Sei sulla pagina 1di 6

Home

Gear

Recording

Software

Events

Tutorial

Vintage

Drone Department

NORDELECTRO3:Samplingtutorial
primaparte
Written by Antonio Antetomaso on 11 aprile 2012. Posted in Tutorial

Dopo avervi propinato una recensione, spero efficace, di questo meraviglioso strumento, il momento di
parlare della procedura da seguire per campionare i nostri suoni preferiti e portarli in live utilizzando il Nord
Electro 3.

Bookshelf

search...

Tagpipopolari
IK Multimedia hammond vintage Waldorf
xilslab Nord Modular G2 drone

sound library Odyssey app midi

doepfer native instruments Live

drum machine ARP novation

modular ipad clavia

euro rack analog korg


moog roland arturia synth
delay Ableton Reaktor
synthesizer step sequencer
sequencer yamaha buchla Kontakt
motu make noise DSI Oberheim filter
bbd rack extension Minimoog

di Antonio Antetomaso
Prima di tutto, qualche precisazione:
La procedura descritta volta a produrre sample libraries caricabili direttamente sulla Sample lib
partition del Nord Electro 3, ma pu essere facilmente generalizzata a tutte le tastiere Nord che
ammettono la riproduzione di campioni: Nord Wave, Nord stage 2, Nord Electro 3;
Il tutorial si articola in due puntate, delle quali la prima offrir una panoramica del software di
campionamento offerto da Clavia, il Nord Sample Editor in versione, attualmente, 2.10; mentre la
seconda costituir il tutorial vero e proprio.
Nella seconda parte, estrarremo i campioni da un virtual instrument scelto alluopo (operazione assai
interessante), avvalendoci di un software di sampling e poi, caricheremo la sample library direttamente
nella tastiera. Partiamo con il Nord Sample Editor, liberamente scaricabile al link collegato.
Il programma un eseguibile da installare e lanciare sul proprio computer; disponibile sia per Mac che per PC,
pu essere padroneggiato con poco sforzo. Qui di seguito, la schermata iniziale.

NuoviArticoli
Epoch Modular Rob Hordijks
Benjolin
Frankfurt MusikMesse 2016:
cambia qualcosa
OSCiLLOT 03 verificare vibrato
e hard sync
Sputnik West Coast Random
Source
OSCiLLOT 02 Iniziamo dalle
sorgenti sonore
VirSyn Emo Chorus per
iPad/iPhone
OSCiLLOT 01 Fare amicizia
MetaSynth: quattordici giorni
per pagarlo poco
Nord Sample Library 2.0
Make Noise Soundhack
tELHARMONIC

Contrariamente al primo impatto, lapplicazione di una semplicit sconcertante e, allo stesso tempo, offre
allutente il giusto compromesso tra usabilit ed efficacia: campionare unarte assai complessa, ci sono
tecniche di ripresa da imparare, nozioni in merito allorganizzazione dei campioni e al looping, ma tutto

iceGear Lorentz Polyphonic


Synthesizer
Moon Modular 511D Dual

facilmente gestibile da dentro al programma. La cosa si complica se decidiamo di campionare uno strumento
acustico:, Clavia stata capace di dare la possibilit a tutti di campionare con successo i propri suoni
preferiti ottenendo risultati degni di nota con poco sforzo.

Envelope Generator

Naturalmente con questo programma non si pu fare tutto (ad esempio, il layering di suoni in base alla
dinamica non ancora previsto), ma del resto non si possono pretendere comportamenti troppo
specialistici da una tastiera che, per sua natura, offre un approccio multifunzione

ADDAC111 ULTRA .WAV Player

Entriamo nel dettaglio spostando il focus sulla parte alta della schermata iniziale, dalla quale si evince
unorganizzazione in sezioni. Ogni sezione accessibile cliccando sul tab corrispondente. Analizziamo
ciascun tab nel dettaglio, iniziando con il dire che la loro organizzazione da sinistra verso destra
tuttaltro che casuale, ma stata pensata per offrire allutente un cammino ben preciso da seguire per
arrivare alla meta del disio.
Audio File/Assign
La sezione forse pi importante, nonch quella da cui si deve per forza di cose iniziare: il caricamento dei
nostri campioni. Il programma accetta campioni in formato WAV a 44100 KHZ (qualit CD insomma). Prima
cosa importante: la nomenclatura. Premesso che possiamo chiamare i nostri files a nostro piacimento, se
seguiremo qualche piccola regola dettata dal buon senso, potremo ottenere il mapping automatico sulle zone
della tastiera.
Il programma offre la possibilit di utilizzare potenzialmente fino ad un campione per ogni tasto, prevedendo
dimensioni importanti per lintero pacchetto dati; dal momento che la memoria del Nord Electro 3 una
risorsa scarsa, conviene propendere per un campionamento a zone per avere la possibilit di caricare pi di
un suono sulla nostra macchina. Il caso medio e il default prevede, pertanto, il campionamento ai Do/C : un
campione per ogni Do della tastiera ci penser il software a generare automaticamente le note restanti,
coprendo le estensioni fino al DO successivo.
Stanti cos le cose, ci basta nominare il campione destinato alliesimo Do come NOMECAMPIONE_NOMENOTAx
con x che va da 2 a 7 (sul Nord Electro 3). Ad esempio, dato un campione di tromba, un nome consono per il
mapping automatico del primo C potrebbe essere Trumpet_C2.wav.
Linsieme dei settaggi delle varie schermate costituisce un progetto Nord Sample Editor che, salvato con un
nome, conferisce il medesimo nome alla libreria di suoni prodotta. Voliamo pi veloci: utilizzando larea alla
sinistra possibile caricare in simultanea tutti i nostri campioni WAV nel progetto in corso.
Una volta caricati, mediante il tasto Assign, avverr lassegnazione di un campione al rispettivo tasto,
operazione questa che sar automatica se avremo avuto cura di rispettare le due nomenclature che si aspetta
il programma (delle quali una quella descritta di sopra, laltra si basa sul numero di nota, ma il concetto
non cambia).

Make Noise Soundhack


tELHARMONIC prima parte

Doepfer A124 VCF5 Wasp Filter


Special Edition

ArchivioArticoli
SETTEMBRE: 2015
L

10

11

12

13

14 15

16

17

18

19

20

21 22

23

24

25

26

27

28 29

30

ago

Elenco discesa
Selezionamese

Ultimicommenti
synthy
2 settembre 2015 | #

si ridefiniscono strategie di
mercato vedo
se ti servisse unaltro reportage
sul prolight+sound fammi sapere
EnricoCosimi
2 settembre 2015 | #

se il Pulse 2 lavora in formato


analogico 1V/Oct e gate +5V,
non dovrebbero esserci
problemi
controlla sul manuale dello
strumento!!!
pierpaolo
2 settembre 2015 | #

Grazie prof.cosimiconsigli
sempre preziosi
claudio
31 agosto 2015 | #

Sample Loop/Start
E la sezione pi difficile da padroneggiare e se vogliamo quella pi delicata: che succede quando premo un
tasto sulla tastiera e lo lascio premuto? Beh, se non toccassi nulla sarebbe come avviare un vecchio
registratore finito il campione, il suono si interromperebbe definitivamente. E se volessimo un suono che
permanga fintanto che il tasto non resta premuto, come un PAD ad esempio? A questo quesito risponde
appunto questa sezione, che offre i controlli per impostare una zona di loop per ogni file caricato offrendo
anche un efficace crossfade per limitare lo sgradevole stacco tra fine e inizio di un campione. Per ogni
campione, possibile evidenziare in modo grafico una zona che verr mandata in play allinfinito, fintanto
che il tasto resta premuto e non sia stato impostato un decadimento.

Avrei una domanda rivolta ai pi


esperti, possibile collegare il
pulse 2 tramite cv in al cv out
dell analog four e utilizzarlo
quindi sulla quinta traccia cv
apposita? grazie anticipate
lorenzo
31 agosto 2015 | #

ok controller!
grazie di tutto Enrico 6 un
grande!

Capirete quanto sia cruciale saper operare su questa sezione, altrimenti vi ritroverete a fare i conti con
risultati sgradevoli dovuti, ad esempio, a scalini di volume tra la fine di un campione e il suo inizio. Anche
qui, Clavia viene in aiuto offrendo strumenti efficaci per regolare in modo capillare il tutto. Se non vogliamo
che il nostro suono non vada in loop, ma abbia esattamente un inizio e una fine, sar meglio trascurare il loop
e concentrarsi sul decadimento.

Davide
31 agosto 2015 | #

Grazie mille Enrico, mi sono


risparmiato una fregatura
EnricoCosimi
31 agosto 2015 | #

prendi laudio out della Volca e


mettilo nellingresso del BUC
400; poi esci dal BUC e entri
nella scheda audio icon
EnricoCosimi
31 agosto 2015 | #

Sample Start
Con questa schermata, possibile lavorare di fino andando a monitorare quello che succede allinizio del
campione al fine di eliminare eventuali imperfezioni spostando pi avanti o pi indietro linizio della sua
riproduzione.

luscita SYNC del beatstep pro


pu pilotare senza problemi
tutta la roba vecchia Roland o
KORG (e i cloni che funzionano
allo stesso modo, Roland 24 e
KORG 48 ppq); bisogna vedere
controlla sul manuale se la
Electribe 2 interpreta il SYNC
allo stesso modo; ovviamente,
per collegare i due apparecchi
insieme, dovrai lavorare con un
cavo sync e non un cavo
midi (anche se da fuori
sembrano uguali).
EnricoCosimi
31 agosto 2015 | #

Sample Alt Start


Questarea utile solo se avete un Nord Wave, ma non funziona per il Nord Electro 3 o per il Nord Stage 2.
Serve ad impostare un inizio alternativo del campione, disponibile sullo strumento se si attiva la funzione
Skip Samp Attack.

mah, un flanger vale laltro


nel senso che un effetto
talmente automatico da
ottenere che difficile farlo
funzionare male; comunque, il
flanger hoax guarda tu il caso
non proprio un flanger
puro (hoax significa
fregatura) e forse, per fare
solo il flanger, conviene
prendere qualcosa di pi
compatto, tipo il classico
Electro Harmonix Deluxe
Electric Mistress
pierpaolo
31 agosto 2015 | #

Instrument
Ci siamo quasi! Abbiamo mappato i campioni, regolato i loops, lavorato di cesello sugli attacchiche altro
manca? I volumi naturalmente! La sezione offre controlli per regolare, appunto, il volume dei vari campioni
prevedendo anche una utilissima funzione di normalizzazione che li porta tutti allo stesso volume e una
altrettanto comoda funzione di regolazione del gain; possibile naturalmente, anche in tale contesto,
lavorare di cesello nota per nota.

buongiorno!!! ho un problema
nel collegare un pedale effetti
behringer buc 400 chorus a un
korg volca bass.. avendo un
atastiera m audio axiom air 25
una scheda icon cube e una
device icon neomidi 2
( ho provato a fare qualche
collegamento per cercare di
suonare il volca bass con l
effetto del behringer buc400ma
aime niente, si sente solo un
rumore di fondo tipo fischio di
trenooo!!. se mi potrebbe

dare qualche consiglio affinch


questo acquisto non sia andato
perso .. grazie!!
lorenzo
30 agosto 2015 | #

Sample preset
Ultimo tocco: attacco, decadimento, dinamica, rilascio, sustain. Come pensare di non regolarli? Vogliamo un
PAD morbido e pastoso ad attacco lento? Si pu fare Vogliamo un lead alla Jump bello percussivo da far
tremare i muri? Si pu fare.
Insomma c proprio tutto Non resta che impacchettare il tutto e, avendo spazio, trasferire direttamente in
una posizione di nostra scelta sulla tastiera. Ci pensa lultima sezione Manager.
Nella prossima puntata metteremo in pratica il tutto.

ops pensavo fosse pi


semplice
nel video di presentazione del
beatstep pro (forse lo hai visto)
si vede il musicista che collega
un roland tb 303 alluscita clok
out del beatstep tramite un
cavetto minijack. avendo
lelectribe 2 luscita sync out
(equivalente al clok out???) e
essendo il tt 303 clone del tb
303, pensavo si potesse fare
ma forse c qualche dettaglio
dove , come al solito, si
nasconde il diavolo
DavideNapoli

30 agosto 2015 | #

Tags: nord electro 3, sample editor


Trackback from your site.

Leaveacomment
Name*
Email*
Website

Ciao Enrico, vorrei chiederti


unopinione sul Flanger Hoax
dellElectro Harmonix
sicuramente ha caratteristiche
del tutto diverse dal Minifooger,
ma quale dei due consiglieresti
per ottenere uno swoosh lento
e cattivo? Chiaramente il
Flanger Hoax ha molte pi
possibilit di smanettarci, ma
non so quanto il suono possa
risultare corposo.
EnricoCosimi
30 agosto 2015 | #

SubmitComment

Inserisci il numero mancante: *


+ cinque = tredici
Tweet

Like

ti devi procurare un MIDI to


Sync converter, in modo da
poter mandare un segnale di
sincronizzazione estratto dal
MIDI, che sia interpretabile
dalla TT303; Doepfer e Kenton
hanno apparecchi del genere in
catalogo; calcola che ti servir
ANCHE un thru box per
sdoppiare il segnale MIDI da
mandare agli altri apparecchi
e da mandare al convertitore di
sync
lorenzo
30 agosto 2015 | #

approfitto ancora della tua


disponibilit per un ultima
domanda abbi pazienza Enrico
nel caso optassi per lacquisto
del cyclone tt 303, posso
sincronizzarlo allelectribe 2
non via midi? infatti vorrei
collegare luscita midi out del

korg al subphatty per farlo


pilotare dalle sequenze
dellelectribe, mentre il tt 303
vorrei solo farlo suonare a
tempo con electribe.
grazie di tutto lorenzo
lorenzo
29 agosto 2015 | #

grazie per il suggerimento


Enrico! in effetti il suono del
mini/microbrute mi piace
davvero molto
EnricoCosimi
28 agosto 2015 | #

io proverei il MiniBrute di
Arturia, che un maestro della
cattiveria; o la BassStation II
Novation, che a differenza del
nome un synth completo
lorenzo
28 agosto 2015 | #

buongiorno a tutti! sto


terminando di allestire il mio
set up e dopo vari tentetivi (e
compravendite) sono giunto alla
seguente configurazione: korg
electribe 2 pilota via midi moog
sub phatty ed esegue quindi
melodia(suonata dal moog) e
parte ritmica. TANTA ROBA, per
usare un termine inflazionato :
).
essendo i synth interni del korg
non esaltanti a mio parere, mi
piacerebbe completare la
configurazione con un altro
synth e qui mi servirebbe un
consiglio da Enrico o altri
appassionati.
dai miei precedenti tentativi ho
capito che la soluzione migliore
per le mie esigenze sarebbe una
macchina con sequencer interno
che si possa sincronizzare
allelectribe tramite uscita
sync,ad esempio il cyclone tt
303 o korg monotribe. il
problema di questi due synth
che il primo pu essere (credo)
usato solo per linee di basso,
mentre per il secondo
impossibile salvare in nessun
modo le sequenze create.
scusate per la prolissagine, ma
la domanda : esistono synth
dal suono cattivo(meglio se
analogici ma non
necessariamente) con una
struttura tipo il tt 303 che

possano eseguire anche note


alte?
grazie 1000 saluti lorenzo
EnricoCosimi
27 agosto 2015 | #

non sono convinto di aver capito


bene
comunque:
a) Wolf e Bass Station 2 possono
essere collegate via MIDI per
mandare alla stessa velocit il
sequencer di una con
larpeggiatore/sequencer
dellaltra;
b) i parametri timbrici possono
essere controllati a distanza
solo se lapparecchio prevede,
nella sua implementazione MIDI,
lesistenza dei MIDI Control
Change per ciascun controllo di
pannello occorre verificare sui
rispettivi manuali

davide
27 agosto 2015 | #

salve, vorrei comprare la


rhythm wolf ma non ho ben
capito una cosa.posso
collegarla al mio bass station 2
e modificare i parametri del
kick ad esempio tramite luscita
dedicata del wolf?
Mario
27 agosto 2015 | #

Grazie mille per il prezioso


appunto e per il suggerimento.
Se mai avevo dei dubbi adesso
posso orientarmi
differentemente. Magari un
ibrido.
Buon lavoro.

2012 AUDIO CENTRAL MAGAZINE


Privacy e Cookie Policy | Contattaci: Info Redazione Pubblicit