Sei sulla pagina 1di 4

Ricette Romene

Salata de vinete Insalata di melanzane


Ingredienti per 3 - 4 persone:
4 melanzane medie
Sale
Olio
Maionese
Le melanzane si mettono intere sulla griglia o anche al forno a 220C - io le faccio
sulla griglia. Ogni tanto bisogno girarle finch l'interno della melanzana diventa
morbido. Appena tolte dalla griglia/ forno si tagliano a met e con un cucchiaio si tira
fuori la polpa della melanzana. La polpa si mette in un scolapasta per un ora o fino a
quando il liquido si e tirato fuori della melanzana. Il liquido che perdono le melanzane
e dannoso per lo stomaco, fegato ecc quindi importante lasciare fuoriuscire il
liquido. Dopo che il liquido si e tirato fuori sminuzzate la polpa delle melanzane.
Tritate una cipolla. Aggiungete sale, un po' d'olio e un cucchiaio di maionese.
Amalgamate tutti gli ingredienti e poi linsalata e pronta. Buon apetito!
Santini Mucenici
Queste brioche tradotto dal rumeno dovrebero chiamarsi santini e si fanno in Romania
proprio oggi,nel giorno dei Santi che comemora i 40 Martiri di Sevastia che,secondo
la tradizione si dice che sianno stati ucisi ai tempi del imperatore Licinius perche si
sono rifiutati di rinunciare al Cristianesimo
In questo giorno,i uomini devono bere 40 bicchieri di vino rosso,ce rapresentano il
sangue dei 40 martiri,chi non riesce deve almeno assagiare o essere spruzzato per
avere salute e forza durante tutto l'anno.Le donne in questo giorno devono preparare
40 di questi dolcetti in forma di otto.

Ingredienti:
550gr farina
125ml latte
125ml acqua
150gr zucchero
1 uovo inteo
80 gr burro
1 bustina lievito secco
1 cucchiaino sale
Per spennelare
30ml latte
1 giallo d'uovo
Per lo sciroppo
300 ml acqua
150 gr zucchero
1 bustina zuchchero vanigliato
1 essenza rum
buccia di limone gratuggiata
Inoltre ci serve
miele
noce macinata
Mettiamo in una ciotola la farina, facciamo un buchetto dove aggiungiamo il
lievito secco, zucchero ,uovo, burro morbido, il latte e l'acqua legermente caldine, il
sale. Amalgamiamo bene e incominciamo a impastare molto bene, per cca 25 minuti
per avere un risultato migliore.
A questo punto mettiamo l'impasto a lievitare in un luogo caldo, coperto con
uno strofinaccio per 1-1 ora e 30. Nel fratempo sbattiamo il giallo del uovo,
aggiungiamo i 30ml di latte e lasciamo da parte; prepariamo lo sciroppo, metendo in
un pentolino l'acqua, lo zucchero,lo zucchero vanigliato e il rum e facciamo bollire.
Quando tiepido aggiungiamo anche la buccia del limone.
Dopo che l'impasto e lievitato lo mettiamo sul tavolo da lavoro, legermente
infarinato, non ce ne tanto bisogno perche risulta un impasto molto bello, non
appicicoso,se riuscite a fare almeno della farina meglio cosi si lavora meglio,e
formiamo delle palline, se possibile, pesiamo l'impasto per avere palline piu'o meno
dello stesso peso, formando palline sui 57-60gr ho ricavato una ventina, con le mani
stendiamo fomando una salsiccia sotile, lunga cca 50cm, prendiamo i lati con una
mano e con l'altra faciamo una treccina che chiudiamo in un cercchio che gireremo a
forma di otto.
Appogiamo tutti gli santini su la teglia da forno coperta con la carta e
lasciamo lievitare ancora per un ora; trascorso questo tempo, le brioche sono lievitate.
Spenelliamo con il giallo di uovo che avremo mescolato al latte,infornimo a 180
finche diventano dorate. Tiriamo fuori la teglia,e spenelliamo ancora con lo
sciroppo ,dopo con il miele e poi mettiamo sopra la noce tritata finissima.

Drob de miel - Coratella di agnello


E una ricetta romena per celebrare in modo tradizionale la Pasqua. Si mangia come
antipasto, tagliato a fette.
Ingredienti:
frattaglie da un agnello - 1 kg
6 uova fresche
2 cipolle
1 mazzo di cipolle verdi
1 mazzo di prezzemolo
1 mazzo daneto
pepe e sale e olio per ungere la teglia da forno
Tempo preparazione: 1 h 30'
Preparazione:
La caiola si mette in un vaso grande, pieno dacqua fredda e si lascia aprire da
sola, senza toccarla perch si rompe facilmente.
Nel frattempo, si pulisce per bene le frattaglie, quindi sono separati tutti gli
organi: il cuore, i polmoni, il fegato, i reni, la milza. Si lavano e si puliscono per bene,
levando gli eventuali piccoli coaguli di sangue. Il cuore si taglia a met e si puliscono.
Un attenzione particolare necessitano i reni.
Si taglia le pelle che li avvolge e si tira gi. Poi i reni si tagliano a met nel senso
della lunghezza, quindi si aprono a libro e si puliscono al interno togliendo e buttando
via la parte bianca.
Gli organi tagliati a pezzi si mettono a bollire. Le prime volte l'acqua risulta
molto sporca, fa tanta schiuma, quindi bisogna cambiare l'acqua due volte.
Mettiamo gli organi a bollire di nuovo nella terza acqua. Devono bollire bene tutti,
incluso il cuore che richiede pi tempo. Una volta bolliti, li mettiamo a scolare per
bene.

Si puliscono e si tagliano finemente 2 ciopolle . Ho messo tutto in una padella


con 3 cucchiai di olio evo, finch la cipolla diventata morbida.
Si tritano gli organi e si mettano in una ciotola capiente. Si aggiungono la
cipolla morbida, 6 uova sbattute, il prezzemolo e l'aneto tritato, sale, pepe. Si
mescolano per bene tutto.
Si prende la caiola e si adagia con cura su una teglia unta con un po' d'olio
(non tanto, perch la caiola e comunque grassa).
Mettiamo sopra la caiola il composto preparato e chiudiamo la preparazione
sempre con la caiola. Maneggiatela piano piano perch essendo sottile, si rompe
facilmente.
Infornare a 180 gradi per 55 minuti, finch risulta bella dorata.
Lasciamo raffreddare nella teglia, tiriamo fuori e affettiamo.
Buon appetito!