggere attentamente il brano, bisogna valutare tutte le alternative
che ci sono state fornite, ed individuare la risposta totalmente sostenuta dal brano.
Dopo aver letto attentamente il brano, necessario capire bene cosa richiede la domanda.
Essa infatti non chiede qual il messaggio principale, o quale supposizione si possa fare,
ma vuol sapere esplicitamente cosa il brano sostenga totalmente. La risposta A una
supposizione, in quanto si desume dal testo e non la si legge nel testo. La risposta B non
ha molta attinenza con il testo, in quanto il brano non parla assolutamente di un costo delle
carte fedelt. La risposta C soltanto un'affermazione, e ci informa su qualcosa che
sappiamo gi: il brano parte dal fatto che le carte fedelt siano state inventate per
incoraggiare il cliente a fare la spesa nello stesso posto, per giungere poi a qualcos'altro.
Anche la risposta D una costatazione, dicendo che ormai la gente ha carte fedelt in tutti
i supermercati. Allora, dopo tutte queste premesse ed affermazioni, l'autore arriva
finalmente alla conclusione, contenuta nella risposta E: visto che la gente ha carte fedelt
ovunque, e quindi si perso lo scopo originario, non meglio smettere di offrire carte
fedelt ai clienti?
3. Individuare una supposizione implicita

Esempio."Gli uccelli migratori che non sono in grado di volare per distanze molto lunghe
senza riposarsi sfruttano i tratti di mare dove le coste sono pi vicine tra di loro. Gli uccelli
che migrano da e verso lAfrica, passano per lo Stretto di Gibilterra. Per questi uccelli,
alcuni dei quali sono molto rari, essenziale che questo passaggio rimanga aperto. Per
questo motivo, importante che il piano per la costruzione di pale eoliche sulle colline
intorno allo stretto di Gibilterra venga bloccato". Su quale supposizione implicita si basa il
brano precedente?
A) altre specie di uccelli possono volare pi a lungo e quindi utilizzare altri passaggi per la
loro migrazione
B) non ci sono piani per la costruzione di pale eoliche in altre localit lungo la costa
C) gli uccelli che migrano passando per lo Stretto di Gibilterra sono a rischio di estinzione
D) le pale eoliche per la generazione di energia elettrica devono essere costruite sulle
colline
E) le pale eoliche che potrebbero venire costruite renderebbero pericoloso lutilizzo di
questo passaggio per gli uccelli migratori
Il succo del discorso, in questo brano, che il piano per la costruzione delle pale eoliche
sulle colline intorno allo stretto di Gibilterra deve assolutamente essere bloccato. La
domanda non chiede quale sia il messaggio principale, bens la supposizione implicit che
sta alla sua base, argomentata attraverso le informazioni che ci d il testo. Dunque, le
risposte B e D sono da escludere, perch danno informazioni sulla costruzione e sul
miglior posizionamento geografico delle pale eoliche. Neanche la risposta C esatta, in
quanto d un'informazione gi presente nel brano, anche se travisata, poich il brano non
dice che tutti gli uccelli che attraversano lo stretto di Gibilterra sono a rischio di estinzione,
ma solo quelli rari. Potrebbe sembrare esatta la risposta A, ma questa non una
supposizione implicita di tutto il brano, bens solo della prima frase. Dunque, la risposta
esatta la E, poich costruire le pale eoliche sulle colline intorno allo stretto di Gibilterra
potrebbe essere molto pericoloso per gli uccelli migratori.
4. Indebolire o rafforzare unargomentazione
a) Indebolire unargomentazione
Esempio. "Alcuni scienziati tedeschi hanno scoperto che le cellule tumorali sono rivestite
da una proteina che le protegge dal sistema immunitario. Essi ritengono quindi che occorre
ricercare un farmaco che permetta l'eliminazione di tale proteina". Quale delle seguenti
affermazioni indebolisce la precedente argomentazione?
A) le cellule tumorali si riproducono molto velocemente nel corso del tempo;
B) le persone malate di tumore hanno un sistema immunitario pi forte di quelle sane;

C) le proteine che rivestono le cellule tumorali sono essenziali per una corretta funzionalit
epatica;
D) i tumori sono pi diffusi negli anziani rispetto ai giovani;
E) necessario destinare fondi pi ingenti alla ricerca farmaceutica nei laboratori di tutto il
mondo
L'affermazione che indebolisce l'argomentazione del testo contenuta nella risposta C.
Infatti, se le proteine che rivestono le cellule tumorali servono necessariamente ad una
corretta funzionalit epatica, la proposta di trovare un farmaco che elimini questa proteina
viene messa in discussione, altrimenti si corre il rischio di avere problemi riguardo la
funzionalit epatica.
b) Rafforzare unargomentazione
Esempio. stato dimostrato che molte specie di uccelli compiono intricati percorsi per
confondere gli altri uccelli circa il luogo in cui nascondono il cibo. Per esempio, se si
rendono conto che un altro uccello li ha osservati mentre nascondevano il cibo in un
determinato luogo, ritornano e vanno a nasconderlo altrove; mentre, se non sono stati
osservati, non se ne preoccupano. Ci dimostra che gli uccelli sono dotati di un certo
livello di empatia immaginativa, sono consapevoli dei processi cognitivi degli altri uccelli e
sono capaci di prevedere il comportamento dei loro simili.
Se considerata vera, quale delle seguenti affermazioni rende pi forte largomentazione
precedente?
A) Gli uccelli che hanno rubato cibo ad altri uccelli hanno la tendenza a stare pi attenti nel
nascondere il proprio cibo
B) Gli uccelli mostrano un tale comportamento scaltro fin dalle prime settimane di vita
C) Gli uccelli migratori che coprono lunghe distanze si riuniscono per un breve periodo
prima di intraprendere il loro viaggio
D) Alcuni uccelli hanno la capacit di imparare ad usare utensili per procurarsi cibo
osservando altri uccelli
E) Il comportamento di alcuni uccelli pu essere influenzato dal canto di altri uccelli
Il brano sostiene che gli uccelli sono dotati di straordinaria empatia immaginativa,
prevedono ci che faranno i loro simili e sono consapevoli dei processi cognitivi degli altri
uccelli. Tutto ci deriva dal fatto che compiono diversi stratagemmi per nascondere il cibo
agli altri. Duque, la le proposte indicate, quello che rafforza di pi largomentazione il
fatto che gli uccelli che hanno rubato il cibo ad altri uccelli sono pi attenti a nascondere il
loro cibo, in quanto lhanno fatto e prevedono che altri lo faranno. La risposta esatta
dunque la A.

5. Identificare il passaggio logico errato


Esempio. "Nel corso dell'ultimo anno si sono verificati circa 32.000 incendi di automobili e
si stima che solo il 9% degli automobilisti viaggia con un estintore nella propria auto. Se
pi automobilisti fossero incoraggiati a viaggiare con un estintore a bordo, allora il numero
di incendi di automobili verrebbe considerevolmente ridotto". Quale delle seguenti risposte
costituisce il passaggio logico errato nel brano precedente?
A) si assume che portare con s un estintore consenta di spegnere gli incendi;
B) non si considera il fatto che vi sono diversi estintori per diversi tipi di incendi;
C) non viene presa in considerazione la possibilit che gli incendi non possano essere
spenti con un estintore
D) si presuppone che il verificarsi di incendi alle auto sia legato alla mancanza di un
estintore;
E) non si considera il fatto che milioni di automobilisti non hanno mai subito un incendio
della loro auto
In questo caso il candidato deve individuare il passaggio logico sbagliato presente nel
brano, il quale non permette di arrivare alla conclusione a partire dalle premesse
presentate. Dunque, necessario procedere in questo modo:
- individuare premessa e conclusione
- capire come si arriva a tale conclusione attraverso il brano
- identificare infine il passaggio logico sbagliato allinterno del brano, cio lanello
mancante nel ragionamento.
Il passaggio logico errato di questo brano il collegamento tra il fatto contenuto nella
prima proposizione e la conclusione espressa nella seconda proposizione. Non si pu
trarre una conclusione dal fatto contenuto nella prima proposizione, dunque la risposta
esatta la D. Infatti, la presenza di un estintore in macchina non implica il fatto che non
possa avvenire un incendio. L'estintore serve a spegnere il fuoco, ma di certo non lo pu
prevenire. Perci, non esiste alcun collegamento tra la presenza di un estintore in
macchina e la diminuzione di incendi nelle auto.
6. Individuare ragionamenti analoghi
Esempio. "Di solito quando sto per prendere linfluenza ho sempre mal di testa prima. Mi
sento la febbre, ma non ho mal di testa, quindi non sto per prendere linfluenza". Quale
delle seguenti affermazioni segue la stessa struttura logica del suddetto ragionamento?
A) se avessi chiuso a chiave la porta uscendo di casa, avrei le chiavi con me. Purtroppo
non ho le chiavi con me, quindi non posso aver chiuso a chiave la porta quando sono
uscito;

B) se Mario ottiene degli ottimi voti a scuola, vuole iscriversi alla facolt di medicina. Lo
scorso anno non ha ottenuto dei buoni voti, quindi improbabile che studier medicina;
C) se di sera il cielo rosso, lindomani sar una bella giornata. Stasera il cielo rosso
quindi ci si pu aspettare una bella giornata per domani;
D) se vincessi alla lotteria non darei nulla alla mia famiglia perch i miei familiari hanno
detto che se vincessero non mi darebbero niente;
E) se Tamara fosse gi andata al cinema, Claudia sarebbe andata con lei. Tamara non
ancora uscita, quindi possiamo essere certi che nemmeno Claudia ancora partita
In questo tipo di ragionamento logico si chiede di individuare le somiglianze tra diversi
ragionamenti. Bisogna cercare le similitudini allinterno della struttura del ragionamento.
Per fare ci, si possono ricercare nel brano delle frasi ricorrenti, scritte ogni volta in modo
differente.
La prima proposizione presente nel brano pu essere schematizzata nel modo seguente:
A. Se sto per prendere l'influenza
B. Allora ho prima mal di testa
Cos la seconda:
A. Se non ho mal di testa
B. Allora non sto per prendere l'influenza
Tra le varie alternative proposte dalle risposte bisogna cercare il ragionamento che ha la
stessa struttura. La risposta esatta allora la A:
Prima proposizione: A. Se avessi chiuso a chiave la porta B. Allora avrei le chiavi con me
Seconda proposizione: A. Se non ho le chiavi con me B. Allora non ho chiuso la porta a
chiave
7. Individuare e applicare un principio
Esempio. "I fumatori che soffrono di malattie cardiache causate dal fumo non
dovrebbero poter usufruire di cure mediche gratuite, poich tali casi sono tipici esempi di
malattie auto-indotte. Coloro i quali hanno causato malattie o traumi a se stessi
dovrebbero contribuire economicamente alle loro cure mediche". Quale delle seguenti
affermazioni mette in luce il principio che sta alla base del brano precedente?
A) I bambini dovrebbero ricevere le cure dentistiche gratuitamente anche se
mangiano dolciumi che provocano la carie.
B) Chi soffre di malattie cardiache e pu permettersi di pagare le cure mediche
non dovrebbe usufruirne gratuitamente.

C) I fumatori che non possono permettersi di pagare le cure mediche dovrebbero poter
usufruire gratuitamente dellassistenza sanitaria in caso di malattia.
D) Le persone che si infortunano in un incidente stradale dovrebbero poter usufruire
gratuitamente delle cure mediche a prescindere dal fatto che stessero indossando o meno
le cintura di sicurezza.
E) I motociclisti che si feriscono alla testa per non aver indossato il casco dovrebbero
contribuire economicamente alle loro cure.
Per comprendere qual il principio del brano, bisogna innanzitutto identificarlo. Il principio
viene applicato ad un caso specifico, ma pu estendersi ad altri casi. Per esempio, se
utilizziamo il principio dire bugie sbagliato nellambito cristiano, possiamo accettare
questo principio ed estenderlo ad altri casi: dire bugie a fin di bene sbagliato, dire bugie
per salvare la vita ad una persona sbagliato.
Per giungere ad individuare il principio, bisogna innanzitutto trovare le premesse e la
conclusione, in modo da capire su quale principio si basa il brano. Il ragionamento in
questione esprime la conclusione che i fumatori che contraggono malattie cardiache non
devono usufruire di cure mediche gratuite, in quanto si sono procurati da soli i danni.
Dunque, se dobbiamo pensare ad un principio generale, possiamo dire che coloro che
causano malattie al proprio corpo, dovrebbero affrontare da soli le spese mediche.
Dunque, la risposta esatta la E, in quanto i motociclisti che non utilizzano il casco si
auto-procurano infortuni alla testa, dunque non hanno il diritto di ricevere cure gratuite.

Come risolvere i problemi logico-matematici ai test


d'ammissione
Il test di logica propone inoltre alcuni problemi logico-matematici, che
richiedono competenze spazio-numeriche e capacit logiche. In genere il quesito si
presenta sotto forma di testo, corredato a volte da una tabella, uno schema o altro, una
domanda e cinque risposte (che possono avere tabelle).
I problemi logico-matematici possono essere di tre tipi:
selezione attinente
ricerca delle procedure
identificazione delle similitudini
1. Selezione attinente
Questa tipologia di quesito mira a verificare la capacit del candidato ad individuare
informazioni necessarie e utili alla soluzione, eliminando quelle che non servono. I testi

presenti in questa tipologia di domanda infatti riportano, insieme alle informazioni utili,
anche quelle che non servono a trovare la soluzione, e che dunque sono fuorvianti.
Esempio. Un ispettore di polizia sta conducendo unindagine su un caso di omicidio. Sulla
scena del delitto stato ritrovato un biglietto di ingresso ad un museo.
Ciascuno dei 5 sospettati ha ammesso di aver visitato il museo nellultimo mese.
Il sospettato A sostiene di aver visitato il museo il 17 febbraio.
Il sospettato B sostiene di aver visitato il museo il 6 febbraio.
Il sospettato C sostiene di aver visitato il museo il 9 febbraio.
Il sospettato D sostiene di aver visitato il museo il 30 gennaio.
Il sospettato E sostiene di aver visitato il museo il 3 febbraio.
Lispettore ricorda chiaramente di aver visitato lui stesso il museo il mese scorso, il 16
gennaio, e sa per certo che da dicembre a marzo il museo aperto soltanto il marted e il
venerd. Pertanto, sa anche che SOLO uno dei sospettati non sta dicendo la verit. Chi il
sospettato che non sta dicendo la verit?
A) Il sospettato A
B) Il sospettato B
C) Il sospettato C
D) Il sospettato D
E) Il sospettato E
Ci che bisogna fare innanzitutto, leggere le informazioni ricevute e metterle in ordine. In
questo caso ci si presentano davanti alcune date, messe in modo casuale, dunque
neccessario ordinarle cronologicamente. Cerchiamo poi di capire quanti giorni passano tra
le date vicine:
1. 16/01
(14 giorni)
2. 30/01
(4 giorni)
3. 3/02
(3 giorni)
4. 6/02
(3 giorni)
5. 9/02
(8 giorni)
6. 17/02

Sappiamo che il museo da dicembre a marzo aperto solo il marted e il venerd, e


teniamo il considerazione il fatto che tra il marted ed il venerd seguente ci sono 3 giorni di
distacco, mentre tra il venerd ed il marted ci sono 4 giorni.
Tra il 16 ed il 30 gennaio ci sono 14 giorni, dunque il 30 gennaio stato lo stesso giorno
del 16. Deve essere stato un venerd, poich il giorno successivo il 3/02, si distanzia di 4
giorni. Perci il 3/02 sar un marted, il 6/02 un venerd, il 9/02 luned, e infine il 17/02 un
marted. Dunque, il Sospettato C non ha detto la verit.
2. Ricerca delle procedure
Per alcuni quesiti non basta solo selezionare le informazioni adatte a trovare una
soluzione, ma necessario cercare un metodo per poter risolvere il quiz, in genere
attraverso piccoli calcoli.
Esempio. La dose giornaliera efficace di un certo antibiotico di 50 mg/kg di peso
corporeo per gli adulti; di 75 mg/kg per i ragazzi dai 7 ai 15 anni; di 100 mg/kg per i
bambini fino ai 6 anni. Il misurino dosatore (mis.) inserito nella confezione dello sciroppo
contiene 150 mg dell'antibiotico. Quanti misurini necessario somministrare ogni 8 ore a
un bambino di 5 anni che pesa 18 kg, per raggiungere il dosaggio giornaliero efficace?
1) 1 mis.
2) 2 mis.
3) 3 mis.
4) 4 mis.
5) 6 mis.
La risposta esatta la 4) 4 misurini. Dato che si tratta di un bambino di 5 anni, la dose
giornaliera efficace di 100 mg/kg. Il bambino pesa 18 kg: quindi facciamo 18 x 100 =
1800 mg. Un misurino contiene 150 mg di antibiotico, dunque 1800 : 150 = 12 misurini al
giorno. Ricordiamoci poi che l'antibiotico va somministrato ogni 8 ore, perci 24 : 8 = 3
volte al giorno. 12 misurini : 3 = 4 misurini.
In questo caso, il testo ci d informazioni fuorvianti, ovvero le dosi per adulti e per
ragazzi. Anche qui bisogna stare attenti a cosa chiede la domanda, e a selezionare le
informazioni utili alla soluzione: il bambino e la dose di sciroppo a lui adatta, la capacit
del misurino.
3. Identificazione delle similitudini
Lultima tipologia logico-matematica riguarda lidentificazioni di similitudini tra una
situazione proposta nella domanda, e unaltra proposta nelle risposte.
Esempio. Il sig. Luigi deve piastrellare un muro delle dimensioni di 120 cm di larghezza
e 100 cm di lunghezza. Ogni mattonella un quadrato con lato di 20 cm. Il sig. Luigi ha
pertanto bisogno di 6 x 5 = 30 mattonelle.

Quale delle seguenti opzioni utilizza lo stesso metodo di calcolo del ragionamento
precedente?
A) Una rampa di scale alta 3 m. Ogni gradino ha unaltezza di 25 cm quindi la scala
fatta di 12 gradini.
B) Una stanza misura 4,2 m x 2,0 m. La moquette costa 10 al metro quadro, quindi
rivestire lintera stanza ha un costo di 84.
C) Una scatola contenente zollette di zucchero misura 10cmx10cmx5cm. Ogni zolletta di
zucchero ha forma cubica con un lato di 1cm, quindi la scatola contiene 500 zollette di
zucchero.
D) Utilizzando delle tavole quadrate con ciascun lato di 1,5 m Mario deve costruire un
tavolo che misura 6 m x 3 m quindi ha bisogno di 8 tavole.
E) Paolo lavora 40 ore alla settimana e guadagna 5 allora, quindi in 4 settimane
guadagna 800.
La risposta esatta la D. Infatti, come il Sig. Luigi deve moltiplicare 6 x 5 poich servono 6
mattonelle per un lato e 5 per l'altro, nella risposta D servono 4 tavole per il lato di 6 m e 2
per il lato di 3 m. Allora bisogner fare 4 x 2.
Conoscenze neccessarie per risolvere i quesiti
Per la risoluzione di problemi logico-matematici, necessario infine avere conoscenze e
capacit matematiche specifiche:
frazioni semplici
valore posizionale
percentuali
le quattro operazioni
proporzioni
valute monetarie
saper interpretare tabelle orarie e leggere orari
unit di misura (lunghezza, peso, superficie, volume)
calcolo di area, perimetro e volume

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
RAGIONAMENTO NUMERICO DEDUTTIVO

Nel RAGIONAMENTO NUMERICO DEDUTTIVO ogni quesito costituito da righe


accanto a cui posta l'indicazione "pi" o "meno" che significa che la riga contiene un
qualcosa (uno o pi elementi che la compongono, la loro posizione, una regola logica o
matematica, secondo cui sono ordinati) che la rende valida ("pi") o non valida
("meno") ai fini della risoluzione del quesito. Bisogna analizzare perci tutte le righe,
individuare la regola o l'elemento che sempre presente nelle righe "pi" e confrontare
queste righe con quelle "meno" per vedere quali sono i casi in cui la riga viene considerata
non valida ai fini della soluzione. In questa sottosezione troverete 12 esempi svolti che vi
indicheranno le tipologie di quesiti maggiormente presenti nei vari test di ragionamento
numerico deduttivo e che chiariranno meglio i concetti sopra esposti.
ESEMPIO n. 1

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" il secondo numero (es. 4) uguale alla
seconda cifra del primo numero (es. 54). La soluzione esatta quindi la A.
ESEMPIO n. 2

Risoluzione: in ogni riga contrassegnata con "pi" (es. 2 - 8) la somma dei numeri sempre
uguale a 10. La soluzione esatta quindi la B.
ESEMPIO n. 3

Risoluzione: in ogni riga contrassegnata con "pi" il primo numero (es. 70) divisibile per
il secondo numero (es. 10). La soluzione esatta quindi la D.
ESEMPIO n. 4

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" il terzo numero (es. 84) ottenuto
moltiplicando il primo numero (es. 42) per il secondo numero (es. 2). La soluzione esatta
quindi la A.
ESEMPIO n. 5

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" i tre numeri sono composti da cifre che
sommate tra di loro danno lo stesso risultato, nel nostro caso "6" (es. 42, 51 e 33). La
soluzione esatta quindi la D.
ESEMPIO n. 6

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" moltiplicando le cifre del primo
numero (es. 28) si ottiene il secondo numero (es. 16), mentre nel terzo numero si ripete la
cifra minore tra le due che compongono il primo numero (es. 2). La soluzione esatta
quindi la E. (N.B. in altri esercizi lo stesso criterio logico pu essere applicato con la sola
variante che nel terzo numero si ripete la cifra maggiore tra quelle del primo numero)
ESEMPIO n. 7

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" i tre numeri sono collegati dalle due
operazioni: "x2" e "-1" e l'unica soluzione che segue lo stesso procedimento logico la D.
ESEMPIO n. 8

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" sommando tra loro le cifre del primo
numero (es. 39) si ottiene il secondo numero (es. 12), mentre moltiplicando tra loro le cifre
del primo numero(es. 39) si ottiene il terzo numero (es. 27). La soluzione esatta quindi la
E.
ESEMPIO n. 9

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" il secondo numero (es. 45) ha la prima
cifra uguale all'ultima cifra del primo numero (es. 34); il terzo numero (es. 75) termina con
la stessa cifra del secondo (es. 45). In realt la quinta riga "meno" segue lo stesso
criterio logico, con la sola differenza che il terzo numero ha la prima cifra gi presente
nei primi due numeri; nelle righe "pi", invece, il terzo numero ha la prima cifra
diversa da tutte quelle utilizzate nei primi due numeri (es. 75 ha il 7 come prima cifra
che non compare n in 34 n in 45). La soluzione esatta quindi la A.
ESEMPIO n. 10

Risoluzione: in ogni riga contrassegnata con "pi" il secondo numero (es. 61) "lo
specchio" del primo numero (es. 16), mentre il terzo numero (es. 11) formato da due cifre
entrambe uguali alla prima cifra del primo numero (16). La soluzione esatta quindi la A.
ESEMPIO n. 11

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" la somma del primo e del secondo numero
danno come risultato il terzo; il quarto numero il successivo del terzo numero. In realt
anche la seconda riga "meno" segue lo stesso criterio logico, se non fosse per il fatto
che gli ultimi due numeri delle righe "pi" sono formate da due cifre ciascuno (es. 19 e
20), mentre la riga "meno" ha come ultimi numeri 6 e 7. La soluzione esatta quindi la
A. (N.B.: la risposta D non accettabile perch non rispetta il criterio degli ultimi 2 numeri
costituiti da due cifre).

ESEMPIO n. 12

Risoluzione: nelle righe contrassegnate con "pi" il secondo numero (es. 8) uguale alla
prima cifra del primo numero (es. 80); il terzo e quarto numero sono i successivi del
secondo (es. 9 e 10). La soluzione esatta quindi la C.

Le GUIDE di
LOGICA-MATEMATICA.it
RAGIONAMENTO CRITICO NUMERICO
Nel RAGIONAMENTO CRITICO NUMERICO i quesiti proposti fanno riferimento a
dati riportati in tabelle. Occorre trovare, tra le quattro alternative proposte, la soluzione
ai quesiti, utilizzando i dati delle tabelle. In questa pagina vengono riportati alcuni
esercizi tra i pi ricorrenti del Ragionamento Critico Numerico. La risoluzione degli esercizi
sotto-elencati sempre stata eseguita, quando possibile, con metodi veloci, ricorrendo a
delle approssimazioni per giungere alla risposta esatta in breve tempo ed ovviamente senza
l'aiuto di calcolatori di alcun tipo.
TABELLA 1

ESEMPIO n. 1
Traccia: Ipotizzando un prezzo medio per vettura prodotta dalla Open nel 1998 pari a
25.000 , quanto avrebbe incassato (in migliaia di euro) la casa se avesse venduto il 10%

di vetture in pi?[risposte: a) 6.225.000; b) 6.847.500; c) 7.825.000; d) 4.455.000]


Risoluzione: la Open nel 1998 ha venduto 249 (mila) auto che noi approssiamo a 250 (mila)
per facilitare i calcoli. Se la casa vende il 10% di vetture in pi, ovvero altre 25 (mila), in
totale avremmo250+25 = 275 (mila) vetture. Moltiplicando 275 per il prezzo medio (25
mila euro) si ha: 27525 (2755) + (27520) si ottiene circa 1300 + 5500 = 6800 che
corrispondono all'incirca alle prime 4 cifre della risposta b) che quindi quella corretta.
(Notate che i calcoli eseguiti nell'esercizio sono facilmente eseguibili a mente senza avere a
che fare con i numeri "giganteschi" che propone la traccia).
ESEMPIO n. 2
Traccia: Qual stato l'incremento percentuale (arrotondato) delle vendite della Mir tra il
1998 e il 1999? [risposte: a) 19%; b) 10%; c) 20%; d) 5%]
Risoluzione: la MIr ha venduto 183 (mila) vetture nel 1998 e 202 (mila) nel 1999. Per
facilitare i calcoli approssimiamo le due cifre a 180 e 200 rispettivamente. L'incremento
percentuale sar dato da [(200-180)/180]100 + (20/180)100 100/9 si ottiene
circa l'11% e l'unica soluzione che si avvicina a questa percentuale la risposta b), ovvero
10% che quindi quella corretta.
ESEMPIO n. 3
Traccia: Qual il massimo decremento percentuale annuo (arrotondato) registrato dalla
Fard?[risposte: a) 14%; b) 25%; c) 32%; d) 18%]
Risoluzione: osservando i dati della casa automobilistica Fard si nota facilmente che il
massimo decremento percentuale annuo si ha tra il 2001 (175 mila vetture) e il 2002 (143
mila vetture). Proseguiamo l'esercizio approssimando la differenza tra i due valori a circa 30
(mila) vetture per facilitare i calcoli. Il decremento percentuale sar dato allora
da (30/175)100, ma notiamo che 30/150 < 30/175 < 30/180, ovvero compreso tra 1/5 e
1/6 del 100%. Da ci si deduce che la nostra percentuale deve essere tra il 16% e il 20%.
L'unica risposta con tale caratteristica la d).
ESEMPIO n. 4
Traccia: Qual la percentuale (arrotondata) delle auto vendute dalla casa Open sul totale
delle vendite delle case automobilistiche, riportate in tabella, nel 2002? [risposte: a) 25%;
b) 30%; c) 22%; d) 33%]
Risoluzione: per facilitare i calcoli approssimiamo le vendite di vetture di ciascuna casa
automobilistica: Open (270), Raz (210), Mir (290) e Fard (140). Il calcolo da eseguire il
seguente:[270/(270+210+140+290)]100 (270/910)100 si ottiene circa il 29%, quindi
la risposta corretta la b). (N.B.:in questo caso i calcoli andavano fatti in modo meno
approssimativo rispetto agli altri esercizi perch vi erano due risposte molto simili, cio la

b) e la d)).
TABELLA 2

ESEMPIO n. 5
Traccia: Rispetto al valore del 1993 riportato in tabella, qual stato l'aumento della
retribuzione lorda, in percentuale approssimata, nel 1997? [risposte: a) 25%; b) 31%; c)
33%; d) 62%]
Risoluzione: la retribuzione lorda nel 1997 153 (mila euro) e nel 1993 122 (mila euro).
Approssimando i due valori possiamo trovare l'incremento percentuale: [(150120)/120]100 = (30/120)100 = 100/4 = 25%. La risposta corretta la a).
ESEMPIO n. 6
Traccia: In quale anno, secondo la tabella, si avuto un incremento della retribuzione
netta del 10% rispetto all'anno precedente? [risposte: a) 1997; b) 1994; c) 1996; d)
nessuna delle alternative proposte]
Risoluzione: la risposta corretta la d), infatti tra il '93 e il '94 ci sarebbe dovuto essere un
incremento di 8.000 tra il '94 e il '95 sarebbe dovuto essere di 8.500 , tra il '95 e il '96 di
9.000 , tra il '96 e il '97 di 9.400 .
TABELLA 3

ESEMPIO n. 7
Traccia: Considerando lo stipendio e le spese affrontate, quanto metterebbe da parte in
totale in un mese Stefano se riuscisse a ridurre del 20% le spese dei trasporti? [risposte:
a) 300 ; b) 250 ; c) 235 ; d) 312 ]
Risoluzione: Stefano affronta come spese di trasporti 310 . Il 20% di questa cifra si ottiene
dividendo 310 per 5 ottenendo all'incirca 60 . Le spese per i trasporti scenderebbero quindi
a circa250 . Sottraendo le spese affrontate dallo stipendio si ottiene: 2600 (750+350+640+250+300) = 310 . L'unica risposta che si avvicina al risultato ottenuto la
d).

ESEMPIO n. 8
Traccia: Qual la percentuale, arrotondata, delle spese di Marco per l'affitto, sul totale
delle sue spese mensili? [risposte: a) 40%; b) 35%; c) 33%; d) 25%]
Risoluzione: le spese di Marco per l'affitto sono 600 . Il totale delle spese affrontate
sono:600+240+560+100+200 = 1700 . Calcolando la percentuale si ha: (600/1700)100.
Senza fare il calcolo sappiamo che (600/1800)100 darebbe come risultato 33,3%. Il
risultato dovr essere la percentuale immediatamente superiore (perch dividiamo 600
per un numero pi piccolo e dobbiamo ottenere come risultato un numero pi grande)
presente nelle risposte, ossia il 35%. La risposta corretta quindi la b).

ESEMPIO n. 9
Traccia: Se ognuno dei tre mettesse in comune mensilmente il 5% del proprio stipendio,
di che importo globale disporrebbero? [risposte: a) 280 ; b) 230 ; c) 320 ; d) 330 ]
Risoluzione: lo stipendio di Marco 2.000 10% = 200 5% = 100 . Questo
importo andr poi moltiplicato per 2 perch Luca percepisce lo stesso stipendio di Marco.
Lo stipendio di Stefano 2.600 10% = 206 5% = 130 . In totale metterebbero in
comune: 100 + 100 + 130 = 330 . La risposta corretta quindi la d).

LOGICA-MATEMATICA.it
SERIE NUMERICHE
Le SERIE NUMERICHE sono tra gli esercizi di logica pi comuni e pi frequenti in molti
Concorsi Militari e Pubblici. Si tratta di prove in cui bisogna ricercare il numero
incognito (di solito indicato con un punto interrogativo o con tre puntini) che completa,
secondo una precisa regola logico-matematica, una successione aritmetica di numeri.
In questa guida troverete 10 esempi svolti che vi indicheranno le tipologie di serie
maggiormente presenti nei vari test di logica.
ESEMPIO n. 1
Traccia: 27 - ? - 45 - 54 - 63 [risposte: a) 36; b) 32; c) 38; d) 40]
Risoluzione: in questa serie crescente tutti i numeri sono legati in sequenza lineare da
un'unica operazione matematica, ossia unaddizione che si ripete sempre uguale. Infatti
dagli ultimi tre numeri si ha: (45+9 = 54+9 = 63). Dalle informazioni raccolte si pu
ricavare il numero incognito aggiungendo "9" al numero "27": (27+9 = 36). Prima di dare la
risposta definitiva si verifica che il numero trovato (36) sommato a "9" dia come risultato
proprio "45": (36+9 = 45). La risposta esatta quindi la a). (N.B.: la stesso criterio pu
essere utilizzato per altre serie crescenti prevista l'operazione di moltiplicazione o per
serie decrescenti in cui prevista la sottrazione o la divisione)
ESEMPIO n. 2
Traccia: 2 - 3 - 5 - 8 - ? [risposte: a) 11; b) 16; c) 10; d) 12]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato a
numeri via via crescenti man mano che si procede nella serie. Infatti si ha (2+1 = 3);
(3+2 = 5); (5+3 = 8). Ci aspettiamo che il prossimo incremento corrisponda a "+4".
Verifichiamo: (8+4 = 12). La soluzione esatta quindi la d).
ESEMPIO n. 3
Traccia: 6 - 28 - ? - 14 - 96 - 7 [risposte: a) 32; b) 30; c) 24; d) 18]
Risoluzione: questa serie prevede il collegamento dei numeri "a saltellli" tramite delle
sottoserie completamente indipendenti tra loro. Il secondo numero (28) legato al quarto
(14) e al sesto (7) da un'unica operazione: (28:2 = 14:2 = 7). Non avendo altre informazioni
dobbiamo aspettarci che nell'altra sottoserie anche il primo numero sia legato al terzo e al
quinto da una stessa operazione: (64 = 244 = 96). La risposta corretta la c).

ESEMPIO n. 4
Traccia: 7 - 42 - ? - 270 - 273 [risposte: a) 44; b) 45; c) 46; d) 84]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono legati da 2 operazioni matematiche che si
ripetono alternativamente. Partiamo dalle informazioni a nostra disposizione: i primi due
numeri sono legati da una moltiplicazione, infatti (76 = 42); gli ultimi due numeri sono
collegati da un'addizione (270+3 = 273). Poich vi sono ancora due collegamenti "da
scoprire" (quello tra "42" e "?" e quello tra "?" e "270"), proviamo ad ipotizzare
un'alternanza di operazioni "6" e "+3". Quindi sommiamo "3" a "42": (42+3 = 45) e
verifichiamo che la risposta sia esatta moltiplicando il risultato (45) ottenuto per "6":
(456 = 270). La soluzione esatta la b).
ESEMPIO n. 5
Traccia: ? - 4 - 75 - 15 - 50 - 10 [risposte: a) 20; b) 45; c) 40; d) 30]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa operazione e
tra le varie coppie non vi alcun collegamento. Procediamo nella risoluzione,
considerando gli ultimi 4 numeri della serie: (75:5 = 15); (50:5 = 10). Quindi ci aspettiamo
che anche i primi due numeri si ottengano con lo stesso criterio logico: (20:5 = 4). La
soluzione esatta quindi la a). (N.B.: la stesso ragionamento logico pu essere utilizzato
per altre serie in cui i numeri, presi a coppia, danno come risultato la stessa somma o la
stessa differenza; ad es.: 35 - 13 - 29 - 19 - 20 - 28)
ESEMPIO n. 6
Traccia: 4 - 16 - 7 - 49 - 1 - ? [risposte: a) 9; b) 3; c) 4; d) 1]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa operazione.
Il primo numero moltiplicato per se stesso d come risultato il secondo numero e il terzo
numero moltiplicato per se stesso d come risultato il quarto numero, infatti: (44 = 16)
(77 = 49). In maniera simile si avr la relazione matematica tra il quinto e il sesto numero
(11 = 1). La soluzione esatta quindi la d).

ESEMPIO n. 7
Traccia: 5 - 25 - 125 - 4 - 16 - ? [risposte: a) 216; b) 8; c) 36; d) 64]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a gruppi di 3, ovvero il primo numero

moltiplicato per il secondo d come risultato il terzo numero: (525 = 125). In maniera
simile si avr anche (416 = 64). La soluzione esatta quindi la d). ). (N.B.: la stesso
ragionamento logico pu essere utilizzato per altre serie in cui i numeri, presi a gruppi di 3,
danno come risultato la stessa somma; ad es.: 21 - 3 - 56 - 8 - 63 - 9)

ESEMPIO n. 8
Traccia: 6 - 4 - 10 - 14 - ? [risposte: a) 24; b) 22; c) 26; d) 18]
Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti (10 = 6+4) e (14 = 4+10). Ovviamente anche per l'ultimo
numero della serie il ragionamento logico lo stesso: (10+14 = 24). La soluzione esatta la
a).

Esempio n. 9
Traccia: ? - 27 - 64 - 125 - 216 [risposte: a) 4; b) 8; c) 12; d) 1]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei cubi perfetti di numeri naturali
consecutivi a partire dal numero 2. Infatti: (27 = 333); (64 = 444); (125 = 555); (216
= 666). L'unico cubo mancante nella serie numerica (8 = 222). La soluzione esatta
quindi la b). (N.B.: una tipologia di esercizio simile pu prevedere la sequenza di quadrati
perfetti di numeri consecutivi o non consecutivi)

Esempio n. 10
Traccia: 3 - 19 - 115 - ? [risposte: a) 6; b) 691; c) 18; d) 7]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati secondo questo criterio logico: ogni
numero legato a quello successivo da una combinazione di due operazioni
matematiche che vanno eseguite consecutivamente l'una dopo l'altra. Infatti
considerando i primi tre numeri si ha: (36 + 1 = 19) (196 + 1 = 115) (1156 + 1 =
691). La soluzione esatta quindi la b).

LOGICA-MATEMATICA.it

SERIE NUMERICHE FIGURALI


Le SERIE NUMERICHE FIGURALI sono esercizi di logica in cui bisogna ricercare il
numero incognito che completa, secondo una precisa regola logico-matematica, una
successione aritmetica di numeri, disposti allinterno di figure geometriche variamente
collegate tra loro. In questa sottosezione trovate 10 esempi svolti che vi indicheranno le
tipologie di serie numeriche figurali maggiormente presenti nei vari test di logica.
ESEMPIO n. 1
Traccia: Quale numero tra quelli proposti completa la seguente serie? [risposte: a) 27; b)
26; c) 24; d) 25]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale tutti i numeri sono legati a gruppi di 3 da
due operazioni matematiche (-5 e 2): sottraendo 5 al primo numero in alto (es.
26) si ottiene il numero in basso a destra (es. 21); quindi, raddoppiando il numero in
basso a destra (es. 21), si ottiene il numero in basso a sinistra (es. 42): (26-5 = 212 =
42); (32-5 = 272 = 54). Per lo stesso criterio logico quel numero che si ottiene sommando
5 a 20, ossia 25: (25-5 = 202 = 40). La risposta esatta quindi la d).
ESEMPIO n. 2
Traccia: Quale numero deve essere inserito del puzzle? [risposte: a) 21; b) 5; c) 27; d) 10]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale i numeri in ogni riquadro sono legati da due
operazioni matematiche (moltiplicazioni) che vanno eseguite secondo un particolare
criterio. Si consideri ad esempio il riquadro A: partendo dal primo numero in alto a sinistra
e, procedendo in senso orario, si giunge al numero centrale secondo queste due
moltiplicazioni successive: (29 = 183 = 54). Attraverso lo stesso ragionamento bisogna
trovare nel riquuadro B quel numero che, moltiplicato per 14, d come risultato il numero
centrale (70), ossia 5: (27 = 145 = 70). La risposta esatta quindi la b).

ESEMPIO n. 3
Traccia: Quale numero deve essere inserito nellultimo scalino? [risposte: a) 42; b) 41; c)
39; d) 43]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale i numeri, partendo dallo scalino pi basso,
sono legati a coppie da operazioni di addizione che vanno eseguite in modo sequenziale:
+7, +8 e +9. Si ha infatti: (28+7 = 35; 29+8 = 37; 32+9 = 41). La risposta esatta
quindi la b).
ESEMPIO n. 4
Traccia: Qual il numero mancante nel puzzle B? [risposte: a) 59; b) 65; c) 62; d) 64]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale i numeri in ogni riquadro sono legati da
ununica operazione matematica (addizione). Si consideri ad esempio il puzzle A: il numero
centrale pari alla somma di tutti gli altri numeri che gli sono intorno: (30 =
2+4+8+16). Allo stesso modo per il puzzle B si ottiene: (4+8+18+32 = 62). La risposta
esatta quindi la c).
ESEMPIO n. 5
Traccia: Quale numero deve logicamente integrare la struttura? [risposte: a) 16; b) 15; c)
17; d) 18]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale il quadrato grande pi esterno pu


considerarsi suddiviso in 4 quadrati pi piccoli; in ciascuno di questi quadrati i numeri
che allinterno vi sono contenuti, sommati tra loro, danno origine allo stesso risultato,
ossia 40. Infatti si ha per i 4 quadrati (partendo da quello in alto a sinistra e procedendo in
senso orario): (4+11+17+8 =40); (11+6+8+15 = 40); (12+17+9+2 = 40); (12+20+1+7 = 40).
La risposta esatta quindi la c).
ESEMPIO n. 6
Traccia: Quale numero deve logicamente essere inserito al posto del ? ? [risposte: a)
38; b) 44; c) 40; d) 36]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale consideriamo il primo riquadro: partendo dal
numero indicato con la freccetta e, proseguendo in senso orario, si nota che i numeri sono
legati a saltelli mediante delle sottoserie indipendenti tra loro: (21-2 = 19-3 = 16-4 =
12); (3+2 = 5+3 = 8+4 = 12). Mediante gli stessi criteri si individuano le due sottoserie nel
secondo riquadro: (27-2 = 25-3 = 22-4 = 18); (31+2 = 33+3 = 36+4 = 40). La risposta esatta
quindi la c).
ESEMPIO n. 7
Traccia: Quale numero deve logicamente integrare la struttura? [risposte: a) 23; b) 21; c)
19; d) 17]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale il cerchio pu considerarsi suddiviso dai due
diametri (orizzontale e verticale) in 4 settori circolari ; in ciascuno di questi settori i
numeri che allinterno vi sono contenuti, sommati tra loro, danno origine allo stesso
risultato, ossia 35. Infatti si ha per i 4 settori circolari (partendo da quello in alto a destra
e procedendo in senso orario): (24+11 = 35); (14+21 = 35); (10+25 = 35); (18+17 = 35). La
risposta esatta quindi la d).
ESEMPIO n. 8
Traccia: Quale numero deve logicamente integrare la struttura? [risposte: a) 28; b) 26; c)
24; d) 22]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale il quadrato grande pi esterno pu


considerarsi suddiviso in 4 quadrati pi piccoli; in ciascuno di questi quadrati i numeri che
allinterno vi sono contenuti, sono legati da questo criterio logico: i due numeri pi interni
(es. 11 e 13) sommati tra loro danno origine ad un risultato che, a sua volta,
sommato a 4 permette di ottenere il numero in corrispondenza del vertice (es. 28).
Partendo dal quadrato in alto a destra e, procedendo in senso orario, si ha: [(11+13) + 4 =
28]; [(13+17) + 4 = 34]; [(14+25) + 4 = 43]; [(8+12) + 4 = 24]. La risposta esatta quindi la
c).
ESEMPIO n. 9
Traccia: Quale numero manca nella serie proposta? [risposte: a) 20; b) 14; c) 12; d) 18]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale il cerchio pu considerarsi suddiviso dai due
diametri (orizzontale e verticale) in 4 settori circolari; in ciascuno di questi settori i numeri
che allinterno vi sono contenuti sono legati a coppie dalle quattro operazioni
(addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione) eseguite tutte rispetto ad uno stesso
numero. Si chiarisce meglio il concetto sopra esposto: nel settore circolare in alto a sinistra
i due numeri sono legati (seguendo il senso orario indicato dalla freccia esterna)
dalloperazione +2: (21+2 = 23); nel settore in alto a destra si ha: (92 = 18); in quello in
basso a destra: (16-2 = 14). Quindi nel settore in basso a sinistra ci si aspetta lultima
operazione mancante, ossia la divisione per 2: (24:2 = 12). La risposta esatta quindi la
c).
ESEMPIO n. 10
Traccia: Quale numero deve essere inserito nella seguente serie numerica? [risposte: a)
28; b) 27; c) 29; d) 30]

Risoluzione: in questa serie numerica figurale tutti i numeri sono legati da unalternanza di
operazioni matematiche secondo questo criterio logico: (62 = 12+1 = 132 = 26+2 =
282 = 56+3 = 59). La risposta esatta quindi la a).

SERIE ALFABETICHE

Le SERIE ALFABETICHE sono esercizi di logica in cui bisogna ricercare la lettera


incognita che completa, secondo un preciso criterio logico-matematico, una sequenza
ordinata di lettere. In questa sottosezione troverete 10 esempi svolti che vi indicheranno
le tipologie di serie alfabetiche maggiormente presenti nei vari test di logica [N.B.:
negli esercizi sulle serie alfabetiche sempre necessario che la traccia specifichi il tipo di
alfabeto da prendere come riferimento per la risoluzione: quello italiano (21 lettere) o
quello inglese (26 lettere)].
Per risolvere le serie alfabetiche utile, sia in fase di preparazione che, se possibile, in sede
desame, riportarsi su un foglio lintero alfabeto ed accanto ad ogni lettera il numero che ne
indica la posizione allinterno dellalfabeto stesso; questa indicazione dovrebbe facilitarvi
nella risoluzione dei test, soprattutto dal punto di vista della velocit di esecuzione
dellesercizio.
ALFABETO ITALIANO:
A(1) - B(2) - C(3) - D(4) - E(5) - F(6) - G(7) - H(8) - I(9) - L(10) - M(11) - N(12) - O(13) P(14) - Q(15) - R(16) - S(17) - T(18) - U(19) - V(20) - Z(21)
ALFABETO INGLESE:
A(1) - B(2) - C(3) - D(4) - E(5) - F(6) - G(7) - H(8) - I(9) - J(10) - K(11) - L(12) - M(13) N(14) - O(15) - P(16) - Q(17) - R(18) - S(19) - T(20) - U(21) - V(22) - W(23) - X(24) Y(25) - Z(26)
ESEMPIO n. 1 (alfabeto italiano)
Traccia: D - G - L - O - ? [risposte: a) Q; b) R; c) S; d) T]
Risoluzione: si tratta di una serie alfabetica in cui tutte le lettere (se pensate sostituite con il
numero che ne indica la posizione nellalfabeto) sono legate da ununica operazione:
+3. Infatti ogni lettera si ottiene partendo da quella precedente e procedendo in avanti
nellalfabeto di 3 passi:D(4) +3 = G(7) +3 = L(10) +3 = O(13) +3 = R(16). La risposta
corretta perci la b). (N.B.: si omettono esempi in cui nellalfabeto si procede a ritroso
sempre con ununica operazione, visto che la logica risolutiva la stessa: es. T - R - P N - L)
ESEMPIO n. 2 (alfabeto italiano)
Traccia: S - O - L - H - ? [risposte: a) G; b) I; c) F; d) E]
Risoluzione: si tratta di una serie alfabetica in cui tutte le lettere (se pensate sostituite con il
numero che ne indica la posizione nellalfabeto) sono legate da una logica di tipo
sequenziale. Infatti si ha: S(17) -4 = O(13) -3 = L(10) -2 = H(8) -1 = G(7). La risposta
corretta perci la a).

ESEMPIO n. 3 (alfabeto inglese)


Traccia: U - X - V - Y - W - ? - ? [risposte: a) X, Z; b) X, Y; c) Z, X; d) W,
X]
Risoluzione: si tratta di una serie alfabetica in cui tutte le lettere (se pensate sostituite con il
numero che ne indica la posizione nellalfabeto) sono legate da due operazioni che si
ripetono alternativamente: +3 e -2. Infatti si ha: U(21) +3 = X(24) -2 = V(22) +3 =
Y(25) -2 = W(23)+3 = Z(26) -2 = X(24). La risposta corretta perci la c).
ESEMPIO n. 4 (alfabeto italiano)
Traccia: Q - S - Z - H - ? [risposte: a) C; b) D; c) B; d) E]
Risoluzione: si tratta di una serie alfabetica in cui ogni lettera (se pensata sostituita con il
numero che ne indica la posizione nellalfabeto) si ottiene partendo da quella precedente
ed andando avanti di un numero di passi via via crescenti man mano che si procede
nella serie; pi precisamente, in questo caso, il numero di passi che si compiono aumenta
sempre del doppio:Q(15) +2 = S(17) +4 = Z(21) +8 = H(29) +16 = C(45). La risposta
corretta perci la a). (N.B.: in questi esercizi, quando si giunge alla fine dellalfabeto,
bisogna sempre ricominciare a ripercorrere lalfabeto dalla prima lettera)
ESEMPIO n. 5 (alfabeto inglese)
Traccia: J - Q - N - O - R - M - ? - ? [risposte: a) W, J; b) W, K; c) V, J;
d) V, K]
Risoluzione: si tratta di una serie alfabetica in cui tutte le lettere (di posto pari e di posto
dispari)sono collegate a saltelli mediante delle sottoserie completamente indipendenti
tra loro. Infatti per le lettere "di posto dispari" si ha: J(10) +4 = N(14) +4 = R(18) +4 =
V(22). Lo stesso criterio, anche se tramite unoperazione differente, va applicato alla
seconda sottoserie che lega le lettere "di posto pari": Q(17) -2 = O(15) -2 = M(13) -2 =
K(11). La risposta corretta perci la d).
ESEMPIO n. 6 (alfabeto italiano)
Traccia: I - L - M - F - G - ? - ? [risposte: a) H, D; b) H, C; c) C, I; d) H,
E]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere (se pensate sostituite con il numero che ne
indica la posizione nellalfabeto) sono legate a gruppi di 3 da ununica operazione, ossia
+1, e le varie terne sono collegate tra loro da unaltra operazione, cio -5.

Considerando la prima terna si ha infatti: I(9) +1 = L(10) +1 = M(11). Per la seconda terna,
in maniera simile si ha: F(6) +1 = G(7) +1= H(8). Le due terne sono legate tra loro
dall'operazione "-5", infatti: M(11) -5 = F(6). Quindi dall'ultima lettera della seconda terna
bisogna procedere di 5 passi indietro nell'alfabeto per trovare la seconda incognita: H(8) 5 = C(3). La risposta corretta perci la b).
ESEMPIO n. 7 (alfabeto inglese)
Traccia: E - G - G - I - K - ? - M - ? - G [risposte: a) G, O; b) L, O;
c) G, N; d) M, O]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere (se pensate sostituite con il numero che ne
indica la posizione nellalfabeto) sono legate a coppie da ununica operazione, ossia
+2, e le varie coppie sono legate tra loro dalla stessa operazione. Inoltre tra una
coppia di lettere e quella successiva viene interposta una stessa lettera che si ripete
ogni due posizioni. Si ha quindi: E(5)+2 = G(7); G = lettera fissa; I(9) +2 = K(11); G
= lettera fissa; M(13) +2 = O(15); G = lettera fissa. La risposta corretta perci la a).

ESEMPIO n. 8 (alfabeto italiano)


Traccia: ? - ? - R - H - D - B - A [risposte: a) B, M; b) A, N; c) A, M; d) B,
N]
Risoluzione: in questa serie alfabetica ogni lettera (se pensata sostituita con il numero che
ne indica la posizione nellalfabeto) ha valore numerico pari alla met del valore della
lettera precedente. Infatti, partendo da destra verso sinistra, si ha che A = 1, B = 2, D = 4,
H = 8, R = 16. Dobbiamo quindi ricercare la lettera che corrisponde al numero 32, cio la
lettera M, e quella che corrisponde al numero 64, ossia la lettera A. La risposta corretta
quindi la c).

ESEMPIO n. 9 (alfabeto italiano)


Traccia: DFH - RS - FHL - RS - ??N [risposte: a) N, P; b) H, O; c) L, M; d)
H, L]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere che formano ogni terzina sono legate tra
loro da ununica operazione, ossia +2; inoltre vi un gruppo di due lettere RS che si
ripete sempre, interponendosi tra due terzine. Si ha quindi: D(4) +2 = F(6) +2 = H(8);
RS = coppia di lettere fissa; F(6) +2 = H(8) +2 = L(10); RS = coppia di lettere fissa;
H(8) +2 = L(10) +2 = N(12). La risposta corretta quindi la d).

ESEMPIO n. 10 (alfabeto italiano)


Traccia: DEE - M - FII - O - H?? - Q - LSS [risposte: a) P, P; b) O, O; c)
Q, Q; d) N, N]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere singole sono legate tra loro da un'unica
operazione, ossia +2, infatti si ha: M(11) +2 = O(13) +2 = Q(15). Le prime lettere di
tutte le terzine sono legate tra loro sempre dalloperazione +2, quindi: D(4) +2 =
F(6) +2 = H(8) +2= L(10). Le altre due lettere delle terzine sono collegate
dalloperazione +4, infatti si ha:EE(5) +4 = II(9) +4 = OO(13) +4 = SS(17). La risposta
corretta quindi la b).

SERIE ALFANUMERICHE
Le SERIE ALFANUMERICHE sono esercizi di logica in cui bisogna ricercare le lettere
e i numeri che completano, secondo precisi criteri logico-matematici, una sequenza
ordinata di lettere e numeri. In questa sottosezione troverete 10 esempi svolti che vi
indicheranno letipologie di serie alfanumeriche maggiormente presenti nei vari test di
logica [N.B.: negli esercizi sulle serie alfanumeriche sempre necessario che la traccia
specifichi il tipo di alfabeto da prendere come riferimento per la risoluzione: quello italiano
(21 lettere) o quello inglese (26 lettere)].
Per risolvere le serie alfanumeriche utile, sia in fase di preparazione che, se possibile, in
sede desame, riportarsi su un foglio lintero alfabeto ed accanto ad ogni lettera il numero
che ne indica la posizione allinterno dellalfabeto stesso; questa indicazione dovrebbe
facilitarvi nella risoluzione dei test, soprattutto dal punto di vista della velocit di
esecuzione dellesercizio.
ALFABETO ITALIANO:
A(1) - B(2) - C(3) - D(4) - E(5) - F(6) - G(7) - H(8) - I(9) - L(10) - M(11) - N(12) - O(13) P(14) - Q(15) - R(16) - S(17) - T(18) - U(19) - V(20) - Z(21)
ALFABETO INGLESE:
A(1) - B(2) - C(3) - D(4) - E(5) - F(6) - G(7) - H(8) - I(9) - J(10) - K(11) - L(12) - M(13) N(14) - O(15) - P(16) - Q(17) - R(18) - S(19) - T(20) - U(21) - V(22) - W(23) - X(24) Y(25) - Z(26)

ESEMPIO n. 1 (alfabeto italiano)


Traccia: 28G - 24C - 20V - ? - 12N [risposte: a) 16Q; b) 16R; c) 14R; d) 16S]
Risoluzione: si tratta di una serie alfanumerica decrescente in cui tutti i numeri e tutte le
lettere(in questo caso i numeri corrispondono alla posizione della lettera nellalfabeto, non
sempre questo avviene) sono legati da ununica operazione, ossia -4. Infatti: 28-4 = 244 = 20-4 = 16-4 = 12. 16 quindi il numero incognito. Anche per le lettere bisogna
compiere consecutivamente 4 passi a ritroso nellalfabeto: G(28) - 4 = C(24) - 4 = V(20) 4 = R(16) - 4 = N(12). R perci la lettera incognita. La risposta corretta perci la
b). (N.B.: quando dalla lettera C si andati di 4 passi indietro nellalfabeto, arrivati alla
lettera A si ricominciato il conteggio dallultima lettera, cio Z)
ESEMPIO n. 2 (alfabeto italiano)
Traccia: 4D - 5E - ? - 10L - 14P [risposte: a) 7G; b) 6G; c) 7F; d) 8E]
Risoluzione: si tratta di una serie alfanumerica crescente in cui tutte le lettere e i numeri (i
numeri accanto alle lettere corrispondono esattamente alla posizione occupata dalla lettera
nellalfabeto)sono legati da una logica di tipo sequenziale: +1, +2, +3, +4.
Infatti: 4+1 = 5+2 = 7+3 = 10+4 = 14. Il numero incognito perci 7. Anche le lettere
seguono lo stesso criterio logico:D(4) + 1 = E(5) + 2 = G(7) + 3 = L(10) + 4 = P(14). La
lettera incognita G. La risposta corretta perci la a). (N.B.: landamento di tipo
sequenziale per le serie crescenti pu essere realizzato anche con la moltiplicazione: es.
x1, x2, x3, ecc; per le serie decrescenti tramite la sottrazione e la divisione in
maniera simile)
ESEMPIO n. 3 (alfabeto inglese)
Traccia: 8Y - 16X - ? - 32S - 40O - 48J [risposte: a) 24U; b) 32W; c) 24V; d)
32V]
Risoluzione: si tratta di una serie alfanumerica in cui i numeri sono legati da ununica
operazione, ovvero +8, infatti si ha: 8+8 = 16+8 = 24+8 = 32+8 = 40+8 = 48. Il numero
incognito perci 24. Le lettere, invece, sono legate da una logica sequenziale di
questo tipo: -1, -2, -3, -4, -5. Infatti si ha: Y(25) 1 = X(24) 2 = V(22) 3 =
S(19) 4 = O(15) 5 = J(10). La lettera incognit perci la V. La risposta corretta
perci la c).
ESEMPIO n. 4 (alfabeto italiano)
Traccia: 5E - 7G - 7G - 10L - 9I - ? - 11M [risposte: a) 12O; b) 13P; c)
12P; d) 13O]

Risoluzione: si tratta di una serie alfanumerica in cui tutte le lettere e i numeri (di posto
pari e di posto dispari) sono collegate a saltelli mediante delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro (i numeri accanto alle lettere corrispondono
esattamente alla posizione occupata dalla lettera nellalfabeto). Il primo numero collegato
al terzo, al quinto e al settimo da ununica operazione: +2, infatti: (5+2 = 7+2 = 9+2 =
11); stesso procedimento applicato alle lettere di posto dispari: E(5) + 2 = G(7) + 2 =
I(9) + 2 = M(11). Il secondo numero legato al quarto dallincremento +3, quindi ci
aspettiamo la stessa regola matematica tra il quarto e il sesto numero (7+3 = 10+3 = 13);
13 perci il numero incognito. Lo stesso ragionamento logico va applicato alle
lettere: G(7) + 3 = L(10) + 3 = O(13); O la lettera incognita. La risposta corretta perci
la d).
ESEMPIO n. 5 (alfabeto inglese)
Traccia: 12L - 2B - 4D - 15O - 8H - 16P - ? - ? [risposte: a) 18T, 32M;
b) 18R, 32G; c) 16P, 32F; d) 18R, 32F]
Risoluzione: si tratta di una serie alfanumerica in cui il primo termine legato al quarto e
al settimo dalloperazione +3, infatti si ha: (12+3 = 15+3 = 18) e [L(12) + 3 = O(15) +
3 = R(18)]. Quindi il settimo termine incognito 18R. Il secondo, il terzo, il quinto e il
sesto termine della serie sono legati dalloperazione 2, infatti si ha: (22 = 42 = 82 =
16) e, considerando al posto delle lettere il numero che indica la loro posizione allinterno
dellalfabeto, si ha [B(2) 2 = D(4) 2 = H(8) 2 = P(16) 2 = F(32)]. L'ottavo termine
incognito perci "32F". La risposta corretta perci la d).
ESEMPIO n. 6 (alfabeto italiano)
Traccia: 6F - 12N - 13O - 26E - ? [risposte: a) 27G; b) 39F; c) 27F; d) 52F]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri sono legati tra loro da
unalternanza di operazioni, ossia 2 e +1. Infatti si ha (62 = 12+1 = 132 = 26+1 =
27) e, considerando al posto delle lettere il numero che indica la loro posizione allinterno
dellalfabeto, si ha [F(6) 2 = N(12) + 1 = O(13) 2 = E(26) + 1 = F(27)]. La risposta
corretta perci la c).
ESEMPIO n. 7 (alfabeto italiano)
Traccia: 28E - 37L - 55Q - ? [risposte: a) 73V; b) 83V; c) 73Z; d) 92Z]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere (se pensate sostituite con il numero che
ne indica la posizione nellalfabeto) sono legate da ununica operazione, ossia +5,
infatti si ha: [E(5) + 5 = L(10) + 5 = Q(15) + 5 = V(20)]. La lettera incognita perci la
V. I numeri sono accomunati dallo stesso criterio logico: sono formati da due cifre la
cui somma 10: (2+8 =10; 3+7 = 10; 5+5 = 10; 7+3 = 10) Lunica risposta con le

caratteristiche sopra indicate perci la a).

ESEMPIO n. 8 (alfabeto italiano)


Traccia: 2B - ? - 4D - 6F - 6F - 9I - ? - 12N [risposte: a) 3C, 8H; b)
2B, 3C; c) 10L, 17S; d) 17S, 17S]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica tutti i termini vanno considerati a coppia: il
terzo e il quarto termine (sia per ci che riguarda i numeri sia perci che concerne le
lettere) sono legati dalloperazione +2, infatti si ha (4+2 =6; D(4) + 2 = F(6)). Il quinto e
sesto termine sono legati dalloperazione +3: (6+3 = 9; F(6) + 3 = I(9)). La prima e
lultima coppia di termini saranno legati alle altre coppie da una logica di tipo sequenziale di
questo tipo: +1, +2, +3 e +4. Quindi laprima coppia sar caratterizzata
dalloperazione +1: (2+1 = 3; B(2) + 1 = C(3)); la quarta coppiadalloperazione +4:
(12-4 = 8; N(12) - 4 = H(8)). I termini incogniti sono perci 3C e 8H. La risposta
corretta quindi la a).

ESEMPIO n. 9 (alfabeto italiano)


Traccia: 03Z - 01T - ? - 91N - 83I - 73F [risposte: a) 98Q; b) 97Q; c) 99S;
d) 97R]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere (se pensate sostituite con il numero che
ne indica la posizione nellalfabeto) sono legate da ununica operazione, ossia -3, infatti
si ha: [Z(21) - 3 = T(18) - 3 = Q(15) - 3 = N(12) - 3 = I(9) - 3 = F(6)]. La lettera incognita
perci la Q.I numeri sono legati, invece, da una logica di tipo sequenziale, ossia i
decrementi vanno via via aumentando proseguendo dal primo allultimo numero, secondo il
seguente criterio: -2, -4, -6, -8 e -10, tenendo conto che nelle serie numeriche o
alfanumeriche, al di sopra del numero99 si ricomincia da 00. Si ha quindi per i numeri:
(103-2 = 101-4 = 97-6 = 91-8 = 83-10 = 73). Il numero incognito 97. La risposta
corretta quindi la b).

ESEMPIO n. 10 (alfabeto italiano)


Traccia: 5vuT6 - 7VUs8 - ? - 11VUq12 - 13vuP14 [risposte: a) 9VUr10; b)
9vuR10; c) 9VuR10; d) 10VUr11]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati secondo questi criteri logici:

(5+2 = 7+2 = 9+2 = 11+2 = 13); il gruppo di lettere vu sempre presente ma si


alterna il formato minuscolo a quello maiuscolo; (T-1 = s-1 = R-1 = q-1 = P); (6+2 =
8+2 = 10+2 = 12+2 = 14). Il gruppo alfanumerico incognito perci 9vuR10. La risposta
corretta quindi la b).

LOGICA
300

Allievi

Marescialli

Carabinieri

Esercizi "guida" Ragionamento Numerico e Capacit Verbale


In questa pagina trovate gli esercizi "guida" relativi ad alcuni tra i quesiti pi complessi
presenti nelle Banche Dati di Ragionamento Numerico e Capacit Verbale, relative al
concorso in atto per 300 Allievi Marescialli Carabinieri, triennio 2015-2018; laddove
possibile vi verranno illustrati dei metodi veloci per giungere pi rapidamente alla risposta
esatta.

RAGIONAMENTO NUMERICO
Esercizio n. 1 (rif. n. 53 della Banca Dati)
Traccia: T - 2 - R - 4 - P - 16 - ? - ? - L [risposte: a) Q, 32; b) Q, 64; c) N, 256;
d) M, 124]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri formano delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro. Le lettere sono legate dall'operazione matematica "2"; si ha infatti: T(18)-2 = R(16)-2 = P(14)-2 = N(12)-2 = L(10). Ogni numero (tranne il
primo) il quadrato del numero che lo precede nella serie; si ha infatti: (4 = 22); (16
= 44); (256 = 1616). La risposta esatta perci la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 86 della Banca Dati)
Traccia: 9 - 14 - 23 - 37 - ? [risposte: a) 46; b) 74; c) 64; d) 60]

Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti si ha: (23 = 9+14) e (37 = 14+23). Ovviamente anche per
l'ultimo numero della serie il va applicato lo stesso ragionamento logico: (23+37 = 60). La
risposta esatta la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. 116 della Banca Dati)
Traccia: 3 - 8 - 18 - 38 - ? - 158 [risposte: a) 78; b) 81; c) 41; d) 80]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato ad
incrementi che aumentano del doppio man mano che si procede nella serie. Infatti si ha
(3+5 = 8); (8+10 = 18); (18+20 = 38); (38+40 = 78); (78+80 = 158). Il numero incognito
quindi 78. La risposta esatta la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 182 della Banca Dati)
Traccia: 72 - 40 - 65 - 48 - 58 - 56 - 51 - 64 - ? - ? [risposte: a) 69, 44; b) 44,
70; c) 44, 72; d) 71, 46]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati "a saltelli" tramite delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro: il primo numero (72) legato al terzo (65), al
quinto (58), al settimo (51) e al nono (incognito) da un'unica operazione: (72-7 = 65; 65-7 =
58; 58-7 = 51; 51-7= 44). Seguendo lo stesso ragionamento logico, anche i numeri che
occupano le posizioni pari nella serie sono legati da un'unica operazione matematica:
(40+8 = 48; 48+8 = 56; 56+8 = 64; 64+8 = 72). I numeri incogniti sono quindi 44 e 72; la
risposta esatta la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 440 della Banca Dati)
Traccia: ? - P - S - V - B [risposte: a) M; b) N; c) V; d) C]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere sono legate da un'unica operazione
matematica. Si ha infatti: P(14)+3 = S(17)+3 = V(20)+3 = B(23). Con ragionamento logico
simile si deve ricerca la lettera che, nell'alfabeto italiano, precede di tre posti la lettera
P: M(11)+3 = P(14). La risposta esatta perci la a).
Esercizio n. 6 (rif. n. 526 della Banca Dati)
Traccia: ? - 27 - 14 - 14 - 6 - 22 [risposte: a) 11; b) 27; c) 1; d) 29]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia: la somma dei numeri che
costituiscono ogni coppia costante nella serie. Infatti, considerando le ultime due

coppie, si ha: (14+14 = 28); (6+22 = 28). Con ragionamento analogo bisgona ricercare quel
numero che, sommato a 27, dia per risultato 28: (1+27 = 28). La risposta esatta quindi la
c).
Esercizio n. 7 (rif. n. 537 della Banca Dati)
Traccia: 16 - 64 - 144 - 256 - ? [risposte: a) 276; b) 400; c) 306; d) 56]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei quadrati perfetti di numeri naturali
divisibili per 4. Infatti si ha: (16 = 44); (64 = 88); (144 = 1212); (256 = 1616). L'ultimo
quadrato mancante nella serie numerica (400 = 2020). La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 8 (rif. n. 550 della Banca Dati)
Traccia: T2Z - 3S4. TS4 - ? . SZ3 - 24T [risposte: a) 23T; b) 42S; c) 24Z; d) 32Z]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati a coppie in modo
complementare(ad esempio, se nella prima terna vi sono esternamente due lettere e in
mezzo un numero, nella terna associata vi sono due numeri come estremi ed una lettera in
posizione mediana) e ad ogni lettera associato un numero (infatti alla lettera S
corrisponde sempre il numero 2, alla T il numero 3 ed infine alla Z il numero 4). Seguendo
questo ragionamento logico, la seconda coppia di gruppi alfanumerici va completata
tenendo conto che la prima terna costituita da TS4 e, conseguentemente, nella seconda
terna si devono avere i corrispondenti numeri e/o lettere associati, ossia 32Z. La risposta
esatta perci la d).
Esercizio n. 9 (rif. n. 598 della Banca Dati)
Traccia: 2 - 4 - 6 - ? - 7 - 49 [risposte: a) 28; b) 36; c) 24; d) 12]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa
operazione: il primo numero di ogni coppia, elevato al quadrato, d per risultato il
secondo numero. Infatti nella prima e nella terza coppia di numeri si ha: (22 = 4); (77 =
49). Con ragionamento analogo il numero incognito sar dato dal quadrato del numero 6:
(66 = 36) La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 10 (rif. n. 638 della Banca Dati)
Traccia: 30 - 15 - 18 - 9 - ? - 6 [risposte: a) 12; b) 8; c) 16; d) 7]
Risoluzione: in questa serie vi sono 2 operazioni matematiche che si ripetono
alternativamente, infatti si ha: (30:2 = 15); (15+3 = 18); (18:2 = 9). Per completare la
risoluzione dell'esercizio basta sommare 3 a 9 e verificare che dividendo il risultato ottenuto

(12) per 2 dia l'ultimo numero della serie (6). La risposta esatta la a), infatti (9+3 = 12) e
(12:2 = 6).

CAPACITA' VERBALE
Esercizio n. 1 (rif. n. 46 della Banca Dati)
Traccia: "Individuare il termine che completa logicamente la proporzione: TRENO STA A
TRINO COME BARCA STA A ......" [risposte: a) BARBA; b) BARRA; c) BANCA; d)
BORSA]
Risoluzione: in questa proporzione si pu notare come le prime due parole (TRENO e
TRINO) non abbiano attinenza tra loro a livello di significato, piuttosto esse sono costituite
dalle stesse lettere a meno della lettera centrale (la "E" di TRENO sostituita dalla "I" di
TRINO). Applicando lo stesso criterio logico alle altre due parole, tra le risposte il termine
costituito dalle stesse lettere di BARCA a meno della lettera centrale ovviamente BANCA
(la "R" di BARCA sostituita dalla "N" di BANCA). La risposta corretta quindi la
c). N.B. rispetto alla parola BARCA nelle risposte a) e b) viene sostituita la penultima
lettera, mentre nella risposta d) vengono modificate la seconda e la quarta lettera.
Esercizio n. 2 (rif. n. 97 della Banca Dati)
Traccia: "Se e solo se vado in palestra, dimagrisco. In base alla precedente
informazione, quale delle seguenti affermazioni certamente vera? [risposte: a) se
dimagrisco significa che vado in palestra; b) dimagrisco solo dopo una dieta ferrea; c)
quando dimagrisco non detto che sia andata in palestra; d) A volte, anche se vado in
palestra, non dimagrisco]
Risoluzione: questo esercizio propone la cosiddetta condizione necessaria e sufficiente,
ovvero lacondizione che necessaria per determinare una conseguenza (ossia la sua
presenza fondamentale per determinare la coseguenza considerata), ma allo stesso
tempo sufficiente a determinare la conseguenza stessa. La condizione necessaria e
sufficiente di solito schematizzata nel seguente modo "Se e solo se A, allora B"; dalla
proposizione appena indicata si pu dedurre "Se B, allora A". La risposta esatta quindi
la a), infatti nel caso in esame "A" corrisponde a "vado in palestra" e "B" corrisponde a
"dimagrisco"; si deduce quindi che "se B, allora A" corrisponde a "se dimagrisco significa
che vado in palestra".

Esercizio n. 3 (rif. n. 120 della Banca Dati)


Traccia: Se laffermazione tutti i cantanti di lirica sono intonati falsa, quale delle

seguenti proposizioni necessariamente vera? [risposte: a) alcuni cantanti di musica


leggera sono intonati; b) nessun cantante di lirica intonato; c) almeno un cantante di
lirica intonato; d) almeno un cantante di lirica non intonato]
Risoluzione: la risposta esatta la d), infatti la negazione logica di frasi del tipo "tutti
fanno qualcosa" "almeno uno non fa qualcosa". Nel caso in esame, se "non vero che
tutti i cantanti di lirica sono intonati", vuol dire che "vi sar almeno un cantante di lirica non
intonato".

Esercizio n. 4 (rif. n. 276 della Banca Dati)


Traccia: Non si pu escludere che, se Matteo non avesse chiamato la polizia, il ladro
lavrebbe fatta franca. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti
certamente vera? [risposte: a) il ladro lavrebbe fatta franca se Matteo non avesse
chiamato la polizia; b) possibile che il ladro lavrebbe fatta franca, qualora Matteo
avesse chiamato la polizia; c) se il ladro lavesse fatta franca, possibile che Matteo non
avrebbe chiamato la polizia; d) possibile che il ladro lavrebbe fatta franca qualora
Matteo non avesse chiamato la polizia]
Risoluzione: nella prima parte dell'affermazione proposta dal quesito sono presenti due
negazioni successive che equivalgono ad un'affermazione, infatti "non si pu escludere"
corrisponde a livello di significato " possibile". La seconda parte dell'affermazione
rimane invece invariata a livello di significato. La risposta esatta perci la d), infatti
possibile che il ladro l'avrebbe fatta franca qualora Matteo non avesse chiamato la polizia.

Esercizio n. 5 (rif. n. 297 della Banca Dati)


Traccia: Se B<D, C<B, A<B, quale delle seguenti affermazioni sicuramente falsa?
[risposte: a) D<A; b) D>C; c) C>A; d) A>C]
Risoluzione: dalle disuguaglianze che vengono fornite dalla traccia del quesito le uniche
informazioni certe che possono ricavarsi sono le seguenti: D maggiore di B; B
maggiore di A e di C; per la propriet transitiva anche D maggiore di A e di C; non
viene fornita invece nessuna informazione che metta in relazione tra loro A e C. In base
alle osservazioni sopra indicate si possono escludere le risposte c) e d) perch A e C sono
entrambe minori di B e D, ma non si conosce il loro posizionamento relativo. Poich inoltre
D maggiore di A, B e C, si pu escludere la risposta b) che sicuramente
vera. Conseguentemente la risposta certamente falsa la a).

esercizio
Data la parabola
y= x2 - 6x + 5
trovare le equazioni delle tangenti condotte alla parabola dal punto A(-1,-3)
Soluzione:
prima disegniamo la parabola ed il punto
considero il fascio di rette passante per il punto A(-1,3)
y-(-3) = m[x-(-1)]
y + 3= m(x + 1)
Faccio il sistema fra il fascio di rette e la parabola
y + 3= m(x + 1)
y= x2 - 6x + 5
y = mx + m - 3
y= x2 - 6x + 5
Sostituisco il valore della y dalla prima equazione nella seconda ed ottengo l'equazione risolvente
mx + m - 3 = x2 - 6x + 5
0 = x2 - 6x - mx - m + 5 + 3
meglio
x2 - 6x - mx - m + 5 + 3 = 0 usando la proprieta' riflessiva dell'uguaglianza: se a=b anche b=a
raccolgo ad equazione di secondo grado
x2 - x(6+m) - m + 8 = 0
questa e' l'equazione risolvente il sistema: per avere due soluzioni coincidenti devo porre il delta
dell'equazione uguale a zero
= b2-4ac = 0
Ho
a=1
b = -(6+m)
c = -m + 8
= b2-4ac = [-(6+m)]2 - 4 (1)(-m+8) =0
36 + 12m + m2 + 4m - 32 = 0
Se non seiconvinto dei segni del quadrato ferma il mouse sul risultato

metto in ordine
m2 + 16m + 4 = 0
risolvo l'equazione di secondo grado ed ottengo
m1 = - 8 - 2 18
m2 = - 4 + 2

15

Ho quindi le due tangenti

Prima tangente
y + 3 =(-8 - 2 15)(x+1)

y =(-8 - 2

15)x -8 - 2

15 - 3

y =(-8 - 2

15)x - 11 -2

15

Seconda tangente
y + 3 =(-8 + 2 15)(x+1)
y =(-8 + 2

15)x -8 + 2

15 - 3

y =(-8 + 2

15)x -11 + 2

15

esercizio
Data la parabola
y= -x2 + 6x
trovare le equazioni delle tangenti condotte alla parabola dal punto A(-2,0) e
determinarne i punti di tangenza
Soluzione:
prima disegniamo la parabola ed il punto A(-2,0)
considero il fascio di rette passante per il punto A(-2,0)
y- 0 = m(x+2)
y = mx + 2m
Faccio il sistema fra il fascio di rette e la parabola
y = mx - 4m
y= -x2 + 6x
Sostituisco il valore della y dalla prima equazione nella seconda ed
ottengo l'equazione risolvente
mx + 2m = -x2 + 6x
x2 - 6x + mx + 2m = 0
ordino
x2 - x(6-m) + 2m = 0
questa e' l'equazione risolvente il sistema: per avere due soluzioni coincidenti devo porre il delta
dell'equazione uguale a zero
= b2-4ac = 0
Ho
a=1

b = -6+m

c = 2m

= b2-4ac = (-6+m)2 - 4 (1)(2m) =0


36 - 12m + m2 - 8m = 0
metto in ordine
m2 - 20m + 36 = 0
risolvo l'equazione di secondo grado ed ottengo
m1 = 2
m2 = 18
Ho quindi le due tangenti

Prima tangente
y = 2x + 4

Seconda tangente
y = 18x + 36

Ora devo trovare i punti di tangenza: e' sufficiente risolvere il sistema tangente-parabola

primo sistema
y = 2x + 4
y= -x2 + 6x
y = 2x + 4
2x + 4 = -x2 + 6x
---------------x2 - 6x + 2x + 4 = 0
---------------x2 - 4x + 4 = 0
---------------(x-2)2 = 0
essendo la tangente la soluzione e' doppia (delta uguale a zero e si tratta di un quadrato perfetto)

y = 2x + 4
(x-2) = 0
y = 2(2) + 4
x=2
y=8
x=2
il primo punto e' (2,8)

secondo sistema
y = 18x + 36
y= -x2 + 6x
y = 18x + 36

18x + 36 = -x2 + 6x
---------------x2 - 6x + 18x + 36 = 0
---------------x2 + 12x + 36 = 0
---------------(x+6)2 = 0
essendo la tangente la soluzione e' doppia (delta uguale a zero e si tratta di un quadrato
perfetto)
y = 18x + 36
(x+6) = 0
y = 18(-6) + 36
x = -6
y = 72
x = -6
il secondo punto e' (-6,72)
Naturalmente e' fuori grafico

esercizio
Data la parabola
y= x2 + 1
trovare le equazioni delle tangenti condotte alla parabola dall'origine O(0,0) e, indicati
con A e B i punti in cui tali tangenti toccano la parabola, trovare l'area del
triangolo OAB
Soluzione:
prima disegniamo la parabola
considero poi il fascio di rette passante per l'origine O(0,0)
y- 0 = m(x-0)
y = mx
Faccio il sistema fra il fascio di rette e la parabola
y = mx
y= x2 + 1
Sostituisco il valore della y dalla prima equazione nella seconda ed ottengo l'equazione risolvente
mx = x2 + 1
x2 - mx + 1 = 0

questa e' l'equazione risolvente il sistema: per avere due soluzioni coincidenti devo porre il delta
dell'equazione uguale a zero
= b2-4ac = 0
Ho
a=1
b = -m
c=1
= b2-4ac = m2 - 4 (1)(1) =0
m2 - 4 = 0
m2 = 4
risolvo ed ottengo
m1 = -2
m2 = +2
Ho quindi le due tangenti

Prima tangente
y = -2x

Seconda tangente
y = 2x

Ora devo trovare i punti di tangenza: e' sufficiente risolvere il sistema tangente-parabola

primo sistema
y = -2x
y= x2 + 1
y = -2x
-2x = x2 + 1
---------------x2 + 2x + 1 = 0
---------------(x-1)2 = 0
essendo la tangente la soluzione e' doppia (delta uguale a zero e si tratta di un quadrato perfetto)

y = 2x
(x-1) = 0
y = 2(1)
x=1
y=2
x=1
il primo punto e' A=(1,2)

secondo sistema
y = -2x
y= x2 + 1

y = -2x
-2x = x2 + 1
---------------x2 + 2x + 1 = 0
---------------(x + 1)2 = 0
essendo la tangente la soluzione e' doppia (delta uguale a zero e si tratta di un quadrato
perfetto)
y = -2x
x+1 = 0
y = -2(-1)
x = -1
y=2
x = -1
il secondo punto e' B=(-1,2)
Devo ora trovare l'area del triangolo OAB
ho i dati
O = (0,0) A = (-1,2)
B= (1,2)
Come metodo normale dovrei trovare prima la distanza fra due punti e considerarla base del triangolo,
considerare poi la retta su cui ho preso tale distanza (retta per due punti) quindi dal terzo punto considerare la
distanza punto-retta che sarebbe l'altezza del triangolo e quindi applicare la formula base per altezza diviso
due ma in questo caso, se osservi la figura puoi prendere come base il segmento orizzontale AB, cioe' la
somma (in valore assoluto) delle ascisse e come altezza avremo il segmento che da O e' perpendicolare
ad AB cioe' l'ordinata di uno dei due punti A e B

Abbiamo
AB = |-1| + |1| = 1 + 1 = 2
Altezza triangolo = 2

per |-1| si intende il modulo

Area(ABO) = AB altezza /2 = (2 2)/2 = 2


L'area del triangolo ABO vale due unita' quadrate del piano

Presa una parabola ed un punto esterno alla


parabola stessa considereremo il fascio di rette nel
punto e fra queste rette sceglieremo quelle che
hanno due punti coincidenti comuni con la parabola,
cioe' quelle che messe a sistema con la parabola ci
forniscono due soluzioni coincidenti, ossia il delta del

sistema fra fascio di rette e parabola deve essere


uguale a zero
Dai anche un'occhiata a questo link
se il delta e' minore di zero la retta e' esterna rispetto alla parabola e le due soluzioni del
sistema sono complesse e coniugate
se il delta e' maggiore di zero la retta taglia la parabola in due punti e le due soluzioni del
sistema sono reali e distinte
se il delta e' uguale a zero la retta e' tangente alla parabola e le due soluzioni del sistema
sono reali coincidenti

Condizione di tangenza ad una retta


Per scrivere la condizione di tangenza della parabola
y = ax2 + bx + c
alla retta y = mx + q
bisogna fare il sistema fra la retta e la parabola ed imporre che il
delta del sistema sia zero
Come abbiamo gia' visto sulla circonferenza ma qui c'e' da dire che siccome l'equazione della parabola e' piu' semplice
di quello della circonferenza, il metodo e' piu' semplice

Esempio scrivere la condizione di tangenza della parabola

y = ax2 + bx + c
alla retta y = 2x + 3
faccio il sistema fra la retta e la parabola

y = ax + bx + c
y = 2x + 3
2

sostituisco

2x + 3 = ax + bx + c
y = 2x + 3
2

Raggruppo nella prima equazione

ax + (b-2)x + (c-3) = 0
y = 2x + 3
2

ora calcolo il delta nella prima equazione e lo pongo uguale a zero

= b2 - 4ac

fai attenzione: le a, b e c hanno un significato diverso: quelle in rosso sono i parametri da trovare mentre quelli blu sono
quelli della formula

nel nostro caso abbiamo

a=a
b = (b-2)
c = (c-3)
quindi

= (b-2)2 - 4a(c-3) = 0
calcolo

b2 - 4b + 4 -4ac + 12a = 0
e questa e' la condizione cercata.
Nota che la condizione e' di secondo grado, cioe' di solito questa condizione ti puo' portare a determinare due parabole
diverse

Intersezioni tra retta e parabola


Le eventuali intersezioni tra una parabola ed una retta possono essere determinate risolvendo il sistema
formato dalle loro equazioni.
Nel caso di retta non parallela all'asse y:

Il sistema di secondo grado e pu avere:

due soluzioni distinte, in questo caso la retta secante la parabola.

una sola soluzione (due coincidenti), la retta tangente alla parabola.

nessuna soluzione, la retta non incontra la parabola ( esterna).

Nel caso particolare in cui la retta sia parallela all'asse y, cio all'asse di simmetria della parabola, c'
sempre un solo punto di intersezione.
Infatti il sistema
ha sempre una unica soluzione.

In una scuola ci sono 500 alunni.


Il 15% (si legge 15 per cento) di essi porta gli occhiali. Quanti alunni portano gli occhiali?
Per risolvere questo tipo di problema dobbiamo dividere il numero complessivo degli alunni, cio 500, in cento parti
uguali. Ogni parte sar pari a 5 alunni. Infatti:
500 alunni : 100 parti uguali = 5 alunni per ogni parte.
Poi moltiplichiamo il numero di alunni che forma ogni parte per la percentuale in nostro possesso, ovvero 15. Quindi:
5 alunni per ogni parte x 15 = 75 alunni.
Questo significa che 75 sono gli alunni della scuola che portano gli occhiali.
Come possiamo vedere la percentuale non altro che una frazione decimale che ha per denominatore 100.
Il 15% pari alla frazione 15/100

Supponiamo di sapere che 280 alunni di una scuola praticano uno sport e che essi rappresentano il 35% degli alunni
della scuola.
Come possiamo fare per sapere quali sono gli alunni che complessivamente frequentano quella scuola?
Per risolvere questo tipo di problema dobbiamo ricordare che la percentuale unfrazione decimale. Quindi il problema
simile ha quelli con le frazioni decimali.
La percentuale 35% pu essere scritta anche come la frazione decimale 35/100.
Il nostro problema, dunque, si risolve dividendo 280 per 35 e moltiplicando per 100. Cio:
280 alunni : 35 parti = 8 alunni per parte x 100 parti = 800 alunni.
Gli alunni della scuola sono 800.

Problema risolto
Dato che nel magazzino viene eliminato

Dove

la totalit della merce, ossia il

della merce, abbiamo una rimanenza di

%. Per calcolare la percentuale di rimanenza in

magazzino, dobbiamo moltiplicare

dato che ci troviamo di fronte ad un numero periodico, possiamo approssimarlo per


eccesso con
, e abbiamo finito.

Problema risolto
Per calcolare la variazione percentuale, calcoliamo

e quindi

quindi il prezzo ha subito una variazione di prezzo del 28%: il segno meno ci dice che il prezzo
diminuito rispetto al prezzo iniziale.
Ti lascio una lettura che potr tornarti molto utile in futuro: calcolo percentuale. ;)

Proporzioni Problema 1

Quanto alcool si pu ricavare da 500 litri di un certo liquore che ha gradazione alcolica del
14%?
Soluzione:
500:x=100:14
Risolvendo la proporzione ottengo la quantit voluta.
x=50014100
x=70l
Proporzioni Problema 2
Ad un esame erano iscritti 300 candidati; se ne presentarono 279 e solo 186
superarono la prova. Calcolare la percentuale dei candidati presenti e la
percentuale di quelli promossi sia rispetto agli iscritti, sia rispetto ai presenti.
Soluzione:
Inizio calcolando la percentuale dei candidati presenti. La proporzione cercata
la seguente:
300:279=100:x
Risolvendo la proporzione ottengo la percentuale voluta.
x=279100300
x=93%
Ora mi trovo la percentuale dei candidati che hanno superato lesame. La proporzione
cercata la seguente:
300:186=100:x
Risolvendo la proporzione ottengo la percentuale voluta.
x=186100300
x=62%
Proporzioni Problema 3

Con 180 matasse di filo di 500g ciascuna si sono tessuti 240m di tela alta 1,5m.
Quante matasse occorreranno, del peso di 1350g ciascuna, per tessere 300m
di tela alta 1,8m?
Soluzione:
Per prima cosa mi trovo il peso totale di 180 matasse da 500 g ciascuna.
180500g=90000g
Ora mi trovo la superficie totale della tela alta 1,5 m e lunga 240 m.
240m1,5m=360m2
Ed ora trovo la superficie totale della tela alta 1,8 m e lunga 300 m.
300m1,8m=540m2
Risolvendo la proporzione ottengo la percentuale voluta.
90000:360=x:540
x=90000540360=135000g
Ora che ho il peso totale del filo, posso trovarmi quante matasse da 1350 g mi
occorreranno per raggiungere il peso di 135000 g.
numeromatasse=n=1350001350=100
Si avr quindi necessit di 100 matasse da 1350 g ciascuna per produrre 300 m di tela
alta 1,8 m.

Proporzioni Problema 4
Per quanto tempo occorre impiegare un capitale di 96000 al 9% annuo per
avere un interesse di 34560?
Soluzione:
La proporzione cercata la seguente:
96000:x=100:9

Risolvendo la proporzione ottengo linteresse annuo su un capitale di partenza di 96000 .


960009100=8640
Ora mi trovo in quanti avr un interesse di 34560 , sapendo che linteresse annuo di
8640 .
numeroanni=n=345608640=4

Quindi in 4 anni e con un capitale iniziale di 96000 avr uninteresse di 34560


.

Esercizi "guida" di MATEMATICA


Ingegneria
In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Matematica presenti negli ultimi anni nelle prove di
ammissione alleFacolt di Ingegneria in diverse Universit italiane.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (test ammissione 09/06/2011 - Universit di Perugia)
Traccia: La retta passante per il punto (1; 2) e parallela alla bisettrice del primo e terzo
quadrante ha equazione: [risposte: a) y = x - 1; b) 2y = x + 3; c) y = 3 - x; d) y = 1 + x; e)
y = x - 2]
Risoluzione: la bisettrice del I e del III quadrante ha equazione y = x; la retta incognita, di
equazione generale y = mx + q, parallela alla bisettrice e quindi ha coefficiente angolare
pari a uno:m = 1. La retta assume cos la forma: y = x + q (si esclude pertanto la risposta c).
Per determinare il parametro incognito q, necessario imporre la condizione di
appartenenza del punto (1;2) alla retta stessa: si sostituiscono quindi le sue coordinate
nell'equazione della retta: 2 = 1 + q, da cui si ha q = 1. In definitiva la retta incognita ha
equazione y = x + 1. La risposta corretta la d).
Esercizio n. 2 (test ammissione 09/06/2011 - Universit di Perugia)
Traccia: Per quali valori di x definita la funzione (il log x in base e) f(x) = log (x^2 + x
+ 1)? [risposte: a) per ogni x appartenente ai numeri reali; b) per x minore o uguale di 0;
c) per nessun valore di x; d) per x maggiore di 0; e) per x compreso tra -1 e 1]

Risoluzione: la funzione logaritmo definita per tutti i valori di x per i quali il suo
argomento positivo; bisogna quindi porre: x^2 + x + 1 > 0; si risolve l'equazione di II
grado associata: x^2 + x + 1 = 0; delta = b^2 - 4ac = 1^2 - 41(1) = 1 - 4 = -3;
l'equazione, avendo delta negativo, non ammette soluzioni reali. La disequazione
invece verificata per tutti i valori di x appartenenti ai numeri reali. La risposta corretta
quindi la a).
Esercizio n. 3 (test ammissione 16/09/2011 - Universit di Perugia)
Traccia: Tra 100 studenti, 70 seguono un corso di fisica e 50 di matematica. Sapendo che
tutti gli studenti seguono almeno uno dei due corsi, quanti li seguono
entrambi? [risposte: a) pi di 50; b) esattamente 50; c) non pi di 20; d) da 20 a 50; e)
esattamente 20]
Risoluzione: poich ogni studente segue almeno 1 corso, se 70 studenti seguono il corso di
fisica, vuol dire che 30 non seguono fisica e quindi frequentano solo il corso di matematica;
se 50 studenti seguono il corso di matematica, 50 non seguono matematica e quindi
frequentano solo il corso di fisica. Se ne deduce quindi che 20 studenti seguono entrambi i
corsi. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 4 (test ammissione 16/09/2011 - Universit di Perugia)
Traccia: Sia k un parametro reale. L'equazione x^2 + (k +2)x + k^2 = 0, nell'incognita x,
non ammette soluzioni [risposte: a) per due valori di k; b) per un solo valore di k; c) per
infiniti valori di k; d) per ogni valori positivo di k; e) per nessun valore di k]
Risoluzione: un'equazione non ammmette soluzioni quando il delta negativo: = b^2
- 4ac = (k+2)^2 - 4(k^2)(1) = k^2 + 4k + 4 - 4k^2 = -3k^2 + 4k + 4 < 0; si risolve
quindi l'equazione di II grado associata: -3k^2 + 4k + 4 = 0; 3k^2 - 4k - 4 = 0; = b^2 - 4ac
= (4)^2 - 43(-4) = 16 + 48 = 64; x1/2 = (-b ) / 2a = (4 8) / 6; x1 = -2/3 e x2 = 2. La
disequazione di partenza sar verificata per valori interni ovvero: -2/3 < x < 2. Tra -2/3 e 2
sono compresi infiniti valori reali di k, quindi la risposta corretta la c).
Esercizio n. 5 (test ammissione 16/12/2011 - Universit di Perugia)
Traccia: Quanto vale la somma dei primi cinque termini della progressione geometrica di
ragione 4 e il cui primo termine vale 2? [risposte: a) 400; b) 1364; c) 124; d) 312; e) 682]
Risoluzione: la somma dei primi n numeri in una progressione geometrica di ragione q
e con primo elemento a1 dato dalla formula: Sn = a1[(1-(q^n)/(1-q)] = 2[(1-(4^5)/(1-4)]
= 2341 = 682. La risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 6 (test ammissione 16/12/2011 - Universit di Perugia)


Traccia: L'equazione x^2 - 6x + 10 = lx^2 - 2l ammette: [risposte: a) nessuna soluzione; b)
la sola soluzione x = 2; c) infinite soluzioni; d) le sole due soluzioni x = -2 e x = 2; e) la
sola soluzione x = 16/13]
Risoluzione: l'equazione, contenente a secondo membro il valore assoluto, ammette come
soluzioni tutte le soluzioni delle due equazioni che si ottengono lasciando inalterati i
segni dei termini nel valore assoluto nel primo caso e cambiandoli nel secondo
caso. Prima equazione: x^2 - 6x + 10 = x^2 - 2, da cui si ottiene -6x = -12 ed infine x =
2. Seconda equazione: x^2 - 6x + 10 = x^2 - 2, da cui si ha x^2 - 3x + 4 = 0, ma tale
equazione presenta un < 0 e quindi non ammette soluzioni. La risposta corretta quindi
la b).
Esercizio n. 7 (test ammissione 2005 - Universit di Trieste)
Traccia: L'espressione [sen(/12) - cos(/12)]^2 anche uguale a: [risposte: a) 1-(3/2);
b) 3/2; c) 1-(2/2); d) 1/2; e) 1]
Risoluzione: sen(/12) = sen[(/4) - (/6)] = sen(/4)cos(/6) - cos(/4)sen(/6) =
(2/2)(3/2) - (2/2)(1/2) = (6/4) - (2/4); cos(/12) = cos[(/4) - (/6)] =
cos(/4)cos(/6) + sen(/4)sen(/6) = (2/2)(3/2) + (2/2)(1/2) = (6/4) + (2/4). In
definitiva si ha: [sen(/12) - cos(/12)]^2 = [(6/4) - (2/4) - (6/4) - (2/4)]^2 = (2/2)^2 =
1/2. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 8 (test ammissione 2005 - Universit di Trieste)
Traccia: Una sfera inscritta in un cubo; il rapporto fra il volume della sfera e quello del
cubo :[risposte: a) /4; b) /6; c) 2/3; d) 4/3; e) /2]
Risoluzione: il volume di un cubo vale Vcubo = l^3 (dove l il lato o spigolo del cubo). Se la
sfera inscritta nel cubo, il suo diametro pari al lato del cubo. Il volume della sfera
dato dalla formula: Vsfera = (4/3)(r^3) = (4/3)[(l/2)^3] = (4/3)(l^3/8) = (1/6)(l^3).
Il rapporto tra volume della sfera e volume del cubo vale quindi: Vsfera/Vcubo = /6. La
risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 9 (test ammissione 2002 - Universit di Trieste)


Traccia: La met di (1/2)^50 uguale a: [risposte: a) (1/4)^25; b) (1/2)^51; c) (1/4)^50; d)
(1/2)^25; e) (1/2)^49]
Risoluzione: eseguire la met di (1/2)^50 vuol dire effettuare la seguente
operazione: [(1/2)^50] / 2 = [(1/2)^50](1/2) = (1/2)^51. La risposta corretta quindi la b).

Esercizio n. 10 (test ammissione 2002 - Universit di Trieste)


Traccia: Fra tre anni Matteo avr il doppio dell'et che Sara aveva tre anni fa, mentre ora
il quadruplo degli anni di lui pari al quintuplo degli anni di lei. Quale delle seguenti
affermazioni vera? [risposte: a) per conoscere le et di Sara e di Matteo ci vuole un
ulteriore dato; b) si pu dedurre che Sara pi vecchia di Matteo; c) fra un anno Sara avr
tanti anni quanti ne aveva Matteo un anno fa; d) si possono dedurre le et di Sara e di
Matteo; e) i due hanno la stessa et]
Risoluzione: "traduciamo matematicamente" gli enunciati forniti dalla traccia, indicando
con M ed S le et attuali rispettivamente di Matteo e Sara. Fra tre anni Matteo (M + 3) avr
(=) il doppio dell'et che Sara aveva tre anni fa [2(S - 3)]. La prima relazione ricavata
quindi la seguente: M + 3 = 2(S - 3). Ora il quadruplo degli anni di lui (4M) pari (=) al
quintuplo degli anni di lei (5S). La seconda relazione vale: 4M = 5S. Mettendo a sistema le
due relazioni, dalla prima equazione si ricava: M = 2S - 9, valore che sostituito nella
seconda equazione permette di ricavare S: 4(2S - 9) = 5S, ossia 3S = 36 ed infine S = 12.
Sostituendo tale valore in M = 2S - 9, si ha: M = 15. La risposta corretta quindi la d).

Esercizi "guida" di LOGICA


Ingegneria
In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Logica presenti negli ultimi anni nelle prove di
ammissione alle Facolt di Ingegneria in diverse Universit italiane.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (test ammissione 03/09/2002 - Universit di Trieste)
Traccia: Dobbiamo dimostrare che un certo numero x inferiore ad un altro numero y
diverso da x. Quante fra le seguenti affermazioni permettono di dedurre la nostra tesi?
(1) esiste un numero compreso tra di loro; (2) ogni numero non superiore a x minore di
y; (3) tutti i numeri sono inferiori a y o superiori a x; (4) nessun numero supera y e non
supera x. [risposte: a) 3; b) 1; c) 4; d) 2; e) 0]

Risoluzione: l'ipotesi (1) non permette di dedurre necessariamente la tesi, infatti potrebbe
essere valida la relazione y < x e quindi esistere un numero tra x ed y superiore a y ed
inferiore a x. Anche le ipotesi (3) e (4) non danno nessuna informazione esplicita sulla
posizione relativa dei numeri x ed y sull'asse dei numeri reali (o di qualsiasi altro insieme
numerico) e quindi non escludono che y sia minore a x. La proposizione (2), "ogni numero
non superiore a x minore di y", pu essere tradotta in simboli matematici nel modo
seguente: se n x implica che sia n < y, allora, essendo x diverso da y, si deduce
necessariamente che x < y, come indica la tesi. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 2 (test ammissione 03/09/2002 - Universit di Trieste)
Traccia: Sia data la seguente sequenza di ottagoni:

Quale dei seguenti ottagoni coerente con la regola deducibile dagli ottagoni
soprastanti?

[risposte: a) l'ottagono 3; b) l'ottagono 2; c) l'ottagono 4; d) l'ottagono 5; e) l'ottagono 1]


Risoluzione: nella sequenza di 4 ottagoni presente nella traccia i numeri sono disposti
secondo i seguenti criteri matematici: il numero centrale dato dalla somma algebrica dei
numeri dello stesso colore che lo circondano, presi con il segno +, se le freccette ai loro lati
sono dirette verso il centro, con il segno -, se sono dirette dal centro verso
l'esterno. Ottagono 1: 20 = 2 (grigio) + 4 (grigio) + 6 (grigio) + 8 (grigio), col segno
positivo perch le freccette sono tutte dirette verso il centro. Ottagono 2: 10 = 2 (bianco) +
3 (bianco) + 4 (bianco) + 1 (bianco), col segno positivo perch le freccette sono tutte dirette
verso il centro. Ottagono 3: 4 = 4 (grigio) - 6 (grigio) + 8 (grigio) - 2 (grigio), dove i numeri
presi con il segno negativo hanno ai lati freccette dirette dal centro verso
l'esterno. Ottagono 4: -4 = 2 (bianco) - 3 (bianco) - 4 (bianco) + 1 (bianco). Seguendo gli

stessi criteri logico-matematici la risposta corretta quindi la c), ossia l'ottagono 4: -4 = 8


(grigio) - 2 (grigio) - 6 (grigio) - 4 (grigio).
Esercizio n. 3 (test ammissione 03/09/2002 - Universit di Trieste)
Traccia: Alla fine dei 6 incontri di un torneo allitaliana di tennis fra 4 amici risultato
che tutti hanno perso almeno un incontro e tutti hanno vinto almeno un incontro. Quale
fra le seguenti affermazioni pu essere dedotta? [risposte: a) tutti e quattro hanno vinto
due incontri; b) non abbiamo elementi sufficienti per poter trarre queste conclusioni; c)
esattamente tre persone hanno vinto due incontri; d) esattamente due persone hanno vinto
due incontri; e) una sola persona ha vinto due incontri fra i tre disputati]
Risoluzione: la risposta corretta la d), infatti indicando le squadre rispettivamente con A,
B, C e D si ipotizzano 6 risultati per le partite del girone rispettando il vincolo richiesto
dalla traccia: "ogni squadra ha perso almento un incontro e vinto almeno un incontro": A
batte B; A batte C; B batte C; B batte D; C batte D; D batte A. In totale si ha per le 4
squadre: A (vinte 2; perse 1); B (vinte 2; perse 1); C (vinte 1; perse 2); D (vinte 1; perse 2).
Esercizio n. 4 (test ammissione 03/09/2002 - Universit di Trieste)
Traccia: Dire quale delle seguenti coppie di numeri continua la successione: 3-17; 5-16;
9-14; 17-11; 33-7; ?-? [risposte: a) 51 e 2; b) 65 e 3; c) 51 e 3; d) 15 e 1; e) 65 e 2]
Risoluzione: i primi numeri di ogni coppia sono legati tra loro secondo questo
criterio: 3+2 = 5+4= 9+8 = 17+16 = 33, ossia ogni numero si ottiene da quello che lo
precede sommato ad incrementi che aumentano sempre del doppio; continuando la serie si
avr quindi 33+32 = 65. I secondi numeri di ogni coppia invece sono legati nel seguente
modo: 17-1 = 16-2 = 14-3 = 11-4 = 7, ossia ogni numero si ottiene sottraendo dal numero
che lo precede quantit che aumentano sempre di una unit; continuando la serie si avr: 75 = 2. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 5 (test ammissione 03/09/2002 - Universit di Trieste)
Traccia: Ad un pranzo di sei persone ogni partecipante conosce almeno altri due convitati
e, prima di iniziare, presenta fra di loro ogni coppia di suoi conoscenti, se gi non si
conoscono. Quando si siedono, si conoscono tutti fra di loro. Perci [risposte: a) tutti i
convitati ne conoscevano almeno tre; b) lavvenimento descritto non possibile; c) ogni
convitato ne conosceva esattamente due; d) uno dei convitati conosceva tutti; e) almeno
uno dei convitati ne conosceva almeno altri tre]
Risoluzione: la traccia chiede una condizione necessaria al fatto che tutti si conoscano nel
momento in cui si siedono. Per le risposte a), b) e c) si trovano dei controesempi in cui si
verifica l'ipotesi ma non la tesi, e quindi sono false. La risposta corretta la e), infatti se si
considera l'invitato A, egli conosce almeno B e C. Affinch D, E, F alla fine arrivino a

conoscere A, o lo conoscevano prima di iniziare il pranzo, e quindi A conosceva almeno tre


invitati (B, C e almeno uno tra D, E, F), o si sono conosciuti al pranzo attraverso le
presentazioni di B o C. Ma in quest'ultimo caso B o C conosceva almeno tre invitati (A e
almeno due tra D, E, F).
Esercizio n. 6 (test ammissione 01/09/2005 - Universit di Trieste)
Traccia: Giocando a Risiko Giulio Cesare ha vinto pi di suo nipote Augusto, ma non di
Napoleone. Alessandro Magno ha vinto meno di Carlo Magno, ma non pi di Napoleone.
Chi ha vinto meno? [risposte: a) Carlo Magno; b) Alessandro Magno; c) Napoleone; d)
Augusto; e) Giulio Cesare]
Risoluzione: dalla prima proposizione si ricava che Augusto ha vinto meno di Giulio Cesare
che, a sua volta, ha vinto meno di Napoleone. Dalla seconda proposizione si ricava invece
che Napoleone ha vinto meno di Alessandro Magno che, a sua volta, ha vinto meno di Carlo
Magno. E' chiaro quindi che la risposta corretta la d), ovvero Augusto ha vinto meno di
tutti.
Esercizio n. 7 (test ammissione 01/09/2005 - Universit di Trieste)
Traccia: La frase "Sul tavolo ci sono due bicchieri" implica che sul tavolo [risposte: a) ci
sono due bicchieri e una bottiglia; b) non ci sono bottiglie; c) ci sono due bicchieri e due
tazzine di caff; d) c' un bicchiere; e) non ci sono tre bicchieri]
Risoluzione: le risposte a) e b) non sono necessariamente vere, perch non viene data
alcuna informazione sulla presenza o meno di bottiglie sul tavolo. La risposta c)
palesemente falsa perch non vengono date informazioni sull'eventuale presenza di tazzine
di caff. Anche la risposta e) non corretta perch la frase iniziale non specifica che ci sono
SOLO due bicchieri, quindi nulla esclude che ce ne possa essere un terzo.
La risposta corretta quindi la d), infatti se sul tavolo vi sono due bicchieri, possibile
affermare con assoluta certezza che sul tavolo c' almeno un bicchiere.
Esercizio n. 8 (test ammissione 01/09/2005 - Universit di Trieste)
Traccia: Per numerare le pagine di un libro sono state usate in totale 3300 cifre. Le
pagine del libro sono [risposte: a) tra 1500 e 2000; b) tra 2000 e 3000; c) meno di 1000; d)
pi di 3000; e) tra 1000 e 1500]
Risoluzione: da pagina 1 a pagina 9 si devono usare 10 cifre. Da pag. 10 a pag. 99 si
hanno 90 numeri, tutti con due cifre ciascuno; quindi in totale si utilizzano 902 = 180 cifre.
Da pag. 100 a pag. 999 si hanno 900 numeri, tutti con tre cifre ciascuno; in totale si usano
perci 9003 = 2700 cifre. Da pag. 1000 a pag. 1149 si hanno 150 numeri da quattro cifre
ciascuno per un totale di 1504 = 600 cifre. Sommando le diverse quantit ottenute si
ha: 10+180+2700+600 = 3490. Si abbondantemente superata la soglia di 3300 cifre

ricercate, quindi la risposta corretta la e): il numero di pagine del libro compreso tra
1000 e 1500.

Esercizio n. 9 (test ammissione 01/09/2005 - Universit di Trieste)


Traccia: Al termine della seduta di allenamento della Nazionale, Totti e Buffon fanno la
seguente scommessa: Totti tirer 12 rigori e Buffon cercher di pararli. Per ogni rigore
parato Totti dar 50 euro a Buffon mentre per ogni rigore segnato Buffon dar 40 euro a
Totti. Dopo di ci viene eseguita la serie di rigori al termine della quale Totti deve ricevere
da Buffon 120 euro. Quanti rigori ha parato Buffon? [risposte: a) 9; b) 5; c) 6; d) 4;
e) 12]
Risoluzione: si indichino con RP i rigori parati e con RS i rigori segnati. Deve valere la
relazione RS + RP = 12. Inoltre il prezzo pagato da Totti a Buffon per tutti i rigori parati dal
portiere si pu indicare con 50RP, mentre il prezzo pagato da Buffon a Totti per tutti i rigori
segnati dall'attaccante si indica con 40RS; la somma algebrica di tale quantit deve essere
pari a 120 euro, ossia il denaro che Buffon alla fine della serie di rigori deve dare a Totti.
Tutte le considerazioni appena esplicitate portano ad una seconda relazione: 50RP + 40RS
= 120. Si tratta quindi di risolvere un sistema lineare di 2 equazioni in 2 incognite. Dalla
prima relazione si pu ricavare: RP = RS - 12. Sostituendo tale valore nella seconda
relazione si ha: 50(RS-12) + 40RS = 120, da cui si ottiene 90RS = 720, ossiaRS = 8 e
quindi RP = 4. Buffon ha parato 4 rigori e Totti ne ha segnati 8. La risposta corretta
quindi la d).

Esercizio n. 10 (test ammissione 01/09/2005 - Universit di Trieste)


Traccia: Di una famiglia si sa che: 1) almeno un maschio non celibe; 2) tutti i laureati
sono celibi; 3) non vero che almeno un maschio non maggiorenne. Solo una delle
seguentiproposizioni deducibile dalle premesse. Quale? [risposte: a) nessun
maggiorenne non coniugato; b) tutti i celibi sono laureati; c) almeno un maggiorenne
coniugato; d) almeno un celibe non maggiorenne; e) almeno un maggiorenne non
coniugato]
Risoluzione: parafrasando le tre proposizioni si sa che: 1) almeno un maschio coniugato;
2) tutti i laureati sono celibi; 3) tutti i maschi sono maggiorenni. Dalle premesse 1) e 3)
si pu dedurre che almeno un maggiorenne coniugato. La risposta corretta quindi la c).

Esercizi "guida" di LOGICA


Architettura
In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Logica presenti negli ultimi 3 anni accademici nelle
prove di ammissione alla Facolt di Architettura.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Sono al buio; estraggo (senza reinserirle) alcune scarpe da una scarpiera
disordinata contenente 5 paia diverse di scarpe. Qual il minimo numero di scarpe che
devo estrarre per essere sicuro di trovarne un paio utilizzabile, cio una destra e una
sinistra dello stesso paio?[risposte: a) 5 scarpe; b) 6 scarpe; c) 9 scarpe; d) 3 scarpe; e) 4
scarpe]
Risoluzione: ricercare il numero minimo di scarpe che bisogna estrarre per essere sicuro di
prendere dall'armadietto due scarpe dello stesso paio significa individuare la situazione pi
"sfortunata" che possa capitarmi prima di trovare un paio di scarpe utilizzabile. Si indichino
con A, B, C, D ed E le 5 paia di scarpe in questione. La situazione pi svantaggiosa che
possa accadere estraendo al buio le scarpe prevede le seguenti estrazioni (l'ordine delle
estrazioni non importante): A - B - C - D - E - A (A-A, paio utilizzabile). Ci significa
che nel peggiore dei casi io estrarr consecutivamente 5 scarpe appartenenti a diverse paia,
ma alla sesta estrazione, qualunque scarpa io prenda, sono sicuro di trovarne un paio
utilizzabile. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 2 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Il nuovo salone della contessa Viendalmare ha un pavimento quadrato di undici
metri di lato. La contessa vuole piastrellarlo con piastrelle quadrate, bianche e nere, di un
metro quadrato. Il disegno che ha commissionato al suo architetto ha tutte le piastrelle
bianche tranne quelle sulla cornice e quelle sulle due diagonali, che sono nere. Quante
piastrelle nere deve ordinare l'architetto? [risposte: a) 66; b) 62; c) 57; d) 61; e) 58]
Risoluzione: il salone della contessa ha area pari a: A = 1111 = 121 metri quadrati. Esso
sar quindi costituito da 121 piastrelle da 1 metro quadrato. Le piastrelle della cornice
sono 40: le 4 dei vertici del quadrato (ciascuna delle quali comune a due lati
consecutivi) pi le 36 che appartengono ai singoli lati del salone (9 per lato). Le piastrelle
sulle due diagonali sono invece 17, infatti per ogni diagonale vi sono 11 piastrelle, ma dal
totale delle piastrelle (22) vanno sottratte quelle dei vertici del quadrato (4), che sono
gi state prese in considerazione, e quella corrispondente al centro di simmetria del

quadrato (1) che comune alle due diagonali. In totale l'architetto deve quindi
ordinare 40+17 = 57 piastrelle nere. La risposta corretta la c).
Esercizio n. 3 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Incontro due persone nel paese dei cavalieri (che dicono sempre la verit) e dei
furfanti (che mentono sempre). Il primo dice: Siamo entrambi ricchi. Il secondo afferma:
Siamo entrambi furfanti. Dunque necessariamente: [risposte: a) il secondo un furfante,
il primo non ricco; b) il primo un furfante, il secondo ricco; c) il primo un furfante, il
secondo un cavaliere; d) il primo un cavaliere, il secondo ricco; e) il primo un
cavaliere, il secondo non ricco]
Risoluzione: la seconda affermazione "Siamo entrambi furfanti" pu essere stata
pronunciata solo da un furfante, perch i cavalieri dicono sempre la verit. I furfanti
mentono sempre, infatti la frase sopra citata resa una bugia dal fatto che il furfante
dice il falso sull'altra persona (che quindi non un furfante, bens un cavaliere),
mentre dice la verit su se stesso. Infine, avendo scoperto che la prima persona
un cavaliere, quest'ultimo dice la verit affermando che entrambi sono ricchi. In
definitiva il primo un cavaliere ricco e il secondo un furfante ricco. La risposta corretta
quindi la d).
Esercizio n. 4 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Quest'anno Tancredi ha provato a imparare francese, inglese e tedesco. Sapendo
che: se ha imparato il tedesco, allora ha imparato anche francese e inglese; se ha
imparato il francese, allora ha imparato anche un'altra lingua tra inglese e tedesco; se
ha imparato l'inglese, allora ha imparato il tedesco ma non il francese. Quante di tali
lingue ha imparato Tancredi? [risposte: a) una; b) due; c) tre; d) non si pu determinarlo;
e) nessuna]
Risoluzione: si verifichi se Tancredi possa aver imparato una delle tre lingue. 1 caso:
lingua inglese. Se avesse imparato l'inglese, avrebbe imparato il tedesco ma non il francese
(terza condizione); tale affermazione in contrasto con la prima condizione secondo cui,
avendo imparato il tedesco, Tancredi dovrebbe anche conoscere l'inglese e il francese. Si
deduce che Tancredi non ha imparato l'inglese. 2 caso: lingua francese. Se avesse
imparato il francese allora ha imparato una sola lingua tra inglese e tedesco, ma anche
questa affermazione in contrasto con la prima condizione che prevede la conoscenza
contemporanea di inglese e tedesco. Quindi Tancredi non ha imparato nemmeno il
francese. 3 caso: lingua tedesca. Se avesse imparato il tedesco, conoscerebbe anche il
francese e l'inglese, ma tale affermazione in contrasto con la seconda condizione secondo
cui non prevista la conoscenza contemporanea delle tre lingue. Si deduce cheTancredi non
ha imparato nemmeno il tedesco. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 5 (anno accademico 2011/2012)

Traccia: Se vero che: tutti i filosofi sono saggi; alcuni filosofi sono anche
matematici; Aristotele fu un importante filosofo greco; se ne deduce necessariamente
che: [risposte: a) tutte le persone sagge sono anche matematici; b) i saggi greci furono
filosofi; c) Aristotele fu anche un matematico; d) esistono matematici che non sono saggi;
e) alcuni matematici sono saggi]
Risoluzione: si tratta di un sillogismo in cui, date delle premesse iniziali da ritenere
comunque vere, bisogna dedurre logicamente la conclusione necessariamente
vera. Combinando le prime due proposizioni si pu dedurre che, se "alcuni filosofi sono
matematici" e "tutti i filosofi sono saggi", allora alcuni matematici sono necessariamente
saggi. La risposta corretta la e).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: Quanti luned possono esserci, al massimo, in 45 giorni consecutivi? [risposte: a)
8; b) dipende dai mesi; c) 5; d) 7; e) 6]
Risoluzione: 45 giorni costituiscono l'equivalente di 6 settimane (76 = 42) pi 3 giorni.
Ci significa che, se uno dei primi 3 giorni dei 45 totali un luned, per forza di cose vi
saranno 7 luned, ossia il primo appena citato pi i 6 luned delle altre 6 settimane. La
risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 7 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: C' una scatola contenente gettoni da gioco. La met di essi quadrata e l'altra
met rotonda. I gettoni per met sono verdi e per met sono blu. Si pu dedurre
necessariamente che:[risposte: a) il numero di gettoni deve essere un multiplo di quattro;
b) i quattro tipi di gettoni (quadrati blu, quadrati verdi, rotondi blu, rotondi verdi) sono in
numero uguale; c) il numero dei gettoni quadrati blu uguale al numero dei gettoni rotondi
blu; d) il numero di gettoni rotondi verdi uguale al numero di gettoni quadrati blu; e) il
numero dei gettoni quadrati blu uguale al numero dei gettoni quadrati verdi]
Risoluzione: si supponga che nella scatola i gettoni siano 20 (le affermazioni nella traccia
devono essere considerate vere qualunque sia il numero dei gettoni). In questo caso si
hanno: 10 gettoni verdi e 10 blu; inoltre 10 gettoni sono quadrati e 10 gettoni sono
rotondi. Tra i 10 gettoni quadrati alcuni saranno verdi (x) e i rimanenti saranno blu (10-x).
Tra i gettoni rotondi accade l'inverso, infatti quelli verdi devono essere (10-x) perch i
gettoni quadrati verdi sono (x), mentre quelli blu devono essere x perch i gettoni quadrati
blu sono (10-x). In definitiva si trovato che:gettoni quadrati verdi = x; gettoni quadrati blu
= 10-x; gettoni rotondi verdi = 10-x; gettoni rotondi blu: x. Quindi, qualunque sia il
numero che si sostituisce ad "x", si sa per certo che il numero dei gettoni rotondi verdi
uguale al numero dei gettoni quadrati blu. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 8 (anno accademico 2011/2012)


Traccia: Si consideri il famoso detto popolare: Non tutte le ciambelle riescono col buco.
Quale delle seguenti proposizioni la NEGAZIONE di questo asserto? [risposte: a) in
alcune ciambelle non presente alcun buco; b) in tutte le ciambelle non presente alcun
buco; c) non tutti i dolci in cui non presente un buco sono ciambelle; d) non tutti i dolci in
cui presente un buco sono ciambelle; e) in tutte le ciambelle presente almeno un buco]
Risoluzione: parafrasando il detto popolare si pu affermare che dire "non tutte le
ciambelle riescono col buco" equivale a dire che "esiste almeno una ciambella in cui
non presente il buco". Se si nega quest'ultima affermazione si ottiene: "non esiste
neanche una ciambella in cui non presente il buco" che equivale a dire "in tutte le
ciambelle presente almeno un buco". La risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 9 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Nella seguente sequenza sostituire a x il numero opportuno. :
6 (4) 14
10 (10) 30
12 (11) 34
20 (25) 70
25 (x) 53
[risposte: a) x = 44; b) x = 16; c) x = 18; d) x = 14; e) x = 32]
Risoluzione: nella sequenza numerica proposta nella traccia in ogni riga si ha: il numero
centrale dato dalla semidifferenza del terzo numero e del primo numero. Ad esempio
nella prima riga: 4 = (14-6) : 2. Seguendo lo stesso criterio logico per la quinta riga si ha: x
= (53-25) : 2 = 14. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Se per terminare un trasloco Aldo, Giovanni e Giacomo impiegano 2 ore, quanto
tempo impiegherebbero con l'aiuto di Marina, ammettendo che lavorino tutti egualmente
sodo[risposte: a) 30 minuti; b) 2 ore; c) 1 ora e 30 minuti; d) 1 ora; e) 40 minuti]
Risoluzione: le due grandezze in gioco, numero di operai che effettuano il trasloco e
tempo impiegato, sono inversamente proporzionali. Infatti all'aumentare del numero di

operai che svolgono il lavoro ci si aspetta una diminuzione del tempo impiegato per
effettuare il trasloco.Quando due grandezze sono inversamente proporzionali il loro
prodotto costante, quindi si ha: 120 (min) 3 (operai) = x (min) 4 (operai), da cui si
ottiene: x = 360/4 = 90 minuti. La risposta corretta quindi la c).

Esercizi "guida" di MATEMATICA


Architettura
In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Matematica presenti negli ultimi 3 anni accademici
nelle prove di ammissione alla Facolt di Architettura.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: La paga media oraria di 60 lavoratori di 8 euro. Alcuni per ricevono 7,5 euro
allora mentre i rimanenti sono pagati 10 euro allora. Quanti sono quelli pagati 7,5 euro
allora?[risposte: a) 50; b) 48; c) 46; d) 42; e) 44]
Risoluzione: si applica la formula della media aritmetica ponderata. Si indicano con "x" i
lavoratori che ricevono 7,5 euro, mentre con "60-x" i rimanenti lavoratori che percepiscono
10 euro all'ora. Applicando la formula della media ponderata si ha: {(x7,5) + [(60-x)10]} /
60 = 8. Risolvendo l'equazione cos ottenuta si ha: 7,5x + 600 - 10x = 480, da cui 2,5x =
120 ed infine x = 48 euro. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 2 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Il numero [(5002)^2 (4998)^2] uguale a: [risposte: a) 38600; b) 40016; c)
40000; d) 42000; e) 42064]
Risoluzione: il quesito pu essere risolto considerando l'operazione richiesta come
una differenza di quadrati. Nel calcolo letterale noto che: a^2 - b^2 = (a-b)(a+b). Nel
caso in esame si ha quindi: (5002)^2 - (4998)^2 = (5002-4998)(5002+4998) = 410000 =
40000. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 3 (anno accademico 2012/2013)

Traccia: Per irrigare un terreno viene utilizzato un terzo dellacqua contenuta in un


serbatoio. Se al termine dellirrigazione nel serbatoio si trovano ancora 6000 litri di
acqua significa che i litri utilizzati sono stati: [risposte: a) 4000; b) 3500; c) 2000; d)
3000; e) 2500]
Risoluzione: se per irrigare stato utlizzato 1/3 dell'acqua contenuta nel serbatoio, vuol dire
che i 6000 litri rimasti corrispondono ai 2/3 del serbatoio. Si pu quindi impostare la
proporzione:6000 : 2/3 = x : 1/3, da cui si ottiene x = [6000(1/3)] / (2/3) = 2000(3/2) =
3000 litri. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 4 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Nel piano cartesiano indichiamo con H la proiezione ortogonale dellorigine O =
(0, 0) sul segmento AB di estremi A = (2, 0) e B = (0, 1). Quanto vale la distanza fra O ed
H? [risposte: a) 5 / 3; b) 52 / 3; c) 35 / 2; d) 5 / 5; e) 25 / 5]
Risoluzione: si trova dapprima l'equazione della retta che passa per A e per B e che contiene
quindi il segmento AB. L'equazione della retta che passa per 2 punti A (x1; y1) e B (x2; y2)
vale: (y - y1) / (y2- y1) = (x - x1) / (x2 - x1). Sostituendo i valori noti si ha: (y - 0) / (1 - 0) =
(x - 2) / (0 - 2), da cui si ha:y = (2 - x)/2. Riscrivendo l'equazione della retta in forma
implicita si ha: x + 2y - 2 = 0. La distanza del punto O dal segmento coincide con la
distanza dalla retta che contiene il segmento. Si calcola quindi ora la distanza puntoretta con la formula: d = [valore assoluto (ax0 + by0 + c)] / (a^2 + b^2), dove a, b e c
sono il primo, il secondo e il terzo coefficiente dell'equazione della retta appena trovata,
mentre x0 e y0 sono le coordinate del punto O. Proseguendo nei calcoli si ha: d = [valore
assoluto (10 + 20 - 2)] / (1^2 + 2^2) = 2 / 5 = 25 / 5. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 5 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: I due numeri p e q sono interi positivi tali che p + q = 31. Il valore della somma
(1)^p + (1)^q quindi: [risposte: a) uguale a 1 se p pari; b) uguale a -1 se q
dispari; c) sempre uguale a 2; d) sempre uguale a 1; e) sempre uguale a 0]
Risoluzione: dato che i due numeri "p" e "q" sommati tra loro devono dare come risultato
31, per forza di cose uno di essi sar un numero pari mentre l'altro sar un numero
dispari. Supponendo che "p" sia pari e "q" sia dispari si otterrebbe: (-1)^p + (-1)^q = 1 1 = 0. Tale risultato vero qualunque siano i valori di "p" e "q", infatti una potenza con
esponente pari d sempre come risultato un numero positivo, mentre una potenza con
esponente dispari "conserva" sempre il segno della sua base. La risposta corretta
quindi la e).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: Quanto misura larea del triangolo che ha i vertici collocati nei punti A(2, 5),

B(7, 5), C(11, 0) del piano cartesiano? [risposte: a) 13,5; b) 12; c) 14; d) 12,5; e) 14,5]
Risoluzione: poich i punti A e B hanno stessa ordinata, consideriamo il segmento AB
come base del triangolo e calcoliamone la lunghezza tramite la formula della distanza tra
due punti: AB = [(x2- x1)^2 + (y2 - y1)^2] = [(7 - 2)^2 + (5 - 5)^2] = 25 = 5. Inoltre
l'altezza del triangolo coincide con la distanza del punto C dalla retta che contiene la base
AB; poich C posizionato sull'asse delle x, esso avr distanza dalla suddetta retta pari
all'ordinata dei punti A e B, ovvero 5. E' possibile quindi calcolare l'area del triangolo: A =
(bh) / 2 = (55) / 2 = 12,5. La risposta corretta la d).
Esercizio n. 7 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: Una sfera di marmo piena, la cui superficie misura 100 cm^2, viene divisa in
due parti uguali. Quanto vale (in centimetri quadrati) la superficie di ciascuna di queste
parti? [risposte: a) 60 ; b) 50 ; c) 80 ; d) 75 ; e) 70 ]
Risoluzione: la formula per ricavare la superficie della sfera la seguente: Ssfera = 4r^2.
Dalla formula inversa possibile quindi ricavare il raggio: r = (Ssfera/4) = (100 / 4) =
25 = 5 cm. Dopo che la sfera subisce la divisione in 2 parti uguali, la superficie di
ciascuna semisfera data dalla somma fra la met della superficie della sfera, ossia
50 cm^2, e la superficie del cerchio di raggio 5 cm che si ottiene sezionando la sfera
con un piano. Si ha quindi: Ssemisfera = 50 cm^2 + r^2 = 50 + 25 = 75 cm^2. La
risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 8 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Nel piano cartesiano la retta di equazione y = mx + q perpendicolare alla retta
3x 2y = 5. Quanto vale il coefficiente angolare m? [risposte: a) -2/5; b) -3/5; c) -3/2; d)
2/5; e) -2/3]
Risoluzione: in geometria analitica quando due rette sono perpendicolari il prodotto tra i
loro coefficienti angolari vale -1. Il coefficiente angolare della retta 3x 2y = 5 vale: m' =
-a/b = 3/2. Poich le due rette devono risultare perpendicolari, deve essere rispettata la
relazione: mm' = -1, da cui si ottiene m = -2/3. La risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 9 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Un triangolo rettangolo ha un angolo di 30 e il cateto ad esso adiacente di
lunghezza pari a 23 . Qual la lunghezza dellaltro cateto?[risposte: a) 23; b) 1; c) 3;
d) 2; e) 3/2]

Risoluzione: in ogni triangolo rettangolo ogni cateto uguale al prodotto dell'altro


cateto per la tangente dell'angolo opposto. Nel caso in esame il cateto incognito "x" sar
dato quindi dal prodotto: x = 23tg(30) = 23(3/3) = 2. La risposta corretta quindi la
d).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Il rapporto fra larea del cerchio circoscritto a un quadrato e quella del cerchio
inscritto nel medesimo quadrato pari a:[risposte: a) 2,5; b) 3; c) 2; d) 2; e) 1,5]
Risoluzione: il cerchio circoscritto al quadrato ha il raggio "R" pari a met della diagonale
di un quadrato. La formula che permette di calcolare la diagonale in un quadrato la
seguente: d = L2. Quindi il raggio della circonferenza circoscritta vale: R = d/2 = L/
(22). La sua area : S = (R^2) = (L^2)/8. Il cerchio inscritto ha invece raggio pari
alla met del lato del quadrato: r = L/2, da cui si pu ricavare l'area s = (r^2) =
(L^2)/4. Il rapporto tra le aree (S/s) vale 2, quindi la risposta corretta la c).

Traccia: In una scatola ci sono dieci palline nere, una pallina rossa
e una verde. Qual la probabilit, pescandone due a caso, che si
tratti della pallina rossa e di quella verde? [risposte: a) (1/12)
(1/12); b) (1/12)(1/11); c) 2/12; d) (2/12)(1/11); e) 2/10]
Risoluzione: la probabilit che alla prima estrazione si peschi una
pallina rossa o verde 2/12, perch si hanno una pallina rossa e una
verde su un totale di 12 palline. Alla seconda estrazione la probabilit
di pescare la pallina rimasta (rossa o verde che sia) 1/11, perch sar
rimasta una sola pallina rossa o verde su un totale di 11 palline (una
pallina non va contata perch pescata nella precedente estrazione).
La probabilit totale data dal prodotto delle probabilit dei due
eventi appena calcolate: (2/12)(1/11). La risposta corretta quindi la d).

Esercizi "guida" di MATEMATICA

Professioni

Sanitarie

In questa pagina si riportano alcuni esercizi svolti di matematica presenti, negli ultimi
anni, nei test di ammissione ufficiali alle Facolt di Professioni Sanitarie in diversi atenei
d'Italia.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: Quale delle seguenti equazioni rappresenta la retta passante per l'origine degli
assi e per il punto (6; 3)? [risposte: a) y = x; b) y = 2x; c) y = (1/2)x; d) y = x-3; e) y =
3x+3]
Risoluzione: in geometria analitica, l'equazione di una retta passante per l'origine degli
assi cartesiani : y = mx, dove con "m" si indica il coefficiente angolare della retta (si
possono quindi scartare a priori le risposte d) ed e), perch aventi equazioni esprimibili
nella forma y = mx+q). Poich la retta incognita deve passare anche per il punto (6;3),
possibile ricavare il valore di "m" sostituendo nell'equazione della retta le coordinate del
punto stesso (x = 6 e y = 3): 3 = 6m m = 3/6 = 1/2. L'equazione della retta quindi: y =
(1/2)x. La risposta corretta la c).
Esercizio n. 2 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: L'equazione x^2 + 49 = 0 ha soluzioni: [risposte: a) x1 = x2 = 7; b) x1 = 7; x2 =
-7; c) non reali; d) reali; e) x1 = x2 = -7]
Risoluzione: svolgendo l'equazione di II grado pura si ha: x^2 + 49 = 0 x^2 = -49
l'equazione non ammette soluzioni reali, perch il quadrato di un qualsiasi numero reale
deve essere necessariamente maggiore o uguale a zero. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 3 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: Sapendo che l'angolo AOB misura 50, quanto misura l'angolo ABC? [risposte:
a) 50; b) 25; c) 90; d) 155; e) 65]

Risoluzione: si nota immediatamente che il triangolo AOB isoscele, in quanto i lati AO e


BO, essendo raggi della stessa circonferenza, sono uguali tra loro; ne consegue che anche
gli angoli alla base OAB e OBA sono uguali tra loro. Conoscendo quindi l'angolo al vertice
AOB (50) e, sapendo che la somma degli angoli interni in un triangolo sempre 180, si
pu calcolare l'ampiezza di ciascuno dei due angoli alla base: OAB = OBA = (180-50)/2 =
130/2 = 65. Poich l'angolo OBA coincide con l'angolo incognito ABC, si deduce che la

risposta corretta la e).

Esercizio n. 5 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Catania)


Traccia: Giovanni e Andrea camminano l'uno verso l'altro, lungo un marciapiede
rettilineo, e la loro distanza iniziale di 600 metri: Giovanni procede a 6 km/h e Andrea a
4 km/h. Quanto distano i due uomini luno dallaltro quando mancano 3 minuti al loro
incontro? [risposte: a) 50 m; b) 200 m; c) 500 m; d) 150 m; e) 400 m]
Risoluzione: se Giovanni procede a 6 km/h, possibile conoscere la distanza che egli
percorre in 3 minuti tramite la proporzione: 6000 m : 60 min = x : 3 min x = (60003)/60
= 300 m. Con una proporzione simile si va a ricercare la distanza percorsa da Andrea (che
procede a 4 km/h) in 3 minuti: 4000 m : 60 min = x : 3 min x = (40003)/60 = 200 m.
Poich i ragazzi camminano l'uno verso l'altro, le due distanze appena trovate, vanno
sommate: 300+200 = 500 m. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 6 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Le diagonali di un esagono sono: [risposte: a) 12; b) 6; c) 9; d) 3; e) 18]
Risoluzione: il numero di diagonali che si possono tracciare in un poligono di n lati dato
da: d = [n(n-3)]/2 = [6(6-3)]/2 = 9. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 7 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Se sen(x) = 2/3 e 90 < x < 180, allora sen(2x) vale: [risposte: a) 4/3; b) (45)/9; c) -(25)/9; d) -(25)/3; e) -1/9]
Risoluzione: dalle formule di duplicazione si ha: sen(2x) = 2sen(x)cos(x). L'obiettivo
quindi ricercare cos(x); si utilizza a tal proposito la relazione fondamentale della
trigonometria, ossia[sen(x)]^2 + [cos(x)]^2 = 1. Si ricava infatti: cos(x) = [1 - [sen(x)]^2]
= [1 - 4/9] = (5/9) = -5/3(il coseno nel secondo quadrante negativo). Si ha
infine sen(2x) = 2(2/3)(-5/3) = -(45)/9. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 8 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Se il logaritmo in base 9 di x -3 allora: [risposte: a) x = 1/729; b) x = 729; c)
l'equazione non ha senso perch il valore di un logaritmo non pu mai essere negativo; d) x
= 1/3; e) l'equazione non ha senso perch la base maggiore di 1]
Risoluzione: dalla traccia si deduce il seguente esercizio matematico: log(9) x = -3. Per la
definizione di logaritmo si ha che la base (9) elevata al logaritmo (-3) deve essere uguale

all'argomento del logaritmo (x). Quindi si ha: x = 9^(-3) = 1/(9^3) = 1/729. La risposta
corretta quindi la e).
Esercizio n. 9 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Quanti sono i modi distinti di realizzare un poker dassi (4 assi e 1 carta diversa)
scegliendo in un mazzo di 52 carte da gioco? (Lordine di scelta delle carte non ha
importanza)[risposte: a) 52; b) 26; c) 4; d) 13; e) 48]
Risoluzione: in questo caso non necessario utilizzare formule di calcolo combinatorio: i
quattro assi vanno presi sempre tutti. Le carte rimanenti sono 48 e quindi 48 sono i possibili
modi di realizzare un poker d'assi. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 10 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Due sfere hanno raggi di lunghezza luna tripla dellaltra. Qual il rapporto tra
la misura del volume della sfera di raggio maggiore e quella del volume della sfera di
raggio minore? [risposte: a) 2; b) 27; c) 3; d) 9; e) ]
Risoluzione: la formula per calcolare il volume di una sfera dato da: V = (4/3)(r^3).
Ci significa che il volume di una sfera cresce proporzionalmente al cubo del suo
raggio, quindi se il rapporto tra i raggi delle due sfere vale 3, il rapporto tra i rispettivi
volumi vale 3^3 = 27. La risposta esatta perci la b).
Esercizio n. 11 (a.a. 2011/2012 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: Un triangolo rettangolo ha lipotenusa uguale a 25 cm. I suoi cateti
misurano: [risposte: a) 15 cm e 20 cm; b) 7 cm e 20 cm; c) 5 cm e 25 cm; d) 9 cm e 16 cm;
e) 14 cm e 15 cm]
Risoluzione: i tre lati di un triangolo rettangolo devono soddisfare il teorema di
Pitagora (la somma dei quadrati dei due cateti deve essere uguale al quadrato
dell'ipotenusa): c^2 + c^2 = i^2. Ci significa che le misure dei 3 lati devono costituire
una terna pitagorica. La risposta esatta perci la a), infatti 15^2 + 20^2 = 225 + 400 = 625
= 25^2.
Esercizio n. 12 (a.a. 2011/2012 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: La somma 2,110^4 + 3,510^3 d come risultato: [risposte: a) 5,610^7;
b) 2,4510^7; c)5,610^4; d) 24,510^3; e) 5,610^12]
Risoluzione: 2,110^4 = 21,010^3. E' ora possibile effettuare la somma dei numeri (indicati
nella traccia con la notazione esponenziale) raccogliendo a fattor comune: 21,010^3 +

3,510^3 = 10^3(21,0 + 3,5) = 24,510^3. La risposta esatta perci la d).

Esercizio n. 13 (a.a. 2010/2011 - Universit degli Studi di Genova)


Traccia: Dalle prime 10 rilevazioni risultato che il peso delle studentesse di una scuola
in media pari a 60 kg. Le successive 15 rilevazioni danno un peso medio pari a 55 kg.
Qual il peso medio delle 25 studentesse? [risposte: a) 58 kg; b) 57,5 kg; c) 57 kg; d) 56
kg; e) 55 kg]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio applicando la formula della media
aritmetica ponderata, indicando con "x" i valori (nel caso in esame i pesi medi) e con "f"
le frequenze (nel caso in esame il numero di rilevazioni): M = (x1f1 + x2f2) / (f1 + f2) =
(6010 + 5515) / (10 + 15) = 1425 / 25 = 57 kg. La risposta esatta perci la c).

Esercizio n. 14 (a.a. 2010/2011 - Universit degli Studi di Genova)


Traccia: Siano a un numero reale maggiore di 1 e b un numero reale positivo minore di
1; allora il prodotto ab : [risposte: a) non ci sono dati sufficienti per rispondere; b) minore
di a e maggiore di b; c) maggiore di a e minore di b; d) maggiore di a e di b; e) minore di a
e di b]
Risoluzione: poich l'enunciato indicato nella traccia deve essere sempre vero, si
considerino due numeri reali con le caratteristiche richieste, ad esempio a = 2 e b = 1/2. In
questo caso il loro prodotto vale: ab = 2(1/2) = 1. Il prodotto ab minore di a e maggiore di
b. La risposta esatta perci la b).

Esercizio n. 15 (a.a. 2010/2011 - Universit degli Studi di Genova)


Traccia: Le soluzioni della disequazione x^2 3x > 4 sono: [risposte: a) x < 1, x > 4;
b) x < 0, x > 3; c) nessuna delle altre risposte corretta; d) x < 3; e) nessuna soluzione]
Risoluzione: portando a primo membro della disequazione tutti i termini si ha: x^2 - 3x - 4 >
0. Successivamente si risolve l'equazione di II grado associata: x^2 - 3x + 4 = 0; = b^2 4ac = 3^2 - 41(-4) = 9 + 16 = 25; x1/2 = (-b ) / 2a = (3 5) / 2; x1 = -1 e x2 = 4.
Quando il segno del coefficiente a concorde con il verso della disequazione (entrambi
maggiori di zero) le soluzioni corrispondono ai valori esterni: x < -1 e x > 4. La risposta
esatta perci la a). N.B.: se il verso della disequazione fosse stato "<" vi sarebbero state le
soluzioni per valori interni: -1 < x < 4.

Esercizi "guida" di LOGICA


Professioni

Sanitarie

In questa pagina si riportano alcuni esercizi svolti di logica presenti, negli ultimi anni, nei
test di ammissione ufficiali alle Facolt di Professioni Sanitarie in diversi atenei d'Italia.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE

Esercizio n. 1 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)


Traccia: Completare correttamente la seguente successione numerica: 101; 104; 79; 65;
68; 43; ?; ? [risposte: a) 29; 4; b) 46; 32; c) 29; 32; d) 18; 21; e) 29; 42]
Risoluzione: i numeri che costituiscono la successione sono legati "a saltelli"
dall'operazione matematica "-36"; infatti si ha tra primo, quarto e settimo termine della
successione: 101-36 = 65; 65-36 = 29; la stessa logica si applica tra secondo, quinto e ottavo
termine: 104-36 = 68; 68-36 = 32. Anche il terzo e il sesto termine della successione sono
legati dalla stessa operazione: 79-36 = 43. La risposta corretta quindi la c).

Esercizio n. 2 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)


Traccia: Cinque treni, A, B, C, D ed E, partono dalla stessa stazione diretti in cinque citt
differenti. Si sa che: i) C pi veloce di B ma arriva dopo di questo che , invece, il primo
ad arrivare; ii) A l'ultimo ad arrivare anche se pi veloce di D e meno veloce di B; iii)
E, il secondo treno ad arrivare a destinazione, pi veloce di D, ma meno veloce di A. In
base alle precedenti informazioni il quinto treno pi lento : [risposte: a) C; b) D; c) A; d)
non possibile determinarlo; e) B]
Risoluzione: si trascura l'ordine di arrivo dei treni alla stazione e si fa un confronto tra le
velocit dei singoli mezzi di trasporto in base alle informazioni che vengono fornite. Per
facilitare il ragionamento, si indica con il simbolo matematico maggiore (>) la frase " pi
veloce di" e con il simbolo minore (<) " meno veloce di". Dall'informazione i) si
ricava: C > B; dall'informazione ii) : B > A > D; dall'informazione iii): A > E > D. Unendo
mediante un'unica relazione le disuguaglianze appena ricavate si ottiene un confronto tra
tutte le velocit dei singoli treni: C > B > A > E > D. Si ha quindi che il treno C il pi
veloce e contemporaneamente il quinto pi lento. La risposta corretta quindi la a).

Esercizio n. 3 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)


Traccia: La piccola Aurelia sta giocando con 985 tessere di legno colorato, tutte a forma
di triangolo equilatero e aventi le stesse dimensioni. Ha costruito con esse, affiancandole,
il triangolo equilatero pi grande possibile; quante tessere sono avanzate ad
Aurelia? [risposte: a) 24; b) 25; c) 31; d) 26; e) 23]
Risoluzione: se si costruisce un triangolo equilatero grande con tanti triangoli equilateri pi
piccoli al suo interno, si nota che partendo dal vertice in alto del triangolo grande e,
proseguendo dalla prima riga di costruzione verso le righe in basso, si ottengono in
successione 1 triangolino, 3 triangolini, 5 triangolini e cos via. Ci significa che ad ogni
livello successivo di costruzione vi un numero dispari di triangoli successivo a quello
del livello precedente. In generale la somma di tutte le tessete usate da Aurelia (somma
dei triangoli piccoli) equivale alla somma dei primi n numeri dispari, che vale: n^2.
Bisogna quindi ricercare il quadrato perfetto immediatamente inferiore a 985 (numero
di tessere massimo con cui si pu costruire il triangolo equilatero grande) che va sottratto al
numero di tessere possedute da Aurelia. Nel caso in esame si tratta del numero 961, infatti si
ha: 961 = 31^2. Il numero di tessere avanzate pertanto: 985-961 = 24. La risposta corretta
quindi la a).
Esercizio n. 4 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: L'affermazione "quando corro a lungo consumo grassi" equivalente
a: [risposte: a) non consumo grassi pur avendo corso a lungo; b) o corro a lungo o
consumo grassi; c) se consumo grassi vuol dire che ho corso a lungo; d) a volte capita che
non consumi grassi pur avendo corso a lungo; e) se non consumo grassi allora non ho
corso a lungo]
Risoluzione: in questo esercizio la traccia propone una condizione sufficiente, ossia
l'eventuale condizione "corsa per un lungo periodo di tempo" da sola sufficiente a
giustificare la conseguenza "consumo grassi". Si tenga presente che questa condizione
potrebbe non essere l'unica che giustifica la conseguenza, ovvero si potrebbero consumare
grassi anche effettuando altri tipi di attivit motorie. Quando il quesito presenta una
condizione sufficiente (se A allora B), l'unica deduzione certa che si pu trarre che la
negazione della conseguenza implica la negazione della condizione sufficiente (se non B
allora non A). Nel caso in esame si ha quindi "Se non consumo grassi (se non B) allora non
ho corso a lungo (non A)". La risposta esatta quindi la e).
Esercizio n. 5 (a.a. 2013/2014 - Universit degli Studi di Cagliari)
Traccia: Sommando la frazione che rappresenta il rapporto fra la parte annerita e l'area
totale della figura 1 alla frazione che rappresenta il rapporto fra la parte bianca e l'area

totale della figura 2, si ottiene: [risposte: a) 5/8; b) 7/8; c) 3/4; d) 10/16; e) 6/8]

Risoluzione: si suddivide la figura 1 in 8 quadrati: la parte annerita corrisponde a 2 quadrati


(unione dei 4 triangolini neri) il rapporto tra parte annerita e area totale quindi: 2/8.
Si suddivide la figura 2 in 8 triangoli: la parte bianza corrisponde a 5 triangoli
il rapporto fra la parte bianca e l'area totale quindi 5/8. La somma delle due
frazioni : 2/8 + 5/8 = 7/8. La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 6 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Individuare il diagramma della figura che soddisfa la relazione insiemistica
esistente tra i termini dati: alberi, pini, panchine. [risposte: a) diagramma 4; b)
diagramma 3; c) diagramma 2; d) diagramma 1; e) diagramma 6]

Risoluzione: I pini sono degli alberi e quindi l'insieme "pini" incluso nell'insieme "alberi".
Gli alberi non sono panchine, quindi l'insieme "alberi" e l'insieme "panchine" sono
disgiunti, ossia non hanno elementi in comune. Stesso ragionamento vale per i pini: i pini
non sono panchine, perci gli insiemi "pini" e "panchine" sono disgiunti, ossia hanno
intersezione nulla. Il diagramma che raprresenta correttamente la relazione tra le 3 parole
il diagramma 2. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 7 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Quali, tra i termini proposti, completano correttamente la seguente proporzione
verbale? Rifiuto : diniego = X : Y [risposte: a) X = negazione; Y = s; b) X = riverenza; Y
= ossequio; c) X = accettazione; Y = partecipazione; d) X = vendita; Y = acquisto; e) X =
concorso; Y = ricorso]

Risoluzione: le due parole presenti nel primo membro della proporzione verbale (rifiuto e
diniego)sono dei sinonimi: entrambi significano "dire di no", "negare". Le due parole
incognite a secondo membro devono essere legate dalla stessa logica. La risposta corretta
quindi la b), infattiriverenza un sinonimo di ossequio; entrambi i termini significano
"rispetto, stima, deferenza verso qualcuno".
Esercizio n. 8 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Non possibile negare l'inesistenza di un filtro per il corretto funzionamento
del motore. Qual il corretto significato della precedente affermazione? [risposte: a)
esiste un filtro per il corretto funzionamento del motore; b) per il corretto funzionamento
del motore necessario un filtro; c) possibile il corretto funzionamento del motore con un
filtro; d) il corretto funzionamento del motore dipende dal filtro; e) non esiste alcun filtro
che permetta il corretto funzionamento del motore]
Risoluzione: la prima parte della proposizione contiene due negazioni che si annullano
reciprocamente: "non possibile negare" significa " possibile affermare". La rimanente
parte della proposizione mantiene intatto il suo significato, quindi complessivamente la
frase virgolettata nella traccia pu essere riproposta nel seguente modo: " possibile
affermare che non esiste alcun filtro che permetta il corretto funzionamento del motore". La
risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 9 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Ferrara)
Traccia: Si osservi la serie incompleta di figure: quale delle alternative proposte la
completa correttamente? [risposte: a) figura 2; b) figura 3; c) figura 1; d) figura 5; e)
figura 4]

Risoluzione: nella serie visiva proposta nella traccia, il quadrilatero ruota in senso
antiorario (basta ad esempio concentrare l'attenzione sul lato pi grande). La figura che
completa correttamente la serie la n. 4, quindi la risposta giusta quindi la e).
Esercizio n. 10 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Individuare il numero che segue logicamente: 100, 95, 85, 70, 50, ? [risposte: a)
30; b) 25; c) 35; d) 20; e) 15]

Risoluzione: tutti i numeri della serie numerica proposta nella traccia sono legati tra loro in
modosequenziale da un'operazione di sottrazione, in cui il sottraendo aumenta sempre di
5 unitprocedendo da una coppia di numeri a quella successiva: 100-5 = 95-10 = 85-15 =
70-20 = 50-25 = 25. La risposta esatta perci la b).
Esercizio n. 11 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Ho 40 conigli bianchi e 31 conigli neri suddivisi in 10 gabbie. Quale delle
seguenti affermazioni sicuramente vera? [risposte: a) esiste almeno una gabbia in cui ci
sono almeno 8 conigli; b) in tutte le gabbie, il numero dei conigli bianchi maggiore o
uguale a quello dei conigli neri; c) in ogni gabbia ci sono almeno 7 conigli; d) esiste
almeno una gabbia in cui ci sono esattamente 4 conigli neri; e) esiste almeno una gabbia in
cui ci sono almeno 5 conigli bianchi]
Risoluzione: la risposta esatta la a), infatti distribuendo il pi uniformemente possibile i 71
conigli,si possono avere massimo 9 gabbie con 7 conigli (97 = 63), ma necessariamente
nell'ultima gabbia bisogna mettere 8 conigli. N.B.: la traccia non impone alcun limite
minimo o massimo sul numero di conigli in una gabbia (potrebbero essere anche vuote); la
risposta e) falsa perch potrei distribuire i 40 conigli bianchi in gruppi da 4 nelle 10
gabbie; la risposta d) palesemente falsa perch potrei ad esempio mettere tutti i 31 conigli
neri in una gabbia; la risposta c) chiaramente falsa, perch potrei fare questa
distribuzione 4-4-4-4-4-4-4-4-4-35 ed infinite altre distribuzioni; la risposta b) falsa
perch posso distribuire come desidero dal punto di vista numerico i conigli bianchi e neri
nelle singole gabbie.
Esercizio n. 12 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)
Traccia: Tre campane suonano ad intervalli di 4 minuti, 12 minuti e 9 minuti,
rispettivamente. Se suonano insieme alle 8 di mattina, dopo quanto tempo suoneranno di
nuovo insieme? [risposte: a)72 minuti; b) 29 minuti; c) 24 minuti; d) 36 minuti; e) 16
minuti]
Risoluzione: questo problema di logica risolvibile applicando il concetto matematico di
minimo comune multiplo, infatti l'intervallo di tempo dopo il quale le tre campane
torneranno a suonare contemporaneamente si trova calcolando il m.c.m. tra 4, 12 e 9.
Scomponendo in fattori primi i tre numeri si ha: 4 = 2^2; 12 = (2^2)3; 9 = 3^2. Il m.c.m.
sar dato dal prodotto dei fattori comuni e non comuni, presi una sola volta, con il massimo
esponente: m.c.m. = (2^2)(3^2) = 49 = 36. La risposta esatta perci la d).

Esercizio n. 13 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)


Traccia: Scartare lintruso. [risposte: a) 31; b) 17; c) 27; d) 11; e) 29]
Risoluzione: la risposta esatta la c), infatti 27 l'unico numero non primo (infatti oltre che

per se stesso e per 1, divisibile anche per 3 e 9).

Esercizio n. 14 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)


Traccia: Una gallina ha fatto i pulcini. Maria dice: Sono nati tre pulcini e sono gialli.
Gianni dice: Sono nati due pulcini gialli e due neri. Anna dice: sono nati solo pulcini
gialli. Quanti pulcini sono nati, sapendo che una e una sola delle precedenti
affermazioni falsa? [risposte: a)non possibile stabilire il numero con certezza; b) 3;
c) 4; d) 6; e) 2]
Risoluzione: se l'affermazione falsa fosse quella di Anna, le affermazioni di Gianni e e
Maria non sono compatibili tra loro (colori dei pulcini) e quindi anche una delle frasi
pronunciate da Maria e Gianni sarebbe falsa, ma ci non possibile perch la traccia
impone la veridicit di una sola affermazione. Sarebbero incoerenti tra loro anche le
affermazioni di Gianni e Anna, se si ipotizzasse falsa la frase pronuciata da Maria (sempre
per il colore dei pulcini nati). Per esclusione le uniche frasi compatibili tra loro sono quelle
delle due donne, infatti l'una afferma che sono nati 3 pulcini gialli e l'altra che sono nati solo
pulcini gialli. La risposta esatta perci la b).

Esercizio n. 15 (a.a. 2012/2013 - Universit degli Studi di Bologna)


Traccia: Tutti i filosofi sono antipatici qualche filosofo italiano dunque .................
antipatico. Sindividui il CORRETTO COMPLETAMENTO del sillogismo: [risposte:
a) qualche italiano; b) ogni filosofo; c) ogni italiano; d) qualche antipatico; e) qualche
filosofo]
Risoluzione: la risposta esatta la a), infatti se tutti i filosofi sono antipatici e qualche
filosofo italiano, certo che almeno qualche italiano, facendo come mestiere il filosofo,
sia anche antipatico.

Esercizi "guida" di MATEMATICA


Medicina

Veterinaria

In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Matematica presenti negli ultimi anni nelle prove di
ammissione allaFacolt di Medicina Veterinaria.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Riscrivendo 9^(3x + 2) nel formato 3^y, quale sar il valore di y? [risposte: a)
3x; b) 3x+4; c) 6x+4; d) 9x+6; e) 6x+2]
Risoluzione: poich 9 = 3^2, la potenza proposta dalla traccia dell'esercizio pu essere
espressa nel seguente modo: 3^[2(3x+2)]. Si pu quindi dedurre il valore di y incognito: y
= 2(3x+2) = 6x+4. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 2 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Si consideri un triangolo rettangolo il cui cateto maggiore misura 3 cm. Laltezza
del triangolo relativa allipotenusa misura 1 cm. Calcolare la lunghezza
dellipotenusa. [risposte: a) 42; b) (92)/4; c) (92)/2; d) (52)/4; e) (32)/4]
Risoluzione: la proiezione del cateto maggiore sull'ipotenusa pu essere calcolata mediante
ilteorema di Pitagora applicato al triangolo rettangolo formata da cateto maggiore, altezza
e appunto proiezione del cateto sull'ipotenusa: b = [(3^2)-(1^2)] = (9-1) = 8 = 22. La
proiezione del cateto minore sull'ipotenusa pu essere invece trovata tramite il secondo
teorema di Euclide, il quale afferma che "in un triangolo rettangolo l'altezza media
proporzionale tra le proiezione dei cateti sull'ipotenusa". Indicando con "h" l'altezza e con
"a" e "b" le proiezioni dei cateti si ha quindi: a : h = h : b a : 1 = 1 : 22 a = 1/(22) =
2/4. Poich l'ipotenusa "i" uguale alla somma delle proiezioni dei cateti si ha: i = a+b =
22+2/4 = (92)/4. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 3 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Il 70% degli iscritti a medicina veterinaria mangia pizza almeno una volta alla
settimana. Tra questi, il 60% ci beve insieme una bevanda alcolica. Determinare la
percentuale degli iscritti a medicina veterinaria che mangiano pizza almeno una volta
alla settimana, senza accompagnarla con bevande alcoliche. [risposte: a) 40 %; b) 12 %;
c) 18 %; d) 28 %; e) 10 %]
Risoluzione: si supponga che gli iscritti a medicina veterinaria siano 100; ci significa che
70 ragazzi mangiano pizza almeno una volta alla settimana. Tra questi 70, il 60% mangiano
la pizza accompagnandola con una bevanda alcolica; si tratta quindi di: (60/100)70 = 42
ragazzi. Si deduce quindi che 28 ragazzi (28 = 70-42) mangiano la pizza senza
accompagnarla con bevande alcoliche. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 4 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Sia r la retta del piano cartesiano di equazione y=3. Determinare quale delle
seguenti rette perpendicolare a r. [risposte: a) y = 1/3; b) x = -3; c) y = -(1/3); d) y =
-3; e) y = -(1/3)x]
Risoluzione: la retta y = 3 una retta parallela all'asse delle ascisse, da ci si deduce
che una retta ad essa perpendicolare deve essere parallela all'asse delle ordinate e quindi
avente equazione della formax = h. L'unica risposta con questo tipo di caratteristica la b),
che quindi la risposta corretta.
Esercizio n. 5 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Determinare quale dei seguenti numeri coincide con (1 / 2) + (1 / 2) + (1 / 2)
+ (1 / 2) [risposte: a) 4 / (42); b) 2; c) 1/2; d) 1 / (42); e) 8]
Risoluzione: sommando i quattro termini indicati si ha come risultato: 4 /
2. Razionalizzando la frazione (moltiplicando numeratore e denominatore per 2) si
ha: (4 / 2)(2 / 2) = 42 / 2 = 22.Portando il 2 sotto il segno di radice si ha: 22 = 8.
La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Determinare il pi grande tra i seguenti numeri: [risposte: a) sen(30); b)
cos(40); c) sen(50); d) cos(20); e) cos(60)]
Risoluzione: dalle relazioni di goniometria bisogna ricordarsi che il seno di un angolo
uguale al coseno dell'angolo ad esso complementare (N.B.: due angoli sono complementari
quando la loro somma vale 90). Quindi il sen(30) = cos(60) e il sen(50) = cos(40). In
questo modo possibile confrontare le 5 risposte, tutte espresse in funzione del
coseno: cos(60); cos(40); cos(40); cos(20); cos(60). Nel I quadrante della
circonferenza goniometrica il coseno aumenta al diminuire dell'angolo, quindi cos(20)
corrisponde al numero maggiore. La risposta corretta perci la d).
Esercizio n. 7 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: Determinare la somma: 3^(30) + 3^(30) + 3^(30) [risposte: a) 3^(31); b) 9^(30);
c) 27^(30); d) 27^(90); e) 3^(90)]
Risoluzione: 3^(30) + 3^(30) + 3^(30) = 3[3^(30)] = 3^(30+1) = 3^(31). La risposta
corretta perci la a).
Esercizio n. 8 (anno accademico 2011/2012)

Traccia: Tirando contemporaneamente due dadi con facce numerate da 1 a 6, qual la


probabilit che la somma dei due punteggi ottenuti sia divisibile per 5? [risposte: a) 2/11;
b) 7/36; c) 1/5; d) 1/7; e) 1/6]
Risoluzione: tirando contemporaneamente due dadi le possibili combinazioni ottenibili di
punteggi sono: 6^2 = 36. Tra queste combinazioni quelle che sono caratterizzate da
una somma dei punteggi divisibile per 5 sono le seguenti: (1, 4) - (4, 1) - (2, 3) - (3, 2) - (5,
5) - (6, 4) - (4, 6). Laprobabilit ricercata corrisponde quindi a: 7/36. La risposta corretta
la b).
Esercizio n. 9 (anno accademico 2011/2012)
Traccia: Consideriamo, nel piano cartesiano, la parabola di equazione y = x^2, e la retta
di equazione y = x+a, dove a un parametro reale. La retta e la parabola NON hanno
punti di intersezione se e solo se: [risposte: a) 1+4a < 0 ; b) a 0; c) a < 0; d) a+1 > 0; e)
a >0]
Risoluzione: Per ricercare le eventuali intersezioni tra parabola e retta necessario mettere
a sistema le due equazioni y = x^2 e y = x+a. Sostituendo il valore di y ricavato dalla
prima relazione nella seconda relazione si ottiene la seguente equazione di II grado: x^2 - x
- a = 0. I valori di a per cui NON vi sono intersezioni tra retta e parabola si
ricavano imponendo che il delta dell'equazione di II grado sia minore di zero, perch in
questo caso l'equazione non ammette soluzioni reali: delta = b^2 - 4ac = (-1)^2 - 41(-a) =
1+4a < 0. La risposta corretta quindi la a).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2011/2012)


Traccia: Un semicerchio e un quadrato hanno la stessa area. Determinare il rapporto tra
il lato del quadrato ed il raggio del semicerchio. [risposte: a) (^2) / 4; b) /2; c) 2/; d)
/ 2; e) 2]
Risoluzione: l'area del quadrato e del semicerchio valgono rispettivamente: A = l^2 e A =
(r^2)/2. Poich le due aree sono uguali si possono uguagliare i secondi membri delle due
equazioni: l^2 = (r^2)/2; dividendo ambo i membri per r^2 si ha: (l^2) / (r^2) = /2, da cui
si ottiene il rapporto tra il lato del quadrato e il raggio del semicerchio l / r = / 2. La
risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 11 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Un triangolo isoscele ha base lunga 12 e x rappresenta la lunghezza di ciascuno

dei due lati uguali. Quale delle seguenti formule esprime larea S del triangolo in
funzione di x?[risposte: a) S = 12[(x^2-6)]^(1/2); b) S = 6[(x^2-6)]^(1/2); c) S = 6[(x^236)]^(1/2); d) S = 3[(x^2-36)]^(1/2); e) S = 12[(x^2-36)]^(1/2)]
Risoluzione: conoscendo i tre lati del triangolo (12, x, x) si pu applicare la formula di
Erone per calcolare l'area: S = [p(p-a)(p-b)(p-c)], dove p il semiperimetro del
triangolo e a, b e c sono i lati del triangolo. Si ha quindi: S = [(6+x)(6+x-x)(6+x-x)(6+x12)] = [36(x+6)(x-6)] = 6[(x^2)-36]. La risposta corretta quindi la c).

Esercizio n. 12 (anno accademico 2010/2011)


Traccia: Una ditta che vendeva un medicinale in confezioni da 100 grammi al prezzo di
10 euro ciascuna, ha ridotto ora le confezioni ad 80 grammi, mantenendo il prezzo di 10
euro. Di quanto aumentato il prezzo del medicinale? [risposte: a) del 20%; b) del 25%;
c) del 15%; d) del 10%; e) dell'80%]
Risoluzione: inizialmente con 10 euro si acquistavano 100 grammi del medicinale; in
proporzione, con 8 euro se ne sarebbero acquistati 80 grammi. Invece, con la riduzione dei
formati delle confezioni, il prezzo rimasto inalterato, quindi per ogni confezione di 80
grammi si applicato un aumento di 2 euro (2 = 10-8) su un totale di 8 euro. Vi stato
quindi un incremento percentuale di:2/8 = 1/4 = 0,25, ovvero del 25%. La risposta
corretta quindi la b).

Esercizi "guida" di LOGICA


Medicina

Veterinaria

In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Ragionamento Logico presenti negli ultimi anni nelle
prove di ammissione alla Facolt di Medicina Veterinaria.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Chiara, Diana, Elisa, Federica e Grazia appartengono ad una squadra
femminile di calcetto 5 contro 5. Dopo aver giocato 20 partite, Chiara ha segnato in
media 1,2 gol a partita, Diana 0,6 gol a partita e Elisa 0,75 gol a partita. Le altre
giocatrici, Federica e Grazia, non hanno segnato alcun gol. Durante le 5 partite seguenti,
Chiara segna in totale altri 6 gol, mentre Diana, Elisa e Federica segnano ciascuna 1 gol

e Grazia non ne segna nemmeno uno. Qual in media il numero di gol segnati per
partita dallintera squadra dopo 25 partite? [risposte: a) 2,40; b) 2,55; c) 12,00; d) 0,48;
e) 0,60]
Risoluzione: possibile calcolare, come primo passo, il numero di goal segnati dalle singole
giocatrici nelle prime 20 giornate di campionato moltiplicando la loro media-goal per il
numero di partite giocate. Si avr quindi: Chiara 1,220 = 24 goal; Diana 0,620 = 12
goal; Elisa 0,7520 = 15 goal; Federica 0 goal; Grazia 0 goal. Ai risultati appena
ottenuti si sommano i goal segnati dalle giocatrici nelle ultime 5 giornate: Chiara 24+6
= 30 goal; Diana 12+1 = 13 goal; Elisa 15+1 = 16 goal; Federica 0+1 = 1 goal;
Grazia 0+0 = 0 goal. Il totale dei goal segnati dall'intera squadra risulta
essere: 30+13+16+1+0 = 60 goal. Dividendo il risultato ottenuto per le 25 giornate di
campionato giocate si ha la media-goal relativa all'intera squadra:60/25 = 2,40. La
risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 2 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Sandra vende confezioni di salsicce. Alla fine dell'autunno a Sandra rimane
della merce invenduta e quindi decide di metterla in offerta. Sandra considera tre
possibili alternative:
1. tre confezioni al prezzo di due
2. la prima confezione a prezzo pieno e la seconda a met prezzo
3. sconto di 1/3 sul prezzo pieno di ciascuna confezione
Quale delle seguenti affermazioni corrisponde al vero?
[risposte: a) si ricaverebbe lo stesso profitto per confezione nella prima e nella seconda
alternativa, ma non nella terza; b) in tutti e tre i casi si ricaverebbe lo stesso profitto per
confezione; c) si ricaverebbe lo stesso profitto per confezione nella prima e nella terza
alternativa, ma non nella seconda; d) si ricaverebbe lo stesso profitto per confezione nella
seconda e nella terza alternativa, ma non nella prima; e) si ricaverebbe un profitto diverso
per ciascuna confezione]
Risoluzione: si ipotizza arbitrariamente che il prezzo di una confezione di salsicce sia di
3,00 euro e si confrontano numericamente le tre alternative di offerta tra cui Sandra pu
liberamente scegliere. La prima opzione permetterebbe a Sandra di comprare 3 confezioni
a soli 6,00 euro (prezzo di 2 confezioni), risparmiando quindi 3,00 euro (9,00-6,00 = 3,00).
La seconda alternativa le consentirebbe di comprare 2 confezioni, di cui una a met
prezzo, spendendo 3,00+1,50 = 4,50 euro, risparmiando 1,50 euro (6,00-4,50 = 1,50).
Infine, con la terza offerta comprerebbe 3 confezioni al prezzo di 2,00+2,00+2,00 = 6,00
euro, risparmiando 3,00 euro (9,00-6,00 = 3,00). E' chiaro quindi che la risposta corretta
la c), perch Sandra ricaverebbe lo stesso profitto economico nella prima e nella terza
alternativa.
Esercizio n. 3 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Attualmente si vive pi a lungo e la qualit della vita durante la vecchiaia

migliorata anche grazie allutilizzo di deambulatori, protesi ed apparecchi acustici.


Questi ausili, tuttavia, non sono sufficienti a proteggere dagli imprevisti della vita, come
essere investiti da un autobus o venire colpiti da un fulmine. Gli esperti sono divisi sulle
cause dellinvecchiamento. Un recente studio ha affermato che le persone che vivono
nelle aree pi ricche tendono a vivere 20 anni pi a lungo rispetto a coloro che vivono in
aree pi degradate. Uno studio condotto su diecimila dipendenti pubblici ha evidenziato
che il tasso di mortalit tra gli impiegati tre volte superiore rispetto a quello dei
dirigenti.
Quale delle seguenti affermazioni totalmente sostenuta dal brano precedente?
[risposte: a) ausili artificiali quali deambulatori, protesi ed apparecchi acustici
garantiscono sicuramente di vivere pi a lungo; b) per avere una vita pi lunga si dovrebbe
vivere in una citt ricca; c) per fare dei progressi in ambito scientifico, gli esperti devono
decidere quale teoria dellinvecchiamento corretta; d) le ricerche sulle cause
dellinvecchiamento sono inutili in quanto accadranno sempre degli imprevisti nella vita; e)
la ricchezza e il successo personale aumentano le possibilit di vivere pi a lungo]
Risoluzione: le risposte c) e d) sono palesemente false, infatti la prima considera inutili le
ricerche sulle cause dell'invecchiamento mentre, in tutto il brano, si discute proprio sui dati
e le statistiche che derivano dagli studi sulla qualit della vecchiaia; la seconda invece
introduce il tema delle teorie sull'invecchiamento di cui non si fa alcun cenno nel brano. Le
risposte a) e b) esprimono invece considerazioni coerenti con quanto affermato nella
prima parte del brano, ma i loro contenuti possono considerarsi "racchiusi" all'interno
della risposta e) che ha carattere pi generale e riassume in poche parole i concetti principali
espressi da tutto il brano. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 4 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: La Federazione Internazionale del Calcio (FIFA) sta pensando di cambiare la
regola del fuorigioco nel calcio. La Federazione Internazionale di Hockey ha cambiato la
propria regola del fuorigioco alcuni anni fa e ci ha reso il gioco pi aperto e votato
allattacco e, di conseguenza, pi avvincente per gli spettatori. Dunque, se si cambiasse la
regola del fuorigioco anche nel calcio, si renderebbe il gioco pi movimentato e
avvincente per gli spettatori. La regola del fuorigioco dovrebbe, quindi, essere cambiata.
Quale delle seguenti affermazioni, se considerate vere, indebolisce largomentazione
precedente?
[risposte: a) la maggior parte dei giocatori e degli allenatori di calcio contraria a
qualsiasi modifica della regola del fuorigioco; b) la maggior parte dei tifosi e dei
giornalisti sportivi che si occupano di calcio contraria a qualsiasi modifica della regola
del fuorigioco; c) la regola del fuorigioco nellhockey molto diversa da quella nel
calcio; d) qualsiasi modifica della regola del fuorigioco stravolgerebbe le regole del calcio;
e) il calcio ha un numero di spettatori notevolmente maggiore rispetto allhockey]
Risoluzione: le risposte d) e e) sono palesemente false: nessuna delle due considerazioni
pu essere ritenuta un'indebolimento dell'argomentazione espressa dal brano secondo cui la
regola del fuorigioco nel calcio dovrebbe essere cambiata; infatti il maggior numero di
spettatori nel calcio rispetto all'hockey non pu ritenersi un fattore decisivo rispetto a

cambiamenti regolamentari del gioco del calcio, n tantomento la modifica della regola del
fuorigioco significherebbe uno stravolgimento di tutte le altre regole esistenti nel calcio. Le
risposte b) e c) esprimono opinioni che contrastano con quanto affermato nel brano,
ma non ne indeboliscono l'argomentazione, in quanto non mettono a confronto i due sport
presi come termini di paragone. La risposta c) invece fa intendere come non si possa essere
certi che il cambiamento della regola del fuorigioco nel calcio comporti un miglioramento
generale del gioco, cos come avvenuto nell'hockey, perch la regola del fuorigioco
nell'hockey molto diversa rispetto a quella del calcio e, comunque, i due sport hanno
dinamiche di gioco molto differenti tra loro e le stesse modifiche regolamentari possono
avere impatti diversi nei due casi considerati. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 5 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Una non-stop televisiva inizia alle ore 21:00 del 25 ottobre, e prosegue
ininterrottamente per 400 ore. Quando termina? [risposte: a) alle ore 13:00 del 12
novembre; b) alle ore 23:00 del 10 novembre; c) alle ore 23:00 dell'11 novembre; d) alle
ore 13:00 dell'11 novembre; e) alle ore 13:00 del 10 novembre]
Risoluzione: possibile calcolare, come primo passo, il numero di giorni corrispondenti a
400 ore. Poich un giorno costituito da 24 ore si effettua la seguente operazione: 400/24 =
16 giorni + 16 ore. Incominciando a contare dal 25 ottobre si ha: 25 Ott (ore 21.00) + 16 gg
= 10 Nov (ore 21.00). Aggiungendo poi la rimanenza delle 16 ore si ottiene il risultato
finale: 10 Nov (ore 21.00) + 16 ore = 11 Nov (ore 13.00). La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Priscilla nata il 12 aprile, di domenica. Nicola nato nello stesso anno, anche
lui di domenica. Determinare quale dei seguenti giorni pu essere il compleanno di
Nicola. [risposte: a) 28 Marzo; b) 10 Maggio; c) 4 Aprile; d) 2 Maggio; e) 27 Aprile]
Risoluzione: poich le possibilit di risposta vanno temporalmente dal 28 Marzo al 10
maggio, si cerca di capire quali sono le domeniche contenute in questo mese e mezzo
semplicemente aggiungendo o sottraendo 7 giorni alla data di domenica 12 Aprile.
Andando "a ritroso" rispetto al 12 Aprile si ha quindi: 12 Apr - 7 gg = 5 Apr; 5 Apr - 7 gg
= 29 Mar. Andando "in avanti" rispetto al 12 Aprile si ha invece: 12 Apr + 7 gg = 19
Apr; 19 Apr + 7 gg = 26 Apr; 26 Apr + 7 gg = 3 Mag; 3 Mag + 7 gg = 10 Mag. Tra le 6
domeniche appena ricercate, l'unica data presente in una delle risposte il 10 Maggio. La
risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 7 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Ad un corso universitario partecipano 80 studenti. Di questi, 45 parlano inglese e
60 sono ragazze. Determinare, sulla base di questa sola informazione, quale delle
seguenti situazioni impossibile. [risposte: a) il numero delle ragazze che parlano inglese
maggiore del numero dei ragazzi che parlano inglese; b) nessuno dei ragazzi parla

inglese; c) i ragazzi che parlano inglese sono esattamente 13; d) tutti i ragazzi parlano
inglese; e) le ragazze che parlano inglese sono esattamente 23]
Risoluzione: le uniche informazioni che possiamo ricavare dai dati forniti dalla traccia
sono: 45 ragazzi parlano inglese e 35 non lo parlano; inoltre degli 80 studenti totali 20
sono ragazzi e 60 sono ragazze. In base a tali informazioni, la risposta a) certamente
vera perch se anche tutti i 20 ragazzi parlassero inglese, le ragazze che parlano inglese
sarebbero comunque 25, quindi sempre in numero maggiore. La risposta b) potrebbe essere
vera, possibile che vi sia almeno un ragazzo che parli inglese. Anche la risposta
c) potrebbe essere vera, infatti potrebbe accadere che dei 45 studenti che parlano inglese i
ragazzi siano 13 e le ragazze siano 32. La risposta d) possibile come gi indicato nel
commento alla risposta a). Infine, la risposta corretta sicuramente la e), infatti se le
ragazze che parlano inglese fossero 23, i ragazzi che parlano inglese dovrebbero essere 22 e
ci impossibile perch sugli 80 studenti i ragazzi sono 20.

Esercizio n. 8 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Quando c' una partita dell'Italia, Mario si trova sempre all'estero. Determinare,
sulla base di questa sola informazione, quale delle seguenti deduzioni
corretta: [risposte: a) oggi non ci sono partite dell'Italia, quindi Mario all'estero; b) oggi
Mario all'estero, quindi non ci sono partite dell'Italia; c) oggi non ci sono partite
dell'Italia, quindi Mario in Italia; d) oggi Mario in Italia, quindi non ci sono partite
dell'Italia; e) oggi Mario all'estero, quindi c' una partita dell'Italia]
Risoluzione: le risposte b) ed e) non sono necessariamente vere perch il fatto che Mario
sia all'estero non implica che ci sia una partita dell'Italia; Mario potrebbe essere all'estero
per altri motivi, per esempio in vacanza o per lavoro. Anche le risposte a) e c) non sono
necessariamente deducibili dalle informazioni fornite dalla traccia; infatti non viene data
alcuna indicazione sul comportamento di Mario quando non vi sono partite dell'Italia,
ovvero non si ha nessuna certezza che Mario, in questa situazione, si trovi in Italia o
all'estero. La risposta corretta quindi la d), infatti si pu affermare che se oggi Mario si
trova in Italia, sicuramente non vi sono partite dell'Italia, perch altrimenti egli sarebbe
all'estero.

Esercizio n. 9 (anno accademico 2011/2012)


Traccia: Paola non ha sorelle. Chi la sorella del figlio del nonno materno della figlia di
Paola?[risposte: a) Paola stessa; b) la mamma di Paola; c) una zia di Paola; d) non esiste
tale persona; e) una cugina di Paola]

Risoluzione: il nonno materno della figlia di Paola il pap di Paola. Quindi il figlio del
nonno materno della figlia di Paola il fratello di Paola. Si conclude che la sorella del figlio
del nonno materno della figlia di Paola Paola stessa. La risposta corretta perci la a).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2011/2012)

Esercizio n. 11 (anno accademico 2011/2012)


Traccia: Andrea afferma che tutte le pecore toscane sono nere. Quale delle seguenti
condizioni necessario che si verifichi affinch l'affermazione di Andrea risulti
falsa? [risposte: a) deve esistere almeno una pecora toscana non nera; b) deve esistere
almeno una pecora toscana bianca; c) nessuna pecora toscana deve essere nera; d) deve
esistere almeno una pecora nera non toscana; e) tutte le pecore non toscane devono essere
nere]
Risoluzione: la risposta corretta la a), infatti se esiste almeno una pecora toscana non nera,
chiaro che le pecore toscane non possono essere tutte nere.

Esercizio n. 12 (anno accademico 2011/2012)


Traccia: In un ateneo, degli studenti iscritti, il 62% di sesso maschile, il 36% fuori
corso ed il 9% lavoratore. Quale delle seguenti affermazioni necessariamente
vera? [risposte: a) non ci sono studenti lavoratori che non siano fuori corso; b) c' almeno
uno studente di sesso maschile che non n lavoratore n fuori corso; c) c' almeno una
studentessa in corso e non lavoratrice; d) c' almeno una studentessa lavoratrice; e) c'
almeno uno studente di sesso maschile fuori corso]
Risoluzione: la risposta a) afferma che tutti gli studenti lavoratori (9% del totale) sono fuori
corso e questo non necessariamente vero perch tra gli studenti lavoratori pu esserci uno
o pi studenti in corso. Poich gli studenti fuori corso sono il 36% del totale, pur
ammettendo che essi siano tutti femmine, rimarrebbe comunque un 2% di femmine
sicuramente in corso, ma questo 2% potrebbe benissimo essere non lavoratore; se ne deduce
che la risposta c) non necessariamente vera. Larisposta d) palesemente falsa perch il
9% di studenti lavoratori potrebbe essere costituito da soli maschi visto che essi
costituiscono il 62% del totale. La risposta e) falsa perch il 36% degli studenti fuori
corso pu essere costituito interamente da femmine, come gi precedentemente chiarito.

La risposta corretta quindi la b), infatti se gli studenti fuori corso e lavoratori fossero tutti
maschi, dalla percentuale totale del 62% bisognerebbero detrarsi le percentuali
rispettivamente del 36% e del 9%. Si avrebbe perci: 62 - 36 - 9 = 17% di maschi che
sicuramente sono lavoratori e in corso.

Esercizi "guida" di MATEMATICA


Odontoiatria

Protesi

Dentaria

In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Matematica presenti negli ultimi anni nelle prove di
ammissione allaFacolt di Odontoiatria e Protesi Dentaria.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2014/2015)
Traccia: Calcolare il valore della seguente frazione: [(127)^2 - (73)^2] / 2 [risposte: a)
1458; b) 10800; c) 20000; d) 5400; e) 10000]
Risoluzione: il numeratore della frazione una differenza di quadrati e, come tale, pu
trasformarsi nel prodotto somma per differenza: (127)^2 - (73)^2 = (127+73)(127-73) =
20054 = 10800. Tale numeratore va ovviamente dimezzato: 10800/2 = 5400. La risposta
corretta quindi la d).
Esercizio n. 2 (anno accademico 2014/2015)
Traccia: Si consideri un triangolo rettangolo isoscele con lipotenusa di lunghezza h cm e
area di S cm quadrati. Quale tra le seguenti esprime la corretta relazione tra h ed
S? [risposte: a) h = (22)S; b) h = 2S; c) h = S/2; d) h = (2S); e) h = (S/2)]
Risoluzione: un triangolo rettangolo isoscele ha i due cateti uguali e un angolo retto,
quindi equivalente alla met di un quadrato, di cui l'ipotenusa ne costituisce la
diagonale. Indicando con "l" i cateti e con "i" l'ipotenusa del triangolo si hanno quindi le 2
relazioni: i = l2; S = (l^2)/2 da cui si ottiene l = (2S). Andando a sostituire la seconda
relazione nella prima si ha: i = (2S)2 = 2S. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 3 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: I cateti di un triangolo rettangolo misurano rispettivamente 6 - 2 e 6 + 2 .
Quanto misura lipotenusa? [risposte: a) 26; b) 4; c) 22; d) 16; e) (16+212)]

Risoluzione: il teorema di Pitagora afferma che "in un triangolo rettangolo, il quadrato


costruito sull'ipotenusa uguale alla somma dei quadrati costruiti sui cateti", quindi la
lunghezza dell'ipotenusa vale: c = (a^2 + b^2) = [(6 - 2)^2 + (6 + 2)^2] = (6 + 2 212 + 6 + 2 + 212) = 16 = 4. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 4 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Data la funzione f(x) = 3x - 6, quale delle seguenti risposte rappresenta la sua
funzione inversa? [risposte: a) f--1(x) = x/3 + 2; b) f--1(x) = x/3 + 6; c) f--1(x) = x/3 - 2; d) f-1(x) = x/3 - 6; e) f--1(x) = 2 - x/3]
Risoluzione: se si indica la funzione f(x) con la lettera y, si pu facilmente ricavare la
relazione y = 3x - 6, la quale esprime la variabile dipendente y in funzione della variabile
indipendente x [y = f(x)]. Trovare la funzione inversa significa esprimere la variabile x in
funzione della variabile y [x = f(y)]. Ci significa ricavare dalla relazione proposta dalla
traccia del quesito la variabile x: y = 3x - 6 3x = y + 6 x = y/3 + 6/3 x = y/3 +
2. Invertendo ora le due variabili (anche le funzioni inverse si esprimono con relazioni del
tipo y = f(x)) si ottiene la relazione ricercata: y = x/3 + 2. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 5 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: La base di partenza per il calcolo dell'IMU di un immobile di classe A1 si ottiene
rivalutando la rendita catastale del 5% e moltiplicando il risultato ottenuto per 160. Allo
stesso risultato si pu giungere in un solo passaggio, moltiplicando direttamente la
rendita catastale per un opportuno coefficiente c. Determinare il valore di c. [risposte: a)
165; b) 168; c) 265; d) 121; e) 180]
Risoluzione: rivalutare la rendita catastale di un immobile del 5% significa aumentarne il
valore di tale percentuale, cio moltiplicare la rendita per 1,05 (cio 105/100). La base di
partenza per il calcolo dellIMU di un immobile di classe A1 si ottiene quindi moltiplicando
la rendita catastale per 1,05 e per 160: c = 1,05160 = 168. La risposta corretta quindi la
b).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Tirando contemporaneamente cinque dadi con facce numerate da 1 a 6, qual la
probabilit di ottenere cinque numeri pari? [risposte: a) 1/32; b) 1/25; c) 1/10; d) 1/6; e)
(1/6)^5]
Risoluzione: la probabilit che esca un numero pari tirando un solo dado pari a: 3/6 =
1/2(dove 3 sono i numeri pari e 6 i numeri totali). Lo stesso valore della probabilit si
ottiene ovviamente per ogni dado. Poich i 5 lanci sono indipendenti (il verificarsi di un
evento non influenza l'altro e viceversa) tra loro la probabilit di ottenere
contemporaneamente 5 numeri pari data dal prodotto delle singole

probabilit: (1/2)(1/2)(1/2)(1/2)(1/2) = 1/32. La risposta corretta quindi la a).


Esercizio n. 7 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Determinare quale delle seguenti funzioni soddisfa la relazione f(x) = f(x), per
ogni numero reale x. [risposte: a) [cos(x)]^3; b) [sen(x)]^3; c) cos(x^3); d) [sen(x)]^2; e)
sen(x^2)]
Risoluzione: quando una funzione soddisfa la propriet f(-x) = -f(x), essa si dice
simmetrica rispetto all'origine. L'esercizio si effettua sostituendo ad ogni funzione data, al
posto della variabile "x", la variabile "-x" e verificando che la funzione cos ottenuta sia la
f(x) di partenza cambiata di segno. Risposta a): f(-x) = [cos(-x)]^3 = [cos(x)]^3 = f(x),
relazione non verificata. Risposta b): f(-x) = [sen(-x)]^3 = [-sen(x)]^3 = -[sen(x)]^3 = -f(x),
relazione verificata. Risposta c): f(-x) = cos[(-x)^3] = cos(x^3) = f(x), relazione non
verificata. Risposta d): f(-x) = [sen(-x)]^2 = [-sen(x)]^2 = [sen(x)]^2 = f(x), relazione non
verificata. Risposta e): f(-x) = sen[(-x)^2] = sen(x^2) = f(x), relazione non verificata. La
risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 8 (anno accademico 2012/2013)
Traccia: Determinare quale dei seguenti numeri non un quadrato perfetto. [risposte: a)
256; b) 1227; c) 800; d) 10000; e) 1144]
Risoluzione: si sa che 256 e 10000 sono dei quadrati perfetti, infatti: 256 = 16^2 e 10000 =
100^2. Inoltre si ha: 1227 = (2^2)(3^4); la radice quadrata del numero appena
scomposto : 2(3^2) = 18; da ci si deduce che: 1227 = 18^2 ed quindi un quadrato
perfetto. Infine, applicando lo stesso procedimento logico alla risposta e) si ha: 1144 =
22^2. La risposta corretta quindi la c).(N.B.: in realt in questo esercizio era semplice
individuare 800 come risposta esatta, perch risaputo che esso non sia un quadrato
perfetto, ma si preferito adottare un procedimento inverso "ad esclusione" per illustrare
come sia lineare, scomponendo in fattori i numeri, effettuare la radice quadrata di numeri
anche grandi)

Esercizio n. 9 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Determinare l'area del triangolo che ha come vertici i punti (0,0), (0,1) e (13,12).
[risposte: a) 78; b) 6; c) 12; d) 13; e) 13/2]
Risoluzione: in questo esercizio conviene rappresentare sul piano cartesiano i 3 punti:
O(0,0), A(0,1) e B(13,12). L'area di un triangolo data dalla formula: A = (bh)/2. Si
considera come base il segmento OA, la cui lunghezza pari a 1 e come altezza il
segmento BH dove H la proiezione di B sull'asse delle ordinate, la cui lunghezza pari

all'ascissa di B, cio 13. In conclusione si pu calcolare l'area: A = (113)/2 = 13/2. La


risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Un ciclista procede alla velocit costante di 9 km/h. Determinare quanto tempo
impiega a percorrere un chilometro. [risposte: a) 6 minuti e 30 secondi; b) 6 minuti e 40
secondi; c) 9 minuti; d) 6 minuti; e) 6 minuti e 20 secondi]
Risoluzione: se il ciclista in un'ora (3600 secondi) percorre 9 km, in 1/9 di ora
percorrer 1 km. Basta quindi effettuare la divisione: 3600/9 = 400 secondi = 6 minuti e 40
secondi. La risposta corretta quindi la b).

Esercizi "guida" di LOGICA


Odontoiatria

Protesi

Dentaria

In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Ragionamento Logico presenti negli ultimi anni nelle
prove di ammissione alla Facolt di Odontoiatria e Protesi Dentaria.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE
Esercizio n. 1 (anno accademico 2014/2015)
Traccia: Gli ospedali tentano di ridurre le infezioni causate da batteri richiedendo al
personale e ai visitatori di usare soluzioni anti-batteriche prima di accedere ai reparti.
Test di laboratorio hanno dimostrato che lutilizzo di candele contenenti olii essenziali
permette di eliminare batteri come lEscherichia Coli e lo Stafilococco meticillinoresistente (MRSA): queste candele sono state accese e fatte consumare per alcune ore in
una stanza chiusa ermeticamente al cui interno erano presenti tali batteri, eliminandoli.
La lotta contro le infezioni causate da questi batteri prosegue, ma queste candele ne
rappresentano chiaramente la soluzione. Su quale supposizione implicita si basa il brano
precedente? [risposte: a) Escherichia Coli e MRSA sono gli unici batteri che destano
preoccupazione; b) difficile imporre luso di soluzioni anti-batteriche al personale e ai
visitatori; c) Se negli ospedali si utilizzassero candele contenenti olii essenziali, si

otterrebbero gli stessi risultati dei test di laboratorio; d) Lutilizzo di candele contenenti olii
essenziali pi economico dei metodi attualmente in uso; e) Nessuno dei prodotti antibatterici comunemente in uso efficace]
Risoluzione: negli esercizi sulla supposizione implicita si richiede di individuare un'ipotesi
implicita su cui si basa il ragionamento espresso dal brano, ossia bisogna ricercare
quell'informazione non esplicitata che rende coerente la conclusione sulla base delle
premesse fornite dal testo. La risposta a) palesemente falsa perch non coerente con il
brano in cui si afferma che "l'utilizzo delle candele permette di eliminare
batteri come l'Escherichia e MRSA", senza quindi lasciare intendere che siano gli unici
batteri a destare preoccipazione. Anche larisposta b) falsa in quanto fa riferimento a
concetti non espressi dal brano: nelle premesse del testo si afferma che "gli
ospedali richiedono al personale e ai visitatori di usare soluzioni anti-batteriche", ma non
si fa riferimento alla possibilit e tantomeno alla difficolt di imporre loro l'uso di tali
soluzioni. La risposta d) non corretta in quanto nel testo si afferma che "l'utilizzo delle
candele la soluzione efficace per eliminare i batteri sulla base di test effettuati in
laboratorio", mentre l'incidenza dell'economicit delle candele rispetto ad altri metodi
correntemente in uso non viene considerato un termine di paragone decisivo. Anche
la risposta e) va scartata, in quanto nel brano non si fa alcun riferimento a metodi
attualmente in uso, alcuni dei quali potrebbero anche avere una loro parziale efficacia
nell'eliminazione dei batteri. La risposta corretta quindi la c), in quanto essa esprime,
mediante riferimenti testuali precisi ("ospedali", "candele", "olii essenziali", "test di
laboratorio"), un concetto non esplicitato nel brano che permette di collegare le premesse
alla conclusione e di rafforzare quest'ultima.
Esercizio n. 2 (anno accademico 2014/2015)
Traccia: Francesco acquista dei bigliettini per invitare alcuni amici alla sua festa di
compleanno. In cartoleria i bigliettini vengono venduti singolarmente al prezzo di 0,43
luno, oppure in confezioni da 6 al prezzo di 1,92 a confezione. Francesco acquista 8
confezioni. Dopo avere spedito gli inviti si rende conto che gli sono serviti solo 38
bigliettini.
Quanto ha speso Francesco pi del necessario per acquistare i bigliettini di
invito? [risposte: a) 3,64; b) 2,98; c) 4,70; d) 1,72; e) 1,06]
Risoluzione: Francesco, avendo acquistato 8 confezioni di bigliettini (48 bigliettini), ha
speso: 1,92 8 = 15,36. Poich ha utilizzato solo 38 bigliettini, gli sarebbe convenuto
acquistare 6 confezioni intere di bigliettini pi 2 bigliettini singoli; infatti, in tal
caso, avrebbe speso: ( 1,92 6) + ( 0,43 2) = 11,52 + 0,86 = 12,38. In questo
modo Francesco avrebbe risparmiato: 15,36 - 12,38 = 2,98. La risposta corretta
quindi la b).
Esercizio n. 3 (anno accademico 2014/2015)
Traccia: Due figure uguali a forma di L sono state ricavate da un quadrato che misura 10

cm 10 cm. Il restante quadrato centrale misura 2 cm per lato. Qual il perimetro di una
delle due figure ritagliate a forma di L?[risposte: a) 32 cm; b) 30 cm; c) 28 cm; d) 34 cm;
e) 36 cm]
Risoluzione: Dopo aver disegnato il quadrato 10x10 cm e, al suo interno, il quadrato 2x2
cm, si ricavano facilmente le due figure uguali a forma di L, la cui area complessiva data
dalla differenza dell'area del quadrato maggiore e di quella del quadrato minore.

Andando a calcolare il perimetro della figura a L ritagliata a destra si ha: 10+4+4+2+2+4+6


= 32 cm. La risposta corretta quindi la a).

Esercizio n. 4 (anno accademico 2014/2015)


Traccia: Per poter richiedere il visto per una vacanza-lavoro in Australia sono necessari
due requisiti: bisogna dimostrare di avere un conto corrente con un saldo di almeno
1.000 e avere un'et massima di 30 anni. Giulia ha pi di 30 anni, quindi non idonea
per richiedere tale visto. Quale delle seguenti affermazioni segue la stessa struttura logica
del suddetto ragionamento?[risposte: a) Per candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti,
bisogna essere nati in territorio statunitense e bisogna avere unet superiore ai 40 anni.
John nato negli Stati Uniti ed ha 50 anni, quindi idoneo per candidarsi alla presidenza
degli Stati Uniti; b) Molte professioni hanno limiti det. Lesercito non recluta nessuno che
abbia pi di 30 anni. Giovanni ha 25 anni, quindi idoneo per richiedere di arruolarsi
nellesercito; c) Per vincere una medaglia doro alle Olimpiadi, bisogna partecipare ai
giochi olimpici. Rita ha vinto una medaglia doro, quindi deve aver partecipato alle
Olimpiadi; d) Per apparire sulla copertina di una rivista bisogna essere famosi. Luca deve
essere pi famoso di quanto tutti pensassero, dato che apparso sulla copertina di una
rivista nel del mese di aprile; e) Una borsa di studio viene offerta solo agli studenti che si
sono laureati con il massimo dei voti e che sono stati gi ammessi a una scuola di

dottorato. Marco non si laureato con il massimo dei voti, quindi non idoneo per
richiedere la borsa di studio]
Esercizio n. 5 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Una galleria darte ospita la mostra di Jamie Singer. Allingresso un filmato di
11 minuti viene proiettato continuamente durante tutta la giornata, con un intervallo di 3
minuti tra una proiezione e laltra. Le proiezioni iniziano alle ore 9:15 e terminano alle
ore 18:00. La mattina, quando il filmato inizia ad essere proiettato, parte sempre
dallinizio. Quante volte il filmato viene proiettato per intero nel corso di una
giornata? [risposte: a) 39; b) 35; c) 38; d) 37; e) 36]
Risoluzione: si calcola dapprima l'intervallo di tempo, espresso in minuti, durante il quale
viene proiettato continuamente lo stesso filmato. Poich le proiezioni iniziano alle ore
9:15 e terminano alle ore 18:00, si deduce che la durata delle proiezioni nella galleria d'arte
di 8h 45min = (608) + 45 = 525 min. Il filmato ha una durata di 11 min e, tra una
proiezione e l'altra vi un intervallo di 3 min; si divide, quindi, la durata totale delle
proiezioni (525 min) per la quantit matematica data dalla somma tra durata
proiezione e durata intervallo (11+3 = 14 min):525/14 = 37,5. Cio significa che il filmato
verr proiettato durante la giornata 37 volte a cui seguiranno ovviamente 37 intervalli;
inoltre, poich 3714 = 518 min, rimarranno 7 min non sfruttati prima delle ore 18:00.
Infatti tale intervallo di tempo non sarebbe comunque sufficiente a garantire un'altra
proiezione dell'intero filmato. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 6 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Nelle societ occidentali, le persone sono in media pi istruite, pi sane e pi
ricche di quanto lo fossero cinquanta anni fa, ma i sondaggi dimostrano che tutto ci non
le rende pi felici. Questo conferma il vecchio detto che i soldi non fanno la felicit. Ne
consegue che meglio non vincere alla lotteria, perch pi si ricchi e meno si felici.
Quale delle seguenti risposte costituisce il passaggio logico errato nel brano
precedente? [risposte: a) si presuppone che i soldi possano compensare per linfelicit; b)
si presuppone che un aumento di ricchezza provochi linfelicit; c) si presuppone che
vincendo alla lotteria si diventi felici; d) si presuppone che la cattiva salute provochi
linfelicit; e) si presuppone che lessere ben istruiti renda felici]
Risoluzione: il brano proposto presenta due premesse fondamentali:
- nelle societ occidentali, le persone sono in media pi istruite, pi sane e pi ricche di
quanto lo fossero cinquanta anni fa;
- le persone, nonostante siano pi istruite, pi sane e pi ricche, non sono pi infelici di
prima.
In base a tali premesse si giunge alla conclusione:
- i soldi non fanno la felicit, quindi pi si ricchi e meno si felici.
Il passaggio logico errato presente nel testo consiste nel considerare con assoluta certezza
che vi sia una relazione diretta causa-effetto tra lincremento della ricchezza e l'aumento

dell'infelicit degli individui. Tra i due fattori vi pu essere sicuramente una correlazione,
ma ci non permette di dire che lincremento della ricchezza sia il fattore unico o
determinante dellinfelicit delle persone. Gli individui potrebbero essere infelici anche o
solo per altre cause; potrebbero, inoltre, essere pi felici anche dopo una vincita alla lotteria
o dopo un congruo aumento del loro stipendio sul lavoro. Il concetto appena esposto viene
espresso bene dalla risposta b, che quindi la risposta esatta.
Esercizio n. 7 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: Robert, un ragazzo inglese in vacanza, viaggiando in automobile dallInghilterra
alla Francia si confuso riguardo alla conversione delle miglia in chilometri, pensando
che lequivalenza fosse 5 chilometri = 8 miglia, invece di 5 miglia = 8 chilometri. A met
della sua vacanza si spostato da un hotel ad un altro. Aveva previsto che per percorrere
200 chilometri avrebbe impiegato oltre 5 ore, viaggiando ad una velocit media di 60
miglia allora. In effetti ha viaggiato ad una velocit media di 60 miglia allora, ma si
stupito di quanto velocemente avesse raggiunto la sua destinazione. Quanto tempo prima
del previsto Robert arrivato a destinazione? [risposte: a) 3 ore e 15 minuti; b) 2 ore e 55
minuti; c) 2 ore e 5 minuti; d) 2 ore e 0 minuti; e) 1 ora e 40 minuti]
Risoluzione: si considera dapprima il ragionamento errato fatto da Robert basato sulla
convinzione che 5 km equivalgano ad 8 miglia. Secondo questo ragionamento, Robert
calcolava la quantit di miglia ancora da percorrere tramite la proporzione: 200km :
x(miglia) = 5km : 8miglia x = (2008)/5 = 320 miglia. Il tempo necessario per arrivare a
destinazione dato dal rapporto tra la distanza da percorrere e la velocit media tenuta
durante il viaggio: t = s/v = 320/60 = 16/3 = 15/3 + 1/3 = 5 ore + 1/3 di ora = 5 ore e 20
minuti. In realt il ragazzo avrebbe effettuato il giusto ragionamento se avesse considerato
che 5 miglia corrispondono ad 8 km. In tal modo la distanza reale, espressa in miglia, da
percorrere diventa: 200km : x(miglia) = 8km : 5miglia x = (2005)/8 = 125 miglia. Da
ci si deduce che il tempo reale necessario per arrivare a destinazione vale: t = s/v = 125/60
= 25/12 = 24/12 + 1/12 = 2 ore + 1/12 di ora = 2 ore e 5 minuti. Il risultato finale dato
dalla differenza tra tempo previsto e tempo effettivo: 5 ore e 20 minuti - 2 ore e 5 minuti = 3
ore e 15 minuti. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 8 (anno accademico 2013/2014)
Traccia: I coniugi Bianchi hanno un figlio e una figlia e sono bisnonni. Ciascuno dei loro
discendenti maschi ha due figli maschi e nessuna figlia femmina. Ciascuna delle loro
discendenti femmine ha un figlio maschio e una figlia femmina (tutti i loro discendenti
sono attualmente vivi). Quanti pronipoti maschi hanno i coniugi Bianchi? [risposte: a) 8;
b) 10; c) 11; d) 14; e) 7]
Risoluzione: rappresentiamo l'albero genealogico della famiglia Bianchi indicando con "M"
ed "F" rispettivamente i discendenti maschi e femmine, tenendo conto che ciascuno dei loro
discendenti maschi ha due figli maschi e nessuna figlia femmina e ciascuna delle loro
discendenti femmine ha un figlio maschio e una figlia femmina:

I pronipoti maschi sono 7. La risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 9 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Mario il secondogenito di una coppia con due figli, e sua moglie figlia unica.
Uno dei nonni del figlio di Mario ha una figlia che si chiama Francesca, la quale ha due
anni meno di Mario. Date queste premesse, chi la Francesca di cui si parla nel
testo? [risposte: a) la sorella di Mario; b) una zia di Mario; c) la moglie di Mario; d) una
figlia di Mario; e) la madre di Mario]
Risoluzione: il figlio di Mario ha come nonni i genitori di Mario (nonni paterni) oppure
i genitori della moglie di Mario (nonni materni). Se i nonni paterni fossero quelli
indicati dal testo dell'esercizio, allora Mario avrebbe una sorella minore di nome
Francesca e ci non possibile perch Mario il secondogenito di due figli. Lunico
caso possibile dunque il seguente: Francesca la figlia unica dei nonni materni ed
dunque la moglie di Mario. La risposta corretta quindi la c).

Esercizio n. 10 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Vittorio ha 50 CD di musica rock e 41 CD di musica jazz suddivisi in 10 ripiani
di un mobile porta-CD. Quale delle seguenti affermazioni sicuramente vera? [risposte:
a) esiste almeno un ripiano in cui ci sono almeno 6 CD di musica rock; b) esiste almeno un
ripiano in cui ci sono pi di 9 CD; c) esiste almeno un ripiano in cui ci sono esattamente 5

CD di musica jazz; d) in ogni ripiano ci sono almeno 8 CD; e) in tutti i ripiani, il numero di
CD di musica jazz minore a quello dei CD di musica rock]
Risoluzione: Mario possiede in totale 91 CD che pu disporre come vuole nei 10 ripiani del
suo mobile porta-CD. In ogni caso vi sar necessariamente sempre un ripiano con pi di 9
CD. Infatti se Mario volesse dividere equamente i CD in tutti i ripiani (caso pi sfavorevole)
avrebbe 9 CD per 9 ripiani e 10 CD per l'ultimo ripiano. In tutte le altre possibili
disposizioni si avr sempre un ripiano con pi di 10 CD e quindi con pi di 9 CD. La
risposta corretta perci la b).

Esercizio n. 11 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Quale tra le coppie di termini proposti completa logicamente la seguente
proporzione verbale: X : Intonso = Territorio : Y [risposte: a) X = Capitolo, Y = Regione;
b) X = Cultura, Y = Geografia; c) X = Intatto, Y = Selvaggio; d) X = Libraio, Y = Mappa;
e) X = Libro, Y = Inesplorato]
Risoluzione: la risposta corretta la e), infatti cos come un libro intonso quando non
stato ancora letto, anche un territorio inesplorato quando non stato ancora visitato,
esplorato, indagato. Il ragionamento logico che lega i due membri della proporzione
simile.

Esercizio n. 12 (anno accademico 2012/2013)


Traccia: Mario nato marted 8 febbraio. Stella nata mercoled 8 marzo, nello stesso
anno. Di quale anno potrebbe trattarsi? [risposte: a) 1973; b) 1976; c) 1970; d) 1979; e)
1982]
Risoluzione: la risposta corretta la b), infatti il 1976, tra quelli elencati, l'unico anno
bisestile. Un anno bisestile quando le ultime due sue cifre costituiscono un numero
divisibile per 4, come nel caso del numero 76.

Esercizi "guida" di MATEMATICA


Medicina

Chirurgia

In questa pagina trovate alcuni degli esercizi pi complessi (risolti quando possibile con
metodi veloci) presenti nei Test di Matematica presenti negli ultimi anni nelle prove di
ammissione allaFacolt di Medicina e Chirurgia.
Scarica qui i TEST di AMMISSIONE

ARITMETICA
Polizia

di

Stato

Esercizi "guida" - Banca Dati Aritmetica 2014


In questa pagina si riportano 8 esercizi svolti che vi permetteranno di risolvere alcuni dei
quesiti pi complessi presenti nella Banca Dati di Aritmetica relativa al Concorso 650
Allievi Agenti Polizia di Stato 2014
Esercizio n. 1 (rif. n. 1 della Banca Dati)
Traccia: 152 bicchieri acquistati per 6 cadauno vengono rivenduti a 8 cadauno.
durante il trasporto se ne rompono 55. Quant la perdita? [risposte: a) -60'; b) -135; c)
-71; d) -136]
Risoluzione: la somma totale spesa per acquistare i bicchieri corrisponde a: 152 ( 6) =
912. Lasomma ricavata dalla vendita dei bicchieri "sani" invece: (152-55) ( 8) = 776.
La perdita data dalla differenza tra ricavi e spesa: 776 - 912 = - 136. La risposta
corretta perci la d).
Esercizio n. 2 (rif. n. 18 della Banca Dati)
Traccia: Qual il valore della x tale che l'x% di kg 34.000 sia q 10,88? [risposte: a) 3,2;
b) 3,1; c) 3,3; d) 3,4]
Risoluzione: 10,88 q corrispondono a 1088 kg. Traducendo matematicamente la domanda
dell'esercizio si ottiene la relazione: (x/100)34000 = 1088 340x = 1088 x = 1088/340
= 3,2%. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 3 (rif. n. 21 della Banca Dati)
Traccia: Risolvere la seguente proporzione: 24:33 = x : (x+3) [risposte: a) 2; b) 4; c) 16;
d) 8]
Risoluzione: in una proporzione il prodotto dei medi sempre uguale al prodotto degli

estremi, quindi si pu scrivere: 33x = 24(x+3). Continuando a risolvere l'equazione di I


grado ottenuta si ha:33x - 24x = 72 9x = 72 x = 72/9 = 8. La risposta corretta quindi
la d).
Esercizio n. 4 (rif. n. 83 della Banca Dati)
Traccia: Quale tra i seguenti numeri divisibile per 3? [risposte: a) 1786223; b) 4417749;
c) 3107428; d) 1769338]
Risoluzione: un numero divisibile per 3 se la somma delle sue cifre pari a 3 o ad un
multiplo di 3. Si vanno quindi a calcolare le somme delle cifre dei numeri che costituiscono
le alternative di risposta. Risposta a): 1+7+8+6+2+2+3 = 29, che non un multiplo di
3. Risposta b): 4+4+1+7+7+4+9 = 36, che un multiplo di 3. Risposta c):
3+1+0+7+4+2+8 = 25, che non un multiplo di 3. Risposta d): 1+7+6+9+3+3+8 = 37, che
non un multiplo di 3. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 5 (rif. n. 103 della Banca Dati)
Traccia: Quale tra le seguenti frazioni la pi piccola? [risposte: a) 1/2; b) 3/8; c) 4/11;
d) 6/15]
Risoluzione: "1/2" pu essere esclusa come risposta perch equivale al numero 0,5
sicuramente maggiore di tutte le altre frazioni. Confrontiamo ora 3/8 con 4/11 moltiplicando
"in croce" (numeratore di una frazione con denominatore dell'altra) le due frazioni [(311) =
33] > [(48) = 32], quindi la frazione che ha per numeratore 3 la pi grande delle due
3/8 > 4/11. Ora non ci rimane che confrontare 4/11 con 6/15 con lo stesso metodo: [(415) =
60] < [(611) = 66] 4/11 < 6/15. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 6 (rif. n. 113 della Banca Dati)
Traccia: Trasformare in frazione il seguente numero decimale 1,04 [risposte: a) 26/25; b)
104/10; c) 104/1000; d) 52/5]
Risoluzione: un numero decimale limitato pu essere trasformato in una frazione che ha,
come numeratore, il numero dato "purificato" della virgola e, come denominatore, il
numero 1 seguito da tanti zeri quante sono le cifre presenti dopo la virgola. Nel caso in
esame si ha: 1,04 = 104/100, da cui dividendo numeratore e denominatore per 4 si ottiene
26/25. La risposta corretta perci la a).

Esercizio n. 7 (rif. n. 154 della Banca Dati)


Traccia: Una moto ha percorso i 6/7 di un certo tragitto. Sapendo che ha percorso 36 km,

quanto lungo l'intero tragitto? [risposte: a) 54 km; b) 24 km; c) 42 km; d) 50 km]


Risoluzione quando la distanza percorsa corrisponde alla frazione indicata dalla traccia,
bastadividere la distanza per il numeratore della frazione e moltiplicare il risultato
ottenuto per il denominatore. Nel nostro caso (36:6)7 = 42 km. Allo stesso risultato si
perveniva impostando la proporzione: 36:6/7 = x:1, dove "1" indica l'intero tragitto, ovvero
la frazione 7/7. La risposta corretta quindi la c).

Esercizio n. 8 (rif. n. 235 della Banca Dati)


Traccia: Di quale numero, tra i seguenti, 8,9 NON rappresenta un arrotondamento al
decimo? [risposte: a) 8,94; b) 8,889; c) 8,81; d) 8,87]
Risoluzione: per arrotondare al decimo un numero basta porre attenzione alla cifra che
indica icentesimi nel numero decimale: se essa un numero compreso tra 0 e 5, la cifra
dei decimi rimane invariata; se essa compresa tra 6 e 9, la cifra dei decimi va
aumentata di 1 unit. Analizzando le singole alternative di risposta, si ha: risposta a):
8,94 8,9 (4 compreso tra 0 e 5);risposta b): 8,889 8,9 (8 compreso tra 6 e
9); risposta c): 8,81 8,8 (1 compreso tra 0 e 5);risposta d): 8,87 8,9 (7 compreso
tra 6 e 9). La risposta corretta quindi la c).

GEOMETRIA
Polizia

di

Stato

Esercizi "guida" - Banca Dati Geometria 2014


In questa pagina si riportano 8 esercizi svolti che vi permetteranno di risolvere alcuni dei
quesiti pi complessi presenti nella Banca Dati di Geometria relativa al Concorso 650
Allievi Agenti Polizia di Stato 2014.
Esercizio n. 1 (rif. n. 1.628 della Banca Dati)
Traccia: In una circonferenza un angolo al centro sta all'angolo alla circonferenza che
insiste sullo stesso arco come: [risposte: a) 4 sta a 1; b) 1 sta a 2; c) 1 sta a 1; d) 2 sta a 1]
Risoluzione: in una circonferenza ogni angolo al centro (angolo che ha il vertice nel centro
della circonferenza) sempre il doppio dell'angolo alla circonferenza (angolo che ha il
vertice in un qualsiasi punto della circonferenza) che insiste sullo stesso arco (entrambi gli
angoli hanno i loro lati che partono dai medesimi punti della circonferenza). La risposta

corretta quindi la d). N.B.: quando due angoli alla circonferenza insistono sugli stessi
archi, essi sono congruenti.

Esercizio n. 2 (rif. n. 1.643 della Banca Dati)


Traccia: Due circonferenze concentriche hanno raggi lunghi rispettivamente 10 cm e 6
cm. Determinare larea della corona circolare da esse delimitata. [risposte: a) 136
centimetri quadrati; b) 100 centimetri quadrati; c) 36 centimetri quadrati; d) 64
centimetri quadrati]

Risoluzione: l'area di una corona circolare data dalla differenza tra la superficie del
cerchio maggiore e quella del cerchio minore: A = R^2 - r^2 = 100 - 36 = 64
centimetri quadrati. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. 1.646 della Banca Dati)
Traccia: In un poligono regolare di 12 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni
vertice?[risposte: a) 9; b) 10; c) 11; d) 12]
Risoluzione: il numero di diagonali d che si possono tracciare da un vertice di un
poligono di n lati dato dalla formula: d = n-3. Nel nostro caso d = 12-3 = 9. La risposta
esatta quindi la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 1.689 della Banca Dati)

Traccia: Si consideri un triangolo equilatero di lato 2 cm. Su ciascun lato si costruisca un


semicerchio. Stabilire quanto vale l'area della figura ottenuta. [risposte: a) (3/2)+3
centimetri quadrati; b) 2+3 centimetri quadrati; c) 3+3/2 centimetri quadrati; d)
3+23 centimetri quadrati]
Risoluzione: ogni semicerchio che viene costruito ha diametro pari al lato del triangolo
equilatero e quindi raggio pari a 1. Di conseguenza la sua area vale: A = (r^2)/2 =
(1^2)/2 = /2. L'area complessiva dei 3 semicerchi Asemic = 3A = (3/2). Alla
superficie appena trovata va sommata l'area del triangolo equilatero. In un triangolo
equilatero l'altezza vale: h = (L/2)3 = (2/2)3 = C. L'area del triangolo perci: Atr =
(bh)/2 = (23)/2 = 3. L'area totale sar quindi: Atot = Asemic + Atr = (3/2) + 3. La
risposta corretta la a).
Esercizio n. 5 (rif. n. 1.704 della Banca Dati)
Traccia: La somma degli angoli interni di un ennagono : [risposte: a) 1080; b) 1260;
c) 360; d) 900]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati : (n - 2)180. Applicando tale formula al nostro esercizio si ha: (9 2)180 = 1260. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 6 (rif. n. 1.742 della Banca Dati)
Traccia: Il perimetro di un trapezio rettangolo misura 90 cm. Il lato obliquo supera
l'altezza di 10 cm e la loro somma 40 cm. Qual l'area del poligono? [risposte: a) 750
centimetri quadrati; b)262,5 centimetri quadrati; c) 375 centimetri quadrati; d)
300 centimetri quadrati]
Risoluzione: dalla traccia si deducono 2 relazioni: l = h + 10 e l + h = 40; sostituendo la
prima relazione nella seconda si ottiene: 2h + 10 = 40, da cui h = 15 e quindi l = 25. Dal
teorema di Pitagora si pu ricavare la semidifferenza delle due basi (ovvero la proiezione
del lato obliquo sulla base maggiore): [(25^2) - (15^2)] = (625 - 225) = 400 = 20. Si
hanno quindi due relazioni: B - b = 40; e b + B + l + h = 90. Ricavando B dalla prima
equazione si ha: B = 40 + b; sostituendo tale valore nella seconda equazione: b + 40 + b +
25 + 15 = 90, da cui 2b = 10, cio b = 5. Inoltre B = 40 + b = 40 + 5 = 45. L'area del
trapezio vale: A = [(b + B)h]/2 = [(5 + 45)15]/2 = 375 centimetri quadrati. La risposta
corretta quindi la c).
Esercizio n. 7 (rif. n. 1.862 della Banca Dati)
Traccia: Siano S e s le aree rispettivamente del cerchio circoscritto e del cerchio inscritto
in un quadrato di lato L. Allora si pu affermare che: [risposte: a) S = 2s; b) S = 2s2;
c) S = il rapporto tra le aree S ed s dipende da L; d) S = 4s]

Risoluzione: il cerchio circoscritto al quadrato ha il raggio pari a met della diagonale di un


quadrato. La formula che permette di calcolare la diagonale in un quadrato la
seguente: d = L2. Quindi ilraggio della circonferenza circoscritta vale: R = d/2 = L/
(22). La sua area : S = (R^2) = (L^2)/8. Il cerchio inscritto ha invece raggio pari
alla met del lato del quadrato: r = L/2, da cui si pu ricavare l'area s = (r^2) = (L^2)/4.
Il rapporto tra le aree (S/s) vale 2, quindi la risposta corretta la a).

Esercizio n. 8 (rif. n. 1.900 della Banca Dati)


Traccia: Quale fra le seguenti equazioni rappresenta una retta parallela alla bisettrice del
secondo e quarto quadrante e passante per il punto P(-2;11)? [risposte: a) y = -x+13; b) y
= x+9; c) y = -x+9; d) y = x+13]
Risoluzione: la bisettrice del II e IV quadrante ha equazione y = -x. Poich la retta che
ricerchiamo parallela alla bisettrice deve avere lo stesso coefficiente angolare, ossia "-1".
La retta avr perci questa forma: y = -x+q. Per sapere quale tra le risposte a) e c) sia quella
giusta, basta sostituire le coordinate del punto P in una delle due equazioni e verificare
se esso appartiene o no a quella retta. Sostituendo x = -2 e y = 11 nella retta a)
abbiamo: 11 = 2 +13, relazione sicuramente non vera. La risposta corretta perci la c),
infatti sostituendo si ha: 11 = -2 +13.

MATEMATICA

Allievi

Carabinieri

Esercizi "guida" Matematica e Geometria 2015


In questa pagina trovi gli esercizi "guida" relativi ad alcuni tra i quesiti pi complessi
presenti nellaBanche Dati di Matematica e Geometria, relative al concorso per Allievi
Carabinieri, anno2015; laddove possibile ti verranno illustrati dei metodi veloci per
giungere pi rapidamente alla risposta esatta.
Esercizio n. 1 (rif. n. 2 della Banca Dati)
Traccia: A quanto uguale la somma degli angoli di un quadrangolo? [risposte: a) 36;
b) 180; c) 270; d) dipende dal quadrangolo]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati (o angoli o vertici) : (n - 2)180. Applicando tale formula al nostro
esercizio si ha: (4 - 2)180 = 360. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 2 (rif. n. 94 della Banca Dati)
Traccia: Trovare il risultato della seguente operazione: MDCCVI - CCCXLII [risposte: a)
MCCCXXXIV; b) MCCCLXIV; c) MDCCLXIV; d) MCCCXLIV]
Risoluzione: si trasformano dapprima i due numeri romani che costituiscono il minuendo
e il sottraendo della sottrazione fornita dalla traccia: MDCCVI = 1000+500+100+100+5+1
= 1706;CCCXLII = 100+100+100+(50-10)+1+1 = 342. Si esegue ora la
sottrazione indicata: 1706-342 = 1364, che corrisponde al numero romano MCCCLXIV
[1000+100+100+100+50+10+(5-1)]. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 3 (rif. n. 151 della Banca Dati)
Traccia: Una carta geografica in scala 1 : 500.000. Quanto distano su di essa due
localit che nella realt si trovano a 5 chilometri di distanza? [risposte: a) 5 cm; b) 1 cm;
c) 1 mm; d) 1 m]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio semplicemente dividendo la distanza
reale espressa in km (5 km) per il numero che indica la scala (500.000) "purificato"
degli ultimi 5 zeri. Si ottiene in questo modo la distanza tra le due localit sulla carta
espressa in cm: (5:5) = 1 cm. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 4 (rif. n. 290 della Banca Dati)
Traccia: Qual quel numero che aggiunto a 30 d per somma il triplo del numero stesso?

[risposte: a) 20; b) 30; c) 15; d) 75]


Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: qual quel numero (x) che aggiunto a
30 (x+30) d per somma (=) il triplo del numero stesso (3x). Risolvendo l'equazione
di I grado si ottiene: x+30 = 3x 3x-x = 30 2x = 30 x = 15. la risposta corretta
quindi la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 298 della Banca Dati)
Traccia: Il numero binario 1010 corrisponde al numero cardinale: [risposte: a) 1; b) 0;
c) 10; d)2]
Risoluzione: nella scrittura polinomiale ogni numero intero si esprime come somma di
potenze che hanno per base la base del sistema di numerazione (2 per il sistema
binario) e per esponente la posizione occupata dalla cifra, contando da destra verso
sinistra: 1010 = 0(2^0) + 1(2^1) + 0(2^2) + 1(2^3) = 0 + 2 + 0 + 8 = 10. La risposta
corretta perci la c).
Esercizio n. 6 (rif. n. 319 della Banca Dati)
Traccia: Per organizzare una caccia al tesoro, si divide un paese in 8 rioni, ciascuno
composto da 60 vie. In seguito, per maggiore comodit, il paese viene ripartito in 5 rioni
che abbiano tutti lo stesso numero di vie. Da quante vie composto ogni rione? [risposte:
a) 96; b) 92; c) 84; d) 14]
Risoluzione: le due grandezze "coinvolte" nell'esercizio (numero di rioni e numero di vie
per ogni rione) sono inversamente proporzionali perch quando una grandezza cresce
l'altra diminuisce e viceversa. Quando due grandezze sono inversamente proporzionali il
loro prodotto costante. L'esercizio pu quindi essere risolto in questo modo: indicando
con "x" il numero di vie incognito si ha (860 = 5x), da cui si ottiene x = (860)/5 = 96. La
risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 7 (rif. n. 328 della Banca Dati)
Traccia: Se tre comete, di cui la prima ritorna ogni 4 anni, la seconda ogni 8 anni e la
terza ogni 12 anni, sono apparse nell'anno 2000, in quale anno riappariranno di nuovo
tutte e tre?[risposte: a) nel 2016; b) nel 2012; c) nel 2034; d) nel 2024]
Risoluzione: il quesito in esame richiede di trovare l'anno, successivo al 2000, in cui le
comete riappariranno di nuovo tutte e tre insieme; si tratta quindi di un problema
risolvibile calcolando il minimo (primo anno) comune multiplo (riappariranno tutte e
tre contemporaneamente) tra gli anni che indicano la frequenza con cui le comete
riappariranno. Si esegue la scomposizione in fattori primi dei tre numeri in questione: 4 =
2^2; 8 = 2^3; 12 = (2^2)3. Il m.c.m. dato dal prodotto dei fattori primi comuni e non

comuni, presi una sola volta, con il massimo esponente:m.c.m. = (2^3)3 = 24. Le comete
riappariranno nuovamente a distanza di 24 anni dal 2000, quindi nel 2024. La risposta
corretta la d).
Esercizio n. 8 (rif. n. 391 della Banca Dati)
Traccia: Il numero 154/420 ridotto ai minimi termini corrisponde a: [risposte: a) 77/30;
b) 11/30; c) 33/11; d) 11/77]
Risoluzione: ridurre una frazione ai minimi termini significa semplificarla in modo che
numeratore e denominatore diventino numeri primi tra loro. Si pu notare che quella
fornita dalla traccia una frazione propria, ossia il numeratore minore del
denominatore, quindi si possono escludere immediatamente le risposte a) e c) che
contengono frazioni improprie (numeratore maggiore del denominatore). Si prosegue
l'esercizio dividendo successivamente numeratore e denominatore per i loro divisori
comuni: 154/420 = 77/210 (dividendo num. e denom. per 2) = 11/30 (dividendo num. e
denom. per 7) . La risposta corretta quindi la b). N.B.: il risultato ottenuto equivale a
dividere 168 e 144 per il loro M.C.D., ossia 14.
Esercizio n. 9 (rif. n. 543 della Banca Dati)
Traccia: Se Mario ha letto 220 pagine di un libro, cio i suoi 4/7. Quante pagine ha il
libro?[risposte: a) 880; b) 230; c) 780; d) 385]
Risoluzione: se la parte di libro gi letta da Mario corrisponde alla frazione indicata dalla
traccia, basta dividere il numero di pagine gi lette per il numeratore della frazione e
moltiplicare il risultato ottenuto per il denominatore. Nel nostro caso (220:4)7 = 385
pagine. La risposta corretta quindi la d). N.B.: Allo stesso risultato si perveniva
impostando la proporzione: 220:4/7 = x:1, dove "1" indica il numero totale di pagine del
libro, ovvero la frazione 7/7.
Esercizio n. 10 (rif. n. 549 della Banca Dati)
Traccia: 36.168:8 corrisponde a: [risposte: a) 4521; b) 364; c) 463; d) 3144]
Risoluzione: senza effettuare la divisione in colonna, basta dividere l'ultima cifra del
dividendo per l'ultima cifra del divisore per ottenere l'ultima cifra del quoziente
incognito: 8:8 = 1.L'unica risposta che contiene un numero che termina con 1, ossia 4521,
la risposta a), che quindi quella corretta.

GEOMETRIA

Esercizio n. 1 (rif. n. 44 della Banca Dati)


Traccia: Quale angolo al centro corrisponde ad un arco lungo 10 cm di una
circonferenza lunga 120 cm? [risposte: a) 40; b) 60; c) 30; d) 120]
Risoluzione: la circonferenza (C = 2r) di 120 cm coincide con l'arco corrispondente
all'angolo al centro di 360 (angolo giro). Per sapere qual l'angolo al centro
corrispondente all'arco di lunghezza 10 cm, bisogna quindi impostare la
seguente proporzione: 120 cm : 360 = 10 cm : x, da cui si ottiene x = (36010)/120 = 30.
La risposta corretta perci la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 208 della Banca Dati)
Traccia: In un triangolo un angolo vale 60. Quanto vale il corrispondente angolo
esterno?[risposte: a) 30; b) 120; c) 150; d) 110]
Risoluzione: in ogni triangolo, ogni angolo esterno supplementare dell'angolo interno
del triangolo ad esso adiacente. Due angolo sono supplementari quando la somma delle
loro ampiezze pari a 180. Si pu quindi calcolare l'angolo esterno incognito tramite la
seguente sottrazione: 180 - 60 = 120. La risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 3 (rif. n. 272 della Banca Dati)
Traccia: Calcolate l'area di una corona circolare compresa tra due cerchi di raggio 10 m
e 8 m:[risposte: a) 36 pigreco m^2; b) 12 pigreco m^2; c) 18 pigreco m^2; d) 32 pigreco
m^2]
Risoluzione: la corona circolare la parte di piano compresa tra due circonferenze
concentriche. L'area di una corona circolare data quindi dalla differenza tra la
superficie del cerchio maggiore e quella del cerchio minore: A = (R^2) - (r^2) = 100
m^2 - 64 m^2 = 36 m^2. La risposta corretta la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 276 della Banca Dati)
Traccia: Qual l'apotema di un quadrato il cui perimetro misura 24 cm? [risposte: a) 6
cm; b) 3 cm; c) 9 cm; d) 12 cm]
Risoluzione: l'apotema, per qualsiasi poligono regolare corrisponde al raggio della
circonferenza inscritta nel poligono stesso. Nel caso specifico in esame essa ha
lunghezza pari alla met del lato del quadrato. Si calcola dapprima il lato del quadrato,
pari ad 1/4 del perimetro: l = 2p/4 = 24/4 = 6 cm. La lunghezza dell'apotema vale: a = l/2 =
3 cm. La risposta corretta quindi la b).

Esercizio n. 5 (rif. n. 302 della Banca Dati)


Traccia: L'area di un rombo misura 320 cm e la diagonale minore 20 cm. Quanto misura
la diagonale maggiore? [risposte: a) 16 cm; b) 24 cm; c) 40 cm; d) 32 cm]
Risoluzione: l'area di un rombo data dal semiprodotto delle due diagonali: A = (Dd)/2.
Da tale formula si ricava la relazione che permette di esplicitare la diagonale maggiore: D
= (2A)/d = (2320)/20 = 32 cm. La risposta corretta perci la d).

RAGIONAMENTO NUMERICO
Esercizio n. 1 (rif. n. 77 della Banca Dati)
Traccia: ? - P - S - V - B [risposte: a) M; b) N; c) V; d) C]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere sono legate da un'unica operazione
matematica. Si ha infatti: P(14)+3 = S(17)+3 = V(20)+3 = B(23). Con ragionamento logico
simile si deve ricerca la lettera che, nell'alfabeto italiano, precede di tre posti la lettera
P: M(11)+3 = P(14). La risposta esatta perci la a).
Esercizio n. 2 (rif. n. 192 della Banca Dati)
Traccia: 16 - 64 - 144 - 256 - ? [risposte: a) 276; b) 400; c) 306; d) 56]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei quadrati perfetti di numeri naturali
divisibili per 4. Infatti si ha: (16 = 44); (64 = 88); (144 = 1212); (256 = 1616). L'ultimo
quadrato mancante nella serie numerica (400 = 2020). La risposta esatta quindi la b).

Esercizio n. 3 (rif. n. 236 della Banca Dati)


Traccia: 3 - 8 - 18 - 38 - ? - 158 [risposte: a) 78; b) 81; c) 41; d) 80]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato ad
incrementi che aumentano del doppio man mano che si procede nella serie. Infatti si ha
(3+5 = 8); (8+10 = 18); (18+20 = 38); (38+40 = 78); (78+80 = 158). Il numero incognito
quindi 78. La risposta esatta la a).

Esercizio n. 4 (rif. n. 315 della Banca Dati)

Traccia: T - 2 - R - 4 - P - 16 - ? - ? - L [risposte: a) Q, 32; b) Q, 64; c) N, 256; d)


M, 124]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri formano delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro. Le lettere sono legate dall'operazione matematica "2"; si ha infatti: T(18)-2 = R(16)-2 = P(14)-2 = N(12)-2 = L(10). Ogni numero (tranne il
primo) il quadrato del numero che lo precede nella serie; si ha infatti: (4 = 22); (16
= 44); (256 = 1616). La risposta esatta perci la c).

Esercizio n. 5 (rif. n. 395 della Banca Dati)


Traccia: 9 - 14 - 23 - 37 - ? [risposte: a) 46; b) 74; c) 64; d) 60]
Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti si ha: (23 = 9+14) e (37 = 14+23). Ovviamente anche per
l'ultimo numero della serie il va applicato lo stesso ragionamento logico: (23+37 = 60). La
risposta esatta la d).

Esercizio n. 6 (rif. n. 536 della Banca Dati)


Traccia: T2Z - 3S4. TS4 - ? . SZ3 - 24T [risposte: a) 23T; b) 42S; c) 24Z; d) 32Z]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati a coppie in modo
complementare(ad esempio, se nella prima terna vi sono esternamente due lettere e in
mezzo un numero, nella terna associata vi sono due numeri come estremi ed una lettera in
posizione mediana) e ad ogni lettera associato un numero (infatti alla lettera S
corrisponde sempre il numero 2, alla T il numero 3 ed infine alla Z il numero 4). Seguendo
questo ragionamento logico, la seconda coppia di gruppi alfanumerici va completata
tenendo conto che la prima terna costituita da TS4 e, conseguentemente, nella seconda
terna si devono avere i corrispondenti numeri e/o lettere associati, ossia 32Z. La risposta
esatta perci la d).
Esercizio n. 7 (rif. n. 564 della Banca Dati)
Traccia: 30 - 15 - 18 - 9 - ? - 6 [risposte: a) 12; b) 8; c) 16; d) 7]
Risoluzione: in questa serie vi sono 2 operazioni matematiche che si ripetono
alternativamente, infatti si ha: (30:2 = 15); (15+3 = 18); (18:2 = 9). Per completare la
risoluzione dell'esercizio basta sommare 3 a 9 e verificare che dividendo il risultato ottenuto
(12) per 2 dia l'ultimo numero della serie (6). La risposta esatta la a), infatti (9+3 = 12) e
(12:2 = 6).

Esercizio n. 8 (rif. n. 692 della Banca Dati)


Traccia: 72 - 40 - 65 - 48 - 58 - 56 - 51 - 64 - ? - ? [risposte: a) 69, 44; b) 44, 70;
c) 44, 72; d) 71, 46]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati "a saltelli" tramite delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro: il primo numero (72) legato al terzo (65), al
quinto (58), al settimo (51) e al nono (incognito) da un'unica operazione: (72-7 = 65; 65-7 =
58; 58-7 = 51; 51-7= 44). Seguendo lo stesso ragionamento logico, anche i numeri che
occupano le posizioni pari nella serie sono legati da un'unica operazione matematica:
(40+8 = 48; 48+8 = 56; 56+8 = 64; 64+8 = 72). I numeri incogniti sono quindi 44 e 72; la
risposta esatta la c).
Esercizio n. 9 (rif. n. 697 della Banca Dati)
Traccia: ? - 27 - 14 - 14 - 6 - 22 [risposte: a) 11; b) 27; c) 1; d) 29]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia: la somma dei numeri che
costituiscono ogni coppia costante nella serie. Infatti, considerando le ultime due
coppie, si ha: (14+14 = 28); (6+22 = 28). Con ragionamento analogo bisgona ricercare quel
numero che, sommato a 27, dia per risultato 28: (1+27 = 28). La risposta esatta quindi la
c).
Esercizio n. 10 (rif. n. 710 della Banca Dati)
Traccia: 2 - 4 - 6 - ? - 7 - 49 [risposte: a) 28; b) 36; c) 24; d) 12]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa
operazione: il primo numero di ogni coppia, elevato al quadrato, d per risultato il
secondo numero. Infatti nella prima e nella terza coppia di numeri si ha: (22 = 4); (77 =
49). Con ragionamento analogo il numero incognito sar dato dal quadrato del numero 6:
(66 = 36) La risposta esatta quindi la b).

CAPACITA' VERBALE
Esercizio n. 1 (rif. n. 204 della Banca Dati)
Traccia: Quale delle seguenti parole non ha lo stesso significato delle altre? [risposte: a)
accorato; b) esultante; c) entusiasta; d) gioioso]
Risoluzione: la parola "intrusa" tra le 4 proposte sicuramente accorato; infatti una persona

accorata una persona addolorata, amareggiata, che denota un animo turbato, esattamente
il contrario di una persona che si dimostra esultante, entusiasta e gioiosa. La risposta
corretta quindi la a).

Esercizio n. 2 (rif. n. 214 della Banca Dati)


Traccia: Se e solo se Caterina prende lautomobile, vado al cinema con lei. In base alla
precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni certamente vera? [risposte:
a) se vado al cinema con Caterina significa che lei prende lautomobile; b) quando vado al
cinema Caterina viene con me; c) ogni tanto vado al cinema con Caterina per non rimanere
da sola; d) a volte, anche se Caterina prende lautomobile, non vado al cinema con lei]
Risoluzione: questo esercizio propone la cosiddetta condizione necessaria e sufficiente,
ovvero lacondizione che necessaria per determinare una conseguenza (ossia la sua
presenza fondamentale per determinare la conseguenza considerata), ma allo stesso
tempo sufficiente a determinare la conseguenza stessa. La condizione necessaria e
sufficiente di solito schematizzata nel seguente modo "Se e solo se A, allora B"; dalla
proposizione appena indicata si pu dedurre "Se B, allora A". La risposta esatta quindi
la a), infatti nel caso in esame "A" corrisponde a "Caterina prende l'automobile" e "B"
corrisponde a "vado al cinema con lei"; si deduce quindi che "se B, allora A" corrisponde a
"se vado al cinema con Caterina significa che lei prende l'automobile".

Esercizio n. 3 (rif. n. 262 della Banca Dati)


Traccia: Tutte le montagne del Trentino sono dolomitiche. Questa montagna si trova
in Trentino. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni
certamente vera? [risposte: a) questa montagna piena di escursionisti; b) le uniche
montagne dolomitiche si trovano in Trentino; c) nessuna delle altre alternative corretta;
d) questa montagna dolomitica]
Risoluzione: la risposta esatta la d), infatti se "tutte le montagne del Trentino sono
dolomitiche" e "Questa montagna si trova in Trentino", per la propriet transitiva
certamente vero che "questa montagna dolomitica".
Esercizio n. 4 (rif. n. 274 della Banca Dati)
Traccia: "Individuare il termine che completa logicamente la proporzione: MATTO
STA A PACCO COME PALLA STA A ......" [risposte: a) PESTO; b) CALLI; c)
CASSA; d) POLLO]
Risoluzione: in questa proporzione si pu notare come le prime due parole (MATTO e

PACCO) non abbiano attinenza tra loro a livello di significato, piuttosto esse sono costituite
entrambe da 5 lettere, hanno uguali le due vocali (A-O) e sono accomunate dalla
presenza di una stessa lettera ripetuta due volte (TT - CC). Applicando lo stesso criterio
logico alle altre due parole, il termine di 5 lettere che presenta una stessa lettera ripetuta due
volte e le stesse vocali della parole PALLA ovviamente CASSA. La risposta esatta
quindi la c).

Esercizio n. 5 (rif. n. 414 della Banca Dati)


Traccia: Individuare il termine che completa logicamente la serie: frullatore, lavatrice,
asciugacapelli, ...... [risposte: a) piatto; b) bicchiere; c) pentola; d) lavastoviglie]
Risoluzione: la serie di parole costituita da nomi di elettrodomestici. La risposta corretta
quindi la d) perch la lavastoviglie un elettrodomestico. Bicchiere, piatto e pentola sono
oggetti che vengono utilizzati in cucina, ma non sono elettrodomestici.

Esercizi "guida" Ragionamento Numerico e Capacit Verbale


In questa pagina trovate gli esercizi "guida" relativi ad alcuni tra i quesiti pi complessi
presenti nelle Banche Dati di Ragionamento Numerico e Capacit Verbale, relative al
concorso in atto per 300 Allievi Marescialli Carabinieri, triennio 2015-2018; laddove
possibile vi verranno illustrati dei metodi veloci per giungere pi rapidamente alla risposta
esatta.

RAGIONAMENTO NUMERICO
Esercizio n. 1 (rif. n. 53 della Banca Dati)
Traccia: T - 2 - R - 4 - P - 16 - ? - ? - L [risposte: a) Q, 32; b) Q, 64; c) N, 256;
d) M, 124]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri formano delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro. Le lettere sono legate dall'operazione matematica "2"; si ha infatti: T(18)-2 = R(16)-2 = P(14)-2 = N(12)-2 = L(10). Ogni numero (tranne il
primo) il quadrato del numero che lo precede nella serie; si ha infatti: (4 = 22); (16
= 44); (256 = 1616). La risposta esatta perci la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 86 della Banca Dati)
Traccia: 9 - 14 - 23 - 37 - ? [risposte: a) 46; b) 74; c) 64; d) 60]

Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti si ha: (23 = 9+14) e (37 = 14+23). Ovviamente anche per
l'ultimo numero della serie il va applicato lo stesso ragionamento logico: (23+37 = 60). La
risposta esatta la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. 116 della Banca Dati)
Traccia: 3 - 8 - 18 - 38 - ? - 158 [risposte: a) 78; b) 81; c) 41; d) 80]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato ad
incrementi che aumentano del doppio man mano che si procede nella serie. Infatti si ha
(3+5 = 8); (8+10 = 18); (18+20 = 38); (38+40 = 78); (78+80 = 158). Il numero incognito
quindi 78. La risposta esatta la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 182 della Banca Dati)
Traccia: 72 - 40 - 65 - 48 - 58 - 56 - 51 - 64 - ? - ? [risposte: a) 69, 44; b) 44,
70; c) 44, 72; d) 71, 46]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati "a saltelli" tramite delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro: il primo numero (72) legato al terzo (65), al
quinto (58), al settimo (51) e al nono (incognito) da un'unica operazione: (72-7 = 65; 65-7 =
58; 58-7 = 51; 51-7= 44). Seguendo lo stesso ragionamento logico, anche i numeri che
occupano le posizioni pari nella serie sono legati da un'unica operazione matematica:
(40+8 = 48; 48+8 = 56; 56+8 = 64; 64+8 = 72). I numeri incogniti sono quindi 44 e 72; la
risposta esatta la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 440 della Banca Dati)
Traccia: ? - P - S - V - B [risposte: a) M; b) N; c) V; d) C]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere sono legate da un'unica operazione
matematica. Si ha infatti: P(14)+3 = S(17)+3 = V(20)+3 = B(23). Con ragionamento logico
simile si deve ricerca la lettera che, nell'alfabeto italiano, precede di tre posti la lettera
P: M(11)+3 = P(14). La risposta esatta perci la a).
Esercizio n. 6 (rif. n. 526 della Banca Dati)
Traccia: ? - 27 - 14 - 14 - 6 - 22 [risposte: a) 11; b) 27; c) 1; d) 29]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia: la somma dei numeri che
costituiscono ogni coppia costante nella serie. Infatti, considerando le ultime due
coppie, si ha: (14+14 = 28); (6+22 = 28). Con ragionamento analogo bisgona ricercare quel

numero che, sommato a 27, dia per risultato 28: (1+27 = 28). La risposta esatta quindi la
c).
Esercizio n. 7 (rif. n. 537 della Banca Dati)
Traccia: 16 - 64 - 144 - 256 - ? [risposte: a) 276; b) 400; c) 306; d) 56]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei quadrati perfetti di numeri naturali
divisibili per 4. Infatti si ha: (16 = 44); (64 = 88); (144 = 1212); (256 = 1616). L'ultimo
quadrato mancante nella serie numerica (400 = 2020). La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 8 (rif. n. 550 della Banca Dati)
Traccia: T2Z - 3S4. TS4 - ? . SZ3 - 24T [risposte: a) 23T; b) 42S; c) 24Z; d) 32Z]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati a coppie in modo
complementare(ad esempio, se nella prima terna vi sono esternamente due lettere e in
mezzo un numero, nella terna associata vi sono due numeri come estremi ed una lettera in
posizione mediana) e ad ogni lettera associato un numero (infatti alla lettera S
corrisponde sempre il numero 2, alla T il numero 3 ed infine alla Z il numero 4). Seguendo
questo ragionamento logico, la seconda coppia di gruppi alfanumerici va completata
tenendo conto che la prima terna costituita da TS4 e, conseguentemente, nella seconda
terna si devono avere i corrispondenti numeri e/o lettere associati, ossia 32Z. La risposta
esatta perci la d).

Esercizio n. 10 (rif. n. 638 della Banca Dati)


Traccia: 30 - 15 - 18 - 9 - ? - 6 [risposte: a) 12; b) 8; c) 16; d) 7]
Risoluzione: in questa serie vi sono 2 operazioni matematiche che si ripetono
alternativamente, infatti si ha: (30:2 = 15); (15+3 = 18); (18:2 = 9). Per completare la
risoluzione dell'esercizio basta sommare 3 a 9 e verificare che dividendo il risultato ottenuto
(12) per 2 dia l'ultimo numero della serie (6). La risposta esatta la a), infatti (9+3 = 12) e
(12:2 = 6).

CAPACITA' VERBALE
Esercizio n. 1 (rif. n. 46 della Banca Dati)
Traccia: "Individuare il termine che completa logicamente la proporzione: TRENO STA A
TRINO COME BARCA STA A ......" [risposte: a) BARBA; b) BARRA; c) BANCA; d)
BORSA]

Risoluzione: in questa proporzione si pu notare come le prime due parole (TRENO e


TRINO) non abbiano attinenza tra loro a livello di significato, piuttosto esse sono costituite
dalle stesse lettere a meno della lettera centrale (la "E" di TRENO sostituita dalla "I" di
TRINO). Applicando lo stesso criterio logico alle altre due parole, tra le risposte il termine
costituito dalle stesse lettere di BARCA a meno della lettera centrale ovviamente BANCA
(la "R" di BARCA sostituita dalla "N" di BANCA). La risposta corretta quindi la
c). N.B. rispetto alla parola BARCA nelle risposte a) e b) viene sostituita la penultima
lettera, mentre nella risposta d) vengono modificate la seconda e la quarta lettera.
Esercizio n. 2 (rif. n. 97 della Banca Dati)
Traccia: "Se e solo se vado in palestra, dimagrisco. In base alla precedente
informazione, quale delle seguenti affermazioni certamente vera? [risposte: a) se
dimagrisco significa che vado in palestra; b) dimagrisco solo dopo una dieta ferrea; c)
quando dimagrisco non detto che sia andata in palestra; d) A volte, anche se vado in
palestra, non dimagrisco]
Risoluzione: questo esercizio propone la cosiddetta condizione necessaria e sufficiente,
ovvero lacondizione che necessaria per determinare una conseguenza (ossia la sua
presenza fondamentale per determinare la coseguenza considerata), ma allo stesso
tempo sufficiente a determinare la conseguenza stessa. La condizione necessaria e
sufficiente di solito schematizzata nel seguente modo "Se e solo se A, allora B"; dalla
proposizione appena indicata si pu dedurre "Se B, allora A". La risposta esatta quindi
la a), infatti nel caso in esame "A" corrisponde a "vado in palestra" e "B" corrisponde a
"dimagrisco"; si deduce quindi che "se B, allora A" corrisponde a "se dimagrisco significa
che vado in palestra".

Esercizi "guida" Matematica e Geometria


In questa pagina trovate gli esercizi "guida" relativi ad alcuni tra i quesiti pi complessi
presenti nelle Banche Dati di Matematica e Geometria, relative al concorso in atto
per 300 Allievi Marescialli Carabinieri, triennio 2015-2018; laddove possibile vi verranno
illustrati dei metodi veloci per giungere pi rapidamente alla risposta esatta.

MATEMATICA
Esercizio n. 1 (rif. n. 18 della Banca Dati)

Traccia: Qual la misura di un segmento sapendo che la somma dei suoi 2/7 e dei 3/5
della parte rimanente misura 30cm? [risposte: a) 67; b) 54; c) 42; d) 87]
Risoluzione possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: qual la misura di un segmento (x)
sapendo che i 2/7 del segmento [(2/7)x] sommati (+) ai 3/5 della parte rimanente del
segmento [(3/5)(5/7)x] misura 30 cm (= 30). Risolvendo l'equazione di I grado si
ottiene: (2/7)x + (3/5)(5/7)x = 30 (2/7)x + (3/7)x = 30 2x + 3x = 210 x = 210/5
= 42. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 24 della Banca Dati)
Traccia: Qual la ripartizione di 160 in parti direttamente proporzionali ai numeri 3 e 5?
[risposte: a) 60 e 100; b) 40 e 120; c) 35 e 125; d) 30 e 130]
Risoluzione: per suddividere il numero 160 in parti direttamente proporzionali ai numeri 3 e
5, bastadividere 160 per la somma dei due numeri e poi moltiplicare il quoziente
ottenuto per ciascuno dei due numeri. Si ha quindi: 160 : (3+5) = 20; 203 = 60; 205
= 100. La risposta esatta quindi la a).
Esercizio n. 3 (rif. n. 53 della Banca Dati)
Traccia: Due automobili distanti 1.000 km viaggiano l'una verso l'altra a velocit
costante, rispettivamente, di 190 e 180 km/h. Quanto disteranno l'una dall'altra dopo due
ore e mezza?[risposte: a) 75 chilometri; b) 150 chilometri; c) 45 chilometri; d) 35
chilometri]
Risoluzione: l'automobile che viaggia a 190 km/h in 2 ore e mezza compie 190 (1h) +190
(1h) + 95 (30m) = 475 chilometri; l'automobile che viaggia a 180 km/h in 2 ore e mezza
compie 180 (1h) +180 (1h) + 90 (30m) = 450 chilometri. Se le due automobili inizialmente
si trovavano a 1.000 chilometri di distanza, ora disteranno: 1.000 - (475+450) = 75
chilometri. La risposta corretta perci la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 62 della Banca Dati)
Traccia: Quale tra le seguenti diseguaglianze tra numeri razionali corretta? [risposte: a)
11/6 < 10/7; b) 7/5 < 3/2; c) 7/3 < 9/4; d) 5/3< 1/9]
Risoluzione: il confronto di due frazioni pu essere eseguito moltiplicando "in
croce"(numeratore di una frazione con denominatore dell'altra) le due frazioni. Partendo
dalla risposta a), si confrontano le frazioni 11/6 e 10/7: [(117) = 77] > [(106) = 60], la
frazione che ha per numeratore 11 la pi grande delle due 11/6 > 10/7, quindi la
disuguaglianza errata. Passando alla risposta b), si confrontano le frazioni 7/5 e 3/2: [(72)
= 14] < [(35) = 15], la frazione che ha per numeratore 3 la pi grande delle due 7/5 <

3/2, quindi la disuguaglianza corretta. La risposta esatta la b).


Esercizio n. 5 (rif. n. 80 della Banca Dati)
Traccia: Quale dei seguenti numeri divisibile per 11? [risposte: a) 8.611; b) 3.424; c)
7.852; d) 4.510]
Risoluzione: un numero divisibile per 11 quando la differenza (in valore assoluto) tra la
somma delle cifre di posto dispari e la somma delle cifre di posto pari 0, 11 o un
numero multiplo di 11. Si applica tale regola alle singole risposte: a) 8.611 (8+1) (6+1) = 2, quindi 8.611 non divisibile per 11; b) 3.424 (3+2) - (4+4) = 3,
quindi 3.424 non divisibile per 11; c) 7.852 (7+5) - (8+2) = 2, quindi 7.852 non
divisibile per 11; d) 4.510 (4+1) - (5+0) = 0, quindi 4.510 divisibile per 11. La
risposta corretta la d).
Esercizio n. 6 (rif. n. 91 della Banca Dati)
Traccia: In un negozio di abbigliamento, i maglioni sono esposti su 15 scaffali in gruppi
di 4. Le commesse riordinano la merce, disponendo i maglioni su 12 scaffali, in gruppi
con ugual numero di capi. Quanti maglioni si trovano su ogni scaffale? [risposte: a) 7; b)
5; c) 9; d) 3]
Risoluzione: le due grandezze "coinvolte" nell'esercizio (numero di scaffali e numero di
gruppi di maglioni) sono inversamente proporzionali perch quando una grandezza cresce
l'altra diminuisce e viceversa. Quando due grandezze sono inversamente proporzionali il
loro prodotto costante. L'esercizio pu quindi essere risolto in questo modo: indicando
con "x" il numero di gruppi di maglioni incognito si ha (154 = 12x), da cui si ottiene x
= (154)/12 = 5. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 7 (rif. n. 101 della Banca Dati)
Traccia: In un planisfero la distanza tra due localit, che nella realt si trovano a 1500
chilometri luna dallaltra, pari a 15 centimetri. Qual la scala della carta? [risposte:
a) 1:10.000; b) 1:100; c) 1:10.000.000; d) 1:100.000]
Risoluzione: tenendo conto che 1.500 chilometri corrispondono a 150.000.000 centimetri, si
pu impostare la proporzione che "traduce" matematicamente la seguente domanda: "se 15
cm sul planisfero corrispondono a 150.000.000 cm nella realt, 1 cm sul planisfero a quanti
centimetri corrispondono nella realt?": 15: 150.000.000 = 1 : x, da cui si ottiene x
= (150.000.0001)/15 = 10.000.000. La risposta corretta perci la c).
Esercizio n. 8 (rif. n. 184 della Banca Dati)

Traccia: Qual la radice cubica di 9261? [risposte: a) 11; b) 21; c) 17; d) 27]
Risoluzione: non necessario scomporre in fattori primi il numero 9261; basta pensare
chel'operazione inversa della radice l'elevamento a potenza. Dobbiamo trovare quel
numero che, moltiplicato per se stesso tre volte, d come risultato 9261. Senza effettuare
in colonna i cubi delle quattro risposte si pu procedere considerando solo le ultime cifre dei
fattori: 111111d come prodotto un numero che finisce con 1 (perch 111 = 1);
212121 d come prodotto un numero che finisce con 1 (perch 111 = 1); 171717 d
come prodotto un numero che finisce con 3 (perch 77 = 497 = _ _ 3); 272727 d come
prodotto un numero che finisce con 3 (perch 77 = 497 = _ _ 3). La risposta esatta va
quindi scelta tra la a) e la b); ovviamente l'opzione a) non pu essere veritiera perch,
approssimando il numero 11 con 10, si deduce facilmente che 101010 = 1000, numero
di gran lunga inferiore a 9261. Per esclusione la risposta corretta ovviamente la b).
Esercizio n. 9 (rif. n. 232 della Banca Dati)
Traccia: Quanto vale, nella proporzione continua 27 : x = x : 12, il medio proporzionale?
[risposte: a) 18; b) 9; c) 16; d)14]
Risoluzione: in una proporzione il prodotto dei medi sempre uguale al prodotto degli
estremi. Senza effettuare il calcolo (che comporterebbe la risoluzione di una radice
quadrata) si sa che la moltiplicazione tra gli estremi d come prodotto un numero che
termina con 4, infattimoltiplicando le ultime due cifre dei numeri 27 e 12 si ha: 72 = 14.
Tra le risposte bisogna ricercare quella che contiene un numero che, moltiplicato per se
stesso, d come risultato un numero che termina con 9 (sempre utilizzando il criterio
dell'ultima cifra). La risposta corretta perci la a), cio 18, infatti: 88 = 64. N.B.: le altre
risposte portavano a questi calcoli: risposta b) 99 = 81; risposta c) 66 = 36; risposta d)
44 = 16.
Esercizio n. 10 (rif. n. 324 della Banca Dati)
Traccia: Se tre comete, di cui la prima ritorna ogni 4 anni, la seconda ogni 8 anni e la
terza ogni 12 anni, sono apparse nell'anno 2000, in quale anno riappariranno di nuovo
tutte e tre?[risposte: a) nel 2016; b) nel 2012; c) nel 2034; d) nel 2024]
Risoluzione: il quesito in esame richiede di trovare l'anno, successivo al 2000, in cui le
comete riappariranno di nuovo tutte e tre insieme; si tratta quindi di un problema
risolvibile calcolando il minimo (primo anno) comune multiplo (riappariranno tutte e
tre contemporaneamente) tra gli anni che indicano la frequenza con cui le comete
riappariranno. Si esegue la scomposizione in fattori primi dei tre numeri in questione: 4 =
2^2; 8 = 2^3; 12 = (2^2)3. Il m.c.m. dato dal prodotto dei fattori primi comuni e non
comuni, presi una sola volta, con il massimo esponente:m.c.m. = (2^3)3 = 24. Le comete
riappariranno nuovamente a distanza di 24 anni dal 2000, quindi nel 2024. La risposta
corretta la d).

GEOMETRIA
Esercizio n. 1 (rif. n. 13 della Banca Dati)
Traccia: Quanto misura l'angolo ottuso di un trapezio rettangolo se l'angolo acuto 2/3
dell'angolo retto? [risposte: a) 130; b) 120; c) 140; d) 110]
Risoluzione: un trapezio rettangolo ha due angoli retti e la somma totale dei suoi angoli
interni 360. Da ci si deduce che l'angolo ottuso supplementare dell'angolo acuto.
L'angolo acuto pari a: (2/3)90 = 60. L'angolo attuso vale quindi: 180-60 = 120. La
risposta corretta perci la b).

Esercizio n. 2 (rif. n. 39 della Banca Dati)


Traccia: In un triangolo i lati sono lunghi rispettivamente 5 cm, 7 cm, 8 cm. I lati di un
triangolo simile sono lunghi: [risposte: a) 2 cm, 3 cm e 4 cm; b) 10 cm, 12 cm e 16 cm;
c) 2,5 m, 3,5 m e 4 m; d) 15 cm, 17 cm e 24 cm]
Risoluzione: se due triangoli sono simili, i lati corrispondenti sono in proporzione. Due
grandezze sono proporzionali quando il loro rapporto costante; basta quindi verificare che
i rapporti tra le lunghezze dei lati fornite dalla traccia e le corrispondenti lunghezze presenti
nelle risposte siano tutti uguali. Risposta a): 5/2 7/3 8/4. Risposta b): 5/10 7/12
8/16. Risposta c): 5/(2,5) = 7/(3,5) = 8/4 = 2. Risposta d): 5/15 7/17 8/24. La risposta
corretta quindi la c).

Esercizio n. 3 (rif. n. 60 della Banca Dati)


Traccia: La somma degli angoli interni di un decagono regolare pari a: [risposte: a)
360; b) 1440; c) 1080; d) 1880]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati : (n - 2)180. Applicando tale formula al nostro esercizio si ha: (10 2)180 = 1440. La risposta corretta perci la b).

Esercizio n. 4 (rif. n. 73 della Banca Dati)


Traccia: Un corpo pesa 2 kg e ha il volume di 1,250 dm. Il suo peso specifico Ps

: [risposte: a) 1,8; b) 2; c) 1,6; d) 1,4]


Risoluzione: il peso di un corpo dato dal prodotto del peso specifico per il suo volume:
P = PsV. Dalla formula inversa possibile ricavare il valore del peso specifico: Ps = P/V =
2/1,25 = 1,6 kg/(dm^3). La risposta corretta perci la c).

Esercizio n. 5 (rif. n. 98 della Banca Dati)


Traccia: Qual la misura dell'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo avente i cateti
di 15 dm e 20 dm? [risposte: a) 14 dm; b) 18 dm; c) 22 dm; d) 12 dm]
Risoluzione: in un triangolo rettangolo l'altezza relativa all'ipotenusa data dal rapporto
tra il prodotto dei cateti (ab) e l'ipotenusa (c): h = (ab)/c. E' necessario quindi calcolare
prima l'ipotenusa mediante il teorema di Pitagora: c = [(a^2) + (b^2)] = [(15^2) +
(20^2)] = (225+400) = 625 = 25 dm. Infine possibile trovare il valore incognito
dell'altezza relativa all'ipotenusa: h = (ab)/c = (1520)/25 = 300/25 = 12 dm. La risposta
corretta perci la d).

RAGIONAMENTO NUMERICO
Esercizio n. 1 (rif. n. 53 della Banca Dati)
Traccia: T - 2 - R - 4 - P - 16 - ? - ? - L [risposte: a) Q, 32; b) Q, 64; c) N, 256;
d) M, 124]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri formano delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro. Le lettere sono legate dall'operazione matematica "2"; si ha infatti: T(18)-2 = R(16)-2 = P(14)-2 = N(12)-2 = L(10). Ogni numero (tranne il
primo) il quadrato del numero che lo precede nella serie; si ha infatti: (4 = 22); (16
= 44); (256 = 1616). La risposta esatta perci la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 86 della Banca Dati)
Traccia: 9 - 14 - 23 - 37 - ? [risposte: a) 46; b) 74; c) 64; d) 60]
Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti si ha: (23 = 9+14) e (37 = 14+23). Ovviamente anche per
l'ultimo numero della serie il va applicato lo stesso ragionamento logico: (23+37 = 60). La
risposta esatta la d).

Esercizio n. 3 (rif. n. 116 della Banca Dati)


Traccia: 3 - 8 - 18 - 38 - ? - 158 [risposte: a) 78; b) 81; c) 41; d) 80]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato ad
incrementi che aumentano del doppio man mano che si procede nella serie. Infatti si ha
(3+5 = 8); (8+10 = 18); (18+20 = 38); (38+40 = 78); (78+80 = 158). Il numero incognito
quindi 78. La risposta esatta la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 182 della Banca Dati)
Traccia: 72 - 40 - 65 - 48 - 58 - 56 - 51 - 64 - ? - ? [risposte: a) 69, 44; b) 44,
70; c) 44, 72; d) 71, 46]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati "a saltelli" tramite delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro: il primo numero (72) legato al terzo (65), al
quinto (58), al settimo (51) e al nono (incognito) da un'unica operazione: (72-7 = 65; 65-7 =
58; 58-7 = 51; 51-7= 44). Seguendo lo stesso ragionamento logico, anche i numeri che
occupano le posizioni pari nella serie sono legati da un'unica operazione matematica:
(40+8 = 48; 48+8 = 56; 56+8 = 64; 64+8 = 72). I numeri incogniti sono quindi 44 e 72; la
risposta esatta la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 440 della Banca Dati)
Traccia: ? - P - S - V - B [risposte: a) M; b) N; c) V; d) C]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere sono legate da un'unica operazione
matematica. Si ha infatti: P(14)+3 = S(17)+3 = V(20)+3 = B(23). Con ragionamento logico
simile si deve ricerca la lettera che, nell'alfabeto italiano, precede di tre posti la lettera
P: M(11)+3 = P(14). La risposta esatta perci la a).
Esercizio n. 6 (rif. n. 526 della Banca Dati)
Traccia: ? - 27 - 14 - 14 - 6 - 22 [risposte: a) 11; b) 27; c) 1; d) 29]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia: la somma dei numeri che
costituiscono ogni coppia costante nella serie. Infatti, considerando le ultime due
coppie, si ha: (14+14 = 28); (6+22 = 28). Con ragionamento analogo bisgona ricercare quel
numero che, sommato a 27, dia per risultato 28: (1+27 = 28). La risposta esatta quindi la
c).

Esercizio n. 7 (rif. n. 537 della Banca Dati)


Traccia: 16 - 64 - 144 - 256 - ? [risposte: a) 276; b) 400; c) 306; d) 56]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei quadrati perfetti di numeri naturali
divisibili per 4. Infatti si ha: (16 = 44); (64 = 88); (144 = 1212); (256 = 1616). L'ultimo
quadrato mancante nella serie numerica (400 = 2020). La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 8 (rif. n. 550 della Banca Dati)
Traccia: T2Z - 3S4. TS4 - ? . SZ3 - 24T [risposte: a) 23T; b) 42S; c) 24Z; d) 32Z]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati a coppie in modo
complementare(ad esempio, se nella prima terna vi sono esternamente due lettere e in
mezzo un numero, nella terna associata vi sono due numeri come estremi ed una lettera in
posizione mediana) e ad ogni lettera associato un numero (infatti alla lettera S
corrisponde sempre il numero 2, alla T il numero 3 ed infine alla Z il numero 4). Seguendo
questo ragionamento logico, la seconda coppia di gruppi alfanumerici va completata
tenendo conto che la prima terna costituita da TS4 e, conseguentemente, nella seconda
terna si devono avere i corrispondenti numeri e/o lettere associati, ossia 32Z. La risposta
esatta perci la d).
Esercizio n. 9 (rif. n. 598 della Banca Dati)
Traccia: 2 - 4 - 6 - ? - 7 - 49 [risposte: a) 28; b) 36; c) 24; d) 12]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa
operazione: il primo numero di ogni coppia, elevato al quadrato, d per risultato il
secondo numero. Infatti nella prima e nella terza coppia di numeri si ha: (22 = 4); (77 =
49). Con ragionamento analogo il numero incognito sar dato dal quadrato del numero 6:
(66 = 36) La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 10 (rif. n. 638 della Banca Dati)
Traccia: 30 - 15 - 18 - 9 - ? - 6 [risposte: a) 12; b) 8; c) 16; d) 7]
Risoluzione: in questa serie vi sono 2 operazioni matematiche che si ripetono
alternativamente, infatti si ha: (30:2 = 15); (15+3 = 18); (18:2 = 9). Per completare la
risoluzione dell'esercizio basta sommare 3 a 9 e verificare che dividendo il risultato ottenuto
(12) per 2 dia l'ultimo numero della serie (6). La risposta esatta la a), infatti (9+3 = 12) e
(12:2 = 6).

CAPACITA' VERBALE

MATEMATICA
Esercizio n. 1 (rif. n. 239 della Banca Dati)
Traccia: Nel sistema di numerazione in base 3 a che numero decimale corrisponde 1010?
[risposte: a) 43; b) 12; c) 30; d) 27]
Risoluzione: nella scrittura polinomiale ogni numero intero si esprime come somma di
potenze che hanno per base la base del sistema di numerazione ed esponente la
posizione occupata dalla cifra, contando da destra verso sinistra: 1010 = 0(3^0) +
1(3^1) + 0(3^2) + 1(3^3) = 0 + 3 + 0 + 27 = 30. La risposta corretta perci la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. 265 della Banca Dati)
Traccia: Qual il numero il cui triplo diminuito di 36 uguale a 339? [risposte: a) 115; b)
105; c) 120; d) 125]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: "qual il numero" (x) "il cui triplo"
(3x) "diminuito di 36" (3x-36) " uguale a 339" (3x - 36 = 339). Risolvendo
l'equazione di I grado si ottiene: 3x = 339 + 36 3x = 375 x = 125. La risposta corretta
quindi la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. 294 della Banca Dati)
Traccia: Se tre comete, di cui la prima ritorna ogni 4 anni, la seconda ogni 8 anni e la
terza ogni 12 anni, sono apparse nell'anno 2000, in quale anno riappariranno di nuovo
tutte e tre?[risposte: a) nel 2016; b) nel 2012; c) nel 2034; d) nel 2024]
Risoluzione: il quesito in esame richiede di trovare l'anno, successivo al 2000, in cui le
comete riappariranno di nuovo tutte e tre insieme; si tratta quindi di un problema
risolvibile calcolando il minimo (primo anno) comune multiplo (riappariranno tutte e
tre contemporaneamente) tra gli anni che indicano la frequenza con cui le comete
riappariranno. Si esegue la scomposizione in fattori primi dei tre numeri in questione: 4 =
2^2; 8 = 2^3; 12 = (2^2)3. Il m.c.m. dato dal prodotto dei fattori primi comuni e non
comuni, presi una sola volta, con il massimo esponente:m.c.m. = (2^3)3 = 24. Le comete
riappariranno nuovamente a distanza di 24 anni dal 2000, quindi nel 2024. La risposta

corretta la d).
Esercizio n. 4 (rif. n. 302 della Banca Dati)
Traccia: Una carta geografica in scala 1 : 500.000. Quanto distano su di essa due
localit che nella realt si trovano a 10 chilometri di distanza? [risposte: a) 5 cm; b) 1 cm;
c) 2 cm; d) 1 mm]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio semplicemente dividendo la distanza
reale espressa in km (10 km) per il numero che indica la scala (500.000) "purificato"
degli ultimi 5 zeri. Si ottiene in questo modo la distanza tra le due localit sulla carta
espressa in cm: (10:5) = 2 cm. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 439 della Banca Dati)
Traccia: Il M.C.D. tra 504, 540 e 324 : [risposte: a) 36; b) 18; c) 2; d) 38]
Risoluzione: inutile in questo esercizio ricorrere alla scomposizione in fattori primi dei 3
numeri, si perderebbe troppo tempo. Notiamo che i 3 numeri sono tutti divisibili per
4 perch le ultime due cifre di ogni numero (540, 324, 504) costituiscono numeri divisibili
per 4. Anche il M.C.D. deve essere un numero divisibile per 4 e quindi si
possono escludere le risposte b), c) e d) (18, 2 e 38). Per esclusione si deduce che la risposta
esatta ovviamente la a).
Esercizio n. 6 (rif. n. 441 della Banca Dati)
Traccia: Quante decine sono contenute in un milione? [risposte: a) centomila; b)
diecimila; c) mille; d) cento]
Risoluzione: l'esercizio pu essere risolto considerando il numero pi grande,
ovvero 1.000.000, etogliendo da tale numero tanti zeri quanti sono quelli contenuti nel
numero pi piccolo, in questo caso 10. Quindi se a 1.000.000 si toglie uno zero si ottiene il
numero 100.000 (equivale ad effettuare la divisione 1.000.000/10 = 100.000). La risposta
corretta perci la a).
Esercizio n. 7 (rif. n. 550 della Banca Dati)
Traccia: Quanto vale, nella proporzione continua 27 : x = x : 12, il medio proporzionale?
[risposte: a) 18; b) 9; c) 16; d)14]
Risoluzione: in una proporzione il prodotto dei medi sempre uguale al prodotto degli
estremi. Senza effettuare il calcolo (che comporterebbe la risoluzione di una radice
quadrata) si sa che la moltiplicazione tra gli estremi d come prodotto un numero che
termina con 4, infattimoltiplicando le ultime due cifre dei numeri 27 e 12 si ha: 72 = 14.

Tra le risposte bisogna ricercare quella che contiene un numero che, moltiplicato per se
stesso, d come risultato un numero che termina con 9 (sempre utilizzando il criterio
dell'ultima cifra). La risposta corretta perci la a), cio 18, infatti: 88 = 64. N.B.: le altre
risposte portavano a questi calcoli: risposta b) 99 = 81; risposta c) 66 = 36; risposta d)
44 = 16.

Traccia: In un negozio di frutta, sono disposte 15 cassette con 40 mele ciascuna. Si decide
di distribuire i frutti in 20 cassette, ciascuna con lo stesso numero di mele. Quante mele
sono contenute in ogni cassetta? [risposte: a) 30; b) 28; c) 40; d) 32]
Risoluzione: le due grandezze "coinvolte" nell'esercizio (numero di cassette e numero di
mele in esse contenute) sono inversamente proporzionali perch quando una grandezza
cresce l'altra diminuisce e viceversa. Quando due grandezze sono inversamente
proporzionali il loro prodotto costante. L'esercizio pu quindi essere risolto in questo
modo: indicando con "x" il numero di mele incognito si ha (1540 = 20x), da cui si
ottiene x = (1540)/20 = 30. La risposta corretta quindi la a).

GEOMETRIA
Esercizio n. 1 (rif. n. 8 della Banca Dati)
Traccia: La somma degli angoli interni di un decagono regolare pari a: [risposte: a)
360; b) 1440; c) 1080; d) 1880]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati : (n - 2)180. Applicando tale formula al nostro esercizio si ha: (10 2)180 = 1440. La risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 2 (rif. n. 18 della Banca Dati)
Traccia: Qual la misura dell'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo avente i cateti
di 15 dm e 20 dm? [risposte: a) 14 dm; b) 18 dm; c) 22 dm; d) 12 dm]
Risoluzione: in un triangolo rettangolo l'altezza relativa all'ipotenusa data dal rapporto
tra il prodotto dei cateti (ab) e l'ipotenusa (c): h = (ab)/c. E' necessario quindi calcolare
prima l'ipotenusa mediante il teorema di Pitagora: c = [(a^2) + (b^2)] = [(15^2) +
(20^2)] = (225+400) = 625 = 25 dm. Infine possibile trovare il valore incognito
dell'altezza relativa all'ipotenusa: h = (ab)/c = (1520)/25 = 300/25 = 12 dm. La risposta
corretta perci la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. 23 della Banca Dati)
Traccia: Qual l'area laterale di un cono alto 20 cm, sapendo che l'area di base misura

225 pigreco cm? [risposte: a) 375 pigreco cm^2; b) 318 pigreco cm^2; c) 363 pigreco
cm^2; d) 423 pigreco cm^2]
Risoluzione: l'area laterale di un cono dato dalla formula: Alat = ra. Il raggio si pu
ricavare dalla formula inversa dell'area di base (area del cerchio): r = [(A/) = [(225/) =
15 cm. L'apotema l'ipotenusa del triangolo rettangolo che ha come cateti l'altezza h e il
raggio di base r; si applica quindi il teorema di Pitagora: a = [(h^2) + (r^2)] = [(20^2) +
(15^2)] = (400+225) = 625 = 25 cm. Si calcola infine l'area laterale: Alat = ra =
1525 = 375 cm^2. La risposta corretta la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 47 della Banca Dati)
Traccia: Un corpo pesa 2 kg e ha il volume di 1,250 dm. Il suo peso specifico Ps
: [risposte: a) 1,8; b) 2; c) 1,6; d) 1,4]
Risoluzione: il peso di un corpo dato dal prodotto del peso specifico per il suo volume:
P = PsV. Dalla formula inversa possibile ricavare il valore del peso specifico: Ps = P/V =
2/1,25 =1,6 kg/(dm^3). La risposta corretta perci la c).
Esercizio n. 5 (rif. n. 71 della Banca Dati)
Traccia: In un triangolo i lati sono lunghi rispettivamente 5 cm, 7 cm, 8 cm. I lati di un
triangolo simile sono lunghi: [risposte: a) 10 cm; 12 cm; 16 cm; b) 2,5 m; 3,5 m; 4 m;
c) 15 cm; 17 cm; 24 cm; d) 2 cm; 3 cm; 4 cm]
Risoluzione: quando due triangoli sono simili, i lati corrispondenti dei due poligoni
sono in proporzione, mentre gli angoli corrispondenti sono congruenti. Partendo dalle
risposte, si verifica quando soddisfatto il legame di proporzionalit diretta (rapporto
costante) tra i lati dei due triangoli. Risposta a): 10/5 12/7 16/8; risposta b): 5/2,5 =
7/3,5 = 8/4 = 2; risposta c): 15/5 17/7 24/8; risposta d): 5/2 7/3 8/4. La risposta
corretta quindi la b).

RAGIONAMENTO NUMERICO
Esercizio n. 1 (rif. n. 38 della Banca Dati)
Traccia: T2Z - 3S4. TS4 - ? . SZ3 - 24T [risposte: a) 23T; b) 42S; c) 24Z; d) 32Z]
Risoluzione: in questa serie i gruppi alfanumerici sono legati a coppie in modo
complementare(ad esempio, se nella prima terna vi sono esternamente due lettere e in
mezzo un numero, nella terna associata vi sono due numeri come estremi ed una lettera in

posizione mediana) e ad ogni lettera associato un numero (infatti alla lettera S


corrisponde sempre il numero 2, alla T il numero 3 ed infine alla Z il numero 4). Seguendo
questo ragionamento logico, la seconda coppia di gruppi alfanumerici va completata
tenendo conto che la prima terna costituita da TS4 e, conseguentemente, nella seconda
terna si devono avere i corrispondenti numeri e/o lettere associati, ossia 32Z. La risposta
esatta perci la d).
Esercizio n. 2 (rif. n. 104 della Banca Dati)
Traccia: ? - 27 - 14 - 14 - 6 - 22 [risposte: a) 11; b) 27; c) 1; d) 29]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia: la somma dei numeri che
costituiscono ogni coppia costante nella serie. Infatti, considerando le ultime due
coppie, si ha: (14+14 = 28); (6+22 = 28). Con ragionamento analogo bisgona ricercare quel
numero che, sommato a 27, dia per risultato 28: (1+27 = 28). La risposta esatta quindi la
c).
Esercizio n. 3 (rif. n. 158 della Banca Dati)
Traccia: ? - P - S - V - B [risposte: a) M; b) N; c) V; d) C]
Risoluzione: in questa serie alfabetica le lettere sono legate da un'unica operazione
matematica. Si ha infatti: P(14)+3 = S(17)+3 = V(20)+3 = B(23). Con ragionamento logico
simile si deve ricerca la lettera che, nell'alfabeto italiano, precede di tre posti la lettera
P: M(11)+3 = P(14). La risposta esatta perci la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 166 della Banca Dati)
Traccia: 30 - 15 - 18 - 9 - ? - 6 [risposte: a) 12; b) 8; c) 16; d) 7]
Risoluzione: in questa serie vi sono 2 operazioni matematiche che si ripetono
alternativamente, infatti si ha: (30:2 = 15); (15+3 = 18); (18:2 = 9). Per completare la
risoluzione dell'esercizio basta sommare 3 a 9 e verificare che dividendo il risultato ottenuto
(12) per 2 dia l'ultimo numero della serie (6). La risposta esatta la a), infatti (9+3 = 12) e
(12:2 = 6).
Esercizio n. 5 (rif. n. 204 della Banca Dati)
Traccia: T - 2 - R - 4 - P - 16 - ? - ? - L [risposte: a) Q, 32; b) Q, 64; c) N, 256;
d) M, 124]
Risoluzione: in questa serie alfanumerica le lettere e i numeri formano delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro. Le lettere sono legate dall'operazione matematica "2"; si ha infatti: T(18)-2 = R(16)-2 = P(14)-2 = N(12)-2 = L(10). Ogni numero (tranne il

primo) il quadrato del numero che lo precede nella serie; si ha infatti: (4 = 22); (16
= 44); (256 = 1616). La risposta esatta perci la c).
Esercizio n. 6 (rif. n. 293 della Banca Dati)
Traccia: 3 - 8 - 18 - 38 - ? - 158 [risposte: a) 78; b) 81; c) 41; d) 80]
Risoluzione: in questa serie ogni numero si ottiene da quello precedente sommato ad
incrementi che aumentano del doppio man mano che si procede nella serie. Infatti si ha
(3+5 = 8); (8+10 = 18); (18+20 = 38); (38+40 = 78); (78+80 = 158). Il numero incognito
quindi 78. La risposta esatta la a).
Esercizio n. 7 (rif. n. 438 della Banca Dati)
Traccia: 9 - 14 - 23 - 37 - ? [risposte: a) 46; b) 74; c) 64; d) 60]
Risoluzione: in questa serie ogni numero (tranne i primi 2) dato dalla somma dei due
numeri precedenti. Infatti si ha: (23 = 9+14) e (37 = 14+23). Ovviamente anche per
l'ultimo numero della serie il va applicato lo stesso ragionamento logico: (23+37 = 60). La
risposta esatta la d).
Esercizio n. 8 (rif. n. 466 della Banca Dati)
Traccia: 16 - 64 - 144 - 256 - ? [risposte: a) 276; b) 400; c) 306; d) 56]
Risoluzione: in questa serie tutti i numeri sono dei quadrati perfetti di numeri naturali
divisibili per 4. Infatti si ha: (16 = 44); (64 = 88); (144 = 1212); (256 = 1616). L'ultimo
quadrato mancante nella serie numerica (400 = 2020). La risposta esatta quindi la b).
Esercizio n. 9 (rif. n. 480 della Banca Dati)
Traccia: 72 - 40 - 65 - 48 - 58 - 56 - 51 - 64 - ? - ? [risposte: a) 69, 44; b) 44,
70; c) 44, 72; d) 71, 46]
Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati "a saltelli" tramite delle sottoserie
completamente indipendenti tra loro: il primo numero (72) legato al terzo (65), al
quinto (58), al settimo (51) e al nono (incognito) da un'unica operazione: (72-7 = 65; 65-7 =
58; 58-7 = 51; 51-7= 44). Seguendo lo stesso ragionamento logico, anche i numeri che
occupano le posizioni pari nella serie sono legati da un'unica operazione matematica:
(40+8 = 48; 48+8 = 56; 56+8 = 64; 64+8 = 72). I numeri incogniti sono quindi 44 e 72; la
risposta esatta la c).
Esercizio n. 10 (rif. n. 548 della Banca Dati)

Traccia: 2 - 4 - 6 - ? - 7 - 49 [risposte: a) 28; b) 36; c) 24; d) 12]


Risoluzione: in questa serie i numeri sono legati a coppia mediante la stessa
operazione: il primo numero di ogni coppia, elevato al quadrato, d per risultato il
secondo numero. Infatti nella prima e nella terza coppia di numeri si ha: (22 = 4); (77 =
49). Con ragionamento analogo il numero incognito sar dato dal quadrato del numero 6:
(66 = 36) La risposta esatta quindi la b).

MATEMATICA
Sottotenenti

Carabinieri

Esercizi "guida" - Banca Dati Matematica 2013


In questa pagina trovate gli esercizi "guida" relativi ad alcuni tra i quesiti pi complessi
presenti nella Banca Dati di Matematica, relativa al concorso in atto per Sottotenenti
dell'Arma dei Carabinieri; laddove possibile vi verranno illustrati dei metodi veloci per
giungere pi rapidamente alla risposta esatta.
Esercizio n. 1 (rif. n. 32 della Banca Dati)
Traccia: Il M.C.D. tra 504, 540 e 324 : [risposte: a) 36; b) 18; c) 2; d) 38]
Risoluzione: inutile in questo esercizio ricorrere alla scomposizione in fattori primi dei 3
numeri, si perderebbe troppo tempo. Notiamo che i 3 numeri sono tutti divisibili per
4 perch le ultime due cifre di ogni numero (540, 324, 504) costituiscono numeri divisibili
per 4. Anche il M.C.D. deve essere un numero divisibile per 4 e quindi si
possono escludere le risposte b), c) e d) (18, 2 e 38). Per esclusione si deduce che la risposta
esatta ovviamente la a).
Esercizio n. 2 (rif. n. 241 della Banca Dati)

Traccia: Qual la somma dei numeri da 45 a 50? [risposte: a) 95; b) 5; c) 285; d) 190]

Risoluzione: i numeri naturali compresi tra 45 e 50 (ossia 45, 46, 47, 48, 49 e 50)
costituiscono i termini di una progressione aritmetica (la differenza tra un termine e il suo
precedente costante). E' possibile calcolare la somma dei numeri in esame tramite la
formula: Sn = [(a1+an)/2]n, dove "a1" e "an" sono rispettivamente il primo e l'ultimo termine
della progressione, mentre "n" indica il numero dei termini. Effettuando i calcoli si ha
quindi: Sn = [(45+50)/2]6 = 47,56 = 285. La risposta corretta perci la c).

Esercizio n. 1 (rif. n. AA00021 della Banca Dati di Aritmetica)


Traccia: Un aereo ha percorso i 2/7 della sua rotta abituale. Sapendo che ha percorso 140
chilometri, quanto lungo l'intero tragitto? [risposte: a) 280 km; b) 200 km; c) 490 km; d)
400 km]
Risoluzione: quando la distanza percorsa corrisponde alla frazione indicata dalla traccia,
bastadividere la distanza per il numeratore della frazione e moltiplicare il risultato
ottenuto per il denominatore. Nel nostro caso (140:2)7 = 490 km. N.B.: Allo stesso
risultato si perveniva impostando la proporzione: 56:7/8 = x:1, dove "1" indica l'intero
tragitto, ovvero la frazione 8/8. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 2 (rif. n. AA00118 della Banca Dati di Aritmetica)
Traccia: In unautorimessa vi sono 57 fra automobili e motociclette. Se le ruote
complessive sono 164, quante sono rispettivamente le automobili e le
motociclette? [risposte: a) 29 e 28; b) 13 e 44; c) 23 e 34; d) 25 e 32]
Risoluzione: questo esercizio pu essere risolto impostando un'equazione di I grado. Si
indicano con "x" il numero incognito di automobili e con "57-x" il numero incognito di
motociclette. Il numero di ruote totali (164) sar dato dalla somma delle ruote delle
automobili (cio x4) pi quelle possedute dalle motociclette [cio (57-x)2]. Dobbiamo
quindi imporre che sia: x4 + (57-x)2 = 164 4x + 114 - 2x = 164 x = 25, che
corrisponde al numero di automobili. Il numero di motociclette sar dato da: 57-x = 32.
La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 3 (rif. n. AB00296 della Banca Dati di Aritmetica)
TTraccia: Gaspare, Gustavo e Guglielmo acquistano insieme 6 kg di caramelle,
spendendo rispettivamente 16 euro, 24 euro, 40 euro. Se la distribuzione delle caramelle
viene fatta in proporzione alla cifra versata, qual la quantit che spetta a
Gustavo? [risposte: a) 1,8 kg; b) 2400 g; c) 1,5 kg; d) 1200 g]
Risoluzione: Gaspare, Gustavo e Guglielmo acquistano insieme 6.000 g di caramelle e
spendono in totale 80 euro; poich i tre signori acquistano delle quantit di caramelle

proporzionali alle cifre versate, si pu impostare la proporzione: 6.000 : 80 = x : 24, da cui


si ottiene: x = (6.00024)/80 = 1800 g = 1,8 kg. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. AB00328 della Banca Dati di Aritmetica)
Traccia: Quale il resto della divisione intera 134:5? [risposte: a) 4; b) 5; c) 6; d) 3]
Risoluzione: senza eseguire l'operazione in colonna, basta eseguire la differenza tra 134 e
il numero intero immediatamente inferiore a 134 divisibile per 5, ovvero 130.
Poich 134-130 = 4, la risposta corretta la a). N.B.: lo stesso ragionamento logico pu
essere applicato per gli altri esercizi che richiedono la conoscenza di altri criteri di
divisibilit.
Esercizio n. 5 (rif. n. AB00375 della Banca Dati di Aritmetica)
Traccia: Un padre di 36 anni ha due figli di 5 e 7 anni. Tra quanti anni la somma delle
et dei figli sar uguale allet del padre? [risposte: a) 24; b) 11; c) 9; d) 13]
Risoluzione: si indica con "x" il numero di anni incognito. Tra "x" anni i due figli
avranno rispettivamente le et "5+x" e "7+x", mentre il padre avr "36+x" anni. La
somma delle prime due quantit deve essere uguagliata alla terza (il testo afferma "la
somma delle et dei figli sar uguale allet del padre"): 5+x+7+x = 36+x 2x+12 = 36+x
x = 24. La risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 6 (rif. n. GA00215 della Banca Dati di Geometria)
Traccia: Due cerchi concentrici C1 e C2 hanno le seguenti caratteristiche: C1 ha raggio
r; C2 ha raggio 2r. Quale sar larea della corona circolare da essi definita? [risposte: a)
5(r)^2; b)4(r^)2; c) 2(r)^2; d) 3(r)^2]

Risoluzione: l'area di una corona circolare data dalla differenza tra la superficie del
cerchio maggiore e quella del cerchio minore: A = (2r)^2 - (r)^2 = 4(r)^2 - (r)^2 =
3(r)^2. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 7 (rif. n. GB00118 della Banca Dati di Geometria)


Traccia: Quanto vale la somma degli angoli interni di un poligono di 7 lati? [risposte: a)
800 gradi; b) 1000 gradi; c) 900 gradi; d) 600 gradi]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati : (n - 2)180. Applicando tale formula al nostro esercizio si ha: (7 2)180 = 900. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 8 (rif. n. GB00183 della Banca Dati di Geometria)
Traccia: Se un angolo alla circonferenza misura 38 5, quanto sar ampio il
corrispondente angolo al centro? [risposte: a) 19 5'; b) 38 5'; c) 46 15'; d) 76 10']
Risoluzione: in una circonferenza ogni angolo al centro (angolo che ha il vertice nel
centro della circonferenza) sempre il doppio dell'angolo alla circonferenza (angolo che
ha il vertice in un qualsiasi punto della circonferenza) che insiste sullo stesso arco(entrambi
gli angoli hanno i loro lati che partono dai medesimi punti della circonferenza). Da ci si
pu dedurre che l'angolo al centro incognito pari al doppio dell'angolo alla circonferenza
assegnato: 2(38 5') = 76 10'. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 9 (rif. n. GB00211 della Banca Dati di Geometria)


Traccia: Quale delle seguenti terne di numeri NON pu rappresentare la lunghezza dei
lati di un triangolo? [risposte: a) 5, 12, 13; b) 4, 4, 4; c) 1, 6, 9; d) 20, 21, 22]
Risoluzione: in ogni poligono ogni lato minore della somma dei rimanenti lati. Quindi,
per risolvere l'esercizio, basta considerare per ogni terna il lato pi grande e
confrontarlo con la somma dei rimanenti lati: a) 13 < (5+12) si pu formare un
triangolo; b) 4 < (4+4) si pu formare un triangolo; c) 9 > (1+6) non si pu formare
un triangolo; d) 22 < (20+21) si pu formare un triangolo. La risposta corretta quindi la
c).

Esercizio n. 10 (rif. n. GB00306 della Banca Dati di Geometria)


Traccia: Sia dato un triangolo ABC, di altezza CH, tale che il punto H cada internamente
al segmento AB. Se le misure dei segmenti CH, AH e BH sono: CH = 8 cm, AH = 4 cm,
BH = 16 cm, allora langolo in C sar pari a: [risposte: a) 60; b) 90; c) 45; d) un
valore non determinabile (dati insufficienti)]
Risoluzione: il triangolo ABC un triangolo rettangolo, infatti verificato il II Teorema
di Euclide, il quale afferma che "il quadrato costruito sull'altezza relativa all'ipotenusa
(AH^2) equivalente al rettangolo che ha come dimensioni le proiezioni dei cateti
sull'ipotenusa (BHCH)". Si verifica la validit di tale legge: AH^2 = BHCH 8^2 =
164 64 = 64, come volevasi dimostrare. La risposta corretta quindi la b).

MATEMATICA
VFP4

MM-AM-EI

Esercizi "guida" - Matematica - II imm.ne 2015


In questa pagina trovi alcuni esercizi "guida" che ti permetteranno di risolvere alcuni dei
quesiti pi diffusi presenti nella Banca Dati di Matematica VFP4 - Marina Militare,
Aeronautica Militare ed Esercito Italiano - II immissione 2015; laddove possibile ti
verranno illustrati dei metodi veloci per giungere pi rapidamente alla risposta esatta.
Esercizio n. 1 (permette di risolvere ad es. i n. 9, 11, 121, 132 e 134 della Banca Dati)
Traccia: 27 + (2^3) x (3^2) : (2^2) + 7 x (2^2) - (4^3) = [risposte: a) 10; b) 9; c) -6; d) 0]
Risoluzione: in un'espressione aritmetica con numeri naturali in cui non sono presenti
parentesi si eseguono proritariamente le potenze, quindi le moltiplicazioni e le divisioni
(nell'ordine in cui vengono indicate) ed infine le addizioni e le sottrazioni. Nel caso in
esame si ha: 27 + (2^3) x (3^2) : (2^2) + 7 x (2^2) - (4^3) = 27 + 8 x 9 : 4 + 7 x 4 - 64 = 27
+ 72 : 4 + 28 - 64 = 27 + 18 + 28 - 64 = 9. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 2 (permette di risolvere ad es. i n. 16 e 493 della Banca Dati)
Traccia: Maria, Angela e Arianna acquistano insieme 6 Kg di caramelle, spendendo

rispettivamente 16 euro, 24 euro e 40 euro. Se le caramelle vengono divise in proporzione


alla cifra versata, qual la quantit che spetta a Arianna? [risposte: a) 1,2 kg; b) 1,5 kg;
c) 3 kg; d) 1,8 kg]
Risoluzione: per ottenere direttamente il risultato voluto basta dividere i 6000 g
(corrispondenti a 6 kg) di caramelle per la somma totale spesa dalle 3 amiche e
moltiplicare il risultato ottenuto per la quantit di denaro spesa da Arianna [6000/
(16+24+40)]40 = (6000/80)24 = 7540 = 3000 g = 3 kg. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 3 (permette di risolvere ad es. i n. 42 e 76 della Banca Dati)
Traccia: Ho acquistato uno smartphone con lo sconto del 15% risparmiando 120 euro sul
prezzo di listino. Qual era il prezzo di listino? [risposte: a) 900 euro; b) 600 euro; c) 800
euro; d) 700 euro]
Risoluzione: il risparmio di 120 euro corrisponde allo sconto del 15% eseguito sul
prezzo di listino dello smartphone (100%). E' necessario quindi impostare la seguente
proporzione: 120 euro: 15% = x : 100% x = (120x100) / 15 = 800 euro. La risposta
corretta la c).
Esercizio n. 4 (permette di risolvere ad es. i n. 114, 168, 225, 261 e 379 della Banca Dati)
Traccia: Quale delle seguenti rette passa per l'origine? [risposte: a) y = x; b) x = 2; c) y =
3; d) y = 2]
Risoluzione: l'equazione canonica di una retta passante per l'origine la seguente: y =
mx, dove "m" il coefficiente angolare della retta. La risposta corretta quindi la a), infatti
la retta x = 2 parallela all'asse y (equazione canonica: x = h, con "h" costante), mentre le
rette y = 3 e y = 2 sono parallele all'asse x (equazione canonica y = k, con "k" costante).
Esercizio n. 5 (permette di risolvere ad es. i n. 135, 215, 370, 370 e 400 della Banca Dati)
Traccia: log2 (1024) - log4 (4096) = [risposte: a) 5; b) 2; c) 4; d) y = 3]
Risoluzione: si esprimono dapprima gli argomenti dei logaritmi sotto forma di
potenze: 1024 = 2^10; 4096 = 4^6. Quindi si procede nel calcolo applicando le propriet
dei logaritmi: log2(1024) - log4 (4096) = log2 (2^10) - log4 (4^6) = 10 x log2 (2) - 6 x
log4 (4) = 10 x 1 - 6 x 1 = 4. La risposta corretta quindi la c).
Esercizio n. 6 (permette di risolvere ad es. i n. 164, 169, 193, 403 e 478 della Banca Dati)
Traccia: A quale frazione decimale corrisponde il numero decimale 0,032? [risposte: a)
32/10; b) 32/100; c) 32/1000; d) 3/10]

Risoluzione: un numero decimale limitato si trasforma in frazione riportando al


numeratore il numero senza la virgola e al denominatore "1" seguito da tanti zeri
quante sono le cifre dopo la virgola. Nel caso in esame si ha: 0,032 = 32/1000. La risposta
corretta quindi la c).
Esercizio n. 7 (permette di risolvere ad es. i n. 209, 447 e 575 della Banca Dati)
Traccia: Maria ha comprato un sacchetto contenente 260 caramelle e decide di dividerle
tra i suoi tre figli, Marco, Luca e Valerio, in proporzione alla loro et. Sapendo che Luca
ha 5 anni in meno di Valerio, che ha 8 anni, e Marco ha 3 anni in meno di Valerio,
quante caramelle toccheranno a Valerio? [risposte: a) 75; b) 130; c) 104; d) 127]
Risoluzione: si determinano dapprima le et dei 3 bambini in base alle informazioni
fornite dalla traccia: Valerio ha 8 anni; Luca ha 3 anni e Marco ha 5 anni. Per ottenere il
numero di biglie che toccano a Valerio basta dividere le 260 caramelle per la somma delle
et dei 3 bimbi e moltiplicare il risultato ottenuto per l'et di Valerio: [260/(8+5+3)]8 =
(260/16)8 = 130caramelle. La risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 8 (permette di risolvere ad es. i n. 212, 304, 472 e 711 della Banca Dati)
Traccia: Un triangolo rettangolo ha un cateto di 9 cm e lipotenusa di 15 cm. Indicare la
lunghezza dellaltro cateto. [risposte: a) 15 cm; b) 7 cm; c) 12 cm; d) 9 cm]
Risoluzione: per calcolare il secondo cateto si deve applicare il teorema di Pitagora: il
quadrato costruito su un cateto uguale alla differenza dei quadrati costruiti
rispettivamente sull'ipotenusa e sull'altro cateto. Si ha quindi: c = [(15^2) - (9^2)] =
(225-81) = 144 = 12 cm.La risposta corretta quindi la c).

Esercizio n. 9 (permette di risolvere ad es. i n. 498 e 620 della Banca Dati)


Traccia: Quanto misura laltezza di un cono il cui volume 40 m^3 e il diametro di 4 m?
[risposte: a) 1 m; b) 30 m; c) 4 m; d) 32 m]
Risoluzione: il volume di un cono dato da: V = (Abh)/3, da cui si ricava la formula
inversa per calcolare l'altezza, ossia h = (3V)/Ab. L'area di base di un cono corrisponde
all'area di un cerchio; si ha quindi: Ab = (r^2) = (2^2) = 4. Si pu in conclusione
calcolare l'altezza del cono: h = (340)/(4) = 30 m. La risposta corretta perci la b).

Esercizio n. 10 (permette di risolvere ad es. il n. 533 della Banca Dati)


Traccia: Il figlio di Luca, Alessio sta giocando con 195 tessere quadrate di plastica

colorata, tutte delle stesse dimensioni. Costruisce con le tessere, affiancandole, il pi


grande quadrato possibile. Considerando il lato di ogni tessera come unit di misura u,
quanto vale il perimetro del quadrato ottenuto? [risposte: a) 52 u; b) 48 u; c) 169 u; d) 65
u]
Risoluzione: il metodo pi veloce per risolvere questo esercizio consiste nel ricercare
innanzitutto il quadrato perfetto immediatamente inferiore al numero di tessere
dato: 195 maggiore di 169 (che rappresenta il quadrato di 13). Si procede al calcolo del
perimetro del quadratomoltiplicando per 4 la radice del quadrata del numero trovato
(169): 134 = 52 u. La risposta corretta perci la a). N.B.: la risoluzione veloce di questo
esercizio presuppone la conoscenza dei quadrati dei numeri naturali compresi tra 1 e 20

MATEMATICA
Marescialli Marina Militare
Esercizi "guida" - Banca Dati Matematica 2015
In questa pagina trovi gli esercizi "guida" che ti permetteranno di risolvere alcuni dei
quesiti pi complessi presenti nella Banca Dati di Matematica relativa al Concorso
Allievi Marescialli dellEsercito, della Marina Militare e dellAeronautica Militare 2015; laddove possibile verranno illustrati dei metodi veloci per giungere pi rapidamente
alla risposta esatta.
Esercizio n. 1 (permette di risolvere ad es. i n. 8, 185, 351, 396 e 791 della Banca Dati)
Traccia: Qual il numero che moltiplicato per 4 va sottratto a 994 per ottenere
598? [risposte: a) 99; b) 180; c) 164; d) 93]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: "qual il numero" (x) "che
moltiplicato per 4" (4x) "va sottratto a 994" (994 - 4x) per ottenere 598" (994 - 4x =
598). Risolvendo l'equazione di I grado si ottiene: 4x = 994 - 598 4x = 396 x = 99. La
risposta corretta quindi la a).
Esercizio n. 2 (permette di risolvere ad es. i n. 10, 14, 28, 36 e 59 della Banca Dati)
Traccia: Calcolare i valori di x per: 2x^2 + 2x - 4 = 0. [risposte: a) 2; -3; b) 1; -2; c) 0; -3;
d) 0; 3]

Risoluzione: possibile risolvere l'esercizio senza svolgere interamente l'equazione. Basta


ricordarsi che, data un'equazione di II grado posta nella sua forma canonica (ax^2 + bx + c
= 0), le radici dell'equazione sono legate ai coefficienti a, b e c da due relazioni
fondamentali. La somma delle radici uguale a -(b/a), mentre il loro prodotto pari
a: c/a. Nel caso in esame la somma delle due radici : -(b/a) = - (2/2) = -1. Tra le 4 risposte
le uniche in cui le radici danno per somma -1 sono le risposta a) e b). Infatti si ha 2-3 =
-1 e 1-2 = -1. Andando ad applicare la relazione sul prodotto delle radici si ha invece: c/a =
(-4)/2 = -2. Questa condizione verificata solo dalla risposta b) che quindi la risposta
corretta. Infatti si ha: 1(-2) = -2.
Esercizio n. 3 (permette di risolvere ad es. i n. 15, 79, 183, 213 e 316 della Banca Dati)
Traccia: Calcolare: 15h 36' 55'' - 21h 25' 08'' + 20h 14' 34'' [risposte: a) -15h 42' 18''; b)
46h 24' 40''; c) 16h 35' 27''; d) 14h 26' 21'']
Risoluzione: per risolvere l'esercizio basta eseguire, nel sistema sessagesimale, solo la
somma algebrica tra i secondi, trascurando i minuti primi e le ore. Svolgendo le operazioni
si ha: (55'' - 08'' = 47''); (47'' + 34'' = 81''). Nella somma algebrica effettuata 60'' (ricorda che
1' = 60'') vanno sottratti a 81'' e utilizzati come riporto nelle operazioni tra i minuti primi
(che non si effettueranno). I rimanenti secondi compariranno invece nella soluzione
finale: 81'' - 60'' = 21''. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 4 (permette di risolvere ad es. i n. 17, 27, 43, 46 e 81 della Banca Dati)
Traccia: Con quale delle seguenti terne di segmenti, espressi in cm, possibile costruire
un triangolo? [risposte: a) 1, 18, 21; b) 43, 24, 25; c) 12, 4, 17; d) 1, 12, 10]
Risoluzione: in ogni poligono ogni lato minore della somma degli altri. Quindi, per
risolvere l'esercizio, basta considerare per ogni terna il lato pi grande e confrontarlo
con la somma dei rimanenti lati: a) 21 > (1+18) non si pu formare un triangolo; b) 43
< (24+25) si pu formare un triangolo; c) 17 > (12+4) non si pu formare un
triangolo; d) 12 > (1+10) non si pu formare un triangolo. La risposta corretta quindi la
b).
Esercizio n. 5 (permette di risolvere ad es. i n. 23, 40, 50, 55 e 96 della Banca Dati)
Traccia: Risolvere la proporzione continua 27/x = x/108. [risposte: a) x = 54; b) x = 95; c)
x = 76; d) x = 7]
Risoluzione: un metodo veloce per risolvere questo tipo di proporzioni il seguente: si
divide l'estremo pi grande presente nella proporzione per l'estremo pi piccolo; si
ottiene quindi:108:27 = 4. Successivamente si moltiplica la radice quadrata del quoziente
appena trovato per l'estremo pi piccolo della proporzione: x = 427 = 227 = 54. La
risposta corretta perci la a).

Esercizio n. 6 (permette di risolvere ad es. i n. 24, 30, 110, 120 e 171 della Banca Dati)
Traccia: Calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa di un triangolo rettangolo con i lati: a =
34 cm; b = 46 cm; c = 68 cm. [risposte: a) 50,2 cm; b) 26,5 cm; c) 43,8 cm; d) 23 cm]
Risoluzione: in un triangolo rettangolo l'altezza relativa all'ipotenusa data dal rapporto
tra il prodotto dei cateti (ab) e l'ipotenusa (c): h = (ab)/c. Nel caso in esame si ha
quindi: h = (ab)/c = (3446)/68 = 23 cm. La risposta corretta perci la d).
Esercizio n. 7 (permette di risolvere ad es. i n. 39, 186, 381, 393 e 485 della Banca Dati)
Traccia: Il logaritmo in base 2 di 1/8 : [risposte: a) 3; b) -3; c) 4; d) -4]
Risoluzione: il logaritmo, per definizione, l'esponente che bisogna assegnare alla base
per ottenere come risultato l'argomento. Tale definizione, nel caso in esame, si traduce
nella relazione: 2^x = 1/8. Si esprime quindi la frazione 1/8 come potenza di 2: 2^x = 2^(3). Poich due potenze sono uguali se hanno uguali sia la base che l'esponente, deve
essere: x = -3. La risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 8 (permette di risolvere ad es. i n. 243, 311, 385, 424 e 468 della Banca Dati)
Traccia: Un'automobile americana segna sul tachimetro 134 Mph. Sta viaggiando,
quindi, a circa... [risposte: a) 83 km/h; b) 216 km/h; c) 74 km/h; d) 241 km/h]
Risoluzione: per trasformare i miglia orari in km/h basta moltiplicare il valore numerico
fornito dalla traccia del quesito per il coefficiente 1,6: 1341,6 = circa 216 km/h. Un metodo
alternativo di risoluzione dell'esercizio consiste nel sommare 109 alla sua met e
successivamente scegliere tra le risposte il numero che immediatamente superiore al
valore trovato: 134 + 67 (approssimazione di 54,5) = 201. Tra le risposte si sceglie il valore
numerico immediatamente superiore: 216 km/h. La risposta corretta quindi la b).
Esercizio n. 9 (permette di risolvere ad es. i n. 73, 138, 224, 270 e 349 della Banca Dati)
Traccia: Partendo da quota 885 m e percorrendo 2.100 m, su di una salita costante del
20%, ci troveremo a quota... [risposte: a) 2.277 m; b) 1.452 m; c) 1.305 m; d) 2.965 m]
Risoluzione: alla quota iniziale (885 m) va sommato il 20% (20/100) del tragitto percorso in
salita (2.100 m) ossia: 885 + (20/100)2.100 = 885 + 420 = 1.305 m. La risposta corretta
perci la c).

Esercizio n. 10 (permette di risolvere ad es. i n. 91, 103, 160, 211 e 244 della Banca Dati)

Traccia: Se la somma degli angoli interni di un poligono di 2340, quanti angoli ha il


poligono?[risposte: a) 12; b) 15; c) 16; d) 13]
Risoluzione: la formula per determinare la somma degli angoli interni di un qualsiasi
poligono di n lati (o angoli o vertici) : gradi = (n - 2)180. La formula inversa per
calcolare il numero dei lati del poligono : n = (gradi/180) + 2. Applicando tale formula al
nostro esercizio si ha: n = (2340/180) + 2 = 13+2 = 15. La risposta corretta quindi la b).

Esercizio n. 8
Traccia: La misura in radianti di un angolo di 84 : [risposte: a)
7/18; b) 8/15; c) 3/18; d) 7/15; e) 8/15]
Risoluzione: per trasformare la misura di un angolo da gradi in radianti
basta impostare una proporzione, tenendo conto che l'angolo piatto
(180) corrisponde a radianti. Si ha quindi:180 : = 84 : x, da cui
si ottiene x = (84)/180 = 7/15. La risposta corretta quindi la d).

Esercizio n. 9
Traccia: I due angoli di un quadrilatero inscritto in una
circonferenza misurano 40 e 115; allora gli altri due angoli del
quadrilatero misurano: [risposte: a) 50 e 65; b) i dati sono
insufficienti per arrivare alla soluzione; c) 140 e 65; d) 75 e 130; e)
100 e 25]
Risoluzione: in un quadrilatero inscritto in una circonferenza, gli
angoli opposti sono supplementari. Poich la somma degli angoli
forniti dalla traccia del quesito non pari a 180, se ne deduce che essi
sono due angoli adiacenti ad uno stesso lato. Si procede quindi
nella ricerca dei due angoli supplementari rispettivamente a 40 e a
115: 180-40 = 140; 180-115 = 65. La risposta corretta la c).

Esercizio n. 10

Traccia: Con quale delle seguenti terne di segmenti, espressi in


cm, possibile costruire un triangolo? [risposte: a) 1, 18, 21; b) 43,
24, 25; c) 12, 4, 17; d) 1, 12, 10; e) 23, 43, 19]
Risoluzione: in ogni poligono ogni lato minore della somma dei
rimanenti lati. Quindi, per risolvere l'esercizio, basta considerare per
ogni terna il lato pi grande e confrontarlo con la somma dei
rimanenti lati: a) 21 > (1+18) non si pu formare un triangolo;
b) 43 < (24+25) si pu formare un triangolo; c) 17 > (12+4) non
si pu formare un triangolo; d) 12 > (1+10) non si pu formare un
triangolo; e) 43 > (23+19) non si pu formare un triangolo. La
risposta corretta quindi la b).

MATEMATICA
Accademia

Aeronautica

Esercizi guida - Banca Dati Matematica 2015


In questa pagina trovi alcuni tra gli esercizi pi complessi di MATEMATICA (risolti
quando possibile con metodi veloci) tratti dalla Banca Dati relativa al concorso in
atto Accademia Aeronautica, anno 2015 (N.B.: tutte le informazioni pubblicate in questa
pagina sono da utilizzarsi con la consapevolezza che potrebbero contenere degli errori e
delle inesattezze).
Esercizio n. 1 (rif. n. 239 della Banca Dati)
Traccia: Se dalla quarta parte di un numero togliamo 5 ottenendo come risultato 10,
quale sar il numero iniziale? [risposte: a) 20; b) 50; c) 80; d) 60; e) 40]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: se dalla quarta parte di un numero (x/4)
togliamo 5 (-5) otteniamo come risultato 10 (= 10). Risolvendo l'equazione di I grado
si ottiene: (x/4)-5 = 10 x-20 = 40 x = 40+20 x = 60. La risposta corretta quindi la
d).
Esercizio n. 2 (rif. n. 607 della Banca Dati)
Traccia: Su una mappa in scala 1 : 200.000, quanti chilometri sono rappresentati da 20

cm.?[risposte: a) 400 km; b) 4 km; c) 4000 km; d) 0,4 km; e) 40 km]


Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio semplicemente moltiplicando la
distanza in cm misurata sulla mappa (20 cm) per il numero che indica la scala
(200.000) "purificato" degli ultimi 5 zeri. Si ottiene in questo modo la distanza tra le
due localit nella realt espressa in km: 202 = 40 km. La risposta corretta quindi la e).
Esercizio n. 3 (rif. n. 1196 della Banca Dati)
Traccia: Una persona deposita in banca euro 3.600,00. Se successivamente ne ritira un
terzo e in seguito versa una cifra pari al 60% del denaro presente sul conto in quel
momento, a quanto ammonter il conto dopo queste operazioni? [risposte: a) Euro 3.840;
b) Euro 3.600; c) Euro 2.400; d) Euro 3.550; e) Euro 1.720]
Risoluzione: possibile risolvere questo esercizio impostando una semplice equazione di I
grado. "Traduciamo" matematicamente la traccia: dopo aver ritirato dal deposito in banca di
3.600 un terzo[3.600 - (1/3)3.600] e poi aver versato il 60% di quello che rimane nel
conto in quel momento[+(60/100)(2/3)(3.600)] rimane sul conto la quantit
incognita (=x). Risolvendo l'equazione di I grado si ottiene: 3.600 - (1/3)3.600 +
(60/100)(2/3)(3.600) = x 3.600 - 1.200 + 1.440 = x x = 3.840. La risposta corretta
quindi la a).
Esercizio n. 4 (rif. n. 1591 della Banca Dati)
Traccia: Due automobilisti viaggiano l'uno verso l'altro ad una velocit rispettivamente di
80 Km/h e di 90 Km/h. Se si incontrano dopo 1 h e 30 min, qual la distanza iniziale tra
le due automobili? [risposte: a) km 140; b) km 255; c) km 340; d) km 170; e) km 113]
Risoluzione: l'automobile che viaggia a 80 km/h in 1 ora e mezza compie 80 (1h) + 40 (30
min) = 120 km; l'automobile che viaggia a 90 km/h in 1 ora e mezza compie 90 (1h) + 45
(30 min) = 135 km. La distanza iniziale tra le due automobili data dalla somma delle
distanze percorse da entrambe le vetture in 1 ora e mezza: 120 + 135 = 255 km. La
risposta corretta perci la b).
Esercizio n. 5 (rif. n. 1819 della Banca Dati)
Traccia: In un cortile vi sono delle galline e dei conigli. Il numero delle teste 20 e quello
delle zampe 64. Qual il numero, rispettivamente, delle galline e quello dei
conigli? [risposte: a) 10 e 10; b) 6 e 14; c) 7 e 13; d) 8 e 12; e) 14 e 6]
Risoluzione: questo esercizio pu essere risolto impostando un'equazione di I grado. Si
indicano con "x" il numero incognito di conigli e con "20-x" il numero incognito di galline.
Il numero di zampe totali (64) dato dalla somma delle zampe dei conigli (cio x4) pi
quelle possedute dallegalline [cio (20-x)2]. Si deve imporre che sia: x4 + (20-x)2 = 64

4x + 40 - 2x = 64 x = 12, che corrisponde al numero di conigli. Il numero di


galline sar dato da: 20-12 = 8. La risposta corretta quindi la d).
Esercizio n. 6 (rif. n. 2619 della Banca Dati)
Traccia: Per asfaltare una strada 21 operai impiegano 5 giorni. Quanti giorni
impiegherebbero 7 operai per fare lo stesso lavoro? [risposte: a) 15; b) 29; c) 18; d) 12; e)
30]
Risoluzione: le due grandezze "coinvolte" nell'esercizio (numero di operai e numero di
giorni)sono inversamente proporzionali perch quando una grandezza cresce l'altra
diminuisce e viceversa. Quando due grandezze sono inversamente proporzionali il loro
prodotto costante. Il quesito pu quindi essere risolto nel seguente modo: indicando con
"x" il numero di giorni incognito si ha (215 = 7x), da cui si ottiene x = (215)/7 = 15. La
risposta corretta quindi la a).

Esercizio n. 7 (rif. n. 7916 della Banca Dati)


Traccia: Qual il montante originato da un capitale di euro 3.800 investito in un anno al
tasso del 5,5%? [risposte: a) 4.019 euro; b) 4.990 euro; c) 4.081 euro; d) 4.019 euro; e)
4009 euro]
Risoluzione: il montante dato dalla somma del capitale investito e dell'interesse
maturato in un determinato intervallo di tempo (M = C + I). La formula per determinare
l'interesse maturato la seguente: I = Cit, dove "C" il capitale investito; "i" il tasso di
interesse espresso in frazione decimale e "t" l'intervallo di tempo. Nel caso in esame si
ha: I = 3800(5,5/100)1 = 385,5 = 209 euro. In conclusione si pu ricavare il montante: M
= 3800 + 209 = 4009 euro. La risposta corretta quindi la e).

Esercizio n. 8 (rif. n. 9355 della Banca Dati)


Traccia: Un trapezio rettangolo formato da un quadrato e da un triangolo rettangolo
isoscele. Sapendo che la base minore misura 22 cm, quanto misura la sua
area? [risposte: a) 440 cm^2; b) 386 cm^2; c) 300 cm^2; d) 1452 cm^2; e) 726 cm^2]
Risoluzione: l'area di un trapezio si calcola mediante la seguente formula: A =
[(b+B)h]/2.L'altezza del trapezio uguale alla base minore, perch entrambi lati di uno
stesso quadrato: h = b = 22 cm. Inoltre la base maggiore il doppio della base minore,
perch la differenza tra base maggiore e base minore uguale all'altezza h, in quanto
entrambi cateti dello stesso triangolo rettangolo isoscele: B = 2b = 222 = 44 cm. Si pu in

definitiva ricavare l'area del trapezio: A = [(22+44)22]/2 = 726 cm^2. La risposta corretta
quindi la e).