Sei sulla pagina 1di 4

GEOGRAFIA IN PILLOLE

UMBRIA
Confina con Toscana, Marche, Lazio. Province presenti: Perugia, Terni
E lunica regione che non ha sbocco sul mare: nel cuore dellItalia, ma le vie di comunicazione la sfiorano e non la
percorrono. Il paesaggio simile a quello toscano,
Caratteri fisici: percorsa dalla valle Tiberina, percorsa dal Tevere e dai suoi affluenti. A sinistra si trova
lAppennino Umbro marchigiano. A ovest si trova il lago Trasimeno.
Agricoltura: sulle colline sono importanti ulivi e vigneti, nelle valli prevalgono ortaggi, tabacco, girasole,
barbabietola, mais. Importante anche il tartufo nero.
Allevamento: si allevano suini.
Industria: un tempo era stata creata una acciaieria a terni, oggi le industrie pi importanti sono la Perugina e la
Buitoni.
Terziario: molto importante il turismo, sia quello delle citt darte (Perugia, Spoleto) sia quello religioso, che
mira ai luoghi dove vissero S. Francesco dAssisi, S. Chiara, S. Rita da Cascia. A richiamare i turisti sono anche
numerose feste tradizionali in costume ed eventi di cultura come il festival di Spoleto e Umbria Jazz (entrambi
dedicato alla musica)
CAMPANIA
Confina con Lazio, Molise, Puglia, Basilicata. Province presenti: Caserta, Benevento, Avellino, Napoli, Salerno
Caratteri fisici: presenta 4 golfi: quello di Napoli, di Salerno, il golfo di Gaeta e il Golfo di Policastro. Le pianure
presenti (Pianura campana , Piana del Sele, Valle di Diano) sono tra le pi fertili dItalia. Fiumi presenti: Volturno,
Sele, Garigliano, Ofanto. Le isole di Ischia e Procida hanno origine vulcanica. Nella costa meridionale, si trova la
zona montuosa del Cilento.
Data la presenza di vulcani, una delle zone sismiche, ma anche interessata da alluvioni (come quella di Sarno del
1998). La popolazione si raduna in tre zone, diverse per densit : Napoli e comuni vicini (alta densit), la pianura
costiera da Caserta a Salerno (densit inferiore), le zone allinterno (scarsamente popolate).
Agricoltura: Ortaggi (peperoni, melanzane, cavolfiori) e soprattutto pomodori. Fritta: albicocche, ciliegie, ma
soprattutto nocciole e noci
Industria: un tempo erano importanti gli impianti di Bagnoli ( siderurgia), Castellammare di stabia ( cantieri navali),
raffinerie di petrolio: oggi le industrie pi importanti sono lindustria alimentare, le telecomunicazioni e lindustria
conciaria (Avellino). Importante anche lindustria artigianale.
Terziario: molto importante il turismo, sia quello nelle citt di mare ma anche quello darte (gli scavi archeologici
di Pompei).
LABRUZZO
Confina con Marche, Lazio, Molise. Province presenti: Teramo, Pescara, LAquila, Chieti
Caratteri fisici: i Monti dellappennino abruzzese si estendono su due terzi del territorio. Nella parte pi vicina
alla costa si trovano il Gran sasso e quello della Majella, dal panorama aspro e brullo, privo di foreste. Ricco di
foreste invece lalta valle del Sangro, dove si trova il Parco Nazionale dAbruzzo. Due fiumi segnano il confine
della regione ( a nord il Tronto, a sud il Trigno), ma i fiumi pi importanti sono il Pescara e il Sangro. Tra i laghi si
ricordano il lago di Campotosto, il pi grande bacino artificiale.
Non vi sono citt grandi. Rispetto al capoluogo di regione, LAquila, gode di maggior considerazione Pescara, che si
trova sulla costa.
Agricoltura. Leconomia stata spesso basata sullagricoltura e sulla pastorizia. La regione pi fertile senza
dubbio la piana del Fucino, un lago che venne prosciugato per usare le terre. Il prodotto pi diffuso stata da
sempre la patata, ma tra i prodotti ci sono anche lo zafferano e la liquirizia.
Industria. La regione ha visto forti emigrazioni,a causa di frequenti terremoti. Lindustria si sviluppata sulla
costa, con industrie chimiche, farmaceutiche, ma anche attivit tradizionali( tappeti di lana, rame e ferro battuto.
Il terziario avanzato vede la presenza di un Laboratorio spaziale e di un Centro telespazio.
Compiti per le vacanze
Studia sul testo la Toscana e il Lazio. Studia la scheda integrativa su Abruzzo, Campania e Umbria.
Sul quaderno fai una tabella in cui riporti per ogni regione i nomi dei capoluoghi di provincia e di regione. Negli
esercizi seguenti indica se le affermazioni sono vere o false. Nellultimo esercizio riconosci i confini delle diverse
regioni e riportale sul quaderno

Interessi correlati