Sei sulla pagina 1di 27

MANUALE PER L'USO E

LA MANUTENZIONE

ELBARON
Depuratore d'aria elettrostatico

Modello RON/A 60 SV

- Installazione
- Avviamento
- Manutenzione
- Pezzi di ricambio
Non-rispetto delle norme di sicurezza =

PERICOLO

G\Word\Instr.\RonA60 SVi modif. 15.03.04/08.06.04


28.04.06

Pag. -2-

INDICE
Pag.

Capitolo

3
4

5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15 - 20
21
22
23 - 25
26 + 27

Informazioni importanti
Aspirazione di sostanze tossiche
Utilizzo delle apparecchiature ELBARON in zona di pericolo di esplosione
Pericolo d'incendio e d'esplosione sulle macchine-utensili
Descrizione dei pezzi RON/A 60 SV
Dati tecnici
Schema elettrico
Montaggio
Collettori d'aspirazione standard RON/A 60 SV
Esempi di montaggio
Cella filtrante elettrostatica ad alta efficacia
Utilizzazione
Collegamento elettrico
Messa in servizio e sicurezza
Pulizia
Sostituzione dei fili di ionizzazione
Sostituzione delle guarnizioni della porta
Ricerca dei difetti
Pezzi di ricambio

ATTENZIONE:
Prestare particolare attenzione alle informazioni contrassegnata da
questo simbolo.

Pag. -3-

INFORMAZIONI IMPORTANTI
GENERALITA'
Come qualsiasi attrezzatura tecnica anche gli apparecchi ELBARON sono in grado di
garantire un funzionamento perfetto e il massimo rendimento se correttamente
dimensionati e installati e assistiti da personale specializzato.
Per questo motivo indispensabile che il personale incaricato del montaggio, del
funzionamento e riparazione dell'apparecchio legga il presente libretto prima
dell'installazione dello stesso.
Per qualsiasi domanda o dubbio consigliamo di mettersi immediatement in contatto con
noi. Solo in questo modo saremo in grado di fornire consigli utili a prevenire eventuali
errori che potrebbero influire negativamente sul corretto funzionamento
dell'apparecchio.
Se nel vostro stabilimento dovessero presentarsi particolari necessit di depurazione
dell'aria, non risolvibili con i normali apparecchi ELBARON vi invitiamo a mettervi
ugualmente in contatto con noi. Il nostro programma di produzione comprende infatti
una vasta gamma di apparecchi, ideati per la depurazione dell'aria in siti industriali,
installabili singolarmente oppure in combinazione tra loro, in grado di rispondere alle
esigenze pi specifiche.
CONTROLLO DELLA MERCE IN ENTRATA
Purtroppo capita spesso che le merci durante il trasporto vengano maneggiate in modo
tutt'altro che delicato. Consigliamo quindi di togliere immediatamente l'apparecchio
dall'imballaggio e di effettuare un controllo accurato, per evitare che eventuali danni
dovuti al trasporto vengano individuati solo tardivamente.
Se si dovessero riscontrare danni dovuti al trasporto, consigliamo di contattare
telefonicamente il transportatore e avvisarlo anche a mezzo lettera. Solo l'immediata
comunicazione d infatti diritto ad un eventuale risarcimento del danno.

Pag. -4NORMA DI SICUREZZA

ASPIRAZIONE DI SOSTANZE TOSSICHE

I depuratori d'aria elettrostatici ELBARON sono in grado di eliminare tutti i tipi di


particelle solide o liquide, fino a dimensioni di 0,01 (nebbie d'olio e d'emulsione, fumi,
polveri estremamente fini in sospensione nell'aria), con un efficacia estremamente
elevata.
Tuttavia, le particelle in forma gassosa non possono essere separate dal flusso d'aria.
Gli apparecchi ELBARON non devono quindi essere utilizzati per l'aspirazione e
l'eliminazione di agenti tossici in forma gassosa nel caso in cui la concentrazione superi
i valori limite autorizzati.
In caso di dubbio, vi preghiamo di contattarci.

NORMA DI SICUREZZA

UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE ELBARON IN ZONA DI

PERICOLO DI ESPLOSIONE

Per quanto riguarda l'utilizzo degli apparecchi ELBARON nelle zone di pericolo di
esplosione, vi consigliamo di conformarvi alle prescrizioni interne in vigore nella vostra
societ.
In linea generale, dovrete rispettare sempre le pi recenti leggi nazionali e/o
comunitarie riguardanti le misure da prendere in caso di pericolo di esplosione nella
vostra azienda.

NORME DI SICUREZZA

PERICOLO D'INCENDIO E D'ESPLOSIONE SULLE MACCHINE-

UTENSILI UTILIZZANTI LIQUIDI DI RAFFREDDAMENTO (LBR)


NON SOLUBILI IN ACQUA (OLIO MINERALE O VEGETALE, ETC.)

Vogliamo porre la vostra attenzione sul fatto che nella maggior parte dei casi un
incendio o una esplosione possono svilupparsi su una macchina utensile che lavora con
dei LBR non solubili in acqua indipendentemente dal fatto che siano equipaggiate o
meno di un depuratore d'aria.
Al fine di ridurre un eventuale pericolo d'incendio o di esplosione, noi vi consigliamo di
consultare il vostro fornitore di LBR e di macchine utensili e di conformarvi alle pi
recenti prescrizioni nazionali e comunitarie in materia.
Le aziende specializzate nel settore dei materiali antincendio sono in grado di proporvi
delle soluzioni specifiche per le maccchine utensili. Noi vi suggeriamo di contattarle.

Pag. -5DESCRIZIONE DEI PEZZI modello RON/A 60 SV

Filtro diffusore

Contatto di messa
a terra (piccolo)

Elettroventilatore

Isolatori del telaio

Quadro alta
tensione
Linguetta di
messa a terra
(grande)

Segnale di
controllo alta
tensione

Isolatore
(8)

Interrutore
ON/OFF

Cella filtrante
elettrostatica
Fine corsa porta
Prefiltro COMBI
Chiusure rapide
porta (2)

Pag. -6-

G\Word\Instr.\RonA60 SVi modif. 15.03.04/08.06.04


28.04.06

Pag. -7SCHEMA ELETTRICO


Le apparecchiature ELBARON RON/A 60 SV sono sempre alimentate con
230 V, 50/60 Hz, 1 P+N+PE

Data la grande variet delle esecuzioni elettriche che dobbiamo realizzare per i nostri
clienti, queste istruzioni di servizio non contengono lo schema elettrico.
Per il collegamento elettrico dell'apparecchio sulla rete d'alimentazione, vi preghiamo di
basarvi sullo schema elettrico che consegnato con l'apparecchio.

G\Word\Instr.\RonA60 SVi modif. 15.03.04/08.06.04


28.04.06

Pag. -8MONTAGGIO
Il purificatore d'aria elettrostatico RON/A 60 SV pu essere installato direttamente sulla
carenatura di una macchina utensile. sufficiente tagliare un'apertura corrispondente
sulla carenatura, mettere l'apparecchio su questa apertura, realizzare una guarnizione
in silicone e fissare l'apparecchio sulla carenatura. La nebbia e il fumo sono aspirati
direttamente all'interno della carenatura e il ritorno dell'aria filtrata avviene
verticalmente.
In caso di mancanza di superficie per un simile montaggio diretto, il purificatore pu
essere installato su un collettore d'aspirazione standard o speciale. Vedere esempi alle
pagine 9 + 10.
Consultateci, troveremo la migliore soluzione per il vostro caso!

FUNZIONAMENTO
A monte della prima zona di filtrazione, un prefiltro COMBI separa le gocce pi grosse
ed i trucioli dal flusso d'aria.
L'aria prefiltrata penetra poi nella cella filtrante elettrostatica ad alta efficacia. Nella zona
di ionizzazione di questa cella, tutte le particelle, che siano solide o liquide, grandi o di
dimensioni microscopiche, sono elettricamente caricate con alta tensione.
Le particelle cos caricate si depositano sulle piastre collettrici di polarit opposta nella
zona di raccolta della cella filtrante e il liquido scorre verso il basso, quindi verso la
macchina.
ACCESSORI
Collettori d'aspirazione (vedi pag. 9)
Pezzi d'adattamento su misura
Variatore di velocit elettronico del ventilatore per RON/A 60 SV - N articolo
RON/AZ 259
Tubi, ecc.

ALTRI MODELLI
Chiedete il nostro prospetto

Pag. -9Collettori d'aspirazione standard

Pag. -10ESEMPIO DI MONTAGGIO

Direttamente sulla carenatura


dela macchina

Con
collettore
d'aspirazione
piatto e manicotto d'adattamento
sotto o sopra

ZU0000433

Con collettore d'aspirazione con


manicotto d'aspirazione laterale

ZU0000434

Pag. -11CELLA FILTRANTE ELETTROSTATICA AD ALTA EFFICACIA

molle di contatto (2)

piastre del collettore


contatto di massa
(piccolo)

barra di sospensione
fili
fili di ionizzazione

Linguetta di
massa
(grande)

impugnatura

isolatori (8)

entrata dell'aria
(sempre sotto)

Al momento dell'alloggiamento della cella nell'apparecchio


i fili di ionizzazione devono sempre trovarsi in basso

Pag. -12CAMPI D'IMPIEGO


I depuratori d'aria elettrostatici ELBARON vengono impiegati principalmente per la
separazione di nebbie oleose ed emulsioni (percentuale sostanza oleosa > 3%) e di
fumi in impianto industriali.
Occorre tuttavia tener presente che esistono fumi, nebbie e vapori aggressivi e/o
velenosi contenenti sostanze che possono danneggiare il corretto funzionamento di un
depuratore d'aria elettrostatico o che, per qualsiasi altro motivo, non possono essere
filtrati con un apparecchio di questo tipo.
Per questo motivo importante consultarci in modo da individuare quale dei nostri
numerosi apparecchi di depurazione potr fare al caso vostro.
Principali applicazioni:
Torni manuali ed automatici, centri di lavorazione, rettificatrici, fresatrici, trapani, bagni
di tempra, settore viteria, in combinazione con condizionatori e scambiatori de calore,
ecc.

Pag. -13ALLACCIAMENTO ELETTRICO


NORMA DI SICUREZZA

ATTENZIONE:
Il collegamento elettrico eseguito in modo che l'apparecchio continui a
funzionare anche in caso di un arresto momentaneo della macchina (per
esempio cambiamento d'attrezzo o di pezzi). In altre parole, l'apparecchio
deve essere avviato al mattino e fermato la sera.

AVVERTENZA:
L'allaciamento deve essere effettuato solo da personale specializzato.
Osservare le normative in materia di impianti elettrici vigenti nel vostro
paese e applicate nella vostra ditta.

TENSIONE DI SERVIZIO E DI COMANDO

ATTENZIONE:
L'alimentazione degli apparecchi ELBARON RON/A 60 SV sempre a
230 V, 50/60 Hz, 1 P+N+PE.
Il collegamento dei fili fatto direttamente sulla morsettiera all'interno di un
quadro alta tensione sulla porta dell'apparecchio (vedi schema elettrico
allegato all'apparecchio).

ALTRE TENSIONI
Se sul luogo dell'installazione non fosse disponibile una tensione di rete di 230 V
necessario installare un trasformatore per portare la tensione a 230 V.
Siamo a vostra disposizione per qualsiasi informazione in merito.

Pag. -14MESSA IN FUNZIONE E SICUREZZA


NORMA DI SICUREZZA

Due parole sulla sicurezza


Bench i depuratori d'aria elettrostatici ELBARON funzionino ad alta tensione sono
assolutamente sicuri se utilizzati in conformit alle normative sulla sicurezza. Infatti se
da un lato la potenza del trasformatore limitata, dall'altro lo stesso apparecchio
dotato di dispositivi di sicurezza che impediscono nel modo pi assoluto l'accidentale
contatto con l'alta tensione.
Funzionamento dei dispositivi di sicurezza:
a)

In caso di apertura dello sportello un interruttore di fine corsa interrompe


immediatamente l'alimentazione.
La spina di attivazione dell'interruttore di fine corsa fissata al corpo
dell'apparecchio, mentre l'interrutore pu essere azionato solamente con la spina
corrispondente e non con un qualsiasi attrezzo (ad es. un cacciavite).

b)

Tutti i componenti elettrici si trovano all'interno del quadro di alta tensione sulla
porta dell'apparecchio. La chiusura di questo quadro non pu essere tolta prima
che si siano innanzitutto svitate 10 viti.

c)

La cella elettrostatica equipaggiata con 2 linguette di messa a terra delle


placche collettrici. Questa messa a terra si attua automaticamente appena la
porta aperta ed eventuali flussi residui sono cos eliminati prima che si possa
toccare la cella.

MESSA IN FUNZIONE
1. Verificare che tutti gli elementi siano stati inseriti correttamente nel corpo.

ATTENZIONE:
Se la cella filtrante elettrostatica dovesse superare l'intelaiatura
NON UTILIZZARE LA FORZA:
Verificare se avete correttamente allogiato la cella (sistema di
protezione). I fili di ionizzazione devono trovarsi in basso!

2. Chiudete la porta.
3. Avviate l'apparecchio con l'aiuto dell'interruttore ON/OFF.
Il segnale di controllo dell'alta tensione deve illuminarsi.

Pag. -15PULIZIA
Pulizia periodica
Come avviene generalmente per tutti i filtri, sia elettrostatici che meccanici, gli elementi
filtranti dei depuratori daria elettrostatici ELBARON (prefiltro COMBI, cellule filtranti
elettrostatiche e filtro diffusore) devono essere puliti periodicamente per garantire che il
depuratore daria possa funzionare in modo ottimale.
Lintervallo fra due pulizie degli elementi filtranti varia di caso in caso, poich numerosi
fattori influiscono sullincrostazione pi o meno rapida di questi elementi (tipo di nebbia,
quantit di particelle solide contenute nella nebbia, genere di particelle solide, tipo e
quantit dadditivo nellolio, ecc.).
Per tale motivo indispensabile controllare regolarmente lo stato degli elementi filtranti
nelle prime settimane e nei mesi successivi allavviamento collaudo dellapparecchio,
proseguendo fino al momento in cui risulta necessario procedere alla pulizia degli
stessi.
Quando procedere alla pulizia?
Quando la superficie dei fili di ionizzazione non pi assolutamente liscia al tatto e
quando sulla superficie delle piastre iniziano a formarsi residui carboniosi o uno strato
adesivo dolio.
Il tempo trascorso fra la messa in funzione dellapparecchio e il momento in cui risulta
necessario procedere alla pulizia pu essere utilizzato come valore indicativo per le
successive pulizie periodiche, a condizione che la produzione di nebbia da parte della
macchina utensile resti pi o meno invariata.
NORME DI SICUREZZA

ATTENZIONE:
severamente vietato utilizzare liquidi infiammabili (benzina,
petrolio, ecc.) per la pulizia degli elementi filtranti, poich questi
prodotti evaporano facilmente, producendo cos gas che potrebbero
detonare, esplodere o provocare un incendio al momento della
messa in funzione dellapparecchio.

Pag. -16-

NORMA DI SICUREZZA

ATTENZIONE:
Prima dell'inizio della pulizia periodica, l'apparecchio deve essere fuori
servizio tramite l'interruttore ON/OFF sulla scatola ad alta tensione
dell'apparecchio ed importante prendere le misure necessarie al fine di
evitare che qualcuno lo rimetta in funzione durante l'intervento.

Per la pulizia dell'apparecchio procedere come segue


1. Dopo aver esequito le suddette misure precauzionali aprire completamente lo
sportello dell'apparecchio.
2. Estrarre tutti gli elementi dall'intelaiatura (prefiltro e filtro diffusore, cella filtrante
elettrostatica).
La cella filtrante elettrostatica un elemento molto sensibile che non pu
funzionare allorch gli spazi tra le piastre sono modificati (piastre storte).

!
importante non posare mai la cella sui bordi di tavoli o su oggetti
appuntiti, perch le placche potrebbero cos essere deformate!

3. Pulizia del prefiltro e del filtro diffusore metallico


Questi componenti possono essere puliti con una idropulitrice, con un dispositivo ad
ultrasuoni o in un bagno con detergenti.

Pag. -174. Pulizia della cella elettrostatica di filtrazione ad elevate prestazioni


Anche questo elemento particolarmente sensibile pu essere pulito utilizzando una
idropulitrice, ultrasuoni o detergenti. I migliori risultati si hanno comunque utilizzando un
dispositivo ad ultrasuoni.

ATTENZIONE:
Verificate che i sottili fili di ionizzazione non vengano danneggiati nel corso
della pulizia. Se un filo si dovesse rompere sostituirlo con un altro
originale.
L'utilizzo dei fili di ionizzazione di origini diverse comporterebbe la
distruzione certa del trasformatore ad alta tensione e causerebbe dei
problemi di funzionamento dell'apparecchio che avrebbe una
influenza negativa sull'efficacia di quest'ultimo.

IMPORTANTE:
Dopo un certo periodo di tempo e a seconda del tipo di olio possibile la
formazione, sui fili di ionizzazione, di incrostazioni causate dall'alta
tensione combinata con determinati additivi contenuti negli olii.
Queste leggere incrostazioni non sono solitamente rimovibili con le varie
tecniche di pulizia ma devono essere tolte manualmente.
In questo caso procedere come descritto:
Con un panno imbevuto di solvente per grassi sfregare accuratamente,
dall'alto verso il basso, i fili di ionzzazione, fino a quando non sono
completamente puliti.
Eventuali residui di incrostazioni alle estremit inferiori e pelucchi del
panno utilizzato per la pulizia vanno rimossi con la massima cura, in
quanto potrebbero causare pericolose scariche di corrente.
In caso non si riesca a pulire completamente un filo, sostituirlo con un
nuovo.
La pulizia dei fili di ionizzazione influisce notevolmente sulla capacit
di filtrazione dell'apparecchio, dal momento che le particelle possono
essere caricate correttamente solo in presenza di fili puliti.

Pag. -18La pulizia dei fili di ionizzazione influisce notevolmente sulla capacit di
filtrazione dell'apparecchio, dal momento che le particelle possono essere
caricate correttamente solo in presenza di fili puliti.

!
Ricordiamo di prestare particolare attenzione, durante la pulizia delle
piastre del collettore per non modificare la distanza tra le piastre.
Se una delle piastre viene piegata, anche minimamente, diminuisce la
distanza tra la piastra negativa e positiva, provocando inevitabilmente, in
presenza di alta tensione, una scarica di corrente. Questo tipo di scariche
ad impulsi, se si verficano per un periodo di tempo prolungato, possono
causare gravi danni al trasformatore ad alta tensione che protetto solo
contro corto circuiti permanenti. Inoltre questo tipo di scariche ha un
effetto negativo sulla capacit di filtrazione dell'apparecchio.
Se nonostante tutte le precauzioni si fosse piegata una piastra,
necessario raddrizzarla nuovamente e ristabilire la distanza iniziale prima
di reinserire la cella nell'apparecchio.
Se non fosse possibile riparare la cella sul posto, inviarla a noi per le
necessarie riparazioni.

Pag. -19Impiego di idropulitrice

Temperatura max.: 60 C
Non impostare una pressione eccessivamente elevata e non
eccessivamente alle piastre con la lancia (pericolo di deformazione).

avvicinarsi

Indirizzare lo spruzzo sempre parallelamente alle piastre, o dall'alto o lateralmente,


ma mai in modo obliquo perch le piastre potrebbero deformarsi (vedi disegno
sopra).
Adagiare la cella di filtrazione orizzontalmente prima di pulirla, per evitare cadute e
danneggiamenti.
Se si sono utilizzati detergenti, effettuare sempre un risciacquo con acqua pulita per
togliere qualsiasi residuo di detergente dalla superficie delle piastre.
Lasciare asciugare completamente gli elementi prima di inserirli nell'apparecchio.
Bagno detergente
Se possibile, adagiare le celle sempre in posizione orrizontale per facilitare il distacco
dello sporco.
Muovere delicatamente le celle immerse nel bagno, per permettere al detergente di
penetrare tra tutte le piastre.
Dopo la pulizia risciacquare con acqua pulita e lasciare asciugare completamente gli
elementi prima di inserirli nell'apparecchio.

Pag. -20-

ATTENZIONE:
Non utilizzare mai cacciaviti o panni per rimuovere lo sporco tra le piastre
si correrebbe il pericolo di danneggiare gli elementi.
Se un corpo solido, ad es. un truciolo, dovesse incastrarsi tra le piastre
rimuoverlo con la massima delicatezza, senza graffiare le piastre.

Bagno ad ultrasuoni
La pulizia ad ultrasuoni offre senza dubbio i risultati migliori.
Se si in possesso di un certo numero di apparecchi ELBARON ma nessun
impianto ad ultrasuoni con un contenitore sufficientemente grande, ne consigliamo
vivamente l'acquisto. Infatti nel caso si debba pulire un elevato numero di celle di
filtrazione, un impianto di questo tipo rappresenterebbe un notevole risparmio di
tempo.

Detergenti
In ogni paese e in orgni azienda vengono utilizzati tipi diversi di detergenti; per questo
motivo non possiamo menzionare alcun prodotto preciso.
Consigliamo di interpellare il fornitore per richiedere informazioni riguardo al tipo di
detergente pi indicato per la pulizia di questi elementi.
Il detergente dovrebbe essere un solvente dei grassi e non deve corrodere alluminio
o sostanze sintetiche.

ATTENZIONE: - Max. temperatura: 60 C


Osservare la normativa in materia di smaltimento dei detergenti
utilizzati.
Verificare che, dopo la pulizia, i componenti presentino l'aspetto originale
dell'alluminio e che negli angoli non siano rimaste particelle di sporco che
potrebbero favorire la formazione di incrostazioni e quindi di correnti di
dispersione.

Pag. -21Sostituzione dei fili di ionizzazione

(2)
(4)
(1)
(3)
(3)
(2)

a)

b)

c)

d)

e)

togliere gli isolatori (davanti e dietro) alla barra di sospensione dei fili di
ionizzazione superiore e inferiore (2) svitando i dadi (1) e la molla di contatto. La
barra di sospensione dei fili superiori posa ora sulle aperture delle piastre
metalliche ai due estremi delle celle,
spingere la molla di tensione del filo (4) sul filo (3) verso l'alto e introdurre il filo
(3) cos come la molla (4) nell'apertura corrispondente della barra di
sospensione. Poi fissare il filo sulla barra di sospensione inferiore,
rimettere a posto gli isolanti della barra di sospensione (2) superiore e serrare i
dadi (1). Non dimenticarsi di rimettere a posto la molla di contatto! La barra
non deve essere girata, le forature sulla barra per la sistemazione dei fili deve
trovarsi in una posizione assolutamente verticale,
rimettere a posto gli isolanti della barra di sospensione inferiore e serrare i dadi.
La barra non deve essere girata nel momento in cui voi serrate i dadi, le forature
sulla barra devono trovarsi in posizione verticale,
se constatate che le barre si sono malgrado tutto girate quando avete chiuso i
dadi, vi preghiamo di procedere a una correzione della posizione poich, come
abbiamo gi detto, le forature sulle barre devono trovarsi in posizione verticale
quando la cella in piedi.
I dadi devono essere stretti al massimo con una coppia di 1 Nm.

ATTENZIONE:
Notate che gli isolatori posteriori della cella (quelli che si trovano in fondo
al telaio quando la cella si trova nell'apparecchio) devono essere muniti
oltre che del dado metallico, di un dado cieco in materiale plastico.
Quando questi dadi non sono posizionati, gli ancoraggi tra la barra e
il telaio provocano dei corto-circuiti e di conseguenza dei difetti di
funzionamento dell'apparecchio.

Pag. -22Sostituzione della guarnizione dello sportello


Togliere la guarnizione difettosa sollevandola e strappandola con le mani.
Se necessario, la guarnizione pu anche essere tagliata lungo la lamiera dello sportello
con un coltello flessibile ben affilato.
I residui della guarnizione devono essere rimossi con laiuto di una spatola.
Prima di incollare la nuova guarnizione opportuno creare una superficie di contatto
pulita e liscia utilizzando della carta smerigliata.
Al fine di garantire unaderenza ottimale della guarnizione, pulire la superficie di contatto
dello sportello con del diluente o acetone.
Per verificare la posizione esatta, mettere la guarnizione manualmente nello sportello
prima di staccare il film protettivo.
Successivamente togliere il film protettivo ed incollare la guarnizione in questa
posizione.

Attenzione:

Una volta che la guarnizione stata posizionata senza film protettivo, la sua posizione
non pu pi essere modificata.
Fate attenzione che la guarnizione aderisca perfettamente su tutta la superficie.

Guarnizione, spessore 13.5 mm, retro autoadesivo


N d'art. RON/AZ312

LOCALIZZAZIONE GUASTI

NORMA DI SICUREZZA

Pag. -23-

ATTENZIONE: La localizzazione dei guasti deve essere effettuata esclusivamente da


personale specializzato.

Problema

Possibile guasto

Rimedio

L'interrutore inserito ma la ventola


non gira

Alimentazione
Sportello non chiuso correttamente

Controllare l'alimentazione
Chiudere correttamente le due
chiusure a bloccaggio rapido, verificare
il funzionamento dell'interruttore di fine
corsa
Dopo il raffreddamento si rimette in
funzione automaticamente
Controllare il LED

Motore del ventilatore surriscaldato


La spia di controllo dell'alta tensione
(coperchio trasparente) non accesa

LED diffetoso

Corto-circuito nella cella eletrrostatica Controllare lo stato degli isolatori


filtrante
Pulire la la cella
Controllare la distanza tra le piastre del
collettore, se necessario, raddrizzare
le piastre
Controllare lo stato dei fili di
ionizzazione. Estrarre la cella filtrante
elettrostatica del telaio, chiudere la
porta e controllare se ora il segnale
lampeggia. Se questo il caso, la cella
responsabile del difetto ed
necessario controllarla accuratamente.

G\Word\Instr.\RonA60 SVi modif. 15.03.04/08.06.04


28.04.06

Pag. -24Problema

Possibile guasto

Rimedio

La spia di controllo dell'alta tensione


(coperchio trasparente) non accesa
(continua)

Difetto del trasformatore ad alta


tensione

La spia di controllo dell'alta tensione


lampeggia

Scariche ad impulsi nella cella di


filtrazione

La qualit della filtrazione


notevolemente peggiorata

Difetto dell'isolatore

Verificare con una sonda per alta


tensione (min. 7 kV sullo ionizzatore,
min. 5,3 kV sul collettore)
Controllare il fusibile sul trasformatore
Questo controllo deve essere effetuato
solo da personale specializzato. Se
non si ha a disposizione alcuna sonda
per alta tensione mettersi in contatto
con il fornitore dell'apparecchio
Pulire completamente l'apparecchio
(corpo ed elementi)
Controllare tutte le piastre del
collettore di raccolta e raddrizzarle se
necessario
Controllare tutti gli isolatori (corpo e
celle di filtrazione)
Controllare se tra 2 piastre si
incastrato un corpo estraneo
Verificate i fili di ionizzazione e relativo
fissagio
Controllare tutti gli isolatori

La cella di filtrazione sporcha o


difettosa

Pulire e controllare tutti i componenti

Filo di ionizzazione spezzato o


incrostato

Pulire o sostituire il filo o i fili

Page -25Problema

Possibile guasto

Rimedio

La qualit della filtrazione


notevolemente peggiorata (continua)

Le molle di contatto per l'alta


tensione sono deformate

Controllare le due molle di contatto


degli isolatori della cella ed
eventualmente sistemarle in modo che,
quando lo sportello chiuso, i dadi
ciechi tocchino i punti di contatto degli
isolatori sul corpo

La macchina produce una maggior


quantit di vapori o fumi

Mettersi in contatto con il fornitore


dell'apparecchio
Mettersi in contatto con il fornitore
dell'apparecchio.
Per la maggior parte dei problemi
sufficiente una consulenza telefonica

Altri problemi

Pag. -26PEZZI DI RICAMBIO

ATTENZIONE:

IMPORTANTE PER L'ORDINAZIONE DEI PEZZI DI RICAMBIO


Ricordiamo che tutti i componenti degli apparecchi ELBARON sono ottimizzati in modo
tale che solo l'impiego di ricambi originali garantisce il perfetto funzionamento.
Per questo motivo devono essere utilizzati solo pezzi di ricambio originali.
La mancata osservanza di questa precauzione potr dar luogo ad anomalie nel
funzionamento e compromettere la sicurezza.
Se non si impiegano pezzi di ricambio originali decade ogni diritto di garanzia.

IMPORTANTE:

Al momento dell'ordinazione, per evitare disguidi nelle consegne, non dimenticare


specificare quanto segue:
tipo di apparecchio (RON/A 60 SV)
N di serie dell'apparecchio
N articolo del pezzo di ricambio ordinato
quantit dei singoli pezzi di ricambio

G\Word\Instr.\RonA60 SVi modif. 15.03.04/08.06.04


28.04.06

Pag. -27PEZZI DI RICAMBIO

Descrizione

N articolo

Cella filtrante (ionizzatore/collettore)


Prefiltro COMBI, spessore 40 mm
Filtro diffusore in alluminio, spessore 20 mm
Ventilatore assiale, fino al N di serie 45113
Ventilatore assiale, a partire dal N di
serie 45114
Variatore di velocit elettronico incorporato
Variatore di velocit elettrronico del ventilatore
Trasformatore alta tensione tipo K, 230 V
Trasformatore alta tensione tipo K, 115 V
Segnale di controllo alta tensione (LED)
Fili di ionizzazione (10 pezzi)
Isolatore per cella filtrante e telaio

RON/AZ243
RON/AZ229
RON/AZ228
RON/AZ238
RON/AZ238-2

Numero dei
pezzi per
apparecchio
1
1
1
1
1

RON/AZ226
RON/AZ259
ELBAZ0212
ELBAZ0218
RON/AZ345
RON/AZ240
RON/AZ131

1
1
1
1
1
1 serie
secondo
bisogni

Molla di contatto
Dado cromato

ELBAZ0103
ELBAZ0143
ELBAZ0139

Dado in plastica

ELZN00029

Linguetta di messa a terra (grande)

ELBAZ0149

Contatto di messa a terra (piccolo)

ELBAZ0150

Interruttore generale
Fine corsa porta
Guarnizione di ricambio

RON/AZ108
ELZN00542
RON/AZ312

2
2
secondo
bisogni
secondo
bisogni
secondo
bisogni
secondo
bisogni
1
1
1

Cavo alta tensione