Sei sulla pagina 1di 15

LORENZO STUCCHI

NOTAIO
20122 MILANO - VIA PIETRO MASCAGNI, 30 - TEL. +39 02 76000188 - FAX +39 02 783106
e-mail: lorenzostucchi@notariato.it

Repertorio N. 2.513

Raccolta N. 1.207

CESSIONE DI RAMO D'AZIENDA


REPUBBLICA ITALIANA
Il giorno trentuno luglio duemilaquattordici.
31 luglio 2014
A Milano, via Pietro Mascagni, n. 30.
Davanti a me dottor Lorenzo Stucchi, notaio in Milano, iscritto nel ruolo del Collegio Notarile di Milano, sono presenti:
Parte Cedente
- SCULCO Riccardo, nato a Catanzaro, il giorno 7 febbraio 1950, domiciliato per il
presente atto presso la sede della societ, in qualit di amministratore delegato e
legale rappresentante della societ "BRAVO PRODUZIONI TELEVISIVE S.R.L.", con
unico socio, con sede legale in Roma, via Bocca di Leone, n. 78, capitale sociale euro 7.694.981,00, interamente versato, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Roma 04638240962, REA n. RM-1405065, societ soggetta
ad attivit di direzione e coordinamento da parte di FLEMING NETWORK S.R.L., societ di diritto italiano, in forza dei poteri a lui attribuiti dallo statuto e in esecuzione di deliberazione del consiglio di amministrazione in data 29 luglio 2014;
Parte Cessionaria
- BARONIO Simone, nato a Cremona, il giorno 22 dicembre 1977, domiciliato per il
presente atto presso la sede della societ, in qualit di amministratore unico e legale rappresentante della societ "PRIMARETE S.P.A.", con sede legale in Cremona, via Antiche Fornaci, n. 44, capitale sociale euro 156.000,00, interamente versato, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Cremona
02151660178, REA n. CR-154643, societ di diritto italiano, in forza dei poteri a lui
attribuiti dallo statuto.
Detti comparenti, della cui identit personale sono certo, mi chiedono di ricevere
il presente atto.
Premesso che:
- BRAVO PRODUZIONI TELEVISIVE S.R.L. proprietaria del ramo d'azienda servente l'impresa esercente l'attivit di fornitura, in ambito locale, di programmi televisivi e dati destinati alla diffusione in tecnica digitale su frequenze terrestri per la regione Lombardia sul canale/marchio "Telereporter", in forza di:
* Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata dal Ministero
delle comunicazioni, ora Ministero dello Sviluppo Economico, in data 19 ottobre
2005, prot. n. 018732, in favore di Telereporter s.r.l. con il marchio "Telereporter
Regione";
* Autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 8 ottobre 2010, prot. n. 66298, per la variazione del marchio "Telereporter Regione" in
"Telereporter", di cui all'Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata in data 19 ottobre 2005, prot. n. 018732, sopra citata;
* Determina di attribuzione della numerazione automatica dei canali della Televisione Digitale Terrestre, LCN 13, rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico
in data 24 novembre 2010, prot. n. 82496;
e comunque munita di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie per l'esercizio
della predetta attivit;
- le parti intendono concludere un contratto di cessione del suddetto ramo d'azienda.
Tutto ci premesso si conviene quanto segue.
Articolo 1

Registrato a
Milano U.T. 4
il 01/08/2014
n. 18749
Serie 1T

La Parte Cedente, ai sensi degli articoli 2555 ss. c.c., cede alla Parte Cessionaria,
che accetta, per il prezzo, salvo quanto di seguito precisato, di euro 420.000,00
(quattrocentoventimila), la propriet del ramo d'azienda servente l'impresa esercente l'attivit di fornitura, in ambito locale, di programmi televisivi e dati destinati alla diffusione in tecnica digitale su frequenze terrestri per la regione Lombardia
sul canale/marchio "Telereporter", in forza di:
* Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata dal Ministero
delle comunicazioni, ora Ministero dello Sviluppo Economico, in data 19 ottobre
2005, prot. n. 018732, in favore di Telereporter s.r.l. con il marchio "Telereporter
Regione";
* Autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 8 ottobre 2010, prot. n. 66298, per la variazione del marchio "Telereporter Regione" in
"Telereporter", di cui all'Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata in data 19 ottobre 2005, prot. n. 018732, sopra citata;
* Determina di attribuzione della numerazione automatica dei canali della Televisione Digitale Terrestre, LCN 13, rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico
in data 24 novembre 2010, prot. n. 82496;
e comunque munita di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie per l'esercizio
della predetta attivit.
Articolo 2
Nel ramo d'azienda ceduto s'intendono ricompresi tutti gli elementi che concorrono a formarne la consistenza.
In particolare il ramo d'azienda ricomprende tutti i beni che sono elencati nell'inventario che si allega al presente atto sotto "A" e che sono gi stati consegnati alla
Parte Cessionaria.
La cessione del ramo d'azienda comporta il trasferimento in favore della Parte Cessionaria del marchio non registrato "Telereporter" e della testata giornalistica connessa a Telereporter.
Articolo 3
Il prezzo di euro 420.000,00 (quattrocentoventimila virgola zero zero) corrisposto alla parte alienante come segue:
- euro 300.000,00 (trecentomila virgola zero zero) sono pagati alla parte alienante, che ne rilascia quietanza, mediante i seguenti assegni circolari:
* numero 4 (quattro) assegni circolari non trasferibili dell'importo di euro
50.000,00 (cinquantamila virgola zero zero) ciascuno, numeri 5400395186-04,
5400395185-03, 5400395184-02, 5400395187-05, emessi in data 31 luglio 2014,
da Banca Popolare di Sondrio, succursale di Cremona, n. 189;
* numero 2 (due) assegni circolari non trasferibili dell'importo di euro 30.000,00
(trentamila virgola zero zero) ciascuno, numeri 5400395182-00, 5400395181-12,
emessi in data 31 luglio 2014, da Banca Popolare di Sondrio, succursale di Cremona, n. 189;
* numero 1 (uno) assegno circolare non trasferibile dell'importo di euro 40.000,00
(quarantamila virgola zero zero) ciascuno, numero 5400395183-01, emesso in data 31 luglio 2014, da Banca Popolare di Sondrio, succursale di Cremona, n. 189;
- euro 120.000,00 (centoventimila virgola zero zero) saranno corrisposti, salvo
quanto di seguito precisato, senza interessi, con le modalit infra descritte.
Qualora le autorit competenti pubblichino la graduatoria definitiva del Piano LCN
Nuovo assegnando un LCN compreso nell'intervallo 10 (dieci) - 19 (diciannove) entro il giorno 1 ottobre 2015, l'importo di euro 120.000,00 (centoventimila virgola
zero zero) sar corrisposto in un'unica soluzione, senza interessi, entro il giorno 31

(trentuno) ottobre 2015 (duemilaquindici).


Qualora le autorit competenti non pubblichino la graduatoria definitiva del Piano
LCN Nuovo entro il giorno 1 ottobre 2015, l'importo di euro 120.000,00 (centoventimila virgola zero zero) sar corrisposto in 12 (dodici) rate mensili: le prime 2
(due) rate di euro 5.000,00 (cinquemila virgola zero zero) ciascuna e le rimanenti
10 (dieci) rate di euro 11.000,00 (undicimila virgola zero zero) ciascuna con scadenza l'ultimo giorno del mese a decorrere dal 31 (trentuno) ottobre 2015 (duemilaquindici) compreso.
Qualora le autorit competenti pubblichino la graduatoria definitiva del Piano LCN
Nuovo assegnando un LCN non compreso nell'intervallo 10 (dieci) - 19 (diciannove), la Parte Cessionaria avr facolt di non provvedere al pagamento delle rate
non ancora scadute alla data della predetta pubblicazione.
Il prezzo riferibile interamente a beni mobili per euro 6.000,00 (seimila virgola
zero zero) e ad avviamento per euro 414.000,00 (quattrocentoquattordicimila virgola zero zero).
Articolo 4
La Parte Cedente garantisce:
- di essere unica ed esclusiva titolare del ramo d'azienda in oggetto, di avere la piena disponibilit di tutti i relativi beni materiali ed immateriali, i quali sono interamente pagati liberi da pignoramenti, oneri, gravami, diritti e vincoli a favore di terzi;
- il pieno e pacifico godimento di quanto in oggetto;
- che l'attuale attivit dotata di tutte i permessi e le autorizzazioni necessarie ed
svolta in piena conformit alle normative vigenti in materia;
- che non vi sono diritti di prelazione, opzione e di terzi in genere;
- di non essere soggetta a procedure concorsuali e di non trovarsi in situazione di
insolvenza tale da poter comportare l'applicazione di procedure concorsuali in un
prossimo futuro.
Articolo 5
La Parte Cessionaria non subentra in nessuno dei contratti relativi al ramo d'azienda eventualmente tuttora in corso di esecuzione.
Articolo 6
La Parte Cedente garantisce che non sono in essere rapporti di lavoro o rapporti
assimilabili e che non sussistono debiti di tale natura nei confronti di terzi e in ogni
caso assume l'obbligo di tenere indenne la Parte Cessionaria da qualunque onere
dovesse sopportare in dipendenza di situazioni precedenti di competenza della
Parte Cedente.
Articolo 7
La Parte Cessionaria non subentra alla Parte Cedente nei crediti e nei debiti inerenti il ramo d'azienda risultanti dai libri contabili obbligatori.
Ove la Parte Cessionaria incassi un credito inerente il ramo d'azienda dopo la cessione della stessa, si obbliga a rimborsarne l'importo alla Parte Cedente.
Ove la Parte Cessionaria paghi un debito inerente il ramo d'azienda dopo la cessione della stessa, la Parte Cedente si obbliga a rimborsarne l'importo alla Parte Cessionaria.
Peraltro la Parte Cedente garantisce la Parte Cessionaria di aver corrisposto tutte
le imposte e tasse dovute e di non avere debiti di nessun genere con lo Stato, Enti
territoriali o altro ente della pubblica amministrazione, fermo restando che, salva
la responsabilit solidale di cui all'articolo 14 d.lgs. 472/1997, qualunque imposta,
tassa, sanzione e onere in genere riferibile al periodo anteriore alla presente ces-

sione, pur se accertato successivamente, rimane a carico della Parte Cedente.


Articolo 8
La Parte Cedente conferisce mandato con rappresentanza alla Parte Cessionaria e
s'impegna ad intervenire personalmente, ove necessario, per consentire alla medesima Parte Cessionaria di ottenere la voltura delle licenze ed autorizzazioni amministrative e, in generale, di ogni altro titolo necessario allo svolgimento dell'attivit.
Qualora la Parte Cessionaria non ottenga il cambio di intestazione delle licenze
e/o autorizzazioni necessarie per l'esercizio dell'attivit per cause da attribuirsi ad
inadempienze della Parte Cedente, il presente contratto si risolver di diritto e il
prezzo corrisposto per la cessione dovr essere restituito.
Articolo 9
Il presente contratto di cessione di ramo d'azienda costituisce superamento o novazione di precedenti accordi intervenuti tra le parti, che cessano di avere effetto.
Per tutto quanto non espressamente contemplato nel presente contratto valgono
le norme in materia di cessione di azienda, previste dal codice civile e delle leggi
speciali.
Articolo 10
Le spese, le tasse e gli onorari relativi al presente atto sono a carico della Parte
Cessionaria.
REGIME TRIBUTARIO
Il presente atto soggetto a imposta di registro da applicare, in ragione dell'aliquota del 3%, sul valore di euro 420.000,00 (quattrocentoventimila).
Si allegano al presente atto:
Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata dal Ministero delle
comunicazioni, ora Ministero dello Sviluppo Economico, in data 19 ottobre 2005,
prot. n. 018732, in favore di Telereporter s.r.l. con il marchio "Telereporter Regione" (Allegato B);
* Autorizzazione rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 8 ottobre 2010, prot. n. 66298, per la variazione del marchio "Telereporter Regione" in
"Telereporter", di cui all'Autorizzazione per fornitore di contenuti ex analogico rilasciata in data 19 ottobre 2005, prot. n. 018732, sopra citata (Allegato C);
* Determina di attribuzione della numerazione automatica dei canali della Televisione Digitale Terrestre, LCN 13, rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico
in data 24 novembre 2010, prot. n. 82496 (Allegato D)
Di quest'atto ho dato lettura alla parti, ad eccezione degli allegati per loro dispensa.
Scritto in parte da persona di mia fiducia ed in parte da me notaio.
Sottoscritto alle ore diciassette e trenta.
Consta di fogli due per pagine cinque.
F.to Sculco Riccardo Maria
F.to Baronio Simone
F.to Lorenzo Stucchi notaio