Sei sulla pagina 1di 2

La Cronaca dello Sport L UNEDI 1 MARZO 2010

28
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

La Cremo incerottata
P
repararsi per le due trasferte

rivuole il secondo posto


consecutive sui difficili campi ULTIME
di Perugia e Benevento con
appena diciotto giocatori disponibili
non è il massimo della vita. Se poi i Sono diciotto
cinque assenti si chiamano Paoloni,
Rossi, Cremonesi, Fietta e Varricchio i giocatori
(non proprio gli ultimi arrivati) capi-
convocati
sci subito che le preoccupazioni del-
la vigilia sono più che motivate.
Mai come quest’oggi i grigiorossi
Servono i tre punti per sorpassare l’Arezzo Cremonesi
dovranno dimostrare di essere un
gruppo affiatato, capace di superare
le difficoltà con la compattezza di
una squadra matura. I senator i
Venturato(tribuna)recuperaViali e Zanchetta con l’Under 21
Al termine della rifinitura te-
nutasi ieri mattina presso il
avranno il compito di essere da rife- campetto dietro la curva sud
rimento per chi ha giocato di meno e 25a GIORNATA Erminio Favalli, Venturato ha
questi ultimi al tempo stesso dovran-
no mettere in mostra una prestazio-
PERUGIA LE PROBABILI FORMAZIONI CREMONESE diramato le convocazioni per
PERUGIA, STADIO CURI - ORE 20,45 la trasferta di Perugia. Oltre
ne senza macchie per non far rim- ai tre infortunati di lungo cor-
piangere i titolari. so (Fietta, Varricchio e Rossi)
I primi due ostacoli (Arezzo e Lu- e allo squalificato Paoloni, ri-
mezzane) sono stati arginati con due Bonomi Nizzetto A. Bianchi mangono a Cremona anche
rimonte culminate nei minuti con- Pagani Bondi Gilioli, non ancora al top della
clusivi, ora il ciclo di ferro prevede condizione seppur in netto mi-
altri due scontri diretti. All’andata glioramento, e il giovane di-
con grande determinazione, e un Della Rocca Guidetti Zanchetta Viali fensore Michele Cremonesi
pizzico di buona sorte, arrivarono sei Benassi Urbano Docente G. Bianchi che già da ieri sera si trova al
punti. Oggi forse ne basterebbero Centro Sportivo La Borghesia-
anche quattro, il minimo per essere na di Roma insieme alla nazio-
certi di non venire scavalcati dall’A- Perra Coda Tacchinardi Galuppo nale Under 21.
rezzo in seconda posizione. Perché Scelte dunque obbligate per
questo deve essere di fatto l’obiettivo Raimondi Del Core Venturato che con diciotto
numero uno della Cremonese, che giocatori disponibili fa di ne-
dopo essere stata colpita da una cer- Pradolin Malacarne cessità virtù.
ta sindrome da mister X (quattro i Cazzola
Vi ricordiamo infine che la ga-
pareggi nelle ultime cinque gare di ra di stasera verrà trasmessa
campionato) ha rallentato notevol-
mente il cammino verso la prima
3-4-3 ARBITRO: Bagalini di Fermo 4-4-2 sul canale satellitare della
Rai.
piazza. PANCHINA: 12 De Marco 13 Taccucci 14 La Vista PANCHINA: 12 Vino 13 Sales 14 Carotti
I risultati del Novara d’altro canto 15 Stamilla 16 Lacrimini 17 Martini 18 Ercolano 15 Burrai 16 Gori 17 Villar 18 Musetti
parlano chiarissimo e anche il pareg-
gio conquistato ieri pomeriggio a Va- ALLENATORE: Carlantonio Buzzi ALLENATORE: Roberto Venturato
rese con cinque giocatori indisponi-
bili, situazione simile alla nostra,
conferma ulteriormente i meriti del un’impresa sin troppo ardua. (comunque straordinari) della sua
team di Tesser. La speranza è l’ulti- Per questo motivo Venturato, che squadra, evitando inutili tabelle di
ma a morire, ma forse recuperare ot- oggi assisterà alla gara nuovamente rimonta che potrebbero essere sola-
to punti in dieci giornate ad un av- dalla tribuna in virtù del secondo mente controproducenti.
versario che in questa stagione non turno di squalifica, preferisce con- Per prima cosa occorrerà limare
ha mai conosciuto la sconfitta è centrarsi esclusivamente sui risultati quelle imperfezioni e quei limiti che
tanto sono costati nelle ultime usci-
te. Le disattenzioni sulle palle inatti-
ve, i rapidi capovolgimenti di fronte
che in particolar modo domenica
con il Lumezzane ci hanno colto
spesso impreparati e quella concre-
tezza sottoporta che da qualche gior-
nata non riusciamo più ad avere.
A difendere la porta grigiorossa
contro il grifone ci sarà Giorgione
Bianchi, mentre a completare il pac-
chetto difensivo oltre al rientrante
Viali giocheranno Galuppo, Alberto
Bianchi e Malacarne. Le chiavi del
centrocampo come sempre saranno
affidate a Zanchetta (pienamente re-
cuperato) con Tacchinardi nel ruolo
di vice Fietta e con Nizzetto e Pra-
dolin sulle corsie esterne. Quest’oggi
potrebbe essere finalmente il giorno
del debutto di Riccardo Villar, per il
quale è previsto uno spezzone di ga-
ra nella ripresa.
Infine in attacco il capocannoniere
Guidetti verrà affiancato da uno tra
Coda e Musetti. In leggero vantag-
gio le quotazioni del centravanti
campano che nelle ultime due gare
Qui sopra l’esultanza grigiorossa dopo il gol vittoria siglato da Guidetti nella gara disputate è sempre andato a segno.
disputata allo Zini. A destra Tacchinardi, oggi chiamato a sostituire l’infortunato Fietta Matteo Zanibelli
L UNEDI 1 MARZO 2010 La Cronaca dello Sport
29
GLI AVVERSARI DELLA CREMONESE

Da dietro le quinte, Braglia


disegna un “nuovo” Perugia
L’ex tecnico del Taranto, nominato consulente personale del presidente Covelli, modifica
lo schieramento iniziale optando per il 3-4-3. Da tenere d’occhio il brasiliano Bondi
La sconfitta rimediata lunedì scor- le motivo sono parecchi e la rifinitu- laterali dove persistono maggiori in-
so a Viareggio ha portato ad una pic- ra effettuata ieri mattina a porte certezze. I due favoriti a partire dal
cola, ma significativa rivoluzione in chiuse non aiuta certo a dissolverli. primo minuto dovrebbero essere
casa Perugia. Piccola perché di fatto Nel frattempo la situazione diri- Cazzola e Bonomi, ma attenzione
la situazione appare sempre la stessa, genziale continua a tenere banco. Le anche alle alternative Stamilla e La-
con la presenza in panchina del duo grandi difficoltà economiche sono crimini. Infine in avanti il tridente
tecnico Buzzi-Zaffaroni; ma in realtà infatti costate al Perugia la sottrazio- con Docente al centro e sugli esterni
la sostanza è ben diversa. Il presi- ne di due punti in classifica portan- Del Core (o Paponi) e il brasiliano
dente Covelli, non avendo ricevuto il do a sette le lunghezze di distacco Bondi, autentica punta di diamante
via libera dalla federazione per tesse- dalla zona playoff. Inutile sottolinea- della formazione umbra grazie alle
rare come nuovo allenatore Braglia re che in città regna sovrana la con- otto reti sin qui realizzate.
(ad inizio stagione alla guida del Ta- fusione, con i tifosi che rimpiangono Da sottolineare che il Perugia, al-
ranto) ha deciso di assumere que- amaramente il recente passato della talenante nei risultati in trasferta, è Sopra il motorino del centrocampo umbro
st'ultimo come suo consulente per- serie A quando sul prato del Curi attualmente imbattuto tra le mura Massimo Perra in possesso palla
sonale, autorizzandolo ad assumersi giocavano uomini del calibro di Mic- amiche del Curi, dove in undici gior- Sotto l’estremo difensore Benassi cerca
in via ufficiosa la guida tecnica della coli, Materazzi e Liverani. nate di campionato ha conquistato con un volo disperato di evitare che
squadra. I due insieme avevano già Per la partita odierna, a differenza nove vittorie e due pareggi. il pallone gonfi la rete
conquistato una promozione in serie dei grigiorossi che sono decimati Matteo Zanibelli
B ai tempi del Pisa. dalle assenze, il Perugia può fare af-
Piero Braglia, che nella stagione fidamento su una rosa praticamente
1975/76, quando era appena diciot- al completo, dove l'unica assenza è
tenne, ha disputato qualche presenza infatti quella del centrocampista
con la casacca della Cremonese, ha Menassi (problema al ginocchio).
deciso di adottare subito una novità: Come detto lo schema sarà il 3-4-3
il cambio di modulo. Abbandonato il con il portiere Benassi tra i pali e la
4-4-2 utilizzato per buona parte del- linea a tre di difesa formata da Rai-
la stagione dai suoi predecessori, mondi (in dubbio per un attacco in-
Braglia ha importato il 3-4-3, auten- fluenzale), Pagani e Urbano, que-
tico marchio di fabbrica del tecnico st'ultimo pronto al debutto con i
toscano. Grazie ad una rosa numero- grifoni dopo esser stato prelevato nel
sa, con giocatori capaci di ricoprire mercato di riparazione dal Vicenza.
diversi ruoli, in settimana sono state A presiedere la mediana di centro-
provate molte soluzioni con una ro- campo quasi certamente la coppia
Sopra il brasiliano Bondi in azione tazione continua degli uomini in Perra-Della Rocca (anche lui arriva-
nella sfida contro il Pergocrema campo. I dubbi di formazione per ta- to a gennaio) mentre è sulle corsie

“Fùbal...
ritagli dal
passato”
Simoni, l’inizio fu deludente
di Angelo Galimberti In Umbria l’esordio in Coppa Italia nell’anno d’oro
Singolare e stravagante, se vista col senno di prima della pausa Florijancic, lanciato da De-
poi, l’ultima sfida giocata al Curi da Perugia e zotti, viene anticipato da Braglia mentre, a ini-
Cremonese, e valida per la Coppa Italia. Si era zio ripresa, Pedroni impegna il portiere dei lo-
agli albori della stagione 1992-93, con i grigio- cali con un pericoloso diagonale. E’ l’ultimo
rossi in serie B e i grifoni umbri in C1. Dopo sussulto grigiorosso: il Perugia attacca con
l’ennesima retrocessione dalla serie A, la rifon- continuità e, a metà tempo, passa in vantaggio
dazione voluta da Luzzara, Miglioli e Favalli con un calcio di punizione di Gelsi che, dal li-
aveva portato in panchina Gigi Simoni il qua- mite, buca la barriera e sorprende Turci. Un
le, dopo aver conquistato ben cinque promo- paio di percussioni di Tentoni non hanno for-
zioni dalla B alla A con Genoa, Brescia e Pisa, tuna e, in contropiede, Camplone serve a Pa-
aveva abbandonato la ribalta del calcio mag- gano la palla del raddoppio.
giore per ritarare le proprie ambizioni parten- Oltre alla partita, la Cremonese perde anche
do da Carrara e dalla serie C. La programma- le staffe e la faccia: Cristiani si fa espellere per
zione prendeva avvio da qualche punto fermo continue proteste nei confronti di Brignoccoli
(Gualco, Verdelli, Giandebiaggi, Maspero, De- cui occorrerebbe un taccuino di scorta visto
zotti e Florijancic) in aggiunta all’eterno Ma- che deve annotarvi il nome di ben sei grigio-
rio Montorfano, ai prodotti locali Ferraroni e rossi. Finisce con una secca sconfitta l’esordio
Lombardini e poi, via di fantasia e gioventù. Si grigiorosso di uno scurissimo Simoni che si
era partiti da Eligio Nicolini in rotta con l’Ata- propone di parlare chiaro in via Persico: le
lanta e dal rientro dei giovanissimi Turci e Pe- quattro reti rimediate a Cesena alla prima di
droni, mentre Gianni Cristiani era stato chia- campionato acuiranno i dubbi del Mister, in
mato a colmare il vuoto creato dal frettoloso odore di dimissioni. Ci penserà Favalli a rassi-
addio di Piccioni. Per la verità la ciambella curare Gigi, ambiente e squadra e, come per
non era riuscita come Simoni se l’aspettava. magia, dalla seconda giornata in poi, il brutto
Le prime scelte Bruzzano (attaccante, grave- anatroccolo grigiorosso si trasformerà nel
mente infortunato) e Civero (stopper, accor- maestoso cigno che, con otto vittorie consecu-
datosi con il Bari) erano stati sostituiti da due tive, porrà le basi per i trionfi in campionato e
ragazzotti di C2 totalmente sconosciuti: An- a Wembley, per poi dispiegare le sue ali su due
drea Tentoni e Ciccio Colonnese. Favalli era fantastiche salvezze in serie A.
molto fiducioso sulle possibilità della squadra,
ma Simoni non era granché convinto delle ar- IL TABELLINO
gomentazioni della Società: il campionato di Perugia, Stadio Curi, 23 agosto 1992
serie B non era uno scherzo e la rosa a sua di-
sposizione, oltre che numericamente esigua, PERUGIA 2
presentava più di un doppione nello stesso CREMONESE 0
ruolo. Semplice la richiesta: rivedere un po’ Da destra Tentoni e Florijancic, i due bomber grigiorossi all’epoca di Simoni
tutto e, casomai, rimettere mano al portafogli. Perugia: Braglia, Camplone, Castellini,
Fra speranze e delusioni, problemi di amal- Gelsi, Galletti, Beghetto, Pagano (81” Savi),
gama e barlumi di buone prospettive, dopo la l’ambiente non è niente male: sulle gradinate le parti di Turci, subito miracoloso su una de- Bergamo, Cornacchini, Giunti (53’ Angeloni),
sequela di amichevoli estive arriva il primo ap- del Curi ci sono oltre quindicimila spettatori e, viazione dell’esperto Cornacchini che aveva Traini. All: Buffoni.
puntamento ufficiale: si va a Perugia per il pri- in tribuna, il trio Favalli, Bonomi, Marcolin anticipato Colonnese. A metà tempo, Cristiani Cremonese: Turci, Gualco, Colonnese, Cri-
mo turno di Coppa Italia. Partita secca: chi (passati alla Lazio in estate per una paccata di sgambetta Giunti sulla linea di fondo, ma ben stiani, Verdelli, Pedroni, Giandebiaggi, Ferra-
perde esce e si presenta dopo quindici giorni miliardi) arrivati apposta dalla capitale per ve- all’interno dell’area: rigore sacrosanto che roni, Dezotti, Maspero (46’ Tentoni), Florijan-
per l’inizio del campionato. Simoni non può dere all’opera i vecchi compagni. La partita Traini si incarica di trasformare con un piatto cic. All: Simoni.
schierare Nicolini, e vara una formazione pra- grigiorossa nasce sul binario sbagliato: appro- destro alla sinistra di Gigi Turci, reattivo e feli- Arbitro: Brignoccoli di Ancona.
ticamente obbligata: Ferraroni sostituisce Ni- fittando dei molti equivoci tattici e dell’esage- no nel riflesso per deviare in corner. L’inerzia Marcatori: 63’ Gelsi, 68’ Pagano.
co, con Maspero in regia e, in attacco, la col- rato nervosismo dei nostri, i ragazzi di Buffoni del match, però, non cambia e la Cremonese si Note: 69’ espulso Cristiani; spettatori
laudata coppia Dezo-Flore. Per essere agosto iniziano presto a ronzare pericolosamente dal- fa vedere solo a cavallo dell’intervallo: appena 15.000 ca.