Sei sulla pagina 1di 15

REGOLAMENTO

DELLATTIVITA AGONISTICA E
NORME PER LA DISPUTA
CAMPIONATI
F.I.D.A.F. FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL
Approvato in Consiglio Federale a Roma il 09 novembre 2014
In vigore dal 01 gennaio 2015

___________________
FIDAF Federazione Italiana di American Football
Sede Legale: Piazza Lauro de Bosis 15 -00135 Roma
Codice Fiscale/P.Iva: 05104940829 - e-mail: info@fidaf.org

Titolo I -ATTIVITA AGONISTICA UFFICIALE E NON UFFICIALE


Art.1 -Attivit agonistica ufficiale
Lattivit agonistica ufficiale comprende tutte le gare indette dal C.F. organizzate dallo stesso, o per incarico
da esso affidato, e disputate: a) dalle Squadre Nazionali e dalle Squadre di rappresentative Federali; b) dalle
Squadre di Societ nei Campionati Nazionali e nelle competizioni a livello internazionale; c) dalle Squadre
di Societ nelle altre manifestazioni Federali.
Art.2 -Gare delle Squadre Nazionali e delle Squadre Rappresentative Federali
I giocatori chiamati a far parte di squadre nazionali o rappresentative federali devono, obbligatoriamente,
ottemperare alle convocazioni, salvo che ne siano impediti per validi e comprovati motivi. Le societ alle
quali essi appartengono devono curare il rispetto di quanto stabilito nel comma precedente. La Segreteria
Federale deve provvedere alla immediata segnalazione al Procuratore Federale dei nominativi di tutti coloro
che non hanno ottemperato a quanto disposto dal presente articolo.
Art.3 -Convocazione di giocatori per raduni e per incontri internazionali
La convocazione per la disputa di partite internazionali, e per raduni di allenamento deve essere inviata alla
Societ per la quale questi tesserato. Tale convocazione deve essere effettuata almeno dieci giorni prima
della data fissata per il raduno, salvo casi di particolare urgenza. E obbligo dellatleta essere presente ai
raduni, ritiri od incontri, salvo casi di impedimento per validi e comprovati motivi.
E obbligo dellatleta e della sua Societ di appartenenza segnalare alla Federazione la scadenza del
certificato medico agonistico durante il periodo di convocazione in Nazionale, cos come stati di
convalescenza per malattia o infortunio.
Art.4 -Campionati Nazionali ed altre manifestazioni federali
I Campionati Nazionali possono essere articolati dal C.F. in pi serie graduate secondo criteri tecnici. Le
Societ per ottenere liscrizione delle loro squadre ai campionati nazionali devono farne richiesta al C.F.
nelle forme e nei termini stabiliti di volta in volta. Il C.F. delibera in merito alle richieste, tenendo
eventualmente conto dei criteri per i ripescaggi.
Art.5 -Attivit agonistica non ufficiale
Lattivit agonistica non ufficiale comprende tutte le altre gare. Le Societ che intendono svolgere attivit
agonistica non ufficiale, gare amichevoli o tornei, devono ottenere la relativa autorizzazione federale e
richiedere contestualmente la presenza di arbitri CIA.
In qualsiasi caso consentita la partecipazione solo ad atleti che siano regolarmente tesserati.
Le richieste di incontri internazionali devono essere autorizzate dalla Federazione Europea tramite la FIDAF
e dovranno essere accompagnate dalla tassa prevista.
La mancata osservanza di quanto sopra comporta la trasmissione degli atti alla Procura Federale per
violazione del dovere di lealt e correttezza.
Art.6 -Prescrizioni per le Societ
Nello svolgimento dellattivit agonistica alle Societ ospitante fatto obbligo di:
a) assicurare la regolare effettuazione della gara e la tutela degli Ufficiali di gara, dei Dirigenti, degli Atleti e
degli Accompagnatori della squadra ospitata, prima, durante e dopo la gara stessa allinterno dellarea di
gioco e del parcheggio;
b) far partecipare alla gara solo giocatori regolarmente tesserati cui non sia stata vietata la partecipazione alla
gara stessa;
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 2 di 15

c) provvedere che le maglie da gioco siano opportunamente numerate ed uniformi e tali da rendere possibile
lidentificazione dei singoli giocatori. Le squadre di casa hanno il diritto di indossare i propri colori sociali.
Sar obbligo di tutte le Societ comunicare 15 giorni prima dellinizio di qualsiasi campionato senior e/o
junior, alla Lega di appartenenza ed alla Federazione, quale colore di maglia utilizzeranno in incontri
casalinghi. La squadra ospitata dovr indossare obbligatoriamente una maglia da gioco prettamente bianca o
contrastante nei colori, tale da non confondersi con la divisa da gioco della Societ ospitante. Potranno
intercorrere accordi diversi tra le squadre previa comunicazione via mail, entro il gioved precedente
lincontro, al Commissioner ed al C.I.A. Nel caso tali norme non fossero rispettate, per la Societ
inadempiente prevista una sanzione pecuniaria di 200,00 e leventuale sconfitta a tavolino dellincontro
0/8 qualora la crew arbitrale rilevi limpossibilit di distinguere le maglie delle due squadre e non faccia
disputare lincontro.
d) disporre di almeno n. 3 (tre) palloni, omologati, esclusivamente in pelle. Il C.F. pu stabilire di anno in
anno quale sia il modello di pallone ufficiale di ogni campionato. I palloni devono essere consegnati agli
arbitri prima dellinizio della gara. Nel caso la Societ ospitante non sia in grado di fornire agli arbitri il
numero di palloni suindicati, ma solo uno o due palloni o nessuno, dovere del Capo Arbitro segnalare
quanto sopra nel referto. Per tale mancanza sar comminata una sanzione di 100,00 per ogni pallone
mancante.
Se, a causa della totale mancanza dei palloni di gara, lincontro non avr luogo o non verr portato a termine
la squadra ospite vincer 0/8 a tavolino e verr comminata una multa di 500,00 alla squadra organizzatrice,
oltre al rimborso forfettario di 500,00 da versare alla squadra avversaria per danno procurato.
Art.7 Arbitri
Ogni gara di football a 11 deve essere diretta da almeno n 5 arbitri; ogni gara di football a 9 da almeno n 4
arbitri; del tutto eccezionalmente e per cause di forza maggiore consentita la disputa di partite di football a
11 dirette da n 4 arbitri e di football a 9 da n 3 arbitri.
Art.8 -Commissari di campo
Per ogni gara, il Commissioner, di sua iniziativa o su richiesta della Procura Federale, pu designare un
Commissario di campo, che ha la funzione di riferire sui fatti inerenti lo svolgimento della gara. Lo status di
Commissario di campo equiparato a quello di arbitro ufficiale. I Commissari di campo vengono nominati
dal Consiglio Federale anche su proposta del CIA.
Art.9 -Capitani delle squadre
Per ogni Squadra devono essere identificati e comunicati agli arbitri i 2 capitani. Essi hanno funzione di
collegamento e di rapporto, sempre in forma corretta, con i Giudici di gara.
Art.10 -Ammissione allArea Tecnica
Per Area Tecnica si intende il campo da gioco e gli eventuali spogliatoi annessi al campo. Hanno diritto ad
accedere allArea tecnica i componenti la crew arbitrale e, dietro consegna allarbitro incaricato dal capo
arbitro dei relativi cartellini, i giocatori e i vari tesserati iscritti a roster. Il numero massimo di tesserati per
ogni squadra, da inserire nel roster, che possono accedere allArea Tecnica sono: Dirigenti: n.10, Allenatori:
n.12, addetti alle statistiche n.3, addetti alla catena n.4, i componenti lo staff medico (medico squadra,
fisioterapisti, massaggiatori) n.7.
Fotografi, operatori cinematografici, radiocronisti e teleoperatori potranno accedere allArea Tecnica solo se
autorizzati dalla Societ ospitante sotto la propria responsabilit.
Nessuna altra persona pu accedere al campo di gioco.

___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 3 di 15

Allinterno dellArea tecnica a partire da 120 (centoventi) minuti prima dellinizio della partita e sino a 60
(sessanta) minuti dopo il termine dellincontro, la Societ organizzatrice sempre responsabile per
qualunque accadimento, atto a disturbare il regolare svolgere dellincontro o per misure non consone alla
protezione degli atleti o degli accompagnatori e degli arbitri.
Tutti coloro che hanno diritto ad entrare nellArea Tecnica, esclusi i giocatori, gli arbitri e gli addetti
allambulanza, dovranno essere muniti di tessera federale. Tale tessera dovr essere ben visibile; coloro che
non fossero in possesso della tessera non potranno accedere al recinto di gioco. Sono esclusi dal possedere la
tessera FIDAF: le cheerleaders in uniforme, le mascotte in uniforme, gli operatori cinematografici e i
fotografi (queste ultime due categorie dovranno essere muniti di pass rilasciato dalla Societ ospitante e tale
tesserino dovr riportare il logo della Societ e nome e cognome della persona), oltre al personale
paramedico dellambulanza.
La Societ ospitante deve comunque comunicare agli arbitri gli estremi validi per lidentificazione di
cheerleaders e mascotte.
Titolo II -DISPOSIZIONI PER LA DISPUTA DEI CAMPIONATI
PREMESSA
Le variazioni delle regole NCAA inviate alle Societ sono da intendersi sempre e solo riferite alle regole di
gioco nella traduzione ufficiale emessa annualmente dal CIA e pubblicata sul sito federale (www.fidaf.org).
Per tutte le altre disposizioni fanno testo solo ed esclusivamente il presente regolamento ed i comunicati e/o
circolari inviati via e-mail di volta in volta dalla Federazione e pubblicati sul sito ufficiale di questultima:
www.fidaf.org.
Capitolo I -PARTECIPAZIONE DEI GIOCATORI ALLE GARE
Art.1 - Giocatori
I giocatori possono partecipare a gare ufficiali solo nelle squadre della Societ per la quale siano tesserati.
La squadra composta da un numero minimo a roster di n.12 giocatori per il Football a 11, n.10 giocatori per
il Football a 9, n.8 giocatori nel football a 7, nel Flag Football il numero minimo di n.6 giocatori. Al di
sotto di tale numero, lincontro non pu essere iniziato e la squadra in difetto sar dichiarata perdente ed
incorrer nelle sanzioni previste dalle norme federali. Art. 13

Art.2-Allenatori
Tutti gli allenatori inseriti a roster debbono essere in regola con le norme di tesseramento emanate dalla
Federazione. In mancanza di un allenatore abilitato ed incaricato, non sar possibile disputare alcun incontro
ufficiale ed alla Societ saranno applicate oltre che la sconfitta a tavolino anche le sanzioni previste per la
mancata disputa dellincontro Art. 13
Art.3 -Roster
Entro 120 minuti prima dellinizio della partita le Societ devono compilare il roster sul modulo federale
tramite pannello telematico del sito Fidaf.
Tale modulo deve essere stampato in n 5 copie e dovranno essere consegnate a:
- Squadra avversaria
- Speaker
- Addetto alle statistiche
- Arbitri
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 4 di 15

La quinta copia deve essere trattenuta agli atti della Societ compilante controfirmata da un dirigente della
squadra avversaria.
Il roster della squadra deve essere compilato in tutte le sue parti e firmato in modo leggibile dal dirigente
accompagnatore regolarmente inserito a roster.
I roster delle squadre vanno consegnati al capo arbitro almeno 60 minuti prima dellinizio dellincontro. Non
possono essere compilati roster a mano. Sono ammesse correzioni manuali solo per eventuali modifiche da
apportare ai numeri di maglia. Un atleta non inserito a roster non pu partecipare allincontro. In caso
risultassero problemi o mancanze nella compilazione del roster telematico, queste ultime dovranno essere
segnalate, tramite e-mail, al Commissioner del Campionato di riferimento e al CIA entro e non oltre le ore
12.00 del venerd antecedente la partita. Solo tramite tale segnalazione un atleta potr disputare lincontro.
La compilazione errata o incompleta del roster dar luogo a sanzione pecuniaria non inferiore a 50.00.
La errata segnalazione dei numeri di maglia nel roster, fatto salvo il riscontro di dolo, comporter per la
squadra inadempiente una sanzione di Euro 100,00. In caso di omessa consegna, da parte di una delle due
squadre, del roster regolarmente compilato e firmato, gli arbitri non daranno inizio allincontro e alla squadra
inadempiente sar inflitta la perdita della gara e le conseguenti sanzioni previste, Art.13 .
Art.4 -Identificazione giocatori e controllo cartellini
Il Dirigente accompagnatore dovr, almeno sessanta minuti prima dellinizio della partita:
a) consegnare allarbitro incaricato dal Referee le tessere FIDAF dei giocatori. Tali tessere dovranno essere
accompagnate dal roster stesso, debitamente compilato in tutte le sue parti e firmato;
b) presentare allarbitro, coadiuvato dalladdetto alle statistiche, per il riconoscimento, i giocatori secondo le
seguenti modalit: i giocatori, schierati su una riga e senza indossare il casco, dovranno rispondere
allappello menzionando il proprio nome personale e il proprio numero di maglia. Ogni giocatore, dopo il
riconoscimento, abbandoner la riga e attender il termine del riconoscimento di tutti i suoi compagni al di
fuori della stessa dal momento del riconoscimento e sino alla riconsegna da parte dellarbitro incaricato dei
documenti didentit, fino ad allora i giocatori delle due squadre non potranno abbandonare lArea Tecnica.
Gli atleti dal momento del controllo cartellini sino al termine dellincontro non potranno recarsi, salvo cause
di forza maggiore e dietro consenso/autorizzazione del Capo Arbitro, in altre strutture facenti parte o attigue
allimpianto sportivo (vedasi tribuna,bar etc.).
Il controllo cartellini deve essere effettuato tra un lasso di tempo compreso nei 60 minuti antecedenti linizio
dellincontro e comunque entro e non oltre 15 minuti prima dellinizio della partita.
Sar consentito lingresso in campo ad un giocatore presentatosi in ritardo al controllo cartellini, previa
segnalazione di effettivo ritardo riportato dal dirigente accompagnatore al capo arbitro ed al dirigente
accompagnatore della squadra avversaria. In ogni caso potr accedere al terreno di gioco se presente prima
del Kick-off del terzo tempo di gioco.
In caso di tessera FIDAF smarrita o dimenticata il giocatore, esibendo un documento valido di
riconoscimento potr partecipare allincontro. In questo caso alla Societ verr comminata una sanzione di
50.00 per ogni cartellino non consegnato. Larbitro riporter laccaduto nel referto ed il giocatore parteciper
alla gara sub-judice. Ogni ulteriore rilievo sar messo a referto e controfirmato dai dirigenti delle due
squadre. Oltre al controllo di cui sopra, data facolt alle Societ, attraverso comunicazione orale da
presentare al capo-arbitro, richiedere verifica su un massimo di 10 giocatori secondo le modalit di cui sopra.
Tale richiesta va formulata dal dirigente accompagnatore/addetto agli arbitri prima dellinizio del terzo
quarto con le squadre presenti sul campo. Il capo arbitro dovr comunicare, entro la fine dellincontro,
allaltra Societ tale richiesta ed il successivo controllo dovr essere effettuato al termine dellincontro e
prima che i giocatori delle rispettive Societ abbandonino il terreno di gioco.
Il dirigente accompagnatore di entrambe le squadre, al termine dellincontro, deve firmare obbligatoriamente
il referto della gara per presa visione del risultato ed eventuali note riportate dagli arbitri. Il dirigente che si
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 5 di 15

rifiutasse eventualmente di firmare il referto di gara dovr essere segnalato su questultimo e a carico della
Societ di appartenenza sar comminata unammenda di 250,00. Il referto arbitrale cartaceo dovr essere in
triplice copia: controfirmato, per presa visione, oltre che dal capo arbitro, da entrambi i dirigenti
accompagnatori ai quali spetter una copia per ogni Societ. Eventuali reclami, inerenti alla gara, non
saranno accettati se non inseriti a referto, eventuali ricorsi verranno normati come da Regolamento di
Giustizia e Disciplina. Il referto elettronico andr inviato dal Capo Arbitro alla Segreteria federale ed al
Giudice di primo grado entro e non oltre le ore 12.00 del primo giorno feriale successivo alla disputa
dellincontro. I dirigenti, gli allenatori e i giocatori con provvedimenti di squalifica in corso non possono
entrare nellarea tecnica, pena ammenda di 250.00.
Capitolo II -PRESCRIZIONI SOCIETA ORGANIZZATRICI
Art.5 -Obblighi della squadra di casa.
Le date, gli orari e i campi degli incontri di Campionato devono essere comunicati alla Federazione entro gg.
60 per il campionato di I Divisione, 45 gg per il campionato di II Divisione, 20 gg per il campionato di III
Divisione e campionati giovanili. Trascorso tale termine, alla Squadra inadempiente sar inflitta la sanzione
pecuniaria nei limiti edittali previsti nel Regolamento di Giustizia e Disciplina.
Alla Societ organizzatrice fatto obbligo di:
a) porre a disposizione della squadra ospite e della crew arbitrale i relativi spogliatoi almeno 120 minuti
prima dellinizio della partita;
b) fornire n.3 addetti alla catena. Essi dovranno aver compiuto il 14 anno di et e dovranno essere tesserati
per quella Societ e iscritti a roster; saranno ammessi maggiorenni non tesserati e questi ultimi dovranno
esibire e consegnare un documento di riconoscimento al capo arbitro;
c) inoltrare per iscritto alla Autorit di Pubblica Sicurezza la richiesta di un adeguato servizio dordine
pubblico;
d) garantire la presenza del Medico Sociale in tutte le gare compresi i Campionati Giovanili e le gare
amichevoli. In mancanza del Medico Sociale o di suo sostituto, gli arbitri decreteranno la non disputabilit
dellincontro e alla Societ di casa sar data partita persa per 0-8 Art. 13 . In caso di allontanamento del
medico, la partita sar sospesa fino a un massimo di 60 (sessanta) minuti, trascorso tale termine gli arbitri
decreteranno la fine dellincontro e sar data partita persa alla Societ organizzatrice senza applicare sanzioni
supplementari.
e) garantire la presenza di unautoambulanza, in mancanza della stessa la gara non avr luogo. Larrivo
dellambulanza dovr essere atteso fino a 30 minuti con applicazione di sanzione pecuniaria di 100.00 per
ritardo imputabile alla Squadra di casa; trascorso tale termine gli arbitri decreteranno la non disputabilit
dellincontro e alla Societ di casa sar data partita persa per 0-8. Se nel corso della gara lambulanza dovr
lasciare il campo per motivi non demandabili dovr essere prontamente rimpiazzata comunque entro 45
(quarantacinque) minuti, dopodich gli arbitri decreteranno limpossibilit di proseguire lincontro e alla
Societ di casa sar data partita persa per 0-8 o acquisito il risultato al momento della sospensione nel caso in
cui sia pi favorevole alla squadra ospite;
f) garantire il funzionamento degli impianti, soprattutto di illuminazione e la regolarit del campo di gioco.

___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 6 di 15

Capitolo IV -CAMPI DA GIOCO


Art.7 -Dimensioni del campo e distanze di sicurezza
Il campo dovr avere le dimensioni stabilite come da regolamento NCAA.
E consentito lutilizzo di campi aventi dimensioni minime di yds 100x54 comprese le end zone, per il
football a 9 e le misure di 100x45 per il football a 7, end zone comprese.
Inoltre, le recinzioni del campo, o altri oggetti giudicati dal referee potenzialmente pericolosi per
lincolumit dei giocatori, devono trovarsi ad almeno 3 metri dalla sideline ed almeno 1 metro dalla endline.
Ove non dovessero essere rispettate tali disposizioni, larbitro non far disputare lincontro, segnalando il
motivo a referto.
Art.8 -Porte
I pali delle porte dovranno essere adeguatamente imbottiti, e conformi alle dimensioni previste dal
Regolamento di gioco.
Art.9 -Segnatura
Ogni Societ dovr provvedere a che la segnatura del campo sia ultimata almeno unora prima dellinizio
dellincontro; in casi di forza maggiore, mezzora prima dellora di inizio della gara ed ogni inadempienza a
tal riguardo sar messa a referto. Alle Societ inadempienti sar applicata la sanzione pecuniaria di 50.00.
Laddove, per difficolt oggettive, concernenti la gestione del campo, la segnatura delle righe non fosse
effettuata con gesso o vernice di colore esclusivamente bianco, sar tollerata la segatura di legno o altro
materiale idoneo.
Inoltre, per cause di forza maggiore, ove non sia possibile effettuare la segnatura del campo con vernice
bianca, dovr essere comunicato, con motivazione, alla Federazione ed al CIA, il colore e materiale usato per
la segnatura del campo. Tale comunicazione va effettuata dalla Societ 10 (dieci) giorni prima dellinizio del
campionato di riferimento. Sono da rispettare, inoltre, le seguenti disposizioni:
a) le END ZONES, anche per ragioni di sicurezza, dovranno essere prive di ostacoli (inclusi i pali delle
porte) e profonde sempre 10 yds. In assenza di tali requisiti, sar obbligatorio ridurre le dimensioni del
campo di gioco. Il campo non dovr comunque essere di lunghezza inferiore a 80 yds;
b) le HASH-MARKS dovranno essere obbligatoriamente segnate e la ripartizione delle hash marks per la
suddivisione del campo dovr essere 3/8-2/8 -3/8;
c) obbligatoria la coaching area / team area . Tale area un rettangolo posto su entrambe le linee laterali
del campo da gioco,ad una distanza minima dal perimetro di gioco di 2(due)yards. La lunghezza va dalle 25
yds alle 25yds del campo, con profondit minima di 2 yds (coaching area); inoltre,posteriormente alla coach
area, con uguale lunghezza ma con profondit di almeno 3 yds, va posta la team area.
La mancata osservanza di tali disposizioni d luogo alla sconfitta a tavolino ed alle sanzioni previste.
Capitolo V -PROGRAMMAZIONE DELLE GARE
Art.10 -Orari e durata degli incontri
I giorni consentiti dalla Federazione per la disputa degli incontri sono i seguenti: SABATO pomeriggio o
sera, DOMENICA pomeriggio. Gli orari di inizio delle partite dovranno tassativamente rispettare le seguenti
indicazioni:
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 7 di 15

- SABATO gli incontri potranno svolgersi dalle ore 14.30 alle ore 21.00.
- DOMENICA pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 16.30 .
Per il periodo che decorre dal 1 giugno al 31 luglio gli incontri dovranno disputarsi: -SABATO dalle ore
15.30 alle ore 21.00 - DOMENICA dalle ore 15.30 alle ore 18.00
E consentito disputare incontri in qualsiasi altro orario e giorno della settimana solo previa autorizzazione
della Federazione e del Settore Arbitrale (C.I.A.) e verifica dellaccordo tra le due Societ tramite conferma
via e-mail alla Segreteria della Federazione (segreteria@fidaf.org) da parte di entrambe, conferma che dovr
pervenire entro il gioved della settimana precedente la settimana dellincontro. Gli incontri che prevedono
trasferte superiori a Km. 850 complessivi A/R, secondo tabelle Michelin (itinerario pi rapido), dovranno
essere disputati la Domenica pomeriggio, salvo accordi differenti tra le squadre.
I tempi di gioco della Regular Season e della Post Season sono: Campionato massima serie a 11 : quarti da
12 Per il Football a 11: quarti da 10
Per il Football a 9: quarti da 10, Campionati giovanili: quarti da 10.
La riduzione dei tempi di gioco pu avvenire secondo quanto stabilito dai rispettivi Regolamenti di Gioco o,
nei casi di incontri amichevoli, previo accordo tra le squadre.
Art.11 -Spostamento Incontri
La Societ di casa ha la facolt di chiedere, per giustificati motivi, lo spostamento del giorno e/o dellora
dellincontro. Gli spostamenti di cui sopra non potranno essere concessi per richieste pervenute oltre il
gioved della settimana precedente la settimana dellincontro, e prevedono le seguenti disposizioni:
a) comunicazione pervenuta al Commissioner e alla squadra avversaria a mezzo e-mail entro il gioved della
settimana precedente la settimana dellincontro con applicazione della tassa spostamento gara di . 50,00, la
Societ ospite ha facolt, entro le 48 ore successive, di richiedere il rimborso delle spese documentate e gi
sostenute da rifondersi entro 30 giorni;
b) nei casi di richiesta di spostamento pervenuta dopo il termine di cui al punto a, sar applicata la tassa
spostamento gara di euro 150,00 e lo spostamento potr essere concesso solo previo accordo con la squadra
ospite.
Sia nel caso a e sia b, saranno posti a carico della Societ organizzatrice il rimborso dei costi dei biglietti di
viaggio degli arbitri gi acquistati da FIDAF/CIA.
Spostamenti del campo di gioco richiesti ufficialmente, mediante invio di messaggio di posta elettronica,
nella stessa settimana in cui e programmato lincontro e comunque entro il gioved, possono essere effettuati
solo nellambito dello stesso Comune. Viene applicata la tassa di euro 50,00.
Spostamenti del campo di gioco, mantenendo data e orario originali, in comune diverso, possono essere
concessi previo consenso della Societ ospite, nellambito dei soli comuni limitrofi.
Viene applicata la tassa spostamento incontri di Euro 150,00

Art.12 -Riprogrammazione di gare Ufficiali


Il Giudice Sportivo, valutate le situazioni, pu decretare la ripetizione della gara in casi di provata forza
maggiore quali:
a) mancato arrivo degli arbitri;
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 8 di 15

b) mancato arrivo della squadra per incidente stradale (documentato dal Rapporto della Polizia),
cancellazione voli etc., calamit naturali;
c) impraticabilit del campo di gioco stabilita da parte dellarbitro, ad eccezione dei casi in cui il Giudice
Sportivo omologhi il risultato dellincontro col punteggio acquisito al momento delleventuale sospensione.
Nei casi di cui sopra, in mancanza di date utili per la ripetizione, la gara sar riprogrammata
infrasettimanalmente nella giornata di Mercoled, salvo accordi diversi tra le squadre.
Nel caso a) eventuali spese documentate sostenute per lorganizzazione dellincontro e di trasferte saranno
rimborsate dalla Federazione solo se dipendenti da colpa della crew arbitrale.
Capitolo VI -RINUNCE A GARE UFFICIALI
Art. 13 -Rinuncia o mancata disputa di una o pi gare
La rinuncia a disputare una gara di campionato, comunicata alla FIDAF ed alla Societ avversaria, almeno 5
giorni prima del suo svolgimento, comporta un indennizzo di euro 1.000,00 da pagarsi entro 15 gg dalla gara
in questione alla Societ avversaria e di euro 1.000,00 alla FIDAF, fatto salvo il maggior danno da
dimostrarsi con la procedura di cui allart. 10 lett. B Regolamento Societ Affiliate. In ogni caso la Societ,
responsabile la mancata effettuazione della gara, subir la sconfitta 8-0 a tavolino.
La rinuncia pervenuta o manifestatasi fuori dai termini precedenti o la mancata effettuazione della gara per
fatto e colpa di una Societ comporta le sanzioni e procedimenti di cui sopra incrementate del 50% e la
penalizzazione di almeno un punto in classifica.
Alla terza rinuncia o mancata presenza in gara si applicher lesclusione dal campionato oltre ai
procedimenti di cui allart. 10 lett b Regolamento Societ Affiliate
E equiparata alla rinuncia labbandono del terreno di gioco prima del termine della gara e qualsiasi altro
caso, addebitabile ad una squadra che non permetta leffettuazione dellincontro o il suo svolgimento con
omologazione del risultato.
La squadra che non disputa le prime 2 giornate del campionato al quale si era iscritta, viene esclusa dal
campionato stesso e in caso di recidiva prevista anche leventuale radiazione dalla Federazione.
Capitolo VII -MANCATA EFFETTUAZIONE E/O SOSPENSIONE DEFINITIVA DI
UNA GARA
Art.14 -Mancata effettuazione o sospensione definitiva di una gara
Larbitro non deve far svolgere una gara allorch:
a) rilevi che leventuale non conformit del terreno di gioco non sia stata, a cura della Societ ospitante,
eliminata entro 30 minuti dallora stabilita per linizio della gara e quando siano presenti nellarea tecnica
ostacoli o strutture non rimovibili, che possano mettere a rischio lincolumit degli atleti;
b) accerti che le condizioni del terreno di gioco sono tali da impedire il regolare svolgimento della gara, sia
per pericolo alla incolumit dei giocatori sia per difetto di visibilit (da una porta non sia visibile laltra) sia
per altre cause contingenti;
c) laccompagnatore di una delle due squadre od entrambi non presentino il roster giocatori in conformit al
numero minimo previsto.
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 9 di 15

d) quando larbitro ritenga che manchino le condizioni di sicurezza per lincolumit propria e degli organici
delle squadre.
Larbitro ha il dovere di ordinare la sospensione definitiva qualora:
a) prima del segnale di fine della gara una squadra abbandoni il terreno di gioco;
b) un tesserato espulso rifiuti di allontanarsi dal recinto di gioco o vi rientri interferendo in qualsiasi modo
nel regolare svolgimento della gara;
c) rilevi linsorgenza delle condizioni di cui al primo comma dopo linizio della gara.
Art. 15 Impraticabilit di campo.
Si definisce un campo impraticabile quando si verifica uno o pi delle seguenti condizioni, elencate in
maniera esemplificativa, ma non esaustiva:
a) a causa di eccezionali precipitazioni meteorologiche sia a carattere torrenziale che nevoso, la
tracciatura principale del campo (sidelines, goalines ed endlines) non sia mantenibile in maniera
percepibile;
b) a causa di eccezionali precipitazioni meteorologiche a carattere torrenziale, il campo risulti allagato,
e venga totalmente compromessa la stabilit e/o lequilibrio degli atleti, mettendone a rischio
lincolumit fisica;
c) a causa di condizioni temporalesche, si abbiano fenomeni di scariche elettriche nelle vicinanze del
campo di gioco (vedi regola NCAA);
In tutti questi casi la partita dovr essere programmata nuovamente senza alcun eventuale costo aggiuntivo o
sanzione per la Societ ospitante. E tuttavia facolt del Giudice Sportivo, confermare il risultato acquisito in
campo se i succitati casi si verificassero nellultimo quarto di gioco e se la differenza di punteggio tra le
squadre risulti superiore ai 24 punti.
Capitolo VIII -SOSPENSIONE TEMPORANEA DEL GIOCO
Art. 16 -Sospensione temporanea del gioco
La sospensione temporanea del gioco ordinata dallarbitro nei casi e nei modi previsti dalle regole di gioco.
Prima di ordinare la sospensione definitiva della gara larbitro consulter il capo allenatore delle due
squadre.
Larbitro pu disporre pi sospensioni temporanee, ciascuna della durata massima di trenta minuti, qualora
ritenga che ci possa consentire la cessazione delle cause impedienti e pu, se necessario, autorizzare i
giocatori a rientrare negli spogliatoi. Tuttavia la durata complessiva delle interruzioni non pu essere
superiore a 45 minuti, fatto salvo quanto previsto dal Capitolo II (Obblighi della squadra di casa -Art.5 comma D). Cessata la causa di sospensione, larbitro ordiner la ripresa del gioco.
Capitolo X -TEMPI DI ATTESA DELLE CREW ARBITRALI
Art. 17 -Tempi di attesa delle crew arbitrali
Larrivo degli arbitri allimpianto sportivo deve essere atteso dalle squadre per 60 minuti dallora dinizio
della gara fissata in calendario. In caso di non osservanza di detto tempo, la squadra o le squadre che non
saranno presenti sul campo allarrivo degli arbitri nel tempo prescritto, avranno partita persa per 0-8/8-0.
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 10 di 15

Capitolo XI -RITARDI DELLE SQUADRE


Art. 18 Ritardi delle squadre
Prima di poter abbandonare il terreno di gioco, la squadra presente in campo ha lobbligo di attendere la
squadra avversaria per trenta minuti. E data facolt alle squadre, purch presenti sul terreno di gioco, di
chiedere un ulteriore spostamento di 30 minuti dellorario di inizio dellincontro. In ogni modo sar larbitro
a concedere tale spostamento. Per ritardo non giustificato di 30 minuti dellinizio della partita, ovvero di 15
minuti per la ripresa del gioco dopo lintervallo, verr comminata alla Societ una sanzione pecuniaria di
euro 125,00. In caso di dimostrata forza maggiore il Giudice Sportivo valuter il caso.
Capitolo XII -STATISTICHE

Art. 19 -Statistiche
Ogni Societ che partecipa ad un campionato di categoria TACKLE SENIOR (Prima divisione, Seconda
divisione e Terza divisione) deve disporre di almeno 2 addetti statistiche regolarmente tesserati. Le squadre
che partecipano ai campionati TACKLE U19 devono disporre di almeno un addetto statistiche regolarmente
tesserato. Per i campionati TACKLE U16 e TACKLE femminile, le Societ non hanno lobbligo di fornire le
statistiche anche se consigliato.
Per le Societ al primo anno di attivit agonistica, dietro richiesta esplicita da parte dei teams, sar applicata
una deroga che consenta loro di non avere propri scorer tesserati. In questo caso, lo scorer della squadra
ospite effettuer tutte le operazioni di rito al posto della squadra di casa, mentre la squadra di casa dovr
mettere a disposizione un proprio tesserato per espletare le attivit dellAnnouncer (che gli verranno indicate
dallo scorer presente). Qualora anche il team ospite usufruisse della deroga, per lincontro non saranno
redatte le statistiche.
Ogni Societ, sia che lincontro si svolga in casa sia fuori, dovr disporre obbligatoriamente, durante la
partita, di almeno un addetto alle statistiche inserito a roster. Gli scorers prescelti si disporranno, per redigere
i referti statistici, sul lato della catena (eccezione fatta per casi di pioggia in cui si potranno recare nella
tribuna), ma mai separatamente. In campo e fuori dal campo, gli scorers devono collaborare tra loro con
assoluta imparzialit.
In caso di momentanea indisponibilit dei propri scorer, il SNS pu fornire addetti alle statistiche ad un costo
deliberato annualmente dal Consiglio Federale.
Art.19.1 Compiti e mansioni degli scorers:
DURANTE LA PARTITA:
Gli scorers della squadra di casa dovranno:
riportare le azioni concordate su Play by Play Charts ed al termine dellincontro firmarle in modo
leggibile, apponendo anche il loro numero di tessera.
AL TERMINE DELLA PARTITA:
Ritirare il referto arbitrale della partita e recuperare i cartellini dalla crew arbitrale;
Ritirare lInjury Report debitamente firmato dal medico di gara.

___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 11 di 15

GIORNO SUCCESSIVO ALLA PARTITA:


Gli scorers della squadra di casa dovranno:
inserire le statistiche rilevate durante la partita nellapposito software. Le statistiche elaborate
dovranno pervenire al Servizio Nazionale Statistiche in formato digitale entro le ore 24.00 del luned
successivo allincontro;
inviare linjury report alla Commissione Medica (commissionemedica@fidaf.org) entro le ore
24.00 del luned successivo allincontro.
Art. 19.2 Riconoscimento degli scorer
Prima della partita, la crew arbitrale dovr effettuare il riconoscimento degli addetti statistiche presenti. In
caso di irregolarit o segnalazioni di qualsiasi altra natura, il Capo Arbitro riporter quanto riscontrato sul
referto arbitrale. Durante la partita lo scorer dovr essere riconoscibile attraverso lesposizione del badge
della Stats Crew.
Art. 19.3 Sanzioni Amministrative
Alla squadra, che non sia in possesso del numero di scorer previsto dallart. 19, almeno 15 giorni prima
dellinizio del campionato, verr comminata una sanzione pecuniaria di 1.000,00.
Qualora le statistiche siano inviate entro il luned successivo allincontro, solo in maniera cartacea
unitamente ai roster post partita, sar comminata una multa di 100,00.
Il mancato recapito delle statistiche entro il luned successivo lincontro comporter una sanzione di 300,00
(per qualsiasi campionato con le statistiche obbligatorie).
Lassenza dellAddetto alle statistiche della squadra ospitante comporter unammenda di 300,00 a carico
della Societ in questione e lo scorer della squadra ospite sar obbligato a redigere le statistiche della partita
da disputare.
Lassenza dellAddetto alle statistiche della squadra ospite comporta unammenda di 250,00 a carico della
stessa.
Nel caso non fossero presenti Addetti alle statistiche, lincontro sar disputato regolarmente e saranno
applicate le seguenti sanzioni amministrative: Societ ospitante ammenda di 300,00 e Societ ospite
ammenda di 250,00
Art 19.4 Ottenimento della qualifica da scorer
Per ottenere la qualifica di scorer, gli aspiranti addetti statistiche, devono aver frequentato regolarmente il
corso di formazione, organizzato ed erogato dal Servizio Nazionale Statistiche, e aver ottenuto la qualifica

con il superamento dellesame finale.


Laspirante scorer deve aver compiuto 16 anni di et alla data di inizio del corso.
Art. 20 -CRITERI PER I RIPESCAGGI
Nel caso, per qualsiasi necessit o scelta, il CF decida di effettuare ripescaggi, si proceder alla
pubblicazione sul sito internet federale di un bando ove viene stabilito il termine entro il quale le Societ
potranno far pervenire le proprie domande.
Le Societ richiedenti il ripescaggio dovranno avere i seguenti requisiti:

- essere regolarmente iscritte alla FIDAF per lanno in corso;


___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 12 di 15

- non essere incorse in condanne per illecito sportivo o frode sportiva negli ultimi 5 anni;
- essere in regola con tutti gli obblighi amministrativi alla data di presentazione della domanda
(pagamento di tasse federali, tesseramenti, quote arbitrali, sanzioni pecuniarie, lodi arbitrali);
Nel caso le domande siano in numero superiore ai posti disponibili, la classificazione per laccesso
verr stabilita in base ad una graduatoria relativa alle 3 precedenti stagioni agonistiche che
riconosca:
per ogni anno di affiliazione FIDAF
punti 5
per ogni anno di partecipazione a Campionato I div
punti 15
per ogni anno di partecipazione a Campionato II div
punti 10
per ogni anno di partecipazione a Campionato III div
punti 5
per ogni anno di partecipazione ad un campionato giovanile superiore allU14 tackle
punti 5
ranking nazionale dellanno precedente: I^ divisione 10 punti, II^ divisione 5 punti
per contratto di gestione impianto sportivo (regolamentare Fidaf) pluriennale (registrato) punti 15.
E facolt del Consiglio Federale inserire tra i requisiti o attribuire punteggi anche a criteri di
carattere economico che tengano conto della solidit patrimoniale della Societ.
Il CF potr comunque decidere di non ammettere alcuna delle Societ richiedenti o non coprire tutti
i posti disponibili per motivi di salvaguardia del campionato di serie inferiore, o per valore sportivo
ed economico delle Societ richiedenti non congruo al livello. In ogni caso non potr essere esclusa
una societ risultante in graduatoria con posizione migliore a favore di una classificatasi in
posizione successiva.
COMMISSIONE ORGANIZZAZIONE GARE E CAMPIONATI E COMMISSIONER
Art. 21 Commissione Organizzazione Campionati e Gare
E nominata dal Consiglio Federale e rimane in carica sino alla decadenza del Consiglio Federale
stesso.
I membri della Commissione possono essere sostituiti solo per gravi motivi.
La Commissione composta da:
- Un consigliere Federale indicato dal CF FIDAF che avr anche funzione di Presidente
Commissione.
- Un rappresentante Cia.
- Un rappresentante della CTF.
- Un Commissioner per ogni campionato nazionale federale sia senior e sia junior.
La COCG una commissione consultiva ed operativa e svolge i seguenti compiti:
a) Gestisce l'attivit agonistica delle Affiliate della FIDAF;
b) presenta al CF, prima dell'inizio dei Campionati, il programma ufficiale di tutta l'attivit
agonistica federale;
c) organizza i Campionati Federali sia senior e sia junior assegnati dal CF, formandone i gironi, se
previsti, e compilandone i calendari secondo le indicazioni generali stabilite dal CF;
e) autorizza gli spostamenti ed i recuperi delle gare dei campionati federali;
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 13 di 15

f) comunica al CF al termine dell'attivit agonistica, in base alle risultanze dei campionati, le


Societ promosse e retrocesse, in base al meccanismo, qualora previsto, di promozioni e
retrocessioni dei vari Campionati, deliberato dal CF stesso;
g) approva eventuali altre manifestazioni organizzate da singole Affiliate Fidaf , e ne autorizza lo
svolgimento;
h) svolge ogni altro incarico organizzativo eventualmente affidatogli dal CF.
Art. 21.1 - Il Presidente della COCG
Deve essere un componente del Consiglio Federale, convoca la Commissione minimo due volte
l'anno per la pianificazione dei campionati primaverili ed autunnali e la loro approvazione.
Propone al Consiglio Federale i nominativi dei membri della Commissione e relativi incarichi.
Ratifica i provvedimenti dei singoli Commissioner durante lo svolgimento dei campionati di loro
pertinenza.
Art. 21.2 I componenti della COCG
Membro CTF: ha competenza per gli aspetti tecnici relativi all'organizzazione dei Campionati. In
base alle indicazioni della CTF, propone i requisiti di tie break.
Membro CIA: e' membro del CIA. Riporta le necessit del CIA per lo sviluppo e l'attivit agonistica
in relazione al numero di gare pianificabili per ogni week end di attivit.
Art. 22 - Commissioner
E un Membro della Commissione Organizzazione Campionati e Gare, al quale viene demandata la
responsabilit di organizzare e gestire un Campionato Federale.
Come tutti i Membri della Commissione, viene nominato dal Consiglio Federale, su indicazione
delle Leghe ove esistenti e, al contrario degli altri membri, rimane in carica fino alla fine del
Campionato al quale deputato (Final Bowl), ovvero fino alla decadenza della COCG.
Ha un mandato pertanto limitato alla stagione agonistica, rinnovabile con delibera da parte del
Consiglio Federale per la stagione successiva.
Le sue competenze sono esclusivamente operative e inerenti unicamente al Campionato di
competenza.
Art. 22.1 - Compiti del Commissioner
Assunte le desiderata e le necessit delle Leghe e delle Affiliate iscritte regolarmente al
Campionato, il Commissioner:
a) stabilisce la formula e stila il calendario della regular season;
b) acquisito il parere della Commissione tecnica, stabilisce la formula della post season ed i tie
breaks dandone tempestiva comunicazione alle Societ iscritte ai vari campionati entro i
tempi stabiliti dal CF;
c) armonizza il calendario del Campionato di competenza con gli altri calendari, e verifica la
sostenibilit organizzativa;
d) presenta il calendario del Campionato alla COCG per la successiva ratifica da parte del CF e
ne da ufficializzazione alle Affiliate iscritte ed a tutte le parti coinvolte entro i termini
prestabiliti dal CF stesso
e) gestisce il Campionato in corso di svolgimento, garantendo la regolare disputa di tutte le
partite programmate, in osservanza dei Regolamenti Federali;
___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 14 di 15

f) pu valutare e proporre al COCG le richieste di organizzazione della Finale del Campionato


di competenza, e collabora operativamente allorganizzazione dellevento quale
Rappresentante Federale allOrganizzazione Locale, salvo accordi diversi stipulati dalla
Fidaf.
Art. 22.2 - Poteri
Il Consiglio Federale demanda alla Commissione Organizzazione Campionati e Gare, ovvero ai
Commissioner dei Campionati Nazionali ed unicamente per il periodo di svolgimento dei
Campionati Nazionali sia senior e sia junior, le seguenti attribuzioni ai sensi della lettera L art. 25
Titolo III dello Statuto Federale:
1. Potere interpretativo
E data facolt al Commissioner di un Campionato nazionale, laddove sorgano dubbi o problemi
sullapplicazione del Regolamento di Disputa Attivit Agonistica e del Regolamento di
Tesseramento ed ove non sia possibile per motivi di tempo la convocazione del CF, di dare
linterpretazione delle norme suddette ai fini dello svolgimento del Campionato di propria
competenza.
Tale interpretazione non avr alcun effetto retroattivo, ne potr essere appellata quale precedente
per il campionato in corso o per altri campionati.
Le interpretazioni delle norme date dal Commissioner, tramite COCG devono essere sottoposte al
CF nella prima riunione utile. Laddove il CF le faccia proprie esse diventano vincolanti.
Linterpretazione della norma da parte del Commissioner, pervenuta e notificata nei tempi e modi
stabiliti, sar applicata dalla crew arbitrale che viene sollevata da ogni responsabilit
sullapplicazione di tale norma cos come interpretata.
2. Deroga
E data facolt al Commissioner di un Campionato nazionale, di concedere deroga motivata alle
norme del Regolamento di Tesseramento, durante la disputa dei Campionati Nazionali, inclusi
Juniores, in materia di compilazione roster, laddove lUfficio Tesseramento Federale non abbia i
tempi tecnici per intervenire o comunicare qualsiasi tipo di variazione.
La deroga deve essere comunicata per iscritto a tutte le parti coinvolte, al CIA, allUfficio
Tesseramento ed al Giudice Unico.
Applicabilit di una deroga: una deroga agli articoli succitati dei regolamenti Federali pu essere
concessa unicamente in caso di acclarata e documentata buona fede della parte richiedente, e con
riferimento esclusivamente alla materia concernente la compilazione dei roster ed alle trasferte di
squadre che, in post season dovranno percorrere pi di 850 km a/r, od usufruire di mezzi di
trasporto non usuali (aereo o traghetti), con un breve preavviso per la prenotazione, situazione in cui
il Commissioner pu imporre data e orario dinizio di una gara.
La concessione di deroga da parte del Commissioner, pervenuta e notificata nei tempi e modi
stabiliti, sar applicata dalla crew arbitrale che viene sollevata da ogni responsabilit
sullapplicazione di tale norma cos come derogata.
art. 22.3 - Responsabilit del Commissioner
Il Commissioner risponde del suo operato, ai sensi del vigente Regolamento di Giustizia e
Disciplina, quale Dirigente Federale, e in virt di detto incarico deve adoperarsi per la migliore
riuscita dei campionati e tenere un comportamento consono al ruolo di rappresentanza che ricopre.

___________________
FIDAF FEDERAZIONE ITALIANA DI AMERICAN FOOTBALL

www.fidaf.org

Pagina 15 di 15