Sei sulla pagina 1di 9

Societ

Attualit

Storia di degrado
e maltrattamenti
a Priolo Gargallo
A pagina due

Aperte da oggi
le iscrizioni
allasilo nido
Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sette

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mercoled 2 settembre 2015 Anno XXVIIi N. 194 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. La maggioranza in Consiglio comunale ritocca laliquota

Aumenta la Tasi
Scoppia il caos

Leone Sullo: Incremento doloroso ma necessario


Approvate

POLITICA

Rifiuti: gara
dappalto
in salita

e presunte irregolarit nelle gare di appalto,


risaputo, sono ormai una
consuetudine se la stessa
AVCP, prima, e lANAC
(Autorit Nazionale Anticorruzione), ora, consentono la partecipazione alle gare pubbliche di
concorrenti con requisiti
antimafia meno restrittivi di quelli imposti dal
Codice antimafia (d.lgs.
159/2011). La presunta
vicenda delle infiltrazioni
mafiose nella gara dappalto digiene urbana del
Comune di Siracusa la
conferma.

ue priolesi sono stati


denunciati a piede libero
dai carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo.

mmonta a cinquemila
euro il bottino della rapina
consumata ieri mattina in
banca a Cassibile .

A pagina quattro

A pagina cinque

A pagina cinque

priolo

Refurtiva
in casa: due
denunciati
D

cronaca

Rapinata
una banca
a Cassibile
A

Inchiesta campus estivo

Carabinieri
al palazzo
del Comune

LOPPOSIZIONE

le aliquote
Imu e Tasi, con qualche
modifica rispetto alle
proposte della Giunta. Ci
sono volute quasi sette ore
di confronto, non senza
molti momenti di tensione
tra maggioranza e opposizione, affinch il consiglio comunale, nel corso
della notte, esitasse i due
provvedimenti che aprono
la strada alla formalizzazione della proposta di
bilancio preventivo 2015,

aumento dellaliquota Tasi (tassa unificata sui


servizi) per i proprietari
della prima casa arrivato
a notte fonda, dopo circa
sei ore di discussione.

A pagina tre

A pagina due

Si coprono
i buchi
di bilancio

Entrano le vivo le indagini legate al campus estivo che il

Comune di Siracusa ha affdato a unassociazione, finita


nellocchio del ciclone a seguito della denuncia avanzata
da una consigliera comunale.
A pagina sette

Siracusa, la prima a Marsala


e intanto arriva Baiocco
D

avide Baiocco torna a vestire lazzurro


ed pronto per dare il
proprio contributo in
termini di esperienza
e carisma alla causa
del Citt di Siracusa.
A pagina quindici

Cronaca di Siracusa 2
PRIOLO

Maltrattava
il padre
Trentenne
denunciato

2 settembre 2015, mercoled

Sicilia 2 settembre 2015, mercoled

Dalla

denuncia del padre per


avere
subito
maltrattamenti ad opera del figlio, al ricorso
per entrambi ai servizi sociali
a causa della situazione di degrado sociale ma anche igienica
dellambiente in cui padre e figlio
vivono. Una storia triste, quella emersa dalla denuncia di un

anziano genitore, che si rivolto


ai poliziotti del commissariato di
Priolo Gargallo, per lamentare
che il figlio lo avrebbe malmenato. Gli agenti si sono recati presso
il domicilio delluomo di 30 anni,
che stato denunciato per il reato di maltrattamenti in famiglia,
dove hanno riscontrato le pessi-

me condizioni igienico-sanitarie
della casa in cui i due uomini coabitano. I poliziotti si sono visti costretti di inoltrare la segnalazione
allazienda sanitaria provinciale
di Siracusa, e di sollecitare un intervento anche dei servizi sociali
a cui padre e figlio sono stati affidati.

Per la maggioranza in
Consiglio comunale
laumento dellaliquota Tasi era indispensabile. In una nota,
sottoscritta da tutti i
consiglieri della maggioranza si legge: Si
riusciti a salvaguardare servizi essenziali come asili nido,
trasporto scolastico,
mense
scolastiche,
buoni libro, verde pubblico e i livelli occupa-

zionali delle societ


esternalizzate.
Per giustificare laumento,
Francesco
Pappalardo e gli altri della maggioranza
fanno notare che, a
fronte di una serie di
mancati trasferimenti
dello Stato e Regione,
pari a quasi 5 milioni
di euro, abbiamo ritenuto responsabile per
mantenere un equilibrio di bilancio inter-

venire sul sistema di


tassazione della Tasi
che lanno scorso era
stata fortemente ridotta e che dal 2,3 per
mille e oggi viene proposto in consiglio al
2,7 per mille. una ridistribuzione della tassazione pi omogenea
ci parsa lazione pi
responsabile sul piano
politico salvando servizi essenziali per la
gente e mantenendoci

Laumento dellaliquota Tasi (tassa

unificata sui servizi) per i proprietari della prima casa arrivato a notte
fonda, dopo circa sei ore di discussione in Consiglio comunale. La
maggioranza dei consiglieri ha deciso per laumento del 18%, portando,
cio, laliquota dal 2,3 al 2,7 per mille, con un gettito in entrata previsto
di circa 1 milione e 50 mila euro. E
stato anche introdotto il pagamento
della Tasi al 3 per mille per i fabbricati utilizzati in via esclusiva per lesercizio di arti, imprese, commercio
e professioni.
Levata di scudi dallopposizione.
Perentorio il commento dellesponente di Forza Italia Edy Bandiera:
Si sperpera e si coprono i buchi di

Approvate le aliquote Imu

Il presidente del Consiglio comunale, Leone Sullo.

con questo aumento


nella media nazionale.. Per Pappalardo
siamo di fronte a una
stagione complicata
perch quando si vuole avviare un processo
di cambiamento spesso ci si scontra con chi
coltiva la cultura del
sospetto.
Mastica amaro, invece, il vice presidente
del Consiglio comunale, Giuseppe Impal-

bilancio prelevando direttamente dalle


tasche dei cittadini e con limmediata
esecutivit, le risorse occorrenti, il tutto
con una maggioranza in Consiglio Comunale, militarmente presente e schierata che, solo perch siamo riusciti a
farle provare un po di rossore, ha fatto
lo sforzo di mitigare il previsto aumento.
Per il consigliere comunale Salvo Sorbello, Si colpiscono cos soprattutto i
pi deboli, che non potranno neppure
dedurre fiscalmente quanto dovranno
pagare al Comune.
Lesortazione della minoranza di portare in aula entro la scadenza del 30
settembre il regolamento Tasi, per approvare le agevolazioni per le persone
fragili (disabili, famiglie numerose e a

ziare i servizi indivisibili, stato incentrato sulla decisione della Giunta


di proporre un aumento dello 0,7 per mille (dal 2,3 al 3), decisione fortemente criticata dalla minoranza e che la maggioranza consiliare ha deciso
di modificare con un emendamento. Il primo a prendere la parola stato
Burti, che ha spiegato l'aumento con i tagli nei trasferimenti da Stato e

Regioni, annunciando poi presentazione della modifica alla proposta per


limitarla al 2,7 per mille.
Pronta la replica di Castagnino, per il quale la sostanza del provvedimento un aumento del balzello a fronte di servizi che restano scadenti,
specie per i cittadini meno fortunati. Poi, dito puntato contro le spese
per consulenti e contro i pareri contabili dati agli emendamenti, ritenuti
superficiali. Dalla maggioranza, Antonio Moscuzza ha evidenziato che
tutti i comuni sono in difficolt e tutti sono costretti a ritoccare i tributi
per evitare il rischio di fare macelleria sociale, argomenti questi ripresi anche da Francesco Pappalardo.

Pi cara laliquota
della tassa sui servizi

lomeni a causa della


bocciatura di alcuni
emendamenti, per,
mi ha lasciato lamaro
in bocca. Auspico
dice che il consiglio
comunale si riunisca
entro il 30 settembre,
data ultima per modificare il regolamento,
per apportare i necessari cambiamenti a sostegno delle fasce pi
deboli e per le opportune ed indispensabili

Critica lopposizione al vermexio

Si coprono i buchi
di bilancio prelevando
dalle tasche degli utenti

Il dibattito sulle aliquote Tasi, il tributo sulla prima casa che va a finan-

Cronaca di Siracusa

politica. la decisione assunta a notte fonda

la maggioranza difende la scelta

Aumento
doloroso
ma tanto
necessario

Moscuzza: Comuni indifficolt


Costretti a ritoccare i tributi

Sicilia 3

basso reddito).
Critiche e unesortazione giungono da
Sel. Si facciano delle serie riflessioni
afferma Vincenzo Vitale soprattutto
per il futuro, utili a pensare a soluzioni
alternative di risparmio su altri settori
della pubblica amministrazione, auspicando un confronto fra i gruppi consiliari nellinteresse dei Cittadini e del
bene comune.
Unamministrazione Comunale in assoluto stato confusionale, ha pensato
bene di prosciugare le tasche gi vuote
dei siracusani! Lo dichiarano lon. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione Bilancio e Programmazione
allARS ed i Consiglieri Comunali Castagnino, Alota e Vinci.
R.L.

detrazioni sulla Tasi.


L'aumento della Tasi
pu non piacere ma in
Politica ci sono momenti in cui bisogna
assumersi la responsabilit di scelte dolorose per perseguire
l'interesse
generale.
Accanto questo, per,
va evidenziata la riduzione dell'Imu sui fabbricati commerciali e
gli studi professionali
che d un po' di ossigeno all'economia. Cos
il presidente del consiglio comunale, Leone
Sullo, ha commentato
le decisioni prese ieri
sera sui provvedimenti
tributari.
Visti i tagli subiti da
Stato e Regione ha
aggiunto Sullo possiamo dire che gli
interventi sulla Tasi
appaiono quasi degli
atti dovuti. Il gettito
di questo tributo andr a coprire la spesa
per tutta una serie di
servizi, principalmente
rivolti alla fasce deboli della cittadinanza,
che altrimenti sarebbero stati tagliati con
ulteriori sacrifici per
i siracusani. Adesso,
per, mi aspetto che
l'Amministrazione, per
la gestione concreta, e
la maggioranza, con il
passaggio in aula del
bilancio di previsione,
siano conseguenziali.

e Tasi, con qualche modifica rispetto alle proposte della Giunta. Ci sono
volute quasi sette ore di
confronto, non senza molti momenti di tensione tra
maggioranza e opposizione, affinch il consiglio
comunale, nel corso della
notte, esitasse i due provvedimenti che aprono la
strada alla formalizzazione
della proposta di bilancio
preventivo 2015, che deve
essere approvato entro il
30 settembre.
Confrontate con le decisioni della Giunta, le delibere dell'Assise dovrebbero
comportare minori entrate
dell'Imu, a vantaggio delle
attivit economiche e degli
studi professionali che pagheranno il 7,6 per mille
invece del 9, mentre stato
chiarito che il balzello viene applicato alle abitazioni
principali, nella misura del
4 per mille, solo quando
queste sono di lusso, cio
accatastate come A/1, A/8
e A/9. Per la Tasi, la proposta iniziale di incremento al 3 per mille del tributo
sull'abitazione principale
stata contenuta al 2,7, ma
stata inserita una nuova
aliquota del 3 per mille
sugli immobili per attivit
economiche, formalmente fabbricati strumentali
utilizzati in via esclusiva
per l'esercizio dell'arte o
dell'impresa commerciale.
Tutte le modifiche sono
frutto di due emendamenti,
gli unici approvati, presentati dalla maggioranza. L'Imu base resta al 10,6 per
mille e al 9,6 per i terreni
agricoli. Per le abitazioni
principali di lusso, e relative pertinenze, prevista
una detrazione di 200 euro.
La nuova Tasi, nella mi-

Seduta del Consiglio comunale di Siracusa.

sura del 2,7 per mille sulla


prima casa, prevede due
detrazioni: una di 30 euro,
per ogni figlio a carico a
partire dal terzo, e una in
base alla rendita catastale
secondo il seguente schema: 100 euro con rendita
fino a 300 euro; 70 con rendita fino a 400; 50 euro fino

a 500; nessuna detrazione


per rendita superiore a 500.
Resta immutata la Tasi
dell'1 per mille sui fabbricati rurali a scopo strumentale. Tutte le modifiche
vanno conteggiate nel saldo che deve essere versato
entro il 16 dicembre. Dopo
un minuto di raccoglimen-

to per i migranti che giornalmente muoiono in mare,


proposta del gruppo Area
democratica e illustrata da
Cosimo Burti, Cetty Vinci e Salvatore Castagnino
hanno dato il via al dibattito sui provvedimenti tributari lamentando il non
soddisfacimento della loro

Ventuno s e cinque voti contrari

Passa in aula emendamento


sulle aliquote dellImu
Una

spiegazione che non ha impedito


Sorbello e Princiotta di puntare il dito
rispetto sugli errori commessi, anche in
passato, dalla burocrazia, errori, ha detto
Fabio Rodante, dei quali anche i consiglieri comunali sono responsabili perch
non riescono a cambiare questo stato di
cose. Rodante, inoltre, ha accusato la
maggioranza di non cercare, nelle commissioni, la concertazione con l'opposizione.
Sul complesso del provvedimento, a parte Gaetano Firenze che ha annunciato
l'astensione, dalla maggioranza (Carmen
Castelluccio e Alfredo Foti) hanno evidenziato che con gli emendamenti pro-

posti, rispetto alle decisioni della Giunta, si riduce l'aliquota per gli immobili
economici e commerciali, quindi delle
imprese, e per gli studi professionali.
Contrari dai banchi dell'opposizione:
Massimo Milazzo, Vinci e Castagnino
hanno evidenziato, anticipando il resto
del dibattito, che la riduzione sarebbe
stata assorbita da altri aumenti previste
nella Tasi per le stesse tipologie di edifici.
Alla fine, la proposta delle aliquote Imu,
dopo l'approvazione dell'emendamento
della maggioranza, passata con 21 s, 5
no e 1 astensione; a maggioranza passata anche l'immediata esecutivit.

richiesta, avanzata nella


seduta di gioved scorso,
di allegare alle proposte
sulle aliquote i rispettivi
regolamenti cos da poterli
adeguare agli emendamenti
presentati.
Sempre riferendosi alla
seduta di gioved, Simona
Princiotta ha ricordato che
era stata chiesta la presenza in aula della Giunta e
dei revisori dei conti per
un'ampia condivisione dei
provvedimenti in votazione, evidenziando la presenza del solo assessore al Bilancio, Gianluca Scrofani.
Salvo Sorbello ha stigmatizzato le assenze del sindaco e quella del suo vice,
considerandole un'offesa
alla citt vista l'importanza delle proposte. E Castagnino, intervenendo subito
dopo, ha chiesto il rinvio
della seduta a una data da
stabilire in base alle esigenze del sindaco. La proposta,
messa ai voti dal presidente
Leone Sullo, stata respinta con 20 no, 2 astensioni e
1 s.
La relazione sui due provvedimenti tributati stata
pronunciata dall'assessore
Scrofani, che ha tracciato
un bilancio delle politiche adottate per contenere la spesa e per scrivere
un bilancio 2015 rispondente alla reale situazione
dell'Ente. Ha evidenziato i
4,7 milioni di minori trasferimenti da Stato e Regione
rispetto al 2014 (da 30 milioni a 9,7 da parte dello
Stato dal 2011 al 2015; da
10 a 7,3 milioni dalla Regione nello stesso arco di
tempo); ha parlato degli appalti messi a gara per mettere fine al sistema delle
proroghe; di una maggiore
capacit del Comune di riscuotere i tributi, in particolare la Tasi che ha fatto
registrare 800mila euro in
pi rispetto al passato. Altri punti sottolineati: i tagli
alle spese della politica con
la riforma delle commissioni consiliari; un risparmio
di 500mila euro sul personale comunale; il mancato
pagamento delle utenze del
palazzo di giustizia a partire dal oggi.

Cronaca di Siracusa 4

e presunte irregolarit nelle


gare di appalto, risaputo, sono
ormai una consuetudine se la stessa AVCP, prima, e lANAC (Autorit Nazionale Anticorruzione),
ora, consentono la partecipazione
alle gare pubbliche di concorrenti
con requisiti antimafia meno restrittivi di quelli imposti dal Codice antimafia (d.lgs. 159/2011).
La presunta vicenda delle infiltrazioni mafiose nella gara dappalto digiene urbana del Comune di
Siracusa la conferma come a livello nazionale recentemente nelle vicende del Comune di Roma,
di una deprecabile consuetudine
che da sempre caratterizza il modus operandi di alcune pubbliche
amministrazioni, sia per i grandi
appalti che per i piccoli appalti e
i relativi subappalti, cottimi e forniture che ne derivano.
A concorrere al bando per la
raccolta dei rifiuti a Siracusa,
le imprese sono tre: Igm, attuale gestore del servizio; la societ lombarda Ambiente 2.0
(in Associazione temporanea
di impresa con la Tech servizi
srl di Floridia) e la Tekra di
Salerno. E al vaglio dell'Urega
provinciale la relativa documentazione per affidare la gestione
e in questo momento sono state
aperte due delle tre buste presentate dalle aziende. Allappello manca la terza e i certificati
antimafia, che dovrebbero essere
negativi e rilasciati dalle relative
prefetture per poter proseguire la
corsa all'appalto. Ed qui che inizia il problema per una delle tre
aziende concorrenti alla gara. Da
indiscrezioni, limpresa salermitana Tekra correrebbe il rischio
di essere esclusa in virt di una
informativa emessa dal prefetto
di Bari il 31 luglio scorso su una
delle societ associate che ha firmato con la stessa un contratto di
avvalimento: la Avvenire srl. Per
poter soddisfare i requisiti di partecipazione alla gara, la Tekra e
la Avvenire, hanno ricorso infatti
a un contratto di avvalimento: la
seconda azienda, a quanto pare,
avrebbe prestato alcuni dei requisiti tecnici o finanziari all'altra, per poter garantire il soddisfacimento di quanto richiesto
nel bando. Da qui l'interdizione,
alla quale l'azienda pu ricorrere
entro 60 giorni al Tar regionale.
Saranno adesso i preposti e gli inquirenti a indagare sulla vicenda
che rischia di paralizzare e rendere nulla la gara dappalto per la
raccolta dei rifiuti a Siracusa.
Gli investigatori della DIA vedrebbero chiaro il rapporto di
dipendenza tra la ditta Avvenire
e il pluripregiudicato Giuseppe
Coronese di Massafra (Taranto),
condannato per associazione a
delinquere di stampo mafioso,
assunto dall'impresa nel 2010 e
responsabile del servizio. La societ Avvenire, negli ultimi anni,
avrebbe conseguito appalti anche

Sicilia 2 settembre 2015, mercoled

a proposito delle tre concorrenti

Raccolta rifiuti
Un appalto
tutto in salita
in altri enti locali pugliesi e lucani e a Massafra, dove gestisce il
servizio di igiene urbana dellimporto di quasi 14 milioni di euro
e tra i dipendenti si sarebbero 5
condannati, prevalentemente per
associazione mafiosa.
LAVCP, con determinazione del
16 maggio 2012 n. 1, ha fornito
Indicazioni applicative sui requisiti di ordine generale per laffidamento dei contratti pubblici
precisando, relativamente alle
disposizioni dellart. 38 comma
1 lett. b) del d.lgs. 163/2006 Codice dei contratti pubblici), che:
In riferimento al primo profilo,
si ritiene che laccertamento della
sussistenza della causa di esclusione di cui allart. 38, comma 1,
lett. b) vada circoscritto esclusivamente al socio persona fisica
anche nellipotesi di societ con
meno di quattro soci, in coerenza
con la ratio sottesa alle scelte del
legislatore: diversamente argomentando, risulterebbe del tutto
illogico limitare laccertamento
de quo alla sola persona fisica nel
caso di socio unico ed estendere,
invece, laccertamento alle persone giuridiche nel caso di societ
con due o tre soci, ove il potere
del socio di maggioranza, nella
compagine sociale, sicuramente
minore rispetto a quello detenuto dal socio unico. Al riguardo
appare illogico limitare la verifica antimafia solo al socio unico
persona fisica (in contrasto con
il Codice antimafia) o al socio di
maggioranza persona fisica (in

contrasto con il Codice antimafia)


per le societ con meno di quattro
soci (in difformit con lart. 85
del Codice antimafia che prevede la verifica antimafia nei confronti del socio di maggioranza
per le societ con un numero di
soci pari o inferiore a quattro),
visto che la garanzia di moralit
del concorrente che partecipa a
un appalto pubblico non pu limitarsi al socio persona fisica, ma
anzi maggiormente deve interessare il socio persona giuridica per
il quale il controllo antimafia ha
pi ragione di essere trattandosi
di societ collegate in cui potrebbero annidarsi fenomeni di irregolarit ai fini della trasparenza
(c.d. sistema delle scatole cinesi)
e di infiltrazioni mafiose dissimulate. Se lo spirito del Codice
dei contratti pubblici quello di
assicurare legalit e trasparenza
nei procedimenti degli appalti
pubblici, occorre garantire lintegrit morale del concorrente sia
se persona fisica che persona giuridica. Tra laltro, viceversa, verrebbe violato il principio della par
conditio dei concorrenti in quanto
una societ concorrente con socio
unico o socio di maggioranza che
sia persona fisica sarebbe soggetto alla dichiarazione antimafia,
mentre se si tratta di persona giuridica non sarebbe soggetto alla
dichiarazione antimafia. Inoltre,
si rileva che lesonero dallobbligo di dichiarazione antimafia
previsto, in fase di partecipazione
alla gara, dallart. 38 del Codice

Sicilia 5

2 settembre 2015, mercoled

dei contratti pubblici per alcuni


soggetti che invece sono obbligati a verifica antimafia ex art.
85 del Codice antimafia, potrebbe comportare lammissione a
gara di soggetti in odore di mafia (visto che essi non sono tenuti a fare nessuna dichiarazione
antimafia e quindi sono legittimati a partecipare alla gara), con
conseguente rischio di turbativa
dasta da parte degli stessi al
fine di pilotare laggiudicazione
(attraverso le c.d. offerte di comodo o accordi collusivi tra
concorrenti - cfr. Linee guida
per la lotta contro le turbative
dasta negli appalti pubblici
dellOCDE) a favore di un concorrente (c.d. pulito) in regola
con la normativa antimafia (perch soggetto a controllo dopo
laggiudicazione) ma obbligato
verso coloro (se non addirittura
controllato dagli stessi) che hanno pilotato la gara in suo favore.
Alla luce di quanto finora esposto, linterpretazione del dispositivo dellart. 38 comma 1 lettera b) del Codice dei contratti
pubblici data dallANAC con la
determinazione del 2/9/2014 n.
2 non pu essere condivisa nella
parte che concerne la partecipazione alle gare di appalto in
quanto implicherebbe una serie
di problematiche applicative di
detta norma per discrasia con altre norme del Codice antimafia.
Dunque, appare evidente che
debba farsi appello al principio
della cronologia delle leggi per
cui predominano le norme previste dal Codice antimafia: quindi, la dichiarazione sul possesso
dei requisiti di ordine generale
di cui allart. 38 comma 1 lettera
b) del d.lgs. 163/2006 deve essere resa dai soggetti di cui allart.
85 del d.lgs. 159/2011 e, per
analogia, anche in merito allart.
38 comma 1 lettera c) del d.lgs.
163/2006 la relativa dichiarazione deve essere resa dai soggetti
declarati dalla citata norma ma
includendo non solo il socio
persona fisica ma anche il socio persona giuridica per quanto
concerne sia le societ con socio
unico che le societ con meno
di quattro soci relativamente al
socio di maggioranza affinch
il concorrente possa dimostrare
la permanenza del possesso dei
requisiti di carattere generale
propedeudici alla regolarit della propria qualificazione SOA
(per i lavori) e alla validit di
particolari abilitazioni, tra cui il
certificato CCIAA e il certificato di iscrizione agli ordini professionali (per lavori, servizi e
forniture), nonch alla regolarit
della propria posizione giuridica per instaurare rapporti con la
p.a. (per lavori, servizi e forniture), al momento della partecipazione alla gara e al momento
della stipula del contratto dopo
laggiudicazione.

Cronaca di Siracusa

in azione tre persone, due delle quali hanno agito col taglierino
Ammonta a cinquemila
veglianza, attraverso le

euro il bottino della rapina consumata ieri mattina


in banca a Cassibile da tre
malviventi, uno dei quali
alla guida di unautomobile. Lepisodio si verificato poco prima delle
ore 9, a poche decine di
minuti dallapertura della
filiale della Banca Agricola Popolare di Ragusa,
sita nella centralissima via
Nazionale.
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Cassibile,
intervenuti subito dopo
essere scattato lallarme,
ad agire sarebbero state
due persone. La prima,
descritta dal personale
dipendente dellistituto
di credito come un uomo
sui trentanni, ha fatto
ingresso in banca mescolandosi tra i clienti in quel
momento presenti nella
hall. Poco dopo arrivato il complice, anchegli
di una trentina danni,
che ha subito impugnato
un taglierino mostrando
quali fossero le proprie
intenzioni. I due rapinatori hanno minacciato i cassieri e i clienti, facendosi
consegnare il denaro che

Rapina in banca
Arraffato bottino
di 5 mila euro

In foto, la banca presa di mira a Cassibile dai rapinatori.

in quel momento si trovava nelle casse. Arraffato


il bottino, che ammonta
a 5 mila euro in contanti,
i due si sono dileguati a
piedi. Non appena in stra-

da, si sono diretti verso


unautomobile, dove alla
guida li attendeva un terzo
complice che fungeva da
palo per poi scappare a
tutta velocit con direzio-

ne di marcia verso lo svincolo autostradale.


I carabinieri hanno avviato le indagini con particolare attenzione alle
immagini della videosor-

quali potrebbero essere


individuati i due autori
della rapina, che hanno
agito a volto scoperto.
Nello stesso tempo, i
militari dellArma della
Compagnia di Siracusa,
sono accorsi allinterno
della filiale dellistituto
di credito cassibilese per
eseguire gli altri rilievi
tecnici
Sono state acquisite dagli
investigatori, notizie, ritenute utili alle indagini, sia
dal personale dipendente
della banca sia dai clienti
in quel momento presenti,
i quali, per fortuna, non
hanno subito violenze o
danni dallazione dei due
banditi.
La stessa banca, il 6 luglio
scorso, stata presa di
mira da ignoti malviventi, che avevano tentato di
asportare lintero sportello bancomat. Hanno agito di notte con lutilizzo
di un furgone rubato, che
fungeva da ariete per forzare linfisso. Il fracasso
ha svegliato diversi residenti, e i malintenzionati
hanno deciso di desistere
dal proprio intento.
R.L.

intervento dei carabinieri della stazione

Refurtiva nelle proprie case


Denunciati due priolesi
D

La refurtiva sequestrata.

ue priolesi sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri della Stazione di
Priolo Gargallo per ricettazione. La denuncia scattata a conclusione di una serie di
perquisizioni domiciliari. I carabinieri hanno rinvenuto nellabitazione di uno dei denunciati le targhe anteriore e posteriore di
una vettura, non oggetto di furto, che risulta
intestata a una donna residente a Misterbianco, una pistola giocattolo, fedele riproduzione di unarma semiautomatica, priva del
tappo rosso, un contratto di assicurazione

evade dai domiciliari

lla vista della pattuglia dei carabinieri,


scappato a gambe levate, temendo di essere
arrestato per essere evaso dalla propria abitazione. Ma stato riconosciuto, inseguito e
bloccato. Protagonista della vicenda il siracusano Dario Bennici di 34 anni, gi noto alle
forze dellordine, il quale si trova dal mese
di maggio scorso in regime di detenzione domiciliare per avere violato gli obblighi della
sorveglianza speciale.
A eseguire loperazione sono stati i carabinieri della Compagnia di Siracusa, i quali,
durante un giro di controllo del territorio, si
sono imbattuti in via Bartolomeo Cannizzo,
nella zona alta della citt, in due persone che
stavano litigando. Alla vista della pattuglia,

responsabilit civile relativo a un ciclomotore,


intestato ad altra persona, un telefono cellulare, una centralina per auto. Di tutto il materiale
sequestrato, lindagato non ha saputo fornire
valida giustificazione sulla provenienza e sulle
ragioni del possesso. Allinterno dellautovettura a lui in uso, i militari hanno sequestrato
un bastone in legno, di 110 centimetri di lunghezza, nodoso. Nellabitazione del secondo
indagato sono stati rinvenuti circa 150 chili di
matasse di cavi in rame, completi di guaina,
una pistola giocattolo priva del tappo rosso.

Carabinieri
bloccano
un 34enne

uno dei due si allontanato in fretta. I militari


dellArma si sono messi subito sulle sue tracce
e lo hanno bloccato poco dopo; in stato di agitazione, Bennici avrebbe iniziato a dimenarsi
per divincolarsi, rivolgendo nei confronti dei

carabinieri minacce di morte. Nei confronti


di Bennici scattato nuovamente il provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari.
Stavolta deve rispondere, oltre che del reato
di evasione, anche di resistenza e minacce .

cronaca di siracusa 6

Sicilia 2 settembre 2015, mercoled

ei locali della
Chiesa dei Cavalieri
di Malta di Siracusa
(via
Tommaso
Gargallo, Ortigia),
sar inaugurata sabato prossimo, alle 19,
la mostra Itinerari
di luce attraverso le
culture: il laboratorio della Rappresentazione per lExpo,
curata dai docenti
della Struttura didattica speciale di Architettura dellUniversit di Catania
Giacinto Taibi e Rita
Valenti e dallarchitetto Simona Gatto,
dottore di ricerca, in
collaborazione con
gli assessorati alle
Attivit produttive
e Agricoltura e ai
Beni culturali e alle
Politiche culturali di
Siracusa guidati da
Teresa Gasbarro e
Francesco Italia.
Per due settimane
fino a sabato 19
settembre saranno
esposti i lavori degli
studenti del corso di
Rappresentazione 2A
e 2B del cdl in Architettura di Siracusa
nell'anno accademico 2014-2015, tenuti
dai professori Taibi e
Valenti, responsabili
scientifici del Laboratorio della Rappresentazione.
L'approccio metodologico dello studio
intrapreso affronta il
tema dell'architettura
dei padiglioni proposti dalle varie nazioni
all'Expo di Milano.
Padiglioni che affascinano per la forma delle loro opere
architettoniche eco-

2 settembre 2015, mercoled

L'approccio
metodologico
dello studio
intrapreso
affronta il tema
dell'architettura
dei padiglioni
proposti dalle
varie nazioni
all'Expo
di Milano
In foto, Chiesa dei
Cavalieri di Malta
di Siracusa
Sotto, due padiglioni
Expo 2015

Sabato una mostra


sullArchitettura
dei padiglioni Expo
sostenibili, riciclabili
e smontabili. Gli studenti sono stati chiamati ad analizzare le
opere in un insieme
di letture interagenti,
frutto di responsabili
scelte operative di restituzione grafica. Il
prodotto finale sono
modelli architettonici e tavole grafiche
seguendo i principi
che hanno regolato la
progettazione, realizzazione e l'adozione
di criteri di sosteni-

bilit dei padiglioni


milanesi.
Valore aggiunto della
mostra l'installazione video di Marilena Vita, artista
siracusana di fama
internazionale. Videoartista, performer,
pittrice e regista, nel
suo video Vita vuole
indagare il concetto
di fame intesa come
necessit, mancanza,
o come soddisfazione non solo fisica ma
atavica e spirituale;
una fame di emozioni, di conoscenza,
di paure, di vita, di
comunicazione,
di
attese, di affetto, di
amore, di cultura, una
fame esistenziale che
ci accomuna.
E' questo dunque il
messaggio della mostra, impianto di provocazione sensoriale,
connesso con l'ambiente.
Multiculturalit
e
natura quale catalizzatrice di audace e
ragionevole spettacolarit. Passione e intensit comunicativa,
si percepiscono anche nell'allestimento sostenibile della
mostra, fatto di cose

semplici che ben si


legano al tema. C'
un riuso dei materiali,
una riscoperta della
potenzialit dei materiali naturali su quelli della produzione
in serie; nonch una
ricchezza di attitudine al fare artigianale.
Cosicch il visitatore
si sente coinvolto in
un dialogo serrato tra
l'edificio contenitore
e il contenuto complessivo della mostra.
Il vernissage previ-

sto per le 19 di sabato


5 settembre. Interverranno i curatori della
mostra, il sindaco di
Siracusa Giancarlo
Garozzo, gli assessori Gasbarro e Italia, il
presidente del Consorzio universitario
Archimede Giuseppe
Calvo, il presidente
della Sds di Architettura Bruno Messina e
il presidente del cdl
in Architettura Francesca Castagneto.
Nello spazio anti-

stante la chiesa, alle


20 si svolger un reading a cura dell'attore
Francesco Di Lorenzo che legger alcuni
passi tratti dal testo
"Le eccellenze del
gusto. Storie, sapori
e valori", opera nella
quale gli autori Giuseppe Lissandrello,
Aldo Mantineo, Angelo Orlando Meloni, Luca Raimondi e
Annalisa Stancanelli
rivelano, con cinque
brevi racconti, altrettante eccellenze del
gusto
dell'agroalimentare siciliana: il
miele di Sortino, la
mandorla di Avola,
il pomodorino di
Pachino, il tarocco
di Francofonte e il
limone di Siracusa.
A seguire, Antonio
Casciaro, direttore
dellAres International Film Festival di
Siracusa, presenter
in anteprima la rassegna sul regista ceco
Jan Svankmajer che
si svolger a dicembre in occasione della
settima edizione del
festival.
Il giorno successivo,
domenica 6 settembre, alle 18:30 si terr
un Laboratorio ludico didattico a cura di
Daniele Li Gioi (maestro darte ed Ecodesigner),
mentre
alle 20:30 la dott.ssa
Roberta Bonasera,
farmacista e responsabile Dietnatural di
Siracusa, terr un incontro dal titolo Percorsi consapevoli per
una
alimentazione
adeguata: le intolleranze alimentari.

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

I carabinieri
della sezione
di polizia giudiziaria presso la Procura
di Siracusa
hanno acquisito documentazione
sul servizio

Iscrizione
servizio
asili nido
Aperti
i termini

In foto, la sede
dellassessorato comunale alle Politiche
Scolastiche.

Campus estivo: militari


nella sede del Comune
Entrano

le vivo le
indagini legate al
campus estivo che il
Comune di Siracusa
ha affidato a unassociazione,
finita
nellocchio del ciclone a seguito della
denuncia allopinione pubblica, avanzata
dalla consigliera comunale Simona Princiotta lo scorso mese
di luglio. La Procura
della Repubblica di
Siracusa ha preso in
mano la vicenda dando seguito e verifica
alle dicharazioni da
parte della consigliera comunale Simona Princiotta, che in
sede di conferenza
stampa, ha fornito
dati e numeri di quelle che a suo giudizio
sarebbero state le lacune di quel servizio.
Ieri mattina, i carabinieri della sezione
di polizia giudiziaria
presso la Procura di
Siracusa, si sono recati presso gli uffici
dellAssessorato alle
Politiche scolastiche
in piazza Minerva
per acquisire la documentazione relativa allattivit svolta
dallassociazione e
ogni altro riferimento
alle denunce presentate dalla consigliera
comunale del partito
democratico.
A coordinare linchiesta il procura-

tore capo Francesco


Giordano, che ha
affidato il relativo
fascicolo al sostituto
procuratore Marco
Di Mauro. La magistratura siracusana
vuole verificare la
documentazione per
comprendere se siano ipotizzabili delle
irregolarit nellaffidamento del servizio da cui scaturita
linchiesta giudiziaria
ancora in fase embrionale.
La questione, come
si ricorder, stata
sollevata dalla consigliera
Princiotta,
la quale, esercitando
funzioni
ispettive,
contestate dallassociazione Zuimama
e dallassessorato alle
Politiche scolastiche,
si recata presso la
sede operativa della
stessa associazione in
via Salvo Randone a

Siracusa per acquisire notizie sulla certificazione assicurativa nei confronti dei
bambini. A quellintervento, avvenuto la
mattina del 21 luglio,
seguita, il giorno
dopo, la denuncia da
parte della presidente dellassociazione,
Cristina Aripoli, depositata presso il Comando di polizia municipale di Siracusa,
ipotizzando a carico
della consigliera comunale, labuso dufficio. La Princiotta,
in buona sostanza,
sostiene che il campus estivo sia stato
solo un espediente
per incassare il finanziamento pubblico
ma che nella pratica
avrebbe riguardato
pochi bambini. Nella
sua attivit di controllo, la consigliera
comunale avrebbe ac-

quisito riscontri sulle


presunte inadempienze da parte dellassociazione, che ha
ricevuto espresso incarico dal Comune
di Siracusa a ridosso
del periodo natalizio.
In particolare, lattenzione si focalizzata
sulle sedi della Pizzuta, sede centrale
(presenti 35 bambini)
e alla Cittadella dello
Sport dove, grazie ad
una convenzione con
Arciragazzi, altri 35
ragazzini svolgevano le proprie attivit.
Nel replicare alle accuse della Princiotta, lassociazione ha
avuto a suo tempo
modo di spiegare che
il contributo percepito dal Comune capoluogo per organizzare
la manifestazione natalizia La casa degli
elfi stato di 5 mila
euro e non di 36 mila;

In foto, la consigliera comunale Simona Princiotta.

in relazione al cosiddetto campus estivo


lassociazione Zuimama ha sottolineato
di avere presentato
allamministrazione
una proposta per lo
svolgimento di attivit estive per bambini provenienti da
famiglie meno abbienti () una spesa
contenuta di 10 mila
980 euro permetteva
allamministrazione
di garantire questo
servizio a un numero consistente di 50
bambini, inizialmente previsti, poi diventati 79 garantendo la
stessa validit progettuale. Per la selezione dei bambini
da coinvolgere si
delegato ai servizi sociali dei vari quartieri
che hanno fornito un
elenco dei bambini da inserire, per le
sedi Zuimama ha attivato la rete dei suoi
rapporti sul territorio
coinvolgendo attivit
estive dislocate oltre
che alla Pizzuta in altre parti della citt in
particolare presso la
Cittadella dello sport,
indirizzando in quella
sede le famiglie della zona Grottasanta
e Acradina non essendo previsto nel
progetto limpegno
per un garantire il trasporto dei bambini.
R.L.

Si aprono oggi

le iscrizioni per
il servizio di asili
nido comunali,
aperti ai bambini tra 0 e 36
mesi, per il 2016.
Le strutture
per le quali
stato pubblicato
l'avviso sono I
Paperotti di via
dei Servi di Maria, Qui Quo,
Qua di via Luigi Cassia, Baby
Smile di via
Regia Corte,
L'Arcobaleno
di via Mazzanti,
Salvuccio Celentano di via
Basilicata, 0-3
di via Alessandro
Specchi, il nido
del Palazzo di
Giustizia in viale
Santa Panagia e
quello tra le vie
Svezia e Svizzera.
La richiesta
potr essere
presentata entro
il 31 ottobre
specificando il
nido comunale
prescelto in base
alla residenza
o all'attivit
lavorativa di uno
dei componenti
della famiglia
e sar relativa
al periodo tra
gennaio e dicembre 2016. Ai fini
dell'ammissione,
la graduatoria
definitiva sar
formulata dal
comitato di gestione dell'asilo
nido entro il 30
novembre.

SOCIET 8

Sicilia 2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

Il Gusto della Luce


il workshop Food Design

L'evoluzione del rapporto


dell'uomo
con il cibo e i
diversi
comportamenti
alimentari dei
consumatori saranno i
temi sui quali
sar incentrato il prossimo
evento
legato al progetto
del ministero
dell'Ambiente,
a cura dell'Area
Marina Protetta del Plemmirio, Il Gusto
della Luce.
Un interessante
workshop
che si svolger
presso la sede
di Impact Hub
Siracusa, in via
Mirabella 29,
dalle 10 alle
18 di sabato 5
settembre, cercher di analizzare i cambiamenti
del
rapporto
con
il cibo, ma anche l'approccio
ormai diverso
tra consumatore, produttori
e distributori,
dimostrando
come tutta la
filiera ha bisogno di innovazione, per poter
costruire sistemi cibo pi efficienti, efficaci, sostenibili e
sicuri.
Il settore del
design, da sempre sinonimo di
qualit in Italia,
in forte ascesa anche nel
campo dellalimentazione,
trovando nella
seconda grande
e riconosciuta
eccellenza italiana un partner
ideale. Il Food
Design viene

Innovare e progettare nuove culture del cibo,


verso nuovi orizzonti e stili alimentari

dunque
presentato in questo workshop
come possibile
approccio
da
utilizzare per

cation, legato
al campo agroalimentare di
loro interesse e
degli strumenti correlati, e

(produzione,
distribuzione,
selezione, trasformazione o
fruizione
del
cibo) concen-

di essere presentato
alla
prima
conferenza europea
su Understanding Food De-

Il progetto
migliore avr
lopportunit
di essere presentato alla
prima conferenza europea
su Understanding Food
Design

progettare nuovi concept per


prodotti, esperienze-cibo
e strategie di
vendita.
In
concreto,
i
partecipanti
partiranno
dallanalisi
e
dallo studio del
cibo come prodotto, sistema,
territorio,
lo-

analizzeranno
brevemente la
loro evoluzione storica culturale.
Lavorando
in gruppo, su
obiettivi
di
progettazione
da loro stessi
individuati, saranno in grado
di scegliere su
quale scenario

trare il focus di
studio e sviluppare la progettazione. Ogni
partecipante
potr
quindi
individuare soluzioni e novit
da applicare al
proprio campo
di lavoro.
Il progetto migliore
avr
lopportunit

sign, che si
svolger dall8
al 10 Ottobre a
Milano.
A curare il
workshop sar
Sonia Massari,
direttrice
del
Gustolab International Institute for Food
Studies e docente universitario presso

l'ISIA Design
School e SDP Scuola Politecnica di Design,
Milano. Membro della commissione Food
Design
ADI
- Expo 2015 e
WEforEXPO
Ambassador,
risultata vincitrice del premio
"Donne e Tecnologie" 2012:
"Premio
Women
Innovation", destinato
a donne impegnate
nell'innovazione sui
temi di cibo e
nutrizione. Nel
2014 ha vinto un premio
internazionale
(NAFSA) per
linnovazione e la ricerca
nell'alta formazione.
La partecipazione al workshop gratuita
ma
la
prenotazione
obbligatoria al
seguente link
su EventBrite:
https: //www.
eventbrite.it/e/
biglietti-fooddesign-comeprogettarenuove-culturedel-cibo-il-gusto-della-luceexpo-e-territori
-18032722358
"Il Gusto della
Luce" un'iniziativa promossa dall'area
marina protetta
del Plemmirio
e dal comune di Siracusa
all'interno del
programma
Expo e Territori
lanciato
dal Ministero
dell'Ambiente
in occasione di
Expo
Milano
2015.

2 settembre 2015, mercoled

La memoria ha bisogno anche di luoghi fisici che aiutino a coltivare il ricordo

Caso Scieri, lettera aperta


al sindaco di Pisa Filippeschi

Le chiediamo di verificare ogni utile percorso affinch anche Pisa


possa legare un luogo-simbolo della citt al ricordo di Lele Scieri

Riceviamo e pubblichiamo

una lettera aperta inviata al


sindaco di Pisa, dal giornalista Aldo Mantineo affinch
l'amministrazione ricordi
la misteriosa morte del
giovane Emanuele Scieri
avvenuta presso la caserma
Gamerra sedici anni fa.
Gentilissimo Sindaco,
sedici anni fa un giovane e
brillante siracusano, Emanuele Scieri, Lele per gli
amici, avviato gi alla carriera forense, venne trovato
cadavere - in circostanze
sin qui mai completamente
chiarite - ai piedi della torretta dellasciugatoio dei
paracadute allinterno della
caserma Gamerra di Pisa.
Aveva scelto di indossare la
divisa dei par della Folgore, di quel corpo autentico
vanto delle Forze Armate
italiane, per assolvere gli
obblighi di leva.
Cosa possa essere accaduto, in quali scenari possa
essere maturata una simile
tragedia, lo si pu immaginare, al limite anche intuire
leggendo ci che la stessa
Autorit Giudiziaria ha
scritto. Piena luce tuttavia

In foto, Lele Scieri.

non stata fatta. Di ombre e


misteri ne rimangono tanti.
Nessuna responsabilit
stata sin qui accertata.
Una morte, per la Giustizia,
senza colpevoli. Da sedici
anni a Siracusa c una famiglia che attende di conoscere la verit, che attende
di sapere come e perch
un figlio, un fratello, di
appena ventisei anni abbia
potuto trovare la morte in
una caserma; come e perch
possa essere accaduto che
quel corpo privo di vita sia
stato trovato solo a distanza
di tre giorni da quando se
ne erano inspiegabilmente
perse le tracce.
Il tutto, si badi bene, allin-

terno di una struttura militare, di un pezzo cio del


territorio dello Stato che
naturalmente da considerare tra i pi sorvegliati e
controllati.
Gentilissimo Sindaco, da
sedici anni c unintera
comunit che si ritrova in
questo giorno per rendere
omaggio a Lele Scieri.
La memoria ha bisogno anche di luoghi fisici che aiutino a coltivare il ricordo, che
sollecitino la riflessione,
che contribuiscano a tenere
sempre viva la fiamma della
ricerca della verit.
Oggi pi che mai, con
la prospettiva che una
Commissione parlamentare

dinchiesta sulla vicenda


della morte di Lele Scieri
possa consentire di acquisire quegli elementi utili
per riuscire a delineare un
quadro nel quale finalmente
le luci siano pi forti ed
intense delle zone dombra, questo sforzo di fare
memoria deve diventare
pi incisivo di quanto
non sia accaduto sin qui.
E richiede limpegno di
tutti. Per questo motivo Le
chiedo di verificare ogni
utile percorso affinch
anche Pisa possa legare un
luogo-simbolo della citt al
ricordo di Lele Scieri intitolandogli una strada o uno
spazio di aggregazione. E
poi, in una fase della nostra
vita sempre pi strettamente legata al mondo della
rete, Le chiedo anche
di verificare la possibilit
di rendere visibile sul sito
internet istituzionale del
Comune di Pisa uno spazio
dedicato al ricordo di questo
giovane siracusano. Lo si
deve, innanzitutto, a Lele ed
alla sua famiglia. Siracusa,
13 agosto 2016
Aldo Mantineo
aldomantineo@gmail.com

melilli, occorre lavorare in sinergia per il benessere della Cittadinanza

Cannata nomina vice sindaco


e attribuzione deleghe
Dopo

la nomina dei nuovi


assessori avvenuta lo scorso 13
agosto, non tardata da parte
del sindaco Pippo Cannata quella
riguardante il vice sindaco, nella persona dellassessore dott.
Vincenzo Magnano, nonch la
determinazione di assegnare le
relative rubriche ai componenti
la Giunta Municipale.
Gli atti sono stati formalizzati
ieri mattina.
A Magnano, oltre alla nomina
di Vice, sono state assegnate le
rubriche Bilancio-PersonaleSanit.
Allassessore Stefania Ruffino

sono state attribuite le rubriche


Legalit-Pubblica IstruzioneCultura-Pari Opportunit e
allAssessore Daniela Ternullo
sono state delegate le funzioni
relative alle rubriche Sport,
turismo, spettacolo-Sviluppo
Economico-Artigianato-Attivit
commerciali.
La giunta riferisce che ogni
singolo Assessore ha scelto con
ampia autonomia le materie di
cui occuparsi e spera di continuare a lavorare in sinergia per
il benessere della Cittadinanza,
confrontandosi democraticamente su tutti gli argomenti.

Sicilia 9

societ

culto

Inizia
stamane
la ricorrenza
della patrona
di Belvedere
santAnna

niziano stamane a Belvedere i festeggiamenti


in onore di SantAnna,
patrona della frazione.
Questa mattina avverr la
traslazione del Venerato
Simulacro allaltare maggiore, nella chiesa di Santa Maria della Consolazione. Gioved alle 20.30,
in piazza Eurialo, si
terr il ventesiamo Palio
SantAnna, i tradizionali
giochi popolari dei rioni,
Sinerchia, Mummuro,
Mulino, Saia, Semaforo
e Grottone. Questanno rivolgiamo le nostre
intenzioni di preghiera
alla famiglia - riferisce
don Massimo Di Natale -,
affinch si possa realizzare il dono dellamore
vicendevole. Preghiamo
per tutte quelle famiglie
in difficolt e chiediamo
al Signore, per intercessione di SantAnna, di
benedire tutta la famiglia
parrocchiale.
Il prossimo sabato, nel
corso della celebrazione
alle 19, ci sar la benedizione delle mamme prima
del parto, e alle 21, si
esibir in piazza Rossello,
la cover band di Marco
Masini, Fuori gioco.
Domenica si entrer nel
clou dei festeggiamenti,
con alle undici la santa
messa, che sar presieduta dallarcivescovo
Emerito, Giuseppe Costanzo. Nel pomeriggio
prevista la tradizionale
processione del Venerato
Simulacro, con il parroco
don Massimo Di Natale,
per le principali vie della
cittadina.

SOCIET 10

Baratto amministrativo
assente il Comune di Priolo
Lo sostiene
Christian
Bosco
che aveva
formulato
una proposta
al Comune
che ancora
nicchia

l
consigliere
comunale di maggioranza,
Giovanni Parisi, vorrebbe
prendersi meriti che
non ha affermando
di aver gi a maggio
parlato con il sindaco
di Priolo per attuare il
baratto amministrativo quando, invece,
questo stato proposto per primo dal
PSI. Non solo dalle
dichiarazioni fatte
dal suddetto consigliere si evince la sua
totale subordinazione al sindaco , ma ci
si rende anche conto
di come il consigliere
in questione cada in
contraddizione con
se stesso. Infatti, nel
suo ultimo comunicato ha affermato che
gi a maggio aveva
"parlato con il sindaco Antonello Rizza per lavorare alla
normativa necessaria
a introdurre il baratto amministrativo",
per qualche settimana addietro dalle
sue dichiarazione si

2 settembre 2015, mercoled

Sicilia 2 settembre 2015, mercoled

evinceva chiaramente che non aveva mai


letto la normativa
perch aveva affermato sia che la stessa preveda i servizi
sociali sia che i progetti dovevano essere
allegati nella nostra
proposta.
Noi prontamente lo
abbiamo invitato a
leggere sia la nostra
proposta sia la normativa (che inoltre
era stata trascritta per
intero) e da quanto si
legge in data odierna sembra che finalmente abbia letto
qualcosa. Certo, con
una mala figura del
genere quanto meno
poi doveva leggerla almeno una volta.
Ma, purtroppo, anche questa volta Parisi ha fatto un errore
(ma l'ha letta o no la
legge?): l'art. 24 del
Decreto-Legge
12
settembre 2014, n.
133 (Sblocca Italia)
convertito con modificazioni dalla Legge
11 novembre 2014,

n. 164 prevede che "I


comuni possono definire i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi
su progetti presentati
da cittadini singoli e
associati, purch individuati in relazione
al territorio da riqualificare".
Il consigliere comunale ha invece affermato che le riduzioni sono concesse
"prioritariamente a
comunit di cittadini
costituite in forme
associative stabili e
giuridicamente riconosciute".
I latini dicevano: "Errare humanum est,
perseverare
autem
diabolicum. Tertium
non datur". Credo
che uno che affermi
di lavorare da maggio sulla normativa
dovrebbe conoscere
per intero la legge e
anche l'articolo che
introduce il baratto
amministrativo (non
affermare che "un
articolo lo prevede",

senza alcuna specificazione) ma le sue


continue figuracce
dimostrano tutto il
contrario.Gli si consiglia di essere pi
preparato. E pensare
che Parisi viene considerato tra i migliori
consiglieri comunali
di maggioranza e che
lo stesso ha affermato di voler candidarsi
a sindaco. Poi, prendersi meriti che non
ha credo sia ci che
questa amministrazione sia solo capace
di fare bene: infatti,
per dover di cronaca,
prima della presentazione della nostra
proposta al comune
non era stato presentato nulla riguardo il
baratto amministrativo.Forse non sapevano neanche che
esistesse.
Ahim, non tutto.
Si apprende anche
che a causa dell'assenza dei consiglieri comunali non si
potuta trattare la
questione in Commissione Bilancio.
La domanda sorge
spontanea: come mai
una cosa cos importante come il baratto
amministrativo non
viene considerata da
alcuni consiglieri comunali?
Le risposte a tutte le
domande poste e a
tutte le fattualit sopra esposte le daranno gli elettori a tempo debito.
Christian Bosco
Il responsabile
politico
Psi Priolo

Sicilia 11

Il Teatro Greco Romano


di Catania rende
omaggio a Pasolini

Io sono una forza del passato. Solo nella

tradizione il mio amore. Vengo dai ruderi,


dalle chiese, dalle pale d'altare, dai borghi
abbandonati sugli Appennini o le Prealpi,
dove sono vissuti i fratelli. E proprio con
leco dei versi del grande Pasolini, che tanto
aveva a cuore il nostro patrimonio culturale,
che il 6 Settembre, alle ore 20,00, il Teatro
Greco Romano di Catania riaprir le porte
al pubblico di spettatori per lo spettacolo
teatrale multimediale Omaggio a Pier Paolo
Pasolini di e con Agostino De Angelis. Nel
Quarantennale dalla morte di Pier Paolo
Pasolini, questo straordinario sito, tra i pi
affascinanti e ricchi di storia del capoluogo
etneo, in seguito ai lavori di restauro delle
strutture murarie antiche e lesecuzione di
opere sovrastrutturali utili alla fruizione del
monumento, si far palcoscenico dellevento, in occasione del progetto nazionale 2015
Borghi e Borgate Luoghi, Memorie e
Personaggi della Storia ideato dallo stesso
De Angelis, e organizzato dalle Associazioni
Extramoenia e ArchoTheatron.
Levento, promosso dalla Regione Siciliana
Assessorato e Dipartimento Beni Culturali
e Identit Siciliana, dal Museo Regionale e
Parco Archeologico di Catania nella persona
della Direttrice Carmela Vella, sar portato
in scena con lintenzione di far rivivere allo
stesso tempo lintellettuale, regista, poeta e
giornalista ed il sito stesso: restituendo ad
essi nuova luce.
I ragazzi di vita sregolati e violenti ma
anche genuini e istintivi, la societ appiattita
e canonizzata dal progresso tecnologico e
la difesa del nostro patrimonio storico
culturale archeologico, saranno alcuni
dei temi che Pasolini raccontandosi ci
racconter, attraverso interviste inedite, le
voci degli attori, le note dei musicisti ed il
movimento coreografico. Lo spettacolo sar
inoltre patrocinato dalla rivista Archeologia
Viva, Rassegna Internazionale del Cinema
Archeologico di Rovereto, Istituto Nazionale
del Dramma Antico di Siracusa e Istituto per
la Cinematografia e Televisione Roberto
Rossellini di Roma. Ingresso libero.

Vitaliano Brancati, un anno


di successi per lassociazione
U

n anno sociale
all'insegna di importanti traguardi
ma anche di nuove
sfide. il bilancio
tracciato da Giovanni Firera presidente
dell'Associazione
culturale Vitaliano
Brancati, nel corso
dellannuale riunione dei soci fondatori tenutasi nei giorni
scorsi presso il ristorante Il Palmento. All'incontro ha
preso parte anche
Antonia Brancati,
figlia di Vitaliano e

Il Premio internazionale di Giornalismo intitolato allo scrittore


pachinese giunto questanno alla sua quinta edizione
di Anna Proclemer.
Nel ripercorrere un
anno di attivit organizzativa, il presidente Firera ha
ricordato il Premio
internazionale
di
Giornalismo intitolato allo scrittore pachinese, giunto alla
sua quinta edizione,
assegnato lo scorso maggio nell'ex
Palmento Di Rudi-

n a giornalisti del
calibro di Massimo
Giletti volto noto de
L'Arena di RAI
Uno, Corradino Mineo oggi senatore
della Repubblica,
Tonia Cartolano inviata di punta di Sky
TG24, Ettore Boffano vicedirettore de
Il Fatto Quotidiano.
Ma anche la presentazione dellultimo

libro dell'astronauta
Maurizio Cheli, tenutasi nella splendida ed esclusiva
location di Palazzo
Reale a Torino e che
ha fatto registrare
un largo successo
di pubblico. A suggellare un'intensa
stagione di successi
arrivato anche il
Premio Portopalo
Pi a Sud di Tunisi,

assegnato a Firera
per il suo impegno
nel campo della comunicazione istituzionale, ma anche
per le attivit di
promozione culturale svolte attraverso
l'Associazione.
Molte, inoltre, le
novit prospettate
nel corso della serata, come la costituzione di un Centro
Studi e Ricerche di
Archeologia,
per
valorizzare i tesori
del territorio di Pa-

societ

chino, il cui coordinamento sar affidato a Guido Rabito,


appassionato di storia locale e artefice
di studi e ricerche
sull'origine della citt; un settore Studi
di Enogastronomia
e Agroalimentare,
affidato a Sebastiano Barone, ex sindaco di Pachino ed
esperto in materia;
infine un settore Teatrale, affidato allo
scrittore e saggista
Corrado Di Pietro.
Tra i progetti in
cantiere, anche una
serie di iniziative
ad hoc per promuovere nelle scuole la
figura e l'opera di
Vitaliano Brancati. Intanto, fin dalle
prossime settimane
il direttivo si metter a lavoro per organizzare la sesta edizione del Premio di
Giornalismo, per il
quale si pensa gi a
nomi importanti del
panorama nazionale.
L A s s o c i a z i o n e
culturale Vitaliano Brancati - ha
dichiarato
Firera
- vuole dimostrare
che volere potere. La crescita di
una societ passa,
per forza di cose,
principalmente dalla crescita culturale
dei suoi cittadini, e
soprattutto dei suoi
giovani, a cui bisogna indicare la via
da seguire.

I lavori interessano la Grotta Palombara dellomonima area protetta

Avviati gli interventi di messa


in sicurezza delle grotte delle riserve
naturali Grotta Palombara

Sono stati avviati nei giorni scorsi gli


interventi di messa in sicurezza delle
grotte delle riserve naturali integrali Grotta Palombara di Siracusa e
Complesso speleologico VillasmundoS.Alfio di Melilli, entrambe gestite dal
centro di ricerca Cutgana dellUniversit di Catania.
Gli interventi, finalizzati alla rimozione e sostituzione dei vecchi ancoraggi,
rientrano nellambito delle attivit previste dalla convenzione stipulata con il
Soccorso alpino e speleologico siciliano
e sono stati coordinati da Alfio Cariola,
delegato della X Zona speleologica del

Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico.


I lavori interessano la Grotta Palombara
dellomonima area protetta diretta da Fabio Branca e le grotte Alfio e Villasmundo della riserva naturale Complesso
speleologico Villasmundo-S.Alfio diretta da Elena Amore.
Gli interventi di messa in sicurezza della grotta sono necessari al fine di permettere il transito e la progressione ai gruppi
speleologici per fini di ricerca scientifica, monitoraggio e fruizione speleologica controllata hanno spiegato i direttori
delle riserve, Branca e Amore presenti

allavvio delle attivit insieme con alcune unit di personale del Cutgana
(Angela Guglielmino, Giovanni Sturiale e Fausto Ronsisvalle).

SPECIALE 12

Sicilia 2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

Al termine della celebrazione eucaristica Mons. Salvatore Pappalardo ha affidato lArcidiocesi al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria

Si sono conclusi i festeggiamenti


per il 62 anniversario
della Lacrimazione di Maria a Siracusa

Il

cardinale
Lorenzo Baldisseri, segretario generale
del Sinodo dei
Ve s c o v i , h a
presieduto ieri
sera la celebrazione eucaristica nell'ultimo giorno dei
festeggiamenti
per il 62 anniversario della Lacrimazione di Maria a
Siracusa, concelebrata dai
Vescovi delle
Chiese di Sicilia e dai presbiteri delle comunit parrocchiali della Citt di Siracusa.
Una celebrazione nel corso della quale
si ricordato
anche il 60
anniversario
dellordinazione sacerdotale

di monsignor
Giuseppe Costanzo, arcivescovo emerito
dellarcidiocesi di Siracusa.
Al termine della celebrazione eucaristica

Mons. Salvatore Pappalardo ha affidato


lArcidiocesi
al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria.
Ieri presente a
Siracusa mons.

Vi t o A n g i u li, vescovo di
Ugento-Santa
Maria di Leuca
che ha sottolineato: "Nel
mutato contesto sociale e
culturale do-

vremmo chiederci: quale


valore hanno
le lacrime di
Maria in una
situazione di
degrado o
addirittura di
disastro an-

tropologico
(card. Angelo
Bagnasco), nel
quale alcune recenti decisioni
referendarie e
giuridiche sono
da considerare
non una sconfitta dei principi cristiani, ma
una sconfitta
per lumanit
(card. Pietro
Parolin)? Ed
ancora: Quale
significato hanno le lacrime
della Vergine
nellimmenso scenario di
dolore di tanti
immigrati che
vedono morire
i loro parenti
mentre sono risucchiati dalle
onde del mare
senza poter
nemmeno piangere davanti
ai loro corpi
martoriati dalla fame, dagli
stenti e dalla
paura?
Ed infine: Noi,
uomini del terzo millennio,
conserviamo
ancora quella pietas che
dovrebbe spingerci a commuoverci e a
versare lacrime
di fronte al dolore di altri uomini costretti
ad affrontare
esodi impossibili pur di salvare la loro vita,
quella dei loro
figli e familiari
e mantenere la
loro dignit di
uomini? Siamo
forse diventati sordi ai lamenti? Abbiamo indurito il
nostro cuore?
Non sappiamo
commuoverci
di fronte a un
mare che ogni
giorno di pi

diventa un cimitero a cielo


aperto, in preda
a uomini senza
scrupoli, avidi
solo di guadagno?
Dovremmo
forse definire
il Mediterraneo un mare
senza lacrime
o un mare pieno di lacrime?
Appare ormai
evidente che
la crisi attuale non solo
economica e finanziaria, ma
anche e soprattutto un radicale cambiamento dellidea di
uomo e dei fondamenti dellethos che regge
la convivenza
sociale e civile.
Il V Convegno ecclesiale
di Firenze intende riflettere
sulla questione
antropologica
avendo come
modello esemplare lumanit
di Cristo. Ed
allinterno di
questa particolare emergenza
culturale che
dobbiamo rileggere il segno
delle lacrime
della Madonna.
Esse svelano il
senso pi profondo dellessere umano
(aspetto antropologico) sulla
base del suo
ineliminabile
riferimento a
Cristo e a Dio
(aspetto cristologico e teologico).
Il miracolo di
Siracusa evidenzia che il
pianto della
Madonna contiene un messaggio di consolazione e di

speranza. Le
lacrime della
Vergine sono un
collirio per
la memoria e
un effluviodi
speranza. Esse
attestano la
compassione

e la tenerezza
di Dio e svelano che egli
considera con
grande attenzione le gioie
e le speranze,
le tristezze e le
angosce degli

uomini. Le
lacrime intrise
di fede, speranza e carit, si
aprono cos alla
consolazione e
sonola fonte del
rinnovamento delluomo,

Sicilia 13

della Chiesa e
della societ".
Luned sera,
sul sagrato del
Santuario, veglia da titolo
Lacrime del
creato in preparazione alla

speciale

10. Ieri giornata per la custodia del creato in


collaborazione
con lequipe
Nuovi Stili di
Vita dellArcidiocesi di
Siracusa.

Cultura 14

Sicilia 2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

In esso si
riscontrano
alcune date
importanti sia
riguardo alla
storia, alle
ricorrenze
religiose,
al folclore

di Giovanna Marino
Settembre il nono
mese dell'anno secondo il calendario
giuliano e gregoriano anche se il suo
nome deriva dal numero sette perch nel
calendario romano
era il settimo mese
dedicato a Vulcano,
dio del fuoco e della
lavorazione dei metalli.
In esso si riscontrano
alcune date importanti sia riguardo alla
storia, alle ricorrenze
religiose, al folclore.
Il 3 settembre 1943
a Siracusa nella frazione di Cassibile fu
stipulato l'armistizio tra gli italiani e
gli angloamericani
che port la rottura
dell'alleanza bellica
tra l'Italia, la Germania, il Giappone.
Evento che determin la fine del nazifascismo e della seconda guerra mondiale.
L'8 settembre si celebra la nativit di Maria, madre del Salvatore, esempio di fede
e di virt.
Il 15 settembre si
commemora la Beata Vergine Maria
Addolorata con una
festa, la quale ha
luogo l'ultima domenica del mese nel
quartiere Grottasanta
dove sorge la chiesa
omonima con una
processione e fuochi
di artificio. Per l'occasione gi il venerd
precedente la festa
allestito un mercatino con bancarelle di
prodotti vari: giocattoli, orologi e borse,

Settembre,
il mese
della vendemmia
dolci tradizionali e
frutta secca costituita da calia e simenza, pastigghi e calacausi e fra i cosi duci
troviamo 'u zuccaru
a sbarrette semplici
o attorcigliato, detto
'u sanfirricchiu.
Ma l'evento che caratterizza settembre
'a vinnigna, la vendemmia.
A Siracusa tra il
1950-1953 durante
la vendemmia carretti colmi di bei
grappoli di uva nera
e bianca arrivavano
per il mercato dal-

le coltivazioni delle
contrade Santa Teresa, Fanusa, Tivoli
e venivano allestiti
tre chioschi: uno a
Piazza Pancali, uno
a Piazza Archimede
davanti al Banco
di Sicilia, uno nel
Piazzale Marconi, in
gergo puzzu ngigneri (da puteus e ingenium). Luogo dove
nell'antichit si incontravano gli ingegni delle maestranze,
commercianti, affaristi, come i reperti
archeologici di un
foro romano in zona

testimonia.
All'interno di ogni
chiosco
venivano
esposti i cufini colmi d'uva fra i quali si
muovevano giovani
e giovinette in costume folcloristico:
Una grossa mostra
di uva veniva allestita sul sagrato della
Chiesa di San Filippo in via della Giudecca nell'omonimo
quartiere ricco di
storia ebraica, musulmana, cristiana.
cuore commerciale
della citt.
Anche le botteghe di
frutta e verdura ornavano con grappoli gli ingressi, dove
sostavano ragazzine
vestite da contadinelle con piccoli canestri colmi del buon
prodotto della terra
al braccio e minuti
grappoli appesi al
grembiule e al fazzoletto legato alla
testa.
A Rosolini e Pachino, Avola, veniva
fatto assaggiare il
vino nuovo ai commercianti e a li ncantineri, ai gestori di
putii di vinu, osterie,
punto serale d'incontro, di riferimento
popolare per gli uo-

mini dopo il lavoro


per berne qualche
bicchiere
mentre
consumavano uova
sode bagnate nel sale
o scodelle di purpu a
marinara o a luciana oppure mentre
giocavano bonariamente con le carte
siciliane: a briscula,
a scupa, a lu setti e
menzu, a l'assu pigghia tuttu.
A volte allungavano il nettare caro a
Dioniso o Bacco con
la gazzusa, acqua
gassosa dolcificata
e aromatizzata con
essenza di limone
contenuta in bottigliette o spruzzata
cu lu suifuni, dalle
belle bottiglie colorate munite di levetta
pressoria rossa.
Molti sono i canti
popolari in tema e
poeti che hanno creato opere ispirandosi alla vendemmia:

2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

Dante, Foscolo, Pascoli, D'Annunzio.


Gli astronomi del
passato chiamarono
"vendemmiatrice" la
terza stella pi brillante della Costellazione della Vergine
perch nel periodo
romano la disposizione dello zodiaco
nel cielo era diversa
da quella attuale ed
essa allora sorgeva alle prime luci
dell'alba verso la fine
di agosto e segnava
il tempo della vendemmia.
Molti gustosi piatti
si preparavano col
vino cotto. In esso si
mettevano a cuocere i cucchialeddi di
Santa Lucia, i cuddureddi, i maccarruneddi e in occasioni
solenni i ravioloni
ripieni di pasta dolce
di mandorla.
Col mosto si continua a preparare 'u
jelu e 'a mustarda
che si riponevano ni
li furmi, negli stampi
di terracotta aventi
immagini diverse, i
quali venivano prodotti da artigiani locali o provenivano
da Caltagirone.
Nelle sue parabole
il Salvatore fa riferimento alla vigna, la
quale simboleggia la
Sua chiesa. A volte
Egli stesso si identifica con la vite dalla
quale hanno vita i
tralci.
In diversi edifici
ecclesiastici troviamo fregi di tralci e
grappoli d'uva che
riconducono
per
esemplificazione alle
parabole citate.

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Regolarmente al via il 6 Settembre il campionato di serie D

Resi noti i gironi e il calendario


per il Siracusa esordio a Marsala

Gli azzurri nel girone siculo-calabro-campano a 18 squadre


Cavese, Reggio Calabria, Vibonese e Vigor Lamezia poker
di avversarie sulla strada della promozione

Definito

il capitolo ripescaggi stato


finalmente possibile
nella tarda mattinata di ieri passare alla
composizione dei gironi e alla formazione del calendario. Un
evento molto atteso
dai tifosi e dalle societ che questanno
slittato a causa di diverse rinunce e per gli
effetti delle sentenze
che hanno interessato
di riflesso anche la serie D.
Il Siracusa, come da
previsioni, stato
incluso nel girone I
insieme alle seguenti
17 squadre: Agropoli, Aversa Normanna,
Cavese, Due Torri,
Frattese, Gragnano,
Leonfortese, Marsala,
Noto, Reggio Calabria, Palmese, Rende,

Roccella,
Sarnese,
Scordia,
Vibonese,
Vigor Lamezia. Ma
ora che si conoscono i
nomi delle altre compagini con le quali
il Siracusa dovr fare
i conti resta il punto
interrogativo del loro
effettivo valore che
non determinabile
a lume di naso, bens
con la canonica attesa
dei primi sette, otto
incontri, trascorsi i
quali si potr capire
qualcosa.
C di buono che il
Siracusa ha deliberatamente tenuto, fino
a questo momento,
un basso profilo per
evitare ci che accadde nella scorsa
stagione allorch una
volta spiegato al colto e allinclita che
gli azzurri sarebbero

partiti per vincere il


campionato, quasi tutte le societ che non
riuscivano ad avere
la meglio sul campo,
fecero ricorso ad una
sventagliata di reclami per presunte irregolarit, nel tentativo,
poi risultato vano, di
sovvertire i verdetti
maturati al termine
dei novanta minuti.
Questa volta si parte
addirittura ostentando letichetta di matricola anche se con
il chiaro proposito di
lasciare quanto prima
linferno dei dilettanti
e trovare una collocazione pi consona in
una delle serie superiori.
Laspirazione scaturisce dalla constatazione che gi il Siracusa,
come qualit di orga-

In alto, Davide Baiocco, arriva il suo s.

nizzazione societaria,
ha gi fatto il salto
di categoria. Toccher ora alla squadra
imboccare lo stesso percorso tenendo
conto che da gente di
esperienza come Mascara, Spinelli, Giordano, Catania e Pepe,
da difensori che non
fanno molti complimenti come Chiavaro,
Vindigni e Orefice, e
da under pi che promettenti come Liistro,
Santamaria, Gulisano,
Evola e qualche altro,
c da apettarsi un
campionato, quanto
meno di vertice.
A cinque giorni dalli-

nizio del campionato


arriva, finalmente la
notizia tanto attesa dai
tifosi.
Davide Baiocco torna
a vestire lazzurro ed
pronto per dare il
proprio contributo in
termini di esperienza
e carisma alla causa
del Citt di Siracusa.
Un rapporto con la
piazza sempre mantenuto nel tempo, dopo
quel fatidico 26 maggio 2012.
In questi anni non
ho fatto solo scelte di campo- spiega
Baiocco- ma sono
andato sempre oltre,
cercando situazioni

stimolanti. Qui c
un progetto serio, con
persone che stimo sotto tutti i punti di vista.
Sono felice di tornare
in una piazza che mi
ha sempre apprezzato prima come uomo,
e poi come atleta, e
far di tutto per ripagare una tifoseria che
avrebbe meritato gi
negli anni passati altre
categorie. Mi auguro
che gi in questa stagione possiamo prenderci belle rivincite.
Un sogno che la societ nulla ha trascurato
per renderlo possibile.

Armando Galea

percossi differenziati stanno impegnando i nostri Soci atleti e atlete

Centro sportivo siracusano con grande impegno


ricomincia il 48 anno di attivit sportiva e sociale
E ripartita a pieno ritmo
lattivit sportiva agonistica
e sociale presso le Associazione Sportive Dilettantistiche
Centro Sportivo Siracusano
Taiji Kase,con percossi differenziati che stanno impegnando i nostri Soci atleti e

atlete nei settori Judo, Karate,


Danza,Metodo globale di autodifesa maschile e femminile e
Ginnastica , in quanto il calendario della FIJLKAM dove
elencata lattivit sportiva da
svolgere, scandisce gli imminenti impegni agonistici, gli

atleti: Mirco Portuose, Patrik


Zante, Alfonso Salerno, Alba
Urso, Paolo Tabacco, Emanuele Cirafici, Gabriele Faranda, Giuseppe Martinez,
Gianluca Rubino,Giuseppe
Raddino, Guidoantonio Trusso; Al, Andrea Ledda, Cri-

stian Di Caro e Giampiero


Miceli diretti dai Tecnici Federali, Giocarlo Trigilio, Roberto Dellaquila, Marianna
De Simone, Tiziana DellAquila, Franco Ars e Roberta
DellAquila in vista dei prossimi impegni Federali.

Campionato Nazionale Serie D


relativo alla stagione sportiva
2015 - 2016

SPORT PAGINA 16
2 SETTEMBRE 2015, MERCOLED

Sicilia