Sei sulla pagina 1di 4

Arte Marinara - Lezione 10

CORSO DI ARTE MARINARA


Lezione 10
(Aggiornamento10 marzo 2004)

3.3. Lo stile di vita


Per semplificare la trattazione successiva, mi limiter ad ipotizzare per scenario del
nostro

scritto

unimbarcazione

cabinata di dimensioni fra i 9 ed i 16


metri, il cui armatore sia anche lo
skipper. E questa la situazione pi
diffusa, cio quella di una barca che
consenta

di

navigare

senza

equipaggio professionale, anche per


significative traversate sia a motore,
sia a vela.
Lo stile di vita a bordo di uno
yacht determinato da due fattori
strettamente collegati fra loro, la
personalit dello skipper armatore ed
il tipo di barca.
Uno yacht inevitabilmente limmagine dello skipper, che sceglie il proprio mezzo
nautico in base al censo, e, nellambito delle possibilit di spesa, in funzione delle
finalit che vuole conseguire. Il primo basilare elemento che condiziona lo stile di vita a
bordo la grande scelta che lo skipper armatore ha fatto fra vela e motore. Se larmatore
predilige un mezzo di trasporto per mare o una casa al mare flottante, sceglie la barca a
motore. Se invece vuole un mezzo per vivere il mare, sceglie la barca a vela. Poi
subentrano i fattori di scelta di secondo livello, cio gli obiettivi complementari che
vuole conseguire lo skipper armatore in funzione della propria personalit e dei propri
gusti: status symbol, sport, giocattolone, masochismo, liberazione dai condizionamenti,
desiderio di navigare, piattaforma per i bagni, ricerca museale, ecc.
Pertanto, le affinit di indole fra skipper ed i membri dellequipaggio sono
essenziali per la buona riuscita di una crociera: essi devono condividere lo stesso stile di
10 -

Arte Marinara - Lezione 10


vita marinaro, cercando soddisfazione e piacere negli stessi eventi, in modo da vivere in
piena armonia le permanenze in porto, ed ancor di pi le navigazioni.

3.3.1. Stile di vita sulle imbarcazioni a motore


La personalit di uno skipper armatore di yachts a motore condiziona
relativamente poco lo stile di vita a bordo. Questo risulta molto omogeneo su ogni
tipo di tali imbarcazioni, improntato generalmente ad un rilassato assetto
vacanziero.
La finalit delle crociere quella di godersi gradevoli gite al mare: le
navigazioni di trasferimento in genere sono brevi, le soste in porto sono lunghe,
alternate a oziose fonde in assolati sorgitori balneari. La vita a bordo agevole e
rilassata, anche se si svolge in spazi relativamente ristretti. Le libagioni ed i pasti
costituiscono lattivit pi impegnativa di bordo. In sintesi, si continua a proiettare
sullo scenario marino il proprio stile di vita cittadino. Le turbative possono venire
solo da qualche seria avaria ai complessi macchinari di bordo, o da occasionale
cattivo tempo, in particolare se sopravviene durante qualche navigazione di
trasferimento pi lunga
Unica eccezione a questa tipologia di vita marinara superficiale e mondana,
sono le rare imbarcazioni a motore dei pochi skipper giramondo, caratterizzate da
scafi pesanti e molto marini, da motori diesel lenti e potenti, da coperte ingombre
delle cose pi strane, vere e proprie house boats per famiglie o per gruppi atipici
di marinai, che eleggano il girovagare
per mare a scopo della propria vita o
delle proprie vacanze.
Una situazione intermedia fra
questi due estremi, la vita a bordo di
uno yacht a motore il cui skipper
armatore

sia

amante

della

pesca

daltura. In tal caso gli aspetti mondani


si attenuano drasticamente, poich le
permanenze per mare divengono pi lunghe per consentire proficue battute di
pesca. Contestualmente lo stile di vita si stabilizza su comportamenti pi sobri ed

10 -

Arte Marinara - Lezione 10


essenziali, condizionati dalla ricerca delle migliori condizioni per la singolar
tenzone, fatta di astuzie e di tecnica, finalizzata allappassionante cattura del pesce.
In tale scenario matura facilmente unossessione: si corre il rischio di passare
dalla ittiofagia alla ittiofobia, essendo costretti a mangiare per giorni e giorni
solo il prelibato pescato, fino alla nausea!

3.3.2. Stile di vita sulle imbarcazioni a vela


Sulle imbarcazioni a vela larmatore-skipper condiziona in maniera
determinante lo stile di vita. La scelta della barca sicuramente stata influenzata
molto di pi dal suo carattere, che si evidenzia subito dallapparenza comoda o
spartana, lussuosa o marinara, sportiva carica di vele e di manovre o tirata a lustro
in maniera maniacale.
A questi elementi di base si
aggiunga che, in navigazione, lo
skipper domina landamento della
vita a bordo con le proprie
decisioni

di

condotta

dellimbarcazione: ogni individuo


necessariamente coinvolto alla
manovra ed allattivit di bordo,
svolge cio un ruolo pi prossimo
a quello di effettivo membro
dellequipaggio,

anzich

di

passeggero ospite. Tutto ci reso


pi complesso dal fatto che gli
spazi a bordo, pi ristretti e disagevoli che su uno yacht a motore, costringono a
maggiore promiscuit. Inoltre in navigazione lo sbandamento, il rollio ed il
beccheggio della barca rendono ogni attivit pi difficile. Ci vale in particolare
sulle imbarcazioni pi piccole e pi anziane; ma resta valido anche sulle pi
moderne, equipaggiate con rollafiocco, rollaranda ed altri marchingegni che
facilitano la manovra delle vele, dove lapporto dellequipaggio pi facile, meno
faticoso e quindi pi accessibile alle capacit anche di persone non particolarmente
esperte.
10 -

Arte Marinara - Lezione 10


Ripeto quindi, fino ad essere noioso, che laffinit di indole fra skipper e
membri dellequipaggio il fattore pi importante per la felice riuscita di un
imbarco su uno yacht a vela, affinch una crociera auspicabilmente piacevole non
si trasformi in una crociata irrimediabilmente disastrosa.

10 -