Sei sulla pagina 1di 9

Scuola

Calcio

Appello ai dirigenti
Non fate scattare
i trasferimenti
A pagina tre

Male la prima
per il Siracusa
a Marsala
Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 8 settembre 2015 Anno XXVIIi N. 199 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. Il The Telegraph affronta la questione del villaggio a Ognina

La stampa inglese
parla del Resort
Stamattina la prima conferenza dei servizi
Il caso del resort di Ogni-

trasporti

Trenitalia
investe ma
non al Sud

Negli ultimi giorni della

scorsa settimana Trenitalia ha presentato un maxi


progetto che prevede investimenti importanti per
rafforzare il trasporto regionale. Nella presentazione si parlato addirittura di dotare il trasporto
locale di beni 500 nuovi
treni pendolari.
Si tratta di una gara record
per lacquisto di tali treni,
una commessa che vale
4,5 miliardi. Sono treni
che andranno al trasporto
regionale con lobiettivo
di rinnovare la flotta in vista dei rinnovi.

militari della Compagnia


Carabinieri di Noto hanno
tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio.

A pagina sette

A pagina cinque

rosolini

siracusa

In tasca
Abusivismo
aveva
Indicate
la cocaina le strategie
I

Lotta

senza quartiere
allabusivismo sotto ogni
forma per garantire e salvaguardare il decoro.
A pagina due

Compulsato il Prefetto

Rapine in banca
la Fabi chiede
una riunione

ex tribunale

na ha varcato i confini
nazionali. Anche il Telegraph, storico giornale
inglese, ha trattato la questione con un articolo pubblicato sul sito on line a
firma della corrispondente
da Roma, Alice Philipson.
Sul sito campeggia una
foto a tutta pagina del sindaco Garozzo, mentre il
pezzo affronta la questione che prevede di realizzare uno dei pi grandi.

uovo intervento da parte dei vigili del fuoco per


mettere in sicurezza alcune finestre dellex palazzo
di giustizia di piazza della
Repubblica.

A pagina quattro

A pagina cinque

Il degrado
in pieno
centro
N

Il sindacato dei bancari scende in campo per garanti-

re una maggiore sicurezza dei dipendenti degli istituti


di credito. I bancari sono preoccupati per la recrudescenza delle rapine e per i bassi sistemi di sicurezza.
A pagina tre

Trasportava in auto eroina


Arrestato un augustano
Gli Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato
di Augusta, a seguito
di servizi mirati alla
repressione di reati in
genere.
A pagina due

Cronaca di Siracusa 2
Augusta

In auto
deteneva
eroina
Arrestato

8 settembre 2015, marted

Sicilia 8 settembre 2015, marted

E punito con la reclusione da sei

a venti anni e con una multa fino a


duecentosessantamila euro chiunque coltiva, produce, fabbrica,
estrae, raffina, vende, offre o mette
in vendita, cede, distribuisce, commercia, trasporta, procura ad altri,
invia, passa ovvero spedisce in transito, consegna (spaccia) per qualun-

que finalit sostanze stupefacenti o


psicotrope. Gli Agenti della Polizia
di Stato, in servizio al Commissariato di Augusta, a seguito di servizi
mirati alla repressione di reati in genere, hanno arrestato, per detenzione
ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Domenico Prato, 41 anni,
residente ad Augusta.

In particolare, nel corso di un controllo su strada, nella S.P. 193, luomo, a bordo della sua autovettura,
veniva trovato in possesso di un
panetto di hashish del peso di 100
grammi. Dopo le formalit di rito
luomo veniva sottoposto, su disposizione dellautorit giudiziaria, agli
arresti domiciliari.

to dall'assessore al
Bilancio,
Gianluca
Scrofani, hanno partecipato anche gli
assessori alle Attivit produttive, Teresa
Gasbarro, l'assessore
alla Polizia municipale, Antonio Grasso
e il comandante P.M.
Salvatore Correnti.
La complessit della questione abusivismo stata analizzata grazie anche

all'apporto e al supporto dei dirigenti e


funzionari dei tre settori, che hanno partecipato all'incontro,
dando ognuno per la
parte di competenza,
i riferimenti necessari
per mettere in campo
sin da subito gli interventi pi decisi ed
energici, con un cronoprogramma chiaro.
Dopo un'attenta analisi, stato deciso di at-

Un momento della riunione di ieri.

tuare sin dalle prossime ore due interventi,


che vogliono dare un
immediato significato
alla riunione odierna, che riguardano:
la vendita abusiva,
messa in atto da extracomunitari senza
opportuna licenza in
via Largo 25 luglio.
Nella centralissima
zona, sar posto sin
dalle prossime ore un
presidio fisso per evi-

tare lo stazionamento
e dove se ne presentassero le modalit, si
provveder anche al
sequestro della merce.
Dopo aver verificato
il proliferare di affissioni selvagge sui
muri, pali dell'illuminazione e cassonetti
di locandine adesive,
che
pubblicizzano
eventi, avvisi di affittasi e vendesi e necro-

intervento del deputato pippo gennuso

Rianimazione, polo
oncologico, RSA:
la rivoluzione sanit

Sono felice di confermare le im-

portanti novit che a breve riguarderanno la sanit siracusana. Lo


afferma il deputato regionale Pippo
Gennuso, che continua: Come mi
ha confermato il Direttore Generale
dellAsp Salvatore Brugaletta, il riequilibrio del tetto di spesa attualmente in atto consentir lassunzione
di nuovo personale e, di conseguenza, lapertura di importanti reparti
che da anni i cittadini della Provincia
attendono.
Saranno finalmente aperti i reparti di
rianimazione del polo di Avola-Noto
e dellospedale di Lentini, da anni attesi dai cittadini, che saranno unimportante garanzia di immediatezza

Temistocle. Riguarderanno, l' abbattimento delle barriere architettoniche


e messa in sicurezza, l'adeguamento dell'impianto antincendio e dell'
impianto elettrico. Sar effettuta anche la manutenzione straordinaria.
La spesa ammonta a 228 mila euro ed finanziata con fondi comunali.
Continua l'attenzione dell'amministrazione comunale ha detto l'as-

sessore ai Lavori pubblici Alfredo Foti - nei confronti dell'edilizia


scolastica, per la quale c' ancora tanto da fare. Gli uffici comunali,
sono impegnati nella progettazione di altri interventi che contiamo di
finanziare con ulteriori fondi che cercheremo di trovare nel prossimo
bilancio di previsione. I lavori della scuola Chindemi di via Temistocle- ha infine detto l'assessore Alfredo Foti - sono stati fortemente
voluti dal sindaco Giancarlo Garozzo, tanto da averli inseriti nel suo
programma elettorale. Messa in sicurezza e adeguamento di tutti gli
istituti scolastici al primo posto per una scuola sempre pi al passo con
i tempi e a misura di bambino.

Emergenza rapine: la Fabi


Prefetto convochi vertice

Abusivismo
Lotta senza
quartiere
a Siracusa
allabusivismo sotto
ogni forma per garantire e salvaguardare il
decoro della citt. Si
tenuta ieri mattina,
nella sede del comando di Polizia municipale in via Molo, la
programmata e preannunciata riunione per
contrastare il fenomeno dell'abusivismo
nella nostra citt.
All'incontro
volu-

Saranno consegnati domattina, i lavori della scuola Chindemi di Via

Cronaca di Siracusa

il caso. negli ultimi mesi escalation di rapine in provincia

ieri riunione operativa

Lotta senza quartiere

Inteventi al plesso Chindemi


Domani la consegna dei lavori

Sicilia 3

del processo medico.


Altra importante novit sar il polo oncologico di Augusta, con i reparti di oncologia medica e oncoematologia. un
sogno che si avvera dopo anni di attesa
e grandi aspettative da parte di un territorio fortemente gravato da malattie
legate anche alla presenza di importanti
poli industriali.
Infine linaugurazione della radioterapia presso lospedale Rizza rappresenta un importante passo in avanti, a garanzia della salute di tutti i residenti in
Provincia, che si potranno curare senza
sottostare a lunghi ed estenuanti viaggi
della speranza o liste dattese bibliche.
Laltra grande novit lapertura della
Residenza Sanitaria Assistita a Pachi-

no entro la fine di questanno. Si tratta


di una struttura di circa 40 posti letto
che sar riservata alla lungodegenza di
persone invalidate da malattie che non
rendono possibile unadeguata assistenza a casa. Questultimo punto era
tra quelli sostenuti da me nelle varie
battaglie sulla sanit del territorio; sono
particolarmente felice di vederlo diventare realt. Questi risultati giungono
a fronte di unazione forte e sinergica
della deputazione siracusana, oltre che
di una capacit di confronto, puntuale
e trasparente, che il direttore dellAsp
Brugaletta ha da tempo assunto come
metodo di programmazione e gestione
delle attivit e dei servizi offerti dellAsp.

logi, si convenuto di
mettere un freno al fenomeno, richiamando
le varie agenzie, che
veicolano i loro annunci senza il dovuto
pagamento delle imposte comunali e senza l'osservanza degli
spazi a loro destinati.
Sugli avvisi di vendesi o affittasi, si aggiunge l'obbligo di
riportare l'indice di
prestazione energetica (ipe) e che gli
stessi vengono posti
su ringhiere e cancelli contrariamente alla
normativa.
Nel rispetto delle pi
elementari norme del
decoro, da oggi si
devono rispettare le
regole, attraverso il
rilascio delle autorizzazioni, che saranno
rilasciate dagli uffici
competenti.
"Bisogna
riportare
ordine e decoro in
questa citt ha detto
l'assessore Gianluca
Scrofani migliorando la collaborazione
con i privati, ma saranno avviate tutte le
procedure necessarie
per ostacolare queste
infrazioni e ove necessario l'amministrazione si adoperer a
rimuovere a danno gli
annunci non autorizzati" .
R.L.

Il sindacato dei bancari


scende in campo per garantire una maggiore sicurezza
dei dipendenti degli istituti
di credito. I bancari sono
preoccupati per la recrudescenza delle rapine e per i
bassi sistemi di sicurezza
che gli istituti di credito a
qualsiasi livello garantiscono al personale dipendente
e ai clienti. Dellemergenza rapine si fatta carico la
Fabi, la federazione autonoma dei bancari, che si rivolta al prefetto di Siracusa,
Armando Gradone, al quale
ha chiesto di convocare le
parti per affrontare la spinosa problematica.
Manifestiamo seria preoccupazione per la recente
escalation di eventi criminosi ai danni delle aziende
di credito presenti nel territorio della provincia di
Siracusa afferma il segretario provinciale della Fabi,
Gaetano Motta Abbiamo
chiesto al prefetto unurgente convocazione sullargomento, per offrire un contributo al fine di individuare
le pi adeguate misure per
meglio tutelare lintegrit
psico-fisica dei lavoratori
e dellutenza. La preoccupazione ha fondamento in
una serie di episodi di criminalit diffusa, avvenuti
dalla fine di giugno fino alla
scorsa settimana, ai danni di
alcuni istituti di credito che
operano sul territorio. Lultimo colpo, in ordine di tempo, stato consumato il primo settembre scorso da due
banditi, i quali hanno fatto
irruzione allinterno della
filiale della Banca Agricola Popolare di Ragusa, sita
in via Nazionale a Cassibile, dove hanno arraffato il
bottino di 5 mila euro dopo
avere puntato i taglierini al
personale dipendente e ai
clienti. Il 31 agosto cera

Sopra, la recente rapina avvenuta a Cassibile.

stata unaltra rapina ai danni della filiale del Monte dei


Paschi di Siena di Floridia. I
due banditi, entrati in azione, si sono impossessati di
una valigetta con 150 mila
euro in contanti, poco prima
consegnata da un portavalori ancora non chiusi nella
cassaforte a combinazione
per l'apertura temporizza-

ta. Il 6 luglio, malviventi in


azione sempre a Cassibile
e sempre nella stessa filiale
della banca ragusana, dove
hanno tentato di asportare il
bancomat. Tentativo non riuscito a causa del trambusto
provocato dal furgone, utilizzato come ariete, che ha
svegliato i residenti. Colpo
pienamente riuscito, invece,

il 5 agosto, con il clamoroso furto con la tecnica della spaccata del bancomat
della filiale Unicredit di
Palazzolo Acreide: bottino
da 40 mila euro. Il 26 giugno scorso, altro tentativo
di rapina ai danni della banca Carige di via Eschilo a
Lentini: due malviventi che,
armati di pistola e col volto

coperto da passamontagna,
si erano introdotti allinterno dellistituto di credito
dopo avere praticato un foro
alla parete del locale adiacente alla banca. Una volta
dentro, i rapinatori avevano
preteso che la cassaforte venisse aperta. Ma il congegno
a tempo non scattato e il
colpo fallito.
Alla luce di quanto si verificato nel corso dellestate dice Motta riteniamo
non pi differibile limplementazione delle misure di
prevenzione e protezione
passiva, realizzate con lausilio delle pi moderne tecnologie, integrandole con
il ripristino, nelle filiali pi
a rischio, della tradizionale
sorveglianza armata, ormai
quasi del tutto scomparsa.
La Fabi ha chiesto al prefetto Gradone di rispolverare
il protocollo dintesa, sottoscritto qualche anno fa dalla
prefettura di Siracusa insieme con lassociazione dei
banchieri per lattivazione
dei dispositivi di sicurezza.
R.L.

intervento del parlamentare regionale Vinciullo

Appello ai dirigenti scolastici:


si eviti lesodo di centinaia di docenti
Fra oggi e domani, in tutti i provveditorati della Sicilia
si concluderanno le operazioni di nomina su tutte le cattedre disponibili, sia intere che a orario, di tutti i docenti precari siciliani inseriti utilmente in graduatoria. Lo
comunica lon. Vincenzo Vinciullo, gi Coordinatore
Nazionale dei docenti precari.
Di conseguenza, questi, anche se nominati di ruolo fuori
regione, resteranno in Sicilia.
Tuttavia, migliaia di docenti, e di questi alcune centinaia della provincia di Siracusa, rischiano lo stesso di
lasciare la Sicilia e le loro famiglie, se i dirigenti scolastici, entro le ore 24 di giorno 11, non procederanno a
nominare i docenti precari nei cosiddetti spezzoni che
sono di loro competenza.
Se ci avvenisse, a partire da giorno 9 migliaia di do-

centi e fra questi, come gi detto, centinaia della provincia di


Siracusa, potrebbero lo stesso rimanere in Sicilia, perch basta avere un incarico fino al 30 giugno 2016 e potranno evitare di lasciare la famiglia, i figli ed eventuali genitori anziani.
Per questo motivo, ha proseguito lon. Vinciullo, conoscendo
la sensibilit dei dirigenti scolastici siciliani e le loro competenze e capacit, lancio un appello affinch procedano prima
di giorno 11, nel rispetto della legge e nel rispetto dei diritti
dei lavoratori, a nominare tutti i docenti precari possibili.
Eventuali nomine che dovessero essere assegnate dopo quella
data, ha concluso lon. Vinciullo, purtroppo non potrebbero
essere utilizzati dai docenti precari, che sarebbero costretti,
loro malgrado e nonostante i loro diritti, a lasciare la Sicilia,
la provincia di Siracusa e, soprattutto, le rispettive famiglie,
con danni gravi e irreparabili che dovrebbero sopportare.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 8 settembre 2015, marted

Un articolo sul sito on line del noto giornale inglese

Il caso del resort di Ognina ha

varcato i confini nazionali. Anche


il Telegraph, storico giornale inglese, ha trattato la questione con
un articolo pubblicato sul sito on
line a firma della corrispondente
da Roma, Alice Philipson. Sul
sito campeggia una foto a tutta pagina del sindaco Garozzo,
mentre il pezzo affronta la questione che prevede di realizzare uno dei pi grandi e lussuosi
complessi residenziali turistici
dEuropa.
Nellarticolo si fa riferimento a
un progetto del costo di 120 milioni di euro (88 milioni di sterline) con eliporto,, scuola di cucina
e lago artificiale su unarea che
la giornalista inglese paragona a
duecento campi di calcio.
Il progetto stato presentato agli
uffici del comune e comprende
anche un grande complesso di
ville e un campo da golf tra le
baie di Ognina e Fontane Bianche. Nellarticolo si fa riferimento a Sos Siracusa, un gruppo che
lavora per proteggere il territorio,
che ha lanciato una campagna
per fermare il progetto. Il tratto
di costa diventerebbe "una sorta
di ghetto o 'riserva indiana' per

Resort a Ognina
Ne parla anche
The Telegraph

In foto, la pagina on line del The Telegraph.

i cittadini, con il resto della costa riservato esclusivamente agli


ospiti di il villaggio" e strappando

ancora una volta il mare da parte


dei residenti. La giornalista fa riferimento a Enzo Maiorca, che

intervento di ferdinando messina

Sul resort Ognina, astuzia


greca e punica perfidia
Sulla questione del resort
a Ognina, del quale si parla oggi in conferenza dei
servizi, riceviamo e pubblichiamo una nota a firma
dellex consigliere comunale
Ferdinando Messina.
Per sapere cosa far e quali
saranno i comportamenti di
questa Amministrazione basta
leggere il programma elettorale del Sindaco, ebbene verr
fatto tutto al contrario di quello
che vi scritto. Lipocrisia e
le falsit che denotano i comportamenti e le dichiarazioni
di questa Amministrazione ormai non hanno pi limiti infatti
pensando di mettere insieme
astuzia greca e punica perfidia, per poi vantarsi di civil
culto continua a turlupinare i
cittadini di Siracusa rimangiandosi ci che aveva dichiarato e
che contenuto in atti pubblici,
ultimo esempio sono le valutazioni del Sindaco in merito al
progetto del megavillaggio per
soli ricchi ad Ognina. Oggi il
Sindaco dichiara che bisogna
valutare il progetto di Ognina
asserendo che questultimo

In foto, uno scorcio di Ognina.


rispetterebbe la normativa vigente al contrario di quello
della Pillirina che avrebbe deturpato irrimediabilmente quei
luoghi. Posto che qui non si
vuole difendere alcunch, la
verit proprio il contrario,
difatti mentre quello della Pillirina ricadeva in un area destinata ad insediamenti turistici e
solo successivamente classificata differentemente dal Piano

Paesaggistico prima ed oggi dal


vincolo a Riserva; per quello
di Ognina stata richiesta una
variante al PRG proprio perch non rispetta le normative,
ricadendo parzialmente in area
agricola. In ogni caso lintera
area dintervento tutelata dal
piano paesaggistico con livello
di tutela 3 (il massimo) e livello di tutela 2. Basta leggere le
norme del Piano Paesaggistico,

Sicilia 5

8 settembre 2015, marted

nato nella zona, il quale ha detto


a La Repubblica: "Noi perderemo il nostro bene pi prezioso;
il mare ... Per non parlare della vista. Poi fa riferinento alle
parole del sindaco Garozzo: "In
primo luogo dobbiamo esaminare il progetto in conferenza dei
servizi in cui si tenuti ad analizzare le iniziative che forniscano investimenti significativi per
la zona, sempre tenendo conto
delle restrizioni che dobbiamo
porre. Il progetto una joint
venture da multinazionale One
& Only, che possiede siti in tutto
il mondo dalle Bahamas a Dubai, e adesso la Siracusa Sun. La
giornalista ha parlato con Giorgio Fanara, amministratore delegato di Siracusa Sun, il quale
ha detto che il villaggio sarebbe
"il pi lussuoso in Europa". "I
progetti sono stati sviluppati da
professionisti in Sicilia - ha detto
- Vogliamo investire nella zona,
garantendo 400 posti di lavoro Il
resort avr un campo da golf a 18
buche. Vorremmo commercializzarlo a livello internazionale al
pi alto livello:.. Come il pi lussuoso in Europa.
G.B.

che sono sovraordinate a quelle


del Piano regolatore generale
perch chiunque possa arrivare alla elementare conclusione
che non possibile procedere
ad una variante per autorizzare
lintervento proposto. Come diceva un famoso presentatore la
domanda sorge spontanea: ma
come proprio lui che una volta
vestendo i panni dellambientalista (di facciata n.d.r) era a capo
della rivolta contro la Pillirina e
richiedeva modifiche ad un PRG
allora vigente da appena due
anni - verso il quale non aveva
mai proposto alcuna osservazione- oggi si dichiara possibilista
ad una variante che neanche
dovrebbe essere presa in considerazione; senza tener conto
dellenorme stravolgimento del
territorio con notevole aumento
del carico antropico con sottrazione alla vista ed alla fruzione pubblica dellunico tratto di
costa siracusana non deturpato dallabusivismo selvaggio.
Oggi non sarebbe pi occupato
da qualche casetta abusiva ma
una megastruttura con annesso eliporto e campo da golf a
18 buche con notevole impatto
ambientale. Tutto ci con buona
pace del rispetto dellambiente e
dei famosi volumi zero tanto decantati dalla narrativa renziana.
Ferdinando Messina
Gi presidente del Consiglio
Comunale di Siracusa

Cronaca di Siracusa

Ledificio di piazza della repubblica continua a cadere a pezzi


Nuovo intervento da
dence con appartamenti,
parte dei vigili del fuoco
per mettere in sicurezza
alcune finestre dellex palazzo di giustizia di piazza della Repubblica. Un
intervento sollecitato da
alcuni residenti, che hanno notato come il vetro di
alcune finestre minacciasse di frantumarsi per poi
finire in strada mettendo
a repentaglio lincolumit
dei passanti. Lintervento
dei pompieri avvenuto
intorno alle ore 9.30 e si
risolto nel giro di poche
decine di minuti. I vigili
del fuoco hanno messo in
sicurezza alcune finestre,
eliminando del tutto il
vetro laddove ancora erano rimasti dei pezzi, che
avrebbero potuto finire in
strada a un semplice alito
di vento.
Non la prima volta che
le squadre dei vigili del
fuoco sono chiamate a
intervenire per rimuovere ostacoli o elementi di
pericolo dallex palazzaccio. Cornicioni pericolanti, infissi staccati e persino
un incendio, sviluppatosi
qualche anno addietro
nel cortile interno, dove
vi la presenza di un am-

Ex tribunale
in degrado
ed insicuro

In foto, lex tribunale di piazza della Repubblica.

masso di sterpaglie oggi


trasformatesi in fitta vegetazione inaccessibile
e nascondiglio dinsetti
e ratti di ogni formato e
taglia.

Lex palazzo di Giustizia


un immobile privato,
per il quale, dopo la dismissione alla fine degli anni Novanta, si era
parlato di un suo utilizzo

prima come albergo, poi


come ipermercato con
area di sosta. Era stato
avanzato anche un altro progetto legato alla
realizzazione di un resi-

negozi e garage. Nel periodo in cui era in carica


la Giunta Visentin era in
fase avanzata il progetto
di utilizzare l'area di sosta
interna quale parcheggio
riservato ai dipendenti comunali per liberare
posti utili ai fruitori della zona. Ma quel progetto naufrag, limitandosi
soltanto a una ripulitura
del terreno. Quelledificio
oggi un cumulo di macerie, residenza di senza
tetto, tra immondizia, erbacce e finestre prive di
vetri, come accertato dai
carabinieri, che la scorsa
settimana hanno eseguito
un servizio straordinario
dispezione insieme con
la polizia municipale. I
residenti hanno chiesto a
pi riprese che si ponesse
rimedio alla situazione.
Su quellimmobile vige
da anni un contenzioso:
la propriet dellimmobile, infatti, dopo il trasloco degli uffici giudiziari
allattuale palazzo di
Giustizia di viale Santa
Panagia, aveva chiesto al
Comune di Siracusa un risarcimento dei danni causati allimmobile.

protagonista un avolese, preso dai militari

Si finge malato per sfuggire


alla cattura per evasione
I

Samyr Lamloumi.

Carabinieri di Avola hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione Samyr,
Lamloumi avolese di 18 anni, gi noto alle
forze dellordine. Il giovane era sottoposto
alla misura cautelare degli arresti domiciliari
poich resosi responsabile di una rapina ai
danni di un negozio di ferramenta perpetrata
allinizio del mese di agosto. I Carabinieri lo
hanno notato a bordo di una bicicletta in giro
per le strade del paese. Alla vista dei Carabinieri il giovane invertiva la marcia dandosi a
fuga. Dopo pochi istanti il militare di servi-

un arresto a rosolini

militari della Compagnia Carabinieri di


Noto hanno tratto in arresto per detenzione
ai fini di spaccio di sostanza stupefacente
Giuseppe Cammisuli, rosolinese di 43 anni.
I Carabinieri hanno fermato luomo alla
guida del proprio veicolo per sottoporlo ad
un ordinario controllo di polizia.
Latteggiamento nervoso ha insospettito
i militari i quali, avendo fondato motivo
di ritenere che lo stesso potesse occultare
qualcosa di illecito, hanno proceduto a perquisizione personale e veicolare: nella tasca
dei pantaloni i Carabinieri hanno rinvenuto
41 grammi di sostanza stupefacente del tipo
cocaina contenuta in un unico involucro di
cellophane trasparente chiuso con un nodo

In tasca aveva
41 grammi
di cocaina
ed a sua volta messa allinterno di un sacchetto per alimenti; allinterno del veicolo,
inoltre, stato rinvenuto un bilancino elettronico di precisione sporco di sostanza stupefacente.

zio alla caserma di Avola informava i colleghi


impegnati nel servizio di pattuglia che Lamoumi Samyr aveva contattato telefonicamente la
Stazione e, con voce molto affannata, aveva
riferito che si stava recando in ospedale perch stava molto male. Pertanto i Carabinieri si
portavano presso lOspedale Di Maria e, appostatisi allinterno del parcheggio, notavano
il giovane sopraggiungere in bicicletta. Resosi
conto della presenza dei militari, si dava nuovamente alla fuga introducendosi allinterno
dellOspedale e venendo subito dopo bloccato.

cronaca di siracusa 6

Sicilia 8 settembre 2015, marted

Le vie di Belve-

dere di Siracusa
si sono riempite della folla di
visitatori che si
recavano al Semaforo per saziare la loro curiosit. Gioved
e venerd scorsi,
anziani,
adulti, adolescenti e
bambini, locali
e non solo, sono
stati tutti attratti
da questo evento
straordinario: la riapertura
del
Semaforo
di
Belvedere
sito simbolo
della localit ma
purtroppo inaccessibile al pubblico da diversi
decenni. Levento stato il terzo
appuntamento
della Rassegna
Un Gran Bel
Vedere che, con
la regia di Agostino De Angelis,
ha animato prima Piazza Capitano Fazzina, poi
il Campo Sportivo, anchesso
chiuso da tempo.
Il Semaforo di
Belvedere, che
ebbe nel tempo
diverse funzioni
tra cui quella di
stazione davvistamento, telegrafica e meteo-

8 settembre 2015, marted

Consegnata
anche se solo
per due giorni,
a residenti e
non, lo storico
edificio, nato
nel periodo
post-unitario
come Stazione
Vedetta della
Marina Militare
Italiana, e che
costitu una
base misurata
del sistema di
segnalazione

Bagno di folla nella frazione


per lapertura straordinaria
del Semaforo di Belvedere
rologica stato
sempre
ammirato da tanti dal
basso verso lalto
ma grazie allinteressamento e
alla
collaborazione tra l Ufficio del Demanio
di Catania, della
Circoscrizione di
Belvedere, nella persona del
Presidente Vin-

cenzo Pantano,
e del Comune di
Siracusa, lAssociazione Culturale Extramoenia
ed il regista Agostino De Angelis sono riusciti
a poter offrire,
attraverso delle
Visite Guidate
Teatralizzate,
la possibilit di
poter finalmente
accedere sino al
primo terrazzamento del sito,
realizzando cos
il sogno di tanti,
da sempre incuriositi. Gli orari
di ingresso e di
visita,
inizialmente fissati per
tre al mattino e
tre al pomeriggio
sono successivamente stati estesi al fine di poter accontentare
i numerosissimi
accorsi con grande entusiasmo.
Liniziativa, pro-

mossa dal Demanio, dal Comune


di Siracusa e dalla Circoscrizione di Belvedere,
consegner, anche se solo per
due giorni, a residenti e non, lo
storico edificio,
nato nel periodo post-unitario
come Stazione

Vedetta
della
Marina
Militare Italiana, e
che costitu una
base
misurata
del sistema di
segnalazione e
avvistamento
della navigazione militare. Sar
dunque possibile per i visitatori
godere, da que-

sta memorabile
struttura in disuso, della bella veduta panoramica
di Siracusa che
ad oggi, dopo
un
opportuno
restauro, sarebbe bello venisse
adibita a meta
turistica data la
sua importanza
storica.
La pulizia del
sito, per una migliore fruibilit,
ha visto impegnati la circoscrizione di Belvedere insieme ad
altre associazioni
locali che se ne
sono fatti carico.
La guida Marco
Monterosso ha
fornito interessanti cenni storici accompagnato
dai versi di Angelo
Bedogni,
Samuele Calleri
e Giulio Scariolo. Levento ha
accolto il plauso
anche del Vice
Sindaco Francesco Italia, gradito
visitatore, che ha
espresso la sua
soddisfazione,
sia nella veste
istituzionale che
di quella di cittadino, per lottima
riuscita della manifestazione.

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

Trasporti
Santospirito:
Favorito
il trasporto
regionale
in Emilia
Romagna
e in altre
regioni
del Nord
In foto, la stazione
di Siracusa.

Trenitalia investe miliardi


Ma la Sicilia esclusa
Negli

ultimi giorni
della scorsa settimana Trenitalia ha
presentato un maxi
progetto che prevede
investimenti importanti per rafforzare il
trasporto regionale.
Nella presentazione
si parlato addirittura di dotare il trasporto locale di beni
500 nuovi treni pendolari.
Si tratta di una gara
record per lacquisto di tali treni, una
commessa che vale
4,5 miliardi. Sono
treni che andranno
al trasporto regionale con lobiettivo di
rinnovare la flotta
in vista dei rinnovi
contrattuali della societ con le regioni.
Si parte subito con
una tranche gi operativa di 96 treni destinati allEmilia Romagna per un valore
intorno ai 760 milioni di euro. In quella
regione, infatti, Fs
ha vinto la gara lo
scorso 7 luglio. Dei
500 treni, 300 saranno convogli elettrici
ad alta capacit con
oltre 450 posti letto,
150 saranno convogli elettrici a bassa
capacit, 50 saranno
treni diesel.
Oggi la flotta dei treni di Fs composta
da mille treni il 60%
dei quali ha unan-

Nella foto
a fianco, lex

sindacalista Roberto
Santospirito,
che ha affrontato il tema
del trasporto
pubblico
su rotaia.

zianit superiore ai
25 anni, mentre il
40% stato rinnovato con le Regione dal
2014 a oggi.
Non v dubbio
che da Trenitalia e
di converso, dal governo nazionale arriva un segnale forte di rilancio della
strategia aziendale
- afferma Roberto
Santospirito, ferroviere in pensione,
gi segretario della
Cisl ferrovieri - Ma
altrettanto chiaro che
di tutti questi convogli non ne previsto
uno solo in arrivo
in Sicilia, figuriamoci a Siracusa.
Siamo fermi alla
proposta dellingegnere Schimberni,
che ebbe specifico
mandato dallo Stato, che allest un
business plan mai
attuato. Quel progetto prevedeva investimenti per tutta la
rete ferroviaria con il
raddoppio delle linee
ferrate laddove man-

cavano. Peccato che


anche quel business
plan era deficitario
perch il raddoppio
della tratta ferrata si
fermava a Catania.
Per il battagliero ex
sindacalista, insomma, c il rischio
che il piano aziendale di Trenitalia non
contempli affatto la
nostra regione, che
pure ne avrebbe bisogno. Quello presentato dallazienda
- dice Santospirito un ottimo segnale
dinvestimento a favore delle cosiddette
infrastrutture leggere
e per le opere regionali. Mi piacerebbe
sapere come sta intervenendo il governo regionale in tema
di trasporto ferroviario, visto che fino a
questo momento, da
quello che dato sapere, gli investimenti
sui treni regionali, riguarda soltanto lEmilia Romagna, che
pure non credo abbia
bisogno di interventi

urgenti come quelli


che occorrerebbero
in Sicilia. Insomma,
si sta giocando con
due mazzi di carte
e quello perdente
proprio quello siciliano.
Santospirito ha intenzione di prendere carta e penna
e di coinvolgere in
tutto e per tutto non
solo la deputazione
regionale e nazionale siracusana ma
anche lamministrazione comunale di
Siracusa. E importante in questo preciso momento storico, in cui si stanno
chiudendo
importanti accordi - dice
- che le istituzioni
pubbliche e la politica locale si faccia
sentire presso il governatore Crocetta.
La nostra provincia
gi pesantemente
tagliata fuori dal sistema dei trasporti
ferroviari. Arrivano
treni non vecchi di
venticinque anni, ma

davvero obsoleti con


disservizi continui
per gli utenti che a
questo punto preferiscono abbandonare
il trasport ferroviario per quello aereo
e gommato. Anche le
nostre imprese sono
costrette a fare partire e arrivare le proprie merci dallo scalo
di Bicocca a Catania,
quando
abbiamo
un invidiabile scalo merci di contrada
Pantanelli che rimasto solo un abbozzo di infrastruttura,
un autentico spreco
di denaro pubblico.
Dal danno alla beffa - continua Santospirito - perch c
da considerare che
dei 4,5 miliardi di
investimenti previsti dallo Stato per il
rafforzamento
del
trasporto ferroviario
regionale, buona parte andranno a finire
a quelle imprese che
muovono capitali ma
che anche sollecitano
la ripresa occupazionale. E non saranno
certo imprese siciliane o del Sud Italia. Se il buongiorno
si vede dal mattino,
bisogna riflettere sul
fatto che Trenitalia
ha deciso di utilizzare un pennarello rosso, tagliando il Sud e
la nostra isola.
R.L.

Galioto:
Ambiente
Rimanga
il potere
a Regioni

Inviterei il mi-

nistro delle Riforme, Maria Elena


Boschi, ad essere
pi chiara sulle
competenze che
spettano allo Stato
e alle Regioni.
Lo afferma il
segretario provinciale dellUgl,
Antonio Galioto,
il quale continua:
Proprio sul tema
dell'energia e
dell'ambiente le
regioni devono
continuare, a
nostro avviso, ad
essere protagoniste e voce dei
rispettivi territori. Togliergli il
potere legislativo
su temi cosi importanti e delicati
arrecherebbe solo
ulteriori danni al
Paese. Il Governo si occupi
delle strategie di
rilancio di un'economia nazionale
completamente in
ginocchio".
"Siamo stanchi
dei soliti spot
pubblicitari del
Governo: l'Italia
e' sempre un passo indietro rispetto agli altri paesi
europei. In particolare, su temi
quali ambiente
ed energia, siamo
ancora ai nastri di
partenza". "L'approvvigionamento
elettrico vitale
per un paese fra
i pi sviluppati
al mondo. Siamo convinti che
bisogna nell'immediato fare dei
consorzi energivori come gi
accade in Belgio,
Francia e Germania per abbassare
i costi e ampliare
le energie rinnovabili, entrare
quindi, nell'economia circolare e
rafforzare l'inter
connector.

SOCIET 8

8 settembre 2015, marted

Sicilia 8 SETTEMBRE 2015, MARTED

Nel variopinto
mondo dell'arte pittorica
considerata
pi che una
promessa per
le sue qualit
e per la sua
tecnica di
pittrice dal
temperamento scottante
come
la sua Etna

di Concetto Gil
Giulia Cuscun artista del colore dai
trascorsi brevi ma
intensi e pieni di
soddisfazioni. Nel
variopinto mondo
dell'arte pittorica
considerata pi che
una promessa per le
sue qualit e per la
sua tecnica di pittrice dal temperamento scottante come
la sua Etna, essendo figlia di quella
terra ed esattamente della ridente e
produttiva cittadina di Patern, che
erutta fuoco e vita
allo stesso tempo.
Ed appunto la vitalit dei suoi colori
che la proietta in un
mondo di emotivit
ed emozioni come
lei stessa afferma
con la mano e le
dita guidate da un
subconscio quasi
inspiegabile.
Guardando le sue
opere che hanno
trovato ospitalit
presso la Galleria
Roma in piazza
San Giuseppe 2 a
Siracusa dal 4 al 16
settembre, ho provato una stranissima
sensazione,
ed la prima volta
che mi capita, cio
guardare
questa
mostra da una prospettiva totalmente
diversa da quella
che normalmente
ogni visitatore immagina. L'artista,
all'opera che realizza: un paesaggio,
una natura morta,
un contadino, una
figura
femminile
o un venditore di
arance rosse, bagnando il pennello
o usando la spatola
per trasferire il colore su di una tela o
su di un piano rigido ,plasmato dalla
sua abilit manuale
fino al completamento del soggetto
prescelto, trasmette
le parti pi intime
del proprio io . In
questa occasione
ho immaginato la
Cuscun come parte integrante di una
ampolla di fuoco, ovvero colma
di colori passionali
intrappolati conlei
nel ventre di que-

Alla Galleria Roma


esposte le opere
di Giulia Cuscun
sta forza vulcanica
che la spinge verso
l'esterno con tutta
la forza dei suoi
movimenti, della
mente, del corpo
e delle mani in
cerca della luce
della vita creando
venature e ombre
che innalzano edifici, forme umane
e citt surreali di
grande effetto tecnico pittorico. I

colori, di una vivacit sbalorditiva


sono la parte pi
identificativa che la
Cuscun riesce ad
imprimere ad ogni
suo lavoro dal sapore mediterraneo
ma ancor pi verghiano. Guardando
quello scorcio di
case dal gusto teatrale ben confacenti
alla drammaturgia
dello scrittore ca-

tanese o quegli anfratti di un piccolo


bagghiu o di un
casolare di campagna con il caretto
siciliano agghindato a festa per le vie
e piazze dell'abitato, vediamo il sogno creativo della
Cuscun plasmato
di un fascino particolarmente veritiero. Identifico
la mia pittura come
Arte emotiva e
non trovo le parole per definirla. Il
colore poggia sulla
tela e prende vita
un'emozione interna.
L'impressionismo e l'espressionismo a cui mi
ispiro
respirano
lo stesso clima di
emotivit.
Cos
scrive Giulia Cuscun della sua pittura e da questa sua
affermazione non
crediamo di essere distanti , anzi
crediamo di aver
centrato il suo stato
di emotivit e creativit artistica che
sono la parte pi
genuina e promettente dell'artista di
Patern.
Il Prof. Salvatore
Rapisarda, docente

di storia dell'arte,
nel suo breve intervento di presentazione dei lavori di
Giulia Cuscun si
soffermato sulla
qualit cromatica
e sulla prospettiva
dei singoli lavori
che la brava pittrice etnea riesce
a mettere in luce
soprattutto
quelle parti cosiddette
di secondo piano vivacizzandole con destrezza
e
professionalit
da veterana dando
quel giusto risalto cromatico con
sfumature forti o
meno forti di grande effetto. Anche
il direttore artistico della Galleria,
Salvatore Zito ha
avuto parole di
compiacimento per

la giovane artista
augurandole un positivo e lusinghiero
percorso nel mondo dell'arte pittorica.
Nel corso della
serata la Galleria
Roma ha conferito
al Prof. Architetto
Salvatore
Rapisarda , quale amico e sostenitore di
vecchia data della
Galleria e delle sua
attivit artistiche
e culturali, il premio Galleria Roma
2015 Ortigia verso il futuro una
scultura raffigurante Ortigia che solca le onde sospinta
da una vela gonfia
di vento retta da
un solo albero. Il
premio stato consegnato dal vice
Presidente
della
Galleria Prof. Enzo
Monica, alla presenza di un gruppo
di amici che hanno
gradito
il personaggio prescelto per questa
prima assegnazione. Il progetto scultoreo stato ideato
dal prof. Salvatore
Li Puma, e realizzato in ceramica
finemente lavorata
e colorata dal Maestro scultore Giacomo Lo Presti.
La mostra della
Cuscun visitabile tutti i giorni
escluso il luned
dalle ore 17.30 alle
ore 20.30.

Sicilia 9

Il concerto-preghiera
Mater Lacrimarum
E

tutto pronto
sul sagrato della
cripta del Santuario della Madonna delle Lacrime
per
accogliere
gioved dieci settembre alle ore
21 il concertopreghiera Mater
Lacrimarum con
Antonella Ruggiero, e Francesco
Buzzurro.
Una serata di intensa spiritualit
mariana prevista

Il racconto della lacrimazione si scioglier in canto


grazie alla splendida voce di Antonella Ruggiero
allinterno del 62
anniversario della
Lacrimazione di
Maria a Siracusa,
rinviata a causa
di una prolungata laringite della
cantante. Lartista,
scusandosi
per limprevisto
inatteso,
aveva
dato appuntamento al 10 settem-

bre. Il racconto
della lacrimazione si scioglier
in canto grazie
alla
splendida
voce di Antonella Ruggiero e
alle melodie della
chitarra di Francesco Buzzurro.
Tra testi e canzoni un percorso
legato alla figura
della Madre. Attraverso la via
della bellezza, ci
condurr sin sulla

societ

soglia del Mistero


di Dio e delluomo, che scelgono
di incontrarsi sulla superficie delle
lacrime di Maria.
Al termine ci sar
un dialogo tra la
Ruggiero e don
Luca Saraceno,
rettore del Santuario. In caso di
maltempo stata gi allestita la
cripta per ospitare
il concerto preghiera. Un evento
straordinario
che segn la vita
di questa citt e
che apr una pagina nuova della
storia
religiosa
di Siracusa. Le
lacrime di Maria
diventano per noi
accorato appello a
lasciarci raggiungere e invadere
dalla misericordia del Signore.
Le lacrime della
Madre ci introducono, questanno alla fruttuosa
celebrazione del
Giubileo Straordinario della Misericordia indetto
da Papa Francesco. Siamo certi
che Ella, la
Madre della misericordia, ci guider ad attraversare
la Porta Santa,
quella vera che
Cristo Signore.

Gli autori: Identit e futuro, un binomio su cui puntare

La Storia di Marzamemi
in un libro illustrato
per tanti bambini

Far conoscere ai bambini la storia del bor-

go di Marzamemi, le tradizioni, le storie, i


saperi a cui la sua tonnara ha dato vita nel
corso dei secoli. Questo lo scopo de La storia di Marzamemi , il piccolo libro illustrato,
scritto da Lucia Falla (insegnante e nipote
dellultimo razionale della tonnara di Marzamemi) e ideato da Emma Costa, con la
grafica di Corrado Santacroce. L'iniziativa
editoriale, senza alcun contributo pubblico,
sta gi destando lattenzione di tanti bambini che hanno cos la possibilit di conoscere
a grandi linee la storia del borgo di Marzamemi.
Secondo gli artefici del volumetto infatti
importante puntare sulle tradizioni, su quel-

le straordinarie specificit che inducono sempre pi viaggiatori di ogni paese a spingersi


fino all'estremo lembo di terra siciliana. A
Marzamemi infatti non ci si passa per caso.
Non una tappa obbligata per i turisti, ma
per i viaggiatori attirati dal fascino di questa
localit, dallassolato esotismo di questo luogo dellanima.
Il piccolo libro di Lucia Falla raggiunge
quindi lobiettivo di suscitare linteresse e la
curiosit dei bambini per una realt che rischia di scomparire. Ed occorre invece puntare sul binomio cultura e turismo che pu
costituire il volano di sviluppo economico oltre che culturale. In unera di globalizzazione, la comunit che non tiene conto della sua

memoria collettiva, che smarrisce la propria


identit, si consegna a valori e riferimenti
estranei ed effimeri. Non ci pu essere futuro affermano gli artefici delliniziativa
Costa, Falla e Santacroce - senza una precisa identit e noi ci proponiamo di suscitare
nei bambini la voglia di saperne di pi e di
tutelare questa identit.

SOCIET 10

Seguire delle regole da tutti condivisibili


e dare spazio alla meritocrazia

Riceviamo e pubblichiamo una lettera


aperta degli operatori del settore pubblicit, comunicazione ed innovazione
di Confcommercio
allAmministrazione del Comune di
Siracusa.

E' indispensabile che l'amministrazione si confronti dal


punto di vista tecnico con tutti gli operatori del settore

In qualit di opera-

tori del settore pubblicit, comunicazione e innovazione


operanti da differenti
anni nel comune di
Siracusa attraverso
aziende e liberi professionisti, guidati
da uno spirito costruttivo di sinergia
tra amministrazione,
associazioni di categoria e imprenditoria, desideriamo
porre all'attenzione
dell'Amministrazione alcuni punti
che crediamo siano
fondamentali
per
concorrere al pieno
sviluppo del settore
che rappresentiamo,
e per indotto, all'economia tutta.
Abbiamo esigenza di
regole certe che permettano di fornire
medesime opportunit di partecipazione a tutte le aziende
del settore, ciascuna
con le proprie specificit, in unottica di
piena trasparenza e
sinergia con la pubblica amministrazione. Ci riferiamo, con
semplicit e chiarezza, allaffidamento
diretto operato, pi
volte, dallAmministrazione che se
pur legalmente applicabile, potrebbe
essere svolto invitando a partecipare
tutte le aziende del
territorio interessate
a presentare i propri
preventivi e aderire,
cos, ad una condivisa opportunit
di sviluppo che, ad
oggi, non viene assolutamente applicata.
Molteplici e di facile
applicazione le modalit di individuazione, partecipazione e coinvolgimento
rapido, di differenti
aziende,
attraverso l'iscrizione ad un

8 settembre 2015, marted

Sicilia 8 settembre 2015, marted

albo di imprese regolamentato da curriculum e storico


aziendale, specializzazione di settore
e documentazione
aziendale, attraverso
il mercato elettronico della pubblica
amministrazione, attraverso la comunicazione on line; tutte azioni finalizzate a
dare ampia visibilit
all'avviso
rendendolo effettivamente
pubblico.
Immediata la convenienza economica
per
l'Amministrazione che interessando pi soggetti,
potrebbe
ottenere
quotazioni ridotte,
una migliore qualit
data da competenze
specifiche e maggiore guadagno diretto
alle casse del Comune nel caso di affidamento di servizi che
prevedano lucro.
Ci riferiamo, per
portare
qualche
esempio, all'affidamento diretto degli
ultimi servizi di comunicazione quali
il restyling del sito
web del Comune di
Siracusa
(affidato
nel mese di Dicembre 2014 di cui ad
oggi, dopo 6 mesi,
non abbiamo ancora
visto riscontro), i totem stradali informativi e la pubblicita'

dinamica sulle linee


di trasporto urbano
Siracusa
D'amare
(opinabile sia dal
punto di vista del
rinnovo, visto che
stato effettuato il
secondo affidamento dopo l'incarico
dei primi 6 mesi,
alla stessa azienda,
che sul valore del
canone proposto, a
nostro parere, estremamente ridotto) e
tanti altri progetti di
promozione rivolti a
residenti e turisti.
Occorre,
inoltre,
l'applicazione delle
proposte di modifica al "Regolamento
sulla pubblicita' del
Comune di Siracusa
per lapplicazione
dellimposta comunale sulla pubblicita e del diritto sulle
pubbliche affissioni" rimasto aggiornato all'anno 2002,
proposte che sono
state avanzate e redatte dagli operatori ed ampiamente
discusse e condivise dall'assessore al
ramo durante il primo tavolo tecnico
con il settore innovazione di Confcommercio tenutosi il
22 settembre 2014 e
durante altri successivi incontri.
Numerose e importanti promesse che,
ad oggi, non hanno

avuto alcun seguito


nonostante l'applicazione necessaria.
I punti riguardano
lo snellimento delle
pratiche burocratiche, la redazione di
regole certe e condivise con gli operatori
del settore per la realizzazione di vetrofanie ed insegne, l'inoltro delle pratiche
attraverso procedure
web con modulistica
predefinita da compilare on line inviata
contemporaneamente a Comune, Vigili
Urbani e Soprintendenza, linvio della
documentazione tramite posta certificata, le modalit di pagamento tributi con
pay pal o carta di
credito. Tutte procedure, applicabili agli
impianti di pubblicit, all'insegnistica
e alla distribuzione
dei volantini, che
permetterebbero agli
imprenditori di poter
accelerare la promozione in maniera efficace e far crescere
l'economia.
Oggi per affiggere
un'insegna, nata allo
scopo di segnalare il
proprio punto vendita, un imprenditore
sostiene un dispendio di tempo enorme
per il disbrigo pratiche con costi notevoli e, nonostante

tutto, puo' attendere


fino ad 1 anno, specialmente quando a
dover dare l'autorizzazione interviene
anche la Soprintendenza. Un vero e
proprio calvario che
provoca grossi danni
per l'economia cittadina e favorisce l'abusivismo con mancanza di importanti
entrate nelle casse
del Comune. Tutto
risolvibile, in questo
caso, semplicemente stilando un regolamento, piu' volte
richiesto ed atteso,
ma mai realizzato
che regoli in maniera chiara le norme, i
criteri, i materiali ed
i colori di realizzazione delle insegne
con un adeguamento
ai principali comuni
italiani ed un conseguente allineamento
che il Comune deve
richiedere con estrema urgenza anche
alla Soprintendenza
, la quale non possiede alcun regolamento pubblico ma
semplicemente un
parere variabile ad
personam.
Ed , anche, d'obbligo che il nuovo piano sulla pubblicit
preveda un adeguamento del regolamento alle nuove tipologie di pubblicit
passando attraverso
forme di pubblicit,
utilizzate
abitualmente nei rimanenti
comuni d'Italia, dalle
formule di guerrilla
marketing ai totem
multimediali
fino
agli impianti innovativi e tecnologicamente avanzati con
tariffe adeguate alle
differenti tipologie
proposte. Tutte azioni di pubblicit che
oggi, frutto di una
normale evoluzione del settore, non
essendo incluse in
un piano redatto nel
lontano anno 2002,
non possono essere
attuate.
Strettamente corre-

lato al regolamento
sulla Pubblicit diventa il Piano Urbanistico del Traffico
e della Mobilit ed
il Piano Urbanistico
Commerciale, promessa di redazione
sottoscritta dal Sindaco Garozzo durante la sua campagna
elettorale nei confronti di Confcommercio in data 25
Maggio 2013.
Nulla di difficile
applicazione ma di
grande vantaggio per
dare impulso all'economia cittadina. E'
indispensabile che
l'amministrazione si
confronti dal punto
di vista tecnico con
tutti gli operatori del
settore perch l'unico
criterio di crescita
mettere in campo le
competenze, seguire
delle regole da tutti
condivisibili e dare
spazio alla meritocrazia. Rinnoviamo,
come gi rappresentato dal 2014 ad oggi,
durante gli incontri
con i rappresentanti
del settore e le Associazioni di categoria
la piena disponibilit
degli operatori del
settore
pubblicit,
comunicazione ed
innovazione ad offrire gratuitamente
la propria consulenza all'Amministrazione per un tavolo
stabile di confronto
che deve essere sviluppato in maniera
preventiva e, a questo punto attivato
immediatamente,
con l'obiettivo di
formulare un nuovo
piano di regolamentazione ed azioni
di accesso alla cosa
pubblica adeguate
all'innovazione, allo
sviluppo del mercato, alla semplificazione
burocratica,
all'aggiornamento
con le nuove azioni
di comunicazione ed
alla partecipazione
trasparente.
Pietro Gennaro
Presidente
Innovazione
& Comunicazione
di Confcommercio
Siracusa

Adesso

basta!!! Non
possibile che
non vi sia giorno non caratterizzato da un
fatto criminale, da una tentata rapina e
da un fenomeno malavitoso
lo dichiarano
a gran voce
lon Vincenzo
Vinciullo presidente
della
Commissione Bilancio e
Programmazione allARS
e coordinatore
provinciale del
NCD,
Mario
Pancari della
direzione nazionale NCD,
i coordinatori
cittadini NCD
di
Carlentini
e Lentini Roberto Mandolfo e Antonio
Pino.
Assistiamo
giornalmente
inermi a fatti
criminali che
minano
alla
base la serenitae la tranquillita delle nostre comunita,
prosegue LOn
Vinciullo, nonostante
lo
sforzo
disumano che Po-

Sicilia 11

Gi tempo
fa ci sono
state le
prime avvisaglie di
una recrudescenza
criminale
In foto, la Prefettura
di Siracusa; sotto da
sinistra verso destra,
il Prefetto Armando
Gradone insieme con
il Questore Mario
Caggegi, il Col. della
Guardia di Finanza,
Antonino Spampinato
e il Col. dei Carabinieri, Luigi Grasso.

Triangolo Lentini, Carlentini


e Francofonte: i cittadini
hanno bisogno di sicurezza
lizia e Carabinieri svolgono
sul territorio e
di ieri sera la
notizia comunicatami
dagli esponenti
NCD di Lentini e Carlentini
di una rapina
a mano armata
in una gioielleria del centro.
Numerosi gli

istituti di Credito nel mirino


dei malviventi nelle ultime settimane
,
proseguono
gli
esponenti
NCD di Lentini e Carlentini
che per fortuna hanno messo solo, si fa
per dire, a dura
prova
emotiva dipendenti
degli istituti e
comuni concittadini per non
parlare
delle
rapine a mano
armata perpetrate sulla pubblica ai danni
di onesti lavoratori.
Per tale ragione,
conclude
lon Vincenzo
Vinciullo, stamane ho personalmente
informato
il
ministro degli
interni Ange-

lino
Alfano,
nonch segretario nazionale
NCD , delle legittime richieste di maggiore sicurezza e
potenziamento
di mezzi e strumenti in dotazione alle forze dellordine
nei comuni del

triangolo Lentini, Carlentini


e Francofonte
palesati
dai
miei collaboratori sul territorio e perche vengano
ampiamente
accolte le risultanze
del
Comitato provinciale
per

societ

lordine e la sicurezza che si


terr in Prefettura mercoled
prossimo venturo. Gli atti di
recrudescenza
criminale verificatisi in questi giorni debbono
indurre
lo Stato ed anche noi ad affinare e rendere pi efficaci
le tecniche e
le strategie di
contrasto alle
criminalit.
Non c pi
tempo da perdere
perch
sono in gioco
le sorti della
sicurezza e del
vivere civile e
sereno dei cittadini perbene.
Occorre portare avanti una
campagna
di
informazione
sullaggravarsi
della situazione con lintento di fare acquisire
piena
consapevolezza della realt
da parte di tutti
coloro che vogliono intendere in modo che
nessuno possa
dire io non sapevo.

SPECIALE 12

Sicilia 8 SETTEMBRE 2015, MARTED

8 SETTEMBRE 2015, MARTED

Il fenomeno dei migranti oggi un segno dei tempi

Accogliamoci lun laltro


Amate il forestiero (Dt 10,19)

Il problema in primo luogo, politico, perch le societ devono


trovare risoluzioni per orientare e gestire movimenti cos epocali

Il fenomeno dei migranti oggi un segno


dei tempi, e interpella
credenti e non credenti
a risolvere il problema della ospitalit e
dellaccoglienza. Questo il punto di partenza
del convegno ecumenico ed interreligioso,
"Accogliamoci lun
laltro - Amate il forestiero (Dt 10,19)" in
corso all'Istituto Superiore di Scienze Religiose "San Metodio".
Accogliamoci lun laltro, interpellando i rappresentanti di diverse
religioni, e pensatori
laici, facendoli interagire in chiave interdisciplinare, sul piano etico,
scientifico, religioso e
politico, per una analisi
maggiormente attenta
e approfondita delle
questioni aperte dal
problema migrazioni e
per garantire dignit a
chi per svariati motivi,
costretto a rischio della
propria vita a lasciare
il proprio paese, nella
speranza di trovare,
una terra promessa.
Il problema in primo
luogo, politico, perch
le societ devono trovare risoluzioni per orientare e gestire movimenti
cos epocali. La Bibbia,
non offre soluzioni a
questo problema, ma
sin dallinizio da Genesi affronta il problema dello straniero. Un
convegno per far memoria, a quasi tre anni
dalla scomparsa di padre Arcangelo Rigazzi
(1945/2012), sacerdote
impegnato da sempre
nellaccoglienza del diverso, dellultimo, dello
straniero. E perch
questo lembo di Sicilia
terra di frontiera,
costretta a vivere sulla
propria pelle il dramma
umano e le tragedie
dei migranti. E oggi
sempre pi importante e
urgente approfondire il

problema, sia in ambito


religioso che laico, in
particolare se si considera che ogni giorno
quasi ormai nellindifferenza generale,
si consumano immani
tragedie con centinaia
di morti.
La Bibbia ebraica
ha spiegato don Nisi
Candido, direttore

dellISSR San Metodio


- usa tre termini per indicare lo straniero, o
forestiero che, come
diceva il Cardinale
Martini, riflettono lesperienza sofferta dei
Figli dIsraele: Tre
termini nei quali si
pu leggere qualcosa
dell'esperienza sofferta
e dinamica di Israele

e del cammino della


rivelazione nel cuore di questo popolo;
zar lo straniero lontano, nokri, lo straniero
di passaggio, gher o
thosav, lo straniero
residente. Il pensiero
ebraico sullo straniero
si evolve da negativo
in positivo dopo lesilio
Babilonese verso il VI

secolo a.e.v.. Il Nuovo


Testamento, fa un ulteriore passo avanti, in Mt
25,35ss, Ges dichiara:
Perche io ho avuto
fame e mi avete dato
da mangiare, ho avuto
sete e mi avete dato da
bere, ero un forestiero
e mi avete ospitato[]
In verit vi dico: ogni
volta che avete fatto
queste cose a uno solo
di questi miei fratelli
pi piccoli, lavete fatto
a me, laccoglienza
dello del povero, dello
straniero diventa una
Imitatio Christi.
Il convegno si aperto
con il saluto di mons.
Salvatore Pappalardo, arcivescovo di
Siracusa. Impedimento
dellultimo momento
per Vincenzo Bertolone, arcivescovo di
Catanzaro e Squillace,
che ha voluto inviare
un suo ricordo di don
Arcangelo Rigazzi.
Il suo fu ministero di
prossimit: verso gli
immigrati, i forestieri, gli aramei erranti
evocati nello Shem
Israel. Se la Chiesa
madre senza confini e
senza frontiere, ovvero madre di tutti, non
potr che sforzarsi di
alimentare la cultura
dellaccoglienza e della

solidariet, ovvero la
cultura della prossimit.
In questa cultura nessuno inutile, nessuno
fuori posto o da scartare
da parte dei Paesi di approdo, come lItalia. A
questo riguardo, lagire
missionario e di prossimit di don Rigazzi
a Cassibile trov una
comunit molto accogliente, composta da
persone perbene, dotate
di alto senso di solidariet, pur vivendo in un
territorio gi fortemente
penalizzato da criticit
di amministrazione che
colpivano soprattutto i
meno abbienti. E tra essi
i giovani. Ma limmigrazione verso lEuropa
comporta anche dei profili sociali, economici e
politici. In merito, mi
sembra che la questione
pi rilevante (alla quale
anche la Chiesa interessata e collabora)
quella dinstaurare una
corretta politica per
l'immigrazione. Come
governare in maniera
razionale il fenomeno
dell'immigrazione, soprattutto stagionale?
Queste domande di
natura sociopolitica
esistevano anche prima
dei fenomeni migratori
di massa di questi ultimi
tempi. Infatti don Arcangelo e collaboratori
si domandavano quale
politica per l'accoglienza e l'integrazione dei
lavoratori immigrati
si dovesse adottare nei
confronti, in specie, delle comunit di immigrati residenti a Cassibile,
e per i lavoratori stagionali che arrivavano ogni
anno tra aprile e giugno,
da integrare con i residenti. Don Rigazzi era
arrivato a Cassibile alla
fine degli anni Novanta,
cominciando subito a
dedicarsi, a modo suo,
ai pi deboli, ai meno
fortunati, ai sofferenti,
alle famiglie e agli
svantaggiati attraverso
il Centro per Richiedenti Asilo "Giovanni
Paolo II". Don Rigazzi
provoc il suo spirito
di pastore e sollecit
lazione apostolica dei
suoi laici, di fronte alle
navi che raggiungono
lItalia insulare e meridionale, porta dellEuropa in determinati
periodi di vento e mare
favorevoli, con a bordo
centinaia e centinaia di
immigrati. Se lisola di

Lampedusa, perla del


Mare nostrum, nel
gennaio 2009 protest
insieme ai migranti per
la difesa dei diritti umani, fu anche per lazione
di preti e laici che non
ritengono un optional
lazione sociale e civile,
parte integrante della
dottrina sociale della
Chiesa.
Quindi intervenuto
mons. Cristiano Bettega, direttore dellUfficio Nazionale per il
Dialogo Interreligioso:
Da anni si insiste sulla
necessit che le religioni dialoghino tra loro.
Bisogna che tutti ci impegniamo a riscoprire la
vera motivazione che
ci spinge al dialogo: il
fondamento del dialogo
ci porta direttamente al
cuore della fede di ciascuno di noi. Il compito
fondamentale di ogni
fede quello di educare
luomo ad essere pi
uomo, cio ad essere
aperto al dialogo con
lAltro. Allora il dialogo non una dimensione della fede, il dialogo
la fede, una sorta di
vera e costante conversione alla propria fede.
Legata a questa, una
seconda sfida: sostenere
la conversione.
E parlare di conversione non pu e non
deve essere mai rivolto allaltro, come
a dire che laltro deve
cambiare il suo modo
di porsi e di pensare;
devo essere sempre io
il primo a convertirmi,
ciascuno di noi deve
riconoscere la necessit
di essere in continuo
stato di conversione.
Poi il dialogo credo sia
chiamato a sostenere la
verit delluguaglianza
di tutti: sulla base di
Gen 1,26, secondo cui
ogni uomo creato a
immagine e somiglianza del Creatore. E qui si
apre una strada senza
fine: perch riconoscere
che la persona che ho di
fronte prima di appartenere alla mia stessa
fede o a una fede altra
dalla mia o a nessuna
fede, appartiene a Dio.
Questa uguaglianza
per non pu essere
globalizzazione: per
questo il dialogo credo
sia chiamato a sostenere
la diversit, a volte anche la contraddizione
presente tra le diverse
fedi.

E allora credo che qui


si intravveda quale sia
la sfida pi urgente per
la Chiesa, per ciascun
cristiano: la sfida cio
di sostenere la testimonianza. Seguire il
Vangelo, seguire Ges
di Nazareth per i cristiani non un fatto
di tradizione culturale,
geografica, ambientale.
scelta di vita, da rimotivare ogni mattina, da
verificare ogni sera, da
tradurre in ogni gesto.
Lo stile del Vangelo,
stile di rispetto, accoglienza, riconciliazione, servizio, amore:
questo stile di Vangelo
la possibilit che tutti
coloro che incontriamo
entrino in contatto con
la Chiesa e con Ges
Signore, e quindi con la
sua salvezza. Incontrare
un credente convinto,
disposto a tutto per
amore, non lascia indifferente nessuno. E
appunto lultima sfida
per il dialogo oggi credo
sia proprio quella di
sostenere il Mistero;
che in altre parole
lapertura verso un Dio
che posso intuire, mai
comprendere; un Dio
che non ha volto ma si
fa riconoscere nel volto
dellaltro, di modo che
proprio laltro diventa
il luogo in cui io posso
incontrare Dio.
La parola passata a
Daniele Garrone, pastore Valdese; Gianpaolo Anderlini, Biblista;
Marco Mazzeo, componente dellUfficio

Ecumenismo e Dialogo
Interreligioso dellArcidiocesi di Siracusa;
Bruno Segre, ricercatore e operatore culturale
indipendente.
Mostafa El Ayoubi,
caporedattore di Confronti, ha evidenziato:
Noi viviamo in un
villaggio globale, dove
c una distanza tra persone che appartengono
a culture e religioni
diverse: vivono accanto
allaltro, ognuno per
con i propri pregiudizi
e preconcetti, disattendendo gli insegnamenti
della propria fede.
Il Corano dice che
bisogna rispettare
laltro o lo straniero
in terra islamica. Ma
basta pensare alla situazione catacombale

dei cristiani in Arabia


Saudita contraria alla
religione islamica. Il
profeta raccomanda
il rispetto dellaltro.
Chi uccide straniero
il terra musulmana non
sentir mai lodore del
paradiso dice un detto.
Lestremismo islamico
detto anche jihadismo
con atti di violenza nei
confronti dellaltro dimostrano che una parte
della realt islamica non
in grado di rispettare
i dettami della propria
fede. Questo vale anche
per la religione cristiana. In Europa arrivano
centinaia di migliaia.
Dei cinque milioni di
immigrati presenti sul
territorio italiano, il 33
per cento di religione
islamica. Spesso le

Sicilia 13

speciale

e con molti problemi.


Non prendiamo sul
serio il Vangelo, non
lo conosciamo e non
lo leggiamo: Ges
chiarissimo in Matteo.
Arriva a sostenere che
la questione di fondo
dare da mangiare agli
affamati, indipendentemente dalle appartenenze e dalla caselle
ideologiche. Il servizio
verso lultimo. Se noi
conoscessimo il Vangelo vinceremmo la paura
che un dato antropologico che oggi c ed
e diffusa, quindi non
c da scandalizzarsi.
Ges ci invita a vincere
la paura.
Ancora gli interventi
di Giuseppe Mazzotta,
direttore dellUfficio
diocesano Apostolato
del mare; e Raffaello
Zini della redazione di
QOL. Infine don Luigi
politiche di integra- Corciulo, neo direttore
zione sono inadeguate dellUfficio diocesano
allinsegnamento dei per le migrazioni, ha
sottolineato lazione
cristiani.
Brunetto Salvarani, della Chiesa in figure
teologo e biblista, diret- come quella di don
tore della rivista QOL, Rigazzi: Questa un
ha ricordato: Oggi opportunit per valodobbiamo rileggere il rizzare lazione della
Vangelo alla luce dei Chiesa e di un prete
segni dei tempi, come che stato esempio. Ha
diceva Giovanni XXIII. iniziato laccoglienza
Un segno dei tempi aprendo la sua chiesa.
la societ plurali- Facendo in modo che
sta e per alcune zone fosse dettata dal VandellItalia questa nuova gelo. Unoccasione per
accoglienza di stranieri educarci ad unaccomette a dura prova e glienza che dovrebbe
ci chiede di prendere essere impronta del nosul serio il Vangelo. E stro essere cristiani e poi
una sfida importante e ad una convivenza che
ineludibile. Io vedo il diventa capacit di coprevalere di una cultura noscerci ed accettarci.
individualista e chiusa Purtroppo facciamo
nellaltro che il segno fatica ad accettare chi
di questa societ malata diverso da noi, anche
chi ha orari diversi per
mangiare o per pregare,
perch guardiamo solo
al nostro quotidiano.
Lincontro stato organizzato da tre uffici
pastorali dellArcidiocesi di Siracusa (lUfficio diocesano per le
migrazioni, lUfficio
diocesano per lApostolato del mare, lUfficio
diocesano per lEcumenismo e il Dialogo
interreligioso) e dalla
rivista di studi biblici
ed ecumenici QOL, e
promosso dallUnedi (Ufficio Nazionale
per lEcumenismo e il
Dialogo Interreligioso)
e dallUredi (Ufficio
regionale per lEcumenismo e il Dialogo
Interreligioso).

Cultura 14

Sicilia 8 SETTEMBRE 2015, MARTED

8 SETTEMBRE 2015, marted

Il Teatro Greco
Teatro Ateniese

Cos ha esordito la
studiosa Giuseppina Basta Donzelli
parlando delle tragedie greche proposte dallINDA
per questanno, ai
soci della Dante
convenuti numerosi ad ascoltarla.
Il teatro greco
teatro ateniese per
un pubblico ateniese e i protagonisti sono gli eroi
e gli dei del mito
che logos.
LIfigenia in Aulide di Euripide
sembra che sia
stata rappresentata
la prima volta nel
405 a.C. e parla
che Agamennone
durante una caccia
abbia colpito una
cerva sacra e Artemide lo punisce.
Pertanto in Aulide
blocca la flotta e
per lasciarla partire la dea esige un
sacrificio.
Questa interpretazione
viene
rappresentata diversamente
da
Eschilo nel 458
a. C. perch nel
suo
Agamennone tutto gi
avvenuto,mentre
in Euripide il sacrificio di Ifigenia
ancora deve avvenire. Il sacrificio,
come topos, determina linizio e la
fine della guerra di
Troia. Allinizio il
sacrificio di Ifigenia, alla fine il sacrificio di Polissena perch i potenti
possano raggiungere la vittoria.
Agamennone allinizio acconsente
al sacrificio, ma
poi il rimorso lo
invade e vuole
bloccare larrivo
della figlia. Euripide se nella prima
parte pone la commedia degli equivoci, nella seconda parte del testo
analizza le miserie
delluomo: Menelao succube della
moglie che lo ha

Attraverso lesempio delle terribili sciagure, la tragedia


si proponeva di educare e di purificare lo spettatore

tradito, Agamennone
testimonia
la difficolt del
vivere fra volere e
disvolere, Achille
vuole salvaguardare il suo nome,

mandino vincendo sugli uomini


liberi, i Greci.
Euripide aggiunge lammirazione
alle consuete categorie di Aristo-

pervenuti. Eschilo
non parla del mito
e lo relega nellantefatto, parla delle
Supplici, le Danaidi che non vogliono
sposarsi

dapprima indeciso, poi preferisce


riceverle e il canto
finale esalta Afrodite ed Era, cio
lamore e lunione
matrimoniale. La

Il teatro
greco
teatro
ateniese per
un pubblico
ateniese e i
protagonisti
sono gli eroi
e gli dei del
mito che
logos

tutti vogliono la
guerra e Ifigenia
diventa
vittima
consenziente
e
parla a differenza dellIfigenia di
Eschilo, perch i
Barbari non co-

tele. Le Supplici
di Eschilo fanno
parte di una trilogia comprendente
le tragedie Gli egizi e i Danaidi, pi
un dramma satiresco Amimone, non

per non cadere nel


dominio del maschio. Rifugiate ad
Argo pregono il re
del posto, Pelasgo,
affinch le accolga.
Questultimo,

Medea di Euripide
del 431a. C. pone
la
protagonista
che da Colchide
fra il Mar Nero e il
Mar Caspio, oggi
Caucaso, giunge
a Corinto dove

Giasone labbandona per sposare


la figlia del re del
luogo. In Medea
non vi soltanto la
gelosia, ma anche
la perdita di status
di padrona di casa
e alla fine verr
accolta dal re di
Atene. Medea rappresenta il disagio
della donna nella
societ di Atene,
fuori dal contesto
ateniese il dramma
perde il suo vigore, pertanto nella
Medea di Seneca,
in piena et neroniana, essa solamente un caso
clinico. La Medea
di Euripide fortemente emotiva
e soffre, nel testo
di Seneca dal verso 25 la vendetta
pronta, una figura furiosa, cruenta,
sanguinaria e il testo artificioso.
Per capire i testi
bisogna ricordare
le strutture sociali
del tempo ed ad
Atene che nato il
teatro come rito,
come purificazione delle passioni.
Da Atene nato
anche il teatro europeo e oggi, che
siamo
diventati
un popolo di consumatori
senza
identit, dobbiamo
ricordare che quel
teatro esprimeva
i grandi problemi
che
tormentano
lumanit : il problema della giustizia, linquietudine,
langoscia, la solitudine.
Attraverso lesempio delle terribili
sciagure, la tragedia si proponeva di
educare e di purificare lo spettatore.
Questa funzione
Aristotele la chiama catarsi ed era
quella che educava i cittadini al rispetto delle leggi
e della giustizia
umana : mai come
oggi necessaria
questa lezione.

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Comincia male il campionato degli azzurri

Siracusa fragile e svagato


secca sconfitta a Marsala

Uomini in ritardo di preparazione o fuori posto: ma la squadra


di Alacqua non pu essere quel brutto anatroccolo,
privo di schemi e di idee, che apparso al l esordio

Sconfitta

salutare,
quella di Marsala, se
servir a capire che
non si pu affrontare
una pari grado senza
prendere qualche piccola precauzione che
non sia quello spavaldo 4-3-3, tanto caro a
Lorenzo Alacqua, che
specialmente in trasferta e contro squadre di una certa levatura pu trasformarsi
in un vero e proprio
suicidio tattico, come
puntualmente avvenuto. Altro errore
quello di aver permesso al Marsala
di... fare il Siracusa,
operando solo di rimessa, lasciando che
il Siracusa... facesse
il Marsala, attaccando a tutto spiano, ma
senza alcun costrutto.
E qui le cose son due.
O ad Alacqua, oltre
a Spinelli, venuto
a mancare qualcosa
nelle retrovie appar-

bomba, presenta delle falle paurose. E


vero che siamo alla
prima partita e che le
cose, vista la pessima
partenza, non potranno che migliorare,
ma meglio cercare di
capire sin da subito
che cosa manca e che
cosa serve a questa
squadra, che cosa c
da aggiungere e che
cosa c da togliere.
Altro e ultimo ap-

In alto, il calcio di rigore di Riccobono del Marsala.


punto, la scelta degli
uomini. A cominciare da Baiocco, che
ancora, si badi bene,
un signor giocatore,
ma che ha bisogno di
tempi di preparazione sensibilmente pi
lunghi. Pensate che
un Baiocco in buona
forma potesse com-

se a mal partito nelle


ripartenze avversarie
e qualcosa anche l
davanti, ove Crocetti
apparso un pesce
fuor dacqua, o un organico che sulla carta
sembrava a prova di

mettere quel fallo da


rigore, subito rilevato
dallarbitro e messo
poi a segno da Riccobono? E che dire
di Figura e di Contino lasciati incautamente in panchina
per far posto ad un
Giordano claudicante
e a un inconcludente
Crocetti, salvo a farli
entrare a partita ormai compromessa?
C ora da augurarsi
che a questa catena di errori evidenti
non se ne aggiunga, a
partire da domani, un
altro. E cio quello
di cominciare ad accampare scuse per la
pessima prestazione
a partire dal gran caldo e dalle disastrose
condizioni del terreno di gioco, che non
possono valere solo

alla prima uscita ufficiale e si presenta venerdi alla citta

per una squadra, o,


ancora, per il gol annullato a Catania, uno
dei pochi,insieme a
Mascara a salvarsi.
Non si renderebbe un
buon servizio ad una
societ che ha lavorato bene e che avrebbe
meritato allesordio
molto di pi della
sconfitta che invece
maturata e che ha raffredato e di molto gli
entusiasmi. Lunica
nota consolante che
c tempo per riflettere e per individuare le
cause di questa partenza frenata e porvi,
se possibile rimedio.
E sotto questo profilo, la tanto deprecata sosta al secondo
turno, giunge invece
pi che propizia per
capirci qualcosa.
Armando Galea

La polisportiva Ark Siracusa calcio a 5 batte per 7-0 lAci Catena


Finisce con il rotondo risultato di 7-0 lAmichevole tra le ragazze della ARKESiracusa Calcio a 5 e la formazione dellASD
Citt di Aci Catena. Un ottimo debutto alla
prima uscita stagionale per la formazione
maggiore della Polisportiva ARKE guidata dal nuovo tecnico Peppe Spadaro, affiancato dal preparatore atletico Vincenzo
Mincella.
In campo per i colori della ARKESiracusa Calcio a 5: Basile, Pitino, Malato, Steno, Greco, Zagarella, Salvoldi, Guagenti,
Guardo e Cerruto, assenti giustificate Silvia Tringali per infortunio e la neo capitana
Sabrina Magliocco per motivi di lavoro. La
vittoria di venerd precede con i migliori
auspici la presentazione ufficiale della Polisportiva Ark Siracusa Calcio a 5 fissata per
venerd 11 settembre, alle ore 10 presso la
sala stampa del PalaLoBello alla Cittadella
dello Sport di Siracusa. Allincontro con la
stampa sar presente il nuovo staff tecnico
che si occuper rispettivamente delle for-

mazioni di serie A femminile, C2 maschile


e D femminile, affiancato dal nuovo team
dirigenziale della Ark Siracusa Calcio a 5,
vice presidente lex dirigente de Le Formiche
Siracusa Isabella Colombo, il tecnico Peppe
Sarci e Rosanna Magnano con al vertice il
presidente Salvo Caruso.
Dichiarazione del presidente Caruso: Mi
aspettavo dei segnali da questa prima partita,
dalla squadra e dal tecnico Spadaro, segnali
che ci sono stati. In campo ho visto uno spirito diverso, giocatrici sempre pronte a correre
su ogni pallone e portare a termine ogni azione con intensit. Sicuramente ci vorr ancora
molto lavoro da fare ma ho visto finalmente
un gioco di squadra che punta sul collettivo
e non sulle individualit. In generale, sia in
allenamento che in partita, anche i nuovi
innesti danno il proprio contributo, integrandosi e dimostrando coesione di squadra. Su
questultimo elemento, purtroppo mancato
la scorsa stagione, punteremo per ripartire al
meglio in questo nuovo campionato.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 8 SETTEMBRE 2015, marted

Noto da rivedere senzaltro, per confermare le


note positive
in difesa,
ma ancora
palesemente
incompleto

Gi in pieno clima di sfida


tra Due Torri e Noto
G

i in pieno clima
campionato questa
sfida tra Due Torri e
Noto finita in pareggio e con padroni di
casa in 10 e ospiti in
9 uomini. AllEnzo
Vasi di Gliaca di Piraino non ci si annoia sebbene il primo
tempo sia allinsegna
dellequilibrio, con
gli ospiti che sembrano pi pungenti
e i padroni di casa
veloci ma leggerini
in attacco, tanti gli
ammoniti (6 in tutto,
solo nella prima frazione di gioco, con
ben 5 granata) ma la

Con gli ospiti che sembrano pi pungenti


e i padroni di casa veloci ma leggerini in attacco

partita, agonisticamente valida, non ci


sembrata cos cattiva
da avere questa mole
di cartellini gialli, aggravata da quelli rossi nella ripresa. Nel
Noto da notare subito
la maglia numero 1
da titolare per Vizzi,
mentre Ferla si accomoda in panchina,
la fascia di capitano
a Giuseppe Librizzi,
uno dei volti nuovi di questanno, e

lassenza assoluta di
Panatteri. La Societ
a tal proposito riponde che il giocatore,
per motivi personali, non si allenato
con i suoi compagni
in questa settimana
e nei prossimi giorni
verr sciolta riserva
sulla sua permanenza o meno in granata.
Tornando alla cronaca, gi al 2 c un
buon calcio di punizione respinto dalla

parteciper al campionato di Prima Categoria

A Floridia si presenta
nellaula consiliare
la nuova squadra

tteso che lintendimento dellAmministrazione sempre


quello di favorire ed
incrementare l'attivit sportiva, quale
strumento di aggregazione sociale, si
invitano i destinatari
e i cittadini a partecipare nel pomeriggio
alle ore diciotto, alla
conferenza stampa
che si terr presso

l'Aula Consiliare del


Palazzo Municipale,
per la
presentazione della squadra di
calcio maschile della A.S.D. FLORIDIA
CALCIO che parteciper al campionato di
Prima Categoria nella stagione agonistica
2015/2016.
Sar presente la formazione della squadra, unica squadra di

barriera messinese e
diagonale a fil di palo
calciato da Ficarotta
(7), ma loccasione
pi interessante al
10, quando un avversario entra duro
su Ficarotta lanciato
sullout di destra, lui
stesso sincarica della battutta con palla
direttamente in area,
Ingrassia,
portiere
del Due Torri, coi pugni anticipa tutti ma
la palla resta viva e

calcio di Floridia:
Presidente - Motta
Gregorio
Vice Presidente Marco Paparella
Patron Carmelo Cristauro
Direttore Sportivo
Salvatore Bianco
Team Manager Paolo Brancaforte
Direttore Marketing
Michele Angelica
Segretario Gaetano
Di Fede
Allenatore
Prima
squadra Luciano
Buda
Allenatore Juniores
Tommaso Belfiore
Responsabile settore
giovanile Sebastiano
Bonfiglio.

la conclusione da due
passi alta. Al 13 dal
primo corner battutto
dal Due Torri, assegnato sugli sviluppi
di un calcio di punizione centrale deviato dalla barriera, pericolo per Vizzi che
chiude lo specchio tra
un nugolo di azzurri,
ma sul batti e ribatti,
in un fazzoletto darea, si rischia la capitolazione, sventata
dallo stesso portiere
che blocca la sfera a
terra, quasi sulla linea di porta. Fuochi
dartificio in questo
primo quarto dora

ed al 18 c la prima
sostituzione nelle fila
granata, mister Cacciola fa uscire Napoli per Lentini. La
partita scorre senza
ulteriori sussulti fino
al 37 quando Grasso
e Cannone danno vita
ad una veloce azione
sulla fascia sinistra
chiusa tra le maglie
della difesa di casa
che alza un efficace muro dinnanzi ad
Ingrassia. Dallaltro
lato Scolaro taglia in
due con un movimento repentino la difesa
del Noto la palla gli
arriva da sinistra ma
la conclusione da
dimenticare. Buona,
invece, quella di Librizzi al 44 che corregge in rete il cross
proveniente
dalla
destra a cui risponde
subito Pitarresi su
calcio di punizione
centrale, che coglie
in pieno la traversa.
Si va nello spogliatoio con il Noto in
vantaggio ma al rientro sembra essere una
squadra diversa che
subisce quasi inerme
gli attacchi del team
di Venuto. Vizzi fa
uno splendido esordio e inizia la sua
personale battaglia
contro i messinesi: al
23 punizione dalla
destra, quasi un corner corto, bloccato
senza patemi.
Al 26 episodio della prima espulsione,
quella a danno di Librizzi, per somma di
ammonizione; e tra
proteste e scorrettezze gli animi si accendono, il Due Torri
conquista il pari con
Khoris, entrato poco
prima, e si giunge
allepisodio
della
doppia espulsione,
Pitarresi e Arena.
Adesso gli spazi sono
voragini e la squadra
di casa, mossa pi
dallentusiasmo che
da reali idee di gioco, mette allangolo
i granata che devono ringraziare Vizzi
che al 46 vieta letteralmente la sconfitta. Noto da rivedere
senzaltro, per confermare le note positive in difesa, ma
ancora palesemente
incompleto e domenica prossima contro
lAversa Normanna,
che ha spazzato la
Reggina con un netto
3-1, dovr pure fare a
meno degli squalificati Librizzi e Arena.