Sei sulla pagina 1di 58
Numero Atti :51030 Ultima G azzetta Ufficiale del : 28 luglio 2015 Ultima Modifica :
Numero Atti :51030 Ultima G azzetta Ufficiale del : 28 luglio 2015 Ultima Modifica :
Numero Atti :51030 Ultima G azzetta Ufficiale del : 28 luglio 2015 Ultima Modifica :

Numero Atti:51030 Ultima Gazzetta Ufficiale del:

28 luglio 2015 Ultima Modifica: 29 luglio 2015

Dettaglio atto

Ministero della Sanità

: 29 luglio 2015 Dettaglio atto Ministero della Sanità Decreto 05 febbraio 1992 Approvazione della nuova

Decreto 05 febbraio 1992

Approvazione della nuova tabella indicativa delle percentuali d'invalidita' per le minorazioni e malattie invalidanti.

NUOVATABELLAINDICATIVADELLEPERCENTUALID'INVALIDITA'PERLE MINORAZIONIEMALATTIEINVALIDANTISULLABASEDELLACLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALEDELL'ORGANIZZAZIONEMONDIALEDELLASANITA' PRIMAPARTE MODALITA'D'USODELLANUOVATABELLAD'INVALIDITA' Lanuovatabellafariferimento alla incidenza delle infermita invalidanti sulla capacita' lavorativa secondo i criteri dell normativavigenti. Pertantorichiedel'analisielamisurapercentualediciascuna menomazioneanatomo-funzionaleedeisuoiriflessinegativisulla capacita'lavorativa. Latabellaelencasiainfermita'individuatespecificamente,cui e'attribuitaunadeterminatapercentuale"fissa",siainfermita'il cuidannofunzionalepermanentevieneriferitoafascepercentuali diperditadellacapacita'lavorativadidiecipunti,utilizzate prevalentementeneicasidipiu'difficilecodificazione. Moltealtreinfermita'nonsonotabellatema,inragionedella loronaturaegravita',e'possibilevalutarneildannoconcriterio analogicorispettoaquelletabellate. 1) Il danno funzionale permanente e' riferito alla capacita lavorativa (art. 1, comma3edart.2comma2D.L.23Nov.1988n 509)chedeve intendersi come capacita' lavorativa generica co

possibilita' di variazioniinpiu'delvalorebase,nonsuperiori cinquepuntidipercentuale,nelcasoincuivisia anche incidenz

sulle occupazioniconfacentialleattitudinidelsoggetto(capacita cosiddettasemispecifica)esullacapacita'lavorativaspecifica. Levariazionipossonoancheesserenelsensodiunariduzione, no maggiore di cinque punti quando l'infermita' risulti nonaver incidenzasullacapacita'lavorativasemispecificaespecifica. 2)NELCASO DI INFERMITA' UNICA, la percentuale di BASE dell invalidita' permanentevieneespressautilizzando,perleinfermita elencatenellatabella:

a) la percentuale fissa di invalidita', quando l'infermita

corrisponde, per natura e grado, esattamenteallavocetabellar

(colonna"fisso");

b) la misura percentuale di invalidita' calcolata rimanend

all'interno deivaloridifasciapercentualechelacomprendequand l'infermita'siaelencatainfascia(colonna"min-max"); c)sel'infermita'nonrisultaelencata in tabella viene valutat percentualmente ricorrendo al criterio analogico rispetto a infermita'analogheedianalogagravita'comeindicatosuba)e su

b)

3)

NEL CASO DI INFERMITA' PLURIME, i criteripergiungereall

valutazionefinale sono i seguenti: sono calcolate dapprima l percentuali relative alle singole infermita' secondo i criter

individuatialpunto2)letterea)b)c).

Diseguito,occorretenerpresente che le invalidita' dovute menomazioni multiple per infermita' tabellate e/o nontabellat possonorisultaredaunconcorsofunzionaledimenomazioniovvero d unasemplicelorocoesistenza. Sono funzionalmente in concorso tra loro, le menomazionich interessanolostessoorganoolostessoapparato. In alcuni casi, ilconcorsoe'direttamentetariffatointabell (dannioculari,acustici,degliartiecc.). In tutti gli altri casi, valutata separatamente la singol menomazione, si procede aVALUTAZIONECOMPLESSIVA,chenondeved normaconsisterenellasommaaritmetica delle singole percentuali bensi' inunvalorepercentualeproporzionaleaquellotariffatope laperditatotaleanatomo-funzionaledell'organoodell'apparato. Amentedell'art.5D.L.509/1988, nella valutazione complessiv della invalidita',nonsonoconsiderateleminorazioniinscrittetr lo0edil 10%, purche' non concorrenti tra loro o con altr minorazioni comprese nelle fascesuperiori.Nonsonostateinoltr individuatealtreminorazionidaelencarespecificatamente ai sens

dellostessoart.5.

Sono in coesistenza le menomazioni che interessano organie apparatifunzionalmentedistintitraloro.Inquesticasi,dopo ave effettuato la valutazione percentuale di ciascunamenomaziones esegue un CALCOLO RIDUZIONISTICO mediante la seguente formul ESPRESSAINDECIMALI:

IT=IP1+IP2-(IP1xIP2)

dove l'invalidita' totale finale IT e' uguale allasommadell

invalidita'parzialiIP1,IP2,diminuitadelloroprodotto.

Adesempio,selaprimamenomazione(IP1)e'valutataconil20%

la seconda (IP2) con il 15%, il risultato finale (IT) sara

(0,20+0,15)-(0,20x0,15)=0,32equindi32%.

Incasodimenomazionidinumerosuperioreadue, il procediment si ripete e continuaconlostessometodo.Perragionipratichee opportunoavvalersi,atalfine,diunaapposita tavola di calcol combinatodicuiogniCommissionepotra'opportunamentedisporre. 4) Le competenti Commissioni dovrannoesaminarelapossibilita' menodell'applicazionediapparecchiprotesici.Le protesi sono d considerare fattore di attenuazione della gravita' del dann funzionale e pertanto possono comportare una riduzione dell percentuale d'invalidita'acondizionecheesse,perlaloronatura sianobentollerateefunzionalmenteefficaciaifinidellacapacita

lavorativagenerica,semispecifica (= occupazioni confacenti all attitudinidelsoggetto)especifica. Ciascuna visita viene verbalizzata inmodotalecherisultino seguentielementi:idatianagrafici;laqualificaprofessionale, l

attivita'

nell'attualita'; l'anamnesi familiare, fisiologica, patologic (remota eprossima),l'esameobiettivocompleto,gliaccertamentid laboratorioestrumentali;ladiagnosiclinicasecondoquantosancit dall'art.1comma3,D.L.509;laprognosicon particolare riguard allaeventualepermanenzadellainfermita'edeldannofunzionale;l percentuale assegnataaciascunamenomazioneinbaseallatabellae incasodi menomazioni multiple, la valutazione complessiva, s trattasi di concorso d'invalidita'ovvero,lavalutazioneottenut medianteilcalcoloriduzionisticoeffettuatocon la formula e l tavola di calcolo combinato di cui al punto3),setrattasid coesistenzad'invalidita';lapossibilita'diapplicazionediprotes e la eventuale variazione percentuale ad essa connessa. L Commissione dovra' indicareilcodicediriferimentocorrispondent all'infermita'diagnosticataalfinediindividuarelamenomazionea essacorrelata (art. 2 comma 1, D.L. 509) sulla base dell classificazioneinternazionaledell'OMS. LarelazioneprevedeinoltreilgiudiziomotivatodellaCommission sulla ricorrenzadeirequisitiperl'attribuzionedell'indennita'd accompagnamentoaisoggettiaventidirittoa mente dell'art. 1 L 508/1988, edinfineladeterminazionedellepotenzialita'lavorativ

delsoggettoamentedell'art.3D.L.509etenutocontodell'art.

comma3L.508/1988.

Adesemplificazionediquantosopra,laCommissionedovra'indicar

leseguentivoci:

1)DIAGNOSI

Infermita'n.1

Infermita'n.2

Infermita'n.3

Infermita'n.4

ecc.

2)VALUTAZIONEPERCENTUALEDELLEINVALIDITA'(o)

lavorative eventualmente

svolte in passato

codicediriferimento

codicediriferimento

codicediriferimento

codicediriferimento

Infermita'n.1

%(vocen.

dellatabella)

Infermita'n.2

%idemecc.

(o)Leprotesi

vedisopraalpunto4)

3)PERCENTUALEFINALEDIINVALIDITA'

I)INFERMITA'UNICA(riportaresenzamodificalapercentuale

calcolatasub2)

II)INFERMITA'MULTIPLE:

(a)INFERMITA'CONCORRENTITRALORONELPRODURREILDANNO Infermita'n. Infermita'n. Infermitan. ecc.

(o)riportarelesingolepercentualigia'calcolatesub2)

VALUTAZIONECOMPLESSIVADELLEINFERMITA'CONCORRENTI

(b)INFERMITA'COESISTENTI

2Calcolo(percentualerisultantedalprimocalcoloed

infermita'n.3)ecc.

VALUTAZIONEriduzionisticadelleinfermita'coesistenti% Approvazione della nuova tabella indicativa delle percentual d'invalidita'perleminorazioniemalattieinvalidanti. (o) N.B Percomodita'e'preferibileimpiegarelaTAVOLADEL CALCOLOCOMBINATOinpossessodiciascunaCommissione. (c)INFERMITA'CONCORRENTIassociateaINFERMITA'COESISTENTI (nell'ipotesidiungruppodiinfermita'concorrentiediungruppo diinfermita'coesistentiirisultatiparzialidi(a)e(b)vengono conglobatiinunavalutazionefinalecomplessiva) III)SullepercentualiespresseperIeIIvaapplicatounaumento

dellapercentualeperincidenzasucapacita'semispecificaospecifi

(massimoaumento:5%)ovverounariduzionedellapercentualeper

nessunaincidenzasucapacita'semispecificaospecifica.Diseguito

verra'espressalapercentualefinalediinvalidita'.

4)INDENNITA'DIACCOMPAGNAMENTO

L.508/1988

Si

No

MOTIVAZIONE:

5)INDENNITA'DICOMUNICAZIONE

L.508/1988

Si

No

MOTIVAZIONE:

6)INDENNITA'DIFREQUENZA

L.289/1990

Si

No

MOTIVAZIONE:

7)DETERMINAZIONEDELLEPOTENZIALITA'LAVORATIVEAMENTE

ART.3D.L.509/88

INDICAZIONIPERLAVALUTAZIONEDEIDEFICITFUNZIONALI APPARATOCARDIOCIRCOLATORIO Leinsufficienzecardiachesonostatevalutatefacendoriferimento allaclassificazionefunzionaledefinitadallaNewYorkHeart

Associationnel1964,secondolaqualesidistinguonoinquattro

classidideficit:

ICLASSE-lapersonae'portatricediunamalattiacardiacachenon

influiscesullasuaattivita'fisicaordinaria.

IICLASSE-lamalattiadeterminaunalievelimitazionedella

attivita'fisicaordinariaedilsoggettopuo'svolgereuna

attivita'fisicadilieveentita'.

IIICLASSE-lamalattiadeterminaunamarcatalimitazionediogni

attivita'fisicaedilsoggettopuo'svolgeresolounaattivita'

fisicasedentaria.

IVCLASSE-ilsoggettopuo'presentareancheariposo

affaticamento,dispnea,palpitazioni,cianosiedoloreditipo

anginoso.

APPARATORESPIRATORIO

INSUFFICIENZARESPIRATORIA

LIEVE:Dispneachecomparesottosforzicheognialtrosoggetto

dellastessaeta'ecorporaturariesceacompiere;testdi

funzionalita'respiratoria:

-CV/VEMS%min.85magg.75%

-ConsumodiO2(ml.O2xKg.min.)min.25magg.22

-Compl.cardiacheassenti

MEDIA:ladispneacomparespessoconsforzidimediaentita';test

difunzionalita'respiratoria:

-CV/VEMS%min.65magg.55%

-ConsumodiO2(ml.O2xKg.min.)min.20magg.18

-Compl.cardiacheassenti

GRAVE:ladispneacomparedoposforzidilieveentita';testdi

funzionalita'respiratoria:

-CV/VEMS%min.45magg.40%

-ConsumodiO2(ml.O2xKg.min.)15

-Compl.cardiachepresenti Ladispneaariposonone'statapresainconsiderazioneinquanto sitrattadicondizionegravissima,taledacomportare l'impossibilita'dicompieregliattiquotidianidellavita. APPARATODIGERENTE Sisonoidentificatiquattrolivellidicompromissione funzionale corrispondenti adaltrettanteclassi,identificabilicomediseguit indicato.Perlavalutazionedelleinabilita'derivantidacondizion morbose complesse, non sempre espressione di una patologi strettamente di apparato o sistema, si fa riferimento all compromissionedellostatogenerale,oltre che alla compromission funzionale. ICLASSE-lamalattiadeterminaalterazionilievidellafunzione talidaprovocaredisturbidolorosisaltuari,trattamento medicamentosononcontinuativoestabilizzazionedelpesocorporeo convenzionale(rilevatodalletabellefacentiriferimentoalsesso edallastatura)suvaloriottimali.Incasoditrattamento chirurgiconondebbonoessereresiduatidisturbifunzionalio disordinideltransito. IICLASSE-lamalattiadeterminaalterazionifunzionalicausadi disturbidolorosinoncontinui,trattamentomedicamentosonon

continuativo,perditadelpesosinoal10%delvaloreconvenzionale,

saltuariidisordinideltransitointestinale. IIICLASSE-sihaalterazionegravedellafunzionedigestiva,con disturbidolorosimoltofrequenti,trattamentomedicamentoso

continuatoedietacostante;perditadelpesotrail10edil20%

delvaloreconvenzionale,eventualeanemiaepresenzadi

apprezzabilidisordinideltransito.Apprezzabilileripercussioni

socio-lavorative.

IVCLASSE-alterazionigravissimedellafunzionedigestiva,con

disturbidolorosietrattamentomedicamentosocontinuativomanon

completamenteefficace,perditadipesosuperioreal20%del

convenzionale,anemia,graviecostantidisordinideltransito

intestinale.Significativelelimitazioniinambito

socio-lavorativo.

APPARATOURINARIO Insufficienza renale lieve (clearancecreatininainf.80mlsup

40ml/m);

insufficienzarenalemedia(clearancecreatininainf.40mlsup.20

ml/m);

insufficienzarenalegrave(clearancecreatininainf.20ml/m);

insufficienzarenalegravissima(clearancecreatininainf.20ml/m

associataacomplicanzemetabolicheepressorie)

APPARATOENDOCRINO

CLASSEI DIABETEMELLITOTIPO2(noninsulinodipendente)conbuon controllo metabolico (tasso glicemico a digiunomgl50/dLetassoglicemic

dopopastomgl80-200/dL)

CLASSEII

DIABETE MELLITO TIPO 1(insulino-dipendente) con buon controllo metabolico (tasso glicemico a digiunomgl50/dLetassoglicemic

dopopastomgl80-200dL)

Diabetemellitotipo1e2con iniziali manifestazioni micro e macroangiopaticherilevabilisoloconesamistrumentali. CLASSEIII DIABETEMELLITOINSULINO-DIPENDENTEconmediocrecontrollometabolic

(tassoglicemicoadigiunomgl50dLetassoglicemicodopopastomg

80-200 dL) con iperlipidemia o concrisiipoglicemichefrequent (nonostanteunaterapiacorrettaedunabuonaosservanzadapartede paziente). DIABETE MELLITO TIPO 1e 2con complicanze micro e/o macroangiopatiche con sintomatologia clinica di medio gradoes retinopatia non proliferante e senza maculopatia, presenza d microalbuminuria patologica con creatininemiaedazotemianormali arteriopatiaostruttivasenzagravidoloriischemiciecc.). CLASSEIV DIABETEMELLITOCOMPLICATODA a)nefropatiaconinsufficienzarenalecronicae/o b)retinopatiaproliferante,maculopatia,emorragievitrealie/o c)arteriopatiaostruttivacongrave"claudicatio"o amputazione d unarto INDICEDIMASSACORPOREAe'espressodallaformulaIMC= p dove

---

h2

"p"=pesoespressoinKg.ed"h"=altezzaespressainmetri. APPARATOLOCOMOTORE Per quantoattieneagliartisuperiori,idannistimatiinTabell siriferisconoall'artodominante.Qualoraildanno riguardi l'art non dominante, il valore fisso indicato,dovra'esserediminuit nellamisuradaunofinoacinquepuntipercentuali. APPARATINERVOSOEPSICHICO -Deficitdiforza(damalattie piramidali, dei nervi periferici malattiemuscolari) a) deficitdiforzaLIEVE:vincelaforzadigravita';camminasenz

appoggio;presentariduzionediforza contro resistenza; moviment finidelleditaconservaticonmodestariduzionefunzionale;

b) deficit diforzaMEDIO:vincelaforzadigravita';camminasol

conappoggio;nonvinceunaresistenzaalmovimento;movimenti dell dita conservati ma con notevole riduzionefunzionaletaledano riuscireadeseguireimovimentidiprecisione; c)deficitdi forza GRAVE: non vince la forza di gravita'; movimentidelleditasonoimpossibili. La stessa valutazionevaeseguitaperideficitdiforzapresent nei casi di emiparesi, con riferimento particolare all'art superiore, nei casi di paraparesi e di paresi diunsoloart inferioreeneicasiditetraparesiconriferimentoatuttiequattr gliarti. -Deficitcerebrale LIEVE: tremore intenzionale che consente l prensione, atassia del tronco e degli arti compatibile conl deambulazione senza appoggio; MEDIO: tremore intenzionale ch consentelafunzionesolocondifficolta',atassiadeltroncoedegl arti ancora compatibile con deambulazione senza appoggiomaco occasionalicadute;GRAVE:tremoreintenzionalechenon consente l prensione, atassia del tronco e degli artiincompatibileconl deambualazione. -DeficitextrapiramidaleLIEVE:buoncompensoconterapia regolare MEDIO: compenso parziale sottoterapiaregolare;tremorepostural cheinterferisce con la prensione; ipertono extrapiramidale e/ bradicinesia che interferiscono col movimento e con l deambualazione; movimenti involontari che interferiscono con l precisione eladeambualazione;GRAVE:gravescompensosottoterapi

regolare;tremoreposturale;ipertonoextrapiramidale; bradicinesia movimentiinvolontaricheimpedisconounanormaleattivita'; -DISTURBISENSITIVI:seisolati,hannorilevanzapurche'interessin

in particolare porzioni distali,limitinoleattivita'quotidiane

interferiscanoconilmovimentoe siano verificati mediante esam

neuroradiologicie/oneurofisiopatologici.

-Deficitdellefunzionicognitive:

a) disturbo del linguaggio LIEVE:laproduzioneoralee/oscritt

veicolaunaquantita'ridottadiinformazioniperlapresenzadidis turbigrammaticaliodifrequentianormie,perla produzione di u numero elevato di parolenonadeguatealcontestocomunicativosu pianodelsignificato,operlaproduzionedi frequenti distorsion fonetiche o neologismi;lacomunicazionegestualee'conservata;l comprensione di frasi nelle modalita' orale e/o scritta e compromessa; la comprensione di parole isolatee'normaleosol lievemente compromessa; MEDIO: la comunicazione linguistica e notevolmenteridottamaancorapossibileattraversolaproduzione d linguaggio, oraleoscritto,frammentariooattraversounaquantita

sufficientediparoleadeguatealcontesto comunicativo nell'ambit

di un linguaggio fluentemacontenentenumerositerminigenerici

incomprensibili (neologismi); sono presenti difficolta' nell comunicazione gestuale; la comprensionediparoleodifrasinell modalita'oralee/oscrittae'compromessa;GRAVE: la comunicazion linguistica consisteinparoleobrevifrasistereotipateoinfras checontengonosolopochiterminiadeguataalcontestocomunicativo insequenzaditerminiincompatibili(neologismi);lacomprensioned

paroleedifrasie' gravemente compromessa o e' sostanzialment abolita:

b) disturbo di analisivisivo-spazialeLIEVE:ilpazientedimostr

una tendenza a trascurare parte del corpo e dello spazi

controlaterale al lato della lesione;GRAVE:ilpazientetrascur pressoche' sistematicamente parte del corpo e dello spazi controlateraleallatodellalesione.

c) deficit di memoria LIEVE:presenzadideficitdellamemoriad

fissazionecheinterferiscesolo occasionalmente con le attivita della vita quotidiana; MEDIO: deficit marcato della memoriad

fissazione,cheinterferiscemoltofrequentemente con le attivita della vita quotidiana; GRAVE: deficit grave della memoria d fissazione e della memoria autobiografica, presenza d disorientamentospaziotemporale. Il deficit di memoria, per essere considerato, deve esser collegato adundannoorganicocerebraledimostrabilemedianteesam neuropsicologici,neuroradiologicie/oneurofisiopatologici.

d) disturbi del comportamento LIEVI: riduzione incostant

dell'iniziativa psicomotoria e comunicativa, e/o modico aument dell'irritabilita',e/ooccasionaliaccessidicomportamentoviolent noninterpretabilicomereazioniastimoliambientali; disturbi ch noninterferisconoinmisurasignificativaconlapossibilita'diun vitadirelazionesostanzialmentenormale;MEDI: frequenteriduzion dell'iniziativa psicomotoria e comunicativa, e/o aument significativo dell'irritabilita', e/o frequenti accessi d comportamento violento non interpretabili comereazioniastimol ambientali;disturbicheinterferisconoinmisura significativa co

la possibilita' diunavitadirelazione normale;GRAVI:riduzion stabile dell'iniziativa psicomotoria e comunicativa; sistematic instabilita' deltonodell'umore;frequentiaccessidicomportament violentononinterpretabilicomereazioniastimoliambientali,grav interferenzaconlanormalevitadirelazione. Tuttiidisturbidelcomportamento,peressereconsiderati,debbon essereassociatiadundannoorganicocerebraledimostrabilemediant esamineuroradiologicie/oneurofisiopatologicie/oneuropsicologici

e) deficit delle funzioni intellettive: deterioramento

insufficienza intellettivaLIEVE:deficitdimemorialieveassociat adalmenoduedeiseguentisegni:disorientamento temporale; afasi

lieve; disturbi delcomportamentolieviinsortiapprossimativament insieme ad altri segni; MEDIA: deficit grave di memoria disorientamente temporale, afasia lieve e media,autosufficienz nellenecessita'personali della vita quotidiana; GRAVE: defici grave dimemoria,disorientamentotemporaleespaziale,afasiamedi egrave,disturbidel comportamento, dipendenza da altri per l necessita'personalidellavitaquotidiana,disturbisfinterici.

f) deficitdellafunzionepsichicaLIEVE:QIaccertatomediantetes

diW.A.I.S.tra60e70%;disturbiemotiviapprezzabiliaseguito d stress psichici; capacita' al lavoro proficuo conservata,senz necessita' di supervisione; capacita' di affrontare i problem economici ed assistenziali dellavitadituttiigiorni;MEDIA:Q accertatomediantetestdiW.A.I.S.tra50e 60%; disturbi emotiv apprezzabili aseguitodistresspsichicilievi;capacita'allavor proficuoconservata,maconnecessita'disupervisione;capacita' d

affrontare i problemi economici ed assistenziali piu'semplici necessita'diuntutoreodiun'assistenza sociale adeguata per problemi piu' complessi; GRAVE: QI accertato mediante test d W.A.I.S. tra 40 e 50%; disturbi emotivi gravi e frequenti farmacoterapia con necessita' di controlli frequenti e terapi psicologica di appoggio; capacita' al lavoro proficuo abolita necessita'diuntutoreodiun'assistenzasocialeadeguatapertutt iproblemieconomiciedassistenziali. APPARATOUDITIVO

IPOACUSIE

Leperditeuditivemonolateraliebilateraliparioinferioria

245dBdovrannoesserevalutateutilizzandolatabellaallegata,i

cuivaloripercentualiderivanodaunasemplificazionee

rielaborazione(conarrotondamentiineccessooindifetto)della

tabellaperleperditeuditivemonolateraliobilateraliproposte

dalCommitteeonConservationofHearingsecondoilmetodoA.M.A.

1961.

Allasordita'monolateraletotalevieneattribuitounpunteggiodi

invalidita'del15%,allasordita'bilateraletotaleungradodel

58.5%.Li'doveivaloripercentualiintabellasianoespressida

numeridecimaliconfrazionedimezzopuntosara'adiscrezione dellaCommissione,casopercasoattribuiremezzopuntoalpunteggio

pienoineccessooindifetto(peresempioilpunteggiodi58.5puo'

essereportatoa59o58).

1) Il punteggio relativo ad ipoacusie adandamentofluttuante fortemente discontinuo nel tempo (ipoacusie di trasmissione

ipoacusieditipomisto,ipoacusieneuro-sensorialicontimpanogramm patologico,malattiediMeniereecc.)devescaturiredaunperiodod osservazione di almeno 1 anno, mediantel'esecuzionedialmeno

esamioto-funzionalieffettuatiogni3-4mesi.Ilpunteggioderivera

dallamediadellaperditafraitreesami.Inoltree'raccomandatal revisioneognitreanni. 2)Lavalutazionedelgradodiipoacusiaeilcalcolo del punteggi vannoeffettuatisempreaorecchionudo,cioe'senzaprotesi. Cio'pernumerosimotivi:

- non e' possibilevalutarel'efficaciaelaresaprotesicaseno

dopoun adeguatoperiododiallenamentoeadattamento variabile d casoacaso;

- la valutazione tradizionale dellaresaprotesicamedianteesam

audiometricotonaleincampoliberonone'idoneaedinoltre non e acusticamente corretto paragonare risposte in campo libero co risposteincuffia;

- l'unico test valido per verificare la resa protesica e

l'audiometriavocaleeffettuabilesoloinpochicentrispecializzati

inoltre intalemetodicavengonoutilizzaticomeunita'dimisurad

SPLdifficilmenteconvertibiliindBHTL;e vengono introdotti gl stessiproblemivalutativilegatiall'impiegodelcampoliberodicu sie'gia'accennato;

- la verifica del guadagno prodotto dallaprotesipresupponel

contestualeverificadapartedellaCommissionedellacorrettezzasi dellaprescrizionechedell'applicazionedellaprotesi; -notevolmentedifficoltosaealeatoriae'lavalutazionein termin medico-legali del vantaggioprodottodall'usodiprotesiacustiche

consideratigli svantaggi che presentano, i danni estetici ch comportano l'impossibilita' di impiegarliinambientirumorosi,l difficolta'diusarleduranteillavoro,l'affaticamentouditivoecc -apparepiu'opportuno effettuare una valutazione teorica sull possibilita' omenodiapplicazionediunaprotesiperciascungrad diipoacusieeliddovetalepossibilita'teorica sussista applicar unalimitatariduzionedelpunteggiodiinvalidita'; - lariduzionedell'invalidita'neicasidiipoacusiaprotesizzabil e'statafissatanellanostratabellain9puntieriguardatutte l ipoacusie pari oinferioria245dBsull'orecchiomigliore;percu partendodalleipoacusiebilateralisuperioria245dB difficilment

protesizzabiliacuie'riconosciutaunainvalidita'del65%sipass

alle ipoacusie bilaterali pari oinferioria245dBsull'orecchi migliore in cui la protesizzazione e' possibile e a cui e riconosciuta una invalidita' finoaunmassimodel59%;illivell criticodipassaggio da una ipoacusia ben protesizzabile a un

ipoacusia difficilmenteprotesizzabilee'statopertantofissatosu 245dB;al disottoditalelivellodiperditavieneautomaticament applicataunariduzionedel9% proprio in base alla possibilita dell'applicazione di unapparecchioprotesicochepuo'garantirei modo totale o parziale il ripristino funzionale dell'apparat uditivo.

3) Nei casiincuinone'possibileutilizzarel'audiometriatonal

liminaresoggettiva,equindivaloriespressi in dB HTL, ma sol

tests obiettivi come ipotenzialievocatiuditivi,equindivalor espressiin dB SPL la tabella puo' essere impiegata nel mod seguente:

a) conversione dei dB SPL (pressioneacustica)indBHTL(sogli

soggettiva)ovelasogliaricavatasiastataespressaappunto in d

SPL;

b)sommadellaperditaindBHTLsulletrefrequenze500,1000e200

Hz nelcasosianostatiimpiegatitonipuriostimolicaratterizzat

infrequenza;

c) moltiplicazione per 3 del valore di perdita riscontrato

convertito indBHTL,ovesiaimpiegatounsolotipodistimolo(pe

es.ilclick)noncaratterizzabileinfrequenza.

Aifinidellaconcessione della indennita' di comunicazione l dizione "sordo pre-linguale", di cui all'art. 4,dellaLegge2

novembre1988,n.508,deveconsiderarsiequivalentealladizione d "sordomuto" di cui all'art. 1 dellaLegge26maggio1970,n.38

siconsiderasordomutoilminoratosensorialedell'uditoaffett

dasordita'congenitaoacquisitadurantel'eta' evolutiva che gl

abbia impedito il normale apprendimento del linguaggioparlato purche'lasordita'non sia di natura esclusivamente psichica dipendentedacausadiguerra,dilavoroodiservizio"). Vieneprecisatoquantosegue:

a) ai fini dell'applicazione delle norme sopracitateiltermin

conclusivodell'"eta'evolutiva"vaidentificato con il compiment deldodicesimoannodieta';

b) lalocuzione"chegliabbiaimpeditoilnormaleapprendimentode

("

linguaggioparlato"deveessereintesa nel senso che l'ipoacusi renda o abbia reso difficoltoso il normale apprendimento de linguaggioparlato. Ifattoricheinuna ipoacusia possono rendere difficoltoso i normale apprendimento del linguaggio parlato sono molteplici complessi:primi,tratutti,l'epocadiinsorgenzadell'ipoacusia i relazione all'eta' evolutiva di cui alprecedentepuntoa)edi livellodiperditauditivadicuialseguentepuntoc).Altrifattor importanti,maaleatoriequindinonquantificabiline'valutabilii sedenormativasonolaprecocita'elacorrettezzadella diagnosi del trattamento, illivellosocio-culturaledellafamigliaedaltr ancora. c)esclusivamenteai fini della concessione della indennita' d comunicazione, l'ipoacusia che da' diritto abeneficiaredital indennita'deveessere:

1)pariosuperiorea60dBdimediatralefrequenze500,1000,200

Hznell'orecchiomigliorequalorail richiedente non abbia ancor compiutoildodicesimoannodieta'; 2) pariosuperiorea75dBqualorailrichiedenteabbiacompiutoi dodicesimo anno d'eta' purche' sia dimostrabile l'insorgenz dell'ipoacusia primadelcompimentodeldodicesimoanno.Atalfine farannofededocumenticlinicirilasciatidapubbliche strutture e in mancanza didaticronologicicerti,lavalutazionedeicaratter qualitativie quantitativi del linguaggio parlato e dei poter comunicativi nel loro insieme dacuisipossadesumereun'origin audiongenadellealterazionifono-linguistichepresenti; 3)l'esameo gli esami audiometrici da valutare ai fini dell concessione dell'indennita' devono essere effettuati dopo i compimentodelprimoannod'eta'; 4)l'esameogliesamirelativiaipazientidieta'inferiore ai 1 anni devono riportarechiaramenteun'attestazionediattendibilita dell'esamestesso(attendibile/nonattendibile) redatta dal medic esaminatore; 5) leipoacusieditipotrasmissivoocomunquechesiaccompagnano timpanogrammidimostranti patologie tubo-timpaniche devono esser valutatesecondoicriterigia'espostiperl'invalidita'civile; 6) l'esameimpedenzometrico,ancheperpermettereunavalutazioned cuialpuntoprecedente,deveessere obbligatoriamente allegato a ogni esame audiometrico, a meno che non vi siano chiar controindicazioni(otitecronicaatimpanoaperto,stenosio lesion delcondottouditivoecc.). d)Ibeneficiaridell'indennita'dicomunicazione,concessaprimade compimentodidodiciannid'eta'acausadiperditauditivainferior a 75 dB dimediatralefrequenze500,1000,2000Hznell'orecchi migliore,decadonodalgodimentodelbeneficioalcompimentodidett eta'. Intuttiicasiincuiilivellidiperditauditivasianoinferiori quellisopraindicationonsiadimostrabileun'epocadell'insorgenz dell'ipoacusia compresa nell'arco dell'eta' evolutiva, verra effettuataunavalutazionesecondoicriteridell'invalidita'civile Ai fini della concessione della pensionedicuiall'art.1dell

Legge26maggio1970,n.381esuccessivemodificazione,ilrequisit

disogliauditivae'daconsiderarsicorrispondenteaduna ipoacusi

pari o superiore a 75dBHTLdimediatralefrequenze500,1000 2000Hzsull'orecchiomigliore,fermirestando gli altri requisit previstidallaLeggesunnominata. Gli accertamenti sanitarirelativiallasordita'prelingualedevon essereeffettuatidamedicispecialistiinotorinolaringoiatriao i audiologiaoinfoniatria. IvaloridisogliauditivasuindicatisonodariferirsiadBHTL;ne caso gliesamicliniciriportinovaloriespressiindBSPL(comene casodei potenziali evocati) questi dovranno debitamente esser convertitiindBHTL.

APPARATOVESTIBOLARE Il deficit vestibolare unilaterale e' ben compensato se e presente:lievevertiginenell'oscurita', esame clinico normale lieve instabilita',areflessiacaloricaunilaterale,provapendoral orotatoriasimmetrica. Ildeficitvestibolareunilateralee'malcompensatoseesistono turbevertigino-posturalipersistentiincambiamentidiposizioneod oscurita',esameclinicoconunoopiu'repertipositivi(nistagno, provetecniche),provacaloricaconareflessiaomarcata iporeflessia,provapendolareorotatoriasenzacompenso, asimmetrica,malorganizzata. Ildeficitvestibolaree'bilateraleseesistonoturbeobiettive dell'equilibrio,nistagnolatente,Rombergpositivo,marciamolto disturbata,provapendolareorotatoriamoltoalterata, disorganizzataocontracciaENGquasiassente. Legrandicrisiparossistichevertiginosesonobenconfermabiliin faseacuta.Risultadisturbataladeambualazioneeillavoro.E' presenteunquadrosimil-meniericoofistolalabirintica.Leprove strumentalisonovariabilineltempoinrapportoconlavicinanza dellacrisi. Sonoritrovabilielementisimiliallasindromedeficitaria unilateralemalcompensata.Evidenziabilielementiirritativi importanti(iperreflessiavestibolaremonolaterale,vertigine, nausea,vomitoedaltrisintomineuro-vegetativi).Frequente l'associazioneconipoacusieditipomistooneurosensoriali.In questoquadrorientranoanchelasindromeelemalattiediMeniere. Datalapossibilita'diuncompensofunzionaleadistanzavariabile ditempodall'eventochehadeterminatoildannoedataanchela possibilita'dievoluzioneneltempodelquadropatologico,viene fattaraccomandazionedi:

1)utilizzaredueesamicliniciestrumentaliintervallatidi almen dodici mesi dicuiilprimocostituira'unadocumentazioneinizial dibaseodiraffrontoeilsecondoladocumentazione definitiva s cuideveessereeffettuatalavalutazionedell'invalidita';

2)effettuareunarevisioneognitreanni.

Ai finidellavalutazionevannopreseinconsiderazioneoltreall provespontaneetradizionaliancheleprove caloriche, pendolari rotatorie. L'esecuzione di una prova pendolare o rotatoriaco tracciatoENGrendenon indispensabile l'esecuzione di una prov calorica, ma non viceversa. E' comunque raccomandabile sempr l'esecuzionedientrambiitipodiesamiameno che non sussistan chiare controindicazioni alla provatermica(peres.otitemedia timpanoaperto).

APPARATOVISIVO -Ladiminuzionedelvisusdeveessereintesadopocorrezionea men che l'anisometropia sia tale che la lente necessaria sia d gradazionetroppoelevata;neltalcasosidevono aggiungere cinqu puntipercentuali. -Leeventualiperditecampimetrichechepossonorilevarsiincasod glaucomacongenitoodacquisitodevonoesserevalutateaparte. - Lavalutazionedeideficitvisivibinocularisieffettuasecond

laspecificatabellaallegata,nellaqualel'acutezzavisivacentral e'indicatanellaprimacolonnaorizzontaleperunocchioevertical perl'altro.Alpuntod'incontro delle due colonne, si legge l percentualed'invalidita'. E' importantesottolinearechel'acutezzavisivacentraleindicat e'quellarelativaalvisusresiduo. TABELLAPERLAVALUTAZIONEDEIDEFICITVISIVIBINOCULARI VISUS 9/10 7/10 5/10 3/10 2/10 1/10 1/20 MENODI

8/10 6/10 4/10

9/10

1/10

a

0

2

3

5

7

10

15

20

8/10

7/10

a

2

3

5

7

10

15

20

30

6/10

5/10

a

3

5

7

10

15

20

30

40

4/10

3/10

5

7

10

15

20

30

40

60

2/10

7

10

15

20

30

40

60

70

1/10

10

15

20

30

40

60

70

80

1/20

15

20

30

40

60

70

80

100

MENODI

1/20

20

30

40

60

70

80

100

100

PATOLOGIEIMMUNITARIAESISTEMICA

Perleinfermita'checomportinocompromissionevisceralela

percentualediinvalidita'aumentainproporzionealgradoedal

tipoditalecompromissione.

TERZAPARTE

A)NUOVATABELLAORDINATAINFASCEOVVEROINMISURAFISSA

cod. FASCIA91-100 1001 ALZHEIMERCONDELIRI ODEPRESSIONE

min.

max.

fisso

ADESORDIOSENILE

0

0

100

1003 DEMENZAGRAVE

0

0

100

1004 IPOTIROIDISMOGRAVECON RITARDOMENTALE

0

0

100

1007 INSUFFICIENZAMENTALEGRAVE

91

100

0

1008 SINDROMEDIHARTNUP

0

0

95

1009 TRISOMIA21CONRITARDO MENTALEGRAVE

0

0

100

1207 SINDROMEDELIRANTE CRONICAGRAVECONNECESSITA' TERAPIACONTINUA 1209 SINDROMESCHIZOFRENICACRONICA

0

0

100

 

GRAVECONAUTISMODELIRIOO PROFONDADISORGANIZZAZIONE DELLAVITASOCIALE

0

0

100

2003

EPILESSIAGENERALIZZATA CONCRISIPLURISETTIMANALI INTRATTAMENTO

0

0

100

2004

EPILESSIAGENERALIZZATACON

EPILESSIALOCALIZZATACON

2007

CRISIQUOTIDIANE

CRISIPLURISETTIMANALIO QUOTIDIANEINTRATTAMENTO

0

91

0

100

100

0

2009

SINDROMECEREBELLAREGRAVE

91

100

0

2201

DISTURBICICLOTIMICICON CRISISUBENTRANTIOFORME CRONICHEGRAVICONNECESSITA' DITERAPIACONTINUA

0

0

100

3003

AFASIAGRAVE

91

100

0

3004

LESIONEBILATERALEDEINERVI CRANICIIX-X-XIEXIICON DEFICITGRAVEDELLA DEGLUTIZIONE,FONAZIONEED ARTICOLAZIONEDELLINGUAGGIO

91

100

0

5004

CECITA'BINOCULARE

0

0

100

5008

CECITA'MONOCULARE-VISUS NELL'OCCHIOCONTROLATERALE

INF.1/20

91

100

0

6002

ARITMIEGRAVIPACE-MAKER

NONAPPLICABILE

0

0

100

6016

TUBERCOLOSIPOLMONARE

-ESITIFIBROSI

PARENCHIMALIOPLEURICI

CONINSUFFICIENZA

RESPIRATORIAEDISPNEA

ARIPOSO

0

0

100

6411

CIRROSIEPATICACON

DISTURBIDELLAPERSONALITA'

(ENCEFALOPATIAEPATICA

INTERMITTENTE)

0

0

95

6430

FIBROSICISTICADEL

PANCREASCONPNEUMOPATIA

CRONICA

0

0

100

6431

FIBROSIPOLMONARE

INTERSTIZIALE

DIFFUSAIDIOPATICA

0

0

95

6439

GLOMERULONEFRITEEREDITARIA

0

0

100

6444

MIOCARDIOPATIEOVALVULOPATIE

CONINSUFFICIENZACARDIACA

GRAVISSIMA(IVCLASSENYHA)

0

0

100

6448

CORONAROPATIAGRAVISSIMA

(IVCLASSENYHA)

0

0

100

6470

PNEUMONECTOMIACON

INSUFFICIENZARESPIRATORIA

GRAVE

0

0

100

6478

TUMOREDIWILMS

0

0

95

7301

ATROFIAMUSCOLARECRONICA

PROGRESSIVAINFANTILE

0

0

95

7302

EMIPARESIGRAVEO

EMIPLEGIAASSOCIATA

ADISTURBISFINTERICI

0

0

100

7332

PARALISICEREBRALE

INFANTILECONEMIPLEGIA

OATASSIA

91

100

0

7333

PARAPARESICONDEFICIT

DIFORZAGRAVEO

PARAPLEGIAASSOCIATAO

NONADISTURBISFINTERICI

0

0

100

7346

SINDROMEEXTRAPIRAMIDALE

PARKINSONIANAOCOREIFORME

OCOREOATETOSICAGRAVE

91

100

0

7351

TETRAPARESICONDEFICIT

DIFORZAGRAVEOTETRAPLEGIA

CONASSOCIAZIONEONONA

INCONTINENZASFINTERICA

0

0

100

7423

EMIPELVECTOMIA

0

0

100

7424

PERDITAANATOMICAO

FUNZIONALEDELLEMANI

0

0

100

8009

OLOPROSENCEFALIAO

SINDROMEDIBINDER

0

0

100

9203

ESITIDINEFROPATIAIN

TRATTAMENTODIALITICO

PERMANENTE

91

100

0

9305

ARTROPATIAGOTTOSACON

GRAVEIMPEGNORENALE

91

100

0

9311

DIABETEMELLITOCOMPLICATO

DAGRAVENEFROPATIAE/O

RETINOPATIAPROLIFERANTE,

MACULOPATIA,EMORRAGIE

VITREALIE/OARTERIOPATIA

OSTRUTTIVA(CLASSEIV)

91

100

0

9315

IPOPARATIROIDISMONON

SUSCETTIBILEDIUTILE

TRATTAMENTO

91

100

0

9316

IPOSURRENALISMOGRAVE

91

100

0

9325

NEOPLASIEAPROGNOSI

INFAUSTAOPROBABILMENTE

SFAVOREVOLENONOSTANTE

ASPORTAZIONECHIRURGICA

0

0

100

9333

IMMUNODEFICIENZASECONDARIA CONCLAMATACONEVIDENZADI INFEZIONIOPPORTUNISTICHEO TUMORICORRELATI

91

100

0

9336

TRISOMIA18-

SINDROMEDIEDWARDS

0

0

100

cod. FASCIA81-90

min.

max.

fisso

5006 CECITA'MONOCULARE

CONVISUSNELL'OCCHIO

CONTROLATERALESUP.

 

1/20-INF.3/50

81

90

0

6015

TUBERCOLOSIPOLMONARE

-ESITIFIBROSI

PARENCHIMALIOPLEURICI

CONINSUFFICIENZA

RESPIRATORIAGRAVE

81

90

0

6481

SINDROMENEFROSICACON

INSUFFICIENZARENALEGRAVE

81

90

0

7418

DISARTICOLAZIONEDIANCA

0

0

85

9317

MORBODICOOLEY

(THALASSEMIAMAJOR)

0

0

90

cod. FASCIA71-80

min.

max.

fisso

1204

PSICOSIOSSESSIVA

71

80

0

1210

SINDROMESCHIZOFRENICA

CR.CONDISTURBIDEL

COMPORTAMENTOEDELLE

RELAZIONISOCIALIE

LIMITATACONSERVAZIONE

DELLECAPACITA'INTELLETTUALI

71

80

0

1211

SINDROMEDELIRANTECRONICA

71

80

0

2210

SINDROMEDEPRESSIVA

ENDOGENAGRAVE

71

80

0

3106

PERDITATOTALEDELLALINGUA

71

80

0

3108

LARINGECTOMIATOTALE

0

0

75

3109

LARINGECTOMIATOTALECON

TRACHEOSTOMIADEFINITIVA

0

0

80

4008

SORDOMUTISMOOSORDITA'

PRELINGUALEDAPERDITAUDITIVA

GRAVEBILATERALECONEVIDENTI

FONOLOGOPATIEAUDIOGENE

0

0

80

5007

CECITA'MONOCULARE-VISUS

CONTROLATERALESUP.3/50-

INF.1/10CONRIDUZIONEDEL

CAMPOVISIVODI30

70

80

0

5028

RESTRINGIMENTOCONCENTRICO DELCAMPOVISIVOCONCAMPO RESIDUO

INFERIOREA10INENTRAMBI

GLIOCCHI

0

0

80

6406

BRONCHIECTASIACONGENITA

ASSOCIATAAMUCOVISCIDOSI

0

0

80

6412

CIRROSIEPATICACON

IPERTENSIONEPORTALE

71

80

0

6414

STENOSICONGENITADELLA

POLMONAREGRAVE

(IIICLASSENYHA)

71

80

0

6416

STENOSIOCOARTAZIONE

AORTICACONGENITASERRATA

(IIICLASSENYHA)

0

0

75

6426

EPATITECRONICAATTIVA

NELL'INFANZIA

71

80

0

6443

MIOCARDIOPATIEO

VALVULOPATIECON

INSUFFICIENZACARDIACA

 

GRAVE(IIICLASSENYHA)

71

80

0

6447

CORONAROPATIAGRAVE

(IIICLASSENYHA)

71

80

0

6450

IPOPLASIARENALEBILATERALE

0

0

75

6456

MALATTIAPOLMONAREOSTRUTTIVA

CRONICA-PREVALENTEBRONCHITE

0

0

75

6469

PNEUMONECTOMIACON

INSUFFICIENZARESPIRATORIAMEDIA 0

0

80

7001

ANCHILOSIDIRACHIDETOTALE

0

0

75

7203

ANCHILOSIDIGINOCCHIOIN

FLESSIONESUPERIOREA40o

0

0

75

7337

PARESIDELL'ARTOINFERIORECON DEFICITDIFORZAGRAVEO PLEGIAASSOCIATAAD INCONTINENZASFINTERICA

71

80

0

7350

TETRAPARESICONDEFICIT DIFORZAMEDIO

71

80

0

7407

AMPUTAZIONEDIBRACCIO

0

0

75

7413

AMPUTAZIONEDISPALLA

0

0

80

7417

ASSENZACONGENITA DELL'ARTOSUPERIORE

0

0

75

7420

DISARTICOLAZIONEDIGOMITO

0

0

75

7421

DISARTICOLAZIONEDIPOLSO

0

0

75

7422

DISARTICOLAZIONEDISCAPOLA

0

0

80

8002

CHEILOGNATOPALATOSCHISI (GOLALUPINA)

0

0

80

8101

AGENESIASACRO-COCCIGEA

0

0

80

8102

AGENESIASACRO-ILIACA

0

0

80

8203

ESOFAGOSTOMIACERVICALE EGASTROSTOMIA

0

0

80

8206

ESTROFIADELLA VESCICAURINARIA

0

0

80

9328

TRAPIANTOCARDIACOIN ASSENZADICOMPLICANZE

0

0

80

9337

TRISOMIA21

0

0

75

cod. FASCIA61-70

min.

max.

fisso

1002

DEMENZAINIZIALE

61

70

0

1006

INSUFFICIENZAMENTALE MEDIA

61

70

0

3002

AFASIAMEDIA

61

70

0

4004

PERDITAUDITIVABILATERALE

SUPERIOREA275dB

SULL'ORECCHIOMIGLIORE

0

0

65

6403

BILOBECTOMIA

0

0

61

6419

COLITEULCEROSA(IVCLASSE)

61

70

0

6425

EPATITECRONICAATTIVA

AUTOIMMUNE

0

0

70

6435

FISTOLAGASTRO-DIGIUNO-

COLICA(IVCLASSE)

61

70

0

6438

GLOMERULONEFRITEDA

IMMUNOCOMPLESSICON

INSUFFICIENZARENALE

 

LIEVE

61

70

0

6457

MALATTIAPOLMONARE

OSTRUTTIVACRONICA-

PREVALENTEENFISEMA

0

0

65

6461

MORBODICROHN(IVCLASSE)

61

70

0

6467

PANCREATITECRONICA

(IVCLASSE)

61

70

0

6480

RENEPOLICISTICOBILATERALE

0

0

70

7002

ANCHILOSIORIGIDITA'COMPLETA

DELCAPOINFLESSIONEO

IPERESTENSIONE

61

70

0

7303

EMIPARESIGRAVEOEMIPLEGIA

(EMISOMADOMINANTE)

61

70

0

7342

PARESIDELL'ARTOSUPERIORE

DOMINANTECONDEFICITDI

FORZAGRAVEOPLEGIA

61

70

0

7406

AMPUTAZIONEDIAVAMBRACCIO

0

0

70

7408

AMPUTAZIONEDICOSCIA

0

0

65

7414

AMPUTAZIONEMETACARPALE

0

0

70

7419

DISARTICOLAZIONEDIGINOCCHIO

0

0

65

7425

PERDITAARTOTERZOSUP.O

MEDIODIBRACCIO

0

0

65

7428

PERDITADEIDUEPIEDI

0

0

70

7430

PERDITADITUTTELEDITA

DIUNAMANO

0

0

65

7432

PERDITADIUNAMANO

0

0

65

8202

CISTOSTOMIACONCATETERE

APERMANENZA

61

70

0

9101

SINDROMEDELLACAUDAEQUINA

COMPLETACONDISTURBI

SFINTERICIEANESTESIAA

SELLA

61

70

0

9313

IPERCORTISOLISMOCON

MANIFESTAZIONICLINICHE

CONCLAMATE

61

70

0

9323

NEOPLASIEAPROGNOSI

FAVOREVOLECONGRAVE

COMPROMISSIONEFUNZIONALE

0

0

70

cod. FASCIA51-60

min.

max.

fisso

2203

DISTURBICICLOTIMICI

CONRIPERCUSSIONI

SULLAVITASOCIALE

51

60

0

5016

EMIANOPSIABITEMPORALE

0

0

60

5022

EMIANOPSIEMONOCULARI-

SENZACONSERVAZIONE

DELVISUSCENTRALE

0

0

60

6001

ANGINAPECTORISSTABILE

0

0

60

6424

EPATITECRONICAATTIVA

0

0

51

6475

RENEAFERRODICAVALLO

CONIDRONEFROSI

0

0

55

7004

SPONDILOARTRITE

ANCHILOPOIETICA

0

0

55

7101

ACONDROPLASIA

0

0

60

7204

ANCHILOSIDIGINOCCHIO

INFLESSIONETRA35E40

0

0

55

7209

ANCHILOSIDISPALLAIN

POSIZIONESFAVOREVOLE

0

0

60

7304

EMIPARESIGRAVEO

EMIPLEGIA(EMISOMA

NONDOMINANTE)

51

60

0

7328

LESIONERADICOLARE-

TIPODEJERINEKLUMPKE

(DOMINANTE)

51

60

0

7335

PARAPARESICONDEFICIT

DIFORZAMEDIO

51

60

0

7345

PARESIDELL'ARTOSUPERIORE

NONDOMINANTECONDEFICIT

DIFORZAGRAVEOPLEGIA

51

60

0

7409

AMPUTAZIONEDIGAMBASENZA

POSSIBILITA'DIPROTESI

0

0

60

7411

AMPUTAZIONEDIGAMBA

TERZOSUPERIORE

0

0

60

7412

AMPUTAZIONEDIGINOCCHIO

0

0

55

7426

PERDITAAVAMBRACCIO

TERZOMEDIO

0

0

55

7429

PERDITADEIDUEPOLLICI

0

0

60

8208

CISTECTOMIACONDERIVAZIONE

ESTERNAOCONNEOVESCICAE

SCARSOCONTROLLOSFINTERICO

51

60

0

9307

DIABETEGLUCO-FOSFO-AMINICO

(SINDR.DIFANCONI)

0

0

60

9310

DIABETEMELLITO

INSULINO-DIPENDENTECON

MEDIOCRECONTROLLOMETABOLICO

EIPERLIPIDEMIAOCONCRISI

IPOGLICEMICHEFREQUENTI

NONOSTANTETERAPIA

(CLASSEIII)

51

60

0

9319

LINFOMILINFOBLASTICI

(NONHODGKIN)

0

0

60

9330

TRAPIANTORENALE

0

0

60

cod. FASCIA41-50

min.

max.

fisso

1005

INSUFFICIENZAMENTALE

LIEVE

41

50

0

1103

ESITIDISOFFERENZA

ORGANICAACCERTATA

STRUMENTALMENTECHE

COMPORTIGRAVIDISTURBI

DELLAMEMORIA

41

50

0

1203

NEVROSIFOBICA

OSSESSIVAGRAVE

41

50

0

1206

NEVROSIISTERICAGRAVE

41

50

0

2002

EPILESSIAGENERALIZZATA

CONCRISIMENSILI

INTRATTAMENTO

0

0

46

2006

EPILESSIALOCALIZZATA

CONCRISIMENSILI

INTRATTAMENTO

0

0

41

2008

SINDROMECEREBELLARE

41

50

0

2209

SINDROMEDEPRESSIVA

ENDOGENAMEDIA

41

50

0

2302

ESITIDISOFFERENZA

ORGANICAACCERTATA

STRUMENTALMENTECHE

COMPORTIGRAVIDISTUBI

DELCOMPORTAMENTO

41

50

0

3101

AFONIACOMPLETAE

PERMANENTECONIMPEDITO

CONTATTOVERBALE

0

0

45

5017

EMIANOPSIAINFERIORE

0

0

41

5029

SINDROMEOCCIPITALE

CONEMIANOPSIA

CONTROLATERALE

41

50

0

6014

TUBERCOLOSIPOLMONARE-

ESITIFIBROSIPARENCHIMALI

OPLEURICICONINSUFFICIENZA

RESPIRATORIAMODERATA

41

50

0

6202

CISTECTOMIACON

DERIVAZIONENELSIGMA

41

50

0

6205

RITENZIONEURINARIA

CRONICACONCATETERE

APERMANENZA

0

0

46

6407

BRONCHITEASMATICACRONICA

0

0

45

6415

STENOSIOCOARTAZIONE

AORTICACONGENITAMODERATA

(IICLASSENYHA)

0

0

50

6418

COLITEULCEROSA

(IIICLASSE)

41

50

0

6421

DIVERTICOLOSIDELCOLON

(IIICLASSE)

41

50

0

6422

DUPLICITA'ODECTOPIA

URETERALEBILATERALE

0

0

41

6429

ESITIDITRATTAMENTO

CHIRURGICOPERATRESIA

ESOFAGEA(IIICLASSE)

41

50

0

6434

FISTOLAGASTRO-DIGIUNO-

COLICA(IIICLASSE)

41

50

0

6437

GASTROENTEROSTOMIA-

NEOSTOMAFUNZIONANTE

(IIICLASSE)

0

0

41

6440

IDRONEFROSIBILATERALE

41

50

0

6442

MIOCARDIOPATIEO

VALVULOPATIECON

INSUFFICIENZACARDIACA

MODERATA(IICLASSENYHA)

41

50

0

6446

CORONAROPATIAMODERATA

(IICLASSENYHA)

41

50

0

6449

IPOPLASIAOAPLASIA

 

POLMONARECONGENITA MONOLATERALE

41

50

0

6460

MORBODICROHN (IIICLASSE)

41

50

0

6466

PANCREATITECRONICA (IIICLASSE)

41

50

0

6468

PNEUMONECTOMIA

0

0

45

6474

RENEAFERRODI CAVALLOCONCALCOLOSI

0

0

45

7103

MIELOMENINGOCELE LOMBARE

0

0

45

7104

NANISMOIPOFISARIO

0

0

50

7202

ANCHILOSIDIANCA INBUONAPOSIZIONE

0

0

41

7213

ANCHILOSIORIGIDITA'

DIMANOSUPERIOREAL70%

0

0

46

7216

ANCHILOSIORIGIDITA' DISPALLASUPERIORE

AL70%INPOSIZIONE

SFAVOREVOLE

0

0

45

7305

EMIPARESI

(EMISOMADOMINANTE)

41

50

0

7329

LESIONERADICOLARE

-TIPODEJERINE

KLUMPKE(NONDOMINANTE)

41

50

0

7330

LESIONERADICOLARE-

TIPOERB-DUCHENNE

(DOMINANTE)

41

50

0

7336

PARESIDELL'ARTOINFERIORE

CONDEFICITDIFORZA

GRAVEOPLEGIA

41

50

0

7341

PARESIDELL'ARTOSUPERIORE

DOMINANTECONDEFICIT

DIFORZAMEDIO

41

50

0

7348

SINDROMEEXTRAPIRAMIDALE

PARKINSONIANAO

COREIFORMEOCOREOATETOSICA

41

50

0

7349

SINDROMEPARIETALE

APRASSIABILATERALEMANI

41

50

0

7410

AMPUTAZIONEDIGAMBA

TERZOMEDIOPROTESIZZABILE

0

0

46

7415

AMPUTAZIONETARSO-

METATARSICA

0

0

46

8001

AGENESIAMASCELLARE

SUP.OINF.

0

0

41

8201

ANOILIACOSN.

0

0

41

8204

MEGACOLON-COLOSTOMIA

(IIICLASSE)

41

50

0

9302

ANEMIAEMOLITICA

AUTOIMMUNE

0

0

41

9303

ARTRITEREUMATOIDECON

CRONICIZZAZIONEDELLE

MANIFESTAZIONI

0

0

50

9308

DIABETEINSIPIDORENALE

0

0

46

9309

DIABETEMELLITOTIPO1

O2CONCOMPLICANZE

MICRO-MACROANGIOPATICHE

CONMANIFESTAZIONICLINICHE

DIMEDIOGRADO(CLASSEIII)

41

50

0

9314

IPERPARATIROIDISMO

PRIMARIO

0

0

50

9320

LUPUSERITEMATOSO

SISTEMICOSENZA

GRAVEIMPEGNOVISCERALE

41

50

0

9324

SINDROMEDITURNER

0

0

41

9326

SCLERODERMIACONLIEVE

COMPROMISSIONEVISCERALE

41

50

0

9327

POLIARTERITENODOSA

SENZAGRAVECOMPROMISSIONE

VISCERALE

41

50

0

9329

SARCOIDOSIINTRATTAMENTO

0

0

41

9332

IMMUNODEFICIENZA

SECONDARIAASINTOMACA

CONLINFOCITI

CD+<500/MMCC

41

50

0

9334

SINDROMEDAMALASSORBIMENTO

ENTEROGENOCONCOMPROMESSO

STATOGENERALE

41

50

0

cod. FASCIA31-40

min.

max.

fisso

1208

SINDROMESCHIZOFRENICA

CRONICACONRIDUZIONE

DELLASFERAISTINTIVO-

AFFETTIVAEDIMINUZIONE DELLAATTIVITA'PRAGMATICA

31

40

0

2202

DISTURBICICLOTIMICICHE CONSENTONOUNALIMITATA ATTIVITA'PROFESSIONALE ESOCIALE

0

0

36

2208

SINDROMEDEPRESSIVA ENDOREATTIVAGRAVE

31

40

0

3107

EMILARINGECTOMIA

0

0

35

4102

SINDROMEVESTIBOLARE

VERTIGINIINGRANDI

4107

DEFICITARIABILATERALE

CRISIPAROSSISTICHE

31

31

40

40

0

0

5002

ANOFTALMOSENZA POSSIBILITA'DI APPLICAREPROTESI ESTETICA

31

40

0

5019

EMIANOPSIAOMONIMA

0

0

40

5026

RESTRINGIMENTOCONCENTRICO DELCAMPOVISIVOCON

CAMPORESIDUOFRA10E

30INENTRAMBIGLIOCCHI

31

40

0

6004

ASMAINTRINSECO

0

0

35

6207

RITENZIONEURINARIA

 

CRONICA(PLURISETTIMANALE)

0

0

35

6404

BRONCHIECTASIAACQUISITA

0

0

35

6410

CARDIOPATIAVALVOLARE NONAORTICACON APPLICAZIONEDIPROTESI

0

0

35

6413

CISTIBRONCOGENEO POLMONARICONGENITE

31

40

0

6452

LOBECTOMIAEPATICA DESTRA

0

0

35

6453

STENOSICONGENITADELLA

SINDROMENEFROSICACON

6482

POLMONAREMODERATA (IICLASSENYHA)

INSUFFICIENZARENALELIEVE

31

31

40

40

0

0

6604

SALPINGECTOMIABILATERALE INETA'FERTILE

0

0

35

7003

SCOLIOSIADUNACURVA

SUPERIOREA40o

31

40

0

7006

SCOLIOSIAPIU'CURVE

SUPERIORIA60o

31

40

0

7010

ANCHILOSIRACHIDELOMBARE

31

40

0

7105

OBESITA'-(INDICEDIMASSA

CORPOREACOMPRESOTRA35

E40)CONCOMPLICANZE

ARTROSICHE

31

40

0

7201

ANCHILOSIDELLEARTICOLAZIONI DELLAMANOINPOSIZIONE FAVOREVOLE

0

0

35

7212

ANCHILOSIORIGIDITA'DI

GOMITOSUPERIOREAL70%

0

0

35

7217

RIGIDITA'DIANCA

SUPERIOREAL50%

0

0

35

7218

RIGIDITA'OLASSITA'DI

GINOCCHIOSUPERIOREAL50%

0

0

35

7223

ESITIDITRATTAMENTO

CHIRURGICOCONENDOPROTESI

D'ANCA

31

40

0

7306

EMIPARESI(EMISOMANON

DOMINANTE)

31

40

0

7311

LESIONEDELN.MEDIANOAL

BRACCIO(DOMINANTE)

31

40

0

7317

LESIONEDELN.RADIALE

SOPRALABRANCATRICIPITALE

(DOMINANTE)

31

40

0

7331

LESIONERADICOLARE-TIPO

ERB-DUCHENNE(NONDOMINANTE)

31

40

0

7334

PARAPARESICONDEFICITDI

FORZALIEVE

31

40

0

7344

PARESIDELL'ARTOSUPERIORE

NONDOMINANTECONDEFICIT

DIFORZAMEDIO

31

40

0

7431

PERDITADIUNPIEDE

0

0

35

8006

MAMMECTOMIA

0

0

34

8011

SCALPOTOTALE

0

0

35

8014

IDROCEFALODERIVATO

31

40

0

9201

CARDIOPATIECONAPPLICAZIONE

DIPACEMAKERAFREQUENZAFISSA 31

40

0

9306

DERMATOMIOSITEOPOLIMIOSITE

0

0

35

cod. FASCIA21-30

min.

max.

fisso

1102

ESITIDISOFFERENZA

ORGANICAACCERTATA