Sei sulla pagina 1di 8

PERIODICO DI POLITICA, CULTURA, ATTUALITÁ ANNO IX- N.

5 - Novembre 2009
www.associazionehinterland.it Distribuzione gratuita

Con Lanera e Pontrelli fuori dalla


maggioranza, il centrodestra an-
naspa con soli dieci uomini.

Amministrazione Nicassio:
ammesso il fallimento,
ma nessuno rinuncia alla poltrona.
Intanto domina il blocco amministrativo e e disoccupazione ad oltranza?

S toria di un declino annun-


ciato. Pare ormai a rischio
tracollo l’Amministrazione Nicassio,
dopo la presa di posizione del consigliere
nel paese ormai regna l’abbandono.
ship del PDL locale nelle mani del profes-
sore? Ed ancora, Giuseppe Cosola, che or-
ca o piuttosto di salvaguardia del potere?
Quale beneficio trarrebbero i cittadini
Se l’ennesimo giro di valzer di
questa giunta perlomeno andasse,
seppur tardivamente, nella dire-
zione di un’attribuzione di deleghe per
competenza, di cui usufruire per mettere
Lanera (ormai ex PDL) che nel consiglio mai pare studiare da futuro candidato sin- dall’ennesimo rimpasto, se non altri giorni in campo interventi specifici, mirati ad
comunale del 26 ottobre scorso ha scelto daco, che vantaggio trarrebbe da un di lacerante immobilismo amministrativo, esempio alla creazione di nuove opportu-
di farsi rappresentare in aula da un docu- rimpasto che riaccoglie frammenti del cen- prima di giungere eventualmente a quel nità di lavoro o di progetti per una maggio-
mento in cui ha posto inderogabili condi- trodestra in aperto conflitto con i suoi sogni sospirato accordo che, riesumando spoglie re vivibilità del paese – considerati i man-
zioni per il suo rientro. di gloria? di antiquati burattinai della politica, po- cati progressi di ciascun settore della vita
È l’ennesima crepa che si è aperta in comune finora ottenuti – probabilmente
questo centrodestra, che da febbraio 2008 avrebbe un senso; o forse lo avrebbe se de-
sino ad oggi, in ben nove consigli comunali, rivasse dall’improv-viso risveglio delle co-
non ha avuto i numeri per amministrare. scienze degli ex A.N., da sempre supini alle
Con gli ultimi che si sono svolti il 17 e 24 volontà e alle logiche di potere dell’ex grup-
novembre 2009, si è addirittura giunti alla po di F.I.: se soltanto vi fosse un loro cenno
paralisi definitiva: consumatosi lo strappo di presenza critica, del tutto in linea con il
dei consiglieri Lanera e Pontrelli, costituitisi loro leader nazionale, magari troverebbe
in gruppo indipendente, la maggioranza spazio il misero tentativo di imprimere una
si è ridotta a soli dieci consiglieri ed è per- direzione alternativa a questo quadro di
tanto incapace di proseguire la sua azione governo, che il loro incondizionato assenso
amministrativa. ha contribuito a rendere catastrofico…
La fuoriuscita dei consiglieri Virgilio Ma qui ad Adelfia gli ex AN sono un’altra
e Laricchia e la posizione critica di Pontrelli, storia!
hanno, infatti, sin dal principio, consegnato In realtà, dopo quasi quattro anni
a questa amministrazione una maggioran- dall’inizio di questa seconda amministra-
za risicata, che l’ha sempre resa ostaggio zione Nicassio, con un bilancio di governo
delle pretese del consigliere di turno, pronto del tutto fallimentare, non è più possibile
a confermare il suo sostegno in cambio di accettare altri accomodamenti finalizzati
qualche poltrona. Abbiamo assistito in que- alla pura conservazione. Per questo, in un
sti anni ad innumerevoli rimpasti di giunta, paese dove la politica voglia recuperare
finalizzati ad assecondare capricci e sterili dignità e credibilità, il Sindaco avrebbe
ambizioni personali, ma tutto a discapito dovuto senza indugio rassegnare già le sue
della qualità dell’azione amministrativa. dimissioni, con responsabilità e rispetto
Se vogliamo, in confronto a quanto acca- nei confronti dei cittadini che gli hanno
duto in questi anni trascorsi, la richiesta conferito mandato. Ma egli pare ancorato
del consigliere Lanera, appare avere dignità alla sua seggiola, sfidando non si compren-
politica, giacché si pone l’obiettivo di ri- de bene chi e che cosa, in barba alle più
compattare il centrodestra ormai ridotto a Una cosa è certa: l’aut aut di Lanera trebbe solo allungare i tempi di sopravvi- elementari regole del buon senso. Poiché
brandelli.Un’operazione assai complicata mette ora il Sindaco con le spalle al muro, venza di questo instabile governo? questo atto di responsabilità continua a
se solo si rammentassero gli improperi e senza una maggioranza, già da tempo rab- Quale nuovo scenario potrebbe aprirsi, non arrivare, l’invito a fare chiarezza è
le offese personali volate nei consigli comu- berciata, in grado di sostenerlo. Pur am- se non altri scontri interni e tanta ulteriore rivolto ai consiglieri dissidenti, perché di-
nali e soprattutto dai palchi dell’ultima mettendo il fallimento politico, Nicassio indifferenza verso i problemi della gente mostrino con una presa di posizione ine-
campagna elettorale per le provinciali. però non si dimette ed anzi apre al dialogo comune, che se ne infischia dei delicati quivocabile di avere a cuore le sorti del
Gianni Stea, infatti, potrà mai dimenticare per un allargamento indistinto, finalizzato equilibri da mantenere fra le varie parti paese; chiunque, invece, troverà il modo
i violenti attacchi subiti o il mancato soste- alla composizione di una nuova maggio- politiche, presa com’è dalla ricerca dispe- per barcamenarsi in ibride posizioni, non
gno elettorale che gli ha impedito l’elezione ranza non sottacendo la possibilità di un rata di ascolto e aiuto per ricomporre il avrà più alibi per dissociarsi dagli errori e
alla Provincia ed accettare di recarsi a governo di salute pubblica. proprio equilibrio familiare, seriamente dai fallimenti di questo centrodestra, perché
“Piazza Trieste”, per mettere la sua leader- Ma trattasi realmente di salute pubbli- compromesso da licenziamenti in tronco sarà inevitabilmente corresponsabile.
2
PAESE CHE VAI Anno IX n. 5 - Novembre 2009

ADELFIA Anche il mercato giornaliero di piazza De Grecis sarà trasferito in via Tobagi

Tanti mercati, nessuno idoneo,


neanche quello progettato sull'alveo
C uriosa e quantomai anomala la storia
dei mercati settimanali e giornalieri
adelfiesi e del loro peregrinare. Pare,
infatti, che essi non trovino pace e che lo
Contro ogni regola i mercati per la vendita degli alimenti
vengono trasferiti in aree prive anche di servizi igienici.
Canneto, da piazza Cimmarrusti, vie Fieno
e Mattarella a via Tobagi. Il tutto fu motivato
da “urgenza di ordine igienico sanitario”, ma
già allora e di più ancora oggi, che in via
stesso Piano Urbanistico Generale, adottato tali adeguamenti. Il 5 luglio 2005, Tobagi è stato per le stesse ragioni trasferito
nel maggio scorso, li veda dislocati un po' Vendola, Presidente della Regione anche il mercato giornaliero di piazza De
ovunque. Insomma Adelfia disporrebbe di Puglia neoeletto, diramò a sua volta Grecis, ci chiediamo come nelle nuove sedi,
aree mercatali in quantità ma nessuna at- un'ordinanza con la quale ribadiva sia stato superato il problema, visto che esse
trezzata adeguatamente. La vicenda è lunga l'immediata applicazione ai mercati sono prive di servizi di qualsiasi genere alme-
ma proviamo comunque a raccontarla. Il 3 in loco, di quanto disposto dal Mini- no quanto le vecchie. Mentre attendiamo
aprile del 2002 il Ministero della Salute stero, fissando addirittura una sca- risposte concrete e serie ai disagi che ambu-
diramò un'ordinanza che introduceva requi- denza di 6 mesi per la presentazione lanti e cittadini stanno sopportando ormai
siti igienico-sanitari molto rigorosi per il del progetto di adeguamento e di 2 da più di tre anni, ci auguriamo che il senso
commercio e la somministrazione di alimen- anni per la sua realizzazione. Anche civico trionfi, esortando tutti al rispetto reci-
ti in aree pubbliche. Da quel momento, infat- questa volta fu un nulla di fatto: Ni- proco, per evitare così di trasformare i giardi-
ti, per risultare idonee, esse dovevano essere cassio se la prese comoda e solo quasi ni prospicienti questi mercati improvvisati in
dotate di reti per l'allacciamento di ciascun un anno dopo ed esattamente il 18 discariche pubbliche.
posteggio all'acqua potabile, alla corrente maggio 2006, credette di risolvere il Ci chiediamo, inoltre, se dopo il disse-
elettrica e alla fogna, nonché essere corredate problema con una ordinanza che questro, si è almeno provveduto ad integrare
di servizi igienici. disponeva il trasferimento immediato ed adeguare il progetto di quell'area mercato,
Inutile dire che l'ordinanza ministeriale dei due mercati di Montrone, da secondo il disposto ministeriale. Se non altro
rimase del tutto inosservata. Tanto che nean- piazza Leone XIII e via Gen. per non perdere la speranza che un giorno
che il progetto della famosa area mercatale Dalla Chiesa a Parco Borgo An- Adelfia possa essere un paese al passo con i
adiacente all'alveo (vedi foto) ha mai previsto Alveo Progetto 2006 tico e del solo mercato settimanale di tempi.

Le occasioni mancate POR PUGLIA 2000-2006 Asse1 - Misura 1.4 - Azione A - Annualità 2003
3.0 2 1.0 6 8
di Antonella Gatti
Persi altri 281.068,96 Euro
I POR Puglia 2000-2006 sono i
Programmi Operativi della Re-
gione Puglia, cioè quei documenti
approvati dalla Commissione
scolo. Al bando hanno partecipato 110
progetti, di cui 94 ritenuti ammissibili al
finanziamento. Nella graduatoria definiti-
va, tra questi, figurava anche il Comune
di Adelfia che, con una richiesta di finan-
serva della presentazione del progetto ese-
cutivo completo di tutti i permessi, le
autorizzazioni, i pareri e i nulla-osta ne-
cessari, da parte del Comune di Adelfia,
secondo quanto previsto dal disciplinare
fatto uso presentando in ogni modo un
progetto esecutivo privo di permessi, auto-
rizzazioni, pareri e nulla-osta, contravve-
nendo a quanto previsto dal provvedimento
di concessione. Risultato: il finanziamento
europea ai fini dell'attuazione del Quadro ziamento relativa agli interventi di adegua- approvato con determinazione 1579/2006. è stato revocato e Adelfia ha perso altri
Comunitario di Sostegno (QCS), che per mento e miglioramento idraulico dell’alveo Purtroppo, in data 03/05/2007 €.068,96. Probabilmente per alcuni queste
la Puglia – così come per le altre regioni e delle pendici del torrente Montrone, di l’amministrazione comunale, dopo aver opportunità sprecate saranno “poca cosa”,
facenti parte dell’ex obiettivo 1, cioè quelle importo pari a € 281.068,96, si collocava richiesto e ottenuto dalla Regione Puglia ma non credo sia possibile identificarli
in ritardo di sviluppo, ovvero con un pro- addirittura all’ottavo posto in classifica. le proroghe valide ai fini dell’acquisizione come atti di grande competenza, scrupolo-
dotto interno lordo pro-capite inferiore al Finanziamento concesso, dunque, con ri- della documentazione necessaria, ne ha sità o affidabilità da parte di chi ci governa.
75% della media comunitaria – ha tra le
Clas.

sue finalità quella di coordinare gli inter- Ente Proponente Intervento Importo Euro
venti e renderli più efficaci rispetto alla
riduzione del ritardo economico-sociale 1 Comune Di Taranto Sistemazione idraulica, ripristino della funzio- 1.000.000,00
nalità e recupero ambientale del canale d’Ajedda
delle aree del Mezzogiorno d'Italia. Il QCS
2000-2006 si articola in sei assi prioritari, 2 Comunità dei Monti Rinaturalizzazione delle sponde dei corsi di acqua e 154.937,07
Dauni Meridionali dei canali di scolo Comune di Accadia - torrente Frugno
che rappresentano le principali aree indi-
viduate per le scelte di investimento da 3 Comunità dei Monti Rinaturalizzazione delle sponde dei corsi 154.937,07
Dauni Meridionali di acqua e dei canali di scolo Comune di
realizzare nel periodo di programmazione, Celle S. Vito - torrente Buffaviento
per ciascuna delle quali viene individuata Rinaturalizzazione delle sponde dei corsi
una specifica strategia con i relativi obiettivi 4 Comunità dei Monti di acqua e dei canali di scolo Comune di
Dauni Meridionali 154.937,07
Accadia - torrente Iazzano
globali, a loro volta suddivisi in obiettivi
specifici, denominati Misure. Il POR PU- 5 Rinaturalizzazione delle sponde dei corsi di acqua
Comunità dei Monti e dei canali di scolo Comune di Celle S. Vito - tor- 154.937,07
GLIA 2000-2006 Asse 1 – Misura 1.4 – Dauni Meridionali rente Fontanelle
Azione A) Annualità 2003, in particolare, Comunità dei Monti Rinaturalizzazione delle sponde dei corsi di
6 acqua e dei canali di scolo Comune di Panni 154.937,07
rendeva possibile per gli enti partecipanti Per quanto sopra riportato e di propria competenza Dauni Meridionali - torrente Iazzano
al bando che avessero ottenuto un punteg- PROPONE
• di revocare, come in effetti con il presente provve- Comune di Ostuni Completamento degli interventi di sistemazione idrau- 516.456,90
gio soddisfacente secondo i requisiti richie- dimento si revoca, la concessione del finanziamento 7 lica e miglioramento della rete scolante della collina
sti, la possibilità di ottenere investimenti di Ostuni
di € 281.068,69 assegnato al Comune di Adelfia per
pubblici finalizzati al miglioramento della la realizzazione dei lavori di adeguamento e miglio- 8
Adeguamento e miglioramento
ramento idraulico dell'alveo e delle pendici del torrente Comune di Adelfia idraulico alveo e pendici del torrente 281.068,96
rete scolante, alla funzionalità dei corsi Montrone
d’acqua ed alla rinaturalizzazione delle Montrone attesa la mancata presentazione del
progetto esecutivo nei termini stabiliti dal discipli- Consorzio Bonifica del- Manutenzione idraulica straordinaria tor-
sponde dei corsi d’acqua e dei canali di 9 rente Cervaro in agro di Castelluccio dei 5.941.001,20
nare regolante i rapporti Regione - Ente attuatori la Capitanata
S. e Bovino
3
Anno IX n. 5 - Novembre 2009
PAESE CHE VAI
Abracadabra, vi svelia-
ADELFIA
mo come si trasforma
una lussuosa caserma in
un bel condominio
Fra vent’anni avremo
di Francesco Cafarchia
ancora una Stazione dei Carabinieri?
P roseguono a pieno ritmo i
lavori per la costruzione della
nuova caserma dei carabi-
nieri. Abbiamo già scritto a riguardo
alla fine del diciottesimo anno di
contratto? - Ebbene noi riteniamo
che l’immobile in costruzione dif-
ficilmente rimarrà sede della caser-
do l’edificio in via di completamen-
to. Un prospetto fin troppo ben rifi-
nito e ricco di dettagli architettonici
per sembrare una caserma: ampi
un’impresa consumi tanti soldi
senza che nessuno gliel’abbia chie-
sto. Perché non si sta realizzando
un edificio più semplice, bello ma
disdetta almeno diciotto mesi prima
della scadenza. Quindi l’impresa
può, fra circa sedici anni, dire al
Ministero che non intende rinno-
di questa opera che riteniamo una ma dei carabinieri e che molto balconi, terrazzi, rientranze, curve, senza costosi fronzoli, comunque vare più il contratto e sfrattare i
sciagura per le finanze della nostra probabilmente sarà trasformato in pensiline, pilastri tondi; troppo perfettamente funzionale ed adatto Carabinieri utilizzando l’immobile
cittadina e per la quale, lo ricordia- un’elegante palazzina per civili “spreco” e non perché i carabinieri ad ospitare comodamente dei mili- (costruito con tanta “cura”) per
mo: Il Comune di Adelfia deve pa- abitazioni. Un dubbio ci era in effetti non meritino di lavorare in un tari? Non sarà perché forse bisogna altri scopi. Il Comune si è impegna-
gare all’impresa costruttrice un già sorto guardando il bel progetto edificio esteticamente anche più rendere appetibile l’immobile per to a pagare il canone d’affitto per
affitto annuo di quasi 62.000 euro, mostrato con orgoglio bello, ma perché ci sembra assai un futuro uso diverso? Il nostro diciott’anni. E poi? Fantasticando
per nove anni rinnovabili per altri dall’Amministrazione ed ammiran- strano e molto poco probabile che dubbio è praticamente diventato che l’impresa voglia ancora ospitare
nove. Il canone di locazione, quindi una certezza ora che siamo ve- i carabinieri dopo tale termine (e
il debito del Comune, potrebbe au- Abbiamo letto il contratto firmato fra nuti in possesso di una copia del non vendere gli appartamenti), chi
mentare già dal secondo anno su contratto firmato fra l’impresa continuerà a pagare l’affitto, visto
semplice richiesta dell’impresa. l’impresa proprietaria ed il Ministero ed il Ministero dell’Interno, nel che il Ministero ha detto chiara-
Alla fine del diciottesimo anno quale vengono precisate delle mente che non lo farà mai?
la caserma non diventerà di pro- clausole molto “illuminanti”, che Cari concittadini, diceva Andre-
prietà del Comune di Adelfia, ma vi riportiamo. L’impresa ha di- otti che a pensar male si fa peccato,
rimarrà proprietà di chi la sta co- chiarato la propria indisponibilità ma si azzecca. Tutto quello che
struendo. Saranno a carico del Co- all’alienazione dell’immobile nei sinora si è fatto per la nuova caser-
mune tutte le spese per riscalda- confronti dello Stato, ossia ma lascia intendere, a chi vuole
mento, condizionamento, telefonia, l’immobile è e rimarrà sempre di intendere, le cose che noi abbiamo
energia elettrica, acqua e fogna, sua proprietà. Il contratto è taci- esposto. Speriamo che i fatti ci
ascensori, ecc., comprese le spese tamente rinnovato, alle stesse smentiscano clamorosamente, ne
per le riparazioni degli impianti. condizioni, di nove anni in nove saremmo più che felici, se non altro
Nel nostro precedente articolo anni, salvo che il proprietario per non essere costretti a dover dare
ci chiedevamo: - Cosa succederà Caserma (ossia l’impresa) non formuli ragione ad Andreotti.

Cassonetti insufficienti ad Adelfia. Tante lamentele e ancora nessun punto d’incontro.


di Marika Lenoci

P ercorrendo le vie del nostro Valgo piú dell’oro e ancora


non l’hai capito!
paese, balza subito all’occhio
una strana realtà: corpicini
grassi e bassi di color azzurrino,
anch’essi in attesa del loro
“scuolabus”, che al mattino presto
poggiano comodamente lungo i sualmente, almeno suggerivano
marciapiedi. Contengono i rifiuti una nuova attenzione alla tutela
di quei cittadini che hanno tentato dell’ambiente.
di adeguarsi alla delibera del 5 “Dal 2006 è allo studio un
febbraio 2008 la quale, attraverso piano di eliminazione dei
la Raccolta Porta a Porta, offriva cassonetti”dichiara il sindaco
un’alternativa allo smaltimento Francesco Nicassio. Verissimo,
di carta, plastica, vetro e alluminio tant’è che stanno scomparendo
che dovrebbe avvenire direttamen- anche i tradizionali cassonetti,
te presso le isole ecologiche. infinitamente meno che propor-
Peccato però che il più delle zionali al numero di abitanti per
volte, dopo aver atteso inutilmente quartiere, al quantitativo di rifiuti
il ritiro, questi sacchetti finiscono
accovacciati su se stessi, ormai
privi della pancia, dopo che il con- Raccolta differenziata:
tenuto si è rovesciato lungo le
strade a causa di una folata di
tante parole e pochi fatti.
vento che ha fatto perdere loro
l’equilibrio o del fedele amico che
non ha stretto bene il papillon che ciascuno di noi produce (in commerciali vede solo due casso- di coda dell’ATO BA5, ma privan- puto dimostrare seriamente di
giallo prima di esporli in vetrina. media 1,49kg), al numero di eser- netti e via Vittorio Veneto che pre- dola completamente dei cassonet- salvaguardare l’ambiente ed essere
Risultato: niente raccolta differen- cizi commerciali che animano senta zero cassonetti. ti, le si vuole impedire di “vivere”. capaci di creare una vivibilità ur-
ziata, strade sempre più sporche, determinate vie, e che proprio per È vero che il paese ha bisogno Allora, perché non pensare a bana necessaria a tutti?!
cittadini – specie i più sensibili – questo meriterebbero una partico- di fare economia, ma cosa spinge una ridistribuzione dei cassonetti, Per quanto ancora la nostra
demotivati. lare attenzione. Basterebbe farsi a iniziare proprio dall’igiene?! Non aumentandone anzitutto la pre- città sarà costretta a sopportare il
Così tanto che anche quei po- un giro per piazza Leone XIII, solo Adelfia non è stata messa nelle senza? E perché non valorizzare silenzio di una pubblica ammini-
chi sacchetti a lungo andare sono piazza Mercato, via Valenzano… condizioni di attuare una concreta la politica del “Porta a Porta”, strazione che non ha tuttora ma-
scomparsi e con loro anche i con- ma gli esempi più eclatanti sono: raccolta differenziata, e per questo guardando con più attenzione turato da sé l’interesse a sviluppare
tenitori colorati che, sia pure ca- via Rutigliano, che su sei esercizi è condannata ad essere fanalino alle città virtuose che hanno sa- un senso civico condiviso?!
4
PAESE CHE VAI Anno IX n. 5 - Novembre 2009

ADELFIA Dal 1986 ad oggi nulla è cambiato: parola di Francesco Nicassio

L'incoerenza... certe volte!


P ubblichiamo di seguito la
lettera che nel settembre del
1986 Francesco Nicassio,
allora zelante funzionario
pasticcini», esperta in sommini-
strazioni di omogeneizzati cul-
turali. Teatro e cantanti li mette
la Provincia; per il resto (50
del Comune di Adelfia, scrisse alla milioni) ci sono i fondi per gli
Gazzetta del Mezzogiorno. Colui svaghi della Regione. Così in 35
che è diventato in seguito nostro Comuni della Provincia, per un
sindaco, si doleva dello sperpero giro di miliardi. Stiamo vivendo
di denaro pubblico e dell'inca- un'estate densa. Ci si perde tra
pacità amministrativa della giunta gli arrosti delle feste di stagione
dell'epoca, criticando scelte che e i ri-chiami della cultura. Gli Arrosto delle feste di stagione L’igiene langue
durante il suo governo non ha spet-tacoli si ripetono, si intreccia-
esitato a ricalcare, come dimostra- no. Una fiera dell'effimero. Ces-
no le immagini a corredo. sata la lotta alle cavallette per
L'incoerenza... certe volte! la Provincia e la cura delle
stazioni di monta per i Comuni,
L’ assessore alla cultura di l'una e gli altri percorrono la
Adelfia ha preparato un via della cultura, dinanzi alla
programma di attività culturali quale tutti alziamo le mani. Gli
«Estate 86» per rendere più investimenti nel settore toccano
vivibile e allegro il nostro Comu- cifre da capogiro, violentano il Una fiera dell’effimero Verde in coma
ne, a misura del suo abitante. tasso programmato di inflazione.
Nel programma c'è un po' L'ha rivelato la Corte dei Conti Il funzionario comunale Francesco Nicassio criticava, in una lettera del 1986
di tutto: mostre, teatro, musica, nella relazione sulla gestione alla Gazzetta, scelte di governo che non ha poi disdegnato da Sindaco
cantanti vecchi ma di nome e finanziaria 1984.
anche un falò. Richiesto di un Il paese reale non ha mai
parere, ho suggerito di eliminare domandato svaghi alla Pubblica
tutto e di fare soltanto il falò, amministrazione, ma servizi
ma grande, largo quanto l'aia reali come l'igiene e la rappez- DESTINAZIONE SOGGIORNI CLIMATICI PER ANZIANI NEI
e alto un palmo sul campanile. zatura delle strade, strutture per NOVE ANNI DI AMMINISTRAZIONE NICASSIO
Perché solo il falò. Per creare acculturarsi: biblioteche, centri
una mappa pugliese delle grandi aperti polivalenti per gli anziani, 2001 Abbadia S. Salvatore TOSCANA
attrazioni, quelle che fanno stu- aule per le scuole. Mentre si 2002 Lago di Bolsena LAZIO
pore e turismo. Se ne contano somministra cul-tura che ha il 2003 Pieve di Cadore TRENTINO ALTO ADIGE
già, come la mongolfiera di volto demente di una cultura
Acquaviva e gli spari del 10 di regime, l'igiene langue, il 2004 Terrasini SICILIA
novembre a Montrone. Per questi verde pubblico è in coma, la 2005 Malé TRENTINO ALTO ADIGE
ultimi vengono da tutta la pe- scuola muore, vecchi e bambini
2006 Vipiteno TRENTINO ALTO ADIGE
nisola e anche dall'estero in sono agli arresti davanti alla
decine di migliaia. La proposta TV o spediti nell'altra Italia ai 2007 Carpegna MARCHE
del falò è stata bocciata. soggiorni obbligati. 2008 Lignano Sabbia d’Oro FRIULI VENEZIA GIULIA
L'assessore è andato avanti sotto
l'ala guida del-l'«Accademia dei Francesco Nicassio 2009 Marina di Pisa TOSCANA

Di Antonella Gatti La risonanza al problema sortisce gli effetti sperati.

È andata a buon fine la pro-


testa dei cittadini di via della
Repubblica che, dopo anni
di lamentele, sollecitazioni, se-
Nuova vita per il Parco
gnalazioni e persino una petizione
popolare, si sono rivolti a noi,
perché attraverso questo giornale,
rendessimo note le condizioni del
parco di via della Repubblica, per
di Via della Repubblica
troppo tempo inaccessibile.Come
dimostrano le immagini, i lavori
di ripristino del parco, che dura-
vano da più di quattro mesi, sono
stati finalmente sbloccati e ulti-
mati, rendendo nuovamente frui-
bile quello spazio vitale per gli
abitanti del luogo. La decisa forza
di volontà di chi non subisce e
non si arrende, ma si oppone
all’indifferenza delle istituzioni
locali, aiuta sempre ad ottenere i
risultati sperati. Come era Come è oggi
5
Anno IX n. 5 - Novembre 2009
PAESE CHE VAI
Dopo l'attacco ironico del Pd, la fontana di Canneto torna in piazza Cimmarrusti ADELFIA

Tre soldi nella Fontana


I nutile dire che la famosa
commedia americana del
grande Jean Negulesco, presta
solo il titolo a questa vicenda tutta
Il lavori erano stati sospesi dopo il divellimento del pavimento
quanto deliberato dalla Giunta
comunale, sarebbe stato piazza
Roma. Invece, come previsto, un
mese fa circa, il cantiere è stato
adelfiese dai toni tragi-comici, avviato in piazza Cimmarrusti.
che ha visto coinvolti una banale Incuranti del fatto che la pavi-
fontana da catalogo e qualcuno mentazione era già stata divelta,
che temeva di perderci la faccia. per non essere smentiti, i consi-
La storia non è nuova: glieri garanti della notizia bufala,
l’amministrazione Nicassio ha hanno sospeso i lavori, preten-
deciso di abbellire due piazze di dendo di trasferirli lì dove loro
Adelfia con fontane, neanche tan- avevano assicurato.
to ricercate, del valore di 130.000 Tempo un paio di settimane,
euro. In passato, abbiamo già e per fortuna, per divina illumi-
avuto modo di dichiarare la no- nazione o forse per le numerose
stra contrarietà al progetto, con- proteste dei cittadini, i nostri han-
siderata l'infinità di interventi no cambiato idea e individuato
sicuramente più urgenti di cui il nel Parco di via Fieno un nuovo
nostro paese ha bisogno - vedi sito per la fontana. Poi, un ma-
abbattimento delle barriere archi- nifesto a firma del PD ha messo
tettoniche negli edifici comunali. in ridicolo la vicenda e come per
Nello stesso periodo un gior- incanto, dopo tanto peregrinare,
nale locale, imbeccato da alcuni ecco che finalmente il povero or-
consiglieri di maggioranza, aveva namento trova pace e torna in
annunciato che il sito preposto piazza Cimmarrusti. Adesso, fiato
per la realizzazione della fontana alle pompe e alle tasche dei citta-
di Canneto, contrariamente a dini!

LETTERA APERTA

I cittadini scrivono
La nostra posizione ri-
spetto alla inutilità
delle due fontane
ornamentali ad Adelfia rimane
immutata. Tuttavia pubblichia-
mo volentieri la lettera trasmes-
saci da un gruppo di architetti
inizialmente coinvolti nella pro-
gettazione delle due opere.

Buongiorno,
a quanto pare
un'iniziativa lodevole come
quella illustrata nei files alle-
gati è naufragata!
Chi scrive è il gruppo di
architetti che su invito del Co- A quanto pare sono state in- dare la possibilità a qualcuno domande da parte dei vostri Scrivi a:
mune di Adelfia ha prestato traprese altre strade per la interessato di "guardare" cosa utenti. Assoc. Hinterland Adelfia
il proprio servizio "sociale" progettazione e la realizzazio- siamo capaci di fare. Via Ten. Sinisi, 6
alla comunità e che oggi ha ne delle fontane che ci hanno Ci auguriamo che il nostro louis.kruger@alice.it 70010 Adelfia (Ba)
deciso di inviarvi i documenti visto assenti senza nemmeno lavoro possa trovare spazio nei teresa.berardino@libero.it
del nostro lavoro per deliziare un "scusate il disturbo"! Al di vostri strumenti editoriali ren- francescoberardino@virgilio.it hinterlandadelfia@libero.it
(almeno così ci auguriamo) là di questa forse inutile rifles- dendoci fin d'ora disponibili g.castellani@awn.it paeseepaesiadelfia@libero.it
la vostra mente e i vostri occhi. sione ci sembra giusto e onesto ad eventuali chiarimenti o arch.cerrato@gmail.com
6
PAESE CHE VAI Anno IX n. 5 - Novembre 2009

ADELFIA
Quest'anno la festa di accoglienza ai nuovi iscritti all'Azione Cattolica si è tenuta ad Adelfia

Festa del Ciao: un carico di emozioni


di Mariateresa Panarese

D omenica 11 ottobre nel no-


stro paese si è tenuto il ra-
duno di tutti gli aderenti
all’Azione Cattolica delle Diocesi di
Bari-Bitonto. “La festa del ciao” -
così denominata perché con questo
saluto si accolgono i nuovi iscritti
- ha portato grande fermento nei
due rioni di Adelfia, gremiti di bam-
bini, ragazzi e adulti che si sono
cimentati in attività ricreative e di
aggregazione. È stata una giornata
indiscutibilmente emozionante e
carica di sentimenti positivi, soprat-
tutto per i più giovani che si sono
riuniti per iniziare o portare avanti L'impegno dei due parroci e di tanti volontari, risorsa importante per i nostri figli
un percorso che non è tanto di
impegno cristiano quanto di con-
divisione di valori e obiettivi di vita. mancanza di sicuri luoghi di ritro- sono fatti carico di offrire tempo e ragazzi a sentirsi coinvolti in un ogni giorno, così l’impegno si tra-
Nei mesi scorsi abbiamo letto, ascol- vo, di impianti sportivi adeguati, di attenzione ai nostri ragazzi, dimo- contesto che non è soltanto religioso sforma in regola e lo stare insieme
tato e visto in televisione quanti iniziative pubbliche capaci di at- strando di possedere una sensibilità ma anche aggregante e accogliente, diventa condivisione democratica
giovani buttano via la propria vita, trarre e coinvolgere attivamente le educativa che li porta ad interagire senza pregiudizio nei confronti degli d’intenti. La loro è una passione
cercando il famigerato “sballo” giovani generazioni fa di Adelfia, consapevolmente con le famiglie altri. I cori, le panzerottate, il cioc- che si gioca dove passa la vita dei
attraverso l’assunzione di droghe infatti, un territorio a rischio. per combattere il disagio e la soli- colato caldo, i campi scuola e i ragazzi, divenendo un ponte, fra la
e bevande alcoliche. Queste realtà, Le istituzioni pubbliche locali tudine in cui molti adolescenti ca- campi scout diventano l’alternativa famiglia e la strada, che sfida il
che ci sembrano lontane dalla no- sono totalmente assenti rispetto a dono. alla casa, alla scuola e un po’ anche quotidiano e non li lascia nella
stra quotidianità, esistono e sono queste problematiche, ma fortuna- La loro capacità di partecipare alla strada. Don Tonio e Don Felice solitudine. Per tutto ciò che fanno,
anzi dietro l’angolo in ambienti tamente vi sopperiscono in parte le alla vita sociale della comunità cercano di creare un ambiente sa- per la loro presenza e pazienza e
poco stimolanti a livello socio- due Parrocchie, con Don Tonio, giovanile, con generosità e soprat- turo di valori che non sono espressi per il loro spirito di sacrificio …
culturale come quello adelfiese. La Don Felice e tanti volontari, che si tutto con il cuore, aiuta i nostri solo a parole ma messi in pratica semplicemente grazie!

Giunte via mare, le preziose


reliquie sono rimaste ad
Adelfia per tre giorni
Da Cattaro ad Adelfia le
Reliquie di San Trifone
Si sa in provincia di Bari e
oltre i confini regionali
che il 10 e 11 novembre
ad Adelfia è festa, si fe-
Tra gioia e commozione sfilano per le vie di Montrone, seguite da centinaia di fedeli

steggia il Patrono di Montrone: dita invece una piccola reliquia ziamento e l'inno montenegrino
San Trifone. E se qualcuno se ne di San Trifone, che la comunità dedicato a san Trifone.
dimentica, ci pensano i botti dei Montronese ricevette nel 1839. Quindi, scortate da un pode-
fuochi pirotecnici a farlo ricor- Le Reliquie, contenute in roso servizio d'ordine, le sacre
dare. una preziosa urna di argento Reliquie sono giunte ad Adelfia,
In più quest’anno c'era massiccio raffigurante il martirio dove centinaia di fedeli le atten-
un'attesa diversa, sfociata in una di San Trifone a bassorilievo, devano al rondò di via Rutiglia-
frenesia che ha contagiato tutti. sono giunte nel porto di Bari il no. Di lì è partita la processione
Don Felice Iacobellis, grazie 9 novembre, accompagnate dal che, nel corso dei tre giorni, le
all’aiuto importante e determi- Mons. Elia, un picchetto d'onore ha viste sfilare in tutte le vie del
nante di S.E. Mons. Elia, Vescovo in uniforme tradizionale della rione Montrone e spingersi fino
di Cattaro e di S.E. Mons. Fran- Marineria del Montenegro e tan- a via Martiri del Fascismo.
cesco Cacucci, ha reso possibile tissimi fedeli montenegrini, che I festeggiamenti sono culmi-
avere in Adelfia dal 9 all'11 no- durante i tre giorni di festeggia- nati l'11 novembre in una messa
vembre le Relique del Santo Pa- menti hanno trovato ospitalità di commiato tenutasi in pubblica
trono conservate a Cattaro nella nelle abitazioni dei cittadini adel- piazza e seguita da migliaia di
cattedrale dedicata a San Trifone. fiesi. fedeli.
Nella città natale del Santo, la Nella sala Consiliare della Al termine, il picchetto mon-
festa si celebra il 3 febbraio, gior- Provincia di Bari, il vicepresiden- tenegrino ha eseguito una danza
no in cui la Confraternita Mari- te Nuccio Altieri e il consigliere tradizionale per ringraziare della
nereza comprò i sacri resti da Vito Antonacci hanno accolto calorosa accoglienza gli adelfiesi,
marinai veneziani che le stavano ufficialmente la delegazione, of- che nella commozione generale
trasportando a Venezia. frendo la prima colazione. hanno dovuto salutare per
Nella Chiesa Madre della L'incontro si è concluso con l'ultima volta la preziosa urna
Parrocchia di S. Nicola è custo- Reliquie di san Trifone un canto tradizionale di ringra- che ripartiva per Kator.
7
Anno IX n. 5 - Novembre 2009
PAESE CHE VAI
ADELFIA

C on questo premio, costituito


da una melagrana in ar-
Premio all’adelfiese positivo
gento e da una pergamena
con il logo dell’Associazione Cul- Il melograno d’argento 2009 a: dr. Giovanni Francesco MONTELEONE (Prefetto di Matera)
turale “il melograno”,i soci in- dr. Baldassarre STEA (Medico oncologo a Tucson Arizona - U.S.A.)
tendono dare lustro e risonanza
al territorio di Adelfia attraverso
l’operato dei suoi figli migliori, duato nelle persone del dr. Gio- tembre 2009 nella sala teatro
che si siano distinti o che si vanni Francesco Monteleone del I Circolo “Aldo Moro” alla
distinguono nel proprio lavoro, (Prefetto di Matera) e del dr. presenza delle autorità civili,
raggiungendo traguardi lumino- Baldassarre Stea (Medico Onco- militari e religiose. Il premio,
si che siano d’esempio “positivo” logo a Tucson U.S.A.) i destina- alla sua 2^ edizione, annovera
per le generazioni future. Il tari del premio, considerando come motivo d’orgoglio la con-
premio, pertanto, intende avere le loro elevate qualità morali: cessione del Patrocinio
la funzione di presa di coscienza di Canneto e Montrone, con una quanto esposto il direttivo le indiscusse capacità di rappre- dell’Assessore al Mediterraneo
che Adelfia ha una sua storia storia pregna di patrimonio ar- dell’Associazione, dopo aver pre- sentante territoriale del Governo della Regione Puglia, della Pro-
importante, sia come unico Co- tistico, sociale e culturale da miato nel 2008 il dr. Franco il primo e le indubbie e ricono- vincia di Bari e del Comune di
mune nato da non molti anni, tutelare e valorizzare anche con Lorusso, Procuratore Regionale sciute qualità di medico per Adelfia.
sia come individualità dei borghi questa iniziativa. Alla luce di della Corte dei Conti, ha indivi- l’altro, festeggiandoli il 12 set- Il Presidente Nino Gargano

Di Salvatore Ilacqua e Michele Macchia

C ome potremmo oggigiorno


definire il coraggio? Che cosa
pensiamo di quella virtù che
Figura emblematica di tutta
l'opera è, senza dubbio, John
Quincy Adams (1767-1848) sena-
Ritratti del coraggio
Hemingway definì “la grazia tore del Massachussets prima e, prudente e troppo avventato. parole di Andrew Jackson: “Un
sotto pressione”? successivamente, Presidente degli Incauto o impavido? E nella so- solo uomo di coraggio fa la
Un giovane senatore nel 1956, Stati Uniti d'America. Uomo do- cietà contemporanea di quale differenza”.Questo è l'effetto che
John Fitzgerald Kennedy, pubblicò tato di uno spiccato talento po- opinione godrebbe un simil per- John aveva sugli altri, uomo po-
un testo che, ripercorrendo la litico, detestava l'attaccamento sonaggio? Ammirazione, disprez- litico per il mondo, intrepido e
vita e le battaglie politiche di otto al potere senza il rispetto di valori zo, paura o indifferenza? coraggioso per i suoi intimi com-
differenti personalità, ha calcato e ideali personali. Così profonda- Dante, studiato a lungo da Ken- mensali.
i lineamenti di questo valore: mente deluso dalla rigorosa re- nedy, scriveva: “I posti più caldi E noi? Crediamo possibile riuscire
“Ritratti del coraggio”(premio torica di partito che imperversava all'inferno ospitano quelli che, a fare la differenza?
Pulitzer 1957). Considerato una- nel suo paese giunse a dichiarare: in periodi di gravi crisi morali, Il coraggio è la forza che produce
nimemente il testamento “politico “Il paese è così talmente piegato sono rimasti neutrali”. Dunque, il cambiamento che avviene pri-
e spirituale” di Kennedy, rappre- allo spirito di partito, che non mai rimanere ai margini, mai ma nell'animo per poi essere
senta il principio della sua car- seguire ciecamente l'uno o l'altro sottrarsi alle responsabilità e mai applicato. Le storie di vita riportate
riera: viene prima del celebre è un’offesa inespiabile. In entram- di meri interessi regionalistici, soccombere al “puzzo” del com- da Kennedy possono offrire uno
discorso d'insediamento alla Casa bi io vedo l'impossibilità di seguire per preservare il bene della res promesso morale che le vicissitu- spunto di riflessione, un modello
Bianca, prima della crisi cubana, i dettami della mia coscienza”.Fu pubblica. dini politiche e sociali ci impon- di ispirazione, ma non potranno
prima della “sfida spaziale”... uno dei pochi senatori a “tradire” Per tali ragioni, in un periodo gono. mai regalare il coraggio stesso:
insomma prima di tutto ciò che parenti, amici, colleghi, il suo di fortissima instabilità sociale, Nella prefazione al libro Robert quello ognuno dovrà cercarlo
è noto su JFK. stesso elettorato, infischiandosene venne considerato un uomo poco Kennedy descriveva John con le dentro di sé.

di Antonella Gatti e Vito Coppi


Giovanni Gasparro
G iovanni Gasparro, nato a Bari nel
1983, si è diplomato
all’Accademia di Belle Arti di
Roma con una tesi sul pittore fiammingo
contemporanea di Bologna (Artefiera 2008
e 2009) e Verona (Art Verona 2009). Con
il dipinto Ultima cena, Giovanni Gasparro
è stato l’unico pittore contemporaneo a
rappresentare il XXI secolo nella prestigio-
Van Dyck, ora al vaglio di importanti case sissima mostra “Olio su tavola. Fisionomie
editrici e musei italiani. Durante gli anni dell’arte culinaria dal XVII al XXI secolo”,
accademici, il suo dipinto Ultima cena(foto) accanto ad opere di Strozzi, Morbelli, Gut-
fu esposto nel film Saturno controdel regi- tuso, De Pisis, Pannaggi e Casorati, presso
sta italo-turco Ferzan Ozpetek. l’Abbadia di Chiaravalle di Fiastra, nei
Le sue opere grafiche sono state esibite, pressi di Tolentino. Nel 2009 è la volta di
in questi anni, in importanti esposizioni “Contemplazioni”,grande mostra sulla
nazionali come la Biennale di incisione di figurazione contemporanea,curata da Al- ne e Provincia di Rimini. Importanti in Bruxelles, Bordeaux, Cipro, Tokyo, Fer-
Monsummano Terme, il Premio Fabio Ber- berto Agazzani e tenutasi a Castel Sismon- questi anni anche le mostre collettive nelle mo,Tunisi. Dal gennaio 2008 Gasparro è
toni di Fermignano e mostre collettive a do e Palazzo del Podestà di Rimini. due gallerie romane Chiaried Incontro in esclusiva con la storica Galleria Russodi
Roma e Formello, ma sono state le crea- L’evento ha avuto ben 28.000 visitatori, d’Arte. La prima mostra personale è del Roma che ospita, dal 15 ottobre, la perso-
zioni pittoriche a far conoscere anche nonché il patrocinio del Parlamento Euro- giugno scorso nella Galerie 91di Parigi. nale “Giovanni Gasparro. Noli me
all’estero il nostro concittadino. peo, del Senato della Repubblica, dei Mi- Opere di Gasparro sono presenti in impor- tangere”, curata da Paolo Serafini con
Dipinti di Gasparro sono stati esposti nelle nisteri dei Beni Culturali e del Turismo, tantissime collezioni private di Londra, catalogo edito da De Luca Editori d’Arte,
prestigiosissime fiere d’arte moderna e della Regione Emilia Romagna, del Comu- Roma, St. Etienne, Anversa, Milano, Parigi, che farà tappa anche a Milano.
8
PAESE CHE VAI Anno IX n. 5 - Novembre 2009

ADELFIA
Campo di calcetto
comunale inagibile
Partitella tra amici?
Ad Adelfia non si può!
da mesi.

di Antonella Gatti è magari – per età o possibilità – proporre al Sindaco Francesco


sprovvisto di patente o automobile Nicassio e all’Assessore allo Sport

“C iao Gianni, per stasera


siete al completo?” – dice
Nico.
“Sì Nico, tutto ok! Oggi ab-
per raggiungere luoghi non serviti
da mezzi pubblici.
E allora, come si risolve?
Sicuramente la soluzione ot-
timale sarebbe un nuovo tappeto
Pino Moretti, la cortesia di accom-
pagnare questi ragazzi, una volta
alla settimana, ai campi di Valen-
zano, Loseto, Casamassima o Ac-
quaviva, a seconda della disponi-
biamo pure il portiere, così non d’erba sintetica per l’ormai da bilità che questi ultimi di volta in
ci tocca fare un gol ciascuno…” tempo inagibile campo di calcetto, volta offrono; magari, qui potreb-
– risponde Gianni, che continua: all’interno del Campo Comunale bero attendere la fine della partita
“Ci vediamo al parco alle 20,30 del nostro paese. Troppo costoso – senza fare complessivamente
e di là andiamo a Valenzano, Suggerimenti per il Sindaco e l’Assessore allo Sport. per le casse comunali già svuotate quattro viaggi! – e, intrattenendosi
ok?” dalle tanto numerose quanto tra- nelle aree a verde attrezzate o nei
Replica Nico: “Sì! Però cercate sparenti opere pubbliche realizzate punti di ristoro presenti, trovare
qualcuno che vi accompagni, “partitella” tra amici, considerando di riempire il proprio tempo libero per noi da questa scrupolosa am- l’ispirazione giusta per ovviare al
perché stasera mio padre ha il lo stato di abbandono dell’unico con un sano sport amatoriale. ministrazione? Perché dunque non sacrificio!
turno e non può venire…”. campo pubblico di calcio a cinque Problema banale? Probabil- chiedere un piccolo impegno per- Normalmente questa sarebbe
Questa che state leggendo non presente nel nostro paese. Il loro mente sì, per molti adulti o per sonale da parte di coloro che nor- una provocazione, ma chiedere a
è una storiella, ma alcune delle discorso fatto ad alta voce ha colpito chi è distratto e distante dalle malmente dovrebbero – e potreb- Sindaco e Assessore “straordinari”
battute scambiate tra Gianni e l’attenzione dei presenti ed in par- esigenze delle giovani generazioni; bero – evitare un tale disagio, a che si eviterebbero tranquillamente,
Nico, due ragazzini di 15 e 16 anni ticolare la mia, pungolata dall’aver certamente non di poco conto, dimostrazione dell’attenzione e se vi fosse una corretta gestione
che viaggiano ogni mattina con riconosciuto la stessa difficoltà in però, per un adolescente o ragazzo della benevolenza che nutrono nei delle strutture pubbliche, rischia
l’autobus per Bari, costretti a spo- cui incorrono i miei amici e tanti che già subisce l’assenza di spazi confronti dei propri giovani? purtroppo di diventare un utile
starsi altrove per una semplice altri ragazzi adelfiesi che decidono di intrattenimento e svago e che Nello specifico, si potrebbe suggerimento.

Continua il viaggio tra


le giovani promesse
sportive adelfiesi
Il giovane Claudio Lanera
di Antonella Gatti e Vito Coppi
tra i professionisti del calcio
A proposito di...
T ra i giovani calciatori
che si stanno mettendo
in luce in questa prima
parte del campionato italiano
il Noicattaro a soli diciotto
anni, si è successivamente
confermato nella stessa
categoria con la maglia del
Carpi (squadra in provincia
URBANISTICA
L'assessorato all'Assetto del Territorio della Regione Puglia ribadisce, con nota
ufficiale, che il parere dell'Autorità di Bacino è vincolante per l'adozione del
PUG.
di Lega Pro, vogliamo con di Modena), garantendosi Quello di Adelfia ne era sprovvisto.
piacere segnalare il debutto per questo anno il ritorno
del ventenne adelfiese Clau- in Puglia e soprattutto il SERVIZI SOCIALI
dio Lanera tra le fila del passaggio tra i professionisti. A distanza di due mesi dall’inizio della scuola finalmente partono i servizi
A.S. Noicattaro (girone C, La Lega Pro Seconda scuolabus e mensa. Quest’ultimo già sospeso per dubbi sulla qualità del cibo
Seconda Divisione). Divisione (che fino al 2008 somministrato ai bambini.
Classe 1989, il giovane veniva chiamata Serie C2) Cari genitori adelfiesi, arrangiatevi.
Claudio è un moderno ester- è il quarto livello - il minore
no sinistro di difesa, dal man- tra i tornei professionistici CONTENZIOSO
cino forte e preciso, dotato delcampionato della lega Sale a 55.000 euro l'ammontare delle spese legali sostenute dal Comune di
di un dribbling rapido e stret- Calcio Italiana, che oltre a Adelfia nella causa intentata dalla famiglia Stea contro l'interramento dei
binari.
to, e soprattutto di una ine- Debutto nel registrare la più alta pre-
55.000 euro in meno per i servizi al cittadino.
sauribile corsa. campionato senza di giovani, permette
Le sue prestazioni in loro di affermarsi e lanciarsi
campo lo hanno portato alla
italiano di Lega Pro verso scenari più prestigiosi.
INTERRAMENTO
Seconda Divisione Il consigliere di maggioranza Monteleone prova ad ostacolare i lavori, segnalando
vista dei media locali e degli La nostra speranza è che all'Autorità di Bacino irregolarità nella messa in sicurezza del cantiere.
addetti ai lavori, ma soprat- Girone C con la anche per il giovane Claudio L'ispettore dell'AdB boccia il consigliere e promuove a pieni voti le FSE.
tutto stanno contribuendo a maglia del A.S. questo sia solo il punto di
migliorare la classifica Noicattaro partenza della sua carriera, LICEO SCIENTIFICO
dell’A.S. Noicattaro, fino ad il primo passo di un per- Sul piede di guerra i genitori dei ragazzi iscritti, a cui il Sindaco aveva promesso
oggi bugiarda viste le buone *Figura 1 corso ricco di soddisfazioni. un edificio al passo con i tempi. Ora promette una crociata contro la Provincia
partite giocate dalla squadra attraverso l’inserimento di In bocca al lupo Claudio! di Schittulli.
rossonera. molti giovani calciatori che Professore, si tenga pronto.
Promossa per la prima hanno già dimostrato di poter *Figura 1 – Il giovane Clau-
volta nella sua storia in serie competere a livello professio- dio Lanera (foto dal sito uf- RACCOLTA DIFFERENZIATA
C2 nel 2006/2007, quest’anno nistico. Tra questi ragazzi c’è ficiale dell’AS Noicattaro) Nel 2010 potrebbe aumentare dal 20% al 40% la tassa sullo smaltimento dei
la società nojana ha scelto il nostro Claudio Lanera, che, rifiuti urbani. Batosta prevista per i comuni, come Adelfia, poco attenti alla
di rinverdire la propria rosa dopo l’esordio in Serie D con raccolta differenziata.
Quando si tratta di bocciature il primo posto è nostro!