Sei sulla pagina 1di 4

Stampa: Grafica Natale srl N° 4 - SUPPLEMENTO DI A.Z. AUT. TRIB. DI S.MARIA C.V.

DEL 5\12\1979 N° 250

GIUSTIZIA !!!

Giudicianni da i numeri! INSEIQUANTI MODI SI PUO’ DIRE


UNA DELUSIONE TOTALE?
E’ proprio vero, al peggio non c’e limite! Cristiana sono riusciti a prendere in nome e
Giudicianni in una conferenza stampa, per conto della D.C. 657 preferenze, un terzo pagina 2
organizzatagli dai suoi “ambulanti politici” della lista, che ne ha presi 1862, accompagnata
e guardando il suo gruppo di consiglieri con
l’occhio di chi li ha rubati di fresco ha detto,
testualmente: <abbiamo i numeri per
poi da altre liste collegate-che le hanno fatto
superare i cinquemila e cinquecento consensi.
Noi della Democrazia Cristiana, siamo
IL TRIBUNALE CIVILE
governare e quindi andiamo avanti con il
nostro programma> e ancora : < tutto quanto
è accaduto deve essere inquadrato in uno
responsabili per i due terzi dei consensi che
ti sono stati assegnati per farti diventare
sindaco e tu stai usando questi consensi in
NELL’EX CANAPIFICIO pagina 2
schema politico>. modo politicamente scorretto(non è

E’ necessario partecipare
Ora noi vogliamo ragionare su queste due l’espressione che avrei voluto usare). I nostri
affermazioni, ma prima facciamo un passo elettori te ne chiederanno conto perché li
indietro. La coalizione che ha avuto il stai usando in modo spregevole!
consenso della città era formata da quattro
partiti, la Margherita, Italia di mezzo, 2)”andiamo avanti con il nostro programma”,
“Rifondazione”e la Democrazia Cristiana e hai esclamato, quale? quello concordato con pagina 2
con altre tre liste civiche ad essa collegate, noi ? quello che insieme a te abbiamo detto
partiti dunque, non consiglieri che si possono ai cittadini sulle piazze,nei circoli,nei rioni,
“acquisire” e il sindaco dunque è stato
espressione (ahimé) di questi partiti, la
margherita che è diventato PD, Rifond. e la
Democrazia Cristiana ed è con essi che si
nelle associazioni di categoria? Cioè della
discontinuità rispetto al passato? , di portare
le industrie nell’ex tabacchificio e nell’ex
Italtel , di dare uno stop alla cementificazione
I PUPARI ed il “pacco” pagina 3
<inquadrano gli schemi politici>; con quali della città? Parli di questi programmi oppure

Tutta colpa di
segretario di partito hai concordato il c’è dell’altro? Perché se c’è qualcosa di diverso
licenziamento del dott. Schettino? Perché da quello concordato , si può sospettare, che
ti faceva tanta paura? le eventuali variazioni siano il prezzo da pagare
1) ma di quali numeri parli? per conquistare la partecipazione di quella
I numeri sono quelli degli elettori per quelle
liste, sono quelli dei cittadini che hanno
partecipato nelle liste anche senza essere
eletti, i risultati non sono dei consiglieri
parte politica (socialisti) con la quale, insieme,
ci siamo scontrati nelle ultime battute della
campagna elettorale e che ora vuoi usare
contro di noi, per restare in piedi, tradendo
VALENTINA pagina 3
che hanno prevaricato il partito o la lista ignominiosamente l’elettorato Sammaritano.
civica e senza vergogna hanno cambiato
casacca, i risultati sono del partito e tu
VERGOGNATI! PA S S E G G I A N D O
PER LA CITTA’...
dovresti saperlo. I numeri (regalati?) Donato di Rienzo
sono quelli dei tre fuoriusciti (e li ho trattati) segretario cittadino
che nascondendo la loro perfidia sotto della Democrazia Cristiana
l’ombrello protettore della Democrazia pagina 3

Per le vostre lettere al giornale E-mail: popolosammaritano@libero.it


PAG. 2 IL POPOLO

IN QUANTI MODI SI PUO’ DIRE SEI UNA DELUSIONE TOTALE?


Santa Maria Capua Vetere. Si potrebbe mai estensione direi per la società civile, che pure a lui regole valgono solo per gli altri; tanto con sofismi
immaginare un Gianni Morandi che stonasse come guardava con simpatia e che, almeno in magna pars, ammantati di ipocrisia politica è possibile giustificare
una campana a morte o un Diego Armando era più che disponibile a inaugurare un nuovo corso l’impossibile; tanto a sbagliare sono sempre gli altri
Maradona che, nonostante i guai recenti e meno politico fatto di discontinuità con il passato e di e, al limite, i propri errori sono solo delle inesattezze
recenti, non fosse capace di fare cinque palleggi di lungimiranza, leggasi difesa del territorio e tutela minime che devono essere perdonate al comandante
seguito? Solo chi è fuori di testa potrebbe rispondere degli interessi collettivi della comunità, per il futuro. che, nonostante non abbia mai vinto una battaglia
in maniera affermativa ai due quesiti retorici Ma la storia è stata impietosa e continua ad esserlo: in vita sua, è ultraconvinto che la vittoria finale gli
precedenti. E allora perché nell’antica Capua si prima il ribaltone nella seconda consiliatura targata è dovuta e che solo i pochi eletti, qualsiasi riferimento
continua a immaginare un leader senza una vera e Iodice, poi la spaccatura al tavolo del centrosinistra ad alcuni consiglieri comunali non è casuale,
propria leadership? O, forse, non sarebbe meglio locale e, infine, non sapendo che altri pesci pigliare, saliranno al regno dei cieli.
accettare l’amara, ma inevitabile, conclusione di un l’idea davvero geniale di fare un secondo ribaltino Eppure lui dovrebbe sapere che finanche Napoleone
ragionamento logico: lui, colui il quale pensava di incurante del voto popolare e di una opinione ebbe la sua Waterloo e che quella che sembrava
poter fare il bello e il cattivo tempo, ha ampiamente pubblica fermamente contraria a invertire, per l’inarrestabile cavalcata di Alessandro Magno finì'ec
dimostrato di non avere le caratteristiche necessarie l’ennesima volta, il senso di marcia. Eppure lui in maniera davvero poco dignitosa. E pensare che
per ergersi di una spanna sopra gli altri. E, anzi, sembra non farsi problemi di alcun genere convinto, all’epoca il neologismo ribaltone non era stato
nonostante non gli manchino le qualità intellettive, come è, che l’unico unto dal Signore non è solo ancora coniato…
culturali ed economiche, è stata la più grande Silvio Berlusconi e che tutto gli è dovuto perché
delusione per una borghesia sammaritana, e per lui è lui come San Remo è San Remo. Tanto le MARIO TUDISCO

IL TRIBUNALE CIVILE NELL’EX CANAPIFICIO


Lo sviluppo del commercio, il recupero e la fieristica che possa rinverdire le grandi tradizioni
valorizzazione del centro storico di Santa Maria sammaritane di una manifestazione che attraeva
Capua Vetere, sono argomenti prioritari del centinaia di migliaia di visitatori con un beneficio
programma che il gruppo consiliare D.C. – MPA ne ll’indo tto com mercia le note volissimo.
ha intenzione di attuare per avviare il rilancio della In tutto questo moltiplicarsi di iniziative si
Città. inseriscono i progetti di recupero dell’ex
Dopo la battaglia che si è svolta e si continua a Commissariato di P.S. nel quale si pensa di allocare
sostenere per affermare la legalità e l’interpretazione l’ufficio Servizi Sociali per evitare che tante persone
corretta della normativa che regola lo sviluppo si debbano recare nella lontana via Giovanni Paolo
commerciale, in ossequio agli impegni assunti con I, della creazione di centri civici rionali, collegati
il popolo sammaritano e con i commercianti, quando in rete con la sede comunale nei quali poter ottenere
abbiamo deciso di cimentarci in questa difficile certificazioni anagrafiche e, attraverso un front
avventura di governare la Città e risollevarne le office, il disbrigo di altre pratiche burocratiche sia
sorti, si sono tenuti una serie di incontri e confronti rivolte alla Pubblica Amministrazione che alle

E’ necessario
con le organizzazioni di categoria dai quali sono autorità sanitarie.
scaturite svariate proposte volte al recupero della In ultimo si sta pensando fortemente allo sviluppo
preminente vocazione mercantile della nostra Santa turistico della Città con il varo, in concerto con la
Maria. Soprintendenza e le Università, di molti progetti

partecipare
Lo sviluppo commerciale del centro storico inizierà che portino a Santa Maria il turismo che una Città
con il varo del progetto di recupero e di rivalutazione con tante attrazioni storiche ed archeologiche merita
della piazzetta De Simone, destinata a diventare un di avere.
centro commerciale inserito ne tessuto urbano della E poi………, ci sarebbe ancora tanto da dire e da
Città è solo un punto di partenza per la realizzazione fare.
di un ambizioso programma di ripresa delle attività Ma c’è ve ram en te, da pa rte d i qu esta La vita amministrativa della nostra città soffre da
e di sviluppo di tutti i rioni. Amministrazione, l’intenzione di dare uno sviluppo anni dell’assenza di qualificati esponenti che evitano
Il trasferimento del mercato nell’attuale sede, dovuta concreto alla Città? con cura di prendere parte alla vita politica perché,
a ragioni logistiche e ben giustificate, hanno a loro dire, non è abbastanza qualificante.
depauperato il rione Sant’Erasmo di grandi risorse. Gaetano Rauso Forse non hanno tutti i torti, ma se questo è vero,
L’afflusso di tanta gente che si recava il come è vero, i torti e le colpe non stanno da una
giovedì e la domenica nell’ex Canapificio, parte sola.
portavano ricchezza e sviluppo nel rione, Il sistema per eleggere il Sindaco pare che sia stato
grazie al fiorire di attività indotte che si fatto apposta per confondere le idee e scoraggiare
nutrivano di questo pullulare di gente che eventuali partecipazioni. Bisogna costruire “cartelli”,
acquistava e che proveniva da tutti i paesi avere a disposizione un finanziatore, avere la
viciniori, oltre che da tutta Santa Maria. possibilità di gestire del potere in proprio,
Per dare sviluppo al rione e venendo diversamente è inutile partecipare. Certo con questo
incontro alle richieste dei commercianti sistema si corrono dei rischi . metti il caso che il
che vogliono fortemente che il tribunale Sindaco eletto, per un motivo piuttosto che un altro,
civile non venga ubicato fuori dalla Città, non sia più in grado di gestire la città (esaurimento
tra le diverse ipotesi, si è pensato di nervoso, comportamenti schizofrenico, mania di
collocare il centro giudiziario nell’area persecuzione,attacchi di Cesarismo improvviso)
dell’Ex Canapificio, anche per recuperare che si fa?
una zona della città che versa in un grave Non puoi “dimissionarlo” devi farlo cadere, perché
stato di degrado a causa dell’incuria di non c’è altra strada se non quella del commissario
coloro i quali fruiscono delle strutture prefettizio e altre elezioni.
comunale solo per i loro interessi. I partiti, se avessero ancora la legittimazione popolare
Si sta mettendo in cantiere, inoltre, il di una volta, potrebbero in qualche misura sopperire
progetto di allestire mercatini rionali nei ai deficit di democrazia che questo sistema si porta
rioni sant’Andrea, Sant’Agostino, San appresso.
Pietro e IACP nei quali vi è una mancanza E’ un fatto che il livello medio degli “addetti ai
di servizi che possono offrire alla lavori” sta pericolosamente scivolando verso il
popolazione un consistente risparmio negli basso.
acquisti e che movimentino il commercio Amici concittadini, è necessario partecipare per
cittadino. poter sperare di lasciare ai nostri figli, ai nostri
Ma quello che più mi sta a cuore e che è nipoti ed a quelli che verranno dopo una
auspicato da gran parte della popolazione, comunità,una cittadina, migliore di quella che è
è il progetto di rilancio della manifestazione MITREO attualmente.
I PUPARI ed il “pacco” Tutta colpa di
VALENTINA
Ci hanno rifilato il pacco. Sapevamo che non era un granché ma si era pensato che con dei buoni
amministratori tipo Schettino, Maglione e qualche altro, si poteva tirare avanti ed evitare nefaste infiltrazioni.
Non è stato cosi le infiltrazioni ci sono state e gli ultimi delittuosi avvenimenti di questi giorni dimostrano LA COMMEDIA di ERNESTO CUNTO ha
che non siamo più impermeabili a fenomeni di malavita organizzata che usano “teste di ponte” per d e b ut t at o n e l p r es t i g i o s o T e a t ro
consolidare la loro presenza nelle articolazione produttive e amministrative della città. Niente da fare; GARIBALDI, ieri sera otto maggio, con tutta
abbiamo preso la “sola”, il bidone, il vuoto a perdere l’abbiamo beccato in pieno. La nostra città non l’esplosiva carica di coinvolgente comicità.
meritava questa altra vergogna. Finalmente una boccata di aria pura! Un lavoro
Avevamo vissuto tempi d’oro; università, tribunale, mercato,fiere, sottopasso, scuole, industrie, ospedale, che spazza via in un colpo solo decine e decine
case, occupazione, commercio fiorente, una città invidiata da tutti. Consiglieri comunali rigidi nelle loro di pseudo drammi dai contenuti impegnati
convinzioni,sindaci che hanno fatto storia, rispettati da tutti. Deputati,senatori, presidenti di provincia,assessori (da cosa? Da una noia mortale?)
regionali, deputati Europei che hanno dato lustro alla città. E oggi siamo lo sfottò della provincia perché Il ritmo,la bravura degli attori ,la semplicità
un paio di figuri che fanno i “pupari”, con un camaleontismo senza vergogna, stanno facendo più danni delle situazione comiche, il linguaggio niente
del terremoto dell’Irpinia con l’aiuto (spero) inconsapevole di buona parte dei consiglieri comunali ai affatto paludato, ma non volgare, non ha
quali bisognerebbe ricordare che i neutrali non hanno mai dominato gli avvenimenti,li hanno sempre lasciato che il pubblico smettesse di ridere
subiti. per un solo momento.
Ci corre l’obbligo di darci una mossa! La recitazione di ERNESTO è stata
semplicemente stupenda, accompagnato da
Paisà è garantito ci vengono una MARIA GRAZIA CALVANESE (la sorella
due centri commerciali, ho impicciona e popolana) in un vero e proprio
parlato già con l’ufficio tecnico. stato di “grazia”, giocava in casa e ne ha
E’ un affarone, per i permessi approfittato rubando più volte la scena al
siamo coperti Provincia,
Regione e Comune. pur bravissimo autore, regista, interprete,
Sono amici nostri!!! E. CUNTO. Ma anche per AMEDEO
MATTIELLO, (origini Sammaritane, il nonno
è stato un famoso autore delle indimenticate
“Piedigrotte
Sammaritane”) il “ritorno a casa” è stato un
trionfo, la sua recitazione “sostenuta”, ricca
di impressionante attualità ha contribuito
non poco a mantenere il ritmo pressante di
un impianto semplice ma efficace che ha
fatto dire a molti presenti che avevano
sottoscritto l’abbonamento 2007 /2008 che
questo fino ad ora è stato il migliore
spettacolo a cui avevano assistito sebbene
no n f aces se p art e d el cart ell on e.
Tut to il Cast è st at o eccezion ale.
Lo spettacolo è stato organizzato dalla
Fondazione Martucci,dal PILASTRO
associazione culturale e dalla
“PRO LOCO ANTICA CAPUA” di S. Maria
C.V.
Con il Patrocinio dell’Amministrazione
Comunale.
L’intero ricavato è stato devoluto alla sezione
cittadina dell’UNITALSI Unione Nazionale
Italiana Trasporti Ammalati a Lourdes e
Santuari Internazionali
DONATO DI RIENZO

PASSEGGIANDO PER LA CITTA’...


Ho provato l’altro pomeriggio a far un giro pensavano di aver risolto almeno in
per le vie di questa nostra Città…è veramente pa rte i p roblemi camb ia ndo
squallido veder che tanti anni di storia, e governo….ma quello che sta
non penso ai tempi antichi ma a quando accadendo da qualche settimana ha
S.Maria C. V. era la punta di diamante della fatto ritornare la tristezza in quelle
Provincia di Caserta, sia per le facciate dei persone che hanno voluto il
suoi palazzi che per il fervore delle attività cambiamento e si ritrovano il solito
commerciali e per il passeggio famoso su e vecchio manovratore che per ben
Corso Garibaldi… 15 anni ha ridotto cosi la città…..
Ebbene, facendo la stessa strada trovi solo Strade dissestate, immondizia,
palazzi misti fra nuovo e antico a causa degli mancanza di sorveglianza e tutto
scempi edilizi mai puniti e serrande di negozi quello che ne discende porta a
chiusi ormai da tempo….e non parliamo poi pensare che la città è stata di nuovo
di quando si va per le vie laterali… vedi Via tradita…
D’ Angiò che oramai è solo via di transito
mentre qualche anno fa vi erano negozi e Vo l e v a m o c a m b i a r e m a
passeggio…oggi solo extracomunitari da cui evidentemente QUALCUNO è
il povero passante cerca di sfuggire… prigioniero della vecchia classe
La colpa? Certamente non la vogliamo dare politica e si rivedono sui ballatoi
a NESSUNO ma obiettivamente 15 anni di di Palazzo Lucarelli quelle facce
malgoverno e non governo della Città hanno che avevamo pensato di mandare
prodotto quello che sta sotto i nostri occhi… a casa.
Giusto un anno fa i cittadini sammaritani Pietro Feola
La tabacchera ANIMALI! e li ditti antichi Notte fredda
di Monsignore de lu popolo Napulitano
Ultimissime da radio Municipio
Appello ai cittadini… diffidate! Il branco si è
ricompattato : addò ce sta ‘a magnanza nun
di novembre
ce sta crianza! Questa è una storia vera che ancora si
Dopo i carabinieri e la DIA sul comune è racconta tra i vicoli storici di alcune città
arrivata pure la guardia di finanza.< GESU Attenzione al branco. Un proverbio napoletano del sud Italia, seminando angoscia e
e perché? > < facevano contrabbando e sciemi> recita testualmente : terrore.
L’ommo sfurtunato piglia ca…i nculo pure Pare che qualche anno fa, in una oscura
Si dice che se il Sindaco fosse un azione assettato! e tenebrosa notte autunnale, un tale era
sarebbe stata ritirata dalla borsa per eccesso Quanti ce ne sono e come aumentano!:il fermo sul bordo della strada facendo
di ribasso. canguro gianpinocchio, il baby killer, ’o cane e l'autostop. Era il due novembre e si stava
massaria,’a serpe e S.Andrea, a zoccola scatenando una terribile tormenta. Dopo
Il fenomeno della corruzione,mi ha confessato putecara, o’ capiton’accattone nzieme molto tempo, ancora non si era fermato
un integerrimo impiegato comunale, è come ‘anguilletella ppé mugliera ,’o dromedario cà nessuno ed il tale si venne così a trovare
l ’ i m mo n d i z i a , d e v e e s s e re ri m o s s a lupella mannara, tété de cochon, il bassotto in mezzo alla tormenta, talmente forte
giornalmente. facce’e mmerda, la faina casalese, la gazza che non riusciva a vedere oltre i tre metri
ladra, l’orso partenopeo, ’a sanguetta ‘e di distanza. Improvvisamente, vide
Sapete che cosa dicono gli impiegati comunali spedale, ‘a Janara, ‘o bisonte “machine”,
delle “Commissioni”? < Un gruppo di svogliati avvicinarsi una sagoma, che alla fine
cacchietiello e lacerta ,’o rre della foresta, don realizzò essere quella di un'auto nera
a pagamento selezionato da un gruppo di Chisciotte busse ‘e strisce e Sancio pancia
incapaci per il disbrigo di pratiche inutili.> delle pompe funebri: si avvicinava
s’avvilisce, o’ zi Monaco cunfuso e infine il lentamente e si fermò proprio di fronte.
procione di RE ARTU’. Presi uno alla volta Il tale non si fece pregare: salì nell'auto
A proposito di certi valori come l’amicizia,si sono quasi inoffensivi, ma cosi assemblati sono
dice che certi individui sono come i e chiuse la portiera. Dopo essersi
pericolosissimi “comm’e muonece e cunviente, accomodato sul sedile anteriore, si girò
copertoni……. ci puoi fare i chilometri che ci se fottono tutto e… nun te lassano niente!”
puoi fare ma…. poi… resti con il culo per terra! Ma i proverbi napoletani, dicono anche che:” e notò con terrore che non c'era nessuno
‘O puorco add’avé bbona… pe’ campà ‘n’anno!” al posto di guida. L'auto ripartì lentamente.
Ogni uomo ha il suo prezzo ma qui da noi con Capisci a mme! Il tale era sopraffatto dal terrore, che
il tre per uno fanno degli sconti eccezionali. “Mierece e mammane… ..male a chi ce va aumentò a dismisura quando notò che
mmane!” l'auto si stava inesorabilmente dirigendo
Le vie del signore saranno anche infinite ma “ ‘A putecara , a serpe e ‘o capitone ‘hanna verso una curva a gomito. Allora iniziò a
l a se g na le ti c a la s ci a a d es i de rar e. cacà l’uva l’aceno e ‘o strappone” pregare chiedendo perdono dei peccati e
implorando la salvezza della sua anima,
Il Sammaritano è un popolo straordinario, mi in vista del tragico destino.
piacerebbe tanto che diventasse anche un I mp rovvisa me nte, p oco prima
popolo normale. dell'approssimarsi alla curva, una mano
tenebrosa entrò dal finestrino del posto
Attenzione attenzione di guida, afferrò saldamente il volante e
Radio municipio informa che si sta sviluppando sterzò, poi scomparve. Paralizzato dal
un altro business: Il “sanzano” di pratiche terrore, il tale si aggrappò con tutte le
comunali. ATTENTI ALLE PATACCHE ! sue forze al suo sedile, rimanendo
immobile e impotente.
Un interessante domanda Tale macabro evento si verificò ad ogni
Secondo voi DANTE in quale girone avrebbe curva, mentre la tormenta andava
messo gli accattoni ,gli opportunisti, i venditori aumentando di intensità. Il terrore
di “parola d’onore”, i finti “perbenini” e gli squallidi divenne panico quando cominciò a udire
commercianti di voti che non gli appartengono?
Scrivetelo al “Popolo Sammaritano” Il buon cristiano distintamente dei sospiri ovattati che
provenivano da dietro, si voltò ma vide
solamente una bara. Allora, sopraffatto
C ’ E ’ U N P R O V ER B I O C H E D I C E :
“ TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE “
Un ateo stava facendo una passeggiata nella foresta. dalla paura, con le ultime forze rimastegli
"Che alberi maestosi! Che fiumi impetuosi! Che aprì di scatto la portiera e si gettò fuori,
NOI ABBIAMO FEDE! A S. MARIA C. V. begl'animali!" si diceva.
E’ ARRIVATO UN PETTINE NUOVO CAPISCI iniziando a correre a più non posso verso
Mentre camminava lungo il fiume sentì un il paesino più vicino che distava non più
A MME ! movimento tra i cespugli dietro di sè. Si voltò per di un paio di chilometri.
dare un'occhiata e vide un orso di 3 metri che lo Ivi giunto, si diresse al più vicino bar,
caricava. Si mise a correre più velocemente che entrò e ancora affannato e tremante
LA CIPOLLA E
poteva su per il sentiero. Guardò sopra la sua spalla chiese un cognac. Visto il suo stato, alcuni
e vedeva che l'orso si avvicinava sempre più. Guardò dei presenti si incuriosirono e gli chiesero
L'ALBERO DI NATALE
ancora e vide che l'orso era sempre più vicino. Il cosa fosse successo, e lui raccontò la
suo cuore pompava freneticamente e cercava di orribile esperienza che aveva vissuto. Un
correre ancora più veloce. Inciampò e cadde a terra. silenzio di tomba scese nel locale, il terrore
La famiglia è seduta a cena. Il figlio chiede Rotolò per cercare di tirarsi su ma vide che l'orso si impossessò dei pochi presenti. Dopo
improvvisamente al padre: papà, quanti tipi di tette era proprio sopra di lui, avendolo raggiunto con la circa mezz'ora si presentarono nel locale
ci sono? sua zampa sinistra e alzando la destra per colpirlo. due tizi bagnati fradici, e appena varcato
Il padre, sorpreso dalla domanda, risponde: In quel istante l'ateo gridò: "Mio Dio!"
Beh, figliolo, ci sono tre tipi di tette: a vent'anni, le Il tempo si fermò. L'orso si congelò. La foresta era l'uscio notarono il tale in p iedi al centro
tette di una donna sono come meloni, tonde e sode. silenziosa. Mentre una luce abbagliante brillava del bancone.
A trenta o quaranta, sono come pere, ancora belle, sull'uomo, una voce venne fuori dal cielo: Avvicinandosi, uno dei due si rivolse
ma un pò cadenti. Dopo i cinquanta, sono come "Hai negato la mia esistenza per tutti questi anni, all'altro dicendo:
cipolle. insegnato ad altri che non esisto e addirittura "Guarda, Giuvà, guarda dove sta chillu
Come cipolle, chiede il figlio? attribuito il creato ad un incidente cosmico. Ti aspetti strunz che è salito sull'auto mentre la
Si, le vedi e ti metti a piangere. che ti aiuti in questa circostanza? Devo considerarti stavamo spingendo!!!"
Questa battuta fa incavolare la mamma e la figlia, un credente?"
la quale chiede: mamma, e quanti tipi di pisello ci L'ateo guardo diritto verso la luce: "Sarebbe ipocrita
sono? da parte mia chiederti all'improvviso di considerarmi
La madre sorride, a sua volta sorpresa, e risponde: cristiano ora, ma forse puoi rendere cristiano
Beh, cara, un uomo attraversa tre fasi: a vent'anni l'ORSO?"
il suo pisello è come una quercia, possente e duro. "Molto bene", rispose la voce.
A trenta o quaranta è come legno di faggio, flessibile La luce se ne andò. I suoni della foresta
ma affidabile. Dopo i cinquanta, è come un albero ricominciarono. L'orso abbassò la sua zampa destra,
di natale Come un albero di natale? chiede stupita accostò insieme entrambe le zampe, abbassò il capo
la figlia. e disse:
Sì cara: morto dalla radice in su, e le palle sono solo "Signore, benedici questo cibo che sto per ricevere
ornamentali. e per il quale sono molto grato."