Sei sulla pagina 1di 17

METABOLISMO

ENERGETICO NEI SISTEMI


BIOLOGICI
ORGANELLI ENERGETICI

Energia

capacit di compiere lavoro.


Si presenta in forme diverse,
trasformabili le une nelle altre:
meccanica (cinetica, potenziale)
termica
luminosa
chimica

MATERIA = forma di Energia (e = mc2)

Lenergia
Leggi della Termodinamica
1: Conservazione Allinterno di un sistema chiuso
lenergia/materia complessiva costante
(lenergia/materia non si crea e non si
distrugge, ma si trasforma)

2: Entropia In assenza di apporto energetico dallesterno,


qualsiasi sistema decade verso il massimo
disordine (disordine = Entropia). In ogni
trasformazione, parte dellenergia si disperde
sotto forma di calore (moto molecolare) e non
pi utilizzabile, traducendosi in un aumento di
entropia. Lentropia nulla a 0K = - 273C
(assenza di moto molecolare)

I sistemi tendono verso la massima Entropia


(minore energia del sistema)

I sistemi tendono verso la massima Entropia


(minore energia del sistema)

O2

H2

O2 + H2

O2 + H2

H 2O

I sistemi biologici e lenergia


I sistemi biologici contrastano la tendenza a decadere
(CO2 + H2O) mediante una continua assunzione di
energia e una max economia dimpiego
Ci che sospinge la vita una piccola corrente
elettrica mantenuta dalla luce solare
(Albert Szent Gyorgyi)
Energia luminosa

Energia elettrica

Energia chimica

(Passaggio di elettroni)

6CO2 + 6H2O + energia

Fotosintesi

C6 H12O6 + 6O2

Respirazione

Energia totale di un sistema = Entalpia (H)

Entalpia (H)

Energia libera (G) = energia disponibile


per compiere un lavoro

Entropia (S) = energia non disponibile,


disordine
Energia libera (G) = Entalpia (H) - Entropia (S) x temp.ass. (T)
G = H - TS

Lenergia libera nelle reazioni chimiche


Le reazioni chimiche comportano cambiamenti di Energia
libera G
Reagenti

Prodotti

Ci significa che lenergia libera delle molecole di reagenti


prima della reazione diversa dalla energia libera delle
molecole di prodotti.
Chiameremo questa differenza di energia libera: G
G = G Prodotti G Reagenti

G = H - T
S
Questa equazione definisce la variazione tra lenergia
libera dei prodotti e quella dei reagenti

Reazioni esoergoniche ed endoergoniche


G = G Prodotti G Reagenti
La variazione di energia libera G di una reazione pu essere:
Negativa: se la G dei prodotti minore di quella dei reagenti.
La reazione sar spontanea e liberer energia = reazione esoergonica
Esoergoniche sono tutte le reazioni di demolizione di molecole
complesse

C6 H12O6 + 6O2

6CO2 + 6H2O + energia

Positiva: se la G dei prodotti maggiore di quella dei reagenti.


La reazione non sar spontanea e richieder energia = reazione
endoergonica.
Endoergoniche sono tutte le reazioni di sintesi di molecole complesse

6CO2 + 6H2O + energia

C6 H12O6 + 6O2

Reazioni accoppiate
Per far avvenire le reazioni endoergoniche la cellula sfrutta
lenergia liberata dalle reazioni esoergoniche

B = G + 5 kcal/mole (endoergonica)
D = G - 8 kcal/mole (esoergonica)
Totale = G - 3 kcal/mole

A
C

Quindi nel complesso la variazione di energia esoergonica e


le due reazioni possono avvenire in quanto le 5 kcal
necessarie per la prima (endoergonica) sono fornite dalla
seconda (esoergonica).
Il tramite energetico tra reazioni esoergoniche ed
endoergoniche lATP (Adenosina Trifosfato)

METABOLISMO
CATABOLISMO
Degradazione
R. Esoergoniche
Si libera energia che viene
immagazzinata sottoforma di

ADP

ATP

ANABOLISMO
Sintesi
R. Endoergoniche
Lenergia necessaria viene fornita
dalla reazione

ATP

ADP

1. Sequenze di reazioni (tappe)


2. Ogni tappa catalizzata da un enzima specifico
3. ATP come trasportatore di energia
4. NAD, NADP e FAD, come trasportatori di energia ed elettroni

LATP, moneta
energetica dei sistemi
viventi, composto
da adenina, ribosio e
3 gruppi fosfato. I
legami che legano i
due gruppi fosfato
terminali dellATP,
detti legami fosfato,
sono facilmente
idrolizzabili, ed hanno
alta potenzialit di
trasferire il gruppo
fosfato insieme a
parte dellenergia del
legame

Prodotto

LATP trasferisce energia trasferendo un


gruppo fosfato ad un reagente. La
sequenza di reazione catalizzata da
uno o pi enzimi specifici.
Reagente

LE CELLULE HANNO A DISPOSIZIONE DIFFERENTI


MOLECOLE ENERGETICHE

Trasferimento di Energia tramite


Trasferimento di Elettroni
XH2 + A+ X + AH +H+
Ossidato

Ridotto

Trasportatori di elettroni ( e protoni ):

NAD
NADP
FAD

NAD
nicotinammide-adenin-dinucleotide

Coenzima, trasportatore
di elettroni ed energia
che interviene nelle
reazioni di
ossidoriduzione

NAD
nicotinamide-adenin-dinucleotide, preleva
atomi H ed energia libera dai composti che
vengono ossidati e li cede ai composti che
vengono ridotti, riducendosi e ossidandosi di
conseguenza:
rid.
NAD+ + 2H

NADH + H+
oss.

(NAD oss.)

(NAD rid.)

G = - 52,4 kcal
Catena
respiratoria
3 ATP = 24,3 kcal
(resa = 47%)

FAD
flavin-adenin-dinucleotide

Altro coenzima
trasportatore di
elettroni ad alta
energia
FAD + 2H = FADH2

Efficienza operativa - Enzimi


Le cellule regolano le reazioni chimiche
per mezzo di enzimi, catalizzatori proteici
in grado di influenzare la velocit di una
reazione chimica senza entrare a far parte
della reazione chimica stessa

Energia potenziale

 Gli enzimi hanno la funzione di


abbassare lenergia di attivazione
necessaria per avviare una reazione
chimica

Energia
di attivazione
della reazione
non catalizzata
Energia
di attivazione
della reazione
catalizzata

Stato
intermedio

Stato iniziale

GLI ENZIMI

Variazione
di energia
totale della
reazione

Stato finale
Andamento della reazione

ORGANELLI ENERGETICI

I mitocondri
convertono
lenergia
ricavata dal
catabolismo
delle molecole
in ATP.

Matrice

Creste

La membrana interna rappresenta la


barriera primaria interposta tra gli
enzimi mitocondriali e il citosol

Membrana
interna

Membrana
esterna

Le creste contengono le molecole


chiave per la generazione di ATP in
presenza di O2

M
I
T
O
C
O
N
D
R
I
O

La matrice corrisponde allo spazio racchiuso dalla


membrana interna; esso contiene molti degli enzimi
coinvolti nel Ciclo di Krebs, trasportatori di elettroni,
oltre a ribosomi e a DNA

IL CLOROPLASTO

Il pigmento verde, la clorofilla,


capta lenergia luminosa

Stroma
Tilacoide

I tilacoidi sono i siti a livello


dei quali lenergia luminosa
viene captata e convertita in
ATP

Granum
(pila di
tilacoidi)

Membrana doppia

Membrana
interna
Membrana
esterna

A livello dello stroma


lATP converte il biossido
di carbonio in glucosio

Respirazione cellulare & Fotosintesi


RESPIRAZIONE CELLULARE
Mitocondri
(in tutte le cellule eucariote)

FOTOSINTESI
Cloroplasti
(in alcune piante e alghe)

Fotosintesi & Respirazione Coesistono


negli Organismi Autotrofi

METABOLISMO ENERGETICO:
PRODUZIONE DI ATP PER SOSTENERE TUTTE LE
ATTIVITA CELLULARI

GLICOLISI - RESPIRAZIONE

C6H12O6 + 6O2

6CO2 + 6H2O + 686 kcal

1. Glicolisi = Fermentazione nel citoplasma, in assenza di O2


ciclo di Krebs
2. Respirazione
trasporto elettroni

nei mitocondri con consumo di O2

GLICOLISI
Consumo di 2 ATP
Produzione di 4 ATP

10

GLICOLISI
Formazione dellAcetil Coenzima A
Acido piruvico

CH3

Acetil CoA

CO2

C=O
O
C
O- H+

C H3
C=O
CoA

NAD+

NADH

Acetil coA
Ossalacetato
Citrato
Cis
Aconitato

Malato

Fumarato

Il ciclo
dellacido
citrico

Isocitrato

Succinato

Alfa Chetoglutarato
Succinil-coA

11

Il trasporto degli elettroni


1 molecola di NADH (rid) cede
elettroni che liberano energia
sufficiente a produrre 3 ATP

Ciclo
di Krebs
FMN
CoQ

1 molecola di FADH2 (rid) cede


elettroni che liberano energia
sufficiente a produrre 2 ATP
Cit.
b
Cit.
c

Energia

Alla fine gli elettroni sono


accettati dallossigeno, che
si combina coi protoni (ioni
idrogeno) in soluzione per
formare acqua.

Cit.
a
Cit.
a

H2
O
1/2 O2

La catena di trasporto degli elettroni

La produzione
di ATP si basa
sulla creazione
di un gradiente
di protoni
(Chemiosmosi)

12

Fasi della respirazione cellulare


e produzione di ATP
Glicolisi

Formazione
dellAcetil co A

Ciclo
dellacido
citrico

Trasporto degli
elettroni
e la chemiosmosi

Glucosio

Ciclo
dellacido
Citrico

Acetil
co A

Acido piruvico

Trasporto
degli elettroni

Confronto condizioni
anaerobiche - aerobiche
Glicolisi anaerobica Glic.+ Respiraz.

Energia libera di reazione


ATP Sintetizzato
Energia libera immagazzinata
Resa

47,3 kcal
2
16,2 kcal
34%

CARBOIDRATI

PROTEINE

686 kcal
38-36
308 kcal
45%

GRASSI

Amino
acidi

Glicerolo

Acidi
grassi

Deaminazione Non avviene


per gli
aminoacidi
essenziali
NH3

Chetoacidi
B-ossidazione

Urea

Escrezione con
le urine
Acido ossalacetico
Acido citrico

Acido chetoglutarico

13

I mitocondri sono organelli semi-autonomi originati da


ancestrali procarioti aerobi

METABOLISMO ENERGETICO:
PRODUZIONE DI ATP PER GARANTIRE LA SINTESI DI
SUBSTRATI ENERGETICI GLUCOSIO

FOTOSINTESI
6CO2 + 6H2O + 686 kcal
6CO2 + 6H2O

Energia
luminosa

C6H12O6 + 6O2

18 ATP + 12NADPH

C6H12O6 + 6O2

Reazioni alla luce


Reazioni al buio
(Ciclo di Calvin)

Cloroplasti e pigmenti
I pigmenti sono sostanze che assorbono la luce a
lunghezza donda varie); tra questi vi la clorofilla che
assorbe rosso -violetto - blu e riflette il verde

Assorbimento luce
Eccitamento degli elettroni con
conseguente salto di livello

14

Reazioni alla luce


Gli elettroni della clorofilla sono spinti a
livelli energetici superiori e catturati in un
sistema di trasporto nel quale cedono
energia, determinano la formazione di
un gradiente di H+, sintesi di ATP e
formazione di NADPH.

LA FOTOSINTESI
Reazioni alla luce

15

Fotosintesi-4

Reazioni al buio
(Ciclo di Calvin)
Lenergia incorporata in ATP e NADPrid.
viene usata per incorporare C (da CO2 )
in glucosio
6CO2 + 6H2O + 18 ATP + 12NADPH

C6H12O6 + 6O2

LA FOTOSINTESI
Reazioni al buio (Ciclo di Calvin)

I cloroplasti sono organelli semi-autonomi


originati da ancestrali procarioti autotrofi

16

Teoria Simbiontica per lorigine di Mitocondri e


Cloroplasti

17